ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven apr 03, 2020 10:56 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... terolo.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Riporto molto volentieri la testimonianza di Marco Gentilini, il quale con questa sua, dimostra chiaramente la importanza della vitamina D3 per l'uomo, ma che sono certo lo è per TUTTI gli esseri viventi, con la differenza tra noi, specie umana, e loro sono le quattro mura in cui viviamo, che fanno la differenza per la esposizione al sole, il quel è il secondo fattore di cui il primo il COLESTEROLO per AUTOPRODURSI questa INDISPENSABILE vitamina D. Sono anche certo che il corpo dell'individuo, CARENTE di questa aumenta la AUTOPRODUZIONE di COLESTEROLO cercando di ovviare con questo. Ed è il chiaro segno che esponendosi al sole niente COVID-19.

La riprova ci viene addirittura dalla medicina che sul documento NOTA 96 AIFA scrive:
"La vitamina D viene prodotta per effetto sulla cute dei raggi ultravioletti di tipo B (lunghezza d’onda 290 - 315 nm) che trasformano un precursore, il 7 deidrocolesterolo (la pro-vitamina D), in pre-vitamina D e successivamente in colecalciferolo (vitamina D3). La vitamina D può essere quindi depositata nel tessuto adiposo o trasformata a livello epatico in 25OH vitamina D (calcidiolo o calcifediolo) che, veicolata da una proteina vettrice, rappresenta il deposito circolante della vitamina D. Per esercitare la propria attività biologica il 25OH colecalciferolo deve essere trasformato in 1-25 (OH)2 colecalciferolo o calcitriolo, ligando naturale per il recettore della vitamina D. La sede principale della 1-idrossilasi è il rene ma questo enzima è presente anche nelle paratiroidi, ed in altri tessuti epiteliali."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... 96aifa.htm
Dal gruppo
Cloruro di Magnesio, i veri amici

Da notifiche
Genre Franco ha condiviso un link.
Amministratore · 30 marzo alle ore 09:28

http://acidoascorbico.altervista.org/…/ ... smaschimor

Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:

http://acidoascorbico.altervista.org/…/ ... ..Continua a leggere
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico farmacia,acido ascorbico per la pelle,acido ascorbico pelle,acido ascorbico viso,vitamina c, legumi, frutta, verdure, cloruro di magnesio, magnesio, creme, creme viso, pelle, vertigini, vertisec, esperienze, acido ascorbico esperienze, chimica, me...
acidoascorbico.altervista.org
Coronavirus: Iss, in Italia i decessi accertati finora per causa del Covid-19 sono solo due
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico farmacia,acido ascorbico per la pelle,acido ascorbico pelle,acido ascorbico viso,vitamina c, legumi, frutta, verdure, cloruro di magnesio, magnesio, creme, creme viso, pelle, vertigini, vertisec, esperienze, acido ascorbico esperienze, chimica, me...
11Franco Genre, Francesco Gerne e altri 9
Commenti: 9Condivisioni: 1
Mi piace
Commenta
Condividi
Commenti

Luca Montanari
Luca Montanari Ti ringrazio degli articoli Franco Genre. Io faccio un po' fatica a leggerli sia per l'impaginazione che per la lunghezza. Cmq appena avrò più tempo mi ci dedicherò
1

Mi piace
· Rispondi · 1 g

Genre Franco
Genre Franco Ciao Luca Montanari, GRAZIE per il truo scritto, ma non perderti questa pagina che ritengo IMPORTANTISSIMA. ciaooo Franco

Mi piace
· Rispondi · 1 g

Marco Gentilini
Marco Gentilini Io sono uno di quelli che ha sempre avuto il colesterolo cattivo alto ma anche quello buono alto, però da quando mi sono trasferito ai tropici, ho scoperto che dopo circa 6 mesi si e' abbassato tantissimo, senza assumere statine ovviamente rifiutate a priori che il medico mi consigliava.
Ciao Francooo??
1

Mi piace
· Rispondi · 01 aprile 2020 ore 6.39 · Modificato

Genre Franco
Genre Franco Ciao Marco Gentilini, GRAZIE. La tua è la dimostrazione chiara che vivendo ai tropici dai la possibilità al tuo corpo di AUTOPRODURSI la INDISPENSABILE vitamina D3 e di conseguenza non ha più bisogno AUTOPRODURSI molto COLESTEROLO sperando che tu ti esponga al sole. Pertanto sono certo che ci hai guadagnato in VERA SALUTE. ------continua------>
1

Mi piace
· Rispondi · 28 min · Modificato

Marco Gentilini
Marco Gentilini Genre Franco il GRAZIE sempre a te caro Franco ??

Mi piace
· Rispondi · 17 min

Genre Franco
Genre Franco Al riguardo, dobbiamo capire il fatto che la EVOLUZIONE ha ritenuto che le AUTOPRODUZIONI sono IMPORTANTISSIME, quindi determina senza ombra di dubbio che avere a disposizione questi prodotti in ogni momento è BASILARE. Infatti il primo è l'ACIDO ASCORBICO di cui noi abbiamo perso questa possibilità, ma la seconda è il COLESTEROLO e NON la vitaminaD3. ------continua------>
1

Mi piace
· Rispondi · 17 min

Marco Gentilini
Marco Gentilini Invece a proposito del Covid-19 e provato che l'80% di infettati sono maschi adulti e molto, non ho sentito parlare di bambini (FORTUNATAMENTE)
cosa che io ricordo da bambino ogni anno me le prendevo tutte quelle che passavano

Mi piace
· Rispondi · 10 min

Genre Franco
Genre Franco Questo fatto determina che la EVOLUZIONE ha ponderato bene che l'individuo NON DEVE MAI ESSERE CARENTE di ciò che gli serve per AUTOPRODURSI la INDISPENSABILE vitamina D3, quindi come seconda AUTOPRODUZIONE ha fissato il COLESTEROLO. ------continua------>

Mi piace
· Rispondi · 5 min

Genre Franco
Genre Franco Solo che purtroppo questa EVOLUZIONE non ha previsto che l'uomo si chiudesse tra quattro mura rendendo impossibile la esporsizione al secondo fattore che le serve per l'AUTOPRODUZIONE della vitamina D3: IL SOLE. Ed è per questo semplice motivo che non ci si espone è necessario ingoiarla con costanza giornalmente. ------continua------>

Mi piace
· Rispondi · 1 h · Modificato

Genre Franco
Genre Franco Posso quindi concludere che la esposizione al sole evita il COVID-19. ciaooo Franco

Mi piace
· Rispondi · 1 min
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... terolo.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » dom apr 05, 2020 4:22 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minaK2.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Sul web ho trovato questo articolo, che mi sono permesso di modificare aggiungendo alcune mie informazioni con i relativi link, che però ritengo molto esplicativo riguardo ad una vitamina molto importante che lavora contro le cosi dette "calcificazioni".
Il suo nome è la vitamina K2.
Questo articolo in oggetto recita:
"PERCHE’ LA VITAMINA K2-MK7 E’ LA PIU’ EFFICACE DELLE varie FORME DI VITAMINA K?
Esistono varie forme di Vitamina K:
-Vitamina K1. La vitamina K1, noto anche come fillochinone, si trova nelle piante e alcuni di essi converte in vitamina K2 nel corpo.
Questa forma è considerata la meno efficace perché dipende dalla conversione nella forma K2 più attiva, per conferire una protezione significativa contro la calcificazione, ma ci sono comunque alcuni studi pubblicati mostrano la riduzione del rischio di malattia in risposta all'ingestione di vitamina K1. (86-90) -Vitamina K2 (MK-4). L’ MK-4 si trova nella carne, uova e latticini.
E’ la forma più studiata di vitamina K per preservare la salute delle ossa ed è rapidamente assorbita e metabolizzata rapidamente dall’ organismo.
-Vitamina K2 (MK-7). L’ MK-7 si trova nella carne grass-fed (cioè allevata ad erba), nei semi di soia fermentati e formaggi fermentati.
Purtroppo i semi di soia (natto) e i formaggi fermentati danno gravi problemi intestinali (come morbo di Crohn, Retto colite ulcerosa e tante altre malattie autoimmuni), quindi rimane solo la carne grass fed che però non è più diffusa da 150 anni, cioè da quando esistono gli allevamenti intensivi a cereali."
Riguardo al formaggio "natto", ricavato dai semi di soia non posso che confermare i problemi elencati, ma per i formaggi fermentati ho certezza che la informazione è FALSA, naturalmente ingoiando anche l'ACIDO ASCORBICO giornalmente come me da 28 anni, dato che ho iniziato con questo "ALIMENTO ESSENZIALE" nel 1992 ed oggi siamo nel 2020, ingoiando giornalmente almeno 40 grammi di grana o reggiano grattugiato sulla pastasciutta che adoro. Infatti mia moglie dice sempre che faccio la montagna bianca. Senza contare il latte e gli altri tipi di formaggio che ingoio a pranzo o cena.

E la pagina recita ancora:
"Per questo motivo l'integrazione della Vitamina K2-MK7 diventa praticamente indispensabile, specialmente chi è più portato di altri ad accumulare calcificazioni nelle arterie, nei reni, nella cistifellea, ecc.
La vitamina K2 infatti attiva la matrice GLA proteica (MGP) che evita l'eccesso di calcio per prevenire depositi nei tessuti molli come le arterie, un fattore di rischio significativo nelle malattie cardiovascolari e una condizione comune con l'avanzare
dell'età.
Ma ciò che rende al K2-MK7 così speciale rispetto alle altre forme è che rimane attiva nel corpo per più di 24 ore (figura sotto).
La vitamina K2 è carente nella dieta occidentale come la classica mediterranea con pasta-cornetto-cappuccino, oppure in caso di regimi dietetici vegetariani-vegani oppure invece sarebbe decisamente utile invece prenderli, insieme all’ integrazione di tante altre cose magari...
Inoltre ci sono persone a rischio di carenza di base come quelli con malnutrizione cronica, gli alcolisti, ostruzione biliare,celiachia,colite ulcerosa,fibrosi cistica, ecc.…
Un buon prodotto a base di Vitamina K2-MK7 è quindi fondamentale per una buona salute.
La forma MK-7 di K2 è ottimale per l'integrazione alimentare perché ha un'emivita (cioè una durata attiva nel sangue) di 2-3 giorni, rispetto alle 1-2 ore di MK-4.
Quindi appare evidente che è invece molto utile la corretta integrazione di vitamina K2-MK7, perchè questa forma rimane attiva nel corpo per più di 24 ore e questo è fondamentale per la protezione contro la calcificazione da matrice Gla-proteina che si inattiva rapidamente in assenza della vitamina K2.
Concentrazione nel sangue delle tre forme di Vitamina K2 dopo l'ingestione
Inoltre dal momento che la K è liposolubile, se si assume con il pasto più grasso della giornata sarà notevolmente aumentato l'assorbimento nel sangue.
Per quanto riguarda i dosaggi la letteratura non ha ancora dato delle sentenze definitive, ma stando agli studi fin qui pubblicati sembra che un dosaggio di 180 mcg al giorno sembra essere ottimale per la salute e per combattere l’ aterosclerosi. "Primal K2 1000" contiene appositamente 180 mcg di Vitamina K2 come MK-7 per aiutare a rimuovere i depositi di calcio dalle tue arterie, questo perchè non è estratta, come tutte le formulazioni simili, che pur di risparmiare, derivano dal natto (un fagiolo)
della soia, che può dare problemi intestinali e allergie diffuse,"

Su questa la pagina recita:
"ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI.
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
COSI' TANTO?
Quante persone avranno la possibilità di farsela controllare?
Da incompetente, che differenza può esserci nella ricerca tra la vitamina D e questa vitamina K2?
Sono entrambe liposolubili, quindi il lavoro da effettuare dovrebbe avere uguale.
Già la ricerca della vitamina D è dalla medicina: DEMONIZZATA, addirittura i medici dichiarano che il farla controllare è diventata una moda e non vogliono farla fare, adducendo mille scusa: sì perchè in caso di CARENZA si sentono obbligati a prescriverla, ed ecco che allora, onde evitare di prescrivere anche la vitamina K2, le quali, come abbiamo capito DANNO LA SALUTE specialmente quest'ultima, A CHI NON NE E' CARENTE, ecco che è indispensabile che questa non possa essere controllata da chi non ne ha le possibilità.
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI AL CONTRARIO, LA PRIORITA' E' IL LUCRO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana quelli di Franca ed i miei.
Naturalmente con Franca questa vitamina K2 la ingoiamo dall'aprile 2018.
Devo quindi fare presente che all'atto del prelievo del sangue da parte del personale preposto del laboratorio analisi, di norma, finito il prelievo viene tolto l'ago e subito messo sul buco del cotone applicando uno scotck per tenuta e togliendolo poi dopo alcuni minuti. In passato, di solito togliendo questo cotone vi era del sangue e per Franca era normale che le venisse un piccolo ematoma blu.
Stranamente questa volta per entrambi, il cotone aveva appena una piccolissima macchia di sangue e per Franca niente ematoma.
Questo fatto ci ha confermato che la vitamina K2 in noi, NON CARENTI, stà facendo il suo lavoro di anti-emorragico e ne abbiamo avuto soddisfazione."
Dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... K2base.htm
Devo aggiungere però che questa vitamina K2 lavora in tandem con la vitamina D3, quindi vi sottopongo la pagina sulla vitamina D3 che recita:
"Ed ora a mia difesa ecco il video di medici che dichiarano che per vincere questa pandemia si dovrebbe distribuire alle persone la vitamina D citandone 11 (undici) STUDI che lo dimostrano, ma questi STUDI sono solo una piccola parte:
Video del medico che dichiara che la vitamina D guarisce e PREVIENE i virus.
https://www.facebook.com/StudioMedicoOr ... 862487446/
Ma non basta, un altro alleato sono gli SCIENZIATI della Università di Torino di cui l'articolo recita:
"Proff. Giancarlo Isaia ed Enzo Medico dell’Università di Torino sul possibile ruolo preventivo e terapeutico della vitamina D nella gestione della pandemia da COVID-19
La presentazione clinica ed epidemiologica della pandemia da Coronavirus è certamente molto anomala e, alla ricerca di possibili concause o di specifici fattori di rischio, il Prof. Giancarlo Isaia, Docente di Geriatria e Presidente dell’Accademia di Medicina di Torino, e il Prof. Enzo Medico, Professore Ordinario di Istologia all’Università di Torino, anche a seguito delle recentissime raccomandazioni della British Dietetic Association, hanno approfondito il ruolo che potrebbe svolgere la carenza di Vitamina D, che in Italia interessa una vasta fetta della popolazione, soprattutto anziana.
Sono così emersi alcuni dati che, sintetizzati in un documento, già sottoposto ai Soci dell’Accademia di Medicina di Torino, sono stati giudicati molto interessanti. In esso gli Autori suggeriscono ai medici, in associazione alle ben note misure di prevenzione di ordine generale, di assicurare adeguati livelli di Vitamina D nella popolazione, ma soprattutto nei soggetti già contagiati, nei loro congiunti, nel personale sanitario, negli anziani fragili, negli ospiti delle residenze assistenziali, nelle persone in regime di clausura e in tutti coloro che per vari motivi non si espongono adeguatamente alla luce solare. Inoltre, potrebbe anche essere considerata la somministrazione della forma attiva della Vitamina D, il Calcitriolo, per via endovenosa nei pazienti affetti da COVID- 19 e con funzionalità respiratoria particolarmente compromessa.
Queste indicazioni derivano da numerose evidenze scientifiche che hanno mostrato:
1.a) Un ruolo attivo della Vitamina D sulla modulazione del sistema immune
2.b) La frequente associazione dell’Ipovitaminosi D con numerose patologie croniche che possono ridurre l’aspettativa di vita nelle persone anziane, tanto più in caso di infezione da COVID-19.
3.c) Un effetto della Vitamina D nella riduzione del rischio di infezioni respiratorie di origine virale, incluse quelle da coronavirus.
4.d) La capacità della vitamina D di contrastare il danno polmonare da iperinfiammazione.
Inoltre, i primi dati preliminari raccolti in questi giorni a Torino indicano che i Pazienti ricoverati per COVID-19 presentano una elevatissima prevalenza di Ipovitaminosi D. Il compenso di questa diffusa carenza vitaminica può essere raggiunto innanzitutto esponendosi alla luce solare per quanto possibile, anche su balconi e terrazzi, alimentandosi con cibi ricchi di vitamina D e, sotto controllo medico, assumendo specifici preparati farmaceutici."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ersita.htm
Dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imorti.htm
.........................................................Svolta decisiva nelle patologie cardiovascolari
...............................................In questo articolo speciale studi clinici e ricerche dai più
..............................................................................accreditati centri
..........................................................................universitari mondiali
...................................................................lo "scavatore" NATURALE
........................................................................ del calcio nelle arterie
L' infarto che non e' (ancora) ACCADUTO
DALLA SCOPERTA DI UN PREMIO NOBEL ECCO UNA STRAORDINARIA MOLECOLA CHE PRELEVA IL CALCIO DALLE ARTERIE, VEDI SOTTO ...
• OLTRE LA CHELAZIONE!
• OLTRE IL BYPASS!
• OLTRE I FLUIDIFICANTI DEL SANGUE!
Caro amico,
Marta non si è sentita bene. Non aveva precedenti di problemi cardiaci. I valori di pressione sanguigna e di colesterolo erano buoni. Non era molto sovrappeso. E abbiamo appena festeggiato il suo 48esimo compleanno. Ma potrebbe essere stata l'ultima volta che Marta ha spento le sue candele.
Ha detto che una "piccola voce" l'ha spinta a farsi scansionare il cuore. Lei non sa perché. Dopotutto ... il suo medico ha detto che era in buona forma ... senza gravi problemi di salute.
Quello che Marta ha scoperto casualmente per un normale controllo potrebbe averle salvato la vita.
Se non hai familiarità con una scansione del cuore è come vedere cosa succede nelle tue arterie. a scansione controlla quanto bene scorre il sangue al tuo cuore. Quello che vuoi vedere sono le arterie pulite e chiare.
Ma Marta mostrava una miscela gialla e densa di depositi di calcio e colesterolo che le fiancheggiavano le arterie ... e col passare del tempo diventava sempre più densa.
Marta non era un maniaca. Sapeva quando le pareti delle arterie diventano troppo strette il sangue non può fluire correttamente.
E se il sangue non può raggiungere il tuo cuore -i dottori lo chiamano infarto del miocardio -detto anche... "infarto!"
Si sentiva bene e sembrava buona ma i dottori di Marta non si preoccupavano!
Non pensava che potesse apparire qualcosa di "cattivo" ma era in bianco e nero. Non riusciva a credere ai numeri del suo punteggio di calcio coronarico ... 399. Questo è solo ad un punto da "depositi di calcio severi!"
I depositi di calcio avevano già ridotto le pareti delle sue arterie ... era una bomba a orologeria.
• In Italia ogni anno 145.000 persone subiscono un infarto cardiaco, 12.803 al mese, 402 al giorno, 16 all' ora, uno ogni 4 minuti e 15 secondi.
• Ogni ora, su 16 persone che hanno avuto un infarto cardiaco, 5 muoiono.
Ma Marta era determinata a non essere inserita nel computo statistico!
Allora, cosa ha fatto Marta?
Sto condividendo la storia di Marta con te non perché è unica.In effetti, è comune.
Questo perché, a partire dal 20 ° compleanno, la placca di calcio inizia ad accumularsinelle arterie.e arterie di 40 anni contengono più placche di calcio. Le arterie di 50 anni contengono ancora di più e quelle di 60 beh ... guarda l'immagine qui sotto ...
Calcificazione delle arterie
Come ho detto, Marta non è unica ... ma la sua storia è ... è perché ha scoperto un modo sicuro e semplice per liberare depositi di calcio dalle sue arterie e tenere puliti i suoi vasi sanguigni!
Il nome di questo straordinario apri arterie è la vitamina K2-MK7. Se non ne hai mai sentito parlare, ti aspetta una scoperta che ti sorprenderà molto ...
Probabilmente hai sentito per tutta la vita che hai bisogno di calcio per le ossa forti . Ma quello che potresti non sapere è quando lo stesso calcio finisce nelle arterie, può restringere i vasi sanguigni e prepararti ad un disastro cardiaco!
I ricercatori lo chiamano "il paradosso del calcio".
Questo perché hai bisogno di calcio per le ossa forti -ma se finisce nelle tue arterie può ucciderti!
Ma come ci è arrivato il calcio?
La vitamina K2 agisce come un servizio navetta che dirige il calcio nel tuo corpo e può tranquillamente estrarre il calcio dalle arterie ... e rimetterlo nelle ossa dove appartiene!
Quando sei carente di vitamina K2 -il calcio diventa canaglia e finisce nelle pareti delle tue arterie -causando arterie "calcificate" o rigide!
Prima di andare avanti voglio chiarire che la vitamina K2 NON è la normale vitamina K trovata nelle verdure a foglia verde.
La vitamina K2 -conosciuta anche come menachinone -è molto diversa . La vitamina K2 è un nutriente fondamentale per il controllo dell'utilizzo del calcio nel corpo.
Buon cinquantesimo compleanno! Ora pero' fai un controllo cardiaco
Anche se ti senti "perfettamente bene", le statistiche non sono a tuo favore, perchè ogni 12 minuti, nel nostro paese, muore una persona per infarto cardiaco!
• Le malattie cardiovascolari continuano ad essere in assoluto la prima causa di morte nel nostro come in moltissimi Paesi del mondo.
• Ogni anno, sono responsabili di ben 17,5 milioni di morti premature e si prevede che nel 2030 aumenteranno a 23 milioni.
• In Italia ben 127mila donne e 98mila uomini muoiono ogni anno per le malattie cardio-cerebrovascolari, tra cui infarto, scompenso e ictus, e molte di queste morti si verificano prima dei 60 anni di età.
• Le morti per infarto/ictus rappresentano il 30% di tutti i decessi e colpiscono più dei tumori.
Spaventoso? Scommetti! E indovina cosa? Nel momento in cui inizi a manifestare sintomi di problemi cardiovascolari, potrebbe essere troppo tardi. Ecco perché per il 50% delle persone, un attacco di cuore, è il loro primo e ultimo sintomo di malattie cardiache!
Però per correre ai ripari da questi micidiali ICTUS ed INFARTI o PARESI, oltre ad ingoiare la vitamina K2 che leva le calcificazioni alle arterie come abbiamo appreso sopra, è bene farsi fare dal medico di base o anche pagandolo, un semplicissimo esame del sangue richiedendo i valori della
OMOCISTEINA della Vitamina B12 e e dello ACIDO FOLICO (vitamina B9)
In quanto se ci di DROGA, sia con il CAFFE’, il TE’ o il TABACCO il valore della OMOCISTEINA raggiunge un valore che è causa di questi tristi eventi.
Purtroppo non conta la età, e se i valori della OMOCISTEINA non sono nella norma, si potrà notare che l’ACIDO FOLICO è basso, nel qual caso si deve ingoiare come consiglia il dottor Angelo Bona cje scrive:
“Non devi sapere che esiste l’omocisteina: perché? Un amminoacido che smaschera il business.
Chi dice questo è un dottore, il dottor Angelo Bona il quale spiega molto dettagliatamente quali danni può causare la OMOCISTEINA e ne cita molti studi fatti al riguardo:
"Ciao, ieri ho visto un paziente che ha subito un infarto un anno fa e al quale hanno inserito uno “stent”. Dicesi stent un tubicino espandibile che viene posizionato in una arteria coronarica per ripristinare il flusso sanguigno.”
E consiglia quindi:
“In caso di Occlusione Vascolare è
l'OMOCISTEINA ALTA
può essere tenuta sotto controllo
con 5 VITAMINE
VITAMINE B6, B9, B12, BETAINA
e sopratutto
ACIDO ASCORBICO
e lo ZINCO
e RIDUCENDO
il consumo di Carni Rosse e caseine ricche di Metionina Zucchero ed amidi raffinati
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... avideo.htm

