Il mio diario alimentare

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Avatar utente
sissy81
Messaggi: 1020
Iscritto il: gio ago 30, 2007 12:48 pm

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da sissy81 » mar ott 02, 2012 8:53 am

ieri:
uva(500-600 gr)
1 banana
80 gr cereali con un pò d'olio
2 mele
1 banana

ho fatto una lezione di prova di 90 min insieme alla mia amica ^^

poi però era tardi, in casa nn c'era niente e..cena cinese con:
ravioli con verdure
involtini appena fatti
gnocchi di riso con verdure
nuvolette

swami863

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da swami863 » mar ott 02, 2012 9:47 am

Luna scusami, non riuscivo più a trovare questo post, sapevo di aver risposto, ma non ricordavo più da chi era partito l'invito....storditella!! :P

Magari in queste sere ci riaggiorniamo? Tu hai iniziato?

Hai ragione sono in un bel momento di umiltà e resa, nel senso bello del temine, l'ammissione di fronte a me stessa di non essere capace a fare da sola, quando si tratta di territori che conosco poco.
Vedi, io non sono passata attraverso il mondo vegetariano o vegano, pur avendo amato da sempre cibi e pasti semplici, poco elaborati, orientati alla natura.
La virata brusca in questa direzione non l'ho gestita benissimo, ho fatto di corsa e ho sottovalutato sintomi di detox che se ci ripenso sono stati allucinanti: la fase di perdita di capelli mi ha terrorizzata, sempre avuto capelli forti e lucidi, di colpo mi sono trovata con una peluria stanca e triste :( ....avevo anche perso il lavoro quindi ho dato la colpa a quello...ma ripensandoci....

La bella notizia è che ci si può correggere: anch'io ho da lavorare come Sissy sul senso di colpa del mangiare troppo, dello spendere troppo per la spesa, del non avere quella "frugalità" che nella mia testa sa tanto di moderazione ed equilibrio.

Ma so si essere una persona che sa cambiare, l'ho fatto tante volte....quando sono rimasta ferma, spesso è perchè...non sapevo fare diverso! :)

A presto allora!

SISSY: anch'io quando mangio meno frutta ho subito l'intestino che me lo segnala, ma non credo che il nostro intestino si abituerà mai a cibi diversi, siamo noi che dobbiamo abituarci a dargli più frutta :P

Avatar utente
sissy81
Messaggi: 1020
Iscritto il: gio ago 30, 2007 12:48 pm

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da sissy81 » gio ott 04, 2012 6:28 am

Martedì frutta fino a cena e poi happy hour con la mia amica...

Mercoledì:
1 banana
uva
1 pacchetto di crackers int
cena: crudite' di ovuli, fettuccine al farro con funghi, friggitelli in padella
noci e fichi secchi

Luna8
Messaggi: 318
Iscritto il: ven lug 27, 2012 6:02 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da Luna8 » gio ott 04, 2012 7:48 am

Ciao Sissy,

il fatto che a te non piacciano certi aspetti di te stessa è un segno che non ti stimi abbastanza. Non c’è niente di male a voler cambiare, ma questo desiderio ti porta sensi di colpa, invidia, vergogna … che sono tutti veleni! È lì il male. È anche sintomatico il fatto che consideri tutto il resto (lavoro, compagno, animali, ...) più importante di te stessa, che non trovi nemmeno 10 minuti per fermarti. Oppure forse hai trovato le mie proposte assolutamente stupide e non hai il coraggio di dirlo. Da parte mia erano solo idee e so benissimo che non sono gradite da tutti … Anche la palestra va benissimo. A me il solo esercizio fisico serve, ma non ad aumentare la mia autostima. Non voglio generalizzare nè giudicare. Fai certamente quello che di meglio puoi fare in questo momento.

