Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personale

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Montata
Messaggi: 663
Iscritto il: mer giu 25, 2008 2:36 pm
Località: Milano

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da Montata » mer ott 26, 2011 8:00 am

vietatissimo :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
angel72
Messaggi: 792
Iscritto il: gio set 01, 2011 6:24 pm
Controllo antispam: cinque
Località: albenga

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da angel72 » mer ott 26, 2011 1:01 pm

mi chiedo, in caso di risc. a pavimento su parquet:
se i vantaggi della posa flottante sono più teorici che pratici, mentre il calo di efficienza energetica è oggettivo e (immagino) misurabile rispetto alla posa incollata
se considero che le prestazioni energetiche del parquet in se sono anche di molto inferiori rispetto a gres/ceramica e simili

quali altri aspetti potrebbero portarmi a non scegliere la pos con colla?

Avatar utente
greenpeace
Messaggi: 96
Iscritto il: dom mar 16, 2008 4:57 pm
Località: Piemonte

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da greenpeace » mer ott 26, 2011 1:25 pm

Frankie72 ha scritto:Visto che il tema è ricorrente e ci sono opinioni contrastanti vi dico come si sta comportando la mia casa nuova in questo inizio inverno.
Dati basilari:
- Casa a traliccio con involucro valutato 24 kw/m2 anno (con VMC)
- Zona climatica E
- Riscaldamento radiante con caldaia a condensazione integrata in un accumulo da 500 litri connesso in parallelo a 2 pannelli solari con tot circa 4 mq di superficie (che scaldano ACS e riscaldamento)
- Pacchetto pavimento con 15-16 cm di XPS tra platea e tubi di riscaldamento
- Parquet flottante prefinito multistrato da 1,4 cm con tappetino specifico per pavimento radiante

Il riscaldamento sta girando da qualche giorno e mantiene la casa tra 21 e 22 gradi fissi e in tutte le stanze. Comfort abitativo notevolissimo!
L'acqua gira quasi sempre a 22 gradi e sale al massimo a 28 per brevi periodi.
La caldaia parte per pochi minuti al giorno e non parte neanche quando c'è il sole.
Ho consumato neanche 2 m3 al giorno (stimerei 1,5 di media) per cucinare, ACs e riscaldamento.
In una parola: SPETTACOLO! Su una casa ben coibentata il parquet non influisce affatto sul riscaldamento a pavimento
Ciauz
Allora aggiungo la mia esperienza, direi analoga a Frankie72 :

- Casa a traliccio con involucro ...da valutare (con VMC)
- Riscaldamento radiante con caldaia a condensazione integrata in un accumulo da 500 litri connesso in parallelo a 2 pannelli solari con tot circa 5,8 mq di superficie (che scaldano ACS e riscaldamento)
- Pacchetto pavimento con 10 cm di XPS tra platea e tubi di riscaldamento
- Parquet flottante in laminato da 0,9 cm con tappetino specifico per pavimento radiante

Il riscaldamento sta girando da qualche giorno e mantiene la casa tra 22 e 23 gradi fissi e in tutte le stanze. Comfort abitativo notevolissimo!
L'acqua gira quasi sempre a 22-24 gradi e sale al massimo a 35 per brevi periodi.
La caldaia parte per pochi minuti al giorno e non parte neanche quando c'è il sole.
PEr i consumi devo fare una stima più precisa ma sono in linea con quelli di Frankie
In ...due parole: SPETTACOLO+SPETTACOLO!
Frankie72 ha scritto: Su una casa ben coibentata il parquet non influisce affatto sul riscaldamento a pavimento
Ciauz
Su questo mi sento d'accordo ma non avendo esperienze diverse non saprei giustificarlo con dei numeri... Ad esempio, in bagno e lavanderia ho le piastrelle (gres) e il calore, al tatto, si sente di più. Però non so se il fatto che si senta di più significa anche che scalda di più....o, almeno, quanto di più.

Posso aggiungere che alcuni giorni fa sono andato a dormire alle 23:00 con 22,5°C e mi sono svegliato al mattino all 7:30 e ce n'erano 20,9°C, di notte la caldaia non è partita e fuori c'era -3°C.
Quindi non so se è la casa ad avere prestazioni veramente eccellenti o se la differenza con le piastrelle è trascurabile...o entrambe....