Questo è certamente il caso della famiglia di Marta.
La nonna, mentre si preparava a partecipare al matrimonio della nipote, morì per un grave attacco di cuore -anche se stava prendendo i farmaci che avrebbero dovuto impedirlo. Entrambi i miei bisnonni morirono giovani di attacchi di cuore ... uno era aveva 54 anni, mentre l' altro aveva solo 48 anni.
E la madre ha avuto un ictus -all'età di 47 anni -e un intervento chirurgico di quintuplo di emergenza all'età di 60 anni!
Eppure stavano assumendo farmaci per abbassare il colesterolo da anni.
Ora capisci perché adesso esistono dei centri ricerca specializzati come il nostro per formulare prodotti naturali più efficaci e pure per aiutarti a mantenere la tua salute cardiovascolare.
Ti preghiamo di dedicare alcuni minuti alla lettura di questo rapporto rivoluzionario.
Potrebbe solo aiutare a salvare la vita dei tuoi cari, o anche dei tuoi!
PS Ti incoraggio a fare un controllo del cuore se non ne hai avuto uno di recente. E agisci ORA per proteggere naturalmente il cuore e il sistema cardiovascolare.
Continua a leggere e ti dirò come ... quale vitamina K2?
E sulla base della ricerca clinica il sottotipo esatto di cui hai bisogno per ottenere il calcio dalle tue arterie -e di nuovo nelle tue ossa è la Vitamina K2 come MK-7 !
Ciò è stato dimostrato in un famoso studio di Rotterdam che ha scoperto il segreto per pulire le arterie ...
Per 10 anni, i ricercatori hanno monitorato 10.994 uomini e donne -tutti di età superiore ai 55 anni, sani.
Coloro che consumavano più di 32 mcg di K2 al giorno hanno avuto i migliori risultati:
1) **** RIDUZIONE DEL 50% IN **** MORTALITÀ CARDIACA ****
2) **** RIDUZIONE DEL 25% IN **** MORTALITÀ TUTTE LE CAUSE ****
I volontari erano diversi, ma c'era UNA cosa che avevano in comune: i partecipanti che avevano un'elevata assunzione di vitamina K2 avevano i più bassi livelli di calcio nelle loro aorte.
La vitamina K2 ha anche dimostrato di ... aumentare le HDL benefiche per le arterie,ridurre il colesterolo totale e migliorare il flusso sanguigno arterioso!
I motivi sono:
a) La vitamina K2 "dirige" il calcio. Il calcio dovrebbe andare nelle ossa e non nelle arterie.
b) La K2 aiuta le ossa a calcificare e indurire e aiuta a decalcificare e ammorbidire le arterie.
c) il flusso di calcio sta emergendo come una chiave per la salute
Questo è solo uno dei tanti studi scientifici che mostrano i benefici di compensazione delle arterie della vitamina K2!
Marta era così convinta che anche lei avrebbe dovuto prendere la vitamina K2, questo nutriente che proteggeva il cuore nella sua dieta.
Scoperta da un premio Nobel grazie a degli studi sui...polli
Nel 1929, lo scienziato danese Henrik Dam scoprì che quando i pulcini venivano nutriti con una dieta priva di grassi, le loro capacità di coagulazione del sangue erano seriamente compromesse. La dieta ristretta causava una carenza in un composto che è necessario per la normale coagulazione .
Questo salvavita è stato chiamato "vitamina koagulation" -che in seguito divenne noto come Vitamina K e la sua scoperta ha fatto guadagnare al dott. Dam e ai suoi colleghi ricercatori il premio Nobel nel 1943.
La ricerca moderna ha identificato che è la vitamina K2 che contiene i nutrienti essenziali necessari per rimuovere il calcio dalle arterie e reindirizzare il calcio alle ossa.
Purtroppo prendere la vitamina K2 come MK-7 dagli alimenti è come trovare un ago in un pagliaio!
Ma per fortuna, Marta ha scoperto la forma esatta di Vitamina K2 come MK-7 per rimuovere i depositi di calcio nelle arterie in una spettacolare formulazione chiamata
"Primal K2 1000"!
PERCHE’ LA VITAMINA K2-MK7 E’ LA PIU’ EFFICACE DELLE varie FORME DI VITAMINA K?
Esistono varie forme di Vitamina K:
-Vitamina K1. La vitamina K1, noto anche come fillochinone, si trova nelle piante e alcuni di essi converte in vitamina K2 nel corpo.
Questa forma è considerata la meno efficace perché dipende dalla conversione nella forma K2 più attiva, per conferire una protezione significativa contro la calcificazione, ma ci sono comunque alcuni studi pubblicati mostrano la riduzione del rischio di malattia in risposta all'ingestione di vitamina K1. (86-90) -Vitamina K2 (MK-4). L’ MK-4 si trova nella carne, uova e latticini.
E’ la forma più studiata di vitamina K per preservare la salute delle ossa ed è rapidamente assorbita e metabolizzata rapidamente dall’ organismo.
-Vitamina K2 (MK-7). L’ MK-7 si trova nella carne grass-fed (cioè allevata ad erba), nei semi di soia fermentati e formaggi fermentati.
Purtroppo i semi di soia (natto) e i formaggi fermentati danno gravi problemi intestinali (come morbo di Crohn, Retto colite ulcerosa e tante altre malattie autoimmuni), quindi rimane solo la carne grass fed che però non è più diffusa da 150 anni, cioè da quando esistono gli allevamenti intensivi a cereali.
Per questo motivo l'integrazione della Vitamina K2-MK7 diventa praticamente indispensabile, specialmente chi è più portato di altri ad accumulare calcificazioni nelle arterie, nei reni, nella cistifellea, ecc.
La vitamina K2 infatti attiva la matrice GLA proteica (MGP) che evita l'eccesso di calcio per prevenire depositi nei tessuti molli come le arterie, un fattore di rischio significativo nelle malattie cardiovascolari e una condizione comune con l'avanzare
dell'età.
Ma ciò che rende al K2-MK7 così speciale rispetto alle altre forme è che rimane attiva nel corpo per più di 24 ore (figura sotto).
La vitamina K2 è carente nella dieta occidentale come la classica mediterranea con pasta-cornetto-cappuccino, oppure in caso di regimi dietetici vegetariani-vegani oppure invece sarebbe decisamente utile invece prenderli, insieme all’ integrazione di tante altre cose magari...
Inoltre ci sono persone a rischio di carenza di base come quelli con malnutrizione cronica, gli alcolisti, ostruzione biliare,celiachia,colite ulcerosa,fibrosi cistica, ecc.…
Un buon prodotto a base di Vitamina K2-MK7 è quindi fondamentale per una buona salute.
La forma MK-7 di K2 è ottimale per l'integrazione alimentare perché ha un'emivita (cioè una durata attiva nel sangue) di 2-3 giorni, rispetto alle 1-2 ore di MK-4.
Quindi appare evidente che è invece molto utile la corretta integrazione di vitamina K2-MK7, perchè questa forma rimane attiva nel corpo per più di 24 ore e questo è fondamentale per la protezione contro la calcificazione da matrice Gla-proteina che si inattiva rapidamente in assenza della vitamina K2.
Concentrazione nel sangue delle tre forme di Vitamina K2 dopo l'ingestione
Inoltre dal momento che la K è liposolubile, se si assume con il pasto più grasso della giornata sarà notevolmente aumentato l'assorbimento nel sangue.
Per quanto riguarda i dosaggi la letteratura non ha ancora dato delle sentenze definitive, ma stando agli studi fin qui pubblicati sembra che un dosaggio di 180 mcg al giorno sembra essere ottimale per la salute e per combattere l’ aterosclerosi. "Primal K2 1000" contiene appositamente 180 mcg di Vitamina K2 come MK-7 per aiutare a rimuovere i depositi di calcio dalle tue arterie, questo perchè non è estratta, come tutte le formulazioni simili, che pur di risparmiare, derivano dal natto (un fagiolo)
della soia, che può dare problemi intestinali e allergie diffuse,
Per altre informazioni sulla vitamina K2 ecco la pagina giusta:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... K2base.htm
In particolare però devo riportare in informazione che ritengo importantissima:
La pagina riporta:
"Chiedo scusa a chi mi sono permesso di dire che ingoiare insieme le 2 (due) vitamine, la D3 e la K2 non poteva causare alcuna perdita, quindi venuto in possesso di questo video, ve lo propongo al più presto onde correggere le mie parole.
Infatti il commentatore informa cosa succede ingoiandole nello stesso tempo, quindi il distanziarle nella giornata è consigliabile per il buon assorbimento di entrambe.
https://www.facebook.com/StudioMedicoOr ... 983330545/
Ora onde informare chi queste vitamina non le conosce, e purtroppo ho certezza che solo poche persone le conoscono. mi permetto di dare a queste modo di conoscerle meglio, in quanto le ritengo importantissime per la sua VERA SALUTE, leggendo sotto."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... 3video.htm
La pagina sulla vitamina D3 recita:
“Ed ora a mia difesa ecco il video di medici che dichiarano che per vincere questa pandemia si dovrebbe distribuire alle persone la vitamina D citandone 11 (undici) STUDI che lo dimostrano, ma questi STUDI sono solo una piccola parte:
Video del medico che dichiara che la vitamina D guarisce e PREVIENE i virus.
https://www.facebook.com/StudioMedicoOr ... 862487446/
Ma non basta, un altro alleato sono gli SCIENZIATI della Università di Torino di cui l'articolo recita: "Proff. Giancarlo Isaia ed Enzo Medico dell’Università di Torino sul possibile ruolo preventivo e terapeutico della vitamina D nella gestione della pandemia da COVID-19
La presentazione clinica ed epidemiologica della pandemia da Coronavirus è certamente molto anomala e, alla ricerca di possibili concause o di specifici fattori di rischio, il Prof.
Giancarlo Isaia, Docente di Geriatria e Presidente dell’Accademia di Medicina di Torino, e il Prof. Enzo Medico, Professore Ordinario di Istologia all’Università di Torino, anche a seguito delle recentissime raccomandazioni della British Dietetic
Association, hanno approfondito il ruolo che potrebbe svolgere la carenza di Vitamina D, che in Italia interessa una vasta fetta della popolazione, soprattutto anziana. Sono così emersi alcuni dati che, sintetizzati in un documento, già sottoposto ai Soci
dell’Accademia di Medicina di Torino, sono stati giudicati molto interessanti. In esso gli Autori suggeriscono ai medici, in associazione alle ben note misure di prevenzione di ordine generale, di assicurare adeguati livelli di Vitamina D nella popolazione, ma soprattutto nei soggetti già contagiati, nei loro congiunti, nel personale sanitario, negli anziani fragili, negli ospiti delle residenze assistenziali, nelle persone in regime di clausura e in tutti coloro che per vari motivi non si espongono adeguatamente alla luce solare. Inoltre, potrebbe anche essere considerata la somministrazione della forma attiva della Vitamina D, il Calcitriolo, per via endovenosa nei pazienti affetti da COVID-19 e con funzionalità respiratoria particolarmente compromessa.
Queste indicazioni derivano da numerose evidenze scientifiche che hanno mostrato:
1.a) Un ruolo attivo della Vitamina D sulla modulazione del sistema immune
2.b) La frequente associazione dell’Ipovitaminosi D con numerose patologie croniche che possono ridurre l’aspettativa di vita nelle persone anziane, tanto più in caso di infezione da COVID-19.
3.c) Un effetto della Vitamina D nella riduzione del rischio di infezioni respiratorie di origine virale, incluse quelle da coronavirus.
4.d) La capacità della vitamina D di contrastare il danno polmonare da iperinfiammazione.
Inoltre, i primi dati preliminari raccolti in questi giorni a Torino indicano che i Pazienti ricoverati per COVID-19 presentano una elevatissima prevalenza di Ipovitaminosi D. Il compenso di questa diffusa carenza vitaminica può essere raggiunto innanzitutto esponendosi alla luce solare per quanto possibile, anche su balconi e terrazzi, alimentandosi con cibi ricchi di vitamina D e, sotto controllo medico, assumendo specifici preparati farmaceutici."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ersita.htm
A riprova della ESSENZIALITA' della vitamina D3:
"Al riguardo, dobbiamo capire il fatto che la EVOLUZIONE ha ritenuto che le AUTOPRODUZIONI sono IMPORTANTISSIME, quindi determina senza ombra di dubbio che avere a disposizione questi prodotti in ogni momento è BASILARE. Infatti il primo è l'ACIDO ASCORBICO di cui noi abbiamo perso questa possibilità, ma la seconda è il
COLESTEROLO e NON la vitaminaD3.
Questo fatto determina che la EVOLUZIONE ha ponderato bene che l'individuo NON DEVE MAI ESSERE CARENTE di ciò che gli serve per AUTOPRODURSI la INDISPENSABILE vitamina D3, quindi come seconda AUTOPRODUZIONE ha fissato il COLESTEROLO. Solo che purtroppo questa EVOLUZIONE non ha previsto che l'uomo si chiudesse tra
quattro mura rendendo impossibile la esposizione al secondo fattore che le serve per l'AUTOPRODUZIONE della vitamina D3: IL SOLE. Ed è per questo semplice motivo che se non ci si espone è necessario ingoiarla con costanza giornalmente
Posso quindi concludere che la esposizione al sole evita il COVID-19.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... terolo.htm
E sulla vitamina D3 che si deve ingoiare insieme alla vitamina K2, ma lontane tra le due,ritengo di riportare quanto sia sbagliato seguire la prescrizione dei medici checonsigliano di ingoiare questa vitamina D3 un tot alla settimana, oppure un tot al mese od un tot ogni tre mesi. Si deve ingoiarne 10.000 UI giornalieri.
Questo ce lo dice un medico nel suo video dal titolo:
“VITAMINA D: ADESSO MI HANNO DAVVERO “ROTTO I CABBASISI”…come
diceva uno dei due per….
Il video del dottor Gabriele Pinzi di conferma al nostro pensiero:
https://www.facebook.com/dottgabrielepr ... 222837114/
31 marzo 2020
Ciaooo Franco Genre
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imorti.pdf

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minaK2.htm

ciaooo Genfranco
.
.

yorg00
Messaggi: 1
Iscritto il: mar apr 07, 2020 5:06 pm
Controllo antispam: DICIANNOVE

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da yorg00 » mar apr 07, 2020 5:27 pm

Io ho fatto una ricerca a tal proposito e ho notato che l’acido ascorbico (vitamina C) riveste un ruolo importante quale antiossidante dovuto alla sua presenza nel nostro corpo dove aumenta l’assorbimento di ferro, calcio e acido folico, riduce le reazioni allergiche, potenzia il sistema immunitario oltre a stimolare la sintesi di collagene attorno a ossa, denti, cartilagini, pelle e tessuti danneggiati!!!!!!!!!PERO!!!!!!!!!!Un grammo di ascorbato di sodio, ad esempio, apporta 889 mg di acido ascorbico e 111 mg di sodio. Megadosi di sodio ascorbato possono quindi elevare in maniera eccessiva l'apporto sodico, risultando comunque innocue per le persone sane ma potenzialmente pericolose per quelle che che seguono diete povere di queste minerale. In tal caso andrebbe preferito l'ascorbato di potassio, che per ogni grammo di acido ascorbico fornisce all'organismo 175 mg di potassio. A differenza del sodio, il potassio ha un'azione diuretica; anche in questo caso un apporto aggiuntivo non causa particolari problemi a persone sane, ma può rivelarsi particolarmente pericoloso per gli individui portatori di malattie renali o in terapia con diuretici risparmiatori di potassio.

Quindi diciamo che ha dei pregi e dei difetti...

__________________
Vasta Gamma di congelatori a pozzetto, Nuovi e Usati: Visita congelatoriapozzetto.it

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » gio apr 09, 2020 5:29 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... itario.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Questa pagina la dedico alla dichiarazione della seconda parte dell'articolo in oggetto che scrive:
"I consigli del professor Pier Luigi Rossi per mettere a riparo l’organismo dalle aggressioni virali"
"L’iter della vitamina D «La vitamina D è la regina del sistema immunitario. Per i suoi effetti riconosciuti è oggi definita un ormone in grado di agire sulle cellule immunocompetenti attivando la loro attività. È messa in deposito all’interno degli adipociti e da lì deve passare nel sistema linfatico per essere disponibile prima di giungere nel sangue. Ma in presenza di un sistema linfatico compromesso, si ha un effetto sequestrante: la vitamina D staziona nell’organo adiposo. In condizioni normali, invece, viene drenata nel sistema linfatico e giunge nelle stazioni, i linfonodi, che producono gli anticorpi e attivano il sistema immunitario», spiega il professor Rossi."
Nella pagina precedente abbiamo scoperto cosa sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" cui la medicina li chiama "integratori" sui quali una pagina recita:
"Avendo queste certezze ecco che con l'articolo in oggetto che è uno studio sulla TIROIDE, elenca di aver provato 3 (tre) "ALIMENTI ESSENZIALI" denominati dalla medicina "integratori", che personalmente non ammetto di avere degli "integratori", conoscendo il significato di tale parola, nel mio corpo, figuriamoci nel mio SANGUE nel quale dovrei ammettere di avere in circolo nel mio corpo degli "integratori", e dato che sono anche nel mio LIQUIDO SEMINALE MASCHILE, nel quale liquido seminale di mio padre sono stato GENERATO, vorrebbe dire accettare di essere stato GENERATO NEGLI "integratori".
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... iroide.htm

Con questa pagina invece ci dedichiamo a capire il ruolo degli "ALIMENTI ESSENZIALi" nella AUTOPRODUZIONE delle DIFESE IMMUNITARIE.
Devo far notare che questa pagina la voglio dedicare alla importanza della
VITAMINA D
nel corpo di ogni essere vivente e per darne la giusta valutazione rispetto alle DIFESE IMMUNITARIE, riporto questo articolo in oggetto del quale ora ne cito una parte che ritengo molto importante che scrive:
"27 febbraio 2020
Salute e Psicologia
Coronavirus: perché serve la Vitamina D
Piuttosto che farsi prendere dal panico da Coronavirus, è bene rafforzare il sistema immunitario e tenere sotto controllo i livelli di vitamina D. I consigli del professor Pier Luigi Rossi per mettere a riparo l’organismo dalle aggressioni virali
di angelacotticelli"

Riguardo a queste DIFESE IMMUNITARIE però dobbiamo partire dall'ACIDO ASCORBICO in quanto lo ritengo il più importante; AUTOPRODOTTO da ogni specie vivente, sia ANIMALE che VEGETALE partendo dagli "ZUCCHERI" cui lo stomaco trasforma i CIBI NATURALI ingoiati per il REGNO AIMALE..
La pagina recita:
"Ora, dopo questa illuminante descrizione, devo far presente che nella mia chiacchierata telefonica con le persone che mi contattano e vogliono informazioni, arrivo alla conclusione che per mantenere la VERA SALUTE sono indispensabili 3 (tre) fattori:
1- il CIBO NATURALE, che contenga gli
2- "ALIMENTI ESSENZIALI" che la medicina nomina "integratori" ed il
3- MOVIMENTO
i quali insieme evitano la OBESITA'. la STITICHEZZA e le conseguenti EMORROIDI, mentre ora prendiamo una direzione diversa, onde capire uno dei perchè della AUTOPRODUZIONE dell'ORMONE ACIDO ABSCISSICO.
Faccio anche presente che se si ha il dubbio che i CIBI NATURALI NON contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" denominati "integratori" dalla medicina, ecco che è bene ingoiarli a cucchiaini, capsule, perle o pastiglie come Franca e me da 28 anni, ora nel 2020, quindi dal 1992..
Tornando ora allo scritto del dottor Gianluca Calanchi e sottolineando la parte che per noi è BASILARE:
"Nei macronutrienti annoveriamo 4 elementi: proteine (protidi), "zuccheri" (carboidrati), grassi (lipidi) ed acqua. I primi 3 apportano calorie mentre il quarto no. "
ripetendo:
1) "PROTEINE" (protidi)
2) "ZUCCHERI" (carboidrati)
3) "GRASSI" (lipidi)
1) "ACQUA"
dobbiamo rilevare che le
PROTEINE (protidi) non causano danni rilevabili, neppure i
GRASSI (lipidi), tanto meno la
ACQUA, quanto invece il MACRONUTRIENTE più colpevolizzato di causare danni alla salute sono gli
"ZUCCHERI" (carboidrati)
i quali sono quelli incriminati dalla informazione della medicina, di tanti danni all'organismo umano, danni che ne soffre il SOLO GENERE UMANO, quindi a questa nostra sola specie.
Questo ci viene detto da chi si interessa della nostra salute, il quale ci informa che non dobbiamo ingerire "zuccheri" nei cibi, poichè a questi, come abbiamo visto prima, attribuiscono la causa di questi problemi.
Ma non solo, vogliono darci ad intendere che con la quantità del MACRONUTRIENTE "ZUCCHERI" (carboidrati) che circolano nel corpo umano, in quanto quarto MACRONUTRIENTE trasformati nello stomaco come sopra descritto, basta qualche grammo di "zucchero" in più ingoiato con i CIBI che possa causare tutto quello scompenso che tutti ormai conosciamo molto bene iniziando dal DIABETE?
Mi sento molto preso per i fondelli e voi?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... silare.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... itario.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » sab apr 11, 2020 12:16 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... colosi.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Propongo questo articolo sulla vitamina D e la TUBERCOLOSI, più conosciuta con la sigla TBC, che sono legate indissolubilmente e citate da moltissimi studi, come da descrizione dell'articolo in oggetto, che a quanto pare la medicina ortodossa non vuole tenere conto.
Avrà della valide ragioni?
Resta il fatto che se qualcuno si ammala di questa malattia, i medici corrono ai ripari e lo dimostra il fatto che a riportare l'articolo è proprio un medico, il dottor Veronesi, e più precisamente sulla Fondazione Veronesi.
Mi và di far notare che la tubercolosi è una malattia che attacca l'apparato respiratorio che è lo stesso apparato cui colpisce l'ipotetico coronavirus.
In proposito devo citare la parte di un articolo che recita:
"Premetto questa pagina con una domanda, la più logica riguardo il CORONAVIRUS:
"HAI MAI VISTO UN VIRUS?" NO" !?!?!?!?!?!?, come NO???
Ma allora O CREDI O NON CREDI che esistano, vero?
Bene, fissato questo, con questa mia pagina ti espongo TUTTE LE VERITA' "DOCUMENTATE", su questo coronavirus e l'attuale situazione nel mondo .
Procedendo, non troverai i link degli articoli ORIGINALI ma link di mie pagine sulle quali trovi l'ARTICOLO ORIGINALE, e questo lo faccio perchè, nella mia personale esperienza, molte pagine IMPORTANTI sono SPARITE nel nulla, a secondo del COMODO del personaggio che questa pagina ha scritto, o chi per esso.
Detto questo, invito chi vuole VERITA', di leggere questa FINO IN FONDO, in modo da poter magari criticare il mio pensiero, ma sopratutto per rilevare LA DOCUMENTAZIONE riportata a riprova di questo mio pensiero.

Ora, ritengo incredibile, e vergognoso che le morti dichiarate causa CORONAVIRUS, siano per la maggior parte MASCHI, che come dichiarato in tv in data 20 marzo 2020, su 10 (dieci) morti, ben 8 (otto) sono maschi, mentre le rimanenti 2 (due) sono femmine, quindi questo rapporto ANOMALO dichiara chiaramente che la causa NON PUO' ESSERE il CORONAVIRUS che non può fare cernite, ma BEN ALTRO.
Questo è quanto voglio dimostrare con questa mia pagina: IL BEN ALTRO."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imorti.htm

Ora devo sottolineare la parte dell'articolo in oggetto che recita:
"COME SOMMINISTRARLA - La carenza di vitamina D può essere modificata, quando se ne vede la necessità, con l’assunzione della sostanza per bocca o per iniezioni fino al raggiungimento del livello ottimale. Dall’alimentazione, purtroppo, gli apporti di vitamina D sono scarsi (crostacei, cibi grassi, olio di fegato di merluzzo) e molti Paesi nord europei hanno deciso di fortificare alcuni alimenti con vitamina D. Il rischio di superare il livello base di 30 nanogrammi non esiste perché anche 50-60 nanogrammi per millilitro non sono pericolosi e una volta smessa l’assunzione, i livelli si abbassano."
In particolare il pezzo:
"e molti Paesi nord europei hanno deciso di fortificare alcuni alimenti con vitamina D."
Sarà questo il motivo per cui nel nord Europa i contagi da coronavirus sono decisamente bassi, da considerare nulli.
Riportando la mappa del mondo in data 06/04/2020, col contagio da coronavirus sulla quale ognuno di voi potrà rilevare il numero dei contagiati:
Finlandia 280
Russia 406
Iceland 451
Svezia 192
Estonia 61
Norvegia 31
Ukraina 26
Ireland 25

Non mi voglio dimenticare che le uniche malattie guarite fino ad oggi nel mondo umano, quindi dell'uomo, sono state guarite da "ALIMENTI ESSENZIALI" dei quali la vitamina D.
La pagina recita:
"Ed ora ecco le prove delle malattie guarite con gli "ALIMENTI ESSENZIALI":
In seguito alla scoperta che la mamma di Marino Rossi con 88 anni, fatti gli esami del sangue per la vitamina D e la vitamina B12 (COBALAMINA) ne è risultata talmente CARENTE da avere un valore addirittura a ZERO.
Questo per me è stato lo spunto a fare delle ricerche per rilevare se vi fissero delle malattie guarite con i FARMACI, ma inutilmente.
Allora ho fatto ricerche se invece vi fossero malattie guarite con degli "ALIMENTI ESSENZIALI" ottenendo questi risultati:
La prima e più importante malattia guarita con uno di questi è
lo SCORBUTO
guarito dall' ACIDO ASCORBICO (la qual parola riporta parte di questo nome A-SCORB/ICO/UTO)
a seguire
la PELLAGRA
guarita dalla VITAMINA B3 (NIACINA)
il BERI-BERI
guarito dalla VITAMINA B1 (TIAMINA)
il RACHITISMO
guarito dalla VITAMINA B (TIAMINA)
la PARKINSON
guarito dalla vitamina D (ORMONE)
la POLIOMIELITE
guarita dal CLORURO DI MAGNESIO
la SCLEROSI MULTIPLA e le malattie AUTOIMMUNI
dalla VITAMINA D
la OSTEOPOROSI
dalla VITAMINA D
la TUBERCOLOSI (TBC)
dalla VITAMINA D
guarita dalla VITAMINA B12 (COBALAMINA)
la ANEMIA PERNICIOSA

Un ricercatore dell’Istituto Lister di Medicina Preventiva di Londra stava sperimentando su dei ratti una dieta a base di chiara d’uovo cruda come fonte unica di proteine. Dopo qualche settimana i ratti diedero segni di squilibrio: comparvero dermatiti ed emorragie cutanee: gli animali perdevano il pelo, gli arti si paralizzavano, diminuivano di peso, e infine morivano.
guarita dalla BIOTINA del gruppo B.
Con mia grande sorpresa, nonostante la mia ottima salute, ecco la mia CARENZA di vitamina D riscontrata nel 2014 con valore 22.9, molto sotto il minimo di 30.0
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... same14.htm
IL TUO MEDICO DI BASE, TI HA INFORMATO CHE LA VITAMINA D E' LA PIU' IMPORTANTE TRA LE VITAMINE DEGLI "ALIMENTI ESSENZIALI"?
CERTO CHE NO!
NON TI FA' NEPPURE RICHIESTA DI ESAMI DEL SANGUE PER IL CONTROLLO DI QUESTA.
CERTO, LUI HA BISOGNO DEI TUOI MALANNI CAUSATI DALLA CARENZA DI QUESTA.
L'ARTICOLO NE ELENCA 15, E TI PARE POCO?
PERO' DEVI SAPERE CHE QUESTI 15 INIZIALI, CHE POSSONO ESSERE MOLTO PIU' GRAVI, PERFINO I TUMORI.
DI TUTTO CIO' DEVI CAPIRE CHE PER IL TUO MEDICO DI BASE QUESTO SUO E' SOLO UN LAVORO DAL QUALE OTTENERE IL SUO SOSTENTAMENTO, MA NON LA TUA SALUTE, POICHE' LA TUA SALUTE NON COMPORTA UN GUADAGNO DAI "principi attivi" CUI GLI FORNISCE GIB PHARMA.
E TI PARE POCO LA SUA GIUSTIFICAZIONE?
È fondamentale per il benessere dell'organismo. Fonti principali di assunzione sono l'esposizione al sole e una corretta alimentazione. I sintomi che ti dicono se sei carente
La vitamina D è fondamentale per il benessere del nostro corpo. Infatti è fondamentale per la salute di ossa, cuore e cervello. Le fonti principali da cui assumere la vitamina D sono l’alimentazione e il sole.
Non sempre ci si accorge di essere carenti di tale vitamina (l’eventuale deficit può essere riscontrato con un esame del sangue). La sua mancanza comunque può essere segnalata da una serie di disturbi. I 15 campanelli d’allarme che non vanno trascurati sono:
Debolezza muscolare;
Dolore alle ossa;
Problemi respiratori;
Sudore alla testa;
Depressione;
Infezioni croniche;
Malattie cardiovascolari;
Psoriasi;
Dolori cronici;
Stanchezza;
Ipertensione;
Cambi di stati d’animo;
Malattie renali croniche;
Diminuzione della resistenza;
Persone over 50 (soggetti più a rischio).
Una corretta alimentazione, che prevede consumo di uova, latticini, vegetali, in particolare funghi, e un’adeguata esposizione al sole dovrebbero garantire livelli adeguati di vitamina D
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... arenza.htm
La tabella a cui mi riferisco e che giudico valevole è riportata da molti articoli, uno di questi è quello a cui mi riferisco che dice:
BAROMETRO DELLA VITAMINA D
meno di 20 ng/ml Deficienza
tra 21 e 29 ng/ml Insufficienza
tra 30 e 100 ng/ml Sufficienza
sopra i 150 ng/ml Intossicazione
L'importante e comunque dosare sempre il livello di vitamina D. Vanno dosati, devono essere non solo sufficienti, perchè la sufficienza è 30 ng/ml serve e ci garantisce un buon metabolismo dell'osso.
Però se vogLiamo far funzionare al meglio tutti i nostri meccanismi per la prevenzione dei tumori, o comunque contro i batteri ed i virus esogeni, allora è importante che i nostri livelli si attesti intorno ai 100.
Quindi se vediamo che i nostri livelli sono insufficienti, lo possiamo vedere soltanto con un dosaggio, dobbiamo supplementare. La dose raccomandata dal md Coimbra è di 10000 UI al giorno che corrispondono a 40 gocce della Dibase 10000 UI gocce della farmacia, oppure del generico.
"E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imbraa.htm

