Gioie e dolori di una nuova crudista

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Avatar utente
zucchina
Messaggi: 19
Iscritto il: ven apr 13, 2012 9:30 am
Controllo antispam: cinque

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da zucchina » ven giu 01, 2012 12:25 pm

Arbor ma quale scusa! Anzi ne sta uscendo una discussione davvero interessante :D

Ma visto che sono stata tirata in ballo vi aggiorno un pò sulla mia situazione, visto che siete stati tutti così gentili a rispondermi non faccio quella che apre i thread e poi quando risolve sparisce. :mrgreen:
Ebbene si! Ho risolto!
Il mio pancino è tornato normale. Leggero gonfiore dopo i pasti che si risolve non appena la digestione è terminata. Insomma tutto nella norma.
Il mio percorso procede bene anche se non sono più crudista al 100% come all'inizio. Procedeva tutto bene (tranne quel problemino alla pancia) quando all'improvviso ho iniziato ad avere dei cali di energia, in palestra non avevo più forza, ero sempre stanca. Mi sono confrontata con il mio istruttore che mi ha detto che così mi sarei mangiata tutti i muscoli, che dovevo mangiare di più, aggiungere cereali e legumi. Insomma mi sono impanicata :roll:
Ho modificato la mia alimentazione modificando il pranzo, un piatto di cereali (150gr :oops: ) per il resto colazione e spuntini sempre frutta e cena insalatona.
All'inizio tutto ok. La forza è ritornata, in palestra ho ricominciato ad alzare i pesi senza fatica. Ho ripreso i due chili che avevo perso. Dopo il primo momento idilliaco sono ritornate tutte le vecchie magagne. Leggera cellulite, stanchezza dopo pranzo, sensazione di gonfiore. Nel frattempo ho scoperto a cosa era dovuto il mio calo di energia.... Sbagliavo a contare le calorie! Mannaggia a me, assumevo max 1600 calorie al giorno, davvero troppo poche. Ora che mi sento in forma e sto bene ne assumo 2300-2500, insomma una bella differenza! Ovvio che mi sentissi stanca e non avessi forza!
Forte di questa scoperta ho eliminato il pranzo a base di cereali. Mangio quindi frutta durante tutta la giornata. La sera con l'insalata mi concedo qualcosa di cotto, verdure o legumi lessati a giorni alterni.
Ad onor del vero adesso comincia ad essere molto più facile seguire questa dieta rispetto a quando ho iniziato, è pieno di frutta buonissima, la frutta estiva è qualcosa di meraviglioso!

valenticchia
Messaggi: 11
Iscritto il: lun giu 04, 2012 12:43 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da valenticchia » lun giu 04, 2012 12:47 pm

Ciao, anche io ho appena iniziato questo cammino. Non sono mai stata vegetariana nè vegana anche se ho sempre dato importanza a quello che mettevo (e metto) in bocca ma questo è un capitolo a parte. Sono arrivata a un punto in cui mi svegliavo già appesantita, facevo colazione e mi rimaneva pesante per ore e ore finchè la goccia che ha fatto traboccare il vaso mi ha fatto dire STOP! Io per ora la vivo come avventura, voglio capire fin dove posso arrivare ed esplorare possibilità che mi sembravano irreali e sfatare molti luoghi comuni.

dianaest
Messaggi: 34
Iscritto il: ven mar 25, 2011 5:30 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da dianaest » lun giu 04, 2012 3:52 pm

Quello che mi ha stupita è l'aspetto spirituale di questo cammino, davvero notevole con il passare del tempo.
Ho iniziato pensando come te e non voglio più smettere! E' fantastico sotto tutti i punti di vista, non immaginavo davvero!

Avatar utente
ross0
Messaggi: 350
Iscritto il: mar apr 22, 2008 7:42 am

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da ross0 » ven giu 08, 2012 3:50 pm

carissima Zucchina!
sono proprio felice di leggere che hai superato le curve peggiori del percorso e hai trovato un equilibrio buono!

