"Amarli senza se e senza ma", di Alfie Kohn

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
Avatar utente
fioredicampo75
Messaggi: 298
Iscritto il: lun lug 14, 2008 8:16 am
Controllo antispam: cinque
Località: Trentino

"Amarli senza se e senza ma", di Alfie Kohn

Messaggio da fioredicampo75 » sab feb 12, 2011 11:22 am

Ciao a tutte, qualcuna di voi ha letto "Amarli senza se e senza ma"? Io l'ho appena finito e mi piacerebbe confrontarmi con voi. La tesi di fondo è che le lodi sono spesso dannose quanto i castighi e le punizioni, in quanto alla fine il bambino impara a fare le cose non per il piacere di farle, o perché è giusto farle, ma per avere un premio dai genitori (una caramella, un giocattolo, una lode). Inoltre, non si sentiranno amati incondizionatamente, ma solo per aver fatto qualcosa che ha incontrato l'approvazione dei genitori. Quindi al bando anche il rinforzo positivo, o il BRAVO! detto quando fa qualcosa di bello.
Non so. Mi sta bene il fatto di dire che è giusto che il bambino abbia delle motivazioni intrinseche e che non si senta spinto a fare qualcosa solo per avere un premio in cambio, però forse è esagerato dire che non devo lodare mai un bambino. Se le mie tate cominciano a muovere i primi passi (aiuto!), come posso non mostrare loro la mia gioia? Non credo che per questo si sentiranno amate solo se faranno cose che otterranno la mia approvazione.
Voi cosa ne pensate? Qui ovviamente ho fatto un riassunto molto riduttivo, il discorso sarebbe molto più ampio e approfondito...

didy
Messaggi: 170
Iscritto il: sab ott 17, 2009 8:47 pm
Controllo antispam: cinque

Re: "Amarli senza se e senza ma", di Alfie Kohn

Messaggio da didy » sab feb 12, 2011 2:23 pm

ciao fioredicampo
premetto che non conosco il libro, ma secondo me una risposta importante la trovi nella frase che hai scritto: "come posso non mostrare loro la mia gioia?" non puoi certo renderti simile a un robot senza sentimenti!
Penso che i bambini ABBIANO IN SE le motivazioni intrinseche tanto che imparano a fare moltissime cose senza che noi lo insegniamo loro, ma i bambini abbandonati imparano molto più tardi, perchè quello che fanno non è importante per nessuno :( .
E se tuo marito tornasse a casa con un bel mazzo di fiori per te, oppure ottenesse una promozione sul lavoro, oppure si facesse un nuovo taglio di capelli molto sexi, cosa faresti? Guai ad abbracciarlo contenta e a complimentarti perchè potrebbe essere spinto a ripetere il gesto solo per farti felice!
Io credo che lo sviluppo dei nostri bambini sia legato strettamente alle nostre emozioni, e sarebbe inutile e dannoso nascondere la nostra approvazione. (sembreremmo delle mamme depresse?)
Io adoro lo sguardo orgoglioso che ha mio figlio quando riesce a fare qualcosa da solo.
Altra cosa è secondo me, maneggiare i sentimenti del bambino perchè faccia solo quello che piace a noi, facendolo sentire cattivo se non si comporta come il bambino ideale. Ma da qua a "non lodarlo mai" ce ne corre!
Poi posso dirti una cosa? Non preoccuparti che quando saranno più grandi (tipo adolescenti), le tue bambine faranno di tutto per sperimentare nuove cose che NON OTTERRANNO SICURAMENTE LA TUA APPROVAZIONE :lol:
ciao

