ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » lun dic 07, 2020 11:01 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... istole.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
Chiedo scusa, ma mi permetto di sottoporre la domanda dello SCONOSCIUTO nel gruppo della vitamina D, per DEMONIZZARE l'"ALIMENTO ESSENZIALE" vitamina D3 colecalciferolo, AUTOPRODOTTO da ogni essere vivente esponendosi al sole, il quale con i suoi raggi UV ed il COLESTEROLO già AUTOPRODOTTO anch'esso da ogni essere vivente, trasmuta questo grasso in olio detto vitamina D3 colecalciferolo.
Già questo fatto sensazionale, ci dice che se questa vitamina D3 colecalciferolo fosse nociva, sul nostro pianeta non esisterebbe più la vita.
Già la domanda di questo sconosciuto è formulata in modo da creare questo dubbio nel lettore, in quanto pare che lui abbia la CERTEZZA che la causa delle extrasistole sia proprio la vitamina D3 colecalciferolo, indicandone una dose ben precisa, 6000 UI, che è molto al di sotto dei 10000 UI consigliati da diversi medici specialisti dei quali il dottor Coimbra.
Naturalmente per ridicolizzare la sua dichiarazione ho riportato le ragioni documentate che riescono a provare che quanto da lui ha dichiarato è IMPOSSIBILE, che se fosse come dice lui, la vita sul pianeta terra non ci sarebbe più.
Non solo, ma in attesa di un suo riscontro alla mia domanda sul fatto se bevesse il CAFFE', non mi ha risposto, ma non solo, ha scritto altri post cui altri membri hanno confermato la sua dichiarazione.
Mi sono permesso di eliminare gli altri post, sia suoi che degli altri membri, scrivendo il post che riporto:
"Quindi mio caro Lorenzo Rovetta, spero di averti convinto che il SISTEMA NON PERDONA, quindi purtroppo guida le DISINFORMAZIONI CON QUALSIASI MEZZO e lo fà anche bene, vedendone i risultati. Concludendo anche che se fosse come dal SISTEMA dichiarato il genere umano non ci sarebbe più. ciaooo Franco "
Ho posto la domanda se bevesse il CAFFE', in quanto ho certezza che la causa di queste extrasistole è questa bevanda la cui CAFFEINA è DROGA-INSETTICIDA, la quale è capace a causare ogni disturbo, che tra i più conosciuti sono il REFLUSSO, le EXTRASISTOLE da lui citate e molti altri problemi.
Letto questo post che deve essergli piaciuto poco, la sua reazione imprevedibile fù di cancellare il discorso.
Però lui non sà che personalmente avevo già salvato il tutto, per dimostrare che esiste IL CONTRARIO DI TUTTO ben retribuito da chi ne ha interesse a creare questa DEMONIZZAZIONE.
Non solo, ma l'ho eliminato dai nostri gruppi in modo che vada a scrivere da un'altra parte i suoi post per la DISINFORMAZIONE.
Ed eccovene il discorso completo al quale manca l'originale per cancellazione.
Dal gruppo:
La vitamina D3 (ORMONE) un "ALIMENTO ESSENZIALE" come e quando
https://www.facebook.com/groups/1393838840860425/

Sconosciuto
ha condiviso il suo primo post.
icona del badge
Nuovo membro
· 03 dicembre 2020 alle ore 08:27 ·
Anche qualcun altro ha notato una netta correlazione fra assunzione di vitamina D3 (6.000 unità al giorno) e insorgenza di extrasistole?
Grazie

Genre Franco Ciao Lorenzo Rovetta, ti chiedo scusa, ma dato la AUTOPRODUZIONE di colecalciferolo vitamina D3 per TUTTI gli esseri viventi, se questa dovesse causare anche un solo problema al corpo degli individui di queste specie sarebbe stata la ESTINZIONE, ma questo non risulta. ------continua------>

Genre Franco Parli di 6000 UI al giorno, pensa che il dottor Coimbra, e non solo lui, curano certe malattie con dosi di 300000 - 400000 - 500000 UI al giorno. Inoltre Coimbra dice: "E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imbraa.htm

Quindi parla di 10000 UI giornalieri, senza parlare di età, di sesso e neppure di bambini o di neonati, quindi ritengo che questa non debba essere considerata come i VELENI un tanto al kg come dichiara la medicina per farci ingoiare questi VELENI. La vitamina D in quanto AUTOPRODOTTA dall'individuo, sia neonato che adulto NON PUO' ESSERE CONSIDERATA UN VELENO. Nel qual caso sulla terra non ci sarebbe più la vita. ------continua------>

Sconosciuto
icona del badge
Ti ringrazio Franco, il fatto é che é già il secondo anno che noto questa correlazione, e la cosa mi ha fatto insospettire, e venire voglia di vedere se altri hanno avuto la stessa esperienza.

Sconosciuto
icona del badge
https://www.corriere.it/salute/cardiolo ... ibjxfz0rIM

Genre Franco Il dottor Vlaudio Sauro scrive: "In seguito a due anni di esperienza con CHEMIOTERAPIA NATURALE posso trarre le prime considerazioni di un certo rilievo.
Il punto più importante che è emerso riesaminando i casi di tumori che si sono stabilizzati, sono regrediti ed in alcuni casi sono addirittura guariti è che tutti questi casi avevano ampiamente forato il tetto di 100 ng/ml per la vitamina D. I miglioramenti, le stabilizzazioni ed alcune guarigioni le abbiamo quando questa vitamina D arriva a 200 ng/ml e molto spesso la supera, spesso raggiungendo quota 200 ng/ml o anche più.
Tali valori li ho sempre ottenuti facendo assumere 300.000 UI di vitamina D3 alla settimana, ininterrottamente, generalmente si stabilizza su quota 200-250 ng/ml, in un caso 450 ng/ml. In tutti questi casi ho sempre controllato la Calcemia (non il paratormone che non mi interessa), e la calcemia è sempre rimasta normale. Addirittura a valori alti di vitamina D a volte si abbassa sotto il valore di 9 mg/dl (perfettamente normale, in un solo caso ho visto il valore di 11.2 mg/dl (peraltro non pericoloso). Questo significa che la forma intermedia della vitamina D è determinante più di qualsiasi altro rimedio chemioterapico o naturale, intendo dire che il 25-HO-clecalciferolo deve avere un ruolo determinante nella cura dei tumori. probabilmente agisce ancora più della forma terminale (calcitriolo o 1-25-OH-colecalciferolo) il quale deve restare praticamente costante se la calcemia resta normale. Intendo dire che anche con i valori altissimi della forma intermedia la forma terminale resta costante. Io credo che la forma terminale più che sui recettori agisca sopratutto sul trasporto del calcio nelle ossa, e mantenendo il calcio costante a livello ematico. Ciò che regola la trasformazione della forma intermedia in forma terminale è il Paratormone che si abbassa drasticamente se il valore della forma intermedia si alza. E'probabile che sia la forma intermedia che agisce sui ricettori G di 20-OH-colecalcoferolo molto superiori a quelli indicati nel Range terapeutico. Ci riportiamo pertanto, con queste considerazioni al Protocollo Coimbra per la Sclerosi Multipla. Le dosi altissime di 25-OH-colecalciferolo agiscono nel guarire le Sclerosi Multipla esattamente come agiscono nel guarire i tumori. E perchè Ciombra usa il semplice COLECALCIFEROLO per curare la Sclerosi Multipla e non la forma terminale o calcitriolo; semplicemente perchè il calcitriolo nella Sclerosi Multipla non fa assolutamente nulla. Il Colecalciferolo (ormone del sole) si trasforma invece nella forma intermedia o Calcidiolo che è quella che agisce. Oltretutto la forma terminale (Calcitriolo) che esiste in certi prodotti farmaceutici ha una emivita brevissima (5 ore), produce ipercalcemia e sarebbe pericolosissimo usarla a dosi alte, mentre la forma iniziale o COLECALCIFEROLO è un ormone assolutamente tranquillo. Pertanto io, visti i risultati e facendo una sintesi dei casi diciamo "di successo" ho cominciato ad usare 300.000 UI alla settimana (sono 42.857 UI al giorno) di Dibase (è una dose da Coimbra) + 1 fiala di Adisterolo 100.000, sono 100.000 UI di vitamina A + 20.000 UI di vitamina D (sempre alla settimana) ed in via continuativa, senza mai smettere. Tanto state tranquilli che la calcemia resterà nei limiti e la vitamina D per quanta ne prendiate non andrà sopra il valore di 200-300 ng/ml (in un caso eccezionale ho avuto il valore di 450 ng/ml ma con calcemia normale, E' comunque buona cosa, come dice Coimbra, quando si assumono dosi così alte di vitamina D bere molta acqua, almeno 1.5-2 litri al giorno, nel caso si manifesti ipercalcemia, anche se questa è esattamente rara, ma comunque è meglio premunirsi. Io di problemi renali non ne ho mai visto, la creatinina si è sempre mantenuta normale, non è mai salita neppure di 1/10 di punto. Poi a questo iperdosaggio della vitamina D ho associato alcune cose che io ho ritenuto importanti come il CLORURO DI MAGNESIO e la N-acetilcisteina anche se il nocciolo fondamentale della terapia resta la vitamina D."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... valori.htm continua------>

Genre Franco Sconosciuto, la pagina che citi scrive: "Troppa vitamina D inquieta il cuore
Con livelli troppo alti sangue raddoppia il rischio di incorrere nella forma più comune di aritmia cardiaca, la fibrillazione atriale" ed allora mi permetto di chiederti se per caso bevi il CAFFE'. continua------>

Genre Franco Attendendo la tua risposta continuo riportanto i valori nel mio sangue miei ingoiando 40000 (quarantamila) nel 2016 e 2017. Il mio valore di vitamina D3 rilevato in data 22/08/2016 è di 57.0 http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... osto16.htm continua------>

Genre Franco Ed in data 24/01/2017 il valore rilevato è 56.50 http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... naio17.htm continua------>

Genre Franco In quel periodo però avevo un tumore al colon che non sapevo di avere, e mi fu tolto il 25 marzo 2017. Prima però, ingoiando 40000 UI al giorno di viamina D3, con le informazioni che circolavano nel periodo, pensavo di essermi intossicato, mentre era il tumore che loro, gli "ALIMENTI ESSENZIALI" combattevano. ------continua------>

Genre Franco Su questa pagina lo spiego al meglio, la quale recita: "Ho subito la asportazione di un tumore al colon come sotto descritto in data 25 marzo 2017 con inserimento della relativa stomia, e la relativa RICANALIZZAZIONE in data 19 luglio 2017, ed ora a sette mesi dal primo intervento, SENZA ALCUNA CURA DELLA MEDICINA UFFICIALE, MA GRAZIE ALLA "AUTOGUARIGIONE" che forniscono all'individuo di ogni specie vivente, i CIBI NATURALI.
"QUESTA SOPRADESCRITTA E' STATA LA TERAPIA degli "ALIMENTI ESSENZIALI" che inoltre ingoio costantemente ogni giorno, ed alcuni di loro da ormai 25 anni."
Quindi non ho ingoiato alcun PRODOTTO della RICERCA, (allora NIENTE DI CHIMICO), ma ingoiando giornalmente e con costanza gli "ALIMENTI ESSENZIALI" sopra descritti, riporto sotto i miei esami del sangue fatti in data 05 giugno 2017 il primo, ed in data 19 ottobre 2017 il secondo, inerenti all'eventuale segnale di tumori presenti, insieme ai valori degli "ALIMENTI ESSENZIALI" indispensabili al mio corpo cui il laboratorio di analisi ne riporta i valori di riferimento limite, che circolando nel mio sangue mi danno LA SALUTE VERA.
Riguardo a questi risultati sotto descritti, mi piacerebbe chiedere al presidente della AIRC, il signor Pier Giuseppe Torrani che mi ha inviato una richiesta PERSONALE sua da lui sottofirmata, e diretta personalmente a me, di denaro per la ricerca sul cancro quali sono stati i suoi PRODOTTI a mantenermi e darmi la salute in questo periodo.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... egnali.htm
dalla pagina: http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lcolon.htm continua------>

Genre Franco Semplice a spiegare. Se ti rompi un braccio e ti ingessano, quando questo gesso te lo levano ti fanno fare la fisioterapia per aitarti a eimettere in sesto questo tuo braccio. Questo si può fare in quanto è estermno al corpo, mentre per il colon che è stato INATTIVO per mesi, che per me sono stati 3 mesi e mezzo, questo mio colon ha perso ogni contatto con il corpo. Anche se era dentro non svolgeva più la sua attività che faceva da sempre ed a cui era preposto. continua------> r

Genre Franco Naturalmente però non si è potuto fare la fisioterapia, in quanto l'organo è interno ed anche naturalmente questo restando disattivo per mesi ha perso sicuramente il meglio delle sue funzioni. Ecco che i fanni sono a non finire, sopratutto con indigestioni continue che ancora oggi, più raramente ma ci sono. ------continua------>

Genre Franco Molte volte mi chiedo a cosa sarà servia questa stomia. Sò per certo che il primo danno è stato l'uscire di una ernia sulla parte destra in fondo al colon dove si trova la appendicite. Certo, è il punto più basso. A dirlo al mio medico ha detto che dopo una ecogradia, un piccolo intervento avrebbe ovviato. ------continua------>

Genre Franco Ho rifiutato, ma ho capito il perchè della STOMIA e quali benefici porta al chirurgo. Un intervento, ma poi l'altro intervento che è la RICANALIZZAZIONE. Quindi fue interventi, ed ho capito che il chirurgo guadagna SOLO SE INERVIENE. CHE PORCATA. Inoltre ho avuto conferma che nelle altre nazioni la STOMIA NON E' MESSA. ------continua------>

Genre Franco Senza contare la ditta che produce quei sacchetti di plastica da usare nel periodo in cui il colon perde le sue naturali attività. Povera gente, con chi abbiamo a che fare. Eppure l'apparenza è che questi personaggi FACCIANO IL MIRACOLO. ------continua------>

Genre Franco Chiedo scusa se ho deviato un pochino il discorso, ma ritenevo importante la INFORMAZIONE, che alla fine nel periodo pensavi di essermi INTOSSICATO di vitamina D3 a dosi di 40000 (quarantamila) UI al giorno, ma che in eddetti è FALCO. ------continua------>

Genre Franco Questa idea circolava in quanto sul foglio consegnato dal laboratorio analisi, i valori di riferimento per la vitamina D3 erano: "La tabella a cui mi riferisco e che giudico valevole è riportata da molti articoli, uno di questi è quello a cui mi riferisco che dice:
< 10 ng/ml Carenza
10 e 30 ng/ml Insufficienza
tra 30 e 100 ng/ml Sufficienza
>100 ng/ml Tossicità" http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... adalim.htm continua------>

Genre Franco Ora però l'ultima scritta >100 ng/ml Tossicità, non la si trova più. Ma per molti anni è stato così. Si vede che a qualcuno è presa la VERGOGNA degli IMBROGLI perpetrati nel tempo. E noi incapaci di smentirlo abbiamo sempre temuto di questa ROSSICITA' ingoianfo poca vitamina D3. ------continua------>

Genre Franco Ora mio caro Sconosciuto, eccoti la verità da un laroratorio anali che spiega IL VERO percosrso della vitamina F3 che quando lo ingoi è COLECALCIFEROLO NON ATTIVO, che quandi NON CAUSA ALCUN DANNO, e neppure dopo in quanto questo COLECALCIFEROLO lo prende in consegna il tuo corpo il quale NON E' LESIVO, in quanto se lo fosse, sareti morto fina da bambino e nessuno di noi sarebbe quì ora. ------continua------>

Genre Franco La pagina recita: "igla e sinonimi:

INFORMAZIONI PER PAZIENTI

Significato diagnostico

Il nome vitamina D è un termine generale comunemente utilizzato per identificare i componenti di una famiglia di molecole strettamente connesse fra di loro, che derivano da un precursore comune, il 7-deidrocolesterolo o previtamina D3, presente in natura.
La previtamina D3, principalmente di origine alimentare, subisce una fotosintesi a livello della pelle regolata dall'esposizione ai raggi ultravioletti che la converte in vitamina D3 o colecalciferolo che è biologicamente inattivo.
Quando il colecalciferolo entra in circolo,viene prima di tutto assorbito dal fegato dove viene metabolizzato in 25-idrossivitamina D3 (25 -OH-D3); successivamente la 25-OH-D3 viene trasportata a livello renale dove una piccola parte subisce un'ulteriore trasformazione a 1,25 diidrossivitamina D( 1,25-OH D), che è un potentissimo ormone calcio-tropico.
La vitamina D 1,25-OH infatti rappresenta uno dei principali regolatori del metabolismo del calcio e dei fosfati: stimola l'assorbimento di calcio da parte dell'intestino e aumenta il riassorbimento osseo. Inibisce la produzione dell'ormone paratiroideo (PTH) sia con azione diretta sulle paratiroidi, sia indiretta aumentando i livelli di calcio nel siero. A sua volta, la produzione di vitamina D 1,25-OH è regolata dal PTH, determinando quindi un efficace sistema di controllo.
Proprio per il ruolo essenziale che riveste nell'assorbimento attivo ed efficace di calcio e fosforo, la determinazione della vitamina D 1,25-OH è importante per l'individuazione di malattie e condizioni che interessano il normale metabolismo di calcio e fosforo." http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... verita.htm continua------>

Genre Franco Quindi mio caro Sconosciuto, spero di averti convinto che il SISTEMA NON PERDONA, quindi purtroppo guida le DISINFORMAZIONI CON QUALSIASI MEZZO e lo fà anche bene, vedendone i risultati. Concludendo anche che se fosse come dal SISTEMA dichiarato il genere umano non ci sarebbe più. ciaooo Franco
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... istole.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mer dic 09, 2020 3:55 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sofago.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
Prima di tutto una considerazione ed una domanda:
Sapendo con certezza che le RICERCHE SCIENTIFICHE vengono fatta SOLO su PRODOTTI CHIMICI "VELENOSI", per poi metterli nei CIBI SPAZZATURA delle industrie, tipo aspartame o "AROMI" o "AROMI NATURALI", ed avendo anche CERTEZZA che queste RICERCHE SCIENTIFICHE NON SONO FATTE SU CIBI NATURALI, tuttalpiù su questi vengono fatti STUDI, come consideri il CAFFE' del quale le industrie di questa bevanda DROGA-INSETTICIDA di RICERCHE SCIENTIFICHE ne riportano moltissime adducendo dei benefici IMPOSSIBILI da ottenere in quanto BRUCIATO a 240 gradi, (prova a bruciarti tu a questa temperatura e poi vedi cosa rimane di te), lo consideri NATURALE o VELENOSO?
L'articolo in oggetto è un chiaro avvertimento per le persone di buon senso e recita:
"Che le bevande bollenti potessero aumentare il rischio di tumore all’esofago è già stato scientificamente dimostrato. Ora uno studio iraniano, realizzato dalla Teheran University of Medical Sciences e pubblicato sull’International Journal of Cancer, ha messo in luce il collegamento in una ricerca condotta su larga scala e durata oltre un decennio.
Uno dei tumori più mortali
Analizzando le abitudini nel consumo di bevande di 50.045 adulti iraniani fra i 40 e i 75 anni (in Iran si fa largo consumo di tè bollente, ovvero bevuto oltre i 60°) durante un periodo di follow-up dal 2004 al 2017, l’équipe guidata dal dottor Farhad Islami ha identificato 317 nuovi casi di cancro all’esofago (che è l’ottavo tipo di cancro più comune nel mondo, nonché uno dei più mortali soprattutto in Giappone, dove si fa largo uso di sakè bollente), scoprendo inoltre che il rischio tumore aumenta di 2,4 volte fra coloro che consumano regolarmente il tè a 75° (ma lo stesso vale per altre bevande calde, fra cui caffè e cioccolata)."

Già sappiamo, senza ombra di dubbio che il CAFFE' è una DROGA-INSETTICIDA, quindi micidiale per chi lo beve, ma ora vi è una ragione in più per rivedere le proprie abitudini.

Manuela De Palo su fecobook scrive:
"Ieri ho captato una notizia, diceva che la California vuole che sia scritto sul caffè che è cancerogeno.
Caro sig. Genre Franco sei avanti anni luce!
La guerra è cominciata ma come si dice "l'industria del caffè... forse forse e più forte di quella del tabacco.
ed io rispondo:
"Ciao Manuela De Palo, GRAZIE per la informazione. Purtroppo mi sono basato sulla mia esperienza personale di 13 anni vissuti vegetando ingoiando DROGHE consigliate malla medicina. Il trio, CAFFE' - TRANSENE - VALIUM. Che loro siano forti non posso smentire, ma con la GIUSTA INFORMAZIONE.loro perdono. ciaooo Franco
https://www.facebook.com/groups/acidoas ... &ref=notif

In oggetto mi permetto di riportare l'articolo che parla della sentenza di un giudice in California USA, riguardo al CAFFE' e più esattamente al prodotto ritenuto CANCEROGENO denominato ACRILAMIDE che si sviluppa durante la tostatura di questa DROGA-INSETTICIDA.
Sulla pagina riporto anche cosa è questo PRODOTTO CHIMICO ACRILAMIDE ed in che occasione viene a formarsi in quantità molto nociva alla salute di chi beve questo CAFFE'.
Prima è da vedere questo video, è CHIARISSIMO.
https://www.youtube.com/watch?v=kq7W3I8aL-c
e da sentire questo
https://www.youtube.com/watch?v=-UBDSGhW0Go
E la CAFFEINA?
Vogliamo dimenticarci che la CAFFEINA è DROGA-INSETTICIDA come spiegato molto chiaramente dai video?
La riprova della serva che tutti conoscono, è che se metti i fondi del CAFFE' in un vaso, la pianta prospera rigogliosamente, ma non perchè il CAFFE' sia un concime, ma perchè la CAFFEINA UCCIDE OGNI ANIMALETTO che deteriora la pianta.
Il CAFFE' DROGA-INSETTICIDA cosa farne oltre che berlo, come è proposto dal SISTEMA di cui una parte è la MEDICINA UFFICIALE che dovrebbe incaricarsi della MIA SALUTE?
Ti insaponano che questa è una BEVANDA SALUTARE, che personalmente considero invece un VELENO in quanto INSETTICIDA oltre che DROGA, faccia BENE ALLA SALUTE, ma avendo capito l'inghippo lo lascio bere ai PROPONENTI, e quindi ti sottopongo come usarlo per averne dei BENEFICI pratici. Ecco come lo propone il video in fondo pagina:
USALO COME INSETTICIDA NEI VASI E NEL GIARDINO e non solo, ma usalo anche...
COME STURARE con questo CAFFE', LAVANDINI, DOCCE e WATHER al posto degli INQUINANTI PRODOTTI CHIMICI VELENOSI.
FERTILIZZANTE NATURALE
METTETE GUSCI D'UOVO E FONDI D CAFFE' NEI VASI: IL RISULTATO VI SORPRENDERA'
AVERE PIANTE IN PERFETTO STATO NON E' SEMPRE FACILE
E SPESSO E' NECESSARIO CURARLE ASSIDUAMENTE PER FAR SI' CHE CRESCANO IN MODO SANO
COSI' ANTIPARASSITARI E FERTILIZZANTI CHIMICI POSSONO ESSERE SOSTITUITI
CON ELEMENTI DIFFERENTI E PIU' NATURALI
TRA QUESTI GUSCI D'UOVO E FONDI DI CAFFE' SONO UN'OTTIMA ALTERNATIVA
E SONO PERFETTI PER FORNIRE SOSTANZE NUTRITIVE ADEGUATE
ALLO SVILUPPO ED AL BENESSERE DELLE PIANTE
I GUSCI D'UOVO SONO UN VALIDO FERTILIZZANTE E UN ANTIPARASSITARIO NATURALE
PER UTILIZZARLI AL MEGLIO E' SUFFICIENTE RIDURLI IN PICCOLO PEZZI
E METTERLI ALLA BASE DELLE PIANTE PER FAVORIRE LA CRESCITA
INOLTRE AIUTANO AD ALLONTANARE LUMACHE BRUCHI ED ALTRI ELEMENTI
CHE POSSONO INTACCARE LA SALUTE DELLE FOGLIE
ANCHE I FONDI DI CAFFE' POSSONO ESSERE UTILIZZATI COME CONCIME NATURALE
GRAZIE ALL'AZOTO ED AGLI ANTIOSSIDANTI CHE CONTENGONO
POSSONO ESSERE SPARSI E MESCOLATI SUL TERRENO ALLA BASE DELLE PIANTE
MA E' OPPORTUNO NON ESAGERARE PER EVITARE DI RENDERE IL TERRENO TROPPO ACIDO
MENTRE LA CAFFEINA, UN INSETTICIDA IL PIU' NATURALE AL MONDO, UCCIDE GLI ANIMALETTI COME LE LUMACHE, BRUCHI E PARASSITI
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zzante.htm
Chiedo scusa, ma approfittando di questi video che confermano il fatto che con COSTANZA e TENACIA, ci hanno messo in CASA e nei CIBI i più disparati VELENI, e da questo vorrei sottoporre un ragionamento molto importante, tanto importante da fare capire cosa può dare la SALUTE e cosa la SALUTE può levarla disilludendo le persone dalla fregature delle parole "SCIENZA" e "PROVE SCIENTIFICHE".
Convivendo con questi, come potremmo non esserne contaminati, e dato che sono PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI, come potremmo non ammalarci di questa malattia?
Il video ne elenca alcuni ed alcuni li aggiungo poichè aggiunti agli oggetti o contenitori che ci portiamo a casa convinti di ottenerne SALUTE, ed altri PRODOTTI CHIMICI (VELENO PURO) che sono aggiunti ai CIBI degli scaffali che inoltre NON CONTENGONO alcun sostentamento poichè RAFFINATI. Anzi sui prodotti degli scaffali, vengono dichiarate le calorie che apporta il prodotto perchè ce le mettono tutta per apportarne il meno possibile.
Mi chiedo come potranno fare il calcolo delle calorie gli altri esseri viventi.
Prima di tutto però vorrei determinare senza ombra di dubbio cosa vuol dire la parola:
"SCIENZA"
e di conseguenza che scopo hanno le RICERCHE SCIENTIFICHE, ma sopratutto perchè queste RICERCHE
Per poterlo fare però, dobbiamo fissare dei PARAMETRI INCONTESTABILI. che per farlo devo porti delle domande:
Tu ingoi delle MELE?
Si dice che "una mela al giorno leva il medico di torno" vero?
ingoi delle NOCI?
ingoi dei CARCIOFI?
si dice che il CARCIOFO è indicato a risanare il fegato
ingoi della insalata?
ingoi dei fagioli?
ingoi dei piselli?
ingoi dei ceci?
ingoi dei finocchi?
non parlo della carne o delle uova, poichè qualcuno potrebbe contestare per i vari motivi che ormai conosciamo molto bene, ma se chiedo:
ingoi del latte animale o vegetale?
SONO CERTO CHE TUTTI RISPONDONO DI SI'.
Ma perchè si ingoiano questi CIBI NATURALI?
Semplice, perchè il nostro corpo senza questi CIBI NATURALI morirebbe per mancanza di sostentamento.
Bene, chiaro, vero?
Ma sapendo che questi CIBI NATURALI sono stati impostanti NATURALMENTE, avete mai sentito dire che una qualche casa farmaceutica abbia fatto delle ricerche su questi CIBI NATURALI per vedere se alcuni di loro potrebbero causare dei danni all'individuo?
Sul CAFFE' dicono di sì, ma il CAFFE' NON E' UN CIBO NATURALE, ma una DROGA-INSETTICIDA.
Cosa molto diversa dal finocchio o da una mela, vero?
Ma allora a che cosa si dedica la così detta SCIENZA se non si dedica alla ricerca per EVITARE LA CARENZA di questi CIBI NATURALI per dare la giusta informazione alle persone disinformate o per correggere gli eventuali errori delle persone?
Sì perchè noi sappiamo che questi CIBI NATURALI contengono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" senza i quali è malattia certa.
Perchè è chiaro che questa CARENZA di questi "ALIMENTI ESSENZIALI" è la prima causa delle malattie.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... piante.htm
Cosa sono e a cosa servono la "SCIENZA" e gli "STUDI SCIENTIFICI"?
non si riesce a capire che noi ora stiamo vivendo in attimo che non è neppure un puntino nella notte dei tempi?
Non si riesce a capire che invece il nostro corpo arriva dalla notte dei tempi, anche se rinnovato e rigenerato di generazione in generazione e variato quel tanto necessario dalla EVOLUZIONE?
Non si riesce a capire che invece il cervello è NUOVO ogni volta e continua ad essere pieno di paure e di INUTILI DOMANDE?
Dico INUTILI poichè ogni risposta, anche la più assurda è sempre buona per il cervello purchè ve ne sia una. Quindi non è importante quale sia la risposta, l'importante è averne una che aiuti a vincere la paura. Ma per fortuna non sono queste a cambiare il ciclo del corpo, il quale sà AUTOGURARSI, e gestire ogni evento, poichè se così non fosse ci saremmo estinti da subito, dall'inizio della vita.
Di questo ne abbiamo l'esempio ogni momento intorno a noi, da ogni animale che divide questo attimo insieme a noi.
Questo è importante capire
Ma..........
... ci mettono sia nei CIBI, quindi nel corpo, che negli ambienti in cui viviamo, quindi nell'aria, ed addirittura sulla pelle adducendo che sono utili alla nostra vita, PRODOTTI CHIMICI CANCEROGENI, dichiarando questi prodotti PROGRESSO verso la CIVILTA' e quindi SCOPERTE SCIENTIFICHE.
Le industrie del CAFFE' continuano a riportare degli articoli che esaltano degli studi sicuramente FALSI, adducendoli a ricercatori e personaggi di fama internazionale, cui il dio denaro riesce a scalfire la loro integrità.
Con la quantità di denaro guadagnato GIORNALMENTE da queste industrie, possono permettersi questo e molto altro di più.
Per noi però è molto facile smontare queste dichiarazioni di salute che si ottiene bevendo GIORNALMENTE questa DROGA-INSETTICIDA.
Per farlo, e vi assicuro che è molto facile, basta in piccolo ragionamento INCONTROVERTIBILE.
Abbiamo certezza che il chicco di CAFFE' è il seme della pianta stessa, quindi suo figlio per la continuazione della specie.
Abbiamo anche certezza che in quanto SEME, come TUTTI i semi vegetali al mondo, egli contiene il GERME, altrimenti non potrebbe sicuramente GERMOGLIARE come è naturale che sia.
Difatti:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lamide.htm
Il CAFFE' DROGA-INSETTICIDA. Questo io titolo del loro video di informazione come è fatto per il bugiardino e le scritte sulle sigarette:
"Una droga legale: il caffé (VIDEO)"
che è TUTTO UN PROGRAMMA, vero?
https://youtu.be/OTVE5iPMKLg
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... videoa.htm
ed ora il video intitolato:
LA TRAPPOLA DEL CAFFE'
https://youtu.be/JS8IXyr6cww
Una parte di un libro di Stephen Cherniske, MS laureato presso l'Università dello Stato di New York ad Albany che ha oltre 35 anni di cliniche, di ricerca, ed esperienza di insegnamento il quale ha scritto un libro al riguardo e che ora voglio proporre a voi.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... adanni.htm
Stò rilevando con piacere che ogni giorno che passa, dopo un secolo di silenzio, anzi direi di inganno, sempre più persone scrivono le verità su questo PRIMO FLAGELLO umano che si chiama CAFFE' di cui sono stato uno dei primi a parlarne e darle questa azzeccata definizione, data la mia esperienza NEGATIVA con questa chiamata bevanda che personalmente definisco VELENOSA. Quindi per me questo è un onore immenso.
Devo far rilevare che tra tutti i CIBI elencati nella tabella allegata il prodotto che contiene più ACRILAMIDE è il CAFFE' "DROGA INSETTICIDA".
Questo perchè mentre gli altri possono contenerne anche un minimo di 0, perchè non è detto che ne contengano il massimo,
mentre per il CAFFE' il minimo è 175 quindi un valore MOLTO ALTO, SEMPRE.
Lo giustifica il fatto che il CAFFE' è tostato ad una temperatura di 250 gradi centigradi, quindi grazie a questa enorme temperatura è un CONCENTRATO DI ACRILAMIDE CANCEROSA che causa anche la INFERTILITA' come sotto descritto.
L’acrilammide è un composto chimico che si forma negli alimenti, solitamente nei prodotti amidacei, durante la cottura (frittura, cottura al forno e alla griglia) ad alta temperatura. Si forma a partire da alcuni zuccheri e da un aminoacido, entrambi presenti naturalmente negli alimenti. La presenza di acrilammide è stata rilevata in prodotti quali patatine, patate fritte a bastoncino, pane, biscotti e caffè. Fu scoperto per la prima volta negli alimenti nell’aprile del 2002, ma è probabile che vi sia sempre stato presente.
Il gruppo di esperti scientifici dell’EFSA sui contaminanti nella catena alimentare (gruppo CONTAM) sta conducendo una valutazione completa del rischio derivante dall’acrilammide presente negli alimenti. Gli esperti dell’EFSA hanno effettuato tale valutazione in via provvisoria nel luglio 2014. Il gruppo ha eseguito una valutazione della tossicità dell’acrilammide per gli esseri umani e ha fornito un aggiornamento della propria precedente stima dell’esposizione dei consumatori tramite la dieta. L’EFSA si è consultata pubblicamente sulla propria bozza di parere scientifico alla metà del 2014. L’EFSA terrà una riunione di verifica e aggiornamento con le parti interessate per discutere dei commenti ricevuti durante la consultazione online. I riscontri pervenuti tramite la consultazione pubblica saranno di ausilio agli esperti del gruppo scientifico per la stesura conclusiva del parere, la cui pubblicazione è prevista per la prima metà del 2015.
Nel settembre del 2014, con la collaborazione dei partner nazionali degli Stati membri, l’EFSA ha pubblicato un’infografica sull’acrilammide per contribuire ad accrescere la consapevolezza del pubblico in merito all’argomento. L’infografica spiega come si forma l’acrilammide e in che alimenti, e riporta le raccomandazioni di base delle autorità nazionali per ridurre l’esposizione all’acrilammide tramite la dieta.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ammide.htm
LE TOSTATRICI
Esistono due tipologie distinte di macchinari specializzati nella tostatura del caffe':
IL TAMBURO ROTANTE
Basa il suo funzionamento su:
• la conduzione – convezione
• la tostatura per contatto diretto sulle pareti di un tamburo rotante, scaldato a fiamma e basato sull'attraversamento di aria calda.
• il tempo di tostatura che oscilla da 8 a 15 minuti.
IL LETTO FLUIDIFICATO
Basa il suo funzionamento su:
• la convezione
• la tostatura a flusso di aria molto calda che permette una tostatura più uniforme
• la regolazione di temperature e tempi più accurata
• il tempo di tostatura che oscilla da 8 a 15 minuti.
Il letto fluidificato necessita di un ciclo continuo e di una maggiore produzione vincolata ad una qualità standard.
I CAMBIAMENTI DEL CAFFÉ IN FASE DI TOSTATURA
Sotto l'azione del calore, il caffe' subisce una metamorfosi:
• il calo dell'umidità (da 12 - 8% a 5 - 1 %)
• il calo del peso (meno 15 - 20% per evaporazione acquea)
• l'aumento del volume (più 30 - 60% per la formazione di anidride carbonica)
• il cambiamento del colore (che diventa più scuro)
• il cambiamento di sostanze (+ 12/16% di grassi, - 10% di zuccheri, - 3% di acidi)
• lo sviluppo degli aromi.
LE MODIFICHE SONO GRADUALI E SONO INFLUENZATE DALL'INNALZAMENTO DELLA TEMPERATURA.
• A 50°C iniziano le modifiche del tessuto interno
• A 60°C comincia il processo di evaporazione
• A 100°C avvengono le prime modifiche del colore
• Dai 150 ai 180°C si ha lo stadio definito “light roast”
• Dai 200 ai 230°C si ottiene un grado ottimale di tostatura
• Dai 215 ai 220°C si sviluppa una tostatura “light”
(che produce un tostato più acido e meno amaro)
• Dai 220 ai 225°C si sviluppa una tostatura media
• Dai 225 ai 230°C si sviluppa una tostatura “dark” (che produce un tostato più amaro e meno acido).
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... acaffe.htm
e per chi ha voglia di leggere e vuole saperne di più:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... amento.htm
L’acrilammide, una sostanza presente nei cibi fritti e tostati, sarebbe cancerogena, pertanto l’EFSA ha lanciato l’allarme. Vediamo perché
E’ l’EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) a lanciare l’allarme, sulla base degli esiti di alcuni studi scientifici condotti sugli animali. L’acrilammide entra rapidamente nell’organismo e si distribuisce, una volta metabolizzata, in tutti gli organi e i tessuti, aumentando il rischio di sviluppare neoplasie maligne. Ma di che sostanza stiamo parlando?
In effetti si è molto facile riconoscerne la presenza. L’acrilammide è si sviluppa nei cibi amidacei, quindi carboidrati, cotti ad alte temperature (oltre i 120°), che sviluppano la classica doratura, quella che ci piace tanto. Pane tostato, patatine fritte e arrosto, crackers, grissini, biscotti (inclusi quelli per bambini) e fette biscottate, torte e pane, e persino il caffè (tostato, appunto), sono fonti di acrilammide.
Più il prodotto appare dorato (e quindi croccante e saporito), più è pericoloso. Sebbene gli studi sugli effetti nocivi dell’acrilammide siano stati condotti sugli animali, mentre per quanto riguarda le conseguenze sull’uomo i pareri sono ancora discordanti, è legittimo preoccuparsi. Le autorità europee e nazionali hanno da tempo raccomandato le industrie alimentari di ridurre al minimo la presenza di acrilammide nei loro prodotti, in particolare quelli destinati alla prima infanzia, la fascia d’età più vulnerabile.
Ora l’EFSA ha deciso di fare di più per proteggere la salute dei consumatori europei, indicendo una consultazione pubblica sulla bozza (dallo stesso Ente prodotta), e sui dati raccolti a proposito della pericolosità dell’acrilammide da scienziati che si occupano di valutare gli agenti contaminanti nella catena alimentare (CONTAM). L’esito della consultazione si avrà dopo il 15 settembre, dopodiché si prenderanno ulteriori provvedimenti. Intanto, vi riferiamo la valutazione della dott.ssa Diane Bedfod, una delle curatrici della bozza CONTAM :
L’acrilammide consumata per via orale viene assorbita dal tratto gastrointestinale, si distribuisce a tutti gli organi e viene ampiamente metabolizzata. La glicidammide, uno dei principali metaboliti derivati da questo processo, è la causa più probabile delle mutazioni geniche e dei tumori osservati negli studi sugli animali
L’acrilammide non avrebbe, però, solo effetti cancerogeni, ma anche nocivi sullo sviluppo intrauterino del feto, sulla fertilità maschile e sul sistema nervoso umano. In attesa di ulteriori raccomandazioni, possiamo già ridurre i rischi associati al consumo di questa sostanza limitando i cibi fritti e tostati (che sarebbe comunque una buona abitudine), tenendo però conto del fatto che i precedenti risultati degli studi effettuati sull’uomo non erano stati così categorici sulla pericolosità dell’acrilammide. Insomma, prudenti sì, ma senza panico.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... tilita.htm
Il titolo dell'articolo in oggetto è:
"Tutti matti per la caffeina, ma gli adolescenti ne consumano troppa. E non lo sanno"
questo avviene per la mancanza di INFORMAZIONI cui le industrie del CAFFE' si sono sempre guardate bene dal lasciare trapelare.
Infatti, quando anni indietro ho iniziato le ricerche sul CAFFE', scrivendo questa parola su google, il risultato è stato di link che riportavano i benefici che si ottenevano bevendo questa DROGA-INSETTICIDA, con indirizzi di bar e locali molto conosciuti cui la loro pubblicità riempiva pagine..
Che si parlasse dei problemi causati da questa BEVANDA MICIDIALE era pura utopia.
Piano piano però le cose sono cambiate, poichè le persone informate si sono decise a vincere la paura di essere bacchettate dalle industrie del CAFFE' ed hanno raccontato la loro verità di esperienze negative cui qualche informatore onesto ha raccontato sul web.
La pagina in oggetto riporta:
"Questa ricerca, seppure su un numero ridotto di campione, può essere una importante indicazione. Ma quanto è generalizzabile?
"Non si può dire. Solo ulteriori studi, magari su scala nazionale, potranno confermare, o meno, i nostri risultati".
Questa dichiarazione è del professore Angelo Campanozzi, competente nel campo, la cui dichiarazione afferma chiaramente che di PROVE non se ne sono MAI FATTE, e che quindi le ipotetiche "prove scientifiche" sono state dichiarate solo per fare vendite.
ALLA FACCIA DELLA SALUTE UMANA.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... scenti.htm
Ora riporto la parte dell'articolo sul CAFFE' che recita:
"Inoltre, alcune persone sono particolarmente sensibili all’effetto stimolante del caffè: in questi casi si possono registrare TACHICARDIE, ipertensione, tremori e INSONNIA."
Quindi l'articolo cita la TACHICARDIA, ma allora l'articolo col video sulla TACHICARDIA per le donne verso la MENOPAUSA è FALSO, in quanto dà la colpa di questo disturbo a questa MENOPAUSA".
Non riesco proprio a capire un fatto così deleterio, in quanto il corpo di ogni individuo di ogni specie, sà eliminare con la EVOLUZIONE ogni disguido che può presentarsi nel tempo, senza naturalmente CAUSARSI DANNI, MAI, correggendo invece gli eventuali errori.
E' chiaro quindi che se il problema continua, e così è, tanto che l'articolo riporta questi sintomi che ritiene comuni alle donne di questa età, dobbiamo concludere che la causa non può essere che esterna al corpo.
Quindi, non è invece che verso la età della MENOPAUSA il corpo CEDE alla quantità accantonata di DROGA-INSETTICIDA CAFFE' (CAFFEINA) da una qualche parte, dato che nessuno e niente è in grado di eliminarla, visto la costanza di immagazinamento, che è la VERA CAUSA di questo ed altri incontrollabili disturbi?
Personalmente riesco ad ammettere che il corpo di un essere vivente si causi dei disguidi AUTONOMAMENTE, allora devo concludere che questa causa viene sempre da un qualcosa di esterno al corpo, ingoiato in qualche modo, sia attraverso i PORI che attraverso la bocca. Non parliamo poi se iniettati. Sono certo che sia il peggiori dei modi in quanto il corpo non ha difese immunitarie in questo caso, quindi subirà dei danni ancora maggiori.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... cardia.htm
Che le bevande bollenti potessero aumentare il rischio di tumore all’esofago è già stato scientificamente dimostrato. Ora uno studio iraniano, realizzato dalla Teheran University of Medical Sciences e pubblicato sull’International Journal of Cancer, ha messo in luce il collegamento in una ricerca condotta su larga scala e durata oltre un decennio.
Uno dei tumori più mortali

Analizzando le abitudini nel consumo di bevande di 50.045 adulti iraniani fra i 40 e i 75 anni (in Iran si fa largo consumo di tè bollente, ovvero bevuto oltre i 60°) durante un periodo di follow-up dal 2004 al 2017, l’équipe guidata dal dottor Farhad Islami ha identificato 317 nuovi casi di cancro all’esofago (che è l’ottavo tipo di cancro più comune nel mondo, nonché uno dei più mortali soprattutto in Giappone, dove si fa largo uso di sakè bollente), scoprendo inoltre che il rischio tumore aumenta di 2,4 volte fra coloro che consumano regolarmente il tè a 75° (ma lo stesso vale per altre bevande calde, fra cui caffè e cioccolata).
Bevande non troppo calde

«I nostri risultati rafforzano sostanzialmente quanto già finora scoperto sul legame fra bevande calde e cancro all’esofago – ha spiegato il dottor Islami -, ma per quanto ne sappiamo, questo è l’unico studio prospettico su larga scala nel mondo in cui la temperatura effettiva del tè sia stata misurata dai ricercatori. Il che significa che sarebbe forse opportuno estrapolare questi risultati e adattarli a tutti i tipi di bevande, consigliandone il consumo solo dopo che si siano raffreddate sotto i 60°».
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sofago.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven dic 11, 2020 4:06 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... orbato.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
Sabrina Abruzzo, come la maggior parte delle persone non sanno cosa sia l'ASCORBATO, e quindi non sanno neppure cosa sia ed a cosa serve.
Dal gruppo:
Cloruro di Magnesio, i veri amici

Sabrina Abruzzo
09 dicembre 2020 alle ore 20:27 ·
Si può assumere insieme ascorbato di magnesio e vitamina C in polvere?

Franco Genre Ciao Sabrina Abruzzo
, quando leggo quanto da te scritto, mi rendo conto di quanta DISINFORMAZIONE da parte di chi dichiara di essere dalla parte della nostra VERA SALUTE. Dato che non mi interessa sapere chi del SISTEMA vuole questo, questo lo lascio giudicare alle persone come te è mi didico a farti capire la verità. ------continua------>

Franco Genre Infatti, prima devo spiegare da cosa è formato un "ascorbato". Sappiamo che la base di questo è l'ACIDO ASCORBICO, quindi senza l'ACIDO ASCORBICO niente "ascorbato". Devo anche dire che questa parola è quella del piccolo chimico e non deve essere altro che per lui. continua------>

Franco Genre Quindi per ottenere un "ascorbato" serve per primo l'ACIDO ASCORBICO, che se poi lo uniamo con il CLORURO DI MAGNESIO, l'insieme viene detto dal piccolo chimico ASCORBATO DI MAGNESIO. ------continua------>

Franco Genre Se invece con l'ACIDO ASCORBICO si unisce il BICARBONATO DI POTASSIO, ecco l'ASCORBATO DI POTASSIO, che non troviamo in commercio se non come una bustina di ACIDO ASCORBICO da 0.15 mg ed un'altra bustina di BICARBONATO DI POTASSIO da 0.30 mg, che si dice che sia la cura del dottor Pantellini. ------continua------>

Franco Genre Quindi questi due componenti non si possono unire se non all'uso, in quanto unerdoli l'acqua cui si devono unire frigge. Non posso fare un confronto con le dosi di Irwin Stone che scrive riportando le sue dosi e quelle dei suoi aminici: ------conrinua------>

Franco Genre La pagina riporta: "Nutrizione dell’Accademia Nazionale delle Scienze di Washington. La mia dose giornaliera raccomandata di acido ascorbico si avvicinerebbe molto a quella sintetizzata quotidianamente dai mammiferi con il gene del il GLO intatto. In condizioni di stress le dosi devono essere incrementate Ho preso per molti anni circa 20 grammi di acido ascorbico giornalmente, oltre trecento volte l’attuale RDA, godendo sempre di ottima salute per tutto il periodo. Nelle mie pubblicazioni del 1983 relative agli effetti del regime mega-ascorbico sull’invecchiamento e sulla sindrome di Alzhaimer, cito come esempi lampanti del potere che l’acido ascorbico ha nel mantenere una lunga e sana vita attiva, senza malattie, i miei vecchi amici e colleghi: Albert Szent-Gyorgyi (età 91); Linus Pauling ( età 83); Frederick Klenner (età 77); me stesso (età 77). Stanno tutti lavorando
ancora sodo e nessuno mostra la minima traccia di Alzhaimer.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... 50anni.pdf
continua------>

Franco Genre Naturalmente non è ACIDO ASCORBICO + BICARBONATO DI POTASSIO quindi ASCORBATO DI POTASSIO dichiarato da Irwin Stone, ma solo ACIDO ASCORBICO: Mentre il dottor Klenner riporta su un suo libro: ------continua------>

Franco Genre pagina 1/30------l'ascorbato di sodio e dimostarzione che il sodio non porta danni
"Recentemente la Food and Drug Administration (FDA) ha pubblicato un
'avvertimento' per cui troppo ascorbato di sodio potrebbe essere dannoso, facendo
riferimento allo ione sodio. In risposta a ciò posso dichiarare che per molti anni ho
assunto da 10 a 20 grammi di ascorbate di sodio per bocca quotidianamente, ed il
mio sodio nel sangue rimane normale. Questi livelli sono controllati da un
laboratorio approvato. 20 grammi ogni giorno e la mia urina rimane a/o appena
sopra pH 6."
Firmato: Fred R. Klenner, Dottore in Medicina (M.D.)

pagina 1/30------alte dosi riportate
Nota dell'editore:
A causa delle insolitamente alte quantità di ACIDO ASCORBICO usate nel trattamento del dott. Klenner, come riferito nel suo articolo, gli abbiamo chiesto di verificare le quantità menzionate.
Ecco la risposta:
"All'Editore della rivista ICAN: questo per confermare che tutti i fattori di quantità riportati dal mio articolo sono corretti e possono essere confermati dall'ospedale e dall'archivio medico. La notazione relativa a 150 grammi rappresenta la quantità usata per invertire la patologia in un caso dato ed era la quantità data in un periodo di 24 ore (l'intravena era continuo). Questo è stato dato in tre bottiglie SD di acqua, travasandone da 1000 c.c. la quantità da sostituire con le fiale di "C".
"Recentemente la Food and Drug Administration (FDA) ha pubblicato un "avvertimento" per cui troppo ascorbato di sodio potrebbe essere dannoso, facendo riferimento allo ione sodio. In risposta a ciò posso dichiarare che per molti anni ho assunto da da 10 a 20 grammi di ASCORBATO DI SODIO" per bocca quotidianamente, ed il mio sodio nel sangue rimane normale. Questi livelli sono controllati da un laboratorio approvato. 20 Grammi ogni giorno e la mia urina rimane a/o appena sopra pH 6."

pagina 3/30------le dosi irrisorie non servono, esempio stress
Le norme di dosaggio flessibile spiegate come norme minime.
Con una tale conoscenza non è più possibile accettare una quantità stabilita in termini di requisiti minimi quotidiani. Questo è vero a causa del semplice fatto che le persone sono diverse e queste stesse persone sperimentano delle situazioni diverse in tempi diversi. Con l'ACIDO ASCORBICO, una adeguata quantità oggi significa poco o niente in termini delle necessità di domani. Cominciamo a pensare in termini di requisiti massimi. Per troppo tempo abbiamo sotto-fornito i nostri bambini e noi stessi, con nociva ignoranza ed acquiescenza, i detti standard. Sulla base di scarsi dati sulla sintesi nei mammiferi, disponibile per il topo, un individuo di 70 kg. produrrebbe da 1.5 grammi a 4.0 grammi di ACIDO ASCORBICO al giorno in condizioni di non stress. Sotto stress, fino a 15.2 grammi. Paragonare questi numeri con i 70 mg raccomandati come requisito quotidiano senza stress e con i 200 mg per il semplice stress del paziente ostetrico, e riconoscere la disparità e capirete perchè stiamo intraprendendo da 23 anni una guerra di un solo uomo contro l'establishment di Washington. http://digilander.libero.it/genfranco/I ... lenner.pdf continua------>

Franco Genre Quindi il dottor Klenner parla di ASCORBATO DI SODIO, che è un'altra forma di "ascorbato" ed intende ACIDO ASCORBICO + BICARBONATO DI SODIO, che è l'unica forma di "ascorbato" che si trova in commercio già pronto. ------continua------>

Franco Genre Personalmente non la consiglio in quanto per formare 1000 grammi di prodotto si mette 820 grammi di ACIDO ASCORBICO e 180 grammi di BICARBONATO DI SODIO, mentre per ottenere l'ASCORBATO DI POTASSIO non vi sono dosi fisse. ------continua------>.

