Tipo di parquet su riscladamento a pavimento

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

altazar
Messaggi: 8
Iscritto il: mer mag 04, 2005 10:11 am

Tipo di parquet su riscladamento a pavimento

Messaggio da altazar » dom set 11, 2005 10:41 am

Devo installare un parquet sopra un riscaldamento a pavimento; tenendo conto che il posatore mi ha proposto 2 tipi essenziali di posa : flottante con prefinito, o incollato con massiccio; tenendo inoltre conto delle esalazioni, dei rumori dovuti al calpestio, della trasmittanza termica, e dell' essenza che sicuramente sarà un rovere, chiedo a chiunque abbia esperienza in questo argomento di darmi qualche consiglio.
Grazie a tutti

paolaas
Messaggi: 1
Iscritto il: sab ott 08, 2005 2:00 pm
Località: Cuccaro M.to

Messaggio da paolaas » sab ott 08, 2005 2:08 pm

Ma sei proprio sicuro che vada bene il parquet? Secondo me in ogni caso, essendo il legno un materiale isolante, non è indicato per il riscaldamento a pavimento.

Grownboy
Messaggi: 19
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:04 pm

Va bene anche il legno!

Messaggio da Grownboy » mer ott 12, 2005 6:38 pm

Ciao a tutti.
Come potrete trovare in molte pagine indietro nel forum 'anche' il legno va bene sui pannelli radianti..occorre tenerne conto in fase di progetto dell'impianto,anche se 4 su 5 dicono che non occorre progettare nulla e buttano giù i tubi a caso..
Per mia opinione, e cosi' sto facendo a casa mia, è meglio posare legno massello di max spessore 15mm in listoni 9x60 maschio-femmina.


Procurati un fornitore e un posatore che sappiano di cosa si parla e sempre per mia opinione non fidarti di quelli che vendono e posano un pò di tutto...Il parquet lo vende il parquettista e le piastrelle il..beh ci siamo capiti...
Lo stesso dicasi per le imprese edili..ai muratori lascia fare i muratori(sempre se sono capaci..)e basta...

Ciao a tutti da uno che sta impazzendo appresso ai'professionisti' dell'edilizia...

ecocomp
Messaggi: 36
Iscritto il: sab nov 06, 2004 10:04 am
Località: Milano

parquet su pavimento riscaldante..????

Messaggio da ecocomp » gio ott 20, 2005 7:21 pm

Altazar scrive:

Devo installare un parquet sopra un riscaldamento a pavimento; tenendo conto che il posatore mi ha proposto 2 tipi essenziali di posa : flottante con prefinito, o incollato con massiccio; tenendo inoltre conto delle esalazioni, dei rumori dovuti al calpestio, della trasmittanza termica, e dell' essenza che sicuramente sarà un rovere, chiedo a chiunque abbia esperienza in questo argomento di darmi qualche consiglio.
Grazie a tutti

Tieni conto che il legno è un ottimo isolante e quindi un cattivo conduttore di calore, in un pavimento radiante la perdita della resa di scambio termico può raggiungere anche il 40% rispetto alla situazione attuale con un pavimento non in legno. Ti consiglio di contattare un buon termotecnico e non certo il posatore del parquet....saluti a tutti

Grownboy
Messaggi: 19
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:04 pm

Re: parquet su pavimento riscaldante..????

Messaggio da Grownboy » mar ott 25, 2005 9:28 pm

Ti consiglio di contattare un buon termotecnico e non certo il posatore del parquet....saluti a tutti[/quote]

Ciao
Resto dell'opinione che occorra in un primo tempo un buon termotecnico
e poi sicuramente un fornitore-posatore competente in materia e non uno di quelli che si sogna di vendere legno da un giorno all'altro(come tanti..).


Saluti.

53massimino
Messaggi: 5
Iscritto il: gio ott 20, 2005 1:57 pm

tipo di parquet ....

