gpl e metano differenze???

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

riccio123
Messaggi: 49
Iscritto il: mer nov 27, 2013 7:39 pm
Controllo antispam: diciotto

gpl e metano differenze???

Messaggio da riccio123 » lun dic 16, 2013 11:42 pm

Ciao vivo in campagna e la mia zona non è servita dal metano....avendo il gpl vi chiedo che differenze ci sono tra questi due gas come resa e convenienza????

Avatar utente
angel72
Messaggi: 792
Iscritto il: gio set 01, 2011 6:24 pm
Controllo antispam: cinque
Località: albenga

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da angel72 » mar dic 17, 2013 8:48 am

da profano: il metano è un gas naturale, il gpl un derivato del petrolio; come tale, oltre ad esser più costoso, è legato agli scenari di instabilità propri del mercato petrolifero, quindi in prospettiva poco raccomandabile.
Dalle mie parti, attualmente una bombola da 15kg costa 48 euro, 51 da gennaio.....
d'altro canto, se non hai possibilità di prevedere impianti ad alta efficienza, magari solo elettrici, c'è poco da fare

carletto
Messaggi: 1182
Iscritto il: lun feb 14, 2005 2:04 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Pordenone

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da carletto » mar dic 17, 2013 9:36 am

IL costo varia da zona a zona d'italia. Se la zona è ben servita da + fornitori, hai buoni margini al ribasso. D'altronde se i metaniferi mi chiedono 10.000 e passa euro per fare 90 m. ed arrivare al confine di casa, ben venga il bombolone interrato. Io ho il minimo sindacale (poco superiore ai 1000 l. di capienza) e faccio il pieno una volta l'anno con 800 euri. Se non altro sai cosa paghi con chiarezza subito e non devi decifrare i rebus delle bollete o addebiti incompresibili. Il prezzo come tutte le fonti fossili, metano incluso, risente del prezzo del petrolio. Quest'anno ho pagato come l'anno scorso.
Ricapitolando: se ti passa il metano davanti casa allora ok, sennò il gpl può essere una buona alternativa (zona geografica permettendo....in Sardegna no).
Tieni presente che con il bombolone hai l'obbligo del certificato anticendio dei VVFF le cui pratiche vengono comunque assolte da chi ti fornisce il gpl, da rinnovare ogni 7 anni se non sbaglio. Devi avere due estintori in casa (ma questo potrebbe tornare sempre utile....).
La resa energetica è leggermente inferiore al metano.

ciao

riccio123
Messaggi: 49
Iscritto il: mer nov 27, 2013 7:39 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da riccio123 » mar dic 17, 2013 6:44 pm

grazie delle risposte
vi do alcuni dati più specifici:

abito nelle campagne della provincia bolognese quindi forse una delle zone meglio coperte ed attrezzte per il gpl in Italia
l'alternativa metano non ce l'ho

il bombolone dovrebbe essere di 1500lt
in luglio ho fatto un rabbocco del bombolone immettendo 283 litri al prezzo di 250€ iva compresa

ora il mio dilemma è sorto perchè devo demolire l'abitazione esistente e costruire una bifamiliare in legno classe A....e vista la bassissima quantità di energia richiesta volevo valutare tra una caldaia a condensazione con pannello solare o una pompa di calore elettrica

in internet si parla molto di questo dilemma tra caldaia condensazione a metano o pdc, ma non si prende mai in esame se si dovesse avere il gpl

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da cri_15 » mer dic 18, 2013 10:06 am

riccio123 ha scritto:grazie delle risposte
...ora il mio dilemma è sorto perchè devo demolire l'abitazione esistente e costruire una bifamiliare in legno classe A....e vista la bassissima quantità di energia richiesta volevo valutare tra una caldaia a condensazione con pannello solare o una pompa di calore elettrica

in internet si parla molto di questo dilemma tra caldaia condensazione a metano o pdc, ma non si prende mai in esame se si dovesse avere il gpl
indicativamente, in zona E, in una casa ben isolata e con sistema di emissione a bassa temperatura, pdc e caldaia a condensazione a metano più o meno si equivalgono, a livello di costi d'esercizio. Inoltre, trattandosi di case a basso consumo, almeno che non sia un castello da millemila mq, non credo che siano i 50 € in più all'anno a fare la differenza.
Se hai GPL, che di pende dalle zone, ma cmq è più caro del metano, "vince" la pdc.
Altri 3 aspetti a favore della pdc:
1) ti garnatisce la quota rinnovabili, che dovrai soddisfare, mentre per la caldaia GPL abbinata a solare termico, come già detto più volte, è più complicato e più costoso arrivarci
2) con la pdc puoi eventualmente fare raffrescamento
3) molte caldaiette murali hanno una modulazione minima col GPL più alta che col metano, e ciò va poco d'accordo con case che richiedono anche in condizioni di picco, potenze assai basse

