Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Avatar utente
robertopanizza
Messaggi: 35
Iscritto il: gio mag 01, 2008 9:18 am

Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da robertopanizza » gio mag 01, 2008 3:35 pm

Breve premessa:
Sono un architetto che lavora nel campo della prefabbricazione da tempo, e credo sia giusto esporre alcune idee sull’argomento, soprattutto riguardo la progettazione e la costruzione di case con involucri e impiantistica ‘performanti’, ovvero costruzioni che appartengono alla classificazione di Passaporto energetico tedesco o Casa Clima di classe A.
Non intendo pubblicizzare il lavoro della ditta con cui collaboro, ma vorrei esprimere alcune opinioni al riguardo:
In numerosi topic emerge la sensazione che molti privati siano fortemente attratti dall’argomento ‘casa prefabbricata’ per una motivazione molto semplice:
il prezzo di costruzione più basso rispetto all’edilizia convenzionale.
Perché una buona casa prefabbricata, con performance di risparmio energetico nemmeno lontanamente comparabili con il 95% dell’edilizia convenzionale presente sul territorio italiano, dovrebbe costare meno di una costruzione in latero-cemento?
Perché un edificio progettato da tecnici preparati, costruito con tecniche testate ma contemporanee e aggiornate alle ricerche scientifiche più recenti deve costare meno di un edificio progettato in modo sommario e realizzato con tecniche (se così le vogliamo definire) e manovalanze discutibili?
Io posso assicurare che nelle ditte di prefabbricazione serie sono garantiti degli standard progettuali e di costruzione che mediamente in Italia si riscontrano solo nei grandi interventi dove vengono
impegnate le migliori risorse in termini di cervelli e di mezzi.

Il nostro mercato immobiliare offre questi servizi? I nostri appartamenti, le nostre case sono
progettati e realizzati cercando di garantire all’utente un prodotto valido e performante?
Che cosa acquistamo? le nostre case sono dotate un certificato energetico? quanto consumano?

Forse è necessario per noi tecnici e per chi fa edilizia in Italia intraprendere un percorso nuovo di divulgazione e di rinnovamento del panorama edilizio italiano, forse tra i più arretrati e speculativi in Europa: il tutto a beneficio dell’ambiente e soprattutto del privato.

Avatar utente
fermacell
Messaggi: 495
Iscritto il: lun gen 21, 2008 9:00 pm
Località: tra le montagne

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da fermacell » gio mag 01, 2008 6:26 pm

robertopanizza ha scritto:Breve premessa:
In numerosi topic emerge la sensazione che molti privati siano fortemente attratti dall’argomento ‘casa prefabbricata’ per una motivazione molto semplice:
il prezzo di costruzione più basso rispetto all’edilizia convenzionale.
Non sono in grado di entrare nel "tecnico" di quello che sostieni, ( e per questo non sono riuscito a seguire il tuo discorso) e lascio a chi è del mestiere esprimere opinioni e valutazioni su questo.
Mi permetto solo di dare la mia opinione alla parte del tuo intervento che ho qui sopra quotato.
La maggior parte di noi, frequentatori del forum, siamo persone normali che - realizzandosi la possibilità di costruirsi una casa - vorremmo scegliere metodi e materiali costruttivi il più possibili ecocompatibili. Se poi ci si offre pure la possibilità - tra gli altri sistemi - di valutare la bontà delle costruzioni di case a strutture portanti in legno, lo si fa sempre nell'ottica di costruirci comunque una casa a basso impatto ambientale e corredata da impianti di produzione di energia a mezzo di fonti rinnovabili.
Tutto questo ci porta alla conclusione che le costruzioni siffatte hanno un costo medio/alto e uguale - se non maggiore - di quelle omologhe costruite con il sistema tradizionale in laterizio e cemento.
Forse ci sono alcuni (pochi) di noi che si affacciano su questo mondo del prefabbricato con la speranza di costruirsi una casa meno costosa del tradizionale; ma penso che dopo aver letto qualche topic, questa presunta idea sull'economicità viene rivista.
La tua sensazione - a ben vedere - non trova un valido sostegno nelle nostre discussioni: la stragrande maggiorana di noi hanno ben presente che l'economicità delle case prefabbricate non sta affatto nella convenienza economica riferita al costo della loro realizzazione, ma sta tutta nel forte risparmio energetico che questa tipologia di casse offre, oltre che nella qualità di un vivere salubre difficilmente quantificabile economicamente.
Sempre con il dovuto rispetto verso chi non la pensa come me.
Ciao!

