ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » sab lug 27, 2019 11:58 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... elatte.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Dell'articolo devo far presente un fatto molto importante:
NON SI PARLA DI "RICERCA SCIENTIFICA" fatta SOLO su PRODOTTI CHIMICI "VELENOSI" come: CONSERVANTI, COLORANTI, AGGREGANTI, "AROMI" o "AROMI NATURALI" (che non sono quelli della via delle indie di Marco Polo, ma sono ricavati dal PETROLIO) e DOLCIFICANTI come l'ASPARTAME che ti rifilano nei prodotti cosidetti "dietetici" adducendo allo zucchero i vari problemi umani come la OBESITA' o la CARIE (che lo zucchero sia un veleno, lo si sà in quanto SONO VELENO TUTTI I PRODOTTI DELLE INDUSTRIE "raffinati", ma si parla di STUDI SCIENTIFICI fatti su CIBI NATURALI.

La pagina dice:
"Sono basito perchè letto l'articolo in oggetto, mi chiedo fino a che punto il SISTEMA possa calpestare la SALUTE dei loro simili per il LUCRO senza che nessuno si ribelli a questo scempio.
Ma la cosa peggiore è che chi si deve interessare di questa SALUTE, possa permettere che si causi indifferentemente la MALATTIA ad ogni età, come abbiamo constatato anche ai bambini appena nati.
Si nascondono dietro ai vaccini che non sono altro che ILLUSIONI, come ILLUSIONI sono stati i "principi attivi" consigliati in ogni momento a miliardi di persone malate, illudendole che le così dette RICERCHE SCIENTIFICHE potranno un giorno guarire le loro malattie.
Un esempio chiaro?
Nella nostra più vicina farmacia in quel di Bra (Cn), la proprietaria, una dottoressa, soffre di SCLEROSI MULTIPLA da molti anni, ma non solo di questo, e la vediamo peggiorare sempre di più, poichè questa malattia fà parte di quelle dichiarate "DEGENERATIVE".
La sua età è sui circa 50 anni. Il marito dottore anche lui, gestisce altra farmacia il Liguria e precisamente in San Bartolomeo, ed entrambi hanno dei dipendenti.
Non sono quì per fare il conteggio del loro guadagno, in quanto non mi interessa minimamente, ma per fare un ragionamento ed una domanda logica per capire quante ILLUSIONI giornaliere essi spacciano per MEDICINE.
Ora mettiamo che il sottoscritto soffra di una certa malattia cui un giorno si scopra un "principio attivo" che possa, se non guarirmi, almeno farmi vivere decentemente, ma non sapendo di questa scoperta egli non me la prescrive.
A differenza mia, questa dottoressa con suo marito dottore, gestendo delle farmacie, queste hanno tutti i tipi di "principi attivi" scoperti, anche di altre medicine, quindi se vi fosse un "principio attivo" idoneo a guarire i loro problemi di SALUTE, senza neppure recarsi dal loro medico lei li avrebbe sicuramente ingoiati.
MA ALLORA SE I MEDICINALI, "principi attivi" CHE FORNISCONO AI LORO CLIENTI MALATI, NON GUARISCONO LEI DALLE SUE MALATTIE, QUALI MALATTIE POTRANNO MAI CURARE QUESTI DA LORO TRATTATI "principi attivi"?
Sono certo che questo non è l'unico caso nel mondo.
Spero di essere stato chiaro.
Avendo certezza che a dare la VERA SALUTE agli esseri viventi, quindi anche all'Homo Sapiens non possono essere altro che i CIBI NATURALI. Questo non è una novità, in quanto già nel passato molte persone lo hanno capito, difatti Ippocrate di Kos ci lascia scritto:
"Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo"; MA I PRODOTTI CHIMICI NON FANNO PARTE DI QUESTI.
E dopo la mia personale esperienza che è ormai di tante persone come me, abbiamo certezza però che questi CIBI NATURALI DEVONO CONTENERE GLI "ALIMENTI ESSENZIALI" che già stanno nel sangue di ogni animale e di cui il corpo dell'individuo ne ha bisogno GIORNALMENTE, anche solo per AUTOPRODURSI le DIFESE IMMUNITARIE necessarie a combattere ciò che può causare la sua malattia.
Ora tornando all'articolo che riporta:
"Dare il via libera anche in Italia al formaggio prodotto senza latte: a chiederlo è l’Europa. La Commissione europea ha infatti inviato a Roma una diffida in cui definisce troppo stringenti le leggi italiane in materia e auspica che la Penisola metta fine al divieto di utilizzo di latte in polvere concentrato e ricostituito per la fabbricazione del formaggio. La normativa italiana, che proibisce l’uso di surrogati, è considerata un ostacolo alla “libera circolazione delle merci”, dato che nel resto dell’Unione europea i “latticini senza latte” (formaggio ma anche yogurt) sono di uso comune."
Avendo certezza che trattare il latte INDUSTRIALMENTE, si perdono sicuramente questi NECESSARI "ALIMENTI ESSENZIALI", i quali, come abbiamo visto sopra, SONO INDISPENSABILI ALLA SALUTE UMANA, pena la malattia certa, solo per produrre merce per il BUSINESS, quindi per il LUCRO.
Il corpo umano
Ma quanta acqua c’è nel nostro corpo?
L’acqua presente nell’essere umano mostra differenze notevoli secondo l’età, la costituzione, il tipo di alimentazione. Inoltre gli organi e i tessuti sono idratati in modo diverso uno dall’altro. Da giovani siamo decisamente più ricchi d’acqua, soprattutto nei tessuti molli, nella pelle e nei tessuti connettivi e sottocutanei. Crescendo il tenore d’acqua si riduce progressivamente da una media del 75% del bambino piccolo a circa il 50% nella terza età.
Del resto lo si vede bene: negli adulti e negli anziani la pelle si presenta più secca e meno elastica, i tessuti sono meno lisci e tesi, il segno di una pressione esercitata dal pollice sulla pelle rimane più visibile a lungo. L’età biologica della pelle di tutto l’organismo si determina facilmente dal suo stato di idratazione. Anche le ossa contengono acqua anche se in misura molto minore rispetto ai tessuti molli. Dal 40% al 50% della nostra acqua corporea è contenuta all’interno delle cellule e costituisce il cosidetto liquido intracellulare. Il 20% restante si trova negli interstizi tra le cellule: è il liquido extracellulare.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... riente.htm
Sinteticamente voglio dimostrare che i CIBI NATURALI e FRESCHI sono importanti per la mia salute, ma lo sono ancora di più gli "ALIMENTI ESSENZIALI" nei quali sono stato GENERATO, quindi dimostrare che la CARENZA di questi per mio PADRE che mi ha GENERATO, e la CARENZA di mia MADRE che mi ha dato la vita, se poi è stata CARENTE anche quando mi ha allattato non posso che crescere in SOFFERENZA, quindi in malattia se supero una certa età. Voglio dimostrare appunto che mio PADRE, mia MADRE, il LATTE e l'ACIDO ASCORBICO ed il dimenticato MOVIMENTO sono un tutt'uno per la mia BUONA SALUTE di bambino.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alatte.htm
In sintesi voglio dimostrare che per la BUONA SALUTE, la frase "Mangia sano, mangia variato" deve essere sostituita dalla frase "Mangia NATURALE e FRESCO"
Il CIBO
Da ogni parte ed anche dai dottori alimentaristi si sente la solita frase.
"Mangia sano, mangia variato"
Bella e semplice frase, vero?
Questa frase potrà adattarsi a TUTTI gli animali di questo regno?
Non mi risulta poichè il leone mangia SOLO CARNE, la zebra SOLO ERBA e così via. Quindi animali che vivono BENE con un SOLO CIBO e senza VARIETA' ve ne sono parecchi. E come potranno ottenere tutto quanto richiesto dal loro corpo per mantenersi una OTTIMA SALUTE come dimostrano ogni giorno di avere?
Ci sarà pur un motivo plausibile, vero?
Premesso questo, proviamo ora ad analizzare il significato vero di questa frase?
Inizio soffermandomi sulla prima parte della frase: "mangia sano". Cosa starà a significare questa parte?
Si intende forse che si possa mangiare CIBO MALATO, oppure si intende CIBO NON AVARIATO?
Ho certezza che TUTTI gli animali si cibano sicuramente di CIBI FRESCHI e NATURALI, non CONSERVATI, anche perchè non dispongono nè di un frigorifero e neppure di CONSERVANTI CHIMICI, prerogativa del solo Homo Sapiens.
E' vero che molti animali si cibano anche di cibo SECCO durante il periodo invernale, ma questo non pregiudica che il CIBO sia NATURALE.
Analizzato e stabilito questo direi che la parola "sano" lascia addito a molte interpretazioni e quindi fuorviante nel risultato della SALUTE, pertanto dovrebbe essere sostituita dalla parola "NATURALE", molto più significativa e chiara con l'aggiunta della parola "FRESCO" per evitare i CONSERVANTI CHIMICI che nessun animale ingoia.
Quindi fisso questa prima parte in:
"Mangia NATURALE e FRESCO, .........."
Ed ora vediamo di interpretare il significato della seconda parte: "mangia variato".
Cosa starà mai a significare la parola "VARIATO"?
Starà a significare che posso mangiare di TUTTO? e quale TUTTO? TUTTO quel CIBO che trovo nei negozi e magazzini preposti?
Dato che di CIBO a portata di mano dell'Homo Sapiens ve ne è parecchio, quale sarà quello giusto?
Come abitante di Milano, domiciliato al 4 piano di uno stabile di 10 piani del centro città, quali CIBI potrò avere a disposizione per mangiare VARIATO onde mantenermi una OTTIMA SALUTE come lo è per ogni animale al mondo?
Nel secolo scorso potevo recarmi nei vari negozi alimentari con la scelta di un certo tipo di prodotti NATURALI, in quanto avevo la possibilità di trovare per la maggior parte di questi, quelli prodotti a km 0, ma con l'avvento dei supermercati (PRODOTTI DEGLI SCAFFALI) la maggior parte dei loro prodotti sono delle INDUSTRIE ALIMENTARI, e la varietà di CIBO si è praticamente più che centuplicata perdendo la produzione a km 0..
Ci si trova di tutto e di più, ma sopratutto CIBI CONSERVATI nei modi più diversi, inscatolati, impachettati nei cellofan, nei vasetti, surgelati ed altri già pronti all'uso.
Bevande, dall'acqua in bottiglie di vetro, di plastica, nelle lattine contenenti dalle bibite gassate, dolcificate, amare ecc., del vino, della birra di ogni marca possibile.
Ma questi CIBI DEGLI SCAFFALI e queste BEVANDE prodotti delle INDUSTRIE ALIMENTARI saranno adeguati alla SALUTE UMANA, visto e siamo certi, che sono CIBI e BEVANDE SOLO per l'Homo Sapiens?
Gli unici animali che ingoiano come l'Homo Sapiens questi CIBI DEGLI SCAFFALI sono i suoi amici e compagni di vita.
Oh, ma allora ha un nesso che sia l'Homo Sapiens che i Cani ed i Gatti soffrano delle medesime malattie, vero?
Certo, hanno in comune i medesimi CIBI DEGLI SCAFFALI, quindi delle INDUSTRIE ALIMENTARI.
Per i Cani ed i Gatti è peggio ancora, in quanto fatti di carne come l'Homo Sapiens, non vale il consiglio dei dottori alimentaristi
"Mangia sano, mangia variato", ma consigliato dai veterinari SOLO i CIBI DEGLI SCAFFALI delle INDUSTRIE ALIMENTARI.
Sono certo che a questo punto molte persone avranno potuto trarre delle loro semplici conclusioni, vero?
Tornando al nostro discorso sui CIBI VARIATI invece, i CIBI DEGLI SCAFFALI, faranno parte TUTTI di quei CIBI VARIATI come intende la parola?
Se stò alla lettera sicuramente si, ma sarà giusto questo per la mia SALUTE?
Sicuramente per le INDUSTRIE ALIMENTARI questa parola è IMPORTANTE poichè il loro fine è SOLO quello di VENDERE. Vendere, vendere qualsiasi cosa, come sappiamo anche AVARIATO, purchè si venda.
Per darti la sensazione della SERIETA' hanno persino scritto sulle confezioni una DATA DI SCADENZA che quando vai a comprare ti porti gli occhiali o una lente per vederci chiaro, vederci meglio. A volte però giri e rigiri la confezione perchè è introvabile, un bel giochetto sai? sì perchè così ti imprimi bene bene nella mente la marca (pubblicità indotta, lavaggio del cervello dello STUPIDO cervello umano) che così la prossima volta la riprendi.
Oh, ho trovato la scadenza, è a posto ed ho comprato anche in OFFERTA con un bel risparmio, inoltre ho comprato quello che mi piace, che è in scadenza, ma sopratutto MANGIO "VARIATO".
Tutto ben organizzato, vero? TUTTO PERFETTO, ma che dico, TROPPO PERFETTO, QUALE PRESA PER I FONDELLI!
Senza rendermene conto e seguendo la parola "VARIATO" del consiglio di chi preposto ed il TUTTO PERFETTO delle industrie, sono cascato come una pera matura nel gioco del marketing preparato a tavolino fin nei minimi particolari e se alla cassa prendo dall'ultimo espositore per impulso, anche le solite caramelle tic-tac, ho proprio fatto il PIENO ed il gestore del supermercato non può che ridere.
MA LA MIA SALUTE?
Mi chiedo ora: saranno cibi "NATURALI e FRESCHI"? e quindi posso considerali nella prima parte della frase fissata prima? Ma sopratutto li mangerebbero gli animali LIBERI questi cibi?
Certamente NO! ma perchè NO?
Perchè questi FINTI CIBI sono fatti con prodotti RAFFINATI, quindi PRODOTTI CHIMICI e senza quella sostanza NATURALE (ALIMENTI ESSENZIALI) necessaria al mio corpo, che per fornirmeli in ogni giorno dell'anno devono mischiarli con CONSERVANTI CHIMICI che per il mio corpo sono solo TOSSINE, quindi SONO da EVITARE come la PESTE.
Per queste ragioni se voglio mantenermi la SALUTE, devo dimenticarmi il detto "Mangia sano, mangia variato" anche se detto dal mio dottore, poichè questo è un personaggio in pieno conflitto di interessi e seguire la frase:
"MANGIA NATURALE E FRESCO"
anche se mangio pochi CIBI come fanno la maggior parte degli animali.
Ecco perchè molte persone che cambiano il modo di cibarsi evitando di fornirsi come sopra, ingoiando CIBI NATURALI E FRESCHI, non possono che ottenerne una OTTIMA SALUTE E MANTENERE UNA LINEA PERFETTA perdendo i GRASSI SUPERFLUI.
Naturalmente è INDISPENSABILE il necessario MOVIMENTO giornaliero, e lo dimostrano tutte le altre specie animali che non hanno nè il letto nè il sofà e neppure le sedie.
La pagina recita:
"Che il MOVIMENTO sia importante per TUTTI gli animali, è ormai ampiamente dimostrato . A conferma quest'altro articolo del fondo pagina che riporta.
"La sola attività fisica è in grado di modificare il microbiota intestinale dell’uomo in termini di composizione e funzionalità. È quanto hanno osservato Jacob M. Allen e il suo gruppo di ricerca, soprattutto in soggetti normopeso e in relazione all’esercizio continuato nel tempo, attraverso uno studio recentemente pubblicato in Medicine & Science in Sports & Exercise.
Nonostante infatti l’attività fisica fosse stata più volte associata ad alterazioni nella composizione batterica dell’intestino, non era stato ancora approfondito, almeno fino a questo studio, il suo contributo nel tempo oltre che il suo effetto in soggetti normopeso vs obesi.
A questo proposito, i ricercatori hanno voluto determinare l’impatto che l’esercizio fisico continuativo ha riportato sulla composizione, sulle capacità funzionali e sulla produzione di particolari metaboliti del microbiota intestinale di 32 individui sedentari, dei quali 18 normopeso (gruppo 1) e 14 obesi (gruppo 2).
Dai 30 ai 60 minuti di attività fisica tre volte alla settimana"
Quindi mi permetto di insistere nell'informazione che sono certo aiuterà molte persone che di questo MOVIMENTO non ne hanno mai sentito parlare.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... estini.htm

dalla pagina
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... elatte.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » dom lug 28, 2019 2:45 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zadria.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Anna Maria ricorda con nostalgia il passato di felicità a cui con la mezzadria mi riferisco.

Dal gruppo:
FIBROMIALGIA e DOLORE CRONICO LE NUOVE FRONTIERE NON SOLO FARMACI


http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... cibinatura

ciaooo Franco

.

.
acidoascorbico.altervista.org
Vi siete mai chiesti come mai i nostri nonni non soffrissero di allergie alimentari?
11
Commenti: 2
Mi piace
Commenta
Commenti

Anna Rita
Anna Rita Poveri ma felici, vita semplice fatta di fatiche quelle vere e tanti sacrifici. Poco cibo ma buono, pieno di sostanze naturali....Condivisione di gioie, dolore, lavoro, appoggio emotivo e fisico. Ci si aiutava l'uno con l'altro, si condividevano ogni avventura e/o disavventura!! Ci si rispettava, ci si voleva bene, non esisteva la cattiveria intenzionale per far male all'altro.... Un mondo scomparso, che malinconicamente ricordo con nostalgia e rimpianto. Abbiamo perso la nostra essenza e l'essenza della vita, di tutto ciò che ci circonda, la natura nella sua pienezza.!!!! Rimpiango la vita che è stata perché questa di oggi è soltanto un'illusione, un lontano miraggio di una vita vera.....
1

Mi piace

· Rispondi · 22 luglio 2019 14:35

Franco Genre
Franco Genre Ciao Anna Rita, sono felice di averti fatto ricordare dei momenti così importanti della tua vita passata, che i mezzi che si ritengono di informazione fanno tutto il possibile per farli dimenticare, creando quel caos, che è solo questo che a loro porta quei benefici materiali che non si porteranno mai dietro, ma che riesce a creare infelicità a tutti i loro simili. Inoltre ti ringrazio per questo tuo post così chiaro che è impossibile non comprendere. ciaooo Franco

Mi piace

1 h

Anna Rita
Anna Rita Franco Genre un tuffo nel passato pieno di ricordi che rischiarano l'anima, di un passato sempre presente perché risiede nel mio cuore........

Mi piace
· Rispondi · 1 min
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zadria.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mar lug 30, 2019 8:59 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... oibite.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

In primis riporto una frase dell'articolo in oggetto che recita:
"Potrebbe sembrare un paradosso o un cortocircuito logico, ma in realtà esistono un’infinità di piante in grado di curare le patologie che ci affliggono, come e spesso meglio di quanto non facciano i farmaci sintetici tradizionali, ma la loro coltivazione, commercializzazione e diffusione è in varia misura vietata o limitata dai governi nazionali e sovranazionali in quanto potrebbe nuocere ai profitti delle multinazionali farmaceutiche."
della quale mi permetto di correggere la parte:
"spesso meglio di quanto non facciano i farmaci sintetici tradizionali"
e mi permetto di dichiarare invece una inconfutabile VERITA' che è:
"I FARMACI TRADIZIONALI IN QUANTO RISULTATO DI "ricerche scientifiche" NON POSSONO CHE CAUSARE DANNI ALL'INDIVIDUO CHE LI INGERISCE E NE FA' FEDE IL FOGLIO ILLUSTRATIVO (BUGIARDINO) IL QUALE NE ELENCA I DANNI, MA NEMMENO TUTTI IN QUANTO NESSUNO E' IN GRADO DI VALUTARE QUANTI E QUALI DANNI SONO IN GRADO DI CAUSARE IN QUANTO OGNI INDIVIDUO E'A SE, QUINDI DIFFERENTE DA UN ALTRO."
Mi permetto quindi di accomunare queste PIANTE PROIBITE alla CARNE, al LATTE ed i LATTICINI poichè in comune hanno TUTTO ed un difetto unico:
DI CONTENERE GLI "ALIMENTI ESSENZIALI" ED ESSERE QUINDI DEI CIBI NATURALI.
Mi spiego meglio con una domanda:
Tu sicuramente ingoi una pera, una mela od una insalata, però pensi che siano tuoi FRATELLI O NO?
Bene ora ti dimostro che SONO TUOI E MIEI FRATELLI in quanto siamo TUTTI IN VITA GRAZIE AGLI "ALIMENTI ESSENZIALI" CHE FANNO AUTOPRODURRE LE "DIFESE IMMUNITARIE".


Per capire l'esistenza dei vegetali dobbiamo ritornare a quando frequentavamo le scuole elementari.
Difatti, parlando di animali e vegetali gli insegnanti ci hanno detto che ad un certo punto della EVOLUZIONE vi è stata la grande separazione in REGNO ANIMALE e REGNO VEGETALE.
Oh, ma due REGNI e non REGNO ANIMALE e PINCO PALLINO VEGETALE.
Oh, ma allora la provenienza è una unica.
Antecedentemente a questa GRANDE SEPARAZIONE tutti gli esseri viventi provenivano da una unica fonte.
Oh, ma allora siamo praticamente FRATELLI e la dimostrazione chiara ci viene dal fatto che, sempre tornando agli insegnanti delle scuole elementari, ci hanno anche detto che il REGNO ANIMALE ed il REGNO VEGETALE sono uniti da un fatto pratico moltissimo importante che si chiama:
CATENA ALIMENTARE.
Questa vuol dire che per vivere, certe specie animali ingoiano i vegetali e viceversa certe specie vegetali ingoiano gli animali.
Ciò che mi stupisce, ma non troppo, è che l'articolo, e di conseguenza gli studiosi che si sono dedicati e studiano i vegetali, che non parla di questa unione, di questi due REGNI che comprendono TUTTA LA VITA SULLA TERRA, e cioè, l'inizio di ogni individuo vivente.
Questi signori non ci raccontano di come hanno avuto la vita TUTTI questi esseri viventi.
Ed è questo semplicissimo fatto che ci dà la certezza del bisogno individuale del CIBO NATURALE.
Questo perchè venendo entrambi da una unica fonte, ed avendo bisogno dello stesso CIBO NATURALI, allora questa è la conferma che deve essere uguale anche la nascita,
Mentre per gli animali l'inizio della vita individuale parte dallo SPERMA, per i vegetali parte dal GERME.
Oh, ma allora SPERMA = GERME, ed i componenti che formano questo inizio della vita sono uguali e se non AUTOPRODOTTI come la vitamina D, questi devono essere contenuti dai CIBI NATURALI.
La medicina li chiama "integratori" mentre noi li chiamiamo "ALIMENTI ESSENZIALI".
Della uguaglianza dei due ce lo conferma questa pagina che recita:
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
La scoperta più stupefacente che ho fatto nel mese scorso, novembre 2015 è che nel GERME di TUTTI i semi vegetali vi sono gli stessi contenuti dallo SPERMA animale, e come potrebbe essere diverso? Di lì ha inizio la VITA.
Come si potrà rilevare dal pezzo dell'articolo che riporto sotto, il contenuto del GERME di grano è di TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI" contenuti nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali del mondo detto SPERMA. Così è per TUTTI i semi al mondo, poichè un GERME lo contengono TUTTI dove è depositato il DNA della specie dove ha inizio la vita futura sia VEGETALE che ANIMALE.
Questo è comprensibile in quanto, come sappiamo, anche loro sono nostri fratelli poichè proveniamo da quegli unicellulari usciti dal mare di cui ci parla Irwin Stone:"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm
Anche le piante soffrono. Quante volte vegetariani e vegani se lo sono sentiti dire? Beh, l'affermazione potrebbe non essere poi molto lontana dalla realtà. Una nuova ricerca mostra che le piante sanno quando stanno per essere mangiate. E a loro non piace affatto.
Che le piante posseggano una particolare forma di intelligenza non è una cosa nuova: sappiamo che rispondono al vento, al tatto e persino alla musica. Ma secondo Modern Farmer, un nuovo studio della University of Missouri rivela che sono anche in grado di rilevare quando vengono mangiate e inviano meccanismi di difesa per cercare di impedire che ciò accada. In pratica rispondono ai suoni che bruchi fanno quando le mangiano.
Lo studio è stato effettuato sull' Arabidopsis thaliana, imparentata con broccoli, cavoli e altri fratelli del genere della famiglia delle Brassicacea. È comunemente usata negli esperimenti scientifici perché è stata la prima pianta ad avere il genoma interamente sequenziato e gli scienziati ne conoscono intimamente il funzionamento.
"Precedenti ricerche hanno rivelato che le piante rispondono all'energia acustica, compresa la musica", ha detto Heidi Appel, scienziato del College of Agriculture, Food and Natural Resources and the Bond Life Sciences Center at MU -. Tuttavia, il nostro lavoro è il primo esempio di come le piante rispondono ad una vibrazione ecologicamente rilevante. Abbiamo scoperto che le vibrazioni dell'alimentazione provocano cambiamenti nel metabolismo delle cellule vegetali, creando prodotti chimici più difensivi che possono respingere gli attacchi dei bruchi".
Il risultato? La pianta produce olio di senape leggermente tossico se mangiato e lo invia lungo le sue foglie per cercare di tenere lontano i predatori. Quando le piante hanno "sentito" "le vibrazioni dei bruchi che mangiavano, han no inviato più olio. In presenza di altre vibrazioni, invece, non hanno affatto reagito. Questo vuol dire anche, però, che quando sono mangiate dall'uomo non avvertono affatto la stessa sensazione. O almeno, si suppone.
Roberta Ragni
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ffrono.htm

Li ho chiamati "ALIMENTI ESSENZIALI" perchè personalmente non me la sento di avere nel mio sangue degli "integratori", dei quali il mio medico di base mi fà fare l'esame del sangue dal laboratorio analisi onde rilevarne la quantità esistente in quel momento, ma non solo, come maschio non ammetto di avere nel mio liquido seminale maschile degli "integratori", ma peggio ancora, non riesco proprio ad ammettere che io sia stato GENERATO da mio padre negli "integratori", conoscendo il significato di questa parola.
Non sò voi.
Ed è per questo motivo che mi sono permesso personalmente di chiamarli "ALIMENTI ESSENZIALI".

Detto questo, ora mi permetto di riportare un pezzo dell'articolo in oggetto che dice:
"La tripartizione darwiniana: pietre, animali, piante, non la convince?
«Poco: il vero punto di demarcazione sta tra vita e non vita. Tra pietre e il resto. Ma la vita di tutti gli esseri viventi va vista come un solo unico evento. E questo ci permette di capire come mai siamo tutti connessi, come mai la vita sia un fenomeno sistemico, perché pensare di poterci astrarre dal destino comune sia un’illusione. La scienza è una grande risorsa: la vita media delle persone, grazie agli enormi progressi della medicina, sta aumentando in maniera inimmaginabile solo pochi decenni fa. È vero, è giusto. Ma i problemi della nostra sopravvivenza non riguardano, di nuovo, i singoli individui, ma la comunità dei viventi. Se non cambiamo immediatamente rotta, nel dissennato consumo delle risorse ambientali, sarà difficile arrivare al prossimo secolo»"
Ora mi permetto di dire il mio pensiero riguardo alla parola "scienza" che coinvolge la parola "medicina" le quali stranamente stridono al riguardo perchè usate da una sola specie, la specie umana, e che pretende addirittura di avere portato dei "progressi" nella salute umana, mentre invece non ha fatto e non fà altro che causare MALATTIE e SOFFERENZA, che mai come oggi possiamo rilevare che questa nostra specie è l'unica specie ad avere una così alta percentuale di vita sofferta mentre possiamo rilevare che questo non è possibile per le altre specie viventi, sia animali che vegetali.
Per i benefici descritti sarà allora grazie alle parole "scienza" ed "medicina" o sarebbe meglio che per mantenerci una buona salute NON VENISSERO USATI quei prodotti di invenzione umana visti i risultati del proliferare sempre maggiore ogni giorno di più delle malattie?
Ed ora riguardo alle parole "scienza" e "medicina" posso concludere senza ombra di dubbio, visto i risultati sulla salute umana, che per fortuna di tutti gli altri individui di ogni altra specie vivente, essi non conosco neppure il significato di queste parole, quindi impossibilitati ad usarle.
Qualcuno me lo può contestare?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... igrano.htm
Ecco invece la DEMONIZZAZIONE della CARNE, del LATTE e dei LATTICINI, per fortuna non proibiti che è per i VEGETALI elencati dall'articolo.
Attività antitumorale di latte di mucca, pecora, capra, cavalla, asino e cammello e loro caseine e proteine?? del siero di latte e confronto in silico delle caseine
http://clorurodimagnesio.altervista.org ... studio.htm
La pagina recita:
"Ora il post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
QUINDI MI CHIEDO: CI SONO O CI FANNO, DATO CHE QUESTI GIOCANO CON LA MIA SALUTE, L'UNICA CHE HO?
MA NON SOLO, ORA, AVENDO LA CERTEZZA PROVATA DELLA UTILITA' PER LA MIA SALUTE DELLA VITAMINA K2, E SAPENDO CON CERTEZZA CHE IL MIO SIMILE E' INFINGARDO E FALSO, MI E' VENUTO ANCHE IL DUBBIO CHE QUESTI STRACONOSCIUTI PERSONAGGI QUESTA ALIMENTAZIONE NON L'ABBIANO MAI SEGUITA NELLA LORO VITA, MA LO DICHIARANO PER IL LUCRO, COME FANNO I PERSONAGGI DELLO SPETTACOLO CON LA PUBBLICITA'.
PER IL DIO DENARO: IL PERNO ATTUALE DEL MONDO DI EGOISMO.
LA RIPROVA?
LA RICHIESTA CONTINUA DI DENARO, CON OGNI MEZZO, TV, RADIO, STAMPA, ADDUCENDO CHE SIA PER LA RICERCA SUL TUMORE, PRIMA ERA PER GLI ADULTI, ORA E' ANCHE PER I BAMBINI, MA COSA NE FARANNO DI TUTTI QUEI DENARI VISTO CHE I TUMORI CONTINUANO IMPERTERRITI SULLA LORO STRADA???
E' QUINDI COMPRENSIBILE CHE DIETRO A QUESTI FALSI COMPORTAMENTI E FALSE INFORMAZIONI GIRANO CIFRE ENORMI DI DENARO, QUINDI COME NON SI POTRA' CAPIRE L'INFLUENZA DI TUTTO QUESTO DENARO?
Inoltre mi permetto di riportare un esempio che evidenzia un fatto molto importante sulla durata della vita di Umberto veronesi:
la durata della vita, dell'oncologo, la rapporto con la durata della vita di personaggi che ritengo degli SCIENZIATI del secolo scorso, i quali hanno ingoiato con COSTANZA GIORNALIERA, l'ACIDO ASCORBICO per molti anni della loro vita. Uno di questi è Irwin Stone, il quale l'ACIDO ASCORBICO lo ha ingoiato e, che di conseguenza ed è comprensibile, lo studiato per più di 50 anni.
Riguardo alla durata della sua vita scrive:
"La mia dose giornaliera raccomandata di acido ascorbico si avvicinerebbe molto a quella sintetizzata quotidianamente dai mammiferi con il gene del il GLO intatto. In condizioni di stress le dosi devono essere incrementate Ho preso per molti anni circa 20 grammi di acido ascorbico giornalmente, oltre trecento volte l’attuale RDA, godendo sempre di ottima salute per tutto il periodo. Nelle mie pubblicazioni del 1983 relative agli effetti del regime mega-ascorbico sull’invecchiamento e sulla sindrome di Alzhaimer, cito come esempi lampanti del potere che l’acido ascorbico ha nel mantenere una lunga e sana vita attiva, senza malattie, i miei vecchi amici e colleghi: Albert Szent-Gyorgyi (età 91); Linus Pauling ( età 83); Frederick Klenner (età 77); me stesso (età 77). Stanno tutti lavorando ancora sodo e nessuno mostra la minima traccia di Alzhaimer."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm

La Vita segreta delle piante
Potrà sembrare assurdo, ma piante ed esseri umani si somigliano più di quanto potessimo immaginare. Diversi studi eseguiti nel corso degli ultimi anni hanno dimostrato che le piante possiedono una serie di caratteristiche sorprendenti e che, per certi aspetti, alcuni loro comportamenti sono simili ai nostri
Le piante sono capaci di percepire il pericolo e di sapere esattamente cosa “fare” per evitare i predatori.
Non molto tempo fa, un gruppo di scienziati ha scoperto che esse sono in grado di ascoltare, di vedere, annusare e di possedere la capacità di apprendere, ricordare, e comunicare.
Inoltre, non solo a loro non piace il frastuono prodotto dalle attività umane, ma fatto ancor più sorprendente, le piante sono anche in grado di fare musica e di cantare!
Insomma, i ricercatori hanno scoperto che la biologia umana e quella vegetale sono molto più vicine di quanto non si sia mai compreso e l’analisi di queste somiglianze potrebbe avere ricadute benefiche nello studio delle basi biologiche di malattie come il cancro.
L’altruismo delle piante
In un esperimento condotto da alcuni ricercatori dell’Università del Colorado, si è dimostrato che le piante, tra le numerose caratteristiche, sono anche anche altruiste.
Gli studiosi hanno esaminato dei semi di mais fecondato, ognuno dei quali conteneva due “fratelli” (un embrione e un pò di tessuto cellulare noto come “endosperma”, che alimenta l’embrione durante la sua crescita).
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... arlano.htm

Potrebbe sembrare un paradosso o un cortocircuito logico, ma in realtà esistono un’infinità di piante in grado di curare le patologie che ci affliggono, come e spesso meglio di quanto non facciano i farmaci sintetici tradizionali, ma la loro coltivazione, commercializzazione e diffusione è in varia misura vietata o limitata dai governi nazionali e sovranazionali in quanto potrebbe nuocere ai profitti delle multinazionali farmaceutiche. Le più note sono la cannabis e la stevia, al cui riguardo esiste un’ampia letteratura scientifica che ne comprova le qualità, ma accanto ad esse se ne possono annoverare molte altre dalle proprietà non certo meno sorprendenti.

L’Artemisia Annua, originaria della Cina e criminalizzata dall’industria farmaceutica fino al punto che l’OMS dal 1995 raccomanda ai governi del mondo di non diffonderla alla popolazione, è unpotente antibiotico che può essere usato contro la malaria e funziona molto meglio di quelli costosi che vengono venduti dalle multinazionali, dal momento che a differenza dei farmaci non riduce le difese immunitarie dell’organismo e al contrario vanta anche interessanti proprietà antitumorali.

L’Epilobium parviflorum cura i problemi della prostata e vanta un’ampia letteratura di successi anche in casi di tumori alla prostata considerati senza speranza dalla medicina ufficiale.

La Cassia obtusifolia è una pianta eccezionale che può venire usata per la cura del Parkinson e dell’Alzheimer.

La Celidonia maius è un potente antibiotico, brucia le verruche, cura la cataratta e le infiammazioni agli occhi, semplicemente sfregandoli con il suo succo giallo.

La Lippia dulcis è uno zucchero dolcissimo, usato nell’antichità dagli aztechi, che le case farmaceutiche hanno già brevettato benché non lo usino ancora preferendo guadagnare sull’aspartame che è cancerogeno, cura anche la tosse i crampi addominali ed i vermi intestinali.

L’Hypericum perforatum combatte la depressione molto meglio del Prozac.

La Tormentilla dissolve e secca le emorroidi.

Il Lepidium latifolium dissolve i calcoli renali, anche quelli più grandi dopo un solo mese d’infusioni.

La lattuga virrosa risolve i problemi d’insonnia.

La Vitex agnus – castus è un arbusto che si racconta debba il suo nome al fatto di venire usato in antichità nei monasteri per abbassare la libido. I suoi rametti si tagliano per fare delle infusioni depurative che sono utili per combattere i problemi della menopausa, del fegato e dell’acne ed inoltre aiutano a dimagrire.

Il fiore e la foglia del sambuco sono utili per espettorare quando si hanno la tosse e il raffreddore, calmano i problemi agli occhi e sono anche diuretici.

La Achillea o minerama è indicata per tutti i problemi mestruali.

La Perilla frutescens che ha origini giapponesi viene da sempre usata nella preparazione del sushi per evitare allergie alimentari. I suoi semi sono un grande antistaminico che cura ogni tipo di allergie, comprese riniti ed asma. Inoltre è efficace nella cura del cancro al seno, riduce l’ipertensione e contiene molti omega3.

Il Jambu è un ottimo anestetico per le ulcere della bocca, riduce l’obesità perché brucia i grassi, cura la candida ed è un antibatterico.

Il tulsi sanctum (o basilico sacro) combatte l’acne, protegge contro il diabete, ha proprietà antitumorali, ha potere antibiotico, cura la tosse e le bronchiti, combatte la carie ed allieva le emicranie. In India ne esiste praticamente una pianta in ogni casa.

Alcune varietà di Kalanchoe sono efficaci nella cura del cancro arrivando a dissolvere a poco a poco i tumori. Utilizzate su persone alle quali la medicina ufficiale aveva dato pochi mesi di vita hanno portato alla guarigione molte di loro dopo che la chemio e la radio avevano fallito.

La prospettiva di curarsi con le piante, come l’uomo ha fatto per millenni, potrebbe aprire orizzonti inimmaginabili a tutti noi “farmaco dipendenti”, basterebbe la volontà di provarci e non soggiacere ai dettami delle multinazionali farmaceutiche che troppo spesso ci avvelenano, con la compiacenza dei governi e di buona parte della classe medica.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... oibite.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » gio ago 01, 2019 5:20 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... igrano.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Per capire l'esistenza dei vegetali dobbiamo ritornare a quando frequentavamo le scuole elementari.
Difatti, parlando di animali e vegetali gli insegnanti ci hanno detto che ad un certo punto della EVOLUZIONE vi è stata la grande separazione in REGNO ANIMALE e REGNO VEGETALE.
Oh, ma due REGNI e non REGNO ANIMALE e PINCO PALLINO VEGETALE.
Oh, ma allora la provenienza è una unica.
Antecedentemente a questa GRANDE SEPARAZIONE tutti gli esseri viventi provenivano da una unica fonte.
Oh, ma allora siamo praticamente FRATELLI e la dimostrazione chiara ci viene dal fatto che, sempre tornando agli insegnanti delle scuole elementari, ci hanno anche detto che il REGNO ANIMALE ed il REGNO VEGETALE sono uniti da un fatto pratico moltissimo importante che si chiama:
CATENA ALIMENTARE.
Questa vuol dire che per vivere, certe specie animali ingoiano i vegetali e viceversa certe specie vegetali ingoiano gli animali.
Ciò che mi stupisce, ma non troppo, è che l'articolo, e di conseguenza gli studiosi che si sono dedicati e studiano i vegetali, che non parla di questa unione, di questi due REGNI che comprendono TUTTA LA VITA SULLA TERRA, e cioè, l'inizio di ogni individuo vivente.
Questi signori non ci raccontano di come hanno avuto la vita TUTTI questi esseri viventi.
Ed è questo semplicissimo fatto che ci dà la certezza del bisogno individuale del CIBO NATURALE.
Questo perchè venendo entrambi da una unica fonte, ed avendo bisogno dello stesso CIBO NATURALI, allora questa è la conferma che deve essere uguale anche la nascita,
Mentre per gli animali l'inizio della vita individuale parte dallo SPERMA, per i vegetali parte dal GERME.
Oh, ma allora SPERMA = GERME, ed i componenti che formano questo inizio della vita sono uguali e se non AUTOPRODOTTI come la vitamina D, questi devono essere contenuti dai CIBI NATURALI.
La medicina li chiama "integratori" mentre noi li chiamiamo "ALIMENTI ESSENZIALI".
Della uguaglianza dei due ce lo conferma questa pagina che recita:
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
La scoperta più stupefacente che ho fatto nel mese scorso, novembre 2015 è che nel GERME di TUTTI i semi vegetali vi sono gli stessi contenuti dallo SPERMA animale, e come potrebbe essere diverso? Di lì ha inizio la VITA.
Come si potrà rilevare dal pezzo dell'articolo che riporto sotto, il contenuto del GERME di grano è di TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI" contenuti nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali del mondo detto SPERMA. Così è per TUTTI i semi al mondo, poichè un GERME lo contengono TUTTI dove è depositato il DNA della specie dove ha inizio la vita futura sia VEGETALE che ANIMALE.
Questo è comprensibile in quanto, come sappiamo, anche loro sono nostri fratelli poichè proveniamo da quegli unicellulari usciti dal mare di cui ci parla Irwin Stone:"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm
Per la definizione degli "ALIMENTI ESSENZIALI"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm

Li ho chiamati "ALIMENTI ESSENZIALI" perchè personalmente non me la sento di avere nel mio sangue degli "integratori", dei quali il mio medico di base mi fà fare l'esame del sangue dal laboratorio analisi onde rilevarne la quantità esistente in quel momento, ma non solo, come maschio non ammetto di avere nel mio liquido seminale maschile degli "integratori", ma peggio ancora, non riesco proprio ad ammettere che io sia stato GENERATO da mio padre negli "integratori", conoscendo il significato di questa parola.
Non sò voi.
Ed è per questo motivo che mi sono permesso personalmente di chiamarli "ALIMENTI ESSENZIALI".

Detto questo, ora mi permetto di riportare un pezzo dell'articolo in oggetto che dice:
"La tripartizione darwiniana: pietre, animali, piante, non la convince?
«Poco: il vero punto di demarcazione sta tra vita e non vita. Tra pietre e il resto. Ma la vita di tutti gli esseri viventi va vista come un solo unico evento. E questo ci permette di capire come mai siamo tutti connessi, come mai la vita sia un fenomeno sistemico, perché pensare di poterci astrarre dal destino comune sia un’illusione. La scienza è una grande risorsa: la vita media delle persone, grazie agli enormi progressi della medicina, sta aumentando in maniera inimmaginabile solo pochi decenni fa. È vero, è giusto. Ma i problemi della nostra sopravvivenza non riguardano, di nuovo, i singoli individui, ma la comunità dei viventi. Se non cambiamo immediatamente rotta, nel dissennato consumo delle risorse ambientali, sarà difficile arrivare al prossimo secolo»"
Ora mi permetto di dire il mio pensiero riguardo alla parola "scienza" che coinvolge la parola "medicina" le quali stranamente stridono al riguardo perchè usate da una sola specie, la specie umana, e che pretende addirittura di avere portato dei "progressi" nella salute umana, mentre invece non ha fatto e non fà altro che causare MALATTIE e SOFFERENZA, che mai come oggi possiamo rilevare che questa nostra specie è l'unica specie ad avere una così alta percentuale di vita sofferta mentre possiamo rilevare che questo non è possibile per le altre specie viventi, sia animali che vegetali.
Per i benefici descritti sarà allora grazie alle parole "scienza" ed "medicina" o sarebbe meglio che per mantenerci una buona salute NON VENISSERO USATI quei prodotti di invenzione umana visti i risultati del proliferare sempre maggiore ogni giorno di più delle malattie?
Ed ora riguardo alle parole "scienza" e "medicina" posso concludere senza ombra di dubbio, visto i risultati sulla salute umana, che per fortuna di tutti gli altri individui di ogni altra specie vivente, essi non conosco neppure il significato di queste parole, quindi impossibilitati ad usarle.
Qualcuno me lo può contestare?
La pagina recita:
"Questo articolo, in oggetto, che parla dei VEGETALI ci informa che anche loro soffrono.
Come potrebbe essere diverso?
Lo capiremo meglio sotto, poichè dobbiamo capire il tutto per gradi, in quanto non siamo abituati a farlo, anzi questa VERITA' ci è sempre stata nascosta dal SISTEMA, come ci hanno sempre nascoste molte altre cose.
Infatti ci hanno insegnato e ci hanno abituati erroneamente a considerare l'UOMO UN ESSERE SUPERIORE, ma che in effetti a mio modesto parere, di superiore ha SOLO LA SUPERBIA.
Tornando all'articolo mi permetto di sottolinearne la parte che riporta
"Anche le piante soffrono. Quante volte vegetariani e vegani se lo sono sentiti dire? Beh, l'affermazione potrebbe non essere poi molto lontana dalla realtà. Una nuova ricerca mostra che le piante sanno quando stanno per essere mangiate. E a loro non piace affatto.
Che le piante posseggano una particolare forma di intelligenza non è una cosa nuova: sappiamo che rispondono al vento, al tatto e persino alla musica. Ma secondo Modern Farmer, un nuovo studio della University of Missouri rivela che sono anche in grado di rilevare quando vengono mangiate e inviano meccanismi di difesa per cercare di impedire che ciò accada. In pratica rispondono ai suoni che bruchi fanno quando le mangiano."

Non voglio aggiungere nulla all'articolo, ma lasciare che tu capisca piano piano sotto le GRANDI VERITA' del mondo in cui vivi.

Il video:
https://www.youtube.com/watch?feature=p ... T6V7PwqCGU
Ecco, il 10 giugno 2016 ho una nuova CERTEZZA.
Le piante che sono esseri viventi, annusano, comunicano, sono altruiste e cantano pure!
L'articolo sotto lo descrive molto bene citando delle ricerche.

Ed ora, a conferma che il liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo chiamato SPERMA e questo GERME che è di TUTTI i semi vegetali al mondo, sono UGUALI e con il medesimo contenuto.
La descrizione la trovi sotto.
Questo articolo che riporta delle ricerche fatte in merito ai vegetali, conferma senza ombra di dubbio che gli ANIMALI ed i VEGETALI sono fratelli ed hanno gli stessi comportamenti, eccezione fatta per i movimenti in quanto loro non hanno gli arti gambe ma le radici, quindi sono fissi.
Ed ecco che ho anche certezza che quando nell'orto taglio una testa di insalata, UCCIDO un INDIVIDUO VEGETALE.
Una sola differenza rispetto agli animali:
NON GRIDA
almeno io non la sento gridare, ma griderà? Sono certo che si.
Questo lo devo considerare e me lo devo chiedere, poichè la ETICA, a cui si riferiscono molte persone, è ETICA PER TUTTI GLI ESSERI VIVENTI, o ci si nasconde dietro questa parola per COMODO o FALSITA'?
Il GERME è di TUTTI i semi vegetali al mondo, il quale contiene ciò che contiene lo SPERMA di TUTTI i maschi animali al mondo, nei quali: NASCE LA VITA.
Come potrebbe essere diversamente?
Il prezioso cuore del chicco di grano, ricco di sostanze nutritive per arricchire i vostri piatti: è un'ottima fonte di proteine, sali minerali e vitamine del gruppo B ed E e ha proprietà energetiche e antiossidanti.
Questo germe di grano essiccato si può aggiungere al latte, allo yogurt, ma anche a minestre, zuppe, e insalate, o usare nella preparazione di prodotti da forno.
Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
La scoperta più stupefacente che ho fatto nel mese scorso, novembre 2015 è che nel GERME di TUTTI i semi vegetali vi sono gli stessi contenuti dallo SPERMA animale, e come potrebbe essere diverso? Di lì ha inizio la VITA.
Come si potrà rilevare dal pezzo dell'articolo che riporto sotto, il contenuto del GERME di grano è di TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI" contenuti nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali del mondo detto SPERMA. Così è per TUTTI i semi al mondo, poichè un GERME lo contengono TUTTI dove è depositato il DNA della specie dove ha inizio la vita futura sia VEGETALE che ANIMALE.
Questo è comprensibile in quanto, come sappiamo, anche loro sono nostri fratelli poichè proveniamo da quegli unicellulari usciti dal mare di cui ci parla Irwin Stone:
"pagina 1/10------sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10------solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10------alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali.
pagina 2/10------RENI E FEGATO
Il luogo degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico nei vertebrati a sangue freddo, i pesci, gli anfibi ed i rettili, è nei reni. I più altamente attivi mammiferi a sangue caldo tutti sintetizzano il loro acido ascorbico nel fegato. Una delle principali
funzioni dell’acido ascorbico nella fisiologia animale è il mantenimento della omeostasi biochimica sotto stress. Più grande è lo stress a cui è sottoposto l’animale, più acido ascorbico produce.
Circa 165 milioni di anni fa, quando la natura aveva in vista l’evoluzione dei più attivi e stressanti mammiferi, doveva essere presa una importante decisione morfologica e fisiologica. I reni, pure adeguati come sito di sintesi dell’acido ascorbico per i lenti vertebrati a sangue freddo, erano inadeguati per le aumentate richieste di acido ascorbico per i più altamente stressati mammiferi. La soluzione vincente di questo problema fu il trasferimento degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico dai
relativamente piccoli e biochimicamente affollati reni al più spazioso fegato, che è il più grande organo del corpo. Tutti gli odierni mammiferi capaci di sintetizzare acido ascorbico lo producono nel fegato perché ogni antica forma che non effettuò tale
passaggio era così handicappata biochimicamnte che fu eliminata dalle forze della evoluzione.
...racconta l'EVOLUZIONE DEGLI ESSERI VIVENTI E L'ACIDO ASCORBICO
e spiega la perdita di produrcelo autonomamente
pagina 6/10------l'ACIDO ASCORBICO è un metabolita per tutti gli animali e non una VITAMINA
Stone 20. Negli ultimi 60anni, l'ACIDO ASCORBICO è stato visto come"vitamina C" quando in realtà è un metabolita del fegato e certamente non una "vitamina" per la miriade di mammiferi che hanno intatto il gene per lo L-gulonolactone ossidase. Tali mammiferi non prendono lo scorbuto, anche se hanno una dieta completamente priva di vitamina C.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... turale.pdf
e Lorenzo Acerra scrive:
"pagina 62
La vita, ogni forma di vita, è nata nel mare tanti milioni di anni fa. Il DNA di esseri viventi per conservarsi e moltiplicarsi ha deciso, nel salgemma marino cristallizzato, di costruire una macchina basata su un unico programma di fondo, "il mantenimento dei sani livelli di MAGNESIO nei vari androni della cellula".
Il nostro corpo è quella macchina
Abbiamo sempre bisogno, sopratutto nelle strutture di basi cellulari, di attingere al sale più prezioso di cui è prodigo l'oceano. Il nostro cordone ombellicare con l'oceano è solo apparentemente spezzato.
La salinità dell'interno della cellula dipende dal MAGNESIO, non solo perchè esso è guardiano dei canali ionici della cellula, ma anche perchè il passaggio diretto attraverso la pareti (che riguarda l'acqua ed in maniera notevolmente più ridotta altre sostanze) dipende dal contenuto di MAGNESIO della cellula, cioè da quell'esercito di "soldati semplici" che nella descrizione precedente poteva sembrare avere un ruolo marginale. E invece l'organismo umano è tutto un gioco di micro-processi osmotici ed è per questo che la supplementazione di CLORURO DI MAGNESIO in un organismo carente, spesso si traduce in un sostanziale ringiovanimento.
L'acquisizione di acqua e la ritenzione al livello giusto nella cellula è una questione di presenza di forze osmotiche, cioè di MAGNESIO. Il CLORURO DI MAGNESIO ha un rapporto particolare con l'acqua, tanto è vero che, potete vederlo con i vostri occhi, attirerà acqua dall'aria in breve tempo. Cambiando la situazione osmotica di una cellula, gli scienziati sono riusciti ad ottenere un afflusso corretto di acqua al suo interno e dunque un flusso rigenerativo in cellule precedentemente invecchiate. Alterazioni della situazione osmotica si verificano man mano che un organismo subisce un impoverimento di MAGNESIO.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... acerra.htm
e quindi l'ACIDO ASCORBICO, diventa ora la base della vita di questa pianta.
Ma sarà solo per il grano questo?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm
Quindi concludo senza ombra di dubbio che gli ANIMALI ed i VEGETALI sono FRATELLI, e lo dimostra il fatto che ad un certo punto della EVOLUZIONE, la vita si è suddivisa nei due gradi REGNI:
REGNO ANIMALE E REGNO VEGETALE
che però dipendono l'uno dall'altro, e sono legati dalla CATENA ALIMENTARE.
Infatti gli animali ingoiano i vegetali ed i vegetali ingoiano gli animali, ma se l'uno non traesse dall'altro quel sostentamento necessario alla loro vita, questa CATENA ALIMENTARE non avrebbe ragione di esistere.
Quindi è chiaro che, come detto sopra entrambi i REGNI contengono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" iniziando dall'ACIDO ASCORBICO AUTOPRODOTTO e tutti gli altri.
Ma se sono FRATELLI è comprensibile che TUTTI gli esseri viventi, come l'uomo, soffrono, gridano, a modo loro parlano e sono certo che tra loro comunicano, quindi sentono ecc., allora oltre che per gli ANIMALI è così anche per i VEGETALI.
Ora, da che cosa si ricava la farina? si ricava da un essere vivente chiamato grano, di qualsiasi specie esso sia, che fà parte del GENERE VEGETALI.
E non solo, ma con questa pratica si fà l'UCCISIONE IN MASSA di tutti quegli individui che ne fanno parte.
Però questa è la vita, ed il mondo, poichè anche loro fanno parte di quella "catena alimentare" indispensabile al sostentamento degli altri esseri viventi stabilito da >Madre >Natura e dalla EVOLUZIONE..
Questo perchè per la SALUTE di ogni individuo, di qualsiasi razza, è INDISPENSABILE LA BASE della sua vita come lo è la base il SOLVENTE CHIMICO per la vernice.

