Intervista esclusiva a Robrossi

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

robrossi

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da robrossi » dom dic 13, 2009 4:20 pm

Guarda Paolo che i truffatori esistono in tutte le categorie di persone . Purtroppo anche tra gli architetti , il che non significa che tutti gli architetti siano cani .... argomento fuori discussione !

Il concetto prima esposto è che esiste una realtà che non molti conoscono : se incontro un professionista al bar e bevendo un caffè gli parlo del mio progetto , magari gli lascio una piantina e gli dico di tirargli un occhio ..............questo se ne può andare a casa, non guardare nemmeno la mia piantina e recapitarmi una fattura da 14.000 euro per attività varie né mai espletate nè tantomeno mai richieste ........... è altrettanto certo che, non ricevendo ovviamente il pagamento della sua bella "fatturina" inventata, questo vigliacco se ne può andare poi all'ordine che lo rappresenta facendosi immediatamente liquidare la parcella......... come è altrettanto sicuro che, fatto questo, il truffatore potrà subito dopo farmi un decreto ingiuntivo che il giudice, vista la liquidazione dell'ordine, gli concederà come "immediatamente esecutivo" (rischio di ufficiale giudiziario e pignoramento dei beni ....) .... tutto ciò perchè la mia parola di semplice cittadino vale sempre meno di quella del più farabutto dei professionisti anche quando egli non riesca nemmeno a provare di aver lavorato per me anche solo per un minuto ............ Tutto quanto esposto è vero .... provato sulla nostra pelle............ è così ... funziona così ! ......... ed è semplicemente incommentabile .... poi Paolo possiamo venire a raccontarci quello che vuoi ............ ma la realtà delle "tutele" e del corporativismo dei "professionisti" italiani supera l'immaginazione ..... e non è una bella cosa ............

ciao

Roby

arch.uterzi
Messaggi: 818
Iscritto il: dom giu 01, 2008 6:08 pm

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da arch.uterzi » dom dic 13, 2009 9:45 pm

Passiamo ora a qualche nota tecnica.
Con che tipo di struttura è stata realizzata la sua casa?
Ci sono stati problemi di convivenza fra le (eventuali) parti in cemento e le parti in legno?
L'impiantistica è stata facilitata o resa più complessa dall'aver scelto una casa in legno?

Crimagio
Messaggi: 29
Iscritto il: sab mar 21, 2009 1:02 pm

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da Crimagio » dom dic 13, 2009 11:41 pm

Tranquillo Robrossi, è successo anhe a noi. Prima occhiata affidata all’amico arch (fratello di uno di noi, quasi doveroso) che si “appoggia” a uno studio. Ci mandano due bozze di rendering con due piantine in pdf così, per dare un parere. Non ci piace, ringraziamo e ci rivolgiamo a un altro amico architetto. Con questo procediamo senza intoppi al punto che domani presentiamo il progetto in Comune (!!!). Concordia su quasi tutto: linee minimaliste o quasi, colori, disposizione degli interni, visione generale dell’insieme. Tutto. Chiediamo, per scrupolo, al precedente se dobbiamo loro qualcosa: vi faremo sapere. Dopo due settimane ci arriva la fattura: 5600,00 euro!!!!!!! E al nostro arch, quanto avremmo dovuto dare, vista la mole di carte che ci ha fatto firmare oggi e che ha prodotto lavorando quasi giorno e notte al nostro progetto??? Piccola differenza: questo arch. PRIMA di iniziare ci ha chiesto di fornirci il suo preventivo indicandoci tutto quello che avrebbe fatto e se ciò ci soddisfacesse (8.000 euro). I furbetti del quartierino, invece, ci hanno fatto anche un giochino: dovevano dei soldi a un geometra e ci hanno fatto fare la fattura da questo… in pratica hanno effettuato la cessione del credito senza il consenso del ceduto. Peccato che se questo è lecito nel caso sia indifferente chi eroga la prestazione nel caso di prestazione intellettuale NON è indifferente se pago a tizio o se pago a Caio.
Paghiamo per non creare casini al nostro amico: altrimenti, con la voglia che avremmo di farla pagare ai furbi, ai disonesti, ai poco trasparenti, li porteremmo in Tribunale, anche nella consapevolezza di aspettare 10 anni.