rino
Messaggi: 42
Iscritto il: dom mar 30, 2008 1:04 am

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da rino » gio mag 01, 2008 10:53 pm

buonasera,sono della stessa opinione di fermacell anche se può sembrare un pò drastico.Aggiungo però un'ulteriore appunto:mi sai dire chi ha diffuso questo modo di pensare?Chi ha publicizzato dei prezzi supervantaggiosi omettendo di proposito certi particolari?Sulla stessa pubblicità di quasi tutte le ditte costruttrici mostrano delle foto di abitazioni meravigliose a cui chiunque sogni di costruirsi una casa non può che restarne affascinato,ma se vai a leggere sulla postilla trovi che la presente immagine ha rispetto al prezzo esposto degli optional.(abbaini,veranda,canna fumaria,ecc.ecc)Tu collabori con una ditta che le costruisce e sei in grado di conoscere i materiali impiegati i sistemi costruttivi. io invece le costruisco e sappiamo benissimo che una casa prefabbricata ecologica a risparmio energetico ben fatta ha un sacco di pregi ma non quello di costare poco o meno di una in laterocemento. Per cui non ti sagrinare, ascolta e imparerai da questo modesto forum che la pazienza è la virtù........

Avatar utente
robertopanizza
Messaggi: 35
Iscritto il: gio mag 01, 2008 9:18 am

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da robertopanizza » ven mag 02, 2008 11:04 am

Nessun problema, sono uno dei pochi che ha la serietà intellettuale e professionale per affermare quanto sopra, nella mia
professione non ho mai promesso prima della firma di un contratto per poi aggiungere "extra" in fase di fatturazione avanzata.
Non entro nei dettagli : "Chi ha orecchie per intendere intenda".

i migliori saluti

pomola
Messaggi: 83
Iscritto il: dom apr 27, 2008 11:01 am
Località: torino
Contatta:

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da pomola » dom mag 04, 2008 3:12 pm

Perché una buona casa prefabbricata, con performance di risparmio energetico nemmeno lontanamente comparabili con il 95% dell’edilizia convenzionale presente sul territorio italiano, dovrebbe costare meno di una costruzione in latero-cemento?
Perché un edificio progettato da tecnici preparati, costruito con tecniche testate ma contemporanee e aggiornate alle ricerche scientifiche più recenti deve costare meno di un edificio progettato in modo sommario e realizzato con tecniche (se così le vogliamo definire) e manovalanze discutibili?
Io posso assicurare che nelle ditte di prefabbricazione serie sono garantiti degli standard progettuali e di costruzione che mediamente in Italia si riscontrano solo nei grandi interventi dove vengono
impegnate le migliori risorse in termini di cervelli e di mezzi.

Il nostro mercato immobiliare offre questi servizi? I nostri appartamenti, le nostre case sono
progettati e realizzati cercando di garantire all’utente un prodotto valido e performante?
Che cosa acquistamo? le nostre case sono dotate un certificato energetico? quanto consumano?

Forse è necessario per noi tecnici e per chi fa edilizia in Italia intraprendere un percorso nuovo di divulgazione e di rinnovamento del panorama edilizio italiano, forse tra i più arretrati e speculativi in Europa: il tutto a beneficio dell’ambiente e soprattutto del privato.[/quote]


in merito a quanto scritto sopra vorrei aggiungere una cosa, NON è necessario intervenire con sistemi tipo prefabbricato per ottenere buone/ottime caratteristiche. (premetto sono anche io architetto, e lavoro prevalentemente nel settore della bioarchitettura... quando mi è permesso dai clienti....); ho avuto modo di lavorare con diverse soluzioni costruttive, spesso per le caratteristiche dei luoghi in cui si va ad operare non è possibile ricorrere a delle soluzioni prefabbricate, e si deve intervenire sull'esistente... risultato: progetti che non hanno tanti punti in meno delle pluridecorate case passive.
io riassumerei come vantaggi delle abitazioni prefabbricate nei tempi molto contenuti di realizzazione, pulizia del cantiere, elevata possibilità di controllo del prodotto.
interventi diversi sono sicuramente soggetti ad un maggior numero di varialbili, ma non necessariamente sono da considerarsi negativi: 1- le maestranze non fanno sempre così schifo come alcuni sostengono 2- un tecnico che tiene ai propri cantieri ci mette le tende 3- non necessariamente i prezzi sono così differenti 4- si riescono ad ottenere valori di prestazione tranquillamente comparabili ( è scorretto a mio avviso dire che una casa prefabbricata è più prestante di una costruita in cantiere, facciamo attenzione a non alimentare falsi miti, è tutto moolto relativo).

per il resto direi che sono d'accordo con te, la speculazione nel settore è tanta, la bioedilizia in primis.... mettere un isolante in sughero non vuole dire nulla (beh... meglio del polistirene....), la scelta dei materiali non è che una piccola parte della bioarchitettura... quello che temo è che le persone inizino a pensare che esista solo una via per ottenere certi risultati...
avete mai visto le opere di Martin Rauch in Austria e Germania? o la poesia che è alla base delle costruzioni di un architetto napoletano (Fabrizio Carola) che costruisce prevalentemente in Africa (in autocostruzione)... non sono soluzioni, sono spunti per un approccio piu ampio alla materia che sembra manchi in generale...
per piacere non riduciamo tutto ad una abitazione scelta su un catalogo...