Franco Genre Però non dobbiamo dimenticarxci dell'ASCORBATO DI CALIO che si forma unendo dell'ACIDO ASCORBICO + CALCIO. Queste accoppiate le forma il nostro corpo a suo piacimento, in quanto servono a lui per AUTOGUARIRSI, mentre noi questi detti "integratori" li ingoiamo singoli, metti tutti insieme in unica dose in quanto nel nostro corpo, nel nostro sangue sono TUTTI INSIEME. ------continua------>

Franco Genre Ora, mia cara Sabrina Abruzzo, ho speranza che tu abbia capito che mettendo MAGNESIO + ACIDO ASCORBICO, ed acido ascorbico ANCORA, hai messo due volte ACIDO ASCORBICO con del MAGNESIO e neinte di più che due componenti e non tre come pensavi di unire. ciaooo Franco
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... orbato.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » dom dic 13, 2020 4:54 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioni1.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

L'articolo in oggetto fà parte di 3 (tre) articoli che citano molti studi dedicati alla vitamina K2, un "ALIMENTO ESSENZIALE" che ad esserne CARENTI è causa di molti problemi, sopratutto all'apparato circolatorio. L'articolo ne cita alcuni, tra i quali le calcificazioni.
Per chi ingoia la vitamina D3 COLECALCIFEROLO, è bene visionare questo video molto esplicativo::
La vitamina K2 è per i denti e per la pelle e rende giovane il corpo.
A questa aggiungo un video molto importante di un sito medico:
https://www.facebook.com/StudioMedicoOr ... 983330545/
Per la vitamina K2 e la sua essenzialità
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... K2base.htm
Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
La vitamina K è una vitamina importante per la salute dall'apparato circolatorio, un nuovo studio suggerisce che la mancanza di matrice attiva Gla-proteica (MGP) è associata a calcificazione vascolare, rigidità vascolare e arteriosa.
La pagina in oggetto recita:
"I ricercatori hanno misurato la calcificazione vascolare e la rigidità vascolare misurando anche le lesioni delle calcificazioni nell'aorta addominale, e attraverso la valutazione dell' indice vascolare chiamato cardio-ankle e la velocità delle pulsazioni."
Evidenzio prima di tutto la differenza tra le vitamine K
L'articolo in fondo pagina riporta:
"I tre tipi di vitamina K sono:
La vitamina K1, o il fililoquinone, si trova naturalmente in piante, in particolare nelle verdure; K1 va direttamente al tuo fegato e ti aiuta a mantenere la coagulazione sana del sangue
La vitamina K2, chiamata anche menaquinone, è fatta dai batteri che allineano il tratto gastrointestinale; K2 va dritto alle pareti dei vasi sanguigni, alle ossa e ai tessuti diversi dal fegato
La vitamina K3, o menadione, è una forma sintetica che non consiglio; È importante notare che tossicità è avvenuta nei neonati iniettati con questa vitamina K3 sintetica
Esso svolge anche un ruolo nella rimozione del calcio da aree in cui non dovrebbe essere, come nelle arterie e nei tessuti molli."
Da "La vitamina che ti farà vivere 100 anni. Il miracolo della vitamina K2" di Kate Rhéaume-Bleue (2017)
Weston Price (un dentista americano) nei primi decenni del '900 studiò la dentatura e la morfologia della mandibola dei popoli primitivi e la mise in relazione con l'alimentazione.Nel praticare la sua professione di odontoiatra, si accorse che nelle nuove generazioni le affezioni dentali erano più frequenti di quelle che lui aveva riscontrato nella generazione precedente e che addirittura alcuni disturbi erano del tutto nuovi. Oltre ad avere più carie, molti bambini avevano arcate piccole e conseguentemente denti storti. Ragionando sulle possibili cause, il sospetto cadde sull’alimentazione. Egli notò che le condizioni dei denti riflettevano la salute generale del soggetto. Si fece strada nella sua mente che forse la moderna alimentazione era povera di qualche fattore. Ai suoi tempi, esistevano già eccellenti testimonianze di antropologi sulle perfette dentature della gente appartenente a culture non ancora “intaccate” dalla civiltà. Fu allora, che decise di partire alla ricerca delle ultime popolazioni “primitive” del Pianeta o di quelle comunità che ancora si attenevano ad un’alimentazione tradizionale. Egli voleva valutarne lo stato di salute, soprattutto da un punto di vista odontoiatrico. È così che fece più volte il giro del mondo, visitando gli angoli più remoti del pianeta (isole del Pacifico, Alaska, Africa e gli ultimi “paleolitici” dell’Australia). Poté constatare e documentare con eloquenti fotografie che dove questi popoli erano rimasti fedeli alla loro dieta tradizionale, le carie e i denti storti erano praticamente inesistenti; la mandibola era ben sviluppata e le tre parti della faccia ben proporzionate. Studiando invece gli indigeni che avevano iniziato a consumare gli alimenti raffinati e ricchi di zuccheri dei coloni occidentali, egli accertò un notevole aumento del decadimento dentale. Oltre ad un aumento delle carie, i giovani avevano, con sorprendente frequenza, un viso che tendeva ad essere triangolare e questo comportava arcate dentali più strette, poco spazio per i denti che quindi crescevano storti. Questo aspetto del viso strideva, se paragonato ai visi più ovali e alle mandibole più possenti e squadrate degli indigeni che seguivano ancora la dieta tradizionale. Inoltre, gli indigeni che avevano abbandonato i loro alimenti nativi, erano molto meno resistenti alle malattie.
Price riuscì a comprendere che responsabile dell’inevitabile declino fisico non era la presenza di qualche «fattore dannoso»; piuttosto, era «l’assenza di alcuni fattori essenziali». Per dimostrare questa teoria fece analisi chimiche su migliaia di campioni di cibi tradizionali per stabilirne il contenuto nutrizionale, e confrontò i dati con i campioni della dieta americana dei suoi tempi. Scoprì che le diete delle persone sane appartenenti alle culture tradizionali contenevano almeno quattro volte i minerali e le vitamine idrosolubili e almeno dieci volte più vitamine liposolubili rispetto alla media della dieta industrializzata. Price capì che le vitamine liposolubili avevano il ruolo di «catalizzatori» e «attivatori», poiché l’organismo ne ha bisogno per poter utilizzare tutti gli altri nutrienti ricavati dall’alimentazione. In particolare un nutriente, che definì semplicemente «Attivatore X», era diverso dalle altre vitamine liposolubili conosciute, e aveva chiaramente profondi effetti sulla salute dei denti e delle ossa. Price scoprì quella sostanza nelle uova di pesce, nei tuorli d’uovo e nella carne, ma soprattutto nel grasso butirrico delle mucche che mangiavano erba verde che cresceva rapidamente. Fu da quest’ultima fonte che Price creò un olio ricco di attivatore X, col quale formulò un protocollo nutrizionale per la cura delle carie.
Dopo qualche anno due scienziati scoprirono che "l'attivatore X" era la vitamina K (e presero il Nobel).
Noi ormai abbiamo perso talmente memoria di tutto questo, che la dentatura storta è accettata come "normale" nei bambini e la carie attribuita alla scarsa igiene.
Gli esseri umani possono sviluppare una carenza di vitamina K2 in soli sette giorni di dieta con poca vitamina K; e questo è uno dei motivi fondamentali per cui livelli insufficienti di vitamina K2 sono tanto comuni. L’altro motivo principale della grande diffusione di carenza di vitamina K2 è che assumerla dalla nostra dieta è diventato estremamente difficile con i cibi moderni. Quali erano questi «cibi del commercio moderno», come li definì Price, che sembravano avere un effetto tanto nocivo su chi li mangiava? Cibo che poteva essere trasportato per lunghe distanze senza rovinarsi: farina bianca, zucchero bianco, riso bianco, grassi vegetali, prodotti in scatola e altri cibi lavorati, raffinati e privati di qualsiasi sostanza vitale. In altre parole: gli elementi che costituiscono il fondamento della nostra dieta industrializzata.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ak2mk7.htm
Galleria fotografica
Navigazione per la galleria fotografica
2 di 14

Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
La vitamina K2, scoperta negli anni '30 dal biochimico Henrick Dam, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono problemi renali, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 giugno 2017
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eicibi.htm
Quasi tutti apprezziamo l'importanza della vitamina D, così come molti medici.
Tuttavia, esiste un'altra vitamina che è praticamente equivalente in termini di benefici per la salute che è ancora sottovalutata ed è la vitamina K.
Si sa molto poco su questa vitamina che non ha una adeguata attenzione dei media.
Il Dr. Leon Schurgers, uno scienziato senior che ha svolto il suo lavoro di dottorato sulla vitamina K e che ha iniziato la sua ricerca sulla vitamina K circa 20 anni fa presso l'Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ed è attualmente uno dei principali ricercatori del mondo su questa vitamina ci spiega che la vitamina K può essere classificata come K1 o K2:
Vitamina K1: si trova negli ortaggi a foglia verde, va direttamente al fegato e aiuta a mantenere il sistema di coagulazione del sangue ottimale. La vitamina K1 aiuta anche a mantenere i propri vasi sanguigni liberi dalla calcificazione, e aiuta le ossa trattenere il calcio e sviluppare la corretta struttura cristallina.
Vitamina K2: sono i batteri che producono questo tipo di vitamina K si trova in elevate quantità nell'intestino ma, purtroppo, non viene assorbita e viene espulsa con le feci. La vit. K2 va direttamente sulle pareti dei vasi sanguigni, nelle ossa e nei vari tessuti diversi dal fegato. E' presente negli alimenti fermentati, in particolare nei formaggi e nel natto (cibo giapponese, che ne è di gran lunga la fonte più ricca).
Le funzioni di coagulazione del sangue della vitamina K
La vitamina K è ben nota per essere cruciale per una corretta coagulazione del sangue. Il dottor Schurgers chiarisce questo meccanismo sostenendo che ambedue - sia la vitamina K1 che la K2 - attivano alcuni fattori di coagulazione.
In particolare quattro fattori di coagulazione (fattore 2, 7, 9, e 10) che, nella coagulazione, vengono attivati in cascata dalle vitamine K1 e K2. Secondo il dottor Schurgers, non vi è il rischio di provocare una eccessiva coagulazione anche se si assume troppa vitamina K. In altre parole, i fattori di coagulazione non diventeranno iperattivi pur assummendo elevate quantità di vitamina K1 o K2. Dunque non ci sono rischi se non quando venga assuto contemporaneamente un farmaco anticoagulante per via orale.
Gli anziani con fibrillazione atriale (FA) o trombosi venosa sono spesso trattati con anticoagulanti orali, antagonisti della vitamina K, nel senso che bloccano il riciclo della vitamina, non solo la K1, ma anche la K2. In questo caso, occorre essere prudenti.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azione.htm

E' quindi altrettanto comprensibile che è in questo inizio che viene scritto a quelle dette LETTERE DI FUOCO il loro DNA, che sarà per TUTTA la loro vita.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm

L'Homo Sapiens, che ritengo la specie più perfetta il suo portamento è eretto, che da questo ne trae sicuramente un maggiore beneficio rispetto alle altre specie animali.
Ora, sappiamo che per gestire al meglio la complessità della sua macchina, >Madre >Natura e la EVOLUZIONE hanno provveduto a fargli avere il cervello più grande delle altre specie animali.
Purtroppo questo cervello è anche il più stupido. Lo dimostra chiaramente e senza ombra di dubbio che basta un elettrodomestico, una TV a confondere e DISINFORMARE questo cervello.
Ora noi sappiamo che ogni macchina meccanica complessa, per lavorare e procedere nelle sue fasi successive, deve avere un nastro trasportatore, oppure un pistone ad aria od elettrico che provveda a questo continuo procedere.
Mentre per la macchina vivente questo non è possibile:
Al riguardo la pagina recita:
"pagina 62
La vita, ogni forma di vita, è nata nel mare tanti milioni di anni fa. Il DNA di esseri viventi per conservarsi e moltiplicarsi ha deciso, nel salgemma marino cristallizzato, di costruire una macchina basata su un unico programma di fondo, "il mantenimento dei sani livelli di MAGNESIO nei vari androni della cellula".
Il nostro corpo è quella macchina
Abbiamo sempre bisogno, sopratutto nelle strutture di basi cellulari, di attingere al sale più prezioso di cui è prodigo l'oceano. Il nostro cordone ombellicare con l'oceano è solo apparentemente spezzato.
La salinità dell'interno della cellula dipende dal MAGNESIO, non solo perchè esso è guardiano dei canali ionici della cellula, ma anche perchè il passaggio diretto attraverso la pareti (che riguarda l'acqua ed in maniera notevolmente più ridotta altre sostanze) dipende dal contenuto di MAGNESIO della cellula, cioè da quell'esercito di "soldati semplici" che nella descrizione precedente poteva sembrare avere un ruolo marginale. E invece l'organismo umano è tutto un gioco di micro-processi osmotici ed è per questo che la supplementazione di CLORURO DI MAGNESIO in un organismo carente, spesso si traduce in un sostanziale ringiovanimento.
L'acquisizione di acqua e la ritenzione al livello giusto nella cellula è una questione di presenza di forze osmotiche, cioè di MAGNESIO. Il CLORURO DI MAGNESIO ha un rapporto particolare con l'acqua, tanto è vero che, potete vederlo con i vostri occhi, attirerà acqua dall'aria in breve tempo. Cambiando la situazione osmotica di una cellula, gli scienziati sono riusciti ad ottenere un afflusso corretto di acqua al suo interno e dunque un flusso rigenerativo in cellule precedentemente invecchiate. Alterazioni della situazione osmotica si verificano man mano che un organismo subisce un impoverimento di MAGNESIO."
Ma anche la macchina vivente animale procede in fasi susseguenti l'una all'altra. Per farlo però, dato che non è previsto alcun aggeggio estraneo a questa macchina, ecco che allora per l'essere vivente >Madre >Natura si è affidata al MOVIMENTO rendendolo l'artefice della vita animale.
Alcune specie usufruiscono della posizione eretta solo in alcune occasioni della loro vita. mentre l'Homo Sapiens passa la sua vita in questa posizione, come detto sopra.
Sono certo che è stata la EVOLUZIONE a provvedere giorno dopo giorno, offrendo quindi a questa specie un beneficio ancora maggiore rispetto alle altre specie.
Ora cerchiamo di capire l'entità di questo beneficio tanto importante.
E' comprensibile che il primo fattore è l'ALIMENTAZIONE, senza la quale non può esistere la vita, e questo è per ogni individuo di qualsiasi specie vivente.
Guardando l'Homo Sapiens rileviamo che la bocca, dove ha inizio il ciclo della ALIMENTAZIONE è il punto più alto.
Che importanza può avere questo fatto?
Grazie a questo è quindi comprensibile che il CIBO NATURALE, il prodotto più importante della sua vita, e che deve essere ingoiato per tutta la durata di questa, introdotto in questa apertura, dopo le fasi di masticazione, per CADUTA attraverso il canale previsto, viene portato allo stomaco.
In questo organo avviene quindi la digestione.
Come possiamo rilevare, il tutto avviene grazie alla posizione eretta ed alla legge di gravità che sostituiscono gli aggeggi nominati per le macchine meccaniche complesse.
Però dopo lo stomaco, questo CIBO viene immesso negli intestini, che però non possono usufruire di questa gravità per procedere nel logico avanzamento verso la fine del suo percorso in quanto disposti orizzontalmente rispetto all'asse verticale normale..
Ed ecco che in questa fase, per procedere senza intoppi, la EVOLUZIONE ha previsto che subentrasse il MOVIMENTO.
Ed è questo MOVIMENTO che provvede a che tutte le specie animali, senza l'aggiunta di aggeggi alternativi, favorisce a che avvengano tutte quelle fasi necessarie al completamento di ogni indispensabile ciclo per il sostentamento.
Ecco che allora la mancanza di MOVIMENTO nella giornata, mancando il procedere naturale previsto del CIBO, questo CIBO non può essere sfruttato come previsto, causando danni al corpo dell'individuo.
Infatti i consigli degli esperti, sono di fare una passeggiata veloce di almeno mezz'ora dopo ogni pasto
Questo però per moltissime persone il consiglio rimane un semplice consiglio.
Ecco allora comprensibile che la prima causa di malattie, come la OBESITA', il DIABETE e molte altre, è con certezza la mancanza di MOVIMENTO.
Ho anche certezza che se si inceppa il trasportatore che sulla macchina complessa sposta alla fase successiva il materiale, tutto si blocca intasando le stazioni.
Questa certezza mi viene dal fatto che ho dato la mia assistenza tecnica nel campo per molti anni della mia vita.
QUINDI RITENGO CHE LA PRIMA CAUSA DI PROBLEMI PER L'INDIVIDUO UMANO SIA LA MANCANZA DI "MOVIMENTO", RITENENDO LA "SEDENTARIETA?" LA PRIMA CAUSA DI MALATTIE IN QUANTO LA BASE DELLA SALUTE DI OGNI ESSERE VIVENTE.
RITENGO INOLTRE CHE QUESTO DOVREBBE ESSERE INSEGNATO NELLE SCUOLE, MA RICORDATO COSTANTEMENTE DAI MEDICI DI BASE.
Naturalmente a concorrere nel causare le malattie, sono i PRODOTTI CHIMICI, di qualsiasi provenienza, ma sopratutto la CARENZA gli "ALIMENTI ESSENZIALI".

Il primo intasamento, come definito per le macchine meccaniche complesse, per la macchina umana avviene negli INTESTINI, che sono in verità inconfutabile il MOTORE di questa macchina umana.
E' in questi che avvengono TRASMUTAZIONI, AUTOPRODUZIONI e prelevamenti di sostanze indispensabili al sostentamento.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... oevita.htm
ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ho certezza che, data la loro rilevanza nel sangue di ogni individuo animale, ESSI LAVORANO IN SINERGIA.
Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età
2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione
3. Aumenta il livello di fertilità: è dato recente che oggi, circa il 10% delle coppie non riesce a concepire, neanche con la fecondazione assistita. Gli organi sessuali maschili e femminili sono tra i principali regolatori della crescita della densità ossea
una mancanza notevole di osteocalcina può dunque ridurre la produzione di estrogeni e testosterone. Una regolare assunzione di cibi provenienti da bestiame la cui alimentazione sia a base d'erba, risulta centrale per la capacità riproduttiva.
4. Contrasta le malattie ossee e arteriose (osteoporosi, artrite, ostruzione delle arterie): lo sviluppo dello scheletro e della massa ossea avviene dalla nascita fino a circa 20 anni. Gli esperti concordano sul fatto che più massa si riesce a costruire nei primi vent'anni di età, più risulterà possibile prevenire l'osteoporosi. Più in generale, col passare degli anni, i livelli di osteocalcina tendono a diminuire e se debitamente inclusi nella propria dieta alimentare, la qualità della vita può nettamente migliorare
COME ASSUMERLA: i cibi che più di altri aiutano a includere la vitamina K2 nella propria dieta sono tutti gli alimenti fermentati, come ad esempio i fagioli di soia (natto) dal sapore molto forte ma utili anche alla riduzione del colesterolo
il tuorlo d'uovo (soprattutto se proveniente da gallina ruspante) per i grassi insaturi che riducono il colesterolo e i nutrienti essenziali
i formaggi provenienti da bestiame alimentato a erba, i cosiddetti grass-fed
altra fonte di vitamina k2 è la selvaggina, in particolare le carni d'anatra, fagiano, coniglio, tacchino, cinghiale sono tra i maggiori integratori di menachione
anche il pollo è un ottimo integratore di vitamina k2, oltre ad avere un'altissima concentrazione di proteine di buona qualità
QUANTITÁ CONSIGLIATA: la quantità raccomandata varia in base al fabbisogno del corpo, che può essere maggiore o minore in base allo stato di salute personale. La quantità varia, inoltre, in base alla tipologia di integratore K2 assunto (da alimento o da integratori del tipo MK-4 che estrae la vitamina k2
dalle piante di tabacco)."
Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
COSI' TANTO?
Quante persone avranno la possibilità di farsela controllare?
Da incompetente, che differenza può esserci nella ricerca tra la vitamina D e questa vitamina K2?
Sono entrambe liposolubili, quindi il lavoro da effettuare dovrebbe avere uguale.
Già la ricerca della vitamina D è dalla medicina: DEMONIZZATA, addirittura i medici dichiarano che il farla controllare è diventata una moda e non vogliono farla fare, adducendo mille scusa: sì perchè in caso di CARENZA si sentono obbligati a prescriverla, ed ecco che allora, onde evitare di prescrivere anche la vitamina K2, le quali, come abbiamo capito DANNO LA SALUTE specialmente quest'ultima, A CHI NON NE E' CARENTE, ecco che è indispensabile che questa non possa essere controllata da chi non ne ha le possibilità.
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI AL CONTRARIO, LA PRIORITA' E' IL LUCRO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana quelli di Franca ed i miei.
Naturalmente con Franca questa vitamina K2 la ingoiamo dall'aprile 2018.
Devo quindi fare presente che all'atto del prelievo del sangue da parte del personale preposto del laboratorio analisi, di norma, finito il prelievo viene tolto l'ago e subito messo sul buco del cotone applicando uno scotck per tenuta e togliendolo poi dopo alcuni minuti. In passato, di solito togliendo questo cotone vi era del sangue e per Franca era normale che le venisse un piccolo ematoma blu.
Stranamente questa volta per entrambi, il cotone aveva appena una piccolissima macchia di sangue e per Franca niente ematoma.
Questo fatto ci ha confermato che la vitamina K2 in noi, NON CARENTI, stà facendo il suo lavoro di anti-emorragico e ne abbiamo avuto soddisfazione.

Questo post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm


Che cosa è così speciale circa la vitamina K2?
La vitamina K è in realtà un gruppo di vitamine liposolubili. Tra i due principali, K1 e K2, quelli che ricevono la massima attenzione sono K1, che si trova in verdure a foglia verde e è molto facile da ottenere attraverso la vostra dieta. Questa mancanza di distinzione ha creato molta confusione ed è uno dei motivi per cui la vitamina K2 è stata trascurata per così tanto tempo.
I tre tipi di vitamina K sono:
La vitamina K1, o il fililoquinone, si trova naturalmente in piante, in particolare nelle verdure; K1 va direttamente al tuo fegato e ti aiuta a mantenere la coagulazione sana del sangue
La vitamina K2, chiamata anche menaquinone, è fatta dai batteri che allineano il tratto gastrointestinale; K2 va dritto alle pareti dei vasi sanguigni, alle ossa e ai tessuti diversi dal fegato
La vitamina K3, o menadione, è una forma sintetica che non consiglio; È importante notare che tossicità è avvenuta nei neonati iniettati con questa vitamina K3 sintetica
Esso svolge anche un ruolo nella rimozione del calcio da aree in cui non dovrebbe essere, come nelle arterie e nei tessuti molli.
"K2 è veramente critico per mantenere le ossa forti e le arterie chiare", dice Rheaume-Bleue.
Ora, la vitamina K2 può essere suddivisa in due categorie aggiuntive, chiamate:
MK-4 (menaquinone-4), una forma di vitamina K2 a catena corta trovata in burro, tuorli d'uovo e alimenti a base di animali
MK-7 (menaquinone-7), forme a catena lunga trovate in alimenti fermentati. C'è una varietà di queste forme lunghe, ma la più comune è MK-7. Questo è quello che vorrai cercare nei supplementi, perché in una forma supplementare, i prodotti MK-4 sono in realtà sintetici. Non sono derivati da prodotti alimentari naturali contenenti MK-4.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... storia.htm
L'European Heart Journal ha pubblicato un importante studio che evidenzia il potenziale dell'integrazione di vitamina K2 per la stenosi della valvola aortica calcifica (CAVS), una condizione cardiovascolare comune nella popolazione anziana in cui attualmente non esiste alcuna terapia medica.
Secondo i ricercatori, una volta che la grave sintomatologia della stenosi della valvola aortica calcifica si è sviluppata, la prognosi senza intervento è deprimente.
Attualmente l'unico trattamento per stenosi della valvola aortica calcifica (CAVS) è la sostituzione della valvola aortica chirurgica o trans catetere (AVR), a cui non tutti i pazienti sono adatti.
Mentre numerosi studi hanno tentato di riutilizzare interventi farmacologici di uso comune per rallentare la progressione di CAVS, però ma non hanno finora alterato il corso della patologia.
La ricerca rileva che gli studi hanno dimostrato che le statine, ampiamente utilizzate per l'abbassamento dei lipidi nell'aterosclerosi e nell'infiammazione, non hanno alcun effetto sulla progressione o sugli esiti clinici della CAVS e potrebbero effettivamente esacerbare la condizione.
Tuttavia, i ricercatori hanno notato che la vitamina K2, in particolare i menachinoni a catena lunga (MK7), poiché sono trasportati efficientemente oltre il fegato.
"La supplementazione di vitamina K è un'opzione allettante per ricostituire le riserve vascolari di vitamina K per garantire un'inibizione ottimale della calcificazione", hanno scritto i ricercatori.
Questo studio è molto significativo, perchè riconoscendo che le terapie mediche si stanno rivelando inefficaci, i ricercatori stanno facendo luce su alternative efficaci efficaci, come appunto la Vitamina K2-MK7 ha già dimostrato ampiamente.
Per esempio, un precedente studio cardiovascolare triennale in donne sane in postmenopausa che assumevano solo 180 mcg al giorno di Vitamina K2-MK7 , che ha dimostrato una cessazione e persino una regressione nella rigidità arteriosa.
La rilevanza di questo studio di tre anni ha portato a diversi studi da parte della comunità medica per pazienti con calcificazione delle arterie coronarie esistenti, calcificazione della valvola aortica e calcificazione delle arterie periferiche.
Lo studio dell’ European Heart Journal conclude:
"I meccanismi fisiopatologici coinvolti nell'avvio e nella progressione di stenosi della valvola aortica calcifica vengono rapidamente chiariti e includono infiammazione, fibrosi e calcificazione.
Con questa nuova conoscenza, abbiamo identificato nuovi bersagli terapeutici come la vitamina K2-MK7 e nuove tecniche di imaging che possono essere utilizzate per testare l'efficacia di nuovi agenti e per approfondire ulteriormente la nostra comprensione fisiopatologica."
Per l' ennesima volta è stata comprovata l' inutilità delle statine, cioè dei farmaci anticolesterolo, a favore di sostanze più naturali come la K2.
Ricordo che la Vitamina K2 è contenuta nella carne allevata ad erba oppure negli integratori come ad esempio la "Primal K2 1000"
Evitate comunque quelli estratti dalla soia perchè possono dare allergie e problemi intestinali.
Bibliografia:
Knapen MHJ, et al. Menaquinone-7 supplementation improves arterial stiffness in healthy postmenopausal women: double-blind randomised clinical trial. Thrombosis and Haemostasis (2015) 19;113(5).
Peeters FECM, et al. Calcific aortic valve stenosis: hard disease in the heart. Euro Heart J (2017) 0,1-8.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioneb.htm
L'articolo riporta:
"Sanihelp.it - Mai più senza K2, consiglia Assolatte, perché è questa la vitamina-chiave per combattere gli effetti ell’invecchiamento: dalla pelle rilassata ai problemi cardiaci, dalle rughe alla carie dentaria, alle vene varicose. Inoltre, se i livelli sono troppo bassi le ossa faticano a mantenere un’adeguata mineralizzazione e cresce il rischio di fragilità ossea e osteoporosi.
È ampio, infatti, lo spettro d’azione della più giovane delle vitamine – perché scoperta molto tempo dopo le altre vitamine ­– e, ricerca dopo ricerca, si continuano a individuare nuovi benefici. Al punto da farla inserire tra i nutrienti indispensabili e da procacciarsi ogni giorno, scegliendo gli alimenti che la contengono naturalmente, come latte, yogurt, burro, formaggi freschi morbidi e fermentati, come Gorgonzola, Taleggio e Brie.
ed ancora:
"Per assumere i 25-50 microgrammi di vitamina K2 consigliati ogni giorno dai nutrizionisti, bastano 80 g di formaggio fermentato. Invece consumando le tre porzioni giornaliere di latte e yogurt consigliate dai Larn (pari a due bicchieri di latte e un di yogurt) si arriva già a coprire il 15% della rda consigliata. Se nel corso della giornata si consumano anche uova, carne o cereali si aumenta l’intake. Quella assunta tramite il consumo di alimenti lattiero-caseari (ossia il menachinone) viene lavorata dai batteri presenti nell’intestino, che la trasformano in una forma bioattiva.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inezza.htm
L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Avere dei valori normali, probabilmente si potrebbe evitare la morte di infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.
Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."
Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:
"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."
Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm
Un nuovo studio suggerisce che la mancanza di matrice attiva Gla-proteica (MGP) è associata a calcificazione vascolare, rigidità vascolare e arteriosa.
L' attivazione del MGP dipende dalla vitamina K, per cui questi risultati possono quindi sottolineare l'importanza di un adeguato apporto di vitamina K per la salute cardiovascolare.
Hogne Vik, il medico che ha condotto lo studio ha detto che: "Il meccanismo di MGP che inibisce la calcificazione delle arterie è stato chiaramente comprovato nel cellule animali e umane".
"In effetti, una quantità adeguata di vitamina K è necessaria per attivare l' MGP ed è ampiamente riconosciuto che la vitamina K2 come menachinone-7 (MK7) è la forma più biodisponibile e bioattiva di vitamina K come supplemento alimentare disponibile al giorno d' oggi.".
Nel primo studio, pubblicato sulla rivista scientifica "Nefron"(1), sono stati inclusi 83 pazienti con malattia renale cronica (CKD), con un'età media di 62,9 +/- 13,9 anni.
I ricercatori hanno misurato la calcificazione vascolare e la rigidità vascolare misurando anche le lesioni delle calcificazioni nell'aorta addominale, e attraverso la valutazione dell' indice vascolare chiamato cardio-ankle e la velocità delle pulsazioni.
I livelli plasmatici ematici di MGP inattivi sono stati misurati con il metodo ELISA.
I ricercatori hanno provato che i livelli inattivi di MGP nel plasma sono aumentati a seconda della gravità della malattia renale cronica, e sono stati positivamente associati con una maggiore calcificazione vascolare.
Essi hanno concluso che alti livelli di MGP inattivi (noti anche come dp-ucMGP), possono anche " essere utilizzati come marker di una precoce calcificazione vascolare nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica (IRC)"
Nel secondo studio, i due ricercatori hanno studiato i percorsi collegati alla rigidità arteriosa in un gruppo di 66 soggetti che avevano il diabete di tipo 2, con un'età media di 62 +/- 12 anni.
Scrivendo sul Journal of Hypertension, i ricercatori hanno utilizzato velocità delle pulsazioni per misurare la rigidità arteriosa attraverso a la tonometria arteriosa (Una tecnica per la misurazione della pressione sanguigna).
Essi hanno scoperto che i livelli di MGP inattivi circolanti era indipendentemente associata con velocità della pulsazione nei pazienti diabetici.
"Questo suggerisce che se la vitamina K2 è carente, la mancata attivazione del MGP può portare a calcificazioni importanti delle arterie e potrebbe essere corretta con la supplementazione di vitamina K2 nei pazienti con diabete", hanno concluso i ricercatori.
Questi studi confermano ancora una volta che la regolare supplementazione di vitamina K2 è essenziale per la salute cardiovascolare.
"Questi nuovi studi clinici hanno documentato correlazioni tra la calcificazione delle arterie e elevate quantità MGP inattivi, sia nei pazienti diabetici che nei pazienti con insufficienza renale cronica", spiega il Dott. Vik.
"La buona notizia è che la vitamina K2/MK-7 (come la Primal K2 1000) ha dimostrato di ridurre i livelli di matrice attiva Gla-proteica (MGP) e che la K2 ha dimostrato di ridurre la rigidità arteriosa in soggetti sani e in pazienti con malattie renali."
Bibliografia:
?
1. Thamratnopkoon S et al., “Correlations of plasma desphosphorylated uncarboxylated matrix Gla protein with vascular calcification and vascular stiffness in chronic kidney disease,” Nephron. Published online December 13, 2016.
2. Sardana M et al., “Inactive matrix Gla-protein and arterial stiffness in type 2 diabetes mellitus,” American Journal of Hypertension. Published online December 7, 2016.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zionia.htm

Aterosclerosi e arteriosclerosi devastano con l’ età le nostre arterie a causa di delle infiltrazioni di calcio, contribuendo alle malattie degenerative.

Recenti studi dimostrano che una carenza di una vitamina semisconosciuta, la K, crea una maggior calcificazione vascolare di quanto inizialmente pensato.

Non solo, sembra che la K ottimizzi anche l’ assorbimento della Vitamina D, fondamentale per la lotta contro le malattie autoimmunitarie.

Di Claudio Tozzi (autore della Geo Paleo Diet)

Nonostante tutti pensano che siano i tumori, in realtà le malattie più diffuse e devastanti sono quelle legate all’ apparato cardio-vascolare, prime in classifica al mondo per quanto riguarda le cause di morte.

Recenti ricerche hanno individuato in una semplice vitamina, come la K, come una possibile e fondamentale agente anti-calcificazione delle arterie, uno dei fattori centrali nelle patologie legate a cuore e vasi che devastano soprattutto le popolazioni occidentali.

Infatti l’ epidemiologia ha dimostrato che nella maggior parte delle persone di età superiore ai 60 anni stanno progressivamente aumentando i depositi di minerali di calcio nelle loro arterie principali. (5)

Uno studioso, William Faloon, ha letto tutta la sterminata letteratura scientifica sull’ argomento e ha trovato molte cose veramente interessanti e sorprendenti sulla vitamina K in relazione all’ ostruzione delle arterie.

La calcificazione vascolare aortica riduce l’ elasticità arteriosa, che danneggia l’emodinamica cardiovascolare, causando morbilità (cioè il tempo nell’ arco della vita in cui si hanno uno o più patologie) e mortalità (6-8) sotto forma di:

ipertensione
stenosi aortica, cioè il restringimento di un orifizio (in questo caso l’ aorta) ma anche di un dotto, di un vaso sanguigno o di un organo cavo, tale da ostacolare o impedire il normale passaggio delle sostanze che fisiologicamente passano attraverso di essi.
ipertrofia cardiaca
infarto e ischemia degli arti inferiori
insufficienza cardiaca congestizia
Iintegrità strutturale compromessa. (9-11)


La gravità e l’estensione della mineralizzazione riflettono il carico della placca aterosclerotica (12)
tanto che è possibile prevedere, in base ad essa, la morbilità e la mortalità cardiovascolare. (13)

In tutto questo disastro la vitamina K può aiutarci in modo insospettabile e concreto, ma vediamo innanzitutto cos’è.

Il nome vitamina K si riferisce a un gruppo di sostanze liposolubili (che si sciolgono cioè nei grassi) chiamati naftochinoni, conosciute fin dal 1929 nella forma della Vitamina K1, nota per gli effetti regolatori sulla coagulazione del sangue: la lettera K deriva infatti dall’iniziale del termine Koagulation.

La vitamina K1 (fitonadione o MK1) è la forma naturale della vitamina K, che si trova nelle piante e fornisce la principale fonte di vitamina K all’ uomo attraverso il consumo alimentare.

I composti della vitamina K2 (menachinoni o MK7) sono prodotti dai batteri nell’ intestino umano, sono nutrienti essenziali e forniscono una quantità più piccola rispetto al fabbisogno umano.

La Vitamina K2 è un nutriente essenziale che fa parte del gruppo delle Vitamine K e dello stesso gruppo fanno parte la Vitamina K1,K3,K4, e K5.

Eccettuate la K3 e la K5, solo la K1, la K2 e la K4 hanno importanza per l’organismo umano.

La vitamina K è quindi necessaria per la normale coagulazione del sangue nell’ uomo, più specificatamente è necessaria al fegato per produrre i fattori necessari al sangue per coagulare in modo ottimale.

Il deficit della vitamina K o le disfunzioni epatiche (per esempio una severa insufficienza epatica) possono condurre a deficit dei fattori della coagulazione ed eccessivo sanguinamento.

Gli alimenti ricchi in vitamina K comprendono:

ortaggi a foglia verde (come spinaci, broccoli, asparagi, crescione, cavoli, cavolfiore, piselli),
fagioli,
olive,
colza,
soia,
carne,
cereali,
prodotti caseari.


La vitamina K è decisamente una sostanza “paleo” nel senso che al giorno d’ oggi consumiamo molta meno verdura rispetto all’ era paleolitica (creando quindi una carenza cronica della sostanza) e fino a 10.000 anni fa non mangiavamo affatto alcuni cibi che la contenevano come i fagioli,la colza,la soia,i cereali e i latticini; quindi mangiarli oggi, pur contenendo la preziosa vitamina K farebbero solo danni perchè non ci siamo evoluti con loro.

Inoltre ci sono persone a rischio di carenza di base come quelli con malnutrizione cronica, gli alcolisti, ostruzione biliare,celiachia,colite ulcerosa,fibrosi cistica, ecc.…

Il deficit della vitamina K è comunque raro, ma può condurre a problemi di coagulazione e ad eccessive emorragie, specialmente se si assumono alcuni farmaci che possono ridurre i livelli di vitamina K alterando la funzione epatica o distruggendo la flora intestinale (i normali batteri intestinali) che produce appunto la vitamina K, come per esempio antibiotici, aspirina, farmaci anti-convulsivanti e alcuni sulfamidici.

Appare evidente quindi che al giorno d’ oggi, anche se il nostro organismo ne produce una certa quantità, è totalmente insufficiente per i nostri fabbisogni.

Particolarmente interessante e ben studiata la relazione tra la vitamina K e un diffuso farmaco anti-trombotico: il Warfarin ( Nome commerciale: Coumadin)

Un recente studio ha dimostrato che nelle donne che assumevano il warfarin (il quale blocca la vitamina K,) c’era un 50% in più di calcificazione delle arterie rispetto alle donne che non assumono questo farmaco e questo effetto patologico si è verificato in meno di un mese. (1)

Tale ricerca ha dimostrato che l’uso a lungo termine di warfarin è stato associato ad una maggiore prevalenza di calcificazione delle arterie.

I pazienti sottoposti a dialisi renale soffrono di grave calcificazione arteriosa tanto che le malattie cardiovascolari che rappresentano quasi la metà di tutti i loro morti. (2)

Uno studio clinico ha esaminato i livelli di vitamina K in pazienti sottoposti a dialisi e i risultati hanno mostrato che il 93% dei pazienti erano a rischio di calcificazione arteriosa.

Questo rischio è stato dimostrato essere ridotta con la supplementazione di vitamina K2. (3)

Nonostante questi dati, il vostro medico (e tantomeno il vostro cardiologo…) non vi consiglierà mai una supplementazione di vitamina K2 e, anzi, di solito la prima cosa che farà è sincerarsi di non farvela prendere perchè interferirebbe con i farmaci!

In realtà con questo articolo vi dimostrerò che un uso razionale e mirato di vitamina K può proteggere in modo decisivo i nostri tessuti molli dalla calcificazione.

Pressione alta

Quando le arterie sono morbide ed elastiche si espandono prontamente e si contraggono ad ogni battito cardiaco.

Quando le arterie si induriscono (calcificazione) e perdono l’ elasticità giovanile, c’è un aumento progressivo della pressione sanguigna. (14)

Questo accade perché il cuore è costretto a battere più forte per costringere il sangue nel sistema arterioso sempre più rigido.

La calcificazione delle grandi arterie in uscita dal cuore (l’aorta) contribuisce a spiegare perché la pressione sanguigna aumenta con l’ età delle persone.

Un segno distintivo di ipertensione a lungo termine è l’allargamento del ventricolo sinistro del cuore (15), che è la camera del cuore che spinge il sangue nell’ aorta da dove viene poi distribuito in tutto il corpo.

L’aumento del carico di lavoro cardiaco causato dalla rigidità aortica (calcificazione) contribuisce a insufficienza cardiaca che affligge il 5% degli italiani (3.000.000 di individui) e più di 5 milioni di americani. (15-17)

Stenosi valvola aortica

Un dilemma affrontato da persone anziane è la progressiva disfunzione della valvola tra il cuore e dell’aorta che si apre e si chiude con ogni battito cardiaco.

Quando la valvola aortica riesce a chiudere completamente, il sangue rigurgita indietro nel ventricolo sinistro del cuore. (18-19)

Senza sostituzione chirurgica / riparazione della valvola aortica, si verifica spesso la morte per insufficienza cardiaca congestizia. (20)

Gli anziani sono chiamati a recuperare pienamente dalla sostituzione della valvola aortica, anche se più recenti tecniche di intra-arteriose stanno diventando disponibili per cui una valvola artificiale viene infilata attraverso l’aorta e cucita in posizione. (21)

Coloro che hanno sostituito con successo le valvole con quelle meccaniche, di solito richiedono terapia anticoagulante e farmaci per tutta la vita, come appunto il Warfarin, che però provoca tutta una serie di effetti collaterali. (22)

Un tempo si pensava che la stenosi aortica era causata da una vita stressante (23), ma è ormai chiaro è che è soprattutto la calcificazione dei lembi valvolari aortici a causare del malfunzionamento della valvola aortica, con infiammazione cronica, elevata glicemia, omocisteina alta e bassi livelli di magnesio. (24-31)

L’omocisteina è un’ aminoacido, (cioè un costituente delle proteine) che se troppo alto nel sangue, diventa un importante fattore di rischio per malattie cardiovascolari (infarto miocardio, ictus), e forse anche per la malattia di Alzheimer, come diversi studi hanno confermato.

Un alto tasso di omocisteina nel sangue (oltre il 12% dei valori normali) aumenta di tre volte il rischio di ictus o infarto cardiaco.
?
L’iperomocisteinemia è pericolosa anche in menopausa, perché aumenta i rischi cardiovascolari e facilita ed amplifica anche l’osteoporosi.

Per abbassare l’ omocisteina è molto efficace l’ integrazione di acido folico, una vitamina del gruppo B.
?

Calcificazione delle arterie coronariche

Il blocco delle arterie coronarie che alimentano il muscolo cardiaco richiede enormi quantità di spese ospedaliere ogni anno sotto forma di interventi chirurgici a cuore aperto di bypass coronarico e procedure di inserimento di stent intra-arteriosi.

Lo stent è una struttura metallica cilindrica a maglie che viene introdotta negli organi a lume (cioè gli organi cavi propriamente detti o visceri, come l’intestino, oppure i vasi sanguigni) e viene fatta espandere fino a che il suo diametro è pari a quello del lume.

In questo modo si può, per esempio, ridurre una stenosi, escludere un aneurisma o mantenere libere i visceri.

È interessante notare che, quando un operazione a cuore aperto viene eseguita per sostituire una valvola aortica calcificata, il chirurgo spesso fa anche un bypass sulle arterie coronarie nello stesso paziente. (32)

E’ normale, dato che l’ aterosclerosi coronarica e stenosi della valvola aortica hanno cause sottostanti simili come omocisteina elevata, infiammazione cronica, e calcificazione.(33-36)

La calcificazione gioca un ruolo significativo nell’ accelerazione la formazione della placca aterosclerotica che restringe le arterie coronariche con l’ invecchiamento.

Nei pazienti con malattia coronarica, la calcificazione è presente nel 90% dei casi.(37-38)

Clinicamente, la calcificazione vascolare è ormai accettata come un valido predittore di malattia coronarica (39), eppure la maggior parte dei cardiologi lo usano solo come marker diagnostico (con un test, chiamato punteggio di calcio coronarico) invece di combattere direttamente la causa primaria delle patologie coronariche, cioè le calcificazioni stesse… (40).
?

Quali sono le cause delle calcificazione delle arterie?

Molti dei fattori di rischio noti che sono alla base dell’aterosclerosi hanno dimostrato di promuovere la calcificazione delle arterie.

Molti di questi sono già noti (e ancora non del tutto completamente accertati in qualche caso) come il colesterolo LDL elevato, omocisteina alta, diabete, insufficienza renale, infiammazione cronica e lo stress ossidativo.(33, 41-55)

Ulteriori contributi calcificazione includono bassi livelli di magnesio (un calcio-antagonista naturale), squilibri ormonali e iperparatiroidismo, che causano eccesso di calcio nel sangue.(56-88)

In realtà uno dei motivi principali per cui il nostro sistema vascolare calcifica con l’età è invece sicuramente il più sottovalutato in assoluto (e addirittura osteggiato): l’ insufficiente apporto di vitamina K.

Infatti, un basso livello nel sangue di vitamina K2 stimola una proteina nella parete vascolare che lega il calcio nelle arterie, valvole cardiache e altri tessuti molli.