Pure io ho calcolato male le calorie, sbagliando di grosso, per un lungo periodo, e concordo sull'importanza di raggiungere la quota calorica minima sulle 2000-2500 calorie, piazzandosi a livelli piu' alti a seconda dell'impegno sportivo.

sono proprio curiosa di rileggerti qua in futuro, sono sicura che questo stile di vita ti porterà moltissimo.

Carissimo Arbor!

accidentaccio come vorrei che anche tu fossi già arrivato all'isola della tranquillità, almeno per il tuo intestino. Sono felice di leggere che tieni duro e accidenti, come ti capisco sul fatto che i conoscenti ti abbiano aggredito dopo averti visto perdere 5 kg di peso. Se non ci fosse la critica sociale, l'igienismo sarebbe molto piu' semplice da adottare. Penso che ora come ora non sia il caso di introdurre fattori di stress nella tua vita, e la pratica dei clisteri, vissuta in due, con qualcuno che ti prepara tutto e ti aiuta con tutti gli incidenti che i clisteri comportano, è già in ogni caso una pratica che ti complica la vita, da soli, con tutto il mondo che ti guarda con scettiscismo o con critica...fratello mio vegano, mi sembra quasi una punizione. Capisco anche la tua paura di dimagrire facendo digiuni. Pure io ci pensavo con terrore di perdere ulteriore peso. Non che poi nella pratica abbia notato a lungo termine che interrompere l'alimentazione per qualche giorno mi abbia realmente fatto scendere di peso, quelle poche volte che ho ritenuto fattibile e utile farlo, l'ultima volta quando è morta mia mamma.

Certamente mangiare molto è importantissimo nella vita quotidiana, abituarsi ai 3 chili di frutta secondo me, di questa stagione, sembra un'ottima cosa. Sui cibi cotti, per il peso scarso, ovviamente penso alle patate e alle patate dolci...

Penso, ovviamente con il solito beneficio del dubbio su ogni opinione che coltivo, che certamente il tuo corpo sia ancora in una fase di lavori in corso e che vada trattato solo con amore e pazienza, le due migliori medicine della vita. Penso che tu possa quindi orientarti a cercare di intensificare tutte quelle cose che nella vita ti danno energia, gioia, motivazione, appagamento. Penso anche alla respirazione e alla meditazione, importantissime per raggiungere l'equilibrio. Tieni conto che gli esercizi di respirazione, da soli, inducono una detox. Se ci penso per me ad esempio sono stati decisivi. In effetti dopo la detox che mi hanno portato, è iniziata per me la vera era della pace alimentare.

La pazienza di sicuro non ti manca, sei davvero incredibile, mi piacerebbe sapere quante persone dopo un infarto avrebbero il coraggio di mollare i farmaci.

Carissimo Arbor, da amica ti mando un mondo di incoraggiamenti e abbracci, spero veramente che tu possa approdare in acque piu' tranquille, necessarie quanto mai, dato il grando carico che comunque la vita ti chiede di portare, spero veramente che tu e tua moglie possiate vivere una bella estate, decisiva per i problemi di entrambi.

Bacioni!

arbor
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da arbor » lun giu 11, 2012 6:47 am