Quindi è INDISPENSABILE che dai CIBI essi siano contenuti, che purtroppo i CIBI RAFFINATI non li contengono più quindi VANNO EVITATI COME LA PESTE se si vuole mantenere la propria SALUTE.

Della farina però dobbiamo tenere presente molte cose importanti.

“La farina 00 è il più grande veleno della storia, anche se biologica“, così il professor Franco Berrino definiva questo alimento in una puntata di Report del 2009. E il motivo è che la farina bianca, così come tutti i prodotti raffinati, causa un aumento della glicemia e, di conseguenza, un incremento dell’insulina, portando col tempo ad un maggior accumulo di grassi depositati, e al conseguente indebolimento del nostro organismo, che diventa maggiormente esposto ad ogni tipo di malattie, anche tumori. Berrino ha spiegato che la farina 00, malgrado non abbia alcun gusto, ha avuto successo commerciale perché si conserva per un tempo indeterminato. Quando la farina viene raffinata perde le proprietà nutrienti tipiche del frumento integrale, che è un’ottima fonte di fibre ed è ricco di numerose sostanze, che si trovano nella crusca e nel germe
Farina 00: "Il più grande veleno della storia". Perché fa male?
Quando mangiamo prodotti raffinati, tra cui il pane bianco, gli zuccheri presenti nel sangue aumentano improvvisamente e in maniera notevole e di conseguenza il nostro organismo produce più insulina, che porta all’incremento di grassi depositati e favorisce un rapido aumento di peso e di trigliceridi elevati. Tutto ciò può causare malattie cardiache. Inoltre, col passare del tempo, la produzione di insulina si blocca perché il pancreas è troppo carico di lavoro, provocando stati patologici come l’ipoglicemia e malattie come il diabete.
L’unico modo per ovviare al problema è consumare prodotti integrali, ma bisogna stare attenti! Perché spesso il pane integrale venduto nei supermercati è “finto” e lo si può riconoscere perché è più chiaro di quello “vero”. Negli scaffali dei supermercati troviamo anche altri finti prodotti integrali come pasta, fette biscottate, crackers e dolci. La maggior parte di questi viene prodotta aggiungendo alla farina 00 della crusca finemente rimacinata, che è un residuo della raffinazione.
E il danno provocato dai “finti prodotti integrali” è doppio, spiega Franco Berrino, perché “provoca l’indice glicemico alto della farina raffinata e l’effetto dannoso della troppa crusca, che è quello di ridurre l’assorbimento del ferro e del calcio“.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... errino.htm
"L’intolleranza al glutine e la Celiachia stanno crescendo in maniera esponenziale in Europa, negli USA e nel resto del mondo tanto da essere in forma epidemica e si stima che il 5% della popolazione Europea e Statunitense siano affette da questa patologia.
Uno studio pubblicato sulla rivista Interdisciplinary Toxicology (1) mette in discussione l’origine delle malattia che viene definita secondo la medicina ufficiale una malattia autoimmune, i cui effetti sono collegati al consumo di alimenti contenenti glutine una proteina presente nei cereali come frumento, orzo , segale e avena. Lo studio sostiene che un maggior uso del diserbante a base di glifosate, conosciuto principalmente con il nome commerciale di Roundup, nella coltivazione dei cereali e non solo, potrebbe essere la causa della crescita dei casi di celiachia, intolleranza al glutine, come mostra questo grafico riportato nell’articolo, ma anche della sindrome dell'intestino irritabile.
Hospital discharge diagnosis (any) of celiac disease ICD-9 579 and glyphosate applications to wheat (R=0.9759, p=1.862e-06). Sources: USDA:NASS; CDC. (Figure courtesy of Nancy Swanson).
I ricercatori suggeriscono che il glifosato, il principio attivo dell’erbicida Roundup, può essere il fattore principale che causa questa epidemia.
Secondo gli autori, la malattia celiaca è associata a squilibri nei batteri intestinali che possono essere completamente spiegati dagli effetti noti del glifosato sui batteri intestinali, tra cui la riduzione dei Lactobacilli e dei Bifidobateri da un lato e da una sovracrescita del C. difficilis e Desulfovibrio dall’altro come riportato in tabella 1.
Tabella 1: Distruzione dei batteri intestinali
Un recente studio sull’esposizione al glifosato nei pesci carnivori ha rivelato notevoli effetti negativi in tutto il sistema digerente (Senapati et al. , 2009 ). L’attività di proteasi, lipasi, amilasi sono tutti diminuiti in esofago, stomaco e nell’intestino di questi pesci in seguito all’esposizione al glifosato. Gli autori hanno anche osservato “distruzione delle pieghe delle mucose e disordine di struttura dei microvilli” nella parete intestinale, insieme ad una secrezione esagerata di mucina in tutto il tratto gastrointestinale. Queste caratteristiche ricordano molto la celiachia.
I peptidi del glutine nel grano sono idrofobici e quindi resistenti alla degradazione gastrica, pancreatica e alla proteasi intestinale (Hershko e Patz, 2008 ). Pertanto, l’evidenza di questo effetto sui pesci suggerisce che il glifosate può interferire con la riduzione delle proteine complesse nello stomaco umano, lasciando grandi frammenti di glutine nell’intestino umano che poi innesca una risposta autoimmune, portando a difetti nel rivestimento del tenue che sono caratteristici di questi pesci esposti al glifosato e dei pazienti celiaci.
Altre caratteristiche della malattia celiaca sono la riduzione di molti enzimi citocromo P450, che agiscono nella detossificazione di tossine ambientali, nell’attivazione della vitamina D3, nel catabolismo della vitamina A e nel mantenere la produzione di acidi biliari e fonti di solfato nell’intestino e, secondo gli autori dello studio, il glifosato è noto per inibire gli enzimi citocromo P450.
Anche carenze di ferro, cobalto, molibdeno, rame e altri metalli rari associati alla malattia celiaca possono essere attribuiti alla forte capacità di glifosato di chelare questi elementi. Analogamente, deficit di triptofano, tirosina, metionina e selenometionina associati alla malattia celiaca corrispondono alla capacità nota del glifosato di esaurire questi aminoacidi. I ricercatori sottolineano inoltre che i pazienti con malattia celiaca presentano un rischio più elevato di sviluppare il Linfoma non-Hodgkin, malattia che è stata anche associata all’esposizione al glifosato. Inoltre, essi sostengono che problemi riproduttivi associati alla malattia celiaca, come l’infertilità, aborti e la nascita di bambini con malformazioni possono essere spiegati dal glifosato.
Tutti i noti effetti biologici del glifosato (inibizione del citocromo P450, interruzione della sintesi di acidi aromatici amminoacidi, chelazione di metalli di transizione e azione antibatterica) contribuiscono all’insorgere della patologia della malattia celiaca, afferma il documento.
Gli autori riportano nelle seguenti tabelle gli effetti del glifosate e le relative disfunzioni e conseguenze.
Tabella 2: Chelazione dei metalli di transizione
Tabella 3: Inibizione citocromo P450
Tabella 4: soppressione della via dello Schikimato
Effetto del glifosate
L’utilizzo del diserbante glifosate nella coltivazione del grano
Il diserbante glifosato viene impiegato nella preparazione del letto di semina del grano e di recente è stato anche ammesso l’uso come disseccante totale nel trattamento pre raccolta tra i sette e i quattordici giorni dalla raccolta per provocare l’indurimento della granella soprattutto nelle annate piovose o se coltivato in zone con clima freddo.
I ricercatori hanno riferito che i residui di glifosato nel grano e in altre colture sono aumentati notevolmente negli ultimi anni grazie a questa pratica della essiccazione delle colture con il veleno per facilitare la raccolta e che ha aumentato l’esposizione della popolazione al veleno attraverso il cibo. Richiamano inoltre l’attenzione sul fatto che dal 2001, l’uso del glifosato in agricoltura è aumentato esponenzialmente a causa della diffusione di colture OGM Roundup Ready, ovvero resistenti al diserbante in questione.
L’uso del diserbante glifosate è vietato nel disciplinare di coltivazione del metodo biologico.
Figura 1: preparazione del letto di semina con diserbante glifosate
Celiachia e cofattori
Altri cofattori che intervengono nell’aumento dei casi di celiachia oltre a un sempre crescente utilizzo del diserbante glifosate potrebbero essere l’utilizzo di concimi chimici a base di nitrati che tendono ad aumentare la percentuale proteica e quindi di glutine nella farina ed anche il fatto che a partire dagli anni 60 i grani sono stati irraggiati per aumentare la produttività e quindi sono stati selezionati grani “nanizzati” ad alto rendimento che hanno bisogno di un maggior numero di trattamenti con pesticidi chimici di sintesi tra cui diserbanti, fungicidi e insetticidi, trattamenti che sono vietati nel metodo biologico.
Conclusioni
In base ai dati riportati nell’articolo (1) è molto probabile che la celiachia abbia origine dall’utilizzo del diserbante e/o disseccante totale glifosate e dalla relativa ingestione di residui più che dalla presenza di glutine nella farina stessa e che l’intolleranza al glutine sia una conseguenza piuttosto che la vera causa della malattia. Pertanto nella maggior parte dei casi, soprattutto quando viene esclusa la sua origine genetica, si può prevenire nutrendosi con farine ed alimenti coltivati con il metodo biologico. Interessanti e gustosi sono pane e pasta prodotti con grani antichi coltivati in Italia fino agli anni ‘60 circa e ora riscoperti, che non sono stati irraggiati e che si sviluppano con uno stelo alto un metro e mezzo circa per cui non hanno bisogno di diserbanti né di fungicidi e vengono coltivati con il metodo biologico mantenendo il profumo del pane e della pasta di una volta.
Glyphosate, pathways to modern diseases II: Celiac sprue and gluten intolerance, Anthony Samsel and Stephanie Senef, Interdiscip Toxicol. 2013, Vol. 6 (4): 159-184." http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3945755/
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... fosate.htm
Sapevate che la farina panificabile che arriva nelle panetterie comuni può contenere fino a 109 additivi diversi? La farina biologica, invece, non contiene assolutamente alcun additivo. Questo articolo riguarda non solo il pane, ma tutti i prodotti fatti con la farina bianca, ovvero dolci, pizze, ecc.
La porcheria che si consuma sotto il sinonimo di pane, è una combinazione di sostanze chimiche che sono utili solo per chi vende il pane ma che danneggiano chi lo consuma.
Tutti abbiamo sentito dire che anticamente si sopravviveva a volte con solo pane e cipolla, ma chi pretende di fare una cosa simile oggi, sarebbe un suicida.
Il pane che oggi ingeriamo, è una pasta di amido che non nutre, anzi, sovraccarica di calorie vuote e porta all’obesità e alla perdita di minerali. Chi non sa che il pane bianco produce stitichezza? Quello che non tutti sanno è che produce molte altre malattie tra le quali:
Obesità
Cancro al colon
Mancanza di minerali (osteoporosi, artrosi, etc.)
Emorroidi
Colesterolo
Diverticoli
Gli additivi che per legge sono aggiunti alle farine sono l’acido ascorbico (E300), la L-cisteina (E920) e l’acido fosforico e i suoi fosfati (E338 – E452). Inoltre nell’estratto di malto contenuto ci sono additivi con effetto conservativo (E270, 280) e addittivi antiossidanti (E325, 326, 327). Questi additivi aumentano la forza della farina o la diminuiscono, e sono usati come agenti lievitanti e per panificare. Nei pani speciali ve ne sono molti di più perchè vengono aggiunti al latte in polvere. allo strutto, agli oli, ecc. per la conservazione, per il colore, per l’emulsione ecc.
I mulini industriali usano prodotti chimici differenti per lo sbiancamento come: l’ossido di azoto, diossido di cloro e nitrosyl e perossido di benzoile miscelato con sali chimici vari.
Un agente sbiancante, il diossido di cloro, combinato con le proteine qualunque siano, ancora rimaste nella farina, produce allossana. L’allossana è velenosa, ed è stata utilizzata per produrre il diabete in animali da laboratorio. Il diossido di cloro serve anche ad allungare la durata di conservazione della farina, ma non è propriamente salutare, infatti può uccidere la flora intestinale ed è usato anche nei detergenti.
Il pane bianco e i falsi pani integrali (fatti con farina bianca e un po’ di crusca, lievito artificiale e prodotti chimici, e non ha importanza che la marca sia famosa), contengono molte delle seguenti sostanze chimiche:
gesso bianco
monogliceridi e digliceridi
stearoil-2-lactilato di sodio
azodicarbonamido
acido tartarico
diacetilo
glicol propileno
muschio d’Irlanda
farina di riso
pappa di amido
soia in polvere (residui di estratti di olio)
diossido di cloro
farina di pesce
farina di ossa
dose di calcio
fosfato de ammonio
bromato di calcio
azodicarbonato
polisorbato 60 e certo molto sale…
Credete che tutto questo è aggiunto per il bene della vostra salute?
Il gesso bianco, detto solfato di calcio, non è aggiunto per togliere le crepe dal vostro stomaco, ma perché è più facile impastare la massa da infornare pari a 250 Kg. in macchine gigantesche.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... erpane.htm
Certamente ognuno di noi avrà mangiato una pizza, un piatto di spaghetti, della pasta fresca fatta in casa, del pane appena sfornato ecc. ecc. ma vi siete mai soffermati un attimo a pensare… perché la farina usata per la pizza/pasta/pane è così bianca? Se domani mattina prendete un pugno di grano appena raccolto e lo macinate per farne farina anche nel modo più fine possibile, non diventerà mai così bianco come la farina usata per la vostra pizza/pane/pasta. Perché? Al di là del fatto che la farina commercialmente più usata è senza la crusca (fibra), essa subisce un trattamento di sbiancatura… Eh si.. purtroppo è così… Le cose più “buone” e “naturali” che avete mangiato (cosa c’è di naturale in uno spaghetto?) sono sbiancate… come se fossero sporche originariamente e vanno sbiancate.. Purtroppo esse vengono sbiancate con sostanze chimiche. In alcuni paesi è permesso sbiancare le farine con il biossido di cloro… una sostanza che in questi alimenti si combina con le proteine residue e produce ALLOSSANO (alloxan in inglese), un veleno usato per produrre il diabete sugli animali in laboratorio.
Avete letto bene, ogni giorno rischiate di mangiare un alimento che potrebbe contenere tracce di un veleno usato per produrre il diabete in laboratorio sugli animali, distruggendo le cellule beta del vostro pancreas. Se siete li lì pronti ad ingurgitare il buon succulento panino o merendina, forse è meglio non farlo e se per anni l’avete fatto e avete una storia familiare di diabete, è meglio cambiare le proprie abitudini, smettendo di nutrirsi con farine sbiancate ed adottare dei rimedi al fine di non peggiorare le cose o nel migliore dei casi di invertire gli effetti dell’ ALLOSSANO, integrando la propria dieta con la vitamina E. L’uso del biossido di cloro non è consentito nei paesi Europei, ma c’è da chiedersi se la maggior parte di farine usate in Europa e che provengono da importazione, se rispettano il divieto dell’uso di questa o altre sostanze chimiche tossiche.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ossano.htm
La farina 00 è nociva. Dietro il suo aspetto apparentemente innocuo, il suo colore candido e la sua consistenza così vaporosa e leggera, si nasconde un vero e proprio pericolo per la salute umana.
Questa farina – diffusissima nei supermercati e comunemente usata negli impieghi casalinghi - si ottiene attraverso la macinazione industriale del chicco di grano, che comporta l'eliminazione del germe (ovvero il cuore nutritivo del chicco, che contiene aminoacidi, acidi grassi, sali minerali, vitamine del gruppo B e vitamine E) e della crusca (la parte più esterna, particolarmente ricca di fibre). Tutto questo porta a un impoverimento della materia prima: da questa macinazione si ottiene infatti una farina raffinata, che si mantiene a lungo, ma risulta terribilmente depauperata e ricchissima di zuccheri.
Abbiamo chiesto al professor Franco Berrino, ex direttore del Dipartimento di medicina predittiva e per la prevenzione dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e consulente della Direzione scientifica, quali sono gli effetti negativi dell'uso abituale di questo tipo di farina.
"La farina 00 - come tutti i prodotti raffinati – provoca un aumento della glicemia e il conseguente incremento dell'insulina, fenomeno che nel tempo porta ad un maggior accumulo di grassi depositati".
Tutto questo si traduce quindi con un indebolimento dell'organismo, sempre più soggetto a malattie di ogni tipo, tumori inclusi.
Quali farine bisogna scegliere allora?
"L'ideale – spiega Berrino – è acquistare grano biologico dai nostri contadini (possibilmente il grano duro, che ha un contenuto più basso di zuccheri) e macinarselo da soli. In casa".
Vi sembra impossibile? Niente affatto!
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rina00.htm

In primis riporto una frase dell'articolo in oggetto che recita:
"Potrebbe sembrare un paradosso o un cortocircuito logico, ma in realtà esistono un’infinità di piante in grado di curare le patologie che ci affliggono, come e spesso meglio di quanto non facciano i farmaci sintetici tradizionali, ma la loro coltivazione, commercializzazione e diffusione è in varia misura vietata o limitata dai governi nazionali e sovranazionali in quanto potrebbe nuocere ai profitti delle multinazionali farmaceutiche."
della quale mi permetto di correggere la parte:
"spesso meglio di quanto non facciano i farmaci sintetici tradizionali"
e mi permetto di dichiarare invece una inconfutabile VERITA' che è:
"I FARMACI TRADIZIONALI IN QUANTO RISULTATO DI "ricerche scientifiche" NON POSSONO CHE CAUSARE DANNI ALL'INDIVIDUO CHE LI INGERISCE E NE FA' FEDE IL FOGLIO ILLUSTRATIVO (BUGIARDINO) IL QUALE NE ELENCA I DANNI, MA NEMMENO TUTTI IN QUANTO NESSUNO E' IN GRADO DI VALUTARE QUANTI E QUALI DANNI SONO IN GRADO DI CAUSARE IN QUANTO OGNI INDIVIDUO E'A SE, QUINDI DIFFERENTE DA UN ALTRO."
Mi permetto quindi di accomunare queste PIANTE PROIBITE alla CARNE, al LATTE ed i LATTICINI poichè in comune hanno TUTTO ed un difetto unico:
DI CONTENERE GLI "ALIMENTI ESSENZIALI" ED ESSERE QUINDI DEI CIBI NATURALI.
Mi spiego meglio con una domanda:
Tu sicuramente ingoi una pera, una mela od una insalata, però pensi che siano tuoi FRATELLI O NO?
Bene ora ti dimostro che SONO TUOI E MIEI FRATELLI in quanto siamo TUTTI IN VITA GRAZIE AGLI "ALIMENTI ESSENZIALI" CHE FANNO AUTOPRODURRE LE "DIFESE IMMUNITARIE"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... igrano.htm
La Vita segreta delle piante
Potrà sembrare assurdo, ma piante ed esseri umani si somigliano più di quanto potessimo immaginare. Diversi studi eseguiti nel corso degli ultimi anni hanno dimostrato che le piante possiedono una serie di caratteristiche sorprendenti e che, per certi aspetti, alcuni loro comportamenti sono simili ai nostri
Le piante sono capaci di percepire il pericolo e di sapere esattamente cosa “fare” per evitare i predatori.
Non molto tempo fa, un gruppo di scienziati ha scoperto che esse sono in grado di ascoltare, di vedere, annusare e di possedere la capacità di apprendere, ricordare, e comunicare.
Inoltre, non solo a loro non piace il frastuono prodotto dalle attività umane, ma fatto ancor più sorprendente, le piante sono anche in grado di fare musica e di cantare!
Insomma, i ricercatori hanno scoperto che la biologia umana e quella vegetale sono molto più vicine di quanto non si sia mai compreso e l’analisi di queste somiglianze potrebbe avere ricadute benefiche nello studio delle basi biologiche di malattie come il cancro.
L’altruismo delle piante
In un esperimento condotto da alcuni ricercatori dell’Università del Colorado, si è dimostrato che le piante, tra le numerose caratteristiche, sono anche anche altruiste.
Gli studiosi hanno esaminato dei semi di mais fecondato, ognuno dei quali conteneva due “fratelli” (un embrione e un pò di tessuto cellulare noto come “endosperma”, che alimenta l’embrione durante la sua crescita).
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... arlano.htm

Anche le piante soffrono. Quante volte vegetariani e vegani se lo sono sentiti dire? Beh, l'affermazione potrebbe non essere poi molto lontana dalla realtà. Una nuova ricerca mostra che le piante sanno quando stanno per essere mangiate. E a loro non piace affatto.
Che le piante posseggano una particolare forma di intelligenza non è una cosa nuova: sappiamo che rispondono al vento, al tatto e persino alla musica. Ma secondo Modern Farmer, un nuovo studio della University of Missouri rivela che sono anche in grado di rilevare quando vengono mangiate e inviano meccanismi di difesa per cercare di impedire che ciò accada. In pratica rispondono ai suoni che bruchi fanno quando le mangiano.
Lo studio è stato effettuato sull' Arabidopsis thaliana, imparentata con broccoli, cavoli e altri fratelli del genere della famiglia delle Brassicacea. È comunemente usata negli esperimenti scientifici perché è stata la prima pianta ad avere il genoma interamente sequenziato e gli scienziati ne conoscono intimamente il funzionamento.
"Precedenti ricerche hanno rivelato che le piante rispondono all'energia acustica, compresa la musica", ha detto Heidi Appel, scienziato del College of Agriculture, Food and Natural Resources and the Bond Life Sciences Center at MU -. Tuttavia, il nostro lavoro è il primo esempio di come le piante rispondono ad una vibrazione ecologicamente rilevante. Abbiamo scoperto che le vibrazioni dell'alimentazione provocano cambiamenti nel metabolismo delle cellule vegetali, creando prodotti chimici più difensivi che possono respingere gli attacchi dei bruchi".
Il risultato? La pianta produce olio di senape leggermente tossico se mangiato e lo invia lungo le sue foglie per cercare di tenere lontano i predatori. Quando le piante hanno "sentito" "le vibrazioni dei bruchi che mangiavano, han no inviato più olio. In presenza di altre vibrazioni, invece, non hanno affatto reagito. Questo vuol dire anche, però, che quando sono mangiate dall'uomo non avvertono affatto la stessa sensazione. O almeno, si suppone.
Roberta Ragni
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ffrono.htm

Il direttore del laboratorio Internazionale di Neurobiologia vegetale: «Gli alberi nutrono i semi come i genitori farebbero con un bimbo. E sono organismi pionieri: viaggiano e reagiscono al cambiamento del clima innalzandosi per cercare il fresco»
di Walter Veltroni
Stefano Mancuso e la vita segreta delle piante: «Per sopravvivere si spostano»
shadow

Sono rimasto affascinato dal pensiero del professor Stefano Mancuso, direttore del laboratorio Internazionale di Neurobiologia vegetale, leggendo due suoi libri pubblicati da Laterza: «L’incredibile viaggio delle piante» e «La nazione delle piante» che contiene una singolare ipotesi di Costituzione immaginata sui «valori» del mondo vegetale.

Come guardare, da uomini, alla vita delle piante?
«Esiste un problema generale di relazione con le piante. Noi siamo animali, tutto quello che abbiamo costruito, immaginato, visto, è costruito su come noi siamo fatti. Guardiamo l’universo solo dal nostro punto di vista».

L’antropocentrismo...
«L’antropocentrismo. Quello che diverge viene valutato come un handicap. Noi siamo lo standard, ciò che è diverso da noi è indice di incompiutezza, di incomprensibile diversità. Se altre forme di vita non sono “perfette” come noi, sono anomale. Le piante, poi: non hanno organi, non si muovono... Tanto che diciamo “in stato vegetativo” per dire quando siamo prossimi all’inorganico, alla fine. Se guardiamo alle piante da questo punto di vista, non le capiremo mai. Perché sono una forma di vita differente».

Gli uomini migrano, gli animali migrano, le piante sono lì. E apparentemente non migrano.
«Invece le piante sono gli organismi pionieri per eccellenza, sembra incredibile. Certo, se noi guardiamo alla vita della singola pianta, allora la singola pianta è stanziale, è radicata e non si sposta. Ma si muove, anche se non si sposta. Nel caso delle piante dobbiamo guardare in termini di comunità. Nel mondo vegetale non esiste il puro individuo, come concetto. Va visto il flusso delle generazioni. Le piante migrano in maniera che non ha eguali nel resto del mondo dei viventi. Pensi che, in conseguenza dei cambiamenti climatici, le piante hanno iniziato ad alzarsi, a migrare, a viaggiare, per sopravvivere».

Come viaggiano le piante?
«Viaggiano attraverso i semi. Usano sempre dei vettori. Approfittano di ciò che ha possibilità di movimento: l’acqua, l’aria, animali, uomini. Si muovono per chilometri e per anni, raggiungono continenti lontani e lì si adattano a vivere. La loro “intelligenza” ha inventato migliaia di modi di diffondere la vita».

Le piante reagiscono ai cambiamenti climatici?
«Un innalzamento della temperatura di mezzo grado impedisce, ad esempio nella zona del Sahel, la coltivazione. Ogni mezzo grado di temperatura in più, cento chilometri che prima erano coltivabili non lo sono più. Quindi le persone che vivevano lì, in quei cento chilometri, non possono sopravvivere, e per questo migrano. Le piante rispondono esattamente agli stessi stimoli e agli stessi input. Siccome fa più caldo, i luoghi originali di crescita di queste piante non sono più adatti alla loro sopravvivenza, le piante si spostano. Si spostano in altezza. Così negli ultimi trenta anni abbiamo avuto in Catalogna l’innalzamento del leccio e tante piante di altre specie hanno iniziato ad alzarsi di varie centinaia di metri».

Perché si alzano?
«Perché fa più fresco. Cercano di ritrovare il loro ambiente naturale alzandosi».

Una reazione umana...
«È una reazione biologica. Perché migriamo noi? Perché esiste la migrazione? Perché l’ambiente non è stabile. L’ambiente non è immutabile. È in continuo movimento e in continua evoluzione. E le specie, tutte le specie, dai batteri fino ad arrivare all’uomo, si muovono cercando sempre le zone dove le condizioni ambientali sono migliori. La scarsa conoscenza della biologia, di come funziona la vita, ci impedisce di comprendere che alcuni meccanismi base sono fondamentali alla sopravvivenza. La migrazione è fondamentale per permettere alle specie di sopravvivere. È chiaro che non si può pensare di impedire un meccanismo base. Come se io dicessi: da domani, siate cortesi, non respirate più».

Il mondo vegetale sviluppa un senso di comunità?
«Sì. Il principe russo Kropotkin, famoso soprattutto per le sue tesi sull’anarchismo, era anche un grandissimo biologo. Scrisse un libro bellissimo, anche per confutare lo stravolgimento del pensiero di Darwin, nelle teorie del darwinismo sociale che poi degenerarono nell’orrore dell’eugenetica. Tesi che, ci tengo a precisare, non avevano nulla a che fare con il pensiero di Darwin. Darwin sosteneva che, nella sfida per la sopravvivenza, a prevalere fosse il più adatto, non il più forte o il più aggressivo. Il darwinismo sociale, al contrario, riduce tutta la vita a una spietata competizione, in cui il più forte vince. Da questa errata concezione dell’evoluzione sono nati molti orrori della storia. Kropotkin era un biologo molto più fine di questi pseudo seguaci di Darwin. Lui disse: “No, guardate che la vita è una cosa diversa, la vita è soprattutto condivisione”. Usava questo termine meraviglioso “mutuo appoggio”. È bellissimo».

Qual è il mutuo appoggio tra le piante?
«Immagini un bosco, un bosco originale, non piantato dall’uomo. Quel bosco è come se fosse un organismo unico. Cioè non costituito da tanti individui ma da una rete di piante che sono connesse le une con le altre. Possono essere direttamente connesse, attraverso le radici, a centinaia, letteralmente centinaia, di piante vicine. Qual è il mutuo appoggio? Il mutuo appoggio sta nel fatto che attraverso queste radici le piante si scambiano informazioni sullo stato dell’ambiente, e si scambiano nutrienti, acqua. Immagini un semino che cade in una foresta, un luogo buio. Il seme, prima di poter arrivare ad un’altezza tale da poter fare la fotosintesi, deve attendere molti anni. Come fa questo seme a vivere? È l’infanzia dell’albero. Lei non ci crederà ma in quel momento sono gli alberi adulti che lo alimentano, attraverso le connessioni radicali. Si chiamano cure parentali. E se consideriamo le cure parentali come un indice di complessità della specie come definire allora la straordinaria capacità “genitoriale” delle piante?».

Altri casi di «mutuo appoggio»?
«Le piante sanno soccorrere quelle, tra loro, che sono più deboli. Sembra poesia, ma è realtà. Una mia collega, si chiama Suzanne Simard, ha fatto uno straordinario esperimento... Cosa fa Suzanne? Va in un meraviglioso bosco di abeti del Canada, prende un abete adulto di venti metri e, facendosi aiutare da alcuni suoi studenti, lo isola completamente dall’atmosfera, mettendolo all’interno di un enorme pallone trasparente. All’interno di questo pallone fa entrare anidride carbonica marcata. Di modo che se ne potesse seguire il destino. Una settimana dopo, lo zucchero, l’energia che queste piante avevano prodotto, lo si trovava sparso in una grande zona della foresta. Dove l’aveva diffusa? Soprattutto, ecco il “mutuo appoggio”, negli individui giovani e deboli».

Esiste la cattiveria tra le piante? Come tra gli animali, tra gli uomini...
«La cattiveria è una categoria animale. Gli animali per nutrirsi sono obbligati a uccidere altri esseri viventi. Da questa necessità di uccidere proviene originariamente la nostra sete di potenza, sopraffazione. Il dominio sugli altri è in un certo qual modo connaturato nell’essere animale. Le piante invece hanno sviluppato un modo di sopravvivenza differente. Prendendo tutto ciò di cui hanno bisogno dalla luce del sole, non hanno necessità di sopraffare per vivere. Mentre gli animali hanno, come spinta primordiale, quella di dover sopraffare altri esseri viventi per sopravvivere, le piante hanno al contrario la necessità di unirsi agli altri per esistere. Per questo hanno sviluppato il “mutuo appoggio” non soltanto con le altre piante, ma anche con tutti gli altri esseri viventi. Le piante hanno mutui appoggi con i batteri, con i funghi, con gli insetti, con gli animali superiori, anche con noi, ovviamente».

Le piante carnivore e quelle velenose sono le pecore nere?
«Che cos’è una pianta carnivora? È una pianta che si è trovata a crescere in un luogo in cui mancava qualcosa di fondamentale per la vita. Molto spesso l’azoto. Nelle paludi, per esempio, il ciclo dell’azoto non si può concludere e le piante si trovano senza un elemento fondamentale per la vita. E allora scelgono la soluzione semplice: prenderlo da altri esseri viventi. È il paradosso: quando cerchiamo la cattiveria delle piante la rintracciamo nell’ unico caso di comportamento “animale”».

C’è un elemento sistemico nelle piante?
«Noi animali siamo individui. La parola viene dal latino: in dividuus, non divisibile. Se taglio in due un uomo o un cane, muore. La pianta no. La pianta non è un individuo, la pianta è una rete. La pianta non è un individuo, è una colonia. Una pianta è una rete in sé e per sé, un bosco è una rete di reti. La topografia di Internet è identica alla topografia di una rete vegetale. Perché? Perché nasce esattamente per lo stesso motivo. Internet nasce per sopravvivere: era una rete militare che doveva essere in grado di sopravvivere ad un attacco che colpisse il comando centrale. Quindi diffusero i centri nevralgici. Le piante sono tutte diffuse, sono vere e proprie reti perché devono resistere alla predazione».

Facciamo un esempio di intelligenza delle piante: Cernobyl.
«Dopo l’esplosione alcune foreste diventarono completamente rosse e morirono. Quei trenta chilometri della zona di esclusione erano persi, morti. Oggi, invece, quell’area conosce la più alta biodiversità del nord Europa. In quella zona sono tornati lupi, alci, linci, orsi e soprattutto un’incredibile quantità di piante. Le foto di Prypjat prese dai droni oggi mostrano la città completamente sommersa dagli alberi. A Cernobyl le piante non solo crescono. Hanno assorbito la maggior parte degli elementi radioattivi che sono stati prodotti dall’esplosione, dalla fusione del nucleo e li hanno stoccati all’interno del corpo della pianta stessa. Le piante puliscono l’ambiente all’interno del quale vivono e depositano i veleni all’interno del proprio corpo, come in un garage blindato. Il che da una parte ha reso vivibile di nuovo il contesto — è per questo che sono potuti tornare gli animali — dall’altra parte è anche un problema perché, se ci fosse un incendio, si libererebbero quelle scorie e avremmo di nuovo un effetto Cernobyl».

La tripartizione darwiniana: pietre, animali, piante, non la convince?
«Poco: il vero punto di demarcazione sta tra vita e non vita. Tra pietre e il resto. Ma la vita di tutti gli esseri viventi va vista come un solo unico evento. E questo ci permette di capire come mai siamo tutti connessi, come mai la vita sia un fenomeno sistemico, perché pensare di poterci astrarre dal destino comune sia un’illusione. La scienza è una grande risorsa: la vita media delle persone, grazie agli enormi progressi della medicina, sta aumentando in maniera inimmaginabile solo pochi decenni fa. È vero, è giusto. Ma i problemi della nostra sopravvivenza non riguardano, di nuovo, i singoli individui, ma la comunità dei viventi. Se non cambiamo immediatamente rotta, nel dissennato consumo delle risorse ambientali, sarà difficile arrivare al prossimo secolo».

L’immagine di quell’orso smarrito su un pezzo di ghiaccio alla deriva ci racconta del Global Warming meglio di tanti discorsi...
«Commozione nel vedere questi esseri viventi che stanno scomparendo. E immedesimazione perché, in un certo senso, ci stanno soltanto precedendo sulla stessa strada che noi abbiamo imboccato. Inconsapevoli ed egoisti. Questa generazione sta dissipando i beni primari dell’umanità. Fino al 1970 la terra ha consumato solo le risorse che riusciva a rigenerare. Il giorno in cui iniziava il deficit ambientale era infatti il 31 dicembre. Oggi la stessa quantità è consumata il primo di agosto. La violenza dei fenomeni naturali, i milioni di migranti ambientali, lo scioglimento dei ghiacciai... L’uomo che si è auto definito “sapiens” finge di ignorare ciò che egli stesso vive. Le previsioni, giudicate catastrofistiche, del rapporto del club di Roma nel 1972, si sono realizzate. Perché la situazione dovrebbe cambiare? Non cambierà. Se non facciamo una rivoluzione radicale del nostro modo di porci rispetto all’ambiente. Non abbiamo tempo. È oggi. Domani è troppo tardi».

Sembra che l’uomo non voglia accettare l’idea della finitezza delle risorse naturali.
«Le risorse su questo pianeta sono limitate, non infinite. Il pianeta è una piccola sfera, non è tutto l’universo. È come un’isola in mezzo al mare. Quando finisci il cibo sull’isola devi aspettare che ti arrivi da fuori. Ma non arriverà nulla, proprio nulla, da fuori. Noi sappiamo quando finiranno le risorse, lo sappiamo esattamente, ormai da decenni. Quando finirà il fosforo, quando finirà il cobalto, quando finirà il litio. E tutte queste risorse finiranno prima del petrolio. Noi siamo fissati con questa storia del petrolio che si esaurirà ma, prima ancora, saranno gli elementi che oggi costituiscono la benzina della modernità a finire. Cosa accadrà quando non ci saranno più risorse per far funzionare Internet?».

Finiamo con un apologo sull’interconnessione del nostro destino. La storia magnifica dei bombi...
«È una storiella scritta da Darwin. Diceva: perché ci sia tanto bestiame ci deve essere tanto trifoglio e perché ci sia tanto trifoglio ci devono essere tanti bombi che portano in giro il polline. E perché ci siano tanti bombi bisogna che ci siano pochi topi. Perché i topi mangiano le larve dei bombi. E perché ci siano pochi topi bisogna che ci siano tanti gatti. Quindi, diceva, per avere tante mucche, per produrre carne, bisogna che ci siano tanti gatti. Perché? Perché il gatto ammazza il topo, il topo che non mangia il bombo che impollina il trifoglio che fa vivere le mucche. La rete della vita. Siamo tutti legati da una comunità di destino».

30 giugno 2019 (modifica il 1 luglio 2019 | 08:12)
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... igrano.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » sab ago 03, 2019 6:42 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

L'articolo in oggetto recita:
"La differenza tra una colazione con un uovo ed una “ideale” consigliata da praticamente TUTTI (o quasi) i nutrizionisti del mondo: latte (senza lattosio) e cereali (avena).
Ancora una volta vi presentiamo uno studio, fresco fresco come un ovetto appena deposto, che ha presentato risultati “inattesi“…
L’obiettivo dello studio era valutare, in pazienti con diabete di tipo II, la differenza tra una colazione con un uovo ed una “ideale” consigliata da praticamente TUTTI (o quasi) i nutrizionisti del mondo: latte (senza lattosio) e cereali (avena). Le colazioni erano isocaloriche."
Questo articolo dimostra chiaramente che il mondo della scienza mette in campo ogni sua risorsa per confondere le idee a tutta la umanità, classico della medicina, agendo sulle paure delle persone, unico modo della medicina per dominare sui futuri potenziali clienti.
Questo è DEMONIZZARE TUTTI I CIBI NATURALI che ingoiandoli regalano la VERA SALUTE cominciando dal LATTE passando per i LATTICINI, continuando per la CARNE fino alle UOVA.
Sono certo che finchè ci saranno ALLOCCHI questo SISTEMA continuerà a vincere creando malattie e di conseguenza TANTA SOFFERENZA.
Non aggiungo altro, lascio ad ognuno la sua potenzialit' di ALLOCCO.
Cosa stà succedendo sul fatto che le uova fanno aumentare il COLESTEROLO e non se ne possono ingoiare più di due alla settimana senza correre seri rischi?
L'articolo in oggetto, datato 14/05/2018 è redatto alcuni mesi dopo il mio post sulle due uova al giorno che riporta i miei esami del sangue con un valore del COLESTEROLO a 168, valore mai avuto in tutta la mia vita.
L'articolo scrive:
"Uova e colesterolo: assolte con formula piena. Se ne possono mangiare 12 a settimana senza problemi:
Emma Morano, la donna che fino al 17 aprile dello scorso anno deteneva il record di longevità con i suoi 117 anni, mangiava 3 uova al giorno. Eppure la maggior parte di noi pensa che le uova vadano assunte con moderazione, perché contengono molto colesterolo e molti grassi e dunque possono creare problemi al cuore oltre a far ingrassare.
Ma una nuova ricerca, condotta dall’Università di Sydney, nella Sydney Medical School, dipana ogni dubbio: mangiare fino a 12 uova a settimana (ovvero quasi due al giorno) non fa aumentare di peso e neppure alza i rischi di incorrere in patologie cardiovascolari. In particolare i test condotti dai ricercatori hanno riguardato persone afflitte da diabete. Le persone con questa patologia sono ancora più a rischio degli altri perché hanno più alti livelli di colesterolo cosiddetto “cattivo”, ovvero l’Ldl che si deposita sulle arterie e che in tutti, portando al restringimento dei vasi, contribuisce enormemente alla genesi dell’aterosclerosi. Viene contrapposto al colesterolo Hdl, quello “buono”, che non provoca alcun danno alle arterie ma, anzi, rimuovendo il colesterolo dalle pareti dei vasi per trasportarlo al fegato ha una funzione protettiva. Consumare due uova fa superare di gran lunga il fabbisogno di colesterolo quotidiano. E per questo sono state per anni messe sotto accusa."

Infatti sono uscito con questo post il: 07 novembre 2017 col titolo "Mangiare ogni giorno uova fà male: In particolare è pericoloso per il COLESTEROLO? Molti studi tendono ormai a negare....."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm
In seguito a questo mio post altre testimonianze, quindi conferme in merito:
15 novembre 2017 Testimonianza di Riccardo Taiocchi sulle due uova al giorno
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... hiuovo.htm

13 novembre 2017 Testimonianza di GRoberta Figini sulle due uova al giorno
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... niuova.htm

11 novembre 2017 Testimonianza di Domenico Tosetto che ingoia due uova sode ogni sera
 http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... touova.htm

10 novembre 2017 Testimonianza di Giuseppe Vitale sulle due uova al giorno
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... neuova.htm
Dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm
Sarà che questi signori hanno capito di perdere la faccia con le loro false dichiarazioni? Me lo auguro proprio.
Mi permetto di riportare questo articolo sulle uova, in quanto, con Franca ne abbiamo una esperienza personale recente:
DUE UOVA OGNI MATTINA da due anni il sottoscritto e da un anno per Franca.
La diceria della medicina che le uova aumentano il COLESTEROLO è pienamente FALSO come FALSE sono moltissime altre sue informazioni.
Riporto senza problemi i miei esami del sangue fatto in data 19 ottobre 2017.
Con mia tanta soddisfazione devo riportare una mia personale esperienza DOCUMENTATA che lascerà di stucco molte persone e che conferma il ragionamento che ho inserito in molte risposte quando si parlava di COLESTEROLO ALTO.
Mi permetto di riportarlo anche quì:
Si sà con certezza che il COLESTEROLO è AUTOPRODOTTO dal fegato per TUTTI le specie animali.
Lo è per un minimo dell'80%, mentre il rimanente 20% l'individuo lo preleva dal CIBO.
Ed è proprio a quel piccolo 20% che la medicina si appiglia per ridurre questo COLESTEROLO nel sangue, consigliando di eliminare i CIBI che lo contengono, che se non si abbassa, si prescrivono le STATINE che hanno il potere di agire sulla produzione del fegato, causando nel tempo i danni previsti dal foglio illustrativo.
Si parla di formaggi dichiarati GRASSI che sono di origine animale::
BURRO
STRUTTO
LARDO
SUGNA
SEGO
ecc.
LATTE e derivati
FORMAGGI
RICOTTE
YOGURT
PESCE e prodotti della pesca
ed anche le
UOVA (tutte le uova)
ecc.
Ora avendo la certezza che ad AUTOPRODURRE questo COLESTEROLO è il fegato, e dato che a dare quest'ordine è proprio il corpo dell'individuo, dato che questo corpo si sà AUTOGUARIRE e NON AUTOLESIONARSI, non riesco a pensare che questo corpo sia TANTO STUPIDO DA AUTOPRODURSI PIU' COLESTEROLO PER DANNEGGIARSI!!!
Ho iniziato ad ingoiare due uova ogni mattina dal novembre 2016, in ferie compreso, due uova al tegamino, ingoiando crudo il rosso, più formaggi per tutti i pasti, quindi sono rimasto molto sorpreso del valore del COLESTEROLO LDL nell'ultimo esame del sangue del 19 ottobre 2017.
Non solo, ma anche il valore dei collegati TRIGLIGERIDI è molto ridotto.
NON HO MAI AVUTO UN VALORE DEL COLESTEROLO COSI' BASSO, MENTRE I TRIGLIGERIDI AUMENTATI NEGLI ULTIMI ANNI SI SONO NUOVAMENTE ABBASSATI.
CREATININA 1.10 mg/dl        V.R. 0.66-1.25
COLESTEROLO 168 mg/dl V.R. < 200
HDL COLESTEROLO 40 mg/dl V.R. > 45
TRIGLIGERIDI 71 mg/dl          V.R. < 150
SODIO 141 mmol/l V.R. 137 - 145
POTASSIO 4.3 mmol/l          V.R. 3.5 - 5.1
CEA 1.8 V.R. <=3 marcatore tumore
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 75.0 ng/ml V.R. 30 - 100
ACIDO FOLICO 14.60 ng/ml          V.R. 2.76 - 20
VITAMINA B12 440.0 ng/ml V.R. 239 - 931
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tt2017.htm

per tutti gli esami del passato:
http://acidoascorbico.altervista.org/Vo ... samisu.htm

Ed ora ecco i miei esami del 22/01/2019 ed il mio COLESTEROLO LDL è a 183, mentre l'esame precedente era 168 continuando con 2 uova al giorno costantemente.
"Questi i risultati degli esami del sangue miei ritirati in data 22/01/2019.
Devo far presente che è circa 18 mesi che Franca ingoia 20000 UI di vitamina D, e personalmente la stessa dose da 10 mesi, ingoiando entrambi ogni giorno come detto sopra 2, uova ogni mattina, poi lei la zuppa di latte, mentre personalmente me ne bevo un bicchiere. Per me ogni mattina circa 50 grammi di prosciutto crudo.
EMOCROMO tutto nella norma
ACIDO URICO 3.8 g/ml V.R. 3.5 - 8.5 valore molto basso
CREATININA 1.00 mg/dl        V.R. 0.66-1.25
COLESTEROLO 183 mg/dl V.R. < 200
HDL COLESTEROLO 34 mg/dl V.R. > 45
TRIGLIGERIDI 92 mg/dl          V.R. < 150
SODIO 142 mmol/l V.R. 137 - 145
POTASSIO 5.1 mmol/l          V.R. 3.5 - 5.1
CEA 3.5 V.R. <=3.0
FERRITINA 95.3 ng/ml          V.R. 17.9 - 464
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 97.8 ng/ml V.R. 30 - 100
ACIDO FOLICO 16.90 ng/ml          V.R. 2.76 - 20
VITAMINA B12 458.0 ng/ml V.R. 239 - 931
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... naio19.htm

Ed ora ecco gli esami di Franca del 22/01/2019 ed il suo COLESTEROLO LDL è a 168.
"Questi i risultati degli esami del sangue di Franca ritirati in data 22/01/2019.
Devo far presente che è circa 18 mesi che Franca ingoia 20000 UI di vitamina D, e personalmente la stessa dose da 10 mesi, ingoiando entrambi ogni giorno come detto sopra 2, uova ogni mattina, poi lei la zuppa di latte, mentre personalmente me ne bevo un bicchiere.
EMOCROMO tutto nella norma
GLICEMIA 85 mg/dl V.R. 70 - 100 
CREATININA 0.80 mg/dl       V.R. 0.66-1.25
COLESTEROLO 168 mg/dl V.R. < 200
HDL COLESTEROLO 50 mg/dl V.R. > 45
TRIGLIGERIDI 89 mg/dl  V.R. < 150
SODIO 142 mmol/l V.R. 137 - 145
POTASSIO 4.8 mmol/l  V.R. 3.5 - 5.1
CEA 0.7 V.R. <=3.0
CA 19-9 (GICA) 7.9 ng/ml    V.R. <=37
T.S.H.  0.98 mIU/l V.R. 0.46 - 4..68
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 128 ng/ml V.R. 30 - 100
ACIDO FOLICO 18.30 p; ng/      V.R. 2.76 - 20
VITAMINA B12 856.0 ng/ml V.R. 239 - 931
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... naio19.htm

per tutti gli esami del passato di Franca:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... franca.htm
Devo far notare che con Franca non abbiamo mai avuto un COLESTEROLO COSI' BASSO.