Luisa Simoncelli
Messaggi: 172
Iscritto il: dom feb 17, 2008 10:57 am
Controllo antispam: cinque
Località: Brescia
Contatta:

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da Luisa Simoncelli » dom mag 04, 2008 4:04 pm

"Perché una buona casa prefabbricata, con performance di risparmio energetico nemmeno lontanamente comparabili con il 95% dell’edilizia convenzionale presente sul territorio italiano, dovrebbe costare meno di una costruzione in latero-cemento?"

I motivi sono veramente tanti se mi viene a trovare e si confronta con qualcuno dei professionisti suoi colleghi che operano per il ns. gruppo glielo spiegheranno senza troppi problemi (è un periodaccio per ritagliarsi del tempo .......... ma si può organizzare :D )
Aggiungo (e qui divento una semplice appassionata) che sino a che ci sarà comparabilità di prezzi con le costruzioni latero-cemento, la bioedilizia in italia non decollerà MAI per motivi culturali, perchè abbiamo qualcosa come la ITALC.... , 2 stabilimenti della LAF ...GE ecc. ecc. .
La bioedilizia continuerà cioè ad occupare un ruolo insignificante rispetto al mercato immobiliare tradizionale .
Vogliamo una mercato per pochi intimi con le tasche piene di soldi o con la disponibilità a farsi un mutuo anche sulla testa dei figli o vogliamo fare bioedilizia sostenibile............... anche a livelo economico ?
Io preferisco la seconda, che comprino da noi o da altri non importa ....... liberissima di non credermi .

Saluti
Luisa Simoncelli

Luisa Simoncelli
Messaggi: 172
Iscritto il: dom feb 17, 2008 10:57 am
Controllo antispam: cinque
Località: Brescia
Contatta:

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da Luisa Simoncelli » dom mag 04, 2008 4:06 pm

ops ..."liveLLo" :D :shock:

Luisa

pomola
Messaggi: 83
Iscritto il: dom apr 27, 2008 11:01 am
Località: torino
Contatta:

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da pomola » dom mag 04, 2008 4:49 pm

non credo abbia afferrato il concetto del mio intervento... conosco i vantaggi delle costruzioni prefabbricate, l'ecomomicità o meno di alcune soluzioni, la certa bontà delle soluzioni tecniche che taluni adottano... e sono sicuro che la sua azienda faccia parte di questa schiera di persone competenti(mi può indicare, anche privatamente, di quale azienda fa parte?)
il concetto in merito al quale mi sono espresso è un po' più ampio, meno massimalista.
resta il fatto che le costruzioni esistenti (l'energia per la loro costruzione è già stata impiegata) sono molte, tra queste molte sono disabitate (tre le altre cose i grandi gruppi immobiliari tengono buona parte di queste ferme per poter alzare i prezzi di mercato..), altre semplicemente in stato di abbandono. Non è una scelta ecologica abbandonare la vecchia casa per una migliore...e questo perchè al contempo viene abbandonato un patrimonio energetico che potrebbe essere riutilizzato ed anche bene (molto bene), oltre a questo vi è un discorso di legame del progetto al territorio, cosa che ogni architettura dovrebbe avere, un'architettura da catalogo difficilmente possiede questa proprietà (con ciò non lo escludo, si vedono progetti bellissimi, oltre che performanti, in ambito di case prefabbricate, solo che normalmente questi progetti sono studiati a puntino per il luogo, quindi contengono una mole di lavoro in più, e costi più alti).
Avere una sensibilità ambientale è saper anche tarare un progetto in linea con il contesto.
risponda, per piacere ad una domanda: se dovesse scegliere di abitare nella mia zona, tra le colline torinesi e le pianure,dove vi sono centinaia di cascinali, costruiti da maestranze abilissime , immersi nella natura e spesso abbandonati, costruirebbe accanto ad uno di essi una casa prefabbricata (magari demolendolo visto che deve recuperarne la volumetria) o, stanziando gli stessi soldi aggiusterebbe il cascinale, premettendo che con un buon progetto riesce ad ottenere gli stessi parametri di prestazioni (se vuole i dati...)? sono sicuro della sua risposta.... (radere al suolo?) :D :D .

