Serramento con ricambio d'aria integrato

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Rispondi
Avatar utente
tmx64
Messaggi: 2451
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Controllo antispam: diciannove
Località: Milano
Contatta:

Serramento con ricambio d'aria integrato

Messaggio da tmx64 » gio apr 24, 2014 8:51 am

Ciao a tutti.
Mi sono imbattuto in questo nuovo serramento della Internorm
http://www.internorm.com/it/consigliinf ... i-tec.html
Si parla di un sistema di ricambio d'aria con recupero di calore del 86% direttamente integrato nel serramento.
Ogni finestra sarebbe come una piccola VMC puntuale, controllabile con un telecomando.

Cosa ne pensate? Mi sembra una bella pensata.
Niente tubazioni che girano, posso intervenire comodamente anche su ristrutturazioni,..

ciao
TMX

Paolo Boni
Messaggi: 3590
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Carpenedolo (BS)
Contatta:

Re: Serramento con ricambio d'aria integrato

Messaggio da Paolo Boni » gio apr 24, 2014 9:36 am

tmx64 ha scritto:Ciao a tutti.
Mi sono imbattuto in questo nuovo serramento della Internorm
http://www.internorm.com/it/consigliinf ... i-tec.html
Si parla di un sistema di ricambio d'aria con recupero di calore del 86% direttamente integrato nel serramento.
Ogni finestra sarebbe come una piccola VMC puntuale, controllabile con un telecomando.

Cosa ne pensate? Mi sembra una bella pensata.
Niente tubazioni che girano, posso intervenire comodamente anche su ristrutturazioni,..

ciao
TMX
Di norma l'efficienza effettiva di sistemi del genere non supera il 70 %
Il 70 % in sistemi puntuali tipo Meltem o altri similari da posizionare tra il muro con sistemi simili ho molto la sensazione che sia estremamente al di sotto del 70 % effettivo.
Per arrivare all'86% dovrebbero avere scambiatori di efficienze estreme.
Inoltre non so quanto sia il costo di questi sistemi ma non penso siano molto utili.
Per concludere l'idea che spinga aria nel punto più freddo dell'intera casa e cioè tra vetro e infisso e la porti dentro con 0 gradi esterni a 12-13 gradi interni (perchè sono queste le temperature di recupero) in uno dei punti più delicati dell'intera casa non mi piace molto.
Preferisco entri a quelle temperature nei punti parete dove sicuramente le temperature superficiali delle pareti (se pur fredde) sono molto più alte rispetto al punto vetro-infisso.
Mi sono un pò incasinato ma penso si riesca a capire.
Paolo

Avatar utente
Sampei
Messaggi: 37
Iscritto il: ven feb 07, 2014 10:26 pm
Controllo antispam: Diciotto

Re: Serramento con ricambio d'aria integrato

Messaggio da Sampei » gio apr 24, 2014 6:19 pm

no, no, Paolo, sei stato chiarissimo .... ed hai espresso le stesse perplessità che avevo anch'io !!! :?
in pratica è (quasi) come avere uno spiffero leggermente riscaldato in un punto della parete, come hai detto tu, molto delicato.
Visto poi il volume ridotto dell'infisso, dubito che le superfici di scambio termico fra aria in ingresso e uscita siano tali da garantire quel rendimento .... a meno di non avere portate molto basse di aria.

cosa ne pensi invece dei sistemi a recupero puntuale come quello che hai citato? al di là della resa effettiva, che problemi possono portare? e vantaggi (a parte la facilità di ispezione e pulizia)?

Avatar utente
tmx64
Messaggi: 2451
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Controllo antispam: diciannove
Località: Milano
Contatta:

Re: Serramento con ricambio d'aria integrato

Messaggio da tmx64 » ven ott 09, 2015 4:57 pm

Rilancio con questo
http://ingenius.alpac.it/vmc/it-IT/cosa.html
Ad un convegno ho sentito l'arch. Manuel Benedikter parlarne molto bene :D

TMX

Rispondi