perchè non si guarisce?

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Avatar utente
franceschilla
Messaggi: 530
Iscritto il: lun gen 21, 2008 4:00 am

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da franceschilla » lun ago 18, 2008 5:06 pm

Ciao Carmen, ti rispondo io perchè sono on line, anche se non ho mai provato la depressione ai livelli che ben spieghi tu. Qualche frazione di secondo forse sì l'ho provata in quanto se si sono provati attacchi di panico ripetuti e prolungati (e qua c'è la diatriba se l'attacco può considerarsi "prolungato" oppure no, per me sì)- dicevo se si sono provati periodi di attacchi frequenti di panico è molto facile che ti prenda una spossatezza e un esaurimento psicofisico che si avvicina a quella depressione che descrivi tu.
Però appunto: io non posso dire di aver provato in modo frequente e continuativo quello che provi tu.

In questo forum, che io sappia, c'è AlFaris che ha avuto la depressione e ne è uscito: credo che ora sia in ferie oppure abbia problemi al pc perchè solitamente passa e risponde a tutti.
E tra le persone con cui hai "parlato" qui, c'è Lakura che ugualmente ne è uscita. Aspettiamo che legga il tuo messaggio.


Sui farmaci ti posso dare il mio parere che ho già scritto in forum ma lo specifico meglio qui : io sono contro i farmaci SE li devi ancora prendere e non li hai mai presi e hai altre alternative ben valide da seguire e con persone competenti appresso.
SE li stai già prendendo reputo molto pericoloso interromperli come pure reputo molto pericoloso chi consiglia via internet (!!) di smettere i farmaci... ho letto anche il tuo post sui fiori di bach: è facile che sia stata l'interruzione repentina del farmaco a farti male e non i fiori di bach che non fanno granchè in effetti (nè in bene nè in male).
Per smettere i farmaci (o per cambiarli) bisogna essere seguiti da un medico molto competente che te li fa scalare piano piano, direi in maniera millesimale.

Oppure bisogna che ti trovi in uno stato di lucidità mentale abbastanza buono e riesci a scalarli da sola e con uno studio alle spalle di "come fare" - io l'ho fatto molti anni fa in un momento in cui mi sentivo di farlo e perchè i farmaci stessi mi davano problemi molto più grossi del sintomo del panico, che è tutto dire :!: :evil: :!: (viravo verso una sintomatologia depressiva e il medico non lo voleva capire, oltre a grossi problemi di memoria e di insonnia, insomma stavo a fulminarmi il cervello) - Però non consiglierei a nessuno di farlo da soli : praticamente è una disintossicazione vera e propria e non ci si può scherzare.

Sui sintomi che hai: sono solo un'esasperazione di impulsi che a livello più leggero hanno tutti. Ad esempio ci arrabbiamo e ci verrebbe voglia di schiaffeggiare una persona..... ecco normalmente succede quello, cioè "voglia di aggressione fisica" anche se molti non la percepiscono o non la ammettono consciamente.
Essendo più esasperata e stanca, tu ti spingi oltre e la fantasia di aggressione diventa più cruenta.

Rilassati più che puoi Carmen: alcune volte sentirai in te uno spazio libero, di libertà, anche piccolissimo, in cui ti puoi rilassare. Ecco, appena lo senti ESPANDILO, ESPANDILO, ESPANDILO, SEGUILO FINO A DOVE RIESCI E RILASSATI.

Ciao, un abbraccione

Francesca

lakura
Messaggi: 608
Iscritto il: ven apr 28, 2006 9:26 am
Località: UK

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da lakura » lun ago 18, 2008 5:07 pm

Ma non e' lo psicologo che ti guarisce, Harlock, sei sempre tu in prima persona. Pero' t'aiuta, e tanto. Cosi' come se stai tanto, ma tanto, ma tanto male lo psicofarmaco ti rida' quel minimo di abilita' a lavorare su te stesso/a ma non ti guarisce mica.

Come tutto e' una questione di dose e, fondamentalmente, una questione di assumersi la responsabilita' di se' o di scaricarla su qualcosa che ci da' l'idea della soluzione.