Messaggio da 53massimino » mer ott 26, 2005 1:33 pm

ciao a tutti
ho da qualche anno concluso la ristrutturazione della mia casa e ho installato il riscaldamento radiante a pavimento. E' sicuramente una scelta ottima per una casa di ampia metratura (ho 140mq), ma il beneficio viene ridotto notevolmente se l'impianto non e' fatto a regola d'arte. In particolar modo, se l'installatore non tiene conto dell'eventuale pavimento in legno potrai avere una differenza di temperatura di diversi gradi (2 o 3) tra le varie stanze. Il sottoscritto purtroppo si trova in questa situazione. Nel reparto notte ho un parquet prefinito in listoni montato ad incastro e su materassino ( molto bello ma ti sconsiglio anche questa scelta). Forse una soluzione, se praticabile nel tuo caso, potrebbe essere il riscaldamento misto ( radiante a pavimento dove non metti il parquet e radiante a muro dove avrai il parquet).
Un saluto

ecocomp
Messaggi: 36
Iscritto il: sab nov 06, 2004 10:04 am
Località: Milano

impianto radiante a pavimento con parque......

Messaggio da ecocomp » mer ott 26, 2005 7:16 pm

Caro 53massimino, sono daccordo con te, ma allora perchè non passare direttamente alla parete radiante, senza complicare le cose con due sistemi diversi. E' mia opinione che bisogna evitare il contatto fra il corpo e la parte calda riscaldata, la parete soddisfa questa esigenza il pavimento no per evidenti motivi......saluti a tutti

53massimino
Messaggi: 5
Iscritto il: gio ott 20, 2005 1:57 pm

impianto radiante a pavimento con parque......

Messaggio da 53massimino » gio ott 27, 2005 11:35 am

ciao ecocomp
sono in parte d'accordo con te, ma ritengo che non sia così scontato scegliere una soluzione rispetto all'altra. Il pavimento radiante ha una temperatura che solitamente non supera i 25 gradi e il contatto con il corpo non e' dannoso.
La scelta dell'impianto e' soggettiva, bisogna anche tener conto delle proprie abitudini, dei propri gusti ecc. Se hai una casa piena di mobili a parete viene ovviamente vanificato/ridotto l'effetto del riscaldamento radiante a parete, ugualmente avviene se hai la casa piena di tappeti e installi l'impianto a pavimento.
Un caro saluto a tutti
53massimino

Neo
Messaggi: 25
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:59 pm
Località: Milano

Messaggio da Neo » mar nov 22, 2005 8:05 pm

salve a tutti, dopo disperate ricerche dirate un anno finalmente ho finito casa mia e da un mese ho accelo per la prima volta il mio impianto a pannelli. devo precisare che ho realizzato delle ottime chiusure, sta di fatto che in una giornata l'impiando era già a regime (partendo dai 15 gradi).
Ho parquet su 100 mq. e ceramica sui restanti 40 e non ho nessuna differenza di resa, continuo ad abbassare il riscaldamento perchè rende moltissimo e pensare che produco acqua a 34 gradi e la mando nei pannelli a 29.
il parquet che ho posato è un prefinito da 15 mm incollato e non da assolutamente nessun problema.
come diceva il grande robvi il calore non scambiato per effetto del parquet non viene disperso in quanto la temperatura di ritorno sarà più alta, ci vorrà solo un po' più di tempo per arrivare a regime, cosa che comunque non ho notato.

debrando
Messaggi: 20
Iscritto il: mer set 28, 2005 2:03 pm
Località: Bologna

Messaggio da debrando » ven nov 25, 2005 12:34 pm

Neo ha scritto: Ho parquet su 100 mq. e ceramica sui restanti 40 e non ho nessuna differenza di resa
Riesci quindi ad avere temperature omogenee in tutta la casa, senza salti tra le zone in legno e in ceramica?

Io mi troverei una situazione simile, posso chiederti che passo tra tubi hanno impostatato nell'uno e l'altro caso? E che sistema di regolazione hai?

Infine: riesci agevolmente a regolare secondo necessità temperature diverse in stanze diverse?