Non avevo mai collegato la respirazione (e la meditazione) alla detox. In effetti, pensandoci bene, una migliore ossigenazione dovuta alla respirazione profonda (così come la pace dello spirito prodotta dalla meditazione) dovrebbe nel contempo favorire anche una più efficiente eliminazione delle tossine: producendo, su questo piano, addirittura, come tu dici, ross0, un effetto tangibile. Di meditazione non so praticamente nulla. Molti anni fa avevo iniziato a frequentare un centro buddista, la cui attività principale era proprio la meditazione, ma fu più una curiosità ispirata dalla moda del tempo (primi anni ’80) che un percorso veramente sentito, tanto che la cosa durò solo poche lezioni. Quanto alla respirazione, cerco di curarla quando faccio esercizio fisico a casa mia, cioè quasi quotidianamente per 10/20 minuti. Forse dovrei impegnarmi di più su entrambi i fronti (respirazione e meditazione), pronto ad accettare, carissima ross0, i consigli suggeriti dalla tua diretta esperienza (Tieni comunque presente che una volta alla settimana mi faccio una piccola escursione (in genere di mezza giornata – due ore di ascesa) in montagna col mio cagnolino. Oltre a tuffarmi totalmente nella natura traendone grandissimo godimento, l’escursione rappresenta a suo modo anche uno strumento capace di stimolare le mie “meditazioni” e di impormi una più corretta respirazione).
Quanto al mio percorso alimentare, ho deciso di seguire il tuo consiglio tentando un digiuno breve (massimo due giorni a partire da adesso). Il calo di peso non dovrebbe essere un dramma, visto che, grazie alla reintroduzione delle verdure cotte nel pasto serale, ho recuperato quasi un paio di kg (da 60 a 62). E’ giunto il momento di dare un’accelerata alla detox (anche il mio ciliegio, dopo 15 giorni di produzione abbondante ed eccellente, ha esaurito i suoi frutti, e io mi posso concedere una tregua… a proposito, spero che il tuo contadino possa essere altrettanto fortunato con il suo frutteto, naturalmente a tuo beneficio). Amore e pazienza con me stesso, d’accordo con te, ma anche misure concrete per indurre una più radicale e completa disintossicazione, in un organismo che, non più dotato, temo ormai, di grandi risorse, non può più permettersi né mezze misure né errori (poi solo faticosamente rimediabili).

valenticchia
Messaggi: 11
Iscritto il: lun giu 04, 2012 12:43 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da valenticchia » mer giu 13, 2012 9:57 am

Posso raccontarvi cosa è successo a me? Premesso che volevo provare il crudismo e per una settimana piena ce l'ho fatta, anche molto sodisfatta, ho fatto fatica il primo giorno poi dal secondo mi svegliavo e avevo proprio voglia di frutta e frullati, fisicamente molto bene, sono stata attenta a mangiare kcal in modo giusto etc. Ora è da due giorni che per vari motivi sto mangiando di tutto (cotto, crudo, formaggio, ... etc pizza la domenica sera..) e sapete cosa ho notato? Ero di cattivissimo umore. Ma secondo voi è collegato? Ci ho pensato questa mattina. Adesso piuttosto che mangiarmi un panino mi tengo la fame e aspetto pausa pranzo per uscire a comprare un pò di frutta! Sono io che sto esagerando o c'è davvero qualche correlazione tra cibo "normale" e cattivo umore?

Avatar utente
flib
Messaggi: 335
Iscritto il: mar giu 29, 2010 4:33 pm
Controllo antispam: cinque
Località: MISINTO MB

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da flib » mer giu 13, 2012 11:03 am

Ciao valenticchia,

i sintomi che hai accusato sono correlati. la frutta è un alimento viso ed oltra a disintossicare il corpo disintossica anche la mente. Da qui un aumento di vitalità, di gioia, ed un umore migliore.

Con la reintroduzione dei cibi "sbagliati", cotti, morti, il corpo si intossica e l'umore ne risente.

Ovviamente questi sintomi sono diversi da persona a persona e bisogna anche mettere in conto i cambi di umore dovuti alla disintossicazione stessa. Quindi anche mangiando sola frutta si potrebbe, dopo un primo momento di euforia, ricadere in periodi di nervosismo/depressione dovuti alle tossine smosse dalla frutta che vengono messe in circolo per essere eliminate.

valenticchia
Messaggi: 11
Iscritto il: lun giu 04, 2012 12:43 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da valenticchia » mer giu 13, 2012 12:09 pm

Grazie per la risposta! Vi farò sapere come vanno i prossimi giorni.. :)

Avatar utente
ross0
Messaggi: 350
Iscritto il: mar apr 22, 2008 7:42 am

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da ross0 » mer giu 13, 2012 8:07 pm

Carissimo Arbor!

