Legumi e mal di pancia

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Avatar utente
cocotte
Messaggi: 200
Iscritto il: lun dic 03, 2007 5:38 pm
Località: Liguria

Legumi e mal di pancia

Messaggio da cocotte » mer nov 24, 2010 8:46 am

Ciao a tutte,
la mia bimba ADORA i legumi. Le piacciono interi, da prendere e mangiare uno ad uno, in particolare ceci, piselli, fagioli.
Le piace anche la panissa (o paniccia) una polenta fatta con acqua e farina di ceci.
Io sono molto contenta di questo, non mi va di darle troppa carne.
Ma spesso mangiando i legumi finisce che di notte ha mal di pancia. Sta male, si sveglia piangendo. Noi dormiamo male, e lei non sta bene.
Avete qualche trucco per ovviare a questo problema?
Spesso uso i legunmi in scatola per comodità. Ai ceci tolgo la buccia.
GRAZIE! :D

Francesca B.
Messaggi: 126
Iscritto il: lun mag 25, 2009 9:46 am
Controllo antispam: cinque
Località: Pordenone
Contatta:

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da Francesca B. » mer nov 24, 2010 10:32 pm

Ciao,
io so che i legumi, per non dare problemi di gonfiore e fastidi all'intestino, devono essere sempre ben cotti, devono rompersi con un grissino. I legumi in scatola di solito sono morbidissimi e non dovrebbero dare problemi, però non si sa mai...
Solitamente è chi li mangia poco spesso che ha problemi di questo tipo.

Hai provato a proporglieli sotto formo di passato con il passaverdure per vedere se il problema è nella buccia?
Oppure puoi fare un operazione di reintroduzione progressiva: li elimini per una settimana e poi li reintroduci piano piano e spesso, anche ogni giorno, non fanno male, anzi se li vari sono ricchissimi di vari tipi di minerali e nutrienti.

Fai sapere,
ciao
francesca

Avatar utente
fioredicampo75
Messaggi: 298
Iscritto il: lun lug 14, 2008 8:16 am
Controllo antispam: cinque
Località: Trentino

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da fioredicampo75 » ven nov 26, 2010 8:25 pm

A me avevano consigliato di cuocerli insieme ad un pezzettino di alga kombu proprio perché dovrebbe eliminare la sostanza che provoca il gonfiore, e credo che anche una o due foglie di alloro dovrebbero avere un effetto simile. Altrimenti si possono passare, ma ovviamente non sono più interi come piacciono alla tua bimba.

Avatar utente
cocotte
Messaggi: 200
Iscritto il: lun dic 03, 2007 5:38 pm
Località: Liguria

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da cocotte » ven nov 26, 2010 9:05 pm

Ciao,
grazie mille dei consigli.
La mia pupa non gradisce i passati perché non li può afferrare per bene con le mani :roll:
Per quello mangia i legumi interi.
Ho provato a far cuocere i ceci con l'alloro, incrociando le dita forse é andata meglio che con quelli in scatola.
Altrimenti seguirò il consiglio di Francesca che mi sembra molto sensato :)

mariannina
Messaggi: 488
Iscritto il: ven set 03, 2010 12:19 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Provincia Salernitana

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da mariannina » sab nov 27, 2010 4:27 pm

Bè,o altrimenti toglili dalla sua alimentazione..
:( a mali estremi,estremi rimedi..

Avatar utente
mammafelice
Messaggi: 706
Iscritto il: sab nov 10, 2007 11:03 am
Controllo antispam: cinque
Località: provincia di torino
Contatta:

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da mammafelice » dom nov 28, 2010 9:43 am

Il motivo è che i legumi in scatola non sono correttamente lavorati.
Usa quelli secchi, ammollali correttamente almeno una notte (se vuoi ogni tanto con un piccolo pezzo di alga kombu, non più di 2 cm a settimana per lo iodio) e cuocili con alloro, o finocchietto, cumino, ecc.
I legumi sono un cibo magnifico ed è splendido che alla tua bimba piacciono, ma occhio alle dosi comunque! L'eccesso proteico è più facile di quel che si creda.
Ah, naturalmente i legumi sviluppano una flora fermentativa, se allo stesso pasto associ latticini o carne, che contribuiscono alla flora putrefattiva, aumentano i mal di pancia!
Non ricordo quanto ha la tua bimba, ma di legumi se ne può mangiare tutti i giorni, ma non chili! Di solito la proporzione è 1/3 legumi e 2/3 cereali, ma per i bimbi piccoli, anche meno :wink:
Naturalmente appunto al posto delle proteine animali.