Avatar utente
angel72
Messaggi: 792
Iscritto il: gio set 01, 2011 6:24 pm
Controllo antispam: cinque
Località: albenga

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da angel72 » mer dic 18, 2013 12:04 pm

cri_15 ha scritto:
riccio123 ha scritto:grazie delle risposte
...ora il mio dilemma è sorto perchè devo demolire l'abitazione esistente e costruire una bifamiliare in legno classe A....e vista la bassissima quantità di energia richiesta volevo valutare tra una caldaia a condensazione con pannello solare o una pompa di calore elettrica

in internet si parla molto di questo dilemma tra caldaia condensazione a metano o pdc, ma non si prende mai in esame se si dovesse avere il gpl
indicativamente, in zona E, in una casa ben isolata e con sistema di emissione a bassa temperatura, pdc e caldaia a condensazione a metano più o meno si equivalgono, a livello di costi d'esercizio. Inoltre, trattandosi di case a basso consumo, almeno che non sia un castello da millemila mq, non credo che siano i 50 € in più all'anno a fare la differenza.
Se hai GPL, che di pende dalle zone, ma cmq è più caro del metano, "vince" la pdc.
Altri 3 aspetti a favore della pdc:
1) ti garnatisce la quota rinnovabili, che dovrai soddisfare, mentre per la caldaia GPL abbinata a solare termico, come già detto più volte, è più complicato e più costoso arrivarci
2) con la pdc puoi eventualmente fare raffrescamento
3) molte caldaiette murali hanno una modulazione minima col GPL più alta che col metano, e ciò va poco d'accordo con case che richiedono anche in condizioni di picco, potenze assai basse
intervento da incorniciare (come la maggior parte dei tuoi! :wink: )

Avatar utente
Bandito
Messaggi: 529
Iscritto il: mar mar 03, 2009 11:02 am

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da Bandito » mer dic 18, 2013 10:25 pm

Ciao
io vado a gpl per forza di cose.Qui il metano non arriverà mai.
Caldaia a condensazione panneli solari con accumulo e riscaldamento a pavimento.Il solare serve solo per ACS.
I fuochi della cucina sono a gpl.
Bolletta del periodo Aprile Ottobre € 76.
La caldaia è stata accesa quando il solare non mi garantiva ACS, il riscaldamento i primi di dicembre.
Attualmente stò consumando la media di 1mc al giorno di gpl .
Rov,stessa haus e stessa caldaia a metano, viaggia sui 4mc/giorno.
Il gpl rende qualcosina in più, 1 mc di gpl lo puoi paragonare a 4 mc di metano.

Se il budget te lo permette io fare Fv abbinato a PDC e boiler sempre a pompa di calore, niente panneli per ACS.
Il FV ti rende anche in inverno e così inchiappetti tutti e non spendi più un'euro per il riscaldamento.
Non ti preoccupare fatti un bell'accumulo e di acqua calda ne avrai quante ne vuoi.
con PDC , da non sottovalutare, niente libretto e controllo fumi della caldaia.

Ciao
B.

riccio123
Messaggi: 49
Iscritto il: mer nov 27, 2013 7:39 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da riccio123 » gio dic 19, 2013 11:35 pm

cri_15 ha scritto:
riccio123 ha scritto: Altri 3 aspetti a favore della pdc:
1) ti garnatisce la quota rinnovabili, che dovrai soddisfare, mentre per la caldaia GPL abbinata a solare termico, come già detto più volte, è più complicato e più costoso arrivarci
2) con la pdc puoi eventualmente fare raffrescamento
3) molte caldaiette murali hanno una modulazione minima col GPL più alta che col metano, e ciò va poco d'accordo con case che richiedono anche in condizioni di picco, potenze assai basse
ora elenco però alcuni lati a sfavore della pdc correggimi se sbaglio:
1)probabilmente devo alzare il contatore a 4,5 o 6kw e pagare un canone più alto, considerando che ho anche il piano cottura ad induzione
2)richiede un maggiore investimento, la pompa costa di più di una caldaia, devo installare più fotovoltaico per soddisfare i consumi di elettricità
3)la pdc ha una durata di vita come una caldaia???

vorrei concentrarmi sul punto 2

ok ora il concetto che sembra chiaro a tutti è che con la caldaia spendo meno come investimento iniziale,ma poi ogni anno pago di più per riscaldare confronto alla pdc, c'è da capire in quanti anni l'investimento pdc viene ammortizzato perchè credo stia tutto li il nocciolo.....
faccio un esempio banale ma chiaro:
se con la caldaia spendo 7-8000€ in meno per fare l'impianto e poi ogni anno pago 3-400€ in più della pdc che vorrebbe dire far passare almeno 10 anni per pareggiarmi con i costi chi me lo fa fare di investire sulla pdc????

