Veganfest... perplessità

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Avatar utente
liquiriziaverde
Messaggi: 754
Iscritto il: sab dic 05, 2009 9:04 am
Controllo antispam: cinque

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da liquiriziaverde » mer apr 27, 2011 6:53 am

Sauro Martella ha scritto:1) Il primo giorno abbiamo ricevuto una segnalazione in relazione al miele , al primo controllo effettuato sul posto non abbiamo trovato niente, ma l'espositore in questione, ha onestamente ammesso di aver avuto effettivamente un barattolo di miele che ha levato appena segnalato. In questo caso, anche in considerazione della correttezza dell'espositore nel non nascondere il suo sbaglio e della presenza dell'ingrediente incriminato di breve durata ed ormai non più esistente, abbiamo ritenuto di non intervenire ulteriormente.
Per quanto riguarda la presenza di un braccialetto di cuoio, non ne abbiamo notizia e non ci risulta da nessuno dei vari e ripetuti controlli effettuatiproprio con la finalità di distiguerci da altri eventi dove questi aspetti non vengono tenuti nella necessaria considerazione ed ove regolarmente ho trovato casi spiacevoli di ingredienti o materiali non Vegan. Ovviamente l'errore è sempre in agguato quando si lavora e quando ho trovato situazioni del genere ad altri festival Vegan, ho sempre segnalato la cosa agli organizzatori in modo da collaborare costruttivamente al loro operato.
:-)
Mi permetto di sottolineare che durante la giornata di sabato (quindi anche secondo giorno) il miele era presente e pubblicizzato e alla mia richiesta di spiegazioni hanno affermato di averlo messo per i bambini a cui non piace la cioccolata (?).
I braccialetti (non uno) erano presenti sabato sera (li ho visti prima di andare via). Poteva essere finto cuoio, quindi ho chiesto alla ragazza che li esponeva, che, con un certo imbarazzo, mi ha confermato che fossero di cuoio.
Ovviamente capisco perfettamente che non si sia onnipresenti e onniscienti e apprezzo comunque il tempo dedicato alla lunga e dettagliata risposta... grazie.

Avatar utente
Sauro Martella
Messaggi: 2010
Iscritto il: lun set 27, 2004 8:27 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Umbria
Contatta:

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da Sauro Martella » mer apr 27, 2011 7:40 am

Ciao Liquirizia, non posso che ripetere che se avessimo ricevuto la tua segnalazione saremmo corsi immediatamemnte sul posto (insieme a te) per chioarire la cosa anche allontanando l'0espositore...
Ti chiedo un favore, contattaci per email e indicaci come contattarti personalmente, vorremmo capire meglio questa cosa e scambiarci du chiacchiere al telefono per capire tempi e posizionamento di ciò che hai visto.
Ovviamente non possiamo lasciar correre una cosa del gfenere e ti chiediamo di aiutarci a identificare sia il tipo di oggetto, che lpesatto espositore. Preferiremmo farlo avoce con te.
Grazie per l'aiuto.
:-)

loira
Messaggi: 85
Iscritto il: gio gen 29, 2009 2:42 pm

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da loira » mer apr 27, 2011 8:11 pm

Credo che Sauro abbia risposto in maniera esaustiva a tutte le perplessità emerse in questo post.
Ci tengo ad aggiungere un paio di cose:
1- le critiche servono e sono ovviamente ben accette, ma devono essere costruttive. Nel momento in cui tendono ad essere distruttive non sono utili alla causa. Ricevere critiche serve a capire cosa si è sbagliato e a migliorare per il futuro.
2- boicottare il Veganfest sicuramente non aiuterà la diffusione di una cultura e di uno stile di vita (quello vegan appunto), che mai come adesso ha bisogno dell'apporto di ognuno di noi. Siamo finalmente riusciti ad entrare nelle case di molte persone, attraverso i telegiornali, la stampa, la radio. Dovremmo essere felici di questo! Adesso dobbiamo essere uniti e lavorare perchè nessuno consideri più il mondo vegan come un "ghetto" o una "setta". Dobbiamo aprirci all'altro ed essere pronti a confrontarci, sempre. Detto questo, ovviamente ognuno di noi è libero di fare quello che vuole, quindi anche di non tornare mai più nella vita al Veganfest. :wink:

Mio marito, non vegan e nemmeno vegetariano, è stato lì con me per 4 giorni. Lunedì sera, a Veganfest concluso, sapete cosa mi ha detto? "Devo diventare vegan anch'io". E questa secondo voi non è una conquista?

