costruzioni tradizionali...

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Avatar utente
fermacell
Messaggi: 495
Iscritto il: lun gen 21, 2008 9:00 pm
Località: tra le montagne

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da fermacell » ven mag 02, 2008 12:03 pm

Ciao!
1 - Visto che i decreti attuativi dei Dlgs 192/2005 e 311/2006 sono ancora all'esame del Consiglio di Stato per la successiva firma del Presidente della Repubblica ( un DPR è specifico per le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici e degli impianti. mentre un altro definisce i criteri di accreditamento dei certificatori e degli organismi a cui affidare la certificazione energetica, mentre il terzo non ho capito cosa tratti)
visto che - almeno per me - di chiaro c'è ben poco...
2 - visto che la mia domanda:
fermacell ha scritto: - ma se la casa che mi stanno costruendo - al di là della zona climatica - ha le pareti esterne che, pur avendo una massa inferiore ai 230 Kg x mq, raggiunge l'indice di sfasamento e trasmittanza e quant'altro previste, perchè è fuorilegge e non può avere la prevista certificazione?
non può avere una risposta, per l'assenza di riferimenti normativi chiari e definitivi...
3 - visto che la discussione corre il rischio di andare pesantemente fuori tema...
propongo di sospendere il topic qui fin tanto che non verranno emanate le linee guida di applicazione dei DLgs in questione e i relativi DPR attuativi.
Dopo avremo modo di fare le opportune e più concrete considerazioni.
Spero che abbiate la Cortese comprensione di condividere questo mio invito.
Grazie a tutti!

robrossi

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da robrossi » ven mag 02, 2008 12:48 pm

Io la risposta te l'avevo data . Era chiara, contestualizzata e precisa.... sicuramente polemica nei confronti di un sistema Italia su cui peraltro tutti sanno come siamo messi .
Rinnovo invece la domanda al dotting che sicuramente saprà rispondere a me e a tutti gli utenti come al solito in modo preciso, chiaro , contestualizzato e fuori da ogni ragionevole dubbio :D :D :D dimostrando che non sta interpretando la norma ... voglio cioè che mi indichi là dove sta scritto ESPLICITAMENTE che OGGI per essere in regola nelle zone a verifica MASSA devo portare la parete di casa mia a Torino al Colonnetti o al Giordano affinchè effettuino prove di TIPO (sappiamo tutti e due cosa sono ...vero?) in cui si attesti il raggiungimento dello sfasamento necessario .... In caso questa precisa domanda trovi risposta altrettanto precisa sarò prontissimo a rinnovargli le mie scuse senza nessun problema visto che nessuno sa tutto e nessuno puo' presumere di sapere tutto . Qualora (come temo) non seguisse risposta .... temo di non ricevere nessuna scusa .....

Roberto
(non occorre darsi né del dott nè dell' ing per dimostrare di esserlo)

pomola
Messaggi: 83
Iscritto il: dom apr 27, 2008 11:01 am
Località: torino
Contatta:

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da pomola » ven mag 02, 2008 6:57 pm

a me sembra si stia un po' scadendo... cmq avevo posto inizialmente il tema per un semplice motivo: come sempre quando si diffonde una novità (se di novità si può parlare) un sacco di persone che non hanno preparazione specifica in materia tendono a credere a ciò che si dice. Ho visto nel mio percorso personale un sacco di errori progettuali ed aziende produttrici che non dicono sempre tutta la verità, o meglio, comprensibilmente, non entrano nei particolari scomodi.
Con ciò intendo che le risposte preconfezionate non possono mai essere totalmente esaustive, la normativa, qui copiosamente citata, non è di per se un vangelo, è uno strumento per contenere gli errori, una parate con uno sfasamento orario di 12/24 1000 ore non è di per se garanzia di nulla, esistono casi (pochi), in barba alla normativa, dove sarebbe conveniente economicamente ed ambientalmente avere sfasamenti orari anche solo di poche ore.
Il mio intervento iniziale non si proponeva di disquisire su materie così tecniche per il solo motivo che sarebbe utile confrontarsi su esperienze fatte o viste dalle quali imparare qualcosa, oltre a permettere a persone,meno informate, di comprendere cosa significhi avere un buon progetto per le mani: partendo dal presupposto che sempre si devono operare delle rinunce e che tali rinunce sono componente essenziale del progetto.
saluti a tutti.

robrossi

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da robrossi » ven mag 02, 2008 8:35 pm

