Il mio (futuro) percorso!

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Tiger Lily
Messaggi: 22
Iscritto il: dom gen 03, 2010 3:46 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Siena
Contatta:

Re: Il mio (futuro) percorso!

Messaggio da Tiger Lily » ven gen 08, 2010 7:56 pm

ecco cos'ho mangiato oggi:
a colazione un po' di tisana al ginseng e centrifugato di mezzo ananas una mela.
a metà mattinata qualche mandarino e un'arancia.
a pranzo un piatto molto abbondante di lattuga con pezzetti di mela e arancia, riso integrale rosso thai e mezzo cavolfiore e qualche zucchina al vapore.
a cena fettuccine di zucchine con salsa (2 pomodori, sedano, 1 carota, un pezzettino d'aglio, pinoli e olio ex d'oliva), 6 o 7 albicocche secche con dentro mezza noce e 2 mandarini.

che ne pensate? :)

Tiger Lily
Messaggi: 22
Iscritto il: dom gen 03, 2010 3:46 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Siena
Contatta:

Re: Il mio (futuro) percorso!

Messaggio da Tiger Lily » dom gen 10, 2010 1:51 pm

Giornata di ieri:

Colazione: tisana alla liquirizia

Spuntino: 2 mandarini e una manciata abbondante di castagne secche (yummi)

Pranzo: insalata verde, azuki con pomodori crudi e sesamo (non tostato) conditi con olio e anche un pò di sale (di solito cerco di non usare il sale, voi lo usate? quanto?)

Cena: la cena è stata un pò elaborata, ma avevo voglia di qualcosa di goloso :P
centrifuga di carote, mela e arance, la polpa della carota con basilico e cipolla tritati, un peperone rosso a listarelle inzuppato nella salsa che ho preparato il giorno prima per le zucchine (sedano, carote, aglio, un pomodoro e pinoli)

E ora le confessioni :oops:
dopo cena sono stata al concerto dei 99 posse e mi è stato offerto da bere, e fra una cosa e l'altra ho bevuto 3 cocktail... Perchè l'alcol è un lubrificante sociale?? aaaaa
comunque, non sapendo come rimediare (la prossima volta con la prevenzione! XD) a casa mi sono fatta un centrifugato (tutto ciò alle 4, 5 di notte :lol: ) con: carote, sedano, finocchiella, mela e arancia.... e ho mangiato i cuori del sedano e della finocchiella avanzati (erano troppo invitanti!)...

oggi penso che andrò avanti a centrifugati, succhi e acqua, (stamattina ne ho fatto uno con: ananas, zucchina, mela e mandarini, buonissimo :) )

cosa ne pensate?
so che la soluzione migliore sarebbe non bere, ma nel caso c'è un modo per "rimediare" più velocemente?
è meglio il digiuno liquido o mangiare qualcosa?

Tiger Lily
Messaggi: 22
Iscritto il: dom gen 03, 2010 3:46 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Siena
Contatta:

Re: Il mio (futuro) percorso!

Messaggio da Tiger Lily » lun gen 11, 2010 6:23 pm

Ieri alla fine ho mangiato :P

a cena: un pomodoro (con un po' d'olio), poca insalata, poca finocchiella e poco sedano

dopo cena: un peperone inzuppato in una "salsina agrodolce" fatta di peperone e ananas passati nel frullatore.

Oggi Invece:

Colazione: spremuta di 3 arance e 3 carote

"Spuntino": 6 mandarini e una manciata di castagne secche

Pranzo: Finocchiella, pomodoro (con olio), sedano, carote e un'arancia.

E adesso ho già fatto cena con: Insalata di broccoli (broccoli, cipolla e peperone conditi con shoyu, limone e olio), buona e bella!, e peperoni e "salsa agrodolce". Mi ero preparata anche un pò di riso integrale, ma non penso che lo mangerò, sono sazia, lo passo a domani :)

Tiger Lily
Messaggi: 22
Iscritto il: dom gen 03, 2010 3:46 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Siena
Contatta:

Re: Il mio (futuro) percorso!

