DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Avatar utente
Veggy
Messaggi: 51
Iscritto il: dom set 30, 2012 11:00 am
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da Veggy » gio ott 18, 2012 3:27 pm

Ahahahahah sei troopo forte Arbor! :lol: :lol: :lol:
Ahhhhh ecco, come al solito non capisco i riferimenti..eheheheh :lol:
Per pranzo ho mangiato FINALMENTE ad un orario normale, verso le 13:30 e ho preso 600 gr di cachi..non so se mi sentissi ancora un pò piena dai kiwi..ma dubito! Piuttosto era tutto un fatto mentale.. Giusto? :P
L'ananas l'ho bella tagliata stamattina, tutta convinta che l'avrei mangiata di sicuro e invece ancora non ne ho voglia; non so perchè ma per ora, l'idea di mangiarla mi da fastidio... :shock:
Vediamo il resto della giornata!!! :P

FARò DI TUTTO perchè non arrivi mai il giorno in cui ti debba smentire ..per ora ogni volta che mi vien voglia di un dolce ( e ce ne sono di momenti!!!) mangio 1frutto, e spesso riesco a ritrivare la motivazione giusta!! E poi basta che miguardi allo specchio..e capisco cosa NON devo più fare! :cry:

GRAZIE di cuore e 1abbraccione enorme :wink:
PS: ho fatto una camminata di 2ore al sole..con i super pesi dei libri in borsa!! Può andare no? :wink:

Avatar utente
ross0
Messaggi: 350
Iscritto il: mar apr 22, 2008 7:42 am

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da ross0 » gio ott 18, 2012 8:49 pm

Ciao carissimi colleghi proboscidati :D :D :D

Sono tutta contentona per le notizie che leggo fino ad adesso Veggy :D :D :D :D :D :D

Arbor sei insostituibile :D :D :D :D :D poi fammi sapere se ti puoi accontentare del mio stile "lego" (e io vedro' di fornirti anche gli estremi dei testi che sono in mio possesso e dai quali ho tirato fuori qualche frammento della mia visione visionaria delle cose, anche se sicuramente i momenti di maggiore "apprendimento" li ho avuti ponendo domande dirette ai vari superesperti, chirurghi, specialisti e terapeuti che ho consultato a mio tempo) :lol:

Ammetto che leggendo l'intervento di Luna avevo dato per scontato che a tutti, eccetto che a me, fosse chiaro di cosa stava parlando con precisione, credevo esistesse un thread che io mi fossi persa, in cui lei raccontasse di cosa le avessero consigliato con precisione questi "esperti" che lei ha consultato. Ora che ho riletto non ho capito nemmeno se poi ha parlato con persone concrete o ha tratto ispirazione da qualche lettura o se si riferisca in modo indiretto e forse ironico a qualcuno del forum a cui preferisce non rivolgersi in modo semplice e chiaro. Credo di volere alzare bandiera bianca e chiedo aiuto a Luna. Sarebbe utile capire meglio cosa ti hanno consigliato queste persone, perchè ti abbiano detto di aumentare la frutta fino a 2000 calorie, per quanti giorni hai seguito questo regime e in cosa consisteva esattamente e magari che disturbi hai avuto (hai veramente avuto attacchi compulsivi aumentando la frutta???). Ma soprattutto credo sarebbe utile capire esattamente se Luna intendesse dire che lei ha avuto crisi di appetito compulsivo che l'hanno spinta a mangiare frutta senza controllo fino a stare male o piuttosto, come mi sembrerebbe piu' facile, intenda dire che lei, deliberatamente, per seguire i consigli di questi esperti, ha forzato il suo appetito arrivando a mangiare piu' di quanto il suo corpo fosse disposto a digerire senza sforzo. Devo ammettere che dopo diverse letture del suo testo propenderei per questa interpretazione, che dissolve totalmente i tuoi timori mia piccola Veggy. Chiediamo pero' conferma a Luna, che ci aiuterà di certo molto volentieri a capire. Se le cose stanno cosi', non c'è nulla di cui preoccuparti, il tuo mandato è solo di mangiare fino a completa e serena sazietà, come fa qualunque animale in natura. Il chilo di kiwi, non ti preoccupare,non solo è del tutto legittimo,ma è un ottimo spuntino, se non ti danno problemi i semini dei kiwi (a me stimolano un po' troppo la toilette). Non lo considererei MAI mangiare "troppo", per me sei stata stra-mega-brava!!!!!!

