Aiuto! Balbuzie

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Gio
Messaggi: 607
Iscritto il: mar dic 28, 2004 11:13 am
Località: torino

Aiuto! Balbuzie

Messaggio da Gio » ven apr 15, 2005 12:49 pm

Ciao.
Da Sabato, improvvisamente, Francesco ha iniziato a balbettare terribilmente.
Fino a venerdì parlava benissimo (l'opertrice del nido gli aveva persino fatto i complimenti perchè lui le aveva raccontato che era stato al "parco ornitologico" - e ha pronunciato questa parola come un adulto - e poi le ha detto il nome - in latino! - dei suoi dinosauri), poi, improvvisamente, si è messo a balbettare.
Non so se si è spaventato per qualcosa ultimamente.
Per me è terribile sentirlo così. Spesso non sembra accorgersene, ma a volte ha dei gesti di stizza per non riuscire a "partire" con la frase.

Vi faccio un esempio: "mamamamamamamamamamamamama, mamma, andiamo ai giardini dopo la nanna?"

E' proprio un problema di avviamento.

Qualcuna ne sa qualcosa? Età: Franci compirà tre anni a maggio.

Grazie anticipatamente, Gio

mammaclaudia
Messaggi: 398
Iscritto il: mer ott 13, 2004 1:34 pm
Località: Monfalcone

Messaggio da mammaclaudia » ven apr 15, 2005 3:24 pm

non so che dirti, ti rispondo per solidarietà, e per riportati il caso di due fratelli, il + grande balbettava (senza motivo), la sorella + piccola ha iniziato per copiarlo; andando a scuola il problema è diminuito e ora che sono maggiorenni non balbettano +, comunque chiedi consiglio al pediatra, giusto per sicurezza
baci

Pri67
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 09, 2004 3:26 pm

anche a me sta succedendo...

Messaggio da Pri67 » ven apr 15, 2005 5:52 pm

Mio figlio Nicolò, di quasi 3 anni e mezzo, ha iniziato improvvisamente a balbettare due mesi fa... Non è che prima parlasse benissimo, ma non aveva mai balbettato. Noi abbiamo chiesto alle maestre della materna, al pediatra e un po' in giro. Alcuni (le maestre) dicono che succede spesso a quest'età quando il pensiero va più veloce della parola, altri (il pediatra) che dipende da un disagio psicologico, da un bisogno di attenzione. Nel mio caso forse e un po' l'uno e po' l'altro, data la gelosia folle nei confronti del fratellino! Tutti ci hanno comunque consigliato di comportarci normalmente, non far caso alla cosa, non interromperlo quando parla, non terminare al suo posto la frase e DI AVERE PAZIENZA, perché a quest'età passa normalmente da solo. Ben diverso se iniziasse a 5/6 anni. Solo se dovesse durare a lungo, oltre l'anno, allora si può pensare non tanto al logopedista, ma allo psicologo... Beh, questi bimbi mi stanno proprio insegnando questo: la pazienza...
In questi due mesi ti posso dire che, interessandomi all'argomento, ho scoperto che effettivamente è successo a molti maschietti (ora magari ragazzoni o adulti) che non ne portano alcuna conseguenza! Se cerchi un po' sul web vedrai anche che per quest'età, anche lì, il consiglio è quello della "terapia passiva"... Quindi (riporto testualmente) NO ANSIA NO PROBLEM: meno ci pesa, più in fretta si risolve...
Tanti cari saluti
Paola :-)

Francesca G.
Messaggi: 568
Iscritto il: mar ott 05, 2004 3:18 pm
Località: Bologna
Contatta:

Messaggio da Francesca G. » sab apr 16, 2005 1:31 pm

Confermo ciò che ha detto Paola. Anche il mio Arturo trai due anni e mezzo e i tre ha cominciato a balbettare in maniera spaventosa, le partenze di frase erano poi un disastro. Certi giorni lo faceva di più altri meno. Dopo qualche mese saltava le settimane, una balbettava una no, poi ad un certo punto ha smesso. Ora che ha tre anni e tre mesi non balbetta più a parte rarissimi casi di parole molto difficili. Anch'io ho adottato la tecnica di non farci caso e di non incalzarlo, a meno che non lo vedessi in un grande disagio per la cosa e allora minimizzavo e gli dicevo che ci sarebbe riuscito più tardi e infatti così succedeva.
Ciao,
F.

