Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
amata80
Messaggi: 188
Iscritto il: mar ago 04, 2009 8:51 pm
Controllo antispam: cinque

Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da amata80 » mer mar 23, 2011 8:50 pm

Ciao a tutti!
Purtoppo questa tragedia accaduta in Giappone non smette di preoccupare, prima per gli altri, ora per la collettività tutta (noi compresi) :( . Avrete sicuramente sentito della nube radioattiva attesa sull'Italia in queste ore: cosa è meglio mangiare o integrare per essere coperti?

Davide'80
Messaggi: 954
Iscritto il: gio gen 24, 2008 9:33 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Milano

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da Davide'80 » mer mar 23, 2011 10:51 pm

Il ministro della Salute Ferruccio Fazio afferma che la nube non avrà alcun rischio per la salute, e lo confermano anche ISPRA ed ENEA.

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da Daria » gio mar 24, 2011 12:21 am


ittica
Messaggi: 70
Iscritto il: mar feb 10, 2009 5:58 pm
Località: crosta terrestre
Contatta:

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da ittica » gio mar 24, 2011 11:37 am

ho cercato di seguire il tuo link Daria ma non si apre.
ho trovato questo articolo su Lifegate: http://www.lifegate.it/it/eco/people/sa ... ttiva.html
senza assolutamente nessun allarmismo e senza correre a rimpinguare il già abbastanza gonfio portafogli del farmacista, questo famoso ioduro di potassio si trova negli alimenti? se sì, quali? le alghe? what?

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da Daria » gio mar 24, 2011 12:48 pm

ittica ha scritto:ho cercato di seguire il tuo link Daria ma non si apre.
ho trovato questo articolo su Lifegate: http://www.lifegate.it/it/eco/people/sa ... ttiva.html
senza assolutamente nessun allarmismo e senza correre a rimpinguare il già abbastanza gonfio portafogli del farmacista, questo famoso ioduro di potassio si trova negli alimenti? se sì, quali? le alghe? what?
Il link mi si apre senza problemi, comunque riporto quanto c'è scritto..
Ho sentito anche io che alcuni consigliano di integrare ioduro di potassio per prevenire problemi alla tiroide ma, da quanto affermano fonti...oserei dire sicure, sembra non ci sia nessun problema per la salute degli italiani e degli europei, personalmente non prenderò nessun integratore..

Nube radioattiva in Italia: vero, ma…

Il punto
Diciamolo subito: la nube radioattiva proveniente dalla centrale nucleare giapponese di Fukushima entro domani interesserà tutta l’Europa e gran parte dell’emisfero boreale (non quello australe per ragioni di circolazione atmosferica), su questo non vi era e non vi è alcun dubbio. Il primissimo dato incriminato è quello misurato ieri da una centralina islandese della rete mondiale di monitoraggio della CTBTO, l’organizzazione per la messa al bando dei test nucleari. La notizia è quindi assolutamente vera. A questo punto dobbiamo preoccuparci per la nostra vita e per quella dei nostri cari? Assolutamente no e vediamo il perché.

Radioattività naturale e radioattività artificiale
Bisogna innanzi tutto affermare che in Natura esistono fonti di radioattività naturali (il cosiddetto “fondo di radioattività naturale”) alle quali qualsiasi oggetto o essere vivente sulla Terra viene sottoposto 24 ore al giorno 365 giorni all’anno. In Italia questa quantità è di circa 3,4mSv (“milliSivert”) all’anno, contro una media mondiale di circa 2,4mSv annui. Queste emissioni radioattive provengono sia da materiali presenti nella crosta terrestre, sia dallo spazio (raggi cosmici) ed è inutile dire che gli effetti che esse hanno sulla nostra salute sono trascurabili. L’altra fonte di radioattività costante (sia di radiazioni, sia di particelle radioattive, cioè particelle che emettono radiazioni) è invece quella artificiale, causata dalle centrali nucleari. Questa quantità varia continuamente e in particolare aumenta a dismisura nel caso in cui l’uomo perda il controllo delle reazioni atomiche che normalmente sfrutta per ottenere energia.

Colpa della tecnologia
Fatta questa premessa, entriamo nel vivo. La centralina islandese ha rilevato alcune particelle di Iodio-131 provenienti indubbiamente dalla reazione nucleare incontrollata in atto a Fukushima. Dal punto di vista scientifico la verità è quindi inoppugnabile: la nube radioattiva è giunta in Europa. Il problema è semmai mediatico, perché bisogna dirlo chiaramente che queste centraline sono ormai sensibilissime e sono in grado di individuare singole particelle radioattive di origine artificiale anche in mezzo al ben più abbondante fondo di radioattività naturale a cui sono esposte (e a cui siamo noi stessi esposti) ogni giorno. Sono cioè talmente infallibili che se fossero state a questo livello tecnologico anche durante l’incidente di Chernobyl del 1986, avrebbero ugualmente segnalato particelle radioattive artificiali nell’intero emisfero boreale dopo pochissimi giorni.

Un po’ di numeri
Per parlare chiaramente, sia l’Autorità islandese per la sicurezza da radiazioni sia il dipartimento nucleare dell’italiana ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) hanno reso noto che le misure effettuate sono nell’ordine degli 0,0000003mSv annui e mettono quindi bene in chiaro che tale emissione proveniente da particelle radioattive artificiali risulta tra le diecimila e le centomila volte inferiore rispetto all’emissione naturale di radiazioni di cui abbiamo parlato in precedenza.