Avatar utente
lisak84
Messaggi: 557
Iscritto il: ven giu 22, 2007 9:27 am

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da lisak84 » mer apr 27, 2011 8:48 pm

Inanzitutto ringrazio Sauro per la paziente risposta!
Sottolineo che non ho scritto con cattivi intenti o altro, eh! Non sto suggerendo di boicottare il veganfest e mi spiace se le mie son sembrate critiche gratuite...
Ho solo espresso le mie impressioni,forse anche sull'onda della delusione...sono sicura che per altre persone sarà stata l'esperienza più bella del mondo...io probabilmente mi ero fatta idee sbagliate in testa e mi aspettavo un chissà che evento e di che dimensioni, avendo letto il più grande d'europa eran partiti troppi film mentali...probabilmente se avessi prima partecipato ad altri eventi del genere le mie aspettative sarebbero state assai ridotte...c'è da dire che ho avuto pure la sfiga di capitare nel momento della giornata in cui era brutto e faceva un freddo...
Certo sono convinta che gli organizzatori ci abbiano messo tutto il loro impegno e spero di non aver offes nessuno...

Avatar utente
Sauro Martella
Messaggi: 2010
Iscritto il: lun set 27, 2004 8:27 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Umbria
Contatta:

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da Sauro Martella » mer apr 27, 2011 9:07 pm

Tranquilla lisak84,
nessuna offesa,ogni chiarimento è sempre utile.
Da parte nostra siamo semplicemente elettrizzati dal successo ottenuto e dalle dichiarazioni di stima sia da parte degli espositori, che da parte dei visitatori in quantità imbarazzante.
Certamente il VeganFest, non è l'evento più grande del mondo in assoluto, ma lo è certamente all'interno del mondo vegan.
Non abbiamo avuto 3 o 4mila ingressi, ma oltre 18,000
Non abbiamo avuto una trentina di espositori, ma ben 150
Non abbiamo avuto articoli sui giornali locali, ma reportage sulle più importanti testate giornalistiche e televisive nazionali
Abbiamo avuto un programma di conferenze come mai nessun evento Vegan ha potuto vatare,
Abbiamo ospitato mostre di autorevolezza e dimensioni, come mai nessun evento vegan ha potuto fare (Anche PeTA, la più grande associazione animalista al mondo, ha scelto il VeganFest per la sua prima apparizione ufficiale in Italia)
E tutto questo solo alla prima edizione.
Come puoi ben immaginare, non possiamo che essere soddisfatti e orgogliosi.
Nonostante ciò non lasceremo eventuali critiche inascoltate. E' vero che l'enorme afflusso di persone ha potuto creare dei problemi ai servizi in certe ore di picco ed ovviamente se è successo, ce ne scusiamo, ma non dimentichiamo che il fine di tutto era ed è diffondere la scelta etica Vegan a sempre più persone e questo obiettivo è stato centrato in pieno oltre ad ogni aspettativa immaginabile...
GoVegan!!!
:-)

Avatar utente
Pizza pie
Site Admin
Messaggi: 373
Iscritto il: mar ago 03, 2010 9:09 am
Controllo antispam: cinque
Località: Parigi
Contatta:

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da Pizza pie » mer apr 27, 2011 9:14 pm