Chiederei (per dissolvere ogni dubbio residuo e farti dormire sonni piu' tranquilli) a Marco di dividere con noi la sua maggiore esperienza, conoscenze e sapere. Lui ha contattato esperti veramente validi per scrivere il suo libro e penso possa darci una sua visione di cui tutti potremmo trarre vantaggio. Marco, se hai tempo e se puoi, potresti chiarirci, sulla base della tua esperienza, se una persona che si avvii sul percorso DEA e mangi frutta puo' rischiare di finire per alimentarsi di solo crudo in termini 80-10-10 in modo "disordinato" (pur rispettando le combinazione alimentare e l'ordine dei cibi da mangiare), passando dalle crisi compulsive di dolci alle crisi compulsive di frutta? Non stiamo parlando di crudismo americano con abuso di grassi, ma di una alimentazione basata su frutta di stagione e ben matura a cui fare seguire, a sera, un piatto di verdure a fibra "morbida" (foglie tenere e qualche fruttortaggio), e poi eventualemente una integrazione di verdura cotta.

Penso che per Veggy sarebbe molto rasserenante sentire altri pareri, uniamo le nostre forze al riguardo. Non lasciamo spettri in sospeso a minare la sua tranquillità in un momento tanto delicato della sua vita. La serenità è importantissima per la sua battaglia, forza amici elefantini!!! :D

Io ammetto di non avere MAI sentito parlare di questo fenomeno.
Luna stessa riconosce che la DEA le ha diminuito l'interesse per cibi di cui credeva di non potere fare a meno...aspettiamo chiarimenti. Ma credo che saranno chiarimenti rassicuranti :D

beh...tantissime proboscidatine mia piccina, sei proprio un tenerissimo fagottino di bontà, ancora piu' buona per il maggiore contenuto di frutta, da già 4 giorni a questa parte, forza forza forza piccolina!!!!!! :D :D :D :D :D :D :D

PS: io, che mangio molto piu' di te e ho un bilancio calorico molto piu' alto (e sono bassa 1 e 60), son qua che ho perso, senza davvero volerlo, altri due chili...che devo cercare prontamente di recuperare ovviamente.

Luna8
Messaggi: 318
Iscritto il: ven lug 27, 2012 6:02 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da Luna8 » gio ott 18, 2012 9:00 pm

Ciao Veggy,

supponevo che il mio messaggio potrebbe crearti delle difficoltà e mi dispiace. Ma *dovevo* scriverlo ...

Arbor, non hai capito bene. A me succedeva che le abbuffate venivano in momenti "difficili" (emotivamente) o se andavo oltre il limite del nutrimento necessario e potevano essere di dolci come di altre cose. Mangiando solo crudo ho notato che mi succede lo stesso. Una volta superato il limite di sazietà, se continuo faccio fatica a fermarmi ed esagero alla grande, anche solo di frutta e poi non mi sento bene non solo fisicamente. Per qualche giorno ho superato intenzionalmente questo limite perchè avevo letto in questo forum che mangiavo troppo poche calorie e che bisogna aumentare piano piano perchè lo stomaco sia più capiente. L'ho fatto proprio per evitare le abbuffate e mi ci sono manovrata dentro. La mia misura di frutta abituale sono circa 3/4. Arrivo anche a un kg di frutta poco calorica o di insalata ogni tanto, quando ho particolarmente fame. Di banane spesso me ne basta 1/2 kg. Sembra proprio che mi basti così per il mio stile di vita e ho notato che le quantità si adattano al tipo di giornata che ho o se un giorno per un motivo o per l'altro mangio meno, il giorno successivo recupero. Dalla fine di agosto l'unica cosa non cruda che ho mangiato sono state due fette di pane integrale un giorno, un paio di settimane fa e non si trattava di un'abbuffata, piuttosto di una voglia. I grassi li tengo bene a bada, in media sul 10%. Per il momento faccio 4 pasti al giorno. La verdura in genere la mangio a pranzo.

> E...credo che il mio istinto in questi anni,
> si sia andato a raggomitolare in qualche angolo del mio corpo,
> e stia aspettando che inizi a riprenderlo in considerazione.
> Per questo non so se sia molto il caso, almeno per i primi giorni,
> come è ora per me (sono solo al 4° giorno di crudismo! :P ),
> FIDARMI dell'istinto

Sì, secondo me hai ragione. Io avevo problemi molto meno seri, non prendo medicine da molti anni, sono vegetariana da decenni e ho iniziato il percorso crudista 8 anni fa. Secondo me fai benissimo a seguire i consigli di Ross0 e Arbor. Con il tempo la situazione cambierà e un bel giorno ti accorgerai di poter smettere di controllarti.

