A Pasqua i cristiani commemorano la resurrezione di Gesù

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
IL Cavallo Bianco
Messaggi: 191
Iscritto il: mar ott 05, 2004 7:36 pm
Località: Frosinone
Contatta:

A Pasqua i cristiani commemorano la resurrezione di Gesù

Messaggio da IL Cavallo Bianco » sab mar 28, 2009 1:57 am

A Pasqua i cristiani commemorano la resurrezione di Gesù
Noi ci chiediamo: Perchè il Papa porta davanti a sé la croce della morte, la croce con il corpo? La maggior parte dei cristiani delle chiese non sono coscienti che si vuole presentare il crocefisso come simbolo della sconfitta del Cristo e dell'innalzarsi del potere delle tenebre.

E perché la chiesa vaticana a Pasqua predica che il corpo del Cristo è stato tolto dalla croce, per poi presentarlo di nuovo inchiodato sulla croce? In questa domanda l'avversario smaschera se stesso. E perseguita con zelo coloro che sono per il Cristo!



Il simbolo dei cristiani delle origini è la croce della resurrezione, la croce senza il corpo. Poiché Gesù, il Cristo, è risorto! Cristo vive e parla agli uomini

dell'epoca odierna, tramite Gabriele, la Sua profetessa e messaggera. Lo Spirito di Dio non ha la voce degli uomini. Per questo si è preso una persona che ha istruito come Sua profetessa per tradurre in parole umane il linguaggio dei cieli. Così è sorta anche la grande opera di rivelazione divina »Questa è la Mia Parola«, nella quale il Cristo ci ha spiegato quanto segue:

»Io il Cristo, venni agli uomini come Gesù e divenni il Figlio dell'uomo. Venni per indicare agli uomini la via per liberarsi dal peccato e dalla schiavitù. Quale Gesù di Nazaret, insegnai le Leggi di Dio e ne diedi esempio con la Mia vita, ma l'umanità non mi riconobbe.

Insegnai agli uomini di amarsi l'un l'altro, di amare gli animali, di rispettare la natura, di riconoscere la terra quale madre, nel cui grembo vivono e lavorano i figli umani. Insegnai agli uomini l'uguaglianza, la libertà, l'unità, la fratellanza e la giustizia; insegnai che non avrebbero dovuto suddividere la terra, ma condividere tutto fraternamente.

Con ciò ebbe inizio l'evoluzione: ciò significa che gli uomini cominciarono a poco a poco a rivolgersi nuovamente a Dio.

Per prima venne abolita la fede negli dei, poi il sacrificio di uomini e, sucessivamente, il sacrificio di animali. Oggi, nella svolta dei tempi dalla vecchia alla Nuova Epoca, porrò termine ai crudeli esperimenti che si fanno sugli animali, al macello degli animali ed al consumo della loro carne. Riconoscete: è un epoca d'evoluzione in cui le vecchie cose vengono capovolte, affinchè possa emergere la spiritualità.

Riconoscete: Io venni quale Gesù di Nazaret, spiegai le Leggi agli uomini e con la Mia vita diedi loro esempio di come vivere nella Legge di Dio. Sul Golgota divenni il Redentore di tutte le anime e di tutti gli uomini.

Il vostro Redentore è ora anche la vostra Guida nella Nuova Epoca, nell'epoca del Cristo, che Io Sono. Sono sempre più numerosi gli uomini che si distanziano dal macellare e consumare gli animali e che considerano la terra, nel suo insieme, quale nutrice, come una parte della loro vita. Si nutrono di ciò che la terra dona loro e lo preparano anche secondo la Legge.

Nel corso delle generazioni, sorgerà gradualmente la generazione umana che conosce le Leggi di Dio, le osserva e si nutre in modo corrispondente.

Io sono venuto in veste di Gesù di Nazaret per insegnare le Leggi, dandone esempio con la Mia vita, ad anche per abolire i sacrifici di sangue, il consumo degli animali ed anche i festini. Io sono venuto per creare una nuova generazione umana che adempie la volontà dell'eterno Padre, che è l'unico Dio, d'eternità in eternità.«

Rispondi