Tranquillo Robrossi: è tanta la gioia di essere, forse, prossimi alla realizzazione della nostra casetta che la rabbia ce la facciamo passare…

robrossi

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da robrossi » lun dic 14, 2009 9:25 am

Sì ma anche a noi la rabbia è ormai passata ................ rimane pero' lo sconforto e rimane la certezza che quei soldi avremmo potuto usarli certamente meglio ........... vedi però come tornano le cifre ? 5.600 voi .... 6.000 noi ... potremmo arrivare ad una regola ... quando il "professionista" manigoldo viene desautorato per i più svariati motivi e anche senza che abbia fatto praticamente nulla, vi chiederà comunque 5 - 6 mila euro ... e voi li dovrete pagare !!!! ............ quindi : massima attenzione a come vi muovete .... mi viene quasi da dire : ancor più attenzione con i professionisti che con l'azienda .... quest'ultima almeno fa sempre un preventivo e poi un contratto !

Arch. Terzi .... arrivo .... (dopo però) ...

Grazie

Roby

Paolo Boni
Messaggi: 3515
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Carpenedolo (BS)
Contatta:

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da Paolo Boni » lun dic 14, 2009 2:56 pm

Be scusate ma guardate che non è così facile come credete voi fare un'ingiunzione di pagamento solo perchè esiste la parcella vidimata dall'ordine...
Un qualsiasi avvocato prima di ottenere l'ingiunzione deve comunicare che questa sta avvenendo e la controparte ha (non ricordo bene ) mi pare 30 o 40 giorni per contestare tale richiesta...
Quindi per fvore non fateci passare come dei delinquenti perchè non è così... Inoltre spesso dietro una semplice piantina ci sono anche settimane di lavoro, non pensiate al tempo materiale di disegnarla ma al tempo per pensarla.
A me è capitato tantissime volte clienti dementi ed arroganti che con il fatto che tanto pagano pretendono di fare ciò che vogliono... A questi dopo averli accontentati nelle loro puttanate mi sono sentito dire che non potevo chedere quanto chiedevo perchp avevano fatto tutto loro. la voglia di stangarli con parcella piena mi era venuta così imparavano a rispettare le persone ma poi dato che non ho voglia di perdere tempo ho dovutop calare le braghe... che avrei dovuto dire io allora... Che i clienti sono tutti farabutti?
In alcuni casi lo sono in altri no...
Comunque se uno è convinto che il lavoro che gli è stato consegnato non è all'altezza di quanto gli è stato richiesto ha il dovere di farsi valere...
L'ordine professionale non entra nel merito degli accordi presi ma del lavoro che il professionista presenta per farselo vidimare... Mi è anche capitato di fare il tecnico di parte di un cliente che dopo aver dato incarico ad un architetto per il progetto di casa sua se l'è visto progettare dal figlio ingegnere con osceni risultati... Poi il figlio ingegnere si è inventato una parcella fasulla vidimata dall'ordine ed ha tentato la strada della liquidazione... Il mio cliente ha immediatamente contestato segnalando l'accaduto all'ordine stesso che ha proceduto alla verifica ed ora l'ingegnere rischia l'espulsione dall'albo... Quindi NON fate allarmismi stupidi perchè non si è in balia dei tecnici...
Ciao Paolo

cavallopazzo83
Messaggi: 1226
Iscritto il: lun set 14, 2009 10:45 am
Controllo antispam: cinque

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da cavallopazzo83 » lun dic 14, 2009 3:01 pm

Posso capire chi ti ha emesso la fattura...probabilmente avevano la foglia in bocca e hanno voluto mangiarla.
C'è da dire che esistono molte persone che ti fanno perdere tempo,vengono, chiedono mille cose, mille variazioni sul preventivo, ore spese per poi sentirsi dire che hanno scelto altri..giustamente uno ti fa 2 o 3 proposte qualcosina gli devi dare, mica lavora per niente, resta da stabilire il quantum, mettetevi d'accordo sulla cifra ma evita rogne...alla ine, hanno fatto qualcosa.
Certo che anche loro mandare una fattura così....di tutti quei soldi...non è il massimo, avreste fatto bene a parlarne prima!