Neo
Messaggi: 25
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:59 pm
Località: Milano

Messaggio da Neo » ven nov 25, 2005 12:41 pm

certamente!
addirittura il mio soggiorno è un unico volume su 2 livelli con metà pavimento in legno e metà in ceramica e non ho nessuna differenza di temperatura all'interno del locale. dispongo di crono-termostati digitali in ogni singola camera e ti assicuro che anche con porte aperte gestisco tranquillamente il grado di differenza.
nei locali giorno ho cronotermostati con memoria storica, utilissimi per impianti con elevata inerzia. per il passo è variavile a seconda delle esigenze, non tanto dal tipo di materiale. a ridosso delle parei ed in prossimità delle finestro ho un passo maggiore. nei bagni ho riscaldato anche il pavimento della doccia. nella camera no messo meno riscaldamento nella cabina armadio. comunque ho passi da 20 - 10 e 5 cm

debrando
Messaggi: 20
Iscritto il: mer set 28, 2005 2:03 pm
Località: Bologna

Messaggio da debrando » lun nov 28, 2005 10:29 am

Neo ha scritto:certamente!
(...)
Spettacolare! :o)

Posso chiederti anche che tipo di impianto è (che tipo di tubi, che sottofondo, etc...)?

debrando
Messaggi: 20
Iscritto il: mer set 28, 2005 2:03 pm
Località: Bologna

Messaggio da debrando » lun nov 28, 2005 10:30 am

Neo ha scritto:certamente!
(...)
Spettacolare! :o)

Posso chiederti anche che tipo di impianto è (che tipo di tubi, che sottofondo, etc...)?

simone
Messaggi: 26
Iscritto il: lun ott 18, 2004 9:52 am
Località: genova

Messaggio da simone » lun nov 28, 2005 10:52 am

Ciao a tutti,
scusate l'intromissione ma sono molto curioso di avere ulteriori ragguagli da Neo, in qualità di "collaudatore" di un impianto di riscaldamento a pavimento.
Come forse qualcuno ha avuto modo di leggere i msg del vecchio forum, l'argomento RISCALDAMENTO A PAVIMENTO, è stato molto seguito, anche per l'esperienza e la competenza di alcuni ed in particolare ROBVI (a proposito se ci sei batti un colpo), di cui mi manca anche la sua schiettezza e chiarezza.
Anch'io, prendendo spunto dal vecchio dibattito ho provveduto, nel corrente anno, a posare un impianto di riscaldamento a pavimento, su una casa isolata di nuova costruzione e sviluppata su due piani. Ho altresì predisposto anche le linee per pannelli solari, dal momento che una falda del tetto è esposta a sud - sud - est con una buona inclinazione di circa 40 gradi.
Ora arrivo alle domande per Neo e non solo:
"L'impianto è integrato con pannelli solari?"
"Se si, quanti metri quadrati sono?"
" E' possibile pensare anche ad una integrazione parziale con l'impianto? Cioè, se per un'impianto di circa 110 metri quadrati servono indicativamente XXX m2 di pannelli solari per avere riscladamento + H2O calda, posso metterne YYY m2 (per es. il 40% di XXX), e comunque tale da avere tutta l'H2O calda che voglio e nel frattempo aumentare di qualche grado l'H2O in ingresso caldaia, ovviamente a condensazione?
Vi ringrazio anticipatamente.
Ciao a tutti.
Simone

Neo
Messaggi: 25
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:59 pm
Località: Milano

Messaggio da Neo » lun nov 28, 2005 11:01 am

dunque, se non sbaglio robvi aveva già risposto a queste domande, io ho seguito questa filosofia:
se la casa è ben progettata e quindi minime dispersioni e l'impianto è ad alto rendimento ogni ulteriore miglioria è di difficile ammortamento, quindi visti i costi dei pannelli solari ho optato alla predisposizione di un solo pannello ad uso sanitario. per l'integrazione del riscaldamento si parlava di 4 pannelli del tutto superflui nel periodo estivo. tuttalpiù ero molto affascinato dal geotermico...
il mio solaio prevede soletta con 8 cm di cemento cellulare a coprire gli impianti, pannelli da 7 cm e tubi rehau, sottofondo sabbia e cemento circa 6 cm più 1,5 di finiture
cia a tutti
robvi dove sei ?

Rispondi