Si capisce che provo per te moltissima simpatia e comprensione? :D Comincio dalla questione respirazione: ottima la passeggiata montana e ottimo l'esercizio fisico, tutto benissimo. Parlando di esercizi di respirazione io sono andata anche oltre alle migliori abitudini respiratorie portate dallo sport, ovviamente potenziate infinitamente dall'aria aperta in mezzo alla natura.
Di fatto chi, come te (e come me), vive in contesti dove i problemi privati non mancano, tende ad acquisire con gli anni abitudini respiratorie di cui non siamo consapevoli, che posso sintetizzare con l'espressione generica "respirazione superficiale". Di fatto gli esercizi di respirazione possono avere moltissimi scopi, io ti indirizzerei verso gli esercizi volti a sviluppare la capacità polmonare della parte bassa dei polmoni, che con il tempo e le cattive abitudini non viene piu' utilizzata, a tutto e netto svantaggio della capacità ossigenante dei nostri atti respiratori. La cosa si traduce nell'inspirare fino a gonfiare con tutte le nostre forze la parte bassa del torace, fino a fare gonfiare la pancia. L'espirazione deve al contrario svuotare con tutte le tue forze, anche quelle che credi di non avere :lol: l'addome portando idealmente l'ombelico a rientrare al massimo delle tue possibilità nell'addome. Facendo questi esercizi è di vitale importanze che tu abbia il bacino in posizione tale da non causare nessuna lordosi e nessuna cifosi, per cosi' dire dovresti allineare la tua spina dorsale nel modo migliore possibile, non indugiando in posizioni curve, sforzate e soprattutto non ingobbite.
Non solo, ti direi di potenziare la capacità ossigenante delle tue respirazioni, effettuando dopo ogni inspirazione eseguita a fondo, fino a gonfiare l'addome, una espirazione quanto piu' profonda possibile, a cui fare seguire una pausa.

Devi concentrarti per svuotare ogni minima parte dei tuoi polmoni, devi espellere tutta l'aria che riesci, focalizzando tutta la tua attenzione sul fare uscire ogni minima particella residua, e fatto cio', mantieni i polmoni "vuoti" per circa dieci sereni secondi, prima di inspirare nuovamente. L'assorbimento dell'ossigeno diventa a questo modo MOLTO maggiore, al punto che, dopo avere praticato questi esercizi circa venti minuti al giorno per una settimana, mi sono beccata una bella detox.

Sulla meditazione devo dirti che sono assolutamente sprovveduto, ma ho deciso di introdurre questa pratica nella mia vita e mi sto leggendo del materiale al riguardo, non sapendo bene se tu ne avessi esperienza, te l'ho suggerita, perchè magari poteva essere una pratica che conoscevi già e magari avevi messo in stand-by. Sono del parere che sia a te che a me sarebbe utile e quindi posso solo dirti che se conosci persone che praticano meditazione e yoga della respirazione è ora di prendere il telefono e sentire se si puo' trovare il modo di fare qualcosa insieme ai giardini, al parco o a casa di qualcuno una volta a settimana o qualcosa del genere...

Io volevo sottolineare un'aspetto che Marco cita sempre, e secondo me, con molta ragione, visto che rispecchia benissimo una considerazione che la mia esperienza mi ha portato a mettere a fuoco sempre maggiormente.

La serenità interiore, il "volerci bene" è indispensabile per il corpo. Le tensioni, le critiche, il sentirci messi in discussione sono tossine peggiori di quelle delle patatine fritte. Per uscire con successo dal labirinto di una detox uno strumento molto potente è la gratificazione. Gratificazione affettiva, fisica, spirituale.

Dormire molto è di enorme importanza, per il sistema immunitario farsi delle belle ore di sonno soprattutto il sonno prima di mezzanotte, sarebbe molto utile. Dico "sarebbe" perchè io per prima mi riprometto di migliorare al riguardo, lavoro troppo e alla sera non andrei mai a letto, poi alla mattina mi alzo alle 3 e mezza/quattro per fare jogging e poi sono al lavoro prima delle 6...alla fine dormo come si deve solo nel we. Mea culpa, questo non va bene. Spero tu invece possa impegnarti per fare meglio. Dormire fa benissimo, assolutamente benissimo.