Avatar utente
cocotte
Messaggi: 200
Iscritto il: lun dic 03, 2007 5:38 pm
Località: Liguria

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da cocotte » lun nov 29, 2010 10:36 am

Ciao,
a meno che non ci siano realmente grossi problemi non intendo togliere i legumi dalla dieta di mia figlia perché li ritengo importanti e non voglio darle solo proteine animali.
Grazie mammafelice per i consigli. Non associo mai i legumi ad altre proteine, magari ho solo esagerato un pochino :oops: con le quantità, gasata dal fatto che lei li gradisce!!!
Ho sospeso per qualche giorno. Riprenderò dal principio con le lenticchie decorticate e poi gli altri poco a poco senza usare quelli in scatola.
Nel frattempo forse ho capito che i mal di pancia non erano dovuti solo a quelli ma anche ai semi dei chicci di melograno di cui va matta, e che ora le daremo con il contagocce (anzi, il contachicchi!!!!!)

Avatar utente
mammafelice
Messaggi: 706
Iscritto il: sab nov 10, 2007 11:03 am
Controllo antispam: cinque
Località: provincia di torino
Contatta:

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da mammafelice » lun nov 29, 2010 1:32 pm

Ah, ma allora dillo :D
Buoni melograni, ma i semini possono irritare sì!!!!
Per i legumi reintroducili a partire giustamente da quelli senza bucca (io trovo decorticati anche piselli, ceci e nei negozi asiatici gli azuki). Poi se ogni tanto usi quelli in scatola nulla di male, ma sono di certo molto meglio quelli secchi correttamente preparati. Vedrai, l'ammollo è solo questione di abitudine :wink:
E complimenti per i gusti della tua cucciola!!!! :D

Avatar utente
cocotte
Messaggi: 200
Iscritto il: lun dic 03, 2007 5:38 pm
Località: Liguria

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da cocotte » mar nov 30, 2010 9:11 pm

mammafelice ha scritto:Ah, ma allora dillo :D

Ehm... non avevo associato semini di melograno e mal di pancia :oops: !!!!!

Francesca B.
Messaggi: 126
Iscritto il: lun mag 25, 2009 9:46 am
Controllo antispam: cinque
Località: Pordenone
Contatta:

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da Francesca B. » mer dic 01, 2010 12:26 pm

Ciao,

se posso permettermi di discutere su una cosa, vi propongo ciò che ho capito io dopo aver letto e studiato un bel po' di cose. Libri studiati per pura curiosità e passione per l'argomento, quindi sono del tutto frutto di percorsi personali. Mi sono convinta di questa idea perchè mi sembra logica.

