MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

AndyB72
Messaggi: 1933
Iscritto il: mar giu 23, 2009 9:56 am
Controllo antispam: diciotto
Località: prov. di Udine
Contatta:

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da AndyB72 » ven ott 09, 2009 7:15 pm

... dunque limitando la fiamma con acqua in basso in automatico(se preso in tempo)la struttura dovrebbe non subire grosse lesioni,in ogni caso i travetti si possono cambiare non e' una cosa impossibile
Domanda seria e non provocatoria (è necessario specificarlo sempre? :)): ma in caso di incendio, se una casa in legno viene innondata d'acqua per spegnerlo, non ci sarebbero grossissimi problemi considerando che l'acqua stessa è nemica dei vari isolanti e del legno?

utente77
Messaggi: 60
Iscritto il: gio giu 25, 2009 8:22 pm
Controllo antispam: cinque

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da utente77 » ven ott 09, 2009 7:43 pm

Materiali come lana minerale, lana di lino/pecora o similare andrebbero sostituiti se bagnati in maniera pesante (diciamo gli isolanti nei solai e nelle pareti!!!)

Altri materiali, come la fibra di legno (che è più compatta), reagiscono meglio e in parte riescono a "trasudare" l'acqua man mano...

Comunque dovrebbe essere valutato di caso in caso con un perizia per vedere cosa si può salvare... Ma gran parte del materiale isolante andrebbe cambiato purtoppo perchè sarebbe compromesso il rendimento del materiale stesso...

Per il legno lamellare vedo molti meno problemi...

arch.uterzi
Messaggi: 818
Iscritto il: dom giu 01, 2008 6:08 pm

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da arch.uterzi » ven ott 09, 2009 8:43 pm

Akcune brevissime considerazioni:
1) il fuoco è un problema serio, che ha a che fare con la sicurezza delle persone;
2) tutte le tipologie di case (legno/laterocemento/altro) ospitano materiali infiammabili, pertanto tutte possono potenzialmente bruciare;
3) i problemi maggiori di un incendio non sono tanto dati dal fuoco ma dal fumo: esso a volte stordisce le persone ed è proprio per questo che dev'essere garantito un adeguato numero di minuti per consentire la fuga;
4) esistono molti modi per impedire il propagarsi di fuoco e fiamme (cartongesso, etc.) ma non esiste barriera contro la superficialità umana;
5) abbiate fiducia nelle vostre case in legno: sono le uniche che bruceranno progressivamente in tempi certi senza crollarvi addosso all'improvviso.

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da franco mori » sab ott 10, 2009 9:06 am

alla fine penso che sia meglio sperare che la casa non prenda fuoco!!!!

sicuramente bagnarle all' interno comportera' dei danni comunque ma inferiori a dover rifare la casa...

per montata....io ho visto i danni provocati dal fuoco e ti garantisco che veramente sembrava ci fosse caduto un meteorite...

alla fine penso che l'ultimo intervento dell arch uterzi rappresenti bene la realta delle cose....

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da franco mori » sab ott 10, 2009 9:09 am

scusa era per special due .....

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da franco mori » sab ott 10, 2009 9:21 am

per montata

sarebbero gli utlimi 30 minuti della tua vita...... :wink:

Avatar utente
specialdue
Messaggi: 620
Iscritto il: mer set 30, 2009 1:41 pm
Controllo antispam: cinque
Località: EMILIA R.

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da specialdue » sab ott 10, 2009 9:53 am

Precauzioni:in due abitazioni in legno in austria ho notato che erano dotate di rilevatori antincendio(non penso siano costi eccessivi), un estintore in casa non fa mai male(io li ho e la mia casa purtroppo... e' in laterizio),piano cottura a induzione invece che gas metano o bombola,niente moquette,attacco dell'acqua esterno vicino all'ingresso;negli ultimi anni vedo che molte case scoppiano (per bombola o perdita interna gas),incendio molto spesso e' causato dal passaggio della canna fumaria tra interno ed esterno in un tetto in legno,o camini aperti senza vetro di protezione.Ciao

cavallopazzo83
Messaggi: 1226
Iscritto il: lun set 14, 2009 10:45 am
Controllo antispam: cinque

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da cavallopazzo83 » lun ott 12, 2009 9:02 am

specialdue ha scritto:Precauzioni:in due abitazioni in legno in austria ho notato che erano dotate di rilevatori antincendio(non penso siano costi eccessivi), un estintore in casa non fa mai male(io li ho e la mia casa purtroppo... e' in laterizio),piano cottura a induzione invece che gas metano o bombola,niente moquette,attacco dell'acqua esterno vicino all'ingresso;negli ultimi anni vedo che molte case scoppiano (per bombola o perdita interna gas),incendio molto spesso e' causato dal passaggio della canna fumaria tra interno ed esterno in un tetto in legno,o camini aperti senza vetro di protezione.Ciao
quoto

Avatar utente
tmx64
Messaggi: 2450
Iscritto il: gio lug 02, 2009 3:25 pm
Controllo antispam: diciannove
Località: Milano
Contatta:

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da tmx64 » lun ott 12, 2009 4:08 pm

franco mori ha scritto:.... mi interesserebbe approfondire il punto della certificazione REI o R dir si voglia.....
Certificare o verificare una struttura in legno dal punto di vista strutturale (R ma non REI) è relativamente semplice. Si tratta di una verifica statica basata su dei calcoli (ai "bei tempi" si usava la normativa UNI 9504). Si considera il fatto che il legno possa bruciare senza perdere le sue caratteristiche strutturale per un certo periodo i tempo. Tutto ciò si dimostra tramite un calcolo statico. In genere una struttura in legno a vista, dimensionata per i carichi statici da normativa, avrà in linea di massima sempre già una resistenza al fuoco di almeno 30 minuti (anche travetti con base minore di 12 cm).
Tutte le grandi coperture in legno che vediamo (palestre, centri commerciali,...) possono bruciare ma non crolleranno per almeno il tempo previsto dai calcoli (in genere 60 o 90 minuti). Ai vigili del fuoco, più che il fatto che una struttura possa bruciare, interessa di più che la struttura abbia un comportamento prevedibile durante l'incendio. Strutture in legno hanno questa caratteristica.