Per cui e' vero che puoi finire come Woody Allen che va dal terapeuta una volta la settimana da una vita e ci andra' per sempre, o finire come tanti che conosco che trasferiscono sullo psicofarmaco la soluzione e la colpa (i.e. se non sto bene e' perche' il farmaco non mi sta curando bene) del proprio stato.
E' anche vero che a furia di fare "zuperman-faccio-tutto-da-solo" puoi anche non uscirne mai.
Bisogna imparare anche a chiedere aiuto.

Il discorso dell'egocentrismo e' complesso nel caso della depressione. E' vero che l'universo si riduce alla sfera intorno a te stesso ma a distanza di tempo posso adesso dire che e' una cosa diversa dall'egocentrico che non si interessa a nessun altro.

A te far volontariato ha dato il via per lo sblocco. Io col volontariato ci sono cresciuta, e' una dimensione normale per me, e lo era anche mentre ero depressa. Non era per gli altri che non riuscivo a far nulla, era per me stessa.
E onestamente visto che la depressione ha diversi livelli, una cosa puo' farti bene o male, dipende dove sei. C'e' uno stadio in cui occuparti di qualcun altro ti aiuta. Ci sono stadi invece in cui non puoi proprio fare nulla e l'unica cosa che senti e' la disperazione altrui moltiplicata.
IO POSSO DIRVI CHE ESSA E' IL MALE. ESSA SVUOTA, IMPOVERISCE, INARIDISCE, TI PARALIZZA, TI BLOCCA, TI FA PERDERE TUTTO, TI UCCIDE
si, vero, pero' non e' invincibile.
E, inoltre, si passa in famiglia fra generazioni ma non per una questione di geni (il che, devo dire, m'ha sollevato: non e' inarrestabile, si puo' fare qualcosa). Si passa come modello comportamentale. Per cui abbiamo il potere si spezzare la catena. Si puo' fare :)
AVETE MAI PENSATO CON PAURA ED INSISTENTEMENTE A FARLA FINITA?
non proprio ad un suicidio, non sono stata mai cosi' tanto male. Ma a svanire si, avoglia! Anche adesso, quando le cose vanno per tutti i versi tranne quello giusto... spegnere l'interruttore, dissolvermi...
AVETE MAI AVUTO PAURA DI FARE DEL MALE A QUALCUNO, TIPO UNO DELLA FAMIGLIA?
nop, come sopra, so che succede quando stai peggio di come sono stata io... ed io mi sentivo paralizzata, bloccata, senza alternative, senza via d'uscita...
VI SIETE MAI SENTITI COL CERVELLO SPAPPOLATO, INCAPACI DI REAGIRE, COME FOLLI, PER ESEMPIO IN BALIA DI ATTACCHI DI IRA CONTRO IL PRIMO CHE VI HA DETTO QUALCHE PAROLA O FRASE CHE AVETE FRAINTESO?
uuuhhh, certo! anzi, ti diro', adesso uno dei campanelli d'allarme che sta per ri-passare un po' di bufera e' quando mi rendo conto che iper-reagisco, solitamente con rabbia... e che magari era solo un mio film, quello che avevo capito. Quand'e' cosi' mi preparo alla resistenza :)
ED ORA, COME PERCEPITE IL VOSTRO MONDO?
difficile da dire... ma e' decisamente piu' largo e arioso, e c'e' l'idea della possibilita'

Carmen, ognuno ha i propri trucchi e cose che l'hanno aiutato o l'aiutano a reagire. Quando stavo malissimo mi ripetevo in continuazione che sarebbe passata, che doveva passare. Penso che sia stato importante per me, perche' non era una rinuncia definitiva. Ok, in quel momento non potevo far nulla e amen, ma non concedevo la sconfitta totale, il futuro non era ipotecato a priori. Sarebbe passata. E' passata, a fatica (almeno la parte piu' brutta. Per il resto continua la lotta ma e' moooolto ma moooolto piu' semplice ora)

La seconda cosa che alla fine ho trovato fosse vera e' una cosa che mi disse una psicologa qualche tempo fa "smettila di auto-punirti. Ok, hai fatto una cappella, o hai fatto del male a qualcuno. Non continuare a darti le colpe e a sentirti uno schifo per sempre. Scusati e passa oltre. Non c'e' guarigione senza il perdono di se' ".
Questo non e' per dire "scusiamoci di tutto e passiamo come dei rulli sugli altri", ma piuttosto uno smettiamola di continuare a colpevolizzarci per gli errori commessi. Perche' un depresso lo fa in continuazione, a turbina costante.