riccio123
Messaggi: 49
Iscritto il: mer nov 27, 2013 7:39 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da riccio123 » gio dic 19, 2013 11:51 pm

e invece se ipotizzo questo tipo di impianto:

Caldaia condensazione gpl, pannello solare, fotovoltaico maggiorato al mio fabbisogno tipo 4-5kw e poi montare un boiler elettrico 50-80 litri che mi preriscalda l'acqua in ingresso dall'aquedotto (invece che entrarmi a 5 c° mi entra a 20-25c°)in inverno aiutando il pannello solare a raggiungere la temperatura dell'acs
oppure usare lo stesso concetto per il riscaldamento che col pannello radiante devo raggiungere temperature davvero basse
per poi da primavera fino all'autunno avere il mio impianto normale soddisfatto completamente dal pannello solare

scusate se può sembrare una follia

avanti datemi del pazzo :) :) :)

cri_15
Messaggi: 672
Iscritto il: gio lug 10, 2008 3:51 pm

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da cri_15 » mar dic 24, 2013 11:54 am

riccio123 ha scritto:...ora elenco però alcuni lati a sfavore della pdc correggimi se sbaglio:
1)probabilmente devo alzare il contatore a 4,5 o 6kw e pagare un canone più alto, considerando che ho anche il piano cottura ad induzione
2)richiede un maggiore investimento, la pompa costa di più di una caldaia, devo installare più fotovoltaico per soddisfare i consumi di elettricità
3)la pdc ha una durata di vita come una caldaia???

vorrei concentrarmi sul punto 2

ok ora il concetto che sembra chiaro a tutti è che con la caldaia spendo meno come investimento iniziale,ma poi ogni anno pago di più per riscaldare confronto alla pdc, c'è da capire in quanti anni l'investimento pdc viene ammortizzato perchè credo stia tutto li il nocciolo.....
faccio un esempio banale ma chiaro:
se con la caldaia spendo 7-8000€ in meno per fare l'impianto e poi ogni anno pago 3-400€ in più della pdc che vorrebbe dire far passare almeno 10 anni per pareggiarmi con i costi chi me lo fa fare di investire sulla pdc????
1) dipende, potresti anche avere 2° contatore, e cmq la differenza tra 4,5 e 6 kW è marginale, la differenza maggiore è tra 3 kW domestico ed il resto..
3) durata: puoi avere ragione, non si sa, io parlo di pdc aria/acqua splittate, e sono sul mercato da un tempo insufficiente per fare stime
2) una pdc aria/acqua splittata con potenza 6-8 kW costa più o meno come una caldaia a condensazione abbinata a 2 pannelli solari: se parli di 7000-8000 € in più stasi pensando al geotermico

riccio123
Messaggi: 49
Iscritto il: mer nov 27, 2013 7:39 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da riccio123 » mar dic 24, 2013 10:14 pm

infatti la differenza è tra il 3kw ed i livelli superiori....con la caldaia a condensazione puntavo ad avere un contatore unico a 3 kw....nel mio caso specifico (casa bifamiliare) potrei fare una centrale termica unica con contatore dedicato ed avere 3 kw e altri 2 per le abitazioni....se avessi una pompa di calore dovrei (senpre nel caso di centrale termica unica) un contatore da 4,5 o 6kw e altri 2 da 3kw.....che risparmio mi da in un anno solo la questione contatori????

marco63
Messaggi: 206
Iscritto il: dom set 30, 2012 8:39 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Varese

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da marco63 » gio dic 26, 2013 6:12 pm

cri_15 ha scritto: 3) durata: puoi avere ragione, non si sa, io parlo di pdc aria/acqua splittate, e sono sul mercato da un tempo insufficiente per fare stime
Come sistema aria/acqua pochi anni ma mi pare che i singoli componenti che sono conosciuti da decenni ...

gbykat
Messaggi: 1048
Iscritto il: dom set 23, 2012 8:21 am
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da gbykat » gio dic 26, 2013 6:44 pm

riccio123 ha scritto:Ciao vivo in campagna e la mia zona non è servita dal metano....avendo il gpl vi chiedo che differenze ci sono tra questi due gas come resa e convenienza????
vista la resa delle pompe di calore elettriche e la bella discesa di prezzo delle altre rinnovabili e anche il basso costo di stufe a legna varie io farei una scelta magari un pò più costosa ma sopratutto ecologica perchè se andiamo avanti a gas e petrolio ai nostri figli gli lasciamo il cerino bruciato.

