sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Avatar utente
specialdue
Messaggi: 620
Iscritto il: mer set 30, 2009 1:41 pm
Controllo antispam: cinque
Località: EMILIA R.

sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da specialdue » sab apr 02, 2011 5:47 pm

Dopo la catastrofe Bp 2010,ora catastrofe nucleare peggiora di giorno in giorno,un parco fotovoltaico che danni potrebbe creare nella peggiore delle ipotesi...



NO AL NUCLEARE

ilmartellatore
Messaggi: 55
Iscritto il: mer nov 12, 2008 11:41 pm

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da ilmartellatore » dom apr 03, 2011 9:52 pm

Ciao alla luce di tutto quel che e' successo in giappone,e non solo li,dobbiamo essere orgogliosi della scelta referendarea di allora,una delle buone scelte che questa martoriata nazione ha fatto per la tutela del nostro territoreo e per l'ambiente in cui viviamo,si lo so' siamo circondati da centrali di altri paesi,ma sono oltre le alpi, ese considerato che tokio dista solo 250km dalla centrale affermerei che in qualche modo gran parte di Italia sarebbe protetta essendo una penisola in mezzo al mare.

AndyB72
Messaggi: 1933
Iscritto il: mar giu 23, 2009 9:56 am
Controllo antispam: diciotto
Località: prov. di Udine
Contatta:

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da AndyB72 » lun apr 04, 2011 10:25 am

specialdue ha scritto:Dopo la catastrofe Bp 2010,ora catastrofe nucleare peggiora di giorno in giorno,un parco fotovoltaico che danni potrebbe creare nella peggiore delle ipotesi...
NO AL NUCLEARE
Senza volerne fare una questione politica io penso che dire "no al nucleare" sia troppo superficiale, perchè mi sorgono spontanee alcune domande:
- basterebbe il Solare a coprire le esigenze energetiche che abbiamo?
- quante centrali nucleari ci sono in Europa, nei nostri stati confinanti che ci vendono l'energia che producono?
- che tipo di rischio effettivo comportano le centrali di nuova tecnologia?
- quanto inquinamento in meno si avrebbe grazie a una centrale nucleare rispetto alle attuali centrali a carbone e simili?

Non sono domande provocatorie o altro. Non ho preso personalmente ancora una posizione chiara di fronte a questo argomento e cerco comunque di stare sempre attento prima di lanciarmi in mezzo alle "sommosse popolari" che qualche volta son guidate più dall'emotività che dalla ragione.

carletto
Messaggi: 1182
Iscritto il: lun feb 14, 2005 2:04 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Pordenone

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da carletto » lun apr 04, 2011 10:39 am

Sempre restando OT: credo che il problema principale è che possiamo mettere tutti i parchi fotovoltaici che vogliamo, ma finchè non troveremo il modo di immagazzinare l'energia prodotta da questi, non risolveremo un bel nulla. Infatti il problema non è alimentare le ns. casettine del piffero, ma far andare avanti il sistema energetico durante le ore notturne (altiforni, industrie pesanti, trasporti su rotaia etc.) o durante i periodi di bassa produzione, senza sbalzi di energia. Per ora le uniche tecnologie che permettono cio' ususfruiscono di energia immagazzinata nel materiale fossile (petroliio, gas, carbone), fissile (plutonio) o parzialmente dall'acqua (centrali idro). L'alternativa è utilizzare le energie alternative per produrre idrogeno, ma siamo ancora lontani da un'applicazione su vasta scala. Insomma, per ora, purtroppo, o restiamo ostaggi del petrolio (o simili) o del nucleare. Difficile dire cosa sia meglio.... Intanto andiamo avanti....