Luisa Simoncelli
Messaggi: 172
Iscritto il: dom feb 17, 2008 10:57 am
Controllo antispam: cinque
Località: Brescia
Contatta:

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da Luisa Simoncelli » lun mag 05, 2008 8:27 am

"non credo abbia afferrato il concetto del mio intervento.." .... è vero che sto invecchiando, ma gli "interventi" li capisco ancora ..... :D :D ... tra l'altro di solito per educazione si dice "non mi sono spiegato" piuttosto che ... "non hai capito" .... tatto tutto feminile ? mah ....... Nel caso specifico, tra l'altro, caro/a pomola io non savo rispondendo al suo intervento .... :D :D :D ...ho messo virgolettata la frase a cui stavo rispondendo, che evidentemente non è sua e non è del suo intervento....... forse che la vecchiaia è passata dalle sue parti ? :D :D ....
Saluti e buon lavoro
Luisa Simoncelli

Emc
Messaggi: 2547
Iscritto il: mar gen 09, 2007 2:23 pm
Località: Mantova
Contatta:

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da Emc » lun mag 05, 2008 8:40 am

Progetto del territorio? Una splendida utopia per il 90% d'Italia! La mia casetta prefabbricata è sorta "aliena", in una lottizzazione di altri 20 edifici...ma quale progetto se non altro estetico crede sia stato pensato? 20 edifici uno diverso dall'altro, tetti a due, tre, quattro falde e pure a terrazza. Persiane, tapparelle, oscuranti di ogni forma ordine e grado, colori tra i più sconcertanti! E la maggior parte di questi sono usciti dalla mano dello stesso architetto che non ha fatto altro che accontentare i clienti e le loro fantasie estruse. Completa il quadro una normativa (Lombardia) inesistente sull'aspetto estetico. Di coerenza con la tradizione dei luoghi non se ne parla, l'importante è costruire e beccarsi gli oneri, poi fate quello che volete! Un'indice di fabbricabilita 2,5 in un comunello di pianura!!!!!!! Ma neanche a Milano quasi!Quale meravigliosa intenzione quella di dare ordine, di immaginarsi cascinali recuperati, venga a fare un salto nella periferia di Mantova, che ancora si salva e guardi quali schifezze stanno facendo! Un governo del territorio finalizzato a costruire, costruire, costruire! La casetta prefabbricata in perfetto stile teuotonico è un fiorellino in una pietraia, così teneramente confusa , tra case stile messicano, pseudo trulli e cubi metafisici!
Un saluto

Avatar utente
alexbio
Messaggi: 534
Iscritto il: lun feb 27, 2006 6:05 pm
Località: Sulle dolci colline friulane

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da alexbio » lun mag 05, 2008 10:11 am

Siamo partiti discutendo di prezzi e ci troviamo a parlare di massacro del territorio.
Argomenti entrambi affascinanti, ma sarebbe meglio non uscire dalla tematica trattata.
Caro Roberto, temo che tu non abbia letto con cura le discussioni precedenti, altrimenti ti saresti accorto che dei costi della bioedilizia si è parlato in lungo e in largo, proprio nel senso di sottolineare che il risparmio economico non può essere una delle motivazioni che spingono a realizzare edifici a basso impatto ambientale ed energetico.


Quanto al riutilizzo dell'esistente cui accenna Pomola, la realtà è purtroppo un'altra: io non vivo nel Torinese, ma in Friuli, dove ho cercato per quattro anni un edificio da ristrutturare sentendomi sparare cifre da capogiro. Perché? Perché siamo avidi e i soldi non ci bastano mai. Perché, inoltre, gli speculatori, lasciati liberi di agire da amministratori incapaci di programmare e gestire il loro territorio, si sono avventati come squali pur di costruire nuovi condomini, facendo lievitare i prezzi, salvo poi fregare la gente con strutture che definire mal costruite è poco. Chi ha seguito la splendida puntata di Report di ieri sera, sa di cosa parlo...

