Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Debby
Messaggi: 12
Iscritto il: gio giu 18, 2009 11:28 am
Controllo antispam: cinque

Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da Debby » ven giu 19, 2009 3:59 pm

Molte sono le motivazioni che possono spingere un individuo a scegliere un determinato tipo di alimentazione. Alcuni scelgono una dieta vegetariana perchè la ritengono semplicemente più sana ed equilibrata. Altri la scelgono perchè, in quanto animalisti convinti, sono contrari all'idea di nutrirsi a spese di forme di vita la cui incolumità non andrebbe violata. C'è chi, pur non assumendo carne, sceglie di assumere uova e latticini (ovo-latto-vegetariani) perchè rifiuta solo che gli animali vengano uccisi direttamente. Ci sono i vegani, che rifiutano non solo la carne, ma qualsiasi derivato dalla carne perchè sono contrari a qualunque tipo di violenza verso gli animali, come gli ormoni con cui vengono bombardate le povere creature che devono diventare grasse abbastanza in fretta da poter diventare carne da macello, o come gli allevamenti (non so se avete mai avuto il dispiacere di vedere un pollaio: tanti polli tutti ammassati, quasi uno sopra l'altro... se questa non è crudeltà).

Io vorrei poter diventare vegana, perchè mi sembra la scelta più coerente per un'animalista quale sono io. Poi perchè mi piace credere in un mondo senza violenza, a cominciare da quella verso gli esseri umani stessi, e subito dopo verso gli animali. Se avessi un figlio gli insegnerei come prima cosa il rispetto e l'amore verso tutte le creature viventi, e il vegetarismo mi sembra un buon passo verso una meta come questa.

Qual è il motivo per cui voi avete fatto questa scelta di vita?

Grazie a tutti! :D

simona1
Messaggi: 27
Iscritto il: dom giu 14, 2009 11:07 am
Controllo antispam: cinque

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da simona1 » ven giu 19, 2009 4:21 pm

Ho fatto questa scelta per motivi etici, in quanto sono un'animalista.

Ciò non toglie comunque che la scelta vegana sia positiva anche per motivi salutistici e ambientali.

Eugenia
Messaggi: 77
Iscritto il: mar ott 14, 2008 7:40 pm

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da Eugenia » ven giu 19, 2009 5:55 pm

Ciao Debby!
Io sono diventata vegetariana per motivazioni etiche. A un certo punto mi sono chiesta se fosse davvero NECESSARIO provocare la morte di molti animali per nutrirmi. E informandomi ho capito che non lo era. E dire che prima ero una carnivora convinta!
Dopo di questo ho scoperto i danni ambientali provocati dall'allevamento e questo è stato un motivo in più (sono piuttosto ambientalista).
Adesso mi sto lentamente muovendo verso una scelta vegana ;-)
mi piace credere in un mondo senza violenza, a cominciare da quella verso gli esseri umani stessi, e subito dopo verso gli animali. Se avessi un figlio gli insegnerei come prima cosa il rispetto e l'amore verso tutte le creature viventi, e il vegetarismo mi sembra un buon passo verso una meta come questa.
Mi ritrovo moltissimo in queste parole.
Comunque io ti consiglio di tentare. Poi potrai sempre tornare indietro se pensi che non faccia per te.
Un abbraccio.

simona1
Messaggi: 27
Iscritto il: dom giu 14, 2009 11:07 am
Controllo antispam: cinque

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da simona1 » ven giu 19, 2009 6:00 pm

Cara Eugenia,

cosa è che ti ha fatto scattare la molla ?

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da Daria » ven giu 19, 2009 8:09 pm

Anche per me motivazione etica...
ero ancora molto piccola, vivevo presso una fattoria in campagna con la mia famiglia e ogni anno ricordo c'era la macabra usanza di uccidere il maiale. le sue urla strazianti non mi davano pace... scappavo via di corsa ma mi raggiungevano ovunque mi nascondessi e mi mettevo a strillare anche io.... :(
da allora ho iniziato a rifiutare la carne e non c'è più stato verso per i miei di farmela mangiare... :D

poi, con il tempo, crescendo, documentandomi, ho capito che, non solo si può vivere benissimo senza carne, senza latte, senza uova... ma si stà addiruttura molto meglio in salute e in pace con se stessi.

Debby
Messaggi: 12
Iscritto il: gio giu 18, 2009 11:28 am
Controllo antispam: cinque

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da Debby » ven giu 19, 2009 9:37 pm

Anch'io sono molto ambientalista, e anche per me è stato decisivo nella mia "scelta" (devo mettere le virgolette perchè non posso ancora metterla in atto) scoprire i danni ambientali provocati dall'allevamento. Ad esempio mi ha colpito particolarmente il grande impiego d'acqua che viene fatto per produrre la carne. Ma infondo credo sia tutta una conseguenza: se ami la vita sei portato a rispettare e amare tutte le forme di vita, quindi gli esseri umani, gli animali e l'ambiente.

