Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Al-ma
Messaggi: 67
Iscritto il: mer lug 07, 2010 3:37 pm
Controllo antispam: cinque

Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da Al-ma » gio lug 08, 2010 2:43 pm

Ciao a tutti! Sono Alessandra, da Roma: ho 36 anni, un lavoro da libera professionista a tempo pieno, un marito (molto paziente!), due adorabili succhia-energia (quasi succhia-sangue!) maschietti di 2 e 4 anni, e una cagnolina bianca e pelosa salvata dalla strada 10 anni fa.
Fino a maggio dello scorso anno non solo non sapevo cosa fossero il crudismo ed il fruttarismo, ma reputavo anche che scelte come il veganismo e perfino il vegetarianismo fossero troppo "estreme" per me.
Ero un'onnivora convinta, ma non serena, per via della colite (o colon irritabile, o chissà cosa) che mi trascino dietro da quando avevo 20 anni (fattori scatenanti: un dimagrimento assurdo di 13 kg in 3 mesi per "delusione d'amore" - chili mai più ripresi!; l'inizio dell'Università - facoltà di Architettura, maledetta!!!- e della vita da studente fuori sede - sono originaria della provincia di Frosinone; la scoperta della FRUTTA ma, ahimè, con la pessima abitudine di mangiarne svariati tipi diversi tutti insieme e, per di più, intercalati con le altre pietanze (un disastro!); l'uso/abuso della pillola contraccettiva per curare le microcisti ovariche, ... e poi chissà cos'altro!!!). Naturalmente ho fatto tutti gli esami del caso: colonscopia, gastroscopia, ... Risultato? Assolutamente nulla di patologico! Quando, finalmente, ho iniziato a lavorare, il mio intestino è sembrato intenzionato a rinsavire: scariche meno frequenti, ridotte quantità di gas intestinali, e soprattutto qualche parvenza di stimolo ad andare di corpo (perché il mio principale problema era proprio questo: mi riempivo di aria, sentivo spostamenti violentissimi di gas e liquidi nella pancia, ma nessuno stimolo ad andare in bagno!! Riuscivo ad "espletare" solo facendo lunghi e non sempre dolci massaggi addominali con le mani!!). Complici del miglioramento anche l'interruzione della pillola e l'inizio della prima gravidanza. Ho convissuto con questa semi-normalità fino al termine della seconda gravidanza, quando quel ... del ginecologo mi ha prescritto svariati integratori per SOSTENTARMI mentre allattavo il secondo bimbo. Non so se è stata colpa delle pillole, o della mole enorme di lavoro in più dovuta alla nascita del secondo figlio, o di entrambe le cose e di altro ancora, fatto sta che, due anni fa, la mia colite è tornata ai suoi antichi fasti e forse anche peggio. Ho ricominciato a passare in bagno svariato tempo (vi lascio immaginare quanto ciò sia conciliabile con l'avere due bimbi piccoli) cercando di "convincere" con i massaggi il mio intestino a liberarsi. Dopo qualche mese, circa un anno e mezzo fa, ho cominciato a pensare che forse potevo migliorare la situazione cambiando regime alimentare (mangiavo in modo abbastanza sano, ma non mi facevo certo mancare la pizza di rosticceria, i dolci industriali, il gelato in vaschetta, il caffè e la cioccolata, ...). Così, dopo aver reperito un po' di informazioni, ho eliminato pane, grano e cereali con glutine in tutte le loro forme, latte e latticini, soffritti, gelato fatto con il latte, caffè (non del tutto), ed ho introdotto la soia (tofu, yogurt, gelato). All'inizio ho perso altri chili, e non ero certo in sovrappeso: da 50 sono scesa a 45, per 170 cm di altezza! Però l'intestino sembrava andare meglio, tanto che, verso febbraio dello scorso anno, ho ricominciato a prendere peso, arrivando a 48. Ma mi mancavano i dolci, di cui ero sempre stata ghiottissima. E così, cercando dolci senza farina, latte, lievito, ... mi sono imbattuta nei DOLCI CRUDISTI!! Mi si è aperto un mondo, e da lì all'innamoramento per il crudismo il passo è stato molto breve. E' sato come prendere una botta in testa: forse non siamo onnivori, forse è vero che la carne fa male, che il cibo cotto si digerisce peggio del crudo, ... e poi, mangiare animali morti ammazzati!!! Insomma, DOVEVO diventare vegana e DOVEVO PROVARE a diventare crudista. Ho letto svariati libri (anche Solo crudo, e anche Valdo Vaccaro). Ovviamente, vista la mia colite, ho deciso di fare tutto con molta calma: innanzi tutto sono spariti dal mio piatto carne e pesce, poi il miele, mentre le uova (ultimo retaggio vegetariano) erano sempre meno. E ho iniziato a fare colazioni e pranzi di sola frutta. La quantità di crudo nel mio piatto è aumentata sempre più, e quest'anno ho fatto due mesi - maggio e giugno - di quasi solo crudo. MA ... a fronte di alcuni giovamenti (maggiore energia, scomparsa dell'acidità di stomaco) ho riscontrato anche vari peggioramenti: sono sempre più pallida, ho perso di nuovo peso (mi aggiro sui 53-54 chili - ero ingrassata abbuffandomi di noci, ma vi lascio immaginare cosa stava succedendo al mio intestino!!!), e la colite è peggiorata. L'intestino è perennemente infiammato, e i movimenti peristaltici non esistono più.
Insomma, siccome il messaggio sta diventando MOSTRUOSAMENTE lungo, faccio il punto della situazione: avendo escluso le ipotesi di digiuno (troppo magra) e di un periodo di frullati e centrifughe (non ho il tempo di farli. Già ora, per conciliare il mio crudismo con l'onnivorismo del resto della famiglia preparo tonnellate di cibi diversi e vado a dormire tardissimo - e dire che avevo comprato "la Poderosa"!!!), alterno giorni fruttariani (in cui il mio intestino urla tutto il giorno: liberatemiiii!) a giorni di frutta a colazione e pranzo e verdura + legumi/cereali/patate/uova a cena (con senso di gonfiore e appesantimento).
OHIBO'! Ma la cosa peggiore è che vivo in eterno dilemma: sono convinta che frutta e verdara crude siano il cibo migliore per l'uomo, ma mi domando in continuazione se siano il cibo migliore per me!!!
Vedremo! Sono una gran testardona, e non demordo facilmente!

