Costruire un ECO-CONDOMINIO

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Rispondi
Bindo
Messaggi: 1
Iscritto il: lun apr 14, 2008 6:47 pm
Località: LIVORNO
Contatta:

Costruire un ECO-CONDOMINIO

Messaggio da Bindo » mar apr 22, 2008 1:44 pm

Salve a tutti vorrei espormi un mio progetto che mi piacerebbe fare ma naturalente il problema sono i soldi..(al solito)
Ho un terreno di circa 6000mq nel mio paese..
Per ora non è edificabile ma sono anni che abbiamo fatto richiesta al comune e dovrebbe diventare edificabile in un tempo congruo; cmq questo non è il problema.
Vorrei costruire in questo terreno una spece di condominio costituito da 10 appartamenti di una 80ina di mq l'una, divisi in 5 case completamente ECOLOGICHE.
Naturalmente sarebbero costruite completamente coibentate per il calore e il rumore, poi sarebbero installati:
--> impianto fotovoltaico
--> impanto termico solare
--> riscaldamento a pavimento
--> Stoccaggio acqua piovana con cisterna da 5000 litri ad appartamento
--> tutte le luci di casa a basso consumo o led

Se mi sono dimenticato qualcosa fatemi sapere..
Secondo voi un'appartamento così quantodovrei farlo pagare??
Se avete dei consigli o idee fatemi sapere..
mi piacerebbe parlarne..
CIAO GIACOMO

Emc
Messaggi: 2547
Iscritto il: mar gen 09, 2007 2:23 pm
Località: Mantova
Contatta:

Re: Costruire un ECO-CONDOMINIO

Messaggio da Emc » mar apr 22, 2008 7:48 pm

E' possibilissimo! Ovviamente dipende dall'indice di edificabilità, dall'orientamento del terreno, ma se non ci sono particolari criticità il progetto è fattibilissimo. Cosa intendi quanto lo dovresti far pagare? Lo costruisci e lo vendi quindi ci devi guadagnare oppure intendi quanto verrebbe a costare? Una risposta esatta non c'è, dipende da come realizzi la struttura, dai costi locali per le opere, dagli oneri, spese di urbanizzazione, allacciamenti...a parte questi costi un edificio chiavi in mano, solo edificio, se lo costruisci per speculare ti può costare dai 900 ai 1200€ mq...in su!....tanto per fare un esempio! Poi è evidente che se predi 10 appartamenti al grezzo e poi lo finisci tu il margine aumenta, ma attento che lo devi garantire!!!!! Com'è giusto che sia!!!!

Avatar utente
fermacell
Messaggi: 495
Iscritto il: lun gen 21, 2008 9:00 pm
Località: tra le montagne

Re: Costruire un ECO-CONDOMINIO

Messaggio da fermacell » mar apr 22, 2008 9:17 pm

Bindo ha scritto: Vorrei costruire in questo terreno una specie di condominio costituito da 10 appartamenti di una 80ina di mq l'una, divisi in 5 case completamente ECOLOGICHE.
Naturalmente sarebbero costruite completamente coibentate per il calore e il rumore, poi sarebbero installati:
--> impianto fotovoltaico
--> impanto termico solare
--> riscaldamento a pavimento
--> Stoccaggio acqua piovana con cisterna da 5000 litri ad appartamento
--> tutte le luci di casa a basso consumo o led
Se mi sono dimenticato qualcosa fatemi sapere..
Ciao!
Una riflessione in aggiunta a quelle - tutte condivise - fatte da Emc.
Se ho ben capito il tuo progetto prevede 5 case bifamiliari completamente ecologiche (dalla struttura alle finiture) + impianti al top del risparmio energetico.... (visto che hai fatto 99 potresti far 100 mettendo anche il raffrescamento e il geotermico....).
A spanne.... un progetto importante ma che presuppone un investimento economico molto, molto significativo che, con la formula chiavi in mano, può - se realizzato oggi - ballare tranquillamente sulla cifra di 1.500.000 €uro.
In bocca al lupo!
Ciao!