ciao

Avatar utente
Harlock
Messaggi: 8
Iscritto il: dom ago 17, 2008 9:19 am

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da Harlock » lun ago 18, 2008 6:22 pm

Ho letto con interesse le vostre risposte.
Ho capito di essere entrata nel topic sbagliato. Ci sono troppe cose nei vostri discorsi che non comprendo e in parte mi infastidiscono. Ritengo certi discorsi egocentrici e a porte chiuse; perfino un'esperienza positiva come la mia viene vista come difficile da capire..

Lascio dunque la discussione a voi e vado a leggere gli altri topic che parlano di cose in cui mi sento piu' affine: gli animali e il vivereVegan.

Concludo dicendo che i farmaci (anche gli antidepressivi) sono testati sui nostri fratelli animali. Derivano dalla sofferenza e dalla morte di anime innocenti che nulla possono sulla sofferenza umana.

ciao.

Avatar utente
CarmenP
Messaggi: 30
Iscritto il: lun ago 11, 2008 8:50 pm
Località: Lombardia

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da CarmenP » lun ago 18, 2008 8:52 pm

Harlock, se non hai sperimentato la depressione, non sai cosa stai dicendo.
Mi spiace per gli animali che soffrono, ma mi dispiace anche per la sofferenza di milioni di persone la cui vita si spegne a causa della depressione.
Certo, i farmaci non sono la panacea di tutti i mali, certo dietro la loro vendita ci sono gli interessi delle multinazionali farmaceutiche, gli esprimenti sugli animali, per non parlare di un fine odioso che è quello perseguito dalla psichiatria ufficiale, ed è quello di "esercitare un controllo",ma non si possono demonizzare in tronco, come fai tu.

Io ho avuto la depressione post partum (che si è aggiunta ad una forma ansiosa già preesistente). Secondo te, che dovrei fare? Non prendere farmaci? Non è che io mi senta benissimo, non ho desiderio sessuale, all'inizio mi sentivo male e predisposta al suicidio, ma col proseguimento alcuni sintomi collaterali sono scomparsi. Riesco però ad occuparmi della casa e della bimba che ho avuto.
Non so che dirti, rispetto il tuo punto di vista e la tua rabbia per gli esperimenti eseguiti sugli animali, ma non credo che, per ora, ci siano molte altre alternative.
Si approda al farmaco perchè ci si sente morti e non si sta a pensare agli animali, piuttosto si pensa che se non ci si riprende le conseguenze possono essere nefaste!

ciao
Carmen



Harlock ha scritto:Ho letto con interesse le vostre risposte.
Ho capito di essere entrata nel topic sbagliato. Ci sono troppe cose nei vostri discorsi che non comprendo e in parte mi infastidiscono. Ritengo certi discorsi egocentrici e a porte chiuse; perfino un'esperienza positiva come la mia viene vista come difficile da capire..

Lascio dunque la discussione a voi e vado a leggere gli altri topic che parlano di cose in cui mi sento piu' affine: gli animali e il vivereVegan.

Concludo dicendo che i farmaci (anche gli antidepressivi) sono testati sui nostri fratelli animali. Derivano dalla sofferenza e dalla morte di anime innocenti che nulla possono sulla sofferenza umana.

ciao.

lakura
Messaggi: 608
Iscritto il: ven apr 28, 2006 9:26 am
Località: UK

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da lakura » mar ago 19, 2008 7:49 am

