quesito per termotecnici....

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Rispondi
nuvolarossa
Messaggi: 2
Iscritto il: gio ott 07, 2004 10:02 am

quesito per termotecnici....

Messaggio da nuvolarossa » gio ott 07, 2004 10:12 am

Buon giorno a tutti.
volevo chiedere agli esperti del forun dove e' possibile scaricare o ottenere informazioni tecniche e specifiche sul "feltrino" o materassino che usano i posatori per posare parquet sul riscaldamento a pavimento, quando effettuano la posa flottante.
io non sono riuscito a procurarmi nulla......
in pratica voglio posare del larice prefinito sul pavimento radiante e il mio termotecnico mi impone la posa incollata, dicendo che altrimenti si perde calore, mentre il posatore spinge per la posa flottante con un nuovo feltrino apposta per far passare il calore.
Esiste? e Funziona?
io vorrei tornare dal termotecnico con le specifiche tecniche di conduzione di questo materiale e rivedere i calcoli...
grazie per l'aiuto!

psq
Messaggi: 72
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:32 am

Messaggio da psq » gio ott 07, 2004 11:10 am

Non so di che feltrino si tratta; andando per logica il massetto si scalda e deve scaldare anche il rivestimento finale; dato che lo scambio avviene per conduzione e' importante che il legno aderisca quanto piu' possibile al massetto e quindi venga incollato ad esso. Il feltrino di cui parla il posatore ammesso che possa essere un buon conduttore di calore comunque non aderisce perfettamente ne al massetto ne al legno; ma ripeto e' un mio ragionamento non suffragato da alcun dato.

Avatar utente
robvi
Messaggi: 144
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:17 pm
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Messaggio da robvi » gio ott 07, 2004 4:15 pm

Se il posatore dice che ha un feltrino fatto apposta per condurre il calore, allora fatti dare da lui i dati tecnici (ti interessa soprattutto il coefficente di conduttività termica "lambda").

Tieni presente che il calcestruzzo ha una conduttività di 1-1,5 W/m°k, ed il legno di 0,12-0,18 W/m°k.

La resistenza termica del tuo massetto la puoi calcolare con la formula:
Rt = S1/L1 + S2/L2 + Sn/Ln
ove S(1,2,n) è lo spessore dei vari strati considerati
L(1,2,n) è il "lambda" dei vari materiali.

Per quanto ne so io, i feltri normali danno solo problemi con impianti a pavimento, però se il posatore dice che va bene ... (al limite chiedigli se è possibile vedere qualche applicazione pratica).

Ciao

nuvolarossa
Messaggi: 2
Iscritto il: gio ott 07, 2004 10:02 am

Messaggio da nuvolarossa » ven ott 08, 2004 7:31 am

Grazie robvi.
in effetti io avevo trovato il valore di lambda per il feltro normale di juta o di lino, ed e' altissimo (0.05 per jutacustik-naturalia bau, 0.12 per altri ), praticamente il feltro è ( come logico ) un ottimo isolante termico oltre che acustico.
scusa ma ti volevo chiedere una cosa : quando dici che " Per quanto ne so io, i feltri normali danno solo problemi con impianti a pavimento" a cosa ti riferisci?
di che problemi sei a conoscenza? di rendimento ( temperature inferiori nell' ambiente) ?
scusami se approfitto della tua cortesia ma in questo campo ognuno dice la sua campana , penso solo per interesse.
ciao e grazie

Avatar utente
robvi
Messaggi: 144
Iscritto il: mer ott 06, 2004 1:17 pm
Controllo antispam: diciotto
Contatta:

Messaggio da robvi » sab ott 09, 2004 6:19 am

Il problema causato dai feltri è una riduzione della capacità di scambio dell'impianto, cosa a cui è poi difficile ovviare (a volte non basta aumentare la temperatura dell'acqua, ne la portata d'acqua).
Agli effetti pratici è come se si fosse posato meno tubo di quello che serve.

Ciao

Rispondi