ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven gen 11, 2013 12:22 pm

Mi permetto di riportare quanto già scritto in un post precedente. Questo lo faccio, non per ripetere il post, ma data l'importanza, per riportare la continuazione e la fine di quanto vissuto da Franca e me nei giorni delle feste fino al giorno 03/01/2013 dell'altra settimana. Mi permetto anche di riportare le date modificando il post, in modo che il tutto sia ancora più comprensibile da TUTTI.
In data odierna 21/12/2012, la mia compagna Franca, causa un mal di schiena recidivo e del quale la medicina ortodossa prevedeva come minimo le "infiltrazioni" se non la "incementazione" e che dopo aver iniziato le assunzioni di ACIDO ASCORBICO e gli altri ALIMENTI di cui ci occupiamo, NON ha dovuto fare più nulla, anzi ha smesso anche le MEDICINE cui le forniva questa medicina.
La risonanza magnetica che lo dimostra:
http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... rtebre.htm

Tutto ebbe inizio nel mese di luglio 2012 e precisamente il 1 luglio 2012.
In agosto 2012 l'ho convinta a seguirmi in piscina una volta alla settimana (anche se non sà nuotare), a fine settembre abbiamo iniziato un corso di ginnastica stretching, che ci impegna 2 volte alla settimana. Con l'assunzione di ACIDO ASCORBICO, SELENIO, BICARBONATO DI POTASSIO e CLORURO DI MAGNESIO i dolori forti si attenuarono però i sintomi di questo mal di schiena (sopra i referti che lo dimostrano) al colpo di tosse, allo stiramento mattutino, mettendo male il piede o alzandosi di scatto, si facevano sentire. Quando sentiva questo minimo dolore, sempre nel medesimo punto del fondoschiena, si bloccava col terrore di ritornare e risentire quei dolori vissuti per lunghi mesi. Nonostante questo però, in effetti, non le ha impedito di svolgere tutte queste attività oltre quelle di normale amministrazione.
Fino a sabato scorso 15 dicembre 2012. Ci ha preso di contropiede e dirò che NON sapevo come ovviare. Con dolori tremendi e come tempo fà è passata la domenica e finalmente è arrivato lunedì. A questo punto mi è balenato nella mente che probabilmente questo era uno STRESS bello e buono a cui faceva riferimento Irwin Stone. Mi è venuto in mente il suo comportamento quando ha avuto l'incidente di macchina. L'ho riletto e rileggendo anche cosa dice sulla parola "feedbak" ho deciso di provare ad alte dosi. Ecco il pezzo:
"pagina 4/7------meccanismo biochimico ereditario FEEDBAK
I mammiferi con il gene intatto del GLO posseggono anche un meccanismo biochimico ereditario feedback, che aumenta la sintesi di ACIDO ASCORBICO da parte del fegato in risposta alle varie tipologie di stress. Questo meccanismo di feedback fu un'importante fattore nell'assicurare ai mammiferi la sopravvivenza e la dominazione sulla terra negli ultimi 165 milioni di anni di evoluzione. Alcuni miei studi indicano come alcuni grandi gruppi di mammiferi si estinsero durante questo periodo, in quanto incapaci di produrre una dose giornaliera sufficiente di ACIDO ASCORBICO che avrebbe garantito loro la sopravvivenza. L'Homo Sapiens ha pagato un forte tributo in termini di decessi, malattie e debolezze durante gli ultimi milioni di anni di evoluzione, cercando di sopravvivere senza i benefici derivanti dal gene intatto del GLO. Considero l'Homo Sapiens come mammifero più a rischio, prevedendo la sua estinzione nel ventunesimo secolo a causa dell'inquinamento da sovrappopolamento, a meno che non decida di prendere in mano il proprio destino evolutivo e si trasformi nella sua robusta, l'Homo Sapiens Ascorbicus."

http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf

Ho anche riletto quanto dice Linus Paulig rispetto ai mal di schiena che riporto sotto.
Questo dice Linus Paulig rispetto al mal di schiena:
"pagina 149/340------mal di schiena e dolori lombari ed ernie al disco
Il mal di schiena ed i dolori lombari sono causati in gran parte da una debolezza muscolare o da un deterioramento delle molecole di collagene presenti nelle giunture. Quasi tutte le persone soffrono occasionalmente di mal di schiena, a volte causato dall'aver caricato troppo i muscoli dorsali; il 50 per cento circa delle persone oltre i sessant'anni soffre di mal di schiena cronico. Un intervento chirurgico diventa necessario in caso di ernia a un disco intervertebrale o in seguito ad altri motivi.
Ciò che è sato precedentemente detto sll'ACIDO ASCORBICO in relazione al collagene e ai muscoli suggerisce che un'assunzione elevata di tale vitamina potrebbe spesso costituire un rimedio importante per i problemi della schiena. Nel 1964 il dottor James Greenwood Jr., primario di neurochirurgia presso il Baylor University College of Medicine, riferì le sue osservazioni sugli effetti provocati da un'assunzione maggiorata di ACIDO ASCORBICO nel preservare integri i dischi intervertebrali e nel prevenire il mal di schiena.
Egli raccomandava l'uso di 500 mg al giorno di ACIDO ASCORBICO con un aumento a 1000 mg in caso di dolore o in previsione di un superlavoro o di eccezionali prestazioni fisiche. Egli ribadì che le prove raccolte fra i pazienti indicavano come i dolori muscolari derivanti da esercizi ginnici fossero stati notevolmente ridotti da queste dosi di ACIDO ASCORBICO, ma come essi si ripresentassero in seguito all'interruzione del trattamento. Dopo aver osservato più di 500 casi, egli concluse: "Si può affermare con ragionevole certezza che una significativa percentuale di pazienti, con precedenti lesioni al disco, poterono evitare l'intervento chirurgico facendo ricorso a dosi elevate di ACIDO ASCORBICO. Molti di costoro, per aver interrotto il trattamento dopo qualche mese o qualche anno, avvertirono il riacutizzarsi dei sintomi. Quando tornarono ad assumere l'ACIDO ASCORBICO, i sintomi scomparvero nuovamente. Per alcuni di loro, naturalmente, non si potè evitare l'intervento chirurgico" (Greenwood, 1964).

http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... inalelp.pd

Lunedì mattina 17 dicembre 2012, verso le 10, ha ingoiato 3 dosi da 3 grammi abbondanti di ACIDO ASCORBICO in unica soluzione per circa 10 grammi abbondanti. Dopo un'ora ho ripetuto la dose. Dopo pranzo altre 3 dosi da 3 grammi abbondanti per un totale di circa 10 grammi come al mattino. Ci aspettavamo una scarica come di norma dopo certe dosi, ma NO, niente di tutto ciò, solo una cosa normale. L'ha ripetuto dopo cena e poi altri 10 grammi prima di coricarci. Il totale della giornata è stato di circa 50 grammi. Il martedì mattina il tremendo dolore si era affievolito pur continuando ad essere presente. Ho ricominciato con le dosi come sopra con altri 50 grammi e più capendo che eravamo sulla strada giusta dato che niente diarrea. Ripetemmo il tutto per mercoledì e giovedì. Franca si sentiva sempre meglio e stamattina abbiamo ripreso come sopra. Oggi pomeriggio 21 dicembre 2012 pareva andasse molto meglio ancora ed allora siamo andati a ginnastica. Mi aspettavo problemi, invece NO, certo che quando si è alzata dal tappeto ho dovuto aiutarla, niente di più. Appena a casa altra maxi dose di 10 grammi. I sintomi ci sono ancora, ma i dolori di domenica, lunedì e martedì SONO SOLO UN RICORDO. Con Franca abbiamo capito insieme il valere di questo ACIDO ASCORBICO in casi di STRESS anche forti. Certamente non molliamo finchè le viene la famosa diarrea che dice ORA BASTA, sicuri di eliminare ogni sintomo col tempo.

.....per continuare nel racconto delle realtà di questi giorni, vissute riprendo dal 21 dicembre 2012.
Naturalmente il mal di schiena non le causava più quei dolori iniziali, ma l' hanno sempre accompagnata con sintomi di esistenza e le impedivano di fare movimenti bruschi, anche solo per paura, perchè Franca aveva una paura tremenda di ritornare ai giorni bui di quei dolori tremendi vissuti in passato e troppo vicini per essere dimenticati. Come dichiarato abbiamo continuato con le dosi giornaliere superiori ai 50 grammi senza intoppi. Solo la pancia ogni tanto le dava quel senso di dover evacuare, ma sul wather erano solo spruzzi e tanta aria. Questi sensi erano abbastanza frequenti e succedeva anche di notte per almeno una volta nelle 8-9 ore di riposo. Di DIARREA? neanche l'ombra!
Il giorno 31 dicembre 2012 al risveglio, ecco riaffacciarsi un dolore alla spalla sinistra che pareva riaccendere il dolore alla schiena. Subito ha assunto la dose solita di 3 cucchiaini da 3 grammi abbondanti che ha ripetuto dopo un'ora, poi ha ripreso il ritmo normale del dopo pranzo e dopo cena finendo con 4 cucchiaini prima del meritato riposo. Come sempre nessun segno di diarrea. Il mattino del primo gennaio il dolore alla spalla era sparito, ma ha continuato con le dosi di 50 grammi e più anche quel giorno, il giorno 2 ed il giorno 3 gennaio. Alla sera abbiamo voluto provare ad andare a ballare piochè era dal 13 dicembre 2012 che non si andava più a causa di questi dolori. Abbiamo ballato tutta la sera senza alcun sintomo di dolore. Abbiamo ripetuto l'esperienza il 6 gennaio sempre senza problemi.
Naturalmente le feste le abbiamo passate a casa aspettando tempi migliori in quanto la piscina è stata chiusa fino al 7 gennaio 2013 ed anche la palestra ha avuta la medesima serrata. Difatti l'altro ieri siamo andati a fare ginnastica SENZA ALCUN PROBLEMA, neanche quello del tappeto. Lunedì 7 gennaio ha cominciato a sentire i problemi di diarrea ed allora è passata alla dose normale di 3 grammi x 4 volte al giorno. Ormai TUTTO è passato e neppure i sintomi, che ha avuto per mesi, non si fanno più sentire e oggi abbiamo ripreso anche ad andare in piscina senza averne alcun problema. L' esperienza passata ci ha fatto capire che ALTE DOSI di ACIDO ASCORBICO servono a risolvere i problemi di MAL DI SCHIENA come ha scritto Linus Pauling.

Giorni fà ho capito cose molto importanti sulla NIACINA (vitamina B3), scoperta ed usata per guarire moltissime persone dal Dottor Abram Hoffer, che riporterò al più presto. Questa NIACINA è molto importante per GUARIRE da molte malattie: COLESTEROLO ALTO, TRIGLIGERIDI, ARTRITI, ARTROSI ed altre ancora fino a finire alla IPERTENSIONE (pressione alta).
Riguardo a questa ho scoperto quali danni causa la PASTIGLIA della IPERTENSIONE elencati e ben spiegati da diversi siti e scritti sui relativi BUGIARDINI. Visto però che pochissime persone leggono i BUGIARDINI e di cui i DOTTORI si guardano bene dal far presente ai loro POTENZIALI pazienti quali sono questi elencati DANNI, poichè con questi DANNI se li fanno clienti più redditizi per loro e per i loro alleati a cominciare dalle varie ASL e per finire alle Big Farma passando per le farmacie.
Questi i danni riportati: impotenza, iperinsulinemia e intolleranza al glucosio, gotta, iperpotassemia, iponatriemia, aumento dei trigliceridi, diminuzione delle HDL, intolleranza all’esercizio, ipercaliemia, tosse e angioedema.
Ecco perchè le persone che conosco e che hanno la PRESSIONE ALTA hanno, di solito, anche il DIABETE senza contare l'impotenza..
Ieri, grazie a Spiderman, ho scoperto la CURCUMA che, sono certo, sarà un valido aiuto all' ACIDO ASCORBICO per guarire ogni INFIAMMAZIONE che vuol dire MALATTIA = SOFFERENZA + ASTINENZA. Dico questo in quanto abbiamo la certezza che a causare OGNI MALATTIA, cominciando dai DOLORI di ogni origine e quindi anche quella CARDIACA, è solo una INFIAMMAZIONE prodotta da MEDICINE (CHIMICHE), TOSSINE (CAFFE' e TE', DROGHE INSETTICIDA), ALIMENTI ELABORATI prodotti da INDUSTRIE ALIMENTARI venduti come prodotti salutari e consigliati da ALIMENTARISTII senza scrupoli. Altra causa anche i germi o i batteri come riporta questa pagina:
"L'infiammazione non è nè complicato nè mistrioso. E' la risposta protettiva del vostro corpo di un germe, batteri o invasore straniero che minaccia la tua vita. Non possiamo vedere il processo interno, ma lo vediamo esternamente in ecchimosi, gonfiore e, infine, la guarigione."
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... ologoa.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven gen 18, 2013 11:53 pm

Ho scoperto in questi giorni cosa è la "PASTIGLIA PER ABBASSARE LA PRESSIONE ALTA, -PERTENSIONE-". Ricordo che tempo indietro si era parlato di IPERPOTASSEMIA, quindi memore di questa discussione vorrei riportare quanto segue onde far comprendere qual'è la causa di questa MALATTIA e di molte ALTRE che mi permetto di riportare sotto. Questo recita la pagina che ho ancora da finire ma che in effetti riporta già quanto mi interessa: "la IPERPOTASSEMIA" onde tranquillizzare chi assume il BICARBONATO DI POTASSIO:
Prima di procedere si consiglia di vedere un video molto esplicativo che aiuterà a capire il controsenso nel complesso:
http://www.dr-rath-alleanza.org/video/m ... torie.html

Sotto le CONTRINDICAZIONI DELLE PASTIGLIE DELLA PRESSIONE ALTA. Ma prima vediamo quale DANNO contribuisce a portare la TANTO AMATA bevanda che si vuole spacciare come "di tradizione" ma che in effetti è una "DROGA" "INSETTICIDA".
Dal BOLLETTINO AdN del 31 maggio 2002
«Due nuovi studi hanno mostrato che anche una sola tazzina di caffé è in grado di causare un temporaneo aumento della rigidità delle pareti arteriose. I ricercatori della scuola di medicina ad Atene, in Grecia, hanno esaminato gli effetti della caffeina su tre gruppi di persone: un primo gruppo con pressione del sangue normale, un secondo con lieve ipertensione, e un terzo con elevata pressione sanguigna. I ricercatori hanno fatto sapere, dai risultati avuti, che, se per tutti gli effetti temporanei dell’assunzione di caffé vi è comunque un innalzamento
della pressione e un irrigidimento delle pareti aortiche, il suo utilizzo, anche moderato, è assolutamente da evitare per chi ha già problemi di ipertensione. La ricerca sta continuando per conoscere gli effetti del consumo del caffé a lungo termine. Williams DeWitt, direttore del ministero della salute per la Chiesa Avventista del Nord America, ha aggiunto che l’uso diffuso, continuo e quotidiano del caffé nella società odierna ha indotto a credere che la caffeina fosse innocua. Da tempo sono stati scoperti, invece, tutta una serie di problemi di salute riconducibili al consumo di caffeina, fra i quali: aumento dei battiti irregolari del cuore, diminuzione dell’afflusso di sangue al fegato, aumento di colesterolo, interferenza con l’assorbi-mento di minerali importanti, come il ferro.
Si perde 1 milligrammo di calcio per ogni 10 milligrammi di caffeina consumati; considerando che una tazza di caffé forte contiene circa 103 milligrammi di caffeina, il danno è notevole. Il caffé può innalzare il tono psichico temporaneamente, ma a lungo termine lo deprime. Il suo consumo, non è stato solo associato a problemi di cuore, ma anche al cancro della vescica. Quelli che prendono due tazze di caffé al giorno raddoppiano il rischio di avere cancro alla vescica rispetto a quelli che non lo bevono."

http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... /caffe.htm

E' vero che la IPERTENSIONE è sotto controllo e la pressione sanguigna è regolare, ma a che prezzo?
Ecco una causa di TANTE INUTILI PATOLOGIE causate da questi MEDICINALI (CHIMICI) che si ingoiano per avere un risultato ingannevole.
E pensare che basta SMETTERE DI BERE IL CAFFE', un pò di ACIDO ASCORBICO PURO e un poco di costanza ad ingoiarlo quelle 3 o 4 volte la giorno, ma le pastiglie non le si ingoiano con costanza per ottenere un certo risultato? con l'aggiunta di NIACINA (vitamina B3)
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... hoffer.htm

per EVITARE tutte queste PATOLOGIE acquisite descritte sotto e per evitare il probabile ICTUS o INFARTO.
Descrizione di queste controindicazioni accertate:
AUMENTO DEI TRIGLIGERIDI: L'aumento dei trigliceridi nel sangue
"I trigliceridi sono degli esteri del glicerolo e formati da tre acidi grassi; per tal motivo, essi rappresentano quella parte di lipidi che viene assunta attraverso il regime alimentare. I trigliceridi sono sintetizzati in varie zone dell’organismo, tra cui ’intestino, fegato, tessuto adiposo, reni, ghiandole mammarie e muscoli. Generalmente l’accumulo dei lipidi avviene a livello del tessuto adiposo, ma sono anche inviati ai muscoli quando vi è una richiesta energetica. L’aumento dei trigliceridi nel sangue può essere dovuto ad un eccessivo consumo di alcool, dall’uso di alcuni farmaci (estro-progestinici) e da un regime ipercalorico. Una dieta ricca di carboidrati caratterizzata da zuccheri complessi a lenta digeribilità, infatti, causa un aumento dei trigliceridi nel sangue, poichè tali zuccheri non vengono assorbiti velocemente dall’intestino, ma captati dal fegato e convertiti in trigliceridi"
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... geridi.htm

Però NON SI DICE che UNA CAUSA è la PASTIGLIA DELLA PRESSIONE, VERO?
DIMINUZIONE DELLE HDL: Ecco come aumentare il colesterolo HDL
"Assodato tutto ciò, la domanda sorge spontanea: "Esiste un modo per aumentare il colesterolo HDL?". La risposta è positiva, anzi, a dirla tutta sono davvero molte le strade che possono portare ad un aumento dei livelli di colesterolo HDL. L'efficacia degli interventi che andremo ad analizzare è emersa nel corso di numerosi studi, che occorre comunque leggere attentamente tra le righe per evitare di abbandonarsi a facili entusiasmi."
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... obuono.htm

Però la PASTIGLIA DELLA PRESSIONE ne causa la DIMINUZIONE, VERO?
(colesterolo buono) Causando la "diminuzione delle HDL" fà aumentare il rapporto tra il colesterolo TOTALE e questo HDL il rischio è di INFARTI ed ICTUS. Ma questo diminuzione à causata da UNA PASTIGLIA.
Ecco la "BALLA" del COLESTEROLO TOTALE:
http://www.youtube.com/watch?v=-cA-dzKN8U4

IMPOTENZA: Disfunzione erettile: cause, sintomi e cure
"Che cosa è
La disfunzione erettile, che in passato veniva definita impotenza, è un disturbo caratterizzato dall’incapacità di ottenere e mantenere un’adeguata rigidità del pene durante la penetrazione, tanto da impedire un rapporto sessuale completo e soddisfacente.
Cause
All’origine del deficit erettile c’è spesso una combinazione di cause organiche e psicologiche.
Tra le prime, fattori di rischio importanti sono il diabete, il colesterolo alto, l’obesità, l’ipertensione e l’insufficienza cardiaca che interferiscono con il flusso sanguigno nei corpi cavernosi del pene, da cui dipende l’erezione.
Se associato anche a un calo del desiderio sessuale, il deficit può dipendere da una riduzione di testosterone nel sangue o a un aumento di prolattina.
Altri elementi responsabili possono essere traumi alla colonna vertebrale, esiti negativi di interventi alla prostata, malattie degenerative come il morbo di Alzheimer, il morbo Parkinson, la sclerosi multipla, la SLA."

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... otenza.htm

Però NON SI DICE che UNA CAUSA è la PASTIGLIA DELLA PRESSIONE, VERO?
VAMPATE: Vampate di calore in menopausa (che in questo caso sono causate NON DALLA MENOPAUSA ma da una "PASTIGLIA CHIMICA")
"Le vampate di calore sono uno dei sintomi più conosciuti, odiati e temuti della menopausa. Spesso la loro comparsa viene colta come un preoccupante segno del tempo che passa, fino a diventare sinonimo dell'incombente perdita di fertilità.
Questo genere di disturbo interessa mediamente il 70% delle donne e, sempre in linea generale, inizia a presentarsi intorno ai 47-48 anni d'età, insieme alle prime, importanti, variazioni del ciclo. Da questo momento in poi le vampate di calore accompagneranno la vita della donna per almeno tre o quattro annate. Ciò non toglie, ovviamente, che il fenomeno possa presentarsi anche prima di questa età, già a cavallo tra la terza e la quarta decade di vita. In modo particolare, le vampate si fanno generalmente più intense e fastidiose quando il temuto momento arriva anzitempo (si parla in questo caso di menopausa prematura, che può essere naturale o conseguenza diretta dell'asportazione chirurgica delle ovaie o di una terapia antitumorale).
Disturbo tipico del climaterio, le vampate sono causate dall'irregolarità dei livelli di estrogeni e raggiungono il loro picco nei mesi successivi all'ultimo ciclo mestruale, salvo poi attenuarsi gradualmente dopo uno o due anni"

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... ampate.htm

Però NON SI DICE che UNA CAUSA è la PASTIGLIA DELLA PRESSIONE, VERO?
Ed ora ecco quanto vorrei sottolineare..............................................................
IPERPOTASSEMIA: IPERKALIEMIA O IPERPOTASSIEMIA DA FARMACI
"L’iperkaliemia, definita come una concentrazione plasmatica di K superiore a 5 mmol/l, è associata al rischio di gravi aritmie cardiache (specialmente aritmia ventricolare e arresto cardiaco) e di disturbi muscolari, inclusa debolezza e paralisi.
I farmaci principalmente sospettati di dare un innalzamento della potassiemia sono:
* gli ACE-inibitori,
* gli antagonisti del recettore dell’angiotenisna (i sartani),
* i diuretici risparmiatori di potassio (soprattutto lo spironolattone),
* i slai di K e le eparine. Il rischio aumenta associando lo spironolattone con gli ACE-inibitori.
FARMACI CHE CAUSANO IPERKALIEMIA
Farmaci che alterano il passaggio transmembrana del K:
* Beta-bloccanti
* Digossina
* Soluzioni iperosmolari (mannitolo, glucosio)
* Suxametonio
* Aminoacidi cationici per via endovenosa."

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... ssemia.htm

Quindi sono i farmaci contenuti nella PASTIGLIA INCRIMINATA che causano IPERKALIEMIA e che si possono rilevare nella tabella sotto sono che sono:
"Beta bloccanti
I beta bloccanti agiscono sui recettori adrenergici beta diminuendo l’azione di adrenalina e noradrenalia, rilassando la muscolatura vascolare, riducendo la frequenza cardiaca e il fabbisogno di ossigeno. Gli effetti collaterali sono iperinsulinemia, intolleranza al glucosio, aumento dei trigliceridi, diminuzione delle HDL, intolleranza all’esercizio, impotenza.
ACE inibitori
L’angiostensina viene formata quando il rene riceve un segnale di dover aumentare la pressione. Gli ACE inibitori prevengono o riducono la produzione di angiotensina ed impediscono la sua azione di vasocostrizione. Effetti collaterali sono ipercaliemia, tosse e angioedema"

Quindi UNA CAUSA o più CAUSE è la PASTIGLIA DELLA PRESSIONE, VERO?
Questo l'articolo che riporta la notizia:
Il trattamento multimodale dell'ipertensione
"di Filippo Ongaro
CATEGORIE: Medicina preventiva
Introduzione
Le stime più recenti indicano che in Italia il 21% degli uomini e il 24% delle donne sono ipertesi. Questo si traduce in oltre 10 milioni di persone affette. Le gestione farmacologica della pressione arteriosa è meno efficace di quello che si pensa e numerosi studi hanno dimostrato come una buona parte dei soggetti trattati sia comunque esposta a livelli pressori elevati oltre che agli effetti collaterali dei farmaci assunti. Questi dati considerano valori target 140/90 mmHg anche se oggi è noto che i valori ottimali di pressione, quelli cioè in cui la persona ha una probabilità minore di sviluppare danni circolatori, si aggirano invece sui 120/80mmHg. Se prendessimo questi come i livelli sopra i quali considerare una persona ipertesa, l’ipertensione riguarderebbe purtroppo la stragrande maggioranza della popolazione adulta.
Cos’è l’ipertensione
La pressione sanguigna è la misurazione della forza esercitata dal sangue mentre scorre nelle arterie. Una pressione elevata è la conseguenza di un’eccessiva forza sulla parete arteriosa che a lungo andare crea un danno a livello endoteliale. La forza esercitata dal sangue viene misurata in 2 fasi: quando il cuore si contrae (pressione sistolica o massima) e quando il cuore si rilassa (pressione diastolica o minima). Un aumento della pressione può essere causato da alcune patologie sottostanti tra cui per esempio l’iperaldosteronismo, la sindrome di Cushing o il feocromocitoma. Tuttavia oltre il 90% dei casi di ipertensione è definito essenziale, di cui cioè non si conosce l’origine.
Il problema centrale dell’ipertensione è legato al danno a livello dell’endotelio, lo strato interno delle arterie. Le arterie sono fatte di 3 strati:
• Strato esterno? tessuto connettivo che da supporto agli altri 2 strati
• Strato intermedio? tessuto muscolare liscio che si contrae e rilassa per facilitare la circolazione e regolare la pressione arteriosa
• Strato interno? detto endotelio è costituito da un sottile strato di cellule che mantengono l’integrità dell’arteria stessa, regola la coagulazione del sangue in caso di danno, comunica con lo strato muscolare ed evita la penetrazione di lipoproteine come le LDL nello strato intermedio
Quando l’endotelio viene dannegiato si crea un inspessimento dell’arteria stessa e si innesca un processo di riparazione del danno con accumulo di LDL e trigliceridi che in definitiva forma la placca aterosclerotica. Ipertensione e disfunzione endoteliale sono dunque strettamente associate e portano ad un irrigidimento delle arterie che non sono più in grado di contrarsi e dilatarsi efficacemente. Questa rigidità del sistema porta ad uno stress aggiuntivo sul cuore con possibile ipertrofia ventricolare sinistra e danni a livello di vari organi.
I limiti del trattamento convenzionale dell’ipertensione
Oggi il medico ha a disposizione una lunga serie di farmaci per ridurre la pressione arteriosa. Questi farmaci nella migliore delle ipotesi riducono la pressione ma non aiutano a ripristinarne una corretta regolazione. Cioè la pressione si abbassa per via del farmaco ma il sistema di regolazione della pressione viene in sostanza spento.
TABELLA 1: I farmaci usati nel trattamento dell’ipertensione
CLASSE FARMACO
MECCANISMI DI AZIONE ED EFFETTI COLLATERALI
Diuretici tiazidici
giscono sul rene aumentando l’eliminazione di sodio e acqua attraverso l’urina. Con meno fluidi nel corpo, il volume ematico diminuisce e la pressione scende. Gli effetti collaterali sono impotenza, iperinsulinemia e intolleranza al glucosio, gotta, iperpotassemia, iponatriemia.
Beta bloccanti
I beta bloccanti agiscono sui recettori adrenergici beta diminuendo l’azione di adrenalina e noradrenalia, rilassando la muscolatura vascolare, riducendo la frequenza cardiaca e il fabbisogno di ossigeno. Gli effetti collaterali sono iperinsulinemia, intolleranza al glucosio, aumento dei trigliceridi, diminuzione delle HDL, intolleranza all’esercizio, impotenza.
ACE inibitori
L’angiostensina viene formata quando il rene riceve un segnale di dover aumentare la pressione. Gli ACE inibitori prevengono o riducono la produzione di angiotensina ed impediscono la sua azione di vasocostrizione. Effetti collaterali sono ipercaliemia, tosse e angioedema.
Angiotensin II receptor blockers (ARBs)
Sono simili agli ACE inibitori ma invece di bloccare l’enzima che forma l’angiotensina, bloccano l’effetto dell’angiotensina stessa legandosi a dei recettori specifici (AT1). Gli effetti collaterali includono mal di testa, stordimento, diarrea, sapore metallico.
Calcio antagonisti
Agiscono sul trasporto del calcio nelle cellule del cuore e dei vasi provocando un rilassamento vascolare. Non vanno usati in pazienti che hanno avuto un infarto o uno scompenso cardiaco e gli effetti collaterali comprendono stitichezza, gonfiore delle gambe, vampate, mal di testa
Alfa bloccanti
Bloccano selettivamente i recettori alfa della muscolatura liscia dei vasi rendendoli insensibili alle catecolamine. Il rischio principale è la perdita di regolazione pressoria ortostatica (quando ci si alza in piedi) e non vanno usati in persone che sono a rischio di insufficienza cardiaca congestizia.
Come si vede sopra nessuno dei farmaci esistenti interviene migliorando la regolazione pressoria ma al contrario sopprimendola. Che il medico scelga un diuretico, un agente per ridurre la portata cardiaca o per dilatare i vasi non fa una grande differenza in termini fisiopatologici in quanto ciascuno di questi farmaci fa scattare molteplici risposte a cascata creando molti effetti che vanno al di là di quello ricercato."