Messaggio da Tiger Lily » mar gen 12, 2010 6:08 pm

Oggi:

In mattinata: 8 mandarini e una decina di prugne secche

Pranzo: riso integrale con verdure crude (peperoni, zucchine e pomodoro) con un po' d'olio al basilico (ho messo l'olio evo con qualche foglia di basilico e aglio per qualche ora)

Merenda: una manciata di castagne secche

Cena: carote tritate con basilico, cipolla e un goccio d'olio, peperoni rossi con shoyu, olio e limone

e adesso vado a danza indiana :)

Tiger Lily
Messaggi: 22
Iscritto il: dom gen 03, 2010 3:46 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Siena
Contatta:

Re: Il mio (futuro) percorso!

Messaggio da Tiger Lily » mer gen 13, 2010 11:38 pm

Oggi:

(primo giorno senza condimenti :) )

Colazione: qualcosa tipo 1 litro di centrifugato! (ma per la prima volta non ho avuto fame fino a ricreazione :lol: ) con: sedano, carote, mandarini, arance, mele, zucchine e ananas.

Pranzo:
Insalata e valeriana "condita" con centrifugato di peperone e pomodoro, mezzo cetriolo, e una finocchiella.

Cena: una mela, qualche mandarino, mezzo peperone e una carota. Poi un centrifugato con: mandarini, finocchiella, mele, zucchine e carote.

Che ne pensate? Ho "mischiato" troppe cose?

Avatar utente
Peaceful Rawrior
Messaggi: 1229
Iscritto il: mer lug 22, 2009 5:24 pm
Controllo antispam: cinque
Contatta:

Re: Il mio (futuro) percorso!

Messaggio da Peaceful Rawrior » gio gen 14, 2010 12:19 am

Tiger Lily ha scritto:Oggi:

(primo giorno senza condimenti :) )

Colazione: qualcosa tipo 1 litro di centrifugato! (ma per la prima volta non ho avuto fame fino a ricreazione :lol: ) con: sedano, carote, mandarini, arance, mele, zucchine e ananas.

Pranzo:
Insalata e valeriana "condita" con centrifugato di peperone e pomodoro, mezzo cetriolo, e una finocchiella.

Cena: una mela, qualche mandarino, mezzo peperone e una carota. Poi un centrifugato con: mandarini, finocchiella, mele, zucchine e carote.

Che ne pensate? Ho "mischiato" troppe cose?
Ciao Lily,

beh direi che non c'è male :wink: Heemm, effettivamente mi sa che stai mischiando molto... A colazione potresti fare arance + carote + sedano (evitando così di mescolare frutta acida con frutta basica).

A pranzo ti consiglierei di integrare della frutta prima dell'insalata.

Se puoi sostituisci i centrifugati con dei frullati che contengono più fibre rallentando così l'assorbimento dello zucchero nel sangue.

Cerca di mangiare di più e bere di meno :wink:

Alchemilla Crudista
Messaggi: 30
Iscritto il: gio nov 05, 2009 5:37 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Nemi - Roma
Contatta:

Re: Il mio (futuro) percorso!

Messaggio da Alchemilla Crudista » gio gen 14, 2010 2:27 am

Tiger Lily ha scritto: Se adesso ho voglia di passare a crudista (moooolto probabilmente non per sempre, non posso pensare di vivere il resto della vita senza pasta al forno!) invece è perchè ho deciso di fare qualcosa per la mia salute :)

Comunque accoglierò i vostri suggerimenti e inizierò con grossi contorni crudi e eliminando piatti troppo elaborati, sperando che mi aiuti a non cadere in tentazione troppo in fretta :P
Ciao cara, permettimi di parlarti della mia esperienza personale al fine di poterti offrire (lo spero proprio) degli spunti concreti sui quali riflettere.