Paolo Boni
Messaggi: 3564
Iscritto il: gio ott 29, 2009 6:15 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Carpenedolo (BS)
Contatta:

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da Paolo Boni » lun apr 04, 2011 10:42 am

AndyB72 ha scritto:
specialdue ha scritto:Dopo la catastrofe Bp 2010,ora catastrofe nucleare peggiora di giorno in giorno,un parco fotovoltaico che danni potrebbe creare nella peggiore delle ipotesi...
NO AL NUCLEARE
Senza volerne fare una questione politica io penso che dire "no al nucleare" sia troppo superficiale, perchè mi sorgono spontanee alcune domande:
- basterebbe il Solare a coprire le esigenze energetiche che abbiamo?
- quante centrali nucleari ci sono in Europa, nei nostri stati confinanti che ci vendono l'energia che producono?
- che tipo di rischio effettivo comportano le centrali di nuova tecnologia?
- quanto inquinamento in meno si avrebbe grazie a una centrale nucleare rispetto alle attuali centrali a carbone e simili?

Non sono domande provocatorie o altro. Non ho preso personalmente ancora una posizione chiara di fronte a questo argomento e cerco comunque di stare sempre attento prima di lanciarmi in mezzo alle "sommosse popolari" che qualche volta son guidate più dall'emotività che dalla ragione.
Il concetto fondamentale e la domanda che si deve compiere è un altra...
Stiamo andando verso un insegnamento globale di riduzione dei consumi (necessaria) da parte dei popoli industrializzati, oppure stiamo andando nel verso del fregarsene di come si consuma perchè tanto si troveranno sistemi di produzione energetica sempre più efficienti, aumentando conseguentemente anche la richiesta energetica?

Questa a mio avviso è la domanda. Con la scelta nucleare si viaggia sull'insensibilizzazione della gente verso il risparmio e quindi è una scelta deleteria per noi stessi (al di la della ovvia potenzialità di rischio delle centrali).

Insomma NON dobbiamo produrre più energia perchè se volessimo l'energia che potremmo produrre sarebbe sufficiente a scongiurare pericoli di qualsiasi tipo.
Ulteriore domanda...

Per l'elettricità saremmo autonomi e per le fonti fossili poi come faremmo?

Per quelle esiste solo un male che potrebbe consentirci di proseguire nello spreco e cioè impossessarci (non noi ma gli stati tipo l'America o altri) con la forza dei paesi produttori per consentire a noi di poter proseguire nell'insensato utilizzo.

Un grandissimo cane che si morde la coda... nell'indifferenza più totale.

Ciao paolo

shizen
Messaggi: 10
Iscritto il: mer mar 18, 2009 6:00 pm

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da shizen » lun apr 04, 2011 12:59 pm

io sono tendenzialmente contro al nucleare

penso comunque che se 40 anni fà avessero investito di più sulla ricerca oggi le centrali sarebbero molto diverse
forse al torio come voleva rubbia o meglio ancora a fusione nucleare

AndyB72
Messaggi: 1933
Iscritto il: mar giu 23, 2009 9:56 am
Controllo antispam: diciotto
Località: prov. di Udine
Contatta:

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da AndyB72 » lun apr 04, 2011 1:05 pm

Paolo Boni ha scritto:Un grandissimo cane che si morde la coda... nell'indifferenza più totale.
Nell'indifferenza di ognuno di noi, perchè sono convinto che anche in questo forum si contano su una mano quelli che se devono fare 5 chilometri invece di farli in bici li fanno in macchina...
Concordo con te sull'obbligo di sensibilizzare i più giovani (in particolare) nell'affrontare la gestione energetica in modo profondamente diverso da quanto fatto finora, ma nel frattempo tutti consumiamo, in casa ci sono sempre più accessori elettrici (e ce ne saranno sempre di più in futuro perchè la tecnologia fortunatamente avanza) e il futuro richiede comunque energia.
Non vogliamo il nucleare? Va bene, ma prepariamoci a bollette triplicate (e non solo...) visto che andremo a chiedere energia a Francia e Germania che di centrali nucleari ne hanno più di UNA !
La risposta di Carletto è come sempre significativa e saggia. Prima di dire a gran voce "no al nucleare", magari spinti dagli slogan dei politici a caccia di voti è meglio fermarsi e riflettere.
Se dipendesse da me non vorrei mai una centrale nucleare vicino casa ( e nemmeno lontano... ) ma mi sembra manchino le alternative valide per il momento e i rischi del nucleare mi sembrano comunque inferiori ai benefici.
Poi è altrettanto chiaro un fatto: una centrale nucleare non può avere controlli di manutenzione "all'italiana" ...

rovabile
Messaggi: 300
Iscritto il: gio ago 27, 2009 8:04 pm
Controllo antispam: cinque
Località: prov. TO

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da rovabile » lun apr 04, 2011 1:13 pm

Qualcuno che ne capisce di calcoli c'è? Aiutatemi:
1) quanto costa una centrale di "nuova" :lol: :lol: generazione??
2) quanti anni ci vogliono per costruirla?
3) per quanti anni sarà utilizzata? (come ben sapete le centrali hanno una vita, non devono essere immortali)

A conti fatti conviene?? O come al solito vogliono ingrassare i buoi grassi?

