Effetto gas

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
Avatar utente
natural
Messaggi: 15
Iscritto il: mar ott 26, 2010 3:16 pm
Controllo antispam: cinque

Effetto gas

Messaggio da natural » sab ott 30, 2010 6:34 pm

Vi sto stancando..altra domanda. Ho iniziato a mangiare naturale da poche settimane. Ma fin da subito ho notato che ho sempre la pancia gonfia e devo stare attenta ad un effetto collaterale: aerofagia. :oops: è solo un periodo di transizione? C'è qc trucco per ovviare? Inoltre in quanto tempo si vedono i benefici a livello fisico? per ora mi sembra d'avere un sacco di energia in più...

qamar
Messaggi: 158
Iscritto il: gio ago 13, 2009 4:39 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Effetto gas

Messaggio da qamar » sab ott 30, 2010 6:54 pm

Ciao!
Basandomi sulla mia esperienza ti direi che è solo un periodo di transizone dovuto all'aumento di legumi e verdure...passerà, lascia il tempo al tuo organismo di abituarsi. Io adesso non ho più questo problema e mangio i legumi quasi tutti i giorni e verdure tutti i giorni. Il mio compagno onnivoro invece ha problemi di aerofagia perché mangia poco qst alimenti e a suo tempo era così anche per me.
Ti consiglio di passare i legumi.

Davide'80
Messaggi: 954
Iscritto il: gio gen 24, 2008 9:33 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Milano

Re: Effetto gas

Messaggio da Davide'80 » sab ott 30, 2010 8:35 pm

Davide'80 ha scritto:Per digerire bene i legumi è necessaria una flora batterica di tipo fermentativo, ostacolata dai prodotti animali che danno luogo ad una flora batterica di tipo putrefattivo.
Meno spesso mangi i legumi, più fai fatica a digerirli correttamente. Non abbinare formaggi e uova ai legumi, mischiare diverse fonti proteiche appesantisce la digestione.
Comincia con i legumi decorticati o passati al passaverdure (così sono adatti anche nello svezzamento), sempre in piccole quantità (50 grammi secchi).
Per cucinarli utilizza foglie d'alloro e/o alga kombu, riducono la fermentazione intestinale. Non dimenticare di metterli in ammollo almeno 6-8 ore e gettare l'acqua per allontanare i fitati.
Inizialmente è meglio separare i legumi dai cereali, abbinarli alle verdure e comunque è meglio consumarli alla sera. Masticali accuratamente, magari accompagnandoli con semi di finocchio.
Siccome sono un'ottima fonte di ferro impara ad abbinarli alla vitamina C, che ottieni con succo di limone, spremuta d'arancia, un kiwi, cetrioli, peperoni rossi e gialli, zenzero, etc. per favorire l'assorbimento del ferro, mentre evita latticini, tè, caffè e vino che ne ostacolano l'assorbimento.

Come alternativa al seitan (derivato però dal glutine di grano) e al tofu ti consiglio il tempeh: sono fagioli di soia decorticati, compattati e fermentati. Si taglia a fettine da cucinare in padella, nel forno o nel microonde con un poco di salsa di soia o spezie, è un prodotto poco lavorato e per mia esperienza meglio digeribile dei legumi.

viewtopic.php?f=5&t=35948#p288799
Anche quando sarai abituata ai legumi, per esperienza, ti consiglio di mangiare un pranzo a base di cereali in cui puoi includere tofu o tempeh, mentre alla sera oltre i cereali (in porzione che può essere più piccola del pranzo) puoi inserire una bella porzione di legumi. Se, per esempio dopo l'attività sportiva, ti capita di cenare tardi e non è il caso di mangiare troppo prima di andare a letto, potresti mangiare solo legumi e verdure.
Il concetto è, anche in funzione dell'attività fisica, che di giorno l'organismo ha bisogno di carboidrati complessi, mentre alla sera richiede un pasto più proteico per ricostruire i tessuti durante la notte (è importante notare che i legumi contengono anche carboidrati, a differenza della carne che non ne contiene, a parte trascurabili quantità di glicogeno).

