Scorta di latte materno

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
cosimamma
Messaggi: 271
Iscritto il: gio dic 16, 2004 10:57 am
Località: Ovunque, ma più spesso Roma e Firenze

Scorta di latte materno

Messaggio da cosimamma » gio gen 13, 2005 4:09 pm

Ho allattato il mio primo figlio per 2 anni.I primi mesi faceva anche 4 etti a settimana e avevo tanto latte che lo tiravo e lo congelavo per farglielo dare dalla nonna quando non c'ero per la poppata.Con la mia seconda(ha due mesi e mezzo)non ci riesco.La piccola cresce normalmente anche se ha già avuto due episodi di mal d'orecchie con nullo e poi scarso aumento di peso.Ho provato con le tisane,l'aumento di liquidi nella dieta ma niente sembra sortire effetto,come posso fare per lasciarle del laatte quando non ci sono?Grazie!

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

Messaggio da Antonella Sagone » gio gen 13, 2005 5:20 pm

Le storie come la tua mostrano come è vero che la produzione di latte dipende più dal bambino che dalla mamma, il seno, diversamente stimolato, produce in modo diverso. Però se trovi il tiralatte che funziona dovresti ottenere di più, anche se non proprio allo stesso modo. Forse nel tuo secondo allattamento incide più della prima volta la stanchezza? potrebbe darsi che quello che ti mette in difficoltà non sia tanto la produzione del latte, quanto il riflesso di emissione che quando cerchi di tirare il latte, se sei più di fretta, stanca o in situazioni di stress, può non verificarsi, e allora è molto difficile tirare il latte. Non è una situazione irreversibile però, è importante solo che tu trovi la strada giusta per te in questo momento per aiutarti nel momento in cui tiri il latte.
Analizza la situazione con calma e cerca di individuale quali sono i fattori critici che in questo momento ti possono stare bloccando o possono interferire.
Come sta andando l'allattamento, adesso?
Ci sono soluzioni alternative, infine, che puoi pensare per dare il altte a tua figlia? quando devi tornare a lavorare? non potresti provare a rimandare, o trovare una sistemazione con la bimba vicino a te in modo da assentarti brevemente per poterla allattare direttamente?
A volte una cosa ci riesce difficile segnalando che non è la soluzione buona per noi in un certo momento.
Antonella

cris
Messaggi: 32
Iscritto il: lun ott 11, 2004 2:49 pm
Località: firenze

Messaggio da cris » gio gen 13, 2005 6:50 pm

per quanto mi riguarda ti consiglierei: 1. comprARE IL tiralatte della AVENT, a quanto mi risulta è quello che funziona meglio. 2. Per qulache giorno, appena la bambina ha finito di poppare, prova a tirarti un po' di latte. Quando il seno è sgonfio, e con un buon tiralatte si può produrre latte "espresso" che aumentando la richiesa, ti può far produrre un po' più di latte. In capo a tre o quattro giorni ti troverai alla mattina una mammella così gonfia che riempirai un biberon da congelare senza che alla tua piccola manchi il latte quotidiana!
ciaciao
Cris

Chiara
Messaggi: 591
Iscritto il: mar ott 05, 2004 2:52 pm
Località: Milano, Mamma di Paolo (20/5/04)
Contatta:

Messaggio da Chiara » gio gen 13, 2005 6:57 pm

Ma quanto dura il latte congelato?
Quello che avevo congelato a giugno scongelato ha un odore pessimo, sa di rancido ed un sapore peggiore, mentre quello fresco è dolce...


Chiara

vally
Messaggi: 70
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:02 pm
Località: parma
Contatta:

x chiara

Messaggio da vally » gio gen 13, 2005 7:19 pm

che io sappia il latte congelato dura tre mesi

Chiara
Messaggi: 591
Iscritto il: mar ott 05, 2004 2:52 pm
Località: Milano, Mamma di Paolo (20/5/04)
Contatta:

Messaggio da Chiara » gio gen 13, 2005 11:35 pm

Davvero?
Mi avevano detto sei mesi...

Però qualche volta succede anche con il latte fresco se lo riscaldo mi diventa cattivo...
invece freddo resta dolce.

Bhe in effetti anche il latte di mucca cambia sapore da freddo a caldo.