> Il fatto che tu dica che ci si può abbuffare anche di frutta,
> mi fa crollare in un baratro profondissimo :cry:

Mi dispiace molto. Ma ci tenevo a precisare che è così, almeno per me. Ma queste abbuffate hanno un'altra qualità. Sono più leggere e meno dannose.

> Speravo e ci credevo davvero che con il crudismo non si potesse ESAGERARE
> seguendo la regola del crudo 100%.

Con il crudo 100% si possono fare tanti errori. Tanti crudisti mangiano un mare di semi oleosi, cioè un mare di grassi. Comincio a pensare che sia più importante mantenere il consumo di grassi al minimo, cioè proprio come fai tu in questo momento. Graham dice, se proprio devi scegliere fra una cosa cruda e grassa e una cotta e senza grassi, opta per la seconda. (Graham non è il mio guru, ho solo appena letto il suo libro e mi è piaciuto moltissimo.)

Quando ero adolescente volevo sapere se esiste qualcosa con cui non si può esagerare. Beh, la conclusione è che non c'è assolutamente niente che non possa mai essere troppo. :)

Devo però precisare che non sembra nemmeno a me che tu ti stia abbuffando. Stai facendo delle nuove esperienze e secondo me sei sulla via migliore per superare la paura delle abbuffate. Per questo devi però fare ripetutamente l'esperienza che tanta frutta non è un'abbuffata!

Ti trovo molto coraggiosa ad affrontare senza paura i sintomi di disintossicazione. Sei sempre libera di intervenire se diventassero troppo forti. A me è capitato una volta di stare a letto 2 settimane! Ma non nel periodo iniziale.

> gli piscofarmaci mi hanno sballato TUTTO.
> Tanto che anche le analisi mi facevano risultare disidratata ..
> e io ho sempre bevuto non meno di 2,5 litri al giorno. :shock:

Graham scrive che la maggior parte delle persone è disidratata pur avendo tanta acqua nel corpo, che però non è disponibile per diversi motivi, fra l'altro anche per il consumo di sale. Dice che l'acqua trattenuta nel corpo può essere molta e che spesso si pensa che sia grasso (o muscoli!). Il peso che si perde rapidamente all'inizio è in realtà acqua. Il grasso si perde lentamente. Parla anche di percentuali di grasso nel corpo. Mi ricordo che una volta sono stata da un'amica che aveva una bilancia che calcolava la percentuale di grasso nel corpo. Da qui forse si potrebbe calcolare la quantità d'acqua trattenuta.

Io un diuretico lo eviterei. Può darsi che nel tuo caso sia indicato. L'uva è un ottimo diuretico di stagione e se non consumi più sale, anche quello è un immenso aiuto. Anche il movimento è molto indicato.
Se il tuo aumento di peso è stato prevalentemente d'acqua, ci sono grandi probabilità che tu riesca a perderlo in un periodo di tempo relativamente breve.

Arbor, non mi riferivo a te in particolare, anche se per digerire quella della sirena ci ho messo un paio di giorni. Mi è comunque servito a conoscermi meglio e di questo sono grata. Fair si scrive così e in italiano si dice corretto. :) Sono una purista!

Ross0, non ti venga in mente di chiamarmi "piccola"! Prima di tutto perchè non lo sono e secondo perchè invece che tenerezza mi da l'impressione che il destinatario venga rimpicciolito - e l'emittente si posizioni più in alto. Preferisco vedere e ricordare che ognuno di noi è grande!

Veggy, sei grande!!!

Ross0, anch'io sono interessata alle tue conoscenze sul metabolismo.

Mi sembra che sia tutto per il momento.

Un salutone
Luna

Luna8
Messaggi: 318
Iscritto il: ven lug 27, 2012 6:02 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da Luna8 » gio ott 18, 2012 9:13 pm

Ciao Ross0,

abbiamo scritto stereo. Penso che potrei essere stata abbastanza chiara, altrimenti chiedi pure.
Le abbuffate non erano fortemente compulsive. Mangiare troppo mi aumenta la "fame" (che in realtà fame non è). Così mi ritrovavo a mangiare ogni due ore. Non solo troppo in un pasto ma anche troppo spesso. Secondo il calcolo oltrepassavo leggermente le 2000 calorie. Ho fatto così solo per un paio di giorni, poi ho capito che c'era qualcosa che non quadrava e mi sono frenata non andando oltre la sazietà e lasciando degli intervalli più lunghi fra i pasti. Che sollievo!