Harlock ha scritto:Ho letto con interesse le vostre risposte.
Ho capito di essere entrata nel topic sbagliato. Ci sono troppe cose nei vostri discorsi che non comprendo e in parte mi infastidiscono.
Sai che c'e', secondo me tu hai sofferto di tutt'altro, ma non di depressione. Non per sminuire quello che hai passato, ma solo per dire "era tutt'altro". Tant'e' che non capisci quello che si dice qui. Bada non e' un' accusa, ma chiunque abbia esperito una certa situazione capisce al volo, e piu' per una questione istintiva che per una logica
Harlock ha scritto: Ritengo certi discorsi egocentrici e a porte chiuse; perfino un'esperienza positiva come la mia viene vista come difficile da capire..
appunto, non capisci, ne' i discorsi che bolli ne' che quello che viene visto difficile da capire non e' quello che e' successo a te, ma il modo in cui lo poni. Arrivi con clava e sacro furore, dici cose che chiaramente fanno capire che non capisci che cosa sia esser depressi e te la prendi...
Nessuno dice che non ci voglia un lavoro personale per uscire dalla depressione. Ma il problema sta la', se sei depresso e' perche' ti viene tolta, dalla condizione in cui sei, la capacita' di agire come vuoi (la depressione e' fondamentalmente questo: ti toglie la capacita'. Fino a quel punto non e' depressione, e' star male, e' tante altre cose ma non e' esser depressi).
Son felice per te se sei uscita da qualunque condizione tu fossi, ognuno merita di stare bene. Ma non si aggiudica il diritto di infierire sugli altri

p.s. io non ho mai preso farmaci, Harlock, per scelta, ma sono pienamente cosciente delle profondita' della depressione e di quanto piu' in fondo di come sia mai stata io possano essere finiti altri e non li giudico se per uscire da quel buco schifoso si fanno dare un passaggio da un ascensore, fino ad un certo punto. Per uscirne del tutto dovranno comunque andare di gambe proprie, cosi' come chi stava come me e cosi' come quelli che stavano un po' piu' in cima al budello e non hanno avuto bisogno di altro che focalizzare e cliccare.

Avatar utente
CarmenP
Messaggi: 30
Iscritto il: lun ago 11, 2008 8:50 pm
Località: Lombardia

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da CarmenP » mar ago 19, 2008 11:49 am

Forse harlock ha cambiato argomento e non passerà più di qui per leggerci. Vi ringrazio Franceschilla e Iakura per le vostre risposte sulla depressione. Non capisco Iakura come tu sia uscita dal malessere senza l'ausilio dei farmaci.
Io pure ho provato ad andare avanti senza antidepressivi nè ansiolitici. L'ho fatto per tutti e nove mesi della gravidanza e non sempre sono stata benino (non sono mai stata bene).
Ho sopportato ansia e depressione per non nuocere alla mia bimba nata quindi sanissima.
Poi ho ripreso i veleni. E penso che essi "guastino" il cervello.

E se la mia depressione fosse anche e principalmente di natura biologica (ho avuto una zia paterna suicidatasi per depressione)? Se davvero i neurotrasmettitori impazziscono periodicamente anche a causa di fattori ambientali di una certa rilevanza (vita col partner insoddisfacente, lavoro con stipendio basso, spese tante, madre malata di osteoporosi grave)?

E poi il cervello si abitua a quelle sostanze e "si guasta", cioè non funziona più come prima. E' quello che sperimento io, non sono più quella di prima. Senza il farmaco spesso la percezione della realtà è come alterata, ho paura di impazzire, sento che tutto mi minaccia...
Non si può vivere così. Ma col farmaco mi sento spenta, non so, non posso dire di stare bene però sono sicura che se esso mi facesse sentire allegra sarebbe una droga al pari della cocaina!

Voi siete uscite dal male perchè il vostro cervello non è "provato" come il mio da tante vicissitudini e dalla predisposizione familiare.

ciao
Carmen

Avatar utente
franceschilla
Messaggi: 530
Iscritto il: lun gen 21, 2008 4:00 am

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da franceschilla » mar ago 19, 2008 7:05 pm

Il cervello ha enormi capacità e possibilità di ripresa.