...ed altro ancora.....................
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... tiglia.htm

Quindi questa IPERPOTASSEMIA NON è causata da assunzione di POTASSIO per chi ingoia ACIDO ASCORBICO in alte dosi, poichè in questo caso, ecco cosa succede:
"Ogni nostra cellula possiede un equilibrio fra il suo interno ed il suo esterno che si fonda sulla stabilità del potenziale di membrana e sulla regolarità del meccanismo della pompa sodio-potassio.
Tutti gli elementi leggeri (almeno 21) sono essenziali per la vita. Di questi in particolare sono quattro quelli fondamentali: Sodio, Potassio, Calcio e Magnesio.
L'individuo sano possiede:
- tutti gli elementi necessari nella giusta quantità
- un regolare potenziale di membrana e un regolare funzionamento della pompa sodio-potassio
- un sistema immunitario integro ed efficiente
Nell'organismo sano, secondo necessità, si producono, per azione degli enzimi, delle trasmutazioni di un elemento in un altro: il calcio in potassio o in magnesio, il sodio in potassio o magnesio, il magnesio in calcio, il potassio in calcio ecc.. In particolare, l'equilibrio della pompa sodio-potassio è salvaguardato dagli ascorbati dei quattro elementi, cioè dalla salificazione di questi ultimi operata dall'acido ascorbico.
L'organismo equilibrato è in grado di mantenere attivo questo processo e di conseguenza il sistema immunitario preposto a combattere ogni forma di aggressione. Essendo gli alimenti la fonte di approvvigionamento degli elementi necessari a produrre gli ascorbati, ed essendo i cibi odierni più poveri ed adulterati ed inquinati, essi stessi sono causa o concausa di tante patologie."

http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... nzione.htm

MA UNA DELLE CAUSE MAGGIORI E' LA PASTIGLIA DELLA PRESSIONE ALTA "IPERTENSIONE.
Quindi si può determinare che questa "PASTIGLIA" và a SCOMBUSSOLARE quell'equilibrio PERFETTO, descritto sopra, del CORPO UMANO che MADRE NATURA e l'EVOLUZIONE hanno reso determinate per la sua BUONA salute nel TEMPO, causando MALATTIE, SOFFERENZE e MORTE. PERCHE'?

La conferma si ha da questo post di una persona sul forum Forum Salute:
"Mandrake
Junior Member
Località: Sicilia
iperpotassemia
"""Ho 74 anni da oltre 15 anni soffro:
> -di una leggera insufficienza renale cronica(mediamente la creatinina
> oscilla da 1,2 a 1,4)
> -di ipertensione (ben controllata farmacologicamente);
> -ipercolesterolomia familiare (controllata)
> -ostruzione de 40% alla carotide dx per placca calcificata
> -Gastrite conEsofagite da reflusso;
> -diverticolosi diffusa del colon con poliposi.
> La terapia che da anni faccio è:
> lansox da 15 mg.
> al mattino compressa di triatrec da 2,5
> a mezzogiorno una compressa di isoptin da 180mg;e una cardioaspirina
> a cena una compressa di quark da 5mg
> prima di andare a letto una compressa di totalip da 40 mg.
> una cp due volte alla settimana di ROCALTROL da 0,50 mg.
>
> Periodicamente mi sottopongo alle visite di routine relative alle mie
> conclamate patologie ed ogni 3 mesi agli esami di laboratorio.
> La mia dieta è quella mediterranea varia,equilibrata e di massima tengo
> conto da non consumare non più di 19-21 g di proteine giornaliere. Faccio
> dello sport giornaliero: d'estate un'ora di nuoto al giorno e d'inverno
> un'ora di cyclet al giorno. Cammino quasi sempre a piedi.
>
> IL FATTO:
>
> Oggi mi sono sottoposto agli esami periodici e dopo 2 ore dal prelevamento
> sono stato contattato dal laboratorio di analisi per avvertirmi che avevo
> il potassio molto elevato 6,6 su 5,5 liv.max. Negli stessi esami la
> creatinina è di 1,4 e la clrarance della creatinina endogena è:
> densità urinaria 1014
> creatinina/100 ml di siero 1,40 mg %
> creatinina/100 ml di urina 74 mg %
> ml di urina/24 ore 2050
> valore della clearance 75 ml/min (v.n.uomo 70-140 ml/min)
> proteine urinarie: assenti
> Domando:
> se la mia dieta non ha subito variazione sostanziali,
> se la terapia è sempre la stessa,
> se il mio stile di vita non è cambiato
> a cosa può essere addebitato questo improvviso rialzo del potassio? e cosa
> devo fare per riportarlo nella norma se il valore dovesse essere
> confermato dall'esame che ho programmato unitamente ad una visita
> cardiologica con elettrocardiogramma ? Molte Grazie e cordiali saluti"""

Come si può vedere dall'originale, NON HA AVUTO nessuna risposta.
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... oiperb.htm

Spero di essermi SPIEGATO.
ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mar gen 22, 2013 7:09 pm

Sulle CONTROINDICAZIONE della "PASTIGLIA DELLA PRESSIONE", riporto ora la conferma di un dottore:

Tutti i mali della medicina ufficiale descritti da un medico
Sono un chirurgo ortopedico con circa vent’anni di professione (quindici in ospedale), svolti nella continua ricerca di terapie efficaci. Ho passato parecchio del mio tempo allo studio sulle strategie terapeutiche e dei nuovi farmaci, a volte provandoli su me stesso per saggiarne l’efficacia....

Ho raggiunto degli obiettivi di rilievo, sapendo, alla fine, di poter ottenere ciò che volevo. Ma la conquista più importante ottenuta è l’aver capito che la “medicina ufficiale” è falsa ed è solo strumento di potere delle Multinazionali della Salute.
Noi medici siamo plagiati, fin dall’inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di “professori” che hanno il solo interesse di lasciarci nell’ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto.

Da molto tempo mettevo in discussione la “medicina ufficiale” in quanto incapace di curare le malattie, al massimo poteva lenire i sintomi apparenti spostandoli su altri organi. Ed è proprio su questo equivoco che si basa tutta la piramide della “medicina della malattia”. Se la malattia “A” ha come sintomi - x, y, z - , sopprimendoli si ritiene che il paziente sia guarito. Non interessa che, come conseguenza, si sia sviluppata la malattia “B” con i sintomi - j, k, w - in quanto avremo il farmaco per bloccare anche questi ultimi, e così via. Non si capisce, o non si vuole capire, che la malattia “B” è solo l’espressione del blocco della malattia “A”, cioè di un meccanismo di difesa dell’organismo che cerca una nuova via per disintossicarsi. In definitiva, come dice Tilden, le malattie non sono altro che sintomi di un’unica malattia: la tossiemia.

Ho vissuto in prima persona il dramma di un bambino di undici anni, affetto da linfoma non-Hogkin. La letteratura internazionale parla di sopravvivenza dell’80% con i nuovi protocolli chemioterapici, notizia molto confortante anche per me che vivevo per la prima volta da vicino questa esperienza. L’equivoco, questa volta, si gioca sul fatto che se il paziente muore anche dopo un mese per insufficienza renale o epatica, superinfezioni, ecc. provocati chiaramente dalla chemio, per la statistica non è morto di linfoma!

Ritornando al bambino, questi fu sottoposto per diciotto mesi a dosi massive di chemioterapia ed irradiazioni total-body, per cui i periodi che non faceva terapia, rimaneva in ospedale per curare gli effetti devastanti della chemio. Il suo ultimo mese di vita lo ha passato paralizzato nel letto, intontito dagli stupefacenti e quasi cieco.

A cosa è servito tutto ciò? Come si può pensare di eliminare i pidocchi da una persona dandole fuoco?
Questa triste esperienza è stata per me fondamentale in quanto mi ha definitivamente risvegliato la consapevolezza e, grazie anche all’aiuto delle persone dell’ASSOCIAZIONE S.U.M. - Stati Uniti del Mondo - (di cui oggi sono membro), ho compreso che si deve agire sulle cause per risolvere ogni problema.

Il concetto, quindi, di SALUTE non è, la non-malattia come ritiene la medicina ufficiale, ma è un perfetto equilibrio tra mente e corpo (mens sana in corpore sano). D’altronde non si spiega perché un farmaco non abbia la stessa azione in tutte le persone o una infezione non colpisca tutti i soggetti esposti. Ci deve essere una variante molto importante!

Ultimamente ho sentito dire da alcuni autorevoli (!) colleghi che una terapia è efficace se dà almeno il 55-60% di risultati positivi, vale a dire all’incirca la stessa percentuale dell’astensione al trattamento! Se un’auto non frena le vengono sostituiti i freni e per tutte le auto che hanno lo stesso problema il rimedio è lo stesso. Se una persona ha mal di testa, non è detto che prendendo un antalgico possa passare il dolore!

Quindi ci deve essere una seconda variante che interferisce sul processo di guarigione. È la Mente. Mentre il Corpo lo curiamo con una sana alimentazione, disintossicandolo e dandogli i supporti necessari per reagire alle aggressioni esterne (radiazioni, inquinamenti, ecc), la Mente la preserviamo stando in pace con noi stessi e con gli altri, amando Tutto e Tutti, senza fare differenze e mettendosi veramente al posto dell’altro. Solo dal perfetto equilibrio tra Mente e Corpo scaturisce la Salute.

Sono stato operato un anno fa di lobectomia tiroidea per ipertiroidismo (!) e condannato, come d’altronde è la regola, a prendere l’Eutirox a vita. Nonostante seguissi scrupolosamente le indicazioni datemi, continuavo a soffrire di dolori muscolari agli arti e di astenia (considerate che avevo smesso di fumare da oltre un anno proprio perché soffrivo di dolori agli arti).

Cambiando dentro sono cambiato fuori, ho modificato completamente la mia alimentazione (eliminando la carne e gran parte delle proteine animali, immettendo sostanze essenziali e non raffinate, combinando bene gli alimenti), ho eliminato completamente l’Eutirox e gli altri medicinali, rivolgendomi alle sostanze naturali.

Il risultato è stato la scomparsa dei dolori muscolari e la normalizzazione dei valori ematici non solo tiroidei.

Ho sempre sofferto di influenza e raffreddore frequenti specie nella stagione invernale, e mi è stato sempre obiettato che ero un soggetto “linfatico” perché nato pretermine e quindi non avevo sviluppato bene il sistema immunitario! Oggi io non soffro più di raffredore o influenza, anche stando a contatto con soggetti influenzati, io non prendo più niente (…ma allora la teoria sui germi di Pasteur forse non è molto esatta!!) e mi sento pieno di energia e vitalità.

Soffrivo di “verruche piane” al volto che ho trattato con crioterapia ripetutamente senza grossi risultati. Dopo sei mesi di “giuste abitudini alimentari” non è più presente alcuna verruca.

Perché nel popolo americano vi è una alta incidenza di infarto da ipercolesterolemia mentre nel popolo giapponese è bassissima? Perché nei paesi più industrializzati è in crescente aumento il diabete mentre nei cosiddetti paesi sottosviluppati è pressoché assente? È lampante che la variabile è l’alimentazione, ma i padroni della Sanità non lo dicono, raccontandoci la favola della genetica e della predisposizione familiare! Infatti si è visto con il fenomeno dell’emigrazione cambiare, nell’ambito della stessa razza, l’incidenza delle malattie.

Penso che non ci siano dubbi sulla veridicità di queste mie dichiarazioni, che provengono da una mente estremamente razionale e che si è sempre mossa nei canoni della scienza e della ricerca. Tutto è ulteriormente avvalorato dal fatto che, tengo a sottolineare, ho parecchi anni di professione, svolti sempre attivamente ed ho raggiunto obiettivi ragguardevoli, almeno secondo i canoni della Medicina Ufficiale.

C’è tanta gente che non vuole cambiare le proprie abitudini sbagliate; ma c’è tanta altra gente che è alla ricerca di qualcosa di concreto e di vero e noi gli daremo il nostro aiuto a percorrere la strada della Sanità e della Consapevolezza.

Dr. Giuseppe De Pace
(ortopedico ospedaliero)

Fonte: Frontelibero
Pubblicato da BioregionalismoTreia a 02:09
Invia tramite email
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... ottore.htm
ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » gio gen 24, 2013 12:07 am

Chiedo scusa se mi permetto. Leggo con piacere questa confessione sincera e realistica, poichè non è facile averla da una persona che ha vissuto in un certo ambiente, giorno per giorno, scoprendo piano piano i lati negativi di questo ambiente per poi dichiarare:
" Ma la conquista più importante ottenuta è l’aver capito che la “medicina ufficiale” è falsa ed è solo strumento di potere delle Multinazionali della Salute.".
Altro fatto che mi ha colpito è questo:
"Se la malattia “A” ha come sintomi - x, y, z - , sopprimendoli si ritiene che il paziente sia guarito. Non interessa che, come conseguenza, si sia sviluppata la malattia “B” con i sintomi - j, k, w - in quanto avremo il farmaco per bloccare anche questi ultimi, e così via. Non si capisce, o non si vuole capire, che la malattia “B” è solo l’espressione del blocco della malattia “A”, cioè di un meccanismo di difesa dell’organismo che cerca una nuova via per disintossicarsi.".
Questo concetto appoggia pienamente quanto ho scoperto sulla tanto CONCLAMATA "PASTIGLIA DELLA PRESSIONE", ingoiata da moltissime persone spaventate da un traguardo poco edificante "morte per infarto o ictus", le quali sono prescritte per guarire la malattia "A" ma che, come conseguenza, sviluppano le malattie "B", "C", "D", "E", ecc. in quanto sono previste altre cure anche per queste malattie.
Ecco cosa recita questa pagina:
"E' vero che la IPERTENSIONE è sotto controllo e la pressione sanguigna è regolare, ma a che prezzo?
Ecco una causa di TANTE INUTILI PATOLOGIE causate da questi MEDICINALI (CHIMICI) che si ingoiano per avere un risultato ingannevole.
E pensare che basta SMETTERE DI BERE IL CAFFE', un pò di ACIDO ASCORBICO PURO
e un poco di costanza ad ingoiarlo quelle 3 o 4 volte la giorno, ma le pastiglie non le si ingoiano con costanza per ottenere un certo risultato? con l'aggiunta di NIACINA (vitamina B3)"
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... hoffer.htm

che si trova su questo link:
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... tiglia.htm

Ho letto anche:
"Solo dal perfetto equilibrio tra Mente e Corpo scaturisce la Salute"
che mi permetto di contestare. Questo lo faccio in quanto mi guardo intorno e vedo TANTI ANIMALI dei quali io faccio parte,che vivono BENE ED IN SALUTE, e questo lo dico in quanto NON HANNO NE' DOTTORI, NE' MEDICINE (CHIMICHE), NE' CASE FARMACEUTICHE e neppure le invenzioni dell'HOMO SAPIENS come i raggi x, mammografia, ecografia, tac, risonanza magnetica ecc., eppure vivono la loro vita in perfetta salute. Se così non fosse si sarebbero già TUTTI estinti da chissà quanto tempo. Mentre invece NON E' COSI' ma penso che non lo sia neppure perchè hanno questo "equilibrio perfetto" come citato ma un qualcosa di più che non sia mentale, ma fisico e portato dall'ALIMENTAZIONE.
Poco sopra ho parlato di ACIDO ASCORBICO PURO. Ora sappiamo per certo che, a TUTTI gli animali del mondo il loro fegato o i reni gli producono questo ACIDO ASCORBICO PURO, METABOLITA per loro, ma che per l'HOMO SAPIENS è un ALIMENTO. Ecco la pagina che lo conferma e che recita:
"Tutti gli animali infatti producono nel fegato diversi grammi di vitamina C ogni giorno, tranne l'uomo e la scimmia che hanno smesso quando hanno cominciato a nutrirsi di grandi quantità di frutta, in epoca preistorica. Poi però è arrivata l'agricoltura: abbiamo smesso di mangiare tantissima frutta e, da allora, ci ritroviamo senza saperlo vittime di una carenza cronica di vitamina C".
http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... s/qui2.htm

"Domanda: Ma non basta la Vitamina C contenuta negli alimenti?
Risposta: Il ricercatore Irwin Stone, nel 1965, rilevò che gli esseri umani e altri primati come la scimmia rheus, non sanno sintetizzare la Vitamina C e la richiedono come vitamina integrativa. Una volta che una specie ha perso tale capacità di produrla autonomamente, essa dipende, per la sua esistenza, dalla possibilità di trovarla nel cibo a disposizione. Però, visto che la maggior parte delle specie animali non hanno perso questa capacità (ad esclusione dell’uomo), significa che la quantità di acido ascorbico generalmente presente nel cibo non è sufficiente a fornire la dose ottimale".

http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... s/qui1.htm

Ho scoperto poi che nello SPERMA maschile di TUTTI gli animali del mondo che, Madre Natura ha progettato all'inizio del mondo pensando alla continuazione della specie onde VEICOLARE, ALIMENTARE, CONSERVARE e AIUTARE nel loro viaggio verso l'OVOLO gli SPERMATOZOI, è in maggior percentuale l'ACIDO ASCORBICO con altri ALIMENTI. Ho pensato allora che tutto questo non è un caso poichè sono certo che Madre Natura non ha fatto NULLA PER CASO. Ecco cosa dice questa pagina:
"Con quanto sopra abbiamo dimostrato che lo SPERMA, di qualsiasi animale, contiene in maggior quantità:
ACIDO ASCORBICO, selenio, potassio e magnesio
"Faccio notare che questi quattro alimenti fanno parte della MIA e nostra integrazione fatta per anni ed iniziata nel 1992, senza interruzione ottenendo quei risultati visibili da TUTTI. Ora mi chiedo "SARA' UN CASO che personalmente ogni giorno sono al TOP sia di FISICO che di MEMORIA?" cosa ne dite voi? Vorrei specificare in che forma assumo e precisamente: l'ACIDO ASCORBICO PURO, il SELENIO in pastiglie, il POTASSIO BICARBONATO ed il MAGNESIO CLORURO."
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... sperma.htm

CHIEDO ANCORA SCUSA, MA, A PARTE VORREI RICORDARE A TUTTI CHE IL NOSTRO CORPO, COME IL CORPO DI OGNI ESSERE VIVENTE, E' PREPARATO PER CONIUGARE UNA PAROLA MOLTO IMPORTANTE: LA """AUTOGUARIGIONE""" CHE PURTROPPO L'HOMO SAPIENS O NON VUOLE RICORDARE O NON GLI CONVIENE RICORDARE CAUSA IL RITORNO PERSONALE. QUESTO FATTO LO DIMOSTRA OGNI ESSERE VIVENTE CON LA """EVOLUZIONE""" PERO' PER FARE QUESTO HA BISOGNO DI TUTTI QUEGLI ALIMENTI CHE GIA' NE FORMANO IL COMPLESSO. ED ECCO PERCHE' PERSONALMENTE, AVENDOLO CAPITO, MI DO' DA FARE PER FORNIRGLIELI ALLA "GRANDE" E MANGIANDO OGNI ALIMENTO NATURALE ED EVITANDO GLI ALIMENTI INDUSTRIALI PROPOSTI DAI VARI SUPERMERCATI E I VARI RISTORANTI TIPO MCDONALDS. E' LOGICO CHE EVITO OGNI ALIMENTO CHIMICO, COME TUTTO DELLA SOIA A COMINCIARE DAL LATTE DI SOIA E LE DROGHE, COME IL CAFFE' ED IL TE' ED ANCORA EVITANDO LA MARGARINA CHE E' CHIMICA E MANGIANDO IL "BURRO" DI CUI HANNO SEMPRE MANGIATO I NOSTRI AVI CHE IN QUESTO MODO SONO RIUSCITI A DARMI LA VITA, DATA LA "EVOLUZIONE". SE SI RIESCE A CAPIRE QUESTO, E' PERFETTAMENTE INUTILE CHE SI CONTINUI A PARLARE ED INGOIARE QUESTI "prodotti chimici (medicine)" LO SCRIVO PICCOLO IN QUANTO SOLO QUESTO E' IL LORO VALORE E CHE PIANO PIANO (SE SI CAPISCE IL CONCETTO E SI OTTIENE LA GIUSTA INFORMAZIONE) SI ARRIVA ALLA CERTEZZA CHE SERVONO SOLO A FARE DANNI. NON PARLIAMO POI DELLE VARIE "pratiche tribali dei nostri dottori" CON LE VARIE ASPORTAZIONI DI PARTI DI CUI MADRE NATURA E L'EVOLUZIONE CI HANNO FORNITO PER IL BUON FUNZIONAMENTO DI OGNI CORPO, SENZA PREOCCUPARSI MINIMAMENTE DELLE CONSEGUENZE DEL LORO ATTO VANDALICO. COME IL SOLITO PERO', TANTO, LE "SOFFERENZE" SONO SOLO DI CHI SUBISCE ED INVECE A CHI HA FATTO IL FATTO IL PIU' DELLE VOLTE E' "GLORIA ED INCENSO" COME AD UN dio, O NO?
Su questa pagina la mia ESPERIENZA di 20 anni che è fatta su questi ALIMENTI che sono parte essenziale del mio corpo, quindi del corpo di TUTTI gli animali del mondo, che danno poi alla MENTE quello che è necessario e ad essa DOVUTO per vivere INSIEME una VITA DI SALUTE come è per TUTTI gli animali del mondo, ma che smentisce il generico
"Solo dal perfetto equilibrio tra Mente e Corpo scaturisce la Salute".
http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... ettura.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven gen 25, 2013 6:46 pm

Ciao, mi è stato segnalato da Spiderman questo ALIMENTO che per il nostro corpo è un ALIMENTO. Lo dimostrano le popolazioni asiatiche che questo ALIMENTO lo ingoiano, quasi in ogni piatto, ottenenedone quei risultati che si elencano sotto. Personalmente con Franca ne stiamo prendendo una capsula da 500 mg. ogni mattina, come prevenzione, non avendo l'abitudine di usarla nei cibi.
Per arrivare alle proprietà BENEFICHE della CURCUMA, dobbiamo partire da quanto ci dice lo SCIENZIATO Dr. Dwight Lundell. Egli spiega BENE che ogni nostra MALATTIA è causata dalla SOLA INFIAMMAZIONE della parte, interna od esterna che sia. Ora dopo aver controllato ed eventualmente MODIFICATO LA NOSTRA DIETA secondo il suo consiglio, dobbiamo agire sulle eventuali INFIAMMAZIONI IN ATTO (MALATTIE e DOLORI) e quindi sapendo che la CURCUMA è il miglior ANTINFIAMMATORIO al mondo sostituendo i MICIDIALI antinfiammatori, come descritto sotto, oltre che essere ancora migliore del cortisone, ingoiandone il NECESSARIO, secondo esperienza.

lo trovi sempre su questo link:
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... urcuma.htm

Il Dr. Dwight Lundell è stato a capo del personale e Primario di Chirurgia all’Heart Hospital Banner, Mesa, AZ. Il suo studio privato, Cardiac Care Center si trova a Mesa, AZ. Recentemente il dottor Lundell ha abbandonato la pratica chirurgica per concentrarsi sul trattamento nutrizionale delle malattie cardiache. Egli è il fondatore della Healthy Humans Foundation che promuove la salute umana con particolare attenzione su come aiutare le grandi aziende a promuovere il benessere. Egli è anche l'autore di The Cure for Heart Disease e The Great Cholesterol Lie.