Prima di ridurre i grassi sì, mi capitava di esagerare con la frutta secca, soprattutto con i datteri, ne potevo mangiare mezzo chilo. Per questo li compravo di rado. Adesso l'ho eliminata. Veggy, fai bene a non comprare più le prugnette secche. è difficile che siano crude (essiccate a temperature al di sopra dei 42 gradi), hanno un contenuto d'acqua molto ridotto, si fa fatica a semttere ...

Un salutone
Luna

arbor
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da arbor » ven ott 19, 2012 6:46 am

Luna sei tremenda (te lo dico in senso affettuoso, naturalmente): Ross0 voleva mostrarsi tenera e affettuosa, come si è in genere con i propri piccoli (ma forse tu tradisci dei trascorsi filiali non proprio idilliaci, mia “piccola” Luna – scusa ma mi è venuto spontaneo), come l’elefantessa con le sue proboscidatine, un’immagine molto dolce, ammetterai. Comunque ti ringrazio, Luna, per avermi perdonato spero completamente: se ti son bastati due giorni, vuol dire che o non era un’offesa grave oppure che mi tieni nelle tue grazie, spero entrambe le cose. Comunque mi pare che ci siamo finalmente chiariti.
Venendo al punto del contendere odierno, premetto che la capienza del mio stomaco è intorno al kg (più o meno secondo il tipo di frutta, più o meno acquosa, secondo le condizioni del mio fisico, più o meno disidratato o affamato, e secondo il momento della giornata, essendo il mio stomaco meno capiente la mattina). Naturalmente capita anche a me di esagerare, o perché è “tanto buona” o semplicemente perché voglio finire e non lasciare ingombranti residui, e magari arrivo al chilo e mezzo (o perfino di più, con l’anguria ad esempio). Ma non direi che si tratta di abbuffata nel senso temuto da Veggy, ma solo nel senso corrente del termine, cioè di avere un po’ superato il limite di sazietà. Limite che avrei dovuto ascoltare, visto che si è manifestato piuttosto chiaramente, a differenza invece di quanto accade per i cibi cotti e concentrati, dove il limite di sazietà non si avverte “mai” o solo quando è davvero troppo tardi: differenza cruciale e di non poco conto. Ora Luna sostiene di essere andata ben oltre tale limite ma non per semplice esagerazione, come potrebbe capitare a me, ma in preda ad un attacco compulsivo in un momento emotivamente difficile, ma non è ancora ben chiaro di quanto e che cosa sia successo dopo. Io in genere, quando esagero (con la frutta o la verdura), ho dei recuperi molto veloci, praticamente indolori e senza residua debolezza: anche qui, insomma, un quadro profondamente diverso da quando mangiavo cibi cotti e concentrati, quando gli eccessi li pagavo con crisi lunghe, dolorose e che lasciavano strascichi di grande debolezza. Insomma, se devo essere sincero, la testimonianza di Luna non mi convince completamente, la trovo ancora un po’ indeterminata, anche se naturalmente mi posso sbagliare. Aspettiamo ora anche la tua di testimonianza, Veggy, che confido diversa da quella di Luna. In tutti i casi le differenze fra le due fattispecie di menù sono oggettive e molto marcate, a tutto vantaggio del nostro menù crudo naturalmente.
Un abbraccio, Arbor

Avatar utente
Veggy
Messaggi: 51
Iscritto il: dom set 30, 2012 11:00 am
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da Veggy » ven ott 19, 2012 8:23 am

BuonGiorno Elefantiniiiii <3

Alloooooora..ammetto subito che il fatto che questo post stia diventando un terreno di "battaglia", non mi lascia un buon sapore in bocca.
Io non so cosa ti sia capitato Luna, ma sinceramente, mi sembra che tu stia cercando in tutti i modi di "sviare" , far capire che in realtà il crudismo non è poi una" DIETA" così simile dalle altre, perchè ci si deve comunque controllare e stare attenti per non nuocere il corpo. Quando ti leggo, non sento la voglia di aiutare, o di mettere 1pò in guardia (da cosa poi???) chi legge, cerchi solo di avere una voca fuori dal coro. E non capisco perchè ti accanisci in quel modo...qui sono tutti MOOOLTO gentili, e rispondendo in quel modo, sembra davvero che tu non ti rivolga effettivamente ad Arbor o Rosso, ma semplicemente ad una parte di te che ancora "NON PERDONI" del tutto. Spero vivamente non sia così, e che magari sia solo il tuo particolare modo di dire le cose... :P
Poi non so se son io poco chiara..ma io NON prendo diuretici. Da quando ho preso questo "treno" ho mollato TUTTO: caffè, medicinali, sale, schifezze varie..e per ora NIENTE semi oleosi o frutta secca (a parte le prugne che ho solo provato, ma che per ora eviterò) :D