fam.cuore

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da fam.cuore » gio lug 08, 2010 7:14 pm

la Poderosa" cosa e'' la ho cercata ,ma mi da una moto enon credo che xo' sia cosa volevi dire tu

raw-olution
Messaggi: 24
Iscritto il: mar lug 06, 2010 8:49 am
Controllo antispam: cinque
Località: milano

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da raw-olution » gio lug 08, 2010 7:57 pm

caspita, un percorso bello travagliato!
sono sicura però che sei arrivata nel posto giusto: io sono crudista da troppo poco tempo, ma qui sul forum ci sono tante persone che non solo hanno l'esperienza, ma anche la voglia e la capacità di condividerla con gli altri :D
un abbraccio!

Al-ma
Messaggi: 67
Iscritto il: mer lug 07, 2010 3:37 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da Al-ma » gio lug 08, 2010 11:41 pm

Ciao, Fam.
Hai ragione: la Poderosa non è una moto!
E' semplicemente il nome simpatico che usa Sara (Miss Vanilla) per indicare il frullatore più potente che ci sia, il Vitamix. Dopo aver letto che lei lo aveva comprato e che era un'autentica bomba, mi sono molto incuriosita. Quando il mio vecchio robot tritatutto ha tirato le quoia (mi è caduto miseramente a terra e siè rotto il motore), mi è sembrato un segno del destino: era ora di comprare il Vitamix!
Così ora ho il mitico Vitamix 5200 e, per quel poco che l'ho usato, è davvero fantastico.