Diventare vegani per fare una scelta animalista trascurando l'aspetto della salute non è 1) salutare per te stessa, 2) non è di alcun aiuto alle persone che timidamente vogliono approcciare ad una dieta libera dai prodotti animali perchè già sono costrette a faticare contro tutta una massa di dottori, pseudo-scienziati i quali dicono che l'uomo ha bisogno della carne e del latte per vivere bene ecc e dunque, bisognerebbe capire che è importante essere da esempio che invece è vero il contrario, perchè, infatti, non solo è possibile vivere bene senza tutte questi prodotti animali superflui e dannosi alla salute umana, ma che addirittura con una dieta crudo-vegan-fruttariana si sta centomila volte meglio.

Ci sono moltissimi spunti da cui partire per diventare crudisti: io ho carpito lo spunto forse più futile di tutti: quello di rientrare in una taglia 42.
Ma non importa da dove si parte, quanto dove poi ci si prefigge di arrivare.

Applicare il crudismo alla vita è qualcosa di più che "mangiare crudo". E' tutto un vivere, un approccio diverso alla vita, è assaporare il gusto ed il piacere della libertà. Libertà che va dai fornelli fino alle libertà dalle multinazionali dell'industria del processed-food...

Se già hai dichiarato che non potrai stare a vita senza pasta al forno, stai implicitamente (e, sicuramente inconsciamente) ammettendo che non ti stai approcciando troppo seriamente al crudismo. In poche parole, ti stai auto-limitando già in partenza.

Primo, perchè tu stessa ammetti di non avere necessità particolari per passare al crudismo (tipo dimagrire, intolleranze, allergie, ecc) e poi perchè non VUOI privarti della pasta...
Il crudismo, così come pure altri stili alimentari quali il veganismo, il vegetarismo, non si basano sul discorso che bisogna TOGLIERSI un determinato cibo, sia perchè non possa esser consumato crudo tipo la pasta, sia perchè di origine animale.. Purtroppo però, mi rendo conto che la maggior parte delle persone adotta tale punto di vista errato ed è per questo che ancora oggi poche persone hanno il coraggio di passare a veg, figuriamoci al crudismo! Pensano che escludendo determinati alimenti la loro cucina divenga insipida e banale, e perchè dovrebbero togliersi quel gusto e quel piacere di mangiare pasta, pane, dolci ecc? In verità, è esattamente il contrario!

Il piacere di mangiare crudo deve passare dal ritornare ad assaporare gusti genuini, sani, integri, che vadano a nutrire il nostro spirito, le nostre menti, i nostri cuori, i nostri corpi, non i nostri istinti drogati ed assuefatti da sale, spezie varie, zucchero ed altre schifezze che non posseggono alcun nutrimento per l'uomo.

In poche parole, non bisogna partire con l'idea di dover rinunciare a qualcosa, a qualche cibo, ma considerare se tale cibo sia indispensabile ed appropriato per la nostra salute.
La pasta non ha alcun valore nutritivo per l'uomo; è un cibo originariamente destinato agli uccelli granivori e qualora, dopo varie moliture ed altri processi conservi ancora qualcosa, ciò che rimane va a farsi benedire insieme all'acqua di cottura che si getta via...

Noi siamo ciò che mangiamo.

Sei giovane, sei fresca ed hai tutto il diritto di provare tutte le combinazioni che vuoi, prendendoti il tempo necessario per riflettere: questo mio intervento voleva solo farti scorgere un aspetto del "vivere crudo" che magari, a volte, passa spesso in secondo/terzo piano. :wink:


P.s: Più mangi crudo, meno il cotto ti attira, fino ad arrivare a non riconoscere più come cibo qualsiasi cosa debba esser cotta prima di esser mangiata. E' questo il "segreto": se arriverai a mangiare sempre e solo crudo per un pò, non desidererai più la pasta e non vivrai tutto questo come una privazione.
Per quanto riguarda me, ero una drogata di pasta e pane, capace di mangiare anche un kg di pasta che se mancava quel minuscolo pezzettino di pane per fare la "scarpetta" non si sentiva sazia (intossicazione psicologica) ma è passato tutto; non mangio neanche più da tempo cereali crudi come farro ed orzo, non ho mica il becco io, haha :lol:

A presto

Tiger Lily
Messaggi: 22
Iscritto il: dom gen 03, 2010 3:46 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Siena
Contatta:

Re: Il mio (futuro) percorso!