Conosco benissimo la situazione. C’ero anch’io fino a non molto tempo fa. Purtroppo non ne sono ancora uscita del tutto ma ho capito certe cose … È stato illuminante quando ho capito che mi sto trattando proprio male. E che veramente amo il prossimo più di me stessa. Anche le persone che amo hanno dei lati che forse non approvo del tutto ma ho un approccio completamente diverso. Non li condanno come faccio con me stessa. Li accetto come parti di quella persona, e non le amo certo di meno per questo. Perché l’amore vero non lascia spazio per il disprezzo né per la condanna.

Buon proseguimento!
Luna

Luna8
Messaggi: 318
Iscritto il: ven lug 27, 2012 6:02 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da Luna8 » gio ott 04, 2012 7:49 am

Ciao Swami,

veramente non ho ancora iniziato con lo specchio ma mi ci metto appena ho finito al computer. Quando una di noi si sente di scrivere qualcosa lo fa, che sia fra due giorni, fra una settimana o fra n mese. L’importante è farlo. D’accordo?

Un abbraccio
Luna

Avatar utente
sissy81
Messaggi: 1020
Iscritto il: gio ago 30, 2007 12:48 pm

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da sissy81 » gio ott 04, 2012 7:02 pm

quando mangio meno crudo e + cotto la mia ehm..pupù..si fa + scura...a volte quasi nera...che vuol dire?

Avatar utente
Veggy
Messaggi: 51
Iscritto il: dom set 30, 2012 11:00 am
Controllo antispam: cinque

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da Veggy » sab ott 06, 2012 2:26 pm

Ciao a tutti.. non sono proprio una veterana di qui..ma, su invito di Luna, son venuta a leggere gli interventi sul diario alimentare di Sissy. :D

Bè che dire?? Ce ne sono di cose dette qui da cui prendere spunto.... Primissima fra tutte, il fatto che i chili di troppo siano dati NON dai cibi "golosi" che ci concediamo (magari in quantità eccessiva!! :oops: ), bensì dalle DIETE!!!! :evil:
E' una cosa che mi ha shokkata..LETTERALMENTE! Non ci avevo mai pensato..e proprio in questo periodo sono in continua lotta col mio cervello che: da 1parte, avrebbe una voglia infinita di buttarsi in questa nuova via del Crudismo e della VITA VERA...dall'altra però, il pensiero che con una dieta proteica perderei i kg in più in modo molto più veloce che col crudismo (ne ho ben 25 da buttar giù.. :cry: ) ...mi confonde tanto!!

Ho ancora l'idea che mangiando poco e SOLO proteine, si dimagrisca più velocemente. Non so come sbloccare questo pensiero... :cry:
Mi sento come se fossi in bilico, su un filo, e non so da che parte buttarmi perchè SO che il mio stile di vita, la mia alimentazione futura e per sempre sarà il crudismo..ma vorrei buttar giù PRIMA un bel pò di chili velocemente, per poi dedicarmi con più "tranquillità" al crudismo..che cose contorte che scrivo!!! :oops:
Riuscite a darmi 1manina? Anche 1piccolo aiuto....

1grosso bacio a tutti..e GRAZIE per la pazienza! :wink:

arbor
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da arbor » sab ott 06, 2012 9:51 pm