Gio
Messaggi: 607
Iscritto il: mar dic 28, 2004 11:13 am
Località: torino

Messaggio da Gio » lun apr 18, 2005 9:11 am

Grazie ragazze, per i consigli e per la solidarietà.

Anche a me le maestre hanno detto che "probabilmente" passerà e che ne hanno visti tanti ... nonostante questo, ultimamente quando mi parla mi iene da piangere, anche se mi sforzo di essere il più possibile sorridente con lui.
Francesca, non so se farei bene a minimizzare e dirgli che più tardi ci riuscirà, perchè mi sembra che in questo modo riconoscerei, davanti a lui, che c'è un problema, mentre gli altri consigli che ricevo sono proprio di far finta di nulla, solo dargli il tempo che gli serve per finire la frase e non finirla noi al posto suo ...

Boh, in questo week-end ha iniziato a balbettare anche dentro la frase, mi sembra sempre peggio ... ho tanta voglia di piangere ... lo immagino all'asilo con gli altri bimbi che lo prendono in giro o perdono la voglia di ascoltarlo (ci mette davvero tanto a completare una frase) ... i bambini sanno essere molto cattivi ... e cerco di non pensare al fatto che possa perdurare il problema anche in età adulta, perchè se ci penso vado ancora più in crisi ....

Scusatemi lo sfogo.
Grazie ancora per le risposte
Giovanna

sabry
Messaggi: 335
Iscritto il: mar ott 05, 2004 1:27 pm

Messaggio da sabry » lun apr 18, 2005 11:33 am

cara gio, cuore di mamma, stai serena e pensa al meglio....
un abbraccio di solidarietà!
sabry

Gio
Messaggi: 607
Iscritto il: mar dic 28, 2004 11:13 am
Località: torino

Messaggio da Gio » lun apr 18, 2005 11:40 am

Grazie Sabry.

Da più parti mi chiedono se il bambino ultimamente si è spaventato o ha subìto qualche stress. La risposta è sì per entrambe le cose, ma a cosa serve rispondere a questa domanda? Bisogna per forza trovare un colpevole? Quasi sicuramente la colpa è mia o di mio marito. Ma non credo che i sensi di colpa aiuteranno Francesco a parlare meglio.

Se serve sapere cosa lo ha spaventato o stressato ditemelo e ve lo racconto, ce n'è più che abbastanza per far perdere completamente la parola, se guardiamo dal punto di vista di un bambino di neanche tre anni.

Ciao
Gio

Pri67
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 09, 2004 3:26 pm

Ancora due settimane fa...

Messaggio da Pri67 » lun apr 18, 2005 12:22 pm

a Nicolò è successo di balbettare tanto mentre bisticciva con suo padre che si è messo a piangere e si è addormentantato dalla fatica! :-( C'erano giorni in cui era una sofferenza sentirlo parlare e anche frasi che prima diceva benissimo, ci impiegava 5 minuti a dirle... Anche io avevo paura che gli altri bimbi lo prendessero in giro: le maestre mi hanno detto che invece gli altri bimbi non solo lo stavano a sentire, ma quando proprio si "incantava" parlando gli facevano simpaticamente da "traduttore", come se fosse la cosa più normale del mondo! Anche gli adulti hanno dimostrato molta pazienza e comprensione e (a parte un caso!) anche gli estranei hanno sempre fatto finta di nulla. I primissimi giorni anche a me veniva da dirgli "non ti preoccupare" (e io ero MOLTO più proccupata di lui!!), poi ho pensato che dirgli così poteva al contrario sottolineare una cosa proccupante. Allora... basta. Muso duro, tutto ok, tutto normale, succede a tutti (o quasi) etc. Subito non è stato facile, anzi. Adesso non me ne accorgo quasi più (a parte due settimane fa) e devo dire che il pupo, piano piano, mi sembra stia migliorando: adesso riesce OGNI TANTO a NON balbettare!!! E io riesco a mettere la cosa sul ridere (quando lui non c'è!) imitandolo :-P (che mamma malandrina!!).
Riguardo alle cause io ne ho una rosa di 5 o 6 tra le quali scegliere, ma non sono tutte cause eliminabili (mica posso sopprimere il fratellino), al limite "alleviabili" (cercherò di limitare alcune visite mediche alle quali deve essere sottoposto), ma purtroppo non mi è possibile modificare le cose più di tanto...
Infine, spero ti possa essere utile come lo è stato a me, sembra che le forme più serie di balbuzie (quelle che hanno più probabilità di permanere) siano "familiari" cioè bimbi con papà o mamma o parenti balbuzienti. Inoltre non a caso siamo tutte mamme di maschietti: intorno ai tre anni la proporzione è 1:4 (1 bimba per 4 bimbi!!!!).
Un caro saluto
Paola