Chiara

vally
Messaggi: 70
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:02 pm
Località: parma
Contatta:

Messaggio da vally » gio gen 13, 2005 11:47 pm

in qs link ci sono tutte le info
http://www.promiseland.it/forumold/read ... 183&t=2159

ciao ciao

Chiara
Messaggi: 591
Iscritto il: mar ott 05, 2004 2:52 pm
Località: Milano, Mamma di Paolo (20/5/04)
Contatta:

Messaggio da Chiara » lun gen 17, 2005 1:26 pm

ho guardato il link che mi hai segnalato, Vally...
però il latte che tengo in frigo a 0-4°, dopo un giorno puzza di rancido...
Ho provato ad assaggiarlo e non mi piace il sapore,
quello fresco invece è dolce.
é andato a male? Lo devo buttare?

Chiara

vally
Messaggi: 70
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:02 pm
Località: parma
Contatta:

Messaggio da vally » lun gen 17, 2005 4:27 pm

nn so...se a me nn piace il sapore lo butterei...
forse il problema sta nel fatto ke certi frigoriferi nn hanno la stessa temperatura nei diversi piani...nn vorrei sbagliare ma in basso sono piu' freddi ke in alto...prova a cambiare altezza e vedi se ti trovi meglio...
ciao ciao

Emy
Messaggi: 405
Iscritto il: dom gen 02, 2005 7:40 am
Contatta:

Messaggio da Emy » lun gen 17, 2005 6:38 pm

Per quanto mi riguarda, molto dipendeva dalla posizione in cui mi tiravo il latte..e quindi anche dalla tranquillità che avevo....sicuramente, il modo più veloce per tirarmi il latte è stato durante la poppata del bimbo, il seno veniva stimolato automaticamente dal bimbo che succhiava dall'altra parte (a me cola del latte già di suo.)
Il tiralatte della avent permette questa situazione poichè si può usare con una mano sola.

Però non sono una esperta, non ho usufruito spesso del tiralatte.

cosimamma
Messaggi: 271
Iscritto il: gio dic 16, 2004 10:57 am
Località: Ovunque, ma più spesso Roma e Firenze

sempre poco latte

Messaggio da cosimamma » mer feb 09, 2005 5:36 pm

scusate se rispondo solo ora ma nel frattempo mi hano detto che da marzo sono "a spasso"e così questi giorni sono stati di frenetica riorganizzazione...la vita del co.co.pro!
La cosa più importante è la piccola,sempre e comunque!con il pediatra abbiamo deciso di tenerla più sotto ontrollo.Al seno prende sempr in maniera differente.Passa da 20 gr a 160 ma di media ne prende 70/90 per ogni poppata( circa 6 poppate al giorno)col biberon ne prende di più.Lui ice quindi che è pigra a poppare.Comunque non è sottopeso(è del 17 ottore e pesa 5.700 per 61 di lunghezza),solo che la sua curva di crescita sta regredendo.Provo atirare il latte,col tiralatte Avent che ho sempre usato, ma ne viene sempre meno di quello che prende lei dal biberon,e comunque quando lei poppa al seno non ce n'è quasi da tirare!il pediatra se continua così ha suggerito la giunta anche se sa che questo influirà negativamente sulla roduzione di latte e sulla sua voglia di poppare.ora poi è di nuovo raffreddata.....AIUTO!!!!

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

Messaggio da Antonella Sagone » lun feb 14, 2005 11:58 am

ciao cosimamma (= cosima? mamma di cosima? ci dai un nome o un nick con cui chiamarti?)

penso che come tante mamme che hanno avuto un primo figlio mangione, la tua prima difficoltà sia adattarti all'idea che hai a che fare con una nuova storia di allattamento e con una bambino che cresce e mangia in modo diverso. Anche io ho avuto la stessa difficoltà, a volte ci vogliono settimane prima di convincersi che ciò che era giusto con un bambino può dover essere fatto in modo diverso con un altro, e i ritmi di uno non necessariamente saranno gli stessi dell'altro.
400 grammi a setiimana del tuo primo sono veramente tantissimi, considera che in media verso la fine del terzo trimestre il bambino allattato al seno cresce circa un etto e mezzo, comunque anche 125-115 gr a settimana a questa età possono essere accettabili.