Avatar utente
mammafelice
Messaggi: 706
Iscritto il: sab nov 10, 2007 11:03 am
Controllo antispam: cinque
Località: provincia di torino
Contatta:

Re: Effetto gas

Messaggio da mammafelice » dom ott 31, 2010 6:25 pm

Io di solito faccio proprio come scritto da Davide. Aumento i carboidrati la sera solo per mio figlio, io mi limito ai legumi (o tofu/seitan un paio di volte a settimana) con tanta verdura. Di solito una insalatona cruda e spesso una seconda verdura cotta e legumi. Legumi e verdure sono praticamente un pasto perfetto, per quanto mi riguarda: proteine e amido, che si vuole di più dalla vita :D
P.S. ti abituerai, l'"aria" passerà presto, nonappena la flora intestinale si sarà rimessa a posto. Nel frattempo, oltre a mescolare poco i vari tipi di alimenti, puoi usare legumi decorticati (lenticchie, ceci, quelli che trovi) o passati col passaverdure, così elimini le bucce, che sono la parte più "ostica" :wink:

RiccardoC
Messaggi: 142
Iscritto il: mar ott 19, 2010 10:50 am
Controllo antispam: cinque

Re: Effetto gas

Messaggio da RiccardoC » mar nov 02, 2010 9:18 am

natural ha scritto:Vi sto stancando..altra domanda. Ho iniziato a mangiare naturale da poche settimane. Ma fin da subito ho notato che ho sempre la pancia gonfia e devo stare attenta ad un effetto collaterale: aerofagia. :oops: è solo un periodo di transizione? C'è qc trucco per ovviare? Inoltre in quanto tempo si vedono i benefici a livello fisico? per ora mi sembra d'avere un sacco di energia in più...
Ti confermo anche io che è una fase transitoria. Ci sono molti trucchi per limitare i "danni" (trucchi che ti hanno già "svelato"), ma la cosa fondamentale è un minimo di pazienza

Avatar utente
natural
Messaggi: 15
Iscritto il: mar ott 26, 2010 3:16 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Effetto gas

Messaggio da natural » mer nov 03, 2010 1:15 pm

grazie delle dritte. effettivamente sta passando con qualche trucchetto e anche se davo la colpa ai legumi ho notato che invece l'effetto più devastante era l'arancia o il mandarino alla mattina a stomaco vuoto. con il resto della frutta non capita nulla. e tolta quella anche i legumi di sera non hanno effetti collaterali.

ittica
Messaggi: 70
Iscritto il: mar feb 10, 2009 5:58 pm
Località: crosta terrestre
Contatta:

Re: Effetto gas

Messaggio da ittica » gio nov 04, 2010 10:19 am

a me capita regolarmente coi topinambur... mi piacciono da impazzire, ma in pratica non li posso mangiare perchè l'effetto è letteralmente devastante :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Lucialba
Messaggi: 243
Iscritto il: mer apr 23, 2008 5:52 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Roma

Re: Effetto gas

Messaggio da Lucialba » ven nov 05, 2010 9:19 pm

A volte succede anche perché si ingoia tanta aria. Io per esempio ho del tutto eliminato le gomme da masticare, tutte le bibite nonché l'acqua frizzante e cerco sempre di mangiare le verdure crude come piatto iniziale.
Come ti hanno detto tutti è una fase passeggera, a meno che tu non abbia delle intolleranze. Intanto alcuni legumi fanno male più di altri: i fagioli borlotti pare siano i più irritanti (anche se io, personalmente ho maggiori problemi con i cannellini).
Ti consiglio poi di aggiungere l'alga kombu ai tuoi legumi perché ho notato che li rende più digeribili.
Non eccedere, all'inizio anch'io mangiavo legumi troppo spesso perché credevo di andare in carenza proteica (cosa mai successa), poi ho diminuito: ora li mangio due, massimo tre volte a settimana. Prova a sostituirli ogni tanto con i germogli di soia, sono molto meno irritanti e apportano tanti minerali utili.
Aggiungi un po' di movimento fisico, perché la sedentarietà non aiuta l'intestino, e delle strepitose tisane serali di finocchio e anice stellato, con camomilla che riducono il problema e sono anche erbe buonissime.

