laminato su riscaldamento a pavimento

Forum dedicato alle tecniche di costruzione con materiali naturali.

Moderatori: laura serpilli, michele ricci

Rispondi
pesk
Messaggi: 32
Iscritto il: dom mag 07, 2006 7:33 pm

laminato su riscaldamento a pavimento

Messaggio da pesk » sab dic 09, 2006 12:04 pm

Ciao a tutti,
sto considerando la possibilità di utilizzare un pavimento in laminato sopra il pacchetto del riscaldamento a pavimento e mi chiedevo: la classificazione del prodotto in classe E1 (ai sensi delle Norme DIN-EN 120 e DIN 52368) è sufficientemente tranquillizzante? Oppure, considerando che il calore tende a far aumentare le emissioni, non è comunque consigliabile?
Conoscete qualche tipo di laminato (o in alternativa di prefinito) davvero PRIVO di emissioni nocive?

Grazie in anticipo!

dotting
Messaggi: 955
Iscritto il: lun nov 20, 2006 9:48 pm

Messaggio da dotting » dom dic 10, 2006 6:46 pm

E' un problema di temperatura di mandata dell'acqua di riscaldamento.
Trenta anni fa quando ho cominciato a progettare gli impianti a pavimento si mandava acqua a 50-60° ed ho visto pavimenti in legno saltare via.
Ora normalmente non si superano i 35-37°, con temperature sul pavimento di 22-23°, perfettamente compatibili con il materiale melaminico.
Il problema semmai è che questa tipologia di pavimento ha un coefficente di trasmissione termica più bassa rispetto a materiali lapidei e quindi ho constatato un peggioramento nelle prestazioni dell'impianto.
Oltretutto nelle norme di installazione di questi pavimenti viene consigliata l'interposizione di un foglio di polietilene da 2-3 mm. che costituisce un'ulteriore barriera al calore.
Un saluto
p.s. cosa intendi per "pacchetto di riscaldamento a pavimento"

pesk
Messaggi: 32
Iscritto il: dom mag 07, 2006 7:33 pm

Messaggio da pesk » lun dic 11, 2006 4:47 pm

Grazie per la gentile risposta!

Per "pacchetto di riscaldamento a pavimento" intendo il sistema a rete Velta Calore; in pratica, sopra la struttura portante avrei:

- sughero 2 cm;
- foglio in polietilene 0,18 mm;
- sistema di riscaldamento / raffrescamento Velta Calore: tubazioni in polietilene HD reticolato tipo PE-Xa 151 17x2 fissate mediante clip alla rete elettrosaldata rialzata e annegate nel massetto in calcestruzzo (additivato con fluidificante) di 6 cm totali.

L'impianto è stato dimensionato prevedendo una finitura con parquet dello spessore di 10 o massimo 13 mm; la scelta del laminato dovrebbe pertanto risultare migliorativa dal punto di vista della trasmissione termica.

Restava solo qualche dubbio circa le possibili emissioni (che d'altra parte si potrebbero avere anche con un parquet prefinito, che contiene anch'esso colle varie...); il fatto che una bassa temperatura di esercizio escluda il rischio di emissioni eccessive è una buona notizia.

Ancora grazie! :)

dotting
Messaggi: 955
Iscritto il: lun nov 20, 2006 9:48 pm

Messaggio da dotting » lun dic 11, 2006 7:48 pm

Sarò estremamente pratico:
1.- il sughero sotto un pavimento radiante è una porcheria, se si inumidisce e i cicli termici possono creare condensa, ammuffisce e puzza terribilmente, in una casa hanno dovuto demolire tutto per via dell'odore nauseabondo;
2.- la soluzione della tubazione sollevata rende difficoltosa la distribuzione del massetto, anche con la pompa, in un cantiere il piastrellista mi voleva picchiare;
3.- l'addittivo per il massetto serve per l'appunto ad avvolgere il tubo, favorendo lo scambio termico, ho aperto anni fa un impianto e il tubo era quasi completamente circondato dal massetto;
4.- 6 cm sono troppi e forse sono imposti da quell'impiastro di sistema;
5.- il tubo in polietilene è soggetto a schiacciarsi, se ti dicono che non è vero, fatti dare la durezza Vickers e confrontalo con il rame;
6.- la rete va messa sopra la tubazione per evitare i fenomeni di ritiro e per rinforzare meccanicamente il massetto notoriamente magro, altrimenti gli mando il piastrellista di sopra.
Soluzione ottimale in termini di costi e resa:
Celenit da 2cm, tubo in rame Giacomini da fissare con gaffette fermacavo (non superare i 100 metri, se la stanza è grande dividi in due o tre), addittivo Giacomini puzza che una meraviglia, massetto 4 cm con rete polietilene biorientata: totale 20 euro a mq.
Se sotto abita gente inserisci il Thermofoil come ulteriore isolamento e barriera al rumore.
saluti

ecocomp
Messaggi: 36
Iscritto il: sab nov 06, 2004 10:04 am
Località: Milano

laminato su riscaldamento a pavimento

Messaggio da ecocomp » ven dic 15, 2006 9:42 am

Ciao a tutti, ho letto con interesse l'ultimo intervento di "dotting", ti chiedo se puoi esplicitare più in dettaglio come hai calcolato il costo di 20 €/m2, e quali componenti hai utilizzato. Sono anch'io favorevole all'impiego di tubi in rame anzichè quelli in plastica (multistrato), ma il rame, oggi, costa più del doppio del multistrato.Che diametro hai considerato nella tua analisi?, è compreso anche la messa in opera ?, il Cellenit può sostituire bene i pannelli in polistirolo normalmente forniti nei sistemi a pavimento radiante ? Ti ringrazio se vorrai rispondrmi....saluti a tutti..

dotting
Messaggi: 955
Iscritto il: lun nov 20, 2006 9:48 pm

Messaggio da dotting » ven dic 15, 2006 3:42 pm

Sarò ancora più pratico:
il Celenit da 2 cm. costa circa 7 euro a mq. e sostituisce perfettamente il polistirolo ed in più è considerato ecobiocompatibile, la nomea di costare molto che si portano dietro i sistemi di riscaldamento a pavimento è legata al fatto che i pannelli con i famosi funghetti per la guida del tubo te li fanno pagare una cifra.
Il tubo da 16 in rame costa circa 2 euro a mq., mediamente in una casa discretamente isolata si può mettere con un passo da 20 cm. quindi 6 metri, per un totale di 12 euro a mq.
Qualcosina per raccordi, gaffette ed addittivo e si arriva a 20 euro a mq.
Non ho considerato la messa in opera perchè l'idraulico è peggio del farmacista, qualcuno è arrivato a chiedermi 10 euro a mq. per posare il tubo, adesso vado a 3-4 euro a mq, d'altronde 100 mq. li posano e li intestano in due in una mattina.
Naturalmente ho escluso il massetto perchè si presuppone che uno lo debba realizzare per forza, se ci vuole piastrellare sopra.
L'unica differenza è che occorre prestare un pò più di attenzione quando si getta il massetto.
Ed infatti io ho abbandonato il materiale plastico ed adotto solo il rame, perchè ci si può passare sopra con la carriola.
Un saluto

Rispondi