levilleplus

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Carpentiere
Messaggi: 19
Iscritto il: gio giu 23, 2005 3:07 pm

NOTA: Messaggio modificato per motivi legali

Messaggio da Carpentiere » mar feb 27, 2007 7:53 pm

SEGNALAZIONE DI SERVIZIO:
A seguito della richiesta da parte dello studio legale incaricato da un'azienda che si è sentita diffamata per alcuni contenuti, la redazione di Promiseland.it , pur non entrando nel merito di quanto affermato, ha ritenuto di eliminare i riferimenti all'azienda in questione ed invita quanti vogliano denunciare anche legittimamente lavori mal eseguiti o questioni simili, a fralo in altro luogo lasciando questo spazio più a questioni legate all'aspetto tecnico ed ecologico nell'edilizia, piuttosto che a questioni che inevitabilmente portano a discussioni che avrebbero il loro luogo naturale in aule di tribunale...
Esistono modi per avere un proprio spazio gratuito e libero dove poter scrivere sotto la propria responsabilità tutto ciò che si ritiene giusto e legittimo (ad esempio aprendo in pochi minuti un blog su http://www.blogspot.com o altri siti simili). Invitiamo tutti ad utilizzare tali metodi per denunce e non le pagine di Promiseland.it perchè ciò ci porta un carico di lavoro che non siamo in grado di sostenere.
Grazie a tutti per l'attenzione e la collaborazione finalizzata a non farci investire preziose energie nel rispondere a studi di avvocati o a nel dover rappresentare chiunque legalmente.
Salve a tutti,

Sauro Martella
Promiseland Redazione Italia

FINE SEGNALAZIONE DI SERVIZIO




questo è il mio primo post su questo Forum, ma è un atto secondo me dovuto nei riguardi di tutte quelle persone che si affacciano al mondo dell’edilizia ecologica e che potrebbero vivere la mia stessa, negativissima, esperienza con XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
Non vi voglio tediare con racconti fiume, per cui cercherò di essere sintetico al massimo.

A Febbraio 2006 è stato preso contatto per la prima volta con questa Azienda, parlando con un loro commerciale e ricevendo tutte le indicazioni del caso sul modus operandi XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX e la loro politica commerciale. Un sicuro plus della presunta offerta sono i circa 1200 Euro/mq promessi, delle loro abitazioni, chiavi in mano (quindi tutto compreso).
Alla seconda visita coinvolgevo anche la mia famiglia, dato che c’era nell’aria la possibilità di costruire una bi-familiare e che ci era stato confermato in quella sede dallo stesso Signore che si sarebbero abbattuti, in questo caso, anche ulteriori costi.
Lusingati dall’offerta, convinti del prodotto ed in totale buona fede, decidiamo di versare l’acconto per la progettazione di 5000 Euro + IVA al 20%, per un totale di 6000 Euro.
Segue la visita sul terreno di proprietà con l’architetto preposto, al quale vengono lasciate molte foto e disegni già in nostro possesso in modo che egli possa disegnare la casa che vorremmo in tempi brevi e centrando l’obbiettivo, quasi a “colpo sicuro”.

Dai calcoli effettuati (suffragati dalle nostre esigenze specifiche, dal prezzo di mercato delle abitazioni tradizionali in provincia di Pordenone di metratura paragonabile, e soprattutto dalle promesse fatteci, confermate anche dalle parole del loro commerciale e del loro sito internet XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX dove si parla di risparmi nell’ordine del 30/40 % rispetto al tradizionale), stimiamo in 300.000 Euro il budget a disposizione per una bi-familiare di circa 100 mq l’una.

A quel punto succede l’imprevisto.

Il nostro riferimento presso la loro Ditta cambia radicalmente atteggiamento e si permette di offendere la mia famiglia (non ero presente) in pratica dandoci degli “accattoni” perché il nostro budget è troppo risicato, perché loro fanno case “di un certo livello”, perché realizzano abitazioni “da catalogo” e si propone di restituirci i soldi e di farla finita li.
La reazione dei miei parenti è ovviamente sconcertata, ma si cerca comunque di arrivare ad un compromesso, si percorre comunque la strada del dialogo. Li interviene l’architetto e, facendo da paciere garantisce che le case si possono costruire entro quella cifra. Riceviamo allora il benestare a procedere dal rappresentante della Ditta, in assoluta autonomia.
Alquanto “spaesati” ma confidenti comunque nella buona fede e professionalità delle persone coinvolte, si decide di proseguire comunque pronti a rivedere qualcosa nelle nostre esigenze pur di centrare il budget.

