Riscaldamento a pavimento.

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Rispondi
altazar
Messaggi: 8
Iscritto il: mer mag 04, 2005 10:11 am

Riscaldamento a pavimento.

Messaggio da altazar » gio mag 12, 2005 10:30 am

Sto pianificando la costruzione della mia casa ed ho qualche dubbio su quale tipo di impianto di riscaldamento installare ; più precisamente, il sistema sarà a pavimento, e molto probabilmente installerò un impianto a pannelli solari; il dubbio nasce da 2 possibilità: la prima prevede lo spendere un' importante cifra per un sistema di pannelli solari con circolazione forzata che producano acqua calda sia per il consumo sanitario, sia da immettere nel sistema di riscaldamento a pavimento ( preventivo di circa 10.000 euro); la seconda possibilità e di spendere circa 4.000 euro per un impianto a circolazione naturale che produca solo acqua ad uso sanitario; l'impianto di riscaldamento sarebbe sempre a pavimento alimentato da una caldaia a condensazione. La spesa di 10.000 euro è ragionevole o sovradimensionata? riuscirei ad ammortizzare la spesa maggiore nel tempo? con una casa così ben isolata e con un sistema a pavimento nn sarebbe un "di più" costoso voler sfruttare anche il solare per riscaldare la casa? premetto che la mia casa sarà costruita in bioedilizia ed abito in provincia di Gorizia. I miei desideri sono di avere una casa confortevole e con bassi consumi energetici; un' eventuale spesa iniziale maggiore potrebbe essere valida se nel tempo riuscissi ad ammortizzarla con consumi inferiori.
Grazie

AleTS
Messaggi: 26
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:45 pm
Località: Trieste

Messaggio da AleTS » ven mag 13, 2005 7:52 am

Per quanto riguarda l'economicità dell'operazione ribadisco la mia opinione che i calcoli non devono essere fatti tenendo conto del costo attuale dei combustibili ma prevedendo che nei prossimi anni aumentino considerevolmente. Ritengo quindi che le maggiori spese saranno ammortizzabili più velocemente e che meriti spendere soldi per impianti che usino fonti rinnovabili piuttosto che in nafta o metano.
Se sia meglio spendere 10000 o 4000? forse meglio elencare in dettaglio tutte le parti d'impianto altrimenti non si riesce a dare un opinione.
Da quello che ho capito leggendo questo forum e qualche altra fonte posso fare però alcune considerazioni e avrei piacere di avere in merito una conferma o meno dai veri esperti, anche per esser sicuro di non sbagliarmi di brutto:
la superficie di pannelli solari da installare, in caso di utilizzo anche per riscaldamento, deve essere molto maggiore (circa il quadruplo rispetto a qualla necessaria per la sola acqua sanitaria). Questo comporta grossi problemi di ebollizione in estate risolvibili o svuotando l'impianto o coprendo parte dei pannelli.
in caso di utilizzo anche per riscaldamento l'impianto deve essere dotato di un accumulo termico che ha un costo di circa 3000 euri; per la sola acqua sanitaria l'accumulo non è necessario anche se averlo non sarebbe male; inoltre l'accumulo ti permetterebbe di integrare l'impianto con un termocamino (per avere acqua calda e il pavimento caldo bruciando legna).
un prodotto che mi ispira molto e che potrebbe andarti bene è la caldaia Rotex GSU che ha un costo più alto delle altre ma integra un piccolo accumulo da 400 litri. Inoltre i pannelli solari Rotex hanno un sistema automatico di svuotamento in caso di sovratemperature che è sempre meglio di andare sul tetto a coprire i pannelli. i prezzi li dovresti trovare in qualche altro messaggio del forum.

Aprofitto comunque per chiedere qualcosa anch'io:
- i pannelli Rotex si svuotano in automatico; vengono anche riempiti automaticamente?
- ci sono anche altre caldaie a condensazione con accumulo incorporato?

Grazie e saluti a tutti.