In conclusione
Che la diffusione della nube radioattiva avrebbe prima o poi raggiunto l’intero emisfero era previsto e preventivato, poiché la circolazione generale dell’atmosfera lo prevede, proprio come avviene per qualsiasi altra emissione di qualsiasi tipo di particelle (pensiamo a quelle vulcaniche). Ciò che fa la vera differenza è la concentrazione di tali particelle: ebbene, la vera notizia da diffondere è che al giorno d’oggi siamo tecnologicamente in grado di rilevare tracce della nube in tutto l’emisfero sebbene queste tracce siano praticamente irrilevanti dal punto di vista della sicurezza sanitaria. L’unico paese a serissimo rischio sanitario da radioattività al momento è il Giappone.

Michele Salmi - ClassMeteo
[email protected]

23-3-2011
http://classmeteo.weather.com/classmete ... _nube.html

ittica
Messaggi: 70
Iscritto il: mar feb 10, 2009 5:58 pm
Località: crosta terrestre
Contatta:

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da ittica » gio mar 24, 2011 3:21 pm

grazie per aver riportato l'articolo Daria, ora il link si apre anche a me ma stamattina non era possibile accedervi a causa di un sovraccarico di richieste.
comunque la mia domanda, per curiosità, resta: l'ioduro di potassio si trova negli alimenti? se sì, quali?

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da Daria » gio mar 24, 2011 7:35 pm

ittica ha scritto: l'ioduro di potassio si trova negli alimenti? se sì, quali?
Non che io sappia...
Le applicazioni di questa soluzione vengono usate in medicina, quindi penso che si trovi solo nelle farmacie... lo ioduro di potassio è utilizzato anche nel campo della fotografia per lo sviluppo di alcune pellicole, magari si potrebbe forse trovare nei nogozi di fotografia...

Davide'80
Messaggi: 954
Iscritto il: gio gen 24, 2008 9:33 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Milano

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da Davide'80 » gio mar 24, 2011 9:26 pm

Daria ha scritto:lo ioduro di potassio è utilizzato anche nel campo della fotografia per lo sviluppo di alcune pellicole, magari si potrebbe forse trovare nei nogozi di fotografia...
Sì, ma di sicuro non è di grado farmaceutico.
In ogni caso non è un prodotto da assumere di propria iniziativa.

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da Daria » gio mar 24, 2011 9:38 pm

Davide'80 ha scritto: Sì, ma di sicuro non è di grado farmaceutico.
ah beh questo è certo.. :) era solo per dare un'idea del suo impiego
Davide'80 ha scritto: In ogni caso non è un prodotto da assumere di propria iniziativa.
Assolutamente...
tra l'altro non credo neanche si possa prendere in farmacia senza prescrizione medica.

ittica
Messaggi: 70
Iscritto il: mar feb 10, 2009 5:58 pm
Località: crosta terrestre
Contatta:

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da ittica » gio mar 24, 2011 10:36 pm

tranquilli, la mia era solo una curiosità, non ho intenzione di svaligiare nè la farmacia, nè lo studio fotografico.
se lo ioduro di potassio si fosse potuto trovare in alcuni alimenti magari in questo periodo avrei preferito quelli piuttosto che altri, tutto lì.
grazie per le risposte :)

Davide'80
Messaggi: 954
Iscritto il: gio gen 24, 2008 9:33 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Milano

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da Davide'80 » gio mar 24, 2011 11:41 pm

Beh, trovi lo iodio principalmente nelle alghe e nel sale da cucina (sale iodato > sale marino integrale > sale raffinato) ed è un nutriente essenziale. Chi vive al mare non ha bisogno di assumerlo con la dieta.
Non so dirti in che forma chimica sia presente negli alimenti o nel sale.

"Assunzione di iodio e ricette con alghe" dr.ssa Michela De Petris

Avatar utente
tormalinarosa
Messaggi: 487
Iscritto il: lun ott 23, 2006 8:38 am

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da tormalinarosa » ven mar 25, 2011 10:47 am

Scusate se mi intrometto, ma secondo voi sarà sicuro usare alghe e prodotti in genere che provengono da Cina e Giappone nei prossimi anni?

Davide'80
Messaggi: 954
Iscritto il: gio gen 24, 2008 9:33 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Milano

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da Davide'80 » ven mar 25, 2011 3:03 pm

Già era sconsigliato acquistare alghe provenienti dai mari del Giappone, inquinati, se poi d'ora in avanti siano più pericolose... forse no, dato che lo iodio-131 ha un'emivita di decadimento radioattivo di soli 8 giorni.

Nella zona prossima a Fukushima il latte vaccino è contaminato di iodio-131, mentre gli spinaci sono contaminati sia di iodio-131 che di cesio-134 e cesio-137 (questi ultimi con un'emivita molto più lunga, rispettivamente 2 e 30 anni).

amata80
Messaggi: 188
Iscritto il: mar ago 04, 2009 8:51 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da amata80 » ven mar 25, 2011 8:55 pm

Ho appena trovato alcune info interessanti, sicuramente sarà come dite voi: non c'è alcun pericolo; però non si sa mai!
Vi allego il link


http://nicozbalboa.blogspot.com/2011/03 ... -come.html

Davide'80
Messaggi: 954
Iscritto il: gio gen 24, 2008 9:33 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Milano

Re: Nube radioattiva sull'Italia: consigli alimentari?

Messaggio da Davide'80 » lun apr 04, 2011 10:42 pm

Davide'80 ha scritto:Già era sconsigliato acquistare alghe provenienti dai mari del Giappone, inquinati, se poi d'ora in avanti siano più pericolose... forse no, dato che lo iodio-131 ha un'emivita di decadimento radioattivo di soli 8 giorni.
Forrest, sul forum di informazionealimentare.it, faceva notare che lo stronzio-90 (con emivita di 29 anni) è solubile in acqua e quindi contamina le alghe e i pesci

Rispondi