Ed ora vediti questo video molto che ritengo molto esplicativo:
un uovo al giorno
https://youtu.be/f-2h5UGFCSk?list=PL2yU ... fVEYZF6NXR
Quindi lascio al lettore tirare le sue personali conclusioni riportando invece nel fondo pagina i:
10 MOTIVI PER MANGIARE UOVA OGNI GIORNO
oltre la utilità dimostrata con questa mia esperienza per ogni corpo che vuole la SALUTE.
Riguardo al COLESTEROLO, il Dottor Dwight Lundell, informa sulle FALSITA' e dice:
"Durante 25 anni come chirurgo toracico, la mia vita è stata dedicata con passione a trattare le malattie del cuore; ho dato a diverse migliaia di pazienti una seconda possibilità di vita. Però ho notato che la malattia era SOLO INFIAMMAZIONE.
Poi qualche anno fa ho preso la decisione più difficile della mia carriera di medico. Ho lasciato la chirurgia che amavo, per avere la libertà necessaria di dire la verità sulle malattie cardiache, l'infiammazione, le statine e gli attuali metodi di trattamento di tali malattie.
L'infiammazione non è una cosa complicata - è semplicemente una difesa naturale del corpo ad un invasore estraneo, come tossine, batteri o virus. Il processo di infiammazione è perfetto nel modo in cui protegge il corpo da questi invasori batterici e virali. Tuttavia, se esponiamo frequentemente il corpo ai danni da tossine o alimenti che il corpo umano non è stato progettato per elaborare, si verifica una condizione chiamata infiammazione cronica. L'infiammazione cronica è nociva tanto quanto l'infiammazione acuta è benefica.
Quale persona ragionevole vorrebbe intenzionalmente esporsi ripetutamente ad alimenti o altre sostanze che sono note per causare lesioni al corpo? Beh, forse i fumatori, ma almeno hanno fatto questa scelta volontariamente.
Provate a pensare di strofinare ripetutamente con una spazzola rigida la nostra pelle morbida finché non diventa tutta rossa e quasi sanguinante. Pensate di fare questo più volte al giorno, tutti i giorni per cinque anni. Se si potesse sopportare questa dolorosa spazzolatura, si arriverebbe ad avere un’area gonfia, sanguinante e
infetta che si aggrava dopo ogni ripetuto attacco. Questo è un buon modo per visualizzare il processo infiammatorio che potrebbe essere in corso nel vostro corpo in questo momento.
Il processo infiammatorio è lo stesso, indipendentemente da dove avviene, esternamente o internamente. Io ho guardato dentro migliaia e migliaia di arterie. La parete di un’arteria malata fa pensare proprio a qualcuno che la abbia ripetutamente strofinata con una spazzola. Più volte al giorno, ogni giorno, i cibi che mangiamo creano piccole ferite che si aggiungono a ferite, stimolando l'organismo a rispondere in modo continuo all'infiammazione."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iologo.htm

Quindi è chiaro che non conta nulla essere "fruttivoro", "animalista", "vegetariano", "carnivoro", "erbivoro" o di un'altra qualsiasi inventata umana alimentazione, poichè alla fine per vivere ogni essere vivente ha bisogno del corpo di un altro essere vivente, quindi dei suoi "ALIMENTI ESSENZIALI" che alla fine danno la SALUTE alle cellule del suo corpo, che per farlo DEVE TOGLIERGLI LA VITA.
La pagina recita:
"LE CELLULE SONO IMMORTALI!
ALLORA PERCHE' MORIAMO?
Alexis Carrel dimostrò che le cellule sono immortali facendo vivere il cuore di un pollo per 29 anni!
Ecco qual'è il segreto dell'immortalità e della morte.
In passato è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute.
E' stato dimostrato realmente in laboratorio da un famoso premio Nobel.
Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, Al Rockefeller Institutte for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 29 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.
Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sua escrescenze.
Difatti le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte.
Carrel mantenne in vita cellule di un cuore di pollo fino a quando qualcuno si dimenticò (dimenticato) di eliminare le loro escrezioni.
Riuscì quasi a decuplicare la media durata di vita di quelle cellule.
La chiave per mantenere in perfetta salute una cellula è quella di liberarla dai residui dentro e intorno ad essa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eterne.htm

Premetto e ricordo quanto segue:
LE FECI NON DEVONO ESSERE DURE, MA MORBIDE, ED A VOLTE ANCHE LIQUIDE poichè dipende sopratutto dal CIBO che si è ingoiato il giorno precedente. Sì perchè questi scarti non devono stare giorni negli intestini, ma devono essere subito ELIMINATI.
LE FECI DURE E LA STITICHEZZA SONO PRIMA DI TUTTO LA CAUSA DELLE EMORROIDI, QUINDI LAVORO PER LA CLASSE MEDICA, MA QUANTA SOFFERENZA PER L'INDIVIDUO!
Personalmente la conosco bene, però risolta senza problemi ingoiando l'ACIDO ASCORBICO e la vitamina E
DEVO SFATARE LA CONVINZIONE CHE LE DONNE INCINTE DEBBANO SOFFRIRE DI EMORROIDI, IN QUANTO E' FALSA LA CONVINZIONE CHE SIANO CAUSATE DAL LORO STATO.
Difatti non mi risulta che le femmine delle altre specie soffrano di EMORROIDI, e a voi?
La STITICHEZZA è la malattia più grave di cui soffre la umanità, in quanto è dagli intestini che iniziano TUTTE le malattie possibili. La causa vera di questa STITICHEZZA è la CARENZA certa di ACIDO ASCORBICO. Difatti quando si parla di ACIDO ASCORBICO viene immediatamente collegata la DIARREA. La prova semplice è che nessun essere vivente soffre di STITICHEZZA. Loro non hanno gabinetti e sono certo che non si curano di dove depositano le loro feci liberando i loro intestini.
Questo semplice fatto anche da solo dimostra senza ombra di dubbio che liberare gli intestini è un fatto IMPORTANTISSIMO.
Questi CIBI INNATURALI gli scaffali, quindi delle industrie alimentari, sono la prima causa di STITICHEZZA, la malattia più grave per l'uomo ed è la causa di TUTTE le malattie conosciute e sconosciute poichè è dagli intestini che hanno l'inizio.
La medicina non la considera tale, poichè i suoi interessi sono tutt'altro che la SALUTE UMANA.
La dimostrazione pratica è che molti di noi, camminando per strada hanno avuto la disavventura di trovarsi le feci di un colombo o di un altro uccello sul vestito.
LE FECI NON DEVONO ESSERE DURE, MA MORBIDE, ED A VOLTE ANCHE LIQUIDE poichè dipende sopratutto dal CIBO che si è ingoiato il giorno precedente. Sì perchè questi scarti non devono stare giorni dagli intestini, ma devono essere subito ELIMINATI.
LE FECI DURE E LA STITICHEZZA SONO LA CAUSA DELLE EMORROIDI, QUINDI LAVORO PER LA CLASSE MEDICA, MA QUANTA SOFFERENZA PER L'INDIVIDUO.
DEVO SFATARE LA CONVINZIONE CHE LE DONNE INCINTE DEBBANO SOFFRIRE DI EMORROIDI, IN QUANTO E' FALSA LA CONVINZIONE CHE SIANO CAUSATE DAL LORO STATO.
Difatti non mi risulta che le femmine delle altre specie soffrano di EMORROIDI, e a voi?
Un altro fatto incontestabile però è che TUTTE le specie, sia animali che vegetali hanno la AUTOPRODUZIONE di questo ACIDO ASCORBICO.
Che sia IMPORTANTISSIMO eliminare gli scarti dal corpo lo conferma il dottor Alexis Carrel, un francese Premio Nobel. La pagina recita:
"LE CELLULE SONO IMMORTALI!
ALLORA PERCHE' MORIAMO?
Alexis Carrel dimostrò che le cellule sono immortali facendo vivere il cuore di un pollo per 29 anni!
Ecco qual'è il segreto dell'immortalità e della morte.
In passato è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute.
E' stato dimostrato realmente in laboratorio da un famoso premio Nobel.
Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, Al Rockefeller Institutte for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 29 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.
Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sua escrescenze.
Difatti le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte.
Carrel mantenne in vita cellule di un cuore di pollo fino a quando qualcuno si dimenticò (dimenticato) di eliminare le loro escrezioni.
Riuscì quasi a decuplicare la media durata di vita di quelle cellule.
La chiave per mantenere in perfetta salute una cellula è quella di liberarla dai residui dentro e intorno ad essa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eterne.htm
Dalla pagina
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... chezza.htm
Quindi è comprensibile che la STITICHEZZA è CONTRONATURA ed il 50% della causa delle MALATTIE.
Naturalmente l'altro 50% ne sono la CARENZA degli "ALIMENTI ESSENZIALI".
Quindi cibarsi dagli SCAFFALI, prodotti dalle industrie alimentari, contenenti PRODOTTI CHIMICI non possono essere l'alimento giusto per la VERA SALUTE dell'individuo in quanto non ne fanno parte nè delle cellule nè del sangue.
"Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aromia.htm

Ora, capito quanto sopra, abbiamo CERTEZZA E SENZA OMBRA DI DUBBIO che le "ricerche" denominate "scientifiche" NON POSSONO ESSERE UTILI A NESSUN ESSERE VIVENTE, TANTOMENO PER L'UMANITA', poichè i PRODOTTI CHIMICI, come i PRODOTTI DEGLI SCAFFALI, non possono fornire gli "ALIMENTI ESSENZIALI" INDISPENSABILI AL CORPO DI CHI LI INGERISCE.
Quindi è comprensibile che le ASSOCIAZIONI si nascondono dietro la parola RICERCA per spillare denaro alle persone.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tt2017.htm
10 MOTIVI PER MANGIARE UOVA OGNI GIORNO
1- SONO QUASI IL CIBO PIU' NUTRIENTE CHE CI SIA
Le uova contengono molti nutrienti
tra cui in media 6 grammi di proteine, 5 grammi di grassi buoni e sole 77 kcal l'una
2- NON INFLUENZANO I LIVELLI DI COLESTEROLO SANGUIGNO
Diversi studi hanno dimostrato che le uova
non sono responsabili dell'innalzamento dei livelli del colesterolo sanguigno
L'unico tipo di colesterolo che le uova tendono ad aumentare è quello buono HDL
3- CONTENGONO COLINA
Contengono la colina, una sostanza che spesso non viene assunta in quantità sufficiente
5- TRASFORMANO LE PARTICELLE DI COLESTEROLO LDL
Convertono le particelle di colesterolo LDL da piccole e dense a larghe
che sono quelle meno correlate al rischio di malattie cardiache
6- CONTENGONO ANTIOSSIDANTI BUONI PER LA VISTA
La luteina e la zeaxantina sono due antiossidanti presenti nelle uova
che sono molto benefici per la salute degli occhi
7- SONO RICCHE DI OMEGA3
Sono richhe di omega3 ed abbassano i trigligeridi
8- SONO UN'OTTIMA FONTE DI PROTEINE
Le proteine delle uova sono notevoli
e vengono assorbite al meglio grazie agli aminoacidi che contengono
9- POTREBBERO RIDURRE IL RISCHIO DI ICTUS
Molte ricerche hanno correlato un minore rischio di ICTUS al consumo di uova
10- SONO CONSIGLIATE PER UNA DIETA DIMAGRANTE
Hanno un potere saziante molto alto
ragion per cui sono ottime fa consumare nelle diete dimagranti
http://digilander.libero.it/genfranco4/ ... giorno.htm
Emma Morano, la donna che fino al 17 aprile dello scorso anno deteneva il record di longevità con i suoi 117 anni, mangiava 3 uova al giorno. Eppure la maggior parte di noi pensa che le uova vadano assunte con moderazione, perché contengono molto colesterolo e molti grassi e dunque possono creare problemi al cuore oltre a far ingrassare.
Ma una nuova ricerca, condotta dall’Università di Sydney, nella Sydney Medical School, dipana ogni dubbio: mangiare fino a 12 uova a settimana (ovvero quasi due al giorno) non fa aumentare di peso e neppure alza i rischi di incorrere in patologie cardiovascolari. In particolare i test condotti dai ricercatori hanno riguardato persone afflitte da diabete. Le persone con questa patologia sono ancora più a rischio degli altri perché hanno più alti livelli di colesterolo cosiddetto “cattivo”, ovvero l’Ldl che si deposita sulle arterie e che in tutti, portando al restringimento dei vasi, contribuisce enormemente alla genesi dell’aterosclerosi. Viene contrapposto al colesterolo Hdl, quello “buono”, che non provoca alcun danno alle arterie ma, anzi, rimuovendo il colesterolo dalle pareti dei vasi per trasportarlo al fegato ha una funzione protettiva. Consumare due uova fa superare di gran lunga il fabbisogno di colesterolo quotidiano. E per questo sono state per anni messe sotto accusa.
Durante la ricerca sono stati tracciati una serie di fattori che posso rivelare rischi cardiovascolari, come colesterolo, zuccheri contenuti nel sangue e pressione arteriosa. E il risultato è che non sono state osservate variazioni rilevanti.
Il test ha riguardato un gruppo di partecipanti che hanno seguito per tre mesi una dieta che manteneva il peso corporeo, ma includeva 12 uova a settimana. Sono stati messi a confronto con altri che ne mangiavano solo due. In un periodo successivo di altri re mesi, entrambi i gruppi hanno poi seguito una dieta per dimagrire, continuando a mangiare tante o poche uova. Poi sono stati monitorati per altri sei mesi.
Per tutto il corso dell’esperimento in nessun gruppo sono emerse anomalie. Ed entrambi i gruppi sono riusciti a dimagrire indipendentemente dal consumo di uova, mantenendo la forma anche una volta terminata la prova.
Il tuo uovo sodo è pronto? Questo trucchetto geniale ti aiuta a capirlo
Sulle uova in realtà c’è un dibattito aperto. Sono infatti una importante sorgente di proteine e di micronutrienti, aiutano a regolare l’assunzione dei grassi e dei carboidrati e secondo molti medici contribuiscono alla salute di occhi, cuore, vasi sanguigni. Inoltre contengono vitamina A, la riboflavina, l’acido folico (e dunque sono importanti in gravidanza), le vitamine B6 e 12, la colina, ferro, calcio, fosforo e potassio. Infine, in particolare nel tuorlo, contengono lecitine. E potrebbe essere proprio questo il loro segreto. Le lecitine infatti favoriscono il trasporto del colesterolo dalle arterie al fegato, potenziando l’azione del colesterolo “buono”.
Tutto qui? No, grazie al loro prezioso contenuto potenziano le performance cerebrali e sono pure “veloci” da digerire: vengono smaltite in due ore, contro le tre necessarie a una porzione di carne.
L’unico problema potrebbero averlo le persone che soffrono di calcoli al fegato, perché proprio il grande quantitativo di lipidi stimola la cistifellea, causando coliche. Nulla può essere perfetto.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm
La pagina recita:
"Il colesterolo ha i giorni contati.
Non lo dico io ma lo dicono dei video che mi permetto di riportare sotto
Mi permetto di dirlo in quanto non riesco proprio ad ammettere, data la AUTOPRODUZIONE di questa molecola nel fegato, indispensabile per la VERA SALUTE, che il mio corpo sia TANTO STUPIDO, MA TANTO STUPIDO da AUTOPRODURSENE DI PIU' PER CAUSARSI DANNI.
Se mai, convincere l'Homo Sapiens di questo, ha portato moltissimi benefici sia alla classe medica che alle industrie, e dato che sono compari di merenda, non possono fare altro che sostenersi a vicenda.
E' VERGOGNOSO, che gli SCIENZIATI ed i CERVELLONI della medicina puntino sulle paure individuali per poter gestire i loro COMODACCI.
La parola "iper" prima, (ipervitaminosi, iperpotassemia, ipermagnesemia ecc.), denominare ciò che stà nel mio liquido seminale di maschio nel quale il mio corpo GENERA quegli spermatozoi che svolgeranno il compito per il quale sono venuto al mondo, e che stà nel mio sangue, sicuramente scritti A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA:
"integratori"
questa è stata una mossa veramente "furba" di questi IMMONDI PERSONAGGI, per creare terrore e non solo paura, onde poter dominare quella STUPIDA MASSA dell'umanità che da quando si è ritrovata "le vergogne" ha perso ogni BUONSENSO ed insieme anche la DIGNITA', dimenticandosi addirittura del perchè sono venuti al mondo. Devo far notare che l'unico animale ad avere le "vergogne" è la specie umana.
PAZZESCO.......
Cosa che il corpo sia maschile che femminile non lo ha dimenticato, in quanto il primo prima AUTOPRODUCE quel liquido seminale maschile, formato dagli "ALIMENTI ESSENZIALI" denominati vergognosamente "integratori" dalla medicina, nel quale poi GENERA regolarmente quegli spermatozoi (devo far notare la forma di questi che è simile al girino della rana ed ai pesciolini appena nati, NON VI STUPISCE QUESTO? fatevi qualche domanda in proposito), indispensabili per l'inizio della vita futura. Mentre quello femminile, ancora più preciso, seguendo quel ciclo mestruo di ogni tot giorni AUTOPRODUCE quell'ovolo che fecondato dallo spermatozoo, darà la vita alla CONTINUAZIONE DELLA SPECIE.
IL TUTTO PERO' SENZA L'USO DEL SUO GRANDE "STUPIDO" CERVELLONE!!!

Mi permetto di dirlo, specialmente alle persone che si dice: HANNO STUDIATO, ma che non riesco a capire COSA HANNO STUDIATO! Se alla lunga, sulla cosa che conta di più: la loro SALUTE, non sono niente di più dell'ultimo analfabeta.
Personalmente non riesco proprio ad ammettere di essere stato GENERATO negli "integratori", conoscendo il significato di questa parola, ma ancora più grave che questi "integratori" circolino nel mio sangue, quindi per tutto il mio corpo.
CI e VI stanno prendendo per il "CU.." alla grande e lo hanno fatto da quando sono riusciti a mettere le mani su quel cadreghino del POTERE che non può durare.
Sono stupidamente convito che alla lunga la corda si logori e si spezzi.
Cosa ne dite VOI?
Scusate, tornando alle uova, inizio riportando parte di cosa dice un medico di base sia delle uova che del colesterolo.
Così dice su questo video un medico di base, spiegando bene cosa è l'uovo e quali benefici apporta all'individuo umano.
Non tralascia di spiegare chiaramente anche il fatto del FALSO COLESTEROLO, dando contro ai suoi colleghi che testardamente continuano a raccontare frittole per i loro benefici.
"Chi conosce meglio questo prodotto, (la presentatrice mostra un uovo), che io ho detto fondamentale per il nostro benessere, iniziando proprio dalle proprietà, quali sono le proprietà dell'uovo?
Risposta del medico:
Ma intanto l'uovo è un alimento proteico per eccellenza che è, a differenza di altri alimenti proteici, diciamo non sò, i salumi, i formaggi ecc., privo di sale, privo di conservati, privo di additivi, e quindi è una proteina pura, no, con una buona quantità di grassi all'interno, che sono però grassi molto sani, sia perchè ricchi di grassi essenziali per il nostro organismo, e anche perchè contengono una serie di sostanze come per esempio la colina, la lecitina, che sono utili anche per la gestione di questi grassi all'interno del nostro organismo, in più contengono anche una serie di vitamine liposolubili che non è facile procurarsi oggi con l'alimentazione che sono la vitamina A, utile per la pelle, la vitamina D. E' uno dei pochissimi alimenti che contiene la vitamina D. Se noi naturalmente andiamo a procurarci esposti al sole però, e poi anche la vitamina E che è un antiossidante importante.
.................
parla del COLESTEROLO e dà delle informazioni che ritengo importantissime
.................
https://www.youtube.com/watch?v=5pGhR3Q ... 2d7ws3jmgI

Mentre sul colesterolo ecco un video del dottor Mathias Rath che lo dedica completamente a questa molecola:
https://www.youtube.com/watch?v=HQT8wbCmeoU

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... medico.htm
E quì casca l'asino, e finalmente la medicina non può più nascondere le sue malefatte, ed il SISTEMA non può più nascondere che dell'individuo umano importa SOLO LA MALATTIA.
Dell'articolo mi permetto di riportare la frase:
"Innanzitutto c’è da sottolineare come, nonostante l’albume abbia un contenuto proteico maggiore, il tuorlo è ricco di preziosi nutrienti come ferro, folati, vitamina E e antiossidanti come luteina e zeaxantina, importanti per le funzioni cognitive e per la salute degli occhi. Studi recenti hanno evidenziato come il consumo di uova nell'insalata contribuisca ad un maggiore assorbimento di antiossidanti, in particolare di carotenoidi.“
Quindi l'uovo contiene gli "ALIMENTI ESSENZIALI" indispensabili per iniziare una vita circolando poi nel loro sangue, come circola anche nel sangue umano. Ce lo dice il medico facendo fare al suo cliente quando lo ritiene opportuno, l'esame del sangue per avere i valori di questi dalla medicina chiamati "integratori" ma che noi chiamaimo "ALIMENTI ESSENZIALI".
E continua:
"Tuttavia, il tuorlo dell’uovo è anche una ricca fonte di colesterolo alimentare, il cui introito eccessivo, fino a qualche anno fa, è stato associato ad un aumentato rischio di cardiopatie. In effetti il pensiero comune, in passato, era che il colesterolo alimentare entrasse immediatamente in circolo e aumentasse i livelli di colesterolo ematico, ponendo a serio rischio la salute cardiovascolare. Il colesterolo alimentare è stato per anni demonizzato come la principale causa delle patologie cardiovascolari, limitando il consumo di alimenti ricchi di nutrienti, come appunto le uova, e spianando la strada invece ad un eccessivo consumo di cibi zuccherati e di grassi parzialmente idrogenati (grassi trans).“
Questa parte vuole convincermi che il mio corpo è STUPIDO, ma questi personaggi si dimenticano che il mio corpo proviene da un tempo indefinito di EVOLUZIONE?
Quindi se è sopravissuto tutto questo tempo, penso che questo fatto dimostri senza ombra di dubbio che l'essere vivente se non fosse PERFETTO ed AUTOSUFFICIENTE non ci sarebbe più la vita sulla terra e non solo per l'Homo Sapiens..
Detto questo non riesco a capire che il colesterolo ingoiato con i cibi possa confondere il mio corpo, tanto da riuscire a causargli dei danni mortali?
Come è possibile se la maggior parte di questo colesterolo è AUTOPRODOTTO nel fegato, lasciando al caso quanto ingoiato col cibo, rischiando in ogni momento la sua salute?
Questo può essere pensato solo da persone INCOMPETENTI o VOLUTAMENTE INCOMPETENTI?
E noi, siamo così STUPIDI da credere a questi personaggi?
Povero CERVELLO UMANO!!!!
"Uova e colesterolo: sfatiamo questo falso mito!
Smettiamola di mettere al bando il consumo di uova. Questo prezioso alimento, oltre ad essere ricco di vitamine, minerali ed amminoacidi essenziali, non concorre ad aumentare il colesterolo nel sangue, tutt’altro. "
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... terolo.htm


La differenza tra una colazione con un uovo ed una “ideale” consigliata da praticamente TUTTI (o quasi) i nutrizionisti del mondo: latte (senza lattosio) e cereali (avena).

Ancora una volta vi presentiamo uno studio, fresco fresco come un ovetto appena deposto, che ha presentato risultati “inattesi“…

L’obiettivo dello studio era valutare, in pazienti con diabete di tipo II, la differenza tra una colazione con un uovo ed una “ideale” consigliata da praticamente TUTTI (o quasi) i nutrizionisti del mondo: latte (senza lattosio) e cereali (avena). Le colazioni erano isocaloriche.

I parametri controllati sono stati i classici valori ematici tipo glicemia, colesterolo… Ed altri un po’ più sofisticati che valutano i livelli di infiammazione.

Sono stati reclutati 24 soggetti di varie età tutti diabetici.
Questi hanno seguito per 5 settimane una delle due colazioni proposte, poi, dopo 3 settimane di washout, hanno seguito per altre 5 settimane l’altro tipo di colazione. Chiaramente tutti i parametri sono stati misurati all’inizio ed alla fine di ogni periodo.

I risultati:
pochi cambiamenti nel controllo del glucosio ematico, il colesterolo (ndr. e questa è già una notizia da dare a chi ha ancora paura delle uova…), l’emoglobina glicata (ndr. per forza, il trial è durato troppo poco tempo), LDL ossidato, ed altri dati ematici…

MA… La colazione con l’uovo ha migliorato nettamente i parametri/marker relativi all’infiammazione (AST e TNF-a).

Della serie: un uovo al giorno toglie il medico di torno… Un solo uovo al giorno, inserito in un’ottica di dieta standard, ha migliorato i parametri relativi all’infiammazione sistemica, praticamente un farmaco naturale. Pazzesco…

Riferimento:
Nutrients. 2015 May; 7(5): 3449–3463.
Published online 2015 May 11. doi: 10.3390/nu7053449 PMCID: PMC4446761
One Egg per Day Improves Inflammation when Compared to an Oatmeal-Based Breakfast without Increasing Other Cardiometabolic Risk Factors in Diabetic Patients
Martha Nydia Ballesteros, Fabrizio Valenzuela, Alma E. Robles, Elizabeth Artalejo, David Aguilar, Catherine . Andersen Herlindo Valdez and Maria Luz Fernandez.

Chi ha ancora paura del colesterolo alimentare?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » lun ago 05, 2019 4:16 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... medico.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Il colesterolo ha i giorni contati.
Non lo dico io ma lo dicono dei video che mi permetto di riportare sotto
Mi permetto di dirlo in quanto non riesco proprio ad ammettere, data la AUTOPRODUZIONE di questa molecola nel fegato, indispensabile per la VERA SALUTE, che il mio corpo sia TANTO STUPIDO, MA TANTO STUPIDO da AUTOPRODURSENE DI PIU' PER CAUSARSI DANNI.
Se mai, convincere l'Homo Sapiens di questo, ha portato moltissimi benefici sia alla classe medica che alle industrie, e dato che sono compari di merenda, non possono fare altro che sostenersi a vicenda.
E' VERGOGNOSO, che gli SCIENZIATI ed i CERVELLONI della medicina puntino sulle paure individuali per poter gestire i loro COMODACCI.
La parola "iper" prima, (ipervitaminosi, iperpotassemia, ipermagnesemia ecc.), denominare ciò che stà nel mio liquido seminale di maschio nel quale il mio corpo GENERA quegli spermatozoi che svolgeranno il compito per il quale sono venuto al mondo, e che stà nel mio sangue, sicuramente scritti A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA:
"integratori"
questa è stata una mossa veramente "furba" di questi IMMONDI PERSONAGGI, per creare terrore e non solo paura, onde poter dominare quella STUPIDA MASSA dell'umanità che da quando si è ritrovata "le vergogne" ha perso ogni BUONSENSO ed insieme anche la DIGNITA', dimenticandosi addirittura del perchè sono venuti al mondo. Devo far notare che l'unico animale ad avere le "vergogne" è la specie umana.
PAZZESCO.......
Cosa che il corpo sia maschile che femminile non lo ha dimenticato, in quanto il primo prima AUTOPRODUCE quel liquido seminale maschile, formato dagli "ALIMENTI ESSENZIALI" denominati vergognosamente "integratori" dalla medicina, nel quale poi GENERA regolarmente quegli spermatozoi (devo far notare la forma di questi che è simile al girino della rana ed ai pesciolini appena nati, NON VI STUPISCE QUESTO? fatevi qualche domanda in proposito), indispensabili per l'inizio della vita futura. Mentre quello femminile, ancora più preciso, seguendo quel ciclo mestruo di ogni tot giorni AUTOPRODUCE quell'ovolo che fecondato dallo spermatozoo, darà la vita alla CONTINUAZIONE DELLA SPECIE.
IL TUTTO PERO' SENZA L'USO DEL SUO GRANDE "STUPIDO" CERVELLONE!!!

Mi permetto di dirlo, specialmente alle persone che si dice: HANNO STUDIATO, ma che non riesco a capire COSA HANNO STUDIATO! Se alla lunga, sulla cosa che conta di più: la loro SALUTE, non sono niente di più dell'ultimo analfabeta.
Personalmente non riesco proprio ad ammettere di essere stato GENERATO negli "integratori", conoscendo il significato di questa parola, ma ancora più grave che questi "integratori" circolino nel mio sangue, quindi per tutto il mio corpo.
CI e VI stanno prendendo per il "CU.." alla grande e lo hanno fatto da quando sono riusciti a mettere le mani su quel cadreghino del POTERE che non può durare.
Sono stupidamente convito che alla lunga la corda si logori e si spezzi.
Cosa ne dite VOI?
Scusate, tornando alle uova, inizio riportando parte di cosa dice un medico di base sia delle uova che del colesterolo.
Così dice su questo video un medico di base, spiegando bene cosa è l'uovo e quali benefici apporta all'individuo umano.
Non tralascia di spiegare chiaramente anche il fatto del FALSO COLESTEROLO, dando contro ai suoi colleghi che testardamente continuano a raccontare frittole per i loro benefici.
"Chi conosce meglio questo prodotto, (la presentatrice mostra un uovo), che io ho detto fondamentale per il nostro benessere, iniziando proprio dalle proprietà, quali sono le proprietà dell'uovo?
Risposta del medico:
Ma intanto l'uovo è un alimento proteico per eccellenza che è, a differenza di altri alimenti proteici, diciamo non sò, i salumi, i formaggi ecc., privo di sale, privo di conservati, privo di additivi, e quindi è una proteina pura, no, con una buona quantità di grassi all'interno, che sono però grassi molto sani, sia perchè ricchi di grassi essenziali per il nostro organismo, e anche perchè contengono una serie di sostanze come per esempio la colina, la lecitina, che sono utili anche per la gestione di questi grassi all'interno del nostro organismo, in più contengono anche una serie di vitamine liposolubili che non è facile procurarsi oggi con l'alimentazione che sono la vitamina A, utile per la pelle, la vitamina D. E' uno dei pochissimi alimenti che contiene la vitamina D. Se noi naturalmente andiamo a procurarci esposti al sole però, e poi anche la vitamina E che è un antiossidante importante.
.................
parla del COLESTEROLO e dà delle informazioni che ritengo importantissime
.................
https://www.youtube.com/watch?v=5pGhR3Q ... 2d7ws3jmgI

Mentre sul colesterolo ecco un video del dottor Mathias Rath che lo dedica completamente a questa molecola:
https://www.youtube.com/watch?v=HQT8wbCmeoU

L'articolo in oggetto recita:
"La differenza tra una colazione con un uovo ed una “ideale” consigliata da praticamente TUTTI (o quasi) i nutrizionisti del mondo: latte (senza lattosio) e cereali (avena).
Ancora una volta vi presentiamo uno studio, fresco fresco come un ovetto appena deposto, che ha presentato risultati “inattesi“…
L’obiettivo dello studio era valutare, in pazienti con diabete di tipo II, la differenza tra una colazione con un uovo ed una “ideale” consigliata da praticamente TUTTI (o quasi) i nutrizionisti del mondo: latte (senza lattosio) e cereali (avena). Le colazioni erano isocaloriche."
Questo articolo dimostra chiaramente che il mondo della scienza mette in campo ogni sua risorsa per confondere le idee a tutta la umanità, classico della medicina, agendo sulle paure delle persone, unico modo della medicina per dominare sui futuri potenziali clienti.
Questo è DEMONIZZARE TUTTI I CIBI NATURALI che ingoiandoli regalano la VERA SALUTE cominciando dal LATTE passando per i LATTICINI, continuando per la CARNE fino alle UOVA.
Sono certo che finchè ci saranno ALLOCCHI questo SISTEMA continuerà a vincere creando malattie e di conseguenza TANTA SOFFERENZA.
Non aggiungo altro, lascio ad ognuno la sua potenzialit' di ALLOCCO.
Cosa stà succedendo sul fatto che le uova fanno aumentare il COLESTEROLO e non se ne possono ingoiare più di due alla settimana senza correre seri rischi?
L'articolo in oggetto, datato 14/05/2018 è redatto alcuni mesi dopo il mio post sulle due uova al giorno che riporta i miei esami del sangue con un valore del COLESTEROLO a 168, valore mai avuto in tutta la mia vita.
L'articolo scrive:
"Uova e colesterolo: assolte con formula piena. Se ne possono mangiare 12 a settimana senza problemi:
Emma Morano, la donna che fino al 17 aprile dello scorso anno deteneva il record di longevità con i suoi 117 anni, mangiava 3 uova al giorno. Eppure la maggior parte di noi pensa che le uova vadano assunte con moderazione, perché contengono molto colesterolo e molti grassi e dunque possono creare problemi al cuore oltre a far ingrassare.
Ma una nuova ricerca, condotta dall’Università di Sydney, nella Sydney Medical School, dipana ogni dubbio: mangiare fino a 12 uova a settimana (ovvero quasi due al giorno) non fa aumentare di peso e neppure alza i rischi di incorrere in patologie cardiovascolari. In particolare i test condotti dai ricercatori hanno riguardato persone afflitte da diabete. Le persone con questa patologia sono ancora più a rischio degli altri perché hanno più alti livelli di colesterolo cosiddetto “cattivo”, ovvero l’Ldl che si deposita sulle arterie e che in tutti, portando al restringimento dei vasi, contribuisce enormemente alla genesi dell’aterosclerosi. Viene contrapposto al colesterolo Hdl, quello “buono”, che non provoca alcun danno alle arterie ma, anzi, rimuovendo il colesterolo dalle pareti dei vasi per trasportarlo al fegato ha una funzione protettiva. Consumare due uova fa superare di gran lunga il fabbisogno di colesterolo quotidiano. E per questo sono state per anni messe sotto accusa."

Infatti sono uscito con questo post il: 07 novembre 2017 col titolo "Mangiare ogni giorno uova fà male: In particolare è pericoloso per il COLESTEROLO? Molti studi tendono ormai a negare....."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm
In seguito a questo mio post altre testimonianze, quindi conferme in merito:
15 novembre 2017 Testimonianza di Riccardo Taiocchi sulle due uova al giorno
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... hiuovo.htm

13 novembre 2017 Testimonianza di GRoberta Figini sulle due uova al giorno
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... niuova.htm

11 novembre 2017 Testimonianza di Domenico Tosetto che ingoia due uova sode ogni sera
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... touova.htm

10 novembre 2017 Testimonianza di Giuseppe Vitale sulle due uova al giorno
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... neuova.htm
Dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm
Sarà che questi signori hanno capito di perdere la faccia con le loro false dichiarazioni? Me lo auguro proprio.
Mi permetto di riportare questo articolo sulle uova, in quanto, con Franca ne abbiamo una esperienza personale recente:
DUE UOVA OGNI MATTINA da due anni il sottoscritto e da un anno per Franca.
La diceria della medicina che le uova aumentano il COLESTEROLO è pienamente FALSO come FALSE sono moltissime altre sue informazioni.
Riporto senza problemi i miei esami del sangue fatto in data 19 ottobre 2017.
Con mia tanta soddisfazione devo riportare una mia personale esperienza DOCUMENTATA che lascerà di stucco molte persone e che conferma il ragionamento che ho inserito in molte risposte quando si parlava di COLESTEROLO ALTO.
Mi permetto di riportarlo anche quì:
Si sà con certezza che il COLESTEROLO è AUTOPRODOTTO dal fegato per TUTTI le specie animali.
Lo è per un minimo dell'80%, mentre il rimanente 20% l'individuo lo preleva dal CIBO.
Ed è proprio a quel piccolo 20% che la medicina si appiglia per ridurre questo COLESTEROLO nel sangue, consigliando di eliminare i CIBI che lo contengono, che se non si abbassa, si prescrivono le STATINE che hanno il potere di agire sulla produzione del fegato, causando nel tempo i danni previsti dal foglio illustrativo.
Si parla di formaggi dichiarati GRASSI che sono di origine animale::
BURRO
STRUTTO
LARDO
SUGNA
SEGO
ecc.
LATTE e derivati
FORMAGGI
RICOTTE
YOGURT
PESCE e prodotti della pesca
ed anche le
UOVA (tutte le uova)
ecc.
Ora avendo la certezza che ad AUTOPRODURRE questo COLESTEROLO è il fegato, e dato che a dare quest'ordine è proprio il corpo dell'individuo, dato che questo corpo si sà AUTOGUARIRE e NON AUTOLESIONARSI, non riesco a pensare che questo corpo sia TANTO STUPIDO DA AUTOPRODURSI PIU' COLESTEROLO PER DANNEGGIARSI!!!
Ho iniziato ad ingoiare due uova ogni mattina dal novembre 2016, in ferie compreso, due uova al tegamino, ingoiando crudo il rosso, più formaggi per tutti i pasti, quindi sono rimasto molto sorpreso del valore del COLESTEROLO LDL nell'ultimo esame del sangue del 19 ottobre 2017.
Non solo, ma anche il valore dei collegati TRIGLIGERIDI è molto ridotto.
NON HO MAI AVUTO UN VALORE DEL COLESTEROLO COSI' BASSO, MENTRE I TRIGLIGERIDI AUMENTATI NEGLI ULTIMI ANNI SI SONO NUOVAMENTE ABBASSATI.
CREATININA 1.10 mg/dl V.R. 0.66-1.25
COLESTEROLO 168 mg/dl V.R. < 200
HDL COLESTEROLO 40 mg/dl V.R. > 45
TRIGLIGERIDI 71 mg/dl V.R. < 150
SODIO 141 mmol/l V.R. 137 - 145
POTASSIO 4.3 mmol/l V.R. 3.5 - 5.1
CEA 1.8 V.R. <=3 marcatore tumore
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 75.0 ng/ml V.R. 30 - 100
ACIDO FOLICO 14.60 ng/ml V.R. 2.76 - 20
VITAMINA B12 440.0 ng/ml V.R. 239 - 931
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tt2017.htm

per tutti gli esami del passato:
http://acidoascorbico.altervista.org/Vo ... samisu.htm

Ed ora ecco i miei esami del 22/01/2019 ed il mio COLESTEROLO LDL è a 183, mentre l'esame precedente era 168 continuando con 2 uova al giorno costantemente.
"Questi i risultati degli esami del sangue miei ritirati in data 22/01/2019.
Devo far presente che è circa 18 mesi che Franca ingoia 20000 UI di vitamina D, e personalmente la stessa dose da 10 mesi, ingoiando entrambi ogni giorno come detto sopra 2, uova ogni mattina, poi lei la zuppa di latte, mentre personalmente me ne bevo un bicchiere. Per me ogni mattina circa 50 grammi di prosciutto crudo.
EMOCROMO tutto nella norma
ACIDO URICO 3.8 g/ml V.R. 3.5 - 8.5 valore molto basso
CREATININA 1.00 mg/dl V.R. 0.66-1.25
COLESTEROLO 183 mg/dl V.R. < 200
HDL COLESTEROLO 34 mg/dl V.R. > 45
TRIGLIGERIDI 92 mg/dl V.R. < 150
SODIO 142 mmol/l V.R. 137 - 145
POTASSIO 5.1 mmol/l V.R. 3.5 - 5.1
CEA 3.5 V.R. <=3.0
FERRITINA 95.3 ng/ml V.R. 17.9 - 464
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 97.8 ng/ml V.R. 30 - 100
ACIDO FOLICO 16.90 ng/ml V.R. 2.76 - 20
VITAMINA B12 458.0 ng/ml V.R. 239 - 931
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... naio19.htm

Ed ora ecco gli esami di Franca del 22/01/2019 ed il suo COLESTEROLO LDL è a 168.
"Questi i risultati degli esami del sangue di Franca ritirati in data 22/01/2019.
Devo far presente che è circa 18 mesi che Franca ingoia 20000 UI di vitamina D, e personalmente la stessa dose da 10 mesi, ingoiando entrambi ogni giorno come detto sopra 2, uova ogni mattina, poi lei la zuppa di latte, mentre personalmente me ne bevo un bicchiere.
EMOCROMO tutto nella norma
GLICEMIA 85 mg/dl V.R. 70 - 100
CREATININA 0.80 mg/dl V.R. 0.66-1.25
COLESTEROLO 168 mg/dl V.R. < 200
HDL COLESTEROLO 50 mg/dl V.R. > 45
TRIGLIGERIDI 89 mg/dl V.R. < 150
SODIO 142 mmol/l V.R. 137 - 145
POTASSIO 4.8 mmol/l V.R. 3.5 - 5.1
CEA 0.7 V.R. <=3.0
CA 19-9 (GICA) 7.9 ng/ml V.R. <=37
T.S.H. 0.98 mIU/l V.R. 0.46 - 4..68
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 128 ng/ml V.R. 30 - 100
ACIDO FOLICO 18.30 p; ng/ V.R. 2.76 - 20
VITAMINA B12 856.0 ng/ml V.R. 239 - 931
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... naio19.htm

per tutti gli esami del passato di Franca:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... franca.htm
Devo far notare che con Franca non abbiamo mai avuto un COLESTEROLO COSI' BASSO.

Ed ora vediti questo video molto che ritengo molto esplicativo:
un uovo al giorno
https://youtu.be/f-2h5UGFCSk?list=PL2yU ... fVEYZF6NXR
Quindi lascio al lettore tirare le sue personali conclusioni riportando invece nel fondo pagina i:
10 MOTIVI PER MANGIARE UOVA OGNI GIORNO
oltre la utilità dimostrata con questa mia esperienza per ogni corpo che vuole la SALUTE.
Riguardo al COLESTEROLO, il Dottor Dwight Lundell, informa sulle FALSITA' e dice:
"Durante 25 anni come chirurgo toracico, la mia vita è stata dedicata con passione a trattare le malattie del cuore; ho dato a diverse migliaia di pazienti una seconda possibilità di vita. Però ho notato che la malattia era SOLO INFIAMMAZIONE.
Poi qualche anno fa ho preso la decisione più difficile della mia carriera di medico. Ho lasciato la chirurgia che amavo, per avere la libertà necessaria di dire la verità sulle malattie cardiache, l'infiammazione, le statine e gli attuali metodi di trattamento di tali malattie.
L'infiammazione non è una cosa complicata - è semplicemente una difesa naturale del corpo ad un invasore estraneo, come tossine, batteri o virus. Il processo di infiammazione è perfetto nel modo in cui protegge il corpo da questi invasori batterici e virali. Tuttavia, se esponiamo frequentemente il corpo ai danni da tossine o alimenti che il corpo umano non è stato progettato per elaborare, si verifica una condizione chiamata infiammazione cronica. L'infiammazione cronica è nociva tanto quanto l'infiammazione acuta è benefica.
Quale persona ragionevole vorrebbe intenzionalmente esporsi ripetutamente ad alimenti o altre sostanze che sono note per causare lesioni al corpo? Beh, forse i fumatori, ma almeno hanno fatto questa scelta volontariamente.
Provate a pensare di strofinare ripetutamente con una spazzola rigida la nostra pelle morbida finché non diventa tutta rossa e quasi sanguinante. Pensate di fare questo più volte al giorno, tutti i giorni per cinque anni. Se si potesse sopportare questa dolorosa spazzolatura, si arriverebbe ad avere un’area gonfia, sanguinante e
infetta che si aggrava dopo ogni ripetuto attacco. Questo è un buon modo per visualizzare il processo infiammatorio che potrebbe essere in corso nel vostro corpo in questo momento.
Il processo infiammatorio è lo stesso, indipendentemente da dove avviene, esternamente o internamente. Io ho guardato dentro migliaia e migliaia di arterie. La parete di un’arteria malata fa pensare proprio a qualcuno che la abbia ripetutamente strofinata con una spazzola. Più volte al giorno, ogni giorno, i cibi che mangiamo creano piccole ferite che si aggiungono a ferite, stimolando l'organismo a rispondere in modo continuo all'infiammazione."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iologo.htm

Quindi è chiaro che non conta nulla essere "fruttivoro", "animalista", "vegetariano", "carnivoro", "erbivoro" o di un'altra qualsiasi inventata umana alimentazione, poichè alla fine per vivere ogni essere vivente ha bisogno del corpo di un altro essere vivente, quindi dei suoi "ALIMENTI ESSENZIALI" che alla fine danno la SALUTE alle cellule del suo corpo, che per farlo DEVE TOGLIERGLI LA VITA.
La pagina recita:
"LE CELLULE SONO IMMORTALI!
ALLORA PERCHE' MORIAMO?
Alexis Carrel dimostrò che le cellule sono immortali facendo vivere il cuore di un pollo per 29 anni!
Ecco qual'è il segreto dell'immortalità e della morte.
In passato è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute.
E' stato dimostrato realmente in laboratorio da un famoso premio Nobel.
Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, Al Rockefeller Institutte for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 29 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.
Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sua escrescenze.
Difatti le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte.
Carrel mantenne in vita cellule di un cuore di pollo fino a quando qualcuno si dimenticò (dimenticato) di eliminare le loro escrezioni.
Riuscì quasi a decuplicare la media durata di vita di quelle cellule.
La chiave per mantenere in perfetta salute una cellula è quella di liberarla dai residui dentro e intorno ad essa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eterne.htm

Premetto e ricordo quanto segue:
LE FECI NON DEVONO ESSERE DURE, MA MORBIDE, ED A VOLTE ANCHE LIQUIDE poichè dipende sopratutto dal CIBO che si è ingoiato il giorno precedente. Sì perchè questi scarti non devono stare giorni negli intestini, ma devono essere subito ELIMINATI.
LE FECI DURE E LA STITICHEZZA SONO PRIMA DI TUTTO LA CAUSA DELLE EMORROIDI, QUINDI LAVORO PER LA CLASSE MEDICA, MA QUANTA SOFFERENZA PER L'INDIVIDUO!
Personalmente la conosco bene, però risolta senza problemi ingoiando l'ACIDO ASCORBICO e la vitamina E
DEVO SFATARE LA CONVINZIONE CHE LE DONNE INCINTE DEBBANO SOFFRIRE DI EMORROIDI, IN QUANTO E' FALSA LA CONVINZIONE CHE SIANO CAUSATE DAL LORO STATO.
Difatti non mi risulta che le femmine delle altre specie soffrano di EMORROIDI, e a voi?
La STITICHEZZA è la malattia più grave di cui soffre la umanità, in quanto è dagli intestini che iniziano TUTTE le malattie possibili. La causa vera di questa STITICHEZZA è la CARENZA certa di ACIDO ASCORBICO. Difatti quando si parla di ACIDO ASCORBICO viene immediatamente collegata la DIARREA. La prova semplice è che nessun essere vivente soffre di STITICHEZZA. Loro non hanno gabinetti e sono certo che non si curano di dove depositano le loro feci liberando i loro intestini.
Questo semplice fatto anche da solo dimostra senza ombra di dubbio che liberare gli intestini è un fatto IMPORTANTISSIMO.
Questi CIBI INNATURALI gli scaffali, quindi delle industrie alimentari, sono la prima causa di STITICHEZZA, la malattia più grave per l'uomo ed è la causa di TUTTE le malattie conosciute e sconosciute poichè è dagli intestini che hanno l'inizio.
La medicina non la considera tale, poichè i suoi interessi sono tutt'altro che la SALUTE UMANA.
La dimostrazione pratica è che molti di noi, camminando per strada hanno avuto la disavventura di trovarsi le feci di un colombo o di un altro uccello sul vestito.
LE FECI NON DEVONO ESSERE DURE, MA MORBIDE, ED A VOLTE ANCHE LIQUIDE poichè dipende sopratutto dal CIBO che si è ingoiato il giorno precedente. Sì perchè questi scarti non devono stare giorni dagli intestini, ma devono essere subito ELIMINATI.
LE FECI DURE E LA STITICHEZZA SONO LA CAUSA DELLE EMORROIDI, QUINDI LAVORO PER LA CLASSE MEDICA, MA QUANTA SOFFERENZA PER L'INDIVIDUO.
DEVO SFATARE LA CONVINZIONE CHE LE DONNE INCINTE DEBBANO SOFFRIRE DI EMORROIDI, IN QUANTO E' FALSA LA CONVINZIONE CHE SIANO CAUSATE DAL LORO STATO.
Difatti non mi risulta che le femmine delle altre specie soffrano di EMORROIDI, e a voi?
Un altro fatto incontestabile però è che TUTTE le specie, sia animali che vegetali hanno la AUTOPRODUZIONE di questo ACIDO ASCORBICO.
Che sia IMPORTANTISSIMO eliminare gli scarti dal corpo lo conferma il dottor Alexis Carrel, un francese Premio Nobel. La pagina recita:
"LE CELLULE SONO IMMORTALI!
ALLORA PERCHE' MORIAMO?
Alexis Carrel dimostrò che le cellule sono immortali facendo vivere il cuore di un pollo per 29 anni!
Ecco qual'è il segreto dell'immortalità e della morte.
In passato è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute.
E' stato dimostrato realmente in laboratorio da un famoso premio Nobel.
Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, Al Rockefeller Institutte for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 29 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.
Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sua escrescenze.
Difatti le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte.
Carrel mantenne in vita cellule di un cuore di pollo fino a quando qualcuno si dimenticò (dimenticato) di eliminare le loro escrezioni.
Riuscì quasi a decuplicare la media durata di vita di quelle cellule.
La chiave per mantenere in perfetta salute una cellula è quella di liberarla dai residui dentro e intorno ad essa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eterne.htm
Dalla pagina
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... chezza.htm
Quindi è comprensibile che la STITICHEZZA è CONTRONATURA ed il 50% della causa delle MALATTIE.
Naturalmente l'altro 50% ne sono la CARENZA degli "ALIMENTI ESSENZIALI".
Quindi cibarsi dagli SCAFFALI, prodotti dalle industrie alimentari, contenenti PRODOTTI CHIMICI non possono essere l'alimento giusto per la VERA SALUTE dell'individuo in quanto non ne fanno parte nè delle cellule nè del sangue.
"Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aromia.htm