E se qua hai trovato delle persone in grado di capire quello che hai per averlo provato.... beh certamente alle spalle le storie familiari non saranno state una passeggiata, non credi?
(e poi chi ti dice che ne siamo fuori del tutto? sia io che lakura affermiamo in giro per le varie cartelle che "dobbiamo stare all'occhio" per non ricaderci)

L'unico che va alla grande mi pare di capire che sia alFaris e mi spiace che sia assente in questo periodo perchè credo che lui sia stato molto ma molto ma molto male e che la sua storia sia vicina alla tua... però appunto non vorrei parlare io per lui perchè non lo conosco bene se non per la gentilezza delle risposte che dà.

su Harlock: non sono d'accordo con te lakura stavolta. Dopo l'ultimo post mi sono fatta piuttosto l'idea che harlock non abbia avuto nemmeno quello che dice di aver avuto. I disturbi alimentari sono tosti (se li hai davvero) e l'agorafobia è una forma di disturbo d'ansia che comprende attacchi di panico alla grande (hai presente il film con Sigourney Weaver , come cavolo si scrive? :mrgreen: dove lei fa la psichiatra con l'agorafobia a causa di un trauma, ecco là spiegano anche a chi è citrullo che cosa significa veramente agorafobia, che non significa semplicemente che vai in piazza -agorà- e ti gira la testa :wink: )
Secondo me se hai passato cose simili (davvero), poi non vai a predicare sui disturbi degli altri.
Sai..... anche a me è capitato spesso gente che mi dice "ah sì pure io il panico" e vogliono dire che qualche volta gli è venuta la tremarella :wink:


ciao

p.s. io comunque mi augurerei che qualcuno responsabile del forum mettesse un messaggio moderatore in questa cartella riguardo a consigliare di smettere i farmaci ...... in altri forum specifici cui ho partecipato erano molto severi su questo perchè si possono fare danni a persone che possono essere deboli nel momento in cui cercano info on line..... e dire "smetti" e magari qualcuno lo fa di botto, io mi preoccuperei se fossi responsabile di un forum.
Insomma, vedo moderare sui detersivi, sulle creme, sulla scientificità degli argomenti, su come non uccidere le lumache per coltivare l'insalata, si richiamano le persone su questo.......
non lo so , sono perplessa....

AlanAdler
Messaggi: 1346
Iscritto il: sab gen 06, 2007 11:06 pm
Controllo antispam: cinque
Contatta:

Re: rispondo a tutti voi e vi ringrazio

Messaggio da AlanAdler » mar ago 19, 2008 10:38 pm

CarmenP ha scritto:VOI COSA VERAMENTE SAPETE DELLA DEPRESSIONE?
No, niente depressione io Carmen, anzi a dire il vero non so di preciso nemmeno di cosa si tratta (sintomi ecc), però so che non sono mai stato in uno stato depressivo. Credo di aver provato qualcosa di simile, qualcosa di più debole, ma non depressione. Certo questo non significa che sono o sono state rose e fiori per me, perchè ci sono diversi modi di sentirsi male, però non sono mai stato depresso. Diciamo che personalmente non accetto la depressione, perchè mi sentirei sconfitto, ma questo ovviamente non significa che chi è depresso è uno sconfitto, solo che la mia è diventata una questione privata tra me e me (già, sembra una battuta, ma non lo è).

Vorrei dire due parole poi sulla questione (psico)farmaci e sperimentazione animale. Il problema della sperimentazione animale è oggi un problema molto discusso, sia sul piano etico, che scientifico, ovvero sulla validità scientifica della sperimentazione animale. C'è chi la difende, chi la respinge, e questa ovviamente non è la sede per discuterne. Anche essendo pienamente d'accordo con quanto detto da Harlock, è pur vero che chi si trova in uno stato depressivo grave (o in uno stato patologico grave) non ha la lucidità per riflessioni di questo tipo (ma credo, o forse mi sbaglio, che anche Harlock pensi questo). Io personalmente in passato ho preso anche antidepressivi, ma dopo un annetto li ho messi da parte, anche per considerazioni etiche sulla sperimentazione animale. In quel periodo mi andavo interessando di queste cose, e sapendo quali esperimenti vengono compiuti sugli animali per la sperimentazione di psicofarmaci come quello che prendevo, mi faceva sentire peggio che il non prenderlo. Io ovviamente avevo la possibilità (anche se un altro, nel mio caso, avrebbe preferito continuare la terapia), ma sono anche consapevole che non tutti, anche se vorrebbero, riuscirebbero a staccarsi dallo psicofarmaco. Il problema poi non è tanto chi prende per necessità il farmaco (ovvio, poi c'è gente che per un raffreddore si imbottisce di antibiotici...), purtroppo, ma è a monte. Comunque se qualcuno mi chiedesse un parere sugli psicofarmaci, io gli sconsiglierei di prenderli, ma non solo per la questione etica della sperimentazione animale. Chiudo evitando OT.

