Specifiche sulle case in legno (X sig. Terzi ed esperti)

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Rispondi
maciupiciu
Messaggi: 124
Iscritto il: dom feb 06, 2005 6:36 pm
Località: Foligno (PG)

Specifiche sulle case in legno (X sig. Terzi ed esperti)

Messaggio da maciupiciu » mar feb 08, 2005 11:46 am

Salve a tutti, sono nuovo di questo forum e ho intenzione di costruire la mia casa in legno (abito in Umbria zona Assisi).
Avendo ricevuto già diversi preventivi (anche dalla Rubner) vorrei chiedere a chi è più esperto di me delucidazioni su alcuni punti:

1) Isolamento - Di quanto dovrebbe essere lo spessore min. e max. della parete esterna? Esiste una formula matematica per calcolarlo?

2) Barriera vapore - Qual'è la sua funzione? Ne esistono di diverse tipologie? Perchè alcuni tipi di case non ne hanno bisogno? Alcune sono più ecologiche di altre?

3) Coibentazione e ventilazione tetto - Mi hanno proposto un "pannello di estradosso in eurostrand" separato da un "isolante in polistirene con grafite" per mezzo di una camera di ventilazione (50 mm)

4) Sughero - mi è stato sconsigliato di usarlo come isolante poichè quello naturale è molto difficile da trovare ed è carissimo, meglio la fibra di legno .

5) Cartongesso - Il fermacell è estremamente migliore del semplice cartongesso in termini di tenuta, resistenza, ed ecologia?

6) Tetto - Vorrei fare il tetto in legno massiccio e non lamellare , (pensavo di farlo in castagno), so che sarebbe molto meglio stagionato, c'e un tipo di legno meno soggetto a spaccature e tarli ?

Grazie tante e scusate per la mole di domande ma sono in procinto di iniziare i lavori

______________UGO
Messaggi: 11
Iscritto il: mar ott 05, 2004 5:37 pm
Località: Milano
Contatta:

casa in legno

Messaggio da ______________UGO » ven feb 11, 2005 12:53 am

Salve, come le ho già detto per telefono sono molto impegnato in questo periodo, per cui mi scuso per ilritardo con cui Le rispondo.

Partiamo da un presupposto: chi sceglie il legno non lo fa per risparmiare ma per vivere bene; la casa dovrebbe essere quanto più possibile sana. Tuttavia la perfezione non è di questa terra.

1) Isolamento - Di quanto dovrebbe essere lo spessore min. e max. della parete esterna? Esiste una formula matematica per calcolarlo? SI. ESISTE UNA LEGGE, LA LEGGE 10. ESISTONO APPOSITI DIAGRAMMI DI CALCOLO PER OGNI SPECIFICA LOCALITA' ITALIANA. TUTTO CIO' RICHIEDE L'INTERVENTO DI UN TECNICO. NATURALMENTE MAGGIORE E' LO SPESSORE E MIGLIORE SARA' L'ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO.

2) Barriera vapore - Qual'è la sua funzione? Ne esistono di diverse tipologie? Perchè alcuni tipi di case non ne hanno bisogno? Alcune sono più ecologiche di altre? LA BARRIERA VAPORE E' UNO DEI CONTROSENSI DELL'EDILIZIA ITALIANA. IN REALTA' QUELLO CHE FA E' PROPRIO FAR PASSARE IL VAPORE PER MIGLIORARE IL GRADO DI UMIDITA' INTERNA DELLA CASA. INOLTRE NON LASCIA PASSARE L'ACQUA E LA POLVERE, PER CUI E' UN FILTRO AGLI AGENTI ESTERNI. NE ESISTONO VARI TIPI, CON VARI PREZZI. ANCHE QUI E' IL TECNICO A SAPER SCEGLIERE QUELLO CON LE CARATTERISTICHE MIGLIORI. VA SEMPRE MESSA IN QUALSIASI PARETE, A PROTEZIONE DELL'ISOLANTE, E IN QUALSIASI TETTO, A PROTEZIONE DELLE PERLINE.

3) Coibentazione e ventilazione tetto - Mi hanno proposto un "pannello di estradosso in eurostrand" separato da un "isolante in polistirene con grafite" per mezzo di una camera di ventilazione (50 mm). IL MASSIMO DELL'ORRORE CHIMICO, MA IL MINIMO DEL COSTO. L'EUROSTRAND NON E' IL NOME DEL PRODOTTO MA IL NOME DELL'AZIENDA CHE PRODUCE IL PRODOTTO, CHE SI CHIAMA O.S.B. (oriented strand board), UN PANNELLO DI FIBRE DI LEGNO INCOLLATE CON UN'ALTISSIMA PERCENTUALE DI COLLA, QUINDI DI FORMALDEIDE. IL POLISITIRENE E' PRODOTTO DALLA SINTESI CHIMICA DEL PETROLIO, VA DA SE' CHE E' ASSOLUTAMENTE DA SCONSIGLIARE.

4) Sughero - mi è stato sconsigliato di usarlo come isolante poichè quello naturale è molto difficile da trovare ed è carissimo, meglio la fibra di legno . ECCO FINALMENTE UN OTTIMO ISOLANTE NATURALE, CHE, MANCO A DIRLO, E' CARISSIMO. CONSIGLIO ANCH'IO LA FIBRA DI LEGNO.

5) Cartongesso - Il fermacell è estremamente migliore del semplice cartongesso in termini di tenuta, resistenza, ed ecologia? SI

6) Tetto - Vorrei fare il tetto in legno massiccio e non lamellare , (pensavo di farlo in castagno), so che sarebbe molto meglio stagionato, c'e un tipo di legno meno soggetto a spaccature e tarli ? NESSUN LEGNO MASSICCIO E' IMMUNE DA SPACCATURE, E' UNA CARATTERISTICA PROPRIA DEL LEGNO. OVVIAMENTE NESSUN LEGNO IN GENERALE E' IMMUNE DAI TARLI, MA PER QUESTO E' SUFFICIENTE UN TRATTAMENTO CON SALI DI BORO E/O OLIO DI LINO.


Cordiali saluti
Ugo Terzi

maciupiciu
Messaggi: 124
Iscritto il: dom feb 06, 2005 6:36 pm
Località: Foligno (PG)

Messaggio da maciupiciu » ven feb 11, 2005 1:03 pm

Grazie Sig. Terzi per i preziosi consigli

Saluti

Rispondi