...a proposito di COLESTEROLO scopriamo che:
"Un cardiochirurgo di fama mondiale ci illumina su ciò che provoca realmente le malattie cardiache."
1 marzo 2012


"Noi medici con tutta la nostra formazione, la conoscenza e l'autorità spesso acquisiamo un ego piuttosto grande che tende a rendere difficile ammettere che abbiamo torto. Così, eccomi qui. Ammetto di aver sbagliato. Da cardiochirurgo con 25 anni di esperienza, dopo aver effettuato oltre 5.000 interventi chirurgici a cuore aperto, oggi è il mio giorno per riparare al torto fatto come medico e scienziato.
Ho studiato per molti anni con altri medici importanti etichettati come "opinion makers" (autorità del settore). Bombardati continuamente dalla letteratura scientifica, frequentando seminari di formazione, noi professionisti, abbiamo insistito che le malattie cardiache sono semplicemente il risultato della presenza di colesterolo nel sangue."
.......e dice ancora:
"In poche parole, senza un’infiammazione presente nel corpo, non c'è modo che il colesterolo si accumuli sulla parete del vaso sanguigno causando così malattie cardiache e ictus.
Senza l'infiammazione, il colesterolo è libero di muoversi in tutto il corpo come natura vuole. E' l'infiammazione che causa l’accumulo di colesterolo.
L'infiammazione non è una cosa complicata - è semplicemente una difesa naturale del corpo ad un invasore estraneo, come tossine, batteri o virus. Il processo di infiammazione è perfetto nel modo in cui protegge il corpo da questi invasori batterici e virali. Tuttavia, se esponiamo frequentemente il corpo ai danni da tossine o alimenti che il corpo umano non è stato progettato per elaborare, si verifica una condizione chiamata infiammazione cronica. L'infiammazione cronica è nociva tanto quanto l'infiammazione acuta è benefica."
"Quale persona ragionevole vorrebbe intenzionalmente esporsi ripetutamente ad alimenti o altre sostanze che sono note per causare lesioni al corpo? Beh, forse i fumatori, ma almeno hanno fatto questa scelta volontariamente.
Il resto di noi ha semplicemente seguito i consigli della dieta tradizionale a basso contenuto di grassi e ad alto contenuto di grassi polinsaturi e carboidrati, non sapendo che stavamo causando lesioni ripetute ai nostri vasi sanguigni. Queste lesioni creano un’infiammazione cronica che porta a malattie cardiache, ictus, diabete e obesità.
Lasciatemelo ripetere: le lesioni e l'infiammazione dei nostri vasi sanguigni sono causate dalla dieta a basso contenuto di grassi raccomandata per anni dalla medicina tradizionale.
Quali sono i maggiori colpevoli dell’infiammazione cronica? Molto semplicemente, sono il sovraccarico di carboidrati semplici e altamente trasformati (zucchero, farina e tutti i prodotti derivati) e l'eccessivo consumo di omega-6, oli vegetali come soia, mais e girasole, che si trovano in molti alimenti trasformati.
Provate a pensare di strofinare ripetutamente con una spazzola rigida la nostra pelle morbida finché non diventa tutta rossa e quasi sanguinante. Pensate di fare questo più volte al giorno, tutti i giorni per cinque anni. Se si potesse sopportare questa dolorosa spazzolatura, si arriverebbe ad avere un’area gonfia, sanguinante e
infetta che si aggrava dopo ogni ripetuto attacco. Questo è un buon modo per visualizzare il processo infiammatorio che potrebbe essere in corso nel vostro corpo in questo momento.
Il processo infiammatorio è lo stesso, indipendentemente da dove avviene, esternamente o internamente. Io ho guardato dentro migliaia e migliaia di arterie. La parete di un’arteria malata fa pensare proprio a qualcuno che la abbia ripetutamentestrofinata con una spazzola. Più volte al giorno, ogni giorno, i cibi che mangiamo creano piccole ferite che si aggiungono a ferite, stimolando l'organismo a rispondere in modo continuo all'infiammazione.
Mentre noi assaporiamo il gusto di un dolce appena cotto, il nostro corpo risponde in modo allarmante, come se un invasore straniero fosse arrivato a dichiarare guerra. Gli alimenti carichi di zuccheri e carboidrati semplici o elaborati con oli omega-6 per la lunga conservazione, sono stati il pilastro della dieta americana per sei decenni. Questi alimenti hanno lentamente avvelenato tutti.
Come mai mangiando un semplice dolce l’infiammazione aumenta fino a farti male?
Immaginate di versare dello sciroppo sulla vostra tastiera e di avere una visuale di ciò che avviene all'interno. Quando consumiamo carboidrati semplici come lo zucchero, lo zucchero nel sangue aumenta rapidamente. In risposta, il pancreas secerne insulina il cui scopo primario è quello di guidare lo zucchero in ogni cellula in cui c’è fabbisogno di glucosio. Se la cellula è piena e non necessita di glucosio, lo zucchero in eccesso viene respinto per evitare di inceppare il meccanismo.
Quando le cellule già sature rifiutano il glucosio extra, lo zucchero nel sangue aumenta, viene prodotta più insulina e il glucosio viene convertito in grasso immagazzinato.
Cosa ha a che fare tutto questo con l’infiammazione? Il livello di glucosio viene controllato in un intervallo molto breve. Le molecole di zucchero in eccesso si uniscono ad una varietà di proteine che a loro volta vanno a colpire la parete del vaso sanguigno. Questo danno ripetuto alla parete del vaso sanguigno scatena l’infiammazione. Quando si supera il livello di zuccheri nel sangue più volte al giorno, ogni giorno, è esattamente come prendere della carta vetrata e strofinarla nei tuoi delicati vasi sanguigni.
Anche se non sei in grado di vederlo, ti assicuro che è così. L'ho visto in più di 5.000 pazienti sottoposti ad intervento chirurgico in 25 anni, che hanno tutti un denominatore comune - l'infiammazione delle loro arterie.
Torniamo al nostro dolce. Questo apparentemente innocente cibo, non contiene soltanto zuccheri, viene cotto in uno dei tanti oli omega-6 come la soia. Le patatine fritte sono immerse in olio di soia, prodotti alimentari trasformati sono realizzati con oli omega-6 per aumentare la durata di conservazione. Gli omega-6 sono essenziali: sono parte di ogni membrana cellulare e controllano ciò che accade dentro e fuori la cellula – però devono essere nel giusto equilibrio con gli omega-3.
Se l'equilibrio si sposta in un eccessivo consumo di omega-6, la membrana della cellula produce sostanze chimiche chiamate citochine che causano direttamente l'infiammazione.
La dieta americana tradizionale di oggi ha prodotto uno squilibrio estremo di questi due grassi. Il rapporto di squilibrio è nell’intervallo da 15:1 ad un massimo di 30:1 a favore degli omega-6. Questo indica l’enorme quantità di citochine che causano l'infiammazione. Un giusto, ottimale e sano equilibrio nell’alimentazione, sarebbe un rapporto 3:1.
A peggiorare le cose, l'eccesso di peso provocato da questi alimenti crea cellule di grasso sovraccaricate che a loro volta riversano grandi quantità di sostanze pro-infiammatorie che vanno ad aggiungersi ai danni causati dalla presenza di zucchero nel sangue. Il processo che è iniziato con un piccolo dolce si trasforma in un circolo vizioso nel corso del tempo, portando a problemi cardiaci, pressione alta, diabete e infine, il morbo di Alzheimer, mentre l’infiammazione continua senza sosta.
Non può sfuggire il fatto che più si consumano cibi preparati e trasformati, più agiamo sull'interruttore dell'infiammazione giorno dopo giorno. Il corpo umano non è in grado di elaborare, né è stato progettato per consumare, cibi ricchi di zuccheri e imbevuti di oli omega-6.
C’è solo un modo per spengere l'infiammazione; tornare ai cibi più vicini al loro stato naturale. Per nutrire i muscoli, mangiare più proteine. Scegliere i carboidrati che sono molto complessi, come frutta e verdura. Ridurre o eliminare i grassi omega-6 come l'olio di mais e di soia e gli alimenti trasformati che causano l'infiammazione.
Un cucchiaio di olio di mais contiene 7280 mg di omega-6; uno di soia contiene 6.940 mg. E’ più salutare usare l'olio di oliva o burro da bovini allevati a fieno.
I grassi animali contengono meno del 20% di omega-6 e hanno molte meno probabilità di provocare una reazione infiammatoria rispetto agli oli polinsaturi apparentemente etichettati come sani. Dimenticate la "scienza" che vi è stata inculcata nella testa per decenni. La scienza che afferma che i grassi saturi provocano malattie cardiovascolari, non dice il vero. Il pensiero scientifico che dice che i grassi saturi aumentano il colesterolo nel sangue non è attendibile. Dal momento che ora sappiamo che il colesterolo non è la causa di malattie cardiache, la paura dei grassi saturi è ancora più assurda oggi.
La teoria sul colesterolo ha portato alle diete senza grassi, o a basso contenuto di grassi, creando cibi che stanno provocando un'epidemia di infiammazione. La Medicina tradizionale ha commesso un terribile errore quando ha consigliato di evitare i grassi saturi a favore di cibi ricchi di grassi omega-6. Ora abbiamo un’epidemia di infiammazione arteriosa che porta a malattie cardiache e ad altri “assassini silenziosi”.
Ciò che si può fare è scegliere alimenti integrali “della nonna” e non quelli trasformati e lavorati, che oggi “la mamma” acquista nelle grandi catene alimentari. Eliminando gli alimenti che provocano infiammazione e con l'aggiunta di sostanze nutritive essenziali da prodotti alimentari freschi e non lavorati, si invertirà il processo di anni di nutrizione sbagliata e conseguentemente, i danni alle arterie."

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... iologo.htm

Curcuma (Curcuma longa). È possibile farne a meno?
"Prodotto con effetti a così elevata e diversificata efficacia che si imporrà in tempi brevi su tantissimi altri prodotti naturali e di sintesi. L’estrazione del principio attivo, la curcumina, permette di ottenere dei risultati impossibili anche assumendo improbabili alti quantitativi di curcuma in polvere.
Attività principali: antinfiammatorio, ipocolesterolomizzante, antiepatotossico, antimicrobico.
Impiego: dolori articolari, artrite reumatoide, affaticamento epatico, ipercolesterolemia, intossicazione, prevenzione problemi cardio-vascolari, normalizzazione alta pressione, antitumorale.
La pianta della curcuma è sempre stata considerata uno dei più completi antiossidanti e, di conseguenza, un meraviglioso prodotto anti-età e rimedio anti-invecchiamento.
CURCUMA COME ANTINFIAMMATORIO
La curcuma si è dimostrata un potente antinfiammatorio senza effetti collaterali, cosa ovvia per tutti i farmaci steroidi, come il cortisone. Qualcuno assimila l’effetto della curcuma a quello dell’aspirina. Contrastando le infiammazioni si interviene sui fenomeni da esse provocate come artriti, osteoartriti, artrosi in fase acuta (previene le ricadute), condrocalcinosi, dolori muscolari, sindrome del tunnel carpale, dito a scatto, dolori mestruali, dolori post-chirurgici, congiuntivite, morbo di Crohn, emorroidi durante la fase congestizia.

CURCUMA COME ANTI OSSIDANTE
Provate a considerare che il fumo di una sigaretta produce circa 10 miliardi di radicali liberi e che un etto di un buon antiossidante, come il cavolo, ne può neutralizzare solo poche migliaia...
I radicali liberi hanno azione accelerativa sull’invecchiamento, sulle patologie polmonari, sulle neoplasie, sulle patologie neurologiche, contribuiscono ad aggravare fortemente le patologie cardio-vascolari, renali e metaboliche, come il diabete.
La curcuma fa parte degli “anti radicali liberi” non enzimatici, come le vitamine A, C, E, ma con effetti molto superiori.
La curcuma può essere convenientemente usata tutte le volte che il nostro fisico è sotto stress fisico e mentale.

CURCUMA E FEGATO
Le patologie che colpiscono il fegato sono essere congenite o conseguenti ad agenti infettivi, come le epatite virali e le cisti da Echinococcus, o da tossicità, come l’abuso di alcool: le pericolose evoluzioni delle patologie epatiche sono la cirrosi, insufficienza epatica e la calcolosi biliare.
La curcuma è stata utilizzata per millenni come rimedio per i problemi epatici per la sua azione coleritica (aumento della secrezione di bile senza modificarne la composizione), stimola la contrazione della colecisti e ha la proprietà di aumentare la produzione di bile ed acidi biliari.
Una dieta con supplemento di curcuma può ridurre del 75% la formazione di calcoli di colesterolo.

CURCUMA E SUOI EFFETTI SUL SISTEMA CARDIO-VASCOLARE
Arteriosclerosi: abbassamento del livello del colesterolo ematico cattivo, LDL, che non dovrebbe superare il valore di 130mg/dl e mantenimento del livello di colesterolo “buono” sui 40-60mg/dl (sotto i 40 mg/dl si è a rischio, sopra i 60 è indice di una situazione protetta). La curcuma può indurre una riduzione del colesterolo totale del 11/12%, un aumento del colesterolo “buono” del 25/30%.
Iperlipemia: ovvero un aumento di tutti i grassi nel sangue. La curcuma ha una forte azione di contrasto.
Trigliceridi: una sensibile tendenza alla loro riduzione.
Trombosi: rappresenta la più frequente causa di morte e di invalidità e la curcuma ha un ruolo rilevante nell’inibire l’aggressione piastrinica: può essere convenientemente utilizzata come presidio preventivo per gli anziani ed i soggetti a rischio, quali obesi, fumatori, persone con stasi venosa periferica.
ALTRI EFFETTI BENEFICI
Prevenzione e cura dei tumori: la curcuma interagisce con il processo tumorale in quanto cerca di evitare che i fattori cancerogeni possano tradursi in tumore, specie quelli provocati da agenti clinici.
La curcuma modula la risposta biologica attivando il sistema immunitario ed aumentando il numero degli anticorpi circolanti.
Il prestigioso National Cancer Institute (USA) annovera la curcuma come sostanza preventiva nel cancro intestinale essendo in grado di neutralizzare le sostanze tossiche presenti nei cibi.
Ulcera gastrica e duodenale o peptica derivata dall’assunzione di farmaci e/o anti-infiammatori: spesso causate da un batterio, l’Helocobacter pylori (presente nel 90% delle ulcere duodenali e nelle gastrite), vengono contrastate preventivamente nella fase di formazione ulcerosa, introducendo un significativo incremento del muco.
Artrite reumatoide e problematiche similari: gli effetti positivi sono così incisivi e in un arco di tempo che lasciano piacevolmente esterrefatti.

BROMELINA-ANANAS IN ABBINAMENTO
Enzima digestivo proteolitico estratto dal frutto dell’ananas. Presenta una forte azione digestiva, specie se ingerita a stomaco vuoto, in quanto attiva i suoi principi antinfiammatori. Sopperisce a deficienze pancreatiche. Azione decongestionante sulle sinusiti. Vivamente suggerita in abbinamento alle
capsule di curcuma in quanto è stato rilevato che la bromelina potenzia sensibilmente i già alti effetti della curcuma.

PEPE NERO
Riscontrata la veridicità scientifica dell’abbinamento del pepe nero, anche solo 3% in peso rispetto alla curcuma, per ottenere un notevolissimo potenziamento degli effetti della curcuma.

FORTE RIVITALIZZANTE
Nelle funzioni epatiche

FORTE AZIONE ANTIOSSIDANTE
- COME ANTI-DOLORE
In caso di infiammazioni delle articolazioni specie se associata alla Bromellina
e/o MSM
- COME CONTRASTO DEI DISORDINI NEUROVEGETATIVI
Legati all’invecchiamento del cervello
- COME PRESERVANTE E RINFORZANTE NELLA CARTILAGINE
- CONTRO I PARASSITI INTESTINALI
Chiedo scusa, ma onde evitare i molti messaggi informazione per l'acquisto, mi sono permesso di fare una piccola ricerca ed è emerso questo:
Curcuma estratto secco tit. 95% curcuminoidi

Codice Prodotto: 150
Disponibilità: Si
Peso: 100 g
Prezzo: 89,60€
http://www.arganiascorbile.it/curcuma-e ... me=curcuma

e
Curcuma Longa - Integratore di Curcumina e Piperina
Formato Disponibile
Peso: 32 g
Quantità: 100 capsule 15,00 €
Curcuma Longa è un integratore alimentare contenente estratti vegetali titolati della Curcuma (Curcumina) e del Pepe nero (Piperina), utili per la loro funzionalità antiossidante, epatica e digestiva.
Diversi studi hanno dimostrato una potenziale utilità della curcumina nella prevenzione e nel trattamento coadiuvante di malattie su base infiammatoria/degenerativa (dal dolore artrosico al morbo di Alzheimer) e di alcuni tipi di tumori, mentre l'associazione con piperina si è rivelata importante per aumentarne la biodisponibilità, scarsa nell'uomo.
http://www.produzioneintegratori.it/Int ... orale.html

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » gio feb 14, 2013 10:09 pm

Il "FESTIVAL" della canzone è cominciato ieri sera. L'IMBRGLIO maggiore di tutti gli imbrogli offerti dalle varie TV in questi anni.
Chiedo scusa per questo post, che esula dai nostri discorsi di salute, ma che ritengo di dover riportare in quanto nel periodo in cui viviamo, di POVERTA' E DI SACRIFICIO, veder perpetrare questo IMBROGLIO alla faccia di queste persone, già provate da questi, che nonostante tutto sono ancora prese di mira nel modo più BEFFARDO, mi fà venire un groppo allo stomaco. Dico questo in quanto quello che fanno vedere di BELLO in TV in queste serate è SOLO una faccia della medaglia, ma come sempre la medaglia ha anche un rovescio. Spero che quanto vado dicendo ci siano molte persone che lo abbiano capito da un pezzo, al contrario mi spiego meglio:
"""Vorrei farti una domanda: quanti italiani ci sono in Italia? Non è importante saperlo, sono circa 58.000.000. Ora vorrei sapere da te che valore dai alle vecchie 5 lire. Non 5 centesimi ma 5 lire.
E' vero che non sono nulla? Ora prendiamo solo 50.000.000 di italiani, non contiamo gli altri.
Ma se tutti i giorni dell'anno i 50.000.000 di italiani mettessero in un salvadanaio queste famose 5 lire, è vero che il risultato della moltiplicazione sarebbe 250.000.000 (deuecentocinquantamilioni) di lire? Ora la cifra in lire tradotta in euro corrisponde a circa 129.000 (centoventinovemila) euro. Ed è vero che se la cifra fosse distribuita ogni giorno, faremmo un milionario al giorno per 365 giorni l'anno?
Ecco ti ho fatto la base.""" http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... apelle.htm
Ora per farti capire riporto:
Oggi 20/02/2010 ultimo giorno del FESTIVAL DI SANREMO. Ti chiederai: ma cosa c'entra? Leggi e capirai. Il 18/02/2010 alle ore 21.30 in questa trasmissione Antonella Clerici ha dichiarato che per la votazione di queste canzoni in 10 minuti sono state fatte 110.000 telefonate al costo di 0.75. Alle ore 22.15 Antonella Clerici dichiara che ci sono state fin'ora 500.000 telefonate, ed invita a telefonare al numero 894.003. Tenendo presente quanto detto sopra delle 5 lire prova un pò a fare di conto e vedi quanto hanno incassato in questi fatidici 55 minuti, e ti sembra poco? E prima che sia finita la trasmissione quante telefonate sono state fatte? Moltiplica per le sere di trasmissione, ma tieni presente che stassera ultima sera le telefonate saranno perlomeno il doppio delle sere normali. Quindi riesci a calcolare quanti denari girano intorno a queste manifestazioni!! E pensare che questo è tempo di crisi, ma SOLO PER QUALCUNO. Ho sentito al telegiornale che c'è gente che non riceve lo stipendio da tre mesi e si vergogna perchè si fa mantenere dai figli, ma quì a Sanremo queste cose sono lontane anni luce da tale crisi. Domanda fatidica: cosa ne faranno di tutti questi EURO che sono come il solito rubati alla povera gente facendogli vedere lucciole per lanterne? Altra cosa, se hai votato pensi che il voto che hai dato per la tua canzone preferita vadano a quella canzone? Credi proprio che sia così? Ne sei proprio convinto? Pensa un pò d'essere al posto dell'organizzatore, lasceresti la scelta ai poveri mentecatti che sono serviti solo per i loro centesimi di euro? La risposta a te stesso. Comunque te la confermo e ti dico, oltre tutto l'organizzatore (dato che parecchie sono le componenti che girano attorno a queste cose e che le sappiamo perchè sovente se ne parla sulle cronache e su Striscia la Notizia), fà la valutazione scientificamente. Cioè da intenditore. E ti sembra poco? Per lui almeno quelle soddisfazioni dopo tante fatiche per organizzare: FAR VINCERE CHI GLI PARE E RITIRARE I DENARI! A ognuno il suo lavoro. Qualcuno da colpevolizzare? NOOOOOO. Oggi giorno dopofestival ti dico: "ecco ieri sera serata finale è successo di tutto, ma proprio di tutto, sull'orchestra, sul televoto, sui partecipanti e su chi vince, NON te lo aspettavi? Allora, su chi ha vinto e sui voti sono permesse tutte le contestazioni che si vuole, anzi solo di queste cose si deve parlare, è già stato preventivato in modo che solo questo risulti e che luccichi, però purchè NON si parli dei DENARI RITIRATI. Questo NON deve emergere"! Ora sai chi ritira tutti questi denari che sono tanti, tanti ma tanti? Solo l'intestatario del numero a cui si telefona! Ma la cosa che mi disgusta di più è che si cercano gli EVASORI FISCALI con tanta fatica da parte del Corpo della Finanza mentre invece TUTTI dico TUTTI questi soldi sono al netto delle tasse! Hai partecipato anche tu con il tuo EURO? Non ti senti un pò preso in giro? Ora sai di aver arricchito qualcuno con questo televoto! E con gli altri televoto che costellano il firmamento di ogni TV con lo specchietto di una misera vincita o anche solo per il gusto di aver indovinato? Come il solito:
Questo è il mondo, questa è la vita!
....con la vendita di tanto fumo e niente arrosto!
Oggi 16/02/2011 Ieri sera ultimo giorno di FESTIVAL a Sanremo, di quattro serate. Oggi ecco i commenti "Gli ascolti reggono: 10 milioni 617mila voti per la la quarta serata. Tra i giovani vince Raphael Gualazzi. Eliminati Tricarico e Pezzali. Luca e Paolo prendono in giro il Pd.
Da Napolitano lettera di complimenti a Benigni. L'attore toscano devolve l’intero compenso i 250mila € all’ospedale Meyer di Firenze."
Domanda: quanti voti al costo di euro? preventiviamo 5 milioni per serata per le tre serate? Allora in totale fa 15 milioni più l'ultima dichiarata in 10 milioni 617 mila fanno in totale 25 milioni 617mila.
Piccola cifra vero? Richiedo: chissà dove finiscono TUTTI QUESTI EURO!!!!!! Intanto la crisi continua ma a Sanremo per ovviare mettono la BELEN che con le sue stramberie (persino a quattrogambe, più nuda che vestita) riesce a far reggere gli ascolti ed a mietere soldi. Mi pare che gli organizzatori le loro carte le sappiano giocare MOLTO BENE, cosa ne dici tu????"""
Quanto incasseranno quest'anno esentasse?
....tutto questo è per farti capire perchè mi sento quel groppo allo stomaco.....e tu ora che sai?

Una risposta Su facebook
Martin Venator: Ho lavorato tre anni in Rai e posso affermare con certezza che è tutto finto!!!! Applausi telefonate e soprattutto televoto!!! Il televoto non è altro che un misero database che registra le telefonate e conteggia così gli euro incassati perché funziona come un qualsiasi 199 tutto qui, finisce tutto in questo database e poi i soliti noti riscuotono presso il gestore quanto dovuto per aver mobilitato tot chiamate!!! Questo lo dico con certezza massima conoscendo anche una persona alla Endemol che mi ha sempre confermato questo e molto altro. Il prete buono Fabio Fazio è una mela marcia tanto e più degli altri perché uno come lui 'intellettuale' informato ed acculturato mente sapendo di mentire. Per cui a lui e a tutte le mammolette di regime come lui dedico il buon De André "per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti."
ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » dom feb 17, 2013 8:45 pm

ivan ha scritto:
A proposito di alimentazione e salute (va da se' che l'alimentazione è uno dei pilastri della salute) :
http://www.youtube.com/embed/oLGPlXMdtfE

Filmato interessante purtuttavia la cosa plateale è quella che non c'è ossia quali sono i veri problemi dell'acqua potabile.

"Chiare, dolci fresche acque" diceva il poeta in tempi in cui le sorgenti erano immacolate e le città non avevano decine di milioni di abitanti da dissetare.

Il problema oggi è avere acqua pulita in ingenti quantità. E i problemi nascono dal pulire l'acqua: qualunque processo si usi per pulire l'acqua ha comunque degli effetti collaterali che si materializzano nei sottoprodotti del processo di disinfezione; in sostanza nel pulire l'acqua si formano o restano inevitabilmente sostanze nocive che seppur presenti a livelli di ultra tracce non son comunque desiderabili.

C'è poi il problema che l'acqua va stoccata e poi va distribuita e in questo processo quello che si perde sono i caratteri organolettici tipici di un'acqua di fonte: un'acqua di rubinetto quando va bene sa di cloro, qunado va male sa di terra o di metallo.

Le acque minerali devono il loro successo essenzialmente perchè suppliscono a questi problemi, ossia garantiscono un'assenza di sottoprodotti della disinfezione e hanno caratteri organolettici piu' che accettabili.

Ma anche qui sorgono problemi: da dove vengono le acque minerali ? Dalle viscere della terra. E nel loro viaggio si portano con loro delle sostanze la cui compagnia non è desiderabile, sostanze si sempre presenti in quantità che le autorità sanitarie reputano piu' che tollerabili, ma che pur tuttavia sempre cattive compagnie sono.

In sostanza la lotta da fare è per la tutela della risorsa idrica senza la quale siamo perduti.

Non sporchiamo le acque, è ad esse che dobbiamo la vita, noi e il resto del creato che ha diritto alla vita pure lui.
...ti appoggio in pieno, ma devo anche essere realista e, come il solito, guardarmi intorno e vedere cosa succede a pochi metri da me.
Osservando deduco che un qualcosa NON FUNZIONA, e NESSUNO me lo può contestare:
Mi rendo conto che l'UNICO ANIMALE al mondo, che ha bisogno di acqua, cosi detta POTABILE", è l'HOMO SAPIENS.
Sì perchè noi facciamo parte del REGNO ANIMALE, VERO?
Come è possibile questo? ci deve pur essere un motivo di base, vero?
Chissà cosa o chi preserva TUTTI questi animali che bevono nelle pozzanghere, nei fossi sporchi, nelle paludi o nei rigoletti che si formano sotto la pioggia SENZA che a LORO venga meno la SALUTE, anche perchè se così fosse si sarebbero già ESTINTI da chissà quanto tempo.