Certificare o verificare un elemento dal punto di vista complessivo REI è più complicato. Posso fare un campione di parete e sottoporlo a verifica da un ente certificatore (tipo Istituto Giordano), posso utilzzare certificazioni per situazioni simili alla mia,....Alla fine però l'ultima parola l'avranno sempre i vigili del fuoco.

Alcune mie considerazioni aggiuntive:
- Sono discorsi che in genere non vengono applicati a case monofamiliari ma ad edifici più grandi e/o pubblici.
- Se ho delle perplessità sulla mia casa, più che la durata certificata, sarebbe da valutare il "carico d'incendio", ovvero tutto ciò che può prendere fuoco: i mobili, la moquette, il tetto a vista,...
- Sicuramente il passaggio della canna fumaria attraverso il tetto in legno, dal punto di vista di sicurezza incendio, è il punto (l'unico) critico dell'edificio
- Una casa che brucia per 60 minuti, che sia in muratura o che sia in legno,......non so quanto riesco a recuperare o quale casa avrà avuto meno problemi!!!!
- Faccio l'ottimista: quante persone conoscete a cui è bruciata la casa? Io nessuna!

ciao
tmx

Avatar utente
franco mori
Messaggi: 4971
Iscritto il: lun ago 17, 2009 10:10 am
Controllo antispam: Diciotto

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da franco mori » lun ott 12, 2009 4:50 pm

per tmx

e' vero che l' incendio e' un evento raro e tutti speriamo che non succeda a noi. Io pero' ho visto un programma alla tv dove una ditta ( la Rasom...che non e' quella che vendo io...) ha costruito ed incendiato due case uguali una in muratura ed una in legno. Quando si e' riusciti a spegnere il fuoco quella in muratura e' stata abbattuta mentre quella in legno e' stata salvata cambiando solo qualche parete e soletta....

Avatar utente
specialdue
Messaggi: 620
Iscritto il: mer set 30, 2009 1:41 pm
Controllo antispam: cinque
Località: EMILIA R.

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da specialdue » lun ott 12, 2009 5:39 pm

due tetti bruciati,entrambi perche non avevano fatto correttamente il passaggio del camino da interno ad esterno...non sono stato io :lol:

cavallopazzo83
Messaggi: 1226
Iscritto il: lun set 14, 2009 10:45 am
Controllo antispam: cinque

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da cavallopazzo83 » mar ott 13, 2009 7:51 am

specialdue ha scritto:due tetti bruciati,entrambi perche non avevano fatto correttamente il passaggio del camino da interno ad esterno...non sono stato io :lol:
Non è tanto il camino che brucia un tetto, sopratutto se è refrattario incamiciato, non ti crea nessun problema.
Il tetto ventilato brucia bene per il teorema di Venturi...brucia che è una meraviglia..

Avatar utente
specialdue
Messaggi: 620
Iscritto il: mer set 30, 2009 1:41 pm
Controllo antispam: cinque
Località: EMILIA R.

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da specialdue » mar ott 13, 2009 11:20 am

cavallopazzo83 ha scritto:
specialdue ha scritto:due tetti bruciati,entrambi perche non avevano fatto correttamente il passaggio del camino da interno ad esterno...non sono stato io :lol:
Non è tanto il camino che brucia un tetto, sopratutto se è refrattario incamiciato, non ti crea nessun problema.
Il tetto ventilato brucia bene per il teorema di Venturi...brucia che è una meraviglia..
Purtroppo era canna inox semplice mal coibentata in entrambi i casi senza ulteriore protezione con blocco leca,essendo poi in mansarda il caminetto, immagina quanti gradi era l'acciaio a contatto con isolante e legno

cavallopazzo83
Messaggi: 1226
Iscritto il: lun set 14, 2009 10:45 am
Controllo antispam: cinque

Re: MA LE CASE DI LEGNO PRENDONO FUOCO???

Messaggio da cavallopazzo83 » mar ott 13, 2009 1:43 pm

specialdue ha scritto:
cavallopazzo83 ha scritto:
specialdue ha scritto:due tetti bruciati,entrambi perche non avevano fatto correttamente il passaggio del camino da interno ad esterno...non sono stato io :lol:
Non è tanto il camino che brucia un tetto, sopratutto se è refrattario incamiciato, non ti crea nessun problema.
Il tetto ventilato brucia bene per il teorema di Venturi...brucia che è una meraviglia..
Purtroppo era canna inox semplice mal coibentata in entrambi i casi senza ulteriore protezione con blocco leca,essendo poi in mansarda il caminetto, immagina quanti gradi era l'acciaio a contatto con isolante e legno
Io sapevo che le canne fumarie inox le usavano solo per le caldaie a condensazione che emettono fumi freddi e non scaldano l'acciaio...Ad ogni modo, preferibilmente io uso sempre una canna in cemento vibrato, fatta da moduli 30x30x30 ( misure esterne ), con camicia refrattaria all'interno, tra la camicia e lo spazio dei blocchi vibrati riempiamo con lana di roccia, il tutto viene sigillato con aposito sigillante/colla, e rivestito esternamente in cartongesso sulle case in legno, smaltato sulle case tradizionali.

Rispondi