L'articolo in fine pagina riporta la data del 2014, ma niente e nessuno della medicina rileva questa importante informazione.
Vitamina D: l’80% degli italiani è carente
"Roma, 17 novembre 2014 – In Italia l’80% della popolazione è carente di Vitamina D e ciò determina importanti ricadute sulla diffusione delle malattie dell’osso e sulla mortalità. La sua assunzione rimane quindi fondamentale per contrastare l’insufficienza diffusa e trasversale della “vitamina del sole”, che in Italia è allo stesso livello da 20 anni. È quanto emerso a conclusione del XIV Congresso della Società italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro (SIOMMMS)."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... totale.htm
Intervista alla Professoressa Maria Rosaria Ambrosio dell’Università degli studi di Ferrara, realizzata in occasione di un meeting di aggiornamento in reumatologia svoltosi a Bologna l’8 settembre 2012
il video
https://www.youtube.com/watch?feature=p ... E_e32Wl0-0

Vitamina D e paratormone sono due ormoni importanti per la regolazione del metabolismo calcico. I livelli di paratormone sono inversamente correlati ai livelli di vitamina D. Quando ci sono livelli ridotti di vitamina D, i livelli di paratormone sono elevati. Nell’iperparatiroidismo primario il deficit di vitamina D è più elevato e il quadro clinico di questi pazienti è più grave. In questo caso le linee guida consigliano il dosaggio della vitamina D, mantenendone i livelli superiori a 50 mmol/l. E’ consigliato il trattamento con la forma non idrossilata della vitamina D per evitare l’ipercalcemia, monitorando la calcemia e la calciuria"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nealto.htm
Quindi rilevato il valore di questa vitamina D3, e dopo aver iniziato ad ingoiarla in dosi di 10000 UI giornalieri, come è consigliato dal dottor Coimbra, questo disguido và automaticamente ad eliminarsi.
Devo informare che la vitamina D come la vitamina E è IPOSOLUBILE, quindi oleosa e prima che dia dei risultati devve passare un certo periodo.
Questo ce lo riporta Linus Pauling parlando della vitamina E da lui trattata perchè riporta la storia della famiglia Shute padre e due figli tutti e tre dottori che hanno guarito molte persone usando questa vitamina:
"Si ritiene invece che la VITAMINA E, in dosi che vanno da 50 UI a 2500 UI al giorno possa prevenire e guarire malattie cardiache compreso il DIABETE."
Queste le parti che possono rendere l'idea. L'informazione complete e la fonte da pagina 160/340 a pagina 170/340 su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... nalelp.pdf
Si è trovato questo articolo molto recente del sito Myersonaltrainer sulla vitamina D, che sinceramente mi lascia parecchio perplesso.
Ho sempre avuto un buon riscontro su queste pagine, quindi il massimo rispetto, ma oggi devo proprio dire che chi gestisce questo sito mi HA DELUSO nel vero senso della parola.
Mi permetto di dirlo in seguito ad alcune REALI CONSIDERAZIONI:
Prima di tutto non ho ancora capito se lo scrivente si è reso conto di quanto sia importante il SOLE per TUTTI gli esseri viventi poichè questo SOLE è sorgente di vita.
Fissato questo non riesco a capire il perchè le tabelle riportate.
Mi spiego meglio, noi abbiamo certezza che ognuno di noi è a sè, in quanto come LABORATORI CHIMICI ognuno di noi ha dei processi diversi, quindi anche dei fabbisogni diversi.
Non solo, ma abbiamo CERTEZZA che ognuno di noi ha delle CARENZE diverse quindi un fabbisogno diverso di ognuno di questi "ALIMENTI ESSENZIALI".
Però abbiamo anche CERTEZZA che per l'AUTOPRODUZIONE di vitamina D (ORMONE) è necessario il COLESTEROLO già AUTOPRODOTTO dal fegato, ma che per trasmutare questo in vitamina D (ORMONE) è indispensabile il SOLE con i suoi raggi UV.
Ho anche CERTEZZA che per questi "ALIMENTI ESSENZIALI" non si possa quantificare il fabbisogno proprio per questa differenza tra gli esseri viventi
Un'altra CERTEZZA è che per i bambini il SOLE sia ancora più necessario, quindi il fabbisogno di vitamina D, dato il suo legame alla crescita, quindi alla formazione delle ossa di cui conosciamo il RACHITISMO se in CARENZA:
"""la quarta è il RACHITISMO con la vitamina D (COLECALCIFEROLO)
"Il rachitismo è una malattia tipica dell'età pediatrica ed è causato da un difetto di ossificazione della matrice osteoide di nuova formazione, soprattutto a livello delle cartilagini di coniugazione e delle zone di calcificazione provvisoria. Il rachitismo colpisce sia gli uomini che gli animali nei primi mesi di vita. Il termine viene usato anche in botanica per descrivere le piante sviluppatesi irregolarmente a causa di parassiti o di carenza di elementi nutritivi.
Cause
Metabolismo della vitamina D
Al centro dell'eziopatogenesi del rachitismo si trovano alterazioni del metabolismo osseo e della vitamina D. La Vitamina D3 viene prodotta per il 90% a livello cutaneo dal colesterolo attraverso l'azione dei raggi UVA solari e solo per il 10% viene introdotta con la dieta. La vitamina D3 o Colecalciferolo deve subire alcune trasformazioni prima di essere attiva. La prima modificazione avviene a livello epatico dove subisce una prima idrossilazione in posizione 25 da parte di una 25-idrossilasi epatica. Il prodotto di questa idrossilazione è una 25-OH-vitamina D3 la quale non ha ancora alcuna attività se non quella di inibire, con un meccanismo a feedback negativo la 25-idrossilasi epatica. Questo permette di regolare le quantità circolanti di 25-OH-vitamina D3 indipendentemente dalla disponibilità di Vit D3."""
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... itismo.htm

Senza contare i danni che causa la CARENZA di questa "SPECIALE ORMONE" vitamina D.
La malattia più evidente è la OSTEOPOROSI di cui soffrono ormai, non solo gli anziani, ma anche alla media età, che se continuiamo ad esserne carenti ed usare le CREME SOLARI toccherà presto anche ai bambini.
"Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA."
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... solari.htm

Leggendo poi la pagina del dottor Angelo Bona quanto riportato da questa pagina sotto è pienamente smentita, il quale scrive:.
"La vitamina D (25OHD) a 100 ng/ml è priva di effetti collaterali ed è il più importante rimedio preventivo del mondo. Purtroppo non costa nulla o quasi e questo da fastidio alle lobbies del business che speculano sulla malattia!".
...e cliccando sul "DNA VITAMIN D S TEST" finendo sulla pagina successiva si legge: "Portando il dosaggio di vitamina D a 90ng/ml o 180 nmol/L ci assicuriamo l'attivazione di immense risorse immunologiche, anticancro, antineurodegenerative, antiaging, antipanico, antidepressive ecc."
confermando che gli alti dosaggi SONO BENEFICI al contrario di quanto dichiara questo articolo sotto.

A conferma della DEMONIZZAZIONE della vitamina D da parte di queste tabelle sotto riportate, è il semplice fatto che non sò con quale criterio avrà progettato Madre Natura riportandole nel DNA di ognuno di noi che secondo la età raggiunta, il tempo di esposizione al sole di OGNI GIORNO (se vivessimo allo stato libero NORMALE come da LEI progettato) onde poterci far produrre valori di vitamina D secondo le tabelle incriminate.
IMPENSABILE E DEGRADANTE per un cervello NORMALE.
Il caso ancora più strano sono gli UI che alla fine, passando per dosi di 200 UI = 5 mcg a dosi di 400 UI = 10 mcg finiscono a dosi di 600 UI = 15 mcg perfettamente entro la dose massima raccomandata di 25 mcg pari a 1000 UI dalla R.G.R.
Questo è veramente INDISPONENTE.
La pagina recita:
vitamina D mcg 25
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ora ad aprile iniziamo ad avere bisogno di AUTOPRODURRE tanta vitamina D fino all'autunno, che servirà a superare l'inverno, periodo in cui dovremo lasciar riposare il corpo come è per TUTTI gli esseri viventi. Basti pensare all'orso che in questo periodo invernale addirittura và in letargo, quindi usa quella vitamina D immagazzinata nel periodo estivo.
Per fare bene però abbiamo bisogno delle GIUSTE INFORMAZIONI:
ECCOLE.....
Il libro dedicato a questa vitamina D in visione sotto riporta:
"1. Colecalciferolo (che da questo punto in poi chiamerò vitamina D3): è prodotto naturalmente dal corpo in grandi quantità quando i raggi UVB arrivano alla pelle. Quando sono stati prodotti circa 20000 UI di vitamina D3, nella pelle si attiva un apposito meccanismo che distrugge la quantità in eccesso in modo che non diventi tossica. La vitamina D3, è disponibile sotto forma di integratore, è da preferire alle altre ed è la più potente forma di vitamina D, come ho già detto in precedenza.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... dpelle.htm
Questo "apposito meccanismo" conferma che il corpo conosce molto bene la parola AUTOGUARIGIONE, che grazie a questi SENSORI che attivano i vari sistemi di prevenzione o di attivazione delle AUTOPRODUZIONE evitano il bisogno del proprio simile che funziona per TUTTI gli esseri viventi escluso l'Homo Sapiens. Si perchè anche il corpo dell'Homo Sapiens è in grado di AUTOGUARIRSI perchè ha perso SOLO la possibilità di AUTOPRODURSI l'ACIDO ASCORBICO e basta.
L'articolo scrive:
“L'Accademia Americana di Dermatologia e l'industria dei protettivi solari hanno svolto un trentennale lavaggio del cervello alla popolazione mondiale con l'incalzante messaggio che non ci si dovrebbe mai esporre alla luce solare diretta perché può causare il cancro della pelle e condurre alla morte.” (dr. Michael Holick)"
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... minaD1.htm
Vuoi ovviare a queste FALSITA' dei "PROTETTIVI SOLARI" prodotti CHIMICI CANCEROGENI?
E' molto semplice, fai come noi Franca e me:
"Devo riportare una esperienza fatta da Franca e me. Siamo neri come il carbone!!! e sapete come abbiamo ottenuto questa abbronzatura? Facile. Franca si è procurata uno spruzzino ed ogni mattina preparavo 1/2 bicchiere di acqua di rubinetto con sciolto 2 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, oppure 1 bicchiere con 3-4 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, ed 1 cucchiaino di CLORURO DI MAGNESIO, secondo se lo passavamo anche a qualche vicino. Appena distesi sul lettino ci spruzzavamo quel liquido su tutto il corpo e VIA!!! se capitava che si entrava in acqua si ripetevano gli spruzzi dopo esserci asciugati, e quindi lo lo ripetevamo, buttando l'avanzo prima di tornare in albergo. Il pomeriggio tornavo a prepararne un'altra dose che rispruzzavamo come se fossero micidiali creme ma senza il bisogno di spalmare. I risultati? Ieri il nostro amico Lucio, albergatore si è complimentato poichè eravamo i più abbronzati dell'albergo. Faccio presente che le persone che erano vicini di ombrellone e si sono scottate l'abbiamo spruzzato con profitto, difatti più nessun dolore e la loro pelle non ha sviluppato le classiche bolle. Provare per credere.
Questo il video che ti dimostra la mia salute attuale:
A Rimini la corsa sulla passerella:
https://www.facebook.com/photo.php?v=10 ... 788&type=3

da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... solari.htm
Come hai letto, come il solito siamo portati a NON TENERE CONTO DI CERTE situazioni che sono NASCOSTE perchè NON VOGLIONO che le vediamo e quindi ci fanno luccicare quello che VOGLIONO LORO e perdiamo di vista le VERE RAGIONI, ti pare? ed ora vorrei chiederti:
"MA SEI CERTO CHE A PORTARTI QUESTO "MELANOMA MALIGNO" NON SIANO I PRODOTTI CHE USI IN CASA? Vorrei che ti venisse il dubbio, in quanto il sole, mi risulta che lo abbiano preso TUTTI I NOSTRI AVI ed a meno che loro non siano stati cretini ed abbiano usato queste CREME DI CUI TU PARLI per arrivare fino a noi. ma non mi risulta perchè fino a che non sono venuto via dal paese NON AVEVO MAI SENTITO PARLARE DI CERTE MALATTIE. vero?"
.con un alto coefficente di protezione ed evitare scottature se si va al mare, altro che alto COEFFICIENTE, questa sono SOLO PORTA MALATTIE, tu devi far usare ACIDO ASCORBICO in alta concentrazione diluito nell'acqua e poi spruzzato sulla pelle. Questo lo puoi usare anche quanto ti scotti col sole, ma se usi come detto prima, NON TI SCOTTI PIU'. Eccoti una testimonianza:
e se contiamo che la maggior parte del tempo la passavo a mollo, possiamo pure dire che la crema sulla pelle rimaneva veramente poco, tutto questo è durato fino all'età di 15 anni quando mia zia per le vacanze mi regalò una crema per la protezione di una marca allora in voga (bilboa), beh per prima cosa mi presi subito un bel eritema solare da pronto soccorso, e da allora pur mettendomi creme comprate in farmacia ho sempre avuto la pelle molto sensibile, mi bastava un po di sole per avere subito prurito e una brutta sensazione sulla pelle, ti lascio immaginare che in tutti questi anni non ho avuto un gran rapporto con il sole, ebbene questa volta tutto questo non è successo, prima di tutto mi sono concessa 3 lampade abbronzanti (anche quelle mi provocavano eritema), e poi una volta al mare non ho praticamente usato nulla, Gianfranco è stata una sensazione straordinaria, niente eritema, niente pelle irritata, nessun bruciore o pizzicore, anzi pelle più spessa e resistente incredibile!
http://acidoascorbico.altervista.org/Vo ... anuela.htm
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... solari.htm

Quindi una smentita a questa enorme falsità, ecco la pagina del libro che riporto sotto.
"Una carenza di questa comporta una serie di ripercussioni sulla nostra salute. E anche sulla vita privata…
SALVO CAGNAZZO
Non servono pasticche blu o un bicchierino in più. Per migliorare il sesso, secondo la scienza, c’è una soluzione molto più semplice. Naturale. Parliamo della vitamina D. La cosiddetta “vitamina del sole”, che possiamo facilmente assorbire dall’esposizione solare durante l’estate, è essenziale per una serie di benefici per la salute. Come la cura delle ossa, del cervello e del sistema immunitario. Ma agisce anche sugli ormoni. Quelli maschili e quelli femminili.
Tuttavia, durante l’inverno, tale carenza è evidente. E va supplita in qualche modo. Perché la vitamina può influire sulla libido, come ha spiegato Rob Hobson, responsabile della nutrizione di Healthspan e co-autore della Detox Kitchen Bible. “Ci sono molti fattori che possono influenzare la libido come lo stress, l’ansia, la depressione, i farmaci, il fumo, il bere, la malattia e il sovrappeso”.
E’ una questione di ormoni: la Vitamina D influisce anche su questi, sia maschili che femminili
“Questi fattori possono influire sulle scelte alimentari che facciamo, che a loro volta possono influenzare l’assunzione di nutrienti e la qualità della nostra dieta. E possono anche agire sul fabbisogno corporeo di alcuni nutrienti o influenzarne l’assorbimento nel corpo. L’effetto congiunto di queste condizioni determina un impatto sulla libido”. Lo dice Hobson.
Ma vediamo cosa dice la scienza a tal proposito. Uno studio, pubblicato sulla rivista Clinical Endocrinology, ha rivelato che gli uomini con livelli adeguati di nutrienti avevano più testosterone, i famosi ormoni sessuali maschili, rispetto a chi aveva livelli più bassi. Anche un’altra ricerca, pubblicata sul Journal of International Urology and Nephrology, ha dimostrato che le donne con disfunzioni sessuali avevano livelli ematici più bassi di vitamina D. Il che sembrerebbe causare difficoltà con l’eccitazione, la lubrificazione. E anche con la soddisfazione. Quindi con l’orgasmo.
I risultati si collegano con altri studi che suggeriscono che la mancanza di luce solare durante l’inverno influisce sui livelli di estrogeni, gli ormoni sessuali femminili. Con il 40 per cento degli adulti che soffrono di vitamina D bassa durante l’inverno, secondo la National Diet and Nutrition Survey del Regno Unito, è probabile che molti problemi nella camera da letto potrebbero essere risolti facilmente. Con una compressa. O mangiando cibi ricchi di vitamina D, come pesce, uova e funghi. O con una fuga di coppia in qualche isola tropicale. Ma magari.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ormoni.htm

Un ampio studio trasversale dei risultati dei test di laboratorio confermano precedenti studi i quali mostrano un’associazione tra concentrazioni sieriche di 25-idrossivitamina D (25 [OH] D) e i livelli di lipidi. I pazienti con deficit di vitamina D avevano livelli significativamente più elevati di colesterolo totale e di LDL, elevati livelli di trigliceridi, e bassi livelli di colesterolo HDL rispetto agli individui non carenti di vitamina D.
Nonostante l’associazione, tuttavia, un’analisi longitudinale di un sottogruppo di soggetti che hanno portato la vitamina D a livelli ottimali, quasi tutte con una supplementazione di vitamina-D, non ha dimostrato alcun miglioramento significativo nei parametri lipidici. Come risultato, i ricercatori suggeriscono che la correzione per la carenza di vitamina-D con integratori alimentari “potrebbe non tradursi in variazioni clinicamente significative delle concentrazioni di lipidi”.
“In assenza di studi clinici, questa nuova analisi colma una lacuna per esaminare velocemente l’effetto della vitamina D sui livelli lipidici, un importante biomarcatore predittivo di rischio cardiovascolare. Inoltre, è particolarmente importante per il paziente una ricerca orientata, i dati sono stati ottenuti negli Stati Uniti da incontri con i pazienti in contesti di riflessione della vera pratica clinica “, scrivono il dottor Manish Ponda (Rockefeller University, New York) e i suoi colleghi.
Vitamina D: rapporto causale o un surrogato per la salute
L’evidenza epidemiologica ha dimostrato che c’è una relazione inversa tra i livelli circolanti di 25 (OH) D e i biomarcatori del rischio cardiovascolare. Anche se la vitamina D può essere assunta per via esogena, che la supplementazione modifichi il rischio cardiovascolare non è ancora stato stabilito. Fino ad oggi, non è ancora noto se bassi livelli di vitamina D causano malattie cardiovascolari o se lo stato di vitamina D è semplicemente un indicatore di salute.bistecca
Ponda e i suoi colleghi, tra cui i ricercatori con Quest Diagnostics, una società che ha il più grande database privato di dati di laboratorio dei pazienti, hanno effettuato una analisi trasversale e longitudinale per valutare il rapporto tra 25 (OH) D e i lipidi nel sangue. A partire da 4.06 milioni di cartelle cliniche registrate che hanno incluso test per il 25(OH)D e il quadro lipidico tra il 2009 e il 2011. 107. 811 pazienti registrati avevano contemporaneamente due o più test per 25(OH)D, il quadro lipidico e test del glucosio da quattro e 26 settimane di distanza. Pazienti con concentrazioni <20 ng/mL di 25(OH)D sono stati considerati vitamina D carente mentre quelli con livelli >30 ng / mL sono stati considerati avere livelli ottimali.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... terolo.htm

La pagina recita:
"Carole Baggerly, direttrice e la fondatrice del Grassroots Health, è tra i più importanti ricercatori al mondo sulla vitamina D. La sua passione per la vitamina D è nata da un’esperienza personale dato che è sopravvissuta al cancro al seno grazie alla vitamina D.
La vitamina D ha dimostrato la sua efficacia su molte malattie, tra cui malattie cardiache e il diabete, e può anche ridurre il dolore cronico [1] . E quando si tratta di cancro, la vitamina D è il suo peggior nemico! Le teorie che collegano la carenza di vitamina D al cancro sono stati testate e confermate in più di 200 studi epidemiologici, e la comprensione della sua base fisiologica nasce da più di 2.500 studi di laboratorio.
La vitamina D riduce del 77% il rischio di ogni tipo di cancro
Uno studio particolarmente degno di nota è stato completato da Joan Lappe e Robert Heaney, nel 2007 [2]. Un gruppo di donne in menopausa ha assunto un integratore di vitamina D per raggiungere i livelli ematici di 40 ng/ml. I risultati hanno mostrato che queste donne hanno avuto una riduzione del 77% in termini di incidenza di tutti i tipi di tumori dopo soli quattro anni [3]. 40 ng/ml di vitamina D è un livello relativamente medio, il livello ottimale di vitamina D è da 50 a 100 ng/ml. Ottenere tali risultati con soli 40 ng/ml sottolinea quanto sia potente e importante la vitamina D per il funzionamento ottimale del vostro corpo.
Possiamo prevenire del 90% il cancro al seno solo con la vitamina D?
La vitamina D ha effetti potenti quando si tratta di cancro al seno, proprio per questo motivo è stato descritto come una “sindrome da carenza da vitamina D”. Naturalmente, altri fattori nello stile di vita sono altrettanto importanti nella prevenzione del cancro:
Alimentazione (zuccheri e farine raffinate aumentano il rischio di cancro al seno)
Uso di cosmetici con ingredienti sintetici (in particolare i parabeni presenti nei deodoranti e creme)
Indossare un reggiseno stretto e/o per molto tempo
Dormire con la luce accesa
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ilsole.htm

Recenti studi hanno confermato ciò che empiricamente veniva fatto nella cura della tubercolosi, spostando i malati in zone montane e soleggiate. Ma i vantaggi di questa sostanza possono essere ancora maggiori
Ecco perché la vitamina D contribuisce alla cura della tubercolosi

Recenti studi hanno confermato ciò che empiricamente veniva fatto nella cura della tubercolosi, spostando i malati in zone montane e soleggiate. Ma i vantaggi di questa sostanza possono essere ancora maggiori

La vitamina D cura, oltre all'osteoporosi, anche la tubercolosi. Lo stabilisce uno studio inglese della Queen Mary University, che ha coinvolto 95 pazienti affetti da tubercolosi e li ha sottoposti alla terapia antibiotica standard, di cui 44 trattati anche con vitamina D ad alto dosaggio e i restanti 51 con placebo per le prime 8 settimane di trattamento. Il batterio responsabile della Tbc è scomparso prima nei pazienti trattati con la vitamina D rispetto agli altri: mediamente, in 23 giorni contro 36 nel gruppo placebo. Con gli stessi risultati è stato concluso uno studio su 10.000 pazienti asiatici e durato tre anni. Anche il Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, organo ufficiale dell’Endocrine Society del nord-America, sostiene che il mantenimento di livelli adeguati di vitamina D potrebbe sortire benefici sulla funzione polmonare. Ma vediamo perché la scoperta assume un ruolo importante.

LA CURA DEL SOLE - Per decenni, i malati di Tbc, prima che fossero disponibili gli antibiotici, venivano mandati in luoghi esposti al sole per sottoporsi a elioterapia, senza conoscere il perchè delle guarigioni. Ora, per la prima volta, lo studio della Queen Mary University di Londra evidenzia che la vitamina D ad alto dosaggio, somministrata in aggiunta alla terapia antibiotica, aiuta i pazienti a recuperare più rapidamente grazie a una migliore risposta immunitaria. «Fino a pochi anni fa, infatti, si credeva che fosse l’abbinamento sole, aria pura e frizzante della montagna – spiega Giancarlo Isaia, geriatra ed esperto di malattie metaboliche dell’osso all’università di Torino delle Molinette – a produrre le guarigioni, ma oggi c’è la conferma che il sole metabolizzando la vitamina, aumenta la capacità immunitaria dell’organismo, tanto da contribuire a debellare le infezioni da Tbc».

I GIUSTI LIVELLI - Da molto tempo è noto che la vitamina D, che è sintetizzata per l’80% dall’irradiazione della pelle da parte della luce solare e per il 20% dall’alimentazione, è assai utile per la salute delle ossa e dei muscoli. Non tutti sanno, invece, che è stato recentemente evidenziato un positivo effetto della vitamina D nella prevenzione di numerose malattie degenerative, come alcuni tipi di tumore (mammella, prostata, colon), nelle malattie cardiovascolari (infarto, ictus), patologie neurologiche come la demenza ed il morbo Parkinson, nel diabete mellito ed anche in alcune malattie autoimmuni ed infettive. Le linee guida dell’OMS hanno, infatti, stabilito che l’individuo deve avere nel sangue un livello di vitamina D pari a 30 nanogrammi per millilitro di sangue, mentre nel 75% della popolazione italiana le quantità stanno molto al di sotto.

COME SOMMINISTRARLA - La carenza di vitamina D può essere modificata, quando se ne vede la necessità, con l’assunzione della sostanza per bocca o per iniezioni fino al raggiungimento del livello ottimale. Dall’alimentazione, purtroppo, gli apporti di vitamina D sono scarsi (crostacei, cibi grassi, olio di fegato di merluzzo) e molti Paesi nord europei hanno deciso di fortificare alcuni alimenti con vitamina D. Il rischio di superare il livello base di 30 nanogrammi non esiste perché anche 50-60 nanogrammi per millilitro non sono pericolosi e una volta smessa l’assunzione, i livelli si abbassano.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imorti.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » lun apr 13, 2020 9:31 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... usfoto.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Dal titolo dell'articolo in oggetto "Ecco le prime foto del coronavirus lombardo" vorrà dire che altre immagini di altri laboratori potrebbero essere diverse dimostrando che le forme possono cambiare da paese a paese o da laboratorio a laboratorio?
Ma tu, hai mai visto un virus?
CHE DOMANDA!?!?!?!?!?!?!
Poterlo vedere o immaginare è solo di qualcuno, o NO?