Dopo tre settimane arriva il progetto (in pratica nulla di quanto chiesto era presente, con degli evidenti “errori” concettuali come aggravante), e dopo sette settimane si va a discutere del preventivo, sebbene le tempistiche promesse fossero decisamente altre.

Per farla breve il costo delle case complessivo è stato stimato inizialmente in 365.000 Euro (circa 95 mq calpestabili l’una), ma dal capitolato (un “copia ed incolla” di quello presente in internet, con delle evidenti lacune professionali sulla compilazione dello stesso) e dal progetto, per ottenere qualcosa di almeno “dignitoso”, la cifra era destinata a salire sicuramente oltre i 400.000 Euro.

Li per li rimaniamo spaesati, e ci riserviamo di leggere per bene a casa il capitolato e di capire come e se procedere in questa sfortunata avventura.

Dopo parecchio tempo (sono sempre impegnato per lavoro, anche all’estero, ed in famiglia stiamo vivendo un problema di salute ad uno dei componenti, fatto che ci impegna tutti e che a volte ci “distrae” dalla quotidianità) chiedo appuntamento in sede per farmi restituire almeno parte della caparra versata, in quanto è evidente che la nostra buona fede è stata mal posta e che nonostante le belle parole, il risultato finale è ben diverso da quello sperato.

Tralasciando tutte le considerazioni che rimando alla sensibilità di ognuno di voi, quello che mi indispone maggiormente è il modo con la quale è stata condotta la vicenda.

Noi ci siamo avvicinati in buona fede, confortati da quanto promessoci e da quanto letto nel loro sito internet e sulle loro brochure informative. Siamo stati presi in giro su tutta la linea, e per una questione di principio, ora, pretendiamo la rescissione del contratto e la restituzione dell’intera cifra, dato che NON abbiamo ottenuto il progetto che abbiamo chiesto, NON si è rimasti entro il budget stanziato, ma soprattutto NON c’è volontà effettiva da parte dell’Azienda di accondiscendere alle nostre richieste, sebbene a “parole” siano sempre disposti a venirci comunque in contro.

In fine questo mio sfogo è voluto per mettere in guardia altre persone che in buona fede o lusingate dalle loro promesse si avvicinino a questa realtà.

• I tempi di consegna degli immobili NON sono mai rispettati (e difatti, una clausola nel contratto finale li svincola da ogni responsabilità nei ritardi) .
• Le case realmente “finite” NON costano mai meno di 1600 Euro/mq sebbene le promesse siano ben diverse in fase di trattativa iniziale.
• I capi cantiere si alternano anche svariate volte nella fase di costruzione, lasciando il cliente “in panne” e senza referente, solo perché ci sono dei problemi interni all’Azienda ed un ricambio repentino di personale.
• Il prodotto da loro venduto non ha rispettato le qualità a noi promesse, ed ho ricevuto riscontri esterni anche da altri in tal senso.
• I contratti che si firmano sono pieni di cavilli e di cose non dette (tipo l’altezza delle piastrelle in bagno posate da capitolato), fatto che inevitabilmente fa innalzare il costo totale anche se le indicazioni iniziali sono diverse.

Purtroppo queste cose le ho scoperte dopo, parlando con altri clienti insoddisfatti della zona e con professionisti del settore.

Saluti !

Alberto Pilot

guangtou
Messaggi: 302
Iscritto il: dom dic 03, 2006 10:13 am
Località: lombardia

Messaggio da guangtou » mar feb 27, 2007 10:01 pm

Nel mio precedente intervento mi riferivo proprio a questo post. Perchè non aprire una sezione di interventi di lamentele su ditte che si sono comportate male? Ovviamente bisognerebbe essere in grado di dimostrare i fatti in caso di discussioni in sede legale.
Ciao a tutti!!!

fossati_paolo
Messaggi: 42
Iscritto il: dom ago 06, 2006 10:56 pm

Messaggio da fossati_paolo » mar feb 27, 2007 10:33 pm

guangtou ha scritto:
Carpentiere ha scritto:Salve a tutti,

.........
• I tempi di consegna degli immobili NON sono mai rispettati (e difatti, una clausola nel contratto finale li svincola da ogni responsabilità nei ritardi) .
• Le case realmente “finite” NON costano mai meno di 1600 Euro/mq sebbene le promesse siano ben diverse in fase di trattativa iniziale.
• I capi cantiere si alternano anche svariate volte nella fase di costruzione, lasciando il cliente “in panne” e senza referente, solo perché ci sono dei problemi interni all’Azienda ed un ricambio repentino di personale.
• Il prodotto da loro venduto non ha rispettato le qualità a noi promesse, ed ho ricevuto riscontri esterni anche da altri in tal senso.
• I contratti che si firmano sono pieni di cavilli e di cose non dette (tipo l’altezza delle piastrelle in bagno posate da capitolato), fatto che inevitabilmente fa innalzare il costo totale anche se le indicazioni iniziali sono diverse.