Mi dispiace che tu sia in stato confusionale, mi pareva che le cose ti fossero chiare, almeno sul piano teorico, e invece vedo che ancora annaspi nell’incertezza su quale strada imboccare. E sinceramente un po’ sono sorpreso, proprio perché tu hai già sperimentato (se non ho capito male)le due soluzioni alternative: quella onnivora e proteinomane, con risultati disastrosi testimoniati dai tuoi 25 chili in eccesso e tutto il resto, e quella vegan crudista (o almeno tendenzialmente tale) che mi pare abbia dato ottimi frutti. Non dovrebbe essere difficile, almeno sulla carta, fare una scelta fra le due. Ma forse mi è sfuggito qualcosa, che mi impedisce di capire bene il tuo dilemma.
Oppure ciò che tu semplicemente ci vuoi dire è che vorresti compiere la scelta vegan crudista (che ritieni quella giusta per te), ma che non ce la fai a compiere il salto, a staccarti dalle tue abitudini che pure riconosci come malsane. In questo secondo caso mi sento un po’ disarmato e a corto di argomenti, perché qui entrano in ballo le motivazioni personali , che a volte ci tirano un po’ per la giacchetta fuorviandoci. In particolare, nel tuo caso, vedo che sei un po’ ossessionata dal calo di peso, per amore del quale saresti quasi disposta a vendere l’anima al diavolo. Solo che, così facendo, faresti solo un favore al diavolo e non certo a te stessa: ormai dovresti aver capito che non si cala di peso in modo reale e definitivo con qualche dieta onnivora, al contrario si cala se si da un calcio al diavolo assumendo una dieta (o meglio uno stile di vita definitivo) vegan crudista. E questo succede per la semplice ragione che in tal modo il nostro organismo si risana, perdendo peso in eccesso che è indice di non buona salute. Come tu ben sai, anche se non vuoi accettarlo, andando alla ricerca di qualche scusa che ti rassicuri.
Ti dirò una cosa: di scuse alle proprie ossessioni, alle proprie (malsane) abitudini se ne trovano sempre, volendo. Personalmente, dopo il mio infarto, avrei potuto prendere la scusa che era il cardiologo a suggerirmi un certo tipo di dieta, con i farmaci e tutto il resto, ma io non ho voluto vendere l’anima al diavolo (nel mio caso sotto le sembianze di un cardiologo) e ho voluto bene a me stesso, senza scendere a compromessi. E questa mia scelta è stata ripagata non ti so dire quanto.
Se è di questo che si tratta, allora devi solo armarti di pazienza e di coraggio, pensando che per il tuo bene puoi fare questo e altro.
Se si tratta invece d’altro, prova magari a spiegarcelo.
Ciao Arbor

Avatar utente
ross0
Messaggi: 350
Iscritto il: mar apr 22, 2008 7:42 am

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da ross0 » sab ott 06, 2012 11:46 pm

Carissimi tutte e tutti :)

mi aggiungo solo per unire anche la mia piccola voce al coro.

Guardiamo i fatti concreti: le persone che sono sempre a dieta semplicemente non dimagriscono piu'. Se perdono qualche chilo, poi lo riacquistano con gli interessi. Io NON conosco eccezioni. La prima dieta "funziona",ma entro l'anno si riprendono sempre i chili persi, e se ne aggiungono altri in piu'. Le diete distruggono il metabolismo. Causano fame compulsiva, attacchi di tipo bulimico, nella migliore delle ipotesi "attacchi di golosità" dove ci si ritrova comunque a mangiare cibi "proibiti" con sensi di colpa e di disistima totale. Si diventa "schiavi" del cibo. Si innescano tutta una serie di abitudini mentali dannosissime, che portano continuamente a sentirsi in colpa e a ripromettersi di cambiare, senza dare a se stessi gli strumenti per riuscirci.
Come imporsi di andare su Marte a piedi.

Se si vogliono eliminare gli attacchi di "golosità" bisogna disinnescare la bomba ad orologeria che li causa. Non fare sforzi di volontà. Fare sforzi di ragione. Che a uno piaccia o no, non è la "volontà" a fare cilecca, le compulsioni non si possono vincere che eliminandone le cause chimiche. Ovvero,nel caso del cibo, nutrendo il corpo cosi' bene e cosi' a fondo da eliminarne ogni sorgente. Le compulsioni alimentari sono sostenute da uno stato generale di malnutrizione ipocalorica. Quando si mangia troppo poco rispetto alle esigenze del corpo, scatta una serie di informazioni chimiche al cervello che spingono ad assumere tutte le calorie possibili e immaginabili da cibi "target" ipercalorici e intossicanti. Non c'è molto da fare, quando la bomba è già innescata. E' necessario imparare a nutrire il corpo, per eliminare alla radice il problema. Ed è necessario spegnere ogni malsana abitudine, come il pensare di essere in difetto se si sono mangiati biscotti, gelati o cibi "golosi". Non c'è nulla di cui biasimarsi. C'è piuttosto da prendere le cose con pazienza. Non si puo' cambiare tutto in una volta, bisogna avere pazienza e procedere con passi piccoli, ma sicuri.