Tornando a noi, io RINGRAZIO sempre e tanto tanto di cuore Te Rosso (mia mammina elefantina) e Te Arbor, per il sotegno e l'aiuto che mi state dando ogni giorno. DAVVERO!
Rosso, Grazie, sei sempre così dolce..e..a me puoi TRANQUILLAMENTE continuare a chiamarmi "Piccolina", al contrario di Luna, mi sento mooooolto speciale per questo nomignolo, altrochè rimpicciolita, il mio cuoricino sta diventando GIGANTE! :mrgreen:
e..per il fatto del peso, purtroppo, son sempre lì. Non mi smuovo... e questo mi da 1pò di frustrazione..perchè io devo stare attentissima (o almeno dovevo fino a questo momento!) a tutto ciò che metto in bocca, essendo una di quelle che ingrassa anche con un soffio. :cry:

Arbor..ti dico la mia esperienza riguardo le abbuffate di frutta. E posso dirti che effettivamente, la sensazione è stata quella di essermi "abbuffata", ma è solo questione di abitudine e di capire che il crudismo include maggiori volumi di cibo VERO E BUONO! :D
Al contrarissimo di Luna, anche se mangio ad es 1,2 kg di cachi, nonc'è proooooprio paragone alle abbuffate di dolci e schifezze che facevo prima. Ma nessuno proprio! E' come 2persone che parlano il Cinese e il Portoghese tra loro..e non si capiranno mai. Ecco, io credo che, per chi abbia sperimentato entrambi i tipi di "abbuffate", non possa neppure pensare di metterli a paragone!
Primissima cosa, NON mi sento mai appesantita, tanto da dovermi sdraiare, senza forze ed esausta, come mi fosse passato sopra 1camion..e come mi sentivo dopo 1abbuffata di dolci..anzi, riesco subito a mettermi all'opera e faccio mille cose dopo. Cose che con un pasto proteico, non mi sognerei neanche!
E seconda cosa, non ho mai, mai sentito un "male fisico" dato dall'abbuffata di frutta..mai quella pesantezza, quei dolori dei muscoli che si contraggono oltre il loro potere per digerire tutte le schifezze mangiate nella VERA abbuffata, mai quella spossatezza, quella devastazione delle vere abbuffate. :oops:
Parlo con cognizione di causa, in quanto le mie abbuffate di appena qualche giorno fa, consistevano in grossissime quantità di cibo, e se volete posso anche farvi 1esempio, tanto per rendere l'idea. (Ma per questo aspetterei il vostro parere, perchè non è proprio 1cosa leggerissima da ascoltare! :oops: )
Niente a che vedere realmente!!! Ecco qui la mia testimonianza..
1grossissimo bacione ai mie elefantini!!
tante proboscidatineeeeeeeeeeeee :mrgreen:

Avatar utente
marco urbisci
Messaggi: 235
Iscritto il: mer nov 02, 2011 11:10 am
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da marco urbisci » ven ott 19, 2012 1:30 pm

Carissimi… aggiungo volentieri anche la mia… (grazie a Rosso per avermi chiamato in causa)….

Rosso ha scritto:
Chiederei (per dissolvere ogni dubbio residuo e farti dormire sonni piu' tranquilli) a Marco di dividere con noi la sua maggiore esperienza, conoscenze e sapere. Lui ha contattato esperti veramente validi per scrivere il suo libro e penso possa darci una sua visione di cui tutti potremmo trarre vantaggio. Marco, se hai tempo e se puoi, potresti chiarirci, sulla base della tua esperienza, se una persona che si avvii sul percorso DEA e mangi frutta puo' rischiare di finire per alimentarsi di solo crudo in termini 80-10-10 in modo "disordinato" (pur rispettando le combinazione alimentare e l'ordine dei cibi da mangiare), passando dalle crisi compulsive di dolci alle crisi compulsive di frutta? Non stiamo parlando di crudismo americano con abuso di grassi, ma di una alimentazione basata su frutta di stagione e ben matura a cui fare seguire, a sera, un piatto di verdure a fibra "morbida" (foglie tenere e qualche fruttortaggio), e poi eventualemente una integrazione di verdura cotta.
In effetti, più che “contattato” i vari “esperti”, ne ho consultato ampiamente i loro testi, blog, dispense, trattati, forum, conferenze audio, video, ecc. e, per quanto ho avuto modo di verificare, non mi è mai capitato di leggere casi simili a quelli riferiti da Luna. C’è peraltro da aggiungere che non ho alcuna esperienza personale in casi di DCA, e che esiste sempre “l’eccezione che conferma la regola”, così come “c’è sempre la prima volta”, e in ogni caso ho preso nota con interesse di quanto affermato da Luna.

