RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

verba10
Messaggi: 19
Iscritto il: mar giu 09, 2009 6:45 pm
Controllo antispam: cinque

RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da verba10 » sab lug 25, 2009 11:14 am

Buongiorno a tutti...
ho visto che molte aziende stanno proponendo il riscaldamento-raffreddamento ad aria per questo tipo di abitazioni.
Alcune aziende tedesche lo usano proprio di serie....
So che la Daikin sta proponendo con successo questo sitema, che permette di non collegare il gas e che con un bel impianto fotovoltatico di risparmiare un bel pò nella bolletta luce...
Voi che ne dite???!
L'idea comune è sempre quella del riscaldamento a pavimento...ma dopo aver visitato 5 case dove tutti lo hanno fatto...ma nessuno mai usato....credo sia giusto provare ad ascoltare chi di queste case ne capisce un pò...

Il vostro parere??
Grazie Paolo

Avatar utente
Bandito
Messaggi: 529
Iscritto il: mar mar 03, 2009 11:02 am

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da Bandito » lun lug 27, 2009 12:58 pm

verba10 ha scritto:.ma dopo aver visitato 5 case dove tutti lo hanno fatto...ma nessuno mai usato....credo sia giusto provare ad ascoltare chi di queste case ne capisce un pò...
Cosa intendi per "mai usato"?
Non hanno ancora "visto" un inverno, oppure l'isolamento è tale che il riscaldamento a pavimento nn è necessario?
Se fosse così, meglio un impianto tradizionale?

Il riscaldamento ad aria mi sembra un'ottima idea, ma solo se abbinata ad un serio impianto fotovoltaico, ma potrebbero nascere altri problemi..i costi di realizzazione, dover "prelevare corente" dalla tua azienda elettrica per riscaldarti la notte ecc.ecc ne vale la pena?

Bandito

AndyB72
Messaggi: 1933
Iscritto il: mar giu 23, 2009 9:56 am
Controllo antispam: diciotto
Località: prov. di Udine
Contatta:

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da AndyB72 » lun lug 27, 2009 3:13 pm

Scusate l'ignoranza, ma il riscaldamento/raffrescamento ad aria non significa "muovere la polvere di casa" con tutti i relativi problemi?

Io ho sempre letto che la pompa di calore e il riscaldamento dato da un condizionatore può essere utile per "scaldare in fretta" un ambiente, ma che poi il caldo prodotto dallo stesso ha un "tepore" diverso che il senso di caldo che altri tipi di riscaldamento offrono...

verba10
Messaggi: 19
Iscritto il: mar giu 09, 2009 6:45 pm
Controllo antispam: cinque

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da verba10 » lun lug 27, 2009 5:35 pm

In realtà tutti hanno passato già 2 inverni in casa...e con una banale stufa hanno riscaldato il tutto...
anzi ho visto una casa con una splendida stube centrale e in pieno inverno c'erano 28 gradi....
Tutti mi hanno detto.." ho fatto il riscaldamento a pavimento....ma se lo sapevo..mai usato!"....

Sul movimento della polvere...ho pure io dei dubbi....di sicuro le macchine hanno dei filtri particolari...

HI-TECH
Messaggi: 51
Iscritto il: gio apr 16, 2009 10:06 pm
Località: prov. Varese

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da HI-TECH » mar lug 28, 2009 1:01 pm

Qualche anno fa mi sono imbattuto nel progettare in un sistema di riscaldamanto con ventilazione...

La faccio breve dicendo due cose fondamentali che ho potuto notare facendo test energetici e di riscaldamento: differenza sostanziale tra riscaldare per irraggiamento o per convezzione.

Mi spiego meglio... se scaldi una casa con i normali termosifoni hai sia l'effetto convettivo (scaldi l'aria) che l'effetto di irraggiamento ( irraggi e riscaldi le cose), mentre se scaldi solamente per convezzione (tramite l'aria) scaldi solo l'aria stessa...

Per avere un buon grado di confort si devono avere limitate escursioni termiche nell'intorno della temperature impostata, e questo si ottiene avendo una buona "massa termica" cioè scaldando le cose ( pareti, arredi, ecc).

Io ho potuto notare che quando si scalda solamente l'aria si ha una maggior velocità di riscaldamento, ma solo dell'aria, infatti appena l'impianto si spegne la temperatura crolla repentinamente.

Dai bilanci energetici che avevo potuto ricavare dai test avevo notato che un sistema tradizionale di claoriferi consumava meno energia di un sistema a ventilazione.

Non prendete per oro colato ciò che vi ho detto, questa è stata una mia esperienza personale sul campo, NON VUOLE ESSERE LEGGE.

Personalmente non farei un impianto di riscaldamento ad aria, ma rimane pur sempre un giudizio personale.

Vorrei far notere che un tipo di riscaldamento molto confortevole è quello dato dalle "stube" che sono proprio stufe che operano un riscaldamento combinato irraggiamento/convezione.

dotting
Messaggi: 955
Iscritto il: lun nov 20, 2006 9:48 pm

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da dotting » gio lug 30, 2009 6:32 am

Queste sono le curve di benessere termico ottenute da Fanger e Olesen su un campione di 1500 intervistati:
Immagine

Le stube hanno le stesse identiche caratteristiche di un termosifone localizzato.

verba10
Messaggi: 19
Iscritto il: mar giu 09, 2009 6:45 pm
Controllo antispam: cinque

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da verba10 » gio lug 30, 2009 8:31 am

Bel grafico...
però credo si debba considerare anche il tipo di casa di cui stiamo parlando....credo questo si riferisca all'edilizia tradizionale non a pareti in legno ....