Se una dieta "iperproteica" ha davvero la capacità di farti perdere peso cosi' rapidamente come dici Veggy, come mai chi ha fatto diete iperproteiche di solito torna ancora piu' grasso dopo pochissimo? Se le diete fanno dimagrire, come mai tu e Sissy pensate ora di dovere perdere peso? Non dovreste essere snelle e tonicissime? Con tutte le diete che avete fatto?

Le diete portano solo a ingrassare sempre di piu', per di piu' mangiando sempre di meno. Rovinandosi non solo la salute, ma ancora di piu' la mente. Questa abitudine a sentirsi in colpa è la cosa piu' malsana possibile. Luna esorta molto saggiamente a cercare di accettarsi. Certo questo è molto piu' difficile che dimagrire. Dimagrire con una alimentazione crudista è scontato. Avviene per chiunque. Non ci sono eccezioni.

Io capisco benissimo la tua disperazione riguardo al tuo peso Veggy, anche mia sorella, che ha il tuo stesso problema, penso anche piu' di 25 kg nel suo caso, fa ora una bella dieta iperproteica, con 400g di carne al giorno. Non sta perdendo peso, fra le altre cose, perchè poi alla fine torna ad abbuffarsi, il suo corpo è alla disperazione e cosi' anche lei.
Vorrei tanto potere aiutare lei, e sto cercando di portarla a sperimentare una dieta alla Valdo Vaccaro, che sicuramente è molto piu' semplice e gestibile di una crudista. Vorrei sinceramente aiutare te. So bene poi, che io posso solo sforzarmi, quello che accadrà è nelle vostre mani, non nelle mie.

Tieni conto Veggy che Sara, la precendente moderatrice del forum, prima di diventare crudista aveva circa il tuo sovrappeso (anche lei soffriva di dca), nel corso del primo anno crudista, in cui comunque credo mangiasse un pasto cotto a mezzogiorno, ma potrei sbagliare, penso abbia comunque perso un sacco di chili.

Il fatto è che il problema NON è quanto peso si perde con il crudismo. Il problema è che, diventare crudisti, anche se certamente porta a dimagrire, significa prima di tutto decidere di volere stare bene.

Premetto che io non immaginavo che mi sarebbe successo quello che mi è successo con il crudismo. Non immaginavo che sarei dimagrita. Non credo che ne avessi particolarmente bisogno, ma, come tutte le donne, ero fissata sul fatto che avrei voluto un paio di chiletti in meno. In realtà, ora che di chili ne ho tanti di meno di prima, non mi sembra di essere tanto diversa. Certo non posso portare gli stessi pantaloni, perchè ci navigo dentro . Ma...a me sembra di vedermi (di corpo) sempre circa uguale, che ironia. Tutti mi dicono che sono magra o pure *troppo magra", ma...io mi vedo circa come prima, non mi vedo "grassa", non mi vedo "magra", vedo una persona che boh...quasi per caso mi rappresenta. Ma bella o brutta, grassa o magra che io sia, questa persona, da quando mangio come mangio, ha smesso di provare tutti i giorni una specie di "nodo alla gola", tristezza difficile da scacciare, un senso di insoddisfazione che non trova riposo in nessun pensiero.

Non mi sono mai resa conto, prima di diventare crudista, quanto pesante fosse vivere con gli stati d'animo che mi accompagnavano da sempre. Grande tristezza, che cercavo di combattere con la volontà e con l'umorismo. Grande insoddisfazione, prima di tutto per me stessa. Una specie di peso costante, che andava continuamente combattuto.

Ora questo è scomparso. Non c'è piu'. Non devo piu' sforzarmi, non devo piu' "combattere", non devo piu' cercare dentro di me la forza per superare un magone e un "vuoto" che sembrava sempre volermi divorare da dentro.