Comunque, per quel che si è detto in questo thread, credo che ognuno abbia le sue esperienze e in base a quelle possa dare consigli in buona fede, senza intenzione di recare danni ad alcuno.

ciao

Riccardo

Avatar utente
CarmenP
Messaggi: 30
Iscritto il: lun ago 11, 2008 8:50 pm
Località: Lombardia

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da CarmenP » mer ago 20, 2008 10:13 am

Grazie a Franceschilla per aver detto cose molto intelligenti, tra cui:

"Secondo me se hai passato cose simili (davvero), poi non vai a predicare sui disturbi degli altri..... anche a me è capitato spesso gente che mi dice "ah sì pure io il panico" e vogliono dire che qualche volta gli è venuta la tremarella

p.s. io comunque mi augurerei che qualcuno responsabile del forum mettesse un messaggio moderatore in questa cartella riguardo a consigliare di smettere i farmaci ...... in altri forum specifici cui ho partecipato erano molto severi su questo perchè si possono fare danni a persone che possono essere deboli nel momento in cui cercano info on line..... e dire "smetti" e magari qualcuno lo fa di botto, io mi preoccuperei se fossi responsabile di un forum.
Insomma, vedo moderare sui detersivi, sulle creme, sulla scientificità degli argomenti, su come non uccidere le lumache per coltivare l'insalata, si richiamano le persone su questo.......
non lo so , sono perplessa....
franceschilla

Grazie anche a Riccardo. Rispetto il tuo parere ma ribadisco che la sofferenza depressiva (ti elenco solo alcuni sintomi insopportabili: apatia, astenia, anedonia, percezione distorta della realtà, mania di persecuzione [es. pensi che certe persone ce l'abbiano con te, tramano alle tue spalle per danneggiarti, che Dio ti odi e ti stia punendo, che la sfiga ti perseguita ecc..), vertigini, panico con parestesie (testa che formicola, braccia infuocate come se ardessero, paura indifferenziata, ansia paralizzante, bocca secca, nodo alla gola, pianto e la piu' grave, per me, è LA MANCANZA DI SENSO IN TUTTO CIO' CHE FAI CHE LA MALEDETTA DEPRESSIONE DA') non è affatto cosa da poco per cui stai a pensare alla sofferenza degli animali/cavia o alle alternative agli psicofarmaci.
ciao
Carmen

AlanAdler
Messaggi: 1346
Iscritto il: sab gen 06, 2007 11:06 pm
Controllo antispam: cinque
Contatta:

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da AlanAdler » mer ago 20, 2008 2:00 pm

CarmenP ha scritto:Rispetto il tuo parere ma ribadisco che la sofferenza depressiva non è affatto cosa da poco per cui stai a pensare alla sofferenza degli animali/cavia o alle alternative agli psicofarmaci.
esatto, sono assolutamente d'accordo con te :)

Avatar utente
alFaris
Messaggi: 1585
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:01 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Bracciano - Roma

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da alFaris » mer ago 20, 2008 7:57 pm

Essalamu Elikah!

mea culpa mea culpa - mea maxima culpa... ebbene sì - mi sono preso qualche giorno di riposo... ma non vi ho dimenticati! :-)

C> VOI COSA VERAMENTE SAPETE DELLA DEPRESSIONE?

be' più o meno quello che scrivi tu

C> IO POSSO DIRVI CHE ESSA E' IL MALE. ESSA SVUOTA, IMPOVERISCE, INARIDISCE, TI
C> PARALIZZA, TI BLOCCA, TI FA PERDERE TUTTO, TI UCCIDE.

la depressione è la più convinta e assoluta certezza che la situazione personale rimarrà tale da qui all'eternità... perché dura ormai da troppo tempo perché gli altri sono in realtà morti che camminano sicché è inutile chiedere un aiuto - stanno bene così perché sono totalmente privi di sensibilità...

solo - ricorda le parole di lakura

l>> si, vero, pero' non e' invincibile.

e io ribadisco - se sono riuscito a uscirne io allora _chiunque_ può uscire...