Detto questo riporto quanto ha scritto nel suo messaggio su facebook Giuseppe Luigi Mastromattei e di seguito le risposte.....
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... cebook.htm

Giuseppe Luigi Mastromattei
Oggi ho assistito ad un fatto incredibile. Ero a casa mia, mi stavano presentando le caratteristiche e il funzionamento di un impianto per la potabilizzazione delle acque ad osmosi inversa. Ad un certo punto hanno inserito un apparecchio per l'elettrolisi in due bicchieri uno con l'acqua del rubinetto e l'altro con l'acqua depurata col sistema dell'osmosi inversa. Risultato, il bicchiere contenente l'acqua del rubinetto si è coperto di uno strato melmoso e rugginoso, quello con l'acqua depurata è risultato solo leggermente giallino. Ad un certo punto ho preso un'altro bicchiere d'acqua di rubinetto nel quale ho versato una dose da 3 grammi di vitamina C e al quale abbiamo applicato gli elettrodi, risultato: l'acqua è rimasta bianchissima, la persona che mi presentava l'impianto è rimasta senza parole, quasi attonita, mentre io me la ridevo di gusto, GRANDE acido ascorbico!!!
-----------------------------------
Genfranco GRANDISSIMO Joe....... mi hai dimostrato che PERSONALMENTE HO RAGIONE sul fatto che TUTTE le invenzioni dell'HOMO SAPIENS (BREVETTI) servono solo a far fare soldi a chi li inventa ma che all'HOMO SAPIENS portano SOLO DANNI, SEMPRE!!!. Cominciando dai vari RADIOLOGIA TRADIZIONALE, TAC, RISONANZA MAGNETICA, ECOGRAFIA, MAMMOGRAFIA e chi più ne ha più ne metta, continuando col TELEFONINO, FORNI A MICROONDE, LA PILLOLA ANTICONCEZIONALE ed i Sistemi Hi-Fi perfino la CORRENTE ELETTRICA o la tanto comoda VETTURA, poichè se fossero stati senza DANNI per gli esseri viventi, sono certo che queste "INVENZIONI" ce le avrebbe fatte trovare MADRE NATURA. Lo dimostra il fatto con UN SOLO ALIMENTO senza la MINIMA CONTROINDICAZIONE ci dimostra ogni giorno che passa che è la BASE DELLA VITA dove solo poco tempo fà NESSUNO lo avrebbe VALUTATO. Ora vediti questo video se non lo hai ancora visto e non farti ingannare dalla parola "ACEROLA"
http://www.youtube.com/watch?feature=pl ... nH-hORfq6M
Ora per continuare a parlare di ACQUA, la tua ESPERIENZA dimostra chiaramente che TUTTI gli animali del mondo BEVONO l'acqua, perchè questa è VITA, ma non hanno nè acqua potabile, nè acqua filtrata o minerale ecc., ma il più delle volte hanno l'acqua della pozzanghera, paludosa e melmosa, (pensa ai periodi di siccità nelle savane africane) e non quella dei fiumi, limpida, eppure continuano a vivere SENZA PROBLEMI senza estinguersi mai. Sono certo che se l'HOMO SAPIENS dovesse fare una cosa del genere nessuno gli leverebbe una MORTE CERTA causata da malattie come il tifo e mille altre. Questo però NON succede agli animali in quanto il loro fegato o reni gli producono questo "ACIDO ASCORBICO" che noi in difetto ingoiamo a cucchiaini, che infine anche in questo caso, ci porta ad eguagliare la GRANDE FORTUNA di questi animali. E' da contestare? ciaooo Genfranco
---------------------------------
Ramon Hector Esempio di cosa può fare la vitamina C nel nostro corpo:
http://www.youtube.com/watch?v=xnH-hORfq6M
---------------------------------
Ramon Hector Io l'ho già provato anche con l'acido ascorbico di sintesi e il risultato è lo stesso!
Oltre alle varie letture sull'AA, quando si ha davanti agli occhi, come ha scritto Giuseppe Luigi Mastromattei, una prova inconfutabile, la nostra fiducia aumenta e ci sentiamo più volenterosi nel continuare con l'assunzione di AA.
Grazie Genre Franco, per aver condensato in alcune pagine moltissime opere scentifiche riguardo l'AA, che con la dovuta calma, mi sto leggendo.
----------------------------------
Genfranco Grazie Ramon Hector, ma non è merito mio. Ora al tuo GRAZIE unisco il mio per porgerli al nostro GRANDE AMICO ROCCCCCCCO MANZI il quale si è dato da fare per offrirci queste opere in italiano dandomi l'opportunità di conoscerle. Se hai la fortuna di conoscere l'inglese di queste testimonianze ne trovi altre sul suo sito http://www.roccomanzi.it Grazie ancora.... ciaooo Genfranco
-----------------------------------
Alessandro Cavaliere Di solito i vari macchinari per l'acqua sono stupidaggini e sopratutto carissimi anche se in realtà valgono poco e sono gonfiati perchè venduti sotto multilivello o comunque vari distributori, io comunque stò provando una caraffa con filtro che alza il ph a 9 in pochi minuti, onestamente mi sembra meglio l'acqua alcalina di quella normale acida non so dirvi se ha tutti gli effetti che dicono però la preferisco
------------------------------------
Gate Array La prova del doppio elettrodo che fa la "morchia" nell'acqua è una truffa.... di grande impatto ma è una truffa.
Il nero ed il marrone che vedete è generato dall'elettrodo stesso che nel caso di acqua più dura si degrada per elettrolisi.
un gioco di prestigio dei commerciali che vendono filtri osmotici.
Tra parentesi l'efficacia dei filtri è reale e veramente utile....
Si ottiene un 'acqua purificata anche da tante sostanze immesse da autoclavi, tubi e giunti che dopo 20 anni perdono residui ferrosi come "se piovesse"....
Fate qualche ricerca su google....
-------------------------------------
Gate Array
http://www.giorgiotemporelli.it/pdf/Dep ... rolisi.pdf

http://rexplants.freeforumzone.leonardo ... dd=8744237

giusto 2 per farvi capire.....
--------------------------------------

Mi pare di essere stato realista abbastanza da far capire che, è vero che le acque devono essere preservate e rese potabili, come dice Ivan, e senza l'aggiunta di alcun additivo, poichè questi possono anche essere fatali. Infine se vogliamo bere acqua in salute, anche come è stato dimostrato sopra, non proprio PULITA, NONOSTANTE I FILTRI e di chi più ne ha più ne metta, (anche FRODE) allora dobbiamo PREMUNIRCI INGOIANDO questo dimostrato ACIDO ASCORBICO che a nostra differenza (ed è per questo che gli animali bevono l'acqua che noi non ci sogneremmo neppure di guardare) i loro RENI o il loro FEGATO gli producono dal concepimento alla morte. Inoltre vivere nella speranza che un qualcosa di quanto auspicato, detto, richiesto e discusso, cambi per il resto, E' PURA UTOPIA, quindi premunirsi E' BENE.
Ecco la pagina che riporta:
"Domanda: Ma non basta la Vitamina C contenuta negli alimenti?
Risposta: Il ricercatore Irwin Stone, nel 1965, rilevò che gli esseri umani e altri primati come la scimmia rheus, non sanno sintetizzare la Vitamina C e la richiedono come vitamina integrativa. Una volta che una specie ha perso tale capacità di produrla autonomamente, essa dipende, per la sua esistenza, dalla possibilità di trovarla nel cibo a disposizione. Però, visto che la maggior parte delle specie animali non hanno perso questa capacità (ad esclusione dell’uomo), significa che la quantità di acido ascorbico generalmente presente nel cibo non è sufficiente a fornire la dose ottimale".

http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... s/qui1.htm

e l'altro sito dice:
"Tutti gli animali infatti producono nel fegato diversi grammi di vitamina C ogni giorno, tranne l'uomo e la scimmia che hanno smesso quando hanno cominciato a nutrirsi di grandi quantità di frutta, in epoca preistorica. Poi però è arrivata l'agricoltura: abbiamo smesso di mangiare tantissima frutta e, da allora, ci ritroviamo senza saperlo vittime di una carenza cronica di vitamina C"."
http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... s/qui2.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven feb 22, 2013 10:35 pm

SONO CERTO CHE NON SERVONO COMMENTI
'ACIDO ASCORBICO in ALTE DOSI e LATTE, cura e guarisce il tossicodipendente. Fin da prima del 1976 si poteva GUARIRE i tossicodipendenti, ma a chi può interessare questo? a quelle ASSOCIAZIONI ed ai suoi satelliti che sui TOSSICODIPENDENTI CI VIVONO? Ma se davvero guariscono, LORO, come potrebbero ancora SUPRAVVIVERE?

Le tossicodipendenze, come il cancro, sono condizioni terribili per le vittime a causa dei sentimenti di disperazione e di abbandono generati dalla gravità e dal generale fallimento dei “trattamenti” ortodossi.

pagina 1/11------La dipendenza da droghe e la malattia genetica,
Ipoascorbemia
I tossicodipendenti, come gli altri umani, sono dalla nascita portatori di un gene difettoso per la sintesi della proteina epato-enzimatica L-gulonolactone ossidase (GLO). Questo difetto di nascita (Stone, 1966) causa una malattia genetica, epato-enzimatica, la Ipoascorbemia (Stone, 1966) potenzialmente fatale, ma ora prontamente correggibile (Stone, 1967). Questo “errore innato nel metabolismo dei carboidrati” ha distrutto la capacità del fegato umano di sintetizzare l’acido ascorbico dal glucosio sanguigno e così priva l’umanità di questo importante meccanismo per
combattere gli stress nei mammiferi. La normale risposta dei mammiferi allo stress consiste nell’incrementare la sintesi epatica dell’acido ascorbico, come anti stress e disintossicante, al fine del mantenimento della omeostasi biochimica all’interno del corpo (Stone, 1972).
La “correzione completa”, per i tossicodipendenti trattati, comprendeva il dare loro da 25 a 85 grammi di ascorbato di sodio al giorno in dosi spaziate assieme ad alte assunzioni di altre vitamine, di minerali essenziali e ad alti livelli di proteine predigerite. Questo continuava per 4-6 giorni, e quindi le dosi venivano gradualmente ridotte a livelli di mantenimento inferiori, che variavano da circa 10 a 30 grammi al giorno. Sia le dosi terapeutiche che quelle di mantenimento possono variare grandemente, secondo la risposta clinica del particolare tossicodipendente trattato. La dose terapeutica è, usualmente, leggermente oltre il livello di tolleranza intestinale, mantenuta da 12 a 24 ore. La selezione del dosaggio appropriato si basa sulla esperienza clinica, sulla osservazione e sulle risposte del paziente. La tolleranza intestinale è un concetto introdotto da Robert Cathcart (1976) per giudicare la tossicità della patologia e la dose di ascorbato richiesta e necessaria per il trattamento.

pagina 2/11------Cathcart scoprì che la tolleranza intestinale aumenta
con gli aumentati stress sullo organismo
Cathcart scoprì che la tolleranza intestinale aumenta con gli aumentati stress sullo organismo. E’ impressionante il miglioramento generale del benessere dei tossicodipendenti entro 12-24 ore dall’inizio della disintossicazione con l’ascorbato di sodio. E’ dimostrato dalla migliorata
vivacità mentale ed acutezza visiva, dal ritorno dell’appetito ed il tossicodipendente è meravigliato dal funzionamento del trattamento senza l’uso di un altro narcotico.

pagina 3/11------Qualche recente lavoro sull’ascorbato
dell’avvelenamento da barbiturici, da morso di
serpente e dai morsi del ragno Vedova Nera
Noi non affermiamo di essere i primi a suggerire l’uso dell’ascorbato nel problema della tossicodipendenza, ma noi affermiamo però di essere i primi ad usare l’ascorbato di sodio in modo appropriato per ottenere questi risultati desiderati. L’ascorbato iniettato nei ratti, con la dose di 100 mg per kg corporeo, attenuava ed aboliva gli effetti narcotici della morfina (Ghione, 1958). Fu passata in rassegna la disintossicazione, via ascorbato, di un’ampia varietà di veleni inorganici ed organici (Stone, 1972), incluso il lavoro di Klenner sul trattamento con mega-ascorbato, coronato da successo, nel trattamento dell’avvelenamento da barbiturici, da morso di serpente e dai morsi del ragno Vedova Nera. In questa rassegna fu anche suggerito di usare megadosi di ascorbato nella tossicodipendenza (Stone, pp. 157-158, 1972). Nel 1976 comparvero due interessanti articoli, uno tailandese, che mostrava che il tempo di sonno indotto in conigli con 15 mg di pentobarbital poteva essere progressivamente ridotto aumentando la quantità di ascorbato iniettato 5 minuti prima del pentobarbital. I tempi di sonno, in minuti, per dosi di ascorbato di 250 mg, 500 mg e 750 mg erano
di 29, 27 e 23 e con 1 grammo di ascorbato i conigli non s’addormentavano affatto (Bejrablaya and Laumjansook, 1976). L’altro articolo (Scher et al., 1976), fu in origine presentato al North American Congress on Alcohol and Drug Problems, nel 1974, da questi autori del National Council on Drug Abuse and the Methadone Maintenance Institute, ed era intitolato “Massive Vitamin C as an Adjunct in Methadone Maintenance and Detoxification”. Questi autori si resero conto che lo
scorbuto giocava una larga parte nel problema dell’abuso di droghe, ma essi vedevano l’ascorbato come un mezzo per ridurre alcuni degli effetti collaterali della somministrazione del metadone, come la costipazione, la perdita della libido ed il sonno senza riposo. A tal fine essi usavano circa 5
grammi di acido ascorbico al giorno. Apparentemente non capitò loro mai di pensare che passando all’ascorbato di sodio ed incrementando le loro dosi di un fattore 10, essi potevano completamente eliminare il mal concepito Programma Metadone, con tutti i suoi problemi, ed avere allo stesso tempo una soluzione semplice, non tossica ed elegante per il problema dell’abuso di droghe.

pagina 4/11------Storie di casi tipici 1
Caso 1. T.M., maschio, 23 anni. Usa droghe da 10 anni. A 15 anni ha usato eroina per una “botta” di fine-settimana. Allorché cominciò il nostro trattamento, aveva un’abitudine da 100$ al giorno. Aveva provato, in varie occasioni, i programmi ospedialieri di disintossicazione a base di metadone
e Darvon liquido. Ogni volta questo programma di sostituzione dell’eroina con un altro narcotico falliva nel dargli un sollievo soddisfacente. La prima cosa che fece quando uscì dall’ospedale fu di iniettarsi eroina a causa dell’insaziabile bisogno e del sentirsi male per il metadone o il Darvon
liquido. Al suo ingresso, fu fatto il test della sua urina per gli spillamenti urinari di ascorbato ed aminoacidi. Non c’era spillamento urinario, confermando la presenza di ipoascorbemia e di ipoaminoaciduria. Gli furono dati 25 grammi di ascorbato di sodio in dosi di 4 grammi insieme a vitamine, minerali ed ai supplementi di proteine. Dopo tre giorni di questo regime cominciò a mangiare ed a sentirsi molto meglio, a pensare con più chiarezza, dichiarando “non voglio più andare in giro a rubare” e iniziò ad avere un sonno riposante. L’ascorbato fu ridotto a 10 grammi al giorno, al sesto giorno. E’ restato su questa dose di mantenimento per circa tre mesi ed è completamente privo di droga ed ha perso il suo “desiderio” di droga. Si è diplomato con il programma Manpower ed ora ha un impiego redditizio per la prima volta nella sua vita da adulto.

pagina 5/11------Storie di casi tipici 2-3
Caso 2. A.C. maschio, 24 anni. Cominciò ad usare eroina a 15 anni ed ora ha un’abitudine dal costo tra i 150$ ed i 200$ al giorno. Ha provato almeno sette differenti ospedali per disintossicarsi ed è stato in mantenimento con metadone per tre anni. Si “sballa” ancora con l’eroina per potere prendere il metadone, dal momento che gli dà disturbi di stomaco e l’ha fatto ammalare. “Il metadone ti uccide dentro”, per citare il paziente. Era talmente scettico sul valore del nostro programma ortomolecolare che, una domenica, prima prese 45 grammi di ascorbato di sodio e poi nello spazio di cinque ore si “sparò” un valore di eroina di 300-400$, e questa grande quantità di eroina non gli fece alcun effetto. Continuò con l’ascorbato, 45 grammi al giorno per 10 giorni, insieme a supplementi di vitamine, minerali e proteine. Quindi la dose fu ridotta a 10 grammi di ascorbato di sodio e continuata per altri 30 giorni. Il paziente si è allontanato dall’area, ma quando fu visitato l’ultima volta, era libero dalla droga ed aveva un estremo senso di benessere ed una buona disposizione.

Caso 3. F.F. maschio, 35 anni. E’ stato tossicodipendente per 23 anni, gli ultimi 7 con il programma di mantenimento con metadone. Soffriva i tipici sintomi del metadone: grave costipazione, perdita del sonno, perdita della libido. Era solito assumere lassativi e fare clisteri eppure non riusciva a
muovere l’intestino. Quando aveva movimento intestinale, le feci erano così dure ed irremovibili che era solito “venire meno o perdere i sensi per il dolore”. Gli fu dato ascorbato di sodio alla dose di 25 grammi al giorno per quattro giorni, quindi la dose fu aumentata a 45 g, quindi, dopo un giorno, ridotta a 10 g del miscuglio 50-50 NaAA ed AA. E’ tuttora a questo dosaggio un mese dopo e fu visitato allora. Stava così bene che la sua attitudine mentale era eccellente, l’appetito era ritornato, aveva normali movimenti intestinali senza lassativi e la sua libido stava lentamente ritornando. Gli fu detto di rimanere sulle dosi di mantenimento e di fare un altro controllo dopo un mese. Il mantenimento con il metadone è molto più difficile da trattare della dipendenza da eroina a causa dell’effetto metabolico avverso che il metadone ha sul corpo.

pagina 5/11------Al tempo in cui fu scritto questo articolo, 30
su 30 pazienti erano stati trattati con successo
Al tempo in cui fu scritto questo articolo, 30 su 30 pazienti erano stati trattati con successo in questo studio pilota sotto la supervisione dello AFL.
Questa riportata percentuale di successo, al 100 percento, è la stessa notata dal dott. Cathcart nella sua terapia megascorbica per le malattie virali, “funziona sempre” purché si usi abbastanza ascorbato.

pagina 5/11------Storia di casi -ascorbato nel LATTE
Una madre portò suo figlio sedicenne che era totalmente “fatto” con “Polvere d’Angelo” (PCP).
Questo ragazzo era incoerente e completamente fuori fase con la realtà. Gli furono dati 30 grammi di ascorbato di sodio mescolati in un bicchiere di latte ed entro 45 minuti poteva sostenere una normale conversazione. Se gliene fossero stati dati 50 grammi, è probabile che sarebbe diventato
razionale prima. Con ascorbato di sodio dato endovena, questo tempo di recupero avrebbe potuto accorciarsi in minuti.

pagina 6/11------Discussione - Stone aveva provato senza successo a
dare inizio a qualche ricerca clinica per oltre un
decennio.
Questo studio pilota congiunto fu iniziato nel gennaio del 1977, dopo una serie di coincidenze tra gli autori. Entrambi gli autori avevano lavorato per molti anni, indipendentemente, sul problema dell’abuso di droghe, con la AFL, che conduceva occasionali test clinici sui tossicodipendenti fin dal 1974 e con lo IS che lavorava sul background teorico, genetico e biochimico. Venimmo a conoscenza ciascuno dei lavori dell’altro nel dicembre del 1976 e mettemmo insieme la nostra conoscenza ed esperienza. Stone aveva provato senza successo a dare inizio a qualche ricerca clinica per oltre un decennio. Il suo ultimo, e più scoraggiante, tentativo era stato nel novembre del 1976, quando un protocollo di ricerca clinica con megascorbato fu respinto da uno degli “uomini importanti” del campo con “Non c’è prova della utilità di dosi massicce di vitamina C in qualsiasi
malattia (eccetto lo scorbuto), meno che mai in condizioni associate alla dipendenza da eroina”, “Dosi massicce di vitamina C sono potenzialmente tossiche”, “Non c’è una base scientifica conosciuta per pensare che la vitamina C sarebbe di beneficio nel mantenimento con metadone o
nella disintossicazione.” Se non avessimo scartato come assoluto non senso questa certezza dell’autorità, questa promettente nuova terapia per la dipendenza da droghe avrebbe potuto essere ritardata per anni.Comunque
questo atteggiamento prevalente nei confronti del megascorbato ci convinse che le agenzie ortodosse dell’abuso di droghe non erano il mezzo appropriato per iniziare o condurre test clinici esploratori sull’uso del megascorbato nell’abuso di droghe. Ci rendemmo anche conto che sarebbe stato quasi impossibile ottenere un qualche supporto per il lavoro clinico che implicava megascorbato, la pecora nera delle agenzie ortodosse di finanziamento, e certamente impossibile da ottenere velocemente. I test preliminari di Libby erano così impressionanti e questo lavoro era stato
così a lungo ritardato che, tenendo conto dello scarso livello di successo della medicina ortodossa,noi sentivamo che era richiesta un’azione immediata. Abbiamo eliminato tutto il nastro rosso del finanziamento, consumatore di tempo, semplicemente operando con il nostro tempo e con i nostri fondi personali.

pagina 6/11------I risultati clinici sono stati così positivi,
nel 100 percento dei 30 tossicodipendenti trattati
I risultati clinici sono stati così positivi, nel 100 percento dei 30 tossicodipendenti trattati alla data della stesura dell’articolo, che abbiamo ritenuto una necessità assoluta la pronta presentazione e pubblicazione dei nostri dati. Come conseguenza della carenza di fondi non abbiamo potuto mettere i puntini su tutte le “i” e cancellare tutte le “t” e addentrarci nelle nostre speculazioni. Siamo giunti, comunque, ad un punto in cui possiamo offrire una procedura affidabile, non tossica, semplice e pratica che ha molti
vantaggi rispetto ai modi ortodossi di trattare i tossicodipendenti.

pagina 7/11------Come indicato in precedenza, l’ascorbato è un
disintossicante generale per molti veleni differenti,
ma il suo modo di operare è per lo più sconosciuto.
Klenner (1974) sottolinea che “L’acido ascorbico
nello shock può salvare la vita.
Come indicato in precedenza, l’ascorbato è un disintossicante generale per molti veleni differenti, ma il suo modo di operare è per lo più sconosciuto. Klenner (1974) sottolinea che “L’acido ascorbico nello shock può salvare la vita. Dodici grammi del sale di sodio, dati con una siringa da 50 cc, invertirà lo shock entro minuti. Nell’avvelenamento da barbiturici e da monossido, i risultati sono così impressionanti che negare questa terapia sconfina con la mala-pratica. “L’effetto disintossicante dell’ascorbato di sodio con i narcotici appare essere così rapido che questa rapidità sembra precludere un meccanismo che implica un diretto attacco chimico sulla molecola di narcotico, per convertirlo in qualche derivato inattivo. Inoltre esso lavora in tanti tipi differenti di molecole di narcotici. Un’ipotesi più compatibile potrebbe essere il vedere la sua azione come un competitore per i siti recettori del cervello per gli oppiacei, così che alti livelli di ascorbato di sodio prevengono il fissaggio e rimuovono le molecole del narcotico fissate a questi siti.

pagina 8/11------Implicazioni - 1. In chirurgia potrebbe essere
possibile eliminare il fatto che il paziente attenda
delle ore nella sala di recupero per “uscire” dalla
anestesia
Implicazioni
1. In chirurgia potrebbe essere possibile eliminare il fatto che il paziente attenda delle ore nella sala di recupero per “uscire” dalla anestesia, il che richiede anche la presenza di un infermiere. Se si facesse al paziente, alla fine dell’intervento chirurgico, una massiccia iniezione endovena di ascorbato di sodio, possibilmente attorno ai 30-50 grammi, il paziente
potrebbe svegliarsi prima di lasciare la sala operatoria. In generale bisognerebbe evitare di dare al paziente grandi dosi di ascorbato immediatamente prima di una operazione, perché ciò aumenterebbe la quantità di anestetico richiesto per dare un equivalente effetto anestetico. Il dare al paziente questa dose di ascorbato post-operatorio avrebbe anche altri effetti salutari sulla guarigione e contro lo shock.

pagina 8/11------NON vengono usati materiali chimici tossici o narcotici
Materiali e fonti ----------LATTE------
Tutti i materiali usati in questo studio sono ortomolecolari e comunemente disponibili. Non vengono usati materiali chimici tossici o narcotici.

pagina 9/11------L’ascorbato di sodio sterile, iniettabile, è fornito
in fiale di 30 o 50 ml contenenti una soluzione al
25 percento.
L’ascorbato di sodio sterile, iniettabile, è fornito in fiale di 30 o 50 ml contenenti una soluzione al25 percento. Usare solo il prodotto “privo di preservanti” che può essere ottenuto dalla Bronson o Preventix sotto elencate. La somministrazione dell’ascorbato di sodio per endovena è più rapida ed efficiente che per via orale, dal momento che by-passa il tratto digerente. Nelle overdosi da droga ed in altri casi occasionali dovrebbe potere essere somministrato così, ma in generale abbiamo cercato di evitare l’uso di “ago e siringa” nel trattamento di routine a causa delle implicazioni psicologiche per il tossicodipendente.
Nello sforzo di ridurre il numero di prodotti separati usati in questaprocedura abbiamo sperimentato con un prodotto singolo combinato che comprende ascorbato di sodio con le vitamine ed i minerali presto disponibile sia in polvere cristallina che in compresse.

pagina 10/11------La tossicodipendenza cronica genera nelle vittime
un grave scorbuto subclinico.
Programma Metadone, per il “trattamento” di queste
persone malate, semplicemente sostituisce con
un narcotico legale uno illegale.
Sommario
La tossicodipendenza cronica genera nelle vittime un grave scorbuto subclinico, insieme a disfunzioni da carenza di multivitamine e minerali e da deficienze proteiniche. Il largamente usato Programma Metadone, per il “trattamento” di queste persone malate, semplicemente sostituisce con
un narcotico legale uno illegale, che continua solamente a dare i gravi stress biochimici che contribuiscono alla loro malattia. Questo studio pilota ha riguardato i tossicodipendenti sofferenti di una grave sindrome del tipo Ipoascorbemia-Kwashiorkor. La nostra procedura è stata progettata per
correggere completamente sia il difetto genetico, che causa la Ipoascorbemia, sia anche i disturbi dovuti alla multi-malnutrizione ed alle deficienze proteiche implicate nella Kwashiorkor.

pagina 10/11------E’ di efficienza rapida nel riportare in buona
salute i tossicodipendenti
Il trattamento è interamente ortomolecolare ed economico, non è tossico e non usa farmaci o narcotici. E’ di efficienza rapida nel riportare in buona salute i tossicodipendenti. Nelle fasi iniziali della procedura si somministra ascorbato di sodio, da 25 a 85 grammi o più al giorno, insieme ad alte dosi
di multivitamine, minerali essenziali e idrolisato proteico.

pagina 10/11------Con questo trattamento si arrestano eroina o
metadone e non si incontrano sintomi di astinenza
Con questo trattamento si arrestano eroina o metadone e non si incontrano sintomi di astinenza. Se ci fosse una “crisi”, è
immediatamente disintossicato e non si produce uno “sballo”. E’ come se si iniettasse acqua pura. C’è un grande miglioramento in benessere ed in prontezza mentale. In alcuni giorni ritorna l’appetito ed essi mangiano bene, hanno un sonno ristoratore ed è risolta la “costipazione-da metadone”. Dopo circa 4-6 giorni le dosi sono ridotte a quelle di mantenimento. Nei 30 tossicodipendenti in prova, in questo studio pilota, i risultati sono stati eccellenti in tutti i casi e sembrerebbe che questa semplice procedura, non tossica, dovrebbe servire da base per una prova su larga scala per sviluppare un nuovo programma per liberare dalla loro dipendenza itossicodipendenti.


pagina 10/11------Nella overdose da droghe l’ascorbato di sodio può
essere una misura salvavita
Nella overdose da droghe l’ascorbato di sodio può essere una misura salvavita.

pagina 10/11------mentre a quelli che possono inghiottire può essere
data la stessa quantità dissolta in un
bicchiere di latte
Ai tossicodipendenti in overdose ed incoscienti si dà l’ascorbato di sodio endovena, da 30 a 50 grammi, mentre a quelli che possono inghiottire può essere data la stessa quantità dissolta in un bicchiere di latte. Questo antidoto è non-specifico e funziona con ogni droga, così non bisogna
perdere tempo per identificare il tipo di droga. Noi supponiamo che l’azione dell’ascorbato sia dovuta agli alti livelli di ascorbato di sodio nel cervello in competizione con il narcotico e con il suo spostamento dai siti recettori per gli oppiacei. Se questo è il caso, allora potrebbe essere possibile usare questo fenomeno post-operazione, nei pazienti chirurgici, per portarli fuori velocemente dalla anestesia.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... ndenza.pdf

A giustificazione di quanto sia UTILE questo "ALIMENTO ESSENZIALE" di nome ACIDO ASCORBICO, è che Madre Natura lo ha addirittura usato all'inizio della vita per inserirvi gli spermatozoi onde veicolarli ed alimentarli nella loro funzione per la CONTINUAZIONE DELLA SPECIE. Questo è lo SPERMA di ogni animale del mondo, senza contare che l'ha usato abbondantemente anche nei VEGETALI. Questo recita la pagina:
"Con quanto sopra abbiamo dimostrato che lo SPERMA, di qualsiasi animale, contiene in maggior quantità:
ACIDO ASCORBICO, selenio, potassio e magnesio
Faccio notare che questi quattro alimenti fanno parte della MIA e nostra integrazione fatta per anni ed iniziata nel 1992, senza interruzione ottenendo quei risultati visibili da TUTTI. Ora mi chiedo "SARA' UN CASO che personalmente ogni giorno sono al TOP sia di FISICO che di MEMORIA?" cosa ne dite voi? Vorrei specificare in che forma assumo e precisamente: l'ACIDO ASCORBICO PURO, il SELENIO in pastiglie, il POTASSIO BICARBONATO ed il MAGNESIO CLORURO."

http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... sperma.htm

Perchè "ALIMENTO ESSENZIALE"?
"Ogni nostra cellula possiede un equilibrio fra il suo interno ed il suo esterno che si fonda sulla stabilità del potenziale di membrana e sulla regolarità del meccanismo della pompa sodio-potassio.
Tutti gli elementi leggeri (almeno 21) sono essenziali per la vita. Di questi in particolare sono quattro quelli fondamentali: Sodio, Potassio, Calcio e Magnesio.
L'individuo sano possiede:
- tutti gli elementi necessari nella giusta quantità
- un regolare potenziale di membrana e un regolare funzionamento della pompa sodio-potassio
- un sistema immunitario integro ed efficiente
Nell'organismo sano, secondo necessità, si producono, per azione degli enzimi, delle trasmutazioni di un elemento in un altro: il calcio in potassio o in magnesio, il sodio in potassio o magnesio, il magnesio in calcio, il potassio in calcio ecc.. In particolare, l'equilibrio della pompa sodio-potassio è salvaguardato dagli ascorbati dei quattro elementi, cioè dalla salificazione di questi ultimi operata dall'"ACIDO ASCORBICO".
L'organismo equilibrato è in grado di mantenere attivo questo processo e di conseguenza il sistema immunitario preposto a combattere ogni forma di aggressione. Essendo gli alimenti la fonte di approvvigionamento degli elementi necessari a produrre gli ascorbati, ed essendo i cibi odierni più poveri ed adulterati ed inquinati, essi stessi sono causa o concausa di tante patologie."

http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... nzione.htm
ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven feb 22, 2013 10:36 pm

SONO CERTO CHE NON SERVONO COMMENTI
'ACIDO ASCORBICO in ALTE DOSI e LATTE, cura e guarisce il tossicodipendente. Fin da prima del 1976 si poteva GUARIRE i tossicodipendenti, ma a chi può interessare questo? a quelle ASSOCIAZIONI ed ai suoi satelliti che sui TOSSICODIPENDENTI CI VIVONO? Ma se davvero guariscono, LORO, come potrebbero ancora SUPRAVVIVERE?