Avatar utente
robertopanizza
Messaggi: 35
Iscritto il: gio mag 01, 2008 9:18 am

Re: Costruire un ECO-CONDOMINIO

Messaggio da robertopanizza » gio mag 08, 2008 11:38 am

Io invece vorrei costruire un comparto edilizio costituito da 50 appartamenti, in Classe A+: voglio acquistare un terreno agricolo di circa 8500mq (10Eurox8500= 85000E) e voglio,vorrei, ma forse...no, rinuncio, non ho santi in paradiso e i sogni sono solo desideri....pensa un pò che 85000 io li ho pagati per 750mq....forse sono un fesso?
Io ho acquistato un terreno urbanizzato per costruirci la mia casa ma l'ho pagato molto salato (sigh!)..la discussione sui terreni sarebbe moooolto interessante, per esempio:
sapete che ogni città ha i suoi feudatari? (leggi notai, avvocati, cooperative,etc..) e l'umile privato deve subire prezzi da capogiro, senza potere nulla.
Speculazione e arricchimento, parole chiave dei nostri imprenditori...avete mai discusso di risparmio energetico con qualche imprenditore? provare per credere....


ciao

Yodaji
Messaggi: 28
Iscritto il: ven apr 11, 2008 8:06 pm

Re: Costruire un ECO-CONDOMINIO

Messaggio da Yodaji » ven mag 09, 2008 10:05 pm

Bindo ha scritto:Vorrei costruire in questo terreno una spece di condominio costituito da 10 appartamenti di una 80ina di mq l'una, divisi in 5 case completamente ECOLOGICHE.
Ciao,
non ho capito se sono unità immobiliari separate o se fanno tutte parte di un unico corpo di fabbrica.

La morfologia del terreno a parer mio è fondamentale e il parere di un geologo non da meno.
L'ideale sarebbe se il terreno fosse in pendenza così da sfruttare al massimo il "guadagno diretto" del sole, costruendo unità immobiliari indipendenti su livelli differenti e tutte con la zona giorno a sud.
Ampie vetrate a sud con una schermature davanti (da mettere anche ad ovest) che permette al sole di entrare nei mesi invernali e di essere schermato nei mesi estivi. La schermature sempre fuori dell'abitazione. Esistono dei frangi sole di alluminio, di legno, di cotto...fissi e meccanizzati e addirittura con il fotovoltaico incorporato.
Molto gradevole è la soluzione con pianta rampicante a caduta di foglia, la pianta ombreggia d'estate ed è nuda d'inverno.
Un'altra soluzione è una quinta davanti a tutta la facciata comprese le finestre.
Esistono anche le pareti verdi, sono veri e propri giardini verticali con vasi non a vista e sistema di irrigazione, ideale per strutture molto verticali.
In tutti i casi pensa ad una ventilazione delle facciate a sud e ovest perchè è abbastanza importante.

Il parere di un geologo pre progetto può essere utile perchè esistono delle mappe delle falde e se ci fosse sotto il tuo terreno una falda acquifera potresti mettere una pompa calorica acqua-acqua direttamente in falda.

La geotermia è da valutare per i costi.
In questo caso comunque ti consiglierei di valutare delle sonde centralizzate e delle pompe caloriche per singola abitazione.
Questa può essere una soluzione più economica di tanti impianti quante abitazioni.

Sempre nel caso della centrale termica alimentata da sonda geotermica ti consiglio di informarti sul sistema di raffrescamento "natural cooling", differente dal precedente sistema "geo cooling".

Un altro problema della sonda geotermica è che le ditte capaci di fare un dimensionamento corretto, del fabbisogno termico di un'abitazione, non sono proprio tutte. L'impianto se è sottodimensionato non basta e se è sovradimensionato non rende, a differenza di una caldaia che alla peggio "scalda" meno di quello che potrebbe "scaldare".

In Toscana può essere anche intelligente un accumulo di acqua calda molto grande usando sempre il prezioso aiuto del terreno.
Bindo ha scritto:Stoccaggio acqua piovana con cisterna da 5000 litri ad appartamento
Per l'acqua di riciclo penso che sia un ottima idea.
Se è per la vendita penso che 5000 litri sia una misura adeguata, se dovessi farlo per me farei una cisterna grossa almeno il doppio. L'ultima cisterna di acqua di riciclo che abbiamo istallato era di 5000 litri e si è riempita in una giornata normale di pioggia (zona Lombardia).
Bindo ha scritto:riscaldamento a pavimento
Il riscaldamento a pavimento è ottimo,in efficienza secondo solo a quello a parete, ma con il difetto che non può essere usato per il raffrescamento.
Il riscaldamento a parete è superiore in inverno ma con il problema dei tasselli o dei chiodi, cioè prima di piantare un chiodo devi usare una carta termosensibile che ti fa vedere dove sono i tubi.
Se non stai attento fai le terme in casa. :)
Per concludere esiste anche il radiante a soffitto che è il meno efficiente in inverno ed il più efficiente in estate.
Per noti fenomeni di termodinamica è adatto solo in edifici con soffitti ad altezze standard (i soliti 2,7mt di h o poco più)

Tipologia costruttiva consigliata:legno con una bella massa termica delle strutture opache.

Ciao

Rispondi