(Fine Prima parte – La secondo Parte QUI)

Bibliografia sulla pagina originale
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioni1.htm

ciaooo Franco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mar dic 15, 2020 3:39 pm

Riguardo alla vitamina K2 la pagina in oggetto scrive:
"Le prime forme di vita provenivano da oceani ricchi di calcio, e per questo gli organismi primitivi hanno sviluppato meccanismi per evitare la cristallizzazione di calcio diffusa nei tessuti molli viventi. (77)

Un importante meccanismo calcio-bloccante è attraverso l’attivazione di una proteina chiamata matrice gamma-carbossiglutammica acida, più comunemente nota come matrice Gla-proteina o matrice Gla. (78)

La chiave di come funzioni la Matrice Gla-proteina si trova nel suo gruppo “carbossilico”, cioè per funzionare correttamente Matrix Gla deve essere carbossilata. (74)Nelle seguenti illustrazioni c’è la spiegazione tecnica del meccanismo biochimico, ma comunque basti sapere che la vitamina K, essenzialmente, attiva un processo che impedisce le infiltrazioni di calcio e quindi impedisce l’ aterosclerosi, cioè la calcificazione delle arterie.
La vitamina K è un cofattore per l’enzima carbossilasi ?-glutammato (GGCX). Insieme, essi sono necessari per le modificazioni post-traduzionali delle proteine (carbossilazione). La carbossilazione delle proteine è ottenuta convertendo residui di acido glutammico nella struttura proteica in residui di acido (Gla) g-carbossiglutammico (Figura sopra). Questi residui Gla esprimono una forte affinità di legame con il calcio. Questa modifica permette alle proteine di svolgere la loro funzione desiderata.
L'articolo collegato precedente, in parte recita:
"L'articolo fà parte di 3 (tre) articoli che citano molti studi dedicati alla vitamina K2, un "ALIMENTO ESSENZIALE" che ad esserne CARENTI è causa di molti problemi, sopratutto all'apparato circolatorio. L'articolo ne cita alcuni, tra i quali le calcificazioni.
Per chi ingoia la vitamina D3 COLECALCIFEROLO, è bene visionare questo video molto esplicativo::
La vitamina K2 è per i denti e per la pelle e rende giovane il corpo.
A questa aggiungo un video molto importante di un sito medico:
https://www.facebook.com/StudioMedicoOr ... 983330545/
Per la vitamina K2 e la sua essenzialità
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... K2base.htm
Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
La pagina riporta:
Questo terzo articolo dedicato alla complessità della vitamina K2 recita:
"La calcificazione può essere invertita?
La maggior parte degli adulti probabilmente soffrono un certo grado di calcificazione, anche perchè l’assunzione di vitamina K nelle società occidentali è sempre a livelli molto bassi epidemici, che la continua diffusione del vegetariani/vegani, paradossalmente, può solo peggiorare.Alcune persone sono fortemente calcificate a causa di patologie che richiedono dialisi o il warfarin (Coumadin), o abbiamo permesso livelli ematici di omocisteina, LDL, o glucosio di rimanere troppo alti per troppo tempo.
La calcificazione sistemica
I tessuti cardiovascolari sono particolarmente soggetti a infiltrazioni di calcio.
Il processo di calcificazione, tuttavia, è anche comunemente osservata nella pelle, rene, tendini, ghiandole e altri tessuti molli a causa delle malattie e / o invecchiamento. (124-132).
Quindi la domanda nasce spontanea: c’è qualcosa che possiamo fare ora per invertire l’accumulo di calcio nelle nostre arterie, valvole cardiache, ghiandole e altri tessuti molli?
Secondo un gruppo di studio italiano, che ha pubblicato le sue conclusioni su “European Review for Medical and Pharmacological Sciences” nel 2013 sembra proprio di si.
Infatti il Prof. Flore e i colleghi dell’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma hanno scritto:
“La vitamina K2 ha dimostrato di essere coinvolta nell’ inibizione di focolai vascolari della calcificazione, in particolare attraverso la carbossilazione delle proteine ??che regolano la deposizione di calcio nelle placche aterosclerotiche.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioni3.htm
La vitamina K è una vitamina importante per la salute dall'apparato circolatorio, un nuovo studio suggerisce che la mancanza di matrice attiva Gla-proteica (MGP) è associata a calcificazione vascolare, rigidità vascolare e arteriosa.
La pagina in oggetto recita:
"I ricercatori hanno misurato la calcificazione vascolare e la rigidità vascolare misurando anche le lesioni delle calcificazioni nell'aorta addominale, e attraverso la valutazione dell' indice vascolare chiamato cardio-ankle e la velocità delle pulsazioni."
Evidenzio prima di tutto la differenza tra le vitamine K
L'articolo in fondo pagina riporta:
"I tre tipi di vitamina K sono:
La vitamina K1, o il fililoquinone, si trova naturalmente in piante, in particolare nelle verdure; K1 va direttamente al tuo fegato e ti aiuta a mantenere la coagulazione sana del sangue
La vitamina K2, chiamata anche menaquinone, è fatta dai batteri che allineano il tratto gastrointestinale; K2 va dritto alle pareti dei vasi sanguigni, alle ossa e ai tessuti diversi dal fegato
La vitamina K3, o menadione, è una forma sintetica che non consiglio; È importante notare che tossicità è avvenuta nei neonati iniettati con questa vitamina K3 sintetica
Esso svolge anche un ruolo nella rimozione del calcio da aree in cui non dovrebbe essere, come nelle arterie e nei tessuti molli."
Da "La vitamina che ti farà vivere 100 anni. Il miracolo della vitamina K2" di Kate Rhéaume-Bleue (2017)
Weston Price (un dentista americano) nei primi decenni del '900 studiò la dentatura e la morfologia della mandibola dei popoli primitivi e la mise in relazione con l'alimentazione.Nel praticare la sua professione di odontoiatra, si accorse che nelle nuove generazioni le affezioni dentali erano più frequenti di quelle che lui aveva riscontrato nella generazione precedente e che addirittura alcuni disturbi erano del tutto nuovi. Oltre ad avere più carie, molti bambini avevano arcate piccole e conseguentemente denti storti. Ragionando sulle possibili cause, il sospetto cadde sull’alimentazione. Egli notò che le condizioni dei denti riflettevano la salute generale del soggetto. Si fece strada nella sua mente che forse la moderna alimentazione era povera di qualche fattore. Ai suoi tempi, esistevano già eccellenti testimonianze di antropologi sulle perfette dentature della gente appartenente a culture non ancora “intaccate” dalla civiltà. Fu allora, che decise di partire alla ricerca delle ultime popolazioni “primitive” del Pianeta o di quelle comunità che ancora si attenevano ad un’alimentazione tradizionale. Egli voleva valutarne lo stato di salute, soprattutto da un punto di vista odontoiatrico. È così che fece più volte il giro del mondo, visitando gli angoli più remoti del pianeta (isole del Pacifico, Alaska, Africa e gli ultimi “paleolitici” dell’Australia). Poté constatare e documentare con eloquenti fotografie che dove questi popoli erano rimasti fedeli alla loro dieta tradizionale, le carie e i denti storti erano praticamente inesistenti; la mandibola era ben sviluppata e le tre parti della faccia ben proporzionate. Studiando invece gli indigeni che avevano iniziato a consumare gli alimenti raffinati e ricchi di zuccheri dei coloni occidentali, egli accertò un notevole aumento del decadimento dentale. Oltre ad un aumento delle carie, i giovani avevano, con sorprendente frequenza, un viso che tendeva ad essere triangolare e questo comportava arcate dentali più strette, poco spazio per i denti che quindi crescevano storti. Questo aspetto del viso strideva, se paragonato ai visi più ovali e alle mandibole più possenti e squadrate degli indigeni che seguivano ancora la dieta tradizionale. Inoltre, gli indigeni che avevano abbandonato i loro alimenti nativi, erano molto meno resistenti alle malattie.
Price riuscì a comprendere che responsabile dell’inevitabile declino fisico non era la presenza di qualche «fattore dannoso»; piuttosto, era «l’assenza di alcuni fattori essenziali». Per dimostrare questa teoria fece analisi chimiche su migliaia di campioni di cibi tradizionali per stabilirne il contenuto nutrizionale, e confrontò i dati con i campioni della dieta americana dei suoi tempi. Scoprì che le diete delle persone sane appartenenti alle culture tradizionali contenevano almeno quattro volte i minerali e le vitamine idrosolubili e almeno dieci volte più vitamine liposolubili rispetto alla media della dieta industrializzata. Price capì che le vitamine liposolubili avevano il ruolo di «catalizzatori» e «attivatori», poiché l’organismo ne ha bisogno per poter utilizzare tutti gli altri nutrienti ricavati dall’alimentazione. In particolare un nutriente, che definì semplicemente «Attivatore X», era diverso dalle altre vitamine liposolubili conosciute, e aveva chiaramente profondi effetti sulla salute dei denti e delle ossa. Price scoprì quella sostanza nelle uova di pesce, nei tuorli d’uovo e nella carne, ma soprattutto nel grasso butirrico delle mucche che mangiavano erba verde che cresceva rapidamente. Fu da quest’ultima fonte che Price creò un olio ricco di attivatore X, col quale formulò un protocollo nutrizionale per la cura delle carie.
Dopo qualche anno due scienziati scoprirono che "l'attivatore X" era la vitamina K (e presero il Nobel).
Noi ormai abbiamo perso talmente memoria di tutto questo, che la dentatura storta è accettata come "normale" nei bambini e la carie attribuita alla scarsa igiene.
Gli esseri umani possono sviluppare una carenza di vitamina K2 in soli sette giorni di dieta con poca vitamina K; e questo è uno dei motivi fondamentali per cui livelli insufficienti di vitamina K2 sono tanto comuni. L’altro motivo principale della grande diffusione di carenza di vitamina K2 è che assumerla dalla nostra dieta è diventato estremamente difficile con i cibi moderni. Quali erano questi «cibi del commercio moderno», come li definì Price, che sembravano avere un effetto tanto nocivo su chi li mangiava? Cibo che poteva essere trasportato per lunghe distanze senza rovinarsi: farina bianca, zucchero bianco, riso bianco, grassi vegetali, prodotti in scatola e altri cibi lavorati, raffinati e privati di qualsiasi sostanza vitale. In altre parole: gli elementi che costituiscono il fondamento della nostra dieta industrializzata.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ak2mk7.htm
Galleria fotografica
Navigazione per la galleria fotografica
2 di 14

Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
La vitamina K2, scoperta negli anni '30 dal biochimico Henrick Dam, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono problemi renali, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 giugno 2017
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eicibi.htm
Quasi tutti apprezziamo l'importanza della vitamina D, così come molti medici.
Tuttavia, esiste un'altra vitamina che è praticamente equivalente in termini di benefici per la salute che è ancora sottovalutata ed è la vitamina K.
Si sa molto poco su questa vitamina che non ha una adeguata attenzione dei media.
Il Dr. Leon Schurgers, uno scienziato senior che ha svolto il suo lavoro di dottorato sulla vitamina K e che ha iniziato la sua ricerca sulla vitamina K circa 20 anni fa presso l'Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ed è attualmente uno dei principali ricercatori del mondo su questa vitamina ci spiega che la vitamina K può essere classificata come K1 o K2:
Vitamina K1: si trova negli ortaggi a foglia verde, va direttamente al fegato e aiuta a mantenere il sistema di coagulazione del sangue ottimale. La vitamina K1 aiuta anche a mantenere i propri vasi sanguigni liberi dalla calcificazione, e aiuta le ossa trattenere il calcio e sviluppare la corretta struttura cristallina.
Vitamina K2: sono i batteri che producono questo tipo di vitamina K si trova in elevate quantità nell'intestino ma, purtroppo, non viene assorbita e viene espulsa con le feci. La vit. K2 va direttamente sulle pareti dei vasi sanguigni, nelle ossa e nei vari tessuti diversi dal fegato. E' presente negli alimenti fermentati, in particolare nei formaggi e nel natto (cibo giapponese, che ne è di gran lunga la fonte più ricca).
Le funzioni di coagulazione del sangue della vitamina K
La vitamina K è ben nota per essere cruciale per una corretta coagulazione del sangue. Il dottor Schurgers chiarisce questo meccanismo sostenendo che ambedue - sia la vitamina K1 che la K2 - attivano alcuni fattori di coagulazione.
In particolare quattro fattori di coagulazione (fattore 2, 7, 9, e 10) che, nella coagulazione, vengono attivati in cascata dalle vitamine K1 e K2. Secondo il dottor Schurgers, non vi è il rischio di provocare una eccessiva coagulazione anche se si assume troppa vitamina K. In altre parole, i fattori di coagulazione non diventeranno iperattivi pur assummendo elevate quantità di vitamina K1 o K2. Dunque non ci sono rischi se non quando venga assuto contemporaneamente un farmaco anticoagulante per via orale.
Gli anziani con fibrillazione atriale (FA) o trombosi venosa sono spesso trattati con anticoagulanti orali, antagonisti della vitamina K, nel senso che bloccano il riciclo della vitamina, non solo la K1, ma anche la K2. In questo caso, occorre essere prudenti.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azione.htm

E' quindi altrettanto comprensibile che è in questo inizio che viene scritto a quelle dette LETTERE DI FUOCO il loro DNA, che sarà per TUTTA la loro vita.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm

L'Homo Sapiens, che ritengo la specie più perfetta il suo portamento è eretto, che da questo ne trae sicuramente un maggiore beneficio rispetto alle altre specie animali.
Ora, sappiamo che per gestire al meglio la complessità della sua macchina, >Madre >Natura e la EVOLUZIONE hanno provveduto a fargli avere il cervello più grande delle altre specie animali.
Purtroppo questo cervello è anche il più stupido. Lo dimostra chiaramente e senza ombra di dubbio che basta un elettrodomestico, una TV a confondere e DISINFORMARE questo cervello.
Ora noi sappiamo che ogni macchina meccanica complessa, per lavorare e procedere nelle sue fasi successive, deve avere un nastro trasportatore, oppure un pistone ad aria od elettrico che provveda a questo continuo procedere.
Mentre per la macchina vivente questo non è possibile:
Al riguardo la pagina recita:
"pagina 62
La vita, ogni forma di vita, è nata nel mare tanti milioni di anni fa. Il DNA di esseri viventi per conservarsi e moltiplicarsi ha deciso, nel salgemma marino cristallizzato, di costruire una macchina basata su un unico programma di fondo, "il mantenimento dei sani livelli di MAGNESIO nei vari androni della cellula".
Il nostro corpo è quella macchina
Abbiamo sempre bisogno, sopratutto nelle strutture di basi cellulari, di attingere al sale più prezioso di cui è prodigo l'oceano. Il nostro cordone ombellicare con l'oceano è solo apparentemente spezzato.
La salinità dell'interno della cellula dipende dal MAGNESIO, non solo perchè esso è guardiano dei canali ionici della cellula, ma anche perchè il passaggio diretto attraverso la pareti (che riguarda l'acqua ed in maniera notevolmente più ridotta altre sostanze) dipende dal contenuto di MAGNESIO della cellula, cioè da quell'esercito di "soldati semplici" che nella descrizione precedente poteva sembrare avere un ruolo marginale. E invece l'organismo umano è tutto un gioco di micro-processi osmotici ed è per questo che la supplementazione di CLORURO DI MAGNESIO in un organismo carente, spesso si traduce in un sostanziale ringiovanimento.
L'acquisizione di acqua e la ritenzione al livello giusto nella cellula è una questione di presenza di forze osmotiche, cioè di MAGNESIO. Il CLORURO DI MAGNESIO ha un rapporto particolare con l'acqua, tanto è vero che, potete vederlo con i vostri occhi, attirerà acqua dall'aria in breve tempo. Cambiando la situazione osmotica di una cellula, gli scienziati sono riusciti ad ottenere un afflusso corretto di acqua al suo interno e dunque un flusso rigenerativo in cellule precedentemente invecchiate. Alterazioni della situazione osmotica si verificano man mano che un organismo subisce un impoverimento di MAGNESIO."
Ma anche la macchina vivente animale procede in fasi susseguenti l'una all'altra. Per farlo però, dato che non è previsto alcun aggeggio estraneo a questa macchina, ecco che allora per l'essere vivente >Madre >Natura si è affidata al MOVIMENTO rendendolo l'artefice della vita animale.
Alcune specie usufruiscono della posizione eretta solo in alcune occasioni della loro vita. mentre l'Homo Sapiens passa la sua vita in questa posizione, come detto sopra.
Sono certo che è stata la EVOLUZIONE a provvedere giorno dopo giorno, offrendo quindi a questa specie un beneficio ancora maggiore rispetto alle altre specie.
Ora cerchiamo di capire l'entità di questo beneficio tanto importante.
E' comprensibile che il primo fattore è l'ALIMENTAZIONE, senza la quale non può esistere la vita, e questo è per ogni individuo di qualsiasi specie vivente.
Guardando l'Homo Sapiens rileviamo che la bocca, dove ha inizio il ciclo della ALIMENTAZIONE è il punto più alto.
Che importanza può avere questo fatto?
Grazie a questo è quindi comprensibile che il CIBO NATURALE, il prodotto più importante della sua vita, e che deve essere ingoiato per tutta la durata di questa, introdotto in questa apertura, dopo le fasi di masticazione, per CADUTA attraverso il canale previsto, viene portato allo stomaco.
In questo organo avviene quindi la digestione.
Come possiamo rilevare, il tutto avviene grazie alla posizione eretta ed alla legge di gravità che sostituiscono gli aggeggi nominati per le macchine meccaniche complesse.
Però dopo lo stomaco, questo CIBO viene immesso negli intestini, che però non possono usufruire di questa gravità per procedere nel logico avanzamento verso la fine del suo percorso in quanto disposti orizzontalmente rispetto all'asse verticale normale..
Ed ecco che in questa fase, per procedere senza intoppi, la EVOLUZIONE ha previsto che subentrasse il MOVIMENTO.
Ed è questo MOVIMENTO che provvede a che tutte le specie animali, senza l'aggiunta di aggeggi alternativi, favorisce a che avvengano tutte quelle fasi necessarie al completamento di ogni indispensabile ciclo per il sostentamento.
Ecco che allora la mancanza di MOVIMENTO nella giornata, mancando il procedere naturale previsto del CIBO, questo CIBO non può essere sfruttato come previsto, causando danni al corpo dell'individuo.
Infatti i consigli degli esperti, sono di fare una passeggiata veloce di almeno mezz'ora dopo ogni pasto
Questo però per moltissime persone il consiglio rimane un semplice consiglio.
Ecco allora comprensibile che la prima causa di malattie, come la OBESITA', il DIABETE e molte altre, è con certezza la mancanza di MOVIMENTO.
Ho anche certezza che se si inceppa il trasportatore che sulla macchina complessa sposta alla fase successiva il materiale, tutto si blocca intasando le stazioni.
Questa certezza mi viene dal fatto che ho dato la mia assistenza tecnica nel campo per molti anni della mia vita.
QUINDI RITENGO CHE LA PRIMA CAUSA DI PROBLEMI PER L'INDIVIDUO UMANO SIA LA MANCANZA DI "MOVIMENTO", RITENENDO LA "SEDENTARIETA?" LA PRIMA CAUSA DI MALATTIE IN QUANTO LA BASE DELLA SALUTE DI OGNI ESSERE VIVENTE.
RITENGO INOLTRE CHE QUESTO DOVREBBE ESSERE INSEGNATO NELLE SCUOLE, MA RICORDATO COSTANTEMENTE DAI MEDICI DI BASE.
Naturalmente a concorrere nel causare le malattie, sono i PRODOTTI CHIMICI, di qualsiasi provenienza, ma sopratutto la CARENZA gli "ALIMENTI ESSENZIALI".

Il primo intasamento, come definito per le macchine meccaniche complesse, per la macchina umana avviene negli INTESTINI, che sono in verità inconfutabile il MOTORE di questa macchina umana.
E' in questi che avvengono TRASMUTAZIONI, AUTOPRODUZIONI e prelevamenti di sostanze indispensabili al sostentamento.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... oevita.htm
ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
COSI' TANTO?
Quante persone avranno la possibilità di farsela controllare?
Da incompetente, che differenza può esserci nella ricerca tra la vitamina D e questa vitamina K2?
Sono entrambe liposolubili, quindi il lavoro da effettuare dovrebbe avere uguale.
Già la ricerca della vitamina D è dalla medicina: DEMONIZZATA, addirittura i medici dichiarano che il farla controllare è diventata una moda e non vogliono farla fare, adducendo mille scusa: sì perchè in caso di CARENZA si sentono obbligati a prescriverla, ed ecco che allora, onde evitare di prescrivere anche la vitamina K2, le quali, come abbiamo capito DANNO LA SALUTE specialmente quest'ultima, A CHI NON NE E' CARENTE, ecco che è indispensabile che questa non possa essere controllata da chi non ne ha le possibilità.
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI AL CONTRARIO, LA PRIORITA' E' IL LUCRO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana quelli di Franca ed i miei.
Naturalmente con Franca questa vitamina K2 la ingoiamo dall'aprile 2018.
Devo quindi fare presente che all'atto del prelievo del sangue da parte del personale preposto del laboratorio analisi, di norma, finito il prelievo viene tolto l'ago e subito messo sul buco del cotone applicando uno scotck per tenuta e togliendolo poi dopo alcuni minuti. In passato, di solito togliendo questo cotone vi era del sangue e per Franca era normale che le venisse un piccolo ematoma blu.
Stranamente questa volta per entrambi, il cotone aveva appena una piccolissima macchia di sangue e per Franca niente ematoma.
Questo fatto ci ha confermato che la vitamina K2 in noi, NON CARENTI, stà facendo il suo lavoro di anti-emorragico e ne abbiamo avuto soddisfazione.

Questo post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm

Dell'articolo riporto due punti che ritengo importante sottolineare:
Il primo perchè parla della LISINA, un altro importantissimo "ALIMENTO ESSENZIALE" per la OSTEOPOROSI, la quale LISINA, insieme all'ACIDO ASCORBICO sono i principali "ALIMENTI ESSENZIALI", che insieme ad altri minori AUTOPRODUCONO il necessario tipo di COLLAGENE che unisce il CALCIO formandone la solidità necessaria.
"Nelle donne con pregresso cancro al seno in cura con anti estrogeni o inibitori dell’aromatasi il rischio osteoporotico è molto elevato. Ovviamente vanno evitate sostanze anche solo correlate con gli estrogeni (Boro ). La vit K ha un doppio ruolo in queste pazienti."
Al riguardo la pagina recita:
""Con l'avanzare degli anni, i tessuti dei muscoli si degradano perché la quantità di collagene inizia ad essere inadeguata.
La pelle diminuisce notevolmente la quantità di collagene che potrebbe generare e le conseguenze si possono constatare con il mostrarsi delle prime grinzosità ed abbandonando la lucentezza caratteristica della giovinezza.
Spesso si producono segni, raggrinzamenti, striature e voglie scure.
La cute si secca ed i capelli si stressano e perdono la loro “vivacità”.
Il corpo umano pratica la maggior parte dell’attività termica sul collagene durante le ore notturne mentre dormiamo e per fare questo gli serve l’energia che, se non può essere ottenuta dai carboidrati o dagli zuccheri, viene attinta dai grassi.
E’ durante la fase REM del sonno che il corpo trasforma le sostanze nutrizionali in nuovi tessuti.
Per compiere questa funzione gli necessita una rilevante disponibilità di energia.
La conversione del collagene ha il compito di riparare tessuti epidermici, tendini, cartilagine ed organi vitali e di rafforzare il comparto muscolare ed osseo."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... anagen.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nebase.htm

Il secondo perchè informa della importanza della vitamina K2 contro la malattia Alzheimer:
"AZIONE ANTI AGING
E’ noto che l’incidenza di morbo di Alzheimer aumenta con l’età ed è maggiore nel genotipo con apolipoproteina E4. Un deficit relativo di vitamina K, che influenza le funzioni extraepatiche (coagulazione) della vitamina stessa, si verifica comunemente sia nell’invecchiamento maschile che in quello femminile. Le concentrazioni ematiche di vitamina K sono più basse nei soggetti con genotipo APOE4. Sono numerose le evidenze secondo le quali la vitamina K ha importanti funzioni a livello cerebrale inclusa la regolazione dell’attività sulfotransferasica e dei fattori di crescita correlati ai recettori fosfochinasici cellulari. L’ipotesi è che il deficit di vitamina K possa contribuire alla patogenesi del morbo di Alzheimer e che la sua supplementazione possa prevenire o ridurre il danno neuronale correlato a questa malattia o a fattori vascolari. La vitamina K2 si è dimostrata utile nella prevenzione del danno cerebrale da ictus e per antagonizzare l’invecchiamento"
Purtroppo però l'articolo, confermando che questa malattia Alzheimer, ritenuta DEGENERATIVA, peggiora per il resto della vita, ma non tiene conto che è probabile che la causa di questa come di TUTTE le malattie DEGENERATIVE, sia il DENTIFRICIO con il suo FLUORURO DI SODIO, usato come VELENO per i topi e gli scarafaggi, il quale agisce proprio sul cervello e sulle ossa.
Dato che ogni essere vivente si AUTOGUARISCE ed il copro unamo non è da meno, vuol dire che se non lo fà, vuol dire che la causa di questo peggioramento è COSTANTE NEL TEMPO.
Ma allora non è lavandosi i denti ogni giorno per almeno tre vole dando involontariamente questo VELENO DEI TOPI, FLUORURO DI SODIO che annulla l'AUTOGUARIGIONE del corpo che vorrebbe AUTGUARIRSI come è naturale che sia?

L'articolo riporta:
"Sanihelp.it - Mai più senza K2, consiglia Assolatte, perché è questa la vitamina-chiave per combattere gli effetti ell’invecchiamento: dalla pelle rilassata ai problemi cardiaci, dalle rughe alla carie dentaria, alle vene varicose. Inoltre, se i livelli sono troppo bassi le ossa faticano a mantenere un’adeguata mineralizzazione e cresce il rischio di fragilità ossea e osteoporosi.
È ampio, infatti, lo spettro d’azione della più giovane delle vitamine – perché scoperta molto tempo dopo le altre vitamine ­– e, ricerca dopo ricerca, si continuano a individuare nuovi benefici. Al punto da farla inserire tra i nutrienti indispensabili e da procacciarsi ogni giorno, scegliendo gli alimenti che la contengono naturalmente, come latte, yogurt, burro, formaggi freschi morbidi e fermentati, come Gorgonzola, Taleggio e Brie.
ed ancora:
"Per assumere i 25-50 microgrammi di vitamina K2 consigliati ogni giorno dai nutrizionisti, bastano 80 g di formaggio fermentato. Invece consumando le tre porzioni giornaliere di latte e yogurt consigliate dai Larn (pari a due bicchieri di latte e un di yogurt) si arriva già a coprire il 15% della rda consigliata. Se nel corso della giornata si consumano anche uova, carne o cereali si aumenta l’intake. Quella assunta tramite il consumo di alimenti lattiero-caseari (ossia il menachinone) viene lavorata dai batteri presenti nell’intestino, che la trasformano in una forma bioattiva.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inezza.htm
L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Avere dei valori normali, probabilmente si potrebbe evitare la morte di infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.
Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."
Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:
"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."
Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm
Un nuovo studio suggerisce che la mancanza di matrice attiva Gla-proteica (MGP) è associata a calcificazione vascolare, rigidità vascolare e arteriosa.
L' attivazione del MGP dipende dalla vitamina K, per cui questi risultati possono quindi sottolineare l'importanza di un adeguato apporto di vitamina K per la salute cardiovascolare.
Hogne Vik, il medico che ha condotto lo studio ha detto che: "Il meccanismo di MGP che inibisce la calcificazione delle arterie è stato chiaramente comprovato nel cellule animali e umane".
"In effetti, una quantità adeguata di vitamina K è necessaria per attivare l' MGP ed è ampiamente riconosciuto che la vitamina K2 come menachinone-7 (MK7) è la forma più biodisponibile e bioattiva di vitamina K come supplemento alimentare disponibile al giorno d' oggi.".
Nel primo studio, pubblicato sulla rivista scientifica "Nefron"(1), sono stati inclusi 83 pazienti con malattia renale cronica (CKD), con un'età media di 62,9 +/- 13,9 anni.
I ricercatori hanno misurato la calcificazione vascolare e la rigidità vascolare misurando anche le lesioni delle calcificazioni nell'aorta addominale, e attraverso la valutazione dell' indice vascolare chiamato cardio-ankle e la velocità delle pulsazioni.
I livelli plasmatici ematici di MGP inattivi sono stati misurati con il metodo ELISA.
I ricercatori hanno provato che i livelli inattivi di MGP nel plasma sono aumentati a seconda della gravità della malattia renale cronica, e sono stati positivamente associati con una maggiore calcificazione vascolare.
Essi hanno concluso che alti livelli di MGP inattivi (noti anche come dp-ucMGP), possono anche " essere utilizzati come marker di una precoce calcificazione vascolare nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica (IRC)"
Nel secondo studio, i due ricercatori hanno studiato i percorsi collegati alla rigidità arteriosa in un gruppo di 66 soggetti che avevano il diabete di tipo 2, con un'età media di 62 +/- 12 anni.
Scrivendo sul Journal of Hypertension, i ricercatori hanno utilizzato velocità delle pulsazioni per misurare la rigidità arteriosa attraverso a la tonometria arteriosa (Una tecnica per la misurazione della pressione sanguigna).
Essi hanno scoperto che i livelli di MGP inattivi circolanti era indipendentemente associata con velocità della pulsazione nei pazienti diabetici.
"Questo suggerisce che se la vitamina K2 è carente, la mancata attivazione del MGP può portare a calcificazioni importanti delle arterie e potrebbe essere corretta con la supplementazione di vitamina K2 nei pazienti con diabete", hanno concluso i ricercatori.
Questi studi confermano ancora una volta che la regolare supplementazione di vitamina K2 è essenziale per la salute cardiovascolare.
"Questi nuovi studi clinici hanno documentato correlazioni tra la calcificazione delle arterie e elevate quantità MGP inattivi, sia nei pazienti diabetici che nei pazienti con insufficienza renale cronica", spiega il Dott. Vik.
"La buona notizia è che la vitamina K2/MK-7 (come la Primal K2 1000) ha dimostrato di ridurre i livelli di matrice attiva Gla-proteica (MGP) e che la K2 ha dimostrato di ridurre la rigidità arteriosa in soggetti sani e in pazienti con malattie renali."
Bibliografia:
?
1. Thamratnopkoon S et al., “Correlations of plasma desphosphorylated uncarboxylated matrix Gla protein with vascular calcification and vascular stiffness in chronic kidney disease,” Nephron. Published online December 13, 2016.
2. Sardana M et al., “Inactive matrix Gla-protein and arterial stiffness in type 2 diabetes mellitus,” American Journal of Hypertension. Published online December 7, 2016.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zionia.htm

Aterosclerosi e arteriosclerosi devastano con l’ età le nostre arterie a causa di delle infiltrazioni di calcio, contribuendo alle malattie degenerative.
Recenti studi dimostrano che una carenza di una vitamina semisconosciuta, la K, permette una minor calcificazione vascolare di quanto inizialmente pensato.

Quali sono le forme di questa vitamina K più efficaci, perchè è importante la carne allevata al pascolo e perchè anche l’ osteoporosi può essere contrastata con questa vitamina.

(Seconda parte)

Di Claudio Tozzi (autore della Geo Paleo Diet)

?Nella Prima Parte di questo articolo ?mi ero occupato di illustrare le peculiarità della vitamina K nell’ ambito della salute in generale e nell’ atero/arteriosclerosi in particolare.In questa seconda parte approfondisco la questione tecnica, legata al rapporto tra calcio e vitamina K, in particolare la K2.
Gli inibitori del calcio necessitano di vitamina K

La Matrice Gla-proteina è una proteina vitamina K-dipendente e deve essere carbossilata per funzionare correttamente.

Si, ma cosa diavolo è la Matrice Gla-proteina e che vuol dire carbolissilata?!

Le prime forme di vita provenivano da oceani ricchi di calcio, e per questo gli organismi primitivi hanno sviluppato meccanismi per evitare la cristallizzazione di calcio diffusa nei tessuti molli viventi. (77)

Un importante meccanismo calcio-bloccante è attraverso l’attivazione di una proteina chiamata matrice gamma-carbossiglutammica acida, più comunemente nota come matrice Gla-proteina o matrice Gla. (78)

La chiave di come funzioni la Matrice Gla-proteina si trova nel suo gruppo “carbossilico”, cioè per funzionare correttamente Matrix Gla deve essere carbossilata. (74)Nelle seguenti illustrazioni c’è la spiegazione tecnica del meccanismo biochimico, ma comunque basti sapere che la vitamina K, essenzialmente, attiva un processo che impedisce le infiltrazioni di calcio e quindi impedisce l’ aterosclerosi, cioè la calcificazione delle arterie.
La vitamina K è un cofattore per l’enzima carbossilasi ?-glutammato (GGCX). Insieme, essi sono necessari per le modificazioni post-traduzionali delle proteine (carbossilazione). La carbossilazione delle proteine è ottenuta convertendo residui di acido glutammico nella struttura proteica in residui di acido (Gla) g-carbossiglutammico (Figura sopra). Questi residui Gla esprimono una forte affinità di legame con il calcio. Questa modifica permette alle proteine di svolgere la loro funzione desiderata.

?In presenza di vitamina K2, la Matrix Gla-proteina diventa quindi “carbossilata”, che significa che è stata trasformata in “on”, cioè accesa, per respingere l’infiltrazione di calcio. (74)

Un’ insufficiente quantità di vitamina K2 alla matrice Gla non può essere quindi adeguatamente carbossilata e quindi significa che non è in grado di inibire l’infiltrazione di calcio nei tessuti molli.

Questo vuol dire che per mantenere la nostra matrice Gla, cioè il nostro fondamentale inibitore di calcio naturale continuamente carbossilato (cioè “acceso” e attivo), abbiamo bisogno di un rifornimento costante di vitamina K2.
Figura 3: A sinistra: in presenza di un alto livello di vitamina K la matrice Gla proteina può essere attivata e quindi il calcio di deposita normalmente nelle ossa. A destra: quando la vitamina K è scarsa la matrice Gla proteine non può essere “accesa” e quindi il calcio si infiltra nelle arterie e nei tessuti molli, provocando aterosclerosi.
?Per questo è opportuna la somministrazione giornaliera di opportune forme di vitamina K.

E’ infatti evidente e comprovato che bassi livelli di vitamina K conducono ad una Matrice Gla-proteina inattiva e non carbossilata, che permette al calcio di accumularsi nei tessuti molli.(67-69).

La mancata ottimizzazione della carbossilazione della Matrice Gla-proteina è inoltre un fattore di rischio (oltre che per l’ aterosclerosi) anche per l’ infarto coronarico e le malattie renali. (70-74)

Già nel 2008 uno studio che esaminava l’impatto della calcificazione cardiovascolare aveva il titolo che dicevano praticamente tutto:

“Matrice Gla-proteina: un inibitore della calcificazione che necessita di vitamina K “.(75-76).

Le linee della Matrice Gla-proteina del nostro sistema vascolare e la sua funzione è regolata dalla quantità di vitamina K nel nostro sangue.

Come si vede bene nella figura 3, quando i livelli di vitamina K non sono ottimali, la Matrix Gla-proteina permette al calcio per infiltrarsi nei nostri tessuti molli in modo simile al calcio che si assorbe nell’ osso.

Quando si sente il termine “indurimento delle arterie”, questo può significare letteralmente che i vasi sanguigni, precedentemente flessibili, si stanno trasformando in rigidi (calcificati) strutture ossee.

Con livelli ottimali di vitamina K, la matrice Gla-proteina si attiva per proteggere il calcio da arterie, valvole cardiache, e altri tessuti molli.

Detto in modo diverso, le funzioni della vitamina K come un interruttore di controllo.

Quando la matrice Gla-proteina è “attivata” dalla vitamina K, blocca l’ entrata del calcio nei tessuti molli.

In assenza di adeguata di vitamina K, l’interruttore della Matrice Gla-proteina è “disattivata” e il calcio si infiltra rapidamente nei tessuti molli.
La K2-MK7 è la forma di Vitamina K più potente e ad azione più lunga nel tempo

?
?Cosa succede quando la vitamina K è cronicamente bassa?

Come ho già detto nella prima parte dell’ articolo, il Warfarin ( nome commerciale “Coumadin”) è un farmaco anticoagulante che funziona per antagonizzare gli effetti della vitamina K nel corpo. (79)

Gli scienziati erano da tempo consapevoli del fatto che i pazienti trattati con il warfarin accellerava la calcificazione delle arterie, ma fino a poco tempo fa, non c’era alternativa per proteggere i pazienti ad alto rischio di un evento trombotico (coagulazione arteriosa), come ad esempio un ictus ischemico.

Uno studio pubblicato nel 2015 ha valutato, con la mammografia, 451 donne per misurare la calcificazione delle arterie.

Dopo appena un mese o più di terapia farmacologica warfarin, la prevalenza di calcificazione delle arterie è aumentato di un sorprendente 50% rispetto a quella delle donne non trattate.

Queste donne sono stati ri-valutate di nuovo dopo cinque anni, la prevalenza di calcificazione delle arterie era aumentato di quasi 3 volte. (1)

Questo nuovo studio fornisce forte evidenza di una rapida calcificazione che si verifica in risposta alla riduzione della vitamina K causata dal warfarin, che è un farmaco antagonista della vitamina K.

Cosa succede quando la vitamina K è introdotta nei pazienti con deficit?

I pazienti con insufficienza renale sono tenuti in vita da un trattamento di filtrazione artificiale, chiamata dialisi, tre volte alla settimana.

Questa emodialisi ha sicuramente aggiunto innumerevoli anni alla vita umana, ma produce effetti collaterali devastanti nel lungo periodo.

Infatti oltre il 50% dei pazienti emodializzati hanno calcificazione vascolare, come abbiamo visto una delle principali cause di malattie cardiovascolari.

Le patologie al cuore all’ apparato vascolare rappresentano circa il 50% di tutti i decessi in questi pazienti. (80-82)

Molto interessante uno studio che è stato eseguito per valutare gli effetti di diverse dosi della forma MK-7 della vitamina K2 sui marcatori della calcificazione arteriosa compreso la carbossilazione (attivazione) della matrice Gla-proteine. (83)

L’ MK-7 (menaquinone-7) è una forma unica di vitamina K2 perché rimane attiva nell’ organismo per 24 ore e più a lungo. (84)

I pazienti in emodialisi, normalmente e senza nessuna supplementazioni di alcun genere, ha 4,5 volte più alto i livelli di matrice gla-proteina non-carbossilata (qundi non attiva) rispetto ad un gruppo di controllo di pazienti sani. (83)

I dializzati sono stati suddivisi in tre gruppi, cioè con tre diversi dosaggi giornalieri di Vitamina K2 – forma MK-7 e cioè 45 mcg, 135 mcg e 360 mcg, che sono poi stati somministrate per un periodo di sei settimane.

I risultati sono stati misurati in base sulla riduzione della matrice Gla-proteina non carbossilata e altri parametri di calcificazione sistemica.

Ricordo che quando matrice Gla è sotto-carbossilata, consente la calcificazione del suo tessuto circostante.

La supplementazione con la forma MK-7 della vitamina K2 ha ridotto la matrice Gla-proteina non carbossilata:

del 36,7% nel gruppo dosi mcg 135
del 61,1% nel gruppo dosi mcg 360
Nel gruppo trattato con 360 mcg al giorno di Vitamina K2/MK-7, il tasso di risposta favorevole è stato un notevole 93%. (83)


Quando la supplementazione di vitamina K2 fu cessata in questi pazienti dializzati, i livelli plasmatici di matrice Gla-proteina non-carbossilata sono aumentati in modo significativo, che indicavano questi individui ad alto rischio erano di nuovo vulnerabili a gravi calcificazioni vascolari.

PERCHE’ LA VITAMINA K2-MK7 E’ LA PIU’ EFFICACE DELLE TRE FORME DI VITAMINA K

Le tre forme di vitamina K più applicabili per la salute umana sono:

– Vitamina K1. La vitamina K1, noto anche come fillochinone, si trova nelle piante e alcuni di essi converte in vitamina K2 nel corpo. (85)

Questa forma è considerata la meno efficace perché dipende dalla conversione nella forma K2 più attiva, per conferire una protezione significativa contro la calcificazione, ma ci sono comunque alcuni studi pubblicati mostrano la riduzione del rischio di malattia in risposta all’ingestione di vitamina K1. (86-90)

– Vitamina K2 (MK-4). L’ MK-4 si trova nella carne, uova e latticini. (91)
?
E’ la forma più studiata di vitamina K per preservare la salute delle ossa ed è rapidamente assorbita e metabolizzata rapidamente dall’ organismo.(92-96).

– Vitamina K2 (MK-7). L’ MK-7 si trova nei semi di soia fermentati e formaggi fermentati. (97-98).

?Ciò che rende questa forma così speciale è che rimane attiva nel corpo per più di 24 ore. (84). Questo è fondamentale quando la protezione contro la calcificazione da matrice Gla-proteina che si inattiva rapidamente in assenza della vitamina K2. (99).

Figura 4: La vitamina K2-MK7 rimane molto a lungo (anche per giorni) nel sangue rispetto alla K1.

?
Quindi è evidente che per un giusto apporto di vitamina K2 bisogna assumere carne ed uova e assumere giornalmente anche un supplemento di MK-7.

Ovviamente qualcuno (i soliti e tristi noti…) potrebbe obiettare che nel paleolitico nessuno prendeva integratori di vitamina K2…

Infatti era cosi, ma i nostri antenati non avevano bisogno perchè la K2 si trovava in quantità più che sufficienti nella carne grass fed, cioè allevata ad erba, come allora era (ovviamente) tutta la selvaggina del mondo.

Al giorno d’ oggi il 95% delle carni che consumiamo sono grain-fed, cioè allevate a cereali, quindi è necessaria l’integrazione per via orale.

Questa situazione assurda per la nostra salute si è verificata a partire dagli anni ’40 del ‘900, quando i contadini si resero conto che il bestiame poteva essere a buon mercato se alimentato con una dieta a cereali arricchiti con vitamine sintetiche A e D, e che quindi i bovini potevano sopravvivere senza dover mai vedere la luce del sole.

Da allora questi poveri animali sono allevati ordinatamente in imponenti edifici commerciali chiusi, incrementando cosi la produzione e il fatturato.

Il problema è che la vitamina K2 è sintetizzata dalla clorofilla ingerita da mucche, polli o maiali quando pascolano nell’ erba, il che significa che devono essere al sole per farlo!

Quando gli animali sono stati lasciati confinati in spazi bui, senza movimento, nutriti da miscele di cereali, è finita per sempre la possibilità di fornire preziosa vitamina K2 a questa carne e quindi conseguentemente a noi.

Senza contare le sofferenze inutili che devono subire queste povere bestie, che invece potrebbero vivere felicemente all’ aperto e nel contempo darci carne di altissima qualità ricca anche del triplo di omega 3 di quella normale.

E per fortuna che l’ homo sapiens, cioè noi, ci definiamo esseri intelligenti…

Anche perchè per ingerire appena 45 mcg di vitamina K2 bisogna consumare 4 Kg di carne allevata a cereali.

In Italia le linee guida del ministero della salute consigliano un apporto di 70 mcg di vitamina K al giorno (105 mcg al massimo negli integratori alimentari), mentre il governo federale americano consiglia che gli adulti dai 90 ai 120 mcg al giorno di vitamina K. (100-102)

Queste dosi sono sicuramente sufficienti per permettere una corretta coagulazione del sangue, ma alla luce di tutti i dati che la ricerca scientifica che ho prodotto sopra, è chiaro che questi dosaggi in realtà scendono al di sotto livelli necessari per la protezione contro la calcificazione vascolare. (99,103-106)


Importanza di un adeguato apporto di calcio

Il calcio serve numerosi processi di sostegno vitale, il più importante dei quali è quello di mantenere l’equilibrio elettrolitico necessario per i corretti battiti cardiaci ritmici. (107)

Se si dovesse esaurire il loro flusso sanguigno di calcio, potrebbero morire da un attacco di cuore causato da un disturbo aritmica acuta.

In un corpo sano, il 99% di tutto il calcio è immagazzinato nelle ossa dove fornisce supporto strutturale.(108)

La quantità di calcio che è consentito nel sangue è strettamente controllato dalle ghiandole paratiroidi. (109)

Nelle ossa, la vitamina K2 attiva le proteine ??che legano il calcio (110) e le popolazioni con elevata assunzione di questa hanno tassi più bassi di osteoporosi. (111-114)

L’ organismo umano ha bisogno circa 1.200 mg al giorno di calcio dalla dieta per mantenere la densità ossea.

?La maggior parte delle persone possono contare sulla loro dieta per l’equilibrio dei loro bisogni di calcio (115), anche (e sopratutto) senza latticini e completando con dosi giornaliere moderate di supplementazione di calcio, non sarà così accelerata la calcificazione delle arterie.(116-117).

Un motivo è che i livelli ematici di calcio sono strettamente regolati nell’ organismo e il calcio in più ingerito sarà conservati nelle proprie ossa.

I formaggi non servono: del resto nelle popolazioni che hanno un alto tasso di fratture all’ anca (138) c’è anche correlato un elevato apporto di derivati dal latte e anzi, al contrario, nelle nazioni dove i latticini non vengono consumati l’ incidenza dell’ osteoporosi è molto bassa.

Il tuo sangue ha la massima priorità quando si tratta di ottenere il calcio di cui ha bisogno, il che significa che se si intenzionalmente ci si priva di calcio dal cibo, le ghiandole paratiroidi dovranno rubare calcio dalle ossa per mantenere un livello ematico di calcio costante al fine di garantire l’equilibrio elettrolitico. (118)

La vitamina K è un nutriente della calcio-regolazione.

Se correttamente integrato, la vitamina K2 attiva la matrice Gla-proteine ??nei tessuti molli per mantenere il calcio fuori. Il rovescio della medaglia, la vitamina K2 attiva proteine ??leganti calcio nelle ossa per mantenere la densità scheletrica.

In mancanza di vitamina K, strutture ossee formano nei tessuti molli.

I patologi sono stati i primi ad essere stati perplessi nel trovare le arterie, che avrebbero dovuto essere morbidi e flessibili, e invece si erano letteralmente trasformate in pietra.

Nel 1863, Rudolf Virchow, conosciuto come il “padre della patologia”, ha descritto i cambiamenti vascolari ha osservato come “l’ossificazione, non solo la calcificazione, si verifica con lo stesso meccanismo con cui un osteofiti si forma sulla superficie dell’osso.”(119)

Queste osservazioni hanno confermato dai risultati moderni dimostrano chiaramente il potere della vitamina K (o della sua mancanza), per controllare il mantenimento di una forte densità ossea e dei tessuti molli flessibili, oppure sviluppare un’ osteoporosi con calcificazione vascolare.