dotting
Messaggi: 955
Iscritto il: lun nov 20, 2006 9:48 pm

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da dotting » gio lug 30, 2009 8:39 am

Il tipo di casa non c'entra un fico secco.

verba10
Messaggi: 19
Iscritto il: mar giu 09, 2009 6:45 pm
Controllo antispam: cinque

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da verba10 » gio lug 30, 2009 9:46 am

Perchè scusa??
Credo che una casa con alta coimbentazione termica...abbia un "effetto calore" ben diverso da una in muratura...no???!!

dotting
Messaggi: 955
Iscritto il: lun nov 20, 2006 9:48 pm

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da dotting » gio lug 30, 2009 10:10 am

In termotecnica esiste il termine "coibentazione termica" non esiste il termine "effetto calore".
Io posso progettare una parete multistrato in "edilizia tradizionale" che ha il doppio della "coibentazione termica" di una data "parete in legno".
Ma questo con il titolo del post "RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?" continua a non entrarci un fico secco.

verba10
Messaggi: 19
Iscritto il: mar giu 09, 2009 6:45 pm
Controllo antispam: cinque

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da verba10 » ven lug 31, 2009 11:02 am

Ho capito...ti chiami dotting...perchè sai tutto tu!!
Va ben mi dispiace...ma la cortesia vedo che non è di casa...

Magari se provi a spiegare in maniera semplice le cose...più persone potrebbero capire...non solo io....
Alla fine non ho comunque capito...cosa ne pensi tu!!

Grazie e buona giornata! :D

Emc
Messaggi: 2547
Iscritto il: mar gen 09, 2007 2:23 pm
Località: Mantova
Contatta:

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da Emc » ven lug 31, 2009 3:03 pm

Credo che gli effetti di un sistema riscaldante possano essere differenti se li andiamo a considerare all'interno di un edificio in legno piuttosto che in muratura. Un volume racchiuso da pareti di legno a parità di temperatura e sistema riscaldante, diversamente dallo stesso volume in muratura avrà delle "reazioni" per forza differenti. Le pareti in legno tenderanno a riscaldarsi e mantenere una temperatura propria sensibilmente maggiore che le stesse in muratura e credo, e dico credo, questo indurrà a creare un microclima se non altro differente che nell'analogo spazio in muratura. Questo infuirà sulla percezione sensoriale oltre che probabilmente sull'economia dei moti d'aria. Una semplice considerazione provata sulla mia pelle che non ha pretesa di essere scienza.
Un saluto

dotting
Messaggi: 955
Iscritto il: lun nov 20, 2006 9:48 pm

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da dotting » ven lug 31, 2009 3:39 pm

Emc ha scritto: Le pareti in legno tenderanno a riscaldarsi e mantenere una temperatura propria sensibilmente maggiore che le stesse in muratura
Assolutamente errato la capacità di un materiale di "riscaldarsi e mantenere una temperatura propria sensibilmente maggiore" rispetto ad un altro dipende esclusivamente dalla sua massa.
Ragazzi quando non avete alcuna base di termotecnica, evitate.....

luigi09
Messaggi: 39
Iscritto il: lun mar 30, 2009 8:46 am

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da luigi09 » sab ago 08, 2009 10:09 pm

Chiniamo tutti la testa ... ha parlato il dottore ingegnere!!! ... lui si che ha le basi!!!
Certo le basi dell'educazione sono abbastanza carenti e conoscere meglio di altri certi argomenti non sono di molto aiuto ...

Probabilmente tutti sanno, anche i termotecnici, che esitono 2 tipi di calore: quello percepito e quello reale misurato in gradi centigradi: qui tutti probabilmente si stanno riferendo al calore percepito che è influito da vari fattori tra cui il grado di isolamento di una parete (nel caso di una casa) o delle finestre.
E' quindi molto importante sapere il tipo di abitazione, il grado di isolamento dei vari elementi e specialmente le abitudini di una particolare famiglia prima di consigliare un tipo di riscaldamento al posto di un altro.
E' normalmente vero che una casa con pareti in legno hanno un isolamento maggiore di una casa con pareti in muratura normalmente costruita (anche se si arriva facilmente alla casa passiva anche con le pareti in muratura ... sempre che i progettisti sappiano come farlo) e quindi il tipo di riscaldamento, il suo ammortamento e il confort variano molto.
I sistemi ad aria sono utilizzati normalmente in tutto il nord America e nei paesi del nord Europa sempre nelle case molto isolate.
Lasciando da parte il Nord America dove i discorsi sono più complicati, in Europa si usa questo impianto perchè è molto efficiente, cioè in pochisssimo tempo riporta la temperatura a regime a costi molto bassi anche perchè è sempre collegato all'impianto di ricircolo dell'aria.
Il calore percepito è sicuramente diverso in una abitazione in legno confrontata a quella in muratura per vari motivi dovuti ai materiali (più o meno massa, presenza dell'intonaco che gestisce l'umidità ecc.).
Alla domanda finale se è bene usare un riscaldamento ad aria io risponderei così: io non lo considero migliore di altri ... per il mio stile di vita e per la mia casa è quello che preferisco.
Luigi
P.S.: esistono molti sistemi di riscaldamento ad aria ... è bene saperne i vantaggi e gli svantaggi

Moro
Messaggi: 55
Iscritto il: ven mag 16, 2008 1:10 pm
Località: Faenza, Romagna

Re: RISCALDAMENTO AD ARIA...COSA NE PENSI?

Messaggio da Moro » lun ago 10, 2009 9:12 am

ciao Luigi, puoi descrivere meglio il tipo di impianto che hai tu?
grazie mille

Rispondi