in quel tempo avevo per me un motto preso dal nome di una società editrice anarchica... oggi quel motto compare ancora come messaggio iniziale dei miei telefoni mobili - il suo ruolo è solo di farmi ricordare che cosa è successo e dove sono arrivato ed è per questo che ogni volta che accendo rileggo con un sorriso quest'imperativo... Sempre (A)vanti! >:-(

C> AVETE MAI PENSATO CON PAURA ED INSISTENTEMENTE A FARLA FINITA?

mah ti dirò... neanche tanto con "paura"... alla fine la domanda che sorge è - ma chi mi fa fare questa vita? che cosa mi paga - appaga - ripaga da questa continua voga contro corrente visto che poi alfine tanti e tanti da questa corrente si fanno volontariamente trascinare e di ciò si beano riccamente?

C> AVETE MAI AVUTO PAURA DI FARE DEL MALE A QUALCUNO, TIPO UNO DELLA FAMIGLIA?

no ma la mia situazione è differente dalla tua... io ho avuti genitori che meglio sarebbe stato se quella sera fossero rimasti a guardare la televisione... sono senza affetto e senza figlî da sempre quindi nessun problema da questo punto di vista...

C> VI SIETE MAI SENTITI COL CERVELLO SPAPPOLATO, INCAPACI DI REAGIRE, COME FOLLI,
C> PER ESEMPIO IN BALIA DI ATTACCHI DI IRA CONTRO IL PRIMO CHE VI HA DETTO
C> QUALCHE PAROLA O FRASE CHE AVETE FRAINTESO?

ripeto - no la mia reazione aveva sempre una valida base però indubbiamente tante volte avrei voluto spaccare la faccia a uno di quei cadaveri che camminano...

invece tu - perché non sopporti più il tuo compagno? incompatibilità incomprensione o che cos'altro?

C> ED ORA, COME PERCEPITE IL VOSTRO MONDO?

adesso ho capito il grande valore della mia persona... ho capito che io funziono perfettamente proprio perché quando c'è qualcosa che funziona male il mio corpo la mia anima _tutto_ di me reagisce a questa cosa che funziona male... quindi invece di chiedermi che cosa funzioni male in me mi domando che cosa sta andando male intorno a me...

> GRAZIE A TUTTI CARMEN

ferma lì! ;-) mica ho finito...

[...]

C> Harlock, se non hai sperimentato la depressione, non sai cosa stai dicendo.

8:-) vedi? VEDI? vedi... che in fondo sotto allo strato di pomice e cenere c'è ancora la leonessa pronta a reagire? :-))) questa! è la mentalità che ti permetterà di uscire dal tuo inferno!

C> LA MANCANZA DI SENSO IN TUTTO CIO' CHE FAI CHE LA MALEDETTA DEPRESSIONE DA'

questo! è il tuo grande nemico... mentre invece devi aprire gli occhî e capire che tu sei la persona normale perché dinanzi alle situazioni negative tutto il tuo corpo risponde! così è normale e così dovrebbe essere... non come certi promotori finanziarî che suggeriscono investimenti fallimentarî dimenticandosi che dinanzi hanno padri di famiglia persone civili che di lì a qualche anno si troveranno senza neanche la casa...!

invece che cosa ti racconta il diavoletto bugiardo?

C> E se la mia depressione fosse anche e principalmente di natura biologica (ho avuto una
C> zia paterna suicidatasi per depressione)?

due sole parole - falla finita! io sono figlio di un alcolista sicché figurati per quanta parte la mia biologia avrebbe dovuto risentire di questa situazione... no ti assicuro la depressione è un problema dell'anima grande gigantesco enorme ma da cui si può uscire fuori...

C> Se davvero i neurotrasmettitori impazziscono periodicamente

quello è il panico... per quello potrebbe anche essere vero ciò che dici tu però ho scoperta gente guarita da quella sindrome quindi probabilmente

C> anche a causa di fattori ambientali di una certa rilevanza

anche in quel caso la "genetica" c'entra ben poco...