Avatar utente
robvi
Messaggi: 144
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:17 pm
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Messaggio da robvi » ven mag 13, 2005 9:13 am

Prima di dire la mia opinione sulle vostre domanda, vorrei fare una piccola premessa:
mi sto sempre più rendendo conto che è un controsenso chiedere ad un impianto a pannelli solari di intervenire ad integrare il riscaldamento; infatti i pannelli solari, funzionano quando la richiesta del riscaldamento è minima, mentre sono fermi quando è massima. So che mi attirerò le ire di molti, ma ragionando anche sull'esperienza di alcuni impianti fatti, l'integrazione al riscaldamento negli impianti solari, non si dimostra un grande investimento (come invece lo è isolare molto l'edificio, sia in termini di costo che di benefici ambientali).

Per quanto riguarda i quesiti:
- Il sistema Rotex, si svuota e si riempie automaticamente (per farlo ha due elettropompe una delle quali serve solo per vincere la resistenza al riempimento dei pannelli, che a loro volta non possono stare a più di 15 mt sopra il serbatoio).
- La caldaia con bollitore solare Rotex costa circa 4.400 € installata, a cui si devono aggiungere circa 4.500 € per l'impianto solare con 3 pannelli.
- Un sistema analogo è prodotto dalla SOLVIS (importatore per l'italia: Suntek http://www.suntek.it)
- Se invece di spendere i 6.000 € di differenza tra i due impianti, li utilizzi per coibentare la casa, puoi aggiungere all'eventuale isolamento da te previsto, altri 10 cm di pannello in fibra di legno ottenendo a mio avviso un risparmio energetico maggiore di quello che realizereti con i pannelli solari.

Ciao

tiziano
Messaggi: 16
Iscritto il: ven gen 14, 2005 1:19 pm

Messaggio da tiziano » lun mag 16, 2005 8:17 am

L'idea di investire fior di euro sull'isolamento non è male!
Sto costruendo casa e ho usato 8 cm di fibra di legno sul tetto, muri in blocco Leca da 40. Spero basti. Zona geografica pedemontana Veneta.
Vorrei, per restare in tema, integrare il riscaldamento a pavimento con dei pannelli solari sottovuoto (tipo Kloben).
Quesito: piuttosto che usare un maxi accumulo che d’inverno comunque non si scalderà mai, non è meglio usare uno scambiatore a piastre con priorità riscaldamento e solo in un secondo momento acqua sanitaria? Così uso come volano termico l’intera casa.
Attendo commenti Grazie

Avatar utente
robvi
Messaggi: 144
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:17 pm
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Messaggio da robvi » lun mag 16, 2005 10:13 am

I muri in leca da 40, hanno un K = 0,6 circa.
Se gli metti 5 cm di sughero o fibra di legno, puoi scendare alla metà (=,3 circa), spendendo più o meno 8 €/m² che per una superficie complessiva di 200 m² (villetta singola 10 x 10 Hmedia = 5 mt), fanno un costo totale di 1.600 € (di solo materiale).
Conosci qualche altro sistema che con 1.600 € + la posa, ti consente di ridurre di almeno il 20% il fabbisogno/consumo energetico di un edificio ?

Ciao

Antonio M.
Messaggi: 49
Iscritto il: mar nov 30, 2004 4:40 pm

Messaggio da Antonio M. » lun mag 16, 2005 12:24 pm

robvi chi è che vende il sughero a 8 €/mq ?? a me chiedono molto di piu...

tiziano
Messaggi: 16
Iscritto il: ven gen 14, 2005 1:19 pm

Messaggio da tiziano » lun mag 16, 2005 12:41 pm

[Hai ragione nel dire che il K è di circa 0,6 infatti la IMPA dichiara 0,57.
Il problema è che con muri da 40 al grezzo dove gli aggiungo 5 cm di fibra di legno?
La fibra di legno costa la metà ma non posso fare un cappotto.
All'interno mi riduce già i miei 70mq per 2 piani al lordo dei muri.

Altro punto mettendo un cappotto interno non vado a fregarmi il volano termico che mi creano i muri?

Dell'idea dello scambiatore a piastre che mi dici?

Devo dire poi che l'impianto a pannelli solari ce l'ho già per l'acqua sanitaria nella casa dove abito ora. Devo solo smontarlo e rimontarlo ampliandolo. Sistema Kloben boiler 300l pannello 21 tubi sottovuoto.
Grazie di tutto

Rispondi