La combinazione di proteine non è un problema: nel corso della storia l'uomo ha sempre abbinato e combinato le pietanze cme meglio credeva o - più realisticamente - in base a ciò che aveva a disposizione. Non è un problema fare le polpette di legumi con un uovo (per i non vegan s'intende, ma questo vale per tutto e mi scuso dell'intervento con gli amici vegan!) o mettere, se piace, il parmigiano sulla pasta e fagioli e così via.
Non è questo che provoca fermentazioni o altro.
Allo stesso modo non è un problema mangiare la frutta dopo i pasti.
Spesso queste credenze vengono dalle abitudini alimentari macrobiotiche. La macrobiotica non è solo uno stile alimentare, ma è una filosofia di vita che trova le sue basi in Asia portando con se anche la cultura alimentare di quel posto (da qui la quasi assenza di latte e latticini per esempio). Quindi - chi sposa la filosofia Macrobiotica legta tutta la sua vita a questa idea compresa l'alimentazione.
Chi invece segue i cosiddetti principi di alimentazione naturale sa bene invece che l'alimentazione si basa anche sulla storia locale del posto: da noi era diffusa la pastorizia e l'agricoltua di tantissima verdura con un buonconsumo anche di legumi. Possiamo vedere la differenza tra macrob e ali. naturale dall'uso delle solanacee: in asia non c'erano tante patate, pomodori, melanzane e sono state usate poco anche per la mancata selezione e migliortamento delle piante che invece hanno ridotto la quantità di solanina contenuta in esse, come invece da noi è avvenuto (pomodori e patate sono quasi un piatto nazionale da noi, no?).

Il discorso delle fermentazioni e dei gonfiori in realtà è dovuto all'abitudine della flora batterica: i batteri che abbiamo nell'intestino si adattano a ciò che gli arriva come cibo. Loro infatti vivono con ciò che noi mangiamo e si selezionano sulla base di ciò che ricevono. È questo il motivo per cui se non mangiamo verdura cruda per un po', quando riniziamo è facile aver un p' di mal di pancia e magari la cacchina. Il nostro intestino non ha batteri per afrontare quel cibo.
In questo senso quindi se non mangiamo legumi probabilmente è perchè non li mangiamo spesso e quindi diventiamo più sensibili alla buccia che contiene fibre insolubili, le stesse dei cereali integrali, che sono quelle che agiscono sulla massa fecale aumentandone il volume e favorendone il transito. È anche per questo che mangiare tanta verdura (fibre solubili) non necessariamente agisce contro la stitichezza.

Il problema è che molto spesso eccediamo con i cereali raffinati (io pre esempio faccio molta fatica ad abituarmi al pane integrale, al massimo riesco a farlo con la farina semi...) e proteine animali riducendo frutta, verdura e legumial minimo. Pensate che dovremmo mangiare al giorno una porzione di verdura - tra cotta e cruda - pari a mezzo chilo (chi più chi meno a seconda delle necessità). Io con un'insalata di 150 gr sono già piena come un uovo... (le porzioni le ho lette sul sito dell'INRAN).
L'abitudine a un alimento piuttosto che a un altro fa il resto (lo vediamo quando andiamo in viaggio e cambiamo alimentazione, per alcuni è un vero trauma!). Mi è capitato per esempio di vedere come, con l'abitudine, la cipolla mi sia diventata da aliemnto indigesto a vero toccasana che infilo praticamete ovunque. Da 2 cipollotti consumate a settimana siamo arrivati a superare il kilo abbondante a settimana... E non ho più avuto alcun fastidio!

Ecco, volevo solo condividere questo mio percorso. Tutto qua, non voglio assolutamente dire che le convinzioni degli altri sono sbagliate, anzi, l'importante secondo me è cercare di avere un equilibrio, una regola nell'alimentazione. È l'assenza di coscienza che fa più danni di una bomba atomica!
Cosa ne pensate?
garzie e scusate il pistolotto
francesca

Avatar utente
cocotte
Messaggi: 200
Iscritto il: lun dic 03, 2007 5:38 pm
Località: Liguria

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da cocotte » dom dic 12, 2010 9:36 pm

Ciao Francesca,

innanzi tutto scusa il lungo silenzio ma era da un pò che non mi collegavo qui. E' stato un piacere trovare e leggere il tuo intervento!