Ho letto tutti i vari commenti e dopo quattro giorni estenuanti da volontaria al VeganFest proprio non apprezzo chi sale in cattedra in questa maniera: le critiche costruttive vengono formulate in altri termini, magari sul momento perché siano verificabili e venga posto rimedio al problema SUBITO! Noto invece un certo compiacimento distruttivo nel potersi "vantare" di aver "scoperto" la falla: peccato, non c'é nessun premio da vincere e non siete arrivati primi, la maggior parte di queste cose mi erano già state segnalate, con educazione, via e-mails private. Organizzare e far svolgere un evento del genere é un'impresa titanica, non per niente é stato l'evento Vegano più grande d'Europa. Purtroppo non si può ancora pensare di avere espositori che siano completamente Vegani, come nella vita di tutti i giorni erano presenti espositori che vendono tutti i tipi di prodotti, che si erano impegnati a rispettare certe regole ed erano stati obbligati a rispettare uno stretto disciplinare. Ma come andate in pizzeria e chiedete se nell'impasto c'é l'uovo e potrebbe essere che vi dicono una bugia, anche al Veganfest, evidentemente, deve esserci stato qualcuno che "ci ha provato". Ovviamente segnalandolo subito si sarebbe risolto il problema subito... Ma é più bello sollevare polemiche dopo, ed é anche più inutile, tra l'altro vi segnalo che lo state facendo proprio sul sito di Sauro Martella che é una persona positiva e ha fatto una cosa grandiosa per il Veganesimo, imperfetta, ma meglio di chiunque altro, meglio di qualunque altro festival Vegano precedente. Se poi due braccialetti in cuoio o il miele di un superficiale espositore sono riusciti a rovinarvi l'impressione generale del VeganFest resto veramente perplessa sulle vostre priorità e credo che siate venuti molto prevenuti, più alla ricerca del pelo nell'uovo che alla ricerca del significato vero dell'evento. Temo anche che questa prevenzione abbia fatto perdere di vista a qualcuno quello che é lo scopo ultimo: la diffusione di questa filosofia di vita per salvare gli animali, il pianeta e l'uomo. Ma no: é più importante sputtanare Sauro Martella!

Per quanto riguarda il dog bar vorrei precisare che in tutto il mondo un dog bar é una ciotola di acqua, in questo caso era un gazebo in legno con tetto in tela cerata di tre metri per tre, all'ombra, a ridosso di alberi e siepi, con ciotole sempre piene di acque a crocchette e posso affermarlo perché il nostro cane Pizza ci ha fatto sosta diverse volte e tirava per indicarci che voleva entrare ogni volta che ci passava vicino. Se poi qualcuno ritiene che non venissero date abbastanza attenzioni ai nostri cani può sempre offrirsi come hostess per la prossima edizione e occuparsi del dog-bar: c'é sempre bisogno di volontari disposti a rimediare ai gravi difetti riscontrati!

Avatar utente
liquiriziaverde
Messaggi: 754
Iscritto il: sab dic 05, 2009 9:04 am
Controllo antispam: cinque

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da liquiriziaverde » mer apr 27, 2011 10:52 pm