Messaggio da Tiger Lily » sab gen 16, 2010 3:00 pm

Peaceful Rawrior ha scritto:
Tiger Lily ha scritto:Oggi:



Cerca di mangiare di più e bere di meno :wink:
hai perfettamente ragione, anche perchè mi sono accorta che la mattina bevo 1 litro ( :shock: ) di centrifugato!
Ultima modifica di Tiger Lily il sab gen 16, 2010 3:23 pm, modificato 1 volta in totale.

Tiger Lily
Messaggi: 22
Iscritto il: dom gen 03, 2010 3:46 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Siena
Contatta:

Re: Il mio (futuro) percorso!

Messaggio da Tiger Lily » sab gen 16, 2010 3:04 pm

Alchemilla Crudista ha scritto:
Ciao cara, permettimi di parlarti della mia esperienza personale al fine di poterti offrire (lo spero proprio) degli spunti concreti sui quali riflettere.

Diventare vegani per fare una scelta animalista trascurando l'aspetto della salute non è 1) salutare per te stessa, 2) non è di alcun aiuto alle persone che timidamente vogliono approcciare ad una dieta libera dai prodotti animali perchè già sono costrette a faticare contro tutta una massa di dottori, pseudo-scienziati i quali dicono che l'uomo ha bisogno della carne e del latte per vivere bene ecc e dunque, bisognerebbe capire che è importante essere da esempio che invece è vero il contrario, perchè, infatti, non solo è possibile vivere bene senza tutte questi prodotti animali superflui e dannosi alla salute umana, ma che addirittura con una dieta crudo-vegan-fruttariana si sta centomila volte meglio.

Ci sono moltissimi spunti da cui partire per diventare crudisti: io ho carpito lo spunto forse più futile di tutti: quello di rientrare in una taglia 42.
Ma non importa da dove si parte, quanto dove poi ci si prefigge di arrivare.

Applicare il crudismo alla vita è qualcosa di più che "mangiare crudo". E' tutto un vivere, un approccio diverso alla vita, è assaporare il gusto ed il piacere della libertà. Libertà che va dai fornelli fino alle libertà dalle multinazionali dell'industria del processed-food...

Se già hai dichiarato che non potrai stare a vita senza pasta al forno, stai implicitamente (e, sicuramente inconsciamente) ammettendo che non ti stai approcciando troppo seriamente al crudismo. In poche parole, ti stai auto-limitando già in partenza.

Primo, perchè tu stessa ammetti di non avere necessità particolari per passare al crudismo (tipo dimagrire, intolleranze, allergie, ecc) e poi perchè non VUOI privarti della pasta...
Il crudismo, così come pure altri stili alimentari quali il veganismo, il vegetarismo, non si basano sul discorso che bisogna TOGLIERSI un determinato cibo, sia perchè non possa esser consumato crudo tipo la pasta, sia perchè di origine animale.. Purtroppo però, mi rendo conto che la maggior parte delle persone adotta tale punto di vista errato ed è per questo che ancora oggi poche persone hanno il coraggio di passare a veg, figuriamoci al crudismo! Pensano che escludendo determinati alimenti la loro cucina divenga insipida e banale, e perchè dovrebbero togliersi quel gusto e quel piacere di mangiare pasta, pane, dolci ecc? In verità, è esattamente il contrario!

Il piacere di mangiare crudo deve passare dal ritornare ad assaporare gusti genuini, sani, integri, che vadano a nutrire il nostro spirito, le nostre menti, i nostri cuori, i nostri corpi, non i nostri istinti drogati ed assuefatti da sale, spezie varie, zucchero ed altre schifezze che non posseggono alcun nutrimento per l'uomo.