In secondo luogo GRAZIE!
Sai che hai risposto ad alcune domande che mi stavo facendo?
Per esempio, mi domandavo perché il fatto di associare più proteine sia considerato poco salutare quando la nostra tradizione alimentare lo contempla quasi sempre. Io sinceramente tra l'altro trovavo anche difficile mettere insieme pasti in cui non comparissero due fonti proteiche diverse. E avendo poco tempo e poca fantasia culinaria per me é un problema :?
Avevo a volte la sensazione che questo ci venisse dal prendere le abitudini alimentari di un'altra cultura e cercare di traslarle qui. Che poi, per carità, si può anche fare. Ma questo non vuol dire necessariamente che il nostro modo di mangiare faccia male, no?
Anche il discorso delle abitudini alimentari mi ci sta, anche se penso che ci siano alimenti che siano un pochino più "pesanti" o a cui noi siamo un pò più sensibili.
Se hai voglia e tempo mi passeresti un pochino di bibliografia?
Chissà che nottetempo non riesca a documentarmi un pochino!!! :wink:

Ancora grazie!

danik
Messaggi: 42
Iscritto il: mar dic 16, 2008 8:22 pm

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da danik » mar dic 21, 2010 2:37 pm

intervengo anche io per ringraziare francesca!
hai detto cose molto interessanti che condivido!

Il mio bimbo grande invece non mastica praticamente nulla (ha 3 anni) quindi devo dargli x forza i legumi tipo ceci o fagioli passati.. io li faccio bollire con un pezzetto di kombu..

Avatar utente
mammafelice
Messaggi: 706
Iscritto il: sab nov 10, 2007 11:03 am
Controllo antispam: cinque
Località: provincia di torino
Contatta:

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da mammafelice » mer dic 22, 2010 10:33 am

Ringrazio anche io Francesca che mi dà occasione di precisare quello che volevo dire (dal momento che non sono affatto macrobiotica): mescolare piccole quantità di alimenti animali agli alimenti vegetali si è sempre fatto (anche in asia, alla faccia dei macrobiotici, piccolissime quantità di pesce o uovo sono spesso aggiunte al riso per esempio). Non solo, dirò una cosa che va contro i miei ideali vegan, ma è stato dimostrato che le proteine migliorano l'assimilabilità del ferro vegetale.
Quello che si intende (perlomeno che io intendo) quando dico di separare le fonti proteiche (o meglio ancora di limitare fortemente quelle animali sempre) è sulle grandi quantità: zampone e poi tante lenticchie, per fare un orripilante esempio tipico del periodo...
E, a lungo andare, il perchè è implicito nelle parole di Francesca: le proteine animali richiedono una flora putrefattiva, mentre i vegetali una flora batterica fermentativa. Nel colon abbiamo un gran numero di specie e ceppi batterici, piccole quantità di proteine animali sono digerite senza difficoltà e poi degratate dai batteri putrefattivi, anche se fossero pochi nel colon di chi mangia prevalentemente vegetale. E piccole quantità sono degradate velocemente.
Grosse quantità invece fanno a botte. Io non conosco nessuno di coloro che mangiano la classica dieta occidentale in grado di tollerare le quantità di verdure e legumi che mangia quotidianamente un vegan per esempio. E allo stesso modo se un vegan mangiasse di punto in bianco una grossa bistecca probabilmente avrebbe difficoltà digestive!
Piccole quantità dell'uno o dell'altro cibo sono invece gestite senza problemi.
A questo punto rimane da stabilire se sia più sano il riso con verdure e poco uovo o tante proteine animali con picola insalatina... Scherzo! :wink:

Francesca B.
Messaggi: 126
Iscritto il: lun mag 25, 2009 9:46 am
Controllo antispam: cinque
Località: Pordenone
Contatta:

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da Francesca B. » mer dic 22, 2010 11:44 pm

Ciao,
grazie a voi e soprattutto scusate se rispondo solo ora, mi sono un po' persa tra mille cose...

Allora, io principalmente ho trovato informazioni molto interessanti in:
- "Alimentazione naturale", Nico Valerio (c'è anche un sito con lo stesso nome, il personaggio secondo me è un po' borioso, ma c'è una logica ferrea di fondo che non fa una grinza)
- www.inran.it: è il sito dell'Istituto Nazionale per la Ricerca sull'alimentazione e la nutrizione, un paio di anni fa hanno finalmente introdotto i cereali integrali nella dieta quali fonti indispensabili per l'organismo!
- Scienza in cucina di Dario Bressanin (http://bressanini-lescienze.blogautore. ... bblica.it/) è il punto di vista scientifico, su molte cose ci vuole, ma secondo me è un po' limitato
- Figli vegetariani, Luciano Proietti
- Veg Pyramid, SSNV

Poi leggo un po' quello che mi capita in modo da integrare...