Mi permetto di proporvi una presunta foto del virus Sars-CoV-2 come dichiarato dall'articolo che la
riporta, ottenuta da un microscopio elettronico, ad un ingrandimento di 30000X.
Sono certo che anche voi penserete come me; ci vuole tanta fantasia a credere che le DIFESE IMMUNITARIE, che hanno dato prova di sapersi difendere da prove molto peggiori, che se sono messe in condizioni di non nuocere ad un così piccolo pericolo, vuol proprio dire che sono NULLE.
A questo però non riesco proprio a credere in quanto il corpo umano proviene da un tempo indefinito di EVOLUZIONE, quindi sono certo che questi puntini li ha già combattuti e vinti moltissime volte in passato, senza lasciare tracce, che in caso contrario sarebbe stata la fine della specie umana, invece NO.
Quindi avere le DIFESE IMMUNITARIE ALTE è solo questione di evitare come la peste i CIBI IMMONDIZIA delle industrie, ingoiando con COSTANZA gli "ALIMENTI ESENZIALI" che circolano ogni secondo nel corpo di ognuno di noi.

Quale differenza con le foto fantastiche di coronavirus che il SISTEMA ci propina pur di raggiungere i suoi immondi fini.
Mi sento tanto preso per i fondelli da personaggi che non riesco a definirne un nome tanto spegevole.
https://www.gettyimages.it/immagine/cor ... ostpopular#

E' chiaro quindi che ingoiare COSTANTEMENTE ciò che circola nel mio SANGUE in ogni momento della mia vita, che è quindi scritto nel mio DNA, gli "ALIMENTI ESSENZIALI", di cui posso essere CARENTE nel mio corpo per i validissimi motivi come lo è per l'ACIDO ASCORBICO, data la mancata AUTOPRODUZIONE o come la vitamina D, anch'essa AUTOPRODOTTA, CARENTE per la mancata esposizione al sole, a partire dall'AUTOPRODOTTO COLESTEROLO: la vitamina D, è UN OBBLIGO PIU' CHE UNA NECESSITA'. Naturalmente non dobbiamo dimenticare il primo "ALIMENTO ESSENZIALE" NON AUTOPRODOTTO: il CLORURO DI MAGNESIO.
Data la raffinazione dei CIBI INDUSTRIALI proposti dalle industrie, è bene aggiungere altri "ALIMENTI ESSENZIALI" come il SELENIO, la vitamina K2, il SILICIO ORGANICO, lo ZINCO, il gruppo delle vitamine B ecc. levando di torno il "PRIMO FLAGELLO UMANO"il CAFFE', ma prima ancora evitare come la peste i DENTIFRICI, apportatori di VELENO PER I TOPI, il FLUORURO DI SODIO, scritto chiaramente sul tubetto, con sotto la scritta:
CONTIENE: FLUORURO DI SODIO.
NON INGOIARE,
seguita dall'avviso di lavarsi i denti poche volte al giorno,
e seguita dalla scritta:
PER I BAMBINI SOTTO I SEI ANNI................
nel caso portarli dal MEDICO o dal DENTISTA,
che mi pare sia un BOLLETTINO DI GUERRA, ma questo AVVISO nessuno lo legge mai,
MESSI IN BOCCA CON COSTANZA DI OGNI GIORNO sia il CAFFE' che il FLUORURO DI SODIO, e poi ci si spaventa per una invenzione umana come è il CORONACIRUS, del quale ce ne fanno vedere l'ingrandimento, ma di cui nessuno ci garantisce che siano vere o che i puntini segnalati proposti siano veramente CORONAVIRUS?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sangue.htm

E l'alluminio? lo trovi in ogni angolo dei cibi, sia come contenitori, che come stagnola in cucina, senza contare le pentole o le PADELLE che sotto lo strato antiaderente ti avvelenano ogni volta che le usi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gevita.htm

Insomma, ogni mezzo è valido per creare MALATTIA, anche solo la parola "coronavirus".

Invece per il lo stato attuale vi è certezza che la causa sia veramente il "coronavirus" così piccolo che per vederlo sono necessari degli ingrandimenti incredibili?
Non sarà invece una causa molto diversa da quella che si vuole far credere?
Ho capito da molto tempo che di solito la verità non è mai quella che si vuole far credere, quindi non è mai quella che appare, quindi ci si deve chiedere cosa mai vorranno nascondere?.

E ve lo faccio capire subito.
Risulta in questi giorni che oltre che morire sopratutto maschi di una certa età, pare che il "coronavirus" colpisca di preferenza le persone ricoverate nelle case di riposo, e sopratutto al nord.
In Lombardia, in Piemonte, nel Veneto ecc.
Oh ma allora questo "coronavirus" oltre che piccolo ha un cervello grande così, che oltre che avere delle preferenze e discriminare un sesso, sà anche propagarsi negli ambienti giusti come le case di riposo.
Non ho parole che riescano a definire un fatto così incredibile.
Anche perchè ho certezza che queste persone non abbiano potuto farsi infettare da personaggi che sono stati in Cina, come si è attribuito l'inizio di questa dichiarata EPIDEMIA.
Poi vi riporto il caso del premier britannico Boris Johnson, il quale vivendo in una botte, non riesco a capire come abbia potuto infettarsi di "coronavirus".
Oppure, come ho detto sopra, la storia è molto diversa ed a qualcuno ha tutti gli interessi a nasconderla?
Al riguardo la pagina recita:
"In proposito la pagina della AIFA Italiana recita:
"La vitamina D viene prodotta per effetto sulla cute dei raggi ultravioletti di tipo B (lunghezza d’onda 290 - 315 nm) che trasformano un precursore, il 7 deidrocolesterolo (la pro-vitamina D), in pre-vitamina D e successivamente in colecalciferolo (vitamina D3). La vitamina D può essere quindi depositata nel tessuto adiposo o trasformata a livello epatico in 25OH vitamina D (calcidiolo o calcifediolo) che, veicolata da una proteina vettrice, rappresenta il deposito circolante della vitamina D. Per esercitare la propria attività biologica il 25OH colecalciferolo deve essere trasformato in 1-25 (OH)2 colecalciferolo o calcitriolo, ligando naturale per il recettore della vitamina D. La sede principale della 1-idrossilasi è il rene ma questo enzima è presente anche nelle paratiroidi, ed in altri tessuti epiteliali."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... 96aifa.htm
L'importanza di questa vitamina D3 nell'individuo è MOLTO ALTA, questo lo dimostra il fatto che per AUTOPRODURLA NON si affida a un qualcosa che potrebbe mancare per CARENZA in qualche modo, ma per non rischiare questa CARENZA, ecco che quanto le serve se lo AUTOPRODUCE in ogni secondo ed è come già detto il COLESTEROLO.
Così avviene un doppio controllo in modo da avere CERTEZZA che questa vitamina D3 NON MANCHI MAI.
E' quindi comprensibile che la procurata CARENZA non può che causare ogni sorta di danni all'individuo.
Motivo per il quale tutte queste morti di persone anziane, quindi sicuramente CARENTI di vitamina D3.
Questo purtroppo però non lo sapremo mai finchè gli addetti ai lavori non si adopereranno per far fare questo esame del sangue per poter rilevare questa CARENZA.
e l'altra pagina sempre riguardo a questa "NOTA 96 AIFA" dice:
"Dell'articolo mi permetto di sottolineare la parte che ritengo la più importante e che recita:
"Facendo seguito alle segnalazioni pervenute all’AIFA da alcuni operatori del settore e per fornire chiarezza sulle modalità applicative della Nota 96, si anticipa che è in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale un’integrazione alla Determinazione n. 1533/2019, prevista per la data del 4 novembre 2019, attraverso cui verrà più esplicitamente indicato che i farmaci in classe A a base dei principi attivi colecalciferolo, colecalciferolo/sali di calcio e calcifediolo nella formulazione in capsule, richiamati all’allegato 1 della citata determinazione, per la prevenzione e il trattamento della carenza di Vitamina D, sono prescrivibili a carico del Servizio Sanitario Nazionale secondo le limitazioni previste dalla Nota nella popolazione adulta “età > 18 anni” (classe A – Nota 96), con conferma delle modalità prescrittive a carico del Servizio Sanitario Nazionale per la popolazione pediatrica, cui non si applica la Nota."
Ma la parte che ritengo più importante per i medici di base è questa:
"Tale integrazione chiarisce espressamente la modifica della prescrivibilità a carico del SSN, tramite Nota 96, con parziale valenza di riclassificazione dei suddetti farmaci limitatamente alla popolazione adulta nella prevenzione e nel trattamento della carenza di Vitamina D, e avrà efficacia a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imenti.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imorti.htm
Concludo quindi che invece la vera causa sia la cessazione di prescrivere questa vitamina D3 che di solito è data alle persone anziane secondo le direttive della OMS col loro editto, che per l'Italia è la AIFA, quindi dei CERVELLONI della medicina?
Quindi per queste persone essere in CARENZA di vitamina D3 è la loro morte.
Mi permetto ora di prevedere che di questo "coronavirus" non ce ne libereremo molto facilmente e resterà presente finchè non si reinizierà a prescrivere questa vitamina D, in quanto sopratutto gli anziani non hanno modo di farsela AUTOPRODURRE esponendosi al sole come deve essere in natura,

Pubblicato il: 02/04/2020 15:32

Arrivano da Milano le prime foto del coronavirus 'lombardo'. Sono state catturate al microscopio elettronico le prime immagini del virus Sars-CoV-2 isolato nel Laboratorio di Malattie infettive dell'università Statale-ospedale Sacco, coordinato da Massimo Galli e Gianguglielmo Zehender, in collaborazione con l'Anatomia patologica diretta da Manuela Nebuloni del Dipartimento di Scienze biomediche e cliniche Luigi Sacco.


Hanno ottenuto gli isolamenti - ricordano da UniMi - i ricercatori Alessia Lai, Annalisa Bergna, Arianna Gabrieli (tre giovani scienziate precarie) e Maciej Tarkowski (ricercatore polacco in forze a Milano), mentre hanno effettuato le osservazioni al microscopio elettronico e prodotto le immagini Antonella Tosoni e Beatrice Marchini.

In una fotografia, spiegano dall'ateneo, "si osservano chiaramente, ad un ingrandimento di 30000X, le particelle virali di Sars-CoV-2, adese alle membrane sulla superficie e all'interno di cellule Vero E6 utilizzate per l'isolamento". Una seconda foto è invece "la combinazione di 2 immagini a diverso ingrandimento (50000X e 140000X) che mostra le particelle virali con la tipica ultrastruttura caratterizzata dalla corona di glicoproteine superficiali".
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... usfoto.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mer apr 15, 2020 4:34 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pariti.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Con tanta soddisfazione riporto la testimonianza di Roby Bordin, un ragazzo che conosciuto nel 2015 a fine agosto a Rimini, col quale avevamo già avuto precedenti contatti, sia telefonici che con messaggi. Aveva dei problemi che però ha risolto brillantemente con la COSTANZA, non di nome, ma di fatto. Posso quindi dichiarare che con gli "ALIMENTI ESSENZIALI2 non si scherza.

Dal gruppo:
Acido Ascorbico, "ALIMENTO ESSENZIALE"

Roby Bordin
10 aprile 2020 alle ore 21:43

Buon venerdì Santo. Vorrei rendervi partecipi della mia esperienza .nel 2015 conobbi l acido ascorbico grazie a gere franco .era intervenuto in un gruppo di vegetariani e diceva che bisognava integrare x avere una buona salute .il quel contesto lo conobbi .e mi parlo del acido ascorbico .fu la mia salvezza .iniziai a prendere l acido ascorbico .sapevo benissimo che ci voleva tempo per sanare il mio corpo .prendevo acido ascorbico on base a come mi sentivo .a dosi elevate se stavo male .rallentantando se avevo dubbi .ma comunque con costanza .d estate quando andavo al mare notavo che al interno della coscia destra avevo avevo delle tumefazioni dovute ai vasi capillari e esplodevano rendendo la gamba antiestetica .davo la colpa alla eta che avanza ho 59 anni .in questi giorni di di forzata chiusura in casa ho deciso di prendere il sole nel terrazzo
.Mi sono messo in pantaloncini corti e con mia somma sorpresa tutte quelle vene di capillari ben visibili sono completamente sparite .ve lo posso assicurare .sparite completamente quelle brutte rigature antiestetiche. Sparite .ho chiamato franco per capire se poteva essere la k2 .o l acido ascorbico .sono sicuro e stata la mia perseveranza di lunghi 5 anni di acido ascorbico .ma vi posso garantire che l acido ha fatto il miracolo .
10Tu, Franco Genre, Annamaria Zaccaria e altri 7
Commenti: 4
Mi piace
Commenta
Condividi
Commenti

Genre Franco
Genre Franco Ciao Roby Bordin, ti ringrazio di cuore per questa tua tesimonianza, ma sopratutto ti ringrazio per la fiducia che hai avuto negli "ALIMENTI ESSENZIALI2 che hai ingoato con costanza. E' questa che paga,alla fine, solo questa. Ricordo che alte dosi le h…Altro...
3

Mi piace
· Rispondi · 1 g

Roby Bordin
Roby Bordin Genre Franco ciao certo ricordo quando ti chiamavo per dirti che l acido mi dava diarrea .ma tu mi esortavi a continuare per anni e durata la diarrea .evacuavo acqua .ricordo .ma continuato a perserverare .era nella logica che la diarea avrebbe liberato il mio corpo dalle tossine .e dopo 5 anni ho visto i risultati evidenti e reali .mi sono sparite quelle inestetiche striature dei vasi sanguigni .e un grosso neo che avevo in testa .sicuramente ho perseverato .nel ultimo anno ho usato una scaletta .appena sveglio vitamina d .ascorbico durante il giorno .e alla sera k2m7 con cloruro di magnesio .e questo mi ha permesso di sanare il mio corpo .per quanto riguarda il dentifricio questo lo ho eliminato da molto .uso il bicarbonato di sodio saltuariamente con una goccia di limone .le sostanze che mi hai fatto conoscere mi hanno fatto rinascere .grazie a te .felice pasquetta a tutti .recensione veritiera senza nessun scopo economico .ma reale .provare per credere .
1

Mi piace
· Rispondi · 36 min

Genre Franco
Scrivi una risposta...

Genre Franco
Genre Franco Ciao Roby Bordin, scusami se mi permetto una domanda: da quanto tempo NON TI LAVI PIU' I DENTI con i DENTIFRICI? e come hai saputo che il FLUORO che ti dicono di aggiugere per i tuoi denti, mentre invece mettono del FLUORURO DI SODIO che al contrario è VELENO PER I TOPI, esistente in natura come scarto della lavorazione dell'alluminio? Quindi la prima causa di ogni genere di problemi per ogni individuo in quanto dato al corpo COSTANTEMENTE OGNI GIORNO FIN DALLA TENERA ETA'.Grazie della risposta. http://acidoascorbico.altervista.org/.. ... neicibiene... ciaooo Franco
Sostanziale differenza tra FLUORO e FLUORURO DI SODIO
acidoascorbico.altervista.org
Sostanziale differenza tra FLUORO e FLUORURO DI SODIO
Sostanziale differenza tra FLUORO e FLUORURO DI SODIO
2

Mi piace
· Rispondi · Rimuovi anteprima · 1 g · Modificato

Genre Franco
Genre Franco Ciao Roby Bordin, GRAZIE per la sincerità, e aggiungo che ho ascoltato molte volte i tuoi problemi, le tue paure, ma grazie alla tua fiducia negli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed in me, oggi sono felice che tu possa raccontare una verità che insieme conosciamo molto bene. ciaooo Franco
Mi piace
· Rispondi · 10 min
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pariti.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mer apr 15, 2020 4:43 pm

Buongiorno a tutti, vi comunico che l'altro ieri ho postato nei vari gruppi un video che ho ritenuto molto importante per le persone che chiedo solo di essere LIBERE e RISPETTATE come tali, questo il contenuto:
"Vi sottopongo il video di Massimo Mazzucco, il quuale non na bisogno di alcuna presentezione, il quale gestiche il forum: Luogocomune.
https://www.facebook.com/giuse.skatamak ... 798174838/
GRAZIE, ho visto e sentito questo video di Massimo Mazzucco e se mi posso permettere non solo lo approvo ma devo ammettere che non stà sbagliando la previsione di una virgola. Lo hanno fatto fin'ora sugli SCIENZIATI del secolo scorso, come Linus Pauling zittendolo dichiarando che:"la vitamina C non cura il raffreddore", e non vi era ancora la tecnologia odierna, senza contare Irwin Stone, Cathcart, Klenner, Abram Hoffer ecc. http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nziati.htm
ciaooo Franco
.
.
Dato che ho sei profili mei e 1 di mia moglie, me li ritrovo TUTTI BLOCCATI, sia su facebbok che su meddenger.
Naturalmente sono facili da individuare, poichè, dato che non ho nulla da anscondere come avatar su tutti la medesima fotografia, quindi individuabile subito anche solo per la medesima firma.
Lascio a voi le vostre personali conclusioni.
ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mer apr 15, 2020 5:14 pm

Temo che la parole di Massimo Mazzucco non siano vane.
eccone un esempio:
https://lacrunadellago.net/2020/04/14/l ... Tq2n22zFVM

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven apr 17, 2020 1:25 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... arenza.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Prima di tutto devo tenere presente che questa vitamina D se la AUTOPRODUCONO ogni essere vivente, Homo Sapiens compreso, il corpo dell'individuo per farlo deve esporsi al SOLE, come fà ogni altro essere vivente, sempre, per tutta la loro vita.
La pagina recita:
"Riporto molto volentieri la testimonianza di Marco Gentilini, il quale con questa sua, dimostra chiaramente la importanza della vitamina D3 per l'uomo, ma che sono certo lo è per TUTTI gli esseri viventi, con la differenza tra noi, specie umana, e loro sono le quattro mura in cui viviamo, che fanno la differenza per la esposizione al sole, il quale è il secondo fattore di cui il primo il COLESTEROLO per AUTOPRODURSI questa INDISPENSABILE vitamina D. Sono anche certo che il corpo dell'individuo, CARENTE di questa aumenta la AUTOPRODUZIONE di COLESTEROLO cercando di ovviare con questo. Ed è il chiaro segno che esponendosi al sole niente COVID-19.
La riprova ci viene addirittura dalla medicina che sul documento NOTA 96 AIFA scrive:
"La vitamina D viene prodotta per effetto sulla cute dei raggi ultravioletti di tipo B (lunghezza d’onda 290 - 315 nm) che trasformano un precursore, il 7 deidrocolesterolo (la pro-vitamina D), in pre-vitamina D e successivamente in colecalciferolo (vitamina D3). La vitamina D può essere quindi depositata nel tessuto adiposo o trasformata a livello epatico in 25OH vitamina D (calcidiolo o calcifediolo) che, veicolata da una proteina vettrice, rappresenta il deposito circolante della vitamina D. Per esercitare la propria attività biologica il 25OH colecalciferolo deve essere trasformato in 1-25 (OH)2 colecalciferolo o calcitriolo, ligando naturale per il recettore della vitamina D. La sede principale della 1-idrossilasi è il rene ma questo enzima è presente anche nelle paratiroidi, ed in altri tessuti epiteliali."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... 96aifa.htm
Dalla pagina;
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... terolo.htm
Con mia grande sorpresa, nonostante la mia ottima salute, ecco la mia CARENZA di vitamina D riscontrata nel 2014 con valore 22.9, molto sotto il minimo di 30.0
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... same14.htm
L'articolo che riporto sotto conferma che a causare i tumori, sia della pelle che interni sono la CARENZA di vitamina D. Quella che ci autoprodurremmo se ogni giorno ci esponessimo al sole circa 20 minuti.
Ma questa non è la informazione del mio medico, anzi lui mi tiene inconsapevole della mia CARENZA.
Certo, lui ha bisogno della mia malattia per vivere, lui e tutto il suo staff, case farmaceutiche comprese, e ne sono TUTTI molto consapevoli di questo purtroppo.
Il titolo dell'articolo sotto recita:
"TI DICONO CHE ESPORSI AL SOLE PROVOCA IL CANCRO. MA E' ESATTAMENTE IL CONTRARIO!!!"
Quindi sappiti comportare in merito se vuoi la tua SALUTE come è per TUTTI gli esseri viventi al mondo.
Ormai sono tanti anni che ci prendono in braccio e ci portano dove gli pare, complici le industrie CHIMICHE che approfittando dei nostri PORI, si preoccupano attraverso questi di causarci le più nuove malattie di cui i loro soci hanno bisogno per vivere.
L'AIRC compresa, che dalle richieste di denaro si stanno arricchendo con la promessa di ricercare sul cancro, ma TUTTO FALSO, aiutano i loro SOCI nell'INGANNO a nostro danno.
In seguito a ricerche fatte con i nostri contatti è risultato che chi è CARENTE di questa vitamina D è in eccesso di COLESTEROLO.
Sembra che il corpo che NON E' STUPIDO e dato che si AUTOPRODUCE entrambi dica:
"...io ti produco più COLESTEROLO, tu ESPONITI AL SOLE che HO BISOGNO DI vitamina D", poichè questa è l'AUTOPRODUZIONE di questa vitamina.
COLESTEROLO + RAGGI UV = vitamina D
Personalmente ne sono un esempio lampante con questi valori datati 21 gennaio 2014 di cui:
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 22.9 valori di riferimento [30.0 - 74.0]
COLESTEROLO TOTALE 223 valore ottimale 110-200 mc/dl
rilevabili dall'esame sopra.
Oggi 17 settembre 2014 dal mio esame avendo ingoiato 40 gocce al giorno, risulta:
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 36.7 ng/ml con valore di riferimento (30.0-74.0)
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ame14a.htm
La tabella a cui mi riferisco e che giudico valevole è riportata da molti articoli, uno di questi è quello a cui mi riferisco che dice:
BAROMETRO DELLA VITAMINA D
meno di 20 ng/ml Deficienza
tra 21 e 29 ng/ml Insufficienza
tra 30 e 100 ng/ml Sufficienza
sopra i 150 ng/ml Intossicazione
L'importante e comunque dosare sempre il livello di vitamina D. Vanno dosati, devono essere non solo sufficienti, perchè la sufficienza è 30 ng/ml serve e ci garantisce un buon metabolismo dell'osso.
Però se vogLiamo far funzionare al meglio tutti i nostri meccanismi per la prevenzione dei tumori, o comunque contro i batteri ed i virus esogeni, allora è importante che i nostri livelli si attesti intorno ai 100.
Quindi se vediamo che i nostri livelli sono insufficienti, lo possiamo vedere soltanto con un dosaggio, dobbiamo supplementare. La dose raccomandata dal md Coimbra è di 10000 UI al giorno che corrispondono a 40 gocce della Dibase 10000 UI gocce della farmacia, oppure del generico.
"E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imbraa.htm

Mentre il dr. Andrea Rizzo ci riporta questa tabella:
Per tutti questi valori oltre ad una sensibile esposizione al sole [30].
TABELLA 1
Recommended vitamin D intake levels of the Institute of Medicine vs. Endocrine Society [29,30].
Age.............Recommended Intake (IU/day)....Upper Limit (IU/day)
National Institute of Medicine
Children (0–18 years)....400–600...................2500 (1–3 years)
...................................................3000 (4–8 years)
...................................................4000 (13–18 years)
Adults (19–70 years).......600.....................4000
Older Adults (>70 years)...800.....................4000
Pregnancy/Lactation.......600......................4000
The Endocrine Society
Children (0–18 years)....400–1000..................2000–4000
Adults (19–70 years)....1500–2000...................10,000
Older Adults (>70 years).1500–2000..................10,000
Pregnancy/Lactation......600–1000 (14–18 years)
........................1500–2000 (19–50 years).....10,000