qamar
Messaggi: 158
Iscritto il: gio ago 13, 2009 4:39 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Effetto gas

Messaggio da qamar » sab nov 06, 2010 7:04 pm

anche cucinare i legumi con 1-2 foglie di alloro li rende più digeribili...o con qualche seme di finocchio leggermente pestato...

Akentos
Messaggi: 356
Iscritto il: lun giu 14, 2010 4:40 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Cagliari

Re: Effetto gas

Messaggio da Akentos » sab nov 06, 2010 7:41 pm

Tutto molto interessante, ma io, per esempio, non ho nessun problema con i legumi, sono le verdure che mi fanno marcire :oops: peperoni, erbe amare, carciofi...eppure le digerisco tranquillamente :( e nel mio caso non posso neppure consolarmi pensando che sia transizione :roll:

Avatar utente
Lucialba
Messaggi: 243
Iscritto il: mer apr 23, 2008 5:52 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Roma

Re: Effetto gas

Messaggio da Lucialba » mer nov 10, 2010 10:19 am

Akentos ha scritto:Tutto molto interessante, ma io, per esempio, non ho nessun problema con i legumi, sono le verdure che mi fanno marcire :oops: peperoni, erbe amare, carciofi...eppure le digerisco tranquillamente :( e nel mio caso non posso neppure consolarmi pensando che sia transizione :roll:
Anche per le verdure ci vuole anzitutto del tempo per abituarsi a consumarne in quantità elevate, ma molto dipende da come si cucinano. Il peperone lo consumo più spesso crudo nelle insalate, preparato così mi dà meno problemi. Cotto, oltre a levargli la pelle, dovresti mangiarlo con olio crudo, limone e un po' di prezzemolo e origano. Io lo scotto nella pentola a vapore e poi lo metto in un contenitore, dopo averlo spellato, con gli odori lasciandolo macerare qualche ora. I carciofi si sa che fanno un po' aria, li trovo più "delicati" fatti a minestra, passandoli con un setaccio o levando la parte esterna delle fogòlie più dure grattandole con un cucchiaio.
Le erbe amare fanno meno aria crude o appena sbollentate: non è che le cuoci troppo?
E mettiamoci poi anche un problema di intestino che potresti avere e dovresti curare con un antispasmolitico naturale, come la camomilla, i semi di finocchio, il cardamomo.
Ci sono anche degli esercizi Yoga kundalini che aiutano chi ha problemi d'intestino.
L'intestino è spesso associato a blocchi emotivi nella sfera degli affetti, alla negazione, spesso di persone che cercano di controllarsi nell'ambito della libertà sessuale o nel permettersi di sentire ed esprimere le emozioni, compreso quelle negative, tipo rabbia ma anche ilarità e gioia estreme. A volte hanno dei trascorsi con i genitori e parenti stretti che li hanno criticati o limitati nella loro libertà di scelta.
Cerca di ricostruire anche i tuoi problemi personali, a volte incidono senza che ce ne accorgiamo sulla nostra salute, indebolendo le nostre strutture energetiche.

