Restera' un sogno?

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
pinkluna
Messaggi: 25
Iscritto il: lun mar 24, 2008 11:38 am
Controllo antispam: CINQUE
Località: NARNI
Contatta:

Restera' un sogno?

Messaggio da pinkluna » ven feb 11, 2011 1:15 am

Aspetto due gemelli, ma nel 2008 cesareo inutile per mio figlio quindi con i gemelli addio parto in casa che sognavo...ora cerco un parto naturale, ma sara' quasi certamente in ospedale, se nessuno mi fa "scherzi".
Sono preoccupata per tanti motivi, il primo è che in Italia se la fanno tutti sotto, mentre io sono fiduciosa del mio corpo e dei mie bambini...poi se dovessero tagliarmi come farei, sola con 3 figli, in campagna e piena di dolore? 3 bambini che piangono e mi vogliono e io, impotente che mi riuscirei appena a muovere?
Vi chiedo tante dita incrociate, tante preghiere, un parto naturale per noi significa tantissimo.

Avatar utente
sissimia
Messaggi: 88
Iscritto il: ven nov 28, 2008 2:34 pm

Re: Restera' un sogno?

Messaggio da sissimia » ven feb 11, 2011 12:03 pm

In bocca al lupo!
Ascolta il tuo corpo, vedrai che lui ti dirà quando è il momento giusto per correre in ospedale.
Tantissime dita icrociate per te!

Futura
Messaggi: 27
Iscritto il: gio ott 07, 2004 11:07 am
Controllo antispam: cinque
Località: Reggio Emilia

Re: Restera' un sogno?

Messaggio da Futura » ven feb 11, 2011 12:57 pm

Ciao Pinkluna, per quando è prevista la nascita dei cuccioli?
Anche io sto in campagna, per fortuna non sola, ma non è sempre un male, sai!?
Quando è nata la mia prima pupetta, ci siamo chiusi in casa per cinque giorni, lontano da tutto e da tutti, per vivere appieno la nuova vita di Emma...e anche io ero stata operata (inutilmente, come te!!!) e non stavo certo bene...ti dico solo che il 7° giorno ero in ospedale con febbre a 40 e passa...
Ma come dice sissima....loro sapranno darti la forza e farti capire cosa è meglio...io per questo cucciolo che nascerà incrocio le dita...e l'altra mano la tengo incrociata per te!!! :wink:

Avatar utente
fioredicampo75
Messaggi: 298
Iscritto il: lun lug 14, 2008 8:16 am
Controllo antispam: cinque
Località: Trentino

Re: Restera' un sogno?