Un’altra area di dibattito tra i ricercatori di vitamina D sono i valori di riferimento utilizzati per definire gli ottimali livelli di ottimale di vitamina D, la carenza e l’insufficienza.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... arizzo.htm
L'articolo in fine pagina riporta la data del 2014, ma niente e nessuno della medicina rileva questa importante informazione.
Vitamina D: l’80% degli italiani è carente
Roma, 17 novembre 2014 – In Italia l’80% della popolazione è carente di Vitamina D e ciò determina importanti ricadute sulla diffusione delle malattie dell’osso e sulla mortalità. La sua assunzione rimane quindi fondamentale per contrastare l’insufficienza diffusa e trasversale della “vitamina del sole”, che in Italia è allo stesso livello da 20 anni. È quanto emerso a conclusione del XIV Congresso della Società italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro (SIOMMMS).
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... totale.htm
Prima di procedere nella conoscenza della vitamina D (ORMONE) consiglio di vedere questo video chiarificatore intitolato:
"Vitamina D, cosa fare quando è carente"
Di questo video mi permetto di modificare il valore nel sangue rilavato in ng/ml che ritengo ottimale non inferiore al 50 ng/ml e non 30 ng/ml come indica invece il dott. Giuseppe Varcasia.
https://youtu.be/PQ5PjcupVB0
DICE: "lo possiamo sapere soltanto con un dosaggio", E' FALSO, PER SAPERE I VALORI SI DEVE FARE UN ESAME DEL SANGUE, QUESTO:
Fatti fare l'esame del sangue per il controllo della
vitamina D
PARATORMONE
CALCIO
POTASSIO
FERRO
FOSFOREMIA
vitamina B12
MAGNESIO ERITROCITARIO (O INTRAERITROCITARIO)
OMOCISTEINA
Se hai la OMOCISTEINA alta sei a rischio infarto o ictus, quindi alle malattie cardiovascolari legate.
Questa OMOCISTEINA è nei cibi, ma sopratutto è aumentata dalle DROGHE come il TABACCO ed il CAFFE'. Quindi evitarle è TANTA SALUTE.
Una vitamina e precisamente la vitamina B9 (ACIDO FOLICO) è quello che te la fà abbassare. Questo ACIDO FOLICO è nei vegetali, sopratutto nelle verdure a foglia verde che vanno ingoiate CRUDE.
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... steina.htm
Insieme agli esami del sangue, per avere una fotografia completa della tua SALUTE, è IMPORTANTISSIMO il valore del pH delle urine. L'interpretazione è semplicissima, con il pH sotto il 5.5 (ACIDO) il corpo è a disposizione delle malattie, mentre il valore uguale e sopra il 6 (BASICO) le malattie stanno lontano da quel corpo.
Ma insieme non deve mancare una ECOGRAFIA ai RENI per avere la certezza che non vi siano delle CISTI, le quali, come abbiamo visto, possono creare dei disturbi senza dare alcun segnale poichè ASINTOMATICHE. Primo fra questi la IPERTENSIONE, di cui ormai troppe persone ne soffrono.
"I reni, inoltre, producono sostanze che aiutano a tenere sotto controllo la pressione e a fabbricare i globuli rossi."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ssione.htm
mentre l'altra dice:
"QUALI I SINTOMI DI MALATTIA RENALE?
I sintomi sono precisi. Si parla di sete insistente, di mancanza di appetito, di gonfiori alle mani e ai piedi, di dolori all’inguine e allo stomaco, segnalatori di disordine renale. Si parla di dolori lombari alla bassa schiena o ai fianchi. Si parla di ematuria, ovvero di sangue nelle urine per rottura di qualche ciste. Si parla di ipertensione arteriosa. Si parla di nausea e vomito. Si parla di urine scarse, torbide e colore rosso cupo (anziché acquose trasparenti o giallo paglierino). Le irritazioni hanno come causa comune la presenza nel sangue di sostanze estranee introdotte con nutrizione sballata per via nasale, orale e cutanea.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... centro.htm
e sono certo che oltre che avere il COLESTEROLO ALTO hai anche CARENZA di vitamina D poichè questi hanno un legame imprenscindibile, data la necessità del COLESTEROLO per AUTOPRODURRE questa vitamina D. Te lo dice la dottoressa e lo trovi sopra.
MENTRE PER I VALORI 30 E 50 ng/ml è FALSO, POICHE' QUESTI VALORI SONO STATI FISSATI DALLA MEDICINA SPERIMENTANDO SU PERSONAGGI SCORBUTICI E CIOE' "CARENTI" DI ACIDO ASCORBICO IL QUALE METTE IL CORPO IN CONDIZIONE DI ESSERE AL TOP E QUINDI COME STABILITO DA MADRE NATURA E LA EVOLUZIONE.
LA PROVA E' SU QUESTO LINK:
"che però STRIDONO con i valori rilevati alla sign.ra Maria che sono esattamente 780 ng/ml.
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 780 ng/ml (30.0-74.0)"
ED I NOSTRI, DI FRANCA E ME CHE ABBIAMO DEI VALORI PIU' O MENO SIMILI:
"Esami in data 17-07-2015
COLESTEROLO TOTALE 180 mg/dl (110-200)
PARATORMONE INTACT(1.84 PTH) 27.5 pg/ml (6.5-42)
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 121 ng/ml (30.0-74.0)"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ciapal.htm
Quanta pazienza avete! scusate la mia sfacciataggine.
Invece personalmente NON MI STANCO MAI!!!
Difatti rieccomi a parlarvi della vitamina D, quella che per AUTOPRODURCI servono SOLO DUE COSE:
1) il COLESTEROLO dichiarato CATTIVO dalla medicina, ma che in effetti è anche lui già AUTOPRODOTTO e non riesco a capire che il mio corpo sia tanto STUPIDO DA AUTOPRODURSENE IN PIU' PER ARRECARSI DANNO, e voi?
2) il SOLE, sorgente DI VITA PER OGNI ESSERE VIVENTE.
Eppure ci hanno insegnato per molti anni che il COLESTEROLO ci causa gli ICTUS e gli INFARTI facendoci ingoiare pastiglie CHIMICHE, il cui "PRINCIPIO ATTIVO" nel nostro corpo NON CI DEVE STARE. Che presa in giro!
"Ed ancora altri se lo riterrà opportuno, ma a questo punto, tu innocentemente dovresti chiedergli di fare nel tuo sangue pure la ricerca del "principio attivo" (così viene chiamato l'agente del FARMACO che stai ingoiando, vero?).
A questo punto lui ti dirà sorridendo che non si può.
Allora tu dovresti chiedergli:
"scusi dottore, ma se non si può vuol dire che questo "principio attivo" NON DEVE ESSERE NEL MIO SANGUE, vero?
Ma se non deve essere nel mio sangue, cosa farà mai nel mio corpo? lei me lo sà dire e spiegare chiaramente?"
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... sangue.htm
Ora vuoi ovviare a queste FALSITA' dei "PROTETTIVI SOLARI" prodotti CHIMICI CANCEROGENI?
La pagina recita:
CREME SOLARI: VITAMINA A ,RETINILE PALMITATO CANCEROGENO,TOSSICO
"TRADUZIONE dall'inglese
Consumer Attenzione: cancerose Vitamina-A retinoidi si trovano in molti prodotti per la cura personale, oltre protezioni solari
Senatore Charles Schumer (D) ha recentemente sollecitato un'azione rapida da parte della FDA relativa alle nuove prove cliniche di un legame tra Palmitate Retinyl per uso topico e il cancro della pelle per le creme solari, giusto in tempo per l'estate. Retinyl palmitato è un derivato della vitamina A stabilizzato, utilizzato in oltre 500 filtri solari popolari, ma come ad una società emergente naturale cura della pelle, i potenziali pericoli si estendono ben oltre i prodotti solari.
"Centro Nazionale della FDA per la ricerca tossicologica e il National Toxicology Program hanno condotto studi che suggeriscono un possibile legame tra il cancro della pelle e palmitato retinile," Schumer ha detto nel corso di una recente conferenza.
Retinyl palmitato è un derivato della vitamina A stabilizzato, utilizzato in oltre 500 filtri solari popolari, ma come ad una società emergente naturale cura della pelle, i potenziali pericoli si estendono ben oltre i prodotti solari.
"Protezioni solari sono solo una piccola parte del mercato palmitato retinile. Ci sono centinaia di altri prodotti che lo utilizzano come ingrediente attivo tra sieri anti-età, creme per la pelle, cosmetici ed anche prodotti alimentari. Abbiamo sempre guidato lontano da usare palmitato retinile o qualsiasi suo contenuto di vitamina A sintetica parenti, perché le prove per i potenziali problemi è stato fuori per anni ", dice Wayne Perry, sviluppatore di prodotti di piombo per Greensations, una società naturale cura della pelle conosciuta per loro marchi ThermaSkin , ThermaScalp e tendenze giovanili .
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... emesol.htm
Questa tabella invece aiuta a scegliere autonomamente il valore di vitamina D che si deve ingoiare giornalmente per raggiungere un certo valore avendo il valore rilevato da un esame del sangue:

"Intervista alla Professoressa Maria Rosaria Ambrosio dell’Università degli studi di Ferrara, realizzata in occasione di un meeting di aggiornamento in reumatologia svoltosi a Bologna l’8 settembre 2012
il video
https://www.youtube.com/watch?feature=p ... E_e32Wl0-0

Vitamina D e paratormone sono due ormoni importanti per la regolazione del metabolismo calcico. I livelli di paratormone sono inversamente correlati ai livelli di vitamina D. Quando ci sono livelli ridotti di vitamina D, i livelli di paratormone sono elevati. Nell’iperparatiroidismo primario il deficit di vitamina D è più elevato e il quadro clinico di questi pazienti è più grave. In questo caso le linee guida consigliano il dosaggio della vitamina D, mantenendone i livelli superiori a 50 mmol/l. E’ consigliato il trattamento con la forma non idrossilata della vitamina D per evitare l’ipercalcemia, monitorando la calcemia e la calciuria"
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... nealto.htm
All'inizio delle assunzioni di ACIDO ASCORBICO può venire la diarrea, ma questa NON è il segnale della TI (Tolleranza Intestinale), come ERRONEAMENTE si può leggere sul web e riportato dal Linus Pauling, Cathcart e altri, poichè di questa vitamina D3 non ne erano al corrente visto che non ne parlano e quindi si sono dedicati all'ACIDO ASCORBICO, ma è il chiaro segnale di CARENZA di vitamina D3.
Sono certo che se l'individuo cui si presenta questo fatto, si fà fare l'esame del sangue il valore rilevato è sotto 15 con valore di riferimento 30-100.
Questa esperienza è di molti insieme a me.
Al mattino andavo anche 4-5 volte al bagno e quasi sempre liquido, a volte acqua, ed ho sempre pensato che fosse causato di un cibo contenente qualche tossina.
Per esempio se mangiavo cioccolato, oppure mi prendevo un gelato ecc.
Ora da quando sono passato a 40 gocce pari a 10000 UI in bagno vado una volta sola, al massimo due e sempre con feci fatte e mai liquide.
Mi sono stupito parecchio di questo fatto, tanto ero abituato come sopra.
Me lo ha fatto capire l'articolo con la descrizione delle eventuali controindicazioni scritto da Leonardo Rubini su questa pagina: Clicca QUI
Quindi rilevato il valore di questa vitamina D3, e dopo aver iniziato ad ingoiarla in dosi di 10000 UI giornalieri, come è consigliato dal dottor Coimbra, questo disguido và automaticamente ad eliminarsi.
Devo informare che la vitamina D come la vitamina E è IPOSOLUBILE, quindi oleosa e prima che dia dei risultati devve passare un certo periodo.
Questo ce lo riporta Linus Pauling parlando della vitamina E da lui trattata perchè riporta la storia della famiglia Shute padre e due figli tutti e tre dottori che hanno guarito molte persone usando questa vitamina:
"Si ritiene invece che la VITAMINA E, in dosi che vanno da 50 UI a 2500 UI al giorno possa prevenire e guarire malattie cardiache compreso il DIABETE."
Queste le parti che possono rendere l'idea. L'informazione complete e la fonte da pagina 160/340 a pagina 170/340 su questo link: Clicca QUI
Si è trovato questo articolo molto recente del sito Myersonaltrainer sulla vitamina D, che sinceramente mi lascia parecchio perplesso.
Ho sempre avuto un buon riscontro su queste pagine, quindi il massimo rispetto, ma oggi devo proprio dire che chi gestisce questo sito mi HA DELUSO nel vero senso della parola.
Mi permetto di dirlo in seguito ad alcune REALI CONSIDERAZIONI:
Prima di tutto non ho ancora capito se lo scrivente si è reso conto di quanto sia importante il SOLE per TUTTI gli esseri viventi poichè questo SOLE è sorgente di vita.
Fissato questo non riesco a capire il perchè le tabelle riportate.
Mi spiego meglio, noi abbiamo certezza che ognuno di noi è a sè, in quanto come LABORATORI CHIMICI ognuno di noi ha dei processi diversi, quindi anche dei fabbisogni diversi.
Non solo, ma abbiamo CERTEZZA che ognuno di noi ha delle CARENZE diverse quindi un fabbisogno diverso di ognuno di questi "ALIMENTI ESSENZIALI".
Però abbiamo anche CERTEZZA che per l'AUTOPRODUZIONE di vitamina D (ORMONE) è necessario il COLESTEROLO già AUTOPRODOTTO dal fegato, ma che per trasmutare questo in vitamina D (ORMONE) è indispensabile il SOLE con i suoi raggi UV.
Ho anche CERTEZZA che per questi "ALIMENTI ESSENZIALI" non si possa quantificare il fabbisogno proprio per questa differenza tra gli esseri viventi
Un'altra CERTEZZA è che per i bambini il SOLE sia ancora più necessario, quindi il fabbisogno di vitamina D, dato il suo legame alla crescita, quindi alla formazione delle ossa di cui conosciamo il RACHITISMO se in CARENZA:
"""la quarta è il RACHITISMO con la vitamina D (COLECALCIFEROLO)
"Il rachitismo è una malattia tipica dell'età pediatrica ed è causato da un difetto di ossificazione della matrice osteoide di nuova formazione, soprattutto a livello delle cartilagini di coniugazione e delle zone di calcificazione provvisoria. Il rachitismo colpisce sia gli uomini che gli animali nei primi mesi di vita. Il termine viene usato anche in botanica per descrivere le piante sviluppatesi irregolarmente a causa di parassiti o di carenza di elementi nutritivi.
Cause
Metabolismo della vitamina D
Al centro dell'eziopatogenesi del rachitismo si trovano alterazioni del metabolismo osseo e della vitamina D. La Vitamina D3 viene prodotta per il 90% a livello cutaneo dal colesterolo attraverso l'azione dei raggi UVA solari e solo per il 10% viene introdotta con la dieta. La vitamina D3 o Colecalciferolo deve subire alcune trasformazioni prima di essere attiva. La prima modificazione avviene a livello epatico dove subisce una prima idrossilazione in posizione 25 da parte di una 25-idrossilasi epatica. Il prodotto di questa idrossilazione è una 25-OH-vitamina D3 la quale non ha ancora alcuna attività se non quella di inibire, con un meccanismo a feedback negativo la 25-idrossilasi epatica. Questo permette di regolare le quantità circolanti di 25-OH-vitamina D3 indipendentemente dalla disponibilità di Vit D3."""
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... itismo.htm

Senza contare i danni che causa la CARENZA di questa "SPECIALE ORMONE" vitamina D.
La malattia più evidente è la OSTEOPOROSI di cui soffrono ormai, non solo gli anziani, ma anche alla media età, che se continuiamo ad esserne carenti ed usare le CREME SOLARI toccherà presto anche ai bambini.
"""Oggi 30/04/2011 prima che tu legga delle CREME VARIE: antirughe, per il viso, per il corpo, solari e chi più ne ha più ne metta, voglio proporti un ragionamento che ti renderà possibile la valutazione di tutti questi "PRODOTTI CHIMICI", anche quelli comprati in erboristeria e dichiarati come naturali. Quando il tuo cervello determina che una parte del tuo corpo ha bisogno di un piccolo ritocco o ritieni di doverlo proteggere dai raggi solari, il tuo pensiero và subito ai vari prodotti che hai registrato in un angolo del cervello. Non pensi lontanamente che tutto ciò che ti ha colpito: la forma, il colore ed nome del prodotto scritto sul vasetto contenitore, la pubblicità fatta dalla casa produttrice, le parole così convincenti e poi il detto "se costa caro vale molto"; tutto questo è fatto in modo da poterti influenzare nelle scelta indirizzandoti verso un prodotto piuttosto che verso un altro. Sicuramente non ti passa neanche lontanamente nel cervello di farti la domanda che mi permetto di farti ora:
IL PRODOTTO CHE USI O DEVI COMPRARE, CHE SAI ESSERE UN "PRODOTTO CHIMICO", lo mangeresti? NOOOOOOOOOOO???????
Ti chiedo "ma perchè no????" Questo te lo dico io:
Hai paura che ingerendolo ti possa fare male. Ma NON hai mai pensato che sotto il piccolissimo strato di pelle hai la carne che fà parte del tuo corpo? Lo sai che la tua pelle tramite i pori respira e si nutre di ciò che le viene spalmato e quindi quei "PRODOTTI CHIMICI" che non ingerisci mettendoli in bocca, glieli fai avere attraverso la pelle? Cosa pensi che possano fare alla tua pelle ed alla tua salute "QUESTE CREME"?
A TE LA RISPOSTA."""
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... solari.htm

A tutto quanto detto sopra, dobbiamo aggiungere che ormai moltissimi studi riportano la ESSENZIALITA' di questa vitamina D (ORMONE) nell'organismo di ogni essere vivente, ma non solo, un dottore di nome Coimbra ci prova e ci dice che il bisogno giornaliero è molto superiore a quanto scritto nelle tabelle dell'articolo indicando come indispensabile 10000 UI anzichè il massimo fissato dalla tabella in 600 UI.
Di questo fabbisogno ormai molti di noi ne hanno riscontrato l'utilità senza problema alcuno.
Non capisco che l'articolo invece non consigli un CONTROLLO A TAPPETO di questa carenza invece di fissare dei paletti DEMONIZZANDO ciò che è la NOSTRA VITA.
Il mio augurio più sincero è che chi del sito questo controllo non se lo faccia mai.
Anche solo tenendo conto che la malattia OSTEOPOROSI è INGUARIBILE se non ingoiando questi "ALIMENTI ESSENZIALI" di cui questa vitamina D dovrebbe addirittura essere AUTOPRODOTTA, quindi a disposizione del corpo OGNI MINUTO, non sò verso cosa voglia portarci questo articolo VERGOGNOSO.
LA MALATTIA CERTA PIU' DI QUANTO E' GIA' OGGI?
Detto questo posso solo tirare la conclusione che lo scrivente ci stia PRENDENDO PER I FONDELLI, non solo ma VERGOGNOSAMENTE si dimostra dalla parte di chi ci vuole MALATI.
A smentire quanto dichiarato riporto gli esami della nostra amica Maria che si rileva un valore di
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 780 ng/ml (30.0-74.0)
http://digilander.libero.it/genfranca/I ... ciapal.htm

Leggendo poi la pagina del dottor Angelo Bona quanto riportato da questa pagina sotto è pienamente smentita, il quale scrive:.
"La vitamina D (25OHD) a 100 ng/ml è priva di effetti collaterali ed è il più importante rimedio preventivo del mondo. Purtroppo non costa nulla o quasi e questo da fastidio alle lobbies del business che speculano sulla malattia!".
...e cliccando sul "DNA VITAMIN D S TEST" finendo sulla pagina successiva si legge: "Portando il dosaggio di vitamina D a 90ng/ml o 180 nmol/L ci assicuriamo l'attivazione di immense risorse immunologiche, anticancro, antineurodegenerative, antiaging, antipanico, antidepressive ecc."
confermando che gli alti dosaggi SONO BENEFICI al contrario di quanto dichiara questo articolo sotto.

A conferma della DEMONIZZAZIONE della vitamina D da parte di queste tabelle sotto riportate, è il semplice fatto che non sò con quale criterio avrà progettato Madre Natura riportandole nel DNA di ognuno di noi che secondo la età raggiunta, il tempo di esposizione al sole di OGNI GIORNO (se vivessimo allo stato libero NORMALE come da LEI progettato) onde poterci far produrre valori di vitamina D secondo le tabelle incriminate.
IMPENSABILE E DEGRADANTE per un cervello NORMALE.
Il caso ancora più strano sono gli UI che alla fine, passando per dosi di 200 UI = 5 mcg a dosi di 400 UI = 10 mcg finiscono a dosi di 600 UI = 15 mcg perfettamente entro la dose massima raccomandata di 25 mcg pari a 1000 UI dalla R.G.R.
Questo è veramente INDISPONENTE.
La pagina recita:
vitamina D mcg 25
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... ionerg.htm

Ora ad aprile iniziamo ad avere bisogno di AUTOPRODURRE tanta vitamina D fino all'autunno, che servirà a superare l'inverno, periodo in cui dovremo lasciar riposare il corpo come è per TUTTI gli esseri viventi. Basti pensare all'orso che in questo periodo invernale addirittura và in letargo, quindi usa quella vitamina D immagazzinata nel periodo estivo.
Per fare bene però abbiamo bisogno delle GIUSTE INFORMAZIONI:
ECCOLE.....
Il libro dedicato a questa vitamina D in visione sotto riporta:
"1. Colecalciferolo (che da questo punto in poi chiamerò vitamina D3): è prodotto naturalmente dal corpo in grandi quantità quando i raggi UVB arrivano alla pelle. Quando sono stati prodotti circa 20000 UI di vitamina D3, nella pelle si attiva un apposito meccanismo che distrugge la quantità in eccesso in modo che non diventi tossica. La vitamina D3, è disponibile sotto forma di integratore, è da preferire alle altre ed è la più potente forma di vitamina D, come ho già detto in precedenza.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... dpelle.htm
Questo "apposito meccanismo" conferma che il corpo conosce molto bene la parola AUTOGUARIGIONE, che grazie a questi SENSORI che attivano i vari sistemi di prevenzione o di attivazione delle AUTOPRODUZIONE evitano il bisogno del proprio simile che funziona per TUTTI gli esseri viventi escluso l'Homo Sapiens. Si perchè anche il corpo dell'Homo Sapiens è in grado di AUTOGUARIRSI perchè ha perso SOLO la possibilità di AUTOPRODURSI l'ACIDO ASCORBICO e basta.
L'articolo scrive:
“L'Accademia Americana di Dermatologia e l'industria dei protettivi solari hanno svolto un trentennale lavaggio del cervello alla popolazione mondiale con l'incalzante messaggio che non ci si dovrebbe mai esporre alla luce solare diretta perché può causare il cancro della pelle e condurre alla morte.” (dr. Michael Holick)"
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... minaD1.htm
Vuoi ovviare a queste FALSITA' dei "PROTETTIVI SOLARI" prodotti CHIMICI CANCEROGENI?
E' molto semplice, fai come noi Franca e me:
"Devo riportare una esperienza fatta da Franca e me. Siamo neri come il carbone!!! e sapete come abbiamo ottenuto questa abbronzatura? Facile. Franca si è procurata uno spruzzino ed ogni mattina preparavo 1/2 bicchiere di acqua di rubinetto con sciolto 2 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, oppure 1 bicchiere con 3-4 cucchiaini di ACIDO ASCORBICO, ed 1 cucchiaino di CLORURO DI MAGNESIO, secondo se lo passavamo anche a qualche vicino. Appena distesi sul lettino ci spruzzavamo quel liquido su tutto il corpo e VIA!!! se capitava che si entrava in acqua si ripetevano gli spruzzi dopo esserci asciugati, e quindi lo lo ripetevamo, buttando l'avanzo prima di tornare in albergo. Il pomeriggio tornavo a prepararne un'altra dose che rispruzzavamo come se fossero micidiali creme ma senza il bisogno di spalmare. I risultati? Ieri il nostro amico Lucio, albergatore si è complimentato poichè eravamo i più abbronzati dell'albergo. Faccio presente che le persone che erano vicini di ombrellone e si sono scottate l'abbiamo spruzzato con profitto, difatti più nessun dolore e la loro pelle non ha sviluppato le classiche bolle. Provare per credere.
Questo il video che ti dimostra la mia salute attuale:
A Rimini la corsa sulla passerella:
https://www.facebook.com/photo.php?v=10 ... 788&type=3

da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... solari.htm

L'ultima esperienza, quella di Gigi Mar ne è un'altra conferma che le creme solari causano i tumori, ma che ingoiando gli "ALIMENTI ESSENZIALI" e spruzzandosi come sopra descritto in breve tempo è guarito da un basilioma.
Oggi cm ogni settembre dal 2007 mi reco x visita specialistica di controllo dp asportazione melanoma maligno, la cosa simpatica che davvero divertente notare l'incredulità del medico alla ricerca di un baslioma perduto.. Si avete capito bene, l infermiera che sghignazzava ed il dottore che cercava la regione esatta segnata l'anno precedente in cartella clinica, perché convinto di trovarlo e semmai peggiorato. Imbarazzato mi ha chiesto lumi del basilioma, ed io in tutta onestà gli ho raccontato che devess'er stato l'acido ascorbico il clm e la lisina, utilizzato x nn scottarmi al mare. Cn dispiacere ha ammesso che ebbi ragione a non eliminarlo l'anno precedente su sua richiesta. Mi aspettavo mi chidesse modi, dosi ecc, ma invece piombato in silenzio, capisco che ne era a conoscenza e mi limito ad aspettare ciò che scriveva nel referto. Gli chiedo cortesemente di evitarmi RX al torace e possibilmente di fare solo eco addominale x tener monitorato anche dei residui di calcoli renali, così lo riporta in referto e mi dice che nn è la prassi e mi dimette stizzito. Dopo 7 anni è la prima volta che esco da questo istituto cn un sorriso esplosivo ma soprattutto cn una grande consapevolezza" GLI ALIMENTI ESSENZIALI" e l'ennesimo ringraziamento ad una gran bella persona Genre Franco.
http://digilander.libero.it/genfranco2/ ... tumore.htm
come hai letto, come il solito siamo portati a NON TENERE CONTO DI CERTE situazioni che sono NASCOSTE perchè NON VOGLIONO che le vediamo e quindi ci fanno luccicare quello che VOGLIONO LORO e perdiamo di vista le VERE RAGIONI, ti pare? ed ora vorrei chiederti:
"MA SEI CERTO CHE A PORTARTI QUESTO "MELANOMA MALIGNO" NON SIANO I PRODOTTI CHE USI IN CASA? Vorrei che ti venisse il dubbio, in quanto il sole, mi risulta che lo abbiano preso TUTTI I NOSTRI AVI ed a meno che loro non siano stati cretini ed abbiano usato queste CREME DI CUI TU PARLI per arrivare fino a noi. ma non mi risulta perchè fino a che non sono venuto via dal paese NON AVEVO MAI SENTITO PARLARE DI CERTE MALATTIE. vero?"
.con un alto coefficente di protezione ed evitare scottature se si va al mare, altro che alto COEFFICIENTE, questa sono SOLO PORTA MALATTIE, tu devi far usare ACIDO ASCORBICO in alta concentrazione diluito nell'acqua e poi spruzzato sulla pelle. Questo lo puoi usare anche quanto ti scotti col sole, ma se usi come detto prima, NON TI SCOTTI PIU'. Eccoti una testimonianza:
e se contiamo che la maggior parte del tempo la passavo a mollo, possiamo pure dire che la crema sulla pelle rimaneva veramente poco, tutto questo è durato fino all'età di 15 anni quando mia zia per le vacanze mi regalò una crema per la protezione di una marca allora in voga (bilboa), beh per prima cosa mi presi subito un bel eritema solare da pronto soccorso, e da allora pur mettendomi creme comprate in farmacia ho sempre avuto la pelle molto sensibile, mi bastava un po di sole per avere subito prurito e una brutta sensazione sulla pelle, ti lascio immaginare che in tutti questi anni non ho avuto un gran rapporto con il sole, ebbene questa volta tutto questo non è successo, prima di tutto mi sono concessa 3 lampade abbronzanti (anche quelle mi provocavano eritema), e poi una volta al mare non ho praticamente usato nulla, Gianfranco è stata una sensazione straordinaria, niente eritema, niente pelle irritata, nessun bruciore o pizzicore, anzi pelle più spessa e resistente incredibile!
http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... anuela.htm
da questa pagina:
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... solari.htm

Cosa è la MARGARINA, perchè prodotta CHIMICAMENTE e perchè è stata immessa sul mercato?
Questa è stata prodotta nel secolo scorso per ovviare alla mancata conservazione del BURRO che è di soli pochi giorni e non è trattabile in nessun modo, quindi non si possono usare conservanti per ovviare.
Dato che invece le industrie avevano bisogni di un grasso a lunga durata ecco che è stata INVENTATA la MARGARINA.
Questo è la MARGARINA, PRODOTTO CHIMICO a lunga durata.
La margarina ed il nichel:
Margarina
La margarina è una emulsione di olio in acqua; più precisamente è formata da una frazione lipidica, da una acquosa e da alcuni costituenti minori (coloranti di origine naturale, antimicrobici, emulsionanti e conservanti). La frazione acquosa è costituita da acqua o latte (in Italia non è consentita l'aggiunta di questo alimento), mentre quella lipidica contiene oli e grassi vegetali, tra cui olio di arachide, di germe di mais, di vinaccioli, di soia, di girasole, di colza.
Le margarine presenti in commercio sono tutte di origine vegetale, mentre quelle contenenti grassi animali vanno sotto il nome di oleomargarine e sono utilizzate soltanto nell'industria, soprattutto in quella pasticciera.
Dal momento che l'olio e l'acqua sono liquidi a temperatura ambiente, per ottenere la consistenza semisolida tipica della margarina è necessario eseguire un'operazione di idrogenazione. In base al numero di doppi legami saturati si otterranno margarine più o meno compatte. L'idrogenazione avviene insufflando in appositi serbatoi, dotati di camicie riscaldanti, idrogeno gassoso ed utilizzando nichel come catalizzatore.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nichel.htm
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... uscura.htm
Questo però non è stato fatto con il rispetto della salute umana, ma con il solo scopo del LUCRO, quindi con l'aiuto della PUBBLICITA' SPAZZATURA le ditte sono riuscite a imporre sul mercato questo PRODOTTO CHIMICO.