Pizza pie ha scritto:Ho letto tutti i vari commenti e dopo quattro giorni estenuanti da volontaria al VeganFest proprio non apprezzo chi sale in cattedra in questa maniera: le critiche costruttive vengono formulate in altri termini, magari sul momento perché siano verificabili e venga posto rimedio al problema SUBITO! Noto invece un certo compiacimento distruttivo nel potersi "vantare" di aver "scoperto" la falla: peccato, non c'é nessun premio da vincere e non siete arrivati primi, la maggior parte di queste cose mi erano già state segnalate, con educazione, via e-mails private. Organizzare e far svolgere un evento del genere é un'impresa titanica, non per niente é stato l'evento Vegano più grande d'Europa. Purtroppo non si può ancora pensare di avere espositori che siano completamente Vegani, come nella vita di tutti i giorni erano presenti espositori che vendono tutti i tipi di prodotti, che si erano impegnati a rispettare certe regole ed erano stati obbligati a rispettare uno stretto disciplinare. Ma come andate in pizzeria e chiedete se nell'impasto c'é l'uovo e potrebbe essere che vi dicono una bugia, anche al Veganfest, evidentemente, deve esserci stato qualcuno che "ci ha provato". Ovviamente segnalandolo subito si sarebbe risolto il problema subito... Ma é più bello sollevare polemiche dopo, ed é anche più inutile, tra l'altro vi segnalo che lo state facendo proprio sul sito di Sauro Martella che é una persona positiva e ha fatto una cosa grandiosa per il Veganesimo, imperfetta, ma meglio di chiunque altro, meglio di qualunque altro festival Vegano precedente. Se poi due braccialetti in cuoio o il miele di un superficiale espositore sono riusciti a rovinarvi l'impressione generale del VeganFest resto veramente perplessa sulle vostre priorità e credo che siate venuti molto prevenuti, più alla ricerca del pelo nell'uovo che alla ricerca del significato vero dell'evento. Temo anche che questa prevenzione abbia fatto perdere di vista a qualcuno quello che é lo scopo ultimo: la diffusione di questa filosofia di vita per salvare gli animali, il pianeta e l'uomo. Ma no: é più importante sputtanare Sauro Martella!

Per quanto riguarda il dog bar vorrei precisare che in tutto il mondo un dog bar é una ciotola di acqua, in questo caso era un gazebo in legno con tetto in tela cerata di tre metri per tre, all'ombra, a ridosso di alberi e siepi, con ciotole sempre piene di acque a crocchette e posso affermarlo perché il nostro cane Pizza ci ha fatto sosta diverse volte e tirava per indicarci che voleva entrare ogni volta che ci passava vicino. Se poi qualcuno ritiene che non venissero date abbastanza attenzioni ai nostri cani può sempre offrirsi come hostess per la prossima edizione e occuparsi del dog-bar: c'é sempre bisogno di volontari disposti a rimediare ai gravi difetti riscontrati!
Scusami, ma non ero prevenyuta, altrimenti non sarei partita per due giorni da Genova per venire fin lì, pagandomi due notti d'albergo... è evidente che se sono venuta a visitare il Veganfest l'ho fatto convinta di partecipare a qualcosa di bello e interessante (e per certi versi è stato così).
Seconda cosa, qui nessuno è "compiaciuto" nel criticare nè vuole boicottare niente e nessuno, ANZI: volevo semplicemente segnalare che con problemi del genere il Veganfest si boicotta da solo, e questo non è nell'interesse di nessuno. Io abito questo pianeta e ho a cuore la mia vita e quella di tutti gli animali, di tutte le piante e della maggior parte delle persone, perciò desidero moltissimo che ogni evento del genere riesca bene e attiri più persone possibile verso uno stile di vita sostenibile e amorevole verso tutti. Quindi no, non sono compiaciuta di aver trovato dei braccialetti di cuoio (e riconosco il mio errore nel non averlo segnalato subito e nel non aver fatto caso al nome dello stand, perchè in quel caso sarei stata certamente più utile, ma era sera, ero stanca e stavamo per andare, e non ci ho proprio pensato in quel momento... tornassi indietro mi segnerei almeno il nome e farei anche più domande all'espositrice), nè di non aver trovato le stoviglie biodegradabili, sono solo dispiaciuta... e non lo dico per dare addosso a chi ha organizzato, anche se la perplessità rimane, ma perchè visto che è già stata prevista un'altra edizione spero che le segnalazioni evitino certi inconvenienti. Avere tanta risonanza e riscontro è bellissimo, ma richiede più attenzione, perchè se la stampa che elogia il Veganfest scoprisse certe sviste nessun vegano ci farebbe una bella figura (non perchè io voglia fare "bella figura", questo sia chiaro, ma perchè è ovvio che per pubblicizzare il veganismo non dobbiamo sembrare ipocriti o superficiali nemmeno agli avventori casuali del Veganfest).
Inoltre so che siamo sul sito di Sauro Martella: ovviamente, non avendo intenzione di criticare in maniera distruttiva come tu invece credi, ho postato le mie idee dove lui avrebbe potuto leggerle facilmente. E non mi sembra di aver scritto in maniera maleducata.