Ora, capito quanto sopra, abbiamo CERTEZZA E SENZA OMBRA DI DUBBIO che le "ricerche" denominate "scientifiche" NON POSSONO ESSERE UTILI A NESSUN ESSERE VIVENTE, TANTOMENO PER L'UMANITA', poichè i PRODOTTI CHIMICI, come i PRODOTTI DEGLI SCAFFALI, non possono fornire gli "ALIMENTI ESSENZIALI" INDISPENSABILI AL CORPO DI CHI LI INGERISCE.
Quindi è comprensibile che le ASSOCIAZIONI si nascondono dietro la parola RICERCA per spillare denaro alle persone.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tt2017.htm
10 MOTIVI PER MANGIARE UOVA OGNI GIORNO
1- SONO QUASI IL CIBO PIU' NUTRIENTE CHE CI SIA
Le uova contengono molti nutrienti
tra cui in media 6 grammi di proteine, 5 grammi di grassi buoni e sole 77 kcal l'una
2- NON INFLUENZANO I LIVELLI DI COLESTEROLO SANGUIGNO
Diversi studi hanno dimostrato che le uova
non sono responsabili dell'innalzamento dei livelli del colesterolo sanguigno
L'unico tipo di colesterolo che le uova tendono ad aumentare è quello buono HDL
3- CONTENGONO COLINA
Contengono la colina, una sostanza che spesso non viene assunta in quantità sufficiente
5- TRASFORMANO LE PARTICELLE DI COLESTEROLO LDL
Convertono le particelle di colesterolo LDL da piccole e dense a larghe
che sono quelle meno correlate al rischio di malattie cardiache
6- CONTENGONO ANTIOSSIDANTI BUONI PER LA VISTA
La luteina e la zeaxantina sono due antiossidanti presenti nelle uova
che sono molto benefici per la salute degli occhi
7- SONO RICCHE DI OMEGA3
Sono richhe di omega3 ed abbassano i trigligeridi
8- SONO UN'OTTIMA FONTE DI PROTEINE
Le proteine delle uova sono notevoli
e vengono assorbite al meglio grazie agli aminoacidi che contengono
9- POTREBBERO RIDURRE IL RISCHIO DI ICTUS
Molte ricerche hanno correlato un minore rischio di ICTUS al consumo di uova
10- SONO CONSIGLIATE PER UNA DIETA DIMAGRANTE
Hanno un potere saziante molto alto
ragion per cui sono ottime fa consumare nelle diete dimagranti
http://digilander.libero.it/genfranco4/ ... giorno.htm
Emma Morano, la donna che fino al 17 aprile dello scorso anno deteneva il record di longevità con i suoi 117 anni, mangiava 3 uova al giorno. Eppure la maggior parte di noi pensa che le uova vadano assunte con moderazione, perché contengono molto colesterolo e molti grassi e dunque possono creare problemi al cuore oltre a far ingrassare.
Ma una nuova ricerca, condotta dall’Università di Sydney, nella Sydney Medical School, dipana ogni dubbio: mangiare fino a 12 uova a settimana (ovvero quasi due al giorno) non fa aumentare di peso e neppure alza i rischi di incorrere in patologie cardiovascolari. In particolare i test condotti dai ricercatori hanno riguardato persone afflitte da diabete. Le persone con questa patologia sono ancora più a rischio degli altri perché hanno più alti livelli di colesterolo cosiddetto “cattivo”, ovvero l’Ldl che si deposita sulle arterie e che in tutti, portando al restringimento dei vasi, contribuisce enormemente alla genesi dell’aterosclerosi. Viene contrapposto al colesterolo Hdl, quello “buono”, che non provoca alcun danno alle arterie ma, anzi, rimuovendo il colesterolo dalle pareti dei vasi per trasportarlo al fegato ha una funzione protettiva. Consumare due uova fa superare di gran lunga il fabbisogno di colesterolo quotidiano. E per questo sono state per anni messe sotto accusa.
Durante la ricerca sono stati tracciati una serie di fattori che posso rivelare rischi cardiovascolari, come colesterolo, zuccheri contenuti nel sangue e pressione arteriosa. E il risultato è che non sono state osservate variazioni rilevanti.
Il test ha riguardato un gruppo di partecipanti che hanno seguito per tre mesi una dieta che manteneva il peso corporeo, ma includeva 12 uova a settimana. Sono stati messi a confronto con altri che ne mangiavano solo due. In un periodo successivo di altri re mesi, entrambi i gruppi hanno poi seguito una dieta per dimagrire, continuando a mangiare tante o poche uova. Poi sono stati monitorati per altri sei mesi.
Per tutto il corso dell’esperimento in nessun gruppo sono emerse anomalie. Ed entrambi i gruppi sono riusciti a dimagrire indipendentemente dal consumo di uova, mantenendo la forma anche una volta terminata la prova.
Il tuo uovo sodo è pronto? Questo trucchetto geniale ti aiuta a capirlo
Sulle uova in realtà c’è un dibattito aperto. Sono infatti una importante sorgente di proteine e di micronutrienti, aiutano a regolare l’assunzione dei grassi e dei carboidrati e secondo molti medici contribuiscono alla salute di occhi, cuore, vasi sanguigni. Inoltre contengono vitamina A, la riboflavina, l’acido folico (e dunque sono importanti in gravidanza), le vitamine B6 e 12, la colina, ferro, calcio, fosforo e potassio. Infine, in particolare nel tuorlo, contengono lecitine. E potrebbe essere proprio questo il loro segreto. Le lecitine infatti favoriscono il trasporto del colesterolo dalle arterie al fegato, potenziando l’azione del colesterolo “buono”.
Tutto qui? No, grazie al loro prezioso contenuto potenziano le performance cerebrali e sono pure “veloci” da digerire: vengono smaltite in due ore, contro le tre necessarie a una porzione di carne.
L’unico problema potrebbero averlo le persone che soffrono di calcoli al fegato, perché proprio il grande quantitativo di lipidi stimola la cistifellea, causando coliche. Nulla può essere perfetto.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm
La differenza tra una colazione con un uovo ed una “ideale” consigliata da praticamente TUTTI (o quasi) i nutrizionisti del mondo: latte (senza lattosio) e cereali (avena).
Ancora una volta vi presentiamo uno studio, fresco fresco come un ovetto appena deposto, che ha presentato risultati “inattesi“…
L’obiettivo dello studio era valutare, in pazienti con diabete di tipo II, la differenza tra una colazione con un uovo ed una “ideale” consigliata da praticamente TUTTI (o quasi) i nutrizionisti del mondo: latte (senza lattosio) e cereali (avena). Le colazioni erano isocaloriche.
I parametri controllati sono stati i classici valori ematici tipo glicemia, colesterolo… Ed altri un po’ più sofisticati che valutano i livelli di infiammazione.
Sono stati reclutati 24 soggetti di varie età tutti diabetici.
Questi hanno seguito per 5 settimane una delle due colazioni proposte, poi, dopo 3 settimane di washout, hanno seguito per altre 5 settimane l’altro tipo di colazione. Chiaramente tutti i parametri sono stati misurati all’inizio ed alla fine di ogni periodo.
I risultati:
pochi cambiamenti nel controllo del glucosio ematico, il colesterolo (ndr. e questa è già una notizia da dare a chi ha ancora paura delle uova…), l’emoglobina glicata (ndr. per forza, il trial è durato troppo poco tempo), LDL ossidato, ed altri dati ematici…
MA… La colazione con l’uovo ha migliorato nettamente i parametri/marker relativi all’infiammazione (AST e TNF-a).
Della serie: un uovo al giorno toglie il medico di torno… Un solo uovo al giorno, inserito in un’ottica di dieta standard, ha migliorato i parametri relativi all’infiammazione sistemica, praticamente un farmaco naturale. Pazzesco…
Riferimento:
Nutrients. 2015 May; 7(5): 3449–3463.
Published online 2015 May 11. doi: 10.3390/nu7053449 PMCID: PMC4446761
One Egg per Day Improves Inflammation when Compared to an Oatmeal-Based Breakfast without Increasing Other Cardiometabolic Risk Factors in Diabetic Patients
Martha Nydia Ballesteros, Fabrizio Valenzuela, Alma E. Robles, Elizabeth Artalejo, David Aguilar, Catherine . Andersen Herlindo Valdez and Maria Luz Fernandez.
Chi ha ancora paura del colesterolo alimentare?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... medico.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mer ago 07, 2019 7:08 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... terolo.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

E quì casca l'asino, e finalmente la medicina non può più nascondere le sue malefatte, ed il SISTEMA non può più nascondere che dell'individuo umano importa SOLO LA MALATTIA.
Dell'articolo mi permetto di riportare la frase:
"Innanzitutto c’è da sottolineare come, nonostante l’albume abbia un contenuto proteico maggiore, il tuorlo è ricco di preziosi nutrienti come ferro, folati, vitamina E e antiossidanti come luteina e zeaxantina, importanti per le funzioni cognitive e per la salute degli occhi. Studi recenti hanno evidenziato come il consumo di uova nell'insalata contribuisca ad un maggiore assorbimento di antiossidanti, in particolare di carotenoidi.“
Quindi l'uovo contiene gli "ALIMENTI ESSENZIALI" indispensabili per iniziare una vita circolando poi nel loro sangue, come circola anche nel sangue umano. Ce lo dice il medico facendo fare al suo cliente quando lo ritiene opportuno, l'esame del sangue per avere i valori di questi dalla medicina chiamati "integratori" ma che noi chiamaimo "ALIMENTI ESSENZIALI".
E continua:
"Tuttavia, il tuorlo dell’uovo è anche una ricca fonte di colesterolo alimentare, il cui introito eccessivo, fino a qualche anno fa, è stato associato ad un aumentato rischio di cardiopatie. In effetti il pensiero comune, in passato, era che il colesterolo alimentare entrasse immediatamente in circolo e aumentasse i livelli di colesterolo ematico, ponendo a serio rischio la salute cardiovascolare. Il colesterolo alimentare è stato per anni demonizzato come la principale causa delle patologie cardiovascolari, limitando il consumo di alimenti ricchi di nutrienti, come appunto le uova, e spianando la strada invece ad un eccessivo consumo di cibi zuccherati e di grassi parzialmente idrogenati (grassi trans).“
Questa parte vuole convincermi che il mio corpo è STUPIDO, ma questi personaggi si dimenticano che il mio corpo proviene da un tempo indefinito di EVOLUZIONE?
Quindi se è sopravissuto tutto questo tempo, penso che questo fatto dimostri senza ombra di dubbio che l'essere vivente se non fosse PERFETTO ed AUTOSUFFICIENTE non ci sarebbe più la vita sulla terra e non solo per l'Homo Sapiens..
Detto questo non riesco a capire che il colesterolo ingoiato con i cibi possa confondere il mio corpo, tanto da riuscire a causargli dei danni mortali?
Come è possibile se la maggior parte di questo colesterolo è AUTOPRODOTTO nel fegato, lasciando al caso quanto ingoiato col cibo, rischiando in ogni momento la sua salute?
Questo può essere pensato solo da persone INCOMPETENTI o VOLUTAMENTE INCOMPETENTI?
E noi, siamo così STUPIDI da credere a questi personaggi?
Povero CERVELLO UMANO!!!!

Con mia tanta soddisfazione devo riportare una mia personale esperienza DOCUMENTATA che lascerà di stucco molte persone e che conferma il ragionamento che ho inserito in molte risposte quando si parlava di COLESTEROLO ALTO.
Mi permetto di riportarlo anche quì:
Si sà con certezza che il COLESTEROLO è AUTOPRODOTTO dal fegato per TUTTI le specie animali.
Lo è per un minimo dell'80%, mentre il rimanente 20% l'individuo lo preleva dal CIBO.
Ed è proprio a quel piccolo 20% che la medicina si appiglia per ridurre questo COLESTEROLO nel sangue, consigliando di eliminare i CIBI che lo contengono, che se non si abbassa, si prescrivono le STATINE che hanno il potere di agire sulla produzione del fegato, causando nel tempo i danni previsti dal foglio illustrativo.
Si parla di formaggi dichiarati GRASSI che sono di origine animale::
BURRO
STRUTTO
LARDO
SUGNA
SEGO
ecc.
LATTE e derivati
FORMAGGI
RICOTTE
YOGURT
PESCE e prodotti della pesca
ed anche le
UOVA (tutte le uova)
ecc.
Ora avendo la certezza che ad AUTOPRODURRE questo COLESTEROLO è il fegato, e dato che a dare quest'ordine è proprio il corpo dell'individuo, dato che questo corpo si sà AUTOGUARIRE e NON AUTOLESIONARSI, non riesco a pensare che questo corpo sia TANTO STUPIDO DA AUTOPRODURSI PIU' COLESTEROLO PER DANNEGGIARSI!!!
Ho iniziato ad ingoiare due uova ogni mattina dal novembre 2016, in ferie compreso, due uova al tegamino, ingoiando crudo il rosso, più formaggi per tutti i pasti, quindi sono rimasto molto sorpreso del valore del COLESTEROLO LDL nell'ultimo esame del sangue del 19 ottobre 2017.
Non solo, ma anche il valore dei collegati TRIGLIGERIDI è molto ridotto.
NON HO MAI AVUTO UN VALORE DEL COLESTEROLO COSI' BASSO, MENTRE I TRIGLIGERIDI AUMENTATI NEGLI ULTIMI ANNI SI SONO NUOVAMENTE ABBASSATI.
CREATININA 1.10 mg/dl        V.R. 0.66-1.25
COLESTEROLO 168 mg/dl V.R. < 200
HDL COLESTEROLO 40 mg/dl V.R. > 45
TRIGLIGERIDI 71 mg/dl          V.R. < 150
SODIO 141 mmol/l V.R. 137 - 145
POTASSIO 4.3 mmol/l          V.R. 3.5 - 5.1
CEA 1.8 V.R. <=3 marcatore tumore
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 75.0 ng/ml V.R. 30 - 100
ACIDO FOLICO 14.60 ng/ml          V.R. 2.76 - 20
VITAMINA B12 440.0 ng/ml V.R. 239 - 931
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tt2017.htm

per tutti gli esami del passato:
http://acidoascorbico.altervista.org/Vo ... samisu.htm

Ed ora vediti questo video molto che ritengo molto esplicativo:
un uovo al giorno
https://youtu.be/f-2h5UGFCSk?list=PL2yU ... fVEYZF6NXR
Quindi lascio al lettore tirare le sue personali conclusioni riportando invece nel fondo pagina i:
10 MOTIVI PER MANGIARE UOVA OGNI GIORNO
oltre la utilità dimostrata con questa mia esperienza per ogni corpo che vuole la SALUTE.
Riguardo al COLESTEROLO, il Dottor Dwight Lundell, informa sulle FALSITA' e dice:
"Durante 25 anni come chirurgo toracico, la mia vita è stata dedicata con passione a trattare le malattie del cuore; ho dato a diverse migliaia di pazienti una seconda possibilità di vita. Però ho notato che la malattia era SOLO INFIAMMAZIONE.
Poi qualche anno fa ho preso la decisione più difficile della mia carriera di medico. Ho lasciato la chirurgia che amavo, per avere la libertà necessaria di dire la verità sulle malattie cardiache, l'infiammazione, le statine e gli attuali metodi di trattamento di tali malattie.
L'infiammazione non è una cosa complicata - è semplicemente una difesa naturale del corpo ad un invasore estraneo, come tossine, batteri o virus. Il processo di infiammazione è perfetto nel modo in cui protegge il corpo da questi invasori batterici e virali. Tuttavia, se esponiamo frequentemente il corpo ai danni da tossine o alimenti che il corpo umano non è stato progettato per elaborare, si verifica una condizione chiamata infiammazione cronica. L'infiammazione cronica è nociva tanto quanto l'infiammazione acuta è benefica.
Quale persona ragionevole vorrebbe intenzionalmente esporsi ripetutamente ad alimenti o altre sostanze che sono note per causare lesioni al corpo? Beh, forse i fumatori, ma almeno hanno fatto questa scelta volontariamente.
Provate a pensare di strofinare ripetutamente con una spazzola rigida la nostra pelle morbida finché non diventa tutta rossa e quasi sanguinante. Pensate di fare questo più volte al giorno, tutti i giorni per cinque anni. Se si potesse sopportare questa dolorosa spazzolatura, si arriverebbe ad avere un’area gonfia, sanguinante e
infetta che si aggrava dopo ogni ripetuto attacco. Questo è un buon modo per visualizzare il processo infiammatorio che potrebbe essere in corso nel vostro corpo in questo momento.
Il processo infiammatorio è lo stesso, indipendentemente da dove avviene, esternamente o internamente. Io ho guardato dentro migliaia e migliaia di arterie. La parete di un’arteria malata fa pensare proprio a qualcuno che la abbia ripetutamente strofinata con una spazzola. Più volte al giorno, ogni giorno, i cibi che mangiamo creano piccole ferite che si aggiungono a ferite, stimolando l'organismo a rispondere in modo continuo all'infiammazione."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iologo.htm

Sempre lui è tradotto:
"La recensione di colesterolo grande bugia
Dopo aver effettuato 5.000 interventi chirurgici di cuore una carriera di 25 anni, nessuno è più in modo univoco qualificato di questo chirurgo molto saggia e premurosa, che ha dedicato la sua vita alla malattia di cuore.
2004 Porta realizzazioni
Nel 2004, il dottor Lundell raggiunto un momento cambia la vita quando più non poteva trascurare che ogni paziente sul suo tavolo aveva infiammato le arterie, più della metà ha avuto colesterolo normale e solo s molti non fumo né erano obesi.
Egli non credeva né poteva egli mai ancora sostengono la teoria 40 anni di tragica e viziata che colesterolo causato malattie cardiache.
Scritto con grande semplicità, impariamo come eliminando i grassi saturi a favore di raccomandazioni dietetiche a basso contenuto di grassi ha portato ad un'epidemia di malattie cardiache, infiammazione, obesità e diabete.
Apprendiamo che l'infiammazione è, come essa colpisce le arterie del cuore, dove viene e come questo killer silenzioso può essere fermato da prendere più vite."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ologoa.htm
Quindi ora abbiamo certezza che NON è il COLESTEROLO a causare danni all'apparato circolatorio, ma i GRASSI INNATURALI e gli ZUCCHERI.
Cosa stà succedendo sul fatto che le uova fanno aumentare il COLESTEROLO e non se ne possono ingoiare più di due alla settimana senza correre seri rischi?
L'articolo in oggetto, datato 14/05/2018 è redatto alcuni mesi dopo il mio post sulle due uova al giorno che riporta i miei esami del sangue con un valore del COLESTEROLO a 168, valore mai avuto in tutta la mia vita.
L'articolo scrive:
"Uova e colesterolo: assolte con formula piena. Se ne possono mangiare 12 a settimana senza problemi:
Emma Morano, la donna che fino al 17 aprile dello scorso anno deteneva il record di longevità con i suoi 117 anni, mangiava 3 uova al giorno. Eppure la maggior parte di noi pensa che le uova vadano assunte con moderazione, perché contengono molto colesterolo e molti grassi e dunque possono creare problemi al cuore oltre a far ingrassare.
Ma una nuova ricerca, condotta dall’Università di Sydney, nella Sydney Medical School, dipana ogni dubbio: mangiare fino a 12 uova a settimana (ovvero quasi due al giorno) non fa aumentare di peso e neppure alza i rischi di incorrere in patologie cardiovascolari. In particolare i test condotti dai ricercatori hanno riguardato persone afflitte da diabete. Le persone con questa patologia sono ancora più a rischio degli altri perché hanno più alti livelli di colesterolo cosiddetto “cattivo”, ovvero l’Ldl che si deposita sulle arterie e che in tutti, portando al restringimento dei vasi, contribuisce enormemente alla genesi dell’aterosclerosi. Viene contrapposto al colesterolo Hdl, quello “buono”, che non provoca alcun danno alle arterie ma, anzi, rimuovendo il colesterolo dalle pareti dei vasi per trasportarlo al fegato ha una funzione protettiva. Consumare due uova fa superare di gran lunga il fabbisogno di colesterolo quotidiano. E per questo sono state per anni messe sotto accusa."

Infatti sono uscito con questo post il: 07 novembre 2017 col titolo "Mangiare ogni giorno uova fà male: In particolare è pericoloso per il COLESTEROLO? Molti studi tendono ormai a negare....."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm
La differenza tra una colazione con un uovo ed una “ideale” consigliata da praticamente TUTTI (o quasi) i nutrizionisti del mondo: latte (senza lattosio) e cereali (avena).
Ancora una volta vi presentiamo uno studio, fresco fresco come un ovetto appena deposto, che ha presentato risultati “inattesi“…
L’obiettivo dello studio era valutare, in pazienti con diabete di tipo II, la differenza tra una colazione con un uovo ed una “ideale” consigliata da praticamente TUTTI (o quasi) i nutrizionisti del mondo: latte (senza lattosio) e cereali (avena). Le colazioni erano isocaloriche.
I parametri controllati sono stati i classici valori ematici tipo glicemia, colesterolo… Ed altri un po’ più sofisticati che valutano i livelli di infiammazione.
Sono stati reclutati 24 soggetti di varie età tutti diabetici.
Questi hanno seguito per 5 settimane una delle due colazioni proposte, poi, dopo 3 settimane di washout, hanno seguito per altre 5 settimane l’altro tipo di colazione. Chiaramente tutti i parametri sono stati misurati all’inizio ed alla fine di ogni periodo.
I risultati:
pochi cambiamenti nel controllo del glucosio ematico, il colesterolo (ndr. e questa è già una notizia da dare a chi ha ancora paura delle uova…), l’emoglobina glicata (ndr. per forza, il trial è durato troppo poco tempo), LDL ossidato, ed altri dati ematici…
MA… La colazione con l’uovo ha migliorato nettamente i parametri/marker relativi all’infiammazione (AST e TNF-a).
Della serie: un uovo al giorno toglie il medico di torno… Un solo uovo al giorno, inserito in un’ottica di dieta standard, ha migliorato i parametri relativi all’infiammazione sistemica, praticamente un farmaco naturale. Pazzesco…
Riferimento:
Nutrients. 2015 May; 7(5): 3449–3463.
Published online 2015 May 11. doi: 10.3390/nu7053449 PMCID: PMC4446761
One Egg per Day Improves Inflammation when Compared to an Oatmeal-Based Breakfast without Increasing Other Cardiometabolic Risk Factors in Diabetic Patients
Martha Nydia Ballesteros, Fabrizio Valenzuela, Alma E. Robles, Elizabeth Artalejo, David Aguilar, Catherine . Andersen Herlindo Valdez and Maria Luz Fernandez.
Chi ha ancora paura del colesterolo alimentare?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm
Ormai abbiamo capito tutti, chi non ha gli occhi foderati di pelle di salame, oppure chi ha una esperienza personale di salute, che la medicina è FALSA e punta sul CONTRARIO DI TUTTO pur di creare quelle paure con le quali riesce a dominare sulla intera popolazione mondiale.
Noi però abbiamo capito questo suo punto debole, poichè non vi è proprio nulla di concreto a suffragio delle sue FALSITA'
Uno di questi è il COLESTEROLO e le UOVA.
Dobbiamo azitutto capire che l'UOVO è la continuazione di molte specie animali, quindi come nel liquido seminale maschile detto SPERMA o il GERME di TUTTI i vegetali al mondo, da questi tre NASCE LA VITA FUTURA.
Quindi come abbiamo visto il contenuto necessario alla partenza della vita è formato da "ALIMENTI ESSENZIALI".
Per la definizione degli "ALIMENTI ESSENZIALI"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm

Fissato questo, non riesco proprio a capire che il contenuto in "ALIMENTI ESSENZIALI" possa essere nocivo alla salute umana.
Molti articoli DEMONIZZANO l'UOVO adducendo un alto contenuto in COLESTEROLO, ma questo è pienamente falso, ma anche se fosse, entrando nel corpo, il fegato dell0individuo risparmierebbe energie per AUTOPRODURNE questa quantità per raggiungere il certo fabbisogno.
Mi è capitato articoli che oltre a demonizzare, inventano studi pur di raggiungere lo scopo di terrorizzare chi lo legge, ma noi sappiamo quanti personaggi ne traggono tanto lucro dalle FALSITA' su questo COLESTEROLO, e non solo la medicina.
La dimostrazione pratica è che dichiara falsi studi, in quanto non ne cita gli estremi come è normale che sia, quindi SENZA LA DOVUTA DOCUMENTAZIONE
Quindi, dato che abbiamo certezza che il contenuto del GERME è uguale al contenuto dello SPERMA ed uguale al contenuto del tuorlo dell'UOVO, ormai abbiamo capito che raffinare i vegetali come la farina 00 togliendo il GERME, quindi gli "ALIMENTI ESSENZIALI", quel cibo diventa MALATTIA.
Per causare la malattia, riuscendo a farlo sui vegetali ecco che ci provano sull'UOVO.
Quindi gente, statevi accorti, il vostro simile non perderà mai occasione per guadagnare sulla vostra sofferenza, quindi sappiatevi comportare.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... afalsa.htm

Ho subito la asportazione di un tumore al colon come sotto descritto in data 25 marzo 2017 con inserimento della relativa stomia, e la relativa RICANALIZZAZIONE in data 19 luglio 2017, ed ora a sette mesi dal primo intervento, SENZA ALCUNA CURA DELLA MEDICINA UFFICIALE, MA GRAZIE ALLA "AUTOGUARIGIONE" che forniscono all'individuo di ogni specie vivente, i CIBI NATURALI.
"QUESTA SOPRADESCRITTA E' STATA LA TERAPIA degli "ALIMENTI ESSENZIALI" che inoltre ingoio costantemente ogni giorno, ed alcuni di loro da ormai 25 anni."
Quindi non ho ingoiato alcun PRODOTTO della RICERCA, (allora NIENTE DI CHIMICO), ma ingoiando giornalmente e con costanza gli "ALIMENTI ESSENZIALI" sopra descritti, riporto sotto i miei esami del sangue fatti in data 05 giugno 2017 il primo, ed in data 19 ottobre 2017 il secondo, inerenti all'eventuale segnale di tumori presenti, insieme ai valori degli "ALIMENTI ESSENZIALI" indispensabili al mio corpo cui il laboratorio di analisi ne riporta i valori di riferimento limite, che circolando nel mio sangue mi danno LA SALUTE VERA.
Riguardo a questi risultati sotto descritti, mi piacerebbe chiedere al presidente della AIRC, il signor Pier Giuseppe Torrani che mi ha inviato una richiesta PERSONALE sua da lui sottofirmata, e diretta personalmente a me, di denaro per la ricerca sul cancro quali sono stati i suoi PRODOTTI a mantenermi e darmi la salute in questo periodo.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... egnali.htm

Riguardo alla richiesta di denaro, mi sento MOLTO PRESO PER I FONDELLI, anche solo per il fatto che questa associazione sbandiera in tutto il mondo che ha ottenuto dalla RICERCA dei risultati positivi:
"P.S.: quando nacque la nostra "ASSOCIAZIONE", nel 1965, la parola cancro era impronunciabile e curarlo un sogno meraviglioso. Oggi è un obiettivo concreto: cinqunt'anni di lavoro non sono passati invano. Scelga di sostenerci, si schieri anche lei con CORAGGIO, contro il cancro."
ma che questa mia personale esperienza dimostra che la loro RICERCA non ha contribuito minimamente nella mia personale guarigione dal cancro, dimostrando invece di:
CALPESTARE VOLONTARIAMENTE L'INDIVIDUO UMANO CAUSANDOGLI NEL CONTEMPO TANTO TERRORE, MEZZO COL QUALE RIESCONO A SPILLARGLI DENARO.
A questo stesso signore mi piacerebbe chiedergli come giustifica il fatto che, la mia AUTOGUARIGIONE senza l'aiuto della sua ASSOCIAZIONE che reputo delinquenziale, il mio corpo continua a migliore giorno dopo giorno allontanandosi sempre più da questa trascorsa malattia.
SONO CERTO CHE FERMANDOMI LASCIANDOTI ALLE TUE PERSONALI CONCLUSIONI, SIA IL MODO PIU' CIVILE AFFINCHE' TU CAPISCA IL VERO SCOPO DI QUESTA ED ALTRE ASSOCIAZIONI CHE SFRUTTANDO QUESTA MALATTIA FANNO RACCOLTA DI DENARO CON FINE PERSONALE.
Questo signore con la sua ASSOCIAZIONE, avendo come unico scopo il tuo denaro, invece di terrorizzarti, non ti dice che il tuo corpo, per mantenersi in SALUTE ha bisogno di togliere la vita, quindi deve UCCIDERE, un altro essere vivente, sia ANIMALE che VEGETALE.
Questo perchè essi contengono quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" INDISPENSABILI AL TUO SANGUE e che quindi la loro CARENZA è la tua MALATTIA.
Certo i VEGETALI sono i fratelli degli ANIMALI. Come posso dichiararlo senza ombra di dubbio?
Certo SPERMA = GERME dove il contenuto del liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo è UGUALE al contenuto del GERME del seme vegetale al mondo.
La pagina recita:
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm

Quindi è chiaro che non conta nulla essere "fruttivoro", "animalista", "vegetariano", "carnivoro", "erbivoro" o di un'altra qualsiasi inventata umana alimentazione, poichè alla fine per vivere ogni essere vivente ha bisogno del corpo di un altro essere vivente, quindi dei suoi "ALIMENTI ESSENZIALI" che alla fine danno la SALUTE alle cellule del suo corpo, che per farlo DEVE TOGLIERGLI LA VITA.
La pagina recita:
"LE CELLULE SONO IMMORTALI!
ALLORA PERCHE' MORIAMO?
Alexis Carrel dimostrò che le cellule sono immortali facendo vivere il cuore di un pollo per 29 anni!
Ecco qual'è il segreto dell'immortalità e della morte.
In passato è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute.
E' stato dimostrato realmente in laboratorio da un famoso premio Nobel.
Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, Al Rockefeller Institutte for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 29 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.
Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sua escrescenze.
Difatti le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte.
Carrel mantenne in vita cellule di un cuore di pollo fino a quando qualcuno si dimenticò (dimenticato) di eliminare le loro escrezioni.
Riuscì quasi a decuplicare la media durata di vita di quelle cellule.
La chiave per mantenere in perfetta salute una cellula è quella di liberarla dai residui dentro e intorno ad essa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eterne.htm

Questo è il primo articolo sull'acqua calda e limone in oggetto recita:
"Depuriamoci dopo le feste con acqua calda e limone"
che è una pratica che con Franca lo facciamo da mesi, molti mesi, quindi avendone conferma mi permetto di riportare questi articoli che ritengo siano molto importanti.
Ci prepariamo poi le due uova al tegamino ingoiando il tuorlo crudo. E il guscio? Il guscio è oro per le piante. Il miglior concime, che spezzati fine fine, mettendoci insieme del CAFFE' macinato DA FARE, sfrutto la proprietà della CAFFEINA in quanto oltre che DROGA anche INSETTICIDA, che uccide TUTTI gli animaletti che danneggiano i vegetali.
La pagina recita:
"Se sei un contadino ed hai qualche pianta da frutto fai come me e vedrai i RISULTATI!
Il materiale occorrente:
10 litri di acqua
1 kg. di ortiche
125 grammi di CAFFE' macinato da fare e NON i fondi
metti il tutto a macerare per almeno 10-15 giorni e poi filtra.
Prendi uno spruzzino di quelli che usi nell'orto e poi spruzza le piante da frutto prima della fioritura e se piove ripeti l'operazione.
Invece in giardino spruzza su tutti quegli ortaggi che possono attaccare i bruchi, le formiche o altri animaletti.
Per esempio sui cavolfiori, e ne vedrai delle fioriture magnifiche.
Se le tue rose sono attaccate dai pidocchi spruzza questa acqua e ne vedrai i risultati con delle fioriture incredibili.
Personalmente l'ho spruzzato anche sui pomodori ottenendone dei risultati eccellenti. Vuoi provare? e mi dirai.......
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zzante.htm
L'altra pagina recita:
"Con mia tanta soddisfazione devo riportare una mia personale esperienza DOCUMENTATA che lascerà di stucco molte persone e che conferma il ragionamento che ho inserito in molte risposte quando si parlava di COLESTEROLO ALTO.
Mi permetto di riportarlo anche quì:
Si sà con certezza che il COLESTEROLO è AUTOPRODOTTO dal fegato per TUTTI le specie animali.
Lo è per un minimo dell'80%, mentre il rimanente 20% l'individuo lo preleva dal CIBO.
Ed è proprio a quel piccolo 20% che la medicina si appiglia per ridurre questo COLESTEROLO nel sangue, consigliando di eliminare i CIBI che lo contengono, che se non si abbassa, si prescrivono le STATINE che hanno il potere di agire sulla produzione del fegato, causando nel tempo i danni previsti dal foglio illustrativo.
Si parla di formaggi dichiarati GRASSI che sono di origine animale::
BURRO
STRUTTO
LARDO
SUGNA
SEGO
ecc.
LATTE e derivati
FORMAGGI
RICOTTE
YOGURT
PESCE e prodotti della pesca
ed anche le
UOVA (tutte le uova)
ecc.
Devo informare che il limone con il BICARBONATO DI SODIO, sono serviti alla moglie del cliente del dr Pantellini per guarire il marito malato di tumore terminale allo stomaco.
La pagina recita:
"Arrivati a questo punto mi ci vuole una dose.
Sempre continuando con il nostro RAGIONAMENTO mi chiedo: quanto BICARBONATO DI POTASSIO metteva nel bicchiere col succo di limone la moglie del cliente del Dott, Pantellini? Ebbene la cosa è andata sicuramente così: la moglie si è recata dal dottore per chiedere qualcosa che lo alleviasse dai dolori ed il dottore le ha detto di mettere in un bicchiere del succo di limone, dello zucchero e del bicarbonato. NON ha specificato però che era il bicarbonato di sodio che vendono i negozi come il mio ed i supermercati. Quella signora uscita dal dottore si è recata in farmacia (è logico, quando esci dal dottore NON vai nel supermercato o in drogheria, ma vai in farmacia). Al farmacista ha chiesto del bicarbonato e niente di più e la farmacista dato che il bicarbonato di sodio NON lo vende le ha dato il bicarbonato di potassio. Ora la signora và a casa mette in un bicchiere del succo di LIMONE (che per intenderci contiene ACIDO ASCORBICO), un cucchiaino di ZUCCHERO per attutire il gusto aspro del LIMONE e secondo te, quanto bicarbonato di potassio? Dato che nè il dottore, nè il farmacista le hanno detto che doveva metterne poco di bicarbonato di potassio, allora lei sicuramente ne ha messo anche un cucchiaino. Ora ti chiedo, quante volte avrà dato a suo marito sofferente questo succo del bicchiere? Sicuramente le avrà preparato tante volte al giorno questo succo col bicarbonato di potassio e lo ZUCCHERO. Anche perchè questo bicarbonato di potassio NON ha controindicazioni di sorta perchè è un ALIMENTO. Il tutto sia di giorno che notte. Tante volte finchè suo marito è guarito dal tumore dopo alcuni mesi. Voglio pensare ad un cucchiaino (gesto usuale come per il caffè), penso che sia normale fare un gesto simile. Quindi personalmente proverò con l'assumere il mio solito cucchiaino di ACIDO ASCORBICO PURO, aggiungerò un cucchiaino di BICARBONATO DI POTASSIO e un cucchiaino di LISINA e una puntina di RIBOSIO al posto dello ZUCCHERO (che noi sappiamo TOSSICO)
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iancoa.htm
Per intenderci, se prima assumevo tot grammi diviso in dosi al giorno in totale di ACIDO ASCORBICO PURO aggiungerò tot gr di BICARBONATO DI POTASSIO + tot gr di LISINA più una puntina di RIBOSIO (molto più dolcificante dello ZUCCHERO) per ogni assunzione. Ferma restando l'eventuale assunzione di altri ALIMENTI. Il tutto è e rimane puramente indicativo.
http://acidoascorbico.altervista.org/Vo ... tumore.htm

Il video del dr Pantellini:
https://www.youtube.com/watch?v=lMI7ODyTgyE

oppure a videate:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... tassio.htm

Quindi ritengo che il limone abbia una importanza non indifferente per la salute umana.
Limone, anticancro e curativo: 10 buoni motivi per sceglierlo
Contrasta l'insorgere dei tumori e disintossica l'organismo mentre riequilibria il Ph del nostro corpo e aiuta ossa e fegato. Ecco le sue miracolose proprietà.
Fin dai tempi più antichi il limone è stato considerato come un vero e proprio farmaco e un ottimo alleato per il benessere e la salute del corpo. Iniziare la giornata bevendo una tazza di acqua tiepida e limone è un gesto semplice ma con moltissimi esiti salutari.
Vediamo quali sono tutti gli effetti positivi e i motivi per inserire il limone nella nostra alimentazione:
1) recenti studi hanno dimostrato che con i suoi 22 componenti il limone contrasterebbe l’insorgere di tumori, oltre a disintossicare e rimineralizzare l’organismo
2) riequilibra il PH corporeo: grazie alle reazioni alcalinizzanti che innesca
I limoni sono alcalinizzanti e l’acido citrico in essi contenuto invece di creare acidità nel nostro organismo ha una azione contraria – alcalina – che contribuisce a ridurre i livelli di acidità nel sangue e creare un ambiente basico, utile al nostro corpo
3) combatte raffreddori e influenze
grazie all’alto contenuto di Vitamina C e flavonoidi, che lavorano sinergicamente, i limoni sono ottimi alleati per sconfiggere le infezioni
4) contribuisce a dissolvere i calcoli biliari e i calcoli renali
è l’acido citrico contenuto nei limoni che aiuta a sciogliere i calcoli biliari, i depositi di calcio e i calcoli renali
5) ostacola l’insorgere dell’osteoporosi
sempre l’acido citrico che favorisce l’assorbimento e l’impiego di calcio da parte del nostro organismo, evitando il pericolo per le ossa di diventare fragili
6) contrasta l’acido urico e depura il fegato
l’acqua e limone ha un effetto depurativo per il fegato e un effetto diuretico stimolando la diuresi che libera l’organismo dalle tossine. L’acido citrico contribuisce anche a migliorare la funzione degli enzimi che stimolano il fegato e aiutano il corpo a disintossicarsi
7) rafforza i vasi sanguigni, grazie alla vitamina P
protegge dalle malattie di origine neurologica e allevia i problemi respiratori, aiuta a sbarazzarsi da infezioni polmonari
8) migliora la digestione e favorisce il transito intestinale
il sapore acidulo del limone gli dona la capacità di stimolare la peristalsi – una contrazione dell’intestino – che aiuta a liberarci dalle scorie e a migliorare la regolarità intestinale.
9) contrasta i radicali liberi, e combatte l’invecchiamento cellulare dell’organismo
vitamina C e antiossidanti aiutano a contrastare i danni provocati dai radicali liberi e la formazione delle rughe. La vitamina C uccide alcune tipologie di batteri responsabili dell’acne, ringiovanisce quindi la pelle agendo dall’interno dell’organismo
10) possiede proprietà antibatteriche
i limonoidi, presenti nei limoni, oltre ad essere efficaci contro l’influenza, hanno effetti antibatterici o antivirali su altri tipi di virus.
Altre proprietà non sono provate scientificamente ma si narra che qualche goccia di succo di limone su frutti di mare crudi riduce del 90% i batteri presenti. E lavorare in un ambiente che profuma di limone permette di fare meno errori al computer. Grazie all’olio essenziale di limone che favorisce la concentrazione. Infine frizionare il cuoio capelluto con una lozione a base di olio di oliva e succo di limone contrasta la caduta dei capelli. Le infinite virtù del limone.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imonec.htm
Acqua e limone, un toccasana per la pelle e il girovita
Tra i tanti benefici che si hanno bevendo acqua e limone, ci sono anche il fatto di rendere più bella la pelle e aiuta a dimagrire.
Il modo migliore per iniziare la giornata è quello di bere un bicchiere di acqua e limone, vedrete come la pelle diventerà più bella e il girovita più sottile.
Pelle più bella con acqua e limone
Consumare un il succo di un limone diluito in un po’ d’acqua a temperatura ambiente o tiepida, al mattino a stomaco vuoto ha molti benefici. Berlo appena svegli è l’ideale perché è il momento in cui l’apparato digestivo, il sistema immunitario e i reni sono più ricettivi. Questa bevanda è un toccasana per molti motivi: ha proprietà diuretiche, migliora la digestione, alcalinizza l’organismo, dà energia, rinfresca la bocca e rafforza il sistema immunitario. Ma non solo, è particolarmente indicata per combattere le imperfezioni della pelle dal momento che la vitamina C contenuta nel limone, essendo antiossidante, contribuisce a contrastare la formazione di rughe, macchie, acne e a ritardare l’invecchiamento cellulare a tutto vantaggio di una pelle dall’aspetto più giovane e sano, merito anche del fatto che questa bevanda è detossinante.
In linea con acqua e limone
Chi è attento alla linea sarà felice di sapere bere regolarmente acqua e limone aiuta a dimagrire. La presenza di pectina contrasta la fame improvvisa e studi dimostrano che una dieta alcalina permette di perdere più facilmente peso. Aiutando la digestione, drenando e depurando l’organismo gli effetti sul girovita si vedranno nell’arco di poco tempo.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imoneb.htm
Depuriamoci dopo le feste con acqua calda e limone
Disintossicarsi dopo le feste è possibile: l'associazione di acqua calda e il limone vanta numerosi benefici. Ecco quali.
Il limone (Citrus limon) è un frutto originario della Cina. Contraddistinto per il suo colore giallo intenso, si presta ad innumerevoli usi non solo in ambito culinario, ma soprattutto in ambito cosmetico. Già conosciuto ed usato dagli antichi Greci e Romani, specie per le sue virtù curative, risulta essere un vero e proprio elisir di giovinezza.
Tra i costituenti del limone vi sono l’acido citrico ed altri sali, che hanno la capacità di regolare l’acidità (ecco perché si consiglia si bere limone in caso di mal digestione); vitamine del gruppo B regolatrici del sistema nervoso; vitamina A che mantiene i tessuti giovani e tonici; vitamina C che svolge funzioni antiossidanti e la vitamina PP che protegge i vasi sanguigni.
Uno dei modi che ci permette di assumere tutti i benefici del limone, è consumare quest’ultimo diluito con dell’acqua. Si consiglia di assumere questa bibita specie al mattino a stomaco vuoto. È preferibile utilizzare dell’acqua di rubinetto bevuta a temperatura ambiente o appena scaldata in cui andrà spremuto mezzo limone.
Uno dei primi benefici che incontreremo sarà un aumento della diuresi (essendo il frutto fortemente diuretico). Ne conseguirà una rapida espulsione delle tossine proprio perché l’acido citrico aiuta gli enzimi, che stimolando il fegato comportano una disintossicazione dell’organismo. Un’altra importantissima funzione del limone riguarda la stimolazione del sistema immunitario.
La presenza di potassio abbassa la pressione sanguigna, mentre la vitamina C oltre a ridurre il rischio di contrarre l’influenza, viene utilizzata per chi presenta difficoltà respiratorie in caso di asma o allergie. Il limone inoltre riesce a ridurre la quantità di muco presente; insomma questo frutto sembra essere meglio di un antinfiammatorio.
Bere acqua e limone inoltre può aiutare quanti di noi presentano imperfezioni della pelle. Sempre la presenza di vitamina C riesce infatti ad uccidere alcuni batteri responsabili dell’acne. Il limone contiene inoltre ioni negativi che riescono a donare energia all’organismo durante la digestione. Bere acqua e limone inoltre contrasta stanchezza e stress, ecco perchè si consiglia di assumerla nella mattinata, per incominciare con la giusta energia la nostra giornata!
Ma il beneficio che forse più interessa, se si consuma acqua e limone, concerne il suo potere dimagrante. La presenza della fibra pectina, aiuta infatti a contrastare la fame improvvisa. Studi mostrano che se si segue una dieta alcalina, si riesce a pedere più facilmente peso. Cosa aspettiamo allora? Via libera al consumo di acqua e limone.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imonea.htm
Premetto e ricordo quanto segue:
LE FECI NON DEVONO ESSERE DURE, MA MORBIDE, ED A VOLTE ANCHE LIQUIDE poichè dipende sopratutto dal CIBO che si è ingoiato il giorno precedente. Sì perchè questi scarti non devono stare giorni negli intestini, ma devono essere subito ELIMINATI.
LE FECI DURE E LA STITICHEZZA SONO PRIMA DI TUTTO LA CAUSA DELLE EMORROIDI, QUINDI LAVORO PER LA CLASSE MEDICA, MA QUANTA SOFFERENZA PER L'INDIVIDUO!
Personalmente la conosco bene, però risolta senza problemi ingoiando l'ACIDO ASCORBICO e la vitamina E
DEVO SFATARE LA CONVINZIONE CHE LE DONNE INCINTE DEBBANO SOFFRIRE DI EMORROIDI, IN QUANTO E' FALSA LA CONVINZIONE CHE SIANO CAUSATE DAL LORO STATO.
Difatti non mi risulta che le femmine delle altre specie soffrano di EMORROIDI, e a voi?
La STITICHEZZA è la malattia più grave di cui soffre la umanità, in quanto è dagli intestini che iniziano TUTTE le malattie possibili. La causa vera di questa STITICHEZZA è la CARENZA certa di ACIDO ASCORBICO. Difatti quando si parla di ACIDO ASCORBICO viene immediatamente collegata la DIARREA. La prova semplice è che nessun essere vivente soffre di STITICHEZZA. Loro non hanno gabinetti e sono certo che non si curano di dove depositano le loro feci liberando i loro intestini.
Questo semplice fatto anche da solo dimostra senza ombra di dubbio che liberare gli intestini è un fatto IMPORTANTISSIMO.
Questi CIBI INNATURALI gli scaffali, quindi delle industrie alimentari, sono la prima causa di STITICHEZZA, la malattia più grave per l'uomo ed è la causa di TUTTE le malattie conosciute e sconosciute poichè è dagli intestini che hanno l'inizio.
La medicina non la considera tale, poichè i suoi interessi sono tutt'altro che la SALUTE UMANA.
La dimostrazione pratica è che molti di noi, camminando per strada hanno avuto la disavventura di trovarsi le feci di un colombo o di un altro uccello sul vestito.
LE FECI NON DEVONO ESSERE DURE, MA MORBIDE, ED A VOLTE ANCHE LIQUIDE poichè dipende sopratutto dal CIBO che si è ingoiato il giorno precedente. Sì perchè questi scarti non devono stare giorni dagli intestini, ma devono essere subito ELIMINATI.
LE FECI DURE E LA STITICHEZZA SONO LA CAUSA DELLE EMORROIDI, QUINDI LAVORO PER LA CLASSE MEDICA, MA QUANTA SOFFERENZA PER L'INDIVIDUO.
DEVO SFATARE LA CONVINZIONE CHE LE DONNE INCINTE DEBBANO SOFFRIRE DI EMORROIDI, IN QUANTO E' FALSA LA CONVINZIONE CHE SIANO CAUSATE DAL LORO STATO.
Difatti non mi risulta che le femmine delle altre specie soffrano di EMORROIDI, e a voi?
Un altro fatto incontestabile però è che TUTTE le specie, sia animali che vegetali hanno la AUTOPRODUZIONE di questo ACIDO ASCORBICO.
Che sia IMPORTANTISSIMO eliminare gli scarti dal corpo lo conferma il dottor Alexis Carrel, un francese Premio Nobel. La pagina recita:
"LE CELLULE SONO IMMORTALI!
ALLORA PERCHE' MORIAMO?
Alexis Carrel dimostrò che le cellule sono immortali facendo vivere il cuore di un pollo per 29 anni!
Ecco qual'è il segreto dell'immortalità e della morte.
In passato è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute.
E' stato dimostrato realmente in laboratorio da un famoso premio Nobel.
Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, Al Rockefeller Institutte for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 29 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.
Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sua escrescenze.
Difatti le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte.
Carrel mantenne in vita cellule di un cuore di pollo fino a quando qualcuno si dimenticò (dimenticato) di eliminare le loro escrezioni.
Riuscì quasi a decuplicare la media durata di vita di quelle cellule.
La chiave per mantenere in perfetta salute una cellula è quella di liberarla dai residui dentro e intorno ad essa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eterne.htm
Dalla pagina
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... chezza.htm
Quindi è comprensibile che la STITICHEZZA è CONTRONATURA ed il 50% della causa delle MALATTIE.
Naturalmente l'altro 50% ne sono la CARENZA degli "ALIMENTI ESSENZIALI".
Quindi cibarsi dagli SCAFFALI, prodotti dalle industrie alimentari, contenenti PRODOTTI CHIMICI non possono essere l'alimento giusto per la VERA SALUTE dell'individuo in quanto non ne fanno parte nè delle cellule nè del sangue.
"Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aromia.htm

Ora, capito quanto sopra, abbiamo CERTEZZA E SENZA OMBRA DI DUBBIO che le "ricerche" denominate "scientifiche" NON POSSONO ESSERE UTILI A NESSUN ESSERE VIVENTE, TANTOMENO PER L'UMANITA', poichè i PRODOTTI CHIMICI, come i PRODOTTI DEGLI SCAFFALI, non possono fornire gli "ALIMENTI ESSENZIALI" INDISPENSABILI AL CORPO DI CHI LI INGERISCE.
Quindi è comprensibile che le ASSOCIAZIONI si nascondono dietro la parola RICERCA per spillare denaro alle persone.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tt2017.htm
La pagina recita:
Il colesterolo ha i giorni contati.
Non lo dico io ma lo dicono dei video che mi permetto di riportare sotto
Mi permetto di dirlo in quanto non riesco proprio ad ammettere, data la AUTOPRODUZIONE di questa molecola nel fegato, indispensabile per la VERA SALUTE, che il mio corpo sia TANTO STUPIDO, MA TANTO STUPIDO da AUTOPRODURSENE DI PIU' PER CAUSARSI DANNI.
Se mai, convincere l'Homo Sapiens di questo, ha portato moltissimi benefici sia alla classe medica che alle industrie, e dato che sono compari di merenda, non possono fare altro che sostenersi a vicenda.
E' VERGOGNOSO, che gli SCIENZIATI ed i CERVELLONI della medicina puntino sulle paure individuali per poter gestire i loro COMODACCI.
La parola "iper" prima, (ipervitaminosi, iperpotassemia, ipermagnesemia ecc.), denominare ciò che stà nel mio liquido seminale di maschio nel quale il mio corpo GENERA quegli spermatozoi che svolgeranno il compito per il quale sono venuto al mondo, e che stà nel mio sangue, sicuramente scritti A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA:
"integratori"
questa è stata una mossa veramente "furba" di questi IMMONDI PERSONAGGI, per creare terrore e non solo paura, onde poter dominare quella STUPIDA MASSA dell'umanità che da quando si è ritrovata "le vergogne" ha perso ogni BUONSENSO ed insieme anche la DIGNITA', dimenticandosi addirittura del perchè sono venuti al mondo. Devo far notare che l'unico animale ad avere le "vergogne" è la specie umana.
PAZZESCO.......
Cosa che il corpo sia maschile che femminile non lo ha dimenticato, in quanto il primo prima AUTOPRODUCE quel liquido seminale maschile, formato dagli "ALIMENTI ESSENZIALI" denominati vergognosamente "integratori" dalla medicina, nel quale poi GENERA regolarmente quegli spermatozoi (devo far notare la forma di questi che è simile al girino della rana ed ai pesciolini appena nati, NON VI STUPISCE QUESTO? fatevi qualche domanda in proposito), indispensabili per l'inizio della vita futura. Mentre quello femminile, ancora più preciso, seguendo quel ciclo mestruo di ogni tot giorni AUTOPRODUCE quell'ovolo che fecondato dallo spermatozoo, darà la vita alla CONTINUAZIONE DELLA SPECIE.
IL TUTTO PERO' SENZA L'USO DEL SUO GRANDE "STUPIDO" CERVELLONE!!!