Il BURRO invece è ricavato dal LATTE, in quale contiene TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI" poichè senza questo LATTE materno non può esserci la continuazione delle specie animali.
Domanda: mi puoi dire cosa sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI"?
Sono definiti "ALIMENTI ESSENZIALI" quegli alimenti che si trovano nel liquido seminale maschile di tutti maschi animali del mondo e dei quali questa è l'analisi chimica:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... sperma.htm
Devo aggiungere però che questi non sono solo nel liquido animale, ma anche nel GERME dei vegetali. http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm
E come può essere diverso? Non è possibile che in un solo mondo vi siano due modi diversi di continuare le specie viventi.
Primo fra tutti gli "ALIMENTI ESSENZIALI", il più importante l'ACIDO ASCORBICO.
Lo conferma lo scienziato Irwin Stone con un disegno:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... omanca.htm
"pagina 1/10------sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10------solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10------alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... turale.pdf
Difatti nessun essere vivente si reca dal suo simile per la salute, ma se non si AUTOGUARISSERO, nel mondo non ci sarebbe più la vita, poichè ogni specie si sarebbe ESTINTA.
Ma questa AUTOGUARIGIONE è anche per l'Homo Sapiens, difatti è quella che sfruttano i medici rifilandoti PERICOLOSI "principi attivi" pur di fare quattrini.
Mi sono spiegato?
In sintesi, COSA SONO GLI "ALIMENTI ESSENZIALI"?
Consumarlo nelle giuste quantità dà molti vantaggi. È un ottimo anti-cancro, mantiene in salute la tiroide e le ossa. E migliora la vita sessuale
Contrariamente a quanto siamo soliti pensare, il burro fa bene (naturalmente se consumato nelle giuste quantità) e ha molte proprietà che proteggono il corpo da malattie, migliorando il metabolismo e il sistema immunitario.

I grassi saturi infatti contengono colesterolo buono che riduce quello cattivo. Il burro è ricco di vitamine A, D e K e di minerali come zinco e rame.

Protegge dal cancro al seno e dal tumore al colon grazie all’acido linoleico. Contiene il calcio che rafforza le ossa e gli omega 3 e 6 che aiutano il cervello e rendono la pelle più bella. Mantiene in salute la tiroide e migliora perfino la vita sessuale.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... garina.htm
Quindi una smentita a questa enorme falsità, ecco la pagina del libro che riporto sotto.

Carole Baggerly, direttrice e la fondatrice del Grassroots Health, è tra i più importanti ricercatori al mondo sulla vitamina D. La sua passione per la vitamina D è nata da un’esperienza personale dato che è sopravvissuta al cancro al seno grazie alla vitamina D.
La vitamina D ha dimostrato la sua efficacia su molte malattie, tra cui malattie cardiache e il diabete, e può anche ridurre il dolore cronico [1] . E quando si tratta di cancro, la vitamina D è il suo peggior nemico! Le teorie che collegano la carenza di vitamina D al cancro sono stati testate e confermate in più di 200 studi epidemiologici, e la comprensione della sua base fisiologica nasce da più di 2.500 studi di laboratorio.
La vitamina D riduce del 77% il rischio di ogni tipo di cancro

Uno studio particolarmente degno di nota è stato completato da Joan Lappe e Robert Heaney, nel 2007 [2]. Un gruppo di donne in menopausa ha assunto un integratore di vitamina D per raggiungere i livelli ematici di 40 ng/ml. I risultati hanno mostrato che queste donne hanno avuto una riduzione del 77% in termini di incidenza di tutti i tipi di tumori dopo soli quattro anni [3]. 40 ng/ml di vitamina D è un livello relativamente medio, il livello ottimale di vitamina D è da 50 a 100 ng/ml. Ottenere tali risultati con soli 40 ng/ml sottolinea quanto sia potente e importante la vitamina D per il funzionamento ottimale del vostro corpo.
Possiamo prevenire del 90% il cancro al seno solo con la vitamina D?

La vitamina D ha effetti potenti quando si tratta di cancro al seno, proprio per questo motivo è stato descritto come una “sindrome da carenza da vitamina D”. Naturalmente, altri fattori nello stile di vita sono altrettanto importanti nella prevenzione del cancro:

Alimentazione (zuccheri e farine raffinate aumentano il rischio di cancro al seno)
Uso di cosmetici con ingredienti sintetici (in particolare i parabeni presenti nei deodoranti e creme)
Indossare un reggiseno stretto e/o per molto tempo
Dormire con la luce accesa

Dalle analisi di Carole Baggerly emerge che il 90% del cancro al seno ordinario è legato alla carenza di vitamina D, la quale è al 100% prevenibile!
La vitamina D può disintegrare le cellule tumorali del seno

Il Dr. Cedric F. Garland della University of California di San Diego è l’epidemiologo che ha collegato la carenza di vitamina D al cancro. Secondo Garland, in quasi tutte le forme di cancro al seno, la vitamina D influisce sulla struttura delle cellule epiteliali. Queste cellule sono tenute insieme da una sostanza simile a colla chiamata E-caderina, che fornisce la struttura alla cellula. L’E-caderina è costituita principalmente da vitamina D e calcio. [4]

Se non si dispone di adeguate dosi di vitamina D, la struttura si sfascia e quelle cellule fanno ciò che sono programmate di fare per sopravvivere – vanno avanti e si moltiplicano. Se questo processo di crescita (proliferazione cellulare) va fuori controllo, si può trasformare in cancro.


Se il cancro al seno è in corso, l’aggiunta di vitamina D può aiutare a far regredire le cellule tumorali agendo sull’E-caderina. Una volta rallentata la crescita del cancro, il sistema immunitario può cominciare a smaltire gli avanzi delle cellule tumorali.
L’ottimizzazione della vitamina D riduce il rischio di parto prematuro del 50%

Oltre a prevenire il cancro, la vitamina D offre molti vantaggi per quanto riguarda le donne incinte. Purtroppo, l’80% per cento delle donne in gravidanza sono carenti di vitamina D.


Carol Wagner e Bruce Hollis hanno studiato gli effetti dei livelli di vitamina D sulle donne in gravidanza, con risultati fenomenali. I ricercatori hanno dato 4.000 IU di vitamina D ad un gruppo di donne in stato di gravidanza, riducendo l’incidenza di parti prematuri del 50% per cento. Inoltre è risaputo anche che la vitamina D migliora una serie di problemi della gravidanza, tra cui il rischio di avere un bambino sotto peso.

Vitamina D 10.000UI 365 softgel 13,99€

Vitamina D 2500UI 60 compresse (vegan prodotta dai licheni) 13,81€

Come scoprire il proprio valore di vitamina D

Il fattore più importante è il vostro livello ematico di vitamina D. Non importa quanto tempo passiate al sole, o quanta vitamina D3 assumiate: se il livello è basso, allora sei a rischio. L’unico modo per determinare il livello di vitamina D è quello di fare gli esami del sangue su base regolare. Il valore da analizzare si chiama 25(OH)D.

Si consiglia di verificare il livello ogni 3-6 mesi, perché ci vogliono almeno tre mesi prima che si stabilizzi dopo un cambiamento di esposizione al sole o dopo la supplementazione.

La maggior parte delle persone hanno un livello di vitamina D inferiore a 30 ng/ml che è un valore basso. Per avere una prevenzione del cancro al seno il valore deve essere almeno superiore a 40 ng/ml. Per avere un’azione terapeutica per trattare un cancro o una malattia pesante ci servono valori pari a 80 ng/ml.
Aumentare la vitamina D con il sole

Il modo migliore per ottimizzare il livello di vitamina D è attraverso l’esposizione al sole che elimina virtualmente il rischio di sovradosaggio. Come guida molto generale, è necessario esporre circa il 40 per cento di tutto il corpo al sole per circa 20 minuti tra le ore 10 e le 14 del pomeriggio, quando il sole è allo zenit. Sembra che non ci sia alcun rischio di tossicità dalla vitamina D proveniente da esposizione ai raggi ultravioletti B. [5]

Se stai usando un integratore orale, studi recenti suggeriscono che gli adulti hanno bisogno di circa 8.000 UI di vitamina D3 per via orale giornalmente, al fine di ottenere livelli sierici al di sopra del 40 ng/ml. Tuttavia, ricordate che se assumete per via orale vitamina D, è anche necessario aumentare la vostra vitamina K2, sia attraverso le scelte alimentari che tramite supplemento. L’Istituto di Medicina Conservativa ha concluso che l’assunzione fino a 10.000 UI al giorno non ha alcun rischio di effetti avversi.

Il rapporto ideale o ottimale tra la vitamina D e la vitamina K2 è ancora da chiarire. La Dott.ssa Kate Rheaume-Bleue, autrice di Vitamina K2 e il paradosso del calcio. Come una vitamina sconosciuta può salvarti la vita, suggerisce che 150-200 microgrammi di K2 al giorno soddisferanno le esigenze di vitamina K2 della persona “media” in buona salute, se non stai assumendo un supplemento di vitamina D. Tiene a mente che la vitamina K2 è presente anche nelle verdure fermentate e nei cibi fermentati come natto e miso.
Il ruolo della vitamina D nella prevenzione delle malattie

Prove sempre più numerose dimostrano che la vitamina D svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione delle malattie e nel mantenimento di una salute ottimale. Ci sono circa 30.000 geni nel nostro corpo, e la vitamina D ne influenza 3.000, così come i recettori della vitamina D si trovano in tutto il corpo.

Secondo uno studio su larga scala, i livelli ottimali di vitamina D possono ridurre drasticamente il rischio di cancro del 60%. Mantenere i livelli ottimali può aiutare a prevenire almeno 16 diversi tipi di cancro, tra cui pancreas, polmone, ovaie, prostata e tumori della pelle. [6]
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ilsole.htm
È fondamentale per il benessere dell'organismo. Fonti principali di assunzione sono l'esposizione al sole e una corretta alimentazione. I sintomi che ti dicono se sei carente
La vitamina D è fondamentale per il benessere del nostro corpo. Infatti è fondamentale per la salute di ossa, cuore e cervello. Le fonti principali da cui assumere la vitamina D sono l’alimentazione e il sole.

Non sempre ci si accorge di essere carenti di tale vitamina (l’eventuale deficit può essere riscontrato con un esame del sangue). La sua mancanza comunque può essere segnalata da una serie di disturbi. I 15 campanelli d’allarme che non vanno trascurati sono:

Debolezza muscolare;
Dolore alle ossa;
Problemi respiratori;
Sudore alla testa;
Depressione;
Infezioni croniche;
Malattie cardiovascolari;
Psoriasi;
Dolori cronici;
Stanchezza;
Ipertensione;
Cambi di stati d’animo;
Malattie renali croniche;
Diminuzione della resistenza;
Persone over 50 (soggetti più a rischio).

Una corretta alimentazione, che prevede consumo di uova, latticini, vegetali, in particolare funghi, e un’adeguata esposizione al sole dovrebbero garantire livelli adeguati di vitamina D
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... arenza.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » dom apr 19, 2020 11:16 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... amamma.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Sono lieto di riportare la testimonianza di Nelprofondo Dell'Anima riguardo al problema di sua mamma risolto nel breve con gli "ALIMENTI ESSENZIALI".
Nel gruppo
Acido Ascorbico Pregi e Difetti

Nelprofondo Dell'Anima
17 aprile 2020 18:40

Buongiorno a tutti
Volevo rendervi partecipi di una testimonianza. Mia madre si alza il mattino con un piede tutto gonfio e dolorante da non riuscire a camminare. Le ho fatto ingoiare acido ascorbico in più step nell'arco della giornata. Inizialmente ogni paio d'ore. Già nel pomeriggio il piede si è sgonfiato e il dolore molto attenuato, l'indomani miracolo di questi alimenti essenziali! Sparito completamente il problema! Grazie Franco!!!!
1Francesco Gerne
Commenti: 1
Mi piace
Condividi
Commenti

Francesco Gerne
Francesco Gerne Ciao Nelprofondo Dell'Anima, sono felice che tua madre stia bene, d'altronde non chiediamo niente di più a nessuno, SOLO LA SALUTE, che vedendo e provando che con i "principi attivi" non possiamo mantenercela, allora provvediamo diversamente. Quindi grazie agli "ALIMENTI ESSENZIALI", ma sopratutto GRAZIE a te per la fiducia. ciaooo Franco

Mi piace
· 5 min
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... amamma.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mar apr 21, 2020 5:46 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... usinfl.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Ciao, prima di tutto devo dirti che sei il più STUPIDO e CRETINO AL MONDO, anche se hai un cervello grande così di cui ti vanti di avere, naturalmente insieme a me.
Mi permetto di dirlo in quanto è chiaro e palese che così ci hanno considerato, e lo fanno ancora, senza alcuna smentita.
Ci parlano di INFLUENZE e delle loro cause chiamandoli VIRUS come se fossero degli esseri ONNIPOTENTI.
I loro vari nomi nel tempo sono stati denominati:
"Tre tipi di virus dell'influenza infettano l'uomo: sono chiamati Tipo A, Tipo B e Tipo C."
e la descrizione delle conseguenze se infettati sono:
"""L’influenza è una malattia infettiva respiratoria acuta causata dal virus dell'influenza, un virus a RNA della famiglia degli Orthomyxoviridae[1]. I sintomi possono essere da lievi a severi; i più comuni sono febbre, faringodinia (mal di gola), rinorrea (naso che cola), mialgie e artralgie (dolori ai muscoli e alle articolazioni), cefalea, tosse e malessere generale. Tipicamente i sintomi iniziano due giorni dopo l'esposizione al virus (periodo di incubazione) e generalmente durano meno di una settimana.

La tosse può durare anche più di due settimane. Nei bambini ci può essere nausea e vomito, che in realtà non sono comuni nell'adulto. La nausea e il vomito sono presenti più comunemente in infezioni gastroenteriche non correlate al virus dell'influenza, che a volte, in maniera inappropriata, sono chiamate “influenza intestinale”. La malattia può colpire anche le vie respiratorie basse. Le complicanze dell'influenza includono la polmonite virale, la polmonite batterica secondaria, l'infezione dei seni paranasali, il peggioramento di problemi di salute preesistenti, come l'asma e lo scompenso cardiaco[2].

Tre tipi di virus dell'influenza infettano l'uomo: sono chiamati Tipo A, Tipo B e Tipo C. Di solito il virus è trasmesso per via aerea con la tosse o gli starnuti: ciò si ritiene che accada per lo più a distanza relativamente ravvicinata. l'influenza può essere spesso trasmessa toccando superfici contaminate dal virus e poi portandosi le mani alla bocca e agli occhi[3]. Il periodo di contagiosità inizia un giorno prima della comparsa dei sintomi e termina circa una settimana dopo la loro scomparsa; bambini e persone immunodepresse possono essere contagiose per un periodo più lungo[4]. L'infezione può essere confermata cercando il virus nelle secrezioni della gola, del naso, delle vie aeree più basse (espettorato) e nella saliva. Il test più accurato è la ricerca dell'RNA virale con PCR (polymerase chain reaction).

Il frequente lavaggio delle mani riduce il rischio di infezione poiché il virus è inattivato dal sapone[5]. È anche utile indossare una mascherina chirurgica. La vaccinazione annuale contro l'influenza è raccomandata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per i soggetti ad elevato rischio.
https://it.wikipedia.org/wiki/Influenza

che è esattamente quello che ci racconta la MEDICINA, informandoci anche da quale parte del mondo partano per arrivare fino a noi questi ONNIPOTENTI VIRUS..

Ed eccomi finalmente al DUNQUE.
In questi giorni alla tv si dice che il massimo di questa epidemia sarà nel periodo festivo INVERNALE.
Ora mi chiedo, ma quale potenza potrà avere questo VIRUS che in pieno freddo e gelo sopravvive alle temperature addirittura sottozero?
QUESTI PICCOLISSIMI ESSERI CHE SI VEDONO SOLO CON IL MICROSCOPIO, AVRANNO IL SANGUE COSI' CALDO DA NON CONGELARE A COSI' BASSE TEMPERATURE, ANCHE SOTTO ZERO, OPPURE SONO DEGLI "DEI" SOTTO FALSE SPOGLIE?
Capirei ancora se questi esseri venissero da noi nel periodo estivo, MA HO CERTEZZA CHE SE MI METTO NUDO ( si prché penso che loro siano nudi, quindi sena abiti), IN QUESTO PERIODO INVERNALE, DOPO ALCUNE ORE SONO IBERNATO.
MA COME FARANNO QUESTI ESSERINI A SCAMPARE A QUESTA REGOLA TERRESTRE MUOVENDOSI IN MASSA SENZA ALCUN PROBLEMA PARTENDO DA CHISSA' DOVE PER ARRIVARE FINO A NOI?
OPPURE E' TALMENTE CHIARA LA PRESA PER IL "CULO" DA PARTE DELLE PERSONE DALLE QUALI SIAMO DIPENDENTI PER LA SALUTE?

Scusate la parola, che non è di mia norma, ma così mi sento dopo un minimo di ragionamento.

Non è invece come dice la pagina che ci avverte della CARENZA di vitamina D per 100% della popolazione?:
"""Per decenni abbiamo aderito alla credenza che l’influenza arrivava in inverno a causa del clima più rigido. Ma numerosi studi hanno completamente falsificato una tale teoria, indicando come l’influenza si presenti ai tropici nel loro “inverno, quando è ancora abbastanza caldo (solitamente durante la stagione delle piogge). No, la ragione per cui l’influenza colpisce d’inverno è un’altra. E suggerisce una facile maniera per prevenirla. E non si tratta di farsi vaccinare. Lo sappiamo già che i nostri corpi producono molta meno vitamina D durante l'inverno. Ma è mai possibile che i livelli ridotti di vitamina D in inverno contribuiscano all’influenza?

Le prove sono evidenti. Anni fa, un attento medico generico inglese, R. Edgar Hope-Simpson, ha collegato le epidemie influenzali dell'emisfero nord con il solstizio invernale. Pertanto, l’influenza arriva proprio quando i livelli di vitamina D cominciano a calare. Finora, la medicina convenzionale ha in gran parte ignorato il suo lavoro.

Proprio questo anno, due importanti pubblicazioni mediche hanno pubblicato un report firmato dal Dott. John Cannell, uno psichiatra dello Atascadero State Hospital, California. Si tratta di una struttura di massima sicurezza riservata a criminali infermi di mente. Nel suo resoconto, il Dott. Cannell ha notato che gli altri reparti intorno al suo erano stati soggetti a un violento attacco d’influenza nell'aprile 2005. Ma nessuno dei suoi 32 pazienti ha preso l’influenza, sebbene si fossero anche mischiati con i reclusi infetti degli altri reparti.

Il Dott. Cannell si è interrogato sul perché il suo reparto avesse evitato l’influenza che pur aveva colpito tutti gli altri reparti. Rapidamente ha capito che si trattava delle dosi elevate di vitamina D prescritte a tutti gli uomini sul suo reparto. Aveva riscontrato che i suoi pazienti, come la maggior parte di tutta l’altra gente dei paesi industrializzati, ne avevano un deficit. (Deve essere uno dei pochissimi psichiatri che prestano attenzione alla nutrizione!) I suoi sforzi per rimediare al deficit hanno potenziato il sistema immunitario dei suoi pazienti, proteggendoli completamente dall’influenza.

Perché funziona? La scienza recentemente ha scoperto che la vitamina D stimola i nostri globuli bianchi a produrre una sostanza denominata catelicidina. I ricercatori non hanno ancora studiato questo prodotto chimico sul virus dell’influenza, ma da tempo hanno segnalato che esso attacca un'ampia varietà di agenti patogeni, tra cui funghi, virus, batteri e perfino la tubercolosi.

Così, troviamo che il mio suggerimento di farvi controllare il livello di vitamina D a quest’epoca dell’anno era quanto mai centrato. Ma ora, alla luce di queste nuove informazioni, penso che non sia nemmeno necessario spendere i soldi per sottoporsi agli esami. La vitamina D è poco costosa. E stimola il vostro corpo a produrre quello che potrebbe essere l’antibiotico definitivo! Completamente atossico e che uccide soltanto gli organismi invasori (non le vostre cellule). Dotatevi dell’incredibile protezione della vitamina D. Esponetevi al sole quando potete. Fate semplicemente attenzione a non scottarvi. Se state per lo più all'interno, suggerisco fortemente che aggiungiate vitamina D al vostro regime quotidiano. Raccomando 5.000 IU al giorno. Non vedo controindicazioni a questa dose, particolarmente nei mesi invernali!
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... uenza1.htm

E' chiaro e palese che invece contano i VACCINI che RENDONO MOLTISSIMI DENARI, e con i quali il sottoscritto a suo tempo è stato STERILIZZATO:
Ora però ti devo fare una domanda chiara: SAI PERCHE' SEI VENUTO AL MONDO?
Lo sai che il tuo passaggio su questa terra è perchè tua abbia modo di continuare la TUA SPECIE e quindi la SPECIE UMANA?
SIII?!?!?!? BENE, NE SONO FELICE.
Però ciò che purtroppo NON SAI e che invece devi sapere chiaramente, è che da questi "ALIMENTI ESSENZIALI" dipende questa tua possibilità, che tu sia maschio o che tu sia femmina. Lo scoprirai sotto, se avrai la voglia di ed tempo di capirlo. Scoprirai che l'ACIDO ASCORBICO è la BASE di quel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali al mondo chiamato SPERMA, Scoprirai che questo ACIDO ASCORBICO insieme a tutti gli altri"ALIMENTI ESSENZIALI" essi permettono di GENERARE quello spermatozoo dal quale tuo figlio nascerà e dandoti un nipote potrà continuare la tua specie e che da questi dipende la NOSTRA SALUTE, questo perchè SONO LA BASE DELLA NOSTRA VITA.
QUINDI AVVISO CHE SE CHI GUIDA LE REDINI DEL MONDO VOLESSE IMPEDIRTI DI INGOIARE NEI CIBI O A CUCCHIAINI COME FACCIO DAL 1992, SE I CIBI NE SONO CARENTI COME NEI MOMENTI ATTUALI, CAUSA LA RAFFINAZIONE INDUSTRIALE, QUESTI "ALIMENTI ESSENZIALI", EGLI TI IMPEDIRA' QUESTA TUA CONTINUAZIONE RENDENDO INUTILE LA TUA VENUTA AL MONDO, COME HA RESO INUTILE E VANA LA MIA, STERILIZZANDOMI CON I VACCINI NEGLI ANNI 60.
IN QUESTO CASO, LASCERAI FARE TERMINANDO LA TUA SPECIE O TI RIBELLERAI COME STO' FACENDO PERSONALMENTE OGNI GIORNO?
Eccoti chiaro il perchè della mia instancabile e continua INFORMAZIONE con ogni mezzo possibile a mia disposizione.
...sono stato sterilizzato CON I VACCINI DELLA INFLUENZA E DEL TETANO negli anni 60 come puoi rilevare dal video che dice:
"Non vi sono parole per descrivere quello che è scritto nel video, lascio l'interpretazione al lettore.
Da allora, il governo britannico è stato costretto a sospendere i vaccini relativi all'H1 N1 per i bambini al di sotto dei 5 anni, ammettendo che il vaccino avesse determinato una crescita di dieci volte di fenomeni quali violente convulsioni nei bambini.
...ed ancora....
Il governo della Finlandia si è esposto pubblicamente, ed ed ha affermato come quest'ultimo stia causando ogni genere di disordini neurologici, quali la stessa narcolessia.
...Altro pezzo importante.....
Signore e signori, noi abbiamo a disposizione i documenti delle Nazioni Unite, i documenti delle Fondazione Rochkefeller, risalenti agli anni '60, '70, '80 e '90, fino ai giorni nostri, ed è possibile leggere e rendersi conto di come ammettono di aver sviluppato vaccini per l'influenza o il tetano, all'interno dei quali hanno inserito elementi chimici ed ormoni per ridurre la vostra fertilità, o per sterilizzarvi.
...ed ancora....
Inviate tutti gli articoli mainstream che saranno sistemati in basso rispetto a questo video, in cui si parla di come governi tra i più importanti del pianeta siano stati costretti a sospendere le vaccinazioni perchè queste ultime stavano determinando un'incredibile devastazione, e avvertite tutti che i vaccini contro la influenza stagionale realizzati quest'anno conterranno anche il vaccino contro l'H1 N1, oltre naturalmente a tutti gli "extra" che loro inseriranno.
Avvertite tutti quelli che conoscete. Questa è una questione straordinariamente seria.
L'industria farmaceutica Bayer ha ammesso in tribunale di aver consapevolmente distribuito per oltre un decennio.
Lo hanno fatto a sangue freddo, si tratta di un elemento che è parte di un più ampio programma eugenetico.
I crimini delle grandi compagnie farmaceutiche sono "legioni", e (tali compagnie) dovrebbero essre messe sotto accusa, dovrebbero essere portate di fronte alla giustizia, anche perchè le loro condotte rappresentano l'elemento che pone in connessione le grandi compagnie farmaceutiche, gli organismi geneticamente modificati (OGM), e il governo.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eciale.htm
..ma la cosa peggiore è che negli anni 70, circa 10 anni dopo, hanno istituito i Centri Sterilità per fingere di CURARE i malcapitati GUADAGNANDO. BELLA MOSSA, vero? così questi centri LAVORANO e nascondono le MALEFATTE. Ma non basta, poichè nel 1977 ad ottobre un medico del centro mi ha proposto di sezionare i testicoli per vedere se poteva fare qualcosa per farmi avere figli.
...difatti fui ricoverato all'ospedale Mauriziano di Torino per sottopormi alla operazione. Non ti dico i dolori sofferti al risveglio, che mi hanno tenuto in rianimazione per tre giorni. Non auguro a nessuno tale operazione. Ma la mia sorpresa è stata che quando sono stato dimesso, alcuni giorni dopo mi sono recato al Centro Sterilità di Torino e di questo medico neppure più l'ombra.
Mi fu consegnato un foglio quadrato con dei disegni colorati a cerchio. Ora però che ho visto i video che ti ho riportato sopra ho capito che quel dott. Jekyl mi ha USATO COME CAVIA per vedere i danni avuti. Ecco per cui la mia continua INFORMAZIONE. Qualcuno si è preso la responsabilità di STERILIZZARMI ed ora è ora che questi personaggi vengano scoperti poichè i VACCINI SERVONO SOLO A QUESTO.
Per tua principale informazione ti riporto che nel 2011 a novembre ho scoperto che l'ACIDO ASCORBICO e gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" compongono quel liquido seminale di TUTTE le specie animale
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... sperma.htm
ma non basta, poichè nel 2015 a novembre ho scoperto che fuorchè l'ACIDO ASCORBICO, perchè la EVOLUZIONE lo ha sostituito con la vitamina E, TUTTI gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" stanno nel GERME di TUTTI I SEMI VEGETALI al mondo. Sì perchè il GERME non è solo nel grano ma in TUTTI i semi al mondo.
"Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm
E come potrebbe essere diverso? difatti da questi SPERMA e GERME INIZIA LA NUOVA VITA.
Quindi è facile smentire chi dice che nei laboratori si è dato vita e dei virus. Per fortuna della umanità è IMPOSSIBILE in quanto il suo CERVELLO è troppo STUPIDO per poterlo fare, anche se con ARROGANZA si erge a dio per immagine e somiglianza.