Non so come spiegarvi, ma per me questo NON ha prezzo. E' vero che sono magra, è oggettivo. E' vero che non faccio alcuno sforzo per esserlo. Devo piuttosto sforzarmi di non perdere ancora peso. Ho combattuto per riacquistare peso. Ma il fatto è che del peso ora non mi interessa piu' come prima, perchè anche se non vedo nel mio specchio Miss Mondo, i miei stati d'animo sono ora liberi dal peso di una insoddisfazione e un "vuoto" che mi hanno perseguitato per tutta la vita. Nemmeno ne ero veramente consapevole. Me ne sono accorta solo quando sono spariti.

Quello che Luna chiama "amore per se stessi" è importantissimo. Ma diventa ancora piu' facile, quando la strada la si è imboccata, perchè un corpo ben nutrito, causa una mente in "PACE" con se stessa. Questo NON HA PREZZO.

Veggy, Sissy, non ci sono dubbi, nessuno davvero, che si perda peso imboccando questa strada. Il fatto importante pero' è che il peso di cui vi libererete davvero non si misura con una bilancia.
Perderete prima di tutto quel peso che si sente dentro quando non ci si vuole bene e non ci si piace.

Non si misura in chili, ma vi assicuro che quando si prova la libertà da questa zavorra, non si vuole piu' tornare indietro, non c'è pizza o lasagna che possa dare la pace interiore. Non c'è gelato o biscotto che possa interessare. L'unica cosa che si vuole è stare bene e si cerca solo di stare sempre bene.

Provare questa tranquillità, sentire che il proprio orizzonte non è chiuso da un sentimento che va continuamente controbattuto, anche quando proprio non se hanno piu' le forze, è impagabile.

Se questo puo' interessarvi, allora sappiate che lo si conquista solo ed esclusivamente mangiando sufficienti calorie e una quantità massiccia di vero nutrimento. Tutto il resto è silenzio.
Se non si mangiano sufficienti calorie provenienti da cibi nutrienti, si finisce sempre e solamente ad essere vittima di compulsioni alimentari. Non ci sono vie d'uscita. Poche calorie E/O poco nutrimento=attacchi complusivi (piu' o meno acuti).

Potrete con qualche nuova dieta alla moda forse (a meno che non vi capiti come a mia sorelle di cadere continuamente in abbuffate) perdere peso per un breve periodo, che poi recupererete tanto in breve tempo.

Oppure potrete perdere i motivi che vi portano a stare sempre male con voi stesse. Che poi, accanto a questo, venga anche una forma fisica ottimale...è quasi secondario, per quanto garantito.

L'idea di fare ora la dieta proteica, per perdere peso in fretta e poi passare al crudismo è come l'idea dell'alcolista che pensa di fare passare la tristezza delle serata con una bottiglia di whisky, per poi iniziare una vita nuova il giorno dopo, scacciata la tristezza.

C'è solo una cosa da fare per uscire dalla porta girevole in cui si è bloccati quando si soffre di questo problema.
Cioè decidere con tutte le proprie forze di fare il proprio bene.

Ripeto: io non direi mai a nessuno di diventare crudista perchè si dimagrisce (anche se è vero), direi piuttosto a Veggy e Sissy di diventare gradualmente e con pazienza crudiste perchè i sensi di colpa e i malesseri se ne andranno lasciando spazio a una pace con se stessi che, prima di averla provata, non si riesce a immaginare completamente.

Un abbraccio gigante :)

Avatar utente
Veggy
Messaggi: 51
Iscritto il: dom set 30, 2012 11:00 am
Controllo antispam: cinque

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da Veggy » dom ott 07, 2012 1:06 pm

Ciao a tutti ragazzi e Buona Domenica :D
..vi ringrazio per le risposte sempre molto esaustive e che vengono davvero dal cuore..Grazie! :P