Mi permetto di dirlo, specialmente alle persone che si dice: HANNO STUDIATO, ma che non riesco a capire COSA HANNO STUDIATO! Se alla lunga, sulla cosa che conta di più: la loro SALUTE, non sono niente di più dell'ultimo analfabeta.
Personalmente non riesco proprio ad ammettere di essere stato GENERATO negli "integratori", conoscendo il significato di questa parola, ma ancora più grave che questi "integratori" circolino nel mio sangue, quindi per tutto il mio corpo.
CI e VI stanno prendendo per il "CU.." alla grande e lo hanno fatto da quando sono riusciti a mettere le mani su quel cadreghino del POTERE che non può durare.
Sono stupidamente convito che alla lunga la corda si logori e si spezzi.
Cosa ne dite VOI?
Scusate, tornando alle uova, inizio riportando parte di cosa dice un medico di base sia delle uova che del colesterolo.
Così dice su questo video un medico di base, spiegando bene cosa è l'uovo e quali benefici apporta all'individuo umano.
Non tralascia di spiegare chiaramente anche il fatto del FALSO COLESTEROLO, dando contro ai suoi colleghi che testardamente continuano a raccontare frittole per i loro benefici.
"Chi conosce meglio questo prodotto, (la presentatrice mostra un uovo), che io ho detto fondamentale per il nostro benessere, iniziando proprio dalle proprietà, quali sono le proprietà dell'uovo?
Risposta del medico:
Ma intanto l'uovo è un alimento proteico per eccellenza che è, a differenza di altri alimenti proteici, diciamo non sò, i salumi, i formaggi ecc., privo di sale, privo di conservati, privo di additivi, e quindi è una proteina pura, no, con una buona quantità di grassi all'interno, che sono però grassi molto sani, sia perchè ricchi di grassi essenziali per il nostro organismo, e anche perchè contengono una serie di sostanze come per esempio la colina, la lecitina, che sono utili anche per la gestione di questi grassi all'interno del nostro organismo, in più contengono anche una serie di vitamine liposolubili che non è facile procurarsi oggi con l'alimentazione che sono la vitamina A, utile per la pelle, la vitamina D. E' uno dei pochissimi alimenti che contiene la vitamina D. Se noi naturalmente andiamo a procurarci esposti al sole però, e poi anche la vitamina E che è un antiossidante importante.
.................
parla del COLESTEROLO e dà delle informazioni che ritengo importantissime
.................
https://www.youtube.com/watch?v=5pGhR3Q ... 2d7ws3jmgI

Mentre sul colesterolo ecco un video del dottor Mathias Rath che lo dedica completamente a questa molecola:
https://www.youtube.com/watch?v=HQT8wbCmeoU

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... medico.htm
10 MOTIVI PER MANGIARE UOVA OGNI GIORNO
1- SONO QUASI IL CIBO PIU' NUTRIENTE CHE CI SIA
Le uova contengono molti nutrienti
tra cui in media 6 grammi di proteine, 5 grammi di grassi buoni e sole 77 kcal l'una
2- NON INFLUENZANO I LIVELLI DI COLESTEROLO SANGUIGNO
Diversi studi hanno dimostrato che le uova
non sono responsabili dell'innalzamento dei livelli del colesterolo sanguigno
L'unico tipo di colesterolo che le uova tendono ad aumentare è quello buono HDL
3- CONTENGONO COLINA
Contengono la colina, una sostanza che spesso non viene assunta in quantità sufficiente
5- TRASFORMANO LE PARTICELLE DI COLESTEROLO LDL
Convertono le particelle di colesterolo LDL da piccole e dense a larghe
che sono quelle meno correlate al rischio di malattie cardiache
6- CONTENGONO ANTIOSSIDANTI BUONI PER LA VISTA
La luteina e la zeaxantina sono due antiossidanti presenti nelle uova
che sono molto benefici per la salute degli occhi
7- SONO RICCHE DI OMEGA3
Sono richhe di omega3 ed abbassano i trigligeridi
8- SONO UN'OTTIMA FONTE DI PROTEINE
Le proteine delle uova sono notevoli
e vengono assorbite al meglio grazie agli aminoacidi che contengono
9- POTREBBERO RIDURRE IL RISCHIO DI ICTUS
Molte ricerche hanno correlato un minore rischio di ICTUS al consumo di uova
10- SONO CONSIGLIATE PER UNA DIETA DIMAGRANTE
Hanno un potere saziante molto alto
ragion per cui sono ottime fa consumare nelle diete dimagranti
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... giorno.htm

Uova e colesterolo: sfatiamo questo falso mito!

Smettiamola di mettere al bando il consumo di uova. Questo prezioso alimento, oltre ad essere ricco di vitamine, minerali ed amminoacidi essenziali, non concorre ad aumentare il colesterolo nel sangue, tutt’altro.

Cos'è il colesterolo? Sono le lipoproteine che, nel sangue, aiutano a trasportare i lipidi. Si divide in LDL e HDL, meglio conosciuti rispettivamente come colesterolo cattivo e colesterolo buono. Il primo deposita le cellule grasse nel sangue, il secondo le rimuove e le trasporta al fegato. Per la nostra salute è molto importante che il tasso di colesterolo buono sia più alto di quello cattivo.
Ancora oggi, come per tanti anni in passato, il consumo di uova è stato sempre associato ad un eccessivo introito di colesterolo nell’alimentazione giornaliera. In effetti la maggior parte della gente ancora oggi prima di mangiare una frittata o delle uova si preoccupa più del contenuto di colesterolo piuttosto che del contenuto calorico totale, ignorando purtroppo i risultati degli ultimi anni di ricerca scientifica al riguardo. Innanzitutto c’è da sottolineare come, nonostante l’albume abbia un contenuto proteico maggiore, il tuorlo è ricco di preziosi nutrienti come ferro, folati, vitamina E e antiossidanti come luteina e zeaxantina, importanti per le funzioni cognitive e per la salute degli occhi. Studi recenti hanno evidenziato come il consumo di uova nell'insalata contribuisca ad un maggiore assorbimento di antiossidanti, in particolare di carotenoidi.

Tuttavia, il tuorlo dell’uovo è anche una ricca fonte di colesterolo alimentare, il cui introito eccessivo, fino a qualche anno fa, è stato associato ad un aumentato rischio di cardiopatie. In effetti il pensiero comune, in passato, era che il colesterolo alimentare entrasse immediatamente in circolo e aumentasse i livelli di colesterolo ematico, ponendo a serio rischio la salute cardiovascolare. Il colesterolo alimentare è stato per anni demonizzato come la principale causa delle patologie cardiovascolari, limitando il consumo di alimenti ricchi di nutrienti, come appunto le uova, e spianando la strada invece ad un eccessivo consumo di cibi zuccherati e di grassi parzialmente idrogenati (grassi trans).Gli studi degli ultimi anni hanno evidenziato come circa il 75% del colesterolo nell’organismo sia prodotto nel fegato ed è minimamente o per niente influenzato dall’introito di colesterolo alimentare.

In uno studio recente condotto dalla University of Eastern Finland e pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition, è stato evidenziato come un elevato consumo di colesterolo alimentare, mangiando anche un uovo al giorno, non è associato ad un aumentato rischio di coronopatie. Nello stesso studio tale correlazione non è stata neanche riscontrata in soggetti geneticamente predisposti (con la variante allelica APOE4) a tali patologie cardiovascolari.

Come è noto, il nostro organismo è in grado di produrre colesterolo a livello endogeno, oltre ad assumerlo con la dieta. Soggetti che soffrono di colesterolo alto per familiarità o per abitudini alimentari scorrette, o soggetti con rischio cardiovascolare aumentato, possono comunque consumare uova settimanalmente, senza che queste vadano a peggiorare i livelli di colesterolo nel sangue.

Tra i principi nutritivi contenuti nell’uovo, è doveroso citare:

– l’apporto di tutti gli amminoacidi essenziali, e quindi di proteine “ad alto valore biologico”

– la presenza di vitamina A, luteina e zeaxantina che migliorano la salute degli occhi

– la presenza di vitamine del gruppo B, compresa la B12

– la vitamina D in forma facilmente assimilabile dal nostro organismo

– la colina, per il buon funzionamento del fegato, delle vie biliari e della cistifellea

– l’alto apporto di Fosforo, Calcio e Ferro che concorrono alla buona salute delle ossa e alla prevenzione dell’anemia“
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... terolo.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven ago 09, 2019 5:03 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nziali.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Per poter comprendere il significato dell'articolo in oggetto, dobbiamo partire e capire il ruolo del latte per le specie il cui corpo è impostato in questo modo, che per farlo, la EVOLUZIONE ha stabilito che col numero perfetto, il 3 (tre), il tutto si compia senza creare problemi, rendendo la vita facile a chi questo compito lo deve svolgere per tutta la sua vita, COSTANTEMENTE.
Il numero uno è il machio che ha il compito di GENERARE quello spermatozoo che è l'inizio della vita.
Il numero due, la femmina che è la più importante, ed è quella che dà la vita al nascituro.
Il numero tre, non può essere che il latte, il quale contiene gli "ALIMENTI ESSENZIALI". Dato che facciamo parte del REGNO ANIMALE, il latte di ogni specie DEVE contenere questi "ALIMENTI ESSENZIALI" che fanno parte del suo sangue. Salvo qualche variazione negli enzimi. Sappiamo dai nostri avi, quindi dalla loro esperienza, che per l'uomo il latte migliore in caso, è quello di asina.
Infatti sappiamo tutti che non basta il latte di soia, o il latte di mandorla, oppure il latte di riso ecc, per allevare il nascituro e continuare queste specie, ma questo latte DEVE CONTENERE ciò che può dare la vita a questo nascituro.
Di solito alla domanda che faccio al mio interlocutore:
"SAI PERCHE' SEI VENUTO AL MONDO?"
questo personaggio mi dimostra chiaramente che non lo sà, quindi per non fare brutta figura, mi dà delle risposte come:
"perchè i miei genitori....... ecc. ecc."
Ecco che allora faccio la domanda di riserva:
"Chi è nato prima, l'uovo o la gallina?"
Peggio che andar di notte.
Ecco che allora in 4 parole faccio capire l'inghippo, poichè questo dilemma è stato preparato a tavolino in modo da confondere le idee a tutta la umanità, poichè IL SAPERE E' POTERE.
Chiarito questo allora spiego anche il perchè si è venuti al mondo, come lo è per ogni specie vivente:
"LA CONTINUAZIONE DELLA SPECIE."
E questo lo svolge il corpo AUTONOMAMENTE, senza l'uso del cervello, sia per il maschio che per la femmina.
I loro corpi lo sanno benissimo perchè sono venuti al mondo e senza l'uso del cervello, il quale dal suo corpo non è proprio considerato poichè il corpo lo sà che il suo CERVELLO è STUPIDO.
Difatti lui sà benissimo che tutti i suoi problemi sono causati dal suo CERVELLO: FUMA, DROGATI, STRAMANGIA ecc..
Quindi il perchè sono venuti al mondo sia il corpo del maschio che quello della femmina lo sanno benissimo.
La riprova ci viene dal fatto che dal giorno della maturazione il corpo del maschio, prima produce quel liquido seminale nel quale poi GENERA quello spermatozoo che è l'inizio della vita futura, e questo lo fà AUTONOMAMENTE senza l'uso dello stupido CERVELLO, il quale è proprio tagliato fuori da questo ciclo che viene svolto per tutta la vita.
Ma ciò che è ancora più comprensibile e preciso, è il corpo della femmina, il quale alla maturazione inizia ad AUTOPRODURRE quell'ovolo OGNI CICLO MESTRUO e non mensile, per essere pronta a ricevere quello spermatozoo che dalla loro unione in lei, col tempo stabilito da >Madre >Natura che è diverso per ogni specie, lei darà la vita al nascituro.
Ma questo processo avviene SENZA L'USO DEL CERVELLO.
La dimostrazione pratica è che non sempre questo ciclo finale è programmato.
Chi me lo può contestare?
Detto questo ora dobbiamo capire che il corpo dell'individuo, sia maschile che femminile questo compito lo fa NATURALMENTE e mi mi permetto di dire che lo fà PER ISTINTO, come si dice facciano gli altri animali denigrandoli. Questo dimostra chiaramente che non solo l'Homo Sapiens fà parte del REGNO ANIMALE, ma che anche lui, nella cosa più importante per cui è venuto al mondo segue l'ISTINTO di TUTTE le altre specie animali. Quindi tutto quello si attribuisce al genere umano è fatto per ingannare il proprio simile.
E cosa è ciò che ha tutta questa importanza?
Sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" detti dalla medicina "integratori", che stanno nel SANGUE di entrambi i sessi, e nel maschio nel suo liquido seminale, nel quale GENERA poi questa partenza, che è di ogni animale al mondo o nella LINFA dei vegetali.
Sappiamo anche che questo latte, rispetto agli altri latte prodotto dalle industrie alimentari, ha un contenuto in sali minerali e vitamine che sono la base della vita del neonato poichè scritti nel suo DNA.
Questo però è per TUTTE le femmine che hanno questo processo come partenza della vita, quindi anche la leonessa, la balena, la mucca o l'asina, che i nostri avi sapevano benissimo che in caso di carenza di latte, per il nascituro è il più indicato. Altro che liofilizzati ecc...
Detto questo, penso che ora sia più facile capire che nonostante la DEMONIZZAZIONE da parte di chi vive sulla malattia altrui, di questo LATTE, CIBO NATURALE, come lo è per l'UOVO, come abbiamo rilevato alcuni post precedenti, questi "ALIMENTI ESSENZIALI2 che sono la base della vita sulla terra, sono INDISPENSABILI per mantenersi una VERA SALUTE.
Ed ora ecco in oggetto l'articolo che cita questi "ALIMENTI ESSENZIALI" facendo rilevare l'importanza di questi per la VERA SALUTE, che per farlo li mette nel SIERO del latte che diventa così il terzo componente per la vita futura, come detto sopra.
Di questo articolo cito la parte che recita:
"Ancora poco conosciuto, il siero di latte è un vero e proprio elisir di salute. Dopo che il latte intero subisce il processo di caseificazione, quello che rimane è il siero che contiene amminoacidi, minerali, vitamine e proteine.
Questo prezioso composto non contiene grassi, lattosio e cloruro di sodio. Insomma, solo il buono, e che buono!
Un integratore alimentare del tutto naturale, noto già al medico dei medici Ippocrate che lo consigliava a completamento di un alimentazione sana.
A chi può servire il siero di latte?
Sicuramente agli sportivi che hanno bisogno di una buona quantità di liquidi e minerali: il siero di latte reintegra non solo i liquidi ma anche minerali essenziali per lo sforzo e il ferro, indispensabile per l'energia. Il siero di latte è ottimo anche per le donne in menopausa che hanno un fabbisogno più alto proprio di liquidi e minerali e per la prevenzione dell'osteoporosi."

Data la similitudine di questo articolo del dottor Liborio Quinto, che riporto su questa pagina e l'articolo del dottor Berrino su altra pagina, mi permetto di contrapporre delle verità dimostranti esattamente il contrario delle loro dichiarazioni, che ritengo siano fatte da loro con uno scopo ben preciso:
DEMONIZZARE del CIBO NATURALE DA SEMPRE a favore di CIBI INNATURALI.
Tra i due articoli però una differenza, il dottor Berrino ammette che i CIBI delle industrie sono INNATURALI, e scrive:
"Quello che diamo da mangiare ai nostri malati è il peggio del peggio, ma noi vogliamo bene ai nostri malati, VOGLIAMO CHE TORNINO. Se noi ci ammaliamo aumenta il PIL, c’è crescita. La Sanità è la più grande industria economica. Non c’è interesse economico per la prevenzione” !!
Il Prof. Berrino ci spiega come la sanità sia la più grande industria nazionale. Non c’è un reale interesse verso la prevenzione. Più ti ammali più cresce il PIL."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... errino.htm
PREMETTO CHE NON SONO QUI' PER GIUDICARE LE VARIE ALIMENTAZIONI, quindi condannare i VEGANI, i VEGETARIANI ecc. ma sono quì per riportare delle informazioni che ritengo siano importanti per ognuno di noi, quindi anche per le persone che seguono le alimentazioni diverse dalla ONNIVORA impostata da >Madre >Natura quindi parte della CATENA ALIMENTARE..
L'articolo del dottor Liborio Quinto riporta:
"Nei paesi con maggior consumo pro capite di Latte e e formaggi, si riscontra una maggior incidenza di fratture all'anca.
Il dato, sembra strano, se si pensa che il latte è l'alimento più ricco di CALCIO.
Gli studiosi della nutrizione, chiamano questo fenomeno "il paradosso del CALCIO".
Ma perchè il latte, con tutto il CALCIO, favorisce l'indebolimento delle ossa?"
Su queste affermazioni devo dare la risposta precisa, ed è che per fissare il CALCIO alle ossa, non basta la vitamina D3 di cui TUTTE le persone al mondo ne sono CARENTI, ma ci vuole anche il CLORURO DI MAGNESIO.
Riguardo al fissare il CALCIO alle ossa e renderle solide, evitando quindi la rottura, prima di procedere però devo aggiungere due fatti molto importanti che si chiamano vitamina K2 e SILICIO (SILICIO ORGANICO)
La pagina di Leonardo Rubini che scrive del dottor Coimbra in proposito recita:
"Non voglio tenervi nascosta nessuna informazione che riguardi la vitamina D, soprattutto se ad alto dosaggio. Questa molecola è molto dibattuta e, in effetti, ha due grossi problemi: costa pochissimo e non è brevettabile! E questi sono effetti collaterali devastanti per un'Azienda come Big Pharma che fattura più di mille miliardi di dollari l'anno. Se la vitamina D fosse assunta da tutti nel giusto dosaggio, in pochi anni perderebbe un buon 70% dei suoi guadagni. Aggiungiamoci una corretta alimentazione, che non è vegetariana o vegana (chissà come mai è la più spinta nei media ultimamente, i cui spazi pubblicitari li pagano le aziende farmaceutiche in larga parte!), e il business del farmaco è F I N I T O!
Ora, come operano nella società e nella politica questi giganti economici è da tempo noto. Giusto ieri sera ho visto un bellissimo film documentario che vi consiglio, "Fed up", dove si spiega chiaramente come le lobbies siano in grado di influenzare le scelte governative e da decenni cooptino figure mediche di spicco, se non intere associazioni. Tutto questo accade perché le bugie che vendono sono scientificamente insostenibili, per cui comprano i supporti per raccontarle in modo credibile.
Uno dei modi classici per difendere il proprio business trilionario è quello di smontare terapie alternative che funzionano e che non sono brevettabili. E' successo decine di volte nella storia, uno dei casi più eclatanti e recenti è il metodo Di Bella. All'epoca, così accusava il Procuratore di Torino Raffaele Guariniello, riferendo che erano stati usati farmaci scaduti o difettosi per la sperimentazione. Tutto ciò costruito ad arte per bocciare questa cura anti cancro che invece molto spesso dà degli ottimi risultati. Ma passiamo alla vitamina D...
Ad agosto 2014, un gruppo di neurologi brasiliani ha scritto una lettera al Journal of Neurological Sciences, lamentando che il protocollo Coimbra sarebbe uno specchietto per le allodole, senza alcuna base scientifica. A ottobre dello stesso anno pubblicai un articolo, su richiesta del Dr. Coimbra, con la sua risposta dettagliata. Ciò che fa rabbia e che fa ridere amaramente è che la sostanza dell'accusa dei neurologi verso Coimbra è che hanno potuto constatare 21 casi di pazienti che non hanno risposto come dovevano al protocollo (in 1 solo anno, cioè quando ancora il dosaggio non si è stabilizzato per tutti) o che hanno avuto problemi (rapidamente risolti) di ipercalcemia. 21 su 4.000 trattati in tutto il Brasile!!! Lo 0,5%!!! Ma io dico, ma prima di contestare questa misera percentuale di eventuale insuccesso a un medico, volete considerare il 70% di inefficacia totale o parziale dei farmaci che date ai pazienti per trattare le stesse malattie, nonché gli effetti collaterali spesso devastanti che gli stessi comportano?!"
Ed ancora:
"Per SINTETIZZARE vitamina D nel sangue, il tuo corpo deve utilizzare il magnesio. E una grande percentuale di persone è molto o moderatamente carente di magnesio (davvero?!). E quindi, alcune persone che prendono la vitamina D e credono di avere effetti collaterali, stanno invece avendo segni di carenza di magnesio!!"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gnesio.htm

Difatti CIBI contenenti il CLORURO DI MAGNESIO, come il grano ed il sale sono RAFFINATI e resi CIBI VELENOSI ed è per questo la frase:
"Nei paesi con maggior consumo pro capite di Latte e e formaggi, si riscontra una maggior incidenza di fratture all'anca."
quindi nei paesi cosi detti CIVILI, abbiamo certezza che i CIBI RAFFINATI degli scaffali gli "ALIMENTI ESSENZIALI" contenuti nei CIBI NATURALI questi non ne contengono più.
E sono quelli che stanno nel SANGUE e nel liquido seminale maschile, di cui la CARENZA causa la MALATTIA.
Altro che studiosi, non riesco a definire quali siano questi citati STUDI.
Che questi "ALIMENTI ESSENZIALI" siano nel SANGUE DI TUTTI gli animali al mondo, quindi anche nel SANGUE UMANO, la conferma ci viene, oltre la richiesta del medico di base con gli ESAMI DEL SANGUE, anche dalla pagina *.PDF del Ministero Della Salute con la RGR (Razione Giornaliera Raccomandata), dove questi "ALIMENTI ESSENZIALI" li elenca TUTTI, uno ad uno, stabilendo dei valori massimi da ingoiare giornalmente.
Eccone alcuni:
vitamina C mg 1000
vitamina D mcg 25
vitamina K mcg 105
acido folico mcg 400
vitamina B12 mcg 25
potassio NON DEFINITO
cloro NON DEFINITO
magnesio mg 450
boro mg 1.5
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm
Quindi posso concludere senza ombra di dubbio che il dottor Liborio Quinto, mancandogli la informazione da me sopra riportata, tira delle conclusioni che non possono che essere errate.
Come ho già riportato sull'articolo del dottor Berrino, questa parte la riporto anche per questo articolo del dottor Liborio Quinto, in quanto articoli SIMILI, poichè descrivono ed hanno lo stesso fine :
Per l'articolo di Berrino devo riportare quanto risulta essere stato fino a metà secolo scorso, che corregge quanto da lui dichiarato sul LATTE e sulla CARNE:
"Il cibo di origine animale
L’uomo, in realtà, ha sempre mangiato anche cibo animale, ma se si eccettuano alcuni popoli nomadi, o quelli che vivono in condizioni ambientali estreme per freddo o per altitudine, sono ben pochi gli esempi di alimentazione tradizionale con un’alta quota di cibo animale. Anche il latte, che oggi in Occidente è alimento quotidiano, dai più era consumato solo occasionalmente, perché non poteva essere conservato ed era facile veicolo di infezioni. È stato solo alcuni decenni dopo la scoperta della pastorizzazione, in pratica dopo la prima guerra mondiale, che ha cominciato ad essere distribuito nelle città. Ma molti popoli ancor oggi non bevono più latte dopo lo svezzamento."
Quella che gli adulti non bevono più latte lo ritengo FALSO, in quanto chi è nato ed ha vissuto col latte poichè contadino lo berrà, come me, per tutta la vita.
E quì emerge il suo pensiero, giusto o sbagliato che sia, di VEGETARIANO che non tiene conto che fino a metà del secolo scorso, il latte non aveva bisogno di essere PASTORIZZATO, in quanto era direttamente consumato dal produttore, o direttamente dai vicini di casa in quanto non vi erano quei condomini che sono stati costruiti con l'avvento delle industrie.
Ma non basta, purtroppo Liborio Quinto non tiene conto che fino a metà secolo scorso, di cui il CODICE CIVILE ne riporta le leggi in proposito, in Italia e non solo, non essendoci le industrie, le intere famiglie vivevano di MEZZADRIA lavorando i campi e curando gli animali della fattoria, che condividevano con i proprietari.
Questi animali erano cavalli, asini, mucche, capre, pecore, maiali, oche, galline, anatre e conigli per elencarne alcuni, dei quali le famiglie, senza l'uso dei frigoriferi, poichè non ancora inventati, ne ingoiavano le carni ed il loro latte e di conseguenza per non buttare il più, lo trasformavano in burro e formaggi. Senza contare la CARNE di cacciagione.
Questo latte era di uso giornaliero, poichè munto ogni giorno, quindi consumato FRESCO e quindi non c'era il bisogno della conservazione. Stessa cosa per il burro.
Così era anche per la carne, in quanto a quei tempi era libera la caccia e c'erano moltissimi animali selvatici in ogni angolo dell'Italia.
Quindi è facile dedurre che le persone ingoiavano sia la carne che il latte ed i relativi derivati, senza alcun problema.
Questa mezzadria è durata per moltissimo tempo e finì a metà secolo scorso con l'avvento delle industrie.
E' questo periodo che Liborio Quinto si dimentica di descrivere, volutamente o involontariamente in quanto come detto un VEGETARIANO, che come tale non può che consigliare le sue tendenze alimentari.
Ed è proprio per queste sue tendenza che ritengo che egli non sia obiettivo nei sui consigli, anche perchè si deve tenere conto che lui è un medico, quindi IN CONFLITTO DI INTERESSI.
Personalmente invece ritengo che questi CIBI fanno parte di quei CIBI NATURALI di cui hanno vissuto i nostri avi e che quindi restano CIBI NATURALI sopratutto oggi anche per noi, dato i CIBI INNATURALI delle industrie.

La dimostrazione pratica ce la descrive Lins Paulig due volte Premio Nobel, vissuto nel secolo scorso, nel suo libro e scrive:
"pagina 277/340------batterio ESCHERICHIA COLI e il LATTOSIO (LATTE) e i "GENI REGOLATORI"
Si tratta di un fenomeno ben noto nei batteri. Il comune batterio intestinale ESCHERICHIA COLI solitamente usa come sua fonte di carbonio il glucosio, che è uno zucchero semplice, ma può anche vivere di lattosio (lo zucchero presente nel latte), che è un disaccaride. Quando si trasferisce una coltura di E. COLI dal glucosio al lattosio, per un pò di tempo essa cresce molto lentamente, poi si sviluppa rapidamente. Per poter vivere di lattosio l'organismo deve contenere un enzima che lo scinde in due parti; l'E. COLI è capace di fabbricare questo enzima, la betagalattossidasi, perchè possiede il gene corrispondente nel suo materiale genetico; ma, quando vive nutrendosi di glucosio, ogni cellula della coltura contiene soltanto una decina di molecole di questo enzima; se lo si trasferisce in un mezzo che contiene lattosio, ogni cellula sintetizza qualche migliaio di molecole dell'enzima, permettendogli di UTILIZZARE BENE IL LATTOSIO.
Questo processo è chiamato "formazione enzimatica indotta"; è stato scoperto nel 1900 ed è stato studiato in modo approfondito dal biologo francese Jaques Monod, che nel 1965 ha ricevuto il premio Nobel per la Medicina insieme con Francois Jacob e Andrew Lwoff.
Monod e i suoi colleghi dimostrarono che il tasso di produzione dell'enzima sotto controllo del suo "gene specifico" è a sua volta controllato da un altro gene, chiamato "gene regolatore". Quando, nel mezzo in cui vive la coltura, il lattosio è scarso o assente, il "gene regolatore" cessa la sintesi dell'enzima, allo scopo di alleggerire il batterio del compito non necessario di fabbricare un enzima utile. Quando invece è presente il lattosio, il "gene regolatore" avvia il processo di sintesi dell'enzima, per poter utilizzare il lattosio come nutrimento.
E' dimostrato che anche gli esseri umani hanno degli enzimi regolatori che controllano la sintesi degli enzimi implicati nella conversione dell'ACIDO ASCORBICO in altre sostanze. Queste altre sostanze, che sono prodotti di ossidazione, sono utili; è noto, per esempio, che riescono a tenere sotto controllo il cancro negli animali meglio dell'ACIDO ASCORBICO (Omura e colleghi, 1974 e 1975).
Ma l'ACIDO ASCORBICO è anch'esso una sostanza importante, direttamente implicata nella sintesi del COLLAGENE ed in altre reazioni dell'organismo umano.
Sarebbe catastrofico se gli enzimi dovessero svolgere il loro lavoro con tanta efficacia da convertire tutto l'ACIDO ASCORBICO e l'acido deidroascorbico in prodotti di ossidazione che non hanno le stesse proprietà biochimiche che ha la vitamina. Per questa ragione i "geni regolatori" arrestano o rallentano la produzione degli ENZIMI allorchè venga ingerita una bassa quantità di ACIDO ASCORBICO; ma quando tale quantità è grande, gli enzimi vengono prodotti in quantità maggiori, permettendo la conversione di una quantità maggiore di ACIDO ASCORBICO NELLE ALTRE SOSTANZE UTILI.
Conclusine: "se manca l'ACIDO ASCORBICO, viene rallentata la produzione di "geni regolatori" e quindi si diventa allergici al LATTOSIO"."
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... nalelp.pdf
Quindi, come descritto dal libro di Linus Pauling, è chiaro che con il tempo e per mezzo della EVOLUZIONE ora il nostro corpo HA BISOGNO di questi CIBI NATURALI e non solo, che sono come ripeto, CIBI NATURALI, mentre i CIBI degli scaffali delle industrie SONO INNATURALI, quindi VELENO PURO per il nostro corpo.
Dell'articolo in oggetto devo ancora sottolineare questa frase:
"Recentemente si è scoperto che una delle possibili cause di indebolimento delle ossa, è un acido grasso TRANS contenuto nel latte dei ruminanti: l'acido vaccinico."
Ma questo acido vaccinico, è SEMPRE stato nel latte anche nel passato? oppure ha iniziato a formarsi solo in questo secolo?
Sicuramente è SEMPRE stato nel latte da quando esistono i ruminanti, ma dato che fino al secolo scorso, le persone NON avevano la rottura dell'anca, difatti non è da molto tempo che i chirurghi adottano questi interventi, allora è comprensibile che la VERA CAUSA NON E' IL LATTE o uno dei suoi componenti, ma la VERA CAUSA di questo problema dobbiamo ricercarla i altra direzione
Non sarà invece che SI VUOLE DEMONIZZARE IL LATTE?
Certo, è possibile, in quanto il latte è UN CIBO NATURALE che dà SALUTE, in quanto un CIBO ingoiato DA SEMPRE DAI NOSTRI AVI.
L'articolo inoltre dichiara:
"Il ricercatore giapponese Kei Hamazaki, et al, ha scoperto che l'acido vaccinico contenuto nel grasso del latte e dei latticini, può inibire la sintesi del COLLAGENE di tipo-1 e l'osseina, che sono due proteine importanti delle ossa."
lo ritengo ampiamente FALSO, in quanto che per AUTOPRODURRE ogni tipo di COLLAGENE sono indispensabili l'ACIDO ASCORBICO e la LISINA.
Ecco che mi permetto di dichiarare che questa ricerca è sicuramente condizionata, in quanto che per AUTOPRODURRE i vari tipi di COLLAGENE, quindi anche quello di tipo I delle ossa che tiene insieme il CALCIO ed i vari componenti delle ossa, sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ACIDO ASCORBICO e la LISINA, quindi la causa di questa mancata AUTOPRODUZIONE è la CARENZA di questi.
Quindi invece dell'acido vaccinico, la VERA CAUSA della CARENZA DI COLLAGENE, non sarà invece la CARENZA di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" indispensabili allo scopo?
Una nostra pagina recita:
"Vorrei ora comunicarvi quanto ho scoperto sul COLLAGENE in relazione all'ACIDO ASCORBICO. Abbiamo capito che l'assunzione di ACIDO ASCORBICO è ESSENZIALE per il nostro corpo, ottenendone dei risultati a dir poco STUPEFACENTI, però se è ESSENZIALE assumere, è senz'altro INDISPENSABILE aggiungere una assunzione prima del giusto riposo. Questo l'ho rilevato da diversi siti ed eccovene la motivazione:
"Con l'avanzare degli anni, i tessuti dei muscoli si degradano perché la quantità di collagene inizia ad essere inadeguata.
La pelle diminuisce notevolmente la quantità di collagene che potrebbe generare e le conseguenze si possono constatare con il mostrarsi delle prime grinzosità ed abbandonando la lucentezza caratteristica della giovinezza.
Spesso si producono segni, raggrinzamenti, striature e voglie scure.
La cute si secca ed i capelli si stressano e perdono la loro “vivacità”.
Il corpo umano pratica la maggior parte dell’attività termica sul collagene durante le ore notturne mentre dormiamo e per fare questo gli serve l’energia che, se non può essere ottenuta dai carboidrati o dagli zuccheri, viene attinta dai grassi.
E’ durante la fase REM del sonno che il corpo trasforma le sostanze nutrizionali in nuovi tessuti.
Per compiere questa funzione gli necessita una rilevante disponibilità di energia.
La conversione del collagene ha il compito di riparare tessuti epidermici, tendini, cartilagine ed organi vitali e di rafforzare il comparto muscolare ed osseo."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... anagen.htm

Vuoi aiutare questo ACIDO ASCORBICO nella produzione di COLLAGENE? aggiungi la LISINA, che oltre ad aiutare questo, serve a bloccare l'eventuale tumore:
https://www.youtube.com/watch?v=CM7PlBQ3a4U
"Lisina
La lisina è un amminoacido essenziale dotato di un radicale con gruppo amminico, che le conferisce un comportamento basico.
Nella sua forma idrossilata, grazie all'intervento della vitamina C, rientra nella composizione del collagene. Insieme alla metionina rappresenta l'amminoacido precursore della carnitina.
La lisina favorisce la formazione di anticorpi, ormoni (come quello della crescita) ed enzimi; è inoltre necessaria allo sviluppo e alla fissazione del calcio nella ossa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lisina.htm
"In letteratura sono stati finora descritti 28 tipi di collagene. Tipo I: Rappresenta il 90% del collagene totale ed entra nella composizione dei principali tessuti connettivi, come pelle, tendini, ossa e cornea. Tipo II: Forma la cartilagine, i dischi intervertebrali ed il corpo vitreo. Tipo III: Grande importanza nel sistema cardiovascolare. È anche il collagene del tessuto di granulazione. Viene prodotto velocemente ed in grandi quantità prima del collagene di tipo I, più resistente, da cui è successivamente sostituito.....Tipo IX: Contenuto nella cartilagine, è associato a collagene di tipo II e XI. Tipo X: Contenuto nella cartilagine ipertrofica ed in mineralizzazione. Tipo XI: Contenuto nella cartilagine.....ecc. Con l'avanzare degli anni, i tessuti dei muscoli si degradano perché la quantità di COLLAGENE inizia ad essere inadeguata."
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... lagene.htm
"Il collagene è responsabile di:
stato della pelle e, indirettamente, di alcuni altri organi
protezione meccanica dell’organismo da parte della pelle
mantenimento della qualità strutturale della pelle – prevenzione della disidratazione, mantenimento dell’elasticità e della tonicità e riduzione al minimo delle rughe
funzione rinforzante del tessuto osseo dell’apparato scheletrico - la diminuzione della produzione di collagene dà inizio al processo di perdita della massa ossea, cioè all’osteoporosi
resistenza dei tendini"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eosteo.htm
"Diversi fattori possono nuocere ed allo stesso tempo ridurre la produzione di collagene nell’organismo, tra cui il tabagismo, il consumo importante e regolare di alcolici, il CAFFE', lo stress e l’intenso allenamento fisico. Inoltre, le infezioni, l’inquinamento, le avverse condizioni climatiche e l’assunzione di diversi farmaci debilitano ugualmente l’organismo.
Dovremmo considerare ogni tipo di complemento alimentare in grado di aumentare la ricostruzione e la cura del corpo."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ecaffe.htm

Il collagene inoltre è composto da grandi famiglie di molecole che includono anche i glicosaminoglicani, detti GAG quali la glucosamina, il solfato di condroitina e l'acido ialuronico i quali svolgono funzioni di sostegno e protezione della maggior parte dei tessuti. Sono quelli che consentono l'idratazione dei tessuti, il mantenimento e rigenerazione delle articolazioni, dei tendini e della pelle, insomma di tutti i tessuti connettivi.
Tra l' 800 e la prima metà del '900 le proprietà della gelatina e certe sue componenti sono soggetto di moltissimi studi sugli effetti benefici riscontrati. Nel libro "Gelatin in Nutrition and Medicine" (6), il dottor Nathan Ralph Gotthoffer autore del libro, dopo una ricerca di oltre 10 anni raccoglie tutti questi studi e li discute in dettaglio.
Negli studi che ho esaminato i principali benefici del brodo di ossa sono: miglior crescita, mantenimento e rigenerazione dei tessuti connettivi (ossa, pelle, tendini, etc...), miglior digestione e metabolizzazione dei nutrienti, cura contro ulcere, malattie intestinali e processi infiammatori, e miglior gestione dello stress. Vediamo ora più in dettaglio ogni passo.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... diossi.htm
Ci tengo a far notare che lo stile di vita è molto importante ma il solito CAFFE' (FLAGELLO UMANO) NUOCE sicuramente a tale produzione......
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nebase.htm

E recita ancora:
"Una pelle con poco COLLAGENE, è una pelle vecchia, poco elastica e piena di rughe."
A questo punto non riesco a spiegarmi il perchè la mia pelle, nonostante i miei 79 anni perchè nato nel 1940, NON E' RUGOSA, anzi è tirata e luminosa, benchè io viva di latte e latticini ed anche carne da SEMPRE
Faccio notare che la mia pelle NON PUZZA ed allungando il braccio, nel gomito non si formano quelle grinze tipiche delle persone della mia età.
Naturalmente non ho mai lesinato con gli "ALIMENTI ESSENZIALI" che ingoiavo ed ingoio ancora 4 volte il giorno.
Ora in data 25 novembre 2016 ho toccato il fondo pensando che sarebbero stati i miei ultimi giorni, ma per mia immensa fortuna mi sono trovato sotto il mouse un video che mi ha dato una speranza di vita.
Naturalmente da un giorno all'altro ho cambiato completamente la mia alimentazione, iniziata il giorno 28 novembre 2016.
Dopo una settimana di questa, i dolori addominali si sono attenuati e continuano ad attenuarsi piano piano, tanto che a volte mi pare di essere guarito, anche se sento che il sintomo è pronto a farsi sentire. Sopratutto quando devo fare aria. Alla data odierna 24 dicembre 2016 sento che il dolore allo stomaco stà scomparendo, anche se sono parecchio debole, ma visto il video della guarigione dalla ULCERA DUODENALE, ho certezza di essere sulla buona strada.
Quindi deduco che anche la carne è un CIBO NATURALE anche in questi gironi oltre che in passato, come abbiamo rilevato sopra, ed avendo ora le GIUSTE INFORMAZIONI posso concludere senza ombra di dubbio che le dichiarazioni del dottor Liborio Quinto come quelle dell'oncologo Berrino, sono fatte per confondere le già precarie informazioni del TUTTO con il loro CONTRARIO DI TUTTO.
Mi stò ripetendo, ma lo faccio a ragion veduta, per spiegare e capire il comportamento di certi personaggi. quindi perdonabile.
Ora mi spiego meglio:
Abbiamo capito tutti che sul web si trova di TUTTO ed il CONTRARIO DI TUTTO, vero?
Ora vediamo il perchè:
Se trovi il TUTTO senza questo CONTRARIO DI TUTTO è chiaro che il TUTTO è FALSO.
Un esempio? semplicissimo.
Parlando del CLORURO DI MAGNESIO chi non ha letto la famosa testimonianza di padre Beno J. Schorr, professore sessantenne del Collegio di Santa Caterina di fisica, chimica e biologia, riguarda sciatalgie al nervo della coscia destra dovute a calcificazioni progressive dette "becco di pappagallo" riportata da moltissimi articoli?
Con la scusa di questa storia vengono aggiunte dosi che iniziano dai 33 grammi di CLORURO DI MAGNESIO da sciogliere in una bottiglia di acqua, poi secondo l'età, berne una tazzina da caffè o due.
Però guarda caso NON TROVI IL CONTRARIO DI QUESTO TUTTO".
Ma perchè?
Perchè chi consiglia queste dosi lo ha fatto sapendo che nessuno ha interesse a contrapporre il CONTRARIO DI TUTTO, Questo determina senza ombra di dubbio che questo TUTTO è FALSO.
Ma allora queste dosi sono FALSE, certo che sono FALSE, proprio perchè non vi è il CONTRARIO DEL TUTTO, e viene fatto affinchè queste dosi non portino dei VERI benefici. e che chi prova, poi smetta.
Lo dimostra il fatto controllabile che le bustine già pronte dei 33 grammi di CLORURO DI MAGNESIO le si trova in farmacia alla portata di tutti ed a prezzi sorbitanti.
A conferma che le dosi sono FALSE la pagina recita:
"Ansia e Magnesio sono due elementi di un legame conosciuto da tempo e vediamo subito da vicino come può il Magnesio e influire sugli stati di Ansia.
Il simbolo chimico del Magnesio è MG, il suo numero atomico è il 12 e questo elemento è veramente diffuso: il Magnesio compone ben il 2% del nostro pianeta, rintracciabile sopratutto nell’ acqua marina e, sebbene sia impossibile da trovare allo stato puro, in natura, è sempre presente legato ad altri elementi.
Pare che le origini del Magnesio e del suo nome ci riportino ad un paese in Anatolia, il cui nome era appunto Magnesio. Il Magnesio è presente nel corpo umano per un totale di circa 25 grammi, distribuiti nelle ossa, nel Cervello, nei testicoli nel fegato e nei reni.
Ansia e Magnesio sono spesso associati perché quest’ultimo agisce a livello del sistema nervoso autonomo e molti studi medici hanno evidenziato nel corso degli anni come la possa rivelarsi estremamente efficace in caso di Depressione e di comportamento Antisociale. Questo è quello che sembra risultare sul rapporto fra Ansia e Magnesio.
Effettivamente che si tratti di un elemento basilare per la nostra vita è cosa certa, e sembra anche provata la sua efficacia, ma quello che io mi chiedo è: il nostro disagio a seguito di un fatto traumatico avviene perché si è carenti di Magnesio o sono i livelli di quest’ultimo ad abbassarsi drasticamente per le condizioni psicofisiche conseguenti ad un evento traumatico o ad un contesto fortemente stressante?
Pensateci: l’esito di questa domanda potrebbe aprire numerose porte, sopratutto in termii di approccio e diagnosi nei confronti di tutti i fenomeni legati all?Ansia, compresa l’Ansia stessa."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eansia.htm

Quindi abbiamo certezza che nel corpo umano vi sono in circolo circa 25 grammi di MAGNESIO, quindi come potranno essere sostituite le parti che il corpo usa giornalmente per il suo fabbisogno con dosi così piccole?
Ora invece passiamo al TUTTO con il CONTRARIO DI TUTTO, il quale, proprio per la sua esistenza conferma che il TUTTO E' VERO!
E' la chiara dimostrazione che questo TUTTO tocca gli interessi di chi questo TUTTO porta dei danni.
Bene, arrivo al dunque:
Vi presento il CONTRARIO DI TUTTO, che inoltre, sono in CONFLITTO DI INTERESSI in quanto medici e ce la mettono tutta pur di raggiungere il loro scopo.
Ora lascio a Voi lettori tirare le Vostre personali conclusioni, poichè per me, come ho già detto, continuerò ad ingoiare i CIBI NATURALI ogni giorno della mia vita, CARNE, LATTE o DERIVATI che siano.

Ouesto ed altri studi determinano chiaramente che le informazioni sul LATTE VACCINO descritte sul web
SONO FALSE,
quindi DISINFORMATIVE E TENDENZIOSE, in quanto è FALSO che quanto descritto riguardo ai PRODOTTI CHIMICI imposti agli animali, questi animali grazie all'ACIDO ASCORBICO AUTOPRODOTTO, vengono da questo ACIDO ASCORBICO neutralizzati e quindi non più nocivi per l'individuo che ha subito questa pratica e quindi neppure per la razza umana.
Si dice che il latte và bene solo per i piccoli ma non per gli adulti.
E' facile provare la FALSITA' di questa tesi.
Le persone che dichiarano questo, lo fanno perchè si sono dimenticati che i loro avi provengono da un modo di lavorare che è durato fino all'avvento delle industrie e si chiamava:
MEZZADRIA
che esiste ancora oggi specialmente nel sud.
Ed in queste dette "masserie" al sud o "cascine" al nord, dove era richiesto il lavoro di molte persone, di solito di una famiglia completa, ma in caso si ingaggiavano persone sole a stagione, queste però vivevano sopratutto di LATTE e di LATTICINI, poichè da che l'uomo ha gli animali domestici ha imparato a ricavare dal LATTE i CIBI NATURALI più svariati, ottenendone molta salute. Ma anche di carne di ogni tipo di animale. Dato l'interscambio solo nel paese, in quanto a quei tempi era impossibile esportare i proventi in un'altra regione, ma l'interscambio avveniva tra paesani.
Naturalmente queste sopradette sono denominate ora "aziende" che sotto l'aia avevano cavalli, pecore, capre, asini, maiali, conigli, galline, e molti altri animali da cortile, ma sopratutto anche le mucche, il cui maschio della specie si chiama toro ed il piccolo vitello, il maschio castrato bue. Il bue è un castrato e quindi non può inseminare una mucca. ... Il maschio della mucca e' il toro, il bue e' il maschio castrato..28 mar 2007
Il bue veniva attaccato all'aratro per vangare il terreno e fare le semine.
Naturalmente così si coltivavano i cereali che NON CAUSAVANO la CELIACHIA, e dato che sono ancora CIBI NATURALI, diventano INNATURALI dopo il trattamento INDUSTRIALE e la raffinazione.
Un esempio?
La pagina recita:
"La carenza di magnesio, un problema attuale
Magnesio e cloruro di magnesio per la salute.
La carenza di magnesio, così come per altri preziosi minerali, è sempre più evidente in una società indirizzata verso un sempre più diffuso costume di seguire una dieta povera di nutrienti.
Questo diffuso "malcostume" è supportato dalla pubblicità che invita a consumare piatti già pronti, sempre più industrializzati e raffinati. Ci ritroviamo così sulla tavola alimenti sempre più colorati, saporiti, veloci e facili da consumare ma, per contro,sempre più poveri dal lato nutrizionale.
Può raccontare, in due parole, la sconvolgente esperienza del dott. Delbet nell’utilizzo del cloruro di magnesio nella cura di malattie importanti come la Difterite? E, soprattutto, l’incredibile risposta dal Consiglio dell’Accademia di Medicina quando il professor Delbet propose la terapia magnesiaca per la cura di questa malattia?
"Il dott. Neveu, nel 1932, utilizzò in un caso di difterite una soluzione di cloruro di magnesio nel tentativo di ridurre il rischio di reazione allergica al siero antidifterico che avrebbe poi somministrato, poiché Delbet aveva dimostrato che la soluzione poteva ridurre la risposta allergica. Quando il giorno dopo arrivarono dal laboratorio le risposte delle analisi che confermavano la difterite, e quindi prima di aver somministrato il siero, Neveu si accorse con grande stupore che la bimba era già perfettamente guarita. Dopo questo caso ne trattò altri 5 nei mesi successivi, e tutti guarirono perfettamente.
Negli anni seguenti tratta oltre 60 casi, tutti guariti senza dover mai utilizzare il siero antidifterico. Allora pubblica su una rivista medica un paio di articoli sul trattamento della difterite ed alcuni colleghi lo provano e ne confermano gli ottimi risultati.
Nel 1943 Neveu si accorge che oltre alla difterite il cloruro di magnesio era in grado di guarire anche l’altro grande flagello di quegli anni, la poliomielite. Allora cerca di ottenere una ufficializzazione del metodo, presentandolo all’Accademia di Medicina e si rivolge a Delbet che ne era membro.
Ma l’Accademia rifiuta a Delbet il permesso di effettuare la comunicazione a nome di Neveu in quanto questi non è membro dell’Accademia (cosa che in altre occasioni era stata fatta senza problemi).
Allora Delbet decide di presentarla a suo nome ma anche qui con mille scuse gli viene negato il permesso di parlare.
Dopo lunghe e accese discussioni gli viene concessa la parola ma la sua relazione non verrà mai pubblicata sul bollettino dell’Accademia. Alle proteste di Delbet viene risposto ufficialmente che ‘Facendo conoscere un nuovo trattamento contro la difterite verrebbero impedite le vaccinazioni, mentre l’interesse comune è di generalizzare le vaccinazioni stesse’
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... gnesio.htm

Ora approfondendo sulle varie qualità di LATTE proposte in commercio, devo fare una domanda logica:
"Quale è la differenza tra il LATTE ANIMALE ed il LATTE VEGETALE?"
La differenza stà semplicemente nel contenuto in "ALIMENTI ESSENZIALI". Il file riporta una analisi del contenuto in vitamine nel latte animale, di mucca, ma non in SALI MINERALI, "ALIMENTI ESSENZIALI" altrettanto importanti in quanto nel sangue di TUTTI gli animali al mondo e nella linfa dei vegetali:
"Contenuto di vitamine nel latte animale
Latte di mucca
A (retinolo) 10-90
Carotene 5-40
D (calciferolo) 0,01-0,2
E (Tocoferolo) 20-200
K tracce-17
B1 (Tiamina) 20-80
B2 (Riboflavina) 80-260
B6 (Piridossina) 17-190
B12 (Cobalamina) 0,2-0,7
Acido Folico 1-10
Acido Panto-tenico 260-490
C (Acido Ascorbico) 500-3.000
Colina 5.000-45.000
H (Biotina) 1-7
PP (Acido nicotinico) 30-200
* Livelli di assunzioni giornaliere raccomandate (uomo di riferimento, 30-59 anni)
f. p.c. = peso corporeo



http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tamine.pdf

Naturalmente non sono stati rilevati i SALI MINERALI, altri "ALIMENTI ESSENZIALI" che sono indispensabili all'individuo vivente che negli animali è nel loro sangue.
Ecco il motivo per cui i nascituri hanno bisogno del LATTE MATERNO, che in caso di impossibilità della madre, và bene anche il latte di altra specie e non del latte vegetale.
Sicuramente però non può essere sostituito da latte VEGETALE, in quanto questo latte oltre tutto se industriale hanno l'aggiunta di PRODOTTI CHIMICI VELENOSI come conservati, coloranti e come buon ultimo gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" per dare il gusto al prodotto, che sono ricavati dal petrolio, ma infine non contengono che in parte gli "ALIMENTI ESSENZIALI" indispensabili al neonato per crescere.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aromia.htm

Come latte vegetale, il peggiore di tutti è quello di soia, in quanto oltre che contenere gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" è sicuramente nocivo alla salute umana.
La pagina recita:
"Sugli inganni perpetrati da sempre, mi spiego meglio:
Dato che con la DISINFORMAZIONE ci guadagnano un sacco di categorie, come elencato sopra, da questa alimentazione, oltre queste però dobbiamo aggiungere anche le INDUSTRIE ALIMENTARI.
Certo, per esempio quelle della SOIA, cui da questi personaggi è consigliato il LATTE DI SOIA.
Al riguardo dobbiamo tenere presente che sui benefici della soia vi sono delle divergenze a livello mondiale sull'uso di questa, escluso le nazioni nelle quali la soia è un prodotto da sempre.
Sì perchè il "natto" è un formaggio ricavato da questa soia, ed abbiamo visto che è un ottimo apportatore di vitamina K2, PERO' E' RICAVATO DALLA SOIA "FERMENTATA", che quindi durante la fermentazione i prodotti controindicati alla salute umana se ne sono andati.
Al contrario del latte di soia e di tutti quei prodotti ricavati e venduti dalle nostre industrie, senza aspettare la "FERMENTAZIONE", in quanto questa è una perdita in denaro.
Dell'articolo sottolineo la parola "FERMENTATA" della frase: "assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto)".
Mi permetto di farlo in quanto le industrie alimentari usano per produrre i prodotti che propongono sugli scaffali, la soia NON FERMENTATA:
"Il latte di soia: la verità
"Anche in questo caso in letteratura sono presenti studi con risultati contrastanti. Tra i tanti, senza creare inutili allarmismi ma solo per dare un'idea di quanto delicata sia la questione, ve ne sono alcuni che sottolineano la capacità degli isoflavoni di favorire la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali mammarie. In base ai risultati di questi studi, la soia ed i suoi derivati sarebbero controindicati alle donne con storia presente o passata di cancro al seno."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alatte.htm

La soia: la verità
Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ecchia.htm
Tornando all'indagato principale, il LATTE, ecco che per sconfiggere "il contrario di tutto" ci vengono in aiuto degli studi i quali ci danno delle prove concrete addirittura contro i tumori.
Per altri studi:
"Attività antitumorale di latte di mucca, pecora, capra, cavalla, asino e cammello e loro caseine e proteine ??del siero di latte e confronto in silico delle caseine.
Shariatikia M, et al. Mol Biol Res Commun. 2017.
Mostra la citazione completa"
http://clorurodimagnesio.altervista.org ... studio.htm
Nei paesi con maggior consumo pro capite di Latte e e formaggi, si riscontra una maggior incidenza di fratture all'anca.
Il dato, sembra strano, se si pensa che il latte è l'alimento più ricco di CALCIO.
Gli studiosi della nutrizione, chiamano questo fenomeno "il paradosso del CALCIO".
Ka perchè il latte, con tutto il CALCIO, favorisce l'indebolimento delle ossa?
Alcune ricerche puntano il dito contro le proteine acidificanti del latte. Altre ricerche credono che sia il rapporto CALCIO/FOSFATI del latte a favorire l'indebolimento osseo.
Probabilmente hanno ragione entrambi.
Ma adesso, a rafforzare questo paradosso, c'è una novità!
Recentemente si è scoperto che una delle possibili cause di indebolimento delle ossa, è un acido grasso TRANS contenuto nel latte dei ruminanti: l'acido vaccinico.
Il ricercatore giapponese Kei Hamazaki, et al, ha scoperto che l'acido vaccinico contenuto nel grasso del latte e dei latticini, può inibire la sintesi del COLLAGENE di tipo-1 e l'osseina, che sono due proteine importanti delle ossa.
In pratica, l'eccessiva assunzione di acido vaccinico tramite latte e formaggi riduce la produzione di COLLAGENE-1 ed osseina nel tessuto osseo. Ciò rende il tessuto osseo meno flessibile e più rigido e fragile, predisponendo le persone alle fratture.
L'acido vaccinico è un acido grasso TRANS contenuto nel grasso del latte, ci sono circa 2-6% di acidi grassi TRANS. di cui la metà è costituita dall'acido vaccinico.
L'acido vaccinico è simile all'acido oleico, l'unica differenza sta nella conformazione: l'acido oleico si trova in conformazione Cis, mentre l'acido vaccinico si trova in conformazione TRANS.
Un mio parere sulla ricerca del dottor Kei Hamazaki:
Se è vero che l'acido vaccinico del latte inibisce il collagene del tipo-1 delle ossa. rendendolo fragile, probabilmente per la stessa ragione, l'abuso dei latticini può indebolire la pelle e le CARTILAGINI. Il COLLAGENE di tipo-1 infatti è diffuso un pò in tutto il corpo, compresa la pelle. Una pelle con poco COLLAGENE, è una pelle vecchia, poco elastica e piena di rughe.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... quinto.htm

Ancora poco conosciuto, il siero di latte è un vero e proprio elisir di salute. Dopo che il latte intero subisce il processo di caseificazione, quello che rimane è il siero che contiene amminoacidi, minerali, vitamine e proteine.