Le tossicodipendenze, come il cancro, sono condizioni terribili per le vittime a causa dei sentimenti di disperazione e di abbandono generati dalla gravità e dal generale fallimento dei “trattamenti” ortodossi.

pagina 1/11------La dipendenza da droghe e la malattia genetica,
Ipoascorbemia
I tossicodipendenti, come gli altri umani, sono dalla nascita portatori di un gene difettoso per la sintesi della proteina epato-enzimatica L-gulonolactone ossidase (GLO). Questo difetto di nascita (Stone, 1966) causa una malattia genetica, epato-enzimatica, la Ipoascorbemia (Stone, 1966) potenzialmente fatale, ma ora prontamente correggibile (Stone, 1967). Questo “errore innato nel metabolismo dei carboidrati” ha distrutto la capacità del fegato umano di sintetizzare l’acido ascorbico dal glucosio sanguigno e così priva l’umanità di questo importante meccanismo per
combattere gli stress nei mammiferi. La normale risposta dei mammiferi allo stress consiste nell’incrementare la sintesi epatica dell’acido ascorbico, come anti stress e disintossicante, al fine del mantenimento della omeostasi biochimica all’interno del corpo (Stone, 1972).
La “correzione completa”, per i tossicodipendenti trattati, comprendeva il dare loro da 25 a 85 grammi di ascorbato di sodio al giorno in dosi spaziate assieme ad alte assunzioni di altre vitamine, di minerali essenziali e ad alti livelli di proteine predigerite. Questo continuava per 4-6 giorni, e quindi le dosi venivano gradualmente ridotte a livelli di mantenimento inferiori, che variavano da circa 10 a 30 grammi al giorno. Sia le dosi terapeutiche che quelle di mantenimento possono variare grandemente, secondo la risposta clinica del particolare tossicodipendente trattato. La dose terapeutica è, usualmente, leggermente oltre il livello di tolleranza intestinale, mantenuta da 12 a 24 ore. La selezione del dosaggio appropriato si basa sulla esperienza clinica, sulla osservazione e sulle risposte del paziente. La tolleranza intestinale è un concetto introdotto da Robert Cathcart (1976) per giudicare la tossicità della patologia e la dose di ascorbato richiesta e necessaria per il trattamento.

pagina 2/11------Cathcart scoprì che la tolleranza intestinale aumenta
con gli aumentati stress sullo organismo
Cathcart scoprì che la tolleranza intestinale aumenta con gli aumentati stress sullo organismo. E’ impressionante il miglioramento generale del benessere dei tossicodipendenti entro 12-24 ore dall’inizio della disintossicazione con l’ascorbato di sodio. E’ dimostrato dalla migliorata
vivacità mentale ed acutezza visiva, dal ritorno dell’appetito ed il tossicodipendente è meravigliato dal funzionamento del trattamento senza l’uso di un altro narcotico.

pagina 3/11------Qualche recente lavoro sull’ascorbato
dell’avvelenamento da barbiturici, da morso di
serpente e dai morsi del ragno Vedova Nera
Noi non affermiamo di essere i primi a suggerire l’uso dell’ascorbato nel problema della tossicodipendenza, ma noi affermiamo però di essere i primi ad usare l’ascorbato di sodio in modo appropriato per ottenere questi risultati desiderati. L’ascorbato iniettato nei ratti, con la dose di 100 mg per kg corporeo, attenuava ed aboliva gli effetti narcotici della morfina (Ghione, 1958). Fu passata in rassegna la disintossicazione, via ascorbato, di un’ampia varietà di veleni inorganici ed organici (Stone, 1972), incluso il lavoro di Klenner sul trattamento con mega-ascorbato, coronato da successo, nel trattamento dell’avvelenamento da barbiturici, da morso di serpente e dai morsi del ragno Vedova Nera. In questa rassegna fu anche suggerito di usare megadosi di ascorbato nella tossicodipendenza (Stone, pp. 157-158, 1972). Nel 1976 comparvero due interessanti articoli, uno tailandese, che mostrava che il tempo di sonno indotto in conigli con 15 mg di pentobarbital poteva essere progressivamente ridotto aumentando la quantità di ascorbato iniettato 5 minuti prima del pentobarbital. I tempi di sonno, in minuti, per dosi di ascorbato di 250 mg, 500 mg e 750 mg erano
di 29, 27 e 23 e con 1 grammo di ascorbato i conigli non s’addormentavano affatto (Bejrablaya and Laumjansook, 1976). L’altro articolo (Scher et al., 1976), fu in origine presentato al North American Congress on Alcohol and Drug Problems, nel 1974, da questi autori del National Council on Drug Abuse and the Methadone Maintenance Institute, ed era intitolato “Massive Vitamin C as an Adjunct in Methadone Maintenance and Detoxification”. Questi autori si resero conto che lo
scorbuto giocava una larga parte nel problema dell’abuso di droghe, ma essi vedevano l’ascorbato come un mezzo per ridurre alcuni degli effetti collaterali della somministrazione del metadone, come la costipazione, la perdita della libido ed il sonno senza riposo. A tal fine essi usavano circa 5
grammi di acido ascorbico al giorno. Apparentemente non capitò loro mai di pensare che passando all’ascorbato di sodio ed incrementando le loro dosi di un fattore 10, essi potevano completamente eliminare il mal concepito Programma Metadone, con tutti i suoi problemi, ed avere allo stesso tempo una soluzione semplice, non tossica ed elegante per il problema dell’abuso di droghe.

pagina 4/11------Storie di casi tipici 1
Caso 1. T.M., maschio, 23 anni. Usa droghe da 10 anni. A 15 anni ha usato eroina per una “botta” di fine-settimana. Allorché cominciò il nostro trattamento, aveva un’abitudine da 100$ al giorno. Aveva provato, in varie occasioni, i programmi ospedialieri di disintossicazione a base di metadone
e Darvon liquido. Ogni volta questo programma di sostituzione dell’eroina con un altro narcotico falliva nel dargli un sollievo soddisfacente. La prima cosa che fece quando uscì dall’ospedale fu di iniettarsi eroina a causa dell’insaziabile bisogno e del sentirsi male per il metadone o il Darvon
liquido. Al suo ingresso, fu fatto il test della sua urina per gli spillamenti urinari di ascorbato ed aminoacidi. Non c’era spillamento urinario, confermando la presenza di ipoascorbemia e di ipoaminoaciduria. Gli furono dati 25 grammi di ascorbato di sodio in dosi di 4 grammi insieme a vitamine, minerali ed ai supplementi di proteine. Dopo tre giorni di questo regime cominciò a mangiare ed a sentirsi molto meglio, a pensare con più chiarezza, dichiarando “non voglio più andare in giro a rubare” e iniziò ad avere un sonno riposante. L’ascorbato fu ridotto a 10 grammi al giorno, al sesto giorno. E’ restato su questa dose di mantenimento per circa tre mesi ed è completamente privo di droga ed ha perso il suo “desiderio” di droga. Si è diplomato con il programma Manpower ed ora ha un impiego redditizio per la prima volta nella sua vita da adulto.

pagina 5/11------Storie di casi tipici 2-3
Caso 2. A.C. maschio, 24 anni. Cominciò ad usare eroina a 15 anni ed ora ha un’abitudine dal costo tra i 150$ ed i 200$ al giorno. Ha provato almeno sette differenti ospedali per disintossicarsi ed è stato in mantenimento con metadone per tre anni. Si “sballa” ancora con l’eroina per potere prendere il metadone, dal momento che gli dà disturbi di stomaco e l’ha fatto ammalare. “Il metadone ti uccide dentro”, per citare il paziente. Era talmente scettico sul valore del nostro programma ortomolecolare che, una domenica, prima prese 45 grammi di ascorbato di sodio e poi nello spazio di cinque ore si “sparò” un valore di eroina di 300-400$, e questa grande quantità di eroina non gli fece alcun effetto. Continuò con l’ascorbato, 45 grammi al giorno per 10 giorni, insieme a supplementi di vitamine, minerali e proteine. Quindi la dose fu ridotta a 10 grammi di ascorbato di sodio e continuata per altri 30 giorni. Il paziente si è allontanato dall’area, ma quando fu visitato l’ultima volta, era libero dalla droga ed aveva un estremo senso di benessere ed una buona disposizione.

Caso 3. F.F. maschio, 35 anni. E’ stato tossicodipendente per 23 anni, gli ultimi 7 con il programma di mantenimento con metadone. Soffriva i tipici sintomi del metadone: grave costipazione, perdita del sonno, perdita della libido. Era solito assumere lassativi e fare clisteri eppure non riusciva a
muovere l’intestino. Quando aveva movimento intestinale, le feci erano così dure ed irremovibili che era solito “venire meno o perdere i sensi per il dolore”. Gli fu dato ascorbato di sodio alla dose di 25 grammi al giorno per quattro giorni, quindi la dose fu aumentata a 45 g, quindi, dopo un giorno, ridotta a 10 g del miscuglio 50-50 NaAA ed AA. E’ tuttora a questo dosaggio un mese dopo e fu visitato allora. Stava così bene che la sua attitudine mentale era eccellente, l’appetito era ritornato, aveva normali movimenti intestinali senza lassativi e la sua libido stava lentamente ritornando. Gli fu detto di rimanere sulle dosi di mantenimento e di fare un altro controllo dopo un mese. Il mantenimento con il metadone è molto più difficile da trattare della dipendenza da eroina a causa dell’effetto metabolico avverso che il metadone ha sul corpo.

pagina 5/11------Al tempo in cui fu scritto questo articolo, 30
su 30 pazienti erano stati trattati con successo
Al tempo in cui fu scritto questo articolo, 30 su 30 pazienti erano stati trattati con successo in questo studio pilota sotto la supervisione dello AFL.
Questa riportata percentuale di successo, al 100 percento, è la stessa notata dal dott. Cathcart nella sua terapia megascorbica per le malattie virali, “funziona sempre” purché si usi abbastanza ascorbato.

pagina 5/11------Storia di casi -ascorbato nel LATTE
Una madre portò suo figlio sedicenne che era totalmente “fatto” con “Polvere d’Angelo” (PCP).
Questo ragazzo era incoerente e completamente fuori fase con la realtà. Gli furono dati 30 grammi di ascorbato di sodio mescolati in un bicchiere di latte ed entro 45 minuti poteva sostenere una normale conversazione. Se gliene fossero stati dati 50 grammi, è probabile che sarebbe diventato
razionale prima. Con ascorbato di sodio dato endovena, questo tempo di recupero avrebbe potuto accorciarsi in minuti.

pagina 6/11------Discussione - Stone aveva provato senza successo a
dare inizio a qualche ricerca clinica per oltre un
decennio.
Questo studio pilota congiunto fu iniziato nel gennaio del 1977, dopo una serie di coincidenze tra gli autori. Entrambi gli autori avevano lavorato per molti anni, indipendentemente, sul problema dell’abuso di droghe, con la AFL, che conduceva occasionali test clinici sui tossicodipendenti fin dal 1974 e con lo IS che lavorava sul background teorico, genetico e biochimico. Venimmo a conoscenza ciascuno dei lavori dell’altro nel dicembre del 1976 e mettemmo insieme la nostra conoscenza ed esperienza. Stone aveva provato senza successo a dare inizio a qualche ricerca clinica per oltre un decennio. Il suo ultimo, e più scoraggiante, tentativo era stato nel novembre del 1976, quando un protocollo di ricerca clinica con megascorbato fu respinto da uno degli “uomini importanti” del campo con “Non c’è prova della utilità di dosi massicce di vitamina C in qualsiasi
malattia (eccetto lo scorbuto), meno che mai in condizioni associate alla dipendenza da eroina”, “Dosi massicce di vitamina C sono potenzialmente tossiche”, “Non c’è una base scientifica conosciuta per pensare che la vitamina C sarebbe di beneficio nel mantenimento con metadone o
nella disintossicazione.” Se non avessimo scartato come assoluto non senso questa certezza dell’autorità, questa promettente nuova terapia per la dipendenza da droghe avrebbe potuto essere ritardata per anni.Comunque
questo atteggiamento prevalente nei confronti del megascorbato ci convinse che le agenzie ortodosse dell’abuso di droghe non erano il mezzo appropriato per iniziare o condurre test clinici esploratori sull’uso del megascorbato nell’abuso di droghe. Ci rendemmo anche conto che sarebbe stato quasi impossibile ottenere un qualche supporto per il lavoro clinico che implicava megascorbato, la pecora nera delle agenzie ortodosse di finanziamento, e certamente impossibile da ottenere velocemente. I test preliminari di Libby erano così impressionanti e questo lavoro era stato
così a lungo ritardato che, tenendo conto dello scarso livello di successo della medicina ortodossa,noi sentivamo che era richiesta un’azione immediata. Abbiamo eliminato tutto il nastro rosso del finanziamento, consumatore di tempo, semplicemente operando con il nostro tempo e con i nostri fondi personali.

pagina 6/11------I risultati clinici sono stati così positivi,
nel 100 percento dei 30 tossicodipendenti trattati
I risultati clinici sono stati così positivi, nel 100 percento dei 30 tossicodipendenti trattati alla data della stesura dell’articolo, che abbiamo ritenuto una necessità assoluta la pronta presentazione e pubblicazione dei nostri dati. Come conseguenza della carenza di fondi non abbiamo potuto mettere i puntini su tutte le “i” e cancellare tutte le “t” e addentrarci nelle nostre speculazioni. Siamo giunti, comunque, ad un punto in cui possiamo offrire una procedura affidabile, non tossica, semplice e pratica che ha molti
vantaggi rispetto ai modi ortodossi di trattare i tossicodipendenti.

pagina 7/11------Come indicato in precedenza, l’ascorbato è un
disintossicante generale per molti veleni differenti,
ma il suo modo di operare è per lo più sconosciuto.
Klenner (1974) sottolinea che “L’acido ascorbico
nello shock può salvare la vita.
Come indicato in precedenza, l’ascorbato è un disintossicante generale per molti veleni differenti, ma il suo modo di operare è per lo più sconosciuto. Klenner (1974) sottolinea che “L’acido ascorbico nello shock può salvare la vita. Dodici grammi del sale di sodio, dati con una siringa da 50 cc, invertirà lo shock entro minuti. Nell’avvelenamento da barbiturici e da monossido, i risultati sono così impressionanti che negare questa terapia sconfina con la mala-pratica. “L’effetto disintossicante dell’ascorbato di sodio con i narcotici appare essere così rapido che questa rapidità sembra precludere un meccanismo che implica un diretto attacco chimico sulla molecola di narcotico, per convertirlo in qualche derivato inattivo. Inoltre esso lavora in tanti tipi differenti di molecole di narcotici. Un’ipotesi più compatibile potrebbe essere il vedere la sua azione come un competitore per i siti recettori del cervello per gli oppiacei, così che alti livelli di ascorbato di sodio prevengono il fissaggio e rimuovono le molecole del narcotico fissate a questi siti.

pagina 8/11------Implicazioni - 1. In chirurgia potrebbe essere
possibile eliminare il fatto che il paziente attenda
delle ore nella sala di recupero per “uscire” dalla
anestesia
Implicazioni
1. In chirurgia potrebbe essere possibile eliminare il fatto che il paziente attenda delle ore nella sala di recupero per “uscire” dalla anestesia, il che richiede anche la presenza di un infermiere. Se si facesse al paziente, alla fine dell’intervento chirurgico, una massiccia iniezione endovena di ascorbato di sodio, possibilmente attorno ai 30-50 grammi, il paziente
potrebbe svegliarsi prima di lasciare la sala operatoria. In generale bisognerebbe evitare di dare al paziente grandi dosi di ascorbato immediatamente prima di una operazione, perché ciò aumenterebbe la quantità di anestetico richiesto per dare un equivalente effetto anestetico. Il dare al paziente questa dose di ascorbato post-operatorio avrebbe anche altri effetti salutari sulla guarigione e contro lo shock.

pagina 8/11------NON vengono usati materiali chimici tossici o narcotici
Materiali e fonti ----------LATTE------
Tutti i materiali usati in questo studio sono ortomolecolari e comunemente disponibili. Non vengono usati materiali chimici tossici o narcotici.

pagina 9/11------L’ascorbato di sodio sterile, iniettabile, è fornito
in fiale di 30 o 50 ml contenenti una soluzione al
25 percento.
L’ascorbato di sodio sterile, iniettabile, è fornito in fiale di 30 o 50 ml contenenti una soluzione al25 percento. Usare solo il prodotto “privo di preservanti” che può essere ottenuto dalla Bronson o Preventix sotto elencate. La somministrazione dell’ascorbato di sodio per endovena è più rapida ed efficiente che per via orale, dal momento che by-passa il tratto digerente. Nelle overdosi da droga ed in altri casi occasionali dovrebbe potere essere somministrato così, ma in generale abbiamo cercato di evitare l’uso di “ago e siringa” nel trattamento di routine a causa delle implicazioni psicologiche per il tossicodipendente.
Nello sforzo di ridurre il numero di prodotti separati usati in questaprocedura abbiamo sperimentato con un prodotto singolo combinato che comprende ascorbato di sodio con le vitamine ed i minerali presto disponibile sia in polvere cristallina che in compresse.

pagina 10/11------La tossicodipendenza cronica genera nelle vittime
un grave scorbuto subclinico.
Programma Metadone, per il “trattamento” di queste
persone malate, semplicemente sostituisce con
un narcotico legale uno illegale.
Sommario
La tossicodipendenza cronica genera nelle vittime un grave scorbuto subclinico, insieme a disfunzioni da carenza di multivitamine e minerali e da deficienze proteiniche. Il largamente usato Programma Metadone, per il “trattamento” di queste persone malate, semplicemente sostituisce con
un narcotico legale uno illegale, che continua solamente a dare i gravi stress biochimici che contribuiscono alla loro malattia. Questo studio pilota ha riguardato i tossicodipendenti sofferenti di una grave sindrome del tipo Ipoascorbemia-Kwashiorkor. La nostra procedura è stata progettata per
correggere completamente sia il difetto genetico, che causa la Ipoascorbemia, sia anche i disturbi dovuti alla multi-malnutrizione ed alle deficienze proteiche implicate nella Kwashiorkor.

pagina 10/11------E’ di efficienza rapida nel riportare in buona
salute i tossicodipendenti
Il trattamento è interamente ortomolecolare ed economico, non è tossico e non usa farmaci o narcotici. E’ di efficienza rapida nel riportare in buona salute i tossicodipendenti. Nelle fasi iniziali della procedura si somministra ascorbato di sodio, da 25 a 85 grammi o più al giorno, insieme ad alte dosi
di multivitamine, minerali essenziali e idrolisato proteico.

pagina 10/11------Con questo trattamento si arrestano eroina o
metadone e non si incontrano sintomi di astinenza
Con questo trattamento si arrestano eroina o metadone e non si incontrano sintomi di astinenza. Se ci fosse una “crisi”, è
immediatamente disintossicato e non si produce uno “sballo”. E’ come se si iniettasse acqua pura. C’è un grande miglioramento in benessere ed in prontezza mentale. In alcuni giorni ritorna l’appetito ed essi mangiano bene, hanno un sonno ristoratore ed è risolta la “costipazione-da metadone”. Dopo circa 4-6 giorni le dosi sono ridotte a quelle di mantenimento. Nei 30 tossicodipendenti in prova, in questo studio pilota, i risultati sono stati eccellenti in tutti i casi e sembrerebbe che questa semplice procedura, non tossica, dovrebbe servire da base per una prova su larga scala per sviluppare un nuovo programma per liberare dalla loro dipendenza itossicodipendenti.


pagina 10/11------Nella overdose da droghe l’ascorbato di sodio può
essere una misura salvavita
Nella overdose da droghe l’ascorbato di sodio può essere una misura salvavita.

pagina 10/11------mentre a quelli che possono inghiottire può essere
data la stessa quantità dissolta in un
bicchiere di latte
Ai tossicodipendenti in overdose ed incoscienti si dà l’ascorbato di sodio endovena, da 30 a 50 grammi, mentre a quelli che possono inghiottire può essere data la stessa quantità dissolta in un bicchiere di latte. Questo antidoto è non-specifico e funziona con ogni droga, così non bisogna
perdere tempo per identificare il tipo di droga. Noi supponiamo che l’azione dell’ascorbato sia dovuta agli alti livelli di ascorbato di sodio nel cervello in competizione con il narcotico e con il suo spostamento dai siti recettori per gli oppiacei. Se questo è il caso, allora potrebbe essere possibile usare questo fenomeno post-operazione, nei pazienti chirurgici, per portarli fuori velocemente dalla anestesia.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... ndenza.pdf

A giustificazione di quanto sia UTILE questo "ALIMENTO ESSENZIALE" di nome ACIDO ASCORBICO, è che Madre Natura lo ha addirittura usato all'inizio della vita per inserirvi gli spermatozoi onde veicolarli ed alimentarli nella loro funzione per la CONTINUAZIONE DELLA SPECIE. Questo è lo SPERMA di ogni animale del mondo, senza contare che l'ha usato abbondantemente anche nei VEGETALI. Questo recita la pagina:
"Con quanto sopra abbiamo dimostrato che lo SPERMA, di qualsiasi animale, contiene in maggior quantità:
ACIDO ASCORBICO, selenio, potassio e magnesio
Faccio notare che questi quattro alimenti fanno parte della MIA e nostra integrazione fatta per anni ed iniziata nel 1992, senza interruzione ottenendo quei risultati visibili da TUTTI. Ora mi chiedo "SARA' UN CASO che personalmente ogni giorno sono al TOP sia di FISICO che di MEMORIA?" cosa ne dite voi? Vorrei specificare in che forma assumo e precisamente: l'ACIDO ASCORBICO PURO, il SELENIO in pastiglie, il POTASSIO BICARBONATO ed il MAGNESIO CLORURO."

http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... sperma.htm

Perchè "ALIMENTO ESSENZIALE"?
"Ogni nostra cellula possiede un equilibrio fra il suo interno ed il suo esterno che si fonda sulla stabilità del potenziale di membrana e sulla regolarità del meccanismo della pompa sodio-potassio.
Tutti gli elementi leggeri (almeno 21) sono essenziali per la vita. Di questi in particolare sono quattro quelli fondamentali: Sodio, Potassio, Calcio e Magnesio.
L'individuo sano possiede:
- tutti gli elementi necessari nella giusta quantità
- un regolare potenziale di membrana e un regolare funzionamento della pompa sodio-potassio
- un sistema immunitario integro ed efficiente
Nell'organismo sano, secondo necessità, si producono, per azione degli enzimi, delle trasmutazioni di un elemento in un altro: il calcio in potassio o in magnesio, il sodio in potassio o magnesio, il magnesio in calcio, il potassio in calcio ecc.. In particolare, l'equilibrio della pompa sodio-potassio è salvaguardato dagli ascorbati dei quattro elementi, cioè dalla salificazione di questi ultimi operata dall'"ACIDO ASCORBICO".
L'organismo equilibrato è in grado di mantenere attivo questo processo e di conseguenza il sistema immunitario preposto a combattere ogni forma di aggressione. Essendo gli alimenti la fonte di approvvigionamento degli elementi necessari a produrre gli ascorbati, ed essendo i cibi odierni più poveri ed adulterati ed inquinati, essi stessi sono causa o concausa di tante patologie."

http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... nzione.htm
ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mar mar 05, 2013 6:15 pm

Ciao, troppo importante è la vitamina D per il nostro corpo per non dargli il valore che si merita. Sicuramente insieme all'ACIDO ASCORBICO e agli altri nostri "ALIMENTI ESSENZIALI" questa vitamina gioca un ruolo molto importante per la nostra salute. Eccoti una pagina che ti fà capire quanto lo sia.

Video "La vitamina D": un ormone dotato di azioni pleiotropiche
Intervista al Prof. Andrea Giustina, Professore Ordinario Dipartimento Scienze Mediche e Chirurgiche, Università degli Studi di Brescia
http://www.pharmastar.it/index.html?pgnav=12&id=656

Vitamina D: il “nuovo” ormone per il dimagrimento, testosterone e salute
Con la diffusione delle diete evoluzionistiche, uno dei problemi principali da risolvere è sicuramente il ricreare, nei limiti imposti dalla civiltà moderna e industriale, le stesse condizioni di cibo nutriente e di modalità di vita. Uno di questi riguarda in modo importante la vitamina D, finora discretamente sottovalutata, ma che alla luce della Paleo Diet e anche di nuovissimi studi indipendenti, ne rivalutano fortemente il ruolo centrale nell’ alimentazione, nella prestazione sportiva e nella salute in generale. Inizio subito dicendo che la vitamina non è solo tale, ma è anche un vero e proprio gruppo di pro-ormoni liposolubili costituito da 5 diverse vitamine: vitamina D1, D2, D3, D4 e D5. Tuttavia quelle più attive sono la vitamina D2 (ergocalciferolo) di provenienza vegetale e la vitamina D3 (colecalciferolo), derivante dal colesterolo, sintetizzata negli organismi animali.
La sua più importante funzione è quella di favorire il riassorbimento di calcio a livello renale, l'assorbimento intestinale di fosforo e calcio ed i processi di mineralizzazione dell’osso; senza un adeguato apporto di vitamina D, l’organismo non può assorbire efficacemente il calcio. Come è noto un po’ a tutti, la vitamina D viene prodotta dalla nostra cute, più precisamente dai cheratinociti presenti; infatti la vitamina D3 deriva dal suo precursore 7-deidrocolesterolo che è disponibile in grandi quantità nella pelle dell’uomo e degli animali.
L’80% del fabbisogno di vitamina D è garantito dalla irradiazione solare in quanto il contenuto di questo nutriente nei cibi è molto basso. Ma proprio qui nasce il problema, perché diversi milioni di anni dell’ evoluzione umana li abbiamo passati in Africa, in una savana con pochi alberi, con il sole a picco e quindi con la pelle esposta al sole per quasi tutto il giorno. Ma circa 150.000 anni fa un gruppo di noi decise di andare fuori dal continente africano e si diffuse in tutto il mondo, compresi i territori più a nord come l’attuale scandinavia, dove di sole se ne vede decisamente ben poco. Per sopperire al problema le popolazioni proto-scandinave furono le prime a digerire il lattosio, per poter adattarsi almeno a prendere la vitamina D dai latticini; per questo motivo in scandinavia c’è tutt’ora il più alto tasso di tolleranza al lattosio al mondo. Questo non ha risolto del tutto il problema perché, come abbiamo visto, la vitamina D negli alimenti è scarsa e in più c’è a tendenza dei scandinavi ad essere chiusi e a ricercare la solitudine, che a volte diventa un problema, soprattutto durante la stagione invernale.
Il lungo, freddo e buio inverno di quei territori può uccidere, specialmente nei piccoli villaggi di campagna: difficili situazioni personali e familiari portano spesso a crisi depressive. Tante persone non riescono a superare queste crisi e, unitamente ai lunghi mesi di solitudine, arrivano a togliersi la vita. Il suicidio è un problema serio per esempio in Finlandia, visto che possiede la più alta percentuale di suicidi con arma da fuoco in Europa e la seconda più alta nel mondo dopo gli Stati Uniti, mentre qui in Italia i suicidi sono “solo” un terzo di quelli finlandesi. Per combattere il buio e la conseguente depressione stagionale in moltissime case viene installata una speciale lampada che simula il sorgere della luce del sole in modo da rendere il risveglio più naturale. Tutto questo perché c’è un collegamento poco conosciuto tra vitamina D e depressione, comprovato proprio da diversi studi scientifici sia scandinavi in adulti e anche in giovani americani (“Serum vitamin D concentrations are related to depression in young adult US population”: the Third National Health and Nutrition Examination Survey).
Ma in realtà questa situazione non riguarda solo le popolazioni a nord del mondo, ma anche tutti noi, perché siamo per la maggior del tempo chiusi nelle nostre case e nei nostri uffici, abbiamo vestiti che ci coprono completamente anche quando siamo all’aperto e non bastano certo i 15 giorni al mare per la fare la scorta di vitamina D per il resto dell’ anno.
Insomma, come al solito, l’ uomo ha bisogno di tantissimi anni (anche centinaia di migliaia) per adattare il DNA alla nuova situazione di cibo, ambiente e malattie al di fuori della natia Africa e quelle poche decine di migliaia di anni in giro per il mondo, chiusi nelle case, indossando abiti molto più coprenti (in alcune regioni medio-orientali sono scoperti solo gli occhi delle donne) non sono certo bastati per adattare il nostro organismo alla scarsità di sole.