Vi rispondo subito: Arbor hai ragione al 100%, potessi farlo, sarei disposta a vendere l’anima al diavolo pur di perdere peso e tornare nel "mio corpo"..perchè la cosa che più ma fa soffrire infinitamente è che io GIA' sono stata MAGRA, solo che in quel periodo non vedevo quanto stavo bene, quanto mi sentivo a mio agio, perchè le paure e le ansie, anche in quel caso, hanno avuto la meglio! :cry:
Non ho paura di buttarmi nel crudismo, o scegliere quale via prendere, perchè so bene qual'è quella giusta e SICURA per una vita piena..perchè ho già sperimentato (seppur per soli 2 mesi) tutti i vantaggi meravigliosi a livello di umore e serenità. Ho letto mile libri (tra cui anche quello di Ehret), quello di Marco, e ne so davvero molte.
L'unica mia paura, oggi, resta quella di impiegare troppo tempo a scendere di peso, di vedere i benefici (da quel punto di vista) troppo in là...Questo! :cry:
E poi credo che RADICATISSIMO nella mia mente ci sia il continuo pensiero che mi rimbomba e mi dice : "NON CE LA FARAI..NON CE LA FARAI" e qui dovrò davvero armarmi di coraggio e determinazione per dimostrare a quella vocina nel cervello che io CE LA FARò!

Rosso: hai una dolcezza incredibile nel dire le cose ..ti ringrazio tanto già da ora. :D
E quando dici : "So bene poi, che io posso solo sforzarmi, quello che accadrà è nelle vostre mani, non nelle mie."
Bè io posso dirti che il fatto che scriva qui sul forum i miei dubbi, i miei pensieri (anche malati!), sia un modo per me di chiedervi aiuto, perchè sai? Io non lo faccio mai, cerco sempre di non "appesantire" gli altri con i miei problemi..e finisco per APPESANTIRE ME STESSA, con i chili in questo caso. :shock:
..mi rivedo moltissimo quando dici che combattevi quelle brutte emozioni con l'ironia e le risate. Ecco..io è ciò che faccio da una vita intera, ma ora sento che le forze stanno finendo... mi sento apatica e senza speranze..non voglio vedere nessuno perchè non ho forza per far finta di essere serena e felice..non ce la faccio! :cry:

E un'ultima cosa," .. Se questo puo' interessarvi, allora sappiate che lo si conquista solo ed esclusivamente mangiando sufficienti calorie e una quantità massiccia di vero nutrimento. " Ecco, io ho estrema paura di nutrire in modo massiccio il mio corpo, mi sembra di dargli troppo. :cry: ma anche nutrendo il corpo così BENE, si riesce a perdere peso e a ripulirlo di tutte quelle schifezze che abbiamo dentro? Nonnsarebbe indicato una sorta di semi-digiuno ?

So che vi sembro matta..perchè, rileggendomi, è come se avessi nella testa 20 voci che parlano insieme... :(

arbor
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da arbor » dom ott 07, 2012 3:34 pm

Veggy, non cercare scuse, sai che qui non attaccano. Io mangio chili di frutta (almeno 4, di cui uno almeno di banane e un altro almeno di cachi) e un chilo circa di verdure, eppure il mio problema è quello di non perdere peso (61 chili per 169). Quand’ero onnivoro ne pesavo 73 (e ogni anno ne cumulavo qualcuno in più), e mangiavo sì e no un chilo di roba al giorno. Dunque non è tanto la quantità a far peso, quanto la qualità. Perché non vuoi credere all’evidenza, mentre sei disposta a dare credito a chi ti ha portato alla condizione attuale (di cui non sei, giustamente, soddisfatta)?
Fossi in te, ascolterei le sacrosante parole di Ross0, che condivido fino alla virgola, che fanno giustizia di tanti inutili psicologismi, visto che certi nostri blocchi hanno una precisa e concreta origine biologica, chimica.
Dunque stop ai piagnistei e mettersi alla prova, poi ne riparleremo. Naturalmente scherzo, ma faccio sul serio.
Un abbraccio, Albor

Avatar utente
sissy81
Messaggi: 1020
Iscritto il: gio ago 30, 2007 12:48 pm

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da sissy81 » dom ott 07, 2012 3:42 pm

Basta! Da domani mi rimetto in carreggiata!!
solo crudo e palestra almeno il lunedi' ed il mercoledi'!
spero di potercela fare!!