Questo prezioso composto non contiene grassi, lattosio e cloruro di sodio. Insomma, solo il buono, e che buono!

Un integratore alimentare del tutto naturale, noto già al medico dei medici Ippocrate che lo consigliava a completamento di un alimentazione sana.
A chi può servire il siero di latte?

Sicuramente agli sportivi che hanno bisogno di una buona quantità di liquidi e minerali: il siero di latte reintegra non solo i liquidi ma anche minerali essenziali per lo sforzo e il ferro, indispensabile per l'energia. Il siero di latte è ottimo anche per le donne in menopausa che hanno un fabbisogno più alto proprio di liquidi e minerali e per la prevenzione dell'osteoporosi.

Il siero di latte è un ottimo regolatore intestinale, rigenera la flora batterica ed è un delicato purgante. Esso regola anche l'attività del fegato e previene le principali malattie epatiche e, in generale, tutte quelle gastro-intestinali.

Ma il siero dimostra tutta la sua efficacia soprattutto per l'ipertensione. Grazie al basso contenuto in sodio e l'alto contenuto in potassio, il siero ha un effetto drenante e normalizzante del colesterolo cattivo prezioso per chi soffre di pressione alta.
E, care donne, il siero di latte, sappiatelo, è un buon alleato per la linea

Perché? Niente meglio del siero è capace di ripulirvi il corpo da tutte le sostanze spazzatura che spesso si trasformano in tessuti adiposi. Se siete sovrappeso e il vostro problema è depurare - magari anche per problemi di cellulite - potete prendere il siero di latte al mattino a stomaco vuoto. Così potrete iniziare una dieta sana che non vi faccia mancare alcun nutriente.

Prendendo 1,5l di siero al giorno, il fabbisogno quotidiano di calcio viene coperto. Ottimo per chi soffre di osteoporosi o per chi vuol prevenirla attivamente, magari a partire dalla menopausa. L'azione riequilibrante del siero di latte sul metabolismo, infatti, dipende proprio da questo suo alto quantitativo di calcio.

Inoltre, il siero di latte è alla base di varie linee per il corpo, il viso e i capelli, tanto che diventando il "re" delle Spa: il bagno al siero di latte è consigliato per la pelle secca e stressata. Ottimo anche per gli effetti sul viso dell'inquinamento, è consigliato per chi sente la sua pelle più vecchia e flaccida magari dopo un periodo di inteso impegno psico-fisico, come l'allattamento. Ecco perché i trattamenti al siero di latte sono benefici e realmente calmanti e rilassanti.

Sara Tagliente
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nziali.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mar ago 13, 2019 5:50 pm

https://www.facebook.com/genre.franco/v ... 577021688/
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

In Bra (Cn) il 11/08/2019. Dopo 3 anni di pausa forzata, eccomi sui roller a divertirmi sulla pista da ballo. Si può confrontare con questo video del 2011. https://www.facebook.com/photo.php?v=10 ... 788&type=3 Ho iniziato con i roller nel 2010 quindi a 70 anni. Ora sono quasi 80 e mi piace ancora divertirmi.
Per vedere altri miei video: http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... vobase.htm
ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » gio ago 15, 2019 10:32 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ttante.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Oggi 15 di agosto 2019, sarò breve e conciso con questa informazione sul CLORURO DI MAGNESIO.
Non abbiatela a male perchè la consolazione è: SAPERE E' POTERE.
Sei in ferie al mare o vivi vicino al mare?
Sei fortunato ed anche parecchio.
Non lo dico perchè io sò tutto, ma perchè ho la informazione che nel mare e di conseguenza negli oceani vi è la maggior parte di un "ALIMENTO ESSENZIALE" denominato CLORURO DI MAGNESIO.
E' sicuramente importante saperlo, ma il sapere quanto sotto ti può cambiare la vita, vedendo sotto un'altra prospettiva tutto ciò che ti dà la VERA SALUTE, che non sono sicuramente i "principi attivi" delle medicine, che sono solo PRODOTTI CHIMICI VELENOSI. Mi permetto di riportare la parola VELENOSI, non perchè questo è il mio personale giudizio (che potrei essere di parte), ma questo lo dimostra senza ombra di dubbio l'allegato FOGLIO ILLUSTRATIVO cosi detto BUGIARDINO.
E mi permetto di dire che non penso che una mela abbia l'allegato BUGIARDINO poichè non causa MAI alcun danno a chi la ingoia, mentre il FOGLIO ILLUSTRATIVO dei "principi attivi" è messo lì per avvisare il malcapitato che questo "principio attivo" può anche ucciderlo.
Naturalmente questo vale anche per i tanto di moda VACCINI.
Chiedo scusa e mi fermo, poichè il mio compito non è di dire le verità su quanto ti si fà credere il tuo simile per LUCRO, ma per parlare di un "ALIMENTO ESSENZIALE" che sicuramente ingoiandolo, TI REGALA LA SALUTE.
L prima conferma ti viene dal fatto che se acquisti un "ALIMENTO ESSENZIALE" di cui il CLORURO DI MAGNESIO, in allegato NON TROVI il FOGLIO ILLUSTRATIVO cosi detto BUGIARDINO.
E mi permetto di spiegartelo chiaramente ed inconfutabilmente sotto.
Vogliamo vedere il perchè di tutti questi misteri?
Il mare ci offre due "ALIMENTI ESSENZIALI" importantissimi:
Il CLORURO DI MAGNESIO
e la vitamina D.
Infatti in un litro di acqua del Mare Mediterraneo, vi sono 7 grammi di CLORURO DI MAGNESIO, poichè nel mare vi è la quantità più importante del pianeta.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... romare.htm

Detto questo che non è poco, e lo capirai più sotto, questo CLORURO DI MAGNESIO è il miglior DISINFETTANTE NATURALE che esista al mondo.
Ce lo dice il professor Pierre Delbet, lo scopritore nel lontano 1915, ma di cui I CERVELLONI della medicina hanno fatto sempre orecchio da mercante per il loro solito scopo: IL LUCRO e non la SALUTE UMANA.
La pagina recita;
"Pierre Delbert: una scoperta audace.
Dobbiamo al professor Pierre Delbet la scoperta delle straordinarie virtù curative e preventive del CLORURO DI MAGNESIO. Bisogna sottolineare che qui non si tratta affatto di semplici ipotesi di lavoro, cogitazioni fumose senza altro fondamento che cercare di far colpo: certo che no! I risultati ottenuti con la terapia magnesiaca del professor Pierre Delbet poggiano su fatti scientifici basati su un'osservazione meticolosa.
Nato nel 1861, il professor Pierre Delbet per più di trent'anni di carriera fu quello che si definisce un "BARONE". La sua carriera in ambito medico fu esemplare: intermista in ospedale, primario responsabile della formazione degli altri medici in clinica, docente ordinario universitario, poi chirurgo in ospedale, premiato a più riprese dalla facoltà di Medicina e dalla Accademia di Medicina di Parigi di cui divenne membro, autore di importanti testi che furono capisaldi autorevoli di rifinimento. Morì nel 1957 a 96 anni compiuti. Tutto ciò indica che quest'illustre medico non aveva nulla del ciarlatano, ma le idee nuove sono accolte molto raramente come meriterebbero, sopratutto in ambito medico.
2.1 Gli antisettici in questione
Come afferma egli stesso, sin dall’epoca dell’internato era ossessionato dall’ «idea della nocività degli antisettici» ai quali si richiedeva di uccidere i microbi nei tessuti stessi. In altre parole, si domandava se il fatto di lavare le piaghe con soluzioni
antisettiche non presentasse più inconvenienti che vantaggi. «Dato che i microbi sono più resistenti delle cellule degli esseri più evoluti», gli sembrava impossibile eliminarli senza distruggere contemporaneamente anche le cellule. In realtà, gli
antisettici – che sono veleni per i microbi – lo sono necessariamente anche per le cellule che essi alterano e distruggono in gran numero, diminuendo così la resistenza dei tessuti e favorendo in un secondo tempo l’infezione: l’opposto dello scopo perseguito!
E partito tutto da quest’idea, molto audace per l’epoca (siamo nel 1889): invece di indebolire le cellule, non sarebbe meglio sostenere il loro sforzo nella lotta, alla quale sono state adattate in modo ereditario, contro gli agenti infettivi?
E così che la protezione delle cellule (citofilassi) e diventa uno dei principi fondamentali della sua tecnica chirurgica, non risolvendo tuttavia il problema delle lesioni infette.
2.2 Aumentare la resistenza all’infezione
Quando scoppia la guerra 1914-1918, viene mobilitato come chirurgo e mandato in missione nell’Ovest della Francia. Ha l’occasione di esaminare un gran numero di ospedali e anche di posti avanzati a Jonchery e poi a Chˆalons. Ritorna
dalle missioni con due certezze: bisognava a ogni costo riorganizzare il servizio sanitario e, soprattutto, modificare il trattamento delle piaghe. Infatti, scriverà in seguito: «Gli antisettici imperversavano ovunque e i risultati erano deplorevoli!».
La sua opinione sui pericoli dell’asepsi si e ulteriormente rafforzata. Intraprende allora una serie di ricerche con lo scopo di valutare l’azione dei principali antisettici. Risultati deplorevoli! Giunge a questa sorprendente constatazione: gli antisettici, distruggendo i globuli bianchi ancora vivi e attivi e apportando modifiche chimiche alle albumine contenute nel pus prelevato su una piaga infetta, ne fanno un eccellente terreno di cultura per i microbi!
La sua idea primaria allora diventa: «Aumentare la resistenza delle cellule perch´e possano trionfare sui microbi», poich´e sembra proprio che questa lotta faccia parte delle loro competenze. La sola medicazione efficace consisterebbe quindi nel sostenere questo sforzo e soprattutto nell’evitare che venga annullato, come troppo spesso accade. All’epoca sostiene che non si troverà mai un antisettico in grado di sterilizzare una piaga quindi di uccidere tutti i microbi che la infettano senza uccidere nello stesso tempo un numero considerevole di cellule, alterando così i sistemi naturali di difesa dell’organismo.
2.3 Risultati straordinari!
Si dedica allora allo studio della fagocitosi e constata che questa facoltà che hanno i globuli bianchi di inglobare e digerire le particelle organiche o inorganiche nocive per l’organismo (come i microbi o i globuli rossi lisati dai batteri) varia in
enormi proporzioni, in funzione di leggere differenze chimiche.
Tali constatazioni lo portano a effettuare ricerche per verificare se esiste una sostanza in quantità minima nei nostri tessuti che sia in grado di rafforzare l’azione dei globuli bianchi. Egli sperimenta quindi diverse sostanze, cercando quella che possa presentare un’azione citofilattica interessante. Secondo l’espressione dello stesso Delbet, «la soluzione di cloruro di magnesio al 12,1 per mille ha dato risultati straordinari [. . . ]. La soluzione di cloruro di magnesio puro e secco
al 12,1 per mille mantiene la propria azione citofilattica quando e iniettata nel sistema circolatorio. Può essere utilizzata tanto come medicazione quanto in iniezione» (tratto da una comunicazione indirizzata all’Accademia delle Scienze di Francia il 6 settembre 1915). In realtà, in provetta questa soluzione «aumenta la fagocitosi in una proporzione del 75% in rapporto alla soluzione di cloruro di sodio all’8 per mille, che già la stimola più di tutte le altre sostanze sudiate». Di conseguenza, era il miglior metodo di medicazione.
Definisce «citofilattico» questo metodo il cui scopo e quello, di esaltare la vitalità delle cellule (il termine citofilassi significa «protezione delle cellule»), e aggiunge questo interessante commento: «Il termine [. . . ] e abbastanza mal scelto. Avrei dovuto coniarne un altro che significasse “esaltazione delle cellule”.
Ma poco importa il nome. A quell’epoca concepivo la citofilassi come un metodo di lotta contro l’infezione delle piaghe, niente di più»!
Ma fortunatamente non si ferma qui.
2.4 Per uso esterno e poi per via interna
Doveva poi verificare se l’azione citofilattica della soluzione di cloruro di magnesio si manifestasse anche nell’organismo. Le sue esperienze, troppo complesse per essere descritte in questa sede, danno risultati «sbalorditivi», per usare le sue
parole: quest’azione non soltanto persiste, ma è ancora più marcata (la fagocitosi aumenta del 129% in un caso e del 333% in un altro). I suoi lavori provano inoltre che la soluzione non è tossica, persino iniettata nel tessuto cellulare, nel peritoneo
o nelle vene.
Pensa di utilizzare in terapia l’azione che egli stesso definisce «potente» della soluzione di cloruro di magnesio. Decide quindi di estenderla alle infezioni interne, utilizzando la soluzione di cloruro di magnesio sotto forma di iniezioni
endovenose nei soggetti gravemente infetti.
2.5 «Ci dà entusiasmo nel nostro lavoro!»
Il caso spesso aiuta a sistemare le cose nel modo opportuno, come accadde all’improvviso nelle circostanze che egli descrive in questi termini: «Ricordo con precisione come una delle date importanti della mia vita, il giorno, il momento in
cui per la prima volta lo somministrai per bocca». Nel suo reparto all’ospedale Necker c’era un ferito grave che rifiutava le iniezioni. Così suggerì di somministrargli la soluzione per via orale. La sorvegliante e le due infermiere presenti sorridono:
«Perch´e ridete?»domanda loro.
«Lo prendiamo tutte», risponde Madame Boivin, la sorvegliante.
«E perch´e?».
«Ci dà entusiasmo nel nostro lavoro!».
«Ma che cosa vi ha dato l’idea di prenderlo?».
«Abbiamo notato che i malati ai quali veniva iniettato provavano una sorta di benessere. Allora abbiamo provato a berlo e ci ha prodotto lo stesso effetto!».
E dovuta a questo caso fortuito l’estensione del metodo citofilattico.
Egli si mette a somministrarlo a tutti i feriti del proprio reparto. Ne assume anch’egli e lo dà a tutto il suo entourage sia familiare sia professionale. Sono tutti unanimemente entusiasti della sensazione di euforia, di energia, di resistenza alla
fatica che provano prendendo quello che tutti chiamavano «la loro droga». La notizia si sparge in un lampo, e gli procura una ricca messe di fatti che non si aspettava e che gli ispirano nuove ricerche.
«Tutto ciò mi portò a studiare l’azione dei sali di magnesio sulla narcosi cloroformica, sulle avitaminosi, sull’anafilassi, sulla secrezione, sull’eliminazione e sulle proprietà della bile, sull’acidificazione dell’urina», così importante nel
cancro.
Il campo del suo metodo si trova a essere straordinariamente ampliato: da tecnica di medicazione diventa «un metodo generale che aumenta la resistenza non soltanto contro l’infezione, ma contro l’avitaminosi, l’anafilassi, il deperimento senile e la cancerizzazione». Questo vasto programma lo portò a pubblicare i suoi lavori in due comunicazioni all’Accademia delle Scienze e all’Accademia di Medicina nel settembre 1915. Professore di clinica chirurgica, dispone all’epoca di un laboratorio; i suoi allievi sono i suoi più preziosi aiutanti. Nell’aprile 1918 pubblica in collaborazione con uno di loro, No¨el Fiessinger, un imponente libro intitolato Biologie de la plaie de guerre, nel quale redige il bilancio delle sue ricerche.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... gnesio.pdf

Ora giunto a questo punto possiamo aggiungere quanto conferma, senza ombra di dubbio, ciò che ha scoperto e ci comunica il professor Pierre Delbet ed i suoi colleghi, uno dei quali è il dottor Neveu sul CLORURO DI MAGNESIO.
Lui ed i suoi colleghi purtroppo però non aveva capito quanto di MOLTISSIMO IMPORTANTE ora sottopongo a voi, perchè se lo avesse capito ce ne avrebbe parlato sicuramente
Ora mettiamo delle basi a tutto questo: sappiamo con certezza che il CLORURO DI MAGNESIO combatte i microbi, i virus e quant'altro possa causare danno ad un essere vivente circolante sulla terra ferma come riportato dal professore e dai sui colleghi, quindi consiglio a tutti che disinfettando le ferite o le bruciature direttamente con l'acqua di mare non può che dare SALUTE CERTA.
Perchè questo?
Noi sappiamo che la maggiore quantità di specie viventi, sia animali che vegetali sul pianeta terra non sono sulla terra ferma, ma in questa acqua di mare, la quale NON PUO' infettare nulla poichè se così fosse in questa acqua non ci sarebbe più la vita.
E cosa la mantiene così SALUTARE?
Non può essere che il CLORURO DI MAGNESIO disciolto in lei, e la conferma ci viene dal fatto che ogni individuo di queste specie in questa acqua CI NASCONO, CI VIVONO TUTTA LA LORO VITA ED ALLA FINE CI MUOIONO.
E' quindi comprensibile che se quest'acqua fosse infetta, nei mari NON ESISTEREBBE PIU' LA VITA.
Invece NO, e come detto in molti articolo e dai CERVELLONI della medicina. al MAGNESIO PUOI ESSERE ALLERGICO, E SE NE INGOI TROPPO, ATTENTO C'E' LA IRPERMAGNESEMIA.
Questo è TUTTO FALSO, in quanto non riesco proprio ad immaginare cosa succederebbe a tutte queste specie se anche uno solo di questi esseri viventi fosse veramente ALLERGICO al magnesio o soffrisse di IPERMAGNESEMIA.
Oh, ma allora le parole ALLERGIE ed IPERMAGNESEMIA sono state INVENTETE DAI CERVELLONI della medicina per loro sporco interesse, e questo lo dimostra il fatto che se non è possibile esserlo per un "ALIMENTO ESSENZIALE" chiamato CLORURO DI MAGNESIO. NON PUO' ESISTERE per nessun altro di loro.
Comprensibile, vero?
E chi me lo può contestare?
Rispondo sempre al 3779649029 e se mi si cerca mi si trova.
A riprova che noi siamo uguali ed abbiamo la stessa provenienza ti chiedo:
avete presente la forma dello spermatozoo? è sulla foto dell'articolo,
quella testa grossa con un coda lunga e veloce nel movimento è uguale alla forma del girino delle rane, ma sopratutto è uguale ai piccoli appena nati dei pesci.
Cosa può dimostrare questo?
Ancora dubbi?
Ora mi chiedo ancora, ma perchè queste informazioni SONO NASCOSTE dal SISTEMA e noi così intelligenti non riusciamo a capirle? ma allora è proprio programmato che sia così. LE VERGOGNE?
Lorenzo Acerra scrive in un suo libro dedicato al CLORURO DI MAGNESIO:
"pagina 62
La vita, ogni forma di vita, è nata nel mare tanti milioni di anni fa. Il DNA di esseri viventi per conservarsi e moltiplicarsi ha deciso, nel salgemma marino cristallizzato, di costruire una macchina basata su un unico programma di fondo, "il mantenimento dei sani livelli di MAGNESIO nei vari androni della cellula".
Il nostro corpo è quella macchina
Abbiamo sempre bisogno, sopratutto nelle strutture di basi cellulari, di attingere al sale più prezioso di cui è prodigo l'oceano. Il nostro cordone ombellicare con l'oceano è solo apparentemente spezzato.
La salinità dell'interno della cellula dipende dal MAGNESIO, non solo perchè esso è guardiano dei canali ionici della cellula, ma anche perchè il passaggio diretto attraverso la pareti (che riguarda l'acqua ed in maniera notevolmente più ridotta altre sostanze) dipende dal contenuto di MAGNESIO della cellula, cioè da quell'esercito di "soldati semplici" che nella descrizione precedente poteva sembrare avere un ruolo marginale. E invece l'organismo umano è tutto un gioco di micro-processi osmotici ed è per questo che la supplementazione di CLORURO DI MAGNESIO in un organismo carente, spesso si traduce in un sostanziale ringiovanimento.
L'acquisizione di acqua e la ritenzione al livello giusto nella cellula è una questione di presenza di forze osmotiche, cioè di MAGNESIO. Il CLORURO DI MAGNESIO ha un rapporto particolare con l'acqua, tanto è vero che, potete vederlo con i vostri occhi, attirerà acqua dall'aria in breve tempo. Cambiando la situazione osmotica di una cellula, gli scienziati sono riusciti ad ottenere un afflusso corretto di acqua al suo interno e dunque un flusso rigenerativo in cellule precedentemente invecchiate. Alterazioni della situazione osmotica si verificano man mano che un organismo subisce un impoverimento di MAGNESIO.
http://digilander.libero.it/genfranco2/ ... acerra.htm

Naturalmente le altre forme di MAGNESIO, sono SOLO UN INGANNO e come dice il professor Pierre Delbet, sono PRO TUMORE, poichè sono preparate del piccolo chimico per lucro.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ttante.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » sab ago 17, 2019 10:00 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nsigli.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Consigli importantissimi sul CLORURO DI MAGNESIO, da questo video:
https://www.youtube.com/watch?v=3crSKHF ... OrCj1Zz2es

solo che mi permetto di ripetere che deve essere di CLORURO DI MAGNESIO nel quale TUTTE LE SPECIE che nelle acque salate ci nascono, ci vivono tatta la loro vita e ci muoiono non hanno a disposizione che CLORURO DI MAGNESIO e non un'altra forma.
Sicuramente non in capsule, pastiglie ecc. Quindi anche noi che siamo fratelli di questi animali abbiamo bisogno di questa forma. Al riguardo devo far notare la forma di questi che è simile al girino della rana ed ai pesciolini appena nati, NON VI STUPISCE QUESTO? fatevi qualche domanda in proposito.
In oggetto molto più specificatamente.
Menopausa:  Rimedi di Base 2
Devi sapere che negli ultimi 6000 anni, l’evoluzione dell’uomo è avvenuta in un ambiente naturale ricco di magnesio, ma povero di calcio e di sodio. Per questa ragione l’uomo è stato capace di sviluppare efficaci meccanismi di conservazione del calcio, principalmente la vitamina D, e del sodio, l’aldosterone. Per il magnesio, invece, non ha sentito la necessità di farlo. I nostri antenati non potevano sapere che noi, popolo all’avanguardia, avremmo raffinato e lavorato i cibi tanto da perdere molto del magnesio immagazzinato nei semi, nei cereali…( lo zucchero di canna perde il 99% del suo magnesio quando viene raffinato a zucchero bianco, il grano ne perde l’80-96%, quando viene convertito in farina bianca). Non sapevano nemmeno che noi avremmo concimato il terreno con fertilizzanti chimici, impoverendo il suolo, e quindi i vegetali, di questo prezioso minerale. Se l’avessero solo sospettato, durante il lungo cammino dell’evoluzione, si sarebbero dati da fare per sviluppare nel corpo umano dei meccanismi “salva magnesio”. Ma ciò non è avvenuto.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... opausa.htm
Con il magnesio si superano meglio i periodi delicati della vita femminile
"In Italia il 20% della popolazione presenta una carenza di MAGNESIO. Responsabile le diete dimagranti, sbilanciate o eccessive, l'abuso di lassativi e diuretici. In prima linea sono sopratutto le donne. Quattro si dieci, nei giorni che precedono l'inizio del ciclo soffrono di mal di testa, tensione al seno e ritenzione idrica, spossatezza ed irritabilità. Quelle poi che stanno affrontando la menopausa vanno incontro a vampate improvvide, sudorazioni notturne, aumento di peso e sbalzi di umore. Nelle modificazioni ormonali che caratterizzano la vita femminile, diversi sono gli elementi minerali chiamati in causa; primi fra tutti il MAGNESIO ed il CALCIO.
In un adulto ci sono 25 grammi circa di magnesio, per metà concentrato nelle ossa e per l'altra metà nei muscoli, cuore compreso dove è responsabile delle contrazioni cardiache. Si è scoperto che questo elemento consente l'attività di oltre 300 enzimi, preposti ad altrettante reazioni biochimiche fondamentali per il buon funzionamento dell'organismo.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minile.htm
Scusate se mi permetto, ma ho letto attentamente l'articolo e ne ho dedotto quanto segue:
L'articolo è molto chiaro e stabilisce senza ombra di dubbio che la causa del malfunzionamento della tiroide è causata sopratutto da CIBI NATURALI.
Lo dichiara il tratto che scrive:
"Sono alimenti da evitare, in quanto fanno parte della categoria dei cibi goitrogenici: soia, semi di rapa, cavolo, cavolini di Bruxelles, broccoli, cavolfiori, patate dolci, maizena (o amido di mais), fagioli di lima, miglio perlato."
L'altra parte invece:
"Alimenti che è sempre opportuno eliminare dalla dieta sono latte animale e suoi derivati, cereali mutati, essenzialmente grano e mais."
Elencando invece i cibi che fanno bene:
"Sono da promuovere invece i seguenti alimenti: alghe, banane, patate, pesce, radicchio, barbabietola, semolino, prezzemolo.
Alimenti che è sempre opportuno eliminare dalla dieta sono latte animale e suoi derivati, cereali mutati, essenzialmente grano e mais. Sono da preferire il riso, il saraceno e il sesamo. Inoltre evitare cibi cotti a temperatura troppo elevata, cioè al di sopra dei 110° C, oli raffinati, sostituibili con oli extravergini consumati crudi; zuccheri raffinati; limitazione per quanto è possibile, del consumo di prodotti manipolati, il che implica un maggiore consumo di alimenti biologici (L’alimentazione ovvero la terza medicina, Dott. Jean Seignalet - 2007)."
Ma poi, dopo aver elencato le eventuali cause che sono sempre CIBI NATURALI, passa alla EVENTUALE CURA:
"Per sostenere un buon funzionamento della tiroide è possibile integrare minerali di magnesio, manganese, zinco e selenio.
Può essere assurdo affermare che un elemento da integrare assolutamente sia il magnesio e adesso diciamo il perché.
Sappiamo da quanto detto che la causa sta in una alimentazione non corretta che ci provoca demineralizzazione, squilibri vari……. basti pensare che le malattie delle cavie della scienza sono prodotte principalmente per insulto tossico, per stress metabolico (alimentazione squilibrata) o ambientale, e in tutti questi casi i tessuti della cavia diventeranno carenti di magnesio, oppure le malattie “commissionate” vengono fatte derivare direttamente da una carenza cellulare di magnesio prodotta per raffinazione del magnesio dai cibi somministrati (Magnesio, Lorenzo Acerra - 2008). Questo non significa però che il magnesio è la cura universale ma se prendiamo in considerazioni le manifestazioni dell’ipotiroidismo, - rallentamento del metabolismo, la stanchezza, la secchezza della pelle, la perdita dei capelli, l’aumento della massa corporea, la stitichezza, l’ipersensibilità al freddo, pallore, difficoltà nel respiro, problemi nelle mestruazioni ed infertilità, dolori muscolari e nelle articolazioni, anemia ed altri - , capiamo immediatamente che la soluzione più immediata è assumere Magnesio.
Dott.ssa Rita Muro.
Riguardo al MAGNESIO, l'articolo NON CITA IL CLORURO DI MAGNESIO, l'unico esistente in natura, del quale il citato Lorenzo Acerra ha dedicato un suo libro:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... acerra.htm

TUTTE le altre forme di MAGNESIO, magnesio supremo compreso, sono fatte dal piccolo chimico come lavoro, mentre il CLORURO DI MAGNESIO è l'unica forma esistente in natura ed e sopratutto nelle acque dei mari, naturalmente anche sulla terra ferma. Infatti nel Mare Mediterraneo, ogni litro di acqua ne contiene 7 grammi. Ma il Mare Mediterraneo non è un lago, ma collegato a TUTTI i mari, oceani compresi, vero?
Conoscendo il contenuto di un litro di acqua del Mare Mediterraneo, chissà quanto CLORURO DI MAGNESIO ne contengono gli Oceani Pacifico, Atlantico, Indiano?
Sapere questo non è importante, quanto invece è importante che sappiamo che il maggior numero di specie esistente sul pianeta sono nel mare e non sulla terra ferma, ma allora questi individui, nel CLORURO DI MAGNESIO, ci sono nati, ci vivono tutta la loro vita e ci muoiono.
Quindi chiedo ad ognuno di voi, se riuscite ad ammettere che uno di questi individui sia ALLERGICO al MAGNESIO, oppure ne soffra di IPERMAGNESIA?
Oppure un qualche individuo vivente sulla terraferma?
IMPOSSIBILE VERO?
Quindi possiamo concludere, senza ombra di dubbio che per la vita sulla terra conta solo il CLORURO DI MAGNESIO.
Ora, avendo fissato un parametro molto importante proseguiamo nella nostra critica.
L'articolo poi, fà presente il fatto più importante sulle cure della medicina, le CONTROINDICAZIONE del "principio attivo" prescritto:
"Questo spiega il perché non è condivisibile un protocollo che prevede l’uso della stessa medicina (l’ormone tiroideo) , per giunta “per tutta la vita” , in tutte le patologie della tiroide, anche molto diverse l’una dall’altra: lo stesso ormone, infatti, viene prescritto indifferentemente sia in caso di “tiroidite”, sia in caso di “noduli”, sia in caso di “ipotiroidismo”, sia in moltissimi casi di “ipertiroidismo”. È un po’ quello che avviene, ad esempio per la cura del diabete, ci si limita a prescrivere un ormone sintetico, l’insulina,che ne sostituisce la funzione e non ci si pone l’obiettivo di “curare” l’organo impigrito e funzionalmente stanco. Nel caso dell’ipotiroidismo si ricorre alla tiroxina che però, con il tempo provoca un blocco funzionale della ghiandola, oltre ad effetti collaterali che non sono blandi: effetti sul cuore, sulle arterie, ansia, tachicardia, osteoporosi, oltre ad un blocco del metabolismo del paziente, che tenderà ancora più facilmente di prima a ingrassare.
In realtà, come si è già detto, la vera cura della tiroide non può che essere basata su un “percorso terapeutico causale”, che cioè vada a rimuovere le cause (metaboliche, energetiche, nutrizionale e quant’altro) che hanno provocato la malattia della tiroide. È solo rimuovendo quelle cause che la tiroide potrà guarire realmente e per sempre. Quindi non è la tiroide il vero bersaglio di cura, ma l’eliminazione delle cause prime che hanno provocato la malattia: una volta eliminate le cause, la tiroide guarisce automaticamente."
Ed ecco che a questo punto mi chiedo:
Avendo CERTEZZA che non solo il corpo dell'Homo Sapiens ha l'organo chiamato TIROIDE, ma è un organo di TUTTI gli animali esistenti in natura, come potranno avere il buon funzionamento di questo loro organo se come descritto sopra ingoiano i CIBI NATURALI indicati come causa di malfunzionamento della tiroide umana?
Non è che loro hanno internet e possono avere le informazioni dai vari personaggi chiamati SPECIALISTI di questo organo, e quindi, seguendo le indicazioni fanno a meno di ingoiarli, vero?
E sicuramente non mi risulta che vi siano specie animali, oltre l'Homo Sapiens che soffra di questo malfunzionamento, altrimenti queste specie si sarebbero estinte!
Ma allora, dato che l'articolo recita:
"È solo rimuovendo quelle cause che la tiroide potrà guarire realmente e per sempre. Quindi non è la tiroide il vero bersaglio di cura, ma l’eliminazione delle cause prime che hanno provocato la malattia: una volta eliminate le cause, la tiroide guarisce automaticamente.
Quindi se vogliamo parlare di terapia, essa consisterà innanzitutto nel correggere gli squilibri metabolico - ossidativi ed energetici del paziente: per questo, ogni paziente è un caso a se stante e le cure sono molto individuali (non esistono protocolli!!!)"
Come da questa ultima frase è quindi necessario cercare la VERA CAUSA per mantenere SANO l'organo della TIROIDEO.
Ma sicuramente NON POSSONO ESSERE I CIBI NATURALI elencati sopra ad esserne la causa, in quanto chè se fossero loro lo sarebbero per ogni specie animali che si alimenta di questi come detto sopra.
Oh, ma allora la causa può SOLO essere una CARENZA INTERNA all'individuo, la quale CARENZA incide sulle DIFESE IMMUNITARIE.
Sono SOLO queste DIFESE IMMUNITARIE che permettono all'individuo di ogni specie al mondo di coniugare la parola AUTOGUARIGIONE, senza la quale sarebbe la estinzione della vita sul pianeta.
La medicina dice:
"per aumentare le DIFESE IMMUNITARIE devi ingoiare tanta frutta e verdura i quali contengono vitamina C"
Ma la vitamina C è l'ACIDO ASCORBICO, e l'ACIDO ASCORBICO è un "ALIMENTO ESSENZIALE" nei quali ogni individuo animale è stato GENERATO, ma l'articolo cita come possibile cura il MAGNESIO.
Però anche il MAGNESIO è un "ALIMENTO ESSENZIALE", la cui CARENZA come la CARENZA di ACIDO ASCORBICO o di altri "ALIMENTI ESSENZIALI" sminuisco le DIFESE IMMUNITARIE.
Definito questo, si può capire il perchè la differenza così vistosa tra l'Homo Sapiens e TUTTI gli altri animali del pianeta riguardo alla salute, in quanto escluso l'Homo Sapiens, nessun altro individuo di ogni altra specie si reca dal suo simile in caso di malattia.
Deve essere chiaro che TUTTI GLI ESSERI VIVENTI sono soggetti a malattie, ma se questi NON fossero coperti dalla AUTOGUARIGIONE, si sarebbero ESTINTI DA SEMPRE.
Ma che differenza INTERNA può essere la causa dell'indebolimento delle DIFESE IMMUNITARIE che permettono la conseguente malattia, quindi anche la malattia della TIROIDE?
Questa differenza ce lo spiega chiaro Irwin Stone con un disegno molto esplicativo, ed è la mancata AUTOPRODUZIONE di ACIDO ASCORBICO detta vitamina C per il genere umano e non solo e riporta:
"Per un errore genetico accaduto milioni di anni fa noi esseri umani e con noi alcune specie animali... quali...
GORILLA, SCIMMIA RHESUS, PORCELLINO D'INDIA, UCCELLO ESOTICO BULBUL e PIPISTRELLO INDIANO, non produciamo vitamina C o ACIDO ASCORBICO nel nostro corpo.
Quale differenza può esserci tra l?homo Sapiens e gli altri animali che si AUTOPRODUCONO questo "ALIMENTO ESSENZIALE", e quale è la importanza di questo per l'individuo umano?
Sappiamo per certo che la base del liquido seminale maschile, dove nasce la vita futura è appunto di ACIDO ASCORBICO, è comprensibile che la CARENZA di questo fà la differenza, anzi TUTTE LE DIFFERENZE tra il genere umano ed ogni altra specie vivente.
Ho detto "altra specie vivente", in quanto l'AUTOPRODUZIONE di questo ACIDO ASCORBICO è anche per ogni specie VEGETALE. La conferma ci viene dalla medicina ufficiale della quale riporto nuovamente:
"per aumentare le DIFESE IMMUNITARIE devi ingoiare tanta frutta e verdura i quali contengono vitamina C"
ma la vitamina C è l'ACIDO ASCORBICO.
La dimostrazione pratica ed incontrovertibile ci è data addirittura dal Ministero della Salute che con un file *.PDF riporta i vari massimi per ognuno da ingoiare giornalmente, tra gli altri:
vitamina C mg 1000
vitamina D mcg 25
vitamina K mcg 105
acido folico mcg 400
vitamina B12 mcg 25
potassio NON DEFINITO
cloro NON DEFINITO
magnesio mg 450
boro mg 1.5
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Guarda caso però l'articolo non parla dell'ACIDO ASCORBICO, il più importanti di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" sopra elencati, che sono scritti nel nostro DNA in quanto TUTTI insieme formano il liquido seminale maschile nel quale personalmente sono stato GENERATO. Ma anche il GERME di TUTTI i vegetali al mondo nel quale parte la loro vita.
Quindi posso concludere, che la mancata AUTOPRODUZIONE con la conseguente CARENZA di ACIDO ASCORBICO data dalla mancata introduzione attraverso i cibi che dovrebbero contenerlo, questa è la causa di questa e di tutte le altre malattie.
Difatti l'articolo NON nomina questo importantissimo "ALIMENTO ESSENZIALE" ACIDO ASCORBICO e neppure gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" quindi prima di tutto consiglio alle persone con una qualsiasi malattia, come quella della TIROIDE, di evitare queste CARENZE, ingoiando SEMPRE CIBI NATURALI, compresi quelli sconsigliati dall'articolo poichè TUTTI CIBI NATURALI, evitando come la peste i PRODOTTI CHIMICI, "principi attivi" compresi.
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iroide.htm
E’ lo scarto del sale, ma è indispensabile per l’attività di oltre 300 enzimi e svolge un ruolo fondamentale praticamente su quasi tutti gli apparati del corpo umano.
Non a caso, da chi ne conosce le potenzialità, è considerato la panacea di molti mali. E’ facilmente assimilabile ed economico. Ma soprattutto funziona. E’ l’unico fra i Sali di magnesio ad aver dimostrato la sua efficacia nella terapia delle malattie infettive, grazie all’effetto stimolante sui globuli bianchi e in generale su tutto il sistema immunitario.
Il Cloruro di Magnesio aiuta a curare“epilessie, distrofie, sclerosi, poliomielite, tumori, asma, bronchite cronica, broncopolmonite, enfisema polmonare, influenza, pertosse, raucedine, affezioni dell’apparato gastrointestinale, malattie cervicali, tensioni neuro muscolari, artriti, sciatiche, dolori ai muscoli, calcificazioni, osteoporosi, depressioni, ansie, paure, mali di testa, febbri, fuoco di sant’Antonio, orticarie, tetano (anche quando il paziente è già rigido), morsi di vipera (lavare anche la ferita), rabbia, parotite, scarlattina, rosolia, morbillo e le altre malattie dell’infanzia”. Come ogni scoperta, anche questa parte da un evento pressoché fortuito: nel 1915 il professor Pierre Delbet, utilizzando una soluzione di cloruro di magnesio per il lavaggio delle ferite, si rese conto di come questa non solo non danneggiasse i tessuti, cosa che – invece – accadeva con gli altri antisettici, ma addirittura facilitasse la guarigione della ferita stessa. Pierre Delbet foto by Wikipedia Delbet scoprì inoltre come l’uso del cloruro di magnesio scongiurasse pericolose complicazioni, quali le sovra infezioni batteriche frequenti all’epoca, grazie all’azione di stimolo sull’attività dei globuli bianchi.
SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM
Il successivo e importantissimo passo fu scoprire che l’azione di stimolo non era limitata ai globuli bianchi, bensì agisse su tutte le cellule dell’organismo, allargando lo spettro oltre i meccanismi di difesa. La sperimentazione proseguì somministrando la soluzione anche per via orale, riscontrando – nella maggior parte dei pazienti – il manifestarsi di una sensazione di benessere generale, energia, una maggiore resistenza alla fatica e una maggior stabilità emotiva. All’epoca, le molte persone che cominciarono ad assumere la soluzione di cloruro di magnesio in qualità di “tonico”, con conseguenze inaspettate sull’organismo, informarono prontamente il professore. In poco tempo, grazie alle testimonianze dei pazienti, Delbet si ritrovò tra le mani gli effetti della sua “scoperta”. Il cloruro di magnesio aveva fatto scomparire completamente disturbi dell’apparato digerente come coliti, colecistiti e angiocoliti, aveva migliorato in modo esponenziale affezioni del sistema nervoso quali il tremore senile, il morbo di Parkinson, i crampi muscolari. Ancora, effetti sorprendenti erano stati riscontrati nella cura della pelle: acne giovanile, eczema, psoriasi, verruche, geloni, prurito. Infine, Delbet fu in grado di dimostrare come il cloruro di magnesio potesse migliorare lo stato di unghie e capelli, di diverse patologie legate allo stato allergico come il raffreddore da fieno, l’orticaria, i pruriti di vario genere fino ad arrivare alle emorroidi e all’edema di Quincke. La sua sperimentazione si allargò a tal punto da testare il cloruro di magnesio localmente, sotto forma di pomata: l’effetto non raggiunse il 100% voluto, ma l’applicazione permise di far inscurire buona parte di capelli e barbe sbiancate da anni, o di scolorire le macchie cutanee della “vecchiaia”. Nelle sue ricerche, Pierre Delbet fu coadiuvato dal Dottor Neveu, ma i benefici del Cloruro di Magnesio hanno interessato parecchi medici e ricercatori, tra cui l’italiano Raul Vergini. Se gli alchimisti assegnavano la denominazione di Panacea Universale al chermes, minerale ritenuto capace, oltre che di guarire ogni male, anche di prolungare indefinitamente la vita, a questo punto anche il Cloruro di Magnesio potrebbe arrogarsi, senza tema di smentita, lo stesso titolo. La cosa incredibile è come la carenza di Magnesio sia sempre stata ignorata dai medici come possibile causa di almeno una buona parte dei disturbi che affliggono l’essere umano. Il Magnesio è un elemento essenziale presente in tutti gli organismi, indispensabile per lo svolgimento di numerose reazioni enzimatiche. L’organismo umano ne contiene circa 25 grammi, localizzati per lo più nelle ossa, nei muscoli, nel cervello e in altri organi come fegato, reni e testicoli. Il Magnesio ha la capacità di produrre l’equilibrio minerale necessario agli organi per l’espletamento delle loro funzioni, come per esempio i reni, alimenta l’acido urico nelle artrosi, ha potere decalcificante fino alle più sottili membrane nelle articolazioni, nelle sclerosi e nelle sclerosi calcificate, quindi è un valido aiuto per prevenire gli infarti poiché purifica il sangue. Rinvigorisce anche il cervello: diversi studi attestano la sua validità nel mantenerne la gioventù, fino alla vecchiaia. Malgrado tutto ciò, Il Magnesio è – tra tutti gli elementi – il meno somministrato. La sua importanza è stata, e ancora oggi continua a essere dai più, sottovalutata. Se è stato dimostrato come, con l’uso del Magnesio, aumenti anche la conta dei globuli bianchi perché questo effetto, che porta il nome di citofilassi, continua a essere ufficialmente trascurato? Come dire che per l’essere umano non sia importante avere la possibilità di aumentare il proprio tono immunitario. Secondo Padre Beno J. Schorr, professore di fisica, chimica e biologia al Collegio di Santa Caterina “Il Magnesio elimina il calcio dai punti indebiti e lo fissa solidamente alle ossa. Dopo i 40 anni l’organismo assorbe sempre meno magnesio, producendo vecchiaia e dolori perciò deve essere preso secondo l’età. Dai 40 ai 55 anni: mezza dose (una dose = una tazzina da caffè). Dai 55 anni ai 70: una dose al mattino. Dai 70 ai 100 anni: una dose al mattino ed una alla sera”. (1985) E’ del 1932 la ricerca di Schrunipf-Pierron: la dieta abituale delle popolazioni rurali dell’Egitto forniva quasi due grammi di Magnesio al giorno. Risultato? Tra i contadini egiziani l’incidenza del cancro era 10 volte inferiore a quella delle popolazioni di Europa e USA, mentre quella del cancro allo stomaco addirittura 50 volte minore. Non a caso, anche Delbet orientò la sua ricerca anche in quest’ambito. Nel quotidiano, Schrunipf-Pierron osservò come i contadini egiziani non soffrissero di raffreddori, influenze, polmoniti e pleuriti. Le loro donne partorivano con estrema facilità, mentre gli anziani conservavano un’ “andatura elegante e armoniosa anche in età molto avanzata”. Sia chiaro, il Cloruro di Magnesio non è una medicina, bensì un alimento che non ha controindicazioni ma soprattutto è compatibile con qualsiasi cura farmacologica in corso. Ha comunque una peculiarità non indifferente: prenderne una dose per un dolore soltanto fa sì che eventuali altri dolori guariscano comunque, perché il sale mette in ordine tutto il corpo. Dove trovare Il Magnesio? Presto detto: nei cereali integrali, la soia, i fagioli, i vegetali in genere (se coltivati con metodo biologico), i frutti di mare, cioccolata e cacao. Essendo un prodotto di scarto del sale, va da sé che anche il sale marino sia ricco di Magnesio.
SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM
Peccato però che l’impego di concimazioni minerali e il raffinamento dei cibi portino alla quasi totale perdita di magnesio. La stessa cottura può portare a un impoverimento dello stesso fino al 70%. Come scoprire se si è carenti di Magnesio? Molto spesso i sintomi passano per ansia, ipereccitabilità muscolare, cefalea, vertigini, insonnia, asma, alterazioni del ritmo cardiaco, stanchezza eccessiva, disturbi del ciclo mestruale. Dire che si sarà immuni da tutte le malattie è impossibile, ma sapere che c’è la possibilità di attenuare i dolori e il decadimento del corpo, è già una ragione importante per cominciare ad assumerlo. Anche perché il corpo, nella sua grande intelligenza fisiologica, elimina l’eventuale eccesso da solo. Al massimo, pulirete l’intestino. Che male non fa. Per quanto mi riguarda, devo ringraziare un erborista che, anni fa, mi ha letteralmente “rimessa al mondo” consigliandomi il Cloruro di Magnesio. La pigrizia a volte prende il sopravvento e io stessa, pur consigliandolo a tutti, dimentico di assumerlo. E gli effetti si vedono. Per quanto mi riguarda, uso il Magnesio Supremo, scelto dopo aver letto il libretto accompagnatorio. Iniziato con il pensiero che comunque male non faceva, ho visto sparire in poco più di una settimana un dolore alla schiena che credevo cronico, e non solo. Potete trovare questo prodotto nelle farmacie più lungimiranti, nelle erboristerie, o ordinarlo online. Francamente dove lo acquistiate non ha importanza. Posso solo dirvi che mi ha aiutata, tanto. Così ho pensato fosse giusto e doveroso, da parte mia, mettervi a parte del mio “piccolo segreto”. Buona vita Cristina Colombera
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... atutto.htm
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nsigli.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » lun ago 19, 2019 1:35 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... dicina.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Sulla vitamina D3, mi permetto di riportare l'articolo in oggetto che cita i lavori del dr. Soram Khalsa sottolineando la parte:
" La vita moderna ha cambiato molte nostre abitudini e la gente passa davvero ben poco tempo all' aperto. Una volta i contadini lavoravano tutto il giorno sotto il sole e i bambini giocavano a pallone all' aperto: oggi la maggior parte di noi vive quasi tutto il giorno in un ufficio e i ragazzi passano troppe ore in casa davanti ai video-giochi, computer e tv.
L' inquinamento atmosferico ha una parte considerevole di responsabilità, perchè l' anidride solforosa e altre sostanze in sospensione oscurano il cielo filtrando i raggi ultravioletti necessari alla sintesi della vitamina.
Da ottobre a febbraio anche in zone climatiche temperate la luce solare è scarsa e difficilmente vi si espone più del viso e delle mani, imbacuccati come siamo specie in inverno. Perciò solo chi ha fatto adeguate scorte in estate, quando c'è la possibilità di prendere tutto il sole che si vuole, può considerarsi al sicuro, dato che questa vitamina può essere immagazzinata. Il problema è ancora più grave per tutte le zone a nord dei 35° di latitudine: per dare un' idea, queste comprendono città come Parigi, Londra, Stoccolma, New York, Chicago, Detroit, solo per menzionarne qualcuna, dove il sole non si alza mai oltre i venti gradi al di sopra dell' orizzonte e il suo contributo in questo senso in inverno è praticamente nullo.
Come se non bastasse, da anni si è aggiunto il terrorismo mediatico demenziale di cui sopra, per cui la gente cerca di esporsi il meno possibile al sole per timore di ammalarsi di cancro, e le creme cosmetiche di cui si fa largo uso sono dotate, come si sa, di filtri solari, contribuendo così ad aggravare le cose."