La carenza di Vitamina D e la sua relazione con il grasso corporeo
Diversi studi hanno mostrato la scarsa informazione fornita dai medici sulla carenza di vitamina D, che è un significativo fattore di rischio per i soggetti in sovrappeso o con un indice di massa corporea alto, sei si ha insufficiente apporto di integratori, l’appartenenza alla razza asiatica e vivere in zone non equatoriali.
Infatti, in tutto il mondo, due donne su tre in postmenopausa (64%) presentano livelli inadeguati di vitamina D, come nelle donne affette da osteoporosi in tutto il mondo, con percentuali fino al 90% nei paesi non equatoriali. Studi precedenti hanno addirittura mostrato percentuali dell’83% in Medio Oriente. Ma anche due terzi di donne affette da osteoporosi che vivono in zone soleggiate hanno inadeguati livelli di vitamina D e che l’insufficiente integrazione è un potente fattore predittivo per la presenza di livelli inadeguati di vitamina D. In Italia, uno studio multicentrico nazionale coordinato dall’ospedale Molinette di Torino, ha dimostrato che la vitamina D è insufficiente nel 76% delle donne italiane.
L’improvvisa scarsità di vitamina D disponibile nel giro di pochi migliaia di anni, ha provocato una reazione a catena nel nostro corpo, un vero e proprio sconquasso, non solo per il metabolismo del calcio, ma anche in tante problematiche di tipo ormonale, facendoci perdere virilità, forza, massa muscolare e addirittura incrementando il livello di obesità.
Per esempio, un recente studio austriaco (Hormone Metabolic Research, 43: 223-225, 2011) ha dimostrato che la supplementazione giornaliera di 3000 IU di vitamina D per un anno ha incrementato il testosterone del 20% e il testosterone libero biologicamente attivo del 17%. Questo vuol dire che semplicemente integrando la vitamina D potremmo avere maggior testosterone per i nostri allenamenti, per la nostra concentrazione mentale e anche per la nostra attività sessuale, il che non mi sembra proprio una cosa da buttar via.
Del resto, non certo a caso, l’ estate è da sempre la stagione degli amori, stimolati anche da una maggiore esposizione al sole in spiaggia, che permette così una surplus di sano testosterone per ambedue i sessi.
Controllare che i propri livelli di vitamina D siano nella norma, potrebbe essere addirittura fondamentale anche per poter dimagrire, in quando gli obesi producono il 10% di questa sostanza rispetto ai normopeso e questa carenza interferisce con la funzionalità della leptina. Quest’ ultima è un ormone-messaggero costituita da cellule adipose che comunica all’ipotalamo (un piccola ghiandola del cervello) quanto grasso è immagazzinato nel corpo e quindi segnala che lo stomaco è pieno, togliendo cosi la fame.
Ma se la percentuale di grasso corporeo è elevata, tende ad assorbire la vitamina D, impendendo il suo afflusso nel sangue, lasciando alti i livelli di leptina, provocando cosi una appetito insaziabile e costante durante tutta la giornata. Inoltre sembra che i soggetti in sovrappeso abbiano una minore capacità di di convertire la vitamina D nella sua forma ormonale attiva, cosa che crea un meccanismo perverso perché chi è grasso magari non va al mare per vergogna, oppure si copre, quindi i livelli di vitamina D sono sempre più bassi, la leptina più alta e la percentuale di grasso aumenta cosi anno dopo anno.
Quindi le persone obese hanno mediamente meno vitamina D e statisticamente la relazione tra obesità e carenza di D è statisticamente significativa. In pratica possiamo affermare che il soggetto in sovrappeso/obeso che non si espone al sole oppure non prende integratori di vitamina D, può non dimagrire mai e anzi aumentare di peso anno dopo anno.
Uno studio sulla popolazione canadese del 2010 pubblicato su “Obesity” ha dimostrato che sia il peso che il grasso corporeo erano molto più bassi nelle donne con livelli di vitamina D normali rispetto a quelle che li avevano insufficienti. Una delle ipotesi più accreditate per spiegare questa situazione è quella che la vitamina D, essendo liposolubile, quando viene prodotta dalla pelle o assunta con il cibo viene normalmente distribuita nel grasso corporeo, ma a parità di vitamina assunta dai normopeso, ovviamente gli obesi si ritroveranno conseguentemente nel sangue livelli più bassi di vitamina D biodisponibile per il fabbisogno.
E’ stato calcolato che se le cellule adipose sono in eccesso, possono far diminuire di quattro volte la capacità di produrre vitamina D, cioè se siete in sovrappeso è molto probabile che la vostra produzione di questa sostanza sia solo di un quarto di una persona normopeso. Questo vale anche per i bambini, visto che tra l’ altro quelli italiani seguirebbero la dietona mediterraneaona “patrimonio umanità Unesco”, sono i più obesi d’ Europa. Infatti in uno studio pubblicato sull ''American Journal of Clinical Nutrition" e condotto per 30 mesi dai ricercatori della Michigan University su 479 bambini di Bogotà (Colombia), dai 5 ai 12 anni, è stato riscontrato che livelli inferiori di vitamina D erano associati ad un più rapido aumento di peso e ad una maggiore tendenza ad accumulare grasso addominale, fattore di rischio di molte patologie in età adulta. Nelle bambine, invece, sono state riscontrate difficoltà relative alla crescita in altezza.

Vitamina D per il diabete e per prevenire gli infortuni
Ma la vitamina D agisce anche sul diabete; gli scienziati del Helmholtz Zentrum München hanno dimostrato proprio quest’anno che le persone con buoni valori di vitamina D sono a minor rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.
Lo studio, condotto in collaborazione con il Centro tedesco del Diabete e l’Università di Ulm, è stato pubblicato sulla rivista scientifica Diabetes Care.
Un'altra ricerca ha scovato un altra sorprendente qualità della vitamina D, cioè la sua capacità di prevenire gli infortuni negli atleti.
Michael Shindle del Summit Medical Group in Madison (Wisconsin, USA – National meeting of American Orthopetic Society for Sports Medicine, Luglio 2011) ha scoperto che più dei 2/3 di 89 giocatori di football americano NFL infortunati avevano i livelli insufficienti di Vitamina D.
I livelli di questa vitamina devono essere maggiori di 32 ng/mL, e ben 27 giocatori avevano i livelli sotto i 20 ng/ml, mentre altri 45 avevano i livelli tra i 20-31,9 ng/mL.
Per tutti quelli che sono sempre infortunati e ce ne sono molti, potrebbe essere quindi una buona idea l’ integrazione di questa vitamina.
Ma la carenza di vitamina D è generalizzata anche nella normale popolazione, tanto che negli Stati Uniti, nonostante il latte sia stato addizionato con la vitamina D fin dal 1922, la rivista specializzata “Life Extension” ha analizzato 13.892 campioni di sangue tra i suoi lettori e il risultati sono stati assolutamente sorprendenti. Il 38% dei soggetti aveva i livelli inferiori ai 30 ng/mL, mentre il 69% era al di sotto dei 40 ng/mL e solo il 14,3% aveva un tasso superiore ai 50 ng/mL, cioè quello considerato ottimale per ottenere i maggiori effetti benefici dalla vitamina D.
In italia, nonostante il sole sia abbondante, risulta paradossalmente che il livello medio di vitamina D nella popolazione sia in realtà basso, anche perché non esistono in commercio prodotti fortificati con questo micro-nutriente, come avviene invece in nord-europa e negli Stati Uniti. Nel nostro paese e solo per i bambini, per evitare il rachitismo, viene venduto dell’ olio addizionato con vitamina D, ma per adulti nulla.

I benefici della Vitamina D in sintesi
la vitamina D agirebbe come un vero e proprio ormone su tantissime e fondamentali funzioni del nostro organismo:
* Scheletro
salute delle ossa, previene l’ osteopenia, osteoporosi, osteomalacia, rachitismo e fratture
* Salute cellulare
previene certi tipi di cancro, come quello alla prostata, al pancreas, mammella, ovaie e colon; previene malattie infettive e infezioni al tratto respiratorio superiore, asma e disturbi respiratori.
* Salute organi
previene malattie cardiche e infarti; previene il diabete di tipo 2, parodontite , perdita di denti e altre malattie infiammatorie.
* Salute dei muscoli
supporta la forza muscolare
* Salute del sistema autoimmunitario
previene la sclerosi multipla, il diabete mellito di tipo 1, il morbo di Crohn e l’ artrite reumatoide.
* Salute del cervello
previene la depressione, schizofrenia, morbo di Alzheimer e demenza.
* Salute degli stati d’animo
previene il disordine affettivo stagionale, la sindrome pre-mestruale, i disturbi del sonno e aumenta il senso di benessere
Ma quali sono i livelli ottimali di vitamina D nel sangue?
Il dottor Holich del Boston Medical Center è una delle massime autorità mondiali nello studio di questa vitamina, propone questo “barometro” di riferimento per ottenere i massimi risultati:

BAROMETRO DELLA VITAMINA D
meno di 20 ng/ml Deficienza
tra 21 e 29 ng/ml Insufficienza
tra 30 e 100 ng/ml Sufficienza
sopra i 150 ng/ml Intossicazione
tra 40 e 60 ng/ml Ideale
Secondo Loren Cordain, l’ autore del rivoluzionario e fondamentale libro “Paleo Diet”, nei casi di carenza di vitamina D (<20 ng/mL), occorre seguire un’integrazione giornaliera di 2.000 – 7.000 UI per mesi per portare le concentrazioni di plasma a 40 ng/mL. Per mantenere le concentrazioni di plasma a 40 ng/mL, si consiglia un’integrazione giornaliera di 1.000-2.000 UI1; l’equivalenza è 100 UI = 2,5 mg e 400 UI = 10 mg.
In definitiva, anche se siamo in perfetto Paleo-style, mangiando frutta/verdura/carne/pesce e frutta secca, potremmo lo stesso avere problemi, in quanto non era prevedibile per l’ organismo l’ assunzione supplementare con il cibo di vitamina D, visto che per milioni di anni l’ abbiamo prodotta in quantità “industriale” con lo splendido sole africano. Quindi per ricreare il più possibile quell’ armonia di condizioni è assolutamente essenziale prendere più sole possibile durante l’ estate, in modo da fare un’ adeguata scorta per l’ inverno e/o e assumere cibi ad alto contenuto di vitamina D come l'olio di fegato di merluzzo, i pesci grassi (come i salmoni e le aringhe), il latte ed i suoi derivati, le uova, il fegato e le verdure verdi.
Ma è evidente che l’ olio di fegato di merluzzo sono decenni che non viene più sommistrato perché ha un sapore agghiacciante, mentre i pesci grassi vengono acquistati con parsimonia perché abbastanza costosi e magari pieni di mercurio, le uova vengono limitate dai medici perché “aumentano il colesterolo” (ma per favore…), il fegato non è di uso comune (anche perché quello di adesso è ricco di tossine) e il latte/derivati non possono essere assunti perché dannosi per tutti i motivi che già sappiamo legato al pH. Rimarrebbero le verdure, ma ammesso che si assumano in buone quantità, non sono tuttavia sufficienti per assumere la giusta quantità di vitamina D per raggiungere i livelli ottimali.
A questo punto l’ uso dell’ integratore di vitamina D potrebbe essere risolutivo, anche se come abbiamo visto è molto importante misurare prima il livello nel sangue, in quanto il livello di grasso corporeo ostacola l’ entrata nel sangue e quindi le dosi degli eventuali supplementi vanno calibrati perché potrebbero non bastare. Al laboratorio di analisi va richiesto il dosaggio del 25-idrossivitamina D (25-OH vitamina D) cioè la componente attiva della sostanza. Per chi volesse maggiori informazioni sull’ argomento, il 5 novembre terrò un Master a Roma su “Muscle Detox & Vitamina D” ), dove porterò ulteriori studi e approfondimenti su questa fondamentale ma sottovalutato nutriente.
Concludo questo articolo facendo una considerazione sul fatto che leggo spesso su riviste, internet, bacheche facebook deliranti articoloni contro la teoria dell’evoluzione, cercando in questo modo di screditare il sottoscritto e il suo lavoro.
A questi simpaticissimi personaggi dico solo che non vi siete messi contro di me, ma contro Sir Charles Darwin: AUGURI.
Claudio Tozzi

Bibliografia:
* “Vitamin D status in post-menopausal women living at higher latitudes in the UK in relation to bone health overweight, sunlight exposure and dietary vitamin D”, Bone – maggio 2008; 42(5):996-1003
* Orpana, H.M. et al., “BMI e mortality: Results from a National Longitudinal study of canadian adults”, Obesity 2010; 18(1):214-218
* Int Arch Med. 2010 Nov 11;3:29.
* “Serum vitamin D concentrations are related to depression in young adult US population”: the Third National Health and Nutrition Examination Survey. Ganji V, Milone C, Cody MM, McCarty F, Wang YT. Source Division of Nutrition, School of Health Professions, College of Health and Human Sciences, Georgia State University, 140 Decatur Street, Atlanta, GA 30302, USA.
* Effect of Serum 25-Hydroxyvitamin D on Risk for Type 2 Diabetes May Be Partially Mediated by Subclinical Inflammation. Results from the MONICA/KORA Augsburg study - Diabetes Care October 2011 vol. 34 no. 10 2320-2322
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... dsesso.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven mar 08, 2013 10:16 pm

Insieme all'ACIDO ASCORBICO PURO, l"ALIMENTO ESSENZIALE" più importante al nostro corpo è la "VITAMINA D", la vitamina del sole. Con l'aiuto di questo sole il nostro corpo ha il compito di sintetizzarla per 80% del fabbisogno. Purtroppo per mille motivi questo non è sempre possibile. Il primo di questi motivi è appunto la mancata esposizione al sole. Nemmeno dall'alimentazione è possibile ottenere un livello soddisfacente per il fabbisogno necessario.
"L'olio di fegato di merluzzo ne è ricchissimo (210 µg/100g), ma non viene abitualmente consumato. Tra i pesci, quelli grassi ne possono contenere fino a 25 µg/100g (salmone, aringa ecc. ), tra le carni solo il fegato ne contiene oltre il livello di tracce (0,5 µg/100g), tra i derivati del latte solo il BURRO (fino a 0,75 µg/100g) e i FORMAGGI PARTICOLARMENTE GRASSI (fino a 0,5 µg/100g) (Holland et al., 1991), mentre le uova ne contengono circa 1,75 µg/100g."
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... adalim.htm

Ecco un'altro motivo per mantenerci sempre più in "ASTINENZA" e causarci ANCORA altre malattie, la "vitamina D", come già la "vitamina E" ed il "lattosio" per cui ci dicono in continuazione di sostituirli con la "SOIA" eliminando il LATTE, il BURRO ed i FORMAGGI GRASSI che "dicono" ci causano MALATTIE come il COLESTEROLO che senza quello NON ESISTE LA VITA e il nostro corpo se lo produce per almeno l'80% del fabbisogno. Una bella fandonia, eccone un video esplicativo:
http://www.youtube.com/watch?v=-cA-dzKN8U4

ed ecco cosa è la "soia":
"Il progresso tecnologico rende possibile la produzione di proteine di soia isolate da ciò che in passato era considerato un sottoprodotto — l’elevata proteina della soia priva di grassi — e di trasformare qualcosa che sembra orribile e puzza terribilmente in prodotti che possono essere consumati da esseri umani. Gli aromi, i conservanti, i dolcificanti, gli emulsionanti e le sostanze nutritive sintetiche hanno trasformato quello che era il brutto anatroccolo dei cibi lavorati, la proteina della soia, in uno dei cibi miracolosi della New Age."
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... verita.htm

ed il "latte di soia":
"Anche in questo caso in letteratura sono presenti studi con risultati contrastanti. Tra i tanti, senza creare inutili allarmismi ma solo per dare un'idea di quanto delicata sia la questione, ve ne sono alcuni che sottolineano la capacità degli isoflavoni di favorire la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali mammarie. In base ai risultati di questi studi, la soia ed i suoi derivati sarebbero controindicati alle donne con storia presente o passata di cancro al seno."
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... alatte.htm

Uno altro dei motivi principali di questa "ASTINENZA" VOLUTAMENTE CAUSATA è quello che ci hanno detto sia i dottori che i media per anni:
"Per decenni ci hanno terrorizzato con la storia che il sole ci fa venire il cancro della pelle, su cui non tutti concordano. Le creme solari, forse prevengono il cancro della pelle, ma in compenso potrebbero farci venire il tumore da qualche altra parte, considerata la concentrazione di porcherie chimiche che contengono. In America l' industria del cosmetico vende creme solari con sostanze cancerogene e poi fa donazioni alla “American Cancer Society” (associazione non-profit per la lotta contro il tumore), che a sua volta raccomanda alla gente l’uso delle creme solari per prevenire il cancro. La solita storia di interessi economici che si cela dietro molto del contemporaneo terrorismo medico (1, 2)."
e ancora:
Perché non prestiamo la stessa attenzione quando compriamo un cosmetico o un prodotto per l’igiene personale? Forse perché mangiare è diverso da spalmarsi qualcosa sulla pelle? Certamente lo è! L’involucro cutaneo non ha una funzione di “accoglimento” e di “digestione” come il tratto gastro-intestinale, ma ha pur sempre una certa capacità d’assorbimento...anzi a livello cutaneo la situazione potrebbe essere peggiore perché almeno l’intestino opera una certa selezione su quello che assorbe. L’effetto finale è che diverse sostanze applicate esternamente raggiungono i tessuti e il torrente sanguigno esattamente come fanno gli alimenti o le bevande. Ricordo che l’industria cosmetica utilizza circa 13.000 tra sostanze sintetiche e semisintetiche e molte di queste sono state poco valutate da un punto di vista della tossicità.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... solari.htm

Sicuramente anche queste CREME CHIMICHE frapponendosi tra il sole a le nostra pelle impediscono ai raggi solari di innescare la produzione di questa VITAMINA D "ESSENZIALE". E' facile ovviare evitando le scottature. Basta preparare acqua con ACIDO ASCORBICO e spruzzarla sulla pelle prima dell'esposizione. Funziona anche sulle SCOTTATURE.
http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... anuela.htm

Per evitare questa astinenza, dato che questa vitamina D è mutuabile, è consigliabile ingoiarne gocce al giorno come se ci si esponesse al sole. La RGR "Razione Giaonaliera Raccomandata" è di 10 mcg.
http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... ionerg.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » sab mar 30, 2013 6:32 pm

Ciao, dato che si sono avuti problemi con il CODICE SCONTO durante l'ordine alla ditta Bio Line si è richiesto ed ottenuto che il CODICE SCONTO fosse non uno ma quattro:

genfranco
genfranconet
genfranconett
genfranconettt
in modo da avere il minor disguido possibile onde ottenere questo sconto del 10% immediato.
Mi permetto di ricordare, in quanto è cosa molto importante a NOSTRO FAVORE in quanto nei momenti attuali acquistare un prodotto adulterato vuol dire perdere DENARO e SALUTE, che questa ditta ha dimostrato nel tempo serietà e competenza, in poichè confezionatrice dei prodotti, per sè e per molte altre ditte (esempio l'Argania ed altre) e che quindi se dovesse adulterare gli ALIMENTI rischierebbe la chiusura, consegna in tempi brevi ed insieme al prodotto fornisce:

la CERTIFICAZIONE DI PUREZZA dell'ACIDO ASCORBICO

l'ALIMENTO confezionato in pacchettini, che lo proteggono dalla luce e dall'aria onde evitarne l'ossidazione, dal peso di 50 grammi e il kg ne contiene 20.

il CLORURO DI MAGNESIO confezionato in pacchettini, che lo proteggono dall'aria, dal peso di 200 grammi e il kg ne contiene 5. Comunico che se viene duro, basta premere con le mani per sgretolarlo, altrimenti basta grattarlo con un cucchiaino anche di metallo

il BICARBONATO DI POTASSIO a breve sarà anche lui confezionato o in pacchettini o un pacchetto unico ma chiuso ermeticamente.

Tutto questo serve a preservare gli ALIMENTI dal naturale degrado a contatto dell'aria o della luce, garantendo una buona conservazione fino al termine del prodotto.

Ogni confezione contiene un misurino di plastica che oltre a servire come riferimento di dose, serve anche per girare il prodotto, dato che l'ACIDO ASCORBICO si disattiva a contatto dei metalli, quindi è consigliabile usare tale cucchiaino.
http://digilander.libero.it/genfraglo/P ... ioline.htm

Tanto dovevo per la precisione ed ora con Franca ti porgiamo i nostri migliori

AUGURI DI UNA BUONA PASQUA

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mar mag 14, 2013 7:17 pm

Ciao, ogni giorno che passa si scopre una nuova applicazione riguardo alla vitamina D. Purtroppo sottovalutata dai medici che invece di interpretare l'operato di Madre Natura si dedicaneo molto più volentieri al LUCRO. Lo vediamo ogni giorno che TUTTI gli animali si espongono al sole, sono certo che questo non è fatto per caso. Come sempre Madre Natura e l'EVOLUZIONE non hanno lasciato NULLA AL CASO. Con l'esposizione al sole il nostro corpo sintetizza partendo dal COLESTEROLO, questa vitamina D che l'articolo sotto ci indica come difesa contro l'INFLUENZA molto più dei vaccini.

"Il Fattaccio.com
VITAMINA D – ALTRO CHE VACCINI !

Posted by pjmanc on ott 3rd, 2012 in Multinazionali

DAL MOMENTO CHE ESISTE UNA SOSTANZA CAPACE DI PREVENIRE L’INFLUENZA MOLTO PIU’ EFFICACEMENTE DEI VACCINI

tutti noi saremmo portati a pensare che gli scienziati avrebbero fatto di tutto per pubblicizzarla, giusto? In fin dei conti il nocciolo della questione non dovrebbe essere quello di proteggere bambini e adulti dalla influenza?Uno studio clinico condotto dal dottor Mitsuyoshi Urashima presso la Divisione di Epidemiologia Molecolare nel Dipartimento di Pediatria presso la Università di Medicina di Minato-ku a Tokyo, ha rilevato che la vitamina D sia estremamente efficace nel prevenire la comune influenza nei bambini. Lo studio è stato pubblicato nel marzo 2010 dal Journal of Clinical Nutrition.Si è trattato di un esperimento randomizzato su due gruppi il quale ha coinvolto 334 bambini, a metà dei quali sono stati somministrati 1.200 IU al giorno di vitamina D3, e alla altra metà un semplice placebo. Tale rigoroso studio è stato svolto seguendo scrupolosamente tutti gli standard scientifici più rigidi. I risultati hanno detto che mentre 31 dei 167 bambini facenti parte del gruppo “placebo” hanno contratto la influenza durante i quattro mesi nei quali è proseguito lo studio, solo 18 dei 168 bambini del gruppo “vitamina D” la ha contratta. Questo significa che la vitamina D è stata responsabile di una riduzione assoluta di quasi l’8 per cento.I vaccini antinfluenzali – secondo i più recenti dati scientifici – ottengono un 1 per cento di riduzione dei sintomi dell’influenza.Ciò significa che la vitamina D sembra essere 800 volte più efficace rispetto ai vaccini per prevenire le infezioni influenzali nei bambini.Per sostenere ulteriormente questi dati, sarebbe stato necessario effettuare un ulteriore studio clinico attraverso il quale porre a confronto diretto i supplementi di vitamina D con i vaccini antinfluenzali, attraverso una sperimentazione su un totale di quattro gruppi di individui:
Gruppo # 1 dovrebbe ricevere un placebo di vitamina D
Gruppo # 2 dovrebbe ricevere vitamina D (2.000 IU al giorno)
Gruppo # 3 dovrebbe ricevere una iniezione di vaccino antinfluenzale
Gruppo # 4 dovrebbe ricevere una iniezione placebo
Purtroppo un simile esperimento non potrà mai essere ufficialmente realizzato perché gli spacciatori di vaccini sanno bene che proverebbe in maniera definitiva la inutilità dei loro vaccini.Tornando allo studio, un altro affascinante risultato è che per quei bambini ai quali in passato – prima dell’esperimento – era già stata somministrata vitamina D da parte dei genitori, i risultati si sono rivelati ancora migliori, in quanto in tali soggetti la vitamina D ha ridotto il rischio di influenza di quasi due terzi.In altre parole, più di sei bambini su dieci che normalmente avrebbero contratto la influenza sono risultati protetti dalla vitamina D.Lo studio ha anche evidenziato come la vitamina D abbia fortemente represso i sintomi da asma bronchiale. Su 12 bambini con precedenti diagnosi di asma, nel gruppo “vitamina D”, solo 2 hanno manifestato tali sintomi.Sebbene questo sottoinsieme sia di dimensione piuttosto contenuta, è apparso assolutamente chiaro che la vitamina D prevenga gli attacchi di asma nei bambini, e tutto ciò si dimostra del tutto coerente con la prova antinfluenzale.