Ciao, row-olution (bel nick!),
grazie per l'accoglienza! Beh, nonostante io segua il forum da tanto tempo e tenti da mesi di diventare crudista, sono anch'io una novellina, e spero davvero che i consigli di chi ce la sta facendo mi aiutino a superare i molti ostacoli sui quali ancora arranco. Del resto, se dopo tanti insuccessi ho ancora voglia di provare, è proprio perché leggo sempre il forum, e l'entusiasmo di chi, con il crudismo, è rinato è davvero contagioso!!!
Un abbraccio anche a te!! :)

VàLentina
Messaggi: 40
Iscritto il: mar mag 18, 2010 3:30 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Abruzzo

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da VàLentina » ven lug 09, 2010 9:43 am

Ciao Al-ma, benvenuta! :)
Innanzitutto complimenti: hai fatto dei cambiamenti incredibili, che sono ancor più lodevoli se si pensa che hai una famiglia di cui prenderti cura!
Sono nuova anch'io, quindi meglio aspettare i consigli di qualcuno più esperto...Un'unica cosa mi viene in mente, magari già lo fai quindi in caso perdonami se sono stata benale: per il pallore, forse il tuo organismo ha bisogno di tanta luce e aria in questo momento, per sostenersi ancora di più in questo periodo di disintossicazione...A me sembra che tu comunque abbia fatto un grandissimo cambiamento, anche abbastanza repentino, quindi forse i tuoi problemi sono dovuti al fatto che non arriva ancora l'assestamento...Che dici?
Buona giornata!

Avatar utente
Gandhi's Cat
Messaggi: 128
Iscritto il: lun ago 24, 2009 3:20 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Umbria

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da Gandhi's Cat » ven lug 09, 2010 9:55 am

Benvenuta Al-ma!!! :D :D :D :D

Al-ma
Messaggi: 67
Iscritto il: mer lug 07, 2010 3:37 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da Al-ma » ven lug 09, 2010 11:21 am

Grazie, ragazze: siete fantastiche!!!

VàLentina, sì, hai sicuramente ragione. Passo quasi tutta la giornata al chiuso, tranne le due mezz'ore in cui vado e torno dal lavoro con la bici (all'aria aperta IN MEZZO AL TRAFFICO DI ROMA, sai che ficata!!! :evil: ). Però, purtroppo, sono sempre stata un po' anemica, da quando persi i fatidi 13 Kg a 17 anni: in quell'occasione mi sparì, ovviamente, il ciclo, e per farlo tornare una ginecologa pensò bene di darmi la pillola DIANE senza prima farmi ingrassare un po'. Risultato: due cicli artificiali abbondanti e, a seguire, ricovero in ospedale per anemia!!! Da allora sono sempre un po' in carenza di ferro, solo che ultimamente il mio pallore è visibilmente aumentato. Io spero dipenda soprattutto dal fatto che dormo poco (5 ore a notte), che non sto all'aria aperta al sole e che sono ulteriormente dimagrita (a proposito, errata corrige: magari pesassi 53-54 chili!! Purtroppo ne peso 43-44!!!), anche perché ho un sacco di energia e riesco a fare una montagna di cose, mentre quando si è anemici l'energia va a frsi benedire (lo so per esperienza!!). Il fatto è che, purtroppo, il ciclo è di nuovo sparito, anzi, non è più tornato dopo la seconda gravidanza (più di due anni fa, quindi, per fortuna, il crudismo non c'entra!! :wink: ), e anche qui credo sia più che altro colpa del sottopeso ... Ma come faccio a ingrassare???? Il mio intestino continua a restituire al w.c.tutto quello che mangio! (tutto a minuscoli pezzi, distinguo i pezzetti di mela, pesca, ... scusate l'argomento!). QUANDO ARRIVA L'ASSESTAMENTO?
Vero è che, perennemente spaventata da questo stillicidio, un giorno ogni due decido di tornare ad un po' di cotto, e secondo me, con questa altalena, faccio solo altri danni. Al più presto voglio tentare di fare almeno qualche giorno a rigoroso crudo (ma senza noci? ...) per vedere se c'è qualche barlume di miglioramento, anche se, finora, tutte le volte che ho fatto anche solo un giorno e mezzo a frutta e verdure SENZA FRONZOLI, sono stata capace di perdere un chilo in un giorno!!!
UFFA!!!
Un bacio a tutte