Mandi
Alex

Avatar utente
robertopanizza
Messaggi: 35
Iscritto il: gio mag 01, 2008 9:18 am

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da robertopanizza » lun mag 05, 2008 11:19 am

Vedo con piacere che il forum ha acceso gli animi.
E' vero , nel forum si è parlato spesso di prezzi, e rimango della mia opinione : la credenza (poi sempre smentita dalla realtà delle cose)
che una casa a bassi consumi costi meno aleggia nell'aria....
La mia opinione: "costruire bene e con modalità eco-compatibili è un lusso, così come tutto il settore bio", mi sbaglio?
Concordo con l'intervento che denunciava gli interventi demolitivi e scriteriati nelle corti del bassso e alto mantovano e
anche io credo che CasaClima non significhi solo casa prefabbricata, ma una metodologia del fare architettura, anche con
materiali e tecniche diversificate.

grazie per il vostro interessamento al tema, ritengo alcuni interventi molto costruttivi

Emc
Messaggi: 2547
Iscritto il: mar gen 09, 2007 2:23 pm
Località: Mantova
Contatta:

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da Emc » lun mag 05, 2008 1:28 pm

Certo è che costruire bene, ovvero tendendo al risparmio energetico e favorendo l'uso di materiali bio, è una rivoluzione culturale più che tecnologica! Abbiamo i mezzi e gli strumenti per costruire edifici estremamente efficienti in termini energetici, ma non sono compresi! E' la capacità di comprendere il valore di questa possibilità che manca e fino a che non riusciremo a diffondere la conoscienza, allora rimarremo al palo! Il 35% dell'energia consumata in Italia è dovuta alla gestione del patrimonio edilizio, provate a pensare cosa sarebbe l'Italia se da oggi cominciassimo veramente a costruire edifici a basso consumo!? Nel giro di 15 anni abatteremmo il fabbisogno del 10/15%...
Come faccio a spiegarlo ai contadini della mia zona a cui non frega niente di avere una casa che gli costa 400€/mese per riscaldarla? A loro interessa avere il SUV da 70.000€, l'orologino strafigo e il plasma da 72' !Che dire poi di quelli che quando gli parli di verde e giardino ti rispondono che sono una palla l'erba da falciare e le foglie da spazzare?
Cosa aspettano le ditte costruttrici di prefabbricati in legno a costituirsi in un consorzio e ad investire in comunicazione?? Per avere un mercato bisogna prima crearlo nella testa delle persone, dei tecnici altrimenti non si va da nessuna parte!
Un saluto

Avatar utente
robertopanizza
Messaggi: 35
Iscritto il: gio mag 01, 2008 9:18 am

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da robertopanizza » lun mag 05, 2008 1:37 pm

Sottoscrivo.

Avatar utente
alexbio
Messaggi: 534
Iscritto il: lun feb 27, 2006 6:05 pm
Località: Sulle dolci colline friulane

Re: Case ad alto risparmio energetico: prezzi e falsi miti.

Messaggio da alexbio » lun mag 05, 2008 1:56 pm

[quote="robertopanizza"]Vedo con piacere che il forum ha acceso gli animi.
E' vero , nel forum si è parlato spesso di prezzi, e rimango della mia opinione : la credenza (poi sempre smentita dalla realtà delle cose)
che una casa a bassi consumi costi meno aleggia nell'aria....
La mia opinione: "costruire bene e con modalità eco-compatibili è un lusso, così come tutto il settore bio", mi sbaglio?
Concordo con l'intervento che denunciava gli interventi demolitivi e scriteriati nelle corti del bassso e alto mantovano e
anche io credo che CasaClima non significhi solo casa prefabbricata, ma una metodologia del fare architettura, anche con
materiali e tecniche diversificate.

Caro Roberto, non ti riconoscere tanto lustro... Non hai acceso gli animi, ma semplicemente hai postato, per l'ennesima volta, un argomento largamente dibattuto e forse sarei un po' più umile nel proporre, apertis verbis, la tua verità rivelata.
Dove "aleggi nell'aria" il fatto che una casa bio costi meno lo sai soltanto tu: forse nel messaggio di qualche nuovo partecipante che chiede spiegazioni, ma se leggerai le risposte, noterai che siamo meno sprovveduti di quanto immagini.

Quello che invece è inacettabile è che tu tragga conclusioni del tutto opinabili: costruire la casa con modalità ecocompatibili non è un lusso. Assodato che i costi sono similari se non di poco superiori al tradizionale non significa disconoscere il fatto che una casa a basso consumo rappresenta un investimento intelligente.
Puoi anche spendere 900 euro al metro quadro anziché 1200, ma poi non lamentarti che ti sveni per pagare le bollette. Questo discorso vale per il bio e per il tradizionale (sempre che si parli di edifici a basso consumo).
Un ultimo appunto: dove hai letto che il protocollo Casaclima significa soltanto casa prefabbricata? E' un protocollo, appunto, dove si prende in considerazione il livello di energia necessario per riscaldarlo e, come tale, può essere applicato a qualsiasi edificio.
Mandi :mrgreen:
Alex

Rispondi