@Sauro: l'espositrice dei braccialetti era accanto a un banchetto di un ragazzo che vendeva cd, un banchetto piccolo... era una ragazza straniera, se ricordo bene, purtroppo non ho visto il nome dello stand, è stato davvero un erroraccio da parte mia, se lo avessi guardato le cose sarebbero state molto più semplici...

pensieronomade
Messaggi: 3
Iscritto il: mer apr 27, 2011 10:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da pensieronomade » mer apr 27, 2011 11:25 pm

Facevo parte dello staff organizzativo (sono Titti) e mi sarebbe piaciuto conoscere, in tempo reale, i difetti per poterli rimuovere SUBITO. In segreteria c'era sempre qualcuno disponibile ad ascoltare e intervenire.
Confermo tutto e sintetizzo quanto detto da Pizza pie: certe critiche, a manifestazione conclusa, hanno l'obiettivo di denigrare pubblicamente l'organizzazione perdendo ogni efficacia.
Pubblicamente, e a posteriori , andrebbero espressi plausi e apprezzamenti positivi. Privatamente, e durante, andrebbero manifestate le critiche negative per rimuoverle.
In ogni caso faremo tesoro delle indicazioni per l'anno prossimo.

Avatar utente
Sauro Martella
Messaggi: 2010
Iscritto il: lun set 27, 2004 8:27 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Umbria
Contatta:

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da Sauro Martella » gio apr 28, 2011 12:26 am

Ciao Liquiriziaverde,
grazie della tua segnalazione, dalla tua descrizione non mi viene in mente chi potrebbe essere l'espositore, ma vedrò, prima possibile, di provare a dare un'occhiata alla planimetria usata per il posizionamento degli espositori per identificare a chi fai riferimento.
Grazie ancora.
:-)

Avatar utente
liquiriziaverde
Messaggi: 754
Iscritto il: sab dic 05, 2009 9:04 am
Controllo antispam: cinque

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da liquiriziaverde » gio apr 28, 2011 6:38 am

pensieronomade ha scritto:certe critiche, a manifestazione conclusa, hanno l'obiettivo di denigrare pubblicamente l'organizzazione perdendo ogni efficacia.
Ma a che scopo dovremmo voler denigrare una manifestazione nella cui buona riuscita tutti speriamo? Anche se non l'ho organizzata io è chiaro che spero vada bene (e comunque così è stato, e ne sono ben felice), più gente diventa vegan e più io sono contenta! :)

alimarcus
Messaggi: 37
Iscritto il: mar feb 02, 2010 6:06 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Riserva Naturale "Valli del Mincio", Mantova
Contatta:

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da alimarcus » gio apr 28, 2011 8:03 am

Sauro Martella ha scritto:Insomma, pur con qualche piccolo aspetto da affinare (era fisiologico in questa prima edizione), abbiamo riscontrato consensi ovunque, [...]
Ringrazio comunque delle segnalazioni che terremo senz'altro in considerazione...
A Sauro - che voglio davvero ringraziare per aver ideato e messo in piedi una manifestazione del genere - mi permetto di ricordare un altro aspetto da migliorare: la posizione dell'angolo allattamento. Non vi devono essere "barriere" per raggiungerlo, tipo (lunghe) rampe di scale o porte strette, è ovvio che (quasi) tutti gli gli interessati sono dotati di passeggino, in genere sovraccarico. Altra cosa - e qui basta copiare ciò che viene creato in altri eventi simili, tipo Fà la Cosa Giusta - sarebbe bene che lo spazio permettesse di allestire un piccolo fasciatoio per i cambi, possibilmente separato da un pannello.

Grazie ancora e saluti, Marco M.