Alessandra

fam.cuore

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da fam.cuore » ven lug 09, 2010 12:34 pm

benvenuta , scusa se ti avevo scritto di fretta avevo qualche dubbio fosse quello ma non ne eromolto molto cerca
be con quello che costa dovresti sfruttarlo .. magari pensa cacchio lo ho pagato tanto , ammortizziamo la spesa sfruttandolo :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: ovvio che scherzo un bacio!!

collinetta

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da collinetta » ven lug 09, 2010 7:12 pm

ciao e piacere di conoscerti. :D
io sono Barbara e ti premetto che non sono crudista 100%, un buon 20% della mia alimentazione è composta da cotto (che mi piace, e me lo tengo, ecco :lol: ).

premesso questo, la tua storia è decisamente interessante, soprattutto per il calo di peso e il mantenimento dello stesso dopo due gravidanze.
il che mi fa supporre che non mangi comunque abbastanza per mantenere efficiente il tuo involucro, e che le combinazioni alimentari che scegli non siano adatte per te. non direi che c'entra loa disintossicazione, perchè altaleni talmente che l'organismo non fa nemmeno in tempo a concepirla una disintossicazione.
vorrei chiederti delle cose e non vorrei sembrarti invadente, ma penso che manchino dei dati sostanziali al tuo racconto per poterti dare qualche consiglio senza fare più danni di quelli che hai già :)

se non ti spiace, vorrei chiederti : una tua giornata tipo, che lavoro fai, se fai attività sportive, come passi la maggior parte delle volte il fine settimana, cosa mangi abitualmente e quanto (tipo di cibi, quanti pasti al giorno, ecc.), quanto e cosa bevi, se fumi, cosa ti piace davvero mangiare, quanti pasti diversi prepari e cosa prepari per gli altri in casa.
lo so che sembra un interrogatorio e se non vuoi rispondere capisco benissimo...è che per farsi un quadro un po' indicativo della situazione questi dati servirebbero :mrgreen:

Avatar utente
[email protected]
Messaggi: 896
Iscritto il: dom giu 21, 2009 11:28 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Parma
Contatta:

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da [email protected] » ven lug 09, 2010 8:11 pm

Ciao Alessandara, benvenuta!

Si arriva sempre a un punto di "crisi", se vogliamo, nel quale iniziamo la ricerca vera di cosa c'è che non vada, la scelta giusta è stata quella di non seguire le strade del medico.

PEr come la vedo, tenere i piedi in due strade separate, anche se una di questa è il crudo, non è molto buono. Quando poi il corpo si abitua al mangiar sano e crudo, il cotto viene sempre meno "tollerato". Da qui i problemi di gonfiore che hai detto di avere, ma non solo, qua c'è anche un problema di malassorbimento di nutrienti.
Il problema, secondo me, non è quello di preoccuparsi del peso, è quello di stare bene, di mangiare abbastanza, ma sempre in serenità, tranquillità, cose non per niente scontate mi rendo conto, figuriamoci poi con dei bambini piccoli, una famiglia da sfamare!! sei super in questo!! perchè non solo hai iniziato a prenderti cura di te stessa, ma, con tutte le difficoltà che possomo incorrere iniziando col crudismo, hai pure le tue "bestioline" da crescere ^^
Per quanto riguarda le noci, e la frutta secca in generale, la lascerei stare, o per lo meno, la ridurrei molto. C'è bisogno di tanta frutta, più frutta mangi, e meno avrai voglia di altro. Ma è un processo lungo, l'organimso richiede il suo tempo, se c'è imparato in un anno e passa di crudismo è che la fretta è cattiva consigliera! Bisogna lasciare stare il peso, se uno inizia a guardare la cosa dal punto di vista del calo di peso e del dimagrimento che inizialmente si può riscontrare, allora si va ben presto ad abandonare il crudismo per il cotto, senza però risolvere la situazione. Mi rendo conto, è difficile, è davvero difficile. Ma bisogna continuare e crederci! perchè poi arriva il momento in cui tutto si sistema. A me è successo così. Stavo così bene i primi mesi, e furono i mesi in cui ebbi il calo ponderale maggiore ( ti dico, meno 13 kg in 3 mesi arrivando a 60 kg, e sono alto 1, 81 ). Ora sono il ricordo di quello che ero un anno fà, soprattutto per il peso!! mi dicono sempre che ho un aspetto sano, e non direbero che mangio solo frutta finchè non si viene a sapere. Uno magari nei primi mesi, causa disintossicazione, puiò arrivare a faresi strane idee, perchè a essere sincero, quando raggiunsi si 60 kg, alcune domande iniziai a farmele! arrivato ad essere quasi come uno scheletro, mi chiedevo se c'era qualcosa che non andava, nonostante stesi benissimo! me ne dissero di ogni, da anoressico, consigliandomi pure uno psicologo! ma la mia pellacia, ma mia testa dura, la mia determinazione non mi hanno mai fatto tornare indietro, tant'è poi che quando le cose iniziarono tornare "normali" soprattutto col peso, continuavo sempre meglio. Ma a riguardarmi in quelle foto, forse con una altra mentalità, e forse anche perchè solo ora riesco a vedere davero il calo che ebbi allora e che allora non vedevo per forza di cose, capisco la paura di chi mi stava intorno.
Mi sembri una persona determinata, ostinata. Tieniti ben strette queste tue qualità, perchè ti sarano di grande aiuto all'inizo soprattutto ^^
Dunque. Mi chiedi quando arriva l'assestamento. Un domandone, non c'è una risposta precisa, dipende da vari fattori, la vita che conduciamo giustamente gioca un ruolo fondamentale, se riuscissi a fare un quadro migliore della tua situazione rispondendo alle domande di Barbara, sicuramente sapremo darti una linea più chiara da seguire mgari.