Montata
Messaggi: 663
Iscritto il: mer giu 25, 2008 2:36 pm
Località: Milano

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da Montata » mer ott 26, 2011 2:20 pm

però non vale..il tuo è in laminato :wink:

Avatar utente
greenpeace
Messaggi: 96
Iscritto il: dom mar 16, 2008 4:57 pm
Località: Piemonte

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da greenpeace » mer ott 26, 2011 3:19 pm

E' vero. Però il concetto di fondo non cambia molto, se non per il fatto, concordo non trascurabile, che 0,9cm non sono 1,5.

Ti posso dire che ho optato per il laminato per varie ragioni indipendenti dal riscaldamento a pavimento, ma in ogni caso un parquet vero di 2 cm sopra il radiante non me la sarei sentita di metterlo...

Montata
Messaggi: 663
Iscritto il: mer giu 25, 2008 2:36 pm
Località: Milano

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da Montata » mer ott 26, 2011 4:09 pm

appen parlato con produttore che sconsiglia di mettere il parquet in larice sorpa il riscaldamento a pavimento :cry: :cry: ...farò finta di non averlo sentito :mrgreen: :mrgreen:

Frankie72
Messaggi: 199
Iscritto il: gio apr 08, 2010 11:10 am
Controllo antispam: cinque

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da Frankie72 » mer ott 26, 2011 4:49 pm

Il laminato sarà su base truciolare, quindi sempre di legno si tratta alla fin fine.
La considerazione da fare è che il pavimento starà li (si spera) per decine di anni.
Se scegli qualcosa di ripiego e che non piace poi te la devi tenere praticamente a vita.
Fossi in te lo metterei comunque, consigliato o meno. Questi "consigli" valgono per la media dei casi, ben lontani da case con involucri veramente efficienti, quindi lasciano il tempo che trovano secondo me.
Ad esempio, io ho il parquet anche in bagno e cucina, sconsigliatissimo da tutti, eppure mi trovo benissimo e con il pavimento che volevo.
Ala fine i primi graffi li ho fatti in soggiorno, mentre in cucina il legno è ancora perfetto (e non sono uno particolarmente attento a non fare danni :mrgreen: )

Montata
Messaggi: 663
Iscritto il: mer giu 25, 2008 2:36 pm
Località: Milano

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da Montata » mer ott 26, 2011 4:59 pm

non so se dipende dallo spessore comunque i gran parte dei laminati che "testato" hanno una temperatura superficiale ed una reazione fredda al corpo..

Comunque si tirerò dritto col laricione che ho sempre desiderato :mrgreen:

Max

Avatar utente
barbara71
Messaggi: 1457
Iscritto il: ven apr 06, 2007 2:09 pm
Controllo antispam: cinque
Località: provincia torino
Contatta:

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da barbara71 » mer ott 26, 2011 5:02 pm

posso dirvi però che dormire d'inverno con 20 gradi in casa io non lo trovo molto salutare?
poi ognuno fa come gli pare eh..
(io se non metto sul letto il piumone-sintetico-almeno per 2 mesi l'anno... non mi sento a posto con me stessa :lol: )

Montata
Messaggi: 663
Iscritto il: mer giu 25, 2008 2:36 pm
Località: Milano

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da Montata » mer ott 26, 2011 5:09 pm

quando avrò avuto il piacere te lo dirò :mrgreen:

Frankie72
Messaggi: 199
Iscritto il: gio apr 08, 2010 11:10 am
Controllo antispam: cinque