L'articolo recita:
"Mi dispiace dover dire che anche questo articolo sotto, nella sua giusta informazione riguardo al CALCIO ed al MAGNESIO, dimostra di essere lontano dalla realtà, quindi anch'egli FALSO.
Mi permetto di dirlo con certezza, poichè per fissare il CALCIO alle ossa, il corpo ha bisogno sì del MAGNESIO, ma sopratutto della vitamina D.
E' questo "ALIMENTO ESSENZIALE" che ha il preciso compito di fissare il CALCIO alle ossa, ai denti ed alle altre parti del corpo dove questo CALCIO è indispensabile.
Si deve tenere conto che, anche se il CALCIO è in eccesso, il corpo munito di sensori nel sangue, questo eccesso lo elimina senza problemi nelle urine in quanto è idrosolubile, quindi ne regola i valori automaticamente onde non causarsi danni in quanto il corpo si sà AUTOGUARIRE.
Per anni ci è stato detto che dovremmo assumere più calcio per avere ossa più forti. Le autorità sanitarie hanno innalzato la RDA (dose alimentare giornaliera raccomandata) da 500 milligrammi a 1000mg.
Con tutto il calcio che le donne stanno assumendo, si potrebbe pensare che l'osteoporosi possa essere stata sconfitta. Ma non lo è affatto. Infatti è in continuo aumento.
Diversi studi hanno dimostrato che 9 donne su 10 dopo la menopausa hanno un grado variabile di osteoporosi. Ogni anno più di un milione di donne soffrono per fratture ossee.
Nonostante tutti i messaggi che esortano le donne a bere più latte ed assumere più calcio, il problema non migliora.
Non stanno assumendo poco calcio..... ne assumono troppo!
Ci sono alcuni fatti incontestabili:
- le donne americane hanno uno dei livelli di consumo di calcio più alti al mondo. Hanno però una delle più alte percentuali di osteoporosi
- le donne dell'India e Asia consumano appena una piccola frazione rispetto alle americane ma raramente si ammalano di osteoporosi o artrite
- non importa quanto calcio si assume, il calcio non può essere assorbito nelle ossa senza l'aiuto del magnesio.
Gli esperti ritengono che le donne occidentali (anche quelle che prendono integratori minerali) hanno una deficienza di magnesio. Ciò significa che per la maggior parte delle donne il calcio
che stanno assumendo non viene assorbito.
Cosa succede a quel quantitativo extra di calcio che non viene assorbito?
Un po' si fissa nei muscoli provocando una loro anormale contrazione, spesso provocando crampi muscolari e dolore "inspiegabile". Altro si attacca alle articolazioni, dove può provocare artrosi.
Un po' si accumula nei reni dove può provocare calcoli. Può, inoltre, accumularsi nelle arterie dove forma depositi di placca che contribuiscono all'insorgenza di malattie cardiovascolari.
Perciò, se si vuole prevenire questi disturbi, si dovrebbe prendere una quantità doppia di magnesio rispetto a quella di calcio.
Ecco alcuni benefici che il magnesio può portare al nostro organismo.
- Inverte l'osteoporosi.
Diversi studi hanno dimostrato che il magnesio non solo rallenta la perdita di massa ossea ma in effetti inverte il processo. In uno studio condotto dal dr. Guy Abraham si è passati dalla
somministrazione di calcio a quella di magnesio a diverse centinaia di donne. Risultato: le partecipanti hanno riscontrato un aumento della densità ossea in media dell'11%.
Se si considera che le donne dopo la menopausa perdono circa l'1% di massa ossea annualmente, significa che le donne dello studio hanno recuperato decenni di perdita ossea.
- Previene le malattie cardiache.
Le malattie cardiache sono il killer numero uno delle donne. Come hanno dimostrato alcuni studi, la maggior parte delle persone colpite da infarto hanno una deficienza di magnesio. E' già stato detto che il magnesio impedisce al calcio di accumularsi nelle arterie.
Ma questo è solo l'inizio.
Questo minerale aiuta anche a mantenere il battito cardiaco regolare.
Ecco come: il magnesio favorisce il rilassamento muscolare, mentre il calcio ne provoca la contrazione.
Perciò, mentre un appropriato equilibrio di calcio e magnesio fa sì il muscolo cardiaco funzioni correttamente, un eccesso di calcio può provocare un eccesso di contrazioni, portando
agli spasmi muscolari conosciuti come attacco cardiaco.
La comunità medica internazionale è da tempo a conoscenza degli effetti pericolosi dell'eccesso di calcio sul muscolo cardiaco. E' per questo che la maggior parte dei rimedi per le malattie cardiache siano i farmaci bloccanti dei canali del calcio, sostanze che bloccano l'entrata del calcio nel cuore.
Forse non dovremo attendere che il nostro medico tenti di salvarci la vita con queste pericolose medicine. Possiamo proteggere il nostro cuore prendendo subito il magnesio.
La prestigiosa rivista statunitense American Heart Journal lo definisce "il bloccante naturale dei canali del calcio".
ULTERIORI BENEFICI
- Porta sollievo per le emicranie....insonnia....depressione ....e altro ancora.
Combattere l'osteoporosi e prevenire le malattie cardiache e l'artrite sono solo la punta dell'iceberg di questo versatile nutriente. Alcuni studi hanno dimostrato che il magnesio è anche
efficace nel risolvere emicranie, insonnia, depressione, ipertensione, mal di schiena, costipazione, calcoli renali, fatica cronica e sindrome pre-mestruale. In questo ultimo caso aiuta a combattere la voglia di cibo: non è casuale che molte donne hanno voglia di cioccolato prima e durante il ciclo mestruale. La sindrome pre-mestruale è provocata da bassi livelli di magnesio.... ed il cacao è uno dei cibi più ricchi di magnesio conosciuti.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gnesio.htm
La dimostrazione è che è difficile che il medico di base ne richieda i valori nell'esame del sangue al laboratorio analisi. Questo valore lo richiede solo se si ha il sospetto di anomali. A conferma si può rilevare dai miei esami del sangue nel tempo, che solo in data 25 gennaio 2015 su mia personale richiesta.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... same15.htm

Se il valore rilevato è superiore al valore massimo fissato dal laboratorio analisi, è perchè si è in INTOSSICAZIONE da vitamina D la quale ne altera il controllo dei sensori.
L'articolo che parla della INTOSSICAZIONE da vitamina D, riporta che uno dei primi sintomi è la IPERCALCEMIA con valori da 13 a 14 mg/cl molto superiori al 10.30 come valore massimo dei laboratori.
"""La presenza di una quantità eccessiva nel nostro corpo di vitamina D, la così detta ipervitaminosi D, aumenta l’assorbimento del calcio dalle ossa e contribuisce ad un accumulo dello stesso nei tessuti molli, con la conseguente formazione di calcoli.
L’ipercalcemia connessa con un eccesso di vitamina D, comporta anche l’indurimento dei vasi sanguigni nel cuore e nei polmoni e – nei casi estremi – può portare addirittura al coma ed alla morte. Frequente urinazione -perdita dell’appetito -nausea -vomito -diarrea -stitichezza -debolezza muscolare -vertigini -stanchezza -calcificazione dei tessuti soffici del cuore, dei vasi sanguigni e dei polmoni, e nei casi più gravi -confusione -ipertensione -insufficienza renale e coma, sono alcune delle possibili conseguenze di una eccessiva assunzione di vitamina D."""
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ossica.htm
La dimenticanza della vitamina D, questo a parer mio lo ritengo è il VERO INGANNO, poichè il CALCIO in eccesso, come sopra detto, viene eliminato dal corpo senza problemi in quanto idrosolubile grazie al MAGNESIO ed alla vitamina D che regolano i sensori nel sangue nei giusti valori.
Peccato che l'articolo di questa vitamina D non ne parli, e non denunci di conseguenza la CARENZA mondiale di questa importantissima vitamina D.
Certo di questo non se ne deve parlare, poichè se si facesse, si dovrebbe dire alle persone, specialmente le donne, che devono farsi fare l'esame del sangue richiedendo appunto il valore di questa vitamina D.
Ma non basta, la cosa peggiore è che si dovrebbe dire alle persone che, dato che la vitamina D il corpo è in grado di AUTOPRODURSELA partendo dal COLESTEROLO già anch'egli AUTOPRODOTTO dal fegato, si dovrebbe dire che spalmarsi sulla pelle le CREME SOLARI, queste ne impediscono questa salutare AUTOPRODUZIONE.
La pagina recita:
"""Negli ultimi decenni la nostra consapevolezza riguardo agli additivi chimici presenti negli alimenti è cresciuta sempre di più. Stiamo attenti a quello che compriamo e spesso aiutiamo nel dettaglio gli ingredienti di ogni prodotto.
L'industria alimentare si è adeguata alle nuove normative e sopratutto alla sensibilità del consumatore. eliminando molte sostanze nocive o presunte tali e sforzandosi di trovare delle alternative naturali. Oggi è normale vedere scritto sui vari prodotti "polifosfati", ecc. La situazione, probabilmente, migliorerà sempre di più.
Perchè non prestiamo la stessa attenzione quando compriamo un cosmetico o un prodotto per l'igiene personale? Forse perchè mangiare è diverso da spalmarci qualcosa sulla pelle? Certamente lo è! L'involucro cutaneo non ha una funzione di "accoglimento" e di "digestione" come il tratto gastro-intestinale, ma ha pur sempre una certa capacità d'assorbimento...anzi a livello cutaneo la situazione potrebbe essere peggiore perchè almeno l'intestino opera una certa selezione su quello che assorbe. L'effetto finale è che diverse sostanze applicate esternamente raggiungono i tessuti e il torrente sanguigno esattamente come fanno gli alimenti o le bevande. Ricordo che l'industria cosmetica utilizza circa 13.000 tra sostanze sintetiche e semisintetiche e molte di queste sono state poco valutate da un punto di vista della tossicità.
Per decenni ci hanno terrorizzati con la storia che il sole ci fà venire il cancro della pelle, su cui non tutti concordano. Le creme solari, forse prevengono il cancro della pelle, ma in compenso potrebbero farci venire il tumore da qualche altra parte, considerata la concentrazione di porcherie chimiche che contengono. In america l'industria del cosmetico vende creme solari con sostanze cancerogene e poi fà donazioni alla "America Cancer Society" (associazione non-profit per la lotta contro il tumore), che a sua volta raccomanda alla gente l'uso delle creme solari per prevenire il cancro. La solita storia di interessi economici che si cela dietro molto del contemporaneo terrorismo medico.
Gli industriali del cosmetico affermano che i prodotti chimici presenti nelle loro creme non vengono assorbiti all'interno del corpo, ma gli studi dimostrano il contrario; almeno quattro tra i più comuni filtri solari vengono assorbiti eccome, dato che sono stati ritrovati non solo negli strati più profondi della pelle, ma anche nelle urine. E poi, cìè da chiedersi come potrebbero funzionare certi farmaci veicolati con il cerotto (nicotina, ormoni, cadiologici)?"""
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... solari.htm
E' comprensibile che si causerebbe danni enormi alle industrie produttrici di queste creme, ma leggendo l'articolo sotto si capisce che:
"""Per decenni ci hanno terrorizzato con la storia che il sole ci fa venire il cancro della pelle, su cui non tutti concordano. Le creme solari, forse prevengono il cancro della pelle, ma in compenso potrebbero farci venire il tumore da qualche altra parte, considerata la concentrazione di porcherie chimiche che contengono. In America l’ industria del cosmetico vende creme solari con sostanze cancerogene e poi fa donazioni alla “American Cancer Society” (associazione non-profit per la lotta contro il tumore), che a sua volta raccomanda alla gente l’uso delle creme solari per prevenire il cancro. La solita storia di interessi economici che si cela dietro molto del contemporaneo terrorismo medico (1, 2).
Gli industriali del cosmetico affermano che i prodotti chimici presenti nelle loro creme non vengono assorbiti all’interno del corpo, ma gli studi dimostrano il contrario: almeno quattro tra i più comuni filtri solari vengono assorbiti eccome, dato che sono stati ritrovati non solo negli strati più profondi della pelle, ma anche nelle urine (4). E poi, c’è da chiedersi come potrebbero funzionare certi farmaci veicolati con il cerotto (nicotina, ormoni, cardiologici) ?"""
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... solari.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nganno.htm

Ora si può quindi concludere che l'articolo a parlare di CALCIO, oltre che essere superfluo è anche DISINFORMATIVO, e che facendolo si capisce che lo fà per DEMONIZZARE il latte, CIBO NATURALE che non si può adulterare ed adattare alle lavorazioni della industria alimentare onde farne un BUSINESS quindi DISINFORMAZIONE tanto a cuore alle industrie ed alla medicina loro complici.
Quindi ritengo che per la GIUSTA informazione riguardo alla OSTEOPOROSI, che viene attribuita alla meno pausa, che sia il CALCIO a causarla è FALSO poichè si dovrebbe informare che la VERA CAUSA della OSTEOPOROSI non è l'ecceso di CALCIO poichè impossibile, ma è la CARENZA di vitamina D e di MAGNESIO.
La pagina recita:
"""In data 07 agosto 2015 ha fatto la Osteodensitometria con un risultato nettamente superione al precedente in data 23 maggio 2013
i valori precedenti
Regione BMD
L1 0.642
L2 0.769
L3 0.772
L4 0.713
L1-L4 0.725

i valori attuali
L1 0.687
L2 0.806
L3 0.789
L4 0.778
L1-L4 0.769

che si possono controllare dagli esami allegati sotto, dai quali si può rilevare che i valori sono nettamente più alti.
Si ha certezza che con i FARMACI o si ferma la progressione o si peggiora di volta in volta.
Quindi deduco che per noi sia
UNA BELLA VITTORIA sulla OSTEOPOROSI ingoiando SOLO gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed i CIBI NATURALI tra i quali il LATTE per il CALCIO, EVITANDO COME LA PESTE I FARMACI CHIMICI.
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... aossea.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nevitD.htm
Certo ne ha fatta di strada la medicina se penso che, trattando delle vitamine, sui testi da me utilizzati ai tempi dell' università (non troppi decenni or sono) l'unico motivo di interesse clinico della vitamina B12 si identificava nella sua ben nota azione preventiva nei confronti dell' anemia pernicosa. Adesso che si è scoperto che una sua deficienza può avere ripercussioni anche sulla crescita, sull' efficienza del sistema immunitario e del sistema nervoso, che a sua volta può portare a condizioni anche serie e irreversibili, come apatia, disturbi della memoria, umore instabile, paranoia, tremori e difficoltà nella deambulazione e che, dulcis in fundo, può perfino essere all' origine del cancro, ci si può rendere conto della voragine che è stata colmata.

Stesso discorso vale per la vitamina D, che per tanto tempo è stata associata al rachitismo e a pochissime altre patologie confinate al sistema osseo.

Com' è infatti ampiamente risaputo, questa vitamina è fondamentale per l' assorbimento del calcio e del fosforo, la cui carenza è collegata a malattie ossee come il rachitismo, l' osteomalacia (la variante adulta del rachitismo infantile, caratterizzata da fragilità e rammollimento delle ossa, e conseguente deformazione, con debolezza e dolori generalizzati alle ossa) e anche l' osteoporosi.

Tuttavia le conoscenze maturate in particolare in questi ultimi dieci anni grazie a studi randomizzati (oramai lo standard di riferimento nella ricerca medica) hanno dello sbalorditivo, tanto da indurre qualcuno a parlare di rivoluzione in campo medico.

Avreste immaginato che una carenza di vitamina D potesse avere a che fare con ben diciassette (!!!) tipi di cancro, malattie cardiache (in particolare insufficienze e aritmie), ipertensione, ictus, malattie autoimmuni, diabete, dolori cronici muscolari e articolari, asma, fibromialgia, deterioramento delle funzioni cognitive senile (Alzheimer), depressione e altri disturbi psichici, autismo e perfino banali influenze e raffreddori?

Ce lo rivela nel suo libro, "I poteri curativi della vitamina D", Soram Khalsa, un medico docente molto in vista negli Stati Uniti, specializzato in medicina internistica, che ha ottenuto un prestigioso riconoscimento nel 2007.

dr. Soram Khalsa

Nella sua pratica clinica, che esercita in Arizona, segue la cosiddetta medicina integrata, in quanto sintesi di fitoterapia, nutrizione, omeopatia, agopuntura, medicina ambientale e medicina internistica convenzionale.

E come c' era da aspettarsi, alla luce di tutte queste nuove scoperte, cambia anche la prospettiva da cui valutare i fabbisogni di questo prezioso nutriente, essendo quelli in vigore fino a poco tempo fa ormai anacronisticamente bassi, in quanto calcolati unicamente in funzione della prevenzione dei disturbi ossei.

A ciò si aggiunge, altra sorpresa, che le carenze di vitamina D sono più diffuse di quanto si immagini, al punto che si potrebbero considerare una nuova, vera epidemia mondiale. Lo stesso dr. Khalsa lo ha riscontrato nel 75% dei suoi pazienti, e nonostante questi vivano in una zona (il sud degli Stati Uniti) dove la luce solare non difetta di sicuro.

Già, perchè, come molti sapranno, questa è una vitamina molto particolare, l' unica che può essere di produzione endogena, che avviene grazie appunto all' azione dei raggi ultravioletti solari sull' epidermide, e quindi non di provenienza alimentare, tanto che forse sarebbe più appropriato considerarla un ormone steroideo, molto simile per struttura al colesterolo, dal quale in effetti deriva. Anzi, ad essere precisi, più che di una singola sostanza, si tratta in realtà di una famiglia di molecole molto simili tra loro, che però, pur condividendo alcune proprietà a livello fisiologico, se ne differenziano per altre.

Le forme più diffuse in natura sono la D3 (colecalciferolo), quella prodotta ed utilizzata dal nostro corpo (e presente anche nelle poche fonti alimentari) e la D2 (ergocalciferolo), che deriva da alcune fonti vegetali come lieviti e funghi per irradiazione solare. Quest' ultima, da molto tempo usata dall' industria alimentare per fortificare comuni alimenti, è stata accusata di comportare pericolosi effetti collaterali, e comunque è molto meno efficace della D3.

Ma com' è possibile che in società evolute ed opulente come quelle occidentali siano così diffuse carenze che, nel caso degli ultrasettantenni, arrivano ad interessare la grande maggioranza degli individui?

Premesso che le fonti alimentari non sono certo abbondanti, limitate praticamente ad alcuni cibi animali (a parte l' olio di fegato di merluzzo, che ne è particolarmente ricco, la vitamina D si trova nel pesce azzurro e in altri pesci grassi, mentre quantità inferiori si riscontrano nel tuorlo delle uova, nel grasso del latte e nelle frattaglie) è la luce solare, come dicevo, la fonte principale.

Ed è questo molto probabilmente il punto cruciale: la maggior parte dei medici sottovaluta il problema, ritenendo le avitaminosi e il rachitismo roba del passato, e danno per scontato che tra dieta ed esposizione solare si possa agevolmente coprire il fabbisogno di questa vitamina.

Lo stesso dr. Michael Holick, il massimo esperto mondiale sulla vitamina in questione, è stato licenziato dal dipartimento universitario di dermatologia di Boston per le sue idee in netto contrasto con quelle dei dermatologi, che da diversi anni raccomandano di limitare l' esposizione al sole per ridurre i rischi di tumore alla pelle.

Su questa idiozia mi sono già espresso nel post "Tumore al seno: istruzioni per l' uso", e a tal proposito posso solo aggiungere che si tratta di un ottimo esempio di una scienza che si muove coi paraocchi, che divide tutto in compartimenti stagni e continua a non capire che concentrandosi ogni volta su di un unico distretto si finisce col perdere la visione d'insieme. Si tratta insomma di teorie basate unicamente su nozioni astratte e frammentarie, non opportunamente integrate in una visione olistica dell'essere umano.

Chiusa la breve digressione, è necessario evidenziare che l'approvvigionamento di sufficienti quantità di vitamina D è tutt' altro che scontato per più di un motivo:

La vita moderna ha cambiato molte nostre abitudini e la gente passa davvero ben poco tempo all' aperto. Una volta i contadini lavoravano tutto il giorno sotto il sole e i bambini giocavano a pallone all' aperto: oggi la maggior parte di noi vive quasi tutto il giorno in un ufficio e i ragazzi passano troppe ore in casa davanti ai video-giochi, computer e tv.
L' inquinamento atmosferico ha una parte considerevole di responsabilità, perchè l' anidride solforosa e altre sostanze in sospensione oscurano il cielo filtrando i raggi ultravioletti necessari alla sintesi della vitamina.
Da ottobre a febbraio anche in zone climatiche temperate la luce solare è scarsa e difficilmente vi si espone più del viso e delle mani, imbacuccati come siamo specie in inverno. Perciò solo chi ha fatto adeguate scorte in estate, quando c'è la possibilità di prendere tutto il sole che si vuole, può considerarsi al sicuro, dato che questa vitamina può essere immagazzinata. Il problema è ancora più grave per tutte le zone a nord dei 35° di latitudine: per dare un' idea, queste comprendono città come Parigi, Londra, Stoccolma, New York, Chicago, Detroit, solo per menzionarne qualcuna, dove il sole non si alza mai oltre i venti gradi al di sopra dell' orizzonte e il suo contributo in questo senso in inverno è praticamente nullo.
Come se non bastasse, da anni si è aggiunto il terrorismo mediatico demenziale di cui sopra, per cui la gente cerca di esporsi il meno possibile al sole per timore di ammalarsi di cancro, e le creme cosmetiche di cui si fa largo uso sono dotate, come si sa, di filtri solari, contribuendo così ad aggravare le cose.

I soggetti più a rischio sono le donne in gravidanza e i loro nascituri, per ovvi motivi, gli anziani, perchè, oltre a seguire uno stile di vita poco salutare che li tiene per quasi tutto il tempo al chiuso, hanno minori capacità di sintesi e un metabolismo poco efficiente (la vitamina D, una volta sintetizzata, deve essere attivata nel fegato e nei reni), i soggetti con pigmentazione scura (perchè assorbono meno luce), chi soffre di sindromi da malassorbimento dei grassi, essendo questa una vitamina liposolubile, e per lo stesso motivo gli obesi, in quanto essa viene facilmente sequestrata nel tessuto adiposo. Ovviamente i vegani, che non assumono cibo animale, possono fare affidamento unicamente sulla luce solare.

Per concludere, voglio segnalare il libro di cui sopra perchè è veramente speciale, non solo perchè fornisce le più aggiornate e preziose informazioni su questa vitamina per troppo tempo sottovalutata (che neppure i medici nella maggioranza dei casi conoscono), ma anche perchè dà la possibilità al lettore di gestire in modo autonomo tutta quanta la questione, e cioè poter controllare il proprio livello di vitamina D senza rivolgersi ad un laboratorio di analisi ed intervenire, sempre da soli, per correggere eventuali deficienze.

Allo scopo di poter monitorare la propria situazione ogni volta che si vuole stando comodamente a casa, il libro dà indicazioni su come procurarsi un kit per effettuare un test domestico, ed altre su come eventualmente intervenire per fornire all' organismo le quantità di vitamina ottimali alle proprie esigenze, grazie a specifiche indicazioni del dr. Soram Khalsa.

Michele Nardella
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... dicina.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mer ago 21, 2019 2:39 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... efalsa.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Devo premettere un dato di fatto moltissimo importante, dal quale si capirà meglio il fine dei cervelloni della medicina di quel tempo rispetto alla salute dei loro simili manipolando le scoperte fatte dei loro contemporanei in modo da ricavarne per loro e la congregazione i maggiori benefici possibili.
A questo proposito riporto quanto scrive il dottor William Osler, considerato il capostipite della medicina ai suoi tempi nel secolo scorso:
"Sotto trovi il detto del dottor Wiliam Osler, considerato il capostipite moderno della medicina attuale:
La persona che prende una medicina deve guarire 2 (due) volte:
deve guarire dalla malattia e
deve guarire dalla medicina
William Osler
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ottore.htm
e se vuoi la sua scritta clicca sul link
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ttorea.htm
I fatti a testimonianza:
Noi sappiamo che nel 1931 il chimico Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), figlio di una famiglia colta e benestante, cominciò i suoi studi a Budapest e, dopo un periodo di ricerche all'estero, diventò professore di chimica medica nell'Università di Szeged negli anni trenta del secolo scorso. Le ricerche di Szent-Gyorgyi erano concentrate sul meccanismo con cui le cellule viventi "bruciano", con ossigeno, le molecole organiche liberando energia e anidride carbonica, il fenomeno inverso della fotosintesi con cui i vegetali fissano l'anidride carbonica atmosferica "fabbricando" molecole organiche. Szent-Gyorgyi pensò che l'energia non viene liberata dalla ossidazione del carbonio, ma dall'ossidazione dell'idrogeno presente nelle molecole organiche e che la vita consista in fenomeni, come si dice, di ossido-riduzione catalizzate da speciali enzimi.

Oggi i biologi sanno molte altre cose su questi meccanismi, ma ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.
Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937; Szent-Gyorgyi fu attivo nella resistenza antinazista e lasciò poi l'Ungheria nel 1948 trasferendosi negli Stati uniti dove ha diretto, nel Massachusetts, ricerche per la cura del cancro; è stato anche impegnato come difensore dei diritti civili e nella protesta contro la guerra nel Vietnam (un suo libro di sostegno alla contestazione giovanile, "Uomo o scimmia pazza ?", è stato tradotto anche in italiano).

Oggi l'acido ascorbico, contenuto nella verdura e nella frutta, specialmente negli agrumi, viene prodotto artificialmente su larga scala, partendo dal glucosio, e trova impiego anche come antiossidante, oltre che in medicina. Di certo ha un ruolo fondamentale nella sintesi del collagene e in molte altre funzioni biologiche. Il chimico Linus Pauling, anche lui premio Nobel per la chimica (e per la pace) (si veda Altronovecento n. 5) ha sostenuto per tutta la vita che l'acido ascorbico cura anche i tumori. E tutto è cominciato con i peperoni ungheresi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm

Ora mi e vi chiedo, ma perchè il PREMIO NOBEL PER LA MEDICINA e non per un altro premio?
Non potevano per un altro, poichè tutti sapevano che l'ACIDO ASCORBICO è considerato come una MEDICINA, dato che CURA LO SCORBUTO ed il suo nome è stato dato proprio usando parte di questa parola "SCORB" aggiugendo la lettera A e le lettere ICO, come voluto da Albert.
Però questi cervelloni sapevano anche che chiunque sapendolo avrebbe potuto curare le persone di SCORBUTO, il che non era il loro fine.
BENE, allora noi CERVELLONI, cambiamo il nome della malattia in TUMORE o CANCRO, in modo che nessuno possa più collegare i due, ma non solo, denominando anche vitamina C l'ACIDO ASCORBICO, sarebbe stato ancora più difficile collegare questa malattia a quella polverina.
Nel contempo hanno inventato la parola IPERVITAMINOSI, cha sappiamo tutti quale è il suo significato, per spaventare le persone che avessero voluto provare ad ingoiarne di più dalla RDA di 60 mg come stabilito a quel tempo. Valore mantenuto per moltissimi anni come si può rilevare dalla RGR fino al 30 ottobre 2012.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm
Guarda caso però questa parola IPER è stata attribuita anche agli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" (INTEGRATORI): MAGNESIO, POTASSIO, CALCIO, FERRO ecc. in IPERMAGNESEMIA, IPERPOTASSEMIA, IPERCALCEMIA ecc.. Quindi sia per le vitamine che per i sali minerali che guarda caso sono nel SANGUE di tutti gli animali, nella LINFA di tutti i vegetali ed ancora più importante nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo.
Ma non basta, si sono dati da fare parecchio per contrastare chi ha avuto il coraggio di andare controcorrente. Difatti i libri di Linus Pauling, come sappiamo due volte Premio Nobel, di Irwin Stone, dei dottori Klenner, Kathcart e moltissimi altri, SCIENZIATI del secolo scorso, che sono andati contro le regole, non li trovate da nessuna parte. Solo in parte su questa mia pagina
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nziati.htm

Riguardo a quanto ho riportato sopra, Lins Paulin sul suo libro egli riporta che un medico nel 1854 ha fatto la autopsia ad una persona morta di SCORBUTO ed ha descritto quello che ha visto, ma nel 1973-1974 un altro medico ha fatto la autopsia ad una persona morta di tumore ed ha descritto le stesse cose. Dal libro:
pagina 173/340------le relazione tra scorbuto e cancro con AUTOPSIA nel 1753 e nel diciottesimo secolo è uguale al tumore
La terapia radiante fu altrettanto energica per entrambi i gruppi. La risposta all'irradiazione fu significativamente maggiore nelle pazienti del primo gruppo che in quelle del gruppo di controllo, rispettivamente di 97,5 rispetto a 63,3.
Questi dati fanno pensare che negli ammalati di cancro sottoposti a radioterapia si determini una richiesta maggiorata di acido ascorbico e che, soddisfacendo tale richiesta, si possa proteggerli dagli effetti dannosi dell'irradiazione, potenziando al contempo la risposta terapeutica.
A quanto pare, il primo a rendersi conto del fatto che le alterazioni generalizzate del tessuto connettivo che si manifestano nello scorbuto sono identiche a quelle localizzate osservate nelle immediate vicinanze di cellule neoplastiche fu il defunto dottor William McCormick, di Toronto (McCormick, 1959).
Egli avanzò l'ipotesi che il nutritivo (la vitamina C) che notoriamente preveniva il manifestarsi di tali alterazioni generalizzate nello scorbuto potesse avere un effetto analogo in caso di cancro. La carenza di ascorbato che si riscontra
quasi invariabilmente nei malati di cancro pare confermare tale ipotesi.
Esistono altre interessanti analogie tra scorbuto e cancro. La letteratura storica contiene molte allusioni alla maggiore frequenza di «cancri e tumori» nelle vittime dello scorbuto. Un tipico referto di un'autopsia (Lind, 1753) dovuto a James Lind contiene espressioni come le seguenti: «Tutte le parti si erano talmente mescolate e fuse formando un'unica massa, o ammasso, che i singoli organi non erano più identificabili», espressione nella quale si può facilmente riconoscere la descrizione, fatta da un anatomopatologo del Diciottesimo secolo, di un'infiltrazione neoplastica. Nel cancro umano avanzato i sintomi premortali
consistenti in anemia, cachessia, stanchezza estrema, emorragie, ulcerazioni, vulnerabilità alle infezioni e livelli anormalmente bassi di ascorbato nei tessuti, nel plasma e nei leucociti, e alla fine collasso delle surrenali, sono praticamente identici ai sintomi premortali dello scorbuto umano avanzato.
L'epidemiologia ha accertato che l'incidenza di cancro in vasti gruppi demografici è inversamente proporzionale all'assunzione quotidiana di ascorbato.
Tra le numerose ricerche pubblicate, convergenti tutte essenzialmente verso una stessa conclusione, citerò quella del ricercatore norvegese Bjelke, che nel 1973 e nel 1974 ha pubblicato i resoconti della sua ampia indagine sul cancro gastrointestinale, effettuata sorvegliando per posta la dieta dei pazienti e controllando direttamente un certo numero di casi.
Il suo lavoro coinvolse più di trentamila persone negli Stati Uniti e in Norvegia, delle quali vennero accertati sia il consumo di determinaci alimenti sia le abitudini relative al fumo, insieme con altri fattori. Bjelke riscontrò una correlazione
negativa tra consumo di frutta, frutti di bosco, ortaggi e vitamina C e l'incidenza del cancro gastrico, mentre i farinacei, il caffè e il pesce sotto sale mostrarono una correlazione positiva. Egli concluse che i fattori più importanti erano la quantità totale di ortaggi e di vitamina C ingeriti. Maggiore era tale quantità, minore era l'incidenza del cancro.
Nel 1973, mi recai al National Cancer Institute per mostrare a una decina di specialisti i casi clinici dei primi quaranta pazienti affetti da cancro in stadio avanzato, ricoverati al Vale of Leven Hospital di Loch Lomondside, in Scozia, e trattati con 10 g. di vitamina C al giorno dal dottor Ewan Cameron; il mio obiettivo era di chiedere a questi specialisti di effettuare un esperimento controllato con la vitamina C. Essi non diedero grande importanza ai dati da me mostrati né alla possibilità di acquisire un certo controllo sul cancro usando grandi dosi di questa vitamina in associazione all'appropriata terapia convenzionale.
Mia moglie, che mi aveva accompagnato, disse in seguito che non aveva mai visto un gruppo di ricercatori medici meno interessato alle nuove idee.
Essi mi dissero che il National Cancer Institute non avrebbe fatto uso della vitamina C fino a quando non fossero state fatte delle ricerche su animali. Essi, tuttavia, mi suggerirono di fare una domanda al National Cancer Institute per ottenere un sostegno economico per il nostro Istituto in California, allo scopo di effettuare tale ricerca. Feci immediatamente a tale Istituto una domanda di finanziamento per la ricerca sulla vitamina C in relazione al cancro, in topi e porcellini d'India. La domanda fu valutata come scientificamente valida dai consulenti dell'Istituto, ma fu respinta. Le mie sette domande successive sortirono lo stesso risultato. Finalmente il National Cancer Institute ci diede un sostegno economico che finanziò parzialmente un'approfondita ricerca sulla vitamina
C in relazione al cancro spontaneo del seno nei topi, ricerca che noi effettuammo
nel nostro Istituto di Palo Alto dal 1981 al 1984. Tale ricerca è di
gran lunga lo studio più attento e attendibile che sia mai stato fatto sulla relazione
tra vitamina C e il cancro negli animali (PAULING e colleghi, 1985).
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... nalelp.pdf
Tutto questo mi pare che si possa chiaramente provare in quanto intanto le malattie sono diventate ereditarie, croniche, autoimmuni, degenerative ma sopratutto MOLTE NUOVE di cui non si conoscono le origini, avendo prove quindi che nessuna malattia è mai stata guarita da nessun così chiamato "principio attivo" in tutti questi anni.

Ciò premesso, ora eccomi all'articolo in oggetto che vuole continuare nella DISINFORMAZIONE, anche se, come credo, è fatto con uno scopo solo, vendere, vendere, ed ancora vendere, dato che non ha citato alcuna informazione che abbiamo noi al riguardo.

Riguardo alla BIBLIOGRAFIA dell'articolo, Linus Pauling, sul suo libro riporta BIBLIOGRAFIA sconosciuta ai più, dalla pagina 293 alla pagina 340 che dimostra la malafede di chi guida il SISTEMA che vuole mantenere nel silenzio queste informazioni, per mantenere il proprio dominio, quindi addirittura di 48 pagine.
E questo furono 2 (due) motivi per i quali all'ACIDO ASCORBICO fù dato il nome di vitamina C dalla medicina, ma ve ne è ancora u terzo, il più aberrante, quello di rendere sconosciuta questa scoperta.
Difatti quando si parla di vitamina C nessuno sà cosa sia ed a cosa serva poichè non vi è mai occasione di parlarne, ed è chiaro che tra le vitamine la più conosciuta è la vitamina D.
Concludendo, lo scopo studiato agli inizi del secolo scorso è stato da questi CERVELLONI, raggiunto pienamente a discapito della intera popolazione mondiale.
Pertanto mi vergogno di far parte di questi miei coetanei così vigliacchi e subdoli da causare dolori alla umanità, con il solo scopo di far aprire loro la tasca con i denari.
Ciao Mauro Rossetto, scusami, arrivo ancora. Ho letto l'articolo ed ho tirato le mie conclusioni che ora vado a descrivere. Prima di tutto devo far presente che dietro questo articolo vi è una azienda agricola con vendita di cibi. Al riguardo, a mio modesto parere, non è che questo possa sminuire l'articolo, ma questo influenza il giudizio sulla vitamina C della frutta e la verdura.
Difatti l'articolo dichiara che la vitamina C contiene: "Oltre all’acido ascorbico, la vitamina C include tutta una serie di altri elementi quali:
?L’acido L ascorbico
?Il glicoside flavonoico Rutina
?Il complesso di Bioflavonoidi
? L’enzima Tirosinasi
? L’ammina e coenzima Colina
? La vitamina K
?Il complesso di minerali in dosi adeguate (come il rame)"
che ritengo completamente fuori dal possibile, in quanto anche il Ministero della Salute, che nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata, riporta in questa SOLO la vitamina C e non l'ACIDO ASCORBICO, che se fosse come dichiara l'articolo dovrebbe elencarli entrambi: http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm
A conferma al riguardo ecco quanto scrive il dott.. Marco Rho
"pagina 5/8------naturale o sintetico
Da un punto di vista chimico non c'è differenza.
Non vi è, quindi, nessuna controindicazione all'uso quotidiano e prolungato delle forme raffinate. Quasi sempre, proprio a causa del processo farmaceutico di raffinazione, questi prodotti garantiscono per iscritto livelli di impurità bassissimi.
Ciò è richiesto ai prodotti naturali, ma estremamente importante in quanto l'integrazione avviene in grammi al giorno invece che in milligrammi al giorno. L'ACIDO ASCORBICO, usando fonti naturali richiederebbe, per esempio l'uso di 100-200 kg di arance al giorno (contenuto medio fra i 15 ed i 50 mag. per arancia)!
Pertanto una maniera pratica e poco costosa di integrare ACIDO ASCORBICO è quella di prenderlo in forma sintetica raffinata, il che permette ampi dosaggi, e di prendere separatamente, poi, le sostanze nutrienti che si ritengono opportune.
Dubito che l'ACIDO ASCORBICO da fonte naturale abbia una maggior "biodisponibilità". Vi possono comunque essere altre sostanze nutrienti antiossidanti (bioflavonoidi e,,) che migliorano la complessiva capacità antiossidante conferita al corpo.

pagina 8/8------differenza tra sintetico e naturale
Il nostro corpo non può rilevare una differenza tra la versione "sintetica" e quella prodotta dalla natura in piante ed animali. Noi riteniamo che la forma "sintetica" di ACIDO ASCORBICO che è esattamente quella prodotta dai reni e dal fegato dei mammiferi, Gli animali non producono bioflavonoidi o rosa canina.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... tnatur.pdf
a piena conferma fra, per esempio la ACEROLA e l'ACIDO ASCORBICO PURO "SINTETIZZATO", sappiamo che il Brasile è il maggior produttore di questo frutto, ma risulta a voi che i brasiliani vivano più a lungo e senza malattie? mentre personalmente che ingoia l'ACIDO ASCORBICO PURO dal 1992 a 74 anni ora nel 2014 ti mostro la mia salute su questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Vo ... ettura.htm
Dato che sul web si trovano articoli e scritti che dichiarano che l'ACIDO ASCORBICO non è la vitamina C e ne riportano degli studi a riprova, posso solo dichiarare che è TUTTO FALSO poichè gli interessi sono ENORMI e la dimostrazione pratica è un ragionamento, quello sopra, da solo dimostra esattamente il contrario, senza contare gli studi fatti riportati dal libro di Linus Pauling che sono stati fatti con ACIDO ASCORBICO SINTETICO e di cui le ultime 47 pagine su 340.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... nalelp.pdf
Lo smentisce anche Irwin Stone che l'ACIDO ASCORBICO lo ha ingoiato e studiato per più di 50 anni e scrive: "pagina 1/10------sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10------solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10------alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali.
pagina 2/10------RENI E FEGATO
Il luogo degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico nei vertebrati a sangue freddo, i pesci, gli anfibi ed i rettili, è nei reni. I più altamente attivi mammiferi a sangue caldo tutti sintetizzano il loro acido ascorbico nel fegato. Una delle principali
funzioni dell’acido ascorbico nella fisiologia animale è il mantenimento della omeostasi biochimica sotto stress. Più grande è lo stress a cui è sottoposto l’animale, più acido ascorbico produce.
Circa 165 milioni di anni fa, quando la natura aveva in vista l’evoluzione dei più attivi e stressanti mammiferi, doveva essere presa una importante decisione morfologica e fisiologica. I reni, pure adeguati come sito di sintesi dell’acido ascorbico per i lenti vertebrati a sangue freddo, erano inadeguati per le aumentate richieste di acido ascorbico per i più altamente stressati mammiferi. La soluzione vincente di questo problema fu il trasferimento degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico dai
relativamente piccoli e biochimicamente affollati reni al più spazioso fegato, che è il più grande organo del corpo. Tutti gli odierni mammiferi capaci di sintetizzare acido ascorbico lo producono nel fegato perché ogni antica forma che non effettuò tale
passaggio era così handicappata biochimicamnte che fu eliminata dalle forze della evoluzione.
...racconta l'EVOLUZIONE DEGLI ESSERI VIVENTI E L'ACIDO ASCORBICO
e spiega la perdita di produrcelo autonomamente
pagina 6/10------l'ACIDO ASCORBICO è un metabolita per tutti gli animali e non una VITAMINA
Stone 20. Negli ultimi 60anni, l'ACIDO ASCORBICO è stato visto come"vitamina C" quando in realtà è un metabolita del fegato e certamente non una "vitamina" per la miriade di mammiferi che hanno intatto il gene per lo L-gulonolactone ossidase. Tali mammiferi non prendono lo scorbuto, anche se hanno una dieta completamente priva di vitamina C.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... turale.pdf
Il quale conferma e senza ombra di dubbio che la medicina per ragioni sue particolari lo ha chiamato vitamina C. Di motivi ne ha avuto addirittura due, che riporterò in altra occasione. Quindi penso di aver dato chiare prove che la prima parte dell'articolo è completamente FALSA in quanto all'autore mancano queste chiare informazioni.
Mi permetto ancora di riportare quanto scrive Irwin Stone sulla dose sua e dei suoi amici di ACIDO ASCORBICO, che personalmente ritengo questi personaggi SCIENZIATI al suo pari, dei quali ho radunato i loro libri su questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nziati.htm
....e scrive:
"La mia dose giornaliera raccomandata di acido ascorbico si avvicinerebbe molto a quella sintetizzata quotidianamente dai mammiferi con il gene del il GLO intatto. In condizioni di stress le dosi devono essere incrementate Ho preso per molti anni circa 20 grammi di acido ascorbico giornalmente, oltre trecento volte l’attuale RDA, godendo sempre di ottima salute per tutto il periodo. Nelle mie pubblicazioni del 1983 relative agli effetti del regime mega-ascorbico sull’invecchiamento e sulla sindrome di Alzhaimer, cito come esempi lampanti del potere che l’acido ascorbico ha nel mantenere una lunga e sana vita attiva, senza malattie, i miei vecchi amici e colleghi: Albert Szent-Gyorgyi (età 91); Linus Pauling ( età 83); Frederick Klenner (età 77); me stesso (età 77). Stanno tutti lavorando
ancora sodo e nessuno mostra la minima traccia di Alzhaimer. "
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf
Colgo l'occasione per confermare che personalmente ingoi ACIDO ASCORBICO dal 1992 e che quindi questo mese 2019 sono esattamente 27 anni che lo faccio con costanza. Ora potendolo fare vorrei chiedere all'autore dell'articolo se è informato che denominando "integratore" questo "ALIMENTO ESSENZIALE" ammette di essere stato GENERATO dentro degli "integratori", ma peggio ancora ammette di avere degli "integratori£ che circolano nel suo sangue.
Tornando all'articolo però ho rilevato molte informazioni che l'autore documenta e che non avevo riguardo alla malattia lo SCORBUTO e l'uso di questa sostanza per gurarire questa termenda malattia. Quindi personalmente lo ringrazio per questa sua certosina ricerca e ne faccio tesoro. ciaooo Franco

La maggior parte della vitamina C venduta negli integratori e nelle bevande non è quella vera che funziona bene.

Non buttare via i tuoi soldi. Non cascarci!

L’articolo in un colpo d’occhio

La maggior parte della vitamina C che è in commercio è acido ascorbico che è solamente una frazione dell’ingranaggio che è la vitamina C. Numerosi studi, hanno accertato che Il suo effetto è inferiore e non sempre benefico rispetto alla composizione completa di antiossidanti, bioflavonoidi, polifenoli, tirosinasi, ascorbinogeno, vitamina K, colina e metalli colloidali, tutti componenti della vera vitamina C.

La storia della vitamina C è legata alla “malattia dei marinai”: lo scorbuto.

Dopo che lo scorbuto è stato debellato l’acido ascorbico, è stato isolato e identificato.

Quasi tutti sanno che la vitamina C fa bene. La possiamo trovare in moltissimi e variegati spazi di vendita, dal piccolo negozio all’ipermercato.

È sempre chiamata con il termine “acido ascorbico” o “vitamina C”.

Questa dicitura apparentemente sembra intercambiabile, come se i due termini indicassero la stessa identica sostanza. Infatti, in molte etichette troviamo ugualmente sia acido ascorbico sia vitamina C.

In realtà si tratta di aggiunte di acido ascorbico e non della vitamina C naturalmente contenuta all’interno dell’alimento.

Anche tu, molto probabilmente, quando hai l’occasione di assumerla lo fai volentieri, perché sai che fa bene alla salute.

E hai ragione, ma le due sostanze non sono equivalenti e possiedono caratteristiche molto diverse.

L’acido ascorbico non è la vera vitamina C!

È errato parlare di vitamina C come l’equivalente dell’acido ascorbico.

Di conseguenza anche gli effetti non saranno gli stessi.

La vitamina C non è una sola e unica sostanza e non è l’equivalente dell’acido ascorbico.

La verità è che l’acido ascorbico (come del resto molte vitamine) è solamente un elemento isolato, una frazione della vitamina C naturale, a suo tempo isolata e creata artificialmente.

Oltre all’acido ascorbico, la vitamina C include tutta una serie di altri elementi quali:

?L’acido L ascorbico

?Il glicoside flavonoico Rutina

?Il complesso di Bioflavonoidi

? L’enzima Tirosinasi

? L’ammina e coenzima Colina

? La vitamina K

?Il complesso di minerali in dosi adeguate (come il rame)

L’acido ascorbico nella grande maggioranza degli integratori vitaminici è solo una copia fabbricata in laboratorio, ottenuta per sintesi dal glucosio, ed è solo una parte dell’intero meccanismo.

SISTEMA VITAMINA C

Nello schema sopra, l’acido ascorbico rappresenta solo l’involucro esterno che impedisce l’ossidazione degli elementi contenuti all’interno del “sistema vitamina C”. Cioè funziona come conservante naturale impedendo l’ossidazione dei suoi componenti.

Sostenere che la vitamina C e l’acido ascorbico sono la stessa cosa è come dire che una ruota ha lo stesso valore dell’automobile cui appartiene.

Ovviamente si tratta solo di una piccola parte dell’intera vettura che da sola non può offrire i benefici del veicolo integro.

A questo punto avrai un gran desiderio di voler capire di più.

Meno male che è così, questo vuol dire che sei ancora cerebralmente vivo e che non hai perso l’abitudine di porti delle domande.

Noi ti accontentiamo subito andando a esaminare le informazioni utili per te in questo momento.

Non ci interessa sfoggiare un nozionismo fine a se stesso bensì stimolare la consapevolezza di ognuno della realtà che lo circonda.

In questo primo articolo esamineremo da vicino il perché si è venuto a costituire il mito dell’acido ascorbico come panacea per tutti i mali.

ACIDO ASCORBICO – LA STORIA

Se non comprendi la storia che sta dietro all’acido ascorbico, non potrai capire veramente la questione, quindi abbi un po’ di pazienza nel leggere come si è arrivati alla sua scoperta nel tempo.

Si tratta di una sostanza inscindibilmente legata da sempre a una patologia conosciuta sin dall’antichità: lo scorbuto. I sintomi erano rigonfiamenti della pelle delle ossa, debolezza, apatia, perdita dei denti, emorragie, morte. Malattia ben conosciuta dai marinai e dai soldati perché spesso non potevano cibarsi di frutta e verdura fresche.

La prima traccia di questa patologia che deforma l’apparato scheletrico è stata il ritrovamento dei resti datati 3800/3600 a.C., nel villaggio di Nag el-Qarmila, non lontano da Assuan, in Egitto, da una missione bioarcheologica congiunta dell’Università di Bologna e dell’Università di Yale, attiva dal 2005 nella regione e diretta dalla professoressa Maria Carmela Gatto e dal professor Antonio Curci.

Lo scorbuto fu citato già nelle cronache egizie dal 1500 a.C. e, anche Ippocrate di Kos (460 a.C.-377°.C.), famoso medico e geografo greco antico, ne cita gli effetti.

Anche noto come la “malattia del marinaio” perché falcidiava principalmente due tipologie d’individui: i soldati che combattevano per lunghi periodi e i marinai che trascorrevano mesi interi in mare privi di verdure e frutta.

Dalla lettura dei diari di bordo del ‘500 i marinai inglesi somministravano all’equipaggio tè con del cedro.

Due famosi esploratori portoghesi di questo periodo sperimentarono personalmente la devastazione dei rispettivi equipaggi.

Si tratta di Ferdinando Magellano (1480-1521) che nella sua circumnavigazione del globo si ritrovò con l’ottanta per cento di marinai in meno e di Vasco da Gama (non de Gama) (1469-1524) che nel suo riuscito tentativo di raggiungere le Indie orientali e gestire così il monopolio del commercio delle spezie con l’Europa, in quattro mesi perse per lo scorbuto novantatre marinai su centoquarantotto.
Nel libro “Disguised as the devil how lyme disease created witches and changed history” di M.M. Drymon (White Avenue Press), si afferma che nel periodo delle esplorazioni (1500-1800) morirono oltre due milioni di marinai per lo scorbuto.

Felix Platter (1536-1614) medico e botanico svizzero, raccomanda le arance come rimedio antiscorbutico.

Nel 1605 il capitano ammiraglio James Lancaster (1554-1618) sulla sua nave Dragon, conduceva una missione per conto della Compagnia delle Indie con altre quattro navi ai suoi ordini.