Avevo sentito parlare anche di come sia straziante assistere all'uccisione di un maiale. Dicono che sia un animale molto intelligente. Io credo che provare dispiacere per l'uccisione di un animale sia un segno di grande sensibilità, ma sono davvero poche le perone che hanno questa sensibilità (ahimè).

Vorrei farvi un'altra domanda, se me la lasciate passare, eheheh... :wink:
Per me spesso è difficile avere a che fare con persone che non la pensano come me riguardo questa questione. Un giorno, ad esempio, ad una cena in famiglia una mia parente disse: "Buona questa carne, si sente che era proprio un agnellino appena nato!" Per me fu terribile ascoltare quella frase. Ad un certo punto mi sembra addirittura che certe persone siano sadiche verso gli animali. Ricordo che portai il muso a quella mia parente per tutta la sera.
Voi che rapporti avete con gli "onnivori"? Riuscite ad avere dei rapporti sereni con loro?
Per me spesso non lo è, e a volte mi scoraggio, perchè credo che se siamo solo io e altri pochi vegetariani in tutto il mondo, non serve a niente. Però so che in quanto promotrice della non-violenza dovrei essere pacifica anche con loro, che sono creature vive, proprio come gli animali che rispetto e amo tanto.

P.S. Sapete, nella mia zona faccio difficoltà a trovare persone che la pensano come me su questo argomento, quindi sono davvero onorata di poter condividere con tutti voi queste riflessioni assolutamente costruttive. Non possono non aggiungere: GRAZIE A TUTTI! :D

Eugenia
Messaggi: 77
Iscritto il: mar ott 14, 2008 7:40 pm

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da Eugenia » sab giu 20, 2009 4:44 pm

simona1 ha scritto:Cara Eugenia,

cosa è che ti ha fatto scattare la molla ?
Beh... un ragazzo che conoscevo (che non era nemmeno vegetariano) ha fatto accenno al modo in cui vivono gli animali d'allevamento. Stipati a migliaia per tutta la vita fino al momento di essere uccisi. La cosa mi ha fatto pensare molto, mi ha suscitato una certa angoscia... credo di aver persino pianto!
Fortuna vuole che poco tempo dopo io sia andata in vacanza e abbia conosciuto una ragazza vegetariana e due ragazzi vegani che sembravano davvero...contenti! Sempre sorridenti anche a tavola, quando a noi arrivavano piatti onnivori e a loro sempre qualcosa di diverso.
Appena sono tornata a casa ho smesso di mangiare carne.
Debby ha scritto: Vorrei farvi un'altra domanda, se me la lasciate passare, eheheh... :wink:
Per me spesso è difficile avere a che fare con persone che non la pensano come me riguardo questa questione. Un giorno, ad esempio, ad una cena in famiglia una mia parente disse: "Buona questa carne, si sente che era proprio un agnellino appena nato!" Per me fu terribile ascoltare quella frase. Ad un certo punto mi sembra addirittura che certe persone siano sadiche verso gli animali. Ricordo che portai il muso a quella mia parente per tutta la sera.
Voi che rapporti avete con gli "onnivori"? Riuscite ad avere dei rapporti sereni con loro?
Per me spesso non lo è, e a volte mi scoraggio, perchè credo che se siamo solo io e altri pochi vegetariani in tutto il mondo, non serve a niente. Però so che in quanto promotrice della non-violenza dovrei essere pacifica anche con loro, che sono creature vive, proprio come gli animali che rispetto e amo tanto.
Per quanto riguarda la tua parente...trovo orribile solo il poter pensare una cosa simile! Purtroppo molte persone hanno una "diversa" sensibilità. Se la tua parente avesse saputo che tu vuoi diventare vegana sarebbe stato poco carino anche nei tuoi confronti e diciamo che dirle qualcosa sarebbe stato il minimo da fare (almeno per me). Purtroppo non riesco a tacere su queste cose. Di solito quando mi trovo a tavola con degli onnivori non dico nulla se nessuno mi dice nulla, ma se mi dicono qualcosa che interpreto come provocatorio non riesco a stare zitta, anche a costo di risultare permalosa o antipatica. Ok non sei sensibile verso gli animali, ma almeno cerca di esserlo nei confronti delle persone che ti stanno intorno!
Inoltre io non credo che potrei cucinare carne per altre persone... per principio. Oggi sono stata a pranzo a casa di una mia amica vegetariana con altre due amiche onnivore e lei ha offerto loro del prosciutto. Io non l'avrei mai fatto. Semplicemente perchè rispetto sì la loro scelta, ma non la condivido e quindi non la incoraggio.
Poi questo è solo il mio modo di vedere, non dico che tutti debbano pensarla come me.
Secondo me bisogna essere pronti a dialogare e ti assicuro che questo non contrasta con la non-violenza!
La frase che mi sento dire più spesso è (giuro!) "Ma pensi che le carote non soffrano solo perchè non hanno gli occhi dolci di un agnellino?"... sono poche le persone a cui vale la pena spiegare i motivi per cui questo non è un motivo valido.
Comunque i vegetariani non sono poi così pochi. Fai che solo in italia ce ne sono 6 milioni! ;)

