Coefficiente di trasmissione perline di abete x robvi

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Rispondi
Antonio M.
Messaggi: 49
Iscritto il: mar nov 30, 2004 4:40 pm

Coefficiente di trasmissione perline di abete x robvi

Messaggio da Antonio M. » sab feb 19, 2005 10:59 am

Ciao, sto realizzando il tetto della mia abitazione, e mi hanno proposto un paio di soluzioni su cui vorrei il tuo parere, si tratta di una copertura in legno lamellare con travi e perline a vista.

La prima soluzione consiste in un tavolato in perline da 2,2 cm + uno strato di barriera antivapore + polistirene da 6 cm (o sughero a mia scelta) + 2° strato di barriera antivapore + listello e controlistello in abete.

La seconda soluzione invece prevede un tavolato in perline da 4 cm + uno strato di barriera antivapore + polistirene da 4 cm + 2° strato di barriera antivapore + listello e controlistello in abete.

A questo punto mi chiedo quale sia il coefficiente di trasmissione delle perline per poter valutare l'una o l'altra situazione.


Inoltre vorrei un tuo parere sull'intervento di michele tubo nel mio post "Riscaldamento a pavimento Vs battiscopa" di cui ti riporto il testo.

"Ciao Antonio M. , a proposito della scelta dell'impianto di riscaldamento considera che quest'ultimo serve per compensare le perdite di energia che attraverso finestre, pareti in particolar modo. Pertanto l'utilizzo del riscaldamento delle pareti è il punto d'arrivo di tutti i sistemi di riscaldamento (radiatori, pavimento, ventilconvettori, ecc.), finchè la struttura muraria non è calda non ho il confort.
Sotto l'aspetto dell'utilizzo dell'impianto a pavimento c'è da tenere presente che il polistirolo utilizzato come base di supporto per le tubazioni è fatto con BENZENE E STIRENE 2 sostanze volatili e cancerogene"

beppe64
Messaggi: 82
Iscritto il: mar ott 05, 2004 3:15 pm
Località: Verona

Messaggio da beppe64 » sab feb 19, 2005 5:08 pm

Se posso darti un consiglio tra i due isolanti il sughero è decisamente migliore, e non solo perchè è naturale, poichè la resa d'estate è decisamente migliore del polistirene che con il calore è un pessimo isolante. Scegli decisamente il pacchetto che comprende i sei cm di sughero, ma io ne metterei 8.
Non capisco il perchè delle due barriere al vapore...cos'è una lavanderia?
e poi mentre il primo listello penso sia la ventilazione il secondo listello serve per la posa delle tegole?

Antonio M.
Messaggi: 49
Iscritto il: mar nov 30, 2004 4:40 pm

Messaggio da Antonio M. » sab feb 19, 2005 8:16 pm

Allora, il perchè delle 2 barriere non so dirtelo neanche io, chiedo e ti faccio sapere, per quanto riguarda i listelli uno va per la ventilazione l'altro per le tegole, poi so che il sughero è preferibile, ma il problema principale è il costo un po eccessivo...

beppe64
Messaggi: 82
Iscritto il: mar ott 05, 2004 3:15 pm
Località: Verona

Messaggio da beppe64 » dom feb 20, 2005 8:53 pm

Credimi, vale la pena.
Prova ad informarti sulla fibbra di legno, è un altrettanto ottimo isolante e forse costa meno del sughero.

Avatar utente
robvi
Messaggi: 144
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:17 pm
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Messaggio da robvi » mar feb 22, 2005 9:17 am

La struttura da te descritta, ha un K = 0,425 W/m²K.
Con la doppia barriera al vapore, si ha formazione di condensa interstiziale nello strato isolante; se vuoi evitarla, devi togliere la barriera al vapore sopra l'isolante.

Io ti suggerirei una struttura così composta:
1) Assito 2,2 cm
2) Pannello fibra di legno tipo Eraclit 4 cm
3) Pannello sughero 4 cm
4) Ventilazione
Questa struttura ha un K = 0,45 W/m²K (simile alla tua), però ha più inerzia termica ed ha una buonissima traspirabilità (al contrario della tua che non lo è per nulla).