Purtroppo queste cose le ho scoperte dopo, parlando con altri clienti insoddisfatti della zona e con professionisti del settore.

Saluti !

Alberto Pilot
Nel mio precedente intervento mi riferivo proprio a questo post. Perchè non aprire una sezione di interventi di lamentele su ditte che si sono comportate male? Ovviamente bisognerebbe essere in grado di dimostrare i fatti in caso di discussioni in sede legale.
Ciao a tutti!!!
...azz....
questo non l'avevo visto prima.....
se questo e' il comportamento della ditta in oggetto e' meglio pensarci bene.
Comunque andro' a vedere un cantiere (giusto per rendermi conto del prodotto) ma terro' bene in mente quanto scritto sopra.
Inoltre, guardando le foto sul sito e leggendo l'intervento di [email protected] ho notato che le pareti sembrano fatti di trucioli di legno ...non danno idea di grande stabilita'.
C'e' da dire che le altre ditte ti portano la parete gia' chiusa e non sa comunque cosa c'e' dentro... che casino

grazie a tutti
Paolo

Avatar utente
alexbio
Messaggi: 534
Iscritto il: lun feb 27, 2006 6:05 pm
Località: Sulle dolci colline friulane

Re: Non mi sono piaciuti

Messaggio da alexbio » mer feb 28, 2007 9:58 am

Ciao Paolo.
A parte la totale incompetenza del commerciale che ho incontrato, che cadeva dalle nuvole non appena gli chiedevo i coefficienti di isolamento e altri dati, ho ricevuto una pessima impressione durante una visita in canttiere.
La struttura che loro propongono, basata su un telaio in travi massicce è l'unica cosa buona. Se poi guardi come effettuano i tamponamenti, con chiodi sparati a casaccio fuori trave, materiali di scarsa qualità, pareti interne in cartongesso con la tradizionale intelaiatura in metallo allora capisci perché li ho lasciati perdere immediatamente. Per altro, l'ultimo controllo effettuato sul cappotto esterno, mi ha lasciato di stucco: ho chiesto al rappresentante quali fossero la sue caratteristiche, sentendomi rispondere con frasi ad effetto prive di reale signifiato. Ad un esame sommario mi sono accorto che la cappottatura era realizzata con pannelli di polistirolo (neppure compresso), col dito che li passava da parte a parte appena calcavi un po'. Insomma, una vera boiata per una casa che si voglia veramente definire bioecologica.
Personalmente ho scelto la Rubner. Qualche problemino lo sto incontrando anche con loro, più che altro sulle finiture, ma dalla firma del contratto al progetto, compreso il rispetto maniacale dei tempi di esecuzione, ho avuto a che fare con gente estremamente seria.
Cordiali saluti
Alex

ciao Alexbio,
probabilmente andro' a vedere una casa levilleplus settimana prossima (in piemonte) e mi interessava sapere quali incongruenze hai rilevato e quali finiture, secondo te, non sono all'altezza del prezzo che ti fanno pagare.
questa ditta difatti ( assieme a rubner) e'la possibile candidata per la costruzione della mia casa.
Sto valutando attentamente tutti i suggerimenti che mi sono arrivati da questo forum relativi a levilleplus, onde evitare qualche fregatura.
L'estetica e le rifiniture di queste case invece mi piacciono davvero tanto....

grazie e saluti
Paolo[/quote]

carletto
Messaggi: 1182
Iscritto il: lun feb 14, 2005 2:04 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Pordenone