Avatar utente
sissimia
Messaggi: 88
Iscritto il: ven nov 28, 2008 2:34 pm

Re: "Amarli senza se e senza ma", di Alfie Kohn

Messaggio da sissimia » sab feb 12, 2011 3:12 pm

Nemmeno io conosco il libro, ma mia suocera mi ripete sempre "lodalo! fagli sempre sapere che è bello e bravo e se fosse una femmina ancora di più!".
Lei con le lodi ci ha tirato su due figli e devo dire che, rispetto a me, che sono l'esempio della donna con bassissima autostima a causa di un'educazione super rigida e della totale mancanza di lodi da parte dei miei genitori, mio marito, ma soprattutto mia cognata, sono due esempi di persone dotate di una grandissima autostima. Oltre ad essere molto sicuri di se, sono sempre stati bravissimi a scuola e ora nel lavoro sono sempre alla ricerca della perfezione (forse anche troppo). Mio marito non è certo uno che fa le cose per compiacere qualcuno, anzi, forse il contrario. Mia cognata sicuramente molto di quel che fa lo fa per compiacere sua madre, ma è veramente una ragazza in gamba che sono sicura avrà successo nella vita. Quindi giù di lodi a tutti e due i miei pargoli. Anche se qualche volta devo dire che mi scappa anche qualche rimprovero non tanto garbato, ma anche quello serve, se seve!
Silvia

charmeuse
Messaggi: 143
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:32 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Cermenate
Contatta:

Re: "Amarli senza se e senza ma", di Alfie Kohn

Messaggio da charmeuse » sab feb 12, 2011 7:03 pm

Io sto leggendo il libro (mi mancano una decina di pagine alla fine) e l'ho trovato bello e illuminante.
Veramente rispettoso della dignità e umanità dei bambini e concordo con tutto quanto l'autore scrive.
Anche perchè io non ho interpretato che non si possa MAI dire bravo al nostro bambino: dipende molto dal contesto, dall'enfasi, da come è impostata la relazione geniore-figlio ect ect.
I punti fondamentali sono, a mio avviso, l'amore INCONDIZIONATO, il rispetto per la persona che abbiamo davanti, la cura della relazione.
E, credo, non dare troppo per scontato il primo punto, perchè a volte, forse nostro malgrado, diamo proprio la sensazione che il nostro amore sia condizionato!
Il libro è bello e lo consiglio vivamente.
Penso che lodare a ruota libero sia MOLTO negativo, essere bravissimi a scuola e perfetti in tutto ciò che si fa non è sinonimo di felicità e, soprattutto, non è necessario!
Fare grandi cose per compiacere altri, e non SOLO se stess, la trovo una cosa molto triste. Non essere garbati anche quando si sta rimproverando i nostri cuccioli non è giusto, anche se spesso inevitabile perchè siamo stanche, stressate, tristi o altro.
Ciò che voglio sottolineare è l'importanza di mettersi sempre in discussione, di non pensare che solo perchè siamo "gli adulti" siamo dalla parte della ragione, che solo perchè loro sono "i bambini" non hanno voce in capitolo o possono essere trattati male quando "se lo meritano".
Mettiamoci sempre nei loro panni: a noi piacerebbe essere trattati così?
Daremmo uno scapaccione al nostro compagno perchè, per l'ennesima volta, ha rovesciato il succo di frutta per terra?
Personalmente ho ancora molta strada da fare, ma voglio essere una mamma migliore.
Ciao.
Patrizia

Avatar utente
fioredicampo75
Messaggi: 298
Iscritto il: lun lug 14, 2008 8:16 am
Controllo antispam: cinque
Località: Trentino

Re: "Amarli senza se e senza ma", di Alfie Kohn

Messaggio da fioredicampo75 » lun feb 14, 2011 11:07 am

Ciao Patrizia,
sono d'accordo con te. Come dicevo, ho fatto un riassunto molto riduttivo del libro, concentrandomi solo sulla parte che mi lasciava un po' perplessa, ma per il resto il libro è piaciuto molto anche a me, mi ha dato molti spunti di riflessione (ad esempio, da dove viene il mio bisogno di essere accettata da tutti, anche chi non mi piace, e perché devo sempre compiacere i miei, anche a 35 anni suonati? Perché a scuola dovevo sempre eccellere a tutti i costi, ma ora ricordo forse un centesimo di quello che ho studiato?...) e ritengo che tantissimi dei concetti siano davvero fondamentali e rivoluzionari, e mi chiedo se sarò mai capace di essere una mamma all'altezza (anche se un po' di autoindulgenza temo sia necessaria). Certamente lui consiglia altri "metodi" per manifestare il proprio apprezzamento, molto intelligenti, avevo solo voglia di confrontarmi un po' per capire se è un disagio mio, cosa ne pensate voi, ecc.
Grazie della tua risposta e magari ne potremo parlare in modo più approfondito quando i nostri cuccioli ci metteranno in difficoltà :x (cosa che peraltro ogni tanto già mi capita... :shock: )

Rispondi