La Classe A è così indispensabile?

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Avatar utente
Bandito
Messaggi: 529
Iscritto il: mar mar 03, 2009 11:02 am

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da Bandito » lun mar 23, 2009 12:12 pm

mrtambourineman ha scritto:ciao bandito, tu dici "devo spendere più soldi in prodotti isolanti che per il resto della costruzione", mi dispiace ma non ci credo!
ciao!!
la mia era una provocazione!!!

Buona giornata

arch.uterzi
Messaggi: 818
Iscritto il: dom giu 01, 2008 6:08 pm

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da arch.uterzi » lun mar 23, 2009 2:01 pm

E' sul concetto di compromesso che occorre fare chiarezza.
Spendere oggi il meno possibile, spendendo poi moltissimo nei prossimi 50 anni non è un compromesso, è una stupidaggine.
Spendere pochissimo in generale e moltissimo per una cosa inutile, ma "fashion", non è un compromesso, è una stupidaggine.
Affidarsi ciecamente a qualunque "esperto" non è un compromesso, è una stupidaggine.

Avatar utente
Bandito
Messaggi: 529
Iscritto il: mar mar 03, 2009 11:02 am

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da Bandito » lun mar 23, 2009 5:38 pm

Quoto l'architetto
e parlando di compromesso, lasciamo stare quello quotidiano con la moglie.....
qual'è!?, se c'è , la soluzione migliore per avere un buon compromesso estate/inverno?
xchè tutti i produttori, durante la vendita sottolineano le capacità d'isolamento invernale, dati tecnici,consumi, risparmi e quando gli chiedi: " ma, in estate?", ti rispondono solamente "sono fresche, nn si preoccupi" ?

Scusate se dico delle cavolate... sono miei pensieri personalissimi.

Ciao
Bandito

Giò
Messaggi: 17
Iscritto il: gio mar 12, 2009 5:27 pm

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da Giò » lun mar 23, 2009 6:02 pm

Bandito ha scritto:Quoto l'architetto
e parlando di compromesso, lasciamo stare quello quotidiano con la moglie.....
qual'è!?, se c'è , la soluzione migliore per avere un buon compromesso estate/inverno?
xchè tutti i produttori, durante la vendita sottolineano le capacità d'isolamento invernale, dati tecnici,consumi, risparmi e quando gli chiedi: " ma, in estate?", ti rispondono solamente "sono fresche, nn si preoccupi" ?

Scusate se dico delle cavolate... sono miei pensieri personalissimi.

Ciao
Bandito
Ti quoto Bandito i tuoi pensieri sono anche i miei...
Ma ce la faremo vedrai, in barba a tutti i produttori/rappresentanti :wink:
Ciao

luigi09
Messaggi: 39
Iscritto il: lun mar 30, 2009 8:46 am

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da luigi09 » lun mar 30, 2009 9:52 am

Riprendo l'argomento abbandonato da qualche giorno con la visione di un agente di case in legno.
Il "meglio" è sempre stato ricercato da ogni singola persona: quando si parla di case è importante la struttura (sistema costruttivo, isolamenti, manutenzione, durata ecc) ma anche il confort, la distribuzione dei locali, la possibilità di modifiche future ecc.
Raggiungere la classe A per la maggiorparte delle aziende di case prefabbricate è abbastanza semplice: basta progettare bene (e questo dipende dal progettista) e aggiungere un impianto di ricircolo dell'aria con recupero di calore. Costo effettivo circa 10.000 € se avete avuto la fortuna di affidarvi ad un progettista che sappia qualcosa di orientamento della casa.
Per arrivare in casa passiva la cosa è invece un pò più complicata: importante progettazione (sono pochi quelli che lo sanno fare), isolamenti normali o poco più, serramenti con isolamento elevato (finestre passive con u 0.7) e l'immancabile riricolo dell'aria. Costo effettivo in più rispetto ad una casa in classe B circa 15/20.000.
In entrambi i casi (classe A e passiva) la spesa sostenuta sarà difficilmente ammortizzabile e in fatto di inquinamento non avrò grandissimi vantaggi.
A chi mi parla di casa passiva o classe A la prima domanda che gli faccio è: perchè? se è per il risparmio non lo consiglio, se è per il confort ... beh qui se ne può parlare, se è per l'inquinamento gli consiglio di spendere la stessa cifra in pannelli fotovoltaici (molto meno inquinamento e vantaggio futuro per la resa dell'investimento) se vuole rimanere nel campo della casa.
Il certificato in classe A o passiva potrebbe avere un valore effettivo (cosa di cui ne sono molto sicuro) in un futuro quando venderò la casa: anche questo è da considerare.