Re: Non mi sono piaciuti

Messaggio da carletto » mer feb 28, 2007 3:24 pm

alexbio ha scritto: Personalmente ho scelto la Rubner. Qualche problemino lo sto incontrando anche con loro, più che altro sulle finiture, ma dalla firma del contratto al progetto, compreso il rispetto maniacale dei tempi di esecuzione, ho avuto a che fare con gente estremamente seria.
Cordiali saluti
Alex
ciao Alex,
tre domande tre:
1: con rubner costruisci su tuo progetto o su loro catalogo?
2: mi confermi che nn fanno il riscaldamento a pavimento (o che cmq te lo sconsigliano in tutti i modi)?
3: blockhaus, lignopan o residenz?

grazie e ciao

Avatar utente
alexbio
Messaggi: 534
Iscritto il: lun feb 27, 2006 6:05 pm
Località: Sulle dolci colline friulane

Messaggio da alexbio » mer feb 28, 2007 4:03 pm

1: la costruzione è avvenuta su mio progetto, redatto da un architetto di fiducia. Non ci sono stati problemi, se non in fase di stesura definitiva, rapidamente superati e non dovuti comunque alla Rubner, ma a una nostra svista.
2: ti confermo che non fanno il riscaldamento a pavimento, ma non mi hanno mai sconsigliato la sua realizzazione. Semplicemente in fase progettuale ho fornito le quote necessarie e ho individuato con precisione le pareti in cui realizzare le nicchie per i collettori. Non sono pentito di questa scelta, ma tuttavia oltre che più costosa e decisamente più laboriosa, a partire dall'individuazione del giusto sottofondo.
3: residenz, per il semplice motivo che i soldi a disposizione non erano infiniti e che meglio rispondeva alle mie necessità. utilizzo una parete con coefficiente di isolamento pari a 0.20 (cappotto in sughero da 5 cm e isolamento interno in lana di roccia).
La casa è stata posata secondo tabella di marcia in novembre e ora sto effettuando a mio carico vari lavori di ultimazione, tra cui gli scuri esterni, la finitura delle pareti interne, le grondaie e l'impianto di riscaldamento. In pratica, tutto quello che ho preferito fare secondo i miei gusti (in particolare scuri e grondaie) o che essendo fatti in economia (da me...) mi facevano risparmiare qualche cosa.
Quando parlavo di problemi mi riferivo a qualche noia con l'intonaco esterno che inizia a fessurarsi e alle pareti interne che in corrispondenza delle finestrature mostrano segni non previsto, sui quali attendo una spiegazione da parte dei tecnici della ditta. Vedremo cosa mi dicono e poi deciderò se arrabbiarmi o meno.
Devo dire che per ora il rapporto con il rappresentante è stato molto buono per la sua cortesia e disponibilità e che ogni ostacolo, anche in fase progettuale, è stato superato.
Spero di averti fornito indicazioni utili.
Cordiali saluti



ciao Alex,
tre domande tre:
1: con rubner costruisci su tuo progetto o su loro catalogo?
2: mi confermi che nn fanno il riscaldamento a pavimento (o che cmq te lo sconsigliano in tutti i modi)?
3: blockhaus, lignopan o residenz?

grazie e ciao[/quote]

carletto
Messaggi: 1182
Iscritto il: lun feb 14, 2005 2:04 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Pordenone

Messaggio da carletto » mer feb 28, 2007 4:26 pm

Grazie alex delle info.
ciao

fossati_paolo
Messaggi: 42
Iscritto il: dom ago 06, 2006 10:56 pm

Messaggio da fossati_paolo » lun mar 05, 2007 7:25 pm

ciao a tutti e grazie dei prezioni consigli,
alla fine ho deciso di abbandonare l'idea di costruire con levilleplus, visto quello che ho letto nei post precedenti e vista la scarsissima parete che propongono (le pareti interne sono fatte di lamiera e cartongesso con lana di vetro in mezzo).
adesso rimangono wolf e rubner, vedremo.....
ho preso comunque qualche spunto sull'estetica di levilleplus perche' quella vale davvero la pena (purtroppo solo quella)

...vi terro' informati (vostro malgrado...)
Paolo

guangtou
Messaggi: 302
Iscritto il: dom dic 03, 2006 10:13 am
Località: lombardia

Re: Attenzione a LeVillePlus

Messaggio da guangtou » lun mar 05, 2007 9:40 pm

Carpentiere ha scritto:LeVillePlus costruisce direttamente solamente lo scheletro della struttura, le restanti opere sono subappaltate a artigiani che trovano in zona
Confermo. Stassera ho visto una casa in costruzione dalle mie parti e mi hanno confermato esattamente che la procedura che seguono è questa: loro realizzano solo lo scheletro delle pareti, tutto il resto subappaltano a ditte del posto. Ma che razza di garanzia possono fare? Come fanno a fare preventivi? Come fanno a dichiarare coefficienti di isolamento? Boh!
Buona serata a tutti.

