I punti di pressione

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
sifu lorenzo
Messaggi: 113
Iscritto il: sab nov 03, 2007 10:50 pm
Località: Torino
Contatta:

I punti di pressione

Messaggio da sifu lorenzo » gio giu 03, 2010 12:53 am

Come è noto nella millenaria tecnica dell'agopuntura, esistono dei punti precisi, posti sul tragitto dei "Mai", i meridiani energetici, che stimolano il flusso energetico dell'energia pranica, che in estremo oriente viene definita Ch'i.
Questi punti "Xue" sono infatti utilizzati sin dal II millennio a.C. nella clinica estremo orientale per riequilibrare i flussi di energia Yin e Yang e mantenere così quell'omeostasi interna che preserva la salute generale dell'individuo.
I punti dell'agopuntura sono 361, distribuiti sui 12 meridiani ordinari e sui due meridiani straordinari Du mai e Ren mai e inoltre esistono una serie di punti extra meridiano.
Ma se è vero che con aghi di varie lunghezze è possibile raggiungere con precisione il cuore di ogni punto, utilizzando invece una tecnica pressoria a mani nude, o una tecnica di coppettazione o moxibustione si potrà agire in modo efficace solo sui punti non profondi.
Detto questo, diciamo immediatamente che, come la maggior parte delle leggende, quella di combattere colpendo dei piccoli punti vitali è sicuramente ingigantita, e leggenda rimane se non si inserisce il discorso in un più ampio ventaglio di possibilità tecniche.

Le aree che in seguito ad una percossa possono provocare la morte non sono certo solo zone in cui scorre il prana, anzi diremo che esistono sicuramente tutta una serie di punti vitali che non centrano con l'interruzione del flusso pranico.
Se osserviamo il corpo umano possiamo dire che esistono ad esempio dei punti in cui le arterie corrono più in superficie e che quindi possono essere lacerate con determinate tecniche marziali.

Classicamente, nel sistema cardiocircolatorio, vengono studiati tali punti:
sul collo arterie carotidea e giugulare,(phe kjong, mano a taglio)
interno clavicola arteria succlavia,(Fu jow, artiglio di tigre)
interno braccio arteria brachiale,(sao choy, pugno circolare)
cuore, arteria coronaria,(toy joong, palmo del drago)
esterno inguine, arteria iliaca(pao choy, pugno del leopardo).

Esistono poi una serie di punti che, se percossi, possono provocare il decesso, come la trachea (biu jee, dita che penetrano) per rottura del condotto respiratorio, la bocca dello stomaco, (chia choy, pugno del sole) per lacerazione del diaframma.

Ritornando però al discorso dell'energia Ch'i, dobbiamo considerare varie informazioni.
Ad esempio, sappiamo che ognuno dei dodici zang fu (organi e visceri) viene investito da un flusso di ch'i abbondante in un'ora precisa della giornata, mentre in quella opposta il ch'i dell'organo in questione sarà al minimo.
Percuotendo un organo o un determinato punto di pressione sul meridiano di quell'organo nel momento di "energia minima" si possono arrecare gravi danni fisici, sino al decesso.
In questo articolo non sarà d'uopo elencare i vari punti pressori e le ore associate per questa pratica marziale; diremo soltanto che per giungere ad una reale efficacia sono richiesti periodi di allenamento intenso sotto la supervisione di un insegnante esperto.

Personalmente mi è sufficiente saper fare qualche leva, soffocamento e saper sopratutto evitare gli scontri con un sorriso

Nel manga Hokuto no ken, il protagonista Kenshiro è un esperto della tecnica pressoria dei punti vitali.
La scuola Hokuto è realmente esistita e nel mondo fumettistico è stata colorata ed esagerata.
Le sette stelle dell'orsa maggiore hanno un significato particolare.
In generale la costellazione suddetta è di grande importanza per tutto l'emisfero settentrionale, infatti tracciando una linea passante per le ultime due stelle della costellazione si può trovare la stella polare, riferimento eccellente per le navigazioni di un tempo.
In Cina l'orsa maggiore era simbolo del governo terrestre e la stella polare era simbolo dell'imperatore e del governo celeste.
Credenza profondamente radicata nella suddetta cultura e quindi di non lieve influenza sulle attività del popolo era che i movimenti della volta celeste fossero collegati alle attività terrestri, e si pensava che la costellazione dell'Orsa maggiore influisse sulle situazioni di governo e di vita in generale in maniera positiva.


Gli aspetti più occulti di tali tecniche dovrebbero essere sopratutto ad utilizzo dei medici e di quegli insegnanti che riescono a controllare i propri ego animali.

iniziato
Messaggi: 66
Iscritto il: dom mag 28, 2006 9:39 pm
Contatta:

Re: I punti di pressione

Messaggio da iniziato » gio giu 03, 2010 4:13 pm

Non avevo mai pensato in questi termini ma condivido quanto da te descritto sulle ore di massima e di minima ripartite in una giornata e corripsondenti ai nostri organi interni. Questa come informazione è a tutti gli effetti un'arma da meditare, quantomeno in termini di conoscenza, non so se in un caso pratico e reale riuscierei a pensare a che ore sono a quale è l'organo target e colpire proprio quello .... :roll: probabilmente se il sorriso non è sufficente il viso resta il target più istintivo e immediato.

Sulla profondità dei punti ritengo che un colpo quando ben dato possa cmq colpire i punti di agopuntura in profondità, se non materialmente , in termini di,... fammi dire..., "onda d'urto" si... !!

Del resto tu hai tirato fuori il mitico ken, lascia che io evochi Goku e la sua onda energetica :mrgreen:

Rispondi