Da quello che mi descrivi stai cercando di controllare in vario modo se tua figlia riceva giornalmente la quantità che le serve. Però è importante essere consapevoli di alcuni concetti basilari dell'allattamento al seno: il latte materno ha concentrazioni di grassi diverse nel corso della poppata, quindi il bambino, a seconda di quado, quanto spesso e quanto a lungo poppa (e anche di COME poppa) può ottenere un latte più acquoso (ricco di zuccheri e anticorpi) o grasso (ricco di calorie). Il secondo latte, quello che scende alla fine della poppata, a volte *dopo* i canonici 10 minuti, è quello più calorico, che dà la sazietà e fa anche crescere di più. Quindi se mi dai notizie più dettagliate sullo stile di poppare di tua figlia, forse potremmo capire meglio se sta attuando un ritmo ottimale per ottenere tutto il latte che le serve, oppure no. Sei poppate al giorno sono poi molto poche, rispetto alla media dei bambini di 2-3 mesi, anche se ci sono rari bambini che crescono bene con 5-6 poppate (nella mia esperienza, circa uno su 100). Normalmente il bambino allattato al seno chiede di poppare anche 10-12 volte al giorno certe volte, e comunque con una frequenza variabile di giorno in giorno e di momento in momento della giornata. Anche le quantità variano; quello che hai riscontrato tu con la doppia pesata è del tutto normale, e d'altronde non facciamo così anche noi adulti?

Stai dando altro oltre al tuo latte - tisane, acqua, ciuccio? stai staccando la bimba quando ancora sta poppando, dopo un tempo prefissato? tutte queste informazioni potrebbero esserci utili per capire meglio come impostare il suo allattamento secondo le sue necessità di crescita.

L'unico modo affidabile per valutare l'apporto di latte per un bambino allattato al seno è basato su due criteri oggettivi, che non sono il volume di latte preso per poppata (le doppie pesate), ma sono il volume di urine in uscita (quanti pannolini ben bagnati al giorno?) e la crescita settimanale, secondo i parametri che ti indicavo prima.

Il fatto che dal biberon prenda di più non significa necessariamente che tua figlia sia pigra al seno, semplicemente al biberon il latte cola giù comunque, il bambino se lo trova in bocca e lo ingoia; non è un caso che i bambini nutriti al biberon siano sovrappeso...

Ad ogni modo, se contatti una consulente de LLL o professionale (vedi riferimenti nel messaggio in alto "riferimenti utili") puoi verificare insieme a lei se tua figlia è attaccata correttamente al seno, cioè se sta popando con efficienza o la si può aiutare a migliorare la sua tecnica.

ti suggerisco di leggere gli articoli segnalati in "articoli da leggere", il particolare "i bambini non guardano mai l'orologio".
C'è anche una notizia che può interessarti (anche il tuo pediatra), che riguarda il fatto su come i parametri di riferimento per la crescita dei bambini allattati al seno siano sovradimensionati, ecco il link:
http://news.bbc.co.uk/1/hi/health/4236229.stm

Antonella

cosimamma
Messaggi: 271
Iscritto il: gio dic 16, 2004 10:57 am
Località: Ovunque, ma più spesso Roma e Firenze

Grazie di cuore!

Messaggio da cosimamma » mer feb 16, 2005 4:49 pm

Sono Cosimamma,
ovvero la mamma di Cosimo"il ciccio" e di Luce"la pallottina"!
Ma mi piaceva anche il gioco di parole Così Mamma...visto che loro sono sempre nel mio cuore e nei miei pensieri!
Fino a Venerdì sarò quasi sempre fuori casa e quindi non potrò essere precisa,ma poi controllerò bene quante poppate prende i giorni"normali"e vi farò sapere;così potrò anche essere più precisa con la leche ligue.
Per ora posso dire che a lei,come per Cosimo,non do orari.L'unica volta che le tolgo il seno è quando ci dorme sopra "cotta" e cioè quando non poppa proprio più e non si sveglia quando"sfilo" il capezzolo.
A Lunedì per gli aggiornamenti!
Grazie ancora,
Federica

Rispondi