Avatar utente
Giovanna2.0
Messaggi: 45
Iscritto il: ven mag 07, 2010 10:44 am
Controllo antispam: cinque
Località: Roma
Contatta:

Re: Effetto gas

Messaggio da Giovanna2.0 » mer nov 10, 2010 6:01 pm

Ciao Natural,

confermo anche io che è questione di tempo.. io ci ho messo ben 6 mesi a far abituare il mio corpo (ma a causa di un ipotiroidismo ho un metabolismo davvero pachidermico). Se ti consola anche io ho scocciato qui proprio per l'effetto di gonfiore causatomi dai legumi e dalle crucifere.
Ricapitolando: lunghi ammolli ai legumi, se possibile cambiando l'acqua e con un pezzo d'alga kombu dentro. Cucina i legumi con dentro alloro, alga kombu e/o cumino. Passali al passaverdura o usali decorticati.
E abbi un poco di pazienza.
Ho detto tutto? Spero di sì :) ma per fortuna qui ci sono un sacco di persone esperte e gentili.

Un trucco che ho usato è stato quello di studiare i miei tempi di digestione per ottimizzare i gonfiori...esempio per evitare la panzona se dovevo mettere un vestito un po' aderente a una festa :lol: :lol: :lol:

Ciao ciao

Akentos
Messaggi: 356
Iscritto il: lun giu 14, 2010 4:40 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Cagliari

Re: Effetto gas

Messaggio da Akentos » mer nov 10, 2010 7:08 pm

Lucialba ha scritto:
Akentos ha scritto:Tutto molto interessante, ma io, per esempio, non ho nessun problema con i legumi, sono le verdure che mi fanno marcire :oops: peperoni, erbe amare, carciofi...eppure le digerisco tranquillamente :( e nel mio caso non posso neppure consolarmi pensando che sia transizione :roll:
Anche per le verdure ci vuole anzitutto del tempo per abituarsi a consumarne in quantità elevate, ma molto dipende da come si cucinano. Il peperone lo consumo più spesso crudo nelle insalate, preparato così mi dà meno problemi. Cotto, oltre a levargli la pelle, dovresti mangiarlo con olio crudo, limone e un po' di prezzemolo e origano. Io lo scotto nella pentola a vapore e poi lo metto in un contenitore, dopo averlo spellato, con gli odori lasciandolo macerare qualche ora. I carciofi si sa che fanno un po' aria, li trovo più "delicati" fatti a minestra, passandoli con un setaccio o levando la parte esterna delle fogòlie più dure grattandole con un cucchiaio.
Le erbe amare fanno meno aria crude o appena sbollentate: non è che le cuoci troppo?
E mettiamoci poi anche un problema di intestino che potresti avere e dovresti curare con un antispasmolitico naturale, come la camomilla, i semi di finocchio, il cardamomo.
Ci sono anche degli esercizi Yoga kundalini che aiutano chi ha problemi d'intestino.
L'intestino è spesso associato a blocchi emotivi nella sfera degli affetti, alla negazione, spesso di persone che cercano di controllarsi nell'ambito della libertà sessuale o nel permettersi di sentire ed esprimere le emozioni, compreso quelle negative, tipo rabbia ma anche ilarità e gioia estreme. A volte hanno dei trascorsi con i genitori e parenti stretti che li hanno criticati o limitati nella loro libertà di scelta.
Cerca di ricostruire anche i tuoi problemi personali, a volte incidono senza che ce ne accorgiamo sulla nostra salute, indebolendo le nostre strutture energetiche.
Grazie Lucialba, posso stendrmi sul divano o ti racconto da seduta? :mrgreen:
Interessantissima la tua diagnosi...l'intestino mi ha creato problemi per granparte della mia vita, negli ultimi anni raramente, ma nell'ultimo periodo ho riscontrato, non dolori ( come in precedenza), ma gonfiore e di conseguenza fastidio ed infatti sto abbondando di tisane di semi di finocchio.
Poichè ultimamente ho ripreso a mangiare pane, che avevo sostituito con il pane azzimo e ho bevuto tanto kefir, ho pensato che magari non sopporto i lieviti ( non voglio parlare di intolleranza, parola abusata e spesso a sproposito);di verdure ne mangio tante da anni e particolarmente crude::: mi sa che hai ragione tu, cotte mi creano più problemi.

Rispondi