pompe di calore

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Rispondi
goffredo
Messaggi: 14
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:32 am

pompe di calore

Messaggio da goffredo » mar ott 12, 2004 10:24 am

Cari amici esperti vi chiedo un consiglio: Sto valutando l'installazione di pompe di calore caldo/freddo negli ambienti, ho visto alcuni modelli con dispositivo inverter consumano molto poco ed hanno COP che arriva quasi a 4, in funzione non si avverte una grande circolazione d'aria nelle stanze (valutando sempre la zona di installazione dello split). Come per i ventilconvettori è necessario mantenere puliti i filtri!
Ho scartato il pavimento radiante, mi porta pesantezza alle gambe e spesso formicolii fastidiosi e l'idea dei radiatori non mi pare molto efficiente; con quello che costano i combustibili.

Grazie, ciao

Avatar utente
robvi
Messaggi: 144
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:17 pm
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Messaggio da robvi » mer ott 13, 2004 6:57 am

La pompa di calore, è effettivamente un ottimo sistema di rscaldamento / condizionamento, ma ci sono alcuni però:
- la fonte primaria di energia è la corrente elettrica (anche se da 1 kW elettrico, si possono ottenere fino a 4 kW termici), con tutte le implicazioni che ciò comporta (in italia la corrente elettrica viene prodotta rispettando poco o niente l'ambiente e credo pertanto che il suo utilizzo sia assolutamente da sconsigliare).
- il riscaldamento ad aria (cioè quello dei terminali Split), è da tutti riconosciuto come il meno salubre e confortevole tra i sistemi attualmente in uso.
- è necessario abbinare alla Pompa di Calore un valido sistema di produzione acqua calda sanitaria.

Ciao

goffredo
Messaggi: 14
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:32 am

motivi

Messaggio da goffredo » mer ott 13, 2004 7:46 am

Ciao, ho letto la tua risposta e vorrei cortesemente conoscere i motivi per cui la pompa di calore risulta poco salubre e confortevole.
Per quanto riguarda l'energia bisogna comunque valutare le alternative, in effetti con il metano se vuoi una resa elevata di combustione si dovrebbe installare una caldaia a condensazione ed avere un impianto di riscaldamento a bassa temperatura; in alternativa, non ho il metano nel mio paese ed installare un serbatoio di GPL non mi sembra altrettanto ecologico considerando i costi di produzione/trasporto (ambientali intendo) si tratta sempre di derivati petroliferi.
Potrei comunque alimentarle aumentando il FV già installato che ho sul tetto, ma non vorrei mettere l'energia in rete con scambio sul posto. Se ti viene in mente qualcosa!

Grazie, un caro saluto

Avatar utente
robvi
Messaggi: 144
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:17 pm
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Messaggio da robvi » mer ott 13, 2004 1:35 pm

Non è la pompa di calore che è insalubre e poco confortevole, ma i terminali ad aria (le unità interne).
I motivi sono:
- elevato indice di movimentazione dell'aria (ovviamente, trattandosi di riscaldamento/condizionamento ad aria ...), e quindi di polveri, batteri, ecc.
- necessità di temperature ambiente più elevate in inverno e più basse in estate, rispetto ai sistemi radianti, con conseguente aumento delle dispersioni termiche dell'edificio (e perciò dei consumi).
- maggiore rumorosità rispetto ai sistemi radianti o convettivi.
- necessità di maggiori manutenzioni (filtri, motori, ventilatori).

Piuttosto, se vuoi utilizzare la PDC, abbinala comunque ad un sistema radiante (pavimento, parete, soffitto o battiscopa).

Detto questo sul sistema di diffusione, voglio aggiungere una cosa sul sistema di produzione: tutti i sistemi attualmente in uso in Italia, hanno ben poco di "ecocompatibile", essendo tutti di derivazione petrolifera.
Possiamo solo scegliere di quale morte morire.
Piuttosto, se hai già un impianto FV, stai utilizzando la migliore forma di energia disponibile!

Ciao

Ukacor
Messaggi: 33
Iscritto il: mar ott 05, 2004 11:55 am
Località: Marche

Pompa di calore

Messaggio da Ukacor » gio ott 14, 2004 9:11 pm

Sempre senza prescindere da un sistema rediante ed usando comunque la pompa di calore per il sistema di riscaldamento, ci si può abbinare l'uso di una sonda geotermica. Poi visto che si è disposti ad aumentare il FV potrebbe venir fuori un impianto niente male!

Ciao

savino
Messaggi: 5
Iscritto il: mar ott 05, 2004 4:37 pm
Località: Volta Mantovana (MN)
Contatta:

sonde geotermiche

Messaggio da savino » lun ott 18, 2004 7:48 pm

le pompe di calore ad aria hanno COP bassi; un sistema per ottenere COP > 4 consits nell'accoppiare la pompa di calore con sonde geotermiche.


Per dimensionamento o installazioni di sonde geotermiche, chiamaci al nr 0376 80.80.29
http://www.geotermiasrl.it
[email protected]

Ciao

Savino

Ukacor
Messaggi: 33
Iscritto il: mar ott 05, 2004 11:55 am
Località: Marche

Messaggio da Ukacor » mar ott 19, 2004 10:31 am

E' certo che non mi sarei mai sognato di accoppiare alla sonda geotermica un pompa di calore ad aria!!

Rispondi