Un saluto ^^

collinetta

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da collinetta » ven lug 09, 2010 8:33 pm

Andrea scusami ma credo che nel suo caso stai sottovalutando qualche aspetto fondamentale.....45 kg x 170 cm non è affatto sano, è pericolosamente sottopeso, inoltre ha due bambini da crescere.
Mi guarderei bene dal dare consigli affrettatti sulla base di una esperienza personale ad una persona della quale non sappiamo nulla...scusami non te la prendere, tu sei un'entusiasta e si vede, ma non dimentichiamo mai che il crudismo è uno stile possibile, che certo riteniamo ottimo, ma non è la scienza infusa e noi non siamo santoni illuminati. :wink:
Spero di non averti offeso perchè non è la mia intenzione, vorrei solo non causare danni ad una persona che ha già diverse difficoltà, scusami di nuovo :oops:

Avatar utente
Peaceful Rawrior
Messaggi: 1229
Iscritto il: mer lug 22, 2009 5:24 pm
Controllo antispam: cinque
Contatta:

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da Peaceful Rawrior » ven lug 09, 2010 8:44 pm

Cara Ale,

benvenuta anche da parte mia :)

Ti sono già stati dati alcuni suggerimenti. Io mi limiterò, quindi, a chiederti di farci sapre cosa mangi e in quali quantità.

Magari se da domani cominci ad inserire il tuo menù quotidiano riusciamo ad assisterti meglio e con maggiore precisione.

Ciao e buona serata,

Francesco

Avatar utente
[email protected]
Messaggi: 896
Iscritto il: dom giu 21, 2009 11:28 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Parma
Contatta:

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da [email protected] » ven lug 09, 2010 8:55 pm

Barbara, offeso? non sia mai! Il peso concordo, è basso, ma è da vedere, come hai ben detto, il sapere la situazione generale di Alma, abitudini alimentare, e altro, per poter consigliare meglio.
Non mi sembra di aver dato consigli afrettati, come hai ben detto, sappiamo poco niente di Alma per poter realmente indirizzarla in qualche maniera sulla strada da percorrere.
Concordo su tutto, ma sarà che per la mia esperienza è un pò come un miracolo il crudismo, può essere che dia anche troppa "enfasi" quando scrivo, ma da qui a diventare un "santone" proprio no! :wink:

collinetta

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da collinetta » ven lug 09, 2010 9:00 pm