detto questo se proprio dovessi scegliere ed avendo in passato avuto in una casa di montagna sia uno che l'altro mi ricordo che il metano costava meno ma siccome prima non passava avevamo messo dall inizio il bombolone gpl interrato,quelli verdi grossi .non vi dico le burocrazie. in effetti una caricata all anno e via senza bollette e scocciature.
ma ad oggi non mi passerebbe nemmeno da lontano l idea di mettere nessun gas.
esiste il piano con cui in pochi anni saremo autonomi con le rinnovabili.
mettere una caldaia a gas ora è quantomeno anacronistico.

sempre secondo il mio modesto e sindacabile parere.

riccio123
Messaggi: 49
Iscritto il: mer nov 27, 2013 7:39 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da riccio123 » ven dic 27, 2013 2:07 am

gbykat ha scritto:
riccio123 ha scritto:Ciao vivo in campagna e la mia zona non è servita dal metano....avendo il gpl vi chiedo che differenze ci sono tra questi due gas come resa e convenienza????
vista la resa delle pompe di calore elettriche e la bella discesa di prezzo delle altre rinnovabili e anche il basso costo di stufe a legna varie io farei una scelta magari un pò più costosa ma sopratutto ecologica perchè se andiamo avanti a gas e petrolio ai nostri figli gli lasciamo il cerino bruciato.

detto questo se proprio dovessi scegliere ed avendo in passato avuto in una casa di montagna sia uno che l'altro mi ricordo che il metano costava meno ma siccome prima non passava avevamo messo dall inizio il bombolone gpl interrato,quelli verdi grossi .non vi dico le burocrazie. in effetti una caricata all anno e via senza bollette e scocciature.
ma ad oggi non mi passerebbe nemmeno da lontano l idea di mettere nessun gas.
esiste il piano con cui in pochi anni saremo autonomi con le rinnovabili.
mettere una caldaia a gas ora è quantomeno anacronistico.

sempre secondo il mio modesto e sindacabile parere.
Grazie della risposta, preciso che il bombolone gpl ce l'ho già e funzionante...è vero la scelta pompa di calore è sicuramente una scelta ecologica, ma sulla convenienza in termini di spesa??? senza ombra di dubbio come investimento iniziale la pdc è più costosa, ma dopo 10 anni diventerà davvero conveniente considerando tutti i vantaggi e svantaggi di una o l'altra soluzione???? chi mi garantisce una resa accettabile della pdc dopo 7-8 anni e chi mi garantisce la sua "vita"...la caldaia a condensazione è una tecnologia già provata....poi resto sempre dell'idea che il primo investimento serio va fatto e più importante è da fare sulla coibentazione dell'involucro
domani comunque ho un incontro con l'ingegnere cercheremo di mettere in maniera dettagliata tutti i fattori e valuteremo

riccio123
Messaggi: 49
Iscritto il: mer nov 27, 2013 7:39 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: gpl e metano differenze???

Messaggio da riccio123 » ven dic 27, 2013 2:07 am

gbykat ha scritto:
riccio123 ha scritto:Ciao vivo in campagna e la mia zona non è servita dal metano....avendo il gpl vi chiedo che differenze ci sono tra questi due gas come resa e convenienza????
vista la resa delle pompe di calore elettriche e la bella discesa di prezzo delle altre rinnovabili e anche il basso costo di stufe a legna varie io farei una scelta magari un pò più costosa ma sopratutto ecologica perchè se andiamo avanti a gas e petrolio ai nostri figli gli lasciamo il cerino bruciato.

detto questo se proprio dovessi scegliere ed avendo in passato avuto in una casa di montagna sia uno che l'altro mi ricordo che il metano costava meno ma siccome prima non passava avevamo messo dall inizio il bombolone gpl interrato,quelli verdi grossi .non vi dico le burocrazie. in effetti una caricata all anno e via senza bollette e scocciature.
ma ad oggi non mi passerebbe nemmeno da lontano l idea di mettere nessun gas.
esiste il piano con cui in pochi anni saremo autonomi con le rinnovabili.
mettere una caldaia a gas ora è quantomeno anacronistico.

sempre secondo il mio modesto e sindacabile parere.
Grazie della risposta, preciso che il bombolone gpl ce l'ho già e funzionante...è vero la scelta pompa di calore è sicuramente una scelta ecologica, ma sulla convenienza in termini di spesa??? senza ombra di dubbio come investimento iniziale la pdc è più costosa, ma dopo 10 anni diventerà davvero conveniente considerando tutti i vantaggi e svantaggi di una o l'altra soluzione???? chi mi garantisce una resa accettabile della pdc dopo 7-8 anni e chi mi garantisce la sua "vita"...la caldaia a condensazione è una tecnologia già provata....poi resto sempre dell'idea che il primo investimento serio va fatto e più importante è da fare sulla coibentazione dell'involucro
domani comunque ho un incontro con l'ingegnere cercheremo di mettere in maniera dettagliata tutti i fattori e valuteremo

Rispondi