Per quanto riguarda la mia esperienza personale concordo con tutto quello che ha appena scritto Arbor. Potrei aggiungere che le poche volte in cui esagero è quando bevo troppo velocemente il frullato di banane (magari una decina) con qualche dattero, oppure mangiando l’anguria o l’uva. In tutti questi casi quello che si è verificato è stato un leggero mal di stomaco e stanchezza improvvisa che si sono risolti nel giro di circa 20 minuti, senza lasciare alcuno strascico. Penso che comunque ognuno, facendo un po’ di esperienza, può capire come regolarsi al meglio. A volte il malessere può anche essere determinato dal fatto che la frutta era fredda di frigo.

All’inizio è inevitabile fare tanti pasti, perché lo stomaco non si è ancora predisposto ad accogliere il giusto quantitativo di frutta, poi col tempo tutto cambia. Ricordo che 3 anni fa avevo letto di qualcuno che considerava uno “spuntino” il fatto di mangiare 5 banane di fila. Avevo pensato che era fanatico! Adesso ne mangio a volte anche una decina di fila, con calma, naturalmente. Certo che può anche essere, nel caso di Luna, che il “fattore mentale” prenda il sopravvento e che quindi ci si forzi a mangiare oltremodo, ma le conseguenze saranno comunque lievi e facilmente correggibili, come lei stessa ha fatto.

In ogni caso penso che ognuno dovrebbe accogliere le esperienze e i consigli di altri (sia pure “esperti”) con il beneficio del dubbio, salvo poi sperimentare su se stessi e adottare quello che più si ritiene giusto, in tutti i campi.

Un abbraccio :D
Marco Urbisci

Avatar utente
Veggy
Messaggi: 51
Iscritto il: dom set 30, 2012 11:00 am
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da Veggy » ven ott 19, 2012 6:52 pm

mia famiglia elefantina..Ciao!! :mrgreen:
Purtroppo oggi è andata molto molto malino...sono crollata!
So che in questo periodo così delicato, qualsiasi minimo dubbio o influenza esterna negativa..mi fa andare in pezzi. :shock:
Però, la cosa positiva è che non sto giù, scoraggiata, affranta o cose del genere. Semplicemente ho fatto l'errore ENORME di lasciar finire le scorte di frutta BUONA in casa...stamattina avevo solo 2 perucce marcine..e così son crollata.
Non credo però sia stato 1problema di deficit calorico di questi giorni...e non avevo neppure "voglia" di dolci...è stata solo un'abitudine MALSANA, che ancora mi trascino in alcuni momenti difficili in cui mi sento in bilico... :(

Mi è dispiaciuto..ma ho visto la GROSSISSIMA differenza tra mangiare ad esempio dei cachi, o delle banane.. e mangiare invece un pacchetto di biscotti o un cucchiaino di Nutella. Bè...i cachi li AMO ormai.. :lol: mentre oggi i biscotti non avevano alcun sapore. Come anche il salato...mi ricordavo le cose "onnivore" più buone..e invece SPERO, questa mini-ricaduta mi abbia dato la conferma che DAVVERO voglio seguire questa strada..e che lo faccio non forzata, per il peso da perdere, o solo perchè so che fa bene, ma perchè l'HO SCELTO IO e soprattutto LO VOGLIO! Perchè vedo la differenza e voglio stare bene...voglio sentire sapori VIVI E BUONI..e non schifezze di quel genere, voglio sentirmi viva e piena di energie. :D
Sono davvero carica e fiduciosa...e non l'avrei mai detto dopo un'abbuffata anche solo una settimana fa ! :D
Sento che la speranza è tornata..e anche se oggi sono caduta, so che la strada del Crudismo è la mia vita..la mia nuova meravigliosa vita!
GRAZIE!!! E' Grazie a voi che mi sento "nuova" e piena di speranze...Grazie... :P

Spero soltanto di non avervi deluso troppo.... lo spero tanto tanto davvero. :cry: :oops:
In ogni caso..saprò farvi ricredere..e stavolta IN MEGLISSIMO! Ve lo prometto! :o
1bacione enorme alla mia mammina elefantina (Se non avessi intuito..sei tu RossO... :P :P :P ) e a tutti voi "nuova famiglia" :mrgreen:

Avatar utente
ross0
Messaggi: 350
Iscritto il: mar apr 22, 2008 7:42 am

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da ross0 » ven ott 19, 2012 8:06 pm

Carissima meravigliosa, straordinaria stupenda creatura, grandissima, stupendamente piccola, come le cose piu' preziose, e meravigliosamente forte, tanto da essere passata attraverso l'inferno della tua vita, ed essere arrivata chissà come, qui :D

Ho solo il tempo di dirti che ho letto, che NON potresti MAI deluderci, che prima di organizzarsi quando si inizia un percorso, ci vogliono dei tempi e anche delle "lezioni" da cui si impara sempre qualcosa... :D :D :D :D

Sono convinta anche io che non siano certo questi i problemi di un percorso, la vera forza è sempre quella di alzarsi e mettersi in cammino, stringersi alle persone che sentiamo vicine e cercare la luce nello sguardo di chi ci vuole bene e fa il tifo per noi.

Sappi che mi hai veramente illuminato la giornata, sono orgogliosissima di te, sei veramente un angelo :D

PS: ora devo chiudere subito, ma tornero' per rispondere al prossimo buchino temporale. Abbracci giganti!!!!

arbor
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da arbor » sab ott 20, 2012 11:17 am

Dunque non ti sei abbuffata di frutta, ma dei soliti cibi morti: credo che più ci si orienta verso la frutta e i cibi vivi, meno si è esposti all’attacco compulsivo.
Quanto alla ricaduta, diciamo che è nell’ordine delle cose, fa quasi parte della terapia. Quando si impara a camminare, è inevitabile fare una quantità di ruzzoloni prima di stare in piedi, anzi le cadute sono indispensabili per farci prendere le giuste misure e trovare il nuovo equilibrio. Lo stesso vale per te, l’importante è capire dove sta l’errore per essere in grado di porvi rimedio la prossima volta. In questo caso l’errore, come tu stessa hai notato, è stato nel rimanere senza scorte di frutta: difficilmente può capitarmi di restare senza frutta, io ne compro a cassette in quantità industriali (all’ortomercato), se per caso vedo che le scorte vanno in esaurimento prima del previsto rimedio subito facendo un giro al supermercato.
Fatti coraggio, stai andando bene.
Un abbraccio, Arbor

Avatar utente
Veggy
Messaggi: 51
Iscritto il: dom set 30, 2012 11:00 am
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da Veggy » sab ott 20, 2012 11:20 am

BuonGiorno tesoooooooriiiii!
Rosso...sei cosììììì dolce!!! mannaggia quanto lacrimoni mi fai scendere ogni volta... :cry: :D
..mi sento tanto di aver rovinato tutto e di avervi delusi moltissimo. Stavo andando benone....poi quei numeri sulla bilancia, mi demoralizzano sempre, mi dico: "TANTO NON CE LA FARò, COME POSSO SPERARE DI DIMAGRIRE..SONO ORRENDA E RESTERò COSì PER SEMPRE.." e vado di là e mi abbuffo. Questo pensiero è capace di farmi crollare OGNI volta. OGNI volta. :cry:

Uffffff quantas lotta mamma mia... oggi la mia mente mi chiede DOLCI DOLCI DOLCI di continuo...ma dovevo aspettarmelo. Appena si rimettono in circolo gli zuccheri va così, giusto? Dipendenza PURA. :shock: Che stressss.
Vabè, riprendiamo!!! Sarà molto dura combattere contro l'abbuffata...ma voglio farcela! :roll: :roll:

1mega baciooooo
PS: RossO..NON NON NON NON preoccuparti per il poco tempo che hai..davvero!!! io sono felicissima così.. :D
Non so come io abbia fatto, ma sono stra-entusiasta di averti portato anche solo un piccolo raggio di sole nella tua giornatina. :mrgreen:

Avatar utente
Veggy
Messaggi: 51
Iscritto il: dom set 30, 2012 11:00 am
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da Veggy » sab ott 20, 2012 11:32 am