Ora voglio farla breve in quanto vorrei che non lo leggessimo solo io e te, ma molte altre persone che dopo la terza riga si perdono, invitandoli AD EVITARE QUEI DELETERI VACCINI, coi quali FANNO DI TUTTO E DI PIU', ma di farsi fare un esame del sangue richiedendo anche solo i valori della
vitamina D
che se il medico non vuole farla fare, con massimo 15 euro si sà come ci si deve comportare, ingoiandone eventualmente la quantità necessaria per evitare questi malanni invernali senza farsi iniettare quei VELENI dei vaccini.
Naturalmente per la SALUTE di ogni giorno ingoiare anche gli altri "ALIMENTI ESSENZIALI" iniziando dall'ACIDO ASCORBICO.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... usinfl.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » gio apr 23, 2020 8:05 pm

Non mi permetto di aggiungere nulla alle dichiarazioni di questo dottore sulla vitamina D, mi permetto solo delle domande sull'operato della OMS e di conseguenza a quello della AIFA, parte di questa organizzazione.

Il video:
https://www.facebook.com/luigi.tenderin ... 010187765/

Dal gruppo
Cloruro di Magnesio, i veri amici
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... avideo.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven apr 24, 2020 8:13 am

Su facebook posso nuovamente scrivere, ma mio caro Massimo, ti posso dire con certezza che non sei nelle simpatie del sistema, però a parer mio non dobbiamo prendercela perchè se dovesse essere vero quanto detto sul primo video noi saremo i primi candidati.

Non ho parole, ma video, ed ad ognuno la sua opinione

Dottor Rashid Buttar. E' ORA DI DIRE LA VERITÀ "tutti i morti saranno causati dai vaccini anti-covid-19
https://www.facebook.com/3dGraficaM/vid ... 43519/?t=0

Il contenuto dei vaccini
https://www.facebook.com/edoardo.polacc ... 414790200/

MIGLIAIA DI MORTI A BERGAMO🚩QUI I FATTI
https://youtu.be/9Lyw5z8ZMEU

A cosa serve la vitamina D
https://www.facebook.com/va.shiva.ayyad ... 884065482/

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1030
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » sab apr 25, 2020 12:15 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... abacco.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

L'unico mio personale consiglio per i fumatori, è di provare a smettere questa DROGA, seguendo i consigli dello SCIENZIATO del secolo scorso Irwin Stone, data la sua esperienza di più di 50 anni, ed a questa aggiungo che personalmente dal 1980 al 1985 ho fumato 60 sigarette al giorno in quanto ero tabaccaio di una attività di tabaccheria-alimentari, che però nel 1985 ce l'ho messa tutta e sono riuscito a smettere. Mi è stato facile in quanto, fatto i raggi ai polmoni (obbligatorio per i manipolatori di alimentari) ogni anno in quel periodo) il radiologo mi ha comunicato che avevo un inizio di enfisema al polmone sinistro e descrittomi cosa mi sarebbe successo a breve, la fifa mi ha aiutato a superare la dipendenza. Quindi devo ringraziare questa persona per tutta la vita poichè nonostante fumassi da 31 anni, l'unico danno furono le cisti ai reni che mi furono tolte con laparoscopia perchè enormi di 1.2 litri la sinistra e 2.5 le 3 (tre) al rene destro, il 23 marzo 2016 la prima ed il 5 luglio 2016 le altre 3 (tre).
L'articolo in oggetto recita in parte:
"Parte la campagna contro il tabagismo promossa dal Ministero della Salute con testimonial Nino Frassica. Il 50% dei fumatori muore in media 14 anni prima
Il fumo in Italia è la principale causa di morte: dai 70.000 agli 83.000 decessi l’anno e oltre il 25% di questi è compreso tra i 35 ed i 65 anni di età. Lo afferma il ministero della Salute, che ha presentato oggi una nuova campagna contro le sigarette intitolata: “Ma che sei scemo”."
Al riguardo mi permetto di riportare parte di un libro dello SCIENZIATO del secolo scorso di nome Irwin Stone, il quale roporta un modo semplice per smettere di fumare, consigliando come cura il primo "ALIMENTO ESSENZIALE " chiamato ACIDO ASCORBICO e ne cita molti studi.
Il titolo del libro è:
"Lo scorbuto del fumatore: medicina preventiva ortomolecolare nel fumare le sigarette"
"Introduzione
Il migliore approccio ai problemi medici dovuti al fumo di sigarette può essere sintetizzato in due parole: “NON FUMARE”.
Comunque ci sarà sempre qualcuno che trascura i migliori consigli e continua con questa nociva abitudine, malgrado gli alti rischi di malattia e di morte precoce. Questo articolo è rivolto a questo gruppo ostinato con la speranza che ridurrà questi rischi e ridurrà un po’ delle grandi perdite per la nostra economia che risultano dalla inalazione cronica del fumo di tabacco.
Finora, le tendenze principali volte alla riduzione dei rischi dovuti al fumo hanno seguito la linea dell’ottenimento di tabacchi con meno catrame e nicotina nel fumo e nel miglioramento dell’efficienza dei filtri nella rimozione dei costituenti sospetti del fumo.
Questi due approcci hanno gravi e pratiche limitazioni: i tabacchi avranno sempre un po’ di catrame e di nicotina ed un filtro accettabile non può essere reso efficiente al 100% nella rimozione di tutti i costituenti indesiderabili del fumo. Il meglio che si può sperare è solo una parziale riduzione dei rischi potenziali.
I vari effetti del fumo di tabacco sul corpo umano e la riduzione della loro morbilità sono essenzialmente dei problemi medici — problemi di prevenzione medica. Tuttavia è stata fatta pochissima ricerca medica per trovare un semplice mezzo per aumentare la resistenza dell’organismo umano ai costituenti irritanti, tossici e carcinogenici del fumo di sigaretta ed alla loro disintossicazione in vivo. Questo approccio fisiologico al problema del fumo è stato praticamente del tutto trascurato.
Le tecniche mediche della ricerca epidemiologica, che ci hanno tanto ripagato con la eliminazione di malattie come la difterite, la poliomielite ed altre, non sono state applicate al problema del fumo. Queste tecniche implicano l’aumento della resistenza
degli individui suscettibili all’attacco dell’agente causale. La ragione probabile per cui studi simili non sono stati intrapresi per quanto riguarda il fumo è stata la mancanza, fino a poco tempo fa, di un razionale soddisfacente per l’uso di ogni singola sostanza antitossica che disintossicherebbe i costituenti del fumo assorbiti ed incrementerebbe la resistenza del corpo agli effetti nocivi del fumo. Va da sé che una tale sostanza deve anche essere completamente innocua, senza indesiderati effetti collaterali, economica, disponibile comunemente e somministrata facilmente. L’acido ascorbico o l’ascorbato di sodio esaudiscono queste richieste ed il razionale per il loro uso è stato sviluppato durante l’ultima decade tramite il lavoro sulla storia dell’evoluzione e sulla genetica dello scorbuto.
Nel 1966 è stato mostrato che lo scorbuto, che la Medicina per oltre 60 anni ha considerato un semplice disturbo dietetico, una malattia cioè dovuta a carenza vitaminica (Funk, 1912), è in realtà una malattia genetica fegato-enzimatica chiamata Ipoascorbemia (Stone, 1966). Questa malattia ereditaria, che affligge il 100% della popolazione, è dovuta al fatto che gli umani sono portatori di un gene difettoso per la sintesi della proteina enzimatica epatica L-gulonolactone ossidase (Stone, 1966a; Stone, 1967).
Questo gene difettoso si è originato in un primate progenitore dell’Uomo, quando esso mutò circa 60 milioni di anni fa (Stone, 1972). La maggior parte dei mammiferi possiede intatto il gene per questo enzima ed essi sono pertanto capaci di convertire lo zucchero contenuto nel sangue in ascorbato con una normalmente alta quantità di produzione di molti grammi al giorno (Chatterjee, 1973). I mammiferi hanno anche un meccanismo di feedback per aumentare la sintesi dell’ascorbato sotto stress (Subramanian et al., 1973).
Durante il corso della evoluzione dei mammiferi l’ascorbato è servito da antistressante e disintossicante ed è richiesto in grandi quantità giornaliere per la sopravvivenza (Stone, 1965).
L’effetto più dannoso del lungo innamoramento della Medicina con l’ipotesi di malattia dovuta a deficienza di vitamina C è stato il suo orientarsi con insistenza verso le piccolissime assunzioni giornaliere di ascorbato e la sua riluttanza a cambiare questo modo di pensare. L’attuale dose giornaliera raccomandata per l’ascorbato di un adulto è
di 45 mg (Food and Nutrition Board, 1974), mentre un mammifero strettamente imparentato, una capra di 70 kg, è capace di produrre 13.300 mg (13,3 grammi) di ascorbato nel proprio fegato per fornire la dose giornaliera necessaria di tale metabolita.
Un altro fattore che ha distorto il pensiero medico sulla attuale incidenza dello scorbuto è il fatto che i segni classici dello scorbuto clinico palese, usati per diagnosticare la malattia, sono in realtà i postumi terminali del difetto genetico. Mentre questi segnali terminali potrebbero presentarsi raramente nei paesi sviluppati, lo scorbuto cronico subclinico, relativamente asintomatico, meno drammatico, ma nondimeno grave, è la nostra insidiosa malattia più diffusa (Stone, 1972a). Meno di 10 mg di ascorbato giornaliero sono sufficienti a prevenire la comparsa di questi classici segnali terminali, ma ce ne vogliono molti di più per correggere completamente questo difetto genetico.
Calcoli fatti con metodi diversi indicano che la corretta assunzione giornaliera di ascorbato va da circa 2,5 a 15 g, (Stone, 1974), allorché gli umani vengono considerati dei mammiferi mutanti (Stone, 1974a).
Distruzione dell’ascorbato da parte del fumo di tabacco
L’azione distruttiva del fumo di tabacco e dello stress da fumo sui livelli di ascorbato corporei, sia localmente che sistemicamente, è nota da tempo e dimostrata ripetutamente. Nel 1939, Strauss and Scheer (Strauss and Scheer, 1939) hanno riferito che dopo avere dato a 25 soggetti 200 mg di acido ascorbico costoro, dopo avere fumato da una a tre
sigarette, mostravano una costante e marcata riduzione di ascorbato nella urina escreta. Ciò indicava una distruzione dell’ascorbato somministrato da parte dei costituenti del fumo.
Nel periodo 1950-1959 F. Venulet e collaboratori pubblicò una serie di 15 articoli sugli effetti del fumo sul metabolismo dell’ascorbato (Andrzejewski, 1966). Venulet era il direttore dell’Istituto di Patologia Generale dell’Accademia Medica di Lodz, Polonia. Nel 1951 Venulet e Moskwa (Venulet and Moskwa, 1951) confermarono la marcata perdita
di ascorbato sia nel sangue che nell’urina di animali esposti al fumo di sigaretta. Nei loro studi del 1952-53 (Venulet and Moskwa, 1952) su 60 studenti in medicina, l’ascorbato nel sangue era inferiore nei fumatori rispetto ai non fumatori.
Non fumatori che accettarono come volontari di fumare solo da sei ad otto sigarette al giorno ebbero un crollo significativo dell’ascorbato nel sangue a partire dal terzo giorno.
In studi su topi e su rane riportati nel 1953-54 (Venulet, 1953), Venulet confermò nuovamente che il fumo di tabacco riduceva sia l’ascorbato nel sangue che quello escreto nell’urina; più lunga l’esposizione, maggiore la riduzione. Egli determinò anche i livelli di ascorbato nei vari organi e trovò le perdite massime nelle ghiandole surrenali, nella milza, nel cuore e nei polmoni. Egli dichiarò anche il suo convincimento che “la perdita di un fattore vitale così importante come l’acido ascorbico gioca un grande ruolo nella patogenesi dei differenti danni da fumo”. Nel 1955 Venulet and Danysz (Venulet and Danysz, 1955) pubblicarono le loro scoperte su madri che allattavano mostrando che il latte di madri non fumatrici conteneva 5,9 mg % di ascorbato mentre quello delle fumatrici solo 2,1 mg %. In una breve revisione in inglese, pubblicata nel 1966
Andrzejewski (Andrzejewski, 1966) descrisse a grandi linee tutti gli articoli presentati da Venulet ed il suo gruppo su questo soggetto.
McCormick nel 1952 (McCormick, 1952), in un articolo sulle proprietà chemioterapiche di grandi dosi di acido ascorbico, discusse le sue proprietà nella neutralizzazione delle tossine e sottolineò che c’è una perdita simultanea proporzionale di ascorbato in questo processo di disintossicazione. Egli stabilì che test clinici e di laboratorio mostravano che fumare una sigaretta neutralizza nel corpo approssimativamente 25 mg di acido ascorbico, pari all’ammontare in un’arancia di dimensione media. Egli suggerì che questa perdita potrebbe dare conto del fatto che l’incidenza della polmonite post operatoria è
quattro volte maggiore nei fumatori abituali rispetto ai non fumatori. Egli raccomandò che il forte fumatore, che normalmente è anche carente nella sua assunzione di ascorbato nella dieta, richiede un dosaggio terapeutico molto più pesante di questa vitamina rispetto al non fumatore.
Bourquin and Musmanno, sia in test di fumo sugli umani che in test in vitro sul sangue umano, come riportato nel 1953 (Bourquin and Musmanno, 1953), hanno mostrato una riduzione dei livelli di ascorbato nel sangue dovuta al fumo ed una distruzione dell’ascorbato nel sangue dovuta alla dipendenza dalla nicotina. Essi suggerirono anche un’assunzione maggiore di acido ascorbico da parte dei fumatori abituali. In un rapporto del 1955, Goyanna (Goyanna, 1955) esaminò 500 fumatori e trovò che l’escrezione di ascorbato dalle urine si arrestava col fumare 20 o più sigarette, indicando la distruzione dell’acido ascorbico corporeo. Calcoli da test in vitro, dove il tabacco era mescolato con l’acido ascorbico, hanno indicato che ciascuna sigaretta era capace di distruggere 2 mg di acido ascorbico. In conclusione egli rimarcò che i fumatori dovrebbero elevare al massimo l’uso dell’acido ascorbico, dal momento che “la salvezza del fumatore può risiedere in questa vitamina”.
Dietrich e Buchner nel 1960 (Dietrich and Buchner, 1960) conclusero come risultato di test su gruppi di fumatori e non fumatori che i fumatori esibiscono una deficienza in vitamina C rispetto ai non fumatori. Essi consigliarono a tutti i fumatori di assumere in abbondanza acido ascorbico per essere meglio in grado di prevenire i sintomi da deficienza.
Come risultato dei test su 37 non fumatori e su 40 fumatori, Durand, Audinot e Frajdenrajch nel 1962 (Durand et al, 1962) presentarono la prova che c’era una caduta pronunciata dei livelli di ascorbato nel plasma sanguigno dei fumatori che dipendeva dal numero di sigarette fumate al giorno. Essi rilevarono anche che l’ascorbato nel plasma praticamente spariva se i fumatori erano anche alcolisti. Condussero anche prove in cui a dei soggetti veniva dato 1 g di acido ascorbico al giorno per dei periodi durante il tempo delle prove. L’assunzione di questo acido ascorbico innalzava i livelli di acido ascorbico
nel sangue. Essi conclusero che c’era una carenza di vitamina C nei grandi fumatori che poteva essere corretta con la somministrazione di acido ascorbico. Più grande il numero di sigarette fumate, più grande la richiesta di acido ascorbico.
Calder, Curtis, e Fore 1963 (Calder et al., 1963) riportarono i livelli di ascorbato nel plasma sanguigno di fumatori e non fumatori soggetti ad esami di breve termine temporale. A questi soggetti non era permesso di fumare dalla mezzanotte all’inizio del test e quindi fumavano da 12 a 25 sigarette durante le sei ore del periodo di test. I campioni orari del loro plasma sanguigno fino a sei ore non mostravano cambiamenti nei livelli di ascorbato. Comunque, quando essi determinarono il contenuto in ascorbato ed in leucociti nel plasma sanguigno di 83 fumatori abituali moderati (14 sigarette o meno al giorno) e di 31 forti fumatori (15 o più sigarette al giorno) essi trovarono livelli significativamente più bassi sia nel plasma sanguigno che nei leucociti rispetto a campioni similari di un gruppo di 91 non fumatori.
Nei test su 18 soldati in buona salute non fumatori e su 22 fumatori, Rupniewska nel 1964 (Rupniewska, 1964) trovò livelli significativamente inferiori di ascorbato nel plasma sanguigno a digiuno dei fumatori. Quattro ore dopo la somministrazione di 500 mg di acido ascorbico questa differenza non era più significativa. L’escrezione media urinaria di ascorbato dopo quattro ore dall’assunzione dei 500 mg era di 35,4 mg per i non fumatori e di 14,5 mg per i fumatori, una differenza altamente significativa. Nel suo sommario in inglese, l’autrice dichiara che lei “crede che la deficienza cronica di vitamina C nei fumatori potrebbe almeno parzialmente spiegare una delle cause della prematura apparizione di ateromatosi nei dipendenti da nicotina.” In un successive lavoro (1965), la Rupniewska fece delle prove su uomini anziani la cui età media era di 73 anni e durata media come fumatori di 46 anni. L’escrezione urinaria di ascorbato fu misurata a digiuno e quattro ore dopo una iniezione di 500 mg di acido ascorbico. Una escrezione urinaria di acido ascorbico inferiore (circa il 60%) fu trovata nei fumatori, che metteva in evidenza un immagazzinamento ridotto di questa sostanza nell’organismo. Ella non poté correlare questi dati con quelli di uomini giovani al fine di stabilire una relazione quantitative tra gli anni di fumo ed i livelli di acido ascorbico.
Uno studio del 1968 di Brook e Grimshaw (Brook and Grimshaw, 1968) mostra che l’ascorbato nel plasma e nei leucociti è significativamente inferiore negli uomini rispetto alle donne. Nei non fumatori i livelli plasmatici declinavano con l’età mentre quelli nei leucociti non si riducevano con l’età. Si trovò che il fumo di sigaretta riduceva significativamente la concentrazione di ascorbato sia nel plasma sanguigno che nei leucociti. Il fumare pesantemente aveva lo stesso effetto, sull’ascorbato del plasma
sanguigno, di un incremento dell’età cronologica di circa 40 anni. Pelletier, in test con cinque fumatori e cinque non fumatori, come riportato nel 1968 (Pelletier, 1968), mostrò che i livelli di ascorbato nel sangue e nel plasma sanguigno dei fumatori erano dal 40 al 45 percento rispetto a quelli dei non fumatori. Se forniva ai suoi soggetti 2 g di acido ascorbico al giorno, nel tentativo di “saturarli” egli trovò che dopo una somministrazione continua i livelli sanguigni si stabilizzavano approssimativamente agli stessi valori, ma l’escrezione urinaria di ascorbato nei fumatori non raggiunse mai i livelli escreti dai non fumatori. In prove con porcellini d’India nutriti con nicotina per un mese in ammontari equivalenti a quelli consumati da forti fumatori, l’ascorbato nel sangue ed in parecchi organi era più basso comparato a quello di porcellini d’India
alimentati con la stessa dieta senza nicotina. La flessione dell’ascorbato tissutale era come segue: surrenali 49%, reni 50%, cuore 47%, fegato 34%, milza 22% e cervello 17%.
In prove con porcellini d’India riportati nel 1967 (Evans et al., 1967), in cui gli animali furono esposti al fumo per 2 periodi di 10 minuti al giorno per un mese, il gruppo esposto al fumo guadagnava peso meno rapidamente e l’acido ascorbico surrenale era del 30% inferiore a quello dei controlli.
Disintossicazione con l’ascorbato
Un’importante funzione dell’ascorbato negli organismi dei mammiferi è la disintossicazione dai veleni, dai carcinogeni e dalle tossine. La letteratura al riguardo è così voluminosa che una trattazione adeguata richiederebbe molto più spazio di quanto
sia disponibile in questo articolo. In ratti trattati col cancerogeno benzopirene, un modo di disintossicazione è attraverso
l’idrossilazione per mezzo dei microsomi epatici e l’ascorbato è un attivatore di questa idrossilazione (Degwitz and Staudinger, 1965). Il rateo dipende dai livelli di ascorbato e in porcellini d’India con lo scorbuto il rateo è solo il 10% di quello di porcellini d’India che ricevono una adeguata dose di ascorbato (Degwitz and Staudinger, 1965a). I carcinogeni benzopirene, colantrene, metilcolantrene, antracene ed altri sono resi non carcinogenici tramite idrossilazione non enzimatica con ascorbato (Warren, 1943).
Il cianuro, un costitutuente del fumo di tabacco altamente tossico, è disintossicato dall’ascorbato (Leibowitz and Guggenheim, 1938-39; Vauthey, 1951). L’ossido di carbonio, il gas nocivo che uccide le persone quando i motori di automobile girano senza sufficiente aria fresca, è presente in alti livelli anche nel fumo di tabacco ed è
disintossicato con l’ascorbato.
L’azione disintossicante dell’ascorbato sui composti dell’arsenico ha una lunga storia.
Molti articoli sono stati pubblicati nei primi anni del 1940, i giorni prima della penicillina quando gli arsenobenzeni erano medicamenti popolari nella terapia delle malattie veneree. La combinazione con l’acido ascorbico era largamente usata per contrastare gli effetti tossici di questi composti arseniosi (Bundesen et al., 1941; Delp, 1941; McChesney, 1945; and Marocco and Rigotti, 1962). L’acido ascorbico è stato usato per combattere la tossicità industriale (Dainow, 1941), il piombo (Holmes 1939; Marchmont-Robinson, 1941 e Gontzea, 1963), il mercurio (Marin, 1941; Chapman e Shafer, 1947;
Mokranjac Petrovic, 1964) ed i composti del cromo (Samitz et al., 1962). E’ stato anche usato per ridurre la tossicità di materie diverse come la stricnina (Dey, 1967), l’ozono (Mittler, 1958), il sulfanilamide (Dainow, 1941a), i nitrati (Krajesovics, 1964), i salicilati (Pelner, 1943), il fosforo (Volynskii, 1960) ed il carcinogeno azo dye, 3 methyl-4- monomethylaminoazobenzene (Bobb, 1963). Anche se questo è solo un piccolo segmento della letteratura, è chiaramente evidente che l’ascorbato è un disintossicante a largo spettro quando è usato al dosaggio appropriato. In studi non pubblicati fatti dall’autore sugli effetti tossici dell’ inalazione massiva di fumo di sigaretta da parte di porcellini d’India, è stato trovato che gli animali con le riserve di ascorbato vuote erano molto più suscettibili a questi effetti tossici degli animali alimentati con una dieta normale. Il fumo di sei sigarette al giorno risultò mortale, uccidendo i porcellini d’India senza riserve in circa cinque giorni, mentre quelli a dieta normale sopravvivevano oltre 10 giorni. Il fumo di sei sigarette al giorno per un animale del peso di 200 g contiene una dose massiva di materiali tossici; se riportato in scala al corpo di un adulto umano del peso di 70 kg sarebbe equivalente al fumo di 2.100 sigarette al giorno. I fondi finirono prima che potessimo fare il test di sopravvivenza di
porcellini d’India trattati giornalmente con megadosi di ascorbato in condizioni di massiccio avvelenamento da fumo.
Il fumo ed il cancro alla vescica
Fin dal 1931 l’inalazione del catrame del tabacco è stata sospettata come causa dei tumori della vescica (Roffo, 1931). Il rapporto del 1964 del Ministro della Sanità (1968) concludeva che “I dati disponibili suggeriscono un’associazione tra il fumo di sigaretta e il cancro alla vescica nel maschio.” Pure nel 1964 fu scoperto che i prodotti intermedi del metabolismo del triptofano inducevano il cancro se posti nella vescica dei topolini (Boyland et al., 1964). L’anno successivo, Kerr et al. (1965) hanno mostrato che i fumatori tendevano ad escretare nella loro urina più dei non fumatori questi potenzialmente carcinogeni prodotti intermedi, il 3-hydroxyanthranilic, l’acido (3-HOA) ed il 3-hydroxykynurenine (3-HOK). I loro studi suggerirono che il fumo di sigaretta cambia la normale configurazione metabolica del triptofano, portando alla accumulazione
nell’urina di metaboliti intermedi potenzialmente carcinogeni.
Nel 1968 il gruppo della Tulane University pubblicò una serie di lavori sulla induzione del cancro alla vescica tramite questi metaboliti del triptofano. Essi mostrarono (Pipkin et al., 1968) che la ossidazione spontanea non enzimatica del 3-HOA portava alla formazione del carcinogenico “Compound IV”, che induceva tumori vescicali in esperimenti di innesto. Questa ossidazione spontanea e formazione di carcinogeno poteva essere completamente prevenuta con l’ascorbato (Pipkin et al., 1967). In test su pazienti con cancro vescicale, fumatori e non fumatori, (Schlegel et al., 1968), riportarono che la escrezione urinaria di 3-HOA o 3-HOK era circa la stessa in ogni gruppo, ma la formazione del carcinogenico “Compound IV” era significativamente maggiore nell’urina dei pazienti con cancro vescicale, rispetto a quello nell’urina dei non fumatori, mentre i fumatori erano nel mezzo. La loro più ripetuta osservazione era che la somministrazione orale di un grammo e mezzo di acido ascorbico giornaliero impediva completamente la formazione del carcinogenico “Compound IV” in tutti casi.
Raccomandarono la somministrazione per bocca di grandi quantità di acido ascorbico, sufficiente da alzare significativamente i livelli nell’urina, per prevenire la ricomparsa del cancro alla vescica. Mentre essi discutevano solo della prevenzione della ricomparsa, sembrerebbe implicito dal loro lavoro che se i fumatori avessero livelli sufficientemente alti di ascorbato nelle loro urine, il cancro alla vescica non sarebbe comparso nemmeno la prima volta.
Lo scorbuto del fumatore
La cronica distruzione di ascorbato nei fumatori aggrava lo scorbuto cronico sub clinico già presente a causa delle inadeguate assunzioni giornaliere di ascorbato. Questo scorbuto cronico sub clinico provocato dagli insulti biochimici del fumare è stato denominato “Scorbuto del fumatore”. A questo stadio i classici sintomi terminali dello scorbuto palese potrebbero non essere manifesti, ma gli effetti biochimici dello scorbuto sono presenti. Uno stadio scorbutico similare senza i segni clinici dello scorbuto fu notato da Thiele nel 1964 (Thiele, 1964) in un avvelenamento cronico da benzene e da Marchmont-Robinson in un avvelenamento cronico da piombo (Marchmont-Robinson, 1941). In questo stato di esaurimento di ascorbato c’è una diminuita resistenza alla malattia, ci sono i processi di disintossicazione compromessi, una incrementata fragilità capillare e
tendenza alle emorragie, una ridotta fagocitosi, risposte immunitarie anormali ed una marcata riduzione dei ratei di reazione di molti enzimi cellulari e sanguigni. Non è molto sorprendente che ci siano tanti effetti avversi dovuti alle inadeguate assunzioni di
ascorbato perché questo metabolite onnipresente è implicato in tantissimi importanti meccanismi del proceso vitale. La normalità può essere restaurata facilmente con il semplice rifornimento dell’ascorbato. Discussione
C’è una evidenza schiacciante che il fumo distrugge l’ascorbato del corpo, inoltre che l’ascorbato ad alti livelli è un antistressante, anticarcinogeno e disintossicante. Ulteriore evidenza per il suo uso nella prevenzione e nel trattamento del cancro è stata fornita da Burk e collaboratori presso il National Cancer Institute con le scoperte che alti livelli di ascorbato erano tossici e letali per le cellule cancerose ed innocui per le cellule normali (Benade et al., 1969). Il lavoro di Pauling e Cameron (Cameron and Pauling, 1973) sulla azione inibitoria degli ascorbati sull’enzima cellulare ialuronidase, pone le basi del razionale per il suo uso nell’inibire la carcinogenesi e le metastasi. Cameron e Pauling (1974) e Cameron e Campbell (1974) hanno fornito sia il razionale che i test clinici per questa terapia megascobica del cancro. Dati ulteriori sulla terapia megascorbica del cancro si sono ricavati dalla storia naturale dell’ascorbato (Stone, 1974b) ed anche per il suo uso nella leucemia (Stone, 1974c). L’intero soggetto dell’effetto di megascorbati sulla salute umana è stato rcentemente rivisto (Stone, 1972b).
L’insieme di queste prove può essere usato per formulare un semplice ed economico regime medico preventivo megascorbico per l’uso pratico da parte dei fumatori per inibire o ritardare o perfino possibilmente prevenire le eventuali conseguenze di malattie dovute alla esposizione cronica alle alte concentrazioni dei costituenti irritanti e tossici del fumo di tabacco. Il regime comprenderebbe la correzione completa della malattia genetica, ipoascorbemia, per mezzo della assunzione giornaliera di ascorbato sufficiente per malattie di piccolo stress. Questa sarebbe la stessa assunzione dei non fumatori più da 3 a 5 g addizionali per ciascun pacchetto di sigarette fumato. A causa delle variazioni individuali umane la dose di base di ascorbato stimata in condizioni di piccolo stress può variare entro la gamma da 5 a 20 g al giorno. Questi sono dei numeri suggeriti inizialmente, che potrebbero essere rivisti sulla base di informazioni provenienti da prove ulteriori
L’uso dell’ascorbato in polvere dissolto nei cibi e nelle bevande è il modo più conveniente di ingestione piuttosto che ingoiare una miriade di compresse. L’acido ascorbico dal sapore fortemente aspro è limitato a certi cibi e bevande acidosi, mentre il
relativamente insapore sodio ascorbato può essere aggiunto a tutti i cibi e bevande in quantità multigrammi senza un cambio di sapore apprezzabile. 2 L’ascorbato va aggiunto al cibo immediatamente prima di servirlo.
Sommario Si è sviluppato un regime megascorbico profilattico semplice ed economico per fornire un normale metabolite dei mammiferi al richiesto dosaggio quotidiano per incrementare la resistenza del fumatore agli stress del fumo e per ritardare l’ insorgere o possibilmente prevenire le varie patologie dovute al fumo. Questo metabolite essenziale, l’ascorbato, è ben documentato come agente antistressante, anticarcinogeno, disintossicante e come un mezzo per prevenire nei fumatori i cancri della vescica. Il fumo distrugge l’ascorbato normalmente presente nel corpo, il che causa lo “scorbuto del fumatore”. Questo regime non solo rimpiazza l’ascorbato distrutto, ma corregge anche il grave difetto genetico, la ipoascorbemia
Da 3 a 5 g di ascorbato per ciascun pacchetto di sigarette fumato è l’assunzione stimata in aggiunta alla assunzione di base correttiva (per i non fumatori) nella gamma dai 5 ai 20 g di ascorbato giornaliero. 2 le polveri di acido ascorbico o dell’ascorbato di sodio dovrebbero essere disponibili nei drugstore o nei negozi di “cibi naturali”.
RIFERIMENTI
• FUNK, C.: The Etiology of the Deficiency Diseases. J. State Med. 20:341-368,
1912.
• STONE, I..: On the Genetic Etiology of Scurvy. Acta Genet. Med. et Gemel.
15:345-350, 1966.
• STONE, I.: Hypoascorbemia, the Genetic Disease Causing the Human
Requirement for Exogenous Ascorbic Acid. Persp. Biol. Med. 10:133-134, 1966a.
• STONE, I.: The Genetic Disease Hypoascorbemia: A Fresh Approach to an
Ancient Disease and Some of Its Medical Implications. Acta Genet. Med. et
Gemel. 16:52-62, 1967.
• STONE, I.: The Natural History of Ascorbic Acid in the Evolution of the
Mammals and Primates and its Significance for Present Day Man. J. Orthomol.
Psych. 1:82-89, 1972.
• CHATTERJEE, I. B.: Evolution and the Biosynthesis of Ascorbic Acid. Science
182:1271-1272, 1973.
• SUBRAMANIAN, N. et al.: Role of L-Ascorbic Acid on Detoxication of
Histamine. Biochem. Pharmacol. 22: 1671-1673, 1973.
• STONE, I.: Studies of a Mammalian Enzyme System for Producing Evolutionary
Evidence on Man. J. Phys. Anthrop. 3:83-85, 1965.
• Food and Nutrition Board, National Research Council, Recommended Daily
Allowances, Eighth Edition. Nat. Acad. of Sciences, Washington, D.C., 1974.
• STONE, I.: Hypoascorbemia, Our Most Widespread Disease. Bull. Nat. Health
Fed. 18: No. 10 6 9, 1972a.
• STONE, I.: Megiascorbatos In Health, Longevity and Therapy. Bull. Nat. Health
Fed. 20: No. 10 15 17 27 30, 1974.
• STONE, I.: Humans, the Mammalian Mutants. Amer. Lab. 6:32-39, 1974a.
• STRAUSS, I. M., and SCHEER, P.: Effect of Nicotine on Vitamin C Metabolism.
Intnl. Z. Vitaminforsch. 9:39-49, 1939.
9

