Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

yatahaze
Messaggi: 74
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da yatahaze » dom set 11, 2016 8:33 pm

Mi spieghereste se nelle case in legno (struttura in legno massiccio) + tamponamenti di vario tipo (paglia, canapa, ecc.) + intonaco di calce, c'è un possibile rischio di tarli nella struttura in legno?

Il legno che si compra industrialmente com'è trattato?
E' vero che il legno per essere più resistente deve passare un periodo di stagionatura "naturale" all'aria aperta, senza sistemi (più veloci) industriali che ne abbassano la resistenza o durata?

per esempio una cosa che concettualmente mi ispira ben poco:
http://www.woodlab.info/it/blog/cos-il- ... no/216/923

Che tipo di legno consigliate di utilizzare quindi? Vedo che ci sono anche diverse offerte di segherie mobili che vengono direttamente sul cantiere....in questo caso gli alberi devono essere tagliati quanto tempo prima di passare alla segheria mobile?

Avatar utente
tmx64
Messaggi: 2442
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Controllo antispam: diciannove
Località: Milano
Contatta:

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da tmx64 » lun set 12, 2016 2:57 pm

Ciao Yatahaze.
Direi che un attacco di tarli agli elementi strutturali di una casa in legno sia abbastanza da escludere.
Si tratta di legno che magari ha pure avuto un trattamento con qualche prodotto impregnante che lo rende ancora più sgradito all'insetto. Tieni poi conto che la parte più appetitosa del legno (l'alburno = la parte esterna del tronco) non è presente.
In genere poi il trattamento iniziale di essiccamento industriale delle travi e tavole tende a uccidere ogni possibile insetto presente.
yatahaze ha scritto:..Vedo che ci sono anche diverse offerte di segherie mobili che vengono direttamente sul cantiere....
Mah!! Direi una soluzione solo x talebani della bioedilzia a km zero :D
Poi magari hai pure problemi con la certificazione CE del materiale :lol:


ciao
TMX

IngMR
Messaggi: 661
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da IngMR » mar set 13, 2016 7:52 am

ma soprattutto...nick ispirato dai dredg? :D

yatahaze
Messaggi: 74
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da yatahaze » mar set 13, 2016 7:53 am

ciao tmx64,
il mio dubbio riguarda il fatto che gli elementi strutturali non sono poi a vista, nel mio caso sono interessato alla paglia, quindi ci sono i muri di paglia, intonaco esterno di calce ed interno di argilla o terra cruda.
l'interno non lo vedi, per cui è quello il problema.

poi ho dei dubbi sui trattamenti industriali, uno cerca di fare una casa ecologica, e poi magari il legno emana sostanze chimiche dannose....e poi da qualche parte ho letto che l'essicamento industriale rende il legno meno resistente nel tempo, o meno rispetto all'essicamento naturale.

per quanto riguarda le segherie mobili immagino ci sia un notevole risparmio economico, ho dei dubbi sulle possibilità di fare lavori particolari di incastro, uno deve essere particolarmente bravo

yatahaze
Messaggi: 74
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da yatahaze » mar set 13, 2016 7:54 am

IngMR ha scritto:ma soprattutto...nick ispirato dai dredg? :D
sei un intenditore...dei primissimi dredg :D

Avatar utente
tmx64
Messaggi: 2442
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Controllo antispam: diciannove
Località: Milano
Contatta:

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da tmx64 » mar set 13, 2016 9:17 am

Ciao Yatahaze
yatahaze ha scritto:...gli elementi strutturali non sono poi a vista, ...
In praticamente tutte le case prefabbricate il legno strutturale è chiuso da una serie di strati ed è non a vista.
Fino ad oggi, non mi sembra di avere mai sentito di case prefabbricate che hanno avuto problemi di tarli alle strutture portanti.
yatahaze ha scritto:...ho dei dubbi sui trattamenti industriali, uno cerca di fare una casa ecologica, e poi magari il legno emana sostanze chimiche dannose....
Nessun particolare problema di emissioni nocive, colle incluse. Se volessi cercare in casa fonti di inquinamento maggiori, forse dovrei guardare i mobili. Tenendo poi conto che in casa cucino e ci vivo, direi che la stragrande maggioranza delle emissioni dannose non vengono certo dalle pareti in legno.
yatahaze ha scritto:.. ho letto che l'essicamento industriale rende il legno meno resistente nel tempo, o meno rispetto all'essicamento naturale...
Non l'avevo mai sentita. Mi sembra strana come affermazione.
Comunque la struttura della casa viene verificata per quello che è la resistenza dei materiali che utilizzo.
I materiali che si utilizzano passano da una serie di verifiche e controlli tali x cui non avrò certo problemi futuri (a meno naturalmente di errori di progetto / calcolo / posa!).
yatahaze ha scritto:.. per quanto riguarda le segherie mobili immagino ci sia un notevole risparmio economico,...
Qui ho dei fortissimi dubbi! Anzi, mi verrebbe da dire il contrario.

ciao
TMX

IngMR
Messaggi: 661
Iscritto il: mer dic 05, 2012 10:27 am
Controllo antispam: cinque