[email protected] ha scritto:Barbara, offeso? non sia mai! Il peso concordo, è basso, ma è da vedere, come hai ben detto, il sapere la situazione generale di Alma, abitudini alimentare, e altro, per poter consigliare meglio.
Non mi sembra di aver dato consigli afrettati, come hai ben detto, sappiamo poco niente di Alma per poter realmente indirizzarla in qualche maniera sulla strada da percorrere.
Concordo su tutto, ma sarà che per la mia esperienza è un pò come un miracolo il crudismo, può essere che dia anche troppa "enfasi" quando scrivo, ma da qui a diventare un "santone" proprio no! :wink:
no no io ho generalizzato mica ti volevo dare del santone nè!!!!!!!! :shock:
ecco, scusa ancora :D ti ringrazio di avermi risposto gentilmente, accetti un abbraccio? :)

Per tornare ad Al-Ma....aspettiamo di vedere cosa ci dice lei, e come si sente, che poi il post è suo e non vorrei "inquinarlo" :lol:

Al-ma
Messaggi: 67
Iscritto il: mer lug 07, 2010 3:37 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Diario di Al-ma: vorrei... ma non posso?

Messaggio da Al-ma » sab lug 10, 2010 1:27 am

Andrea, Francesco, Bibi... Intanto grazie di cuore per il vostro interessamento!!!
Bibi, rispondo molto volentieri alle tue domande, anche perché mi ero già resa conto da sola che, nella "fretta" di iscrivermi al forum e presentarmi, avevo tralasciato la parte più importante, e cioè come vivo ADESSO.
Dunque: lavoro come Architetto libero professionista, a partita Iva, ma non ho un mio studio: diciamo che "offro la mia collaborazione ad un architetto senior", e non so se mi sono spiegata :wink: (beghe della partita iva, guadagni da dipendente!!!). Lavoro a tempo pieno, e questo, sommato al fatto che ci sono i bimbi da accompagnare e andare a riprendere da scuola, vuol dire che passo circa 10 ore fuori casa. Per questo nel fine settimana io e mio marito (che, pur essendo dipendente, come orari non ha sorte diversa!) cerchiamo soprattutto di riposare, e gli impegni si riducono a vedere i parenti, gli amici, e ovviamente a portare i bimbi al parco, in piscina, alle festicciole (il che è un secondo lavoro...). Sport non ne faccio: non ne ho il tempo!!! Mi accontento di andare al lavoro in bicicletta (poco più di mezz'ora all'andata e mezz'ora al ritorno, compreso l'accompagnamento del piccolino al nido). Tornando alla giornata-tipo lavorativa, quando siamo finalmente tutti a casa c'è da lavare i bambini, preparare la cena, mettere a letto i cuccioli, lavare e stirare i panni, PREPARARE I PASTI DEL GIORNO DOPO (a volte impiego ore!!!) e così, in men che non si dica, s'è fatta l'una di notte e ancora non sono andata a letto!!! Comunque, il fine settimana si dorme un po' di più!!!
Bevo acqua, tisane e succhi di frutta (ahimé, spesso comprati), non fumo e non ho mai fumato, e sono fortunata perché amo mangiare praticamente tutto. Non vi offendete per ciò che sto per dire, ma quando ero onnivora adoravo anche la carne, il pesce, il miele... così come ora adoro tutta la frutta, la verdura, i semi (e tutto ciò mi piaceva tanto anche da onnivora). Amo gustare i cibi, sentirne il sapore e la consistenza, il gusto dolce e quello salato, e mi ha sempre affascinato l'infinita varietà di cibi che il mondo sa offrirci (questo a volte mi si ritorce contro: ai buffet non sono soddisfatta se non assaggio TUTTO quello che c'è - tranne la carne, ora, ovviamente - con le conseguenze digestive che potete immaginare!)
E veniamo ai pasti!! Per il resto della famiglia preparo i classicissimi menù mediterranei: primo, secondo, contorno e frutta a pranzo e cena (la frutta all'inizio del pasto!!!), almeno per i bimbi; mio marito si gestisce da solo ed io mi accontento di assicurargli la presenza di un abbondante contorno. Qui apro una breve parentesi: ho scelto non solo di non imporre, ma nemmeno di proporre l'abbandono della carne e dei derivati animali ai miei bimbi, perché ritengo che l'assaggiare tutto adesso che sono piccoli e che hanno bisogno di sentirsi uguali agli altri bambini possa aiutarli a crescere sereni ed equilibrati, così da fare, eventualmente, una scelta vegana consapevole quando saranno più grandicelli (conto sull'esempio!!!). Del resto, già adesso mio marito, ex carnivoro convinto, ha ridotto il consumo della carne a una-due volte a settimana, senza che io gli rompessi mai le scatole con la mia scelta!!!