Pomola .... su dai da brava anche tu ...... se ti firmi "dott ing cav on" (di fantozziana memoria) e poi spari certe ....allora sì che l'intero forum scade ............ti posso garantire che potrei infierire ulteriormente su certe amenità scritte qui come se fossero passi del Vangelo, ma come vedi dal numero limitatissimo dei miei interventi preferisco studiare e documentarmi e soprattutto lavorare piuttosto che passare giornate a scrivere sui forum .............. ti racconto un anedotto (non la storiellina di capuccetto rosso che va alla fiera ad incontrare il tecnico tedesco che povero ignorante lui.......... muauauaua .............non sa nulla delle leggi italiane ........... muauauauauaua) . Alcuni anni fa ho notato sul mignolo di un collega canadese un bruttissimo anello di ferro . Gli chiesi di cosa si trattasse e per quale motivo portasse al dito una simile cosa . Mi disse che era l'anello consegnato a tutti i laureati in ingegneria del Canada . Io gli feci notare che era un po' bruttino e poi .... di ferro ....mah .... Lui mi disse che era un monito ! Era un monito a tutti gli ingegneri canadesi . Un monito di umiltà ! Quell'anello di ferro rappresentava il ferro di un notissimo ponte ultra certificato e super progettato da super ingegneri che cadde alcuni anni or sono, provocando morti e feriti tra cui donne e bambini . L'umiltà e il confronto leale è lo spirito di un forum .......... non l'arroganza e la saccenza tutta tipicamente italiana......
Un saluto
Roby

pomola
Messaggi: 83
Iscritto il: dom apr 27, 2008 11:01 am
Località: torino
Contatta:

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da pomola » ven mag 02, 2008 9:35 pm

il "mi sembra stia un po' scadendo" era in generale, non rivolto direttamente al tuo ultimo messaggio... e sono perfettamente d'accordo con te...
ciao

robrossi

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da robrossi » ven mag 02, 2008 9:59 pm

ah ok , scusami avevo frainteso .

Perdonami .

Roby

Lollarts
Messaggi: 166
Iscritto il: mer feb 14, 2007 1:30 pm
Località: Padova Rimini Como

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da Lollarts » ven mag 02, 2008 10:47 pm

Allora ragazzi!!!!
Ma non si parlava di casa passiva?....o impazzita?
Ma quante storie...
Non vedo l'ora di avere finito il progetto della mia casa.... di vederla costruita e così sarà pronta x ospitarvi tutti, così non ci potranno essere più dubbi....e chi vuol rimanere scettico...
sarà xchè non l'avrà vista!!!
:mrgreen:

robrossi

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da robrossi » dom mag 04, 2008 8:25 am

No scusa Lollarts, non divaghiamo e chiariamo una volta per tutte il discorso con parole semplici e comprensibili da tutti poichè i numerosi interventi del "dott. ing. cav. avv. onorev. gran cavalier" su questo (come su altri argomenti) hanno confuso le idee ai nostri amici che invece che con i mattoni e con lo ytong del "dott ing gran cav super laureàt" vorrebbero magari cotruire in bioedilizia : "NESSUNO, IGNORANTE O INTERESSATO CHE SIA, NONOSTANTE SI FREGI DI TITOLI QUALI DOTT. ING. CAV. ON. GRAN VISIR ecc. ecc. VI PUO' OGGI DIRE CHE UNA STRUTTURA IN BIOEDILIZIA E' FUORILEGGE SE PRIVA DI UN CERTIFICATO EMESSO DA UN ISTITUTO RICONOSCIUTO CHE ATTESTI LO SFASAMENTO ANALOGO AD UNA PARETE DA 230KG/MQ E SE COSTRUITA IN PROVINCE QUALI AGRIGENTO, BARI , CAGLIARI , CAMPOBASSO, PALERMO, VENEZIA ECC. ECC. CIOE' LE PROVINVCE IN CUI E' OBBLIGATORIA LA VERIFICA DELLA MASSA SUPERFICIALE DELLE PARETI ESTERNE DELL'EDIFICIO . IN CASO VI DOVESSE DIRE UNA COSA DEL GENERE FATEVELO METTERE PER SICRITTO , CHIEDETEGLI IL NUMERO DI ISCRIZIONE ALL'ALBO E FATEGLI UN ESPOSTO CON RACCOMANDATA A/R" (se non sapete come farlo vi aiuto io) . LE CASE IN BIOEDILIZIA IN QUELLE PROVINCE SONO LEGALI E VANNO BENISSIMO . Rimangono comunque valide le considerazioni secondo cui nelle zone "calde" è meglio avere un buono sfasamento . Parlate comunque col vs. tecnico PREPARATO e di fiducia e soprattutto con il responsabile tecnico del comune dove volete costruire (FIGURA ESSENZIALE E QUASI MAI NOMINATA IN QUESTO FORUM). Quest'ultimo sarà infatti il referente NR.1 per le problematiche del vs. costruendo edificio sia per voi che per il vs professionista .
E con questo credo veramente che il TOPIC sia CHIUSO . BUONA BUOEDILIZIA AI VENEZIANI , BARESI, PALERMITANI ecc. ecc. !!!
Saluti
Roberto

Avatar utente
alexbio
Messaggi: 534
Iscritto il: lun feb 27, 2006 6:05 pm
Località: Sulle dolci colline friulane

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da alexbio » lun mag 05, 2008 2:22 pm