nickride
Messaggi: 2
Iscritto il: ven mar 02, 2007 9:28 am

Re: Attenzione a LeVillePlus

Messaggio da nickride » gio mar 08, 2007 12:31 am

guangtou ha scritto:
Carpentiere ha scritto:LeVillePlus costruisce direttamente solamente lo scheletro della struttura, le restanti opere sono subappaltate a artigiani che trovano in zona
Confermo. Stassera ho visto una casa in costruzione dalle mie parti e mi hanno confermato esattamente che la procedura che seguono è questa: loro realizzano solo lo scheletro delle pareti, tutto il resto subappaltano a ditte del posto. Ma che razza di garanzia possono fare? Come fanno a fare preventivi? Come fanno a dichiarare coefficienti di isolamento? Boh!
Buona serata a tutti.
Beh questo non c'entra molto. Se loro danno alla ditta subappaltatrice indicazioni precise su come costruire (materiali, misure ecc) e fanno controlli periodici non vedo come ciò possa influire negativamente (soprattutto nella loro zona dove credo si avvalgano di ditte conosciute). Comunque io sono andato a parlare con un geometra di levilleplus e mi ha fatto capire che i muri li costruiscono loro. Alla fine sono anche stato in una villa di loro costruzione ed oltre che trovarla molto bella dal di fuori mi ha fatto un'ottima impressione anche da dentro. Ho notato pure io che i muri sono piuttosto sottili, ma loro garantiscono che i loro muri hanno lo stesso potere di isolamento dei muri in muratura spessi 90 cm anche se i loro sono circa 30 cm. L'unica pecca negativa che ho potuto constatare è forse il prezzo un po'alto che parte dai 1300 euro a MQ lordi per salire a seconda del materiale scelto e anche delle modalità (tipo riscaldamento a pavimento ecc), diciamo che alla fine per una cosa fatta bene si va a spendere in media circa 1500 euro a MQ lordi, altra note negativa è che non tutti i materiali sono eco. Saluti.

Avatar utente
Letizia65
Messaggi: 303
Iscritto il: gio ago 09, 2007 8:43 am
Località: prov. VARESE

Messaggio da Letizia65 » gio ago 09, 2007 2:50 pm

HO rispolverato questo topic per quanti come me cercano informazioni riguardo questa azienda. Ciao. Letizia.

BioSCATTO
Messaggi: 4
Iscritto il: mar feb 19, 2008 11:47 pm

Re: levilleplus

Messaggio da BioSCATTO » mer feb 20, 2008 2:05 am

Prima di tutto è d'obbigo fare una distinzione tra i sistemi costruttivi! Bioedilizia e bioarchitettura sono due cose distinte poi.
Prefabbricato: ...pre-fabbricato! senza nulla togliere, la casa, una volta costruita può avere gli stessi coefficienti di tante altre in commercio efin quì tutto bene. Ma ne momento in cui mi si pone il problema del nonno disabile in carrozzina e gli devo ampliare le uscite, modificare i bagni, oppure ampliare l'artura di una finestra, una porta, spostare una SEMPLICE presa elettrica, un punto luce e, garantisco che nel corso della vita di un'abitazione queste problemtiche si pongono! allora che si fà??? ....bene, teniamo conto che gli impianti, infissi, prese e traccie, sono STAMPATI all'interno della parete che per altro non abbiamo visto costruire o assemblare! ..bene, allora che si fa?? Forse, la soluzione più pratica è ritornare in banca e vedere se ci sono rimasti soldi e sperare che l'azienda che ha COMMERCIALIZZATO la nostra casa ci faccia un buono sconto! si perchè sarà il caso di costruirne un'altra! dato che i vincoli del prefabbricato sono molteplici e considerando che le pareti sono portanti NON LE POSSO TOCCARE! oppure si? forse se non mi darano fastidio i cedimenti strutturali interni ed esterni. Speriamo che le crepe vadano di moda.
I migliori sistemi, sono quelli tradizionali, dal 1200 si costruisce con strutture portanti in legno, oggi migliorate con il lamellare, che comporta a non vedere la nostra abirazione "muoversi", affidate a mani esperte, a commerciali che oltre alla trasparenza espressa nei contratti d'appalto, non sanno che mettere la loro passione, assieme alla ricerca e alla continua innovazione per migliorare giorno dopo giorno.
Chi crede, può approfondire quanto ho scritto, ponendomi altre domande, toccando con mano la realtà di questo mercato in forte crescita e che purtroppo crea anche molta confusione facendo cadere spesso il cliente come la rana nello stagno!
C'è molto da capire, da poter valutare e da ragionare....