Vabbè per oggi non ti stresso piu', aspetto di leggere come va, ci tengo tantissimo che le cose per te evolvano positivamente!!!!!!

Abbraccio gigante!!!!!!

Carissima Zucchina,
devo dire che il tuo thread è uno dei piu' riusciti e belli del forum, è diventato come un albero dove tutte le anime del forum trovano ombra, nutrimento e rifugio, sei stata davvero una creatrice bravissima, è bellissimo vedere che molte persone nuove corrono qui fra i rami del tuo albero, un abbraccio speciale!!!!

Carissima Dianaest :D
sono proprio d'accordo con te riguardo al fatto che il crudismo abbia delle implicazioni impensabili sul piano spirituale, mi piacerebbe moltissimo ascoltare la tua esperienza, casomai tu avessi tempo di farlo!!!
un sacco di abbracci crudisti :D :D

Benvenutissima Valenticchia!!! :D

Devo dirti che credo assolutamente che il cibo classico induca malumore e depressione, soprattutto se si viene da una fase "depurativa" e ti confermo comunque che durante la disintossicazione si attraversano dune e ondate di malessere psicologico anche molto forti e soprattutto sorprendenti. Le tossine in circolo nel sangue sono responsabili di questo meccanismo, i neurotrasmettitori sono fortemente disturbati dalle tossine. Non fa nessuna differenza che le tossine vengano dal corpo stesso che si disintossica, oppure dal pacco-box del Mc Donald, il corpo reagisce portandoci ad uno stato di nervosismo, agitazione, depressione, aggressività...
Spero che la tua prima passeggiata in territorio crudista ti porti ad incrementare il consumo di frutta fino ad arrivare ad almeno due chiletti regolari regolari tutti i giorni, che poi tu mangi "tutto" crudo o meno ha meno importanza. Importante è assolutamente arrivare a mangiare tantissima frutta, che è il nostro vero cibo.

Un enorme abbraccio e mille auguri di buona prosecuzione a tutti :D

Akira
Messaggi: 1528
Iscritto il: dom lug 30, 2006 6:44 am

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da Akira » gio giu 14, 2012 12:25 pm

Ciao e benvenuta! Sembri molto giovane.. quanti anni hai?

valenticchia
Messaggi: 11
Iscritto il: lun giu 04, 2012 12:43 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da valenticchia » gio giu 14, 2012 7:40 pm

Ieri e oggi è andata bene, pranzo un bel frullato con melone, pesche e banane mentre a cena peperoni crudi.. hmm che delizia! Sto mangiando anche tanti datteri che faccio a polpette con le mandorle, so che non bisogna esagerare però sono il mio sweet-treat. La domanda sull'età non so se era rivolta a me, comunque ho 28 anni ed è la prima volta che faccio qualcosa di così "radicale"!

Akira
Messaggi: 1528
Iscritto il: dom lug 30, 2006 6:44 am

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da Akira » ven giu 15, 2012 8:35 am

Non preoccuparti per i datteri! Ci sono cose peggiori...

arbor
Messaggi: 594
Iscritto il: lun apr 23, 2012 1:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da arbor » sab giu 16, 2012 7:24 am