Avatar utente
Loss
Messaggi: 58
Iscritto il: dom dic 07, 2008 11:26 pm

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da Loss » dom giu 21, 2009 7:59 am

Per motivi etici.
Spesso quando ne parlo con gli onnivori però punto sulle motivazioni salutistiche, che di solito convincono di più!

gaia
Messaggi: 150
Iscritto il: sab gen 15, 2005 8:55 pm
Controllo antispam: cinque
Località: palermo

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da gaia » dom giu 21, 2009 9:40 am

Loss,per me è lo stesso!
Dico spesso che "la carne fa male",
e spiego perchè.
Io sono per la politica dei piccoli passi:
se già convinco un carnivoro che la carne fa male
e lo induco a ridurne il consumo,poniamo, ad 1 o 2 volte al mese,
mi pare di aver fatto già qualcosa di buono.
Un'altra cosa che dico spesso è:
"il formaggio è una discarica", e spiego perchè, aggiungendo:
"Se proprio devi mangiare formaggio, almeno prendilo biologico!"
In pizzeria ordino una marinara e parlo dello scandalo della Galbani,
aggiungendo: "ma chissà che formaggio ci mettono per risparmiare!!!"
Ma il mio cavallo di battaglia è : "il formaggio fa venire la cellulite"
Devo dire che molte amiche ne restano colpite!!

Avatar utente
Loss
Messaggi: 58
Iscritto il: dom dic 07, 2008 11:26 pm

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da Loss » dom giu 21, 2009 10:16 am

gaia ha scritto:Loss,per me è lo stesso!
Dico spesso che "la carne fa male",
e spiego perchè.
Io sono per la politica dei piccoli passi:
se già convinco un carnivoro che la carne fa male
e lo induco a ridurne il consumo,poniamo, ad 1 o 2 volte al mese,
mi pare di aver fatto già qualcosa di buono.
Esatto! Tanto alla maggior parte delle persone non importa assolutamente nulla di non far soffrire gli altri, quindi tanto vale puntare sui vantaggi che un'alimentazione vegana comporta per loro.
Per dire, io non cerco mai di convertire nessuno (non sono il tipo), ma a forza di buttare lì qualche osservazione mirata sulla salute, i miei genitori stanno riducendo il consumo di carne e mio padre si è perfino comprato un libro sulla dieta vegetariana. Saranno piccoli passi, ma danno soddisfazione ;)
(ps: siamo omonime! :D)

micina1977
Messaggi: 33
Iscritto il: sab ago 08, 2009 3:43 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da micina1977 » dom ago 23, 2009 7:59 pm

...la mia, come ho già accennato, è stata una scelta etica..
grazie ad una amica, ho cominciato a riflettere, e mi sono accorta che la mia vita era piena di controsensi..
mi sono documentata, ho visto video terribili di animali nei macelli...insomma ho aperto gli occhi
e poi, grazie anche a questo sito, mi sono resa conto dei grandi danni che crea il consumo di carne ...
ancora ho tanto da imparare e soprattutto voglio che venga rispettata la mia scelta..

Mari82
Messaggi: 12
Iscritto il: mar ago 18, 2009 4:22 pm
Controllo antispam: cinque

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da Mari82 » dom ago 23, 2009 9:34 pm

La mia è stata una scelta inizialmente salutistica. Frequentando un centro di alimentazione macrobiotica e vegana ho potuto sperimentare personalmente, dopo circa 10 mesi di costanza e determinazione,la ricomparsa del ciclo mestruale che nessun farmaco prima di allora era riuscito a sbloccare:non ho mai avuto dopo il menarca un ciclo spontaneo, solo la pillola anticoncezionale simulava un ciclo fittizio, ma l'amenorrea restava comunque un problema di fondo. Dunque mi sono avvicinata ad una alimentazione vegana, nonchè a tutti i siti che mostrano palesemente quali violenze e crudeltà vengano esternate nei confronti di esseri innocenti e puri...e dopo un anno dalla mia scelta, se comunque subentrasse nuovamente il mio problema di salute per cui l'ho fatta o qualsiasi altro, resterei la vegana doc con cui fiera cammino a testa alta. Maria.