(Seconda parte di tre dell’ articolo: vai alla terza ed ultima parte QUI)
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioni2.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » gio dic 17, 2020 11:17 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioni3.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Questo terzo articolo dedicato alla complessità della vitamina K2 recita:
"La calcificazione può essere invertita?
La maggior parte degli adulti probabilmente soffrono un certo grado di calcificazione, anche perchè l’assunzione di vitamina K nelle società occidentali è sempre a livelli molto bassi epidemici, che la continua diffusione del vegetariani/vegani, paradossalmente, può solo peggiorare.Alcune persone sono fortemente calcificate a causa di patologie che richiedono dialisi o il warfarin (Coumadin), o abbiamo permesso livelli ematici di omocisteina, LDL, o glucosio di rimanere troppo alti per troppo tempo.
La calcificazione sistemica
I tessuti cardiovascolari sono particolarmente soggetti a infiltrazioni di calcio.
Il processo di calcificazione, tuttavia, è anche comunemente osservata nella pelle, rene, tendini, ghiandole e altri tessuti molli a causa delle malattie e / o invecchiamento. (124-132).
Quindi la domanda nasce spontanea: c’è qualcosa che possiamo fare ora per invertire l’accumulo di calcio nelle nostre arterie, valvole cardiache, ghiandole e altri tessuti molli?
Secondo un gruppo di studio italiano, che ha pubblicato le sue conclusioni su “European Review for Medical and Pharmacological Sciences” nel 2013 sembra proprio di si.
Infatti il Prof. Flore e i colleghi dell’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma hanno scritto:
“La vitamina K2 ha dimostrato di essere coinvolta nell’ inibizione di focolai vascolari della calcificazione, in particolare attraverso la carbossilazione delle proteine ??che regolano la deposizione di calcio nelle placche aterosclerotiche.
L'articolo in oggetto fà parte di 3 (tre) articoli che citano molti studi dedicati alla vitamina K2, un "ALIMENTO ESSENZIALE" che ad esserne CARENTI è causa di molti problemi, sopratutto all'apparato circolatorio. L'articolo ne cita alcuni, tra i quali le calcificazioni.
Per chi ingoia la vitamina D3 COLECALCIFEROLO, è bene visionare questo video molto esplicativo:fs
La vitamina K2 è per i denti e per la pelle e rende giovane il corpo.
A questa aggiungo un video molto importante di un sito medico:
https://www.facebook.com/StudioMedicoOr ... 983330545/
Per la vitamina K2 e la sua essenzialità
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... K2base.htm
Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
La pagina riporta:
"Riguardo alla vitamina K2 la pagina in oggetto scrive:
"Le prime forme di vita provenivano da oceani ricchi di calcio, e per questo gli organismi primitivi hanno sviluppato meccanismi per evitare la cristallizzazione di calcio diffusa nei tessuti molli viventi. (77)

Un importante meccanismo calcio-bloccante è attraverso l’attivazione di una proteina chiamata matrice gamma-carbossiglutammica acida, più comunemente nota come matrice Gla-proteina o matrice Gla. (78)

La chiave di come funzioni la Matrice Gla-proteina si trova nel suo gruppo “carbossilico”, cioè per funzionare correttamente Matrix Gla deve essere carbossilata. (74)Nelle seguenti illustrazioni c’è la spiegazione tecnica del meccanismo biochimico, ma comunque basti sapere che la vitamina K, essenzialmente, attiva un processo che impedisce le infiltrazioni di calcio e quindi impedisce l’ aterosclerosi, cioè la calcificazione delle arterie.
La vitamina K è un cofattore per l’enzima carbossilasi ?-glutammato (GGCX). Insieme, essi sono necessari per le modificazioni post-traduzionali delle proteine (carbossilazione). La carbossilazione delle proteine è ottenuta convertendo residui di acido glutammico nella struttura proteica in residui di acido (Gla) g-carbossiglutammico (Figura sopra). Questi residui Gla esprimono una forte affinità di legame con
il calcio. Questa modifica permette alle proteine di svolgere la loro funzione desiderata.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioni2.htm
La vitamina K è una vitamina importante per la salute dall'apparato circolatorio, un nuovo studio suggerisce che la mancanza di matrice attiva Gla-proteica (MGP) è associata a calcificazione vascolare, rigidità vascolare e arteriosa.
La pagina in oggetto recita:
"I ricercatori hanno misurato la calcificazione vascolare e la rigidità vascolare misurando anche le lesioni delle calcificazioni nell'aorta addominale, e attraverso la valutazione dell' indice vascolare chiamato cardio-ankle e la velocità delle pulsazioni."
Evidenzio prima di tutto la differenza tra le vitamine K
L'articolo in fondo pagina riporta:
"I tre tipi di vitamina K sono:
La vitamina K1, o il fililoquinone, si trova naturalmente in piante, in particolare nelle verdure; K1 va direttamente al tuo fegato e ti aiuta a mantenere la coagulazione sana del sangue
La vitamina K2, chiamata anche menaquinone, è fatta dai batteri che allineano il tratto gastrointestinale; K2 va dritto alle pareti dei vasi sanguigni, alle ossa e ai tessuti diversi dal fegato
La vitamina K3, o menadione, è una forma sintetica che non consiglio; È importante notare che tossicità è avvenuta nei neonati iniettati con questa vitamina K3 sintetica
Esso svolge anche un ruolo nella rimozione del calcio da aree in cui non dovrebbe essere, come nelle arterie e nei tessuti molli."
Da "La vitamina che ti farà vivere 100 anni. Il miracolo della vitamina K2" di Kate Rhéaume-Bleue (2017)
Weston Price (un dentista americano) nei primi decenni del '900 studiò la dentatura e la morfologia della mandibola dei popoli primitivi e la mise in relazione con l'alimentazione.Nel praticare la sua professione di odontoiatra, si accorse che nelle nuove generazioni le affezioni dentali erano più frequenti di quelle che lui aveva riscontrato nella generazione precedente e che addirittura alcuni disturbi erano del tutto nuovi. Oltre ad avere più carie, molti bambini avevano arcate piccole e conseguentemente denti storti. Ragionando sulle possibili cause, il sospetto cadde sull’alimentazione. Egli notò che le condizioni dei denti riflettevano la salute generale del soggetto. Si fece strada nella sua mente che forse la moderna alimentazione era povera di qualche fattore. Ai suoi tempi, esistevano già eccellenti testimonianze di antropologi sulle perfette dentature della gente appartenente a culture non ancora “intaccate” dalla civiltà. Fu allora, che decise di partire alla ricerca delle ultime popolazioni “primitive” del Pianeta o di quelle comunità che ancora si attenevano ad un’alimentazione tradizionale. Egli voleva valutarne lo stato di salute, soprattutto da un punto di vista odontoiatrico. È così che fece più volte il giro del mondo, visitando gli angoli più remoti del pianeta (isole del Pacifico, Alaska, Africa e gli ultimi “paleolitici” dell’Australia). Poté constatare e documentare con eloquenti fotografie che dove questi popoli erano rimasti fedeli alla loro dieta tradizionale, le carie e i denti storti erano praticamente inesistenti; la mandibola era ben sviluppata e le tre parti della faccia ben proporzionate. Studiando invece gli indigeni che avevano iniziato a consumare gli alimenti raffinati e ricchi di zuccheri dei coloni occidentali, egli accertò un notevole aumento del decadimento dentale. Oltre ad un aumento delle carie, i giovani avevano, con sorprendente frequenza, un viso che tendeva ad essere triangolare e questo comportava arcate dentali più strette, poco spazio per i denti che quindi crescevano storti. Questo aspetto del viso strideva, se paragonato ai visi più ovali e alle mandibole più possenti e squadrate degli indigeni che seguivano ancora la dieta tradizionale. Inoltre, gli indigeni che avevano abbandonato i loro alimenti nativi, erano molto meno resistenti alle malattie.
Price riuscì a comprendere che responsabile dell’inevitabile declino fisico non era la presenza di qualche «fattore dannoso»; piuttosto, era «l’assenza di alcuni fattori essenziali». Per dimostrare questa teoria fece analisi chimiche su migliaia di campioni di cibi tradizionali per stabilirne il contenuto nutrizionale, e confrontò i dati con i campioni della dieta americana dei suoi tempi. Scoprì che le diete delle persone sane appartenenti alle culture tradizionali contenevano almeno quattro volte i minerali e le vitamine idrosolubili e almeno dieci volte più vitamine liposolubili rispetto alla media della dieta industrializzata. Price capì che le vitamine liposolubili avevano il ruolo di «catalizzatori» e «attivatori», poiché l’organismo ne ha bisogno per poter utilizzare tutti gli altri nutrienti ricavati dall’alimentazione. In particolare un nutriente, che definì semplicemente «Attivatore X», era diverso dalle altre vitamine liposolubili conosciute, e aveva chiaramente profondi effetti sulla salute dei denti e delle ossa. Price scoprì quella sostanza nelle uova di pesce, nei tuorli d’uovo e nella carne, ma soprattutto nel grasso butirrico delle mucche che mangiavano erba verde che cresceva rapidamente. Fu da quest’ultima fonte che Price creò un olio ricco di attivatore X, col quale formulò un protocollo nutrizionale per la cura delle carie.
Dopo qualche anno due scienziati scoprirono che "l'attivatore X" era la vitamina K (e presero il Nobel).
Noi ormai abbiamo perso talmente memoria di tutto questo, che la dentatura storta è accettata come "normale" nei bambini e la carie attribuita alla scarsa igiene.
Gli esseri umani possono sviluppare una carenza di vitamina K2 in soli sette giorni di dieta con poca vitamina K; e questo è uno dei motivi fondamentali per cui livelli insufficienti di vitamina K2 sono tanto comuni. L’altro motivo principale della grande diffusione di carenza di vitamina K2 è che assumerla dalla nostra dieta è diventato estremamente difficile con i cibi moderni. Quali erano questi «cibi del commercio moderno», come li definì Price, che sembravano avere un effetto tanto nocivo su chi li mangiava? Cibo che poteva essere trasportato per lunghe distanze senza rovinarsi: farina bianca, zucchero bianco, riso bianco, grassi vegetali, prodotti in scatola e altri cibi lavorati, raffinati e privati di qualsiasi sostanza vitale. In altre parole: gli elementi che costituiscono il fondamento della nostra dieta industrializzata.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ak2mk7.htm
Galleria fotografica
Navigazione per la galleria fotografica
2 di 14

Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
La vitamina K2, scoperta negli anni '30 dal biochimico Henrick Dam, sta attirando sempre più l'attenzione del mondo scientifico per via delle sue evidenti proprietà benefiche legate alla presenza di calcio nel nostro corpo. La K2 vitamin mette in azione una proteina nota come osteocalcina, che spazza via il calcio dai tessuti in cui potrebbe risultare dannoso (vene, arterie) spostandolo nelle ossa e nei denti. Un recente libro della dottoressa naturopata Kate Rhéaume-Bleue mette in evidenza le cause e gli effetti della vitamina K2, sostenendo che una corretta e costante assunzione, attraverso gli alimenti che ne offrono un maggiore apporto, non solo aiuta a contrastare la carenza di calcio ma contribuisce a migliorare la salute, contrastando patologie molto comuni. Tra gli indizi di una possibile carenza di vitamina K2 vi sono problemi renali, carie, osteoporosi e la formazione di rughe.
Scorri la gallery per scoprire i 4 buoni motivi per cui assumerla e dove trovarla
di Sara Rezk
16 giugno 2017
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... eicibi.htm
Quasi tutti apprezziamo l'importanza della vitamina D, così come molti medici.
Tuttavia, esiste un'altra vitamina che è praticamente equivalente in termini di benefici per la salute che è ancora sottovalutata ed è la vitamina K.
Si sa molto poco su questa vitamina che non ha una adeguata attenzione dei media.
Il Dr. Leon Schurgers, uno scienziato senior che ha svolto il suo lavoro di dottorato sulla vitamina K e che ha iniziato la sua ricerca sulla vitamina K circa 20 anni fa presso l'Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ed è attualmente uno dei principali ricercatori del mondo su questa vitamina ci spiega che la vitamina K può essere classificata come K1 o K2:
Vitamina K1: si trova negli ortaggi a foglia verde, va direttamente al fegato e aiuta a mantenere il sistema di coagulazione del sangue ottimale. La vitamina K1 aiuta anche a mantenere i propri vasi sanguigni liberi dalla calcificazione, e aiuta le ossa trattenere il calcio e sviluppare la corretta struttura cristallina.
Vitamina K2: sono i batteri che producono questo tipo di vitamina K si trova in elevate quantità nell'intestino ma, purtroppo, non viene assorbita e viene espulsa con le feci. La vit. K2 va direttamente sulle pareti dei vasi sanguigni, nelle ossa e nei vari tessuti diversi dal fegato. E' presente negli alimenti fermentati, in particolare nei formaggi e nel natto (cibo giapponese, che ne è di gran lunga la fonte più ricca).
Le funzioni di coagulazione del sangue della vitamina K
La vitamina K è ben nota per essere cruciale per una corretta coagulazione del sangue. Il dottor Schurgers chiarisce questo meccanismo sostenendo che ambedue - sia la vitamina K1 che la K2 - attivano alcuni fattori di coagulazione.
In particolare quattro fattori di coagulazione (fattore 2, 7, 9, e 10) che, nella coagulazione, vengono attivati in cascata dalle vitamine K1 e K2. Secondo il dottor Schurgers, non vi è il rischio di provocare una eccessiva coagulazione anche se si assume troppa vitamina K. In altre parole, i fattori di coagulazione non diventeranno iperattivi pur assummendo elevate quantità di vitamina K1 o K2. Dunque non ci sono rischi se non quando venga assuto contemporaneamente un farmaco anticoagulante per via orale.
Gli anziani con fibrillazione atriale (FA) o trombosi venosa sono spesso trattati con anticoagulanti orali, antagonisti della vitamina K, nel senso che bloccano il riciclo della vitamina, non solo la K1, ma anche la K2. In questo caso, occorre essere prudenti.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azione.htm

E' quindi altrettanto comprensibile che è in questo inizio che viene scritto a quelle dette LETTERE DI FUOCO il loro DNA, che sarà per TUTTA la loro vita.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sasono.htm

L'Homo Sapiens, che ritengo la specie più perfetta il suo portamento è eretto, che da questo ne trae sicuramente un maggiore beneficio rispetto alle altre specie animali.
Ora, sappiamo che per gestire al meglio la complessità della sua macchina, >Madre >Natura e la EVOLUZIONE hanno provveduto a fargli avere il cervello più grande delle altre specie animali.
Purtroppo questo cervello è anche il più stupido. Lo dimostra chiaramente e senza ombra di dubbio che basta un elettrodomestico, una TV a confondere e DISINFORMARE questo cervello.
Ora noi sappiamo che ogni macchina meccanica complessa, per lavorare e procedere nelle sue fasi successive, deve avere un nastro trasportatore, oppure un pistone ad aria od elettrico che provveda a questo continuo procedere.
Mentre per la macchina vivente questo non è possibile:
Al riguardo la pagina recita:
"pagina 62
La vita, ogni forma di vita, è nata nel mare tanti milioni di anni fa. Il DNA di esseri viventi per conservarsi e moltiplicarsi ha deciso, nel salgemma marino cristallizzato, di costruire una macchina basata su un unico programma di fondo, "il mantenimento dei sani livelli di MAGNESIO nei vari androni della cellula".
Il nostro corpo è quella macchina
Abbiamo sempre bisogno, sopratutto nelle strutture di basi cellulari, di attingere al sale più prezioso di cui è prodigo l'oceano. Il nostro cordone ombellicare con l'oceano è solo apparentemente spezzato.
La salinità dell'interno della cellula dipende dal MAGNESIO, non solo perchè esso è guardiano dei canali ionici della cellula, ma anche perchè il passaggio diretto attraverso la pareti (che riguarda l'acqua ed in maniera notevolmente più ridotta altre sostanze) dipende dal contenuto di MAGNESIO della cellula, cioè da quell'esercito di "soldati semplici" che nella descrizione precedente poteva sembrare avere un ruolo marginale. E invece l'organismo umano è tutto un gioco di micro-processi osmotici ed è per questo che la supplementazione di CLORURO DI MAGNESIO in un organismo carente, spesso si traduce in un sostanziale ringiovanimento.
L'acquisizione di acqua e la ritenzione al livello giusto nella cellula è una questione di presenza di forze osmotiche, cioè di MAGNESIO. Il CLORURO DI MAGNESIO ha un rapporto particolare con l'acqua, tanto è vero che, potete vederlo con i vostri occhi, attirerà acqua dall'aria in breve tempo. Cambiando la situazione osmotica di una cellula, gli scienziati sono riusciti ad ottenere un afflusso corretto di acqua al suo interno e dunque un flusso rigenerativo in cellule precedentemente invecchiate. Alterazioni della situazione osmotica si verificano man mano che un organismo subisce un impoverimento di MAGNESIO."
Ma anche la macchina vivente animale procede in fasi susseguenti l'una all'altra. Per farlo però, dato che non è previsto alcun aggeggio estraneo a questa macchina, ecco che allora per l'essere vivente >Madre >Natura si è affidata al MOVIMENTO rendendolo l'artefice della vita animale.
Alcune specie usufruiscono della posizione eretta solo in alcune occasioni della loro vita. mentre l'Homo Sapiens passa la sua vita in questa posizione, come detto sopra.
Sono certo che è stata la EVOLUZIONE a provvedere giorno dopo giorno, offrendo quindi a questa specie un beneficio ancora maggiore rispetto alle altre specie.
Ora cerchiamo di capire l'entità di questo beneficio tanto importante.
E' comprensibile che il primo fattore è l'ALIMENTAZIONE, senza la quale non può esistere la vita, e questo è per ogni individuo di qualsiasi specie vivente.
Guardando l'Homo Sapiens rileviamo che la bocca, dove ha inizio il ciclo della ALIMENTAZIONE è il punto più alto.
Che importanza può avere questo fatto?
Grazie a questo è quindi comprensibile che il CIBO NATURALE, il prodotto più importante della sua vita, e che deve essere ingoiato per tutta la durata di questa, introdotto in questa apertura, dopo le fasi di masticazione, per CADUTA attraverso il canale previsto, viene portato allo stomaco.
In questo organo avviene quindi la digestione.
Come possiamo rilevare, il tutto avviene grazie alla posizione eretta ed alla legge di gravità che sostituiscono gli aggeggi nominati per le macchine meccaniche complesse.
Però dopo lo stomaco, questo CIBO viene immesso negli intestini, che però non possono usufruire di questa gravità per procedere nel logico avanzamento verso la fine del suo percorso in quanto disposti orizzontalmente rispetto all'asse verticale normale..
Ed ecco che in questa fase, per procedere senza intoppi, la EVOLUZIONE ha previsto che subentrasse il MOVIMENTO.
Ed è questo MOVIMENTO che provvede a che tutte le specie animali, senza l'aggiunta di aggeggi alternativi, favorisce a che avvengano tutte quelle fasi necessarie al completamento di ogni indispensabile ciclo per il sostentamento.
Ecco che allora la mancanza di MOVIMENTO nella giornata, mancando il procedere naturale previsto del CIBO, questo CIBO non può essere sfruttato come previsto, causando danni al corpo dell'individuo.
Infatti i consigli degli esperti, sono di fare una passeggiata veloce di almeno mezz'ora dopo ogni pasto
Questo però per moltissime persone il consiglio rimane un semplice consiglio.
Ecco allora comprensibile che la prima causa di malattie, come la OBESITA', il DIABETE e molte altre, è con certezza la mancanza di MOVIMENTO.
Ho anche certezza che se si inceppa il trasportatore che sulla macchina complessa sposta alla fase successiva il materiale, tutto si blocca intasando le stazioni.
Questa certezza mi viene dal fatto che ho dato la mia assistenza tecnica nel campo per molti anni della mia vita.
QUINDI RITENGO CHE LA PRIMA CAUSA DI PROBLEMI PER L'INDIVIDUO UMANO SIA LA MANCANZA DI "MOVIMENTO", RITENENDO LA "SEDENTARIETA?" LA PRIMA CAUSA DI MALATTIE IN QUANTO LA BASE DELLA SALUTE DI OGNI ESSERE VIVENTE.
RITENGO INOLTRE CHE QUESTO DOVREBBE ESSERE INSEGNATO NELLE SCUOLE, MA RICORDATO COSTANTEMENTE DAI MEDICI DI BASE.
Naturalmente a concorrere nel causare le malattie, sono i PRODOTTI CHIMICI, di qualsiasi provenienza, ma sopratutto la CARENZA gli "ALIMENTI ESSENZIALI".

Il primo intasamento, come definito per le macchine meccaniche complesse, per la macchina umana avviene negli INTESTINI, che sono in verità inconfutabile il MOTORE di questa macchina umana.
E' in questi che avvengono TRASMUTAZIONI, AUTOPRODUZIONI e prelevamenti di sostanze indispensabili al sostentamento.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... oevita.htm
ATTENZIONE, ATTENZIONE, ATTENZIONE ED ANCORA A T T E N Z I O N E ! ? ! ? ! ?
Mi permetto di dirlo, in quanto ho scoperto e vi comunico la
PIU' GRANDE VIGLIACCATA DI TUTTI I TEMPI:
Mi spiego.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene la CARIE o addirittura te la ELIMINA, cosa faresti?
Dato che la CARIE è la SOLA CAUSA di spese folli dal dentista onde eliminare il dente incriminato e sostituirlo con un altro fittizio o addirittura farti montare un impianto onde poter masticare il cibo.
Ma non basta.
Se tu sapessi che esiste un prodotto che previene le RUGHE o addirittura te le elimina, cosa faresti?
E' inutile che parli delle creme CHE NON MANGERESTI poichè prodotti chimici, ma che spalmandole sulla pelle permetti ai tuoi PORI di immetterle nel tuo corpo.
Non parliamo poi del loro costo.
Cosa faresti se tu sapessi che esiste un prodotto che può farti evitare INCTUS ed INFARTO in quanto è in grado di farti evitare o è in grado di eliminare le CALCIFICAZIONI ALLE ARTERIE E VASCOLARE, e ti fà evitare la OSTEOPOROSI, cosa faresti?
Certo, i medici da queste malattie ne traggono enormi profitti quindi insieme alle categorie sopra elencate per trarne PROFITTO hanno bisogno che tu queste cose le sappia, vero?
Pensa che:
IMPUTATA LA VITAMINA K2
Un "ALIMENTO ESSENZIALE" per TUTTI gli esseri viventi dei quali i più importanti l'ACIDO ASCORBICO., il CLORURO DI MAGNESIO e la vitamina D e gli altri elencati nella RGR (Razione Giornaliera Raccomandata) del Ministero della SALUTE.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Ho certezza che, data la loro rilevanza nel sangue di ogni individuo animale, ESSI LAVORANO IN SINERGIA.
Il libro della naturopata francese Kate Rhéeaume-Bleue con tante informazioni sulla riscoperta della vitamina K2. Ecco i buoni motivi per cui assumerla e come:
1 Previene e contrasta la formazione di rughe: Una ricerca coreana del 2008 pubblicata nella rivista "Nephrology" dimostra che l'aumento della rugosità facciale dipenda molto spesso da una diminuzione della corretta funzione renale (uno dei sintomi di scarsa assunzione di vitamina k2). Agendo su più fronti, attraverso l'assunzione di questa vitamina, non solo è più facile contrastarne la formazione, ma anche riportare indietro l'orologio biologico
Prove edimiologiche dimostrano che le donne giapponesi, assumendo grandi quantità di fagioli di soia fermentati (natto), fonte principale di vitamina k2, risultano avere una pelle molto più distesa rispetto alle donne nordamericane della stessa età
2.Preserva la salute dei denti: Tra tutti i benefici della vitamina k2, la salute dentinale è il beneficio oggetto di maggior ricerca e maggiori risultati. Sarebbe molto semplice, infatti, grazie ad un'assunzione costante di k2, riuscire non solo a prevenire la placca ma anche a guarire la carie
L'anatomia del dente è costituita da una struttura calcificata simile all'osso e dunque come per le ossa stesse, richiede una buona quantità di osteocalcina, per un buon funzionamento e una buona conservazione
3. Aumenta il livello di fertilità: è dato recente che oggi, circa il 10% delle coppie non riesce a concepire, neanche con la fecondazione assistita. Gli organi sessuali maschili e femminili sono tra i principali regolatori della crescita della densità ossea
una mancanza notevole di osteocalcina può dunque ridurre la produzione di estrogeni e testosterone. Una regolare assunzione di cibi provenienti da bestiame la cui alimentazione sia a base d'erba, risulta centrale per la capacità riproduttiva.
4. Contrasta le malattie ossee e arteriose (osteoporosi, artrite, ostruzione delle arterie): lo sviluppo dello scheletro e della massa ossea avviene dalla nascita fino a circa 20 anni. Gli esperti concordano sul fatto che più massa si riesce a costruire nei primi vent'anni di età, più risulterà possibile prevenire l'osteoporosi. Più in generale, col passare degli anni, i livelli di osteocalcina tendono a diminuire e se debitamente inclusi nella propria dieta alimentare, la qualità della vita può nettamente migliorare
COME ASSUMERLA: i cibi che più di altri aiutano a includere la vitamina K2 nella propria dieta sono tutti gli alimenti fermentati, come ad esempio i fagioli di soia (natto) dal sapore molto forte ma utili anche alla riduzione del colesterolo
il tuorlo d'uovo (soprattutto se proveniente da gallina ruspante) per i grassi insaturi che riducono il colesterolo e i nutrienti essenziali
i formaggi provenienti da bestiame alimentato a erba, i cosiddetti grass-fed
altra fonte di vitamina k2 è la selvaggina, in particolare le carni d'anatra, fagiano, coniglio, tacchino, cinghiale sono tra i maggiori integratori di menachione
anche il pollo è un ottimo integratore di vitamina k2, oltre ad avere un'altissima concentrazione di proteine di buona qualità
QUANTITÁ CONSIGLIATA: la quantità raccomandata varia in base al fabbisogno del corpo, che può essere maggiore o minore in base allo stato di salute personale. La quantità varia, inoltre, in base alla tipologia di integratore K2 assunto (da alimento o da integratori del tipo MK-4 che estrae la vitamina k2
dalle piante di tabacco)."
Oh, ma allora della CARENZA della vitamina K2, anche i reni ne soffrono e lavorano male, potendo quindi dare problemi, ma questo lo "specializzato" nefrologo lo sà? glielo avranno insegnato? Mi auguro tanto di sì, ma se così fosse avremmo saputo di questa vitamina K2, in quanto prescrivendola o facendone fare gli esami del sangue, nel tempo almeno qualcuno lo saprebbe.
SONO INVECE CERTO DI NO.
Quindi mi permetto di ricordare a chi ha problemi di reni di farsi fare l'esame della
VITAMINA K2
che da questi risultati può vederne il valore, avendo così il modo di correre ai ripari dandogliela al proprio corpo affinchè possa usarla per la sua AUTONOMA GUARIGIONE.
Scusate, non vado oltre.....
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gavita.htm
Oggi 22 gennaio 2019, dopo avermi fatto fare ieri le richieste degli esami del sangue per Franca e per me, dal nostro medico di base, stamattina alle 7.30 ci siamo recati al laboratorio analisi per il giusto prelievo.
Dato che è dal 05/04/2018 che con Franca ingoiamo ogni giorno con costanza questa vitamina K2, quindi da quasi un anno, ho proposto al mio medico di richiedere anche i valori di questa. Al che, non avendo trovato gli estremi necessari mi ha comunicato che li cercava ed avremmo fatto questo esame un pò più in là.
Ebbene questa mattina alla impiegata che ha ritirato le richieste ho fatto la domanda logica per avere gli estremi necessari per questo esame e lei mi ha comunicato che il laboratorio questo esame lo fà, ma per la regione Piemonte non è mutuabile, quindi solo a pagamento ed al costo di
160.00 EURO
COSI' TANTO?
Quante persone avranno la possibilità di farsela controllare?
Da incompetente, che differenza può esserci nella ricerca tra la vitamina D e questa vitamina K2?
Sono entrambe liposolubili, quindi il lavoro da effettuare dovrebbe avere uguale.
Già la ricerca della vitamina D è dalla medicina: DEMONIZZATA, addirittura i medici dichiarano che il farla controllare è diventata una moda e non vogliono farla fare, adducendo mille scusa: sì perchè in caso di CARENZA si sentono obbligati a prescriverla, ed ecco che allora, onde evitare di prescrivere anche la vitamina K2, le quali, come abbiamo capito DANNO LA SALUTE specialmente quest'ultima, A CHI NON NE E' CARENTE, ecco che è indispensabile che questa non possa essere controllata da chi non ne ha le possibilità.
Mi permetto allora di comunicarvi il mio pensiero, e penso di non sbagliare.
Il tutto non può che determinare senza ombra di dubbio che vi è nel SISTEMA
LA MASSIMA MALAFEDE
in quanto oltre a non dare le GIUSTE INFORMAZIONI in merito a questa vitamina K2. si mette in condizioni il medico di base di NON FAR FARE QUESTO ESAME, in quanto che se uscisse CARENTE, è logico il DOVERE, da parte sua, di prescrivere questa vitamina come stà succedendo con la vitamina D.
Questo dimostra chiaramente che LA TUA, LA MIA, LA VOSTRA SALUTE PER IL SISTEMA SANITARIO NON E' LA PRIORITA', ANZI AL CONTRARIO, LA PRIORITA' E' IL LUCRO.
Spero di non avervi tediato, in quanto non è la mia intenzione, ma farvi capire LE PURE VERITA'.
Per il resto degli esami del sangue, onde dimostrarvi la nostra SALUTE, posterò i risultati in altra settimana quelli di Franca ed i miei.
Naturalmente con Franca questa vitamina K2 la ingoiamo dall'aprile 2018.
Devo quindi fare presente che all'atto del prelievo del sangue da parte del personale preposto del laboratorio analisi, di norma, finito il prelievo viene tolto l'ago e subito messo sul buco del cotone applicando uno scotck per tenuta e togliendolo poi dopo alcuni minuti. In passato, di solito togliendo questo cotone vi era del sangue e per Franca era normale che le venisse un piccolo ematoma blu.
Stranamente questa volta per entrambi, il cotone aveva appena una piccolissima macchia di sangue e per Franca niente ematoma.
Questo fatto ci ha confermato che la vitamina K2 in noi, NON CARENTI, stà facendo il suo lavoro di anti-emorragico e ne abbiamo avuto soddisfazione.

Questo post lo dedico ad una comunicazione per i VEGANI ed i VEGETARIANI.
Premetto che non ho nulla contro nessuno, tanto meno contro di voi, ma farvi parte di ciò che ho scoperto poco tempo fà.
Sappiamo tutti che chi si alimenta seguendo uno STILE DI VITA VEGETARIANO o VEGANO è facile che il loro corpo sia CARENTE di un "ALIMENTO ESSENZIALE" molto importante:
la VITAMINA B12
Però come detto, sapendolo, è possibile correre ai ripari ingerendo giornalmente quel cosi detto "INTEGRATORE" che personalmente ho denominato "ALIMENTO ESSENZIALE", anche solo per il fatto che questi sono nel mio sangue, quindi segnati a LETTERE DI FUOCO NEL MIO DNA, MA SOPRATUTTO PERCHE' NON AMMETTO DI ESSERE STATO "GENERATO" negli "INTEGRATORI", (e voi?) onde evitare sorprese di mancanza di salute.
Questo, come sappiamo è ammesso anche dai grandi sostenitori di questo STILE VEGETARIANO o VEGANO, ma nonostante questi sostenitori siano per la maggior parte di loro delle autorità mediche, che per nominarne alcuni:
come primo, l'oncologo Umberto Veronesi
seguito dall'oncologo Franco Berrino
seguiti da altri medici che ho sentito personalmente per radio, tv, ed altri mezzi di comunicazione per descrivere i vantaggi di questo STILE DI VITA.
Un altro personaggio molto conosciuto è Valdo Vaccaro, che inoltre gestisce un sito di informazione al riguardo della salute, dedicato ai VEGANI. ed ai VEGETARIANI, in quanto si dichiara VEGANO personalmente.
Ora, avendo personalmente scoperto la GRANDE IMPORTANZA della vitamina K2 per la VERA SALUTE, mi chiedo:
COME MAI TUTTI QUESTI PERSONAGGI NON VI HANNO INFORMATO DELLA IMPORTANZA DI QUESTA VITAMINA K2 PER LA SALUTE VOSTRA?
MI VOLETE CONVINCERE CHE LORO DI QUESTA VITAMINA K2 NON NE SANNO PROPRIO NULLA, DATO CHE CI SONO MOLTI STUDI CHE NE DIMOSTRANO LA IMPORTANZA?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ariani.htm

Dell'articolo riporto due punti che ritengo importante sottolineare:
Il primo perchè parla della LISINA, un altro importantissimo "ALIMENTO ESSENZIALE" per la OSTEOPOROSI, la quale LISINA, insieme all'ACIDO ASCORBICO sono i principali "ALIMENTI ESSENZIALI", che insieme ad altri minori AUTOPRODUCONO il necessario tipo di COLLAGENE che unisce il CALCIO formandone la solidità necessaria.
"Nelle donne con pregresso cancro al seno in cura con anti estrogeni o inibitori dell’aromatasi il rischio osteoporotico è molto elevato. Ovviamente vanno evitate sostanze anche solo correlate con gli estrogeni (Boro ). La vit K ha un doppio ruolo in queste pazienti."
Al riguardo la pagina recita:
""Con l'avanzare degli anni, i tessuti dei muscoli si degradano perché la quantità di collagene inizia ad essere inadeguata.
La pelle diminuisce notevolmente la quantità di collagene che potrebbe generare e le conseguenze si possono constatare con il mostrarsi delle prime grinzosità ed abbandonando la lucentezza caratteristica della giovinezza.
Spesso si producono segni, raggrinzamenti, striature e voglie scure.
La cute si secca ed i capelli si stressano e perdono la loro “vivacità”.
Il corpo umano pratica la maggior parte dell’attività termica sul collagene durante le ore notturne mentre dormiamo e per fare questo gli serve l’energia che, se non può essere ottenuta dai carboidrati o dagli zuccheri, viene attinta dai grassi.
E’ durante la fase REM del sonno che il corpo trasforma le sostanze nutrizionali in nuovi tessuti.
Per compiere questa funzione gli necessita una rilevante disponibilità di energia.
La conversione del collagene ha il compito di riparare tessuti epidermici, tendini, cartilagine ed organi vitali e di rafforzare il comparto muscolare ed osseo."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... anagen.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nebase.htm

Il secondo perchè informa della importanza della vitamina K2 contro la malattia Alzheimer:
"AZIONE ANTI AGING
E’ noto che l’incidenza di morbo di Alzheimer aumenta con l’età ed è maggiore nel genotipo con apolipoproteina E4. Un deficit relativo di vitamina K, che influenza le funzioni extraepatiche (coagulazione) della vitamina stessa, si verifica comunemente sia nell’invecchiamento maschile che in quello femminile. Le concentrazioni ematiche di vitamina K sono più basse nei soggetti con genotipo APOE4. Sono numerose le evidenze secondo le quali la vitamina K ha importanti funzioni a livello cerebrale inclusa la regolazione dell’attività sulfotransferasica e dei fattori di crescita correlati ai recettori fosfochinasici cellulari. L’ipotesi è che il deficit di vitamina K possa contribuire alla patogenesi del morbo di Alzheimer e che la sua supplementazione possa prevenire o ridurre il danno neuronale correlato a questa malattia o a fattori vascolari. La vitamina K2 si è dimostrata utile nella prevenzione del danno cerebrale da ictus e per antagonizzare l’invecchiamento"
Purtroppo però l'articolo, confermando che questa malattia Alzheimer, ritenuta DEGENERATIVA, peggiora per il resto della vita, ma non tiene conto che è probabile che la causa di questa come di TUTTE le malattie DEGENERATIVE, sia il DENTIFRICIO con il suo FLUORURO DI SODIO, usato come VELENO per i topi e gli scarafaggi, il quale agisce proprio sul cervello e sulle ossa.
Dato che ogni essere vivente si AUTOGUARISCE ed il copro unamo non è da meno, vuol dire che se non lo fà, vuol dire che la causa di questo peggioramento è COSTANTE NEL TEMPO.
Ma allora non è lavandosi i denti ogni giorno per almeno tre vole dando involontariamente questo VELENO DEI TOPI, FLUORURO DI SODIO che annulla l'AUTOGUARIGIONE del corpo che vorrebbe AUTGUARIRSI come è naturale che sia?

L'articolo riporta:
"Sanihelp.it - Mai più senza K2, consiglia Assolatte, perché è questa la vitamina-chiave per combattere gli effetti ell’invecchiamento: dalla pelle rilassata ai problemi cardiaci, dalle rughe alla carie dentaria, alle vene varicose. Inoltre, se i livelli sono troppo bassi le ossa faticano a mantenere un’adeguata mineralizzazione e cresce il rischio di fragilità ossea e osteoporosi.
È ampio, infatti, lo spettro d’azione della più giovane delle vitamine – perché scoperta molto tempo dopo le altre vitamine ­– e, ricerca dopo ricerca, si continuano a individuare nuovi benefici. Al punto da farla inserire tra i nutrienti indispensabili e da procacciarsi ogni giorno, scegliendo gli alimenti che la contengono naturalmente, come latte, yogurt, burro, formaggi freschi morbidi e fermentati, come Gorgonzola, Taleggio e Brie.
ed ancora:
"Per assumere i 25-50 microgrammi di vitamina K2 consigliati ogni giorno dai nutrizionisti, bastano 80 g di formaggio fermentato. Invece consumando le tre porzioni giornaliere di latte e yogurt consigliate dai Larn (pari a due bicchieri di latte e un di yogurt) si arriva già a coprire il 15% della rda consigliata. Se nel corso della giornata si consumano anche uova, carne o cereali si aumenta l’intake. Quella assunta tramite il consumo di alimenti lattiero-caseari (ossia il menachinone) viene lavorata dai batteri presenti nell’intestino, che la trasformano in una forma bioattiva.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... inezza.htm
L'articolo in oggetto, molto informativo riporta:
"Gli effetti benefici della vitamina K2 sono stati ampiamente documentati in anni di ricerca e dalla comparazione tra Vita K1 e K2 è emerso che solo quest’ultima produce effetti positivi sulla salute. Ciò è coerente con quanto evidenziato da importanti studi, che hanno rilevato la superiorità in termini di benefici sulla salute della K2.
Citiamo quanto segue dal sito nutrizionenaturale.org, che ringraziamo calorosamente:
Nel 1980, si è scoperto che la vitamina K è necessaria per attivare una proteina, l'osteocalcina, che si trova nel midollo. Un decennio più tardi, un'altra proteina, vitamina K-dipendente, è stata scoperta: la proteina Gla (MGP), riscontrata nel sistema vascolare. Senza vitamina K, questa ed altre proteine, vitamina K dipendenti, restano inattivate e non possono svolgere le loro funzioni biologiche.
Un altro dato importante è che il MGP è un inibitore molto forte di calcificazione. Se viene inattivato il MGP, si rischiano gravi calcificazioni arteriose e questo è il motivo per cui la vitamina K è così importante per la salute cardiovascolare. Gli studi indicano che la vitamina K può anche far regredire la calcificazione arteriosa indotta dalla carenza di vitamina K."
Quindi la medicina ufficiale non ha scusanti, poichè informata sull'importanza di questa vitamina K2 e non ha mai fatto nulla, La dimostrazione è che non si parla mai di esami del sangue in merito per conoscerne i valori ed eventualmente provvedere, ma non solo, questo vale anche per la vitamina D in quanto entrambe fanno parte di quegli "ALIMENTI ESSENZIALI" nell'elenco della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata)
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Avere dei valori normali, probabilmente si potrebbe evitare la morte di infarti ed ictus per molte persone.
Sappiamo che la prima causa di morti al mondo sono proprio gli ictus e gli infarti.
Ed ancora:
"Secondo il Dott Schurgers:
"C'è una forte correlazione tra l'MGP inattivo e le micro-calcificazioni. E' molto facile ipotizzare che la carenza di vitamina K è causa di micro-calcificazioni, che inducono, in cascata processi che portano all'aterosclerosi. "
Fino a pochi anni fa, il MGP era completamente sconosciuto il che sottolinea l'importanza per i medici di mantenersi aggiornati sulle ricerche che oggi si susseguono ad un ritmo molto rapido.
Il Dr. Schurgers afferma: "Abbiamo dimostrato che se si assumono le vitamine K1 e K2, la K1 va principalmente al fegato rimanendovi ed ha relativamente una breve emivita. Dopo tre o quattro ore dall'ingestione non c'è più traccia. Viene catturata dal fegato. La K2 va anche al fegato, ma il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle ossa e nel sistema vascolare.
Così, oltre ad attivare il POP che è un potente inibitore di calcificazione, la K2 aiuta anche a prevenire la calcificazione arteriosa trasportando il calcio lontano dalle zone dove non dovrebbe esserci (nel rivestimento dei vasi sanguigni) verso i punti dove è veramente necessario (per esempio nel midollo).
La vitamina K2 è fondamentale nella prevenzione dell'osteoporosi. Gli studi scientifici infatti confermano che la vitamina K2 è essenziale per la salute delle ossa."
Quindi la malattia ARTEROSCLEROSI potrebbe essere prevenuta ed addirittura anche guarita, ma da parte della medicina non succede proprio nulla.
A cosa servono le RICERCHE in merito se alle persone manca addirittura la informazione di base?
Non dimentichiamoci che:
"Nel Prospect Study, in cui 16000 persone sono state seguite per 10 anni, i ricercatori hanno osservato che ogni dose supplementare di 10 mcg di K2 nella dieta, ha permesso una riduzione del 9% del rischio di malattia coronarica, mentre la vitamina K1 non ha ottenuto gli stessi i risultati.
Uno studio epidemiologico che ha seguito ben 11.000 uomini ha scoperto che un elevato apporto di vitamina K2 è positivamente correlato con un rischio più basso del 63% di cancro alla prostata avanzato.
Sono stati studiati una serie di diversi tipi di cancro, compresi Glioblastoma, cancro epatocellulare, tumore del polmone e cancro alla prostata.
Sulla base di questi risultati viene raccomandata vitamina K2 come prevenzione del cancro o per evitare una ricaduta dopo il trattamento del cancro."
Addirittura questa vitamina K2 è contro il cancro, ma chi informa di questo?
Ma perchè si dovrebbe informare? ormai certi tipi di cancro vengono fatti con la laparoscopia, una rendita per certi medici.
Concludo:
"Mentre il dosaggio ideale deve ancora essere determinato, gli studi indicano che abbiamo bisogno di circa 360-500 microgrammi (mcg) di vitamina K2 al giorno. Non ci sono effetti collaterali noti a dosaggi più alti, di conseguenza si ritiene che sia meglio eccedere."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... linici.htm
Un nuovo studio suggerisce che la mancanza di matrice attiva Gla-proteica (MGP) è associata a calcificazione vascolare, rigidità vascolare e arteriosa.
L' attivazione del MGP dipende dalla vitamina K, per cui questi risultati possono quindi sottolineare l'importanza di un adeguato apporto di vitamina K per la salute cardiovascolare.
Hogne Vik, il medico che ha condotto lo studio ha detto che: "Il meccanismo di MGP che inibisce la calcificazione delle arterie è stato chiaramente comprovato nel cellule animali e umane".
"In effetti, una quantità adeguata di vitamina K è necessaria per attivare l' MGP ed è ampiamente riconosciuto che la vitamina K2 come menachinone-7 (MK7) è la forma più biodisponibile e bioattiva di vitamina K come supplemento alimentare disponibile al giorno d' oggi.".
Nel primo studio, pubblicato sulla rivista scientifica "Nefron"(1), sono stati inclusi 83 pazienti con malattia renale cronica (CKD), con un'età media di 62,9 +/- 13,9 anni.
I ricercatori hanno misurato la calcificazione vascolare e la rigidità vascolare misurando anche le lesioni delle calcificazioni nell'aorta addominale, e attraverso la valutazione dell' indice vascolare chiamato cardio-ankle e la velocità delle pulsazioni.
I livelli plasmatici ematici di MGP inattivi sono stati misurati con il metodo ELISA.
I ricercatori hanno provato che i livelli inattivi di MGP nel plasma sono aumentati a seconda della gravità della malattia renale cronica, e sono stati positivamente associati con una maggiore calcificazione vascolare.
Essi hanno concluso che alti livelli di MGP inattivi (noti anche come dp-ucMGP), possono anche " essere utilizzati come marker di una precoce calcificazione vascolare nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica (IRC)"
Nel secondo studio, i due ricercatori hanno studiato i percorsi collegati alla rigidità arteriosa in un gruppo di 66 soggetti che avevano il diabete di tipo 2, con un'età media di 62 +/- 12 anni.
Scrivendo sul Journal of Hypertension, i ricercatori hanno utilizzato velocità delle pulsazioni per misurare la rigidità arteriosa attraverso a la tonometria arteriosa (Una tecnica per la misurazione della pressione sanguigna).
Essi hanno scoperto che i livelli di MGP inattivi circolanti era indipendentemente associata con velocità della pulsazione nei pazienti diabetici.
"Questo suggerisce che se la vitamina K2 è carente, la mancata attivazione del MGP può portare a calcificazioni importanti delle arterie e potrebbe essere corretta con la supplementazione di vitamina K2 nei pazienti con diabete", hanno concluso i ricercatori.
Questi studi confermano ancora una volta che la regolare supplementazione di vitamina K2 è essenziale per la salute cardiovascolare.
"Questi nuovi studi clinici hanno documentato correlazioni tra la calcificazione delle arterie e elevate quantità MGP inattivi, sia nei pazienti diabetici che nei pazienti con insufficienza renale cronica", spiega il Dott. Vik.
"La buona notizia è che la vitamina K2/MK-7 (come la Primal K2 1000) ha dimostrato di ridurre i livelli di matrice attiva Gla-proteica (MGP) e che la K2 ha dimostrato di ridurre la rigidità arteriosa in soggetti sani e in pazienti con malattie renali."
Bibliografia:
?
1. Thamratnopkoon S et al., “Correlations of plasma desphosphorylated uncarboxylated matrix Gla protein with vascular calcification and vascular stiffness in chronic kidney disease,” Nephron. Published online December 13, 2016.
2. Sardana M et al., “Inactive matrix Gla-protein and arterial stiffness in type 2 diabetes mellitus,” American Journal of Hypertension. Published online December 7, 2016.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zionia.htm

Aterosclerosi e arteriosclerosi devastano con l’ età le nostre arterie a causa di delle infiltrazioni di calcio, contribuendo alle malattie degenerative.
Aterosclerosi e arteriosclerosi devastano con l’ età le nostre arterie a causa di delle infiltrazioni di calcio, contribuendo alle malattie degenerative. Recenti studi dimostrano che una carenza di una vitamina semisconosciuta, la K, permette una minor calcificazione vascolare di quanto inizialmente pensato.
Ma sembra anche legata all’ anti-invecchiamento, alla memoria e alla prevenzione dell’ osteoporosi.
Quanta vitamina K bisogna assumere e in quale forma?
E’ vero che è pericolosissima per chi assume farmaci anticoagulanti?

(Terza e ultima parte)

Di Claudio Tozzi (autore della Geo Paleo Diet)

Nelle parti 1 e 2 di quest’ articolo ho messo in evidenza il ruolo evidentemente centrale della vitamina K nella prevenzione e cura della calcificazione arteriosa.
In questa terza e ultima parte analizzerò altri studi che confermamo tale ipotesi e consiglierò le dosi di K da prendere e la forma più adatta.

La calcificazione può essere invertita?

La maggior parte degli adulti probabilmente soffrono un certo grado di calcificazione, anche perchè l’assunzione di vitamina K nelle società occidentali è sempre a livelli molto bassi epidemici, che la continua diffusione del vegetariani/vegani, paradossalmente, può solo peggiorare.Alcune persone sono fortemente calcificate a causa di patologie che richiedono dialisi o il warfarin (Coumadin), o abbiamo permesso livelli ematici di omocisteina, LDL, o glucosio di rimanere troppo alti per troppo tempo.

La calcificazione sistemica

I tessuti cardiovascolari sono particolarmente soggetti a infiltrazioni di calcio.
Il processo di calcificazione, tuttavia, è anche comunemente osservata nella pelle, rene, tendini, ghiandole e altri tessuti molli a causa delle malattie e / o invecchiamento. (124-132).

Quindi la domanda nasce spontanea: c’è qualcosa che possiamo fare ora per invertire l’accumulo di calcio nelle nostre arterie, valvole cardiache, ghiandole e altri tessuti molli?

Secondo un gruppo di studio italiano, che ha pubblicato le sue conclusioni su “European Review for Medical and Pharmacological Sciences” nel 2013 sembra proprio di si.

Infatti il Prof. Flore e i colleghi dell’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma hanno scritto:

“La vitamina K2 ha dimostrato di essere coinvolta nell’ inibizione di focolai vascolari della calcificazione, in particolare attraverso la carbossilazione delle proteine ??che regolano la deposizione di calcio nelle placche aterosclerotiche.

Allo stato attuale, la valutazione dell’attività della vitamina K2 è lo strumento più affidabile nel calcolo del suo metabolismo e della sua carenza.

I dati riguardanti l’integrazione di vitamina k2 sono disponibili in particolari popolazioni di pazienti, come quelli dializzati, ma ampi studi clinici randomizzati sono carenti.

Tuttavia, ci sono linee guida riconosciute a livello internazionale e anche se le indicazioni per la pratica medica quotidiana sono scarse.

In tutti i pazienti con diagnosi di aterosclerosi calcificata, la valutazione del rischio cardiovascolare globale è obbligatoria, e una valutazione accurata dell’ assunzione di vitamina K2 con la dieta è fondamentale per l’indagine dello stato carenziale.

Probabilmente, particolare attenzione deve essere rivolta a pazienti affetti da dismicrobismo intestinale.

Tuttavia, l’ intervento della flora intestinale nel metabolismo della vitamina K2 è ancora oggetto di discussione e dovrebbe essere oggetto di studi specifici, tra cui la caratterizzazione metagenomica microbica e correlazioni funzionali.”

Gli scienziati italiani quindi non solo confermano il ruolo centrale della vitamina K2 nell’ aterosclerosi ma accendono un ulteriore faro sull’ importanza dell’ efficienza della flora intestinale, cioè il principale responsabile dello stoccaggio della K2 nel fegato.

Come integrare la vitamina K

Come abbiamo visto la vitamina K1 è prodotta già dal nostro organismo e quindi la supplementazione specifica potrebbe essere non decisiva.

La forma K2-MK4 si trova nella carne e nelle uova, quindi se un soggetto segue la Paleo Diet che ha come questi cibi alla base delle sue regole, anche qui prendere integratori di MK4 non sarebbe indispensabile. Ovviamente in caso di regimi dietetici vegetariani-vegani oppure mediterranea con pasta-cornetto-cappuccino ecc, invece sarebbe decisamente utile invece prenderli; insieme all’ integrazione di tante altre cose magari…

Quindi appare evidente che è invece molto utile la corretta integrazione di vitamina K2-MK7, perchè questa forma rimane attiva nel corpo per più di 24 ore (84) e questo è fondamentale per la protezione contro la calcificazione da matrice Gla-proteina che si inattiva rapidamente in assenza della vitamina K2. (99).

Inoltre dal momento che la K è liposolubile, se si assume con il pasto più grasso della giornata sarà notevolmente aumentato l’assorbimento nel sangue.

Per quanto riguarda i dosaggi la letteratura non ha ancora dato delle sentenze definitive, ma stando agli studi fin qui pubblicati sembra che un dosaggio di 360-400 mcg al giorno sembrano essere ottimali per la salute e per combattere l’ aterosclerosi.

Per quanto riguarda invece il caso in cui si assumano alte dosi di vitamina D per migliorare i proprio livelli nel sangue per farli arrivare agli ottimali 75-80 ng/ml, allora il rapporto deve essere 1000 mcg per ogni 10.000 UI di vitamina D.

Ricordo che il ministero della salute italiano non permette la vendita di integratori che consigliano più di 105 mcg di vitamina K al giorno; un dosaggio forse retaggio di revisioni di letteratura più datate.

Perché tutti i medici ( e non solo…) vi faranno terrorismo per la vitamina K

Ogni volta che nominerete la vitamina K vi assicuro che il vostro dottore, gli amici, il vicino di casa e anche il meccanico all’ angolo vi diranno tutti che è pericolosissima.

Questa leggenda (che durerà ancora tanti anni, ve lo assicuro) è dovuta al fatto che la vitamina K è conosciuta come la “vitamina della coagulazione” a causa del ruolo fondamentale ed essenziale nella coagulazione del sangue.

La preoccupazione, teoricamente giusta, è legata alla coagulazione anomala che si può formare all’interno dei vasi sanguigni (trombosi) che è una delle principali cause di morte negli anziani (133-134) perchè provoca frequenti di attacchi di cuore, occlusione coronarica e ictus ischemici. (135-136)

Quindi per decenni si è pensato che l’assunzione di elevate quantità di vitamina K avrebbe aumentato il rischio trombotico.

Tuttavia, si è trascurato un piccolissimo particolare: questa preoccupazione non ha assolutamente alcun fondamento nella realtà.

La spiegazione è che solo piccole quantità di vitamina K sono necessarie per saturare completamente la coagulazione delle proteine (137) e quindi una volta che tali proteine sono completamente saturate dalla vitamina K, allora non vi è alcun aumento del rischio trombotico in risposta ad ulteriore assunzione di vitamina K.

Del resto anche lo stesso Marco Moia, presidente dei Centri di terapia anticoagulante italiani, in un recente intervento sul “Corriere della Sera” (QUI) ha risposto a questa domanda:

– “Corriere”: Ma chi segue una terapia con anticoagulanti cumarinici dovrebbe evitare il consumo di cibi ricchi di vitamina K?-

«I cumarinici — spiega Marco Moia, presidente dei Centri di terapia anticoagulante italiani — sono anticoagulanti orali, usati da quasi un milione di italiani, che contrastano l’azione della vitamina K impedendo l’attivazione di alcuni fattori della coagulazione».

«Contrariamente a quanto alcuni medici continuano a suggerire, il consumo abituale di verdura a foglia verde non va sconsigliato a chi segue queste terapie — chiarisce Moia — tanto è vero che nel nostro centro seguiamo vegetariani e vegani senza imporre loro cambiamenti dietetici. Importante è controllare la coagulazione periodicamente: se necessario sarà il medico ad adeguare la terapia».

Quindi si può controllare periodicamente se l’ INR (tempo di protrombrina, cioè l’ analisi che verifica la bontà del funzionamento del warfarin/coumadin nel prevenire la formazione di coaguli) rimane a livelli normali (nella figura qui sopra) pur prendendo cibi o supplementi ricchi di vitamina K e il problema è risolto.

Tra l’ altro nello stesso articolo del “Corriere” viene analizzato anche un ulteriore ruolo della vitamina K e cioè sul miglioramento della memoria.

Comunque nel frattempo quest’ equivoco vitamina K/coagulazione, sta contribuendo all’epidemia di malattie causate da calcificazione vascolare.