Uhhhh Arbor, mi sa che abbiamo risposto insieme e non avevo notato il tuo messaggio. Ti rispondo ora. :D
Come leggerai nel predente messaggio..c'è sempre quel pensiero di base che mi mi fa scoraggiare e (finora!!!) mi ha fatta mollare la presa ogni volta....So che le cose stanno cambiando, ma a volte ci ricasco. Solo che VOGLIO sia l'ultima volta. Per sempre.
Oltretutto ier avevo mio padre a casa..e quando c'è lui..è sempre difficile riuscire a stare "rilassata e serena" se è in casa. Devo difendermi continuamente..e lo stress e le cattive abitudine di "salvataggio" che ho adottato in passato, prendono il sopravvento. E' come il comando automatico on un air bag: parte da solo in caso di emergenza, anche se non vuoi proprio! :shock:

Per il fatto della quantità di frutta in casa...questo credo sia un grosso grosso problema, soprattutto mio mentale.
Ti spiego, i miei genitori sono molto invadenti, tendono a giudicare, mortificarmi, farmi sentire sbaglaita SEMPRE..Così io mi vergogno di far vedere loro che mangio così tanto...anche se è il cibo più sano del mondo!! Mi nascondo, compro le cose per me, e quindi posso tenerne solo poche in vista, perchè se ad esempio ci sono 6banane in casa e io ne mangio 5 (dose giustissima!!), loro iniziano dicendo : "Ammazza, ma quanto mangi?? Poi pretendi di dimagrire? Ti sembra di stare a "dieta" in questo modo?? Lascia stare che è meglio" ..e io crollo! :cry:

E' un problema che vorrei risolvere...ma dentro di me! E son sicrua, che non appena inizio a perdere peso, anche il mo approccio mentale cambierà! :D
Grazie mille di esserci sempre..a tutti voi! :mrgreen:

arbor
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da arbor » sab ott 20, 2012 2:58 pm

Scusa, Veggy, ma questo potrebbe diventare un ostacolo non indifferente per il tuo cammino crudista: se nascondere la frutta a tua mamma significa rischiare di rimanerne senza, è chiaro che sei esposta costantemente al rischio di restare senza la materia prima stessa su cui tutto si regge. E abbiamo visto che, quando resti senza frutta, è un invito a nozze per gli attacchi compulsivi e le abbuffate. A questo punto ti conviene forse mettere le cose in chiaro coi tuoi genitori, vedrai che di argomenti ne puoi trovare a volontà: se vuoi, possiamo suggerirtene qualcuno anche noi.
Ciao, Arbor

Avatar utente
Veggy
Messaggi: 51
Iscritto il: dom set 30, 2012 11:00 am
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da Veggy » sab ott 20, 2012 3:31 pm

Grazie Arbor!!
Sarebbe davvero utilissimo...sai? :D :D
i miei son persone MOLTO chiuse di mentalità (come magari avrete anche già intuito!) e il fatto di soffrire di DCA, di aver avuto un passato di "quella che tanto fa sempre casini col cibo..." perchè o son dimagrita TROPPO, oppure sono ingrassata TROPPO, li spinge a non darmi più fiducia e a sentirsi liberi di poter giudicare e metter bocca su tutto ciò che mi riguarda. Poi che ad esempio mio padre, tenda a screditarmi e scoraggiarmi per QUALSIASI cosa io intenda fare..quello è sempre stato così, anche prima.

Okkei mi sto perdendo tra le parole.. :lol: :lol:
Non saprei come fare per far capire loro che questo percorso, questa nuova vita, si distacca moltissimo da ciò che sono abituati a vedere...e che è "normale" mangiare anche 3 kg di frutta al giorno! :shock: Che stanchezza mentale...mamma miaaaa!! :shock: :shock:

1bacione... e io ogni caso oggi il mio kg di kiwi l'ho mangiato COMUNQUE!!! eheheh :lol:

arbor
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: DIETA DI TRANSIZIONE..indispensabile?

Messaggio da arbor » sab ott 20, 2012 4:49 pm

Credo che per prima cosa tu debba iniziare quel lavoro di “educazione” che tutti noi crudisti, con maggiore o minore difficoltà e fortuna, cerchiamo di compiere in famiglia. In particolare dovrai spiegare loro che frutta e verdura sono relativamente poveri di calorie, nulla di paragonabile alle bombe caloriche che ti sparavi abitualmente: puoi mostrar loro le tabelle ufficiali, per dar maggior peso alla tua argomentazione.
Poi volevo chiederti una cosa: tu in famiglia sei economicamente dipendente, vero? Se è così, la cura psicoterapeutica è a carico loro, dunque. Chi ha deciso questa cura? I tuoi genitori come la vedono, sono d’accordo o indifferenti? E tu, che opinione hai della tua cura, la trovi utile, indispensabile, o pensi che potresti anche farne a meno, al punto in cui sei?
A risentirci. Arbor

Rispondi