Paolo Boni
Messaggi: 3515
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Carpenedolo (BS)
Contatta:

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da Paolo Boni » lun dic 14, 2009 3:10 pm

PS: dimenticavo non sto facendo nessuna polemica riguardo a quanto avete detto solamente alcune precisazioni... Poi i farabutti esistono e di quelli purtroppo sembra non se ne possa fare a meno.
Ciao Paolo

robrossi

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da robrossi » lun dic 14, 2009 4:35 pm

Paolo ..... paolo.....credi veramente che non abbia scritto all'ordine ? :wink: e infatti l'ordine gli ha decurtato le pretese economiche... da 14.000 a 7.000 (VERGOGNA fosse anche solo per questa decurtazione che prova quanto il delinquente fosse in malafede ! VERGOGNA !) ... poi noi abbiamo chiuso a 6.000 ...............altrimenti ci trovavamo l'ufficiale giudiziario sotto casa ...
Io comunque non ho fatto alcun allarmismo e mi sono affrettato a precisare che NON tutti i professionisti sono delinquenti . Spero anzi che lo siano solo in minima parte . L'invito a farsi fare un disciplinare di incarico PRIMA di iniziare a parlare con un qualsiasi professionista è un invito SERIO e UTILE valido per tutti gli utenti del forum ..... capisco che questo CONSIGLIO possa infastidire qualche professionista che si troverebbe SEMPRE a dover lavorarare con grande chiarezza di costi nei confronti del cliente senza poter fare quei giochini in cui qualche volta ci sguazza alla grande......... ma se è giusto chiedere chiarezza alle aziende è ANCOR più giusto chiedere uguale chiarezza al professionista perché lui è più tutelato di noi di fronte alla legge e la sua parola vale di più della nostra ..... quindi ragazzi .... occhio e in campana quando il "signore dei progetti" inizia a parlarvi .... !! Fermatelo pure e non vegognatevi di dirgli : "ok bravo ! complimenti ! sei un mito ! Detto questo adesso preparami un disciplinare di incarico in cui mi dici tutto quello che serve per entrare in casa mia , tutto quello che farai e quanto mi costerà ! Mandami tutto per mail ... poi ci aggiorneremo. Saluti e baci . Tuo per sempre xxxxx " :wink:

Roby

Cavallo : come vedi oltre al mio caso adesso ce n'è un altro ... e non stento a credere che ne leggeremo altri ancora......... col senno di poi son più bravi tutti ........... e infatti io sono stato un pirla a fidarmi e sono qui a scriverne sperando che qualcun altro non ci caschi ..........

p.s. : mi scuso architetto Terzi se non Le ho ancora risposto ... "ma ste cosa mi brucia assai" !!!
Ultima modifica di robrossi il lun dic 14, 2009 5:05 pm, modificato 1 volta in totale.

Paolo Boni
Messaggi: 3515
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Carpenedolo (BS)
Contatta:

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da Paolo Boni » lun dic 14, 2009 4:46 pm

Giusto sempre chiedere preventivi e firmare contratti.
Di norma io concordo tutto prima di iniziare i lavori, oltre alla mia parcella pure le modalità di pagamento. pure le eventuali scontistiche per riuscire pure io ad essere tranquillo durante il lavoro che devo svolgere...
Quindi consiglio chiedete le referenze, i preventivi e le competenze sempre e poi giudicate.
Ciao Paolo

robrossi

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da robrossi » lun dic 14, 2009 5:02 pm

Non preventivi Paolo, NO NO.... perché dopo le somme a preventivo ci potrebbero essere anche quelle a CONSUNTIVO :?
Per parlare correttamente e senza sorprese ad un professionista in Italia si deve dire così .....please : "MI ELABORI UN DISCIPLINARE DI INCARICO DETTAGLIATO PER CORTESIA .... POI CI RISENTIREMO " .....e se dovrete aggiungere altro in corso d'opera .... RIFATE LA STESSA DOMANDA ...........

.............. :D

ciao

Roby

Crimagio
Messaggi: 29
Iscritto il: sab mar 21, 2009 1:02 pm

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da Crimagio » lun dic 14, 2009 5:32 pm

Arch. Boni, nessun allarmismo: solo fatti. Solo una precisazione: abbiamo volutamente mescolato nel racconto l'esperienza negativa con quella positiva; non perchè non conoscessimo le regole minime della sintassi logica ma perchè di fianco a un farabutto c'è un professionista perbene che ci ha approcciato così: "Prima di fare qualunque cosa vi scrivo cosa penso di fare per voi e cosa credo di dovervi chiedere come onorario; voi, eventualmente mi integrate le cose che gradite che io faccia in più, io eventualmente integrerò l'onorario e quando saremo d'accordo inizieremo a lavorare". L'inesperienza fa fare molti errori: ma la trappola tesa dai farabutti come li chiama Robrossi (in questo caso architetti in altri costruttori, medici, avvocati, commercianti.......) è troppo larga per non cascarci quando sei novizio.