In poche parole, non bisogna partire con l'idea di dover rinunciare a qualcosa, a qualche cibo, ma considerare se tale cibo sia indispensabile ed appropriato per la nostra salute.
La pasta non ha alcun valore nutritivo per l'uomo; è un cibo originariamente destinato agli uccelli granivori e qualora, dopo varie moliture ed altri processi conservi ancora qualcosa, ciò che rimane va a farsi benedire insieme all'acqua di cottura che si getta via...

Noi siamo ciò che mangiamo.

Sei giovane, sei fresca ed hai tutto il diritto di provare tutte le combinazioni che vuoi, prendendoti il tempo necessario per riflettere: questo mio intervento voleva solo farti scorgere un aspetto del "vivere crudo" che magari, a volte, passa spesso in secondo/terzo piano. :wink:


P.s: Più mangi crudo, meno il cotto ti attira, fino ad arrivare a non riconoscere più come cibo qualsiasi cosa debba esser cotta prima di esser mangiata. E' questo il "segreto": se arriverai a mangiare sempre e solo crudo per un pò, non desidererai più la pasta e non vivrai tutto questo come una privazione.
Per quanto riguarda me, ero una drogata di pasta e pane, capace di mangiare anche un kg di pasta che se mancava quel minuscolo pezzettino di pane per fare la "scarpetta" non si sentiva sazia (intossicazione psicologica) ma è passato tutto; non mangio neanche più da tempo cereali crudi come farro ed orzo, non ho mica il becco io, haha :lol:

A presto

"Diventare vegani per fare una scelta animalista trascurando l'aspetto della salute non è 1) salutare per te stessa, 2) non è di alcun aiuto alle persone che timidamente vogliono approcciare ad una dieta libera dai prodotti animali"

Sono d'accordissimo con te, è per questo che ho deciso di muovermi anche per la mia salute :) Poi quando ho iniziato la dieta vegan avevo 17 anni, l'età sicuramente non è indice di maturità, ma io, 2 anni fa, alla salute, se non per motivi gravi, non non ci pensavo proprio. Non è una giustificazione, lo so, però ora come ora posso solo rimediare e non tornare indietro...

Magari "lo faccio per la salute" è vaga come affermazione, può sembrare che non abbia un obiettivo preciso... in realtà ce ne sono troppi!
Non voglio più sentirmi fiacca quando arrivo a casa (con i miei 4 piani di scale senza ascenzore) o quando faccio danza indiana, voglio che mi vada via il catarro che mi perseguita da quando ho smesso di fumare, voglio un intestino felice XD non frustrato com'è adesso (con i primi miglioramenti già :) ) e tante altre cose (alcune anche molto personali..).
Poi raggiungere l'obiettivo è importante quanto il percorso, se per adesso è una privazione, confido che magari fra un mese sbaverò pensando ad una cesta di frutta anzi che alla pasta al forno (e comunque se lo faccio con l'idea della "privazione" è comunque un privarsi per regalarsi qualcosa di più bello) :) ed entrerò sempre di più in questo stile di vita :)

Grazie mille del tuo commento, è stato un ottimo spunto di riflessione :)

Avatar utente
[email protected]
Messaggi: 896
Iscritto il: dom giu 21, 2009 11:28 pm
Controllo antispam: diciotto
Località: Parma
Contatta:

Re: Il mio (futuro) percorso!

Messaggio da [email protected] » lun gen 18, 2010 7:43 pm

innanzitutto comlimentissimi per aver smesso di fumare! per esserci riuscita!! hai forza di volontà e carattere!! BRAVA!!
come inizio non non c'è male dai. Rafforzo il consiglio di Francesco! più frullati rispetto ai centrifugati!
soprattutto più frutta! vai sicuro con quella!!!
complimenti per i tuoi pasti comunque!! a leggerli me li mangio con gli occhi!!
per il resto come ti senti?? sei affaticata quando arrivi a sera? stai bene? che sensazioni hai?

[email protected]

Rispondi