Ed io, cosa mangio? Bella domanda!! Partiamo da oggi:
colazione - 500 grammi di ciliege, cui però ha attinto golosamente anche il piccolino, + mezzo bicchiere di aranciata (comprata, e pastorizzata)
spuntino - 200 grammi di albicocche
pranzo - un chilo di pesche
nel pomeriggio ho avuto un incontro con una nutrizionista, di cui vi dirò, e questo ha influito sulla cena
cena - scodellone di carote e verza ammorbidite col sale e sciacquate, condite con olio e salsa di soia; 80 grammi di grano saraceno cotto condito con olio e lievito in scaglie; scodelletta di insalata e olive con uovo cotto in camicia, il tutto condito con olio. Tutto l'olio che uso è di oliva e lo fa il mio papà. Dopo cena: 4 arachidi tostate e un bicchiere pieno di caffè di cicoria con succo di agave.
La nutrizionista in questione mi è stata consigliata da Franco Libero Manco: avevo chiamato l'AVA di Roma per sapere se c'era in città un medico igienista, ma pare che qui al Centro siamo un po' indietro! Franco, che mi ha risposto al numero di cell. segnato sul sito dell'AVA, mi ha dato il numero di questa dottoressa che, quanto meno, è vegano-vegetariana.
Lei mi ha misurato il rapporto massa grassa-massa magra: pare che la grassa sia prossima allo zero, ed anche la massa muscolare è scarsina!!
Vi lascio immaginare le facce che faceva mentre le parlavo della scelta crudista e del mio menù degli ultimi tempi! Ha scosso ripetutamente la testa, ed ha chiuso l'argomento dicendo: "beh, lei ha bisogno di proteine: la frutta praticamente non ne ha; ha bisogno di mangiare ad ogni pasto un po' di tutto (proteine, carboidrati, grassi, fibre, ...); ora le do' una dieta del 2010, e non della preistoria (cioè crudista)."
Non che mi abbia convinta con queste poche parole, però: 1) mentre parlavamo il mio pancino si agitava tutto in preda a orrende formazioni di gas, che purtroppo, devo ammettere, sono molto più consistenti quando mangio solo frutta, 2)in tre giorni in cui, per "disintossicarmi" dalla pesantezza di stomaco e dalla diarrea, avevo dato più spazio alla frutta e meno alla verdura - e quasi niente al cotto - sono scesa a 42 chili!!!
Mi sono detta: e se tornassi a subito prima di conoscere il crudismo? Togliendo la carne, certo, e mangindo la verdura cruda e buone porzioni di frutta, ma recuperando i cereali senza glutine, la soia, i legumi, le uova, i latti di cereali, le marmellate, ... Stasera, dopo la cena che sapete, mi sono gonfiata, sì, ma meno delle sere in cui mangiavo 4 mele, scodellone di verdure miste, 300 grammi di patate lesse, 4-5 noci con uvetta. E anche qui, c'è da dire che lo stesso menù, ma con una sola mela anziché quattro, mi dava molto meno gonfiore (mentre io avrei dato la colpa alle noci con l'uvetta).
Un periodo in cui sono stata abbastanza bene è stato quello in cui, a maggio, mangiavo in questo modo:
colazione - 3 bicchieri colmi di spremuta di arance
pranzo - 4-5 banane e, a seguire dopo mezz'ora, insalatona con crocchette di germogli di riso essiccate, fatte da me
cena - 2-3 mele e, a seguire, scodellone di verdure crude con crocchette di germogli di legumi, oppure con semi o noci
ma il peso non saliva; cominciai a introdurre noci più uvetta a fine cena, aumentando le quantità sera dopo sera, finché sì, il peso è salito, ma purtoppo il mio intestino è collassato (diarrea dolorosissima) e ho rivisto tutto il menù.
Ora DEVO correre a nanna. Aspetto vostri commenti
Un abbraccio a tutti

Alessandra

Rispondi