GLI SPACCIATORI DI VACCINI NON SONO VERI SCIENZIATI

Ora, dal momento che la vitamina D3 ha denotato un effetto così potente nel prevenire l’influenza – 800 volte più efficace dei vaccini – i medici e le autorità sanitarie non dovrebbero darsi da fare prescrivendo la assunzione di vitamina D prima che abbia inizio la “stagione influenzale”?Nonostante la vitamina D abbia offerto una indiscutibile protezione contro tutte le infezioni influenzali, costoro ancora non la consigliano.Perché? Perché non credono nel nutrizionismo! Esso infatti si pone in contrasto con la loro agenda informativa sanitaria, la quale afferma che i nutrienti sono per lo più inutili, mentre solo i farmaci possiederebbero reali funzioni curative.Si potrebbero pubblicare un centinaio di studi atti a dimostrare come la vitamina D sia molte volte più efficace dei vaccini, eppure ancora non la raccomandano.Sono promotori del dogma medico piuttosto che di soluzioni reali per aiutare i pazienti. Ma questa è la storia della scienza: un sacco di persone apparentemente “intelligenti” che commettono errori marchiani su base regolare. Il che ricorda un pò i progressi della scienza: una nuova idea contesta un vecchio assunto, e dopo che tutti i difensori del vecchio assunto (sbagliato) muoiono, ecco che viene accettato il nuovo assunto, il tutto su basi per lo più dogmatiche.Tale atteggiamento si riflette in una citazione del Dr. John Oxford, professore di virologia al Queen Mary School of Medicine di Londra, la cui reazione allo studio descritto in questo articolo è stata:Avete notato le sue osservazioni conclusive? Non ha nemmeno preso in considerazione l’idea che la vitamina D possa sostituire i vaccini. Piuttosto, afferma che la vitamina D abbia valore solo se somministrata congiuntamente ai vaccini!Questo ostracismo “dogmatico” è riscontrabile anche in campo oncologico in merito alle erbe anti-cancro e ad altre sostanze nutritive. Ogni volta che si riscontra una reale utilità di tali sostanze anti-business, ecco che certa stampa afferma cose come: “Beh, questa sostanza potrebbe essere utile se somministrata al paziente dopo la chemioterapia …” ma mai in sostituzione della chemio, ovviamente.Molti medici tradizionali e scienziati medici sono semplicemente incapaci di pensare al di fuori del box molto ristretto in cui i loro cervelli sono stati spinti dopo anni di de-formazione presso le scuole di medicina. Quando hanno a che fare con elementi contrari a ciò che è stato loro insegnato, essi stupidamente finiscono per respingerli.
RIVISTE MEDICHE: CUSTODI DELLA IGNORANZA

Gran parte delle riviste mediche non funzionano come amplificatori di verità scientifiche, ma come difensori del dogma pseudoscientifico. Per essere pubblicato un testo – nella gran parte di tali riviste – il tema trattato deve soddisfare le aspettative e le credenze tanto del giornale quanto dello editore. Così, il progresso della conoscenza scientifica in ogni giornale si limita a rispecchiare le attuali convinzioni di un singolo individuo: il direttore di quel giornale.Quasi tutte le ricerche pionieristiche che abbiano sfidato lo status quo sono state respinte. Solo ai documenti che confermassero le convinzioni di redazione della rivista è stata regolarmente concessa la pubblicazione. Questa è una delle ragioni per cui la scienza medica, in particolare, avanza così lentamente.Gli studi che hanno dimostrato che la vitamina D sia più efficace rispetto ai vaccini hanno visto raramente la luce del giorno nella comunità scientifica. Ciò avvalora l’opera del Journal of Clinical Nutrition, il quale ha accettato la pubblicazione di questo documento da parte Mitsuyoshi Urashima. La maggior parte delle riviste mediche non avrebbero osato pubblicarlo proprio perché mette in discussione lo status quo relativo a vaccini ed influenza.Vedete, le riviste mediche sono in gran parte finanziate dalla industria farmaceutica. E Big Pharma non vuole accordare alcuna credibilità agli studi sulle vitamine, indipendentemente dal loro valore scientifico. Anche se la somministrazione di vitamina D potrebbe comportare un risparmio di miliardi di dollari in America, e ridurre i costi di assistenza domiciliare, nessuno vuole concedere supporto scientifico alla vitamina D dal momento che alle aziende farmaceutiche non sarebbe concesso di brevettare una vitamina. Essa è inoltre facilmente accessibile al costo di pochi centesimi.Con il tempo la vitamina D sarà riconosciuta come superiore ai vaccini nel contrastare la influenza stagionale, ma per adesso dobbiamo sorbirci la sciocca propaganda di un settore che ha abbandonato la scienza, per adorare aghi e provette.
Articolo pubblicato sul sito The Vigilant Citizen
Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio"

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... luenza.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mar mag 14, 2013 8:15 pm

COLESTREROLO, la malattia inventata:
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... luluno.htm

Ed ora vuoi la verità sul COLESTREROLO? vediti questo video:
http://www.youtube.com/watch?v=-cA-dzKN8U4

Per TUTTI gli articolo correlati:
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... colari.htm

Le NEFANDEZZE sulle LINEE GUIDA del COLESTEROLO. Questo è un AVVISO MOLTO IMPORTANTE alle persone che si dice che HANNO IL COLESTEROLO ALTO e a quelle persone che questo se lo sentirà dire.

Ti consiglio caldamente di leggere attentamente questo RAGIONAMENTO poichè CAPIRLO ti aiuterà sicuramente a difendere il tuo corpo se non addirittura a salvarti la vita.


Ora per capire il nostro RAGIONAMENTO sul COLESTEROLO iniziamo col chiederci:
Cosa è il COLESTEROLO ed a cosa serve?
Quando si parla di colesterolo si è portati a pensare a qualcosa di negativo, ma in realtà il colesterolo è un grasso che svolge diverse ed importanti funzioni nell’organismo. Questo lipide, infatti, è coinvolto nei processi di digestione , nella produzione di vitamina D e nella costruzione della parete cellulare, soprattutto a livello del sistema nervoso centrale, ove favorisce la formazione di ormoni come gli estrogeni ed il testosterone.
Esistono diversi tipi di colesterolo?
Sebbene si faccia una netta distinzione tra “colesterolo buono”(HDL) e “colesterolo cattivo” (LDL), il colesterolo è uno soltanto e la sua definizione in HDL ed LDL è data dal tipo di molecola che lo trasporta nel sangue e dal fatto che si depositi o meno sulle pareti delle arterie.
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... atined.htm

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... sapere.htm

Iniziamo con i VALORI del COLESTEROLO TOTALE sono dichiarati OTTIMALI: 110-200 mentre i VALORI dell' HDL - COLESTEROLO sono dichiarati VALORI DI ATTENZIONE < 45 mg/dl e sono dichiarati VALORI OTTIMALI > 60 mg/dl. Esistono ALMENO TRE CASI CERTI ECLATANTI in cui questi VALORI sono una NEFANDEZZA poichè possono causare DISGUIDI ENORMI per il TUO CORPO.
Ecco cosa dice questo articolo sulle LINEE GUIDA imposte:
"Giusto a dimostrazione di quanto da me scritto lo scorso venerdi' nel provocatorio "Quanta scienza c'e' dietro la medicina moderna", d'oltre oceano arrivano le "Nuove linee guida per il colesterolo". (le attuali).
Ovviamente, data l'importanza, la notizia e' stata subito riportata dalla stampa italiana ed internazionale (usate Google News), eppure si sono dimenticati di riportare in italiano gli articoli relativi alla corruzione di ben 6 dei 9 membri della commissione che ha stabilito queste nuove linee guida. Su Google, ci sono ben 191 articoli relativi. Noi ne abbiamo collezionato qualcuno (1, 2, 3, 4)
"
http://digilander.libero.it/genfraglo/V ... s/qui5.htm

Per comprendere meglio il nostro RAGIONAMENTO devi proprio vedere questo video:
http://www.dr-rath-alleanza.org/video/m ... torie.html

Del video ora riporto:
"Questo filmato riassume le nuove conoscenze sulle cause delle malattie cardiovascolari. La calcificazione delle ARTERIE che stà all'origine dell'INFARTO CARDIACO e dell'ICTUS APOPLETTICO è una forma embrionale di una malattia che una volta colpiva i marinai:
lo SCORBUTO.
Per meglio comprendere guardiamo l'interno di un'ARTERIA in sezione trasversale. Possiamo riconoscere due importanti strutture, da un lato un rivestimenti esterno definito TUNICA ESTERNA della PARETE ARTERIOSA costituita perlopiù da COLLAGENE e altro tessuto connettivo. Questa TUNICA è rivestita da uno strato di cellule che fà da barriera tra il flusso sanguigno e la PARETE DELL'ARTERIA. Questo strato è chiamato ENDOTELIO. Una carenza di vitamine, in particolare di ACIDO ASCORBICO, provoca due importanti cambiamenti nella struttura della PARETE ARTERIOSA.
Da un lato la TUNICA di tessuto connettivo comincia a disgregarsi perchè a causa della mancanza di ACIDO ASCORBICO non si producono più abbastanza molecole di COLLAGENE, dall'altra vengono a mancare le vitamine che fungono da materiale bioenergenico per le cellule che diventano così più piccole e meno numerose.
Tra le singole cellule si creano milioni di microlacerazioni. Gli esseri umani, in caso di assenza TOTALE di ACIDO ASCORBICO in 4-6 mesi sono soggetti ad una rottura della PARETE ARTERIOSA ed alla fuoruscita di sangue dalle ARTERIE.
Ecco che possiamo capire il motivo della morte di tanti marinai nei secoli passati. Dopo 4-6 mesi di ALIMENTAZIONE priva di ACIDO ASCORBICO morivano letteralmente dissanguati. In questa sequenza di immagini mostriamo quanto il processo di calcificazione delle ARTERIE sia simile alle parti che canalizzano l'insorgere dello SCORBUTO. Oggi giorno la TOTALE CARENZA di ACIDO ASCORBICO è rara, tuttavia da secoli il genere umano soffre di una carenza di vitamine nella ALIMENTAZIONE.
La completa rottura delle PARETI ARTERIOSE ed il dissanguamento tipici dello SCORBUTO, sono un'eccezione, molto più ricorrente è invece il graduale indebolimento della PARETE ARTERIOSA nel corso dei decenni. Anche in questo caso si formano milioni di piccolissime striature nella parete arteriosa, poichè tutto ciò avviene molto più lentamente che in caso di SCORBUTO, ossia in diversi anni, il corpo ha il tempo di reagire, il FEGATO produce più sostanze per la riparazione come le LIPOPROTEINE raffigurate quì in giallo, piccole particelle destinate al trasporto dei LIPIDI nel sangue.
Queste LIPOPROTEINE penetrano fra le cellule della PARETE ARTERIOSA e tentano di ripararla (in sostituzione del COLLAGENE mancante data la CARENZA di ACIDO ASCORBICO).
Con l'avanzare di questo processo, si accumulano sempre più LIPIDI ed altre sostanze riparatrici ed infine si formano i temuti depositi:
LE PLACCHE.
Se queste PLACCHE si formano nei vasi coronarici le coronarie infine si occludono totalmente e sopraggiunge l'INFARTO CARDIACO.
Nelle ARTERIE che forniscono il sangue al cervello, tali depositi conducono all'ICTUS APOPLETTICO.
Nella prossima sequenza di immagini mostriamo l'effetto curativo dell'ACIDO ASCORBICO sulla PARETE ARTERIOSA. Una sufficiente somministrazione di ACIDO ASCORBICO che circola nel sangue, consente alle molecole di questo ACIDO ASCORBICO di inserirsi nelle parti danneggiate della PARETE ARTERIOSA e di ripararle.
L'ACIDO ASCORBICO stimola la produzione di molecole di COLLAGENE che permettono alla TUNICA di tessuto connettivo che conferisce solidità ai vasi sanguigni di rigenerarsi. Inoltre le microlesioni tra le cellule dell'ENDOTELIO si richiudono allo stesso modo in cui rientrano i danni da SCORBUTO mediante in ottimale somministrazione di ACIDO ASCORBICO, anche i depositi delle pareti arteriose possono essere eliminati. Ciò non porterà sempre in tutti i casi alla completa eliminazione del deposito, però saranno attivate quelle forze autocurative nelle zone ARTERIOSE capaci di rigenerarsi. Come nella fase di guarigione dello SCORBUTO per mezzo dell'ALIMENTAZIONE le molecole di ACIDO ASCORBICO nel sangue penetrano nella PARETE ARTERIOSA e la riparano, lo stesso avviene anche in caso di accumulo di diversi depositi, in tal modo naturalmente, anche i depositi di ulteriori LIPIDI e di altri materiali di riparazione nelle PARETI ARTERIOSE diventa superfluo, anzi le particelle di grassi già depositate vengono espulse dalla PARETE ARTERIOSA. Questa demolizione avviene lentamente, in molti mesi, molecola dopo molecola. E' un processo biologico, non meccanico.
A differenza dell'inserimento di un catetere di altri procedimenti di tipo meccanico durante i quali spesso frammenti causano l'occlusione del flusso sanguigno, la demolizione naturale con l'aiuto delle vitamine è un processo delicato e senza rischi.
Le molecole di LIPIDI eliminate, entrano nel sangue che le trasporta fino al FEGATO e lì sono bruciate. Quindi sono smaltite in maniera NATURALE.
Oltre l'ACIDO ASCORBICO anche gli aminoacidi di LISINA e PROLINA giocano un ruolo importante per la demolizione dei depositi dalle PARETI ARTERIOSE. Tali aminoacidi costruiscono una specie di strato di teflon intorno alle molecole di LIPIDI nel sangue contribuendo il loro allontanamento dei depositi. In tal modo i depositi delle PARETI ARTERIOSE si decompongono lievemente ed i maniera naturale. Nel frattempo studi clinici hanno accertato la naturale eliminazione delle calcificazioni ARTERIOSE. Da questi studi risulta che con una somministrazione ottimale dei programmi vitaminici da noi sviluppati si è ottenuto un arresto della calcificazione delle ARTERIE in un anno."


Quindi ora ti elenco sotto i TRE casi più eclatanti: "ma in realtà il colesterolo è un grasso che svolge diverse ed importanti funzioni nell’organismo" di fabbisogno di questo LIPIDE:

Primo caso:
come hai visto dal video e letto dallo scritto: "Se queste PLACCHE si formano nei vasi coronarici le coronarie infine si occludono totalmente e sopraggiunge l'INFARTO CARDIACO.
Nelle ARTERIE che forniscono il sangue al cervello, tali depositi conducono all'ICTUS APOPLETTICO"
,
vuol dire che il TUO FEGATO per EVITARE QUESTO stà producendo più COLESTEROLO TOTALE almeno fino a quell'80% che è di sua COMPETENZA per chiudere quei "Da un lato la TUNICA di tessuto connettivo comincia a disgregarsi perchè a causa della mancanza di ACIDO ASCORBICO non si producono più abbastanza molecole di COLLAGENE, dall'altra vengono a mancare le vitamine che fungono da materiale bioenergenico per le cellule che diventano così più piccole e meno numerose:
"Tra le singole cellule si creano milioni di microlacerazioni: "Gli esseri umani, in caso di assenza TOTALE di ACIDO ASCORBICO in 4-6 mesi sono soggetti ad una rottura della PARETE ARTERIOSA ed alla" (si formano le PLACCHE a chiudere queste microlacerazioni, per evitare la) fuoruscita di sangue dalle ARTERIE" ed ecco che: "La completa rottura delle PARETI ARTERIOSE ed il dissanguamento tipici dello SCORBUTO, sono un'eccezione, molto più ricorrente è invece il graduale indebolimento della PARETE ARTERIOSA nel corso dei decenni. Anche in questo caso si formano milioni di piccolissime striature nella parete arteriosa, poichè tutto ciò avviene molto più lentamente che in caso di SCORBUTO",
QUESTO SUCCEDE CAUSA LA TUA CARENZA DI ACIDO ASCORBICO, come detto dal video:
"ossia in diversi anni",
ed in diversi anni INGOIANDO questo ACIDO ASCORBICO, questi ti elimina queste placche, giorno dopo giorno NATURALMENTE evitandoti OGNI FORMA DI MALATTIA
"il corpo ha il tempo di reagire, il FEGATO produce più sostanze per la riparazione come le: LIPOPROTEINE raffigurate quì in giallo, piccole particelle destinate al trasporto dei LIPIDI nel sangue."
Queste LIPOPROTEINE penetrano fra le cellule della PARETE ARTERIOSA e tentano di ripararla (in sostituzione del COLLAGENE mancante data la CARENZA di ACIDO ASCORBICO).
Con l'avanzare di questo processo, si accumulano sempre più LIPIDI (COLESTEROLO TOTALE) ed altre sostanze riparatrici ed infine si formano i temuti depositi:
LE PLACCHE"

Cosa sono i LIPIDI?
"Grassi o lipidi
I grassi, detti anche lipidi (dal greco lipos = grasso) sono un gruppo eterogeneo di sostanze che hanno in comune un basso grado di solubilità in acqua. Sono invece solubili in solventi organici come il benzene, l'etere o il cloroformio.
"
e
"I grassi sono formati da carbonio, idrogeno, ossigeno al pari dei carboidrati, ma il rapporto tra idrogeno ed ossigeno è molto più alto. Questa caratteristica li rende più energetici dei glucidi in termini assoluti ma ne riduce il rendimento energetico a parità di ossigeno consumato.
Si trovano soprattutto in alimenti di origine animale (grassi) ma sono abbondantemente presenti anche nel regno vegetale (oli)."

e
"LIPIDI DERIVATI: derivano dalla trasformazione di lipidi semplici o composti. Il più importante è il colesterolo, ma ricordiamo anche la vitamina D, gli ormoni steroidei, l'acido palmitico, oleico e linoleico."
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... ipidea.htm

e quindi per reagire a questo stato di cose causate dalla CARENZA di ACIDO ASCORBICO il tuo corpo si AUTOPRODUCE più COLESTEROLO TOTALE il quale in questo caso NON PUO' STARE nelle linee guida stabilite e descritte sopra, vero?

Secondo caso:
questo articolo dice:
"Il colesterolo è indispensabile per la vita animale. Le piante contengono colesterolo solo in lievi tracce e altre sostanze lipidiche strutturalmente simili (fitosterine o fitosteroli).
L'uomo produce per biosintesi autonoma la maggior parte del colesterolo necessario, negli adulti tra 1 e 2 grammi al giorno. Solo una piccola parte (in media 0,1 fino 0,3, massimo 0,5 grammi) viene assunta con l'alimentazione: la maggior parte del metabolismo del colesterolo avviene nel fegato. Il contenuto di colesterolo nell'organismo umano è di circa 150 grammi.

FUNZIONI
# Il colesterolo è un ingrediente essenziale della membrana cellulare di tutte le cellule animali: si inserisce fra i due strati di fosfolipidi orientandosi con il gruppo -OH vicino alle teste polari dei fosfolipidi, diminuendo così la fluidità del mosaico (vedi Modello a mosaico fluido) ma aumentando la stabilità meccanica e la flessibilità delle cellule. Così facendo però diminuisce la permeabilità a piccole molecole idrosolubili.
# Il colesterolo si aggrega con alcune proteine della membrana plasmatica per staccare pezzi di membrana stessa e formare vescicole che portano il loro contenuto ai vari organuli cellulari.[1]
# Assieme con molecole proteiche il colesterolo regola lo scambio di sostanze messaggere tramite la membrana cellulare.
# Crescita e divisione cellulare non sono possibili senza colesterolo.
# Il colesterolo è la sostanza base per la sintesi degli ormoni steroidei come aldosterone, cortisone, testosterone, estradiolo ecc. (vedi ghiandole surrenali e della vitamina D).
# Il colesterolo è essenziale per lo sviluppo embrionale: le malformazioni di neonati dopo la somministrazione di Contergan alle madri erano causate da un disturbo nella biosintesi di colesterolo.
# Il colesterolo prodotto nel fegato viene impiegato in buona parte per la produzione di bile, una sostanza secreta nel duodeno che serve a emulsionare i lipidi alimentari per renderli assorbibili dall'intestino tenue."

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... lowiki.htm

Cosa sono gli ORMONI STEROIDEI?
"Ormoni steroidei
Gli ormoni steroidei sono messaggeri chimici prodotti a partire dal colesterolo ed in grado, come tutti gli altri ormoni, di influenzare l'attività di gruppi più o meno ampi di cellule bersaglio. Per via di questa origine comune, gli ormoni steroidei presentano la struttura tetraciclica (ciclopentanperidrofenantrene) caratteristica del colesterolo."
e:
"ESTROGENI: ormoni steroidei che influenzano le caratteristiche e le capacità sessuali femminili; hanno azione anabolica soprattutto a livello del tessuto adiposo, osseo e muscolare. Nell'uomo sono secreti in quantità molto inferiori rispetto alla donna. Sono sintetizzati a partire dagli androgeni per opera dell'enzima aromatasi, soprattutto nell'ovaio, nella placenta durante la gravidanza e in misura inferiore in vari tessuti (specie in quello adiposo, che fornisce un contributo importante nell'uomo e nella donna dopo la menopausa). Il più noto ed attivo è l'estradiolo.
PROGESTINICI: ormoni steroidei che influenzano le caratteristiche e le capacità sessuali femminili; sono importanti per il corretto svolgimento del ciclo mestruale e della gravidanza. Il più noto ed attivo è il progesterone, sintetizzato in molti tessuti, perché precursore delle altre classi di ormoni steroidei."

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... ormone.htm

Terzo caso:
questo articolo dice:
"VITAMINA D
Descrizione
La vitamina D è una vitamina liposolubile e può essere acquisita sia con l’ingestione che con l’esposizione alla luce solare. La forma previtaminica è anche detta “raggio di sole”, in quanto l’azione dei raggi ultravioletti attiva una forma di colesterolo (una delle molte funzioni positive del colesterolo) presente nella pelle e la converte in vitamina D. Prima che diventi attiva viene alterata dal fegato; poi i reni la trasformano di nuovo nella sua forma attiva, chiamata diidrossi. Altri nomi sono calciferolo, ergosterolo, colecalciferolo e ergocalciferolo.
Le provitamine D si trovano nel tessuto animale e nelle piante. La forma sintetica della vitamina D2 è conosciuta come ergocalciferolo ed è utilizzata per vitaminizzare gli alimenti. La vitamina D3, conosciuta col nome di colecalciferolo, è la forma naturale e la troviamo nell’olio di fegato di pesce. La vitamina D3 può essere prodotta sinteticamente dall’irradiazione ultravioletta del 7-deidrocolesterolo, un derivato del colesterolo."

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... aminad.htm

A questo punto, avuto informazione di cosa è il COLESTEROLO ed avendone capito le funzioni: "Quando si parla di colesterolo si è portati a pensare a qualcosa di negativo, ma in realtà il colesterolo è un grasso che svolge diverse ed importanti funzioni nell’organismo" ecco il ragionamento più importante che possiamo dedurre dal complesso delle informazioni.
Ora, mettiamo che oggi tu, per rimanere nelle LINEE GUIDA del COLESTEROLO TOTALE 110-200 NON HAI INGOIATO neppure un grammo di quegli alimenti che ti sono stati indicati come produttori di questo lipide, sapendo però per CERTO che il tuo corpo, per il suo fabbisogno ne produce più dell'80%, ti chiedo:

QUANTO COLESTEROLO HA PRODOTTO IL TUO CORPO OGGI?

E' vero che se tu non ne hai ingoiato neppure un grammo, quello che si è prodotto oggi il TUO CORPO è sicuramente il 100% e non l'80%, vero? ma come fai a sapere quanto ne ha prodotto oggi AUTONOMAMENTE? Il tuo corpo che NON sà dei VALORI OTTIMALI STABILITI ne avrà prodotto col suo 100% SOLO il necessario per stare nelle LINEE GUIDA, oppre ne ha prodotto di più?

Ed ora ti faccio un'altra domanda, LEGGILA BENE, poichè da te vorrei una risposta certa:
Quanto COLESTEROLO TOTALE SI E' PRODOTTO oggi il tuo corpo se TU SEI IN CARENZA involontaria, ma DURATURA di ACIDO ASCORBICO, e che quindi nelle TUE ARTERIE, col tempo: "si sono formate milioni di piccolissime striature nella parete arteriosa: ", causa la mancanza di COLLAGENE e che per ovviare aveva bisogno di COLESTEROLO per: "ossia in diversi anni, il corpo ha il tempo di reagire, il FEGATO produce più sostanze per la riparazione come le LIPOPROTEINE che trasportano il COLLAGENE a formare le PLACCHE per TURARE le falle" e non solo, ma nel contempo tu inconsapevolmentee ti esponi al sole per cui il tuo corpo ha bisogno di COLESTEROLO per tramutarlo in vitamina D, che come sappiamo la IMMAGAZZINA: "in quanto l’azione dei raggi ultravioletti attiva una forma di colesterolo (una delle molte funzioni positive del colesterolo) presente nella pelle e la converte in vitamina D", e ancora nel contempo sei femmina e quindi il tuo corpo ha bisogno di: "Il colesterolo è la sostanza base per la sintesi degli ormoni steroidei", che sono la base della tua vita femminile?
NON LO SAI?[/i]
Cosa? NON LO SAI? ma sei certa/o? ci hai pensato bene prima di rispondere?
Ma se NON LO SAI TU che sei nel tuo corpo e che si comporta in un certo modo, come può saperlo chi ha stabilito queste linee guida con i VALORI prestabiliti? e con quale criterio sono stati fissati? Solo con le dicerie di certi SCIENZIATI che come scopri ora sono in "CONFLITTO DI INTERESSE"?
E come fanno a farti ingoiare le PASTIGLIE, che sono le STATINE che paghi profumatamente per TUTTA LA VITA (con mille CONTROINDICAZIONI, vedi BUGIARDINO) le quali: IMPONGONO al tuo FEGATO di NON PRODURRE: "Come funzionano le statine
Il diagramma nell fig 1 mostra la sintesi del colesterolo. Il processo inizia con l’acetyl-CoA, una molecola con due atomi di carbonio a volte definita come “il mattone della vita”. Tre molecole di acetyl-Coa si combinano per formare una molecola a sei atomi di carbonio, l’acido idrossimetilglutarico (HMG). Il passaggio da HMG a mevalonato richiede un enzima, l’HMG-CoA riduttasi. Le statine funzionano inibendo questo enzima — quindi il loro nome dovrebbe essere più precisamente “inibitori dell’HMG-CoA reduttasi”. E’ proprio da questo che potenzialmente nascono gli effeti indesiderati, perché le statine inibiscono non solo la produzione del colesterolo, ma tutta una classe di sostanze intermedie, molte delle quali, se non tutte, hanno importanti funzioni biochimiche."
questo COLESTEROLO NECESSARIO al BUON FUNZIONAMENTO DEL TUO CORPO, e a dire che oggi il tuo corpo NON ha bisogno di COLESTEROLO?

Allora, ora tiriamo le giuste conclusioni?
Sapendo con certezza che il mio COLESTEROLO se lo produce il mio corpo secondo il suo FABBISOGNO (quanto sia oggi la quantità necessaria l'80% o il 100%, lo sà SOLO LUI che NON CONOSCE valori di riferimento, vero?), che questo COLESTEROLO: "che svolge SICURAMENTE diverse ed importanti funzioni nel MIO organismo", che tra le più importanti evita alle mie ARTERIE di perdere il sangue data la mia CARENZA di ACIDO ASCORBICO formando quelle PLACCHE che chiudono queste falle che mi portano a morte CERTA se non RIPARATE: "evitando la completa rottura delle PARETI ARTERIOSE ed il dissanguamento tipici dello SCORBUTO" ma che se ingoio giornalmente il fabbisogno per il mio corpo di ACIDO ASCORBICO queste PLACCHE (formate in caso di bisogno, è il SUO LAVORO, data l'AUTOGUARIGIONE) non solo non le forma, ma addirittura me le ELIMINA NATURALMENTE, ma col tempo, nella eventualità che ci siano. Sò anche che è indispensabile per la produzione di vitamina D: "(una delle molte funzioni positive del colesterolo) presente nella pelle e la converte in vitamina D" quindi se inibisco il mio fegato con le PASTIGLIE a produrmene cado dalla padella nella brace, in quanto come sò, la vitamina D è ESSENZIALE per il mio corpo, "in quanto l’azione dei raggi ultravioletti attiva una forma di colesterolo" dato che è la vitamina del sole. Altra cosa molto importante è la produzione di: "Gli ormoni steroidei sono messaggeri chimici prodotti a partire dal colesterolo ed in grado, come tutti gli altri ormoni, di influenzare l'attività di gruppi più o meno ampi di cellule bersaglio. Per via di questa origine comune, gli ormoni steroidei presentano la struttura tetraciclica (ciclopentanperidrofenantrene) caratteristica del colesterolo" che possono essere: "ESTROGENI: (specie in quello adiposo, che fornisce un contributo importante nell'uomo e nella donna dopo la menopausa), PROGESTINICI: ormoni steroidei che influenzano le caratteristiche e le capacità sessuali femminili; sono importanti per il corretto svolgimento del ciclo mestruale e della gravidanza."