Penitentiagiter!

arch.uterzi
Messaggi: 818
Iscritto il: dom giu 01, 2008 6:08 pm

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da arch.uterzi » lun dic 14, 2009 7:22 pm

Passiamo ora a qualche nota tecnica.
Con che tipo di struttura è stata realizzata la sua casa?
Ci sono stati problemi di convivenza fra le (eventuali) parti in cemento e le parti in legno?
L'impiantistica è stata facilitata o resa più complessa dall'aver scelto una casa in legno?

robrossi

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da robrossi » lun dic 14, 2009 10:13 pm

arch.uterzi ha scritto:Passiamo ora a qualche nota tecnica.
Con che tipo di struttura è stata realizzata la sua casa?
Ci sono stati problemi di convivenza fra le (eventuali) parti in cemento e le parti in legno?
L'impiantistica è stata facilitata o resa più complessa dall'aver scelto una casa in legno?
Eh sì, stavamo divagando, ma ... alcune cose fanno male !
Dunque e sommariamente : casa nostra è una struttura a telaio esternamente intonacata . Il telaio è costituito da travi in abete 17 cm x 8 . Tra le travi è interposta lana di roccia a media densità . Esternamente il cappotto è stato formato con pannelli in eraclit (fibra di legno mineralizzata - legno e magnesite) spessore 3 cm .
Le pareti esterne sono controventate internamente ed esternamente con pannelli in OSB/3 . Internamente è stato posto un ulteriore pannello di carton gesso a finitura . Il telaio della soletta è in legno lamellare sempre coibentato con lana di roccia .

Per ora non ci sono problemi di convivenza . La casa poggia su un "platea" formata con fondazioni continue a T rovescia . Le pareti sono ancorate alla struttura cementizia e legate tra loro stesse .

L'impiantististica scelta è piuttosto semplice e tradizionale : caloriferi + caldaia per l'impianto di riscaldamento, nessun impianto di raffrescamento (non ne abbiamo bisogno) , impianto elettrico tradizionale e di allarme volumetrico (solo radar) . Direi che l'impianto idraulico non è stato né facilitato né ostacolato dalla struttura prefabbricata , metre quello elettrico è stato fortemente agevolato poichè in loco si è provveduto alla sola cablatura , visto che le pareti erano già complete di tubi corrugati e scatole elettriche posizionate secondo nostre indicazioni . Diciamo magari che abbiamo dovuto collaborare parecchio prima della costruzione proprio per stabilire la posizione delle prese elettriche cercando di prevedere un po' tutto . Nulla di troppo pesante .... anzi ... divertente :D .

Roby

giangiman
Messaggi: 204
Iscritto il: mer set 05, 2007 2:46 pm

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da giangiman » lun dic 14, 2009 10:32 pm

robrossi ha scritto:Sì ma anche a noi la rabbia è ormai passata ................
poi ripensandoci.... :twisted:
robrossi ha scritto:non Le ho ancora risposto ... "ma ste cosa mi brucia assai" !!!
"A volte certe cose sembrano dimenticate, mentre invece stan solo dormendo pronte a risvegliarsi al preciso richiamo"

arch.uterzi
Messaggi: 818
Iscritto il: dom giu 01, 2008 6:08 pm

Re: Intervista esclusiva a Robrossi

Messaggio da arch.uterzi » lun dic 14, 2009 10:34 pm

Sembra dunque, ma forse mi sbaglio, che la casa in legno presupponga una partecipazione attiva da parte dei futuri abitanti.
Come sono stati pensati gli spazi? E' stata data maggiore attenzione agli ambienti diurni o a quelli notturni?
A distanza di tempo (da quanti anni è realizzata?) cambiereste qualcosa nella disposizione architettonica?
Che tipo di impianti avreste voluto, col senno di poi?

Rispondi