AndyB72
Messaggi: 1933
Iscritto il: mar giu 23, 2009 9:56 am
Controllo antispam: diciotto
Località: prov. di Udine
Contatta:

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da AndyB72 » lun apr 04, 2011 3:08 pm

Io credo che la domanda giusta sia:

- quanto conviene rispetto alle alternative di pari produttività ?
- quanto inquina rispetto alle alternative di pari produttività ?
- quali sono i rischi reali di fronte ai possibili terremoti o catastrofi che possono avvenire nel nostro paese ? Il terremoto in Giappone non mi sembra così comune, anche se è chiaro che tutto è possibile...

Ribadisco: non sono a favore del nucleare a prescindere, ma non voglio nemmeno essere contrario al nucleare a prescindere.

Avatar utente
barbara71
Messaggi: 1457
Iscritto il: ven apr 06, 2007 2:09 pm
Controllo antispam: cinque
Località: provincia torino
Contatta:

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da barbara71 » lun apr 04, 2011 5:32 pm

personalmente sono indignata che la classe dirigente si fotta altamente del l referendum 1987.
forse aveva una scadenza? forse la domanda era :
vuoi tu che in Italia siano chiuse le centrali attualmente esistenti e non siano riaperte, ma solo fino al 2011 ?"
:shock:

e, sempre personalmente, credo l'unica strada sia la decrescita.
meno fabbisogno.
meno sprechi.
altrimenti, non se ne esce più. o se ne esce col sipario che cala. e buonanotte.

dotting
Messaggi: 955
Iscritto il: lun nov 20, 2006 9:48 pm

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da dotting » lun apr 04, 2011 5:55 pm

Il risparmio e l'efficenza energetica non è decrescita.
Se le nostre case sono in classe G o peggio, per assurdo noi italiani siamo più favoriti di austriaci, tedeschi, svizzeri e altri che costruiscono da sempre case ben isolate.
Noi abbiamo un generatore, il sole, che austriaci svizzeri, tedeschi e altri si possono semplicemente scordare.
Basta saper incentivare gli interventi tesi al risparmio energetico, a cominciare dal domestico, ma non solo e promuovere l'utilizzo delle fonti di energia rinnovabili.
Ma per far questo serve un Piano Energetico Nazionale che fissi scopi e obbiettivi nel breve e lungo periodo.
Ma qui si naviga a vista o come disse la Prestigiacomo a Tremonti: se non vogliamo perdere le elezioni non è più il caso di spingere per il nucleare.
Chiaro esempio di programmazione lungimirante!
Dopo aver fatto il terzo conto energia dopo appena due mesi l'hanno ritirato e adesso siamo al quarto conto energia, privo però dei decreti attuativi.
Siamo su scherzi a parte.

Avatar utente
specialdue
Messaggi: 620
Iscritto il: mer set 30, 2009 1:41 pm
Controllo antispam: cinque
Località: EMILIA R.

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da specialdue » lun apr 04, 2011 6:49 pm