Una lunghissima lista di studi pubblicati (vedi bibliografia in fondo) indicano che le malattie degenerative più comuni che affliggono gli esseri umani e l’ invecchiamento potrebbero essere prevenuti adottando le opportune dosi di vitamina K.

Invece alcuni medici tradizionali non riescono a capire il ruolo fondamentale della vitamina K di bloccare la calcificazione delle valvole cardiache, dei rivestimenti arteriosi e altri tessuti molli, contribuendo nel contempo a mantenere il calcio nelle ossa dove è necessario.

E non solo non lo capiscono, ma addirittura si oppongono con ottusa resistenza all’ assunzione della vitamina K, per via della storia (smentita) della coagulazione.

Sempre più moderni studi mettono in luce l’importanza di ottimizzare l’ assunzione di vitamina K per la protezione contro la calcificazione dei tessuti molli, per la memoria, l’ assorbimento del calcio e la vitamina D.

Tutto questo non può essere nascosto e anzi divulgato al più presto a tutti i vostri medici.

Del resto la vitamina K2-MK7 è venduta come integratore alimentare a basso costo e quindi non è un farmaco brevettato (magari molto caro), che ha non bisogno dell’ impegnativa del vostro dottore.

Ancora…

Claudio Tozzi
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioni3.htm

ciooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » sab dic 19, 2020 10:50 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zavitd.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
Mayra Pastrello pone una domanda molto interessante sui segnali di CARENZA della vitamina D3 COLECALCIFEROLO, della quale però i segnali specifici sono difficili da stabilire, dei quali l'unico certo è la MALATTIA.

Dal gruppo:
La vitamina D3 (ORMONE) un "ALIMENTO ESSENZIALE" come e quando
https://www.facebook.com/groups/1393838840860425/

Mayra Pastrello
16 dicembre 2020 alle ore 14:32 ·
Buonasera, una carenza da vitamina d 3 cosa comporta a livello fisico, che sintomi ? Grazie

Franco Genre Ciao Mayra Pastrello
, putroppo la CARENZA di vitamina D3 COLECALCIFEROLO non dà alcun sintomo preciso, ma è causa di molte malattie. Si può considerare un sintomo la stanchezza, la cui causa però può essere anche la CARENZA di altri "ALIMENTI ESSENZIALI" iniziando dall' ACIDO ASCORBICO. continua------>

Franco Genre Posso dichiarare senza ombra di smentita che la CARENZA di questa vitamina, un ORMONE, è nel nostro stivale un fatto diffuso. Una volta avrei detto di dover fare un esame del sangue onde conoscerne i valori, in quanto era mia convinzione che esistesse veramente la INTOSSICAZIONE, ma poi ho avuto probe personali e di famiglia che è una fatto FALSO. continua------>

Franco Genre Anche perchè se ci fosse la INTOSSICAZIONE, tenendo conto che ad AUTOPRODURSELA è prima di tutto il mio corpo, dovrei considerarlo proprio STUPIDO se con una AUTOPRODUZIONE lo facesse per AUTOLESIONARSI, e questo non sarebbe solo da ora ma da quando esiste l'Homo Sapiens. ------continua------>

Franco Genre Altro motivo, è che auesta vitamina D3 se la AUTOPRODUCE ogni essere vivente, che se esistesse veramente la INTOSSICAZIONE sul pianeta terra non esisterebbe più la vita. Sapendo poi che chi ci vuol far credere in quesa INTASSICAZIONE è un mio simile in conflitto di interesse, ecco che allora scarto con certezza questa eventualità. ------continua------>

Franco Genre Tenendo poi conto che il dottor Coimba e non solo, specialisti in questa vitamina, consigliano 10000 UI giornalieri, ecco che allora, anche evitando di fare l'esame del sangue per conoscerne i valori, tenendo anche conto che i medici in generale non volgiono far fare questo esame, anche solo questo fatto da da pensare. ------continua------>

Franco Genre Riporto ora i valori personali di mia moglie e me, lei con un valore SUPERIORE a >150 rilevabile su questo esame del sangue del 14/01/2020, con questi altri valori: EMOCROMO tutto nella norma
GLUCOSIO 88 mg/dl V.R. 70-100
ACIDO URICO 1.9 mg/dl V.R. 2.5 - 6.2 valore molto basso
CREATININA 0.70 mg/dl V.R. 0.52-1.04
COLESTEROLO 168 mg/dl V.R. < 200
HDL COLESTEROLO 49 mg/dl V.R. > 45
TRIGLIGERIDI 157 mg/dl V.R. < 150
SODIO 139 mmol/l V.R. 137 - 146
POTASSIO 4.1 mmol/l V.R. 3.5 - 5.1
FOSFORO 3.6 mg/dl V.R. 2.5 - 4.5
T.S.H. Reflex 0.875 mIU/L V.R. 0.45-3.50
CA 19-9 (GICA) 0.7 u/ml V.R. <= 37
CEA 1.9 ng/ml V.R. <= 3.0
FERRITINA 118.0 ng/ml V.R. 11.1 - 264
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) >150.0 ng/ml V.R. 30 - 100 sufficiente
ACIDO FOLICO >20.00 ng/ml V.R. 2.76 - 20
VITAMINA B12 975.0 ng/ml V.R. 239 - 931
OMOCISTEINA 14.9 umo/l V.R, 4.0-15.0
PARATORMONE 15.1 pg/dl V.R. 12-72
ESAME delle urine tutto nella norma
pH basico
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... naio20.htm
continua------>

Franco Genre Devo far presente che avere il valore degli acidi urici molto minore dal minomo di riferimento non è che UN BENEFICIO che non è da tutti, mentre giustifico il valore dei trigligeridi superiore a 150 del massimo del riferimento ed appena a 157 perchè era il periodo che aveva la densità ossea al 50% come da documentazione: http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... fen600.htm ------continua------>

Franco Genre Questi i valori rilevabili dalle tre densità nel tempo: Queste le densità ossee fatte da Franca nel tempo in quanto dichiarata OSTEOPOROTICA a rottura, con l'ultima fatta il 15/05/2019 in quanto i dolori alla schiena erano insopportabili, e dopo i raggi fatti al Pronto Soccorso, l'ortopedico ha dichiarato che la causa era la OSTEOPOROSI prescrivendole delle iniezioni. Prima però il medico di base le ha fatto fare questa sotto allegata densometria dove si può rilevare la densità del 50%. Molto bassa vero?
Nel frattempo, con la nostra costanza e gli "ALIMENTI ESSENZIALI" aggiungendo il SILICIO ORGANICO ed il CALCIO del guscio delle uova, i dolori SONO SPARITI.
Questo video è fatto per dimostrare al mondo LA NOSTRA SALUTE, di Franca e mia, e comunico che le passeggiate servono a Franca per vincere questa OSTEOPOROSI, in quantochè i dolori alla schiena SONO SPARITI.
Comunico anche che le camminate sono sono di mezz'ora per 3-4 volte al giorno oltre la solita ora di ginnastica.

In data 07 agosto 2015 ha fatto la Osteodensitometria con un risultato nettamente superione al precedente in data 23 maggio 2013, questi ultimi sono
Regione BMD
L1 0.642
L2 0.769
L3 0.772
L4 0.713
L1-L4 0.725

attuale 07 agosto 2015
L1 0.687
L2 0.806
L3 0.789
L4 0.778
L1-L4 0.769

In data 17 maggio 2019, devo però aggiungere il peggioramento apparentemente inspiegabile ingoiando giornalmente 20000 UI forniti regolarmente dal medico di base che vedendone i risultati, sapendo delle alte dosi ingoiate giornalmente da entrambi, ha detto:
"questo è un paradosso, nessuno dei miei clienti ingoia tanta vitamina D al giorno".
Anche perchè, ingoiando con Franca le medesime dosi ed i medesimi CIBI NATURALI, se fosse la quantità di vitamina D a causare i danni, lo sarebbe per entrambi.
questi gli ultimi valori rilevati il 17 maggio 2019
L1 0.500
L2 0.560
L3 0.714
L4 0.680

A cosa può essere attribuito questo sostanziale peggioramento?
Non può essere altro che un qualche PRODOTTO CHIMICO che ha impedito alla assimilazione del CALCIO onde aumentare la DENSOMETRIA delle ossa.
continua------>

Franco Genre Devo far presente che avere il valore degli acidi urici molto minore dal minomo di riferimento non è che UN BENEFICIO che non è da tutti, mentre giustifico il valore dei trigligeridi superiore a 150 del massimo del riferimento ed appena a 157 perchè era il periodo che aveva la densità ossea al 50% come da documentazione: http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... fen600.htm ------continua------>

Franco Genre Questi i valori rilevabili dalle tre densità nel tempo: Queste le densità ossee fatte da Franca nel tempo in quanto dichiarata OSTEOPOROTICA a rottura, con l'ultima fatta il 15/05/2019 in quanto i dolori alla schiena erano insopportabili, e dopo i raggi fatti al Pronto Soccorso, l'ortopedico ha dichiarato che la causa era la OSTEOPOROSI prescrivendole delle iniezioni. Prima però il medico di base le ha fatto fare questa sotto allegata densometria dove si può rilevare la densità del 50%. Molto bassa vero?
Nel frattempo, con la nostra costanza e gli "ALIMENTI ESSENZIALI" aggiungendo il SILICIO ORGANICO ed il CALCIO del guscio delle uova, i dolori SONO SPARITI.
Questo video è fatto per dimostrare al mondo LA NOSTRA SALUTE, di Franca e mia, e comunico che le passeggiate servono a Franca per vincere questa OSTEOPOROSI, in quantochè i dolori alla schiena SONO SPARITI.
Comunico anche che le camminate sono sono di mezz'ora per 3-4 volte al giorno oltre la solita ora di ginnastica.

In data 07 agosto 2015 ha fatto la Osteodensitometria con un risultato nettamente superione al precedente in data 23 maggio 2013, questi ultimi sono
Regione BMD
L1 0.642
L2 0.769
L3 0.772
L4 0.713
L1-L4 0.725

attuale 07 agosto 2015
L1 0.687
L2 0.806
L3 0.789
L4 0.778
L1-L4 0.769

In data 17 maggio 2019, devo però aggiungere il peggioramento apparentemente inspiegabile ingoiando giornalmente 20000 UI forniti regolarmente dal medico di base che vedendone i risultati, sapendo delle alte dosi ingoiate giornalmente da entrambi, ha detto:
"questo è un paradosso, nessuno dei miei clienti ingoia tanta vitamina D al giorno".
Anche perchè, ingoiando con Franca le medesime dosi ed i medesimi CIBI NATURALI, se fosse la quantità di vitamina D a causare i danni, lo sarebbe per entrambi.
questi gli ultimi valori rilevati il 17 maggio 2019
L1 0.500
L2 0.560
L3 0.714
L4 0.680

A cosa può essere attribuito questo sostanziale peggioramento?
Non può essere altro che un qualche PRODOTTO CHIMICO che ha impedito alla assimilazione del CALCIO onde aumentare la DENSOMETRIA delle ossa.
continua------>

aola Gandolfi
Ciao Franco, sei fatto una idea di quale prodotto chimico potrebbe aver impedito l'assimilazione del calcio?

Paola Gandolfi
Ti sei fatto ecc.

Franco Genre Mentre nello stesso giorno il mio valore di vitamina F3 COLECALCIFEROLO è 89.8 è molto più basso del suo ancher ingoiando giornalmete da 3 (tre) anni 20000 UI giornalieri, ed i valori degli altri parametri sono:
EMOCROMO tutto nella norma
GLUCOSIO 108 mg/dl     V.R. 70-100
ACIDO URICO 2.9 mg/dl V.R. 3.5 - 8.5 valore molto basso
CREATININA 1.10 mg/dl        V.R. 0.66-1.25
COLESTEROLO 164 mg/dl V.R. < 200
HDL COLESTEROLO 38 mg/dl V.R. > 45
TRIGLIGERIDI 98 mg/dl          V.R. < 150
SODIO 140 mmol/l V.R. 137 - 146
POTASSIO 4.6 mmol/l          V.R. 3.5 - 5.1
FOSFORO 3.6 mg/dl V.R. 2.5 - 4.5
T.S.H.  Reflex 2.730 mIU/L V.R. 0.45-3.50
CA 19-9 (GICA) 35.8 u/ml V.R. <= 37
CEA 1.9 ng/ml V.R. <= 3.0
FERRITINA 103.0 ng/ml   V.R. 17.9 - 464
PSA 0.598 ng/ml V.R. < 4
VITAMINA D TOTALE (25-OH D) 89.8 ng/ml V.R. 30 - 100 sufficiente
ACIDO FOLICO 19.00 ng/ml V.R. 2.76 - 20
VITAMINA B12 406.0 ng/ml V.R. 239 - 931
OMOCISTEINA 13.00 umo/l V.R, 4.0-15.0
PARATORMONE 24.9 pg/dl V.R. 12-72
ESAME delle urine tutto nella norma
pH basico
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... naio20.htm
continua------>

Franco Genre Ecco per cui queste incomtestabili coclusioni dichiarano che l'iteresse dei personaggi in conflitto di interesse e la NOSTRA SALUTE stanno ad una distanza incalcolabile, per cui gli individui che hanno fiducia in loro, per loro non può che esservi la malattia. ------continua------>

Franco Genre Faccio altresì presente che con mia moglie Franca NON INGOIAMO alcuna pastiglia o altro PRODOTTO CHIMICO delle RICERCHE SCIENTIFICHE, baluardo della medicina. continua------>

Franco Genre Ed ora riporto quanto dichiara il dottor Coimbra sulle dosi minimo necessarie per mantenersi in SALUTE. Sinceramente non cerco la longevità, ma vivere in SALUTE ciò che devo ancora vivere. Non mi pare di chiedere troppo, nero? La pagina recita: "E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imbraa.htm

Quindi parla di 10000 UI giornalieri, senza parlare di età, di sesso e neppure di bambini o di neonati, quindi ritengo che questa non debba essere considerata come i VELENI un tanto al kg come dichiara la medicina per farci ingoiare questi VELENI. La vitamina D in quanto AUTOPRODOTTA dall'individuo, sia neonato che adulto NON PUO' ESSERE CONSIDERATA UN VELENO. Nel qual caso sulla terra non ci sarebbe più la vita.
Prima di procedere nella conoscenza della vitamina D (ORMONE) consiglio di vedere questo video chiarificatore intitolato:
"Vitamina D, cosa fare quando è carente"
Di questo video mi permetto di modificare il valore nel sangue rilavato in ng/ml che ritengo ottimale non inferiore al 50 ng/ml e non 30 ng/ml come indica invece il dott. Giuseppe Varcasia.
https://youtu.be/PQ5PjcupVB0
continua------>

Franco Genre Ed ora, ciao Paola Gandolfi, riguardo alla causa che ha impedito l'assimilazione del calcio sono gli ANTIDOLORICICI di cui il peggiore è il CORTISONE, del quale lo dichiarano anche i medici, mentre per Franca è bastato il semplice bruffen 600. Quindi evitare come la peste questi PRODOTTI CHIMICI deve essere una regola, che per poterlo fare ci si deve avere la informazione. ciaooo Franco
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zavitd.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » lun dic 21, 2020 4:32 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ITARIO.htm
Per le pagine precedenti o le successive se non le vedi più:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Di solito, quando un individuo si reca dal suo medico di base, dopo averle fatto parte dei suoi problemi di salute, alla richiesta dell'esame del sangue, questi ne richiede, a sua discrezione anche il
MAGNESIO
nel qual caso questa richiesta è illegittima, in quanto sà benissimo che i valori di questo "ALIMENTO ESSENZIALE" si rileverà SEMPRE nella norma, ed è per questo motivo che cito l'articolo in oggetto che spiega senza ombra di dubbio quale sia il vero valore da richiede, il quale risponde al nome di
MAGNESIO ERITROCITARIO.

L'articolo del fondo pagina recita:
"Tanti studi effettuati in diverse parti del mondo, concordano che la miglior cura ad ogni male è avere un forte contatto con il mare.
Sempre più specialisti consigliano di avere un contatto forte con acque marine per il ripristino dell’ intero organo.
Inalare l’aria del mare per prevenire molte patologie.
Secondo recenti studi, inalando l’aria del mare si riesce a prevenire un’ incredibile quantità di patologie .
Liberare il nostro organismo dalle intolleranze allergiche."
Da questo scritto mi rendo conto che la DISINFORMAZIONE E' TOTALE, se non di più, e mi permetto di dichiararlo in quanto mi stupisce che chi ha partecipato agli studi citati, non ha rilevato che nell'acqua di mare vi è il CLORURO DI MAGNESIO, in maggior quantità sul pianeta terra, poichè ha citato il CALCIO e lo IODIO, 2 (due) "ALIMENTI ESSENZIALI" come lo è anche il CLORURO DI MAGNESIO.
A conferma il file del Ministero della Salute della RGR (Razione Giornaliera Raccomandata", che elenca, senza ombra di dubbio, TUTTI questi "ALIMENTI ESSENZIALI" che denomina INTEGRATORI, ma dato che personalmente non me la sento di dire di essere stato GENERATO negli INTEGRATORI, mi sono permesso di dare loro una denominazione che ritengo più consona alla mie esistenza al mondo, "ALIMENTI ESSENZIALI".
Questa tabella riporta tra gli altri, stabilendo dei valori massimi giornalieri ammessi nelle confezioni proposte dalle ditte o industrie farmaceutiche che le propongono sul mercato:
vitamina A mcg 1200
vitamina D mcg 25
vitamina E mg 36
vitamina K mcg 105
vitamina C mg 1000
tiamina (vitamina B1) mg 25
...............
potassio non definito
CLORO non definito
CALCIO mg 1200
fosforo mg 1200
magnesio mg 450
..............
FLUORO mg 4
selenio mcg 83
...............
BORO mg 1.5
sodio non definito
IODIO mcg 225
SILICIO NON DEFINITO
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pagi ... 5_file.pdf

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... ionerg.htm

Quindi possiamo capire che addirittura 3 (tre) "ALIMENTI ESSENZIALI", insieme possono fare una grossa differenza.
Dei benefici citati dall'articolo dichiarati dagli studi, ne abbiamo ampie prove, ma questo avviene poichè non solo gli abitanti di queste acque, sia del REGNO ANIMALE che del REGNO VEGETALE, NASCENDO, VIVENDO TUTTA LA LORO VITA, ed alla fine anche MORENDO, ne hanno questi benefici, ma anche gli abitanti della terra ferma, sia ANIMALI che VEGETALI, che provengono anche loro da queste acque.
La riprova semplicissima ce la dà la forma dello spermatozoo animale, con la sua forma di pesciolino e del girino, i quali vivono entrambi nelle acque, tenendo conto che sicuramente in un tempo precedente anche la rana viveva nel mare, ma poi nel tempo e con la EVOLUZIONE si è adattata alle acque dolci come vive oggi.

E per noi "terrestri", la pagina recita:
"Ma non si ricorda che nella quarta o quinta elementare, informandoci della EVOLUZIONE, i maestri ci hanno detto che ad un certo punto di questa, molto tempo fà, avvenne la GRANDE SEPARAZIONE in REGNO ANIMALE e REGNO VEGETALE?
Cosa vuol dire questo?
Che prima della GRANDE SEPARAZIONE TUTTI GLI ESSERI VIVENTI ERANO UNA COSA UNICA, non può essere diverso, vero?
Altrimenti non avrebbe potuto avvenire la GRANDE SEPARAZIONE.
Allora vuol anche dire che TUTTE le SPECIE ANIMALI o VEGETALI, provenendo da una unica fonte, hanno bisogno degli stessi "ALIMENTI ESSENZIALI" che le medicina chiama "integratori", che in primis, circolando nel SANGUE degli ANIMALI ma circolano anche nella LINFA dei VEGETALI. Sono poi nel liquido seminale maschile chiamato SPERMA per gli ANIMALE, e nel GERME per i VEGETALI, che è da questi ultimi che parte la VITA di entrambi i REGNI, quindi LA CONTINUAZIONE DELLE SPECIE. Però ci hanno anche detto che li unisce un fatto IMPORTANTISSIMO: LA CATENA ALIMENTARE, per cui l'ANIMALE ingoia il VEGETALE e viceversa. Quindi questo fatto dimostra chiaramente che per CIBARCI abbiamo bisogno di OGNI ESSERE VIVENTE, NESSUNO ESCLUSO.
MOTIVO FINALE per il quale ogni individuo di qualsiasi specie esso sia, compreso per l'Homo Sapiens, è venuto al mondo.
Di questo SEMPLICISSIMO motivo, ho certezza che gli individui della SPECIE UMANA, non ne sono informati, ma SOLO LO STUPIDO CERVELLO NON LO SA', in quanto i corpi di entrambi i sessi lo sanno benissimo, ed è alla MATURAZIONE che ogni corpo inizia a GENERARE l'uno ed a PRODURRE l'altra, lo SPERMATOZOO il primo e l'OVULO la seconda, per l'UNICO VERO MOTIVO per cui è nato.
Naturalmente per il maschio, prima il suo corpo PRODUCE quel liquido seminale nel quale poi può GENERARE quello spermatozoo che è l'inizio della vita ANIMALE.
A questo punto, chiedo scusa, ma voglio premettere che non sono maschilista, anzi mi vergogno che esista questa parola, in quanto profittare dell'altro sesso per i propri porci comodi è INQUALIFICABILE SEMPRE E COMUNQUE, anche perchè questo sesso è quello che in pratica dà al maschio la possibilità di compiere quell'UNICO scopo per il quale è venuto alla vita.
Per essere preciso, personalmente mi paragono ad un FUCO, che nelle api, dopo aver fecondato la regina, diventa inutile mantenerlo in vita, poichè l'anno successivo, di maschi ne nascono altri che saranno pronti a compiere lo stesso dovere di questi, anzi più giovani e più forti di questi se rimanessero in vita, mentre no, la EVOLUZIONE di questa specie, vuole che dopo aver compiuto il loro dovere, i FUCHI MUOIANO, perchè per la maggior parte di loro, non sono in grado di ritornare all'alveare, oppure uccisi dalle api al ritorno. Solo qualcuno ha la fortuna di vivere ancora.
Incontestabile, fino a quì. vero?"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rvello.htm

Per chiarire un altro fatto molto importante su questo CLORURO DI MAGNESIO, la pagina recita:
"L'articolo della pagina del link sotto scrive:
"Ecco come il tuo corpo ti comunica una carenza di magnesio nel sangue
e ne elenca 9 segnali, voglia scoprirli insieme?
Dell'articolo di cui la pagina sotto, cito una parte che ritengo molto importante che descrive le malattie che ingoiando il CLORURO DI MAGNESIO si hanno avuto con certezza delle guarigioni:
"Il Cloruro di Magnesio aiuta a curare “epilessie, distrofie, sclerosi, poliomielite, tumori, asma, bronchite cronica, broncopolmonite, enfisema polmonare, influenza, pertosse, raucedine, affezioni dell’apparato gastrointestinale, malattie cervicali, tensioni neuro muscolari, artriti, sciatiche, dolori ai muscoli, calcificazioni, osteoporosi, depressioni, ansie, paure, mali di testa, febbri, fuoco di sant’Antonio, orticarie, tetano (anche quando il paziente è già rigido), morsi di vipera (lavare anche la ferita), rabbia, parotite, scarlattina, rosolia, morbillo e le altre malattie dell’infanzia”."

La pagina riporta: L'AZIONE ANTIBIOTICA DEL CLORURO DI MAGNESIO
"Volevo ricordare un episodio che ho già riferito e mi pare particolarmente importante:
E’ incredibile come il caso del Dott. Neveu sia caduto completamente nel dimenticatoio. Riporto il testo per intero:
"Il dott. Neveu, nel 1932, utilizzò in un caso di difterite una soluzione di cloruro di magnesio nel tentativo di ridurre il rischio di reazione allergica al siero antidifterico che avrebbe poi somministrato, poiché Delbet aveva dimostrato che la soluzione poteva ridurre la risposta allergica. Quando il giorno dopo arrivarono dal laboratorio le risposte delle analisi che confermavano la difterite, e quindi prima di aver somministrato il siero, Neveu si accorse con grande stupore che la bimba era già perfettamente guarita. Dopo questo caso ne trattò altri 5 nei mesi successivi, e tutti guarirono perfettamente.
Negli anni seguenti tratta oltre 60 casi, tutti guariti senza dover mai utilizzare il siero antidifterico. Allora pubblica su una rivista medica un paio di articoli sul trattamento della difterite ed alcuni colleghi lo provano e ne confermano gli ottimi risultati.
Nel 1943 Neveu si accorge che oltre alla difterite il cloruro di magnesio era in grado di guarire anche l’altro grande flagello di quegli anni, la poliomielite. Allora cerca di ottenere una ufficializzazione del metodo, presentandolo all’Accademia di Medicina e si rivolge a Delbet che ne era membro.
Ma l’Accademia rifiuta a Delbet il permesso di effettuare la comunicazione a nome di Neveu in quanto questi non è membro dell’Accademia (cosa che in altre occasioni era stata fatta senza problemi).
Allora Delbet decide di presentarla a suo nome ma anche qui con mille scuse gli viene negato il permesso di parlare."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... oneveu.htm

Riguardo alla sua proposta, questo gli scrive il suo amico e collega il professor Pierre Delbet:
"separator-trasp-2
80, rue de l’Universite´ 16 novembre 1944
“… la pubblicazione della mia comunicazione del 20 giugno e` stata definitivamente rifiutata. ll Consiglio dell’Accademia ha trovato, dopo cinque mesi di riflessione, la motivazione seguente: “facendo conoscere un nuovo trattamento contro la difterite, verrebbero impedite le vaccinazioni, mentre l’interesse generale e` di generalizzare Ie vaccinazioni”. Il Consiglio aveva la pretesa di non menzionare neppure la mia comunicazione nel bollettino. Ho protestato energicamente. Poiche´ la mia comunicazione e` stata letta in una seduta pubblica, il titolo deve comparire nel bollettino. Ho chiesto che. dopo il titolo, fosse indicato che la pubblicazione era stata rifiutata . Non ho potuto ottenere soddisfazione su questo punto. E` molto significativo, si rifiuta la pubblicazione ma non ci si vuol prendere la responsabilita` del rifiuto. Come riprendere la questione e darle la pubblicita` che merita? Se vedete una possibilita`, indicatemela… “.
Cordiali Saluti
Pierre Delbet
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... irgini.htm

È dal 1915 che si conosce questa notizia ma praticamente nessuno la diffonde.
Il cloruro di magnesio cura tutto, uno scarto del sale dal costo irrisorio. Le sue proprietà furono scoperte nel 1915 dal prof. Pierre Delbet ,ma le case farmaceutiche hanno voluto censurare questa informazione, in quanto le proprietà benefiche del cloruro di magnesio sono talmente tante che avrebbero limitato la vendita di una grossa quantità di farmaci tale da farle fallire totalmente. Delbet, utilizzando per la prima volta una soluzione di cloruro di magnesio per lavare le ferite, si accorse che non solo queste guarivano più in fretta, ma i tessuti non subivano alcun tipo di danno.*
Questa sostanza può avere incidenza in numerosi malanni: distrofia, sclerosi, poliomielite, tumori, asma, bronchite cronica, broncopolmonite, enfisema polmonare, pertosse, raucedine, affezioni intestinali, malattie cervicali, tensioni muscolari, artriti, sciatiche, dolori ai muscoli, calcificazioni, osteoporosi, depressioni, ansie, paure, mali di testa, febbri, fuoco di sant’Antonio, orticarie, tetano, rabbia, parotite, rosolia, morbillo e numerose altre malattie dell’infanzia.
Nelle sue tante ricerche, il prof. Pierre Delbet sperimentò il cloruro di magnesio anche sotto forma di pomata, per applicazioni esterne, e con sua grande sorpresa, poté constatare che i pazienti sottoposti al trattamento, se incanutiti dal tempo, riuscivano a riprendere un po’ di colore su capelli e peli ormai bianchi. Anche nella cura della pelle si erano fatti registrare dei risultati sorprendenti e, per la precisione, eczemi, psoriasi, verruche, ma anche in altre legate a stati allergici come le orticarie, raffreddori da fieno, emorroidi e tanto altro ancora.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... pertaa.htm
Il titolo di un articolo sotto dice:
"Il mare è un farmaco che cura almeno 16 malattie: LO DICE LA SCIENZA"
e riporta:
"Una vacanza al mare può rappresentare una vera e propria cura per molte malattie.
Gettate tutti i medicinali e partite per una vacanza al mare. Grazie alla salsedine, allo iodio, all’aria salsoiodica, il mare può rappresentare una vera e propria cura per molte malattie.
A trarre beneficio da un soggiorno in riva al mare, oltre agli effetti piscologici, sono almeno 16 malattie, dalle allergie respiratorie alle anemie, dall’artrosi alla depressione, ma anche distorsioni, fratture, ipotiroidismo, malattie ginecologiche, reumatiche, psoriasi e rachitismo."
L'articolo dice il giusto!
Questa SCIENZA!!!! quanto è misteriosa questa SCIENZA!
E pensare che è gestita da nostri simili!

Vogliamo vedere il perchè di tutti questi misteri?
Il mare ci offre due "ALIMENTI ESSENZIALI" importantissimi:
Il CLORURO DI MAGNESIO
e la vitamina D.
Infatti in un litro di acqua del Mare Mediterraneo, vi sono 7 grammi di CLORURO DI MAGNESIO, poichè nel mare vi è la quantità più importante della terra.

Come abbiamo letto del dott. Angelo Bona, abbiamo capito che la vitamina D è importantissima per ogni essere vivente, ma ed il MAGNESIO?
Ma perchè fà bene alla vita il CLORURO DI MAGNESIO?
Su di questo CLORURO DI MAGNESIO Lorenzo Acerra ci sottolinea la importanza fondamentale non solo per noi ma anche per tutti gli esseri viventi, informandoci che:
"pagina 62
La vita, ogni forma di vita, è nata nel mare tanti milioni di anni fa. Il DNA di esseri viventi per conservarsi e moltiplicarsi ha deciso, nel salgemma marino cristallizzato, di costruire una macchina basata su un unico programma di fondo, "il mantenimento dei sani livelli di MAGNESIO nei vari androni della cellula".
Il nostro corpo è quella macchina
Abbiamo sempre bisogno, sopratutto nelle strutture di basi cellulari, di attingere al sale più prezioso di cui è prodigo l'oceano. Il nostro cordone ombellicare con l'oceano è solo apparentemente spezzato.
La salinità dell'interno della cellula dipende dal MAGNESIO, non solo perchè esso è guardiano dei canali ionici della cellula, ma anche perchè il passaggio diretto attraverso la pareti (che riguarda l'acqua ed in maniera notevolmente più ridotta altre sostanze) dipende dal contenuto di MAGNESIO della cellula, cioè da quell'esercito di "soldati semplici" che nella descrizione precedente poteva sembrare avere un ruolo marginale. E invece l'organismo umano è tutto un gioco di micro-processi osmotici ed è per questo che la supplementazione di CLORURO DI MAGNESIO in un organismo carente, spesso si traduce in un sostanziale ringiovanimento.
L'acquisizione di acqua e la ritenzione al livello giusto nella cellula è una questione di presenza di forze osmotiche, cioè di MAGNESIO. Il CLORURO DI MAGNESIO ha un rapporto particolare con l'acqua, tanto è vero che, potete vederlo con i vostri occhi, attirerà acqua dall'aria in breve tempo. Cambiando la situazione osmotica di una cellula, gli scienziati sono riusciti ad ottenere un afflusso corretto di acqua al suo interno e dunque un flusso rigenerativo in cellule precedentemente invecchiate. Alterazioni della situazione osmotica si verificano man mano che un organismo subisce un impoverimento di MAGNESIO.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... acerra.htm
Infatti i vegetali sono nostri fratelli:
Dell'articolo sotto, devo fare presente che:
"Il germe di grano contiene agenti fitoattivi, calcio, potassio, fosforo, zolfo, zinco, rame, ferro, magnesio, manganese, molibdeno, selenio, silicio, lecitina, vitamina del complesso B, vitamine A e D, inoltre contiene anche una grande quantità di vitamina E. Quest’ultima rallenta in modo naturale lo sviluppo delle malattie degenerative causate dall’inquinamento dell’aria, inoltre rinforza il sistema immunitario. La vitamina E ha un ruolo importante anche nel trattamento del cancro: Impedisce la riproduzione delle cellule cancerose, previene il danneggiamento del DNA, si utilizza con molta efficacia contro il cancro della prostata. Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer, le malattie del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Un altro principio attivo importante del germe di grano è l’OCTACOSANOLO, che è un alcool saturo composto da 28 atomi di carbonio. Per il fatto che il germe di grano contribuisce al miglioramento della nostra lucidità mentale e resistenza fisica, è particolarmente raccomandato a sportivi e studenti. L’OCTACOSANOLO rinforza la capacità riproduttiva degli uomini, rilassa la muscolatura spesso contratta a causa dello stress, ravviva gli organi dei sensi ed accelera i riflessi. Il germe di grano con i suoi principi attivi diminuisce il livello del colesterolo nel sangue e mantiene in equilibrio il funzionamento dell’organismo."
quindi ritengo che questo sia il LIQUIDO SEMINALI del grano dove è contenuto il DNA della pianta.
MA NON CONTIENE ACIDO ASCORBICO, al contrario di quello animale che ne è la base.
La scoperta più stupefacente che ho fatto nel mese scorso, novembre 2015 è che nel GERME di TUTTI i semi vegetali vi sono gli stessi contenuti dallo SPERMA animale, e come potrebbe essere diverso? Di lì ha inizio la VITA.
Come si potrà rilevare dal pezzo dell'articolo che riporto sotto, il contenuto del GERME di grano è di TUTTI gli "ALIMENTI ESSENZIALI" contenuti nel liquido seminale maschile di TUTTI i maschi animali del mondo detto SPERMA. Così è per TUTTI i semi al mondo, poichè un GERME lo contengono TUTTI dove è depositato il DNA della specie dove ha inizio la vita futura sia VEGETALE che ANIMALE.
Questo è comprensibile in quanto, come sappiamo, anche loro sono nostri fratelli poichè proveniamo da quegli unicellulari usciti dal mare di cui ci parla Irwin Stone:
"pagina 1/10------sostanza fondamentale
L'ACIDO ASCORBICO è una sostanza ubiquitaria fondamentale nel processo vitale. Tutti gli organismi viventi o la producono o la prendono dal nutrimento oppure periscono. I sistemi enzimatici per la produzione dell'ACIDO ASCORBICO sono di antica origine e si sono formati molto presto nello sviluppo del processo vitale su questo pianeta, probabilmente mentre le forme più altamente sviluppate erano ancora forme primitive unicellulari.
pagina 1/10------solo embrione ma produce molto ACIDO ASCORBICO
L'evidenza della embriologia sia delle piante che degli animali corrobora questo punto di vista dal momento che il seme dormiente della pianta e l'uovo dell'animale sono privi di ACIDO ASCORBICO. C'è una produzione immediata di ACIDO ASCORBICO nel seme che germina o nell'uovo in sviluppo, perfino quando l'embrione non è niente più che un grumo di alcune cellule.
pagina 1/10------alta produzione sia in piante che animali
Anche la sua diffusa presenza in tutti gli odierni organismi pluricellulari, sia piante che animali, lo testimonia. Possiamo anche dedurre che la produzione di ACIDO ASCORBICO era ben sviluppata prima che gli organismi viventi divergessero nelle forme di piante e di animali.
pagina 2/10------RENI E FEGATO
Il luogo degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico nei vertebrati a sangue freddo, i pesci, gli anfibi ed i rettili, è nei reni. I più altamente attivi mammiferi a sangue caldo tutti sintetizzano il loro acido ascorbico nel fegato. Una delle principali
funzioni dell’acido ascorbico nella fisiologia animale è il mantenimento della omeostasi biochimica sotto stress. Più grande è lo stress a cui è sottoposto l’animale, più acido ascorbico produce.
Circa 165 milioni di anni fa, quando la natura aveva in vista l’evoluzione dei più attivi e stressanti mammiferi, doveva essere presa una importante decisione morfologica e fisiologica. I reni, pure adeguati come sito di sintesi dell’acido ascorbico per i lenti vertebrati a sangue freddo, erano inadeguati per le aumentate richieste di acido ascorbico per i più altamente stressati mammiferi. La soluzione vincente di questo problema fu il trasferimento degli enzimi per la produzione dell’acido ascorbico dai
relativamente piccoli e biochimicamente affollati reni al più spazioso fegato, che è il più grande organo del corpo. Tutti gli odierni mammiferi capaci di sintetizzare acido ascorbico lo producono nel fegato perché ogni antica forma che non effettuò tale
passaggio era così handicappata biochimicamnte che fu eliminata dalle forze della evoluzione.
...racconta l'EVOLUZIONE DEGLI ESSERI VIVENTI E L'ACIDO ASCORBICO
e spiega la perdita di produrcelo autonomamente
pagina 6/10------l'ACIDO ASCORBICO è un metabolita per tutti gli animali e non una VITAMINA
Stone 20. Negli ultimi 60anni, l'ACIDO ASCORBICO è stato visto come"vitamina C" quando in realtà è un metabolita del fegato e certamente non una "vitamina" per la miriade di mammiferi che hanno intatto il gene per lo L-gulonolactone ossidase. Tali mammiferi non prendono lo scorbuto, anche se hanno una dieta completamente priva di vitamina C.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... turale.pdf
e quindi l'ACIDO ASCORBICO, diventa ora la base della vita di questa pianta.
Ma sarà solo per il grano questo?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sperma.htm
Ed ora parliamo della vitamina D, la quale il corpo animale si AUTOPRODUCE partendo dal COLESTEROLO che circola nel sangue, trasmutandolo grazie ai raggi UV del SOLE.
La pagina recita:
"Insieme per evitare gli effetti collaterali
Scommetto che nessuno ti ha detto che il magnesio e vitamina D devono essere prese insieme in modo da evitare di vitamina D effetti collaterali e per massimizzare l'assorbimento di entrambe le sostanze. Nutrienti non funzionano da soli, e quando si tratta di assunzione di vitamina D, è importante che si prende il magnesio e vitamina D insieme e non solo di vitamina D da solo in grandi dosi come questo può portare a quello che la gente crede sono la vitamina D effetti collaterali, ma sono in realtà solo sintomi di carenza di magnesio che sono stati indotti a causa di come la vitamina D 'utilizza fino' di magnesio nella sua conversione alla sua 'forma attiva' nel flusso sanguigno da integratori e la luce del sole.
Questo è un grosso problema perché, come sempre più persone, e loro medici, cominciano a realizzare i sorprendenti benefici per la salute che la vitamina D ha da offrire e per capire la gravità delle lunghe termSymptoms di carenza di vitamina D, più persone stanno prendendo la vitamina D con l'effetto che vi sia un aumento di persone che hanno questi cosiddetti 'effetti della vitamina d collaterali.
Ma ciò che non è stato affrontato da operatori sanitari, tuttavia, è che molti di questi 'di vitamina D Effetti collaterali' non sono problemi con la vitamina D, ma sono problemi di non ottenere abbastanza magnesio! Ci sarebbe una riduzione significativa dei problemi con l'assunzione di vitamina D se solo la gente avrebbe preso magnesio e vitamina D insieme sono state prese allo stesso tempo.
Parte di questo problema è che quasi come molte persone hanno diagnosticato carenze di magnesio così come le persone con carenze di vitamina D. E purtroppo, i livelli di magnesio nel sangue sono praticamente senza valore e non si può dire se sei veramente il magnesio carente
In realtà, segni di carenza di magnesio sono così prevalenti che il Dr. Carolyn Dean chiama questo problema un 'epidemia'. E se avete ancora amild carenza di magnesio non riconosciuta, i tuoi segni di carenza di magnesio stanno per essere amplificato notevolmente quando la vitamina D è taken- in particolare nelle grandi dosi comunemente usate per la vitamina D il trattamento carenza. E questa è la creazione di alcuni effetti collaterali di vitamina D che non sono in realtà problemi con l'assunzione di vitamina D in sé, ma i sintomi di una carenza di magnesio indotta!
E 'vitale per prendere il magnesio e vitamina D per il corretto assorbimento
2K + Salva
Alcuni dei problemi sperimentati da coloro che l'assunzione di vitamina D da solo sono:
Insonnia
nervosismo
Crampi muscolari
Ansia
Palpitazioni
Stipsi
Mal di testa
dolore peggioramento
Il dolore del corpo / dolore osseo
Tutto ciò sono esattamente gli stessi come segni di carenza di magnesio !! Mentre ci sono certamente andando sempre essere quelli che semplicemente non può tollerare l'assunzione di vitamina D Supplementi per un motivo o un altro, la buona notizia è che la stragrande maggioranza di questi problemi possono essere risolti o facilmente prevenuta essere sicuri di prendere cofattori sufficienti , con vitamina a e la vitamina K di essere altrettanto importante quanto prendere il magnesio in una dose sufficiente per risolvere qualsiasi carenza latente, come ad esempio, che viene disegnato sulla pagina di magnesio dosaggio, insieme con la vitamina d.
Come magnesio e vitamina D
Lavorare insieme
Dal momento che è necessario il magnesio per la conversione della vitamina D nella sua forma attiva, è anche vero che l'assunzione di vitamina D non può sollevare i livelli ematici di vitamina D in coloro che sono carenti di magnesio !! Assicurarsi di leggere questo nuovo e di capire questo magnesio e vitamina D interrelazione:
Il magnesio è 'consumata' quando la vitamina D viene convertita nella sua forma attiva nel sangue
Il magnesio è 'richiesto' per convertire la vitamina D nella sua forma attiva nel sangue
Funziona in entrambi i modi. Il magnesio non è solo esaurita, ma non permette di convertire la vitamina D se non si ha abbastanza magnesio, al fine di consentire la vitamina D da convertire !! In molti casi in cui grandi dosi di vitamina D sono prese, ma il livello di vitamina D non venire, sia per la persona carente e il loro medico credono che stanno avendo problemi di assorbimento della vitamina D. Questo finisce per provocare:
Un sacco di paura che un serio problema medico di base esiste
Inutilmente alti dosaggi di vitamina D sono spesso prese causando un peggioramento della carenza di magnesio
Migliaia e talvolta decine di migliaia di dollari vengono spesi in inutili test medici per trovare il problema 'assorbimento'
La carenza di magnesio sottostante è spesso mai trovato e affrontato, perché il test per i livelli di magnesio non è un test utile per determinare necessità di tale nutriente
A differenza dei farmaci, nutrienti sono 'sinergico' e interconnessi tra loro. Soprattutto nel caso di magnesio e vitamina D è estremamente importante che si prende il magnesio e vitamina D insieme quando si sta assumendo la vitamina D al fine di evitare questi problemi.
Un'altra ragione di questo è che il magnesio aiuta l'assorbimento del calcio, così, e molte donne che prendono vitamina D e calcio 'le mie ossa' non finire per prendere il magnesio insieme con questi due Fertilizzanti- e questo può compromettere l'efficacia costruzione osso del vitamina d e calcio.
Quindi, non farsi prendere l'assunzione di vitamina D senza prendere sia magnesio e vitamina D insieme! E 'davvero così importante! Continua a leggere per scoprire quali altri fattori possono influenzare l'assorbimento della vitamina D.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aminaD.htm
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... adbase.htm

L'articolo e la SCIENZA parlano di 16 malattie guarite recandoti al mare per una vacanza, ma sono certo che sono molte di più.

Dell'articolo in oggetto DEVO e VOGLIO far rilevare un fatto molto importante di cui la INCOMPETENZA dei nostri medici sottolinea la loro poca dedizione alla nostra salute, quindi al MAGNESIO, ma dimostra invece la loro dedizione al business.
Sottolineo quindi che i valori che si rilevano nel sangue di cui la medicina fà riferimento e di cui i medici pensano che con i valori segnalati il paziente abbia una OTTIMA SALUTE, in realtà è COMPLETAMENTE FALSO e fuorviante.
Quindi attenti a non essere carenti di questo elettrolita MAGNESIO, così importante per la salute di ognuno di noi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... acerra.htm
La pagina recita:
"Una delle ragioni che dimostrano quanto la medicina occidentale sia sbagliata è il modo in cui lo testano: con esami del sangue.
Gli esami del sangue non danno alcuna informazione sul MAGNESIO … perché? Poiché il corpo controlla i livelli di MAGNESIO nel sangue molto strettamente.
Se il MAGNESIO nel sangue scende solo un po‘, si sta andando per avere un attacco di cuore. E‘quel campione. Quindi, per evitare ciò, il corpo ruba da tutte le sue cellule, tessuti e ossa il MAGNESIO per mantenere i livelli ematici costanti. Se si fa un esame del sangue per il MAGNESIO, le cellule potrebbero essere completamente vuote, mentre i livelli nel sangue rimangono costanti.
Quel che è peggio è che il MAGNESIO non è nemmeno nel sangue. 99% del MAGNESIO nel corpo è immagazzinato nelle cellule che vengono derubate, mentre solo l’1% di MAGNESIO totale del corpo è nel sangue. Questi test sono una completa perdita di tempo, e i medici sono all’oscuro da questa realtà.
“Un test del siero per il MAGNESIO è in realtà più che inefficace, perché un risultato che è entro i limiti normali dà un falso senso di sicurezza sullo stato del minerale nel corpo. Ciò spiega anche perché i medici non riconoscono la carenza di MAGNESIO; considerano i livelli di MAGNESIO nel siero come una misura accurata di tutto il MAGNESIO nel corpo. “- Dr. Carolyn Dean, il MAGNESIO miracolo.
Ho rilevato che questo articolo sia molto importante per la maggior parte delle persone, anche in giovane età, quindi lo sottopongo a tutti.
"Dr. Carolyn Deam, MD
I segni di carenza di magnesio sono ovunque se si sa cosa cercare, Purtroppo, i sintomi sono così incredibilmente comuni che costantemente non vengono considerati!
Quasi nessuno, sopratutto i medici, comprende che i disturbi di cui soffriamo quotidianamente sono i realtà sintomi di CARENZA DI MAGNESIO, La maggior parte due problemi di salute compresi i disturbi lievi sono collegati ad una mancanza di questo preziosissimo minerale salva-vita nel nostro corpo."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... rolita.htm
dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... egnali.htm

L'articolo recita:
"Tanti studi effettuati in diverse parti del mondo, concordano che la miglior cura ad ogni male è avere un forte contatto con il mare.
Sempre più specialisti consigliano di avere un contatto forte con acque marine per il ripristino dell’ intero organo.
Inalare l’aria del mare per prevenire molte patologie.
Secondo recenti studi, inalando l’aria del mare si riesce a prevenire un’ incredibile quantità di patologie .
Liberare il nostro organismo dalle intolleranze allergiche.
E liberare i bronchi e i polmoni dall’ umidità e i batteri che inaliamo durante un arco di tempo.
Inoltre è un ottimi antiossidante e ripulisce i polmoni dal fumo delle sigarette e dallo smog della città.
Il calcio presente nell’ acqua permette:
Alleviare i danni alle ossa e riduce i dolori dovute a distorsioni , fratture , osteoporosi , malattie reumatiche , rachitismo e dolori articolari .
L’ acqua salata invece porta diversi benefici alla pelle , tra cui :
Cura dal acne seborroica , dalla dermatite , dalla psoriasi e dagli eczemi.
Lo iodio :
Ha effetti benefici sulla tiroide e migliora il sistema circolatorio.
Viene consigliato particolarmente a persone che hanno avuto trattamenti radioterapici .
Inoltre il mare ha altre mille benefici :
Migliora:
1 gli stati anemici.
2 le malattie ginecologiche.
3 l’ipotiroidismo e il linfatismo.
4 a combattere gli stati depressivi.
5 Si riduce la ritenzione idrica.
6 Vengono eliminati i chili di troppo.
7 Migliora il tono muscolare.
8 Rilassa i muscoli.
9 Scioglie le contratture accumulate.
10 Allontana lo stress.
Non a caso , da pochi anni si sta diffondendo nel mondo il trattamento della cosiddetta “talassoterapia” , ossia cura e prevenzione tramite l’ assorbimento di queste sostanze benefiche proveniente dal mare.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... areora.htm

Sinonimi:

Significato clinico

Significato clinico

La diagnosi della carenza di magnesio è particolarmente difficoltosa nei casi lievi che sono quasi sempre caratterizzati da blanda o assente sintomatologia. Ci si può avvalere di specifiche analisi ematochimiche o di un semplice test che consiste nell'iniettare magnesio al paziente e monitorarne successivamente la presenza nelle urine. In genere l'esame ematologico di routine effettuato per Nilevare il magnesio è quello che ne quantifica la concentrazione nel sangue. Tuttavia, il magnesio nel sangue non costituisce che l'1% di quello totale. Per avere una stima della quantità di magnesio intracellulare, viene eseguito il test di valutazione del magnesio eritrocitario che quantifica, cioè, la concentrazione del minerale all'interno dei globuli rossi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ITARIO.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mer dic 23, 2020 1:36 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... virus1.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Quanto dichiara questo articolo che unisce i virus e la vitamina D3 COLECALCIFEROLO, da ingoiare giornalmente.
Parlando di ciò che combatte le infezioni sul pianeta terra, il primo è il CLORURO DI MAGNESIO, difatti l'acqua di mare che ne contiene la maggior quantità di questo CLORURO DI MAGNESIO, non si è MAI sentito che una qualche persona si sia INFETTATA, anche solo bagnandosi i piedi, e non si è mai sentito da altre persone che si siano INFETTATE in queste acque.
La pagina recita:
"Ora invece vorrei parlarti un secondo del CLORURO DI MAGNESIO, altro prodotto da te DEMONIZZATO.
Sono certo che tu, nella tua vita sei andata molte volte al mare, entrando in acqua, ma sono certo che non hai mai letto che un individuo si sia mai INFETTATO, vero?
Certo, MAI, anche perchè se così fosse nei mari NON ESISTEREBBE PIU' LA VITA sia in ANIMALI chi in VEGETALI.
Oh, ma allora in queste acque SATURE di CLORURO DI MAGNESIO, che proprio in loro esiste la maggior parte di questo su madre terra, NON POSSONO VIVERE i VIRUS, BATTERI, FUNGHI ecc.
Quindi non posso che concludere che allora ingoiando COSTANTEMENTE CLORURO DI MAGNESIO, INGOIO IL VACCINO NATURALE SENZA FOGLIO ILLUSTRATIVO (BUGIARDINO).
E ti faccio notare che ogni individuo nel CLORURO DI MAGNESIO ci nasce, ci vive tutta la sua vita ed alla fine ci muore, guardacaso senza essere MAI allergico al MAGNESIO, oppure soffrire di IPERMAGNESEMIA, che se così fosse nei mari non ci sarebbe più la vita.
Quindi lasciamo a te i vaccini a cui ti riferisci tu in quanto VELENO PURO."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nozomi.htm

Quindi >Madre >Natura e la EVOLUZIONE hanno provveduto che la vita nelle acque di mare non si estinguesse, ma non hanno dimenticato la vita sulla terra ferma, ed hanno provveduto che le stesse funzioni lo facesse un altro "ALIMENTO ESSENZIALE" di nome vitamina D3 COLECALCIFEROLO.