Sei una persona davvero speciale, ross0, e non puoi neanche immaginare quanto per me sia bello e gratificante godere della tua simpatia e comprensione, che naturalmente ricambio da parte mia, anche se forse lo do a vedere un po’ meno. Certo, i nostri problematici contesti privati ci accomunano parecchio, ma c’è molto altro a destare la mia attenzione e la mia stima per te: c’è soprattutto il tuo modo acuto, generoso e sensibile di guardare alle nostre realtà quotidiane.
Sulla respirazione mi hai illuminato su un aspetto cruciale che non avevo mai messo bene a fuoco: la lunga pausa dopo l’espirazione, quale premessa per un più abbondante assorbimento d’ossigeno nella successiva fase d’ ispirazione. Ho già iniziato a cimentarmi con questo nuovo esercizio (caspita come funziona!) e ti terrò informata sull’esito. Quanto alla meditazione, ho parlato con un’istruttrice di yoga che vorrebbe avviare un corso anche dalle mie parti. Mi diceva che 5 minuti di meditazione ben fatta equivalgono, in termini di recupero energetico, a 3 ore di sonno. A quest’ultimo proposito (di sonno), ti dirò che è una delle poche cose che mi riescono senza problemi, almeno ora (in passato anche il sonno è stato problematico, per l’opposizione viscerale di mia moglie ad abbandonarsi tra le braccia di Morfeo). Piuttosto te, ross0, mi chiedo come tu faccia a dormire così poco. L’altra notte mi sono svegliato poco dopo le tre, e pensando alle tue levatacce ho avuto una stretta al cuore: ma che ci fa quell’anima raminga in piedi a quest’ora a sbuffare lungo qualche strada, in Svizzera poi. (magari invece le tue passeggiate si svolgono in un panorama bellissimo, rassicurami almeno su questo). Infine fai un breve accenno alla questione della gratificazione (affettiva, fisica, spirituale). In qualche misura il problema riguarda un po’ tutti, ognuno col suo più o meno grande bagaglio di rogne; per qualcuno poi, come me e te, diventa un vero e proprio nervo scoperto. La differenza fra noi due è che tu te lo sei trovato addosso mentre io me lo sono andato a cercare (anche se questo era forse già scritto nell’imprinting educativo ricevuto in famiglia fin dalla più tenera infanzia: figliuolo bada a tuo fratello. Prima è il fratello di sangue, poi uno che ci si sceglie, ma sempre con lo stesso schema mentale d’origine). Piangersi addosso non serve a nulla, legittimo però proteggersi dalle “tossine delle patatine fritte” e lasciare la porta aperta alle gratificazioni, veri e propri nutrienti per l’anima e il corpo.
Aggiornamento sul mio percorso. Il digiuno di un giorno e mezzo mi ha fatto bene, anche se ho subito riperso i 2 chili (da 62 a 60). Mi sembra di notare qualche miglioramento, ma è ancora troppo presto per tirare le somme.
Un grande abbraccio.

valenticchia
Messaggi: 11
Iscritto il: lun giu 04, 2012 12:43 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da valenticchia » lun giu 18, 2012 7:28 am

Ciao a tutti, dopo due settimane di frutta e verdura (la scorsa settimana è stata quasi tutta crudista senza sforzi, poi è arrivato il weekend con schifezze varie ma non ho voglia di punirmi perchè ero in compagnia e me la sono anche goduta quindi ...) oggi sono piena di brufoli in faccia! Manco avessi tredici anni e fossi alle prese con la pubertà. Per il resto tutto bene, non vedo l'ora di mangiarmi banane e meloni oggi :D :D

Avatar utente
ross0
Messaggi: 350
Iscritto il: mar apr 22, 2008 7:42 am

Re: Gioie e dolori di una nuova crudista

Messaggio da ross0 » dom giu 24, 2012 8:38 pm

Carissima Valenticchia,

beh, dai, i brufoli, dopo un we di piccole e perdonabili sregolatezze, sono un buon segno :D
Segno che il corpo espelle e funziona a dovere :D
E questo quindi va benissimo!!!
Sono molto contenta di sentire che stai andando a frutta, proprio l'ideale, mangia mangia mangia tanta tantissima sempre piu' frutta!!!
Bravissima :D !!!!!
Aspetto tuoi ulteriori aggiornamenti e per ora ti faccio i complimenti, stai andando forte!!!!
Abbracci!!!

Carissimo Arbor!!!!!