[email protected]

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da [email protected] » gio apr 28, 2011 8:28 am

La spiegazione infatti dei gatti in gabbia è stata chiara e esauriente, e lì nessuno ha avuto più niente da ridire (capisco non sia stato un belvedere per gli amanti degli animali,ma il motivo era giusto e su questo nessuno ha avuto più niente da commentare).

Avatar utente
lisak84
Messaggi: 557
Iscritto il: ven giu 22, 2007 9:27 am

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da lisak84 » gio apr 28, 2011 12:27 pm

Liquirizia ha già risposto anche per me...io non volevo proprio sputtanare nessuno e non ci ho provato il minimo godimento...tutt'altro dato che ci sono andata animata dalle migliori intenzioni ed entusiasmo e mi sono beccata un viaggio ben lunghetto facendo spendere anche bei soldini a tutta la famiglia...riguardo al fine di promuovere lo stile di vita vegan è stato proprio il motivo per cui ho convinto tutta la famiglia a venirci, dato che sono crudista e sapevo che per me non avrei trovato più di tanto...dunque volevo promuovere più che altro lo stile di vita anche ad altri...
Poi come ho già detto è stata colpa mia che mi ero immaginata una cosa immensa tipo fiera di Milano ecc... ora che ho partecipato e so come sono più o meno questi eventi avrò delle aspettative più adeguate al contesto una prossima volta...
Il resto l'ha già detto benissimo Liquirizia...
Ringrazio enormemente Sauro e Daria per la loro apertura e del fatto che abbiano capito che non c'è nessun intento ostile in questo topic...

Matteo
Messaggi: 14
Iscritto il: mar gen 18, 2011 8:32 am
Controllo antispam: Cinque

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da Matteo » gio apr 28, 2011 1:14 pm

io dico la mia:

Ci sono stato domenica, e sinceramente non mi è dispiaciuto. Ci sono sicuramente dei lati da migliorare, ma per essere un primo evento direi neinte male.
Per la considerazione del cuoio/miele credo che gli organizzatori non si siano accorti, non per loro lacuna, ma semplicemente gli espositori avranno omesso qualcosa.
Resta il fatto che come evento era molto completo, stand, corsi e un atmosfera molto "amichevole".
Bellissimo poi passeggiare con un sacco di cani (e qualche gattino :D ) che giravano attorno.

Unico appunto forse l'abbondanza di prodotti "raffinati" (seitan, vegformaggi, muscolo di grano ecc) che in quantita superavano abbondantemente i prodotti piu semplici :wink:

Matteo

pensieronomade
Messaggi: 3
Iscritto il: mer apr 27, 2011 10:54 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Veganfest... perplessità

Messaggio da pensieronomade » gio apr 28, 2011 7:01 pm

liquiriziaverde ha scritto:
pensieronomade ha scritto:certe critiche, a manifestazione conclusa, hanno l'obiettivo di denigrare pubblicamente l'organizzazione perdendo ogni efficacia.
Ma a che scopo dovremmo voler denigrare una manifestazione nella cui buona riuscita tutti speriamo? Anche se non l'ho organizzata io è chiaro che spero vada bene (e comunque così è stato, e ne sono ben felice), più gente diventa vegan e più io sono contenta! :)
Liquiriziaverde, mi fa piacere ricevere le critiche costruttive in modo da poter porvi, in futuro, rimedio (un'organizzazione che non riceve critiche deve insospettirsi perchè non è una buona organizzazione) ma quello che intendevo sottolineare è che sarebbe stato meglio far subito presente gli errori trovati per poterli rimuovere (vedi miele, cuoio, ecc).
Trovare miele e cuoio non è colpa dell'organizzazione ma di qualche incauto espositore che, ancorchè abbia sottoscritto un disciplinare, non l'ha rispettato. Non sarebbe stato meglio, da parte di chi ha visto questi prodotti impropri, venircelo a dire subito? Qui, in questa sede, non serve più.
Ciao
Titti

Rispondi