Devo dire, però che non c'è una risorsa a cui mi allineo totalmente (abbastanza il primo, quello di Valerio). Soprattutto Proietti e il libro della SSNV non mi trovano molto d'accordo perchè trattano il corpo umano come una macchina e forniscono delle tabelline da seguire che secondo me sono folli: saranno anche correttissime da un punto di vista nutrizionale, ma sinceramente morirei di depressione nera se mangiassi in quel modo asfittico, da ragioniere (con tutto il rispetto per i ragionieri s'intende!). Il corpo secondo me non si nutre di solo cibo, ma anche di attività fisica, aria aperta, divertimento, amore, e via dicendo.
Ci sono, però, molte info interessanti, in particolare quella che dice che il fabbisogno di calcio dipende anche dalla quantità di attività fisica che facciamo: quindi è inutile che impazziamo a mangiare i cibi giusti per il calcio, quando poi ce ne stiamo sempre seduti. E qui si torna al discorso che non ci nutriamo di solo cibo!


Condivido pienamente la spiegazione di mammafelice sull'assimilazione delle proteine animali e vegetali. Certo: zampone e lenticchie insieme non sono il massimo, anche perchè per mangiare tanto zampone e tante lenticchie (come di solito si fa) si tende a evitare totalmente l'assunzione di verdure, protettive e compensatrici. E la cosa ridicola è che la motivazione è: "ma ho mangiato la verdura, non vedi le lenticchie??"...
Giuro.
Me lo ha detto ieri sera mia madre, aveva fatto dei fagioli in pentola con il pomodoro e uova soda, mi ha chiesto "ma vuoi anche del radicchio???", "meglio delle carote se ce le hai", "ma è sempre verdura, non mangi già i fagioli???".
E già... i fagioli... verdura... Sì, sì!

@cocotte che dice che non ha fantasia culinaria:
io ho imparato a conoscere le "tecniche di cottura base" di alcuni piatti e poi riadattarle con ciò che ho a portata. Ti faccio un esempio classico di casa mia: i fagioli all'uccelletto. A noi piacciono molto, sono composti da:
- cipolla tritata
- pomodoro
- fagioli lessati
- salvia

Se riduci gli ingredienti di questa ricetta alle categorie di base otterrai:
- verdura
- pomodoro con funzione di salsa (facoltativo, perchè è sempre una verdura)
- legumi cotti
- aromatiche

Da questa base puoi spaziare con ciò che hai in casa, per esempio:
- porri e ceci con il pomodoro
- fagioli e zucchine
- lenticchie e cipolla e olive
- fagioli e broccoli
- ecc ecc

Non so se sono riuscita a spiegarmi, l'idea è di avere uno schema in cui puoi mettere più combinazioni. In questo modo non sei più schiava di una ricetta e puoi ottimizzare la spesa.
Stesso discorso lo puoi fare con le polpette, con la pasta al forno, con i sughi tipo ragu (di seitan, di verdure, di lenticchie, ecc.).

Ecco, anche per oggi ho scritto la mia lungaggine, spero di non aver tediato,
grazie ancora, era un pensiero che mi girava per la testa da un po' di tempo, mi fa piacere averlo condiviso con voi.

francesca

mariannina
Messaggi: 488
Iscritto il: ven set 03, 2010 12:19 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Provincia Salernitana

Re: Legumi e mal di pancia

Messaggio da mariannina » lun dic 27, 2010 12:05 pm

Scusate se intervengo..
Ma è bene ricordare che la verdura andrebbe mangiata CRUDA!
Quindi,al limite,una bella insalata prima del pasto è la cosa migliore!!

Rispondi