Riguardo alla vitamina D la pagina in oggetto recita:
"I dati raccolti indicano che i pazienti ricoverati in ospedale per Covid-19 presentano un’elevatissima prevalenza di ipovitaminosi D.
Cosa dicono le evidenze scientifiche sulla vitamina D
I due scienziati spiegano che numerose evidenze scientifiche hanno mostrato un ruolo attivo della vitamina D. In particolare:
sulla modulazione del sistema immunitario
nelle persone anziane, tanto più in caso di infezione da Covid
nella riduzione del rischio di infezioni respiratorie di origine virale, incluse quelle da Coronavirus
nel contrastare il danno polmonare da iperinfiammazione
e la frequente associazione dell’ipovitaminosi D con numerose patologie croniche che possono ridurre l’aspettativa di vita.
Il legame tra Covid e raggi solari UV
Sebbene la coincidenza statistica non comporti necessariamente un rapporto di causa-effetto, i risultati dello studio, ha spiegato Isaia intervistato da Le Iene, “sono coerenti con i possibili effetti benefici della radiazione UV solare sul contrasto alla diffusione del Coronavirus e alle sue manifestazioni cliniche."

L'articolo recita:
"Questa foto dimostra chiaramente IL CICLO della AUTOPRODUZIONE e di come viene ingoiata questa vitamina D nei CIBI NATURALI, in forma di colecalciferolo, per poi seguire un unico CICLO trasformato nella forma attiva nel fegato che circola nel sangue, ma che poi viene trasformata nei reni in altra forma ancora, la quale viene usata dal corpo per lo scheletro aiutando il SILICIO ORGANICO per fissare il CALCIO nelle ossa.

Quindi riporto quanto scritto su facebook a:
"Ciao Paolo Lombardi, GRAZIE. Lo sapevo che prima o poi qualcuno se ne sarebbe accorto che la vitamina D è la panacea per l'apparato respiratorio, ma sarà difficile farlo digerire ai CERVELLONI della medicina, quindi alla OMS che è la causa di questo DISASTRO. Lo conferma l'autore dell'articolo con la frase:
"Qui, poi, le cose si fanno interessanti, perché si nota che tra i paesi più CARENTI di vitamina D figura proprio l’Italia. Ma come? Gli esperti dicono che per prendere abbastanza vitamina D basta esporsi al sole per qualche minuto, l’Italia, come sappiamo tutti, ha un clima mediterraneo e temperato, e risulta proprio tra i paesi più carenti? Forse questa raccomandazione è inadeguata e sarebbe il caso di rivederla."
Oh ma allora è la conferma al mio articolo postato il 30 marzo 2020, che in parte recita: "Oggi 23/04/2020, sono passati 6 mesi circa dal fatidico giorno: il 4/11/2019, in cui la AIFA affiliata della OMS, ha fatto pubblicare sulla Gazzetta Ufficiale italiana il loro regolamento indirizzato ai medici, loro membri, contenente le indicazioni a chi dei loro clienti, prescrivere ancora la vitamina D, abbassando i valori minimi ri riferimento della vitamina D, da 30 a 20 ng/ml, penalizzando, come da documento descritto sotto, penalizzando i maschi, Quindi MANCANDOMI L'ULTIMO TASSELLO come riprova, mi sono recato da diverse farmacie chiedendo se nell'ultimo periodo è sceso il consumo di vitamina D.
La risposta è stata sempre la medesima:
"CERTO CHE DA QUANDO DOVEVANO PAGARLA LE RICHIESTE DI VITAMINA D SONO SCESE DI MOLTO"
Certo, abbassando questo valore, il cliente del medico, non ricevendola più dal suo medico, fidandosi di lui, non ha provveduto ad acquistarla, ma questo perchè questo cliente dei quali, nessuno sà della sua importanza, sopratutto gli anziani maschi, i quali il rapporto dei morti tra femmine e maschi, su 10 è 8 maschi e 2 femmine come da articolo.
Ho, ma allora la causa di tutto è proprio la CARENZA di vitamina D.
NON HO PIU' PAROLE.
Il TITOLO dell'articolo in oggetto è:
"Coronavirus: Iss, in Italia i decessi accertati finora per causa del Covid-19 sono solo due"

Premetto questa pagina con una domanda, la più logica riguardo il CORONAVIRUS:
"HAI MAI VISTO UN VIRUS?" NO" !?!?!?!?!?!?, come NO???
Ma allora O CREDI O NON CREDI che esistano, vero?
Bene, fissato questo, con questa mia pagina ti espongo TUTTE LE VERITA' "DOCUMENTATE", su questo coronavirus e l'attuale situazione nel mondo .
Procedendo, non troverai i link degli articoli ORIGINALI ma link di mie pagine sulle quali trovi l'ARTICOLO ORIGINALE, e questo lo faccio perchè, nella mia personale esperienza, molte pagine IMPORTANTI sono SPARITE nel nulla, a secondo del COMODO del personaggio che questa pagina ha scritto, o chi per esso.
Detto questo, invito chi vuole VERITA', di leggere questa FINO IN FONDO, in modo da poter magari criticare il mio pensiero, ma sopratutto per rilevare LA DOCUMENTAZIONE riportata a riprova di questo mio pensiero.

Ora, ritengo incredibile, e vergognoso che le morti dichiarate causa CORONAVIRUS, siano per la maggior parte MASCHI, che come dichiarato in tv in data 20 marzo 2020, su 10 (dieci) morti, ben 8 (otto) sono maschi, mentre le rimanenti 2 (due) sono femmine, quindi questo rapporto ANOMALO dichiara chiaramente che la causa NON PUO' ESSERE il CORONAVIRUS che non può fare cernite, ma BEN ALTRO.
Questo è quanto voglio dimostrare con questa mia pagina: IL BEN ALTRO
Onde rendere chiaro questo documento che dimostra LA VERA CAUSA di questo ultimo periodo di paura causato da un PRESUNTO VIRUS denominato CORONAVIRUS, di cui nessuno l'ha mai visto, le cui origini sono piuttosto nebulose in quanto egli NON fà parte degli esseri viventi, quindi non è nè un animale nè un vegetale, non appartenendo a nessun REGNO, quindi è impossibile dichiarare che possa subire una EVOLUZIONE come dichiarato da personaggi detti virologi, i quali raccontano di questa EVOLUZIONE, i quali sono IN PIENO CONFLITTO DI INTERESSI, dai quali personalmente mi tengo bene alla lontana.
Per avere dei riferimenti di partenza ben solidi, dobbiamo iniziare da dati di fatto INCONTESTABILI FISSI E SOPRATUTTO "NATURALI".
Il primo di questi dati, è che ogni essere vivente si AUTOGUARISCE, compreso la specie umana, che se così non fosse si sarebbero TUTTI ESTINTI e sulla terra non ci sarebbe più la vita.
Però per farlo il corpo dell'individuo ha bisogno di un qualcosa che già ha dentro di se, poichè non può attendere che questo qualcosa venga introdotto col CIBO.
A questo proposito, ritengo che partire dalle AUTOPRODUZIONI di "PRODOTTI" che ogni INDIVIDUO, sia del REGNO ANIMALE che del REGNO VEGETALE, quindi di cui ogni specie vivente ha bisogno, sia DOVEROSO, ed è perchè queste sono stabilite e fatte AUTOPRODURRE dalla EVOLUZIONE che le ha ritenute MOLTO IMPORTANTI riguardo a questa AUTOGUARIGIONE, che se non fossero IMPORTANTI, dato che per queste AUTOPRODUZIONI il corpo dell'individuo per farlo deve dedicare delle ENERGIE, sono anche certo che se non INDISPENSABILI non avrebbero ragione di essere.
Naturalmente questi "PRODOTTI" sono molti, ma non ci interessiamo SOLO DEI PIU' IMPORTANTI, frutto di una ricerca di molti personaggi, quali sono gli SCIENZIATI del secolo scorso, e di molti ricercatori contemporanei.
Però nel farlo, sono certo che l'unico fattore da seguire sia proprio la EVOLUZIONE di ogni specie e quindi di ogni individuo e che già sono nel suo corpo.
Naturalmente questi "PRODOTTI" sono scritti nel suo DNA e circolano liberamente sia nel SANGUE ANIMALE che nella LINFA VEGETALE, cui la medicina li chiama "integratori".
Riguardo ai VEGETALI, noi tutti sappiamo che per il più importante l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C) la medicina dice:
"se vuoi ingoiare vitamina C devi ingoiare frutta e verdura"
ma per essere nel loro frutto, il quale è la CONTINUAZIONE DELLA SPECIE del VEGETALE, come potrà questo VEGETALE fornirgliela se non con la sua LINFA, unico prodotto libero di circolare nel suo corpo, come lo è il SANGUE per gli ANIMALI?
Questo è chiaro vero?
Mentre noi, capito e valutato la loro IMPORTANTE FUNZIONE anzichè chiamarli "integratori", li chiamiamo "ALIMENTI ESSENZIALI".
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imorti.htm

Quindi usufruirò sicuramente dell'articolo, ancora GRAZIE.

Altra pagina recita:
Quante falsità, è incredibile la fantasia umana quando vuole prendere per i fondelli i CREDULONI.
In proposito mi permetto di sottolineare la parte che recita:
"Per gli studiosi dello Scripps Research Institute, il virus che causa la Covid-19 è frutto di processi naturali e non dell'opera dell'uomo
Il Sars-Cov-2 si è originato in natura, e non è stato prodotto in laboratorio con tecniche di ingegneria genetica, manipolando i geni del virus in provetta. Lo rivela uno studio genico sul nuovo coronavirus pubblicato dalla rivista scientifica Nature Medicine. La ricerca, di cui dà notizia in Italia l’Ansa, è stata condotta per smentire le teorie che indicavano il lavoro dell’uomo, o addirittura l’opera di governi e istituzioni, all’origine della pandemia di Covid-19.
“Confrontando i dati genetici a oggi disponibili per diversi tipi di coronavirus, possiamo risolutamente determinare che il Sars-Cov-2 si è originato attraverso processi naturali“, ha dichiarato Kristian Andersen dello Scripps Research Institute di La Jolla (California), a capo del team di scienziati che ha condotto lo studio.
L’équipe ha confrontato il gene della proteina chiave del processo di contagio, la spike, che compone la corona da cui questa tipologia di virus prende nome e che il Sars-Cov-2 utilizza per attaccarsi alle cellule umane e infettarle."
Ora, a parte che non credo alla esistenza dei virus, in quanto nessuno li ha mai visti, ed è facile inventare un quancosa che nessuno potrà mai smentire. Già solo questo fatto lascia il tempo che trova, ma poi, dato che chi racconta di questi virus è in CONFLITTO DI INTERESSI, se ho un qualche dubbio, ecco che mi viene la certezza della falsità.
Vi sono personaggi poi che dichiarano che nei laboratori hanno dato la vita a questi virus e mi chiedo, COME POTRA' ESSERE POSSIBILE?
Che un uomo per tanto titolato che possa essere, e quanti più mezzi possa avere a disposizione, HO CERTEZZA che costui non riuscirà mai a dare la vita a qualcosa, se mai a togliere la vita, questo SI, ne sono certo.
Mi sono spiegato?
Penso di non dover dire altro che tutto questo HA UN FINE che scopriremo solo col tempo e neanche troppo.
Questo è un mezzo per distrarre dal vero scopo, in quanto il mio simile NON FA' MAI NULLA PER NULLA, ma saperlo è SOLO LUI.
La pagina scrive:
"Dal titolo dell'articolo in oggetto "Ecco le prime foto del coronavirus lombardo" vorrà dire che altre immagini di altri laboratori potrebbero essere diverse dimostrando che le forme possono cambiare da paese a paese o da laboratorio a laboratorio?
Ma tu, hai mai visto un virus?
CHE DOMANDA!?!?!?!?!?!?!
Poterlo vedere o immaginare è solo di qualcuno, o NO?
Mi permetto di proporvi una presunta foto del virus Sars-CoV-2 come dichiarato dall'articolo che la riporta, ottenuta da un microscopio elettronico, ad un ingrandimento di 30000X.
Sono certo che anche voi penserete come me; ci vuole tanta fantasia a credere che le DIFESE IMMUNITARIE, che hanno dato prova di sapersi difendere da prove molto peggiori, che se sono messe in condizioni di non nuocere ad un così piccolo pericolo, vuol proprio dire che sono NULLE.
A questo però non riesco proprio a credere in quanto il corpo umano proviene da un tempo indefinito di EVOLUZIONE, quindi sono certo che questi puntini li ha già combattuti e vinti moltissime volte in passato, senza lasciare tracce, che in caso contrario sarebbe stata la fine della specie umana, invece NO.
Quindi avere le DIFESE IMMUNITARIE ALTE è solo questione di evitare come la peste i CIBI IMMONDIZIA delle industrie, ingoiando con COSTANZA gli "ALIMENTI ESENZIALI" che circolano ogni secondo nel corpo di ognuno di noi.

Quale differenza con le foto fantastiche di coronavirus che il SISTEMA ci propina pur di raggiungere i suoi immondi fini.
Mi sento tanto preso per i fondelli da personaggi che non riesco a definirne un nome tanto spegevole.
https://www.gettyimages.it/immagine/cor ... ostpopular#

E' chiaro quindi che ingoiare COSTANTEMENTE ciò che circola nel mio SANGUE in ogni momento della mia vita, che è quindi scritto nel mio DNA, gli "ALIMENTI ESSENZIALI", di cui posso essere CARENTE nel mio corpo per i validissimi motivi come lo è per l'ACIDO ASCORBICO, data la mancata AUTOPRODUZIONE o come la vitamina D, anch'essa AUTOPRODOTTA, CARENTE per la mancata esposizione al sole, a partire dall'AUTOPRODOTTO COLESTEROLO: la vitamina D, è UN OBBLIGO PIU' CHE UNA NECESSITA'. Naturalmente non dobbiamo dimenticare il primo "ALIMENTO ESSENZIALE" NON AUTOPRODOTTO: il CLORURO DI MAGNESIO.
Data la raffinazione dei CIBI INDUSTRIALI proposti dalle industrie, è bene aggiungere altri "ALIMENTI ESSENZIALI" come il SELENIO, la vitamina K2, il SILICIO ORGANICO, lo ZINCO, il gruppo delle vitamine B ecc. levando di torno il "PRIMO FLAGELLO UMANO"il CAFFE', ma prima ancora evitare come la peste i DENTIFRICI, apportatori di VELENO PER I TOPI, il FLUORURO DI SODIO, scritto chiaramente sul tubetto, con sotto la scritta:
CONTIENE: FLUORURO DI SODIO.
NON INGOIARE,
seguita dall'avviso di lavarsi i denti poche volte al giorno,
e seguita dalla scritta:
PER I BAMBINI SOTTO I SEI ANNI................
nel caso portarli dal MEDICO o dal DENTISTA,
che mi pare sia un BOLLETTINO DI GUERRA, ma questo AVVISO nessuno lo legge mai,
MESSI IN BOCCA CON COSTANZA DI OGNI GIORNO sia il CAFFE' che il FLUORURO DI SODIO, e poi ci si spaventa per una invenzione umana come è il CORONACIRUS, del quale ce ne fanno vedere l'ingrandimento, ma di cui nessuno ci garantisce che siano vere o che i puntini segnalati proposti siano veramente CORONAVIRUS?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sangue.htm

E l'alluminio? lo trovi in ogni angolo dei cibi, sia come contenitori, che come stagnola in cucina, senza contare le pentole o le PADELLE che sotto lo strato antiaderente ti avvelenano ogni volta che le usi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gevita.htm

Insomma, ogni mezzo è valido per creare MALATTIA, anche solo la parola "coronavirus".
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... usfoto.htm

Per gli studiosi dello Scripps Research Institute, il virus che causa la Covid-19 è frutto di processi naturali e non dell'opera dell'uomo
Il Sars-Cov-2 si è originato in natura, e non è stato prodotto in laboratorio con tecniche di ingegneria genetica, manipolando i geni del virus in provetta. Lo rivela uno studio genico sul nuovo coronavirus pubblicato dalla rivista scientifica Nature Medicine. La ricerca, di cui dà notizia in Italia l’Ansa, è stata condotta per smentire le teorie che indicavano il lavoro dell’uomo, o addirittura l’opera di governi e istituzioni, all’origine della pandemia di Covid-19.
“Confrontando i dati genetici a oggi disponibili per diversi tipi di coronavirus, possiamo risolutamente determinare che il Sars-Cov-2 si è originato attraverso processi naturali“, ha dichiarato Kristian Andersen dello Scripps Research Institute di La Jolla (California), a capo del team di scienziati che ha condotto lo studio.
L’équipe ha confrontato il gene della proteina chiave del processo di contagio, la spike, che compone la corona da cui questa tipologia di virus prende nome e che il Sars-Cov-2 utilizza per attaccarsi alle cellule umane e infettarle.
La proteina, riporta la ricerca citata dall’Ansa, possiede la porzione Rbd, una sorta di uncino con cui il coronavirus si incastra alla molecola Ace2, un recettore che regola la pressione del sangue negli esseri umani. Il legame tra Rbd e Ace2 è il punto di partenza dell’infezione.
Oltre all’uncino, la spike – che tradotto in italiano significa ‘punta’ o ‘spuntone’ – possiede una forbice molecolare, che aiuta il virus a penetrare nelle cellule umane.
Rbd e Ace2 si incastrano perfettamente tra loro, come pezzi di un puzzle, e questo, secondo gli esperti che hanno condotto lo studio, può significare solo che il nuovo coronavirus non è stato manipolato in laboratorio, perché l’ingegneria genetica non dispone di strumenti così avanzati per riprodurre un meccanismo di evoluzione naturale.
“Le caratteristiche del virus, la sequenza genetica di Rbd e la ‘spina dorsale’ del virus ci portano a scartare l’ipotesi della manipolazione in laboratorio come possibile origine del Sars-Cov-2?, ha dichiarato lo scienziato Kristian Andersen secondo quanto riporta l’Ansa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sfalso.htm

La pagina recita:
"Buonasera a tutti, amici e pazienti. Oggi parliamo di Coronavirus e Vitamina D.
Molti di voi avranno notato che ultimamente su tutti i giornali si parla di questo collegamento. Ma come, 2 mesi fa tutti dicevano che era una bufala, e adesso è diventata una cura miracolosa? Cerchiamo di vederci chiaro.
Il motivo è che la ricerca è andata avanti, e negli ultimi mesi sono usciti studi che hanno rivalutato questo argomento e sono riusciti a cambiare il pensiero di qualcuno.
Entrambi usciti questo mese, hanno due titoli molto eloquenti: Il primo “La concentrazione di vitamina D è bassa nei pazienti con test positivo a Coronavirus” e il secondo “Ruolo della Vitamina D nella prevenzione dell’infezione e della mortalità da Coronavirus”, ovviamente sto traducendo e semplificando l’inglese scientifico.
Che cosa dicono? Il primo prende in esame un gruppo di soggetti misto, in Svizzera, e osserva che in quelli affetti da COVID-19, positivi, il livello di Vitamina D è molto più basso, meno della metà rispetto a quelli negativi, e conclude dicendo che questo legame andrebbe confermato ed approfondito.
Il secondo è ancora più interessante, dal momento che considera i livelli di Vitamina D in 20 diversi paesi, incrociati con i casi positivi e i decessi da COVID-19, e anche qui nota che le persone più carenti hanno un maggior rischio di contrarre il COVID-19.
Qui, poi, le cose si fanno interessanti, perché si nota che tra i paesi più carenti figura proprio l’Italia. Ma come? Gli esperti dicono che per prendere abbastanza vitamina D basta esporsi al sole per qualche minuto, l’Italia, come sappiamo tutti, ha un clima mediterraneo e temperato, e risulta proprio tra i paesi più carenti? Forse questa raccomandazione è inadeguata e sarebbe il caso di rivederla.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... avirus.htm

Si moltiplicano in tutto il mondo gli studi sul presunto legame tra Covid e vitamina D. Ecco tutto ciò che sappiamo finora

Si moltiplicano in tutto il mondo gli studi sul presunto legame tra Covid e vitamina D. A inizio pandemia erano emerse già le prime evidenze scientifiche in merito a una correlazione tra vitamina D e Coronavirus.

Chi ha una carenza di vitamina D avrebbe un rischio maggiore di contrarre il virus, e, in caso di positività, di sviluppare una forma più grave della malattia.

In particolare, le oltre 300 ricerche condotte nei laboratori di tutto il mondo indicano chiaramente che la carenza di vitamina D aumenta in maniera importante il rischio di contrarre l’infezione da Covid-19, di ricovero e di mortalità. Non rappresenterebbe una cura, dunque, ma un validissimo strumento per ridurre i fattori di rischio.

Anche in Italia si studia da mesi questa correlazione, ma inspiegabilmente se ne parla pochissimo, e il ministero della Salute continua addirittura a ribadire che non esistono evidenze scientifiche in merito.
Lo studio di Isaia e Medico dell’Accademia di Medicina di Torino

A indagare il nesso tra Covid e vitamina D in Italia è soprattutto lo studio condotto da Giancarlo Isaia, docente di Geriatria e Presidente dell’Accademia di Medicina di Torino, e da Enzo Medico, Ordinario di Istologia all’Università di Torino, che già a fine marzo avevano giudicato i primi risultati “molto interessanti”.

I dati raccolti indicano che i pazienti ricoverati in ospedale per Covid-19 presentano un’elevatissima prevalenza di ipovitaminosi D.
Cosa dicono le evidenze scientifiche sulla vitamina D

I due scienziati spiegano che numerose evidenze scientifiche hanno mostrato un ruolo attivo della vitamina D. In particolare:

sulla modulazione del sistema immunitario
nelle persone anziane, tanto più in caso di infezione da Covid
nella riduzione del rischio di infezioni respiratorie di origine virale, incluse quelle da Coronavirus
nel contrastare il danno polmonare da iperinfiammazione
e la frequente associazione dell’ipovitaminosi D con numerose patologie croniche che possono ridurre l’aspettativa di vita.

Il legame tra Covid e raggi solari UV

Sebbene la coincidenza statistica non comporti necessariamente un rapporto di causa-effetto, i risultati dello studio, ha spiegato Isaia intervistato da Le Iene, “sono coerenti con i possibili effetti benefici della radiazione UV solare sul contrasto alla diffusione del Coronavirus e alle sue manifestazioni cliniche.

Risulta infatti che la radiazione UV è sia in grado di neutralizzare direttamente il virus sia di favorire la sintesi della vitamina D che, per le sue proprietà immunomodulatorie, potrebbe svolgere un ruolo antagonista dell’infezione e delle sue manifestazioni cliniche”. Secondo gli esperti non ci sarebbero sostanziali effetti collaterali nell’assumerla.

Lo studio è partito dall’ipotesi che l’evoluzione dell’epidemia sia influenzata anche dall’intensità delle radiazioni ultraviolette solari. Le regioni del Nord Italia, meno esposte, sono state non a caso più colpite dalla pandemia. Dallo studio emergerebbe come la differente esposizione ai raggi UV solari sia in grado di spiegare fino all’83,2% della variazione dei casi di Coronavirus nella popolazione italiana.

In caso di scarsi livelli di vitamina D ci si può innanzitutto esporre alla luce solare per quanto possibile, anche su balconi e terrazzi, e mangiare cibi che la contengono, anche se sono pochi. Sotto controllo medico, poi, si possono assumere specifici preparati farmaceutici, come integratori.
Il ministero della Salute smentisce

Una circolare del ministero della Salute afferma però chiaramente che “non esistono ad oggi evidenze solide e incontrovertibili (ovvero derivanti da studi clinici controllati) di efficacia di supplementi vitaminici e integratori alimentari (ad esempio vitamine, inclusa vitamina D, lattoferrina, quercetina), il cui utilizzo per questa indicazione non è quindi raccomandato”.

Il prof. Isaia ha ribattuto che “chi ha scritto il documento ha accomunato la vitamina D, che è cosa ben diversa, ad altre vitamine e integratori. Le nostre evidenze, che partono dall’inizio del 2020, possono essere discutibili ma meritano almeno un approfondimento”. La vitamina D, di fatto, è un ormone, non una vitamina in senso stretto.
L’appello di 61 ricercatori

Ora, 61 professori, ricercatori e medici italiani hanno sottoscritto un appello al Ministero e alle istituzioni competenti per somministrare alle categorie più a rischio per il Coronavirus la vitamina D in via preventiva.

Già un gruppo di scienziati inglesi guidati dal professor Gareth Davies aveva indicato qualche mese fa come circa la metà della popolazione inglese abbia una carenza di vitamina D, spiegando che questo basso livello potrebbe comportare un maggior rischio di contrarre il Covid, e di sviluppare sintomi gravi.

In Gran Bretagna, il premier Boris Johnson ha deciso di somministrarla gratuitamente a 2 milioni di cittadini, anche a seguito delle raccomandazioni della British Dietetic Association.
I cibi che contengono vitamina D

Come dicevamo, ci sono alcuni alimenti che ne contengono più, anche se la dieta tipicamente mediterranea ne è povera (gli indicatori sono intesi per 100 grammi di prodotto, ed espressi in microgrammi, il cui simbolo è µg):

olio di fegato di merluzzo: 250 µg/100?g
trota salmonata: 15,9 µg/100?g
salmone: fresco 10,9 µg/100?g, affumicato 17,1 µg/100?g, in scatola 15 µg/100?g
pesce spada: 13,9 µg/100?g
sgombro: 13,8 µg/100?g
uova: 5,4 µg/100?g
aringa: 4,2 µg/100?g
sardine: 4,8 µg/100?g
tonno: 1,7 µg/100?g
latte: 1,3 µg/100?g
fegato di bovino: 1,2 µg/100?g
funghi: 0,2-0,4 µg/100?g
cioccolato: fondente (1,90-5,48?µg/100?g), bianco (0,19-1,91?µg/100?g) e spalmabile alla nocciola (0,15?µg/100?g).

Chi dovrebbe assumere vitamina D contro il Covid

Per questo anche gli scienziati italiani consigliano vivamente i medici di base di prescriverla preventivamente per combattere il Coronavirus, soprattutto ad alcune categorie di persone:

soggetti più fragili
già contagiati
congiunti dei contagiati
personale sanitario
anziani fragili
anziani nelle Rsa
tutti coloro che per vari motivi non si espongono adeguatamente alla luce solare
persone in clausura.

Inoltre, potrebbe anche essere considerata la somministrazione della forma attiva di vitamina D, il Calcitriolo, per via endovenosa nei pazienti affetti da Coronavirus e con funzionalità respiratoria particolarmente compromessa.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... virus1.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » ven dic 25, 2020 2:45 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... hecani.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
Il CAFFE' DROGA-INSETTICIDA. Questo il titolo del loro video di informazione come è fatto per il bugiardino e le scritte sulle sigarette:
"Una droga legale: il caffé (VIDEO)"
che è TUTTO UN PROGRAMMA, vero?
http://www.guidafinlandia.it/informazio ... ffe-video/
https://youtu.be/OTVE5iPMKLg
da questa pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... videoa.htm
ed ora il video intitolato:
LA TRAPPOLA DEL CAFFE'
https://youtu.be/JS8IXyr6cww
Quindi abbiamo visto che i medici sono anche loro dei COMPAGNI DI MERENDA per dividere la torta,
Ma allora come potrà questo CAFFE' DROGA-INSETTICIDA dare alla nostra SALUTE quei benefici descritti sulla varie pagine dall'articolo citate?

Fin'ora, mancandoci delle necessaria informazione, non avevamo alcun mezzo per sapere se questi articoli sono veri o falsi,
MA ORA INVECE DELLE CHIACCHIERE, NOI ABBIAMO IN MANO UNO STRUMENTO PER UNA DIAGNOSI PRECOCE, CHE SERVE PER VERIFICARE SE BEVENDO QUESTO INDICATO CAFFE' OTTENIAMO QUELLA BASE NECESSARIA A QUESTI BENEFICI DI CUI LA OTTIMA SALUTE O MENO.

Si, questa DIAGNOSI PRECOCE ce l'ha indicata il dottor Angelo Bona: il valore della
OMOCISTEINA
difatti egli con un video ci informa che::
"OMOCISTEINA e malattie cardiovascolari
L'OMOCISTEINA è Un intermedio metabolico
nel ciclo dona Metionina, dei Folati e della Transulfatazione
Quando l'OMOCISTEINA è Bassa
significa
che il ciclo della mationina, dei folati e della via della TRANSULFATAZIONE va bene
ed il rischio vascolare
è basso
I Valori Normali di OMOCISTEINA
sono inferiori a 13 micromoli/L
Valori moderatamente elevati di OMOCISTEINA
Oscillano tra i 13 ed i 60 micromoli/L
Ma quando l'OMOCISTEINA nel sangue supera i 60 micrimoli/L
Aumenta il rischio di Incidenti cardiovascolari
quali
Ictus, Infarti
e trombosi Venose profonde
Ma perchè l'OMOCISTEINA Alta aumenta il rischio cardiovascolare?
Il Motivo dipende dal fatto
che quando l'OMOCISTEINA è Alta
il SAMe detto S-adenosil-metionina
risulta BASSO
e quindi
I vasi sanguigni
fanno fatica ad esprimere un enzima Salva Vita
che si chiama
eNOS
eNOs
in caso di qualsiasi occlusione Vascolare
produce istantaneamente
Ossido Nitrico
che provoca una rapida Vasodilatazione del vaso sanguigno
SBLOCCANDOLO
e prevenendo quindi
l'incidente vascolare
Non a caso
in caso di infarto
gli operatori sanitari
somministrano NITROGLICERINA
allo scopo di formare Ossido Nitrico nei vasi
e quindi
provocare una vasodilatazione
al fine di sbloccare l'ostruzione vascolare
Quindi un eccesso di OMOCISTEINA nel sangue
aumenta il rischio di Incidenti Vascolari
e disfunzioni endoteliali
Per mancata espressione di eNOS
l'Enzima Salvavita che vi sblocca i vasi sanguigni
mediante produzione di Ossido Nitrico
In caso di Occlusione Vascolare è
l'OMOCISTEINA ALTA
può essere tenuta sotto controllo
con 5 VITAMINE
VITAMINE B6, B9, B12, BETAINA
e sopratutto
ACIDO ASCORBICO
e lo ZINCO
e RIDUCENDO
il consumo di
Carni Rosse e caseine ricche di Metionina
Zucchero ed amidi raffinati
Perchè questi ultimi bloccano mediante l'Insulina
la via della TRANSULFATAZIONE
e bisogna eliminare anche
l'uso di CAFFEINA FUMO DI SIGARETTA e TEINA
Ma sopratutto ingoiare giornalmente ACIDO ASCORBICO e gli altri "ALIMENTI ESSENAZIALI"
perchè nessun animale soffre di Malattie Cardiovascolari.
Ce lo dice il dr. Mathias Rath con questo video
http://www.perche-gli-animali-non-sono- ... diaci.org/
Questo fatto è perchè ogni essere vivente questo ACIDO ASCORBICO se lo AUTOPRODUCE dal concepimento alla morte, mentre l'Homo Sapiens NO."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... avideo.htm

Ed ora a riprova ecco il mio esame del sangue fatto in data 27-11-2015 dove il valore della
OMOCISTEINEMIA BASALE 17.14 pg/ml (0.00-20.00)
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... cist15.htm

Naturalmente personalmente NON BEVO CAFFE' da molti anni, e tu?
Quindi col valore della TUA OMOCISTEINA potrai determinare senza ombra di dubbio quali BASI ti stà creando e quali BENEFICI FUTURI potrai ottenere dal CAFFE' consigliato.
E se mi posso permettere, mentre ti fai fare quel semplice esame del sangue, richiedi al tuo medico i valori di quelli che ti indico sotto ed avrai la fotografia della tua attuale SALUTE. Mentre ci sei poi, richiedi al tuo medico, anche il valore dei "PRINCIPI ATTIVI" dei FARMACI (VELENO PURO) che lui ti ha prescritto per la tua malattia. Sono certo che sorriderà, ma NON te li richiede, ma sai perchè? perchè questi "PRINCIPI ATTIVI" nel tuo sangue NON CI DEVONO STARE, ma se non ci devono stare nel tuo sangue, COSA FARANNO MAI NEL TUO CORPO? Chiedilo a lui perchè NON DEVONO ESSERCI, LUI LO SA'!!
http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... arvard.htm
Causa certa di tutte le nostre MALATTIE.
Quindi continuare e perseverare nel berlo, nel tempo, è assolutamente MALATTIA CERTA.
Ed ora prima di iniziare vorrei portarti a conoscenza di un ragionamento che spiega TUTTO quanto mi stà succedendo in relazione alla mia SALUTE, che è spiegata dal fatto che
NELLA SALUTE, NESSUN ESSERE VIVENTE E' DIPENDENTE DA UN SUO SIMILE TRANNE L'HOMO SAPIENS. NON TI PARE STRANA LA COSA? sono certo che Madre Natura o la EVOLUZIONE NON possano punire solo l'Homo Sapiens, quindi
per conferma ti chiedo:
"Mi sai dire anche una sola specie animale della quale un individuo si reca da un altro individuo suo simile per la salute?"
NOOOO!?!?!?!?!
Una parte di un libro di Stephen Cherniske, MS laureato presso l'Università dello Stato di New York ad Albany che ha oltre 35 anni di cliniche, di ricerca, ed esperienza di insegnamento il quale ha scritto un libro al riguardo e che ora voglio proporre a voi.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... adanni.htm
Se vuoi sapere di più sulla CAFFEINA
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... febase.htm
se poi vuoi sapere cosa sono le droghe STUPEFACENTI di cui fà parte la CAFFEINA
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... acenti.htm
lo leggi dopo
Questa è una di quelle occasioni in cui si deve cercare OBBLIGATORIAMENTE UN COLPEVOLE, ma che guarda caso questa ricerca è sempre PILOTATA. Ora si colpevolizza il "superlavoro", come se questo potesse far del male a qualcuno. Se così fosse, sono certo che nei tempi non troppo lontani avremmo avuto morti ogni giorno, a migliaia, di uomini e donne che svolgevano anche tre lavori in una sola giornata con poche ore di riposo.
A questo proposito lo dimostra il fatto che gli Hunza, un popolo che vive in media 130-140 anni e che è conosciuto dai grandi scalatori:
"Ralph Bircher evidenzia che, se necessario, un Hunza in 24 ore può arrivare a marciare per 200 km a passo spedito senza mai fermarsi per mangiare o dormire.
Le forti doti di resistenza sono conosciute in tutto l’oriente, tanto che nelle spedizioni Himalayane, erano assoldati come portatori."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ongevi.htm
Una dimostrazione in più che al superlavoro TUTTI possono resistere, ma alla VERA CAUSA di questa morte NO.
Altra conferma è che:
"Gli Hunza, la popolazione più longeva al mondo
E’ il popolo degli Hunza: questa popolazione non solo vive in media 130-140 anni ma non conosce neppure le nostre tanto temute patologie degenerative, il cancro, malattie del sistema nervoso, ecc.."
A conferma della MORTE ANNUNCIATA, la frase dell'articolo dice:
"Solo i tanti caffè l'avevano tenuto sveglio."
che non solo l'anno tenuto sveglio, ma l'hanno anche UCCISO come fà la DROGA INSETTICIDA denunciato da questo video:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... lavoro.htm
Se a questo CAFFE' aggiungiamo anche la farina 00 o gli "AROMI" o "AROMI NATURALI" facciamo proprio IL PIENO.
"Svelato il segreto più gelosamente custodito dalle multinazionali alimentari
Tutte le aziende alimentari custodiscono gelosamente UN PICCOLO SPORCO SEGRETO e oggi voglio rivelartelo mettendo a nudo tutta la questione!
Molte persone parlano degli additivi chimici utilizzati come ingredienti, questo però non è il solo problema: le aziende alimentari inseriscono qualcos'altro negli alimenti, qualcosa che sfugge alle regolamentazioni qualcosa di DAVVERO MESCHINO.
Il problema principale di ogni azienda alimentare è vendere di più spendendo di meno.
Per far ciò le aziende nell'ultimo secolo si sono sempre più modernizzate, implementando sistemi di produzione ad alta resa e bassa spesa.
Questi sistemi di produzione sono stati applicati all'agricoltura, agli allevamenti e tutta la produzione successiva.
Procedimenti altamente tecnologici producono enormi quantità di cibo in pochissimo tempo.
Tutto ciò però ha contribuito a far crescere un problema: il cibo industriale NON E' SAPORITO, PERDE TUTTO IL SUO SAPORE NATURALE le diverse fasi di lavorazione: la lavorazione è diventata iper-tecnologica, ma LA VERDURA, LA FRUTTA, LA CARNE, IL LATTE. I LATTICINI e le materie prime non sono risultate adatte per essere sottoposte a questo tipo di stress meccanico e chimico, risultato il cibo che esce dalla filiera ad alta tecnologia non ha più sapore, è cattivo, e nessun uomo lo accoglierebbe come cibo in quello stato.
Ma un momento! Il cibo che troviamo al supermercato è gustoso, pieno di sapore, eppure proviene da procedimenti industriali: come è possibile tutto ciò?
La risposta è semplice:
CHIMICA!
Questo è il segreto delle aziende alimentari, tutto il sapore dei loro cibi proviene da quell'unica piccola parolina sul fondo della lista degli ingredienti:
“AROMI”.
Dietro a questa semplice e onnipresente scritta si può celare di tutto.
E non farti ingannare dal termine “Aromi naturali”: la differenza con il semplice termine
“Aromi” è davvero minima e di naturale c'è ben poco (potremmo dire niente!).
Gli aromi costituiscono un mercato fiorente gestito da poche compagnie di punta in tutto il
mondo.
Si parla addirittura di servizi segreti del cibo.
I servigi di queste aziende produttrici di inganni, (Aromi), sono rilasciati sotto stretto riserbo, non sia mai che l'opinione pubblica venga a conoscenza che lo yogurt alla fragola presente in tutti i supermercati contiene:
amil-acetato, amil-butirato, amil-valerato, anetolo, anisil-formato, benzil-acetato, benzile-isobutirato, acido butirrico, cinnamil-isobutirato, cinnamil-valerato, olio essenziale di cognac, díacetíle, dipropil-chetone, etil-acetato, etil-amilchetone, etil-butirato, etil-cinnamato, etil-eptanoato, etil-eptilato, etil-Iactato, etil-metilfenilglucidato, etil-nitrato, etil-propionato, etil-valerato, eliotropina, idrossifreniP2-butanone (soluzione al dieci percento in alcol), alfa-ionone, isobutil-antranilato, isobutil-butirato, olio essenziale di limone, maltolo, 4metilacetofenone, metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato, carbonato di metil-eptina, metil-naftil_chetone, metilsalicìlato, olio essenziale di menta, olio essenziale dì neroli, nerolina, neril-isobutirato, burro di giaggiolo, alcol fenetilico, etere di rum, gamma-undecalactone, vanillina e solvente.
Tutto questo elenco di ingredienti dietro la piccola scritta “Aromi”
Fra questi ingredienti troviamo un estere (anisil-formato) dell'acido formico, nonché esteri
(metil-antranilato, metil-benzoato, metil-cinnamato) dell'alcole metilico: nel corpo gli esteri in genere vengono "smontati" (non al 100%), ossia nel caso specifico si liberano appunto, a seconda della sostanza, alcole metilico ed acido formico che sono entrambi assai velenosi!
Senza gli aromi il cibo industriale risulterebbe pessimo e quindi invendibile.
Gli aromi sono un inganno colossale che ogni giorno ci portiamo a casa sulle nostre tavole. Esistono migliaia di aromi e nessuno sa che tipo di interazioni possono verificarsi all'interno del corpo umano:non esistono studi in tal senso, questo per due motivi:
1. Sarebbero davvero molto lunghi e costosi.
2. Le multinazionali alimentari non ne vogliono sapere di uno studio di questo tipo, un'eventuale bocciatura senza appello degli aromi farebbe crollare l'intera industria.
Buona parte del cibo che ti porti a casa ogni giorno contiene un inganno e mina la tua salute in modo che nemmeno immagini."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... aromia.htm
Dato che è praticamente impossibile invertirla come potremo OVVIARE a questo?
Semplice, evitarli ora che li conosciamo, ma sopratutto eliminare gli eventuali involontariamente ingoiati, ingoiando COSTANTEMENTE l'ACIDO ASCORBICO di cui Linus Pauling ci riporta detto da Irwin Stone:
"pagina 107/340------dice Irwin: 1) battericida, 2) disintossica, 3) controlla, 4) è innocuo
Irwin Stone (1972) ha descritto l'ACIDO ACORBICO in relazione alle malattie batteriche nel modo seguente:
1) E' battericida o batteriostatico e uccide o previene la crescita di organismi patogeni.
2) Disintossica e rende innocui le tossine batteriche ed i veleni.
3) controlla e mantiene efficace la fagocitosi.
4) E' innocuo ed atossico, senza danno per il paziente, gli effetti sopramenzionati.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... nalelp.pdf
Sapevate che la farina panificabile che arriva nelle panetterie comuni può contenere fino a 109 additivi diversi? La farina biologica, invece, non contiene assolutamente alcun additivo. Questo articolo riguarda non solo il pane, ma tutti i prodotti fatti con la farina bianca, ovvero dolci, pizze, ecc.
La porcheria che si consuma sotto il sinonimo di pane, è una combinazione di sostanze chimiche che sono utili solo per chi vende il pane ma che danneggiano chi lo consuma.
Tutti abbiamo sentito dire che anticamente si sopravviveva a volte con solo pane e cipolla, ma chi pretende di fare una cosa simile oggi, sarebbe un suicida.
Il pane che oggi ingeriamo, è una pasta di amido che non nutre, anzi, sovraccarica di calorie vuote e porta all’obesità e alla perdita di minerali. Chi non sa che il pane bianco produce stitichezza? Quello che non tutti sanno è che produce molte altre malattie tra le quali:
Obesità
Cancro al colon
Mancanza di minerali (osteoporosi, artrosi, etc.)
Emorroidi
ecc.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... erpane.htm
COME FARE UNA PAPPA FRESCA E BILANCIATA
La soluzione richiede solo un pò di buona volontà, come in tutte le azioni tese a migliorarci.
Una buona dieta standard sia per cani che gatti può essere le seguente:
La base della pappa dev'essere costituita da riso bianco e pesce fresco (es. sardine, alici lasciate integre) lessati tutti i giorni o quasi.
A questo si aggiunge uno dei seguenti alimenti:
.macinato crudo solo di manzo una o più volte la settimana in rapporto con la stagione (meno d'estate e più d'inverno);
-2 o 3 uova crude alla settimana;
-pollo o tacchino sempre cotti al massimo una volta ogni 15 giorni.
Nella pappa è consigliabile aggiungere verdure lessate, vanno bene un pò tutte eccetto le solanacee (evitare sopratutto pomodoro e patate).
Raramente è possibile somministrare pane e pasta.
Aggiungere sempre u pò di olio extra vergine crudo sopra il tutto.
Se il vostro animale consuma da tempo solo cibo industriale, non sostituite subito tutta la pappa, ma andate per gradi, introducendo un alimento ogni tre/quattro giorni, e notando la consistenza delle feci. E' necessario che si riattivino gli enzimi preposti alla digestione degli alimenti freschi, quindi procedete pian piano, non in velocità.
Per tutto il primo mese tenete comunque un 50% di cibo al quale il vostro animale è abituato, aumentando mon mano la quantità di quello fresco a discapito di quello industriale.
IL VOSTRO AMICO VI RINGRAZIERA'
Buon Appetito e Buona Vita a tutti i nostri compagni di strada nonchè nostri fratelli minori!
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ibuono.htm
Mi permetto di riportare esattamente quanto dichiara il nostro membro Giuseppe Scarpino nel nostro gruppo "Acido Ascorbico "ALIMENTI ESSENZIALI", dopo aver provato a spargere il CAFFE' macinato nel pelo del suo cane seguendo le istruzioni di una dottoressa su un programma RAI.
Devo far notare che fino ad oggi ho avuto 17 condivisioni poichè ritengo che questa scoperta sia tra le più INTERESSANTI riguardo a questa DROGA-INSETTICIDA "CAFFEINA".



Giuseppe Scarpino
30 aprile alle ore 9.39
A proposito di caffè.
Franco Genre sostiene nei suoi scritti che è un insetticida, un paio di mesi fa su Rai 1 una dottoressa in veterinaria insegnava che è inutile bombardare i nostri cani con i soliti veleni in pipette o collari, ma bastava della polvere di caffè molto efficace per pulci e zecche.
Ora con l’inizio delle belle giornate sono iniziati i primi parassiti, ho provato personalmente la polvere di caffè sul mio cane e devo dire che ha funzionato alla grande, e gli ho risparmiato la pipetta di veleno.
Quindi per concludere questo dovrebbe far riflettere sul bere il caffè.
Buona giornata.

Non mi piace più · Commenta · Condividi

Piace a te, Gigi Mar, Andrea Andulea, Francesca Rasa e altri 39.

17 condivisioni


Genre Franco BRAVO Giuseppe Scarpino, la tua esperienza è LODEVOLE. Sono certo che sarà seguita da molti. ciaooo Franco
30 aprile alle ore 10.19 · Mi piace · 7


Antonella Bifano Ciao Giuseppe Scarpino, potresti darmi delle delucidazioni in merito? Ho anch'io un cane e vorrei seguire il tuo consiglio ??
30 aprile alle ore 13.50 · Non mi piace più · 2


Gigi Mar Grande Giuseppe! Vedo che ci Segui alla lettera,soprattutto nn dargli da mangiare quelle cagate da supermercato x cani..
30 aprile alle ore 15.14 · Non mi piace più · 3


Giuseppe Scarpino Antonella Bifano ho messo la polvere di caffè allargando il pelo sulla schiena, poi ne ho strofinato un po’ sotto la pancia, tra le gambe e al collo, e ho notato che dopo un po’ si è messo a saltellare e a grattarsi segno che le pulci si erano messe in...Altro...
30 aprile alle ore 15.28 · Non mi piace più · 4


Francesca Rasa Condivido il post
30 aprile alle ore 15.34 · Non mi piace più · 1


Marika Russo Rubo anch io...davvero i teressante
30 aprile alle ore 17.35 · Mi piace · 1


Antonella Bifano Grazie Giuseppe, seguirò il tuo consiglio. Ovviamente questa procedura sarà da eseguire ogni mese al posto della pipetta, giusto? ??
30 aprile alle ore 21.03 · Non mi piace più · 2


Giuseppe Scarpino Antonella Bifano io ho seguito le istruzioni date dalla veterinaria in tv, ed è la prima volta che l’ho usata ed ha funzionato, bisogna vedere nei periodi di maggiore contaminazione tipo la primavera inoltrata e l’estate.
Comunque anche se si mette 2 o 3 volte al mese non credo che il cane ne soffrirà.
30 aprile alle ore 21.32 · Modificato · Non mi piace più · 4


Mirtillo Divino Caspita io finorA aspergevo caffè sui davanzali per allontanare insetti mica avevo pensato di lavarci i cani!!! Grande idea! Speriamo non gli innervosisca
30 aprile alle ore 23.01 · Non mi piace più · 3


Marita Marrocu Vale anche per i gatti?
1 maggio alle ore 0.33 · Non mi piace più · 1


Patrizia Sabatini Giuseppe Scarpino ma da cosa deduci che ha funzionato?? Son morte le pulci ??? E le zecche ed i pappatacei...forse il caffè funzionerà più come repellente ma di breve durata, secondo me...non volermene ma la dieta mi sembra un po' povera , anche loro hanno bisogno di tante sostanze come noi...
2 maggio alle ore 22.58 · Non mi piace più · 2


Antonella Bifano La dieta??? Quale dieta Patrizia Sabatini?
2 maggio alle ore 23.01 · Non mi piace più · 1


Patrizia Sabatini La dieta del cane di cui parlava Giuseppe : ali di pollo e pasta
2 maggio alle ore 23.06 · Non mi piace più · 1


Antonella Bifano Ah, ok ??
2 maggio alle ore 23.18 · Non mi piace più · 1


Genre Franco Scusate, l'altra dieta? quale? questa? """Nutrire gli animali d'affezione - Cosa contengono i cibi per animali
Tranci di polli sani e ben pasciuti, tagli scelti di bovino e cereali freschi sono tutto ciò che serve per l'alimentazione completa e bilanciata di cani e gatti. Questo è quanto affermano i produttori di pet food tramite i media. Questo è ciò che le loro industrie (11 miliardi di dollari di fatturato) vogliono far credere ai consumatori. Questo rapporto esplora le differenze tra ciò che questi ultimi credono di acquistare e cosa realmente comprano. Ci siamo focalizzati sulle marche più note, quelle distribuite nei supermercati e nei discount, ma converrà ricordare che anche molte altre marche "rispettabili" producono prodotti simili a quelli qui descritti. Ciò che sembra sfuggire alla maggior parte dei consumatori, è che l'industria dei pet food rappresenta un'estensione delle industrie di alimenti destinati al consumo umano. Il settore pet food apre un mercato per gli scarti della macellazione, per i cereali considerati "non adatti all'alimentazione umana" e per altri prodotti di scarto che non potrebbero altrimenti garantire profitti. Per "scarti" bisogna intendere intestini, mammelle, esofagi e, probabilmente, le parti malate o cancerose degli animali macellati.""".
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nibene.htm ------continua------>

Cosa dai da mangiare al tuo amico d'affezione?
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico...
digilander.libero.it
3 maggio alle ore 9.16 · Mi piace · 2 · Rimuovi anteprima


Genre Franco ed ancora: """La dieta ideale per ogni essere vivente è sicuramente quella stabilita dalla natura a seconda la specie di appartenenza, la conformazione fisica, l’apparato digerente, quello dentale, enzimatico, immunologico, istintuale ecc. Nutrirsi in modo difforme alla propria specie significa incorrere inevitabilmente a malattie di vario genere. Per noi esseri umani che per qualunque altra specie animale. La nostra dieta ideale è indubbiamente quella fruttariana, o vegana tendenzialmente crudista; mentre la dieta ideale per un animale carnivoro, cioè per un cane o un gatto domestico, è quella cui si nutrirebbero spontaneamente allo stato naturale, non certo quella fatta di un miscuglio di prodotti secchi tipo croccantini che risultano trattati, denaturati, derivati di carni, estratti di proteine, cereali, sottoprodotti di origine vegetale, oli, grassi, lieviti, coloranti, conservanti e molti altri additivi chimici, che una volta giunti nell’intestino di un cane o di un gatto vengono assorbiti nella circolazione sanguigna e influiscono sui vari apparati.