Pri67
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 09, 2004 3:26 pm

Ancora due settimane fa...

Messaggio da Pri67 » lun apr 18, 2005 12:26 pm

a Nicolò è successo di balbettare tanto mentre bisticciva con suo padre che si è messo a piangere e si è addormentantato dalla fatica! :-( C'erano giorni in cui era una sofferenza sentirlo parlare e anche frasi che prima diceva benissimo, ci impiegava 5 minuti a dirle... Anche io avevo paura che gli altri bimbi lo prendessero in giro: le maestre mi hanno detto che invece gli altri bimbi non solo lo stavano a sentire, ma quando proprio si "incantava" parlando gli facevano simpaticamente da "traduttore", come se fosse la cosa più normale del mondo! Anche gli adulti hanno dimostrato molta pazienza e comprensione e (a parte un caso!) anche gli estranei hanno sempre fatto finta di nulla. I primissimi giorni anche a me veniva da dirgli "non ti preoccupare" (e io ero MOLTO più proccupata di lui!!), poi ho pensato che dirgli così poteva al contrario sottolineare una cosa proccupante. Allora... basta. Muso duro, tutto ok, tutto normale, succede a tutti (o quasi) etc. Subito non è stato facile, anzi. Adesso non me ne accorgo quasi più (a parte due settimane fa) e devo dire che il pupo, piano piano, mi sembra stia migliorando: adesso riesce OGNI TANTO a NON balbettare!!! E io riesco a mettere la cosa sul ridere (quando lui non c'è!) imitandolo :-P (che mamma malandrina!!).
Riguardo alle cause io ne ho una rosa di 5 o 6 tra le quali scegliere, ma non sono tutte cause eliminabili (mica posso sopprimere il fratellino), al limite "alleviabili" (cercherò di limitare alcune visite mediche alle quali deve essere sottoposto), ma purtroppo non mi è possibile modificare le cose più di tanto...
Infine, spero ti possa essere utile come lo è stato a me, sembra che le forme più serie di balbuzie (quelle che hanno più probabilità di permanere) siano "familiari" cioè bimbi con papà o mamma o parenti balbuzienti. Inoltre non a caso siamo tutte mamme di maschietti: intorno ai tre anni la proporzione è 1:4 (1 bimba per 4 bimbi!!!!).
Un caro saluto
Paola

Gio
Messaggi: 607
Iscritto il: mar dic 28, 2004 11:13 am
Località: torino

Messaggio da Gio » lun apr 18, 2005 12:34 pm

Grazie Paola.
Quanto aveva il tuo Nicolò quando ha iniziato, e che età ha adesso?
Vorrei poter fare delle "previsioni sulla durata".
Mi rendo conto che non è possibile in realtà fare delle previsioni, ma è consolante sapere che dopo un po' la situazione può migliorare. Sarebbe carino poter quantificare quel "dopo un po'" per sapere se devo considerare settimane, mesi o anni.
Grazie ancora, Gio