• ANDRZEJEWSKI, S. W.: Studies on the Toxicity of Tobacco and Tobacco
Smoke. Acta Med. Polon. V 407,408, 1966.
• VENULET, F., and MOSKWA, Z.: Z. Spraw. Posiedz. Lodz krego Tow
Naukuwego, VI:1 10, 1951 [this reference may be garbled].
• VENULET, F., and MOSKWA, Z.: Z. Pol. Tyg. Lek., 7:281,1952 [this reference
may be garbled].
• VENULET, F.: Tobacco Smoke and Ascorbic Acid. Endok?? 30: 345-357, 1963
[reference garbled]
• VENULET, F. and DANYSZ, A.: A. Podiatria Pol. 30:811, 1955.
• McCORMICK, W. J.: Ascorbic Acid as a Therapeutic Agent. Arch. Pediat. 69:
151-159, 1952.
• BOURQUIN, A., and MUSMANN, O. P.: Preliminary Report on the Effect of
Smoking on the Ascorbic Acid Content of Whole Blood. Amer. J. Digest. Dis. 20:
75-77, 1953.
• GOYANNA, C.: Tobacco and Vitamin C. Brasil Med. 69: 173-177, 1960.
• DIETRICH, G. and BUCHNER, M.: Contribution to the Vitamin C Metabolism
of Smokers. Deutsche Gesundheitwiesen 15: 2494-2495, 1960.
• DURAND, C. H., AUDINOT, M. and FRAJDENRAJCH, S.: Latent
Hypovitaminosis C and Tobacco. Concours. Med. 84: 4801-4806, 1962.
• CALDER, J. H., CURTIS, R. C., and FORE, H.: Comparison of Vitamin C in
Plasma and Leucocytes of Smokers and Non-Smokers. Lancet 1: 556, 1963.
• RUPNEWSKA, Z. M.: Ascorbic Acid in Smokers and Non-Smokers Pol.Tyg.
Lek. 19: 1259-1283, 1964.
• RUPNIEWSKA, Z. M.: Duration of Smoking and the Content of Ascorbic Acid
in the Body. Pol. Tyg. Lek. 20: 1069-1071, 1965.
• BROOK, M. and GRIMSHAW. J. J.: Vitamin C Concentration of Plasma and
Leukocytes as Related to Smoking Habit, Age and Sex of Humans. Amer. J Clin.
Nutr. 21:1254-1258, 1968.
• PELLETIER, O.: Smoking and Vitamin C Levels In Humans. Amer. J. Clin.
Nutr. 21:1259-1267, 1968.
• EVANS, J. R., HUGHES, R. W., and JONES, P. R.: Some Effects of Cigarette
Smoke on Guinea Pigs. Proc. Nutr. Soc. 26: xxxvi, 1967.
• DEGWITZ, E., and STAUDINGER, H.: Ascorbic Acid and Dehydroascorbic
Acid in the Hydroxylation of Acetanilide by Rat Liver Microsomes. Hoppe-
Seyler’s Z. Physiol. Chem. 341: 120-133, 1965.
• DEGWITZ, E., and STAUDINGER, H.: Hydroxylation of Acetanilide By Liver
Microsomes of Normal and Scorbutic Guinea Pigs. Hoppe-Seyler’s Z. Physiol.
Chem. 342: 63-72, 1965a.
• WARREN, F. L.: Aerobic Oxidation of Aromatic Hydrocarbons in the Presence
of Ascorbic Acid. Biochem. J. 37: 331-341, 1943.
• LEIBOWITZ, J. and GUGGENHEIM, C.: On the Detoxicating Effect of Ascorbic
Acid. Intnl. Z. Vitaminforsch. 8:8-24, 1938-39.
• VAUTREY, M.: Protective Effect of Vitamin C Against Poisons. Praxis 284-288,
1951.
10

• BUNDESEN, H. N., ARON, H. C. S., GREENBAUM, R. S., FARMER, C. J.,
and ABT, A. F.: The Detoxifying Action of Ascorbic Acid in Arsenical Therapy.
J. Amer. Med. Assn. 117: 1692-1695, 1941.
• DELP, M.: Ascorbic Acid in the Treatment of Arsenical Dermatitis. J. Kansas
Med. Soc. 42: 519-522, 1941.
• McCHESNEY, E. W.: Further Studies on the Detoxication of the Arsphenamines
By Ascorbic Acid. J. Pharmacol. Exp. Therap. 84:222-235, 1945.
• MAROCCO, N., and RIGOTTI, E.: Kidney Protective Effect of Vitamin C in
Arsenic Poisoning. Minerva Urol. 14: 207-212, 1962.
• DAINOW, I.: Vitamin C: The Antitoxic Vitamin. Rev. Med. Suisse. Romande
61:521-535, 1941.
• HOLMES, H. N.: Effect of Vitamin C in Lead Poisoning. J. Lab. Clin. Med. 24:
1119-1127, 1939.
• MARCHMONT-ROBINSON, S. W.: Effect of Vitamin C on Workers Exposed to
Lead Dust. J. Lab. Clin. Med. 26:1478-1481, 1941.
• GONTZEA, J. L.: Vitamin C Requirements of Lead Workers. Intnl. Z. Angew.
Physiol. einschl. Arbeitphysiol. 20: 20-23, 1963.
• MARIN, J. V.: Treatment of Acute Mercurial Poisoning of Guinea Pigs with
Ascorbic Acid. Rev. Soc. Argent. Biol. 17:581-586, 1941.
• CHAPMEN, D. W., and SHAFER, C. F.: Mercurial Diuretics. Arch. Int. Med. 79:
449-456, 1947.
• MOKRANJAC, M., and PETROVIC, C.: Vitamin C as an Antidote in Cases of
Mercury Poisoning. C. R. Acad. Sci. Paris 258: 1341-1342, 1964.
• SAMITZ, M. H., SHRAGER, J., and KATZ, S.: Prevention of Injurious Effects
of Chromates in Industry. Ind. Med. Surg. 31: 427-432, 1962.
• DEY, P. K.: Protective Action of Ascorbic Acid on the Convulsive and Lethal
Actions of Strychnine. Indian J. Exp. Biol. 5: 110-112, 1967.
• MITTLER, S.: Protection Against Death Due to Ozone Poisoning. Nature
181:1063-1064, 1958.
• DAINOW, I.: Ascorbic Acid in Prophylaxis and Therapy of Sulfanilamide
Accidents. Dermatologia, 83: 43-49, 1941a.
• KRAJESOVICS Jr., P.: Prevention of Tap Water Methomoglobinemia in Infants.
Gyerekgyogyaszai 15:85-89, 1964.
• PELNER, L.: Effect of Ascorbic Acid on the Sensitivity to Salicylates. J. Lab.
Clin. Med. 28: 28-30, 1943.
• VOLYNSKII, B. G.: Effect of Some Vitamins on the Course of Phosphorus
Poisoning. Prom. Toksikol. Moscow Sbornik 319-326, 1960.
• BOBB, D.: Ascorbic Acid Protection against Toxicity of an Azo Dye Carcinogen
for Neurospora crassa. Biochem. Biophys. Acta 78: 795-797, 1963.
• ROFFO, A. H.: Tobacco and Bladder Cancer. Bol. Inst. Med. Exper. Para Estud.
Trat. Cancer 8: 273-324, 1931.
• U.S. Pub. Health Service: Health Consequences of Smoking. Pub. No. 1696, p.
153, 1968.
• BOYLAND, E., BUSBY, E. R., DUKES, C. E., GROVER, P. L., and MANSON,
D.: Further Experiments on Implantation of Materials into the Urinary Bladder of
Mice. Brit. J. Cancer 18: 575-581, 1964.
11

• KERR, W. K., BARKIN, M., LEVERS, P. E., WOO, S. K. C., and MENCZYK,
Z.: The Effect of Cigarette Smoking on Bladder Carcinogens in Man. Canadian
Med. Assn. J. 93: 1-7, 1965.
• PIPKIN, G. E., NISHIMURA, R., DUKE, G., and SCHLEGEL, J. U.:
Spontaneous Formation of Phenoxazine-3-one in Urine of patients of the Urinary
Bladder. Fed. Proc. 27: 1845, 1968
• PIPKIN, G. E., NISHIMURA, R., BANOWSKI, L., and SCHLEGEL, J. U.:
Stabilization of Urinary 3-HOA by Oral Administration of Ascorbic Acid. Proc.
Soc. Exp. Biol. Med. 126: 702, 1967.
• SCHLEGEL, J. U., PIPKIN, G. E., NISHIMURA, R., and DUKE, G. A.: Studies
on the Etiology and Prevention of Bladder Carcinoma. Trans. Amer. Genito-
Urinary Surgeons 60: 14-21, 1968.
• THIELE, H.: Chronic Benzene Poisoning. Prac. Lek. 16:1-7, 1964
• BENADE, L., HOWARD, T., and BURK, D.: Synergistic Killing of Ehrlich
Ascites Carcinoma Cells by Iascorbato and 3-Amino-1,2,4 Triazole. Oncology
23:33-34, 1969.
• CAMERON, E., and PAULING, L.: Ascorbic Acid and the Glycosaminoglycans:
An Orthomolecular Approach to Cancer andOther Diseases. Oncology 27:181-
192, 1973.
• CAMERON, E., and PAULING, L.: The Orthomolecular Treatment of Cancer, I.
The Role of Ascorbic Acid In Host Resistance. Chem. Biol. Interactions 9:273-
283, 1974.
• CAMERON, E., and CAMPBELL, A.: The Orthomolecular Treatment of Cancer,
II. Clinical Trial of High Ascorbic Acid Supplements in Advanced Human
Cancer. Chem. Biol. Interactions 9:285-315, 1974.
• STONE, I.: Cancer Therapy in the Light of the Natural History of Ascorbic Acid.
J. Internat. Acad. Metabiology 3:56-61, 1974b.
• STONE, I.: Megascorbic Therapy of the Disease Called “Leukemia.” Cancer
Control J. 2: No 1, 1-4, 1974c.
• STONE, I.: The Healing Factor: “Vitamin C” Against Disease. Grosset and
Dunlap, Inc., N. Y. 1972b.
Da Orthomolecular Psychiatry, 1976, Volume 5, Numero 1, pag. 35-42
[Nota:a causa di errori di trascrizione, uno o più riferimenti potrebbero essere
ingarbugliati; questi sono annotati - IascorbatoWeb ed.]
HTML Revised .
Corrections and formatting © 1999-2003 IascorbatoWeb
12
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... matore.pdf

Quindi non essere CARENTI di "ALIMENTI ESSENZIALI" ma sopratutto di ACIDO ASCORBICO è il miglior aiuto che si possa dare al proprio corpo per vincere la droga, in quanto sono quelli che forniscono al corpo le DIFESE IMMUNITARIE, che avendo quello tutto diventa più facile per mantenere una buona SALUTE.

La pagina recita:
""A questo punto una domanda: QUANTE INFORMAZIONI NASCONDE IL SISTEMA PER TENERCI MALATI E SCHIAVI?
Lo vediamo insieme?
Prima di procedere ho definito chiaramente che questo SILICIO è uno degli "ALIMENTI ESSENZIALI" nel quale SONO STATO GENERATO, quindi è come tutti loro SCRITTO A LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA.
A conferma il file del Ministero della Salute della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata", che elenca, senza ombra di dubbio, TUTTI questi "ALIMENTI ESSENZIALI" che denomina INTEGRATORI, ma dato che personalmente non me la sento di dire di essere stato GENERATO negli INTEGRATORI, mi sono permesso di dare loro una denominazione che ritengo più consona alla mie esistenza al mondo, "ALIMENTI ESSENZIALI".
Questa tabella riporta tra gli altri, stabilendo dei valori massimi giornalieri ammessi nelle confezioni proposte dalle ditte o industrie farmaceutiche che le propongono sul mercato:
vitamina A mcg 1200
vitamina D mcg 25
vitamina E mg 36
vitamina K mcg 105
vitamina C mg 1000
tiamina (vitamina B1) mg 25
...............
potassio non definito
CLORO non definito
calcio mg 1200
fosforo mg 1200
magnesio mg 450
..............
FLUORO mg 4
selenio mcg 83
...............
BORO mg 1.5
sodio non definito
SILICIO NON DEFINITO
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagi ... 5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... minaK2.htm

se è giusta questa parola, oppure è il caso che vengano denominati diversamente, cercando una parola più consona al compito svolto da questi.
Come abbiamo fissato sopra, questi elementi sono nel liquido seminale maschile di TUTTI gli animali al mondo da dove inizia la vita futura, ed anche nel SANGUE di ognuno di loro, e non solo, ma sono anche nella LINFA dei vegetali dai quali la medicina dice:
"Per ingoiare VITAMINA C (ACIDO ASCORBICO) devi ingoiare frutta e verdura"
Quindi abbiamo certezza che i maggiori fornitori di VITAMINA C (ACIDO ASCORBICO) sono i VEGETALI, quindi, sapendo che questo "ALIMENTO ESSENZIALE" AUTOPRODOTTO da ogni individuo, che per essere presente in ogni parte del suo corpo DEVE obbligatoriamente circolare nella sua LINFA.
Quindi ho certezza che sono scritti a lettere di fuoco nel DNA di OGNI ESSERE VIVENTE.
Ho anche certezza che sono gli stessi che AUTOPRODUCONO le DIFESE IMMUNITARIE, che sono quelle che prevengono e guariscono le malattie.
Quindi personalmente, vergognandomi della parola "integratori" mi sono permesso di denominarli:
"ALIMENTI ESSENZIALI".
Come vedi, scrivo la parola in maiuscolo e tra virgolette, questo per rispetto a questi "ALIMENTI ESSENZIALI", nei quali mio padre mi ha GENERATO, ed è per questo che sono quì a scrivere per te, e ti pare poco?
QUINDI, ALTRO CHE "integratori" che devi ingoiare solo ogni tanto, dei quali il tuo farmacista ti dice di ingoiare solo per un periodo e poi smettere altrimenti ti affaticano i reni ed il fegato!
Lui sà benissimo che invece affaticano i suoi incassi!
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm

Parte la campagna contro il tabagismo promossa dal Ministero della Salute con testimonial Nino Frassica. Il 50% dei fumatori muore in media 14 anni prima
Il fumo in Italia è la principale causa di morte: dai 70.000 agli 83.000 decessi l’anno e oltre il 25% di questi è compreso tra i 35 ed i 65 anni di età. Lo afferma il ministero della Salute, che ha presentato oggi una nuova campagna contro le sigarette intitolata: “Ma che sei scemo”.

La campagna del Ministero della Salute

I fumatori in Italia sono circa 10,3 milioni (di cui 6,2 mln uomini e 4,1 mln donne) e l’iniziativa del ministero punta il dito contro il consumo e gli stili di vita, sottolineando come fumare faccia venire il cancro, danneggi chi sta intorno e possa portare alla morte: per la salute semplicemente quindi una cosa “scema”, da qui il titolo. Testimonial l’attore Nino Frassica, protagonista dei vari spot e messaggi che saranno lanciati da fine settembre sui vari media.
Da 20 minuti a 20 anni: come cambia il corpo quando si smette di fumare

Un percorso lungo 20 anni

La diffusione del tabagismo

Secondo i dati Istat del 2014 gli uomini che fumano di più sono i giovani adulti di età compresa tra i 25 e i 34 anni, con una percentuale del 26,4%; per le donne la classe con una prevalenza più alta è diventata quella delle giovani tra i 20 e i 24 anni, con una percentuale del 20,5%. Il tabagismo è un fenomeno molto diffuso anche tra gli studenti delle superiori. Una ricerca recente ha trovato che il 23,4% degli studenti intervistati fuma sigarette (erano il 20,7% nel 2010) e il 7,6% lo fa ogni giorno.
Ecco i metodi più collaudati per smettere di fumare

Tutti i danni del fumo, dai tumori all’impotenza

Aumentano tentativi di smettere ma l’80% falliscono

Sempre l’Istat ha fotografato i dati sugli ex fumatori: sono circa 12,5 milioni (il 23,3%); di questi 7,9 milioni sono uomini (il 30,8%) e 4,5 milioni sono donne (il 16,3%). Dai dati delle indagini annuali DOXA/ISS-OFAD, nel 2013 sono aumentati i tentativi per smettere di fumare (30,2% vs 23% dell’anno precedente), ma l’80% di chi ha tentato di smettere ha fallito.
In calo nel corso del 2014 le vendite dei prodotti del tabacco: ridotte del 5,4%, rispetto al 2011. In particolare le vendite di sigarette si sono ridotte dell’5,7% (quasi 2 pacchetti in meno al mese acquistati da ciascun fumatore).
È da notare, inoltre, che per il 2012, se anche per la prima volta in 10 anni le vendite del tabacco trinciato (per le sigarette «fai da te»: RYO - Roll Your Own) sono leggermente diminuite (-0,7%) comunque dal 2004 sono più che quintuplicate. Questo tipo di tabacco è arrivato a rappresentare il 5,1% del mercato (le sigarette il 92.8%), ha un costo inferiore rispetto alle sigarette ed è, quindi, particolarmente «appetibile» per i giovani consumatori.
Cinque consigli pratici per evitare il fumo passivo

Vietate il fumo dentro casa vostra

I dati nel mondo: 6 milioni di morti

Nel mondo il tabacco provoca più decessi di alcol, aids, droghe, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi insieme. L’epidemia del tabacco è una delle più grandi sfide di sanità pubblica della storia. È quanto emerge dai dati sul tabagismo in Italia e nel mondo, presentati al Ministero della Salute.
A livello mondiale, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) stima che il consumo di tabacco uccida attualmente quasi 6 milioni di persone ogni anno. In Europa, il fumo uccide, ogni anno circa 700.000 persone (equivalenti alla popolazione della città di Francoforte), il che rende il consumo di tabacco il principale rischio evitabile per la salute.
Circa il 50% dei fumatori muore in media 14 anni prima e chi fuma è affetto per più anni da condizioni precarie di salute nel corso della vita.
Infine ogni anno, 19.000 europei non fumatori muoiono per effetto dell’esposizione al fumo passivo, a casa o sul luogo di lavoro.
16 settembre 2015 (modifica il 16 settembre 2015 | 21:08)
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... abacco.htm

ciaooo Genfranco
.
.

Rispondi