Scsuami Robrossi, se te lo chiedo: non potresti parlare senza urlare (scrivere in maiuscolo equivale ad urlare) e senza usare i canini? :D :D
L'argomento è molto interessante, ma l'acredine non aiuta il dialogo.
Mandi :mrgreen:
Alex

alessiaxxx
Messaggi: 60
Iscritto il: mer feb 28, 2007 5:06 pm
Località: ROSETO

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da alessiaxxx » lun mag 05, 2008 2:35 pm

Oltretutto Dotting riporta articoli di legge esistenti tu oltre alle tue parole non riporti niente di documentato.

robrossi

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da robrossi » lun mag 05, 2008 3:31 pm

Se leggi tutto dall'inizio (anche altri topic sull'argomento) e hai una media intelligenza (cosa di cui non dubito affatto... e non è ironico) vedrai che è tutto ampiamente documentato e chiarito sia da me che dall'ottimo Ferma . Documentazione integrale la trovi anche nelle norme citate .
Il fatto di urlare era da leggersi solo per "scrivere a chiare lettere" e per porre fine ad una falsità riportata in questo forum in modo un po' presuntuoso e forse pretestuoso (a voi il giudizio.... io l'ho già dato - e da quello che leggo nei miei messaggi privati non solo io -) .
Mi scuso se ho infastidito qualcuno .
Cercherò di intervenire come al solito il meno possibile .
Dotting ha "interpretato" la realtà legislativa inducendo utenti ignari a credere l'illegalità delle strutture c.d. leggere in province come Venezia (ove sarebbe prevista la verifica della massa) se non accompagnate da un certificato dello sfasamento emesso da un Istituto quale il Giordano . Mi sembrava veramente troppo ...... troppo .
Tale tesi è stata più volte riportata con i toni da evangelizzatore e supportata con stralci di norma che nulla hanno a che vedere con questa falsa asserita illegalità e con il presunto coinvolgimento di tali istituti .
La parola ILLEGALE fa paura a tutti, ed è facile intuire che effetti puo' avere nei confronti di un veneziano che magari intende costruire in bio edilizia e nutre qualche remora a riguardo .
Io credo che se questo è un forum che supporta la bio-edilizia io e Fermacell abbiamo contribuito al forum stesso mettendo a tacere chi falsamente propagandava limiti legali a tale scelta oggi inesistenti (e del futuro non c'è certezza ....)
La parola "illegale" utilizzata impropriamente è pericolosa quanto pericoloso è interpretare le norme invece che leggerle e comprenderle .... molto pericoloso .
Non tornerò più su questo argomento che rischia di diventare stucchevole e offensivo nei confronti di una persona che forse sbaglia quando non ammette di non sapere tutto, quando vuole sentenziare su tutto e quando non capisce che chi lo legge potrebbe essere un suo collega con pari esperienza e preparazione e non un ignaro forumer che di professione fa la massaia a venezia (con il dovutissimo rispetto) e che spera di trovare parole di conforto ad una scelta che in qualche modo la intimorisce perchè "nuova" .
In ogni caso qualora non vi fosse ancora chiara la situazione ..... io mi arrendo ..... veramente .....
Saluto tutti con reale affetto .
Roberto

Yodaji
Messaggi: 28
Iscritto il: ven apr 11, 2008 8:06 pm

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da Yodaji » mar mag 06, 2008 11:28 pm

Scusate se mi intrometto in questa discussione un pò forte,
a me non risulta che ci sia oggi una normativa che in Italia parli di sfasamento.
Certamente non in Lombardia.
Le regioni hanno effettivamente dei problemi a confrontarsi quando il DL311 parla di trasmitanze e la Sicilia giustamente risponde che le trasmittanze se le possono tenere al nord.

Stiamo facendo, in campo energetico, dei passi da gigante e pensare di unificare delle disposizioni di legge su un territorio così eterogeneo e difficile.Piano piano...

In tanto costruiamo oltre le leggi e con coscienza.

In Piemonte ricordo di un lavoro che mi è capitato di preventivare alla fine dell'anno passato e c'erano problemi perchè una nuova normativa diceva che le pareti perimetrali dovevano avere un peso, a memoria mi sembra, di 350kg/mq.
Un errore!

Con il sistema a telaio si raggiungeva poco più di 200kg/mq
Comunque in una stratigrafia simile con isolante ad alta capacità termica massica(2100j/kgk) e massa volumica (230kg/mc) si otteneva uno sfasamento di 19 ore su 20 cm di isolante complessivo (40 kg + 230kg).

Inoltre vorrei dire che la certificazione energetica per edifici di nuova costruzione e riqualificazione energetica è obbligatoria da Settembre 2007, non capisco la discussione sulla certificazione. Fra le altre cose ha uno standard economico che dalle mie parti si aggira circa sui 500€ sia per un tetto che per un edificio intero.

saluti

robrossi

Re: costruzioni tradizionali...

Messaggio da robrossi » mer mag 07, 2008 9:02 am

Mi arrendo .

Roberto

Rispondi