Certo io parlo di case prefabbricate in legno e fatte da aziende che sanno quello che fanno (sfortunatamente in Italia non è sempre vero). Nel caso della muratura invece le cose cambiano molto perchè le variabili sono tante e troppi sono quelli che dicono cose che non corrispondono al vero: chiedete informazioni a chi fa le analisi dei fabbricati con le telecamere agli infrarossi!

Luigi

spily
Messaggi: 12
Iscritto il: sab ago 05, 2006 3:00 pm
Controllo antispam: cinque
Contatta:

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da spily » gio apr 02, 2009 8:29 am

Ciao a tutti,
riporto la nostra esperienza:
abitiamo in una casa prefabbricata in legno da settembre 2007. Durante la costruzione abbiamo scelto di mettere tutti gli impianti che andavano messi inizialmente o mai più.
Tra questi rientra il sistema di ventilazione forzata con recupero termico (vedi argomento "Ricircolo aria SI o NO" sempre in questo forum)
Quando abbiamo fatto certificare casa, il tecnico certificatore ha verificato che siamo entrati in classe A solo grazie al sistema di ventilazione. Senza di questo saremmo finiti in classe B.

In conclusione?

Una casa senza ventilazione, a mio avviso, è comunque una casa ottima e "risparmiosa". La ventilazione ha si qualche ripercussione sui consumi (evito di aprire le finestre e sprecare calore durante l'inverno) ma serve prevalentemente a migliorare la qualità dell'aria interna e quindi della vita.

Se tornassimo indietro rifaremmo le stesse scelte ma non criticherei chi non mette la ventilazione finendo in classe B. Tanto di cappello anche a questa categoria, lontana anni luce dalla media delle case italiane

ciao
Luca

mbisco
Messaggi: 24
Iscritto il: lun nov 12, 2007 3:53 pm
Località: Porcia (PN)
Contatta:

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da mbisco » sab apr 04, 2009 10:16 am

Buogiorno a tutti, ho letto alcune riflessioni sul tema indicato e devo dire che sono in totale disaccordo con voi......la casa, secondo me, non deve essere in classe A ma DEVE essere bioPASSIVA!!! E' vero sono di parte perchè sono un'architetto che progetta case biopassive, ma le ragioni che mi portano a seguire, nella mia professione tale linea, è dettata da una serie di motivi. Prima di tutto bisogna smentire che la casa passiva sia per ricchi!!!......l'esperienza mi dice che chiunque abbia dei soldi per farsi una casa ha i soldi per farsi una casa biopassiva. Dobbiamo smettere di avere un'approccio solo dimensionale della propria casa: ho bisogno di tot. mq e, di conseguenza, spalmo il budget sui mq previsti. Per me l'approccio corretto è di stabilire di volere una casa efficiente colmando gli extracosti togliendo, anche, inutili finiture, e, se serve, riducendo la dimensione dell'edificio prevedendo, magari, ampliamenti successivi (parzialmente finanziati dal risparmio dato da una casa passiva). E' chiaro che ci deve essere anche una progettazione attenta (conflitto d'interesse!!) ad ottenere forme compatte, zero ponti termici, orientamento solare corretto, superfici vetrate protette d'estate e soleggiate d'inverno.......ecc. solo così posso pensare di contenere gli extracosti della casa passiva. Il mio cliente non è il riccone (ahime) ma la persona comune che capisce che si può fare. Avere una casa efficiente ce lo impone questo momento storico.....ci sarà un motivo per cui a Francoforte dal novembre scorso il comune concede concessioni edilizie solo a chi realizza edifici passivi!!!!....come al solito noi arriviamo dopo, ma quella è la prospettiva.

robrossi

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da robrossi » dom apr 05, 2009 10:48 am

mbisco ha scritto:Buogiorno a tutti, ho letto alcune riflessioni sul tema indicato e devo dire che sono in totale disaccordo con voi......la casa, secondo me, non deve essere in classe A ma DEVE essere bioPASSIVA!!!
Ovviamente tu vivi in una casa Bio passiva e il tuo studio è bio passivo .
Chi ti contatterà lo verificherà certamente :wink:

Ciao

Roby

mbisco
Messaggi: 24
Iscritto il: lun nov 12, 2007 3:53 pm
Località: Porcia (PN)
Contatta:

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da mbisco » lun apr 06, 2009 8:04 am

Si vivo in una casa passiva ma non ho ancora uno studio passivo.....visto che sono in affitto!

robrossi

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da robrossi » lun apr 06, 2009 8:32 am

mbisco ha scritto: ma non ho ancora uno studio passivo.....visto che sono in affitto!
Appunto .... si fa quello che si può ... :wink:

Ciao

Roby

mbisco
Messaggi: 24
Iscritto il: lun nov 12, 2007 3:53 pm
Località: Porcia (PN)
Contatta:

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da mbisco » lun apr 06, 2009 8:45 am

Certo si fa quel che si può....ma se riesco a farmi l'ufficio sarà sicuramente passivo!!!!

robrossi

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da robrossi » lun apr 06, 2009 3:40 pm

Quando riuscirai e se ci riuscirai .... ne parlerai .... per ora fai anche tu quello che fanno gli altri .... il meglio delle tue possibilità anche economiche :wink:

Ciao

Roby

Montata
Messaggi: 663
Iscritto il: mer giu 25, 2008 2:36 pm
Località: Milano

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da Montata » mar apr 07, 2009 10:12 am

robrossi ha scritto:Quando riuscirai e se ci riuscirai .... ne parlerai .... per ora fai anche tu quello che fanno gli altri .... il meglio delle tue possibilità anche economiche :wink:

Ciao

Roby
Se parlassimo solo di quello che abbiamo già fatto staremmo in silenzio.

Ciao :wink:
M

robrossi

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da robrossi » mar apr 07, 2009 10:39 am

E videntemente non hai capito il senso del mio intervento .
In ogni caso spesso sarebbe meglio che qualcuno, che non ha fatto proprio nulla , si armi di buon silenzio prima di parlare di esperienze che non conosce (parere personale) .

Il senso era comunque chiaramente questo : se un tecnico mi scrive a caratteri cubitali : SI DEVE FARE LA CASA BIOPASSIVA ..... e dopo se ne sta in uno studio (e forse anche in una casa) di cemento armato ... perchè .... poverino ... è in affitto .... forse è meglio che ragioni sul fatto che tutti faranno ciò che potranno esattamente come lui sta facendo.... e se la casa che dovrà progettare domani per il suo cliente sarà in classe B o C .... si DOVRA' complimentare con i suoi clienti che comunque staranno facendo una scelta (anche di vita) già fattivamente migliore della sua .

Hai capito ora ? Era diffficile :wink: ?

Chiaramente ognuno parli come desidera ..... ci mancherebbe !!!

SI DEVE GUADAGNARE DI PIU' !! SI DEVE VIVERE FINO A CENTO ANNI !! SI DEVE !!! SI DEVE !!! ..... :lol: :lol: :lol: :lol:

Ciao

Roby

Montata
Messaggi: 663
Iscritto il: mer giu 25, 2008 2:36 pm
Località: Milano

Re: La Classe A è così indispensabile?

Messaggio da Montata » mar apr 07, 2009 11:28 am

robrossi ha scritto:E videntemente non hai capito il senso del mio intervento .
In ogni caso spesso sarebbe meglio che qualcuno, che non ha fatto proprio nulla , si armi di buon silenzio prima di parlare di esperienze che non conosce (parere personale) .

Il senso era comunque chiaramente questo : se un tecnico mi scrive a caratteri cubitali : SI DEVE FARE LA CASA BIOPASSIVA ..... e dopo se ne sta in uno studio (e forse anche in una casa) di cemento armato ... perchè .... poverino ... è in affitto .... forse è meglio che ragioni sul fatto che tutti faranno ciò che potranno esattamente come lui sta facendo.... e se la casa che dovrà progettare domani per il suo cliente sarà in classe B o C .... si DOVRA' complimentare con i suoi clienti che comunque staranno facendo una scelta (anche di vita) già fattivamente migliore della sua .
Hai capito ora ? Era diffficile :wink: ?
Chiaramente ognuno parli come desidera ..... ci mancherebbe !!!
SI DEVE GUADAGNARE DI PIU' !! SI DEVE VIVERE FINO A CENTO ANNI !! SI DEVE !!! SI DEVE !!! ..... :lol: :lol: :lol: :lol:

Ciao
Roby

Non occorre che lo rispieghi. Le tue parole sono sufficientemente chiare. Anche le mie, direi.
Anzi queste tue ultime sono ancora più chiare e la mia riposta precedente è aancora più appropriata.

Credo che ridurre tutto alla questione economica non aiuti e non sia neanche rispettoso verso chi una casetta, piccola-piccolissima e in classe C non se la può neppure permettere di sognare.

Forse, ma è un mio opinabilissimo parere, sarebbe più costruttivo e interessante, discutere e approfondire cosa comporta costruire e vivere in una casa BIOPASSIVA, invece di trinciare il discorso con ovvie questioni di salvadanaio.

Ciao
M

Rispondi