BioSCATTO
Messaggi: 4
Iscritto il: mar feb 19, 2008 11:47 pm

Re: Non mi sono piaciuti

Messaggio da BioSCATTO » mer feb 20, 2008 2:24 am

alexbio ha scritto:Al di la delle dichiarazioni altisonanti, mi hanno dato l'impressione di vendere molto bene la loro immagine, ma che sul piano tecnico non prpongano nulla di straordinario. Anzi. Ho visitato un cantiere trovando non poche incongruenze rispetto al tanto dichiarato progetto per case ecologiche, senza tenere conto della realizzazione che mi è sembrato in molti casi approsimativa.
Per esempio quali? puoi essere preciso ed esteso?

BioSCATTO
Messaggi: 4
Iscritto il: mar feb 19, 2008 11:47 pm

Re:

Messaggio da BioSCATTO » mer feb 20, 2008 2:29 am

[email protected] ha scritto:Ho visto anch'io alcuni cantieri delle Viile plus e devo dirvi che effettivamente loro puntano molto sull'immagine ma poi di concreto non hanno niente in più degli altri. Ad esempio dicono che sono ecologiche al 100%, poi in cantiere vedo che usano come isolante la lano di roccia come tamponamento ed il polistirolo come cappotto esterno (probabilmente su richiesta e ad altri prezzi usano materiali naturali). La struttura della parete mi sembra fragile (pannello esterno in OSb di 25mm e pannello interno da 18mm in cartongesso per chiudere la parete tamponata). Mi sembra invece robusta la struttura portante a telaio (colonne in legno 16x16cm). Sicuramente curano molto l'architettura (sono molto belle) e le finiture che sono di alto livello. In conclussione, a mio avviso sono belle da vedersi e con finiture di alto livello però la sostanza (materiali utilizzati e accorgimenti tecnici) non mi sembra un gran che, e poi per quanto riguarda il capitolato standard dal punto di vista ecologico, a parte il legno della struttura portante, mi sembra che ci sia ben poco.

Saluti, Nicola
potresti essere più preciso? non ti sembra un gran che! ti sembra che ci sia poco! a me sembra ivece che sia breve la tua descrizione. Qualche notizia in pù? e precisa. Grazie

BioSCATTO
Messaggi: 4
Iscritto il: mar feb 19, 2008 11:47 pm

Re: Conoscere

Messaggio da BioSCATTO » mer feb 20, 2008 2:36 am

Emc ha scritto:Non ho molte notizie in merito. Questa ditta sul suo sito dichiara di costruire con un sistema innovativo...carini! Usano il sistema "ballon frame" inventato nel paleolitico, sviluppato nel corso dei secoli e perfezionato negli Stati Uniti dal 1800...con questo non voglio dire che sia un sistema qualitativamente inferiore o superiore ad altri. E' un sistema valido come gli altri. Negli USA è stato industrializzato, nel senso che l'intelaiatura è costruita utilizzando travi in moduli praticamente standard. Con chiodi e martello chiunque può costruirsi una casa. Hai mai visto i telefilm dove si vedono quelle ragnatele di pali e travi tutti di dimensioni uguali e che poi vengono tamponati? Il sistema Levilleplus pare serio ed evidentemente richiede uno sforzo progettuale e costruttivo non indifferente perchè ogni casa è un caso a parte. Per quanato riguarda i coefficienti d'isolamento termico e acustico ottiene analoghi risultati del prefabbricato a parità di materiali e "spessori" , ne più ne meno. Sismicamente parlando è la stessa cosa. Il pregio potrebbe stare nella modularità e nell'uso massiccio di lamellare, ma quanto costano???
Un saluto
Le osservazioni fatte sono corrette e quasi del utto centrate. Una cosa, quella struttura chiamata ragnatela è antisismica S12 pari al 12 grado della scala mercalli......utopia per il resto del modo. I costi a quanto pare sono più competitivi rispetto ad altri che non parlano di certe esclusioni.
Tra tanti sei l'unico che ha capito il sistema costruttivo e garantisco che i servizi dati non sono da meno.

Rispondi