Cosa è la PASTIGLIA per il COLESTEROLO, quella che mi tiene la produzione nei valori stabiliti?
"Esistono diversi farmaci in grado di abbassare il colesterolo, uno dei fattori fondamentali per la salute del cuore. Tra questi farmaci, i principali sono le statine.
Le statine (inibitori dell’HMG-CoA reduttasi) sono una categoria di farmaci usati per diminuire il colesterolo alto nel sangue, perché inibiscono la produzione di colesterolo nel fegato. Le statine bloccano l’enzima epatico responsabile della produzione di questa sostanza che, quando presente in quantità troppo elevate nel sangue, aumenta il rischio di soffrire di problemi cardiaci."

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... tainea.htm

ORA CHE SONO INFORMATA/O, sono certo che causando TUTTE QUESTE CARENZE senza contare quelle che NON conosco, queste PASTIGLIE mi mantengano la SALUTE? ed ora COSA DECIDO DI FARE? decido di prendere la pastiglia o non la prendo e ingoio ACIDO ASCORBICO che è la VERA CAUSA di questo problema?

Ora avendo la certezza dell'informazione giusta mi viene da chiedermi:
Ma il mio dottore non ha fatto questo ragionamento? e queste cose, le sà? certo che le sà, ma allora è possibile che il suo ragionamento sia SOLO VENALE? ma dunque, da che parte stà? Non solo, ma se ne è consapevole, con quale coraggio mi prescrive queste pastiglie?
Lui sà benissimo che se il mio corpo produce meno COLESTEROLO il RISCHIO INFARTO ED ICTUS NON CAMBIA, non solo , ma se mi viene un INFARTO o un ICTUS così ha la giustificazione della malefatta. Ma poi se ne sono carente NON solo questo, ma il mio corpo NON riesce più a produrre la vitamina D, IMPORTANTISSIMA e NON solo, ma anche pochi ORMONI STEROIDI e chissà quanto altro NON MI PRODUCE PIU' causandomi danni all'infinito. In compenso LUI però ha le pastiglie da dare anche per queste altre MALATTIE.
E pensare che all'origine basta solo INGOIARE ACIDO ASCORBICO PURO e TUTTO viene risolto, ma di questo NON SE NE PARLA, ANZI. E' facile capirne il motivo, vero?

"L’ipercolesterolemia è IL problema salute numero uno del XI secolo. Di fatto è una malattia inventata, un “problema” che è comparso quando la medicina ha imparato a misurare i livelli di colesterolo del sangue. Alti livelli di colesterolo non provocano nel corpo altri sintomi - contriariamente a quello che succede in altre condizioni, come il diabete o l’anemia, che manifestano segni rivelatori come sete o debolezza — l’ipercolesterolemia necessita dell’intervento di un medico per essere scoperta. Molta gente che si sente prefettamente in salute ha un colesterolo alto — infatti, sentirsi bene è esattamente un sintomo del colesterolo alto!
I medici che curano questa nuova malattia devono prima di tutto convincere i loro pazienti che sono malati e che necessitano di una costosa medicina per il resto della loro vita, un farmaco che necessita regolari visite ed esami del sangue. Ma questi medici non lavorano da soli — il loro sforzo di convertire persone sane in pazienti è sostenuto a pieno peso del governo americano, dai media e da tutto l’ambiente medico, che hanno lavorato in concerto per diffondere il dogma del colesterolo e convincere la popolazione che alti livelli di colesterolo sono l’anticamera delle patologie cardiache e probabilmente anche di altre malattie."

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... atined.htm

A convalidare questo RAGIONAMENTO ecco quanto scrive Irwin Stone già nel secolo scorso:
"pagina 53/127------COLESTEROLO E ACIDO ASCORBICO------
McCormick ha creduto che un livello ottimale nel corpo di acido ascorbico offerto la migliore naturale significa di effettuare di nuovo tessuto sano e sostiene che l'iniziale intimale emorragia, precipitante trombosi, non si sarebbe verificato se un'adeguata profilassi utilizzano di acido ascorbico sono stati fatti per mantenere l'integrità del sistema cardiovascolare.
C'è un vasto corpo di ricerca pubblicato mostrando l'intimo rapporto tra acido ascorbico e metabolismo del colesterolo. In realtà, la ricerca pubblicata sul soggetto del rapporto di acido ascorbico ad una malattia cardiaca è così ampia che è abbastanza
Impossibile recensirlo adeguatamente e ancora mantenere entro i limiti di dimensioni ragionevoli per
in questo capitolo.
Colesterolo è stato identificato come un importante costituente del deposito arterioso sopra un secolo fa (10). Già un 1913 fu dimostrato che colesterolo alimentazione per conigli portato in depositi ateroma in aorta (11). Nel 1953, un rapporto intimo
tra acido ascorbico e la sintesi del colesterolo nelle cavie è stati mostrati da C.G. Re e il suo gruppo (12). Acido ascorbico depravazione notevolmente aumentato sintesi del colesterolo. Questa osservazione è stata confermata su cavie alimentati un aterogeno dieta (13). Questo gruppo trovato che maggiore sarà la privazione di acido ascorbico, più il colesterolo accumulato nei tessuti. La somministrazione di colesterolo ai conigli e guinea suini abbassa i livelli di acido ascorbico (14) nel corpo, e sembra l'aterosclerosi coronarica essere in parte un risultato possibile di ingestione carenza di acido ascorbico (15). Maggiore assunzione di acido ascorbico abbattere i livelli di colesterolo in conigli (16), cavie (17), ratti (18), e
esseri umani (19).
Ulteriore conferma della capacità di acido ascorbico per ridurre i livelli di colesterolo è stato segnalati nel 1971 da R.O. Mumma e colleghe (20) e C.R. Spittle (20). Acido ascorbico solfato è stato trovato per essere un metabolita significativo di acido ascorbico nell'urina umana da E.M. Baker III e colleghe in 2971 (20). Saliva osservato che i livelli del siero di sangue di colesterolo potrebbe essere variata modificando l'assunzione di acido ascorbico. Ha suggerito che" l'aterosclerosi è un deficit a lungo termine (o saldo negativo) di vitamina C, che permette colesterolo livelli per costruire nel sistema arterioso e si traduce in cambiamenti in altre frazioni dei grassi".
pagina 59/127------"la reversibilità dell'aterosclerosi"------
Una carta più emozionante da G.C. Willis (20) apparve nel 1957 dal titolo "la reversibilità dell'aterosclerosi". In questo studio dell' aterosclerosi si è tolto alle cavie la possibilità di prodursi acido ascorbico. Alcune cavie sono state poi date grandi dosi di acido ascorbico e si è scoperto che in questi animali le lesioni aterosclerotiche inizio erano rapidamente riassorbito mentre le più avanzate placche aterosclerotiche sulle pareti delle arterie ha preso più tempo.
C'era un costante calo dell'incidenza delle lesioni in proporzione diretta per il durata della terapia di acido ascorbico. È il significato di queste osservazioni per uomo tremendo - hanno aperto la strada alla profilassi megascorbic di aterosclerosi - ma
essi mai sono stati testati ulteriormente.
Naturalmente avvenimento arteriosclerosi sono trovato in molti diversi mammiferi oltre uomo. Un recente studio (21) ha dimostrato che c'è una marcata differenza tra malattia aterosclerotica in vari mammiferi rispetto ai vari primati, tra cui
uomo. Depositi grassi svolgono un ruolo relativamente minore nelle lesioni che si verificano naturalmente osservate nelle arterie coronarie del cane, gatto, elefante e altri animali inferiori. In alcune delle questi animali ci sembra di non essere praticamente alcun coinvolgimento dei lipidi nelle arterie malate. Nei primati, deposizione di lipidi nella lesione arteriosclerotica è più marcata e distinta placche aterosclerotiche sviluppano nell'uomo. La differenza più significativa fisiologica tra il cane, gatto, elefante e altri animali inferiori e il gruppo di studi di primati e l'uomo è che l'ex gruppo di mammiferi è in grado di produrre acido ascorbico in loro fegati in grande quantità giornaliere mentre i primati utilizzati in questa indagine e l'uomo non può fare questo. Questo è solo un altro pertinente osservazione sull'importanza di questo sintetico enzima prodotto dal fegato dei mammiferi e il coinvolgimento vitale di acido ascorbico nella Genesi di aterosclerosi una simile osservazione è stata fatta nel 1961 (22) per quanto riguarda la risposta di ratti e cavie per lo sviluppo dell'aterosclerosi. Ratti sono noti per essere
resistente alle modifiche aterosclerotiche, mentre non sono cavie. Qui ancora una volta la differenza tra queste due specie sono che il ratto è un buon produttore di acido ascorbico nel suo iter mentre la cavia, come l'uomo, è geneticamente incapace di farlo."

http://digilander.libero.it/genfranco/I ... onetra.pdf

in inglese
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... oneing.pdf

Dove dichiara che con l'ACIDO ASCORBICO c'è anche "la reversibilità dell'aterosclerosi".
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... amento.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 943
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » lun mag 20, 2013 10:14 pm

La innoquità della diarrea a l'erroneità della tolleranza intestinale
Prima di iniziare il discorso si deve stabilire che per chi inizia ad ingoiare ACIDO ASCORBICO a cucchiaini, questo, nella sua prima funzione, deve REGOLARIZZARE ogni processo anomalo all'interno del suo corpo. Dato che il corpo dell'HOMO SAPIENS è il LABORATORIO CHIMICO tra i più complessi, nel quale in ogni millesimo di secondo avvengono miliardi di processi chimici, e dato che l'ACIDO ASCORBICO partecipa attivamente a tutti questi processi, trovandone di anomali li regola fino ad ottenere un REGOLARE processo di ogni funzione, portando il corpo al meglio della salute. Logicamente per svolgere questo si producono degli scarti che se restano nel corpo possono causare altri problemi, quindi devono essere eliminati, e da dove possono uscire se non dall'UNICO BUCO POSSIBILE? E' comprensibile che questi scarti possono essere solidi o liquidi, quindi chi si vede uscire del liquido pensa subito alla DIARREA, (perchè prevenuto) ma che in effetti non è così, quindi non si deve dare importanza a tale evento, ma si deve continuare con le medesime assunzioni per almeno alcuni giorni. Al contrario, diminuendo le dosi, è vero che questi liquidi passano, ma in effetti si rischia di non lascir finire la giusta funzione a questo ALIMENTO, ritardandone la REGOLARIZZAZIONE.
La stessa cosa succede a chi, per STRESS diversi ingoia anche 10 grammi in unica soluzione, ripetendo la dose dopo un'ora ed ancora dopo un'altra ora fino a 4-5 volte di seguito, il più delle volte capita come sopra detto con una apparente DIARREA, ma che in effetti invece è salutare poichè questi liquidi sono formati dalla dovuta REGOLARIZZAZIONE. Quindi ci si deve comportare nello stesso modo.
Ora vorrei SFATARE questa tanto DEMONIZZATA DIARREA che può essere causata dall'ACIDO ASCORBICO onde evitare che le persone lo ingoino in alte dosi, da chi è informato di QUESTA avendone letto il libro di Linus Pauling molto prima di noi. Dico questo perchè LORO sicuramente NON sanno di QUESTA per averne fatto esperienza, poichè se così fosse avrebbero fatto degli STUDI SCIENTIFICI che NON VOGLIONO FARE poichè altrimenti potrebbe giungere fino a NOI una PERICOLOSA INFORMAZIONE e quindi a NOSTRO VANTAGGIO DI SALUTE. Avendo questi un ruolo prominente in materia, è molto più facile per loro, essendo loro in CHIARO CONFLITTO DI INTERESSI, quindi interessati alla nostra DISINFORMAZIONE e TERRORISMO, causare questa DISINFORMAZIONE poichè sono certo che se fossero certi che la COSA NON FUNZIONA NON MUOVEREBBERO DITO poichè la bolla si sgonfierebbe da sola, dato che senza ragione NESSUNO SI MUOVE, ma data la loro CERTEZZA si danno da fare per SPAVENTARE le persone in modo che si continui con le conseguenti MALATTIE in quanto su queste ci vivono TUTTA LA LORO VITA. Questo avveniva già al tempo dei nostri SCIENZIATI che lo dichiarano nei loro scritti. Ecco cosa dice Irwin Stone al riguardo:
"pagina 11/12-----con esperimenti pilotati e dosi irrisorie contestano Lunis Pauling, ed ora cosa possiamo aspettarci di più?
La medicina ortodossa ha ritenuto l’uscita della pubblicazione del 1970, “Vitamin C and the Common Cold” (Vitamina C e raffreddore comune), e la sua favorevole accoglienza da parte del pubblico, come una incursione da parte di un non addetto ai lavori nel loro sacro ed esclusivo territorio. I protocolli dei test su larga scala che stavano impostando erano designati per dimostrare che la procedura non avrebbe funzionato e che Linus Pauling si stava sbagliando. Usavano dosi giornaliere troppo scarse per essere efficaci e molti test non includeva la seconda fase di questa procedura bifase; portavano avanti solo metà del test. Coloro che includevano anche la seconda parte, però, non consideravano le giuste dosi ed i giusti tempi delle assunzioni di acido ascorbico. Il risultato, prevedibilmente, fu un fiasco, ed i medici dedussero a torto che il trattamento bifase per il raffreddore comune era inefficace. Nonostante ciò, milioni di cittadini che lessero il libro del Dott. Pauling ed a cui stava a cuore la propria salute, condussero dei test “aneddotici” per conto proprio e scoprirono che il loro benessere e la loro resistenza al raffreddore comune fu notevolmente migliorata."

http://digilander.libero.it/genfranco/I ... orbuto.pdf

Mentre invece il dottor Abram Hoffer dichiara:
"AWS: Sembra che ci sia un sacco di cattiva stampa sulle vitamine, sostenendo prove che non sarebbero efficaci contro le malattie.
AH: La chiesa moderna della medicina non segnala volentieri alla stampa una buona notizia sulle vitamine. Non vi è guadagno, e, potenzialmente, una perdita se le vitamine sostituissero i farmaci, come dovrebbero. A volte ho un desiderio nascosto per tutti i nostri critici: che non debbano mai in nessuna circostanza prendere alcun nutriente supplementare, e limitarsi a mangiare solo moderno ad alta tecnologia alimentare. Riuscite a pensare a una punizione più grave?
AWS: Le vitamine sono state accusate di essere in qualche modo realmente pericolose.
AH: Sono veramente impressionato della preoccupazione di alcuni scienziati rispetto a queste "pericolose" vitamine. Vorrei che fossero più preoccupati per quei pericolosi veleni chiamati farmaci. Ogni flacone di pillole dovrebbero avere una etichetta veleno con teschio e ossa, e "veleno" scritto a grandi lettere."

http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... hoffer.htm

Anche i siti ed i forum che parlano di TI (Tolleranza Intestinale) sono in errata interpretazione del libro di Linus Pauling in quanto egli NON HA INFORMAZIONE del "meccanismo di feedbak biochimico" situato nell'organo di produzione, RENI o FEGATO, onde ottenere una MAGGIORE produzione di questo ACIDO ASCORBICO a seconda degli STRESS subiti, quindi ha una interpretazione di questa molto relativa. (ho letto lo scritto da capo a fondo senza trovarne riscontro) Mentre Irwin Stone ce ne dà chiara ESISTENZA non su uno, ma addirittura su due libri dichiarando:
"pagina 4/7------meccanismo biochimico ereditario FEEDBAK
I mammiferi con il gene intatto del GLO posseggono anche un meccanismo biochimico ereditario feedback, che aumenta la sintesi di ACIDO ASCORBICO da parte del fegato in risposta alle varie tipologie di stress. Questo meccanismo di feedback fu un'importante fattore nell'assicurare ai mammiferi la sopravvivenza e la dominazione sulla terra negli ultimi 165 milioni di anni di evoluzione. Alcuni miei studi indicano come alcuni grandi gruppi di mammiferi si estinsero durante questo periodo, in quanto incapaci di produrre una dose giornaliera sufficiente di ACIDO ASCORBICO che avrebbe garantito loro la sopravvivenza."

http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf

"pagina 4/12------Venne creato un addizionale meccanismo di FEEDBAK biochimico
Questo cambiamento di sito di produzione sembra avere una importanza evolutiva. Quando iniziarono ad esistere i mammiferi a sangue caldo, attivi e grandemente stressati, nacque il problema di come fare a rifornirli quotidianamente di abbastanza acido ascorbico per far fronte agli stress e mantenere una omeostasi biochimica con il loro alto tasso di metabolismo. Il problema fu risolto nei primi mammiferi in modo pulito trasferendo il sito della produzione di ascorbato dai piccoli reni al fegato, il più grande organo nel corpo dei mammiferi. Venne creato un addizionale meccanismo di feedback biochimico in modo da aumentare la produzione di ascorbato nel fegato a seconda dei diversi livelli di stress. Queste mutazioni assicurarono non soltanto la sopravvivenza dei mammiferi per i successivi 165 milioni di anni, ma anche il loro dominio nel mondo. I moderni nutrizionisti e dottori dovrebbero notare che quei primi mammiferi che non produssero questo trasferimento dai reni al fegato si estinsero perché non furono in grado di produrre la dose quotidiana di ascorbato richiesta per la sopravvivenza. Gli uccelli attuali ci forniscono un esempio vivente del trasferimento della sintesi dell’ascorbato dai reni al fegato. Le più antiche specie nella scala evolutiva producevano l’ascorbato nei reni; le specie intermedie lo producevano sia nei reni che nel fegato, e le più recenti lo producono attualmente solo nel fegato. Alcuni uccelli tropicali, come il bul bul dal sottocoda rosso, hanno lo stesso difetto genetico dell’uomo e non possono produrre alcun ascorbato. Sono tra le poche specie di uccelli che possono morire di scorbuto."

http://digilander.libero.it/genfranco/I ... orbuto.pdf

Saputo questo voglio informare che questi siti o forum che con questa ERRATA INTERPRETAZIONE, aiutano, anche se inconsapevolmente questi FALSI INFORMATORI INTERESSATI a TERRORIZZARE le persone che si accostano a questo necessario e basilare ACIDO ASCORBICO, come abbiamo appena letto sopra.
Sappiamo tutti, e i NOSTRI DOTTORI ci danno conferma che questa DIARREA è pericolosa e che quindi è meglio la STITICHEZZA, anche se con la durata di giorni, poichè loro sanno che una delle cause ACCERTATE di questa, sono le MEDICINE perchè CHIMICHE quindi BREVETTI che molti dei quali sono ricavati dal PETROLIO. Ora mi chiedo, ma io sono di ferro? Sappiamo che può anche essere causata dalla cattiva ALIMENTAZIONE. Questo era valevole fin'ora in quanto NON VI ERANO ALTRE POSSIBILITA'. Sicuri di questo ora vorrei dare la giusta interpretazione a questa DIARREA che è, per chi inizia ad ingoiare ACIDO ASCORBICO ad alte dosi, causata da questo, e quindi il GIUSTO SFOGO del suo corpo in seguito alla DEPURAZIONE delle TOSSINE introdotte durante la sua vita, nel suo corpo. Ecco che ora arrivando questo "SPAZZINO" ACIDO ASCORBICO, il cui compito è di REGOLARIZZARE il processo di ogni nostra cellula (il nostro corpo è uno dei laboratori chimici più complessi del creato) che per fare questo, deve far uscire questi oggetti ESTRANEI al nostro corpo da qualche parte, e dove se non dall'unico buco possibile? Il più delle volte è anche accompagnata da dei rumori ed anche da gonfiori nella pancia che pare debba succedere un qualcosa di estremamente letale. Da chi l'ha provato però si ha certezza che dopo un certo periodo di questo lavorio di NORMALIZZAZIONE questo non succede più, e se viene la DIARREA, la causa deve essere ricercata nell'alimentazione ingoiata anche 8-10 giorni prima, ma non più causata dall'ACIDO ASCORBICO. Di questa ALIMENTAZIONE si deve anche tenere conto di tutte quelle variabili che possono immettere nel corpo le TOSSINE che devono essere disattivate, come ad esempio, ingoiando gli insaccati che contengono le "nitrosammine", che purtroppo non se ne ha informazione, del CAFFE' contenente la CAFFEINA (DROGA INSETTICIDA) che non se ne ha informazione, dei prodotti alimentari contenenti conservanti CHIMICI di cui non se ne ha informazione, senza contare le MEDICINE che introduciamo convinti che ci facciano bene, ma che in effetti sono TOSSINE PURE di cui ce ne informano sui "bugiardini" che EVITIAMO di leggere sperando che in noi non avvenga quanto descritto. Queste PERICOLOSISSIME TOSSINE quando introdotte purtroppo, non sono espulse da nulla e da nessuno e NON si comportano come una pallina o una monetina che dopo averla ingoiata si aspetta di farla, ma si fermano in qualche parte del corpo causando nel tempo SICURE MALATTIE, a seconda del punto di fermata e di concentrazione causando nel contempo dolori e SOFFERENZA. Quindi per poter ritornare alle origini di salute queste TOSSINE devono essere in qualche modo ESPULSE. Infatti molte persone quando hanno dei dolori, il più delle volte questi dolori se li sentono prima da una parte e poi si spostano da un'altra del corpo sopportando una SOFFERENZA CONTINUA ma provenienti sempre da punti diversi del corpo. A quante persone è successo questo nella loro vita? Con questo abbiamo certezza che queste TOSSINE che DEVONO essere espulse in qualche modo, non hanno un particolare processo di eliminazione, ma possono essere tramutate in solidi o in liquidi indifferentemente a seconda della necessità SENZA CAUSARE IL MINIMO DANNO al corpo nel quale questo avviene.
Ora, dopo l'informazione avuta da Irwin Stone dell'esistenza di questo "meccanismo biochimico ereditario FEEDBAK", e dopo averlo provato, si ha certezza che se si aumentano le dosi in caso di STRESS, di DIARREA nemmeno l'ombra, al massimo un normale brontolio della pancia che segnala il giusto svolgimento di neutralizzazione di questo STRESS causato dalle varie TOSSINE. Questo brontolio però NON DEVE essere considerato DIARREA, mai. Di questo innalzamento di fabbisogno di ACIDO ASCORBICO in caso di STRESS ne parlano tutti gli scienziati pur non parlando dell' "addizionale meccanismo di FEEDBAK biochimico" degli animali il quale provvede AUTONOMAMENTE in caso di necessità, mentre per noi questa valutazione è SOLO INDIVIDUALE ed INTERPRETATIVA. Questa conoscenza viene solo dalla ESPERIENZA personale che a volte inganna le persone in quanto non riescono a capire che se si incorrono ancora in malattie tipo "influenza" dopo che si ingoia questo ALIMENTO da mesi, è perchè quando si ha avuto il segnale di "influenza"= STRESS, NON si è provveduto ad aumentarne le dosi IMMEDIATAMENTE imitando questo "meccanismo FEEDBAK" degli animali. Le dosi? DEVONO essere MOLTO ALTE e MAI a stomaco vuoto, se si è a digiuno si deve mangiare anche solo un frutto per rompere questo digiuno in modo che questa dose non debba dare dei fastidi allo stomaco, anche 3-4 volte la dose normale ed ingoiate a non più di un'ora di distanza l'una dall'altra fino a 4-5 dosi di seguito, dopo di chè devono essere distanziate anche di 2 ore. Naturalmente come minimo la pancia incomincerà a brontolare o verranno anche dei sintomi di DIARREA, ma che in effetti saranno solo spruzzi. Se invece viene la DIARREA, questa è più che giustificata in questo caso di "influenza".
Eccone la spiegazione:
per esperienza vissuta, quando mi veniva l'influenza andavo dal dottore o se con febbre veniva lui con suo comodo, il quale, di norma, mi consigliava "antibiotici", "tachipirina" in caso di febbre e "sciroppo" in caso di tosse. Mi mettevo a letto e ingoiando quanto prescritto, aspettavo che l'influenza passasse. Poca fame, sconforto tanto poichè erano giornate di indicibile debolezza e di conseguenza di "tristezza". Ai miei tempi erano di moda i "brodini" con della pastina di piccolo formato e tanto poca che ne contavo il numero. Certo che la diarrea non mi veniva, questo voleva dire che le tossine o i microbi imputati alloggiavano dentro di me per TUTTO il loro comodo poichè NIENTE E NESSUNO li faceva sloggiare. Ora invece ingoiando alte dosi di ACIDO ASCORBICO, questo, essendo lo "SPAZZINI" del mio corpo, in breve tempo uccide i microbi, in quanto le medicine me le risparmio. Per fare questo però deve poterli far uscire da un qualche buco, e quale se non l'unico possibile? Questo è il chiaro segno che il corpo reagisce bene contro questi MICROBI che si sono introdotti nel corpo. Per questo motivo, come posso chiamarla DIARREA? anzi, che sia la BENVENUTA poichè mi permette di liberare il mio corpo. Ripeto che per DIARREA si intende dover evacuare almeno 4-5 volte di fila e SOLO LIQUIDO, altrimenti solo molle o una volta liquido non deve essere considerata DIARREA.
Questo dice Linus Pauling della STITICHEZZA:
"pagina 271/340------preso prima o dopo i pasti CAMBIA LA TI (diarrea)
Vi è un effetto dell'ACIDO ASCORBICO, preso in forti dosi, che è stato riferito da molti: si tratta dell'effetto lassativo. Per alcune persone basta un'unica dose di 3 grammi presa a stomaco vuoto per promuovere un'azione lassativa, mentre la stessa quantità, presa dopo i pasti, non ha tale effetto. Un medico che cura i pazienti affetti da malattie infettive facendo prendere loro il massimo di ACIDO ASCORBICO che possono tollerare senza disagi fisici hanno riferito che quasi tutti i pazienti si stabilizzano su dosi che vanno dai 15 ai 20 grammi al giorno (Cathcart, 1975),"
"pagina 271/340------la stitichezza può causare l'innalzamento del COLESTEROLO oltre a provocare altri danni
Un trattato medico molto noto afferma che non si hanno gravi conseguenze se non si và di corpo per tre o quattro giorni, e che è meglio cercare di far funzionare l'intestino senza ricorrere ai lassativi. Penso che si tratti di un'opinione errata, per parecchie ragioni. Sappiamo dal lavoro del dottor Robert Bruce, direttore della sede di Toronto del Ludwing. Cancer Research Institute, che il materiale fecale umano contiene presumibilmente delle sostanze cancerogene.
Se il tratto inferiore dell'intestino viene continuamente esposto a queste sostanze, aumenta la probabilità della formazione di un cancro del retto e del colon; inoltre, aumenta la quantità di acidi biliari che vengono riassorbiti nel flusso sanguigno dal quale sono riportati al fegato e riconvertiti in colesterolo, facendo così innalzare il livello de3l colesterolo e la conseguente probabilità di disturbi cardiaci. Anche altre sostanze tossiche di cui l'organismo dovrebbe liberarsi al più presto possibile vengono riassorbite.
Talvolta la loro presenza può essere rilavata dall'alito di una persona, cosa che può costituire un incentivo in più, a chi tiene al rapporto con l'altro sesso, per liberarsi rapidamente dei materiali di scarto. Si può conseguire questo obbiettivo ricorrendo all'azione lassativa di una sostanza naturale, l'ACIDO ASCORBICO. Potete prenderne una bella quantità 3,5,8 o 10 grammi quando vi alzate la mattina.
Determinerete voi stessi la quantità giusta, facendo varie prove fino a trovare quella che provoca un movimento intestinale di espulsione dopo la prima colazione, cosa che risolverà il vostro problema per tutto il giorno.
In base alle mie osservazioni, sono giunto alla stima approssimativa che questa procedura accelera l'eliminazione dei rifiuti organici di circa ventiquattrore, o anche più."

http://digilander.libero.it/genfraglo/I ... nalelp.pdf

Quindi posso dichiarare di preferire la DIARREA alla STITICHEZZA, ed allora penso di aver interpretato giustamente il ruolo di questa DIARREA riguardo alla mia SALUTE..
http://digilander.libero.it/genfranco1/ ... reaeti.htm

ciaooo Genfranco
.
.

Rispondi