Personalmente, ritengo che la barriera al vapore, sia da impiegare solo in strutture mal progettate, per risolvere problemi di formazione di condensa dovuti a scarso o insufficiente isolamento; una nuova struttura, dovrebbe tenere in giusta considerazione i seguenti fattori:
1) Isolamento
2) Inerzia termica
3) Permeabilità all'aria

Ciao

Antonio M.
Messaggi: 49
Iscritto il: mar nov 30, 2004 4:40 pm

Messaggio da Antonio M. » mar feb 22, 2005 10:32 am

Ciao, e grazie per la risposta, molto chiaro, solo un paio di delucidazioni... perchè utilizzi 2 tipi di pannelli uno in fibra e un'altro in sughero perche non 2 uguali (avevo preso in considerazione i pannelli coverd e naturalia che ne pensi)? poi per quanto riguarda il telo non sarebbe oppurtuno inserirne uno fra il punto 3 e il 4 in caso di rottura di qualche tegola? Grazie

Ps: Delucidami per favore sul post che ti dicevo prima riguardo il materiale isolante degli impianti a pavimento.

beppe64
Messaggi: 82
Iscritto il: mar ott 05, 2004 3:15 pm
Località: Verona

Messaggio da beppe64 » mar feb 22, 2005 3:18 pm

Personalmente sopra l'isolante metterei una guaina traspirante per far defluire l'eventuale acqua accidentale tramite lo spazio della ventilazione nella gronda.
Per il resto concordo pienamente con Robvi. 8 cm d'isolante Ok.
Tieni presente che l'isolante a contatatto con il listello non deve essere troppo morbido ma avere una sufficiente rigidità per supportare l'aggancio delle viti alla travatura di legno e per essere maggiormente pedonabile.

Neo
Messaggi: 25
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:59 pm
Località: Milano

Messaggio da Neo » mar feb 22, 2005 4:58 pm

il mio tetto:
2.5 perline
delta vent
6+6 pavatherm (fibre di legno)
2 isolair (pavatherm con lattice per eventuali infiltrazioni e soprattutto maggiore densità per l'estate)
5+5 ventilazione
5 pannelli in alluminio isolati

che ne dite?

Antonio M.
Messaggi: 49
Iscritto il: mar nov 30, 2004 4:40 pm

Messaggio da Antonio M. » mar feb 22, 2005 5:15 pm

Scusami cosa sono i 5 pannelli in alluminio isolati??

Neo
Messaggi: 25
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:59 pm
Località: Milano

Messaggio da Neo » mar feb 22, 2005 5:20 pm

pannelli in lamiera grecata di alluminio spessore medio 5 cm, con polistirene .... purtroppo non esistono con isolanti bio e avendo un tetto con 11° di pendenza avevo bisogno di una copertura continua

Antonio M.
Messaggi: 49
Iscritto il: mar nov 30, 2004 4:40 pm

Messaggio da Antonio M. » sab feb 26, 2005 8:33 am

ragazzi mi è sorto un dubbio, si parla tanto di come sia importante che i materiali usati per l'isolamento siano anche traspiranti per permettere il passaggio dall'interno verso l'esterno dell'umidità presente in casa, ma chi vive in zone molto umide non puo accadere il fenomeno contrario, ovvero che l'umidita dall'esterno passi all'interno??

Avatar utente
robvi
Messaggi: 144
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:17 pm
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Messaggio da robvi » lun feb 28, 2005 3:44 pm

Se l'abitazione è in zone molto umide, l'umidità entra in casa ugualmente anche se fai le pareti di plastica!
Una parete, non può abbassare il contenuto di umidità dell'aria, però se è ben costruita, può evitare che il vapore acqueo naturalmente presente nell'aria, ci si condensi sopra.

Ciao

Rispondi