Pri67
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 09, 2004 3:26 pm

Messaggio da Pri67 » lun apr 18, 2005 12:59 pm

Nicolò compie tra due giorni 3 anni e mezzo e si è messo a balbettare negli ultimi giorni di febbraio.
Ti posso riassumere quelche informazione che ho (vabbé fare finta di niente, ma informasi un po' mi sembra normale): molti bimbi fanno coì per qualche mese (due, tre quattro) poi PUF! tutto torna normale. Altri la durano anche un anno e poi ancora PUF! sparisce tutto. Sembra che più si faccia finta di nulla più in fratta sparisca.
A parte un sito allarmista dove si leggeva che dopo un mese bisogna ricorrere allo specialista, quelli più seri riportano 22 mesi come periodo nel quale ancora non si può ancora parlare di vera balbuzie. Ma questi stessi dicono (e tante mamme che hanno avuto esperienza di questo me l'hanno ripetuto) che può durare anche di più senza che questo significhi che si è di fronte ad un futuro adulto balbuziente. Vedrai che se inizierai a parlarne un po' in giro, troverai tante persone che hanno avuto esperienza di questo.
Una fattoche mi ha molto tirato su è successo proprio ieri in libreria. Sono capitata nel reparto bimbi - pedagogia etc., cercavo tutt'altra cosa, ma poi mi sono messa a guardare se c'erano libri sulla balbuzie. Beh, ne ho trovato solo uno che riguardava bimbi dai 6 anni in su, a conferma che la balbuzie secondaria (quella che compare o persiste in età scolare) è quella che necessita di un trattamento specifico e non solo "passivo".
Chechecheche ne dididici? :-)
Paola

PS Ma come si fa a mettere le faccette?

sabry
Messaggi: 335
Iscritto il: mar ott 05, 2004 1:27 pm

Messaggio da sabry » lun apr 18, 2005 2:06 pm

far finta di niente....sicuramente è dura....e stare ad aspettare che la situazione migliori senza poter fare nulla...ancora peggio....
magari provare a fargli elaborare lo spavento, a fargli vedere che ora va tutto bene....a fragli riprendere fiducia e dimenticarsi lo stress subito....in che modo solo tu puoi saperlo...

Rita
Messaggi: 730
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:16 pm
Località: Piemonte,mamma di Nicolas 5 Giugno 2004

Messaggio da Rita » lun apr 18, 2005 9:14 pm

Gio,cara,ti prego ,non ti colpevolizzare!!!!!
Ti capisco tanto,dev'essere brutto pensare di essere la causa del male di tuo figlio,anch'io sono fatta come te e penso sempre che,qualsiasi cosa non vada in Nicolas sia colpa mia,e lo penso così tanto che,spesso,mi trovo a piangere odiandomi con tutto il mio cuore.Sta di fatto che,probabilmente,noi non c'entriamo davvero, ne siamo convinte,lo so,ma,probabilmente,così non è...Credo che se una cosa deve capiatre,capiterà e basta,questo a prescindere da noi...
Mi rendo anche conto che dire a te queste cose mi sembra la cosa più sensata,reale e razionale che ci sia,ma quando mi trovo io in qualche situazione del genere,non riesco mai ad accettare che forse non è colpa mia...Insomma,predico bene e razzolo male...
Vorrei solo che tu fossi serena e fiduciosa dell'amore che hai x tuo figlio e che lui conosce benissimo.Vedrai che questo problemino passerà,devi solo stare tranquilla e,naturalmente,informarti.
Un abbraccio con tutto il mio cuore,Rita

luxor
Messaggi: 70
Iscritto il: lun apr 18, 2005 11:06 pm

Messaggio da luxor » mer apr 20, 2005 4:01 pm

Se non è di origine traumatica, può essere un campanello per attirare l'attenzione, a volte si sentono trascurati o insofferenti a qualche imposizione. E' indice di ipersensibilità e di insicurezza, anche di timidezza. O semplicemente vogliono essere coccolati dai genitori e possibilmente esentati dalla scuola materna. Oppure copiano da altri bambini e ripetono. Fateli cantare fin da piccoli così abituano le corde vocali ad emettere suoni e l'organo dell'udito all'armoniosità.
Evitare che vengano presi in giro per non creare eventuali complessi.

Pri67
Messaggi: 11
Iscritto il: mar nov 09, 2004 3:26 pm

Messaggio da Pri67 » ven apr 29, 2005 4:42 pm

Ciao, Gio. Come va?
Nicolò è molto migliorato in pochissimi giorni. Alcune giornate non balbetta più... Evidentemente il metodo "passivo" (e, riflettevo, anche rispettoso delle fasi di crescita dei nostri figli), funziona...
Cari saluti
Paola

Rispondi