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da IngMR » mar set 13, 2016 11:54 am

yatahaze ha scritto:
IngMR ha scritto:ma soprattutto...nick ispirato dai dredg? :D
sei un intenditore...dei primissimi dredg :D
mi tengo aggiornato! anche se nel caso è "colpa" dei figli :wink:

yatahaze
Messaggi: 74
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da yatahaze » mar set 13, 2016 12:10 pm

tmx64 ha scritto: In praticamente tutte le case prefabbricate il legno strutturale è chiuso da una serie di strati ed è non a vista.
Fino ad oggi, non mi sembra di avere mai sentito di case prefabbricate che hanno avuto problemi di tarli alle strutture portanti.
i miei genitori mi parlavano di una loro vicina che hai tarli nella casa in legno, però devo approfondire la cosa, dove (nella struttura?) , e chi gliel'ha fatta

tmx64 ha scritto: Nessun particolare problema di emissioni nocive, colle incluse. Se volessi cercare in casa fonti di inquinamento maggiori, forse dovrei guardare i mobili. Tenendo poi conto che in casa cucino e ci vivo, direi che la stragrande maggioranza delle emissioni dannose non vengono certo dalle pareti in legno.
quindi basta che il legno sia certificato CE? quando si verificano emissioni di formaldeide?
tmx64 ha scritto: Non l'avevo mai sentita. Mi sembra strana come affermazione.
Comunque la struttura della casa viene verificata per quello che è la resistenza dei materiali che utilizzo.
I materiali che si utilizzano passano da una serie di verifiche e controlli tali x cui non avrò certo problemi futuri (a meno naturalmente di errori di progetto / calcolo / posa!).
trovato! ecco dove l'avevo letto, trovi la spiegazione in fondo a questa pagina

http://cimbano.blogspot.it/2014/12/la-segheria.html

a leggere sembra abbia una sua logica, ma volevo chiedere altri pareri.
tmx64 ha scritto: Qui ho dei fortissimi dubbi! Anzi, mi verrebbe da dire il contrario.
così dicono....forse perché vanno a prendere il legname nei boschi dietro casa senza pagarlo? boh!

KCL79
Messaggi: 275
Iscritto il: ven mag 16, 2014 10:42 am
Controllo antispam: diciotto
Località: Treviso

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da KCL79 » mar set 13, 2016 1:14 pm

yatahaze ha scritto:...ho letto che l'essicamento industriale rende il legno meno resistente nel tempo, o meno rispetto all'essicamento naturale...
Tieni presente che, per quel che ho potuto vedere, si tratta di un blog relativo alla costruzione della propria abitazione. Le informazioni riportate andrebbero prese con le pinze come se fossero chiacchiere da bar. Diverso sarebbe se fossero riportati link a siti più autorevoli.

Tra l'altro il Sig. Steiner riporta che "l'umidità al interno non potrebbe più uscire e resterebbe imprigionata compromettendo la qualità e durabilità" non parla di resistenza nel tempo.

E poi la chicca: "vale a dire che non basta la migrazione dell'umidità dall'interno della cellula ma anche della cellula stessa",
cioè, io capisco che nel legno per mobili devono migrare anche le cellule... :mrgreen: :mrgreen:

yatahaze
Messaggi: 74
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da yatahaze » mar set 13, 2016 1:21 pm

hai ragione, però essendo completamente ignorante in materia, mi era venuto effettivamente il dubbio

tra il resto in un'altra pagina, si parla dell'abbattimento degli alberi secondo le fasi lunari

http://cimbano.blogspot.it/2013/12/racc ... -fase.html

KCL79
Messaggi: 275
Iscritto il: ven mag 16, 2014 10:42 am
Controllo antispam: diciotto
Località: Treviso

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da KCL79 » mar set 13, 2016 1:33 pm

Quella delle fasi lunari è una cosa che per certi aspetti mi affascina ma non l'ho mai approfondita.
Se ti interessa l'argomento cerca info su Erwin Thoma e la sua azienda, se ricordo bene lui sposa la filosofia delle fasi lunari e nelle sue pareti non usa colla per fissare le tavole, ma pioli in legno.
Ciao

yatahaze
Messaggi: 74
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da yatahaze » mar set 13, 2016 2:11 pm


Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da franco mori » mar set 13, 2016 8:16 pm

Me le vedo tutte le case in Blockhaus con l 'approvvigionamento del legname programmato con largo anticipo.....

Avatar utente
tmx64
Messaggi: 2442
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Controllo antispam: diciannove
Località: Milano
Contatta:

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da tmx64 » gio set 15, 2016 10:07 am

Ciao a tutti
Ho letto il documento postato.
Sicuramente l'esperienza delle nostre generazioni di padri, nonni, etc etc non è da buttare via, anzi.
Però frasi del tipo "I giorni migliori per il taglio sono tra il 19 gennaio e 16 febbraio anche
per il fatto che il sole entra nella costellazione dell’ariete."
faccio molta fatica a seguirle.

...scusatemi...sarà che sono ingegnere....sarà che vivo a Milano e che x me il mondo conosciuto finisce alla tangenziale est...

Per le restanti indicazioni, mi rendo conto che se seguo quanto prescritto ottengo del legno bello stagionato. Ai vecchi tempi però non è che avessero valide alternative. E' proponibile oggigiorno una cosa del genere?


ciao
TMX
P.s. Con tutto il dovuto rispetto x l'ariete, naturalmente!

yatahaze
Messaggi: 74
Iscritto il: sab giu 16, 2012 9:04 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Sfatiamo un mito: tarli nel legno

Messaggio da yatahaze » gio set 15, 2016 11:06 am

in effetti quella frase ("il sole entra nella costellazione dell’ariete") ha lasciato perplesso anche a me...

per il resto mi piacerebbe capire se ci sono fornitori di legname lunare, quanto costa di più del normale trattato, e come fanno a certificarlo...

Rispondi