In natura gli animali terricoli sono raggruppati in tre categorie: carnivori, erbivori e frugivori. Non esiste una quarta categoria di animali onnivori: se la natura l’avesse prevista l’avrebbe fornita degli strumenti necessari a metabolizzare correttamente tutto ciò che quella specie usa mangiare. Se un animale carnivoro si nutrisse come un erbivoro si ammalerebbe fino a morire; altrettanto succederebbe se un erbivoro si nutrisse allo stesso modo dei carnivori (vedi mucca pazza). E’ risaputo che i cani, animale carnivoro, non digerisce gli amidi perché non ha l’enzima amilasi, che il gatto ha bisogno di integrare l’aminoacido taurina, mentre noi esseri umani non abbiamo l’enzima uricasi per neutralizzare gli acidi urici della carne. La carenza del’aminoacido taurina nel gatto può determinare problemi anche seri, né il ricorso ad integratori può sempre scongiurare tali pericoli: come nella dieta umana (gli integratori, elementi separati dalle loro armoniche e bilanciate composizioni naturali) non portano gli stessi benefici, anzi molto spesso risultano essere dannosi.

Gli animali carnivori, nella fattispecie cani e gatti, non dispongono degli enzimi digestivi adatti per qualità e quantità a metabolizzare alimenti vegetali, sia cotti che crudi. In particolare quando i cereali vengono cotti, amidi, proteine e grassi si denaturano e diventano tossici.

Il cibo innaturale compromette la salute dei nostri animali. I residui del cibo in scatola si attaccano ai denti e alimentano i batteri della placca dentale, come conseguenza si hanno gengive infiammate, alito cattivo e veleni batterici che indeboliscono le difese immunitarie del loro organismo. Il cibo spazzatura a base di cereali, generalmente mal digerito, sosta nell’intestino dove produce tossine. Alcuni veleni attraversano la parete intestinale finendo nella circolazione sanguigna. A questo punto l’animale manifesta segni di malattia. I cuccioli di frequente manifestano diarrea e problemi cutanei. Per i veterinari la cura solitamente prevede medicinali a forte impatto che contribuiscono ad intossicare ulteriormente l’organismo dell’animale, causando patologie genetiche, infettive, parassitarie, frattura alle zampe, malattie epatiche, cutanee, cardiopatie, intestinali, cattivo alito orale, dentali e cancro e altre patologie connesse con l’età. Gli animali logorati da tali patologie hanno maggiori probabilità di morta prematura. Malattie che scompaiono modificando il regime alimentare e pulendo denti e gengive agli animali. Il cattivo stato di salute e le conseguenti sofferenze riguardano la stragrande maggioranza degli animali domestici a livello mondiale. Le indagini svolte su animali domestici sofferenti da immunodeficienza acquisita dimostrano che hanno riacquistato la loro funzione e uno stato di salute ottimale quando gli sono state somministrate delle ossa crude e polpose, che fungono da alimento e da medicina. Alcune ricerche condotte dalla stessa Nestlè hanno rilevato che la durata media dei gatti alimentati esclusivamente con cibo industriale non raggiungono i 12 anni di vita a causa della morte per insufficienza renale o cancro. Mentre la società Mars ha riferito che l’80% degli animali soffre di malattie gengivali.

Ma la maggior parte dei veterinari raccomanda cibi industriali per animali come miglior alimento per i nostri animali; sostengono che la carne cruda porta rischi a causa dei batteri e della carenza di calcio, soprattutto le ossa sono un pericolo per la rottura dei denti. Ma io ritengo che gli alimenti nutritivi adatti agli animali carnivori devono essere crudi e facilmente digeribili, dovrebbero essere grezzi, compatti e adatti ad essere masticati a lungo. In sostanza dovrebbero poter mangiare come natura ha previsto per loro, cioè: pollame, conigli, pesce ed in forma intera o al limite polpose ossa crude. In ogni caso è opportuno prendere l’iniziativa di dare sempre al nostri animali del materiale da masticare a lungo, oltre alle necessarie sostanze nutritive.

I nostri animali vengono giornalmente avvelenati dai cibi spazzatura senza che i politici, gli avvocati, gli stessi veterinari o i media prendano posizione in merito ad un così grosso problema, troppo pavidi per avanzare critiche ad un sistema di cose che potrebbe essere poco conveniente.

A livello mondiale le cifre del fatturato di prodotti per animali domestici è inferiore solo a quello dei prodotti petroliferi. Le conseguenze economiche si misurano in miliardi di euro, ma oltre a questi vi sono immensi costi ambientali, oltre le risorse assorbite dai canili municipali. Inoltre è da considerare che i cani alimentati con cibi spazzatura sono più irascibili, più imprevedibili e più difficili da addestrare."""
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... bocani.htm ------continua------>

Nutrire gli animali d'affezione - Cosa contengono i cibi per animali
acido ascorbico,acido ascorbico puro,acido ascorbico...
digilander.libero.it
3 maggio alle ore 9.18 · Mi piace · 4 · Rimuovi anteprima


Genre Franco ...ma poi sulla stessa pagina: """Quanti di noi sanno che esiste e continua ad aumentare l'inquinamento domestico?
Le nostre case sono piene di tossicità, provocate dai materiali con cui sono costruite, dalle pitture e particolarmente dai mille prodotti inquinanti che usiamo con consapevolezza spray, deodoranti per la casa e per la persona. prodotti di pulizia per la casa ed per il copro.
I nostri bambini gattonano ed i nostri AMICI VIVONO e giocano su pavimenti puliti con sostanza inquinanti. Toccano ogni cosa pulita e ripulita da disinfettanti tossici, poi si portano le mani alla bocca mentre i nostri animali, se cade del cibo ci passano addirittura la lingua sopra. L'inquinamento lo mangiano prima di sedersi a tavola, mentre i nostri animali lo mangiano prima di fare il parto nel suo contenitore ben pulito.. Ecco quindi che possiamo comprarci delle zucchine biologiche - sperando che siano davvero biologiche - torniamo a casa e laviamo le zucchine nel lavandino che abbiamo precedentemente lavato con un bel detersivo ad alta tossicità. Dopodichè cuciniamo le zucchine: serviamo a tavola su piatti resi splendenti da uno dei tanti detersivi altamente inquinanti e brillantati con sostanze altrettanto sospette di cui non vogliamo chiederci la composizione.
Ponendo il caso che all'inizio di questa operazione le zucchine fossero davvero biologiche, proviamo a chiederci quanto biologiche siano rimaste alla fine dell'operazione.
Questo è un esempio dei tanti.""" ciaooo Franco
3 maggio alle ore 9.19 · Mi piace · 5


Giuseppe Scarpino Patrizia Sabatini come ho scritto ho semplicemente seguito un consiglio dato da un veterinario, che i parassiti siano morti o semplicemente spariti o fuggiti lo deduco dal fatto che non ci sono più, infatti ci avevo pensato anch’io e onde evitare che scappassero dal cane e mi saltassero in casa ho fatto l’operazione all’aperto, poi come ho già scritto bisogna vedere nei periodi di maggiore infestazione, ma come tutte le cose chi non sperimenta nulla ottiene.
Per quanto riguarda l’alimentazione non ho mai sentito di un lupo, che è parente stretto del cane, mangiare frutta e verdura, per quanto riguarda il mio cane mangia solo pollo e non vuole altri tipi di carne specialmente il maiale, sempre meglio delle scatolette che solo aprirle mi viene da rimettere e manco li mangia.
Grazie Genre Franco per la bella delucidazione.
3 maggio alle ore 10.33 · Non mi piace più · 4


Antonella Bifano Genre Franco, sei sempre presente e attento. Ci spieghi tutto perfettamente: grazie per ciò che fai!!
3 maggio alle ore 12.25 · Non mi piace più · 4


Genre Franco Ciao Antonella Bifano, grazie, mi piace seguire e se possibile dire la mia. ciaooo Franco
3 maggio alle ore 21.19 · Mi piace · 3


Alberto Bentivogli

Ieri alle 4.31 · Non mi piace più · 1
per l'originale
https://www.facebook.com/groups/acidoas ... 176919712/

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... hecani.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » dom dic 27, 2020 1:23 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioni1.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
L'articolo in oggetto recita:
"Dovrà inoltre dichiarare di essere "consapevole che qualora si verificasse qualsiasi effetto collaterale sarà mia responsabilità informare immediatamente il mio Medico curante e seguirne le indicazioni" e "di rimanere nella sala d’aspetto per almeno 15 minuti dalla somministrazione del vaccino per assicurarsi che non si verifichino reazioni avverse immediate". Il prodotto viene identificato come "”Pfizer-BioNTech COVID-19" e nel modulo del consenso si scrive esplicitamente che "può essere somministrato a partire dai 16 anni d’età" e "non può essere somministrato alle donne in gravidanza e in fase di allattamento". Richiede 2 dosi, a distanza di 21 giorni l’una dall’altra e la sua efficacia stimata è del 95% e "potrebbe essere inferiore in persone con problemi immunitari". Poi si elencano le possibili reazioni avverse, a partire da quelle più comuni, che interessano un paziente su dieci:
dolore, arrossamento, gonfiore nel sito di iniezione, stanchezza, mal di testa, dolori muscolari, brividi, dolori articolari, febbre
Per poi passare a quelle non comuni, ovvero l'ingrossamento dei linfonodi. Ci sono poi alcune reazioni allergiche rare, ovvero:
orticaria (protuberanze sulla pelle che sono spesso molto pruriginose);
gonfiore del viso, della lingua o della gola;
respirazione difficoltosa."

Leggendo questo siamo arrivati al punto giusto di conoscenza, e mi viene come sempre, spontaneo di pensare che questo dichiarato vaccino, non è altro che PRODOTTO CHIMICO VELENOSO, tale e quale ai "principi attivi" che nel mondo non hanno mai guarito nessuno, infatti sono prodotti che si devono ingoiare giornalmente SENZA ALCUN RISULTATO, ma hanno provocato TANTA SOFFERENZA.

Ma alla fine nessun medico ha le pretese di guarire qualcuno, tanto meno i personaggi che dirigono la medicina, motivo per cui evitano volutamente di guarire le persone.

E pensare che basta, anzichè fare quelle CONTOSISSIME "ricerche scientifiche", dedicarsi a quello sdi cui facciamo parte, la
NATURA
Infatti in NATURA vi è il CLORURO DI MAGNESIO che la maggior parte è nelle acque di mare, il quale NON PERMETTE INFEZIONI, che se quete acqua fossero infette, la vita in loro non esisterebbe più, ma non risulta vero?
La pagina riporta:
"Ora invece vorrei parlarti un secondo del CLORURO DI MAGNESIO, altro prodotto da te DEMONIZZATO.
Sono certo che tu, nella tua vita sei andata molte volte al mare, entrando in acqua, ma sono certo che non ha mai letto che un individuo si sia mai INFETTATO, vero?
Certo, MAI, anche perchè se così fosse nei mari NON ESISTEREBBE PIU' LA VITA sia in ANIMALI chi in VEGETALI.
Oh, ma allora in queste acque SATURE di CLORURO DI MAGNESIO, che proprio in loro esiste la maggior parte di questo su madre terra, NON POSSONO VIVERE i VIRUS, BATTERI, FUNGHI ecc.
Quindi non posso che concludere che allora ingoiando COSTANTEMENTE CLORURO DI MAGNESIO, INGOIO IL VACCINO NATURALE SENZA FOGLIO ILLUSTRATIVO (BUGIARDINO).
E ti faccio notare che ogni individuo nel CLORURO DI MAGNESIO ci nasce, ci vive tutta la sua vita ed alla fine ci muore, guardacaso senza essere MAI allergico al MAGNESIO, oppure soffrire di IPERMAGNESEMIA, che se così fosse nei mari non ci sarebbe più la vita.
Quindi lasciamo a te i vaccini a cui ti riferisci tu in quanto VELENO PURO.
Inoltre sulle confezioni degli "integratori" da noi detti "ALIMENTI ESSENZIALI", troviamo la data di scadenza, oltre la quale il prodotto ti AVVELENA, ma lo ritengo pienamente FALSO, e lo dichiaro in quanto uno di questi, il CLORURO DI MAGNESIO del nostro discorso, che sappiamo esistente nelle acque di mare dall'inizio della vita sulla terra lo testimonia chiaramente e senza ombra di dubbio, ed allora ti chiedo:
"Questo CLORURO DI MAGNESIO sarà scaduto? provando chiaramente che gli "ALIMENTI ESSENZIALI" NON SCADONO MAI se non aggiunti a dei prodotti chiamati CIBI NATURALI che scadono naturalmente avariandosi."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... nozomi.htm

Se poi vogliamo parlare sulla scadenza dell'ACIDO ASCORBICO, dobbiamo prima tenere presente che questo "ALIMENTO ESSEZIALE" è usato in commercio come CONSERVANTE denominato E300. Non solo, ma lo SCIENZIATO il dottore in chimica Irwin Stone, è stato il primo ad usarlo come conservante nella birra, Di lui si scrive:
Dalla pagina non posso fare a meno di sottolineare questa parte:
"Secondo l’opinione dei dottori Stone, Klenner e Cathcart, la tecnologia medica della terapia megascorbica delle infezioni virali gravi è avanzata al punto che ogni infezione virale può essere rapidamente ed efficacemente eliminata ed abbiamo ora alla nostra portata i mezzi per spazzare via la minaccia delle malattie virali. Il dott. Stone crede che se le stesse dosi megascorbiche usate per il trattamento delle malattie virali fossero applicate alla terapia per il cancro, si otterrebbero gli stessi successi, specialmente nel caso della riabilitazione e nel fornire nuove speranze di vita e salute nel cancro terminale. Tutti questi sono conseguimenti della nuova e robusta sottospecie umana del dott. Stone, Homo Sapiens Ascorbicus.
Dott. Stone, la ricerca da lei fatta sulla nutrizione e sulla medicina preventiva, specialmente riguardo le malattie virali, il cancro, le malattie degenerative e l’invecchiamento, è della più grande importanza.
I risultati della sua ricerca contribuiscono alla salute di tutti noi qui oggi e di tutta l’umanità."
che quindi indica come VACCINO NATURALE anche l'ACIDO ASCORBICO detto ingannevolmente "vitamina C" dalla medicina, oltre al CLORURO DI MAGNESIO già sopra dimostrato.
La pagina completa recita:
"L'articolo ORIGINALE su questo link:
http://www.seanet.com/~alexs/ascorbate/ ... x-p150.htm
1 Dott. Irwin Stone: un tributo
1.1.1 Dott. Allan Cott
160 E. 38th Street,
New York, N.Y. 10016.
Questo tributo fu espresso dal dott. Cott al simposio dell’Accademia della Psichiatria
Ortomolecolare appena dopo la morte del dott. Stone.
Il dott. Irwin Stone, biochimico ed ingegnere chimico, nato nel 1907, fu istruito nelle scuole pubbliche di New York City ed al College della Città di New York. Egli considerava parte della sua “istruzione” il suo impiego dal 1924 al 1934 ai “Pease
Laboratories”, allora un Laboratorio di consulenza biologica e chimica ben conosciuto, dapprima da assistente batteriologico, quindi assistente del Chimico Capo e quindi terminando nel ruolo di Chimico Capo.
Nel 1934 gli fu offerta la opportunità di mettere su e dirigere un Laboratorio di Ricerca sugli Enzimi e la Fermentazione per la Wallerstein Company, un gran produttore di Enzimi Industriali. Nel 1934 inventò il processo di utilizzazione delle proprietà antiossidanti di una sostanza scoperta di recente, l’acido ascorbico, che era stato descritto da Albert Szent-Györgyi solo due anni prima, nel 1932. Impiegò l’acido ascorbico per stabilizzare il cibo contro gli effetti indesiderabili e deterioranti dovuti alla esposizione all’aria ed alla ossidazione. Nel 1935 furono presentate le domande per tre brevetti che furono concessi nel 1939 e nel 1940. Così il dott. Stone ottenne i primi brevetti su una applicazione industriale dell’acido ascorbico, mentre Albert Szent-Györgyi ricevette il premio Nobel per la Medicina nel 1937.
La ricerca del dott. Stone sull’acido ascorbico continuò e lo condusse al suo interesse sulla malattia, lo scorbuto. Trovò parecchi errori nei risultati pubblicati sulle ricerche dei nutrizionisti, che avevano dominato questo campo fin dal 1912.
Negli ultimi anni ’50 la ricerca del dott. Stone sulla genetica della scorbuto era progredita al punto che si poteva dire che lo scorbuto non era un disturbo dietetico, ma era un problema potenzialmente fatale di Genetica Medica. L’acido ascorbico,
così, non si comportava come la vitamina C in tracce, ma era un metabolita del fegato, responsivo allo stress, prodotto internamente in grandi quantità giornaliere nei fegati della maggior parte dei mammiferi, ma non negli umani.
Tra il 1965 ed il 1967 produsse quattro articoli che descrivevano un difetto umano, presente dalla nascita nel 100% della popolazione, e dovuto ad un gene difettoso nell’insieme dei geni umani: la malattia genetica del fegato, potenzialmente fatale, che egli chiamò “Ipoascorbemia”, causa dello scorbuto. Ebbe difficoltà nella pubblicazione del suo lavoro sulla “Ipoascorbemia” perché le sue idee erano tanto avanzate e del tutto contrarie alle teorie esistenti sulla eziologia dello scorbuto.
Le difficoltà di pubblicazione erano talmente grandi che ulteriori pubblicazioni dovettero attendere il suo pensionamento dalla Wallerstein, nel dicembre del 1971, così che si poté dedicare a tempo pieno e con scarse finanze al proseguimento di questo lavoro. Dal suo “pensionamento” fino ad ora, ha pubblicato circa altri 50 ulteriori articoli medici e nel 1972 un libro, Il fattore che cura. Nella sua carriera professionale, dal 1924 al 1984, ha pubblicato oltre 120 articoli scientifici e gli sono stati concessi 26 brevetti negli USA ed un numero innumerevole di brevetti all’estero.
Il lavoro del dott. Stone ha stabilito la base razionale per la Profilassi Megascorbica e la Terapia Megascorbica come nuove modalità mediche nella Medicina Preventiva e Terapia Ortomolecolare. Il suo lavoro dette una spiegazione ai sorprendenti successi clinici del dott. Frederick R. Klenner che era solito riportare i suoi pioneristici casi fin dalla epidemia di polio del 1947, riassunta in un classico articolo del 1974.
Fornì anche la base razionale alle migliaia di conferme in casi di gravi malattie virali trattati con successo e gestiti dal dott. Robert F. Cathcart III negli anni ’70 ed ’80.
Negli anni ’60, quando il lavoro di Stone fu portato all’attenzione del premio Nobel Linus Pauling, questi divenne un ardente ricercatore nella terapia megascorbica, che descrisse nei suoi libri sul raffreddore comune e sul cancro, e portò alla fondazione dell’Istituto per la Scienza e la Medicina.
Secondo l’opinione dei dottori Stone, Klenner e Cathcart, la tecnologia medica della terapia megascorbica delle infezioni virali gravi è avanzata al punto che ogni infezione virale può essere rapidamente ed efficacemente eliminata ed abbiamo ora alla nostra portata i mezzi per spazzare via la minaccia delle malattie virali. Il dott. Stone crede che se le stesse dosi megascorbiche usate per il trattamento delle malattie virali fossero applicate alla terapia per il cancro, si otterrebbero gli stessi successi, specialmente nel caso della riabilitazione e nel fornire nuove speranze di vita e salute nel cancro terminale. Tutti questi sono conseguimenti della nuova e robusta sottospecie umana del dott. Stone, Homo Sapiens Ascorbicus.
Dott. Stone, la ricerca da lei fatta sulla nutrizione e sulla medicina preventiva, specialmente riguardo le malattie virali, il cancro, le malattie degenerative e l’invecchiamento, è della più grande importanza.
I risultati della sua ricerca contribuiscono alla salute di tutti noi qui oggi e di tutta l’umanità.
Il fine del suo lavoro di ridurre la umana sofferenza e di aumentare il valore della vita è stato raggiunto.
La sua emozionante e promettente ricerca sull’invecchiamento e sulle malattie degenerative fornisce la speranza di sperimentare un tempo di vita doppio ai tanti individui che invecchiano e che sono ancora in una condizione ottima di vitalità.
Attraverso il suo lavoro che si è esteso per sei decenni di ricerca e che hanno portato a scoperte che vanno dalla relativa semplicità della nutrizione alle complessità dell’ingegneria molecolare, lei ha fornito a noi ed al mondo il dono di grandi
miglioramenti non solo nella quantità, ma nella qualità delle nostre vite.
Con gratitudine per il suo lavoro pioneristico e con il più profondo apprezzamento ed ammirazione, noi le diamo questo premio. E’ un mio onore l’offriglielo -è con afflizione e tristezza che viene offerto postumo.
From Orthomolecular Psychiatry, 1984, Volume ??, Number ?, p. 150
[Nota: a causa di un errore di riproduzione dell’originale, il volume della rivista (è
probabilmente il volume 13, comunque) ed il numero di questo articolo sono al
momento sconosciuti- AscorbateWeb ed.]
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... ributo.pdf

ALTRO CHE DATA DI SCADENZA!

Quindi mi permetto di chiedermi:
"Ma dove sono, cosa pensano e cosa fanno i personaggi della medicina del 2020? Ma sopratutto, perchè questi personaggi non vogliono usufruire di queste importantissime testimonianze, evitando di causare altri danni con questo PRODOTTI CHIMICI VELENOSI sopra elencati?
QUESTO ALLORA VUOL ESSERE UN GENOCIDIO COME GIA NELLA NOSTRA STORIA!
A riprova della cattiva volontà degli individui della così detta "medicina", riporto quanto successo nel lontano 1944 quanto scrive il progessor Perre Delbet al suo amico il dottor Neveu alla sua richiesta di ammissione alle cure da lui applicate usando il CLORURO DI MAGNESIO come MEDICINA, guarendo molti bambini e non solo, da malattie causa di morte certa:
"pagina 17/29------la commissione non accetta i progressi di Neveu nelle guarigioni
8O, rue de I’Universite` ‘4 giugno 1944
“Mio caro collega, l’ufficio dell’Accademia di Medicina fa delle difficolta` impreviste ed incredibili per lasciarmi presentare il vostro lavoro a vostro nome. Secondo il regolamento, ogni lavoro che non sia di un membro dell’Accademia deve essere prima sottoposto al Consiglio. Ho quindi inviato il vostro al suddetto Consiglio. Di solito e` una semplice formalita`, finora non avevo mai incontrato la minima difficolta`. Ieri, invece, mi hanno fatto sapere che il vostro lavoro deve essere sottoposto a non so quale commissione di igiene. lo vedo in questo soltanto una manovra dilatoria, tesa ad impedire o almeno a ritardare la pubblicazione… Ho annunciato che faro` la comunicazione a mio nome e che la faro` martedi` prossimo. Non so se ci riusciro`. Comunque e` sempre il vostro nome che sara` bene in vista potete starne certo” …
Cordiali Saluti
Pierre Delbet"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... irgini.htm

A conferma della lettera di Delbet, un articolo di un giornale del periodo che recita:
"“Il dott. Neveu, nel 1932, utilizzò in un caso di difterite una soluzione di cloruro di magnesio nel tentativo di ridurre il rischio di reazione allergica al siero antidifterico che avrebbe poi somministrato, poiché Delbet aveva dimostrato che la soluzione poteva ridurre la risposta allergica. Quando il giorno dopo arrivarono dal laboratorio le risposte delle analisi che confermavano la difterite, e quindi prima di aver somministrato il siero, Neveu si accorse con grande stupore che la bimba era già perfettamente guarita. Dopo questo caso ne trattò altri 5 nei mesi successivi, e tutti guarirono perfettamente. Negli anni seguenti tratta oltre 60 casi, tutti guariti senza dover mai utilizzare il siero antidifterico. Allora pubblica su una rivista medica un paio di articoli sul trattamento della difterite ed alcuni colleghi lo provano e ne confermano gli ottimi risultati. Nel 1943 Neveu si accorge che oltre alla difterite il cloruro di magnesio era in grado di guarire anche l’altro grande flagello di quegli anni, la poliomielite. Allora cerca di ottenere una ufficializzazione del metodo, presentandolo all’Accademia di Medicina e si rivolge a Delbet che ne era membro. Ma l’Accademia rifiuta a Delbet il permesso di effettuare la comunicazione a nome di Neveu in quanto questi non è membro dell’Accademia (cosa che in altre occasioni era stata fatta senza problemi). Allora Delbet decide di presentarla a suo nome ma anche qui con mille scuse gli viene negato il permesso di parlare. Dopo lunghe e accese discussioni gli viene concessa la parola ma la sua relazione non verrà mai pubblicata sul bollettino dell’Accademia. Alle proteste di Delbet viene risposto ufficialmente che "Facendo conoscere un nuovo trattamento contro la difterite verrebbero impedite le vaccinazioni, mentre l’interesse comune è di generalizzare le vaccinazioni stesse”.
http://acidoascorbico.altervista.org/Im ... gnesio.htm

Il dottor Raul Virgini riporta e descrive quanto si sono dedicati il professor Pierre Delbet, lo scopritore del CLOTUTO DI MAGNESIO, e del suo amico il dottor Neveu, che insieme ad altri colleghi, facendo delle scoperte sensazionali, nascoste dagli individui della medicina allora nascente per diventare quella che è ora la attuale medicina.

Ora dopo avere costatato le triste realtà, non posso che confermare la mia VERGOGNA per il mio simile che si erge a liberatore delle malattie.
http://digilander.libero.it/genfranco5/ ... irgini.pdf

Sul file si trova:
"Quindi avendo ora un minimo di informazione vorrei riportare quanto ho detto all'inizio sulle guarigioni dalla POLIOMIELITE con dosi giornaliere di CLORURO DI MAGNESIO che già a quei tempi fu boicottato e si continua a farlo ancora oggi giorno nonostante le esperienze al riguardo delle malattie siano ormai molte:
"pagina 18/29-----la poliomielite
La poliomielite
1) Nuovi successi
Nel 1943, il Dott. Neveu viene a conoscenza di un caso di poliomielite nel comune di Breuril-Magne´. La vittima e` una ragazza di 17 anni, Jeanne P. che viene ricoverata d’urgenza all’ospedale di Rochefort-sur-Mer, dove viene trattata col siero di Petit e col siero di convalescente. Dopo numerose sedute di massaggi e di elettricita`, lascia l’ospedale con una parafisi definitiva del piede sinistro ed una atrofia della gamba sinistra. Sei settimane dopo questo primo caso, nello stesso paese. se ne presenta un secondo; conoscendo il caso precedente, il Dott. Neveu decide di provare il cloruro di magnesio, incoraggiato dal fatto che aveva trattato, con risultati interessanti, alcuni casi di malattia di Carre´ (la polio dei cani). Ma lasciamo che sia lo stesso Neveu a raccontarci il caso (15).

pagina 19/29-----la poliomielite la cura
“Domenica 26 settembre 1943, nella mattinata, Jean-Claude B., di quattro anni, entra bruscamente nella malattia. Non puo` appoggiarsi sulla gamba sinistra e piange. A mezzogiorno rifiuta il cibo. Il nonno, che conosceva la storia della vicina Jeanne P,, in trattamento all’ospedale per poliomielite, e` molto inquieto, e mi chiede se e` necessario ricoverare anche suo nipote. Lo rassicuro. Preparo la soluzione seguente: Cloruro di magnesio essiccato gr 5 Acqua comune 250 cm3 e ne somministro al bambino, per via orale, una prima dose di 80 cm3: alle ore 13. Lo rivedo alle 16. La temperatura rettale e` 39,5°. La paralisi della gamba sinistra e` completa. Gli faccio prendere una seconda dose di 80 cm3:, poi dico ai genitori di somministrargli il resto della soluzione tre ore piu` tardi, elle 19. L’indomani mattina, la febbre e la paralisi sono scomparse. Tutto e` rientrato nell’ordine. Jean-Claude e` guarito”.
Fino al 1949 Neveu non tratta altri casi e, alle Giornate Terapeutiche di Parigi del 1947 porta la seguente relazione del suo unico caso: “Poliomielite: non ne ho trattato che un solo caso, durante l’epidemia del 1943, ma e` molto netto. Si trattava di un bambino di 4 anni che era gia` paralizzato alla gamba sinistra quando gli feci iniziare i l trattamento. Questo piccolo malato fu rapidamente e completamente guarito col cloruro di magnesio”. Neveu, nel suo volume “Pre´venir et gue´rir la poliomye´lite”, espone 20 casi guariti col metodo citofilalttico, e ricorda i principali segni della malattia, che sono:
malessere generale, stanchezza, indolenzimento, cefalea. febbre;
angina, rigidita` dolorosa della nu-ca;
rigidita` dolorosa della colonna vertebrale dorsale;
apparizione delle paralisi, generalmente alla caduta della febbre.
Egli inoltre precisa che “il trattamento citofilattico della poliomielite deve essere considerato come un trattamento d’urgenza, che non va differito alla stregua dell’intervento chirurgico in un caso di ernia strozzata. Sara` quindi necessario che il trattamento sia cominciato ai primi segni succitati, senza attendere le paralisi, che traducono una lesione della corna anteriore del midollo spinale; in ogni caso non bisogna attendere oltre l’apparizione della prima paralisi. Non tulle le angine sono evidentemente il primo segno di una poliomielite, ma quando questa angina si accompagna a rigidita` dolorosa della nuca e, soprattutto, un po’ piu` tardi, a rigidita` dolorosa della colonna vertebrale, non bisognera` attendere oltre per iniziare il trattamento” (16). Le osservazioni citate da Neveu in quest’opera e nel suo “La polio gue´rie” (17), ci provano che, se la terapia e` iniziata tempestivamente, possiamo sperare in una guarigione totale e rapida (in genere entro 48 ore). Purtroppo le cose cambiano se il trattamento e` iniziato tardivamente, perche´ la gravita` del male aumenta col passare del tempo e, soprattutto, la distruzione della sostanza nervosa del midollo lascia delle cicatrici sclerotiche pressoche´ impossibili da trattare, sia medicamente che chirurgicamente. “Comunque – aggiunge Neveu – il trattamento citofilattico sara` ancora consigliato. Il malato assorbira` una dose ogni 6 ore per qualche giorno, poi ogni 8 ore, poi ogni 12 ore, per tempi molto lunghi. Questo trattameto andra` seguito in tutti i´ casi cronici, con la speranza di migliorare la situazione, sapendo, pero`, che le possibilita` di recupero saranno tanto piu` ridotte quanto piu` sono vecchie le paralisi” (18). Nella pratica, Neveu ci ha dimostrato una azione interessante del cloruro di magnesio in diversi casi le cui sequele risalivano anche a due mesi e, in un caso. addirittura a quattro.

pagina 20/29-----poliomielite: estraiamo i l caso seguente: T. Remy, ventisette anni, coltivatore
Dal testo “Pre´venir et gue´rir la poliomye´lite”, estraiamo i l caso seguente: T. Remy, ventisette anni, coltivatore. “Dopo qualche giorno di malessere, cefalea e dolori lombari. il malato ebbe, venerdi` 17 ottobre 1952, una elevazione fe´bbrile a 38,9°. Si lamenta per la testa, la nuca e la regione lombare. La domenica seguente, alla caduta della temperatura, resto` paralizzato alle due membra inferiori e al braccio destro. Entro` all’ospedale di Niort , dove fu trattato per otto giorni con iniezioni, bagni salati ed elettricita`. In seguito fu ospedalizzato a Saintes per riavvicinarlo alla famiglia, per lre settimane, con lo stesso trattamento e senza alcun risultato apprezzabile. Fu allora rinviato a casa. lo vengo consultato il 19 novembre 1952. Il malato ha le due membra inferiori e il braccio destro pressoche´ completamente paralizzati. Non puo` ne alzarsi, ne stare in piedi, ne´ usare il braccio. Faccio iniziare il trattamento: 125 cm3 della soluzione di cloruro di Mg, ogni 6 ore. Queste dosi sono qualche volta diminuite a causa del disturbo intestinale causato dal sale di magnesio. Dopo aver bevuto 10 litri della soluzione, il malato ottiene un miglioramento molto netto del suo stato. Puo` servirsi del braccio che era paralizzato. Le gambe sono in miglioramento. Il malato prende allora 125 cm3 della soluzione 3 volte al di.
– 9 febbraio l953: Progressi molto sensibili. Puo` servirsi molto meglio del braccio destro. Puo` radersi. Possono farlo camminare sostenendolo sotto le ascelle; il trattamento e` continuato 2 volte al giorno.
– 18 marzo 1953: Il miglioramento continua. Il malato cammina da solo con le stampelle. Era dimagrito 12 Kg durante la malattia; ne ha ripresi 9 col trattamento citofilattico. Stesso trattamento: 125 cm3 mattina e sera.
– 24 giugno 1953: Durante questi ultimi tre mesi i progressi sono stati piu` lenti. Comunque. ha ripreso altri 5 Kg. 14 in tutto. Cammina sempre con le stampelle, ma con piu` sicurezza. Continua lo stesso trattamento. Vediamo che i progressi ottenuti nei primi quattro mesi di terapia (malato trattato con un mese di ritardo) non sono stati di molto superati. Tuttavia, il miglioramento molto importante ottenuto in questi primi quattro mesi dello stato di questo paziente, restituito, dopo un mese di ospedale, pressoche´ completamente infermo alla sua famiglia, mostra molto bene l’azione favorevole del cloruro di Mg nel trattamento della poliomielite. Ho rivisto il malato il 12 settembre 1955. I progressi sono continuati mollo lentamente. Ha abbandonato le stampelle. Cammina aiutandosi con un bastone, senza troppa difficolta`”.

pagina 16/29------il fiasco dei vaccini gli danno speranza
2) L’ostruzionismo della scienza ufficiale. Ma Neveu non e` ancora soddisfatto. Visti gli insuccessi della vaccinazione resa obbligatoria nel 1938, vista la catastrofe degli anni 1943- 44, desidera ardentemente che i l suo metodo sia reso ufficiale presentandolo all’Accademia di Medicina. Neveu era da tempo in contatto con Delbet, e pensa che questi sia la persona giusta, essendo membro dell’Accademia stessa, per divulgare il trattamento. Ma la realta` e` molto piu` amara. Le seguenti lettere, scritte da Delbet a Neveu, mostrano la assurda e stupefacente ostruzione che l’Accademia pone alla diffusione del metodo."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... irgini.htm

Mentre del CLORURO DI MAGNESIO Lorenzo Acerra ci riporta il valore di questo e scrive:
""pagina 62
La vita, ogni forma di vita, è nata nel mare tanti milioni di anni fa. Il DNA di esseri viventi per conservarsi e moltiplicarsi ha deciso, nel salgemma marino cristallizzato, di costruire una macchina basata su un unico programma di fondo, "il mantenimento dei sani livelli di MAGNESIO nei vari androni della cellula".
Il nostro corpo è quella macchina
Abbiamo sempre bisogno, sopratutto nelle strutture di basi cellulari, di attingere al sale più prezioso di cui è prodigo l'oceano. Il nostro cordone ombellicare con l'oceano è solo apparentemente spezzato.
La salinità dell'interno della cellula dipende dal MAGNESIO, non solo perchè esso è guardiano dei canali ionici della cellula, ma anche perchè il passaggio diretto attraverso la pareti (che riguarda l'acqua ed in maniera notevolmente più ridotta altre sostanze) dipende dal contenuto di MAGNESIO della cellula, cioè da quell'esercito di "soldati semplici" che nella descrizione precedente poteva sembrare avere un ruolo marginale. E invece l'organismo umano è tutto un gioco di micro-processi osmotici ed è per questo che la supplementazione di CLORURO DI MAGNESIO in un organismo carente, spesso si traduce in un sostanziale ringiovanimento.
L'acquisizione di acqua e la ritenzione al livello giusto nella cellula è una questione di presenza di forze osmotiche, cioè di MAGNESIO. Il CLORURO DI MAGNESIO ha un rapporto particolare con l'acqua, tanto è vero che, potete vederlo con i vostri occhi, attirerà acqua dall'aria in breve tempo. Cambiando la situazione osmotica di una cellula, gli scienziati sono riusciti ad ottenere un afflusso corretto di acqua al suo interno e dunque un flusso rigenerativo in cellule precedentemente invecchiate. Alterazioni della situazione osmotica si verificano man mano che un organismo subisce un impoverimento di MAGNESIO.
http://digilander.libero.it/genfranco2/ ... acerra.htm

Riportato questo che ritengo doveroso farlo da parte mia, ma ora spendo ancora solo due parole sulla vitamina D3 COLECALCIFEROLO, il quale, data la AUTOPRODUZIONE è l'altro VACCINO NATURALE che sostituisce il CLORURO DI MAGNESIO per gli esseri viventi della terra ferma, e riporto quanto recita l'articolo
"Proprio questo anno, due importanti pubblicazioni mediche hanno pubblicato un report firmato dal Dott. John Cannell, uno psichiatra dello Atascadero State Hospital, California. Si tratta di una struttura di massima sicurezza riservata a criminali infermi di mente. Nel suo resoconto, il Dott. Cannell ha notato che gli altri reparti intorno al suo erano stati soggetti a un violento attacco d’influenza nell'aprile 2005. Ma nessuno dei suoi 32 pazienti ha preso l’influenza, sebbene si fossero anche mischiati con i reclusi infetti degli altri reparti.
Il Dott. Cannell si è interrogato sul perché il suo reparto avesse evitato l’influenza che pur aveva colpito tutti gli altri reparti. Rapidamente ha capito che si trattava delle dosi elevate di vitamina D prescritte a tutti gli uomini sul suo reparto. Aveva riscontrato che i suoi pazienti, come la maggior parte di tutta l’altra gente dei paesi industrializzati, ne avevano un deficit. (Deve essere uno dei pochissimi psichiatri che prestano attenzione alla nutrizione!) I suoi sforzi per rimediare al deficit hanno potenziato il sistema immunitario dei suoi pazienti, proteggendoli completamente dall’influenza.
Perché funziona? La scienza recentemente ha scoperto che la vitamina D stimola i nostri globuli bianchi a produrre una sostanza denominata catelicidina. I ricercatori non hanno ancora studiato questo prodotto chimico sul virus dell’influenza, ma da tempo hanno segnalato che esso attacca un'ampia varietà di agenti patogeni, tra cui funghi, virus, batteri e perfino la tubercolosi.
Così, troviamo che il mio suggerimento di farvi controllare il livello di vitamina D a quest’epoca dell’anno era quanto mai centrato. Ma ora, alla luce di queste nuove informazioni, penso che non sia nemmeno necessario spendere i soldi per sottoporsi agli esami. La vitamina D è poco costosa. E stimola il vostro corpo a produrre quello che potrebbe essere l’antibiotico definitivo! Completamente atossico e che uccide soltanto gli organismi invasori (non le vostre cellule). Dotatevi dell’incredibile protezione della vitamina D. Esponetevi al sole quando potete. Fate semplicemente attenzione a non scottarvi. Se state per lo più all'interno, suggerisco fortemente che aggiungiate vitamina D al vostro regime quotidiano. Raccomando 10.000 IU al giorno. Non vedo controindicazioni a questa dose, particolarmente nei mesi invernali!"
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... uenza1.htm

E poi sappiamo che gli individui della medicina DEMONIZZANO questa vitamina D3 COLECALCIFEROLO, iniziando dalla dichiarazione della INTOSSICAZIONE, ma non solo questo, ed è per avere maggiori i nformazioni che riporto parte di una pagina che scrive:
"Franco Genre

A questo punto ho ragione di pensare che il numero sopra i 100 ng/ml sia stato per te lo spauracchio di una INTOISSICAZIONE. E chi non ha questa paura? l'ho avuta anch'io per anni, ma finalmente ho capito che chi fissa questo spauracchio sono individui in conflitto di INTERESSI e NON IL MIO CORPO. ------continua------>

Malgorzata Saus
Franco Genre
confermo...la paura di tanto sbandierata intossicazione...
·
Franco Genre
Infatti ho capito l'INGANNO grazie ad una interessantissima informazione, e te lo sottopongo. Noi, e tutti quelli come noi ingoiamo la vitamina D3 (colecalciferolo) che NON E' ATTIVO, come NON E' ATTIVO lo stesso colecalciferolo che si AUTOPRODUCE il mio corpo quando mi espongo al sole. ------continua------>

Franco Genre
Questo perchè la vitamina D3 (colecalciferolo) è riconosciuto SOLO con una formula chimica, quindi in ogni caso è sempre il medesimo prodotto. Quindi come detto NON E' ATTIVO MAI. Il mio corpo, quando la riceve la immagazzina nei grassi in quanto è anche lui un GRASSO, quindi LIPOSOLUBILE. ------continua------>

Franco Genre
Quindi il primo INGANNO, è che questa prima forma di vitamina D3 (colecalciferolo) NON PUO' CAUSA ALCUN DANNO IN QUANTO NON ATTIVA. Però la maggior parte delle persone hanno il terrore di ingoiarne di più in quanto sono erroneamente informate della INTOSSICAZIONE. ------continua------>

Franco Genre
Abbiamo quindi stabilito senza ombra di dubbio che la vitamina D3 (colecalciferolo) che ingoiamo, sia nell'lio, come la dibase, sia con pastiglie che con perle ecc. NON POSSONO CAUSARE DANNI MAI. Quindi gente, TRANQUILLI, ingoiate senza alcuna paura. ------continua------>
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... valori.htm

Quindi concludo dichiarando che non riesco a capire il perchè questi individui non si dedicano invece a ciò che è NATURALE al mondo.
Coronavirus e vaccino Comirnaty di Pfizer, il modulo di consenso

Ecco la scheda del preparato contro il Covid che spiega cosa verrà somministrato a chi lo riceverà e quali sono le possibili reazioni avverse. Chi viene vaccinato dovrà dichiarare di essere stato "correttamente informato"
Redazione
26 dicembre 2020 09:24

Coronavirus e vaccino Comirnaty di Pfizer, il modulo di consenso


L'ordine nazionale dei Biologi ha pubblicato sul suo sito il modulo del consenso per il vaccino Comirnaty prodotto da Pfizer e Biontech che spiega cosa verrà somministrato a chi lo riceverà e quali sono le possibili reazioni avverse. Chi viene vaccinato dovrà dichiarare di essere stato "correttamente informato con parole a me chiare, ho compreso i benefici ed i rischi della vaccinazione, le modalità e le alternative terapeutiche, nonché le conseguenze di un eventuale rifiuto o di una rinuncia al completamento della vaccinazione con la seconda dose".
Vaccino Pfizer-Comirnaty, il modulo del consenso

Dovrà inoltre dichiarare di essere "consapevole che qualora si verificasse qualsiasi effetto collaterale sarà mia responsabilità informare immediatamente il mio Medico curante e seguirne le indicazioni" e "di rimanere nella sala d’aspetto per almeno 15 minuti dalla somministrazione del vaccino per assicurarsi che non si verifichino reazioni avverse immediate". Il prodotto viene identificato come "”Pfizer-BioNTech COVID-19" e nel modulo del consenso si scrive esplicitamente che "può essere somministrato a partire dai 16 anni d’età" e "non può essere somministrato alle donne in gravidanza e in fase di allattamento". Richiede 2 dosi, a distanza di 21 giorni l’una dall’altra e la sua efficacia stimata è del 95% e "potrebbe essere inferiore in persone con problemi immunitari". Poi si elencano le possibili reazioni avverse, a partire da quelle più comuni, che interessano un paziente su dieci:

dolore, arrossamento, gonfiore nel sito di iniezione, stanchezza, mal di testa, dolori muscolari, brividi, dolori articolari, febbre

Per poi passare a quelle non comuni, ovvero l'ingrossamento dei linfonodi. Ci sono poi alcune reazioni allergiche rare, ovvero:

orticaria (protuberanze sulla pelle che sono spesso molto pruriginose);
gonfiore del viso, della lingua o della gola;
respirazione difficoltosa.

Infine si avverte che in caso di sintomi gravi o sintomi che potrebbero essere correlati ad una reazione allergica bisgona "consultare immediatamente il proprio Medico curante o ricorrere a strutture di pronto soccorso". Si aggiunge che negli studi clinici "non sono stati osservati decessi correlati alla vaccinazione" e che "l’elenco di reazioni avverse sovraesposto non è esaustivo di tutti i possibili effetti indesiderati che potrebbero manifestarsi durante l'assunzione del vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19. Se Lei manifesta un qualsiasi effetto indesiderato non elencato informi immediatamente il proprio Medico curante". Infine, al punto 10 si conclude: "Non è possibile al momento prevedere danni a lunga distanza".
Vaccino Comirnaty Pfizer-BioNTech, il modulo del consenso

Intanto l'Italia supera i due milioni di casi totali di coronavirus da inizio epidemia e si avvia al Natale con la speranza del vaccino in arrivo e l'inquietudine di una curva dei contagi che rallenta di meno. L'Rt - l'indice di trasmissibilità - è infatti in aumento per la seconda settimana consecutiva, dopo cinque di fila di flessione, e preoccupano regioni come il Veneto e il Molise, mentre restano sotto stretta osservazione Puglia (con il primo caso di variante inglese), Sardegna e Trentino. Il presidente dell'Istituto superiore di Sanità (Iss) Silvio Brusaferro parla di "fase decrescente ma rallentata". L'indice Rt, spiega, "è sotto 1 in tutte le regioni tranne in Veneto e Molise". Secondo i dati del monitoraggio il primo ha un indice a 1,11 e il secondo a 1,02. Il dato nazionale è ora a 0,9.

Coronavirus e vaccino Comirnaty di Pfizer, il modulo di consenso

"E' importante continuare a mantenere i comportamenti prudenti, soprattutto in questi giorni di festività - dice Gianni Rezza, direttore della Prevenzione Iss - e nella aree maggiormente colpite si può considerare l'opportunità di misure maggiormente restrittive". "Alle cene e ai pranzi di queste feste natalizie "limitare il numero di persone è importante", ribadisce. Da ciò dipenderà in qualche modo l'apertura delle scuole a gennaio, "che resta un obiettivo primario", dice Rezza, "naturalmente c'è stata sempre tanta cautela" e occorre "valutare a livello territoriale la situazione epidemiologica". Rezza ha quindi rassicurato, allo stato attuale, sul vaccino in arrivo e sulla variante inglese del virus. La stima dell'aumento della contagiosità di quest'ultima è di un +0.4 dell'Rt. "Non sembrano esserci effetti sull'efficacia del vaccino e neppure sulla gravità clinica", afferma.

Altro articolo che riporta la medesima notizia nella data odierna 26 dicembre 2020 su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... azioni.htm
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... zioni1.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » mar dic 29, 2020 11:27 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gnesio.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Dal gruppo:
Cloruro di Magnesio, i veri amici
https://www.facebook.com/groups/8926717 ... 4586449088

Sal Corallo
22 dicembre alle ore 09:35 ·
Cosa può il cloruro di magnesio contro l'asma?