Avatar utente
Veggy
Messaggi: 51
Iscritto il: dom set 30, 2012 11:00 am
Controllo antispam: cinque

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da Veggy » dom ott 07, 2012 5:55 pm

OKKEI!
Grazie Arbor per la schiettezza..è ciò che mi ci voleva credo!! :lol:

Mi butto! E vi tengo aggiornati!
Inizialmente seguirò lo schema di Ehret, che è molto simile a quello di Vaccaro, la dieta di transizione..così pian piano lascio andare tutte le scorie e le tossine..senza soffrire di forti crisi di eliminazione! :P

Grazie davvero!
1bacio a tutti ..

swami863

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da swami863 » dom ott 07, 2012 7:05 pm

Veggy, riguardo al peso niente è più dimagrante di questi cibi!
Parola di una persona che ha avuto problemi di sottopeso e i cui medici le facevano giurare che non avrebbe fatto pasti di sola frutta, altrimenti sarebbe calata ancora.

In effetti il mio problema qui è proprio quello che sto benissimo mangiando crudo, ma il mio peso scende troppo e devo ancora mediare per non dover girare con una bandiera per farmi vedere :P

Ma a monte una domanda: tu hai fatto diete iperproteiche....ma la frutta e la verdura ti piacciono, vero?
Vedrai che se questo modo di nutrirti lo sentirai tuo, troverai molto più che una dieta!

Come Rosso anch'io mi sono SFORZATA di provare buoni sentimenti per una vita, ho fatto corsi e percorsi.
Poi, iniziando questo nuovo stile alimentare ecco che iniziai a sentire che la leggerezza, l'ottimismo, la voglia di ridere e condividere mi saliva da dentro, mi stava diventando naturale essere così.
Mi stava diventando naturale semplificare tante cose della mia vita, tenere di più le finestre aperte in casa, mettere i jeans anzichè vestiti complicatissimi, avevo voglia di natura come da tanto non accadeva.

Questo mi ha fatto perseverare pur se il mio peso era basso, pur se le crisi eliminative a volte erano pesanti: io avevo ben in mente questa nuova luce che sentivo nascere dentro e con questo punto di riferimento sono andata avanti.

Anch'io ho ancora un bel percorso davanti,,,,buona strada insieme, Veggy!

Ale

swami863

Re: Il mio diario alimentare

Messaggio da swami863 » dom ott 07, 2012 7:05 pm

Veggy, riguardo al peso niente è più dimagrante di questi cibi!
Parola di una persona che ha avuto problemi di sottopeso e i cui medici le facevano giurare che non avrebbe fatto pasti di sola frutta, altrimenti sarebbe calata ancora.

In effetti il mio problema qui è proprio quello che sto benissimo mangiando crudo, ma il mio peso scende troppo e devo ancora mediare per non dover girare con una bandiera per farmi vedere :P

Ma a monte una domanda: tu hai fatto diete iperproteiche....ma la frutta e la verdura ti piacciono, vero?
Vedrai che se questo modo di nutrirti lo sentirai tuo, troverai molto più che una dieta!

Come Rosso anch'io mi sono SFORZATA di provare buoni sentimenti per una vita, ho fatto corsi e percorsi.
Poi, iniziando questo nuovo stile alimentare ecco che iniziai a sentire che la leggerezza, l'ottimismo, la voglia di ridere e condividere mi saliva da dentro, mi stava diventando naturale essere così.
Mi stava diventando naturale semplificare tante cose della mia vita, tenere di più le finestre aperte in casa, mettere i jeans anzichè vestiti complicatissimi, avevo voglia di natura come da tanto non accadeva.

Questo mi ha fatto perseverare pur se il mio peso era basso, pur se le crisi eliminative a volte erano pesanti: io avevo ben in mente questa nuova luce che sentivo nascere dentro e con questo punto di riferimento sono andata avanti.

Anch'io ho ancora un bel percorso davanti,,,,buona strada insieme, Veggy!

Ale

Rispondi