Spero che nel frattempo tu abbia ripreso i due chiletti spariti dopo il digiuno, che tu stia traendo benefici dalla respirazione e che magari, ciliegina sulla torta, tu abbia organizzato il modo di partecipare a questo corso di meditazione che mi sembra quantomai cadere a fagiolo!
Come va carissimo?
Le feci sempre imbizzarrite? Il peso?
Come va a casa??
Riprendo un momento le tue parole "un organismo che, non più dotato, temo ormai, di grandi risorse, non può più permettersi né mezze misure né errori (poi solo faticosamente rimediabili)".
Parlando di te io non penserei certo in questi termini. So bene che ci sono diverse cose che ancora non vanno a dovere, ma dopo 3 anni con grandi consumi di frutta mi sentirei addirittura di garantirti che il tuo corpo puo' molto. Sicuramente molto piu' di quello che tu pensi. Altrimenti non avresti problemi di feci molli. Questo significa che il tuo corpo lavora sodo. Ricambia, elimina, reagisce e non poltrisce. Sicuramente con i postumi di un infarto il ricambio generale dei tessuti del corpo richiede tanto lavoro di riparazione, eliminazione di tessuti vecchi, rinnovo, innesco di nuovi meccanismi e di nuove modalità. Sono davvero ottimista riguardo alle risorse del tuo corpo, e penso che anche tu possa coltivare nelle sedute di meditazione, svariati minuti per concentrarti sulla forza del tuo corpo, sulla sua volontà di guarire, sulla sue enormi capacità di recupero. Questi pensieri sono tutt'altro che "superflui e stupidi". Rendono consapevoli, sereni, capaci di indirizzare le forze dove servono permettendoti di non sprecare invece tempo in pensieri scoraggianti.
Concediti questo piccolo lavoro, bastano pochi minuti al giorno, fatti con cuore aperto e sincero :D
Riguardo a me, beh, vado a correre anche per combattere lo stress, perchè sento che mi fa bene, il paesaggio lo vedo per tre mesi all'anno, poi diventa buio e corro nel paesaggio dei miei pensieri. La Svizzera ha comunque paesaggi belli nella mia zona, colline verdi che per me sono irrimediabilmente diventati i paesaggi del tumore di mia mamma ora, che vuoi, il cuore lega cio' che vede a cio' che sente. Purtroppo l'allevamento del bestiame è un punto molto dolente. Soprattutto i porcili sono veramente dei luoghi di tortura da cui i poveri animali sollevano continuamente grida vere e proprie. Avvicinarsi e guardare in quali orribili condizioni versano questi poveri nostri fratelli è qualcosa che distrugge il cuore. Posso solo augurarmi che l'uomo evolva anche fisicamente verso una specie con maggiore empatia, che possa comprendere meglio i sentimenti dei propri fratelli a due, quattro o piu' zampe. Siamo molto primitivi purtroppo e disgraziatamente abbiamo molto piu' potere di quello che meritiamo.
Insomma, in ogni caso, certamente in questo paese straniero ho un lavoro ben qualificato e posso almeno in questo senso vivere senza l'angoscia della disoccupazione che invece l'Italia quasi garantisce a tutti. Il paesello dove abito ha come principali "attrazioni" la Coop e il Migros, ovvero i due piccoli negozi di alimentari del paese, uno di fronte all'altro sulla strada principale del paese. Qui sono praticamente ben "nascosta", il mondo svizzero mi "ignora" e io vivo la mia vita senza contatti con nessuno al di fuori del lavoro. Non ti racconto di certo che questa stranissima solitudine mi piaccia, la vita in questo modo per una donna diventa molto complicata e difficile, pero' non mi sento di lamentarmi. Essere senza lavoro, senza prospettive, senza possibilità in Italia sarebbe certo peggio. Ho sudato sette camicie per stabilizzare la mia posizione lavorativa accettando di vivere all'estero, quando all'arrivo non conoscevo una parola della lingua. E ora sono un po' in una posizione piu' riposante di quanto non fossi inizialmente. Lavorativamente ho guadagnato il mio "credito" e almeno parlo la lingua, sia pure con i miei limiti.
Non so bene dove andro' a finire prossimamente, dubito che la mia vita mi regalerà a breve molta stabilità.

Spero tanto di leggere presto di te, ci tengo molto a sentire come stai e come sta andando!!!!!
Un grosso, grosso, enorme abbraccio carissimo Arbor e spero a presto!!!!!! :D :D :D

Rispondi