sara_bz
Messaggi: 74
Iscritto il: ven mag 30, 2008 12:36 pm
Contatta:

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da sara_bz » lun ago 24, 2009 1:05 pm

ho iniziato a convivere da onnivora con il mio ragazzo, vegetariano, due anni fa.
in casa ho deciso di non cucinare carne ne' pesce. non sarebbe stato corretto nei suoi confronti e poi pure io ero in qualche modo attratta dall'idea, però finché stavo a casa con i miei non me la sentivo di pesare ancora di più sulle spalle di mia mamma (lei non mi ha mai fatto muovere un dito in casa).
in seguito la coscienza che il nostro corpo non è adatto a mangiare la carne e una indigestione di costine di maiale a conferma di questa mia idea (a pasqua dell'anno scorso, sono stata malissimo) mi hanno spinto "oltre la linea".

la scelta etica si è aggiunta dopo, con l'attenzione agli abiti, alle scarpe, ai detersivi, ai cosmetici.

non sono perfetta come vorrei, non sono vegan al 100% e al momento non ho nemmeno lo spirito per impegnarmi a causa di altre "questioni".
tra le mura domestiche cerco di esserlo, fuori mi riesce difficile ma cerco sempre la strada alternativa al latticino (con le uova è più facile perché non mi piacciono - a parte nella pasta all'uovo :| ).

la cosa strana è che non sto ne' meglio ne' peggio. non mi sento aliena se non mangio o non compro cadaveri e ho una maggiore consapevolezza del mondo che mi circonda, ma è stata una scelta talmente naturale e spontanea che non mi ha sconvolto la vita, non ha avuto ripercussioni sulla mia salute o nelle relazioni con gli altri.
anche se qualcuno mi chiede "perché? quali sono i tuoi ideali?", io non so rispondere in modo deciso, non ho alti ideali.

non mangiare carne mi fa sentire in pace con me stessa.
forse è questo il motivo.
un ideale magari egoista...

non faccio nemmeno "proselitismo". ogni tanto la butto lì, dico a chi ha problemi di salute che "forse senza carne ti passa" o "limitando il consumo di sostanze animali secondo me staresti meglio" ma non sento il bisogno di fare oltre... ho cercato più volte di materializzare il perché, ma mai ci sono riuscita.
forse mi irrita la loro reazione, e siccome sono, appunto, in pace con me stessa non ho voglia di arrabbiarmi e quindi non tocco nemmeno l'argomento.
se mi chiedono "non mangi carne?" rispondo un secco "NO NON LA MANGIO" e a ulteriori domande lascio correre.

o forse so che dovrò litigare in futuro se avrò un bambino (tra lavabili, fascia, autosvezzamento, dieta veg*ana per il piccolo) e mi tengo il presente tranquillo? 8)

nikobiondo
Messaggi: 425
Iscritto il: dom apr 29, 2007 10:12 am
Controllo antispam: cinque
Località: Formia
Contatta:

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da nikobiondo » lun ago 24, 2009 4:30 pm

Per me è stato come un fulmine a ciel sereno! La mia vita è cambiata dopo aver letto un brevissimo articolo sulla dieta vegetariana.
Prima di quel giorno mangiavo malissimo e non toccavo quasi mai frutta e verdura!!! Il giorno dopo sono diventato vegetariano. Ora sono "quasi" Vegan.
Da sempre però sono stato un amante degli animali e della natura nonchè molto sensibile alle problematiche ambientali che affliggono il nostro pianeta.
E' scattata dentro di me una scintilla, un fuoco che si alimentava sempre più dopo ogni libro divorato in pochi giorni sullo stile vegan, l'animalismo, l'antispecismo etc.
E poi, dopo circa un anno sono riuscito a vedere il documentario "Earthlings" e penso a quelle scene quasi ogni giorno con rabbia e sconsolazione, ma con la consapevolezza di poter essere un esempio di non violenza, civiltà e umanità ogni volta che siedo a tavola (e non solo).
Convintissimo del cambiamento lo sono tuttora e lo sarò per sempre.
Metto sullo stesso piano la scelta etica e quella ambientale.

pasionario
Messaggi: 847
Iscritto il: ven lug 01, 2005 12:13 pm
Località: MDR

Re: Gli ideali dei vegetariani e dei vegani

Messaggio da pasionario » mar ago 25, 2009 5:21 pm

Per me è un mix di tre motivazioni pesanti come macigni: l'etica, l'ambiente e la salute.
Chi fa la scelta solo per etica dovrebbe imparare anche le motivazioni salutistiche perché sono quelle -purtroppo- che fanno veramente presa sugli onnivori.

Rispondi