Genre Franco Ciao Sal Corallo
, prima di tutto devi sapare che il CLORURO DI MAGNESIO è l'unica forma di MAGNESIO esistente in natura sul pianeta terra. E' sia sulla terraferma, in quanto ne hanno bisogno ogni individuo di ogni specie che vivono sulla terraferma. ------continua------>

Genre Franco Mentre le altre forme delle quali il magnesio supremo, sono il frutto del lavoro del piccolo chimico che ha bisogno di lavorare. Ma non basta, in quanto il professor Pierre Delbet insieme ai suoi collegni hanno fatto esperienza con le forme di MAGNESIO contro il tumore ed hanno risontrato che queste forme sono PRO TUMORE, magnesio supremo, il più conosciuto, compreso. ------continua------>

Genre Franco Ed ecco quanto scrivono detto da lui: "pagina 11/51------differenza del cloruro alle altre forme (carbonati)
Delbet aveva già sperimentato l'assunzione di dolomia per questo tipo di problema. ma senza ottenere risultati (la dolomia è un carbonato doppio di magnesio e calcio). La prosecuzione delle ricerche provò che l'azione del CLORURO DI MAGNESIO o delle DELBIASE era dovuta probabilmente non allo ione magnesio, ma alla molecola salina (il CLORURO). Esiste una grande differenza tra il carbonato e i sali alogenati! Egli potè constatare anche che, mentre i carbonati accelerano l'evoluzione di tumori neoplastici o delle lesioni precancerose, il CLORURO DI MAGNESIO, come la DELBIASE, ne arresta lo sviluppo e spesso li fa persino regredire.
I suoi numerosi esperimenti (ahime, sugli animali) prendendo quindi di mira la prevenzione e l'evoluzione di tumori innestati. I risultati, nettamente favorevoli, provano che è possibile rallentare l'evoluzione dei tumori saturando l'organismo di questi sali alogeni di magnesio, La loro azione sulla cellula neoplastica è indiscutibile. Tali fatti clinici gli permisero di attribuire ai sali alogenati di magnesio (CLORURO DI MAGNESIO e DELBIASE) un'azione preventiva contro il cancro.
Egli d'altra parte sottolinea che il CLORURO DI MAGNESIO non dev'essere considerato come tossico per la cellula neoplastica. In realtà "tutto quello che vive ha bisogno di magnesio, tanto le cellule neoplastiche quanto quelle sane". L'azione dei sali di magnesio, infatti, è citofilattica, vale a dire che essi aumentano la resistenza e l'attività delle cellule, ripristinando il buon funzionamento cellulare quando questo è compromesso da una qualsiasi patologia.
continua------>

Gnre Franco Ma scrivono anche: "Pierre Delbet: una scoperta audace.
Dobbiamo al professor Pierre Delbet la scoperta delle straordinarie virtù curative e preventive del CLORURO DI MAGNESIO. Bisogna sottolineare che qui non si tratta affatto di semplici ipotesi di lavoro, cogitazioni fumose senza altro fondamento che cercare di far colpo: certo che no! I risultati ottenuti con la terapia magnesiaca del professor Pierre Delbet poggiano su fatti scientifici basati su un'osservazione meticolosa.
Nato nel 1861, il professor Pierre Delbet per più di trent'anni di carriera fu quello che si definisce un "BARONE". La sua carriera in ambito medico fu esemplare: intermista in ospedale, primario responsabile della formazione degli altri medici in clinica, docente ordinario universitario, poi chirurgo in ospedale, premiato a più riprese dalla facoltà di Medicina e dalla Accademia di Medicina di Parigi di cui divenne membro, autore di importanti testi che furono capisaldi autorevoli di rifinimento. Morì nel 1957 a 96 anni compiuti. Tutto ciò indica che quest'illustre medico non aveva nulla del ciarlatano, ma le idee nuove sono accolte molto raramente come meriterebbero, sopratutto in ambito medico.

pagina 9/51------il caso aiuta e ci dà entusiasmo nel nostro lavoro
Il caso spesso aiuta a sistemare le cose nel modo opportuno, come accadde all'improvviso nelle circostanze che egli descrive in questi termini: "Ricordo con precisione come una delle date importanti della mia vita, il giorno, il momento in cui per la prima volta lo somministrai per bocca". Nel suo reparto all'ospedale Necher c'era un ferito grave che rifiutava le iniezioni. Così suggerì di somministrargli la soluzione per via orale. La sorvegliante e le due infermiere presenti sorrisero:
"perchè ridete?" domanda loro.
"Lo prendiamo tutte", risponde Madame Boivin, la sorvegliante.
"E perchè?"
"Ci dà entusiasmo nel nostro lavoro!".
"Ma che cosa vi ha dato l'idea di prenderlo?"
"Abbiamo notato che i malati ai quali veniva iniettato provavano una sorta di benessere. Allora abbiamo provato a berlo e ci ha prodotto lo stesso effetto!".
E' dovuta a questo caso fortuito l'estensione del metodo citofilattico.
Egli si mette a somministrarlo a tutti i feriti del proprio reparto. Ne assunse anch'egli e lo dà a tutto il suo entourage sia familiare sia professionale. Sono tutti unanimamente entusiasti della sensazione di euforia, di energia, di resistenza alla fatica che provavano prendendo quello che tutti chiamavano "la loro droga". La notizia si sparge in un lampo, e gli procura una ricca messe di fatti che non si aspettava e che gli ispirano nuove ricerche.
"Tutto ciò mi portò a studiare l'azione dei sali di magnesio sulla narcosi cloroformica, sulle avitaminosi, sull'anafilassi, sulla secrezione, sull'eliminazione e sulle proprietà della bile, sull'acidificazione dell'urina", così importante nel cancro.
continua------
Genre Franco E continua: "pagina 18/51------mancanza ed apporto mancante
Li ritroviamo allo stato naturale in molti vegetali (frutta, verdura, cereali...) e in ogni tipo di complesso organico. Ma la coltivazione intensiva e la raffinazione eccessiva degli alimenti di base, come pane, farine, cereali, oli, sale ecc. hanno diminuito la percentuale e spesso hanno persino eliminato ogni traccia si questi sali, pur tanto necessari al nostro metabolismo. La loro assenza totale è incompatibile con la vita stessa e la loro carenza crea disturbi di vario tipo che scompaiono nel preciso momento in cui ci completa il corretto apporto alimentare quotidiano, o con le assunzioni quotidiane.
Nei nostri paesi civili la maggior parte della gente soffre di carenza magnesiaca quasi totale. Non stupiamoci dunque se l'assenza di questo indispensabile catalizzatore crea tanti danni.
Eppure il rimedio è semplice: bisognerebbe aggiungere sistematicamente CLORURO DI MAGNESIO o BELBIASE nella nostra alimentazione. Certo, il suo sapore sgradevole ci scoraggia dal farlo e ce lo fa considerare una medicina, benchè in realtà vada visto come ALIMENTO. Per tale ragione non ha alcuna controindicazione reale, a dispetto dei preconcetti.
pagina 18/51------anche per i bambini
Resterete sorpresi di vedrete i vostri figli abituarsi meglio di voi a questo trattamento: dopo le prime dosi, saranno loro stessi a chiedervi quando si sentiranno "£uno straccio".
Spiegate loro i vantaggi del trattamento: "Vedrai, ti sentirai meglio in pochissimo tempo e potrai andare fuori a giocare prestissimo", "se mandi giù questo non avrai bisogno di punture" )va benissimo con i piccoli che di norma seguono terapie antibiotiche) ecc.
Avvertiteli del gusto sgradevole, giocate con loro a chi di voi due farà la boccaccia più bella..... e promettete un cucchiaino di miele, per esempio, dopo l'assunzione: il cattivo sapore si attenuerà all'istante. Quando i vostri bambini avranno verificato i risultati, si comporteranno come molti altri: diventeranno "elogiatori" del prodotto con i piccoli amici e riceverete sicuramente qualche telefonata da genitori curiosi di sapere di cosa si tratta!
pagina 21/51------per i neonati
In base all'età, si somministra loro la soluzione di CLORURO DI MAGNESIO con il contagocce, con un cucchiaino da caffè o con un cucchiaio da tavola, mantenendo gli stessi intervalli sopracitati.
NB Non esitate a diminuire le dosi in caso di disturbo intestinale prolungato, perchè non è quest'ultimo lo scopo perseguito. Anche se tale reazione è normale e spesso salutare all'inizio del trattamento, non è necessario mantenerla nel tempo: il fine principale è quello di nutrire le cellule per aumentare la loro resistenza all'infezione.
pagina 22/51------controindicazioni zero
Nè il professor Delbet, nè il dottor Neveu e tanto meno i loro successori hanno mai constatato intolleranza o reazioni negative al trattamento con la soluzione di CLORURO DI MAGNESIO o con la DELBIASE, che, ricordiamo, devono essere considerati non come medicine, ma come un integratore alimentare. Come afferma il dottor Neveu, "LA PAURA DI CAUSARE UNA NEFRITE NON DEVE IMPEDIRE L'USO DEL CLORURO DI MAGNESIO. NON HO MAI RISCONTRATO CASI DEL GENERE FRA I NUMEROSISSIMI MALATI AI QUALI HO FATTO
SEGUIRE LA TERAPIA MAGNESIACA".
Anche nei casi di ipertensione non è mai stata riscontrata alcuna situazione di aggravamento.
pagina 45/51------conclusioni e per animali
Le precedenti indicazioni degli si terapeutici e preventivi del CLORURO DI MAGNESIO non si limitano a pochi casi citati. Esse tuttavia valgono come esempi - dalle patologie più gravi a quelle più benigne - per consentirvi di imparare a utilizzare questo meraviglioso alimento. SOPRATUTTO NON CREDETEMI SULLA PAROLA, SAREBBE UN GRAVE DANNO. FATENE ESPERIENZA PERSONALMENTE: QUESTA PARLERA' DA SE'.
D'altronde, sarebbe un peccato non menzionare le possibilità che offre il metodo citofilattico al CLORURO DI MAGNESIO nell'uso veterinario. Per maggiori dettagli, fate riferimento ala breve guida MEDECINES DOUCES POUR ANIMAUX, nella quale troverete esposto questo metodo, come anche altri di cure naturali che possono essere eventualmente associati.
http://digilander.libero.it/genfranco/I ... gnesio.pdf
continua------>

Genre Franco Però, la maggiro parte di CLORURO DI MAGNESIO sul pianeta terra è però nei mari e negli oceani, nal quale esiste la maggior quantità di specie viventi, sia del REGNO ANIMALE che del REGNO VEGETALI, i quali individui di tutte queste specie in questo CLORURO DI MAGNESIO, CI NASCONO, CI VIVONO TUTTA LA LORO VITA ed alla fine CI MUOIONO senza poterlo evitare MAI. continua------>

Genre Franco Tenendo ora presente che TUTTI questi esseri viventi sono nostri FRATELLI è facile capire che questo CLORURO DI MAGNESIO è importantissimo anche per te. ------continua------>

Genre Franco Paelando della sua funzione, in quanto egli circola nel SANGUE di tutte le SPECIE ANIMALI, ma anche nelle LINFA di tutte le SPECIE VEGETALI che per l'uomo, il medico di base fa fare l'esame del sangue per conoscerne i valori. Quindi guà anche questo fatto dichiara che sia importante. ------continua------>

Gernre Franco Nel nostro corpo lo troviamo da tutte le parti, come aiuto alla vitamina D per fissare il CALCIO alle ossa, ma la maggiro quantità la ritengo coma BASE della cellula. Infatti la base di questa è definita la POMPA SODIO POTASSIO, cje in effeti è formata da 4 (quattro) elementi, il SODIO, il POTASSIO, ma anche il MAGNESIO ed il CALCIO. ------continua------>

Genre Franco In proposito la pagina recita: "Ogni nostra cellula possiede un equilibrio fra il suo interno ed il suo esterno che si fonda sulla stabilità del potenziale di membrana e sulla regolarità del meccanismo della pompa sodio-potassio. Tutti gli elementi leggeri (almeno 21) sono essenziali per la vita. Di questi in particolare sono quattro quelli fondamentali: Sodio, Potassio, Calcio e Magnesio. L'individuo sano possiede:
- tutti gli elementi necessari nella giusta quantità - un regolare potenziale di membrana e un regolare funzionamento della pompa sodio-potassio - un sistema immunitario integro ed efficiente
Nell'organismo sano, secondo necessità, si producono, per azione degli enzimi, delle trasmutazioni di un elemento in un altro: il calcio in potassio o in magnesio, il sodio in potassio o magnesio, il magnesio in calcio, il potassio in calcio ecc.. In particolare, l'equilibrio della pompa sodio-potassio è salvaguardato dagli ascorbati dei quattro elementi, cioè dalla salificazione di questi ultimi operata dall'acido ascorbico.
L'organismo equilibrato è in grado di mantenere attivo questo processo e di conseguenza il sistema immunitario preposto a combattere ogni forma di aggressione. Essendo gli alimenti la fonte di approvvigionamento degli elementi necessari a produrre gli ascorbati, ed essendo i cibi odierni più poveri ed adulterati ed inquinati, essi stessi sono causa o concausa di tante patologie.""" http://digilander.libero.it/anna945/Imm ... nzione.htm continua------>

Genre Franco Quindi è chiaro che dato che l'uomo è fatti almeno 13 triliardi di CELLULE, avendo bisogno ogn'una di una certa quantità di MAGNESIO, ecco per cui che una pagina riporta che in ogni individuo umano deve esserci GIORNALMENTE almeno 25 grammi di questo. continua------>

Franca Paolicelli
Ma il magnesio supremo va bene? Quanto bisogna assumerne al giorno e quando, preferibilmente

Genre Franco Riguardo ai benefici che si ottengono se non se ne è CARENTI, sono moltissimi, il primo dei quali si chiama VERA SALUTE, la stessa che ottengono le specie che vivono nelle acque di mare, che riguardo alla malattia che hai citato, l'ASMA,, ho certezza che chi ne soffre si reca al mare si accorge che questa si attenua e di molto. ------continua------>

Genre Franco Quindi ecco un segnale che la dice lunga su questo CLORURO DI MAGNESIO. Ifatti la pagina recita: "Il titolo dell'articolo in fondo pagina dice:
"Il mare è un farmaco che cura almeno 16 malattie: LO DICE LA SCIENZA"
e riporta:
"Una vacanza al mare può rappresentare una vera e propria cura per molte malattie.
Gettate tutti i medicinali e partite per una vacanza al mare. Grazie alla salsedine, allo iodio, all’aria salsoiodica, il mare può rappresentare una vera e propria cura per molte malattie.
A trarre beneficio da un soggiorno in riva al mare, oltre agli effetti piscologici, sono almeno 16 malattie, dalle allergie respiratorie alle anemie, dall’artrosi alla depressione, ma anche distorsioni, fratture, ipotiroidismo, malattie ginecologiche, reumatiche, psoriasi e rachitismo."
L'articolo dice il giusto!
Questa SCIENZA!!!! quanto è misteriosa questa SCIENZA!
E pensare che è gestita da nostri simili!
Vogliamo vedere il perchè di tutti questi misteri?
Il mare ci offre due "ALIMENTI ESSENZIALI" importantissimi:
Il CLORURO DI MAGNESIO
e la vitamina D.
Infatti in un litro di acqua del Mare Mediterraneo, vi sono 7 grammi di CLORURO DI MAGNESIO, poichè nel mare vi è la quantità più importante del pianeta.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... romare.htm continua------>

Genre Franco Fissato questo, ora mia cara Sal Corallo,sono certo che hai capito senza ombra di dubbio che non solo l'asma, ma anche le altre malattie sono eliminate dall'ABBONDANZA di CLORURO DI MAGNESIO, a cui CARENZA invece le causa. Infatti mi è difficile ammettere che gli infividui che vivono in queste acqua possano avere l'asma. ------continua------>

Genre Franco Riguardo alla tua domanda Franca Paolicelli
, ppenso di aver risposto largamente a questo tuo dubbio, quindi ti invito a leggere quanto riportato sopra e non di mia fantasia. Inoltre, in quanto alle dosi ecc. queste non sono di nostra competenza. ------continua------>

Genre Franco E per favore leggi il post fisso FINO IN FONDO dove trovi informazioni molto importanti sugli "ALIMENTI ESSENZIALI". GRAZIE.
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm
il link post fisso per CLORURO DI MAGNESIO
https://www.facebook.com/groups/8926717 ... 940563887/
ciaooo Franco
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... gnesio.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » gio dic 31, 2020 8:17 am

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ferolo.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Purtroppo le DEMONIZZAZIONI contano, e Miriam Baldo ha smesso di ingoiare la vitamina D3 COLECALCIFEROLO convinta che sia la causa dello sfogo che le è venuto sul viso tipo acne. Dato che con l'AUTOPRODUZIONE, frazie al COLESTEROLO ed i raggi UV del SOLE, quindi esponendosi al SOLE avviene la AUTOPROSUZIONE per ogni essere vivente, allora se la vitamina D3 COLECALCIFEROLO dovesse essere causa di un qualunque problema per l'individuo di ogni specie, sul pianeta terra non ci sarebbe più la vita.

Dal gruppo
Acido Ascorbico Pregi e Difetti
https://www.facebook.com/groups/1393838 ... 1491295143

Miriam Baldo
23 ficembre 2020 alle ore o5:53 ·

Salve ! Avrei bisogno di un vostro consiglio. Domani mattina ho una visita con un endocrinologo
Ad Agosto in seguito all' esame ,scopri che ero carente di Vit.D .Mi prescrisse il Di base di 15 mila unita da assumere ogni 15 giorni .Dopo la seconda assunzione fui costretta ad interrompere perche ebbi uno sfogo sul viso tipo acne .Causato come effetto indesiderato del Di base .
Mi prescrisse un altro farmaco da prendere una volta al mese con lo stesso principio attivo del di base che però non presi .Voi sapete consigliarmi qualcosa che non faccia venire questo sgradevole effetto indesiderato (reazione allergica tipo acne) ???
Vi ringrazio in anticipo delle risposte.

Genre Franco Ciao Miriam Baldo, è vero che con l'esame del sangue hai scoperto che sei CARENTE di vitamina D, ma è anche vero che l'ifividuo che si fà chiamare endocrinologo purtroppo si è dimenticato di informarti che cosa è la vitamina D3 COLECALCIFEROLO, quali compiti ha nel tuo corpo, quindi a cosa serve, e che il tuo corpo è capace di AUTOPRODURSELA, e che quindi NON è un "principio attivo". ------continua------>

Genre Franco Chissà perchè la classe medica dimenticarsi di questo importantissimo fatto non è una dimenticanza, ma una REGOLA. Non importa, in quanto noi NON siamo quì per cercare colpevoli, ma per cercare di mantenerci la salute come è per ogni essere vivente, visto che di questo a questi personaggi non ineteressa affatto. ------continua------>

Angy Angy
Genre Franco
perché ha rimosso il mio commento

Genre Franco Infatti di questo (che a questi personaggi non gli importi della tua salute" che ho dichiarato sopra, la riprova ci viene dal fatto che solo ora, ad una certa età hai scoperto e sicuramente casualmente, che di questa vitamina D3 COLECALCIFEROLO ne sei CARENTE. Se a questi personaggi la salute umana fosse una loro priorità questo NON dovrebbe succedere. ------continua------>

Genre Franco Al riguardo dei medici e dei veterinari per i nostri amici, noi ci dimentichiamo di tenere presente che essi svolgono UNA PROFESSIONE, come UNA PROFESSIONE la svolgono gli avvocati, i notai, ecc. i quali NON SONO PREPOSTI PER FARE I MIRACOLI, che quindi possono solo fare ciò che loro hanno insegnato nelle scuole dal SISTEMA. ------continua------>

Genre Franco Putroppo il SISTEMA, formato da individui come noi, questi quando fanno qualcosa, loro e solo loro sanno il perchè, mentre noi NO. Ma neppure questi professionisto la sanno, ma DEVONO seguire i cosidetti PROTOCOLLI, che in caso contrario la ESPULSIONE come successo a molti seri professionisti purtroppo. ------continua------>

Genre Franco Ho voluto fissare questo perchè è doveroso da parte nostra capire che se a quei medici, a scuola avessero insegnato di ciò che il corpo di ogni essere vivente ha bisogno per vivere saremmo TUTTI con OTTIMA SALUTE. Ma non è questo il fine del SISTEMA. Quindi capito questo ora dedichiamoci a capire cosa sono gli "ALIMENTI ESSENZIALI" detti dal SISTEMA "integratori" per SUA convenienza. ------continua------>

Genre Franco Infatti la vitamina D3 COLECALCIFEROLO è uno degli "ALIMENTI ESSENZIALI" che il corpo di TUTTI gli esseri viventi ha bisogno per mantenersi in SALUTE. Per questo motivo, come molti altri, la vitamina D3 COLECALCIFEROLO è AUTOPRODOTTO da ogni essere vivente. ------continua------>

Genre Franco Che per AUTOPRODURSELO ha bisogno di 2 (due) sole cose e non tre, in quanto che se fossero tre non si avrebbero più certezze, mentre con 2 (due) non è possibile l'errore. Quindi per l'AUTOPRODUZIONE, Il primo componente è il COLESTEROLO, un grasso prodotto nel fegato tanto DEMONIZZATO dal SISTEMA, con TORTO. ------continua------>

Genre Franco Quindi, data la AUTOPRODUZIONE, come posso pensare che il mio corpo si AUTOPRODUCA più COLESTEROLO PER CAUSARSI AUTONOMAMENTE DEI DANNI?. Il mio corpo dovrebbe essere STUPIDO! Ecco per cui solo una mente perversa può dichiarare che il mio corpo è STUPIDO, ma che in verità non può essere vero in quanto il mio corpo proviene da un tempo indefinito di EVOLUZIONE. ------continua------>

Genre Franco Il secondo componente sono i raggi UV del sole, in quanto dovendo tenere presente che ad AUTOPRODURSI la vitamina D3 COLECALCIFEROLO non è SOLO l'Homo Sapiens e gli ANIMALI, ma TUTTI gli esseri viventi, quindi anche i VEGETALI. Questo dimostra senza ombra di dubbio che TUTTI gli esseri viventi PRIMA si AUTOPRODUCONO il COLESTEROLO indispensabile per l'AUTOPRODUZIONE di vitamina D COLECALCIFEROLO in quanto IL PRIMO COMPONENTE. ------continua------>

Genre Franco Ecco per cui è INDISPENSABILE esporsi al sole onde poter permettere ai raggi UV di questo importantissimo SOLE di colpire la pelle per poter trasformare il GRASSO COLESTEROLO in OLIO vitamina D3 COLECALCIFEROLO. Infatti la partenza è un GRASSO, perchè, dato che il corpo di ogni essere vivente è nel 70 - 90% di acqua, e NON GRASSO niente potrebbe trasformare l'acqua in olio. ------continua------>

Genre Franco Ma ecco che arriva la mano del SISTEMA, il quanle, onde evitare la AUTOPRODUZIONE della vitamina D3 COLELCIFEROLO inventa (come la maggiro parte delle invenzioni), la CREMA SOLARE, adducento la pericolosità del SOLE, base della vita fi ogni essere vivente. ------continua------>

Genre Franco Noi invece dobbiamo tenere presente che noi esistiamo grazie a questo SOLO, che senza di lui non esisterebbe la vita su questo pianeta. Questo SISTEMA non però tenuto conto che qualcuno questo lo avrebbe scoperto, ma a chi importa? ------continua------>

Genre Franco Intanto ci vengono a dire che bisogna mettersi le CREME SOLAEI in quanto questeci evitano i tumori che causa il SOLE, ma non ti dicono che spalmandoti questa crema sulla pelle, dato che la tua pelle è zeppa di PORI questi PORI immettono nel sangue quanto hai spalmato, che se ti chiedo LE MANGERESTI? mi diresti di NO!!! ------continua------>

Genre Franco NO?!?!?!?!?! ma perchè NO? perchè sai benissimo che queste creme contengono di tutto VELENOSO, che se tu avessi la certezza del contrario le ingoieresti sicuramente. Invece NO! e mi dai la prova che TU SAI, ma nessuno dei venditori delle CREME SOLARI ti ricorda dei PORI, persino wikipedia si dimentica di parlare dei PORI DEL TUO CORPO e lo fà in modo PLATEALE. Mi chiedo perchè? https://it.wikipedia.org/wiki/Pori ------continua------>

Genre Franco E quì mi sento tanto preso per i fondelli WIKIPESIA, strumento del SISTEMA. Ecco per cui i TUMORI DELLA PELLE. E pensare che è fatto SOLO per evitare la AUTOPRODUZIONE di vitamina D COLECALCIFEROLO. Comprensibile, vero? ------continua------>

Genre Franco Quanta fantasia da parte del SISTEMA per tenerti in MALATTIA! ma non basta, onde avere la certezza che tu, CARENTE di questa vitamina D3 COLECALCIFEROLO hanno inventato i VALORI DI RIFERIMENTO che ti avvisano che con il valore superiore ad un certo valore TI INTOSSICA. -------continua------>

Genre Franco Infatti la didascalia TERRORISTICA è questa: "La tabella a cui mi riferisco e che giudico valevole è riportata da molti articoli, uno di questi è quello a cui mi riferisco che dice:
< 10 ng/ml Carenza
10 e 30 ng/ml Insufficienza
tra 30 e 100 ng/ml Sufficienza
>100 ng/ml Tossicità" http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... stanco.htm ------continua------>

Genre Franco Che come abbiamo letto sopra, ho CERTEZZA che questa INTOSSICAZIONE sia IMPOSSIBILE che nel qual caso ci saremmo ESTINTI da sempre. Ma da parte del SISTEMA non basta ancora in quanto ha inventato il PROTOCOLLO che DEVONO seguire i medici, il qual PROTOCOLLO è di DOSI BASSISSIME. ------continua------>

Genre Franco Ed è in seguito a queste informazioni che tu cara Miriam Baldo
, sei quì convinta che a causarti ".Dopo la seconda assunzione fui costretta ad interrompere perche ebbi uno sfogo sul viso tipo acne .Causato come effetto indesiderato del Di base." sia questa bendetta vitamina D3 COLECAALCIFEROLO. ------continua------>

Genre Franco Che avesse dovuto causare a te questo problema, il mondo sarebbe pieno del tuo stesso problema. Invece NO! NON E' LA VITAMINA D3 COLECALCIFEROLO, ma come il solito invece è il CIBO INNATURALE che hai ingoiato in questo periodo, iniziando dal CAFFE'. -------continua------>

Genre Franco Te lo dico con certezza, in quanto com mia moglie Franca, sono addirittura 3 (tre) anni che ne ingoiamo 20000 UI giornalieri CON COSTANZA senza alcun problema. Questo perchè abbiamo anni fà circa dal 2016 seguendo quanto dice in un suo video il dottor Coimbra abbiamo iniziato cone le dosi consigliate da lui. ------continua------>

Genre Franco La pagina recita: "E' importante che si dica che la dose giornaliera che è raccomandata oggi, internazionalmente, non esclude nessun paziente dalla carenza di vitamina D, è una dose irrisoria, molto sotto la dose fisiologica.
E allora, quando abbiamo iniziato a dare la dose fisiologica, che è la dose di 10.000 unità giornaliere, cioè la dose che si produce con pochi minuti di esposizione solare, ossia, se hai addosso canottiera e bermuda, con le gambe e le braccia esposte al sole, produrrai in 20 minuti, se hai la pelle chiara e sei giovane, 10.000 unità di vitamina D al giorno.
Allora, 10.000 UI è una dose fisiologica, non è una super dose.
Però la maggior parte dei dottori considerano questa dose potenzialmente tossica."
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... imbraa.htm

Quindi parla di 10000 UI giornalieri, senza parlare di età, di sesso e neppure di bambini o di neonati, quindi ritengo che questa non debba essere considerata come i VELENI un tanto al kg come dichiara la medicina per farci ingoiare questi VELENI. La vitamina D in quanto AUTOPRODOTTA dall'individuo, sia neonato che adulto NON PUO' ESSERE CONSIDERATA UN VELENO. Nel qual caso sulla terra non ci sarebbe più la vita. ------continua------>

Genre Franco Ed è quaindi questa dose che pare dia la VERA SALUTE alle persone, quindi è alemno 10 volte superiore al protocollo medico. ------continua------>

Genre Franco Ciao Angy Angy, ti chiedo scusa, ma vedo che nonostante tutto NON HAI LETTO LE REGOLE DEL GRUPPO, che se non ti piacciono ti consiglio di andartene. Ed ora ti giustifico il fatto che ho eliminato il tuo commento. ------continua------>

Gebre Franco Mi sono permesso di cancellarlo, non perchè devi anche tu seguire le regole, ma perchè consigliando di provare la ditta che hai citato, pensi di aver fatto, a tuo personale parere, cosa giusta. Però quello che ti mabca è il sapere che la vitamina D3 COLECALCIFEROLO è riconoscita SOLO con formula chimica e non è una varietaà di mele o di pere- ------continua------>

Genre Franco La formula è esattamente questa: C27H44O, quindi o è questa formula ed è vitamina D3, oppure non è questa e non è vitamina D3. Fissato questo, penso che hai ancha capito che da qualsiasi ditta tu acquisti la vitamina D3 COLECALCIDEROLO è SEMPRE UGUALE, contano invece gli UI che di vogliono ingoiare. ------continua------>.

Genre Franco Quindi mia cara Angy Angy se avessi lasciato il tuo consiglio avrei permesso alle persone di continuare nell'errore VOLUTO DAL SISTEMA ottenuto sopratutto dalla DISINFORMAZIONE. E ti pare poco? Naturalmente se non ritieni giusto il nostro operato, sei libera di andare a scrivere ed elargire i tuoi consigli in qualsiasi altro gruppo. ciaooo Franco
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ferolo.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » sab gen 02, 2021 3:10 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alseno.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
Vi presento una pagina in oggetto che secondo il mio modesto parere, ha lo scopo di consolare e magari illudere le donne che scoprono di avere un tumore al seno. Però mi chiedo, non sarebbe meglio cercare la causa di questa che ritengo una MALATTIA ULTRA MORTALE?
Non lo fanno loro? bene, cerchiamo di farlo noi e darne informazioni le più precise possibile, naturalmente incontestabili.
Il video importante per il cancro e big pharma da inviare a chi è malato di cancro come giustificano che secondo questo video parlando di cancro, che nel 1900 i casi di questa malattia erano di una persona su 20, nel 1940 una su 16, nel 1970 una su 10, nel 2000 una su 3, ma pare che il LATTE ED I LATTICINI siano ALIMENTAZIONE DELL'UOMO DA UN TEMPO INDEEINITOe ci si accorge solo ora che sono NOCIVI?
Video di Massimo Mazzucco gestore del forum Luogocomune
http://www.youtube.com/watch?v=1RUrIO3E ... re=related
.
a 20 minuti parla dei dottori che si corrompono già alle università.
.
a 24 minuti
Ci sono gruppi su internet che sembrano imparziali e disinteressati, gruppi di pazienti, che vogliono solo il meglio di quello che è giusto per loro ed alla fine scopri che sono finanziati al 100% da una società farmaceutica.
a 24.30 minuti
Negli ultimi anni Big Pharma si è insinuata nel normale rapporto fra medico e paziente e ha trovato un modo nuovo per aumentare le vendite, puntando direttamente al paziente, in modo indipendente sopratutto attraverso la pubbicità televisiva. Gliettetti collaterali includono dolori, gonfiori, pruriti nella zona dell'iniezione, febbre, nausea, capogiri, vomito e svenimenti.
L'anno scorso sono state scritte da 3 a 5 miliardi di ricette nei soli Stati Uniti. E per tutti i suoi miracoli e conquiste il sogno farmaceutico ha anche lasciato disastri lungo il percorso. Le tragedie degli effetti collaterali vengono denunciate quotidianamente.
Quello che ho scoperto dopo aver analizzato le banche dati governative e gli articoli sulle riviste mediche specializzate ho scoperto che 784.000 persone muoiono ogni anno prima del previsto a causa della medicina moderna. 122.000 persone muoiono ogni anno a causa degli effetti collaterali conosciuti, dei medicinali prescritti.
L'industria farmaceutica è l'industria di maggiore successo nel mondo.
Quello che vogliono è che tu non guarisca perchè se tu guarisci, loro non hanno più un mercato.
Tutto quello che viene dalla natura non si può brevettare.
Quindi non sono interessati.
Oltre quanto sopra, anche le scoperte delle così dette COMODITA' partecipano impunemente a causare la malattia più grave al mondo, dopo lo SCORBUTO, che per guarirlo il chimico dottor Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), Premio Nobel per LA MEDICINA nel 1937 per aver isolato l'ACIDO ASCORBICO, detto vitamina C dai peperoni piccanti, detto TUMORE o CANCRO.
La pagina riporta:
"Szeged, la bella città dell'Ungheria meridionale, si vanta di essere la capitale del peperone. Per due motivi: uno di carattere agricolo e uno di carattere scientifico, per essere stata la patria del grande chimico Szent-Gyorgyi che ha scoperto, proprio nel peperone, la fonte dell'acido ascorbico che ha fermato le morti per scorbuto, una malattia che aveva ucciso migliaia di marinai.
Albert Szent-Gyorgyi (1893-1986), figlio di una famiglia colta e benestante, cominciò i suoi studi a Budapest e, dopo un periodo di ricerche all'estero, diventò professore di chimica medica nell'Università di Szeged negli anni trenta del secolo scorso. Le ricerche di Szent-Gyorgyi erano concentrate sul meccanismo con cui le cellule viventi "bruciano", con ossigeno, le molecole organiche liberando energia e anidride carbonica, il fenomeno inverso della fotosintesi con cui i vegetali fissano l'anidride carbonica atmosferica "fabbricando" molecole organiche. Szent-Gyorgyi pensò che l'energia non viene liberata dalla ossidazione del carbonio, ma dall'ossidazione dell'idrogeno presente nelle molecole organiche e che la vita consista in fenomeni, come si dice, di ossido-riduzione catalizzate da speciali enzimi.
Oggi i biologi sanno molte altre cose su questi meccanismi, ma ai tempi del giovane Szent-Gyorgyi i suoi studi furono rivoluzionari: un ruolo importante nei fenomeni di ossidoriduzione aveva un certo acido esuronico il quale mostrò anche di possedere la proprietà di curare e di prevenire lo scorbuto. Durante i grandi viaggi oceanici, cominciati nel 1500, lo scorbuto mieteva molte vittime fra i marinai, fino a quando, nel Settecento, si vide che le morti diminuivano se le navi portavano a bordo delle scorte di agrumi che, apparentemente, contenevano qualche sostanza curativa. Szent-Gyorgyi scoprì che si trattava proprio dell'acido esuronico che egli ribattezzò acido ascorbico e che oggi è noto come vitamina C. Per proseguire gli esperimenti occorreva disporre di una certa quantità della sostanza e Szent-Gyorgyi scoprì che proprio i peperoni, coltivati su larga scala intorno a Szeged, dove insegnava, ne avevano una elevata concentrazione. Le prime prove di estrazione furono fatte nel 1931 quando la stagione di raccolta era alla fine e fornirono pochi grammi; l'anno dopo l'estrazione cominciò all'inizio della campagna agricola e fornì qualche chilogrammo di acido ascorbico che poté essere distribuito ad altri laboratori.
Per queste sue ricerche Szent-Gyorgyi ebbe il premio Nobel per la medicina nel 1937; Szent-Gyorgyi fu attivo nella resistenza antinazista e lasciò poi l'Ungheria nel 1948 trasferendosi negli Stati uniti dove ha diretto, nel Massachusetts, ricerche per la cura del cancro; è stato anche impegnato come difensore dei diritti civili e nella protesta contro la guerra nel Vietnam (un suo libro di sostegno alla contestazione giovanile, "Uomo o scimmia pazza ?", è stato tradotto anche in italiano).
Oggi l'acido ascorbico, contenuto nella verdura e nella frutta, specialmente negli agrumi, viene prodotto artificialmente su larga scala, partendo dal glucosio, e trova impiego anche come antiossidante, oltre che in medicina. Di certo ha un ruolo fondamentale nella sintesi del collagene e in molte altre funzioni biologiche. Il chimico Linus Pauling, anche lui premio Nobel per la chimica (e per la pace) (si veda Altronovecento n. 5) ha sostenuto per tutta la vita che l'acido ascorbico cura anche i tumori. E tutto è cominciato con i peperoni ungheresi.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... yorgyi.htm
Riguardo al tumore al seno, la prima causa di morte per le donne, ritengo di fare presente che la causa principale di questa malattia è il FORNO MICROONDE.
Di questo però, non se ne vuole parlare, in quanto, dato il fine della diminuzione della popolazione mondiale impostata fin dal secolo scorso, questa invenzione è stata messa lì con questo bellissimo fine.
La riprova ci viene dal fatto che la percentuale di morte maggiore, lo riporta l'articolo, che è all'eta di 49 anni (41%).
Lo conferma il fatto che sono loro ad usufruire di più di questa cosi detta COMODITA' detta forno microode (RADIAZIONI), ed eccone i risultati.
Infatti le donne di una certa età non si fidano e sono molte di meno ad usare questo forno microonde.
Però a poter informare queste persone e farle fare la personale esperienza di annaffiare una pianta con l'acqua fatta bollire in questo prodotto, ecco che la morte di questa pianta annaffiata con questa acqua, indica esattamente che questo aggeggio in quanto funzionante a RADIAZIONI è per l'essere umano la causa di questa terribile malattia.
Lo conferma il fatto che se metti del latte o altro cibo sul gas o altro modo di riscaldare NATURALE, lo sappiamo ormai tutti che questo cibo si riscalda partendo dall'esterno verso l'interno, quindi l'unico modo di riscaldare NAtURALE, mentre nel forno microonde, sappiamo anche tutti che il cibo viene riscaldato partendo dall'interno verso l'esterno.
A questo punto è bene sapere il fatto che determina senza ombra di dubbio che la causa dei tumori al seno sono esattamente le RADIAZIONI incontrollate che si sprigionano dall'apparecchio quando è in funzione.
Parto da lontano. ma chiarisco un fatto che ritengo molto importante che si conosca.
Sappiamo tutti che negli ospedali, nelle cliniche e in tutte le strutture che sono dedicate alla salute umana vi è un reparto chiamato REPARTO RAGGI X.
Di solito è un corridoio con tante porte in quanto le apparecchiature sono molte, dedicate alle varie necessità, e sulle porte i vari avvisi della pericolosità di queste RADIAZIONI.
Che i RAGGI X siano pericolosi per la salute degli esseri viventi, che per l'uomo lo dichiarano le scritte su tutte le porte dei locali dove vengono svolti il dedicato apparecchio.
Naturalmente gli addetti ai lavori si cerca di proteggerli al massimo, ed il pericolo è solo per i malati che vi si recano per i vari problemi.
Quindi abbiamo certezza che il pericolo sono le RADIAZIONI che emettono queste apparecchiature che per svolgere il loro compito, queste RADIAZIONI devono emetterle.
Ma le RADIAZIONI,pericolose lo sono solo quelle dei locali di queste strutture oppure qualsiasi tipo di RADIAZIONI come quelle del microonde?
Oh, ma allora volete dirmi che chi ha riscontrato questa pericolosità, non sà che quelle del forno microonde sono sempre RADIAZIONI uguale a quelle dei RAGGI X? Ma allora chi permette questo è CONSAPEVOLE.
Ecco che ora devo far presente che il commerciante che vende questi forni a microonde non informa il cliente che il suo apparecchio in vendita lavora a RAGGI X uguali come le apparecchiature sopra descritte, e non solo, ma per svolgere il suo compito deve emettere delle RADIAZIONI, le stesse che gli addetti ai lavori delle strutture sopradette DEVONO ESSERE PROTETTI AL MASSIMO, mentre questo apparecchio considerato COMODITA' la sua carenatura non sono altro che quattro lamiere dipinte.
A conferma della sua PERICOLOSITA' l'abbiamo già stabilito in quanto che il cibo che si mette a riscaldare o a cuocere, il suo trattamento parte dall'interno e viene verso l'esterno, cambiando la STRUTTURA a questo cibo, ed ecco che è CONTRO NATURA.
E non solo, ma scoprendo che la posizione di questo apparecchio in cucina è all'altezza del seno della cuoca, e dato che le RADIAZIONI NON PARLANO E NON SI FANNO NEPPURE VEDERE, MA SANNO FARE IL LORO LAVORO, ho anche scoperto che tra le donne più giovani, le quali credono di avere una COMODITA', sono quelle la cui percentuale 41% di morte è fortemente giustificata e provata. La foto della pagina lo dimostra senza ombra di dubbio.

La pagina recita:
"Prima di tutto, anche con questa foto, voglio far notare che la posizione del FORNO MICROONDE è proprio all'altezza del seno della donna che lo manovra.
Avrà importanza questo?
E' quanto ho intenzione di stabilire unendo le informazioni in mio possesso.
La pagina descrive chiaramente quanto avviene ai CIBI NATURALI quando vengono messi sul FUOCO NATURALE e ci descrive anche ciò che avviene allo stesso CIBO NATURALE nel FORNO A MICROONDE alla mercè delle RADIAZIONI. E chissà cosa avviene agli "ALIMENTI ESSENZIALI" detti "integratori" dalla medicina, che questo CIBO NATURALE DEVE CONTENERE per la nostra SALUTE?
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... roonde.htm

Altra pagina recita:
"La pagina dedicata alla storia della mia ex compagna Anna recita:
"Anche questa foto dimostra che il FORNO MICROONDE è posizionato all'altezza del seno femminile, ecco che mi chiedo:
"sarà importante saperlo, visto che le RADIAZIONI non si vedono, non si sentono ma l'apparecchio le emette per svolgere il suo lavoro, incontestabile vero?"
Da questa pagina possiamo rilevare quanto lontano possono arrivare queste RADIAZIONI, e chi o cosa può fermarle?
Solo chi produce questo apparecchio garantisce che queste RADIAZIONI non causano danni perchè ben protette, ma loro sono IN CONFLITTO DI INTERESSE e noi sappiamo molto bene che questo ha un peso rilevante nell'affare.
In proposito la pagina ci dice:
""Ricapitolando, le microonde sono adoperate (o possono esserlo) per i seguenti scopi:
- per modificare le condizioni meteorologiche (Vedi anche N. Begich, J. Manning, Angels don't play this H.A.A.R.P., 1995);
- per alimentare le nanostrutture distribuite con le scie chimiche (conclusione cui sono giunte la Palit, Castle e la Staninger);
- per il controllo mentale;
- per minare gli equilibri degli esseri viventi;
- per causare malattie legate alle radiazioni non ionizzanti;
- per disperdere manifestanti, provocando dolore e riscaldamento nelle parti colpite e lesioni di vario tipo, insieme con altre armi definite ipocritamente "non-letali".
Anche la recente decisione del governo della Repubblica Ceca che, su pressione degli Stati Uniti, ha accettato di installare un potente impianto radar nell'ambito del programma di "difesa" strategica, si inquadra in questo attacco al pianeta, un'aggressione perpetrata con armi invisibili ma, non per questo, meno micidiali di molte altre.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... ebiosf.htm

dalla pagina:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... deonde.htm

È la nuova frontiera dell’immunoterapia, grazie alla quale una donna in stadio avanzato della malattia è riuscita a guarire: combattere il cancro al seno grazie alle cellule immunitarie delle pazienti.

Questo nuovo barlume di speranza è il frutto di uno studio clinico di un team guidato da Steven Rosenberg, del National Institutes of Health in Bethesda in Maryland.

Scopriamo insieme di più.

Cancro al seno: il nemico numero uno delle donne

Il cancro al seno è la neoplasia più frequente in assoluto tra le donne. Nel 2017, in Italia, si sono ammalate di tumore al seno circa 50.500 donne. Complessivamente, una donna su otto va incontro a questa diagnosi nel corso della sua vita. Rispetto all’incidenza di tutti gli altri tumori, il carcinoma della mammella è quello più frequentemente diagnosticato tra le donne sia nella fascia d’età che va fino ai 49 anni (41%), che sia nella classe d’età 50-69 anni (35%), sia in quella più anziana, che supera i 70 anni (22%).
Immunoterapia: la soluzione che dona speranza

Una nuova speranza nella lotta contro questa malattia viene dall’immunoterapia. I ricercatori del National Cancer Institute (Nci) americano hanno sperimentato su una donna in metastasi un nuovo approccio, basato sulle cellule immunitarie della stessa paziente.

La paziente era stata sottoposta a diversi altri trattamenti, senza alcun beneficio. Inserita all’interno di uno studio clinico condotto dal capo della Divisione chirurgica del Centro per la ricerca sul cancro (Cccr) del Nci (che fa parte dei National Institutes of Health, Nih), Steven A. Rosenberg, ha visto la regressione totale della malattia.
Il metodo

L’immunoterapia ha consentito ai ricercatori di estrarre e “addestrare” le cellule della paziente, in modo da riconoscere e spazzare via dal corpo solo quelle malate.

In particolare, i linfociti T della donna sono stati in grado di eliminare completamente il cancro al seno e tute le sue metastasi.
immunoterapia cancro donna
Chemioterapia biologica: un aspetto della ricerca sempre più importante

I ricercatori hanno mappato Dna e Rna di uno dei tumori della paziente, oltre al tessuto normale, identificando le mutazioni specifiche delle cellule malate. Poi, hanno selezionato i linfociti più abili nel riconoscere le proteine ??mutate. Le cellule sono state espanse e reinfuse nella donna, cui è stato somministrato anche pembrolizumab per prevenire la possibile inattivazione delle cellule T.

Sono già due anni che la paziente è libera dalla malattia. Si tratta del primo grande successo dell’immunoterapia nella cura di un tumore in stadio così avanzato.

Rosenberg spiega:

«Abbiamo sviluppato un metodo molto efficace per identificare le mutazioni presenti in un tumore che sono riconosciute dal sistema immunitario. Questa ricerca è sperimentale in questo momento, ma poiché questo nuovo approccio all’immunoterapia dipende dalle mutazioni, non dal tipo di cancro, è in un certo senso un progetto che possiamo usare per molti tipi di tumore».
L’immunoterapia vince sulle tecniche tradizionali

L’immunoterapia è arrivata là dove le terapie tradizionali non erano riuscite. La paziente, infatti, aveva già ricevuto trattamenti multipli che, però, nulla avevano potuto contro la progressione del cancro.

immunoterapia donna cancro

Attualmente sono due gli approcci più efficaci di immunoterapia: l’attivazione delle cellule immunitarie del paziente direttamente nel suo corpo tramite farmaci e l’uso diretto di cellule immunitarie.

Secondo gli studiosi, il successo di questo studio potrebbe aprire le porte a nuove cure con ampie possibilità di successo anche per altre pazienti con cancro al seno.
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... alseno.htm

ciaooo Genfranco
.
.

genfranco
Messaggi: 1187
Iscritto il: lun giu 20, 2011 7:48 pm
Controllo antispam: cinque

Re: ACIDO ASCORBICO, ALIMENTO SOLO PER L'UOMO, LA SCIMMIA...

Messaggio da genfranco » lun gen 04, 2021 3:24 pm

http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sangue.htm
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm

Le medicine "principio attivo" per la mia SALUTE? GRAZIE NO!!! Me lo dice il "foglietto illustrativo".
E pensare che ciò che serve al MIO CORPO per AUTOGUARIRSI e mantenermi la VERA SALUTE è già in lui da quando sono stato concepito, e mi ha mantenuto in VERA SALUTE fino al primo intoppo, messo lì appositamente con lo scopo di farmi cadere, iniziando per me un giro di SOFFERENZA provocato per il beneficio di alcuni miei simili. Quindi al TUO CORPO come al MIO, servono SOLO TRE COSE, CIBO NATURALE che contengano gli "ALIMENTI ESSENZIALI" ed evitare le trappole tese apposta per noi dal nostro simile.
Quali esami del sangue da richiedere al medico per avere sottomano un quadro più ampio possibile? Alberto Parise vuole fare un esame del sangue.

Dal gruppo
Acido Ascorbico Pregi e Difetti
https://www.facebook.com/groups/1415891 ... 536563162/

Alberto Parise
23 settembre 2020 alle ore 17:14
Chiedo un consiglio, dopo tanti anni per curiosità vorrei fare gli esami del sangue.
Oltre a quello che di routine prescriverà il medico, cosa potrei aggiungere?
Io pensavo di richiedere il valore della vitamina D, avere altro da suggerire?

Franco Genre Ciao Alberto Parise, per cortesia leggi il post fisso FINO IN FONDO dove trovi informazioni molto importanti sugli "ALIMENTI ESSENZIALI". GRAZIE.
Se non vuoi perderti una o molte pagina precedenti o le successive se non le vedi più in quanto sono bloccato, clicca su questo link:
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... edenti.htm
il link post fisso per pregi e difetti
https://www.facebook.com/groups/1415891 ... 898859000/
continua------>

Franco Genre Ora riguardo agli esami del sangue, non posso che proporti quello di Franca e me fatti il 14 gennaio 2020. Li trovi su questa pagina quelli di mia moglie Franca: http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... naio20.htm mentre per i miei su questa pagina: http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... naio20.htm ------continua------>

Franco Genre Riguardo agli esami elencati sui nostri documenti, ho forti dubbi che tu riesca a farteli fare dal tuo medico. Ho esperienza che la maggior parte dei medici evitano di far fare quelli della vitamina D, e ce la mettono tutta per riuscirci, quindi figuriamoci tutto il resto. Potrei notare che i soliti esami noi non li abbiamo fatti. Quindi ti faccio i miei migliori auguri che tu ci riesca. Sicuramente non con le polemiche o quant'altro. ciaooo Franco
http://acidoascorbico.altervista.org/pr ... sangue.htm

Ciaooo Genfranco
.
.

Rispondi