Giunto al Capo di Buona Speranza, solo il suo equipaggio non fu decimato dallo scorbuto, poiché lui dava a ogni marinaio che mostrava i primi sintomi, tre cucchiaini al giorno di succo di limone che si era preventivamente portato in delle bottiglie.

Il capo medico della Compagnia delle Indie scrisse un libro “The surgeon’s mate”nel quale raccomandava l’uso del succo di limone in base all’esperienza del Capitano Lancaster.

Il suo studio fu adottato dalla marina britannica solo nel 1795, per quasi duecento anni quasi nessuno si accorse di quante vite potevano essere salvate, se non pochi uomini dalla vivida intelligenza.

Franz de le Böe (1614-1672), professore di medicina a Leyden, disse che le arance curavano lo scorbuto.

James Lind (1716-1794) fu un intelligente medico scozzese, prestava servizio nella marina britannica come capitano ammiraglio. Nel suo libro “A Treatise of the Scurvy” Lind descrive il suo esperimento prendendo un campione di dodici marinai ammalati di scorbuto.

Il 20 maggio 1747 suddivise i marinai in coppie e somministrò diversi tipi di alimenti a ogni coppia.

Le sue conclusioni furono: « La conseguenza fu che i più lampanti e ben visibili effetti curativi furono ottenuti dall’uso di arance e limoni; uno dei due marinai che li ha assunti nel giro di sei giorni è diventato un uomo pronto per il suo dovere. L’altro ebbe il miglior recupero rispetto agli altri nella sua condizione; e stando già abbastanza bene, è stato nominato infermiere per il resto dei malati. Le arance hanno avuto più effetto del sidro».

Il capitano James Cook (1728-1779) esploratore, navigatore e cartografo britannico, rimarrà famoso per come ha convinto gli uomini dell’equipaggio dell’Endeavour (la sua prima nave) a mangiare broccoli e crauti.

Cook era un uomo di grande capacità intellettiva e studioso appassionato, certamente aveva avuto notizia dai suoi predecessori circa l’utilizzo di frutta e verdura fresca.

La Royal Society incaricò Cook di fare un viaggio nell’oceano Pacifico per osservare il transito di Venere del 1769 davanti al Sole. Durante il primo viaggio (1768-1771).

Cook non ebbe neanche un malato di scorbuto a bordo.

Faceva spesso sosta e rifornimento di verdure fresche.

Occorse il problema che l’equipaggio non gradiva i broccoli e i crauti.

Escogitò allora una strategia psicologica molto efficace.

Cominciò a fare servire queste verdure solamente al tavolo del quadrato degli ufficiali, EVITANDO DI DISTRIBUIRLO AI MARINAI CHE VEDEVANO SOLTANTO PASSARE I PIATTI DELLE PORTATE.

Quest’atteggiamento ingenerò invidia nell’equipaggio fino a chiedere espressamente di avere lo stesso tipo di trattamento.

Nei suoi viaggi Cook non ebbe mai mancanza di uomini poiché era ben noto il fatto che con lui si “tornava a casa”.

Nel XVIII e XIX secolo fu usato il termine di antiscorbutico per tutti quei cibi che erano in grado di prevenire la comparsa dello scorbuto.

Tra essi, oltre ai limoni, alle arance e ai lime, vi sono: i crauti, il cavolo salato, il sidro, il malto e il brodo portatile, la geniale invenzione di Justus von Liebig, che nel diciannovesimo secolo ideò la magica tavoletta per riprodurre rapidamente il gusto del brodo, anche fuori di casa.

Nel 1912 Cazimierz Funk (1884-1967), chimico polacco naturalizzato statunitense, nel 1911 coniò il termine “vitamine”, ipotizzando la carenza di tali composti come causa di molte malattie fra le quali incluse lo scorbuto.

Le definiva: «sostanze non-minerali nutrienti fondamentali per la vita da assumersi con la dieta».

L’isolamento dell’acido ascorbico ha avuto una vita travagliata.

Tra il 1928 e il 1933 due gruppi di ricerca erano in “competizione” per isolare il misterioso agente: quello dell’ungherese Albert Szent-Györgyi Von Nagyrapolt e quello dell’americano Charles Glenn King.

Nel 1928 Szent-Györgyi (1883-1986), durante la sua permanenza alla Mayo Clinic di Rochester (Minnesota, Usa), era riuscito a isolare l’acido hexuronico dal surrene di un modello animale e ne aveva studiato le sue proprietà antiscorbutiche.

Cercava di capire se quest’acido potesse essere identificato con la vitamina C.

Nel frattempo Charles Glenn King (1896-1988) lavorava assiduamente allo studio dell’effetto antiscorbutico del succo di limone e aveva isolato da quest’ultimo un acido da lui denominato ascorbico.

Tra questi due laboratori faceva la spola Joseph L. Svirbely (1906-1994) che fornì a King un campione dell’acido hexuronico di Szent-Györgyi.

Il 4 aprile 1932, King riuscì a dimostrare che i due acidi erano uguali.

Con due settimane di ritardo, anche Szent-Györgyi arrivò alla medesima conclusione.

Szent-Györgyi nel 1937 prese il nobel per la medicina, mentre Charles Glenn King fu il padre del nome “acido ascorbico”.

I primi a produrre Vitamina C di sintesi furono i chimici inglesi Sir Walter Norman Haworth (1883-1950) i quali nel 1937 prese il premio Nobel per la chimica e Sir Edmund Hirst (1898-1975), tra il 1933 e il 1934, anni in cui anche il chimico polacco Tadeus Reichstein (1897-1996) raggiunse il medesimo risultato.

Il processo di sintesi parte dal D-glucosio e affida i vari step di trasformazione a reazioni chimiche e/o a processi fermentativi di natura microbica (batteri).

Una volta ottenuto, l’acido L-ascorbico può essere salificato o esterificato con acidi grassi.

Nel primo caso l’idrofilia (solubile in acqua) della molecola è mantenuta e se ne riduce l’acidità. Nel secondo, invece, si ottiene una sostanza lipofila (che si scioglie nei grassi) e come tale addizionabile a oli e grassi per prevenirne l’irrancidimento.

I sali dell’acido L-ascorbico sono chiamati “ascorbati” e prendono il nome del minerale che li caratterizza (ascorbato di potassio, ascorbato di sodio, ascorbato di calcio ecc.).

Ovviamente, però, assumere 100 mg di acido ascorbico non è come mangiarsi, un kiwi di grosse dimensioni.

Nonostante le quantità di acido ascorbico ingerite siano pressapoco le stesse, il kiwi e in generale tutti i vegetali contengono moltissime altre sostanze ad azione sinergica, benefiche per l’organismo che offrono effetti molto superiori.

La storia dell’acido ascorbico è interessante perché evidenzia come ci si è avvicinati sempre più alla soluzione dello scorbuto partendo da frutta e verdura. I vegetali in genere hanno donato la soluzione.

Ci rendiamo conto che un biologo non può altro che dire che l’acido ascorbico è la vitamina C. Infatti, l’esame per stabilire con precisione la presenza di vitamina C corrisponde alla misurazione dell’acido ascorbico contenuto nell’alimento indagato.

Ovvero scientificamente i due termini definiscono la stessa cosa ed è per questo motivo che il nostro articolo potrebbe essere inteso come fuorviante.

La stessa scienza conosce bene gli antiossidanti, i polifenoli, le vitamine e i minerali.

Esiste tutta una serie di esami per stabilire la presenza e la quantità di tutti gli altri elementi che abbiamo indicato nel “sistema della vitamina C”.

Prossimamente esamineremo a fondo il perché si è formato il mito dell’acido ascorbico quale panacea e i suoi reali effetti sull’organismo. Indagheremo anche gli effetti di tutte le sostanze indicate e soprattutto dove trovarle, come assumerle e in quali quantità.

Per adesso è importante che ti accorga che non tutto quello che è detto è fondato su verità assolute e che sta a noi, uomini e donne capaci di pensare criticamente in maniera autonoma, scoprire ciò che è bene per ognuno, senza mai delegare ad altri questo compito.

Albert Einstein diceva: «La mente è come un paracadute, funziona solo se si apre».

Bibliografia

Aaronson S et al., Cancer medicine, Hamilton, Ontario, 2003
Barnett Sure, MD, Journ Natr 1939
Baron, Jeremy Hugh. “Sailors’ scurvy before and after James Lind–a reassessment”Nutrition Reviews 2015
Bieler, Henry MD — Finding the Right Cure For You 1998
CDC — National Vital Statistics Report, 1999
Collingridge Vanessa , Captain Cook: The Life, Death and Legacy of History’s Greatest Explorer, Ebury Press, febbraio 2003
Cook James, A Voyage Towards the South Pole and Round the World: About Captain Cook, Volume 1, 2015
Dana, Richard — Two Years Before the Mast, p 444 ff. 1840
DeCava, Judith — The Real Truth About Vitamins and Antioxidants 1996
Jensen, Bernard, DC — Empty Harvest 1990
Drymon M., Disguised as the devil how lyme disease created witches and changed history, White Avenue, 2008
Dunn, Peter “James Lind of Edinburgh and the treatment of scurvy”, 2009Progress
Fernandez Felipe Armesto, Pathfinders: A Global History of Exploration, W.W. Norton & Company, 2006
Fisher Robin, Captain James Cook and his times, Taylor & Francis, 1979
Frost, Mary — Going Back to the Basics of Human Health 1997
Heinonen, O MD, The effect of vitamin E and beta carotene on the incidence of lung cancer and other cancers in male smokers” The Alpha Tocopherol Beta Carotene Cancer Prevention Study Group, 1994
Lee Royal e Stolzoff S, The Special Nutritional Quality of Natural Foods, Foundation for Nutritional Research, 1942
Lee Royal, How Organized Medicine Is Fighting Vitamins, Lee Foundation for Nutritional Research, 1943
Lee Royal, The Battlefront for Better Nutrition, , The Interpreter, July 1950
Lee Royal, The Primary Cause of Disease, Let’s Livemagazine, 1958
Lee, Royal, What Is a Vitamin?”, Applied Trophology Aug 1956
Lind, James, A Treatise of the Scurvy, A Paris, 1753
Miller A. Causes and Cure of that Disease, together with a Critical and Chronological View of wha has been published on the subject, London, 1753
Woodall, A, Caution with b-carotene supplements Lancet, 1996
Nelson, Elmer, MD, Washington Post 26 Oct 1949
Neuhouser ML, Wassertheil-Smoller S, Thomson C, et al.,Multivitamin use and risk of cancer and cardiovascular disease in the Women’s Health Initiative cohorts, 2009
Nutrition Committee, Canadian Paediatric Society, Megavitamin and megamineral therapy in childhood, CMAJ, vol. 143, 1º gennaio 1990
Nutrition Report Lancet . 1842
Randolph, Theron MD, Human Ecology and Susceptibility to the Chemical Environ. 7th ed. 1980 Price, Weston, Nutrition and Physical Degeneration – Keats Publ. 1997
Robbins, John, Reclaiming Our Health 1996
Roddis Louis H., James Lind Founder of Nautical Medicine, London, WM. Heinemann, Medical Books, LTD., 1951
Somer, Elizabeth, Vitamin C: A Lesson in Keeping An Open Mind, The
Tickner, F.J. & V.C. Medvei, Scurvy and the health of European crews in the Indian Ocean in the seventeenth century, Medical History. 1958
University of Florida report, Natural vs. Synthetic, 1981
Wiley, Harvey W., MD, The History of a Crime Against the Pure Food Law
Beaglehole Cawte John , The Life of Captain James Cook, A & C Black, 1974
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... efalsa.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven ago 23, 2019 1:15 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... AZIONI.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Vorrei chiedere allo scrivente del'articolo in oggetto il dottor Liborio Quinto su che esperienze si basa per fare queste dichiarazioni. Ma sopratutto, come può pretendere di annullare le esperienze di molti personaggi del secolo scorso che personalmente mi permetto di definirli SCIENZIATI, i quali ci hanno lasciato così tanti scritti provati dalle loro esperienze di molti anni. Avendo questi scritti, al che mi posso permettere di dichiarare FALSE e TENDENZIOSE le sue dichiarazioni, le quali dimostrano senza ombra di dubbio i veri fini della congregazione alla quale è così attivamente legato. Dimostrando sotto quanto siano lontane dalle esperienze di questi SCIENZIATI le sue dichiarazioni, tenendo conto che nessuno di loro può provare senza ombra di dubbio le VERE CAUSE di questi CALCOLI RENALI, lascio pertanto che ognuno di voi, avendo questi scritti, che possa tirare le proprie personali conclusioni.
Personalmente ho la mia su un tumore al colon DOCUMENTATA, ingoiando alte dosi di ACIDO ASCORBICO e non solo, che si trova su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azione.htm
Inoltre riporto le esperienze di molti SCIENZIATI del secolo scorso come il due volte Premio Nobel Linus Pauling, un chimico come chimico lo è anche il dottor Irwin Stone, che l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C) lo ha ingoiato e studiato per più di 50 anni, fino alla morte a 87 anni, che con la loro esperienza di anni sui CALCOLI RENALI ci riportano notizie molto diverse da quelle da lui dichiarate.
L'articolo cita una fonte bibliografica, mentre mi permetto di riportare quelle fonti che cita Linus Pauling sul suo libro e ne cita per pagine intere dalla pagina 293 alla pagina 340, quindi addirittura di 48 pagine, che dimostra la malafede di chi guida il SISTEMA che vuole mantenere nel silenzio queste informazioni, col fine di mantenere il proprio dominio,
Ho certezza che l'autore dell'articolo fà parte di questo SISTEMA, quindi ha tutto l'interesse di fare IL CONTRARIO DI TUTTO.
Devo far quindi rilevare che a parlare dell'ACIDO ASCORBICO ed alle sue controindicazioni, contrappongo al dottor Liborio Quinto due CHIMICI che sono coadiuvati dai lo amici; i dottori: Frederick Robert Klenner e Robert F. Cathcart, ed altri ancora che come potremo notare che ingoiando costantemente l'ACIDO ASCORBICO hanno vissuto una lunga vita che mi pare non sia la media di quel periodo. La loro età la troveremo più sotto.
Questi dottori come molti altri citati da Linus Pauling sul suo libro, ci hanno lasciato dei libri delle loro esperienze di medici, guarendo molte persone da ogni tipo di malattie.
In proposito riporto la tabella di Cathcart che riporta le dosi di ACIDO ASCORBICO per guarire da molti disturbi:
"TAVOLA I – DOSI USUALI TOLLERATE DALL’INTESTINO
CONDIZIONE------------GRAMMI NELLE 24 ORE-----------NUMERO DI DOSI NELLE 24 ORE
normale---------------------------------------4-15-------------------------------------------------- 4-6
lieve raffreddore--------------------------30-60------------------------------------------------- 6-10
raffreddore forte------------------------ 60-100+-----------------------------------------------8 - 15
influenza ----------------------------------100 - 150----------------------------------------------8 - 20
ECHO, coxsackievirus----------------100 - 150----------------------------------------------8 - 20
mononucleosi----------------------------150 - 200+--------------------------------------------12 - 25
polmonite virale------------------------100 - 200+---------------------------------------------12 - 25
febbre da fieno, asma-------------------15-50-------------------------------------------------- 4 - 8
allergia ambientale ed ai cibi---------0.5-50-------------------------------------------------- 4-8
ustioni, ferite, chirurgia--------------25 - 150+----------------------------------------------- 6 - 20
ansietà, esercizio ed altri stress lievi--15-25------------------------------------------------4- 6
cancro-------------------------------------15 - 100-------------------------------------------------4 - 15
spondilite anchilosante---------------15 - 100-------------------------------------------------4 - 15
sindrome di Reiter----------------------15-60---------------------------------------------------4 - 10
uveite acuta anteriore----------------30 - 100-------------------------------------------------4 - 15
artrite reumatoide--------------------15 - 100--------------------------------------------------4 - 15
infezioni batteriche-------------------30 - 200+-----------------------------------------------10 - 25
epatite infettiva-----------------------30 - 100--------------------------------------------------6 - 15
candidiasi------------------------------15 - 200+-------------------------------------------------6 - 25
FIGURA 1. DOSI RAPPRESENTATIVE PER TRATTARE I SINTOMI ACUTI DELLA
MALATTIA IN PAZIENTI MOLTO TOLLERANTI VERSO L’ACIDO ASCORBICO

GRAMMI DI ASCORBATO NELLE 24 ORE
1) Notare che le curve dei sintomi della malattia indicano un effetto molto piccolo sui
sintomi acuti finché le dosi non raggiungono l’80-90% del livello di tolleranza
intestinale. Forse è solo in prossimità delle dosi di tolleranza che l’ascorbato è spinto
dentro i siti primari della malattia.
2) La soppressione dei sintomi in alcuni casi potrebbe non essere totale, ma
usualmente è lto significativa e spesso il miglioramento è completo e rapido.
3) L’epatite può richiedere da 30 a 100 grammi.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... _C_ITA.pdf

Mentre Frederick Robert Klenner, M.D., F.C.C.P., A.A.F.P.,
Private practice, Reidsville, N. C.
Frederick Robert Klenner, B.S., M.S., M.D., F.C.C.P., A.A.F.P., dopo essersi laureato presso la
Duke University School of Medicine, nel marzo del 1936, si addestrò per tre anni all’ospedale e
quindi inziò la pratica di medico privato a Reidsville, N.C. Sebbene specialista di malattie toraciche,
il Dott. Klenner è impegnato in una limitata pratica generale che gli ha permesso di fare
osservazioni sull’uso di grandi dosi di acido ascorbico in malattie virali come pure in altre sindromi
patologiche. Ha pubblicato 28 articoli scientifici su queste osservazioni ed ha tenuto numerose
conferenze a svariati gruppi di cittadini. Il Dott. Klenner è un membro della American Association
for Advancement of Science, membro e diplomato del The International College of Applied
Nutrition, membro della The Royal Society of Health, London, England, membro onorario della The
International Academy of Preventive Medicine e membro di molte altre organizzazioni mediche e
scientifiche.
Introduzione
La American Medical Association, nella introduzione al Nostrums, Quackery and Pseudo-
Medicine, dichiara: ”Nell’80-90% di tutti i casi di malanni umani, è probabile che l’individuo starà
meglio sia che faccia qualcosa per la sua indisposizione, sia che non faccia nulla. Il potere guaritivo
della natura, fortunatamente per la perpetuità biologica, funziona in questo modo.” Queste
percentuali sono relative. L’aumentata popolazione e più grandi concentrazioni in termini di
modelli di vita, come pure altri tipi di insulti al corpo, cambieranno frequentemente questo indice.
Come medici abbiamo il dovere di fare tornare in salute il paziente, a prescindere dalla sua fortuna
nell’auto-guarigione con diete o erbe. Ippocrate una volta dichiarò: “dei vari rimedi, i medici
dovrebbero scegliere i meno sensazionali.” La vitamina C sembrerebbe soddisfare questa esigenza.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... lester.pdf

A questo punto mi permetto di riportare le dosi dello SCIENZIATO Irwin Stone e dei suoi amici coetanei scritto di suo pugno:
"La mia dose giornaliera raccomandata di acido ascorbico si avvicinerebbe molto a quella sintetizzata quotidianamente dai mammiferi con il gene del il GLO intatto. In condizioni di stress le dosi devono essere incrementate Ho preso per molti anni circa 20 grammi di acido ascorbico giornalmente, oltre trecento volte l’attuale RDA, godendo sempre di ottima salute per tutto il periodo. Nelle mie pubblicazioni del 1983 relative agli effetti del regime mega-ascorbico sull’invecchiamento e sulla sindrome di Alzhaimer, cito come esempi lampanti del potere che l’acido ascorbico ha nel mantenere una lunga e sana vita attiva, senza malattie, i miei vecchi amici e colleghi: Albert Szent-Gyorgyi (età 91); Linus Pauling ( età 83); Frederick Klenner (età 77); me stesso (età 77). Stanno tutti lavorando
ancora sodo e nessuno mostra la minima traccia di Alzhaimer."
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf

Per i CALCOLI RENALI il dottor Klennrr scrive:
pagina 11/30------calcoli renali, spiegazione
Quanto dobbiamo preoccuparci dell'acido assalico e dei calcoli renali? Una spiegazione tecnica.
Una delle armi "per spaventare" usate da critici delle alte dosi quotidiane di ACIDO ASCORBICO è l'ipotesi dell'"acido assalico" e dei "calcoli renali" Meakins stabilisce che i fattori principali nella formazione dei "calcoli renali" sono delle distorsioni di processi metabolici, l'infezione e la stasi nel tratto urinario. Ci sono due scuole di pensiero sulle formazioni dei calcoli:
1)che c'è un nucleo centrale di colloidi su cui precipitano i cristalloidi.
2)che i cristalloidi si depositano nelle urine in cui sono presenti in soluzione concentrata, in cui le concentrazioni saline e di ione idrogeno sono fattori importanti.
In tutti i casi la stasi ed una urina concentrata sembrano essere i principali fattori fisiologico. La sola maniera per cui si può produrre acido assalico dall'ACIDO ASCORBICO è attraverso la rottura dell'anello del lactone. Questo succede sopra il pH5. La reazione dell'urina quando si prendono 10 grammi di ACIDO ASCORBICO al giorno è di solito pH6. L'acido assalico precipita in soluzione soltanto in una soluzione neutra o alcalina da pH7 a pH10. Kelli e Zilva hanno riportato che "esperimenti di nutrizione hanno mostrato che l'acido deidroascorbico è protetto in vivo da una trasformazione rapida in acido dichetogulonico, importante come antiscorbutico, da cui deriva l'"acido assalico". I valori riportati in letteratura per normali escrezioni di assalato urinario nelle 24 ore per gli esseri umani vanno da 14 mg a 56 mg. Lamden et Allen. hanno trovato in un gruppo di volontari che l'ingestione di 9 grammi di ACIDO ASCORBICO al giorno dava luogo a emissioni di assalato fino a 68 mg nelle 24 ore e nei controlli senza ACIDO ASCORBICO fino a 64 mg in un periodo di 24 ore.
Questo critici hanno trascurato l'individuo col diabete mellito. l'ammontare di acido assalico che si trovava nel paziente diabetico si avvicinava a quello che si trova nell'urina di una persona normale che prende 10 grammi di ACIDO ASCORBICO al giorno. I diabetici sono noti per la loro diuresi. L'individuo che prende 10 o più grammi di ACIDO ASCORBICO al giorno troverà che questo composto organico è un eccellente diuretico, Nessuna stasi urinaria, nessuna concentrazione urinaria.
La storia dei calcoli renali a causa dell'ACIDO ASCORBICO è un mito.
Il blu di metilene dissolverà i calcoli di assalato di calcio se se ne prendono oralmente 65 mg da 2 a 3 volte al giorno (Dott. M.J. Vernon Smith; Med. World News, 4 dicembre, 1970)
pagina 19/30------CACOLI RENALI
Il fattore "spavento" riguardo i calcoli renali associati a grandi dosi di ACIDO ASCORBICO è stato collocato a riposo. Poichè l'urina è di solti pH6, si può vedere che l'apertura dell'anello del lactone è un processo lento. Questa reazione ha luogo nei tessuti ed è probabilmente regolata dall'ammontare di glutatione presente. Considerazioni importanti sono che uno deve avere una urina concentrata, che ci deve essere stasi s che l'urina deve essere alcalina perchè una quantità di cristalloidi apprezzabile possa precipitare. Questo non accadrà mai con la terapia di ACIDO ASCORBICO in dosi massicce. Inoltre, è stato mostrato che i controlli, in un dato esperimento, hanno prodotto quasi altrettanto acido assalico di quello prodotto dai volontari che prendevano 9 grammi di ACIDO ASCORBICO quotidianamente.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... lenner.pdf

mentre il dottor cathcart scrive:
2.3.23 pag.16------CALCOLI RENALI
Secondo la mia esperienza l'ACIDO ASCORBICO probabilmente previene la maggior parte di calcoli renali. Ho avuto alcuni pazienti, che avevano avuto calcoli renali prima di iniziare a dosi livello di tolleranza intestinale. che in seguito non hanno più avuto difficoltà riguardo ai calcoli. Le infezioni acute e croniche del tratto urinario sono spesso eliminate, questo fatto può rimuovere una delle cause dei calcoli renali. Sei pazienti hanno presentato leggero dolore durante le minzione, cinque di questi pazienti erano oltre i 50 anni e nessuno ha avuto calcoli.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... _C_ITA.pdf

e linus pauling riporta:
pagina 273/340------i CALCOLI RENALI e la GOTTA
Nella recensione su Medical letter del libro Vitamin C and the Common Cold, recensione di cui ho già parlato nel capitolo precedente, si sosteneva che l'ACIDO ASCORBICO può avere l'effetto negativo di provocare la formazione di CALCOLI RENALI.
L'autore di questa recessione non firmata scriveva: " Quando si prendono giornalmente da 4 a 12 grammi di ACIDO ASCORBICO per l'acidificazione delle urine, tuttavia, come nel trattamento di alcune infezioni croniche del tratto urinario, urati e cistina, possono precipitare in tale tratto dando origine a calcoli. Per tale ragione si devono evitare dosi molto elevate di ACIDO ASCORBICO in pazienti che hanno tendenza alla gotta, alla formazione di CALCOLI di urati, e la cistinuria.
Questa affermazione è errata. I curatori avrebbero potuto giustamente scrivere che questo tipo di pazienti deve evitare dosi elevate di ACIDO ASCORBICO, ma non c'è motivo che si astengano dal prendere l'ACIDO ASCORBICO, perchè lo possono ingerire sotto forma di ASCORBATO DI SODIO, che non acidifica le urine.
L'affermazione fatta in Medical Letter dimostra che i curatori della pubblicazione semplicemente non abbiano capito l'argomento su cui stavano scrivendo. In realtà, l'ACIDO ASCORBICO è lo ione ascorbato. Questo ione ha una carica elettrica negativa; pertanto, non possiamo ingerire l'ACIDO ASCORBICO senza ingerire una quantità equivalente di atomi che abbiano una carica elettrica positiva.
Nell'ACIDO ASCORBICO questo ione è lo ione idrogeno, H+: nell'ascorbato di sodio è lo ione sodio, Na+; nell'ascorbato di calcio è la metà di uno ione calcio, 1/2 Ca++. Tutte queste sostanze contengono ACIDO ASCORBICO, lo ione ascorbato, e ciascuna di esse contiene anche qualcos'altro. Gli effetti di questo "qualcos'altro" (lo ione idrogeno, lo ione sodio, e lo ione calcio) non vanno confusi con gli effetti dello ione ascorbato, cosa che invece hanno fatto i curatori di Medical Letter e continuano a fare tutti quegli autori di articoli la cui conoscenza dell'argomento è incompleta.
E' bene noto che ci sono due tipi di calcoli renali, e che la tendenza a formarli deve essere tenuta sotto controllo in due modi diversi. I calcoli di un tipo, che comprendono circa la metà di tutti i calcoli urinari, sono composti di fosfato di calcio, fosfato di magnesio e ammonio, carbonato di calcio o miscele di queste di diverse sostanze. Essi tendono a formarsi se le urine sono alcaline: le persone che hanno la tendenza a formarli devono acidificare la propria urina.
Un buon sistema, probabilmente il migliore, è di prendere 1 grammo o più di ACIDO ASCORBICO al giorno. L'ACIDO ASCORBICO viene usato da molti medici a questo scopo, e non per prevenire le infezioni del tratto urinario, specie le infezioni da organismi che idrolizzano l'urea formando ammoniaca e in tal modo alcanilizzano l'urina, favorendo la formazione dei calcoli renali di questa classe.
I calcoli renali dell'altra classe, che tendono a formarsi nell'urina acida, sono composti da assalato di calcio, acido urico o cistina.
Alle persone che hanno tendenza a tornare, questo tipo di calcoli viene consigliato di rendere alcalina l'urina. Questo obiettivo può essere raggiunto prendendo l'ACIDO ASCORBICO sotto forma di ascorbato di sodio, oppure prendendo l'ACIDO ASCORBICO con l'aggiunta di bicarbonato di sodio o di altra sostanza alcalinizzante, solo nella quantità necessaria allo scopo.
Nella letteratura medica non viene riferito neppure un caso di formazione di calcoli renali in seguito all'assunzione di forti dosi di ACIDO ASCORBICO. Sussiste tuttavia la possibilità che alcune persone abbiano una tendenza accentuata a produrre calcoli renali di assalato di calcio in seguito all'assunzione di forti dosi di ACIDO ASCORBICO. E' noto che l'ACIDO ASCORBICO può essere ossidato nell'organismo, diventando acido assalico. Lamden e Chrystowski (1954) hanno studiato cinquantun soggetti sani di sesso maschile che assumevano le quantità normali di ACIDO ASCORBICO (cioè solo quella nel cibo) e hanno trovato che la quantità media di ACIDO ASSALIC eliminato nell'urina era di 38 mg. (in un'escursione da 16 a 64 mg). Questa media salì di soli 3 mg. in seguito all'assunzione di 2 grammi supplementari al giorno di ACIDO ASCORBICO, e soli 12 mg. al giorno per 4 grammi in più di ACIDO ASCORBICO. Un ulteriore aumento di 8 grammi al giorno di ACIDO ASCORBICO fece salire l'eliminazione di acido assalico di 45 mg. e quella di 9 grammi la elevò di 68 mg. (in media un soggetto ne eliminò addirittura 150 mg.)
Appare verosimile che la maggior parte della gente che non vada incontro a problemi relativi all'ACIDO ASSALICO prendendo ACIDO ASCORBICO, ma un certo numero di persone dovrà fare attenzione, proprio come deve stare attento a non mangiare troppi spinaci e rabarbaro, che hanno un alto contenuto di assalati.
Esiste un numero molto limitato di persone che soffrono di una malattia genetica piuttosto rara, che provoca una maggiore produzione di acido assalico nelle cellule (sopratutto dall'aminoacido glicina); è noto il caso di un giovane che sovente circa il 15 per cento dell'ACIDO ASCORBICO ingerito in acido assalico, cinquanta volte di più rispetto alle altre persone (Briggs, Garcia-Webb e Davies, 1973). Quest'uomo e tutti coloro che hanno lo stesso difetto genetico devono limitare la loro assunzione di ACIDO ASCORBICO.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... nalelp.pdf

ed ancora Irwin Stone dice:
Formazione di pietra
Una critica che è stata livellata contro fornendo agli esseri umani la quantità giornaliera di acido ascorbico che normalmente sono prodotte in altri mammiferi che è il suo effetto acidificante su
l'urina potrebbe aumentare l'incidenza di formazione di pietra. La formazione di calcoli nella
tratto urinario è un argomento molto complesso e impegnativo per la ricerca su larga scala dovrebbe essere condotto per risolvere questa questione importante.
Abbondante evidenza archeologica indica che la formazione di pietra è tra i afflizioni più antichi dell'uomo. È comune oggi in tutte le parti del mondo e in alcune aree del il mondo l'incidenza è così alta che sono conosciuti come "cinture di pietre". Nel pater del 1964, che contiene una bibliografia di 104 riferimenti, Stati Gershoff (3), "calculi urinario variano così molto in forma, presenza e composizione che è improbabile che un singolo meccanismo responsabile per la loro produzione." La composizione dipende se è una pietra del rene o una vescica pietra e in quale parte del mondo la vita individuale. Circa l'1 per cento della 280.000 casi chirurgici ricoverati all'ospedale di Londra dal 1960 al 1935 furono per pietre delle vie urinarie. In 25.000 autopsie presso l'ospedale dell'Università del Minnesota, il incidenza di calcoli renali è 1,12 per cento. L'incidenza varia notevolmente in diverse parti del mondo con un'alta percentuale di calcoli vescicali nei bambini da uno a dieci anni in Thailandia, India, Siria, Cina e Turchia. In un'analisi di 1.000 urinaria pietre dagli Stati Uniti, il 52 per cento conteneva fosfati, 33 per cento erano calcio ossalato, 6 per cento erano pietre di urati e cistina 3 per cento. A causa dell'ampia variazione nella composizione, l'effetto acidificante acido ascorbico nelle urine può inibire la formazione di pietra di alcuni tipi, soprattutto quelli contenenti fosfati, che comprendono una grande frazione di quelli che si trovano in American calcoli urinari. McCormick (4), nel 1947, intervistati i tutto il mondo incidenza di formazione di pietra e la propria esperienza clinica e sperimentazione e lui ha concluso che la formazione di pietra (urinaria, salivari, biliari e così via) era dovuto a un deficit di acido ascorbico. Egli ha sottolineato che la somministrazione di acido ascorbico aveva effetti profondi sulla sedimentazione urinaria e cristallizzazione. Egli afferma: "appena amministrazione correttive della vitamina effetti un livello normale di acido ascorbico, il cristallino e sedimenti organici scompare come per magia dalle urine. Ho trovato che questo cambiamento possono solitamente essere portato in una questione di ore da grandi dosi di vitamina - 500 a 2.000 milligrammi - orale o parenterale. Dosi successive di manutenzione di 100-300milligrammi, ogni giorno, sono in genere sufficienti a mantenere l'urina libera da questi depositi. Sarebbe appaiono così che il deficit di vitamina C, che è la dieta predominante difetto la vari 'area pietra', può fornire il fattore predominante in lithogenesis urinaria
[pietra formazione]."
La maggior parte delle persone non bere abbastanza acqua e questa è una trascurata e poco esplorato fattore nella formazione di pietra. È risaputo che la tendenza per i sali per cristallizzare
la nostra soluzione è la soluzione più concentrata maggiore è. In persone la cui acqua l'assunzione è bassa, l'urina è molto più concentrato. In "cinture pietre" del mondo, acqua è scarso e di scarsa qualità, e il clima è caldo, così la maggior parte della popolazione è un cronico stato di privazione di acqua. In Israele, dove c'è un'alta incidenza di urinaria pietra formalina, Frank e colleghe (5) sono stati in grado di ridurre l'incidenza di pietra formazione semplicemente istruendo i coloni a bere più acqua. Hanno dichiarato, "Preliminary risultati, che riassume un periodo di 3 anni di studio, suggeriscono che l'istruzione è in grado di sollevare produzione di urina e prevenire l'urolitiasi (formazione di calcoli urinari) in un clima caldo e secco. È probabilmente quel copioso assunzioni giornaliere di buona acqua potabile morbido insieme con l'alto ascorbico assunzione acidi tenderebbe a correggere qualsiasi tendenza individuale alla formazione di pietra.
L'autore, chi sta ingerendo elevati livelli di acido ascorbico per oltre tre decenni e non ha stato turbato con formazione di pietra, inoltre cerca di bere almeno un litro di acqua al giorno in
aggiunta di altri liquidi. Gli studi clinici su larga scala dovrebbero essere iniziati per ottenere ulteriori dati perché ci sono probabilmente milioni di americani che alti livelli di acido ascorbico
la propria volontà.
Sono già stati fatti diversi studi minori sull'escrezione urinaria di ossalatperché la formazione di ossalato è un possibile risultato della ripartizione di acido ascorbico nel corpo e ossalato di calcio è un costituente di molte pietre umane. In un test di 51 soggetti di sesso maschile riportato nel 1954 da Lamden e collaboratori (6), risultati hanno mostrato che l'ingestione giornaliera di fino a 4 grammi di acido ascorbico al giorno non prodotto nessun significativo aumento dell'escrezione di ossalato.
Otto grammi al giorno ha prodotto un aumento medio di 45 milligrammi al giorno e 9 grammi
aumentata escrezione di ossalato Media 68 milligrammi al giorno. La gamma di ossalato urinario
escrezione dei soggetti prima di prendere l'acido ascorbico era 10 a 64 milligrammi al giorno.
Le normali variazioni individuali tra i loro soggetti, di 54 milligrammi al giorno, è stato così
trovato maggiore l'aumento medio della escrezione per il test di acido ascorbico 8 grammi
assunzione. Due articoli dal Giappone nel 1966 e uno dall'Egitto (6), nel 1970, ha riferito simili
ulteriori risultati. Takenouchi e colleghe ha riferito che 3 grammi di acido ascorbico
non prodotto contrassegnato aumento della escrezione di ossalato in tre soggetti, mentre 9 grammi al giorno esso è aumentato da 20 a 30 milligrammi al giorno. La variazione nella escrezione di ossalato di loro tre soggetti prima di prendere l'acido ascorbico (11 a 64 milligrammi al giorno) era ancora maggiore l'aumento non trovato per l'assunzione di 9 grammi. Takaguchi e colleghe ha dato loro tregruppi di grammi dieci soggetti 1 e 2 di acido ascorbico al giorno per 90 a 180 giorni. Hanno trovato nessun significativo aumento dell'escrezione urinaria di ossalato. L'escrezione di ossalato normale della loro soggetti a dieta standardizzata stessa prima di prendere l'acido ascorbico variavano da un minimo di 11 mg ad un massimo di 55 milligrammi. El Dakhakhny ed El-Sayed alimentati 4 grammi di l'acido ascorbico a 8 soggetti sulla stessa dieta cui escrezione urinaria di ossalato prima il acido ascorbico varia da 17 a 132 milligrammi al giorno. In un soggetto non c'era nessun cambiamento, in due soggetti c'è stata una diminuzione di 32 a 56 milligrammi, mentre negli altri cinque, aumenta di 10 a 18 milligrammi al giorno sono stati segnalati. Evidentemente ci sono molti altri fattori al lato di acido ascorbico che determinano l'ossalato urinario.
Mentre la cistina è relativamente rari, la megascoric si avvicinano al loro controllo non ha mai considerato prima. Cistina è la forma insolubile, ossidata di acidsoluble, zolfo dell'amminoacido cisteina. La forma solubile (cisteina) è un agente riducente pietra, come l'acido ascorbico e cisteina e acido ascorbico sono membri della normale biologico sistemi di ossidoriduzione. Essi interagiscono e proteggere gli altri dal male effetti dell'ossidazione. Mantenimento di alti livelli
dell'acido ascorbico altamente riducente nella sistema urinario di cystinurics (quelle persone inclini a cistina) può rendere possibile per mantenere i loro livelli anormalmente elevati di cisteina in forma solubile ridotta e quindi evitare la conversione a cistina insolubile, con conseguente cristallizzazione e pietra formazione. In questo modo, la cisteina in eccesso potrebbe essere smaltito in una forma solubile ridotta nell'urina acidificata di acido ascorbico. Questo è simile alla logica proposta da Schlegel,
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... onetra.pdf
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... oneing.pdf

L'articolo dichiara che a causare i CALCOLI RENALI è la CARENZA di MAGNESIO e dice:
5. Calcoli renali
Molte persone credono che i calcoli renali siano causati da un eccesso di calcio, ma in realtà si tratta di una carenza di magnesio. Il magnesio previene la formazione di queste pietre inibendo il legame del calcio con ossalato, i due composti che compongono queste pietre. I calcoli renali possono essere estremamente dolorosi, quindi è bene saperne qualcosa in più, ovvero che una semplice integrazione di magnesio può impedire loro di formarsi! Se hai esperienze, del genere suddescritte, di qualsiasi di questi sintomi, la consulenza con un medico è una buona idea. È inoltre consigliato di seguire una dieta che include alimenti come okra, il girasole e semi di zucca, mandorle, soia o fagioli neri, anacardi e spinaci in quanto queste sono tutte fonti di magnesio naturali.
http://digilander.libero.it/genfranco2/ ... renali.htm
Riguardo ai CALCOLI RENALI, riporto la esperienza di un membro di un nostro gruppo Gigi Mar su questi CALCOLI RENALI:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... igimar.htm

Ma non solo lui, anche altri che non hanno fatto testimonianza.
Però devo dedurre che quanto scrive il dottor Liborio Quinti è quanto potete sentire da ogni suo collega o farmacista, quindi dalla medicina.
Ora, mi volete dire che le esperienze di questi SCIENZIATI siano annullate dai PAROLONI detti da una persona in CONFLITTO DI INTERESSE?
NON CREDO PROPRIO.

In quanto al favismo è pienamente falso, poichè, dato che oltre ai vegetali, anche TUTTI gli altri animali questo ACIDO ASCORBICO se lo producono dal concepimento alla morte e fra loro ci sono anche quelli che ingoiano le fave, quindi se così fosse si sarebbero TUTTI ESTINTI, in quanto loro non vanno dal loro simile per farsi curare. Anzi direi che proprio il contrario.

Ora, potendo parlare con il dottor Liborio Quinto vorrei fargli una domanda:
Chiamando l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C) un INTEGRATORE e sapendo con CERTEZZA che prima di tutto è nel suo sangue (anche se la medicina non ne fà fare il solito esame dal medico di base) e sapendo poi che è anche LA BASE DEL TUO LIQUIDO SEMINALE, dato che anche lui è un maschio, conoscendo il significato di questa parola, con che coraggio ammtte quindi di avere degli INTEGRATORI che circolano nel suo sangue?
ammetti di avene nel tuo sangue degli INTEGRATORI?
ma non solo, dato che lo spermatozoo che ti hato la vita sia stato GENERATO da tuo padre negli INTEGRATORI?

Personalmente PROPRIO NO!!!!!!!!
in quanto questo "ALIMENTO ESSENZIALE" è come TUTTI gli altri scritti nel MIO ed anche nel TUO DNA.

Riguardo agli acidi fà delle conclusioni piuttosto azzardate, che data la AUTOPRODUZIONE di ogni essere vivente, escluso, l'Homo Sapiens, se fosse vera, sulla terra non ci sarebbe più la vita.
Comprensibile vero?
Lo deduco dal fatto che tutte queste chiacchiere servono ed hanno uno scopo solo SPAVENTARE LE PERSONE CREDULONE, in quanto che se così fosse gli SCIENZIATI del secolo scorso ce ne avrebbero dato INFORMAZIONE CERTA.

In quanto alle sue conclusioni, parlando degli EFFETTI COLLATERALI, l'unico EFFETTO COLLATERALE che ho avuto nei miei 27 anni di ALTE DOSI, è la MIA VERA SALUTE che dimostro ogni anno con alcuni miei video personali che potete trovare riuniti in quanta pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... vobase.htm

Come buon ultimo ho certezza che al dottor Liborio Quinto manca una informazione molto importante ed è che lui non sà che il suo corpo di maschio questo ACIDO ANCORBICO (vitamina C come lo chiamalui) il suo copro lo mette nel suo liquido seminale maschile, nel quale poi genera quegli spermatozoi che gli servono per la sua continuazione della specie, nel quale liquido, anche lui è stato GENERATO dal corpo di suo padre, pensasse un pò come può essere possible in fatto del FAVISMO e dei CALCOLI RENALI e tutti gli altri avvisi che ci propinato pur di evitare che le persone VIVANO IN SALUTE, POVERINO!
Senza contare il suo consiglio di essere seguiti da un medico se si vuole ingoiare piccole dosi di ACIDO ASCORBICO, perchè le grandi dosi secondo lui sno pericolose.
Quindi mi viene naturale chidermi:
Ma allora lui, quando il suo corpo ha bisogno di GENERARE quesgli spermatozoi, si recherà dal suo medico di base?

CONCLUSIONE:
Come si sà, sul web si legge di tutto:
il TUTTO ED IL CONTRARIO DI TUTTO,
ma questo CONTRARIO DI TUTTO si legge SOLO se si tocca le tasche di qualcuno e questo dottore fà parte di questo gruppo.

Riguardo alla mecidina la pagina recita:
"Devo premettere un dato di fatto moltissimo importante, dal quale si capirà meglio il fine dei cervelloni della medicina di quel tempo rispetto alla salute dei loro simili manipolando le scoperte fatte dei loro contemporanei in modo da ricavarne per loro e la congregazione i maggiori benefici possibili.
A questo proposito riporto quanto scrive il dottor William Osler, considerato il capostipite della medicina ai suoi tempi nel secolo scorso:
"Sotto trovi il detto del dottor Wiliam Osler, considerato il capostipite moderno della medicina attuale:
La persona che prende una medicina deve guarire 2 (due) volte:
deve guarire dalla malattia e
deve guarire dalla medicina
William Osler
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ottore.htm
e se vuoi la sua scritta clicca sul link
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ttorea.htm
I fatti a testimonianza:
Noi sappiamo che nel 1931 il chimico Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), figlio di una famiglia colta e benestante, cominciò i suoi studi a Budapest e, dopo un periodo di ricerche all'estero, diventò professore di chimica medica nell'Università di Szeged negli anni trenta del secolo scorso. Le ricerche di Szent-Gyorgyi erano concentrate sul meccanismo con cui le cellule viventi "bruciano", con ossigeno, le molecole organiche liberando energia e anidride carbonica, il fenomeno inverso della fotosintesi con cui i vegetali fissano l'anidride carbonica atmosferica "fabbricando" molecole organiche. Szent-Gyorgyi pensò che l'energia non viene liberata dalla ossidazione del carbonio, ma dall'ossidazione dell'idrogeno presente nelle molecole organiche e che la vita consista in fenomeni, come si dice, di ossido-riduzione catalizzate da speciali enzimi.

Oggi i biologi sanno molte altre cose su questi meccanismi, ma ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.
Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937; Szent-Gyorgyi fu attivo nella resistenza antinazista e lasciò poi l'Ungheria nel 1948 trasferendosi negli Stati uniti dove ha diretto, nel Massachusetts, ricerche per la cura del cancro; è stato anche impegnato come difensore dei diritti civili e nella protesta contro la guerra nel Vietnam (un suo libro di sostegno alla contestazione giovanile, "Uomo o scimmia pazza ?", è stato tradotto anche in italiano).

Oggi l'acido ascorbico, contenuto nella verdura e nella frutta, specialmente negli agrumi, viene prodotto artificialmente su larga scala, partendo dal glucosio, e trova impiego anche come antiossidante, oltre che in medicina. Di certo ha un ruolo fondamentale nella sintesi del collagene e in molte altre funzioni biologiche. Il chimico Linus Pauling, anche lui premio Nobel per la chimica (e per la pace) (si veda Altronovecento n. 5) ha sostenuto per tutta la vita che l'acido ascorbico cura anche i tumori. E tutto è cominciato con i peperoni ungheresi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm

Ora mi e vi chiedo, ma perchè il PREMIO NOBEL PER LA MEDICINA e non per un altro premio?
Non potevano per un altro, poichè tutti sapevano che l'ACIDO ASCORBICO è considerato come una MEDICINA, dato che CURA LO SCORBUTO ed il suo nome è stato dato proprio usando parte di questa parola "SCORB", come voluto da Albert.
Oh ma questi cervelloni sapevano anche che chiunque avrebbe potuto curare le persone di SCORBUTO, che non era il loro fine.
BENE, allora noi CERVELLONI, cambiamo il nome della malattia in TUMORE o CANCRO, in modo che nessuno potesse più collegare i due, ma non solo, denominando vitamina C l'ACIDO ASCORBICO, sarebbe stato ancora più difficile collegare questa malattia a quella polverina.
Nel contempo hanno inventato la parola IPERVITAMINOSI, cha sappiamo tutti quale è il suo significato, per spaventare le persone che avessero voluto provare ad ingoiarne di più dalla RDA di 0.60 mcg come stabilito a quel tempo. Misura mantenuta per moltissimi anni. "
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... efalsa.htm
L'articolo in oggetto sulla pagina riportata sotto, oppure l'originale sul link.
il link è: https://liborioquinto.altervista.org/ef ... wKK_pc8Yuc

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... AZIONI.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 902
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » dom ago 25, 2019 1:58 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... renali.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Deduco che la esperienza di Filippo Trupia, sia stata fatta da moltissime altre persone, temo però che abbiano paura di renderla pubblica, che per un motivo, chi per l'altro, quindi ho voluto ringraziare Filippo per averlo fatto. Naturalmente non condanno chi non la fà, e capisco i suoi timori.
Sono consapevole di non essere l'unico ad ingoiare l'ACIDO ASCORBICO da anni e precisamente dal 1992, poichè Filippo da 30 anni mi supera abbondantemente.
Pertanto devo concludere che ormai nel mondo informato dagli SCIENZIATI del secolo scorso persone che hanno provato come noi e che ne hanno avuto gli stessi nostri benefici, sono parecchie e le ringrazio di cuore di esistere.

Dal gruppo:
La medicina ortomolecolare e gli integratori alimentari

"L'articolo in oggetto sulla pagina riportata sotto, oppure l'originale sul link.
https://liborioquinto.altervista.org/ef ... wKK_pc8Yuc

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... AZIONI.htm

ciaooo Franco

.

.
acidoascorbico.altervista.org
Effetti collaterali da vitamina C del dottor Liborio Quinto
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico farmacia,acido ascorbico per la pelle,acido ascorbico pelle,acido ascorbico…
11
Commenti: 2
Mi piace
Commenta
Condividi
Commenti

Filippo Trupia
Filippo Trupia A me è ad amici questo non risulta, io personalmente da almeno 30 anni che prendo 9, 10 grammi di vitamina C al giorno, e non parliamo dell'inverno li la dose a volte si raddoppia, mai avuto problemi con calcoli renali.
1

Mi piace

· Rispondi · 23 agosto 2019 13:28

Franco Genre
Franco Genre Ciao Filippo Trupia, GRAZIE per la testimonianza, ma sopratutto GRAZIE per il coraggio di farla. Non ho dubbi che sia così, in quanto ogni essere vivente l'ACIDO ASCORBICO se lo AUTOPRODUCE, e per gli animali dal concepimento alla morte. Quindi se questo ACIDO ASCORBICO avesse causato loro questo problema, SULLA FACCIA DELLA TERRA NON ESISTEREBBE PIU' LA VITA. ciaooo Franco

1

Mi piace

· Rispondi · 1 h

Filippo Trupia
Filippo Trupia E già le famose RDA la razione giornaliera raccomandata da poco ne hanno modificato il nome, è la cosa che piace tanto alle industrie farmaceutiche, perché se questi valori di RDA venissero centuplicate il loro business si dimezzasse. il ricercatore medico MATHIAS RATH nelle sue pubblicazioni spesso menziona " con l'assunzione di 3 grammi di vitamina C al giorno si dimezza il rischio di avere un infarto "
1

Mi piace

· Rispondi · 54 min

Franco Genre
Franco Genre Ciao Filippo Trupia, scusami, per rendere chiaro a tutti di cosa sia la RDA, ecco la pagina del Ministero della Salute sulla quale sono stabiliti i valori MASSIMI giornalieri di ogni "ALIMENTO ESSENZIALE" denominati da loro "integratori", che per l'ACIDO ASCORBICO fino al 1912 era di 60 mg. poi aumentato nel tempo ed ora è di 1000 mg. http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm ciaooo Franco
razione giornaliera raccomandata
acidoascorbico.altervista.org
razione giornaliera raccomandata
razione giornaliera raccomandata

Mi piace

· Rispondi · Rimuovi anteprima · 1 min
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... renali.htm

ciaooo Genfranco
.
.

Rispondi