Messaggio da fioredicampo75 » sab feb 12, 2011 11:08 am

pinkluna ha scritto:Aspetto due gemelli, ma nel 2008 cesareo inutile per mio figlio quindi con i gemelli addio parto in casa che sognavo...ora cerco un parto naturale, ma sara' quasi certamente in ospedale, se nessuno mi fa "scherzi".
Sono preoccupata per tanti motivi, il primo è che in Italia se la fanno tutti sotto, mentre io sono fiduciosa del mio corpo e dei mie bambini...poi se dovessero tagliarmi come farei, sola con 3 figli, in campagna e piena di dolore? 3 bambini che piangono e mi vogliono e io, impotente che mi riuscirei appena a muovere?
Vi chiedo tante dita incrociate, tante preghiere, un parto naturale per noi significa tantissimo.
Ciao cara, ti rispondo perché anch'io ho due gemelle, nate 14 mesi fa con parto cesareo, nel mio caso d'urgenza perché io ho avuto un calo dell'emoglobina e un edema polmonare e le mie due tate (che peraltro avevano già rotto il sacco) hanno dovuto nascere per forza. Non è stata una bella esperienza, ero solo alla trentunesima settimana, siamo rimasti in ospedale un mese, io anche in rianimazione, insomma, è stata dura. Ho pianto per il mio cesareo (anch'io come te speravo in un parto naturale), ho pianto per la separazione, per averle potute vedere solo a 4 giorni dalla nascita (il parto è stato in anestesia generale perché la spinale non aveva fatto effetto), ho pianto perché non riuscivo ad allattarle esclusivamente e dovevo dare anche il latte artificiale, ho pianto perché mi sentivo una cattiva mamma perché non riuscivo a fare tutto quello che avevo letto, che sapevo essere il meglio per loro, che speravo di riuscire a fare.
Il punto è, tesoro, che le mie due bimbe sono meravigliose. Nonostante le difficoltà iniziale, intorno agli otto mesi hanno rifiutato il biberon, e ancora adesso ciucciano il mio latte, con mia grande gioia (e ogni tanto stanchezza). Un po' alla volta quel legame che temevo spezzato si è costruito ed è una gioia continua passare le mie giornate con loro.
Quello che voglio dirti è: innanzitutto stai tranquilla, e non fasciarti la testa prima di essertela rotta. No, il parto in casa con i gemelli non è possibile, ma credimi, è meglio così, sono troppi i rischi connessi a un parto gemellare. Ti auguro ovviamente che vada tutto bene, ma nel caso dei gemelli in particolare non c'è nulla di prevedibile. Detto questo, informati. Ospedali che permettono il parto naturale anche coi gemelli esistono, cercali, chiedi bene quali sono le loro prassi, e organizzati per andare a partorire lì, nei limiti del possibile. Se dopo, nonostante tutto, il parto dovesse essere cesareo, ricordati che non è una tragedia. Tutto si recupera, certo i primi giorni farai più fatica, cerca qualcuno che ti dia una mano, anche a pagamento se non hai alternative (se non puoi permettertelo, fattelo regalare dai nonni o dagli zii, invece che tanti oggetti inutili) o cerca qualche amica o parente di cui ti fidi ciecamente che venga a stare con te per i primi giorni. Cerca tanto l'aiuto del papà: mio marito è rimasto a casa in paternità per 3 mesi, ed è stato meraviglioso, per me, per lui, e per le bambine. Non pensare di poter fare tutto da sola, è impossibile, anche perché hai già un altro bimbo che ha bisogno di te, e quindi se vuoi davvero riuscire a dare il meglio a tutti e tre dovrai avere qualcuno al tuo fianco, e questo non sminuirà il tuo ruolo dimamma, non sarai meno brava perché chiedi aiuto, sarai semplicemente consapevole di quli sono i tuoi limiti e che se vuoi esserci per i tuoi bambini allora qualcuno deve esserci per prendersi cura di te.
Non so vorrei dirti molte cose, ma la cosa principale è di non preoccuparti. Forse le cose non andranno esattamente come sogni (o forse sì, speriamo!), ma questo non pregiudicherà in nessun modo il tuo futuro rapporto con i tuoi bambini, il vostro amore reciproco, l'attaccamento, che se magari non sarà immediato comunque si recupererà un po' alla volta. Credimi. Forse le cose nel mio caso avrebbero potuto andare meglio. Forse... ma è andata così. E adesso, guardando indietro a tutte le mie lacrime, capisco che non ho nessuna colpa, che io ho fatto tutto quello che era in mio potere, e le mie bambine sono felici, sono la gioia della mia vita.
In bocca al lupo carissima, e se hai bisogno sono qui.
PS: per quando è prevista la nascita? Sai già il sesso o non ti interessa?

pinkluna
Messaggi: 25
Iscritto il: lun mar 24, 2008 11:38 am
Controllo antispam: CINQUE
Località: NARNI
Contatta:

Re: Restera' un sogno?

Messaggio da pinkluna » dom feb 13, 2011 12:01 pm

Grazie fiore, sono due maschi, la DPP è il 31maggio-1 giugno ma con i gemelli appunto... nascono prima e quindi se va bene fra fine aprile e primi di maggio.
Che brutta esperienza sono contenta che vi siete ripresi bene. Grazie di avermela raccontata comunque, è sempre qualcosa da sapere che possono capitare certe cose.
Purtroppo davvero non ho nessuno che mi possa aiutare, mio marito non ha lavoro ora ma speriamo lo trovi perche' ne abbiamo bisogno, altrimenti certo mi aiutera' lui o se trovo qualche volontaria loro, ma non possiamo permetterci nessuno a pagamento.

Crepi il lupo, grazie a tutte delle risposte =)

Avatar utente
fioredicampo75
Messaggi: 298
Iscritto il: lun lug 14, 2008 8:16 am
Controllo antispam: cinque
Località: Trentino

Re: Restera' un sogno?

Messaggio da fioredicampo75 » lun feb 14, 2011 11:02 am

Allora in bocca al lupo perché tuo marito possa trovare lavoro al più presto, e vedrai che in qualche modo farai, l'importante è che tu cerchi di mantenere la calma e di non strafare, non sarà facile ma ne varrà la pena ogni istante. Un abbraccio!

Rispondi