AndyB72 ha scritto:
specialdue ha scritto:Dopo la catastrofe Bp 2010,ora catastrofe nucleare peggiora di giorno in giorno,un parco fotovoltaico che danni potrebbe creare nella peggiore delle ipotesi...
NO AL NUCLEARE
Senza volerne fare una questione politica io penso che dire "no al nucleare" sia troppo superficiale, perchè mi sorgono spontanee alcune domande:
- basterebbe il Solare a coprire le esigenze energetiche che abbiamo?
- quante centrali nucleari ci sono in Europa, nei nostri stati confinanti che ci vendono l'energia che producono?
- che tipo di rischio effettivo comportano le centrali di nuova tecnologia?
- quanto inquinamento in meno si avrebbe grazie a una centrale nucleare rispetto alle attuali centrali a carbone e simili?
Ma credi davvero che l'energia data dal nucleare te la regalerrebbero( come il diesel che costava meno della benzina fra poco costeranno uguale)?Ho 45 anni e da quasi 30 sono contrario al nucleare,non decido in base alla politica.Non ho scritto di utilizzare soltanto energia data dal sole(fv e solare termico)-terra-vento-acqua.Come e' gia' stato scritto le centrali hanno una scadenza e dopo? oltre alle scorie dove le mettiamo una volta dismesse ricoperte da una colata di cemento.Che i nostri stati confinanti le abbiano saran problemi o benefici loro,da me distano almeno 500km piuttosto che caorso a 70 km.Certamente bisogna diminuire anche la richiesta energia con edifici efficenti.Non hanno detto che se fanno le centrali nucleari dismettono quelle a carbone

AndyB72
Messaggi: 1933
Iscritto il: mar giu 23, 2009 9:56 am
Controllo antispam: diciotto
Località: prov. di Udine
Contatta:

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da AndyB72 » lun apr 04, 2011 6:58 pm

Ho capito quello che vuoi dirmi, ma non ho ancora capito come affronteresti il problema *energia* visto che il solo fatto di risparmiarla costruendo case più coimbentate non credo sia sufficiente visto che comunque i consumi sono in aumento a causa dello stile di vita "moderno".

Pensa solo a quanti condizionatori entrano in funzione in Estate e quanti entravano in funzione 20 anni fa...e 20 anni fa non c'era meno caldo di adesso o case più coimbentate, anzi...sono gli stili di vita che cambiano e in realtà pochi fra noi sarebbero davvero disposti a tornare indietro.

dotting
Messaggi: 955
Iscritto il: lun nov 20, 2006 9:48 pm

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da dotting » lun apr 04, 2011 7:17 pm

AndyB72 ha scritto: visto che comunque i consumi sono in aumento a causa dello stile di vita "moderno".

Pensa solo a quanti condizionatori entrano in funzione in Estate e quanti entravano in funzione 20 anni fa...e 20 anni fa non c'era meno caldo di adesso
Consumi in aumento, non diciamo fesserie, leggi attentamente, magari basta che veda solo i grafici:
http://it.wikipedia.org/wiki/Produzione ... _in_Italia

20 anni fa non c'era meno caldo!!!! Ma se tutti i meteorologi affermano il contrario.
Personalmente grazie al FV in estate con il condizionatore acceso di giorno, quando c'è più caldo, non prelevo dalla rete un solo kWh.

Ficcati bene in testa questo passo:
Per quanto riguarda la potenza installata (ovvero la potenza massima erogabile dalle centrali), l'Italia è tecnicamente autosufficiente; le centrali esistenti a tutto il 2009 sono infatti in grado di erogare una potenza massima netta di circa 101 GW[6] contro una richiesta massima storica di circa 56,8 GW (picco dell'estate 2007[4]) nei periodi più caldi estivi.

Avatar utente
specialdue
Messaggi: 620
Iscritto il: mer set 30, 2009 1:41 pm
Controllo antispam: cinque
Località: EMILIA R.

Re: sole-terra-vento acqua, sfruttiamoli

Messaggio da specialdue » lun apr 04, 2011 7:39 pm

Andy,se uno isola(con isolanti giusti) spero che ne tragga benefici anche d'estate (riducendo al minimo l'uso del climatizzatore ) con tutti i post che abbiamo scritto mi sembra che abbiamo capito tutti che pareti dobbiamo fare nella propria zona.Il solare termico puo' ridurre i consumi di lavatrice e lavastoviglie.Lampade ormai sono tutte a basso consumo.Non vedo che richiesta in piu' di energia ci debba essere,naturalmente il discorso vale anche per i centri commerciali ,qui da me vedo che gli ultimi anni finalmente sono tutti con fv a volte solaretermico che copre energia consumata,e finalmente disegnati in modo da sfruttare anche luce naturale.

Rispondi