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da Frankie72 » mer ott 26, 2011 5:34 pm

barbara71 ha scritto:posso dirvi però che dormire d'inverno con 20 gradi in casa io non lo trovo molto salutare?
poi ognuno fa come gli pare eh..
(io se non metto sul letto il piumone-sintetico-almeno per 2 mesi l'anno... non mi sento a posto con me stessa :lol: )
In generale sono d'accordo, ma mentre prima dormire al fresco (anzi freddo) era la norma, ora anche volendo non potrei.
Io ho una zona sola come riscaldamento a pavimento e se ho 21 gradi in soggiorno me li ritrovo anche in camera.
visto che in una notte fredda al più perdo 1 grado, va da se che mi devo sacrificare a dormire a 20-21 gradi :mrgreen: .
secondo me è una temperatura perfetta e di comfort, perché alzarsi con 15-18 gradi dal letto caldo, diciamolo, è un trauma :? :lol:

Avatar utente
greenpeace
Messaggi: 96
Iscritto il: dom mar 16, 2008 4:57 pm
Località: Piemonte

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da greenpeace » gio ott 27, 2011 9:42 am

barbara71 ha scritto:posso dirvi però che dormire d'inverno con 20 gradi in casa io non lo trovo molto salutare?
poi ognuno fa come gli pare eh..
(io se non metto sul letto il piumone-sintetico-almeno per 2 mesi l'anno... non mi sento a posto con me stessa :lol: )
Se fai il radiante a pavimento, come già detto da Frankie72, e hai la camera allo stesso piano di cucina e salone è difficile anche se possibile differenziare, separando i circuiti e...tenendo la porta della camera chiusa.

Dormire con caldo in camera non va bene, sono d'accordo. Però 20-21 gradi non sono un problema. Se fossere 23-24 concordo.

Come dice Frankie anch'io arrivo alla sera con circa 22 gradi e mi sveglio al mattino con 20.5-21, ovviamente con riscaldamento spento durante la notte.
A me va bene così, sono curioso di capire i consumi nel fare ciò. Li sto monitorando.

carletto
Messaggi: 1182
Iscritto il: lun feb 14, 2005 2:04 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Pordenone

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da carletto » gio ott 27, 2011 10:28 am

Noi con il radiante a pavimento e porte aperte dormiamo con 20° in camera e stiamo proprio bene. Niente naso chiuso o secchezza delle "fauci" al risveglio o cose del genere. L'importante a parer mio è il tasso d'umidità che deve essere costante sul 50% circa.

Avatar utente
barbara71
Messaggi: 1457
Iscritto il: ven apr 06, 2007 2:09 pm
Controllo antispam: cinque
Località: provincia torino
Contatta:

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da barbara71 » gio ott 27, 2011 10:48 am

Frankie72 ha scritto:
barbara71 ha scritto:posso dirvi però che dormire d'inverno con 20 gradi in casa io non lo trovo molto salutare?
poi ognuno fa come gli pare eh..
(io se non metto sul letto il piumone-sintetico-almeno per 2 mesi l'anno... non mi sento a posto con me stessa :lol: )
In generale sono d'accordo, ma mentre prima dormire al fresco (anzi freddo) era la norma, ora anche volendo non potrei.
Io ho una zona sola come riscaldamento a pavimento e se ho 21 gradi in soggiorno me li ritrovo anche in camera.
visto che in una notte fredda al più perdo 1 grado, va da se che mi devo sacrificare a dormire a 20-21 gradi :mrgreen: .
secondo me è una temperatura perfetta e di comfort, perché alzarsi con 15-18 gradi dal letto caldo, diciamolo, è un trauma :? :lol:
ma scusa non puoi regolare la temperatura a secodna delle camere?
si è vero alzarsi al freddo non è piacevole.. però a me dà la carica mattutina :wink:

Avatar utente
barbara71
Messaggi: 1457
Iscritto il: ven apr 06, 2007 2:09 pm
Controllo antispam: cinque
Località: provincia torino
Contatta:

Re: Riscaldamento a pavimento e parquet: Esperienza personal

Messaggio da barbara71 » gio ott 27, 2011 10:49 am

carletto ha scritto:Noi con il radiante a pavimento e porte aperte dormiamo con 20° in camera e stiamo proprio bene. Niente naso chiuso o secchezza delle "fauci" al risveglio o cose del genere. L'importante a parer mio è il tasso d'umidità che deve essere costante sul 50% circa.

e come lo regoli il tasso d'umidità? (e soprattutto come lo controlli, c'è un rilevatore?)

Rispondi