C> E poi il cervello si abitua a quelle sostanze e "si guasta",

anche qui - abbandona questa favolistica della dipendenza da farmaco... il farmaco serve solo per attutire le sensazioni della depressione ed è per questo che noi tutti suggeriamo di combattere il male... altrimenti esso rimane presente e ti continua a limitare la vita come giustamente scrivi tu

C> Senza il farmaco spesso la percezione della realtà è come alterata, ho paura di impazzire,
C> sento che tutto mi minaccia...
C> Non si può vivere così. Ma col farmaco mi sento spenta, non so, non posso dire di stare
C> bene

perciò _cancella_ frasi di questo genere

C> Voi siete uscite dal male perchè il vostro cervello non è "provato" come il mio da tante
C> vicissitudini e dalla predisposizione familiare.

credimi - ne uscirai anche tu! ;-)



Ua Elikah Essalam! by alFaris

lakura
Messaggi: 608
Iscritto il: ven apr 28, 2006 9:26 am
Località: UK

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da lakura » mer ago 20, 2008 10:04 pm

Carmen, se la cosa ti puo' aiutare il fatto che la depressione passi tra generazioni ma come modello comportamentale non come fattore genetico e' una cosa che mi disse lo psicoterapeuta responsabile di tutti i servizi di igiene mentale della ASL della mia zona e me lo diede per provato (mi spiace, ma in questo caso non ho mezzo riferimento bibliografico).

Insomma, non era l'idea dell'ultimo inetto o neolaureato - fra l'altro, quel tipo era un grande... m'ha regalato anche un'altra "perla", vale a dire che tutti siamo vagamente disfunzionali, e' normale.
Ora, sembra una banalita' ma io l'ho trovato molto confortante. Primo perche' una delle ossessioni che ti vengono quando cominci a lavorare su di te e' arrivare ad essere "senza cose da correggere", che e' obbiettivamente impossibile e inutilmente ansiogeno e frustrante. Secondo, perche' a partire da li' cominci a ripensare il concetto di "normale"... (e qui mi interrompo senno' finirei per tediarti con considerazioni estemporanee :mrgreen: )

come ho fatto senza farmaci? ho una testardaggine di un mulo, stessa tecnica di al-faris, piu' o meno (passera', soprattutto *deve* passare)e psicoterapia. Ma onestamente credo davvero quello che ho scritto ad Harlock, cioe' che ci siano delle profondita' della depressione che non ho esperito. Meno male per me, devo dire. Se ti devo dire la verita' non lo so mica se prenderei farmaci in quel caso... forse se non fossi piu' in grado di alzarmi dal letto... se pensassi ossessivamente al suicidio...probabilmente si. Non so. Diciamo che per quel che riguarda me stessa tendo a rifiutare i farmaci. Il che non significa che altri non li possano prendere. Diciamo che non li sopporto solo quando diventano il sostituto di un lavoro che fondamentalmente devi fare tu che stai male. Ne ho sentite tante di teorie puramente biologiche e a mio modesto parere sono delle cazzate mostruose. Ovvio che quello che mi succede e' misurabile in un cambiamento fisiologico/fisico, ho un corpo e questo e' fatto di molecole. Anche l'innamoramento e' misurabile cosi'. Ma finisce li? secondo me no. Quindi per me lo squilibrio misurabile nel fisico e' solo un indice, una conseguenza, ma non e' la causa. E se non rimuovi la causa stai da capo a dodici.
Tant'e' che conosco qualcuno che i farmaci li prende da una vita e non ha risolto una beneamata :roll:

cmq, se stai considerando l'ipotesi di interrompere i farmaci non farlo da sola, fatti seguire da un medico. Ci sono delle procedure da seguire, non si scherza con queste cose.
E senno' tieniteli, come un bastone temporaneo per tenerti sufficientemente su. Pero' cerca la causa, o le cause. Senza risolverle non approderai a niente.

courage :D


p.s. franceschilla, secondo me zitto zitto pure il nostro alfiere ha ancora i suoi bei strascichi :wink: ... mo' lui ci fa il moderatore superfigo :mrgreen: pero' ogni tanto secondo me lo tano... in qualche strascico di rabbia, in genere. Besos, stefano (tanto non te la prendi, no? :mrgreen: )

Avatar utente
franceschilla
Messaggi: 530
Iscritto il: lun gen 21, 2008 4:00 am

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da franceschilla » gio ago 21, 2008 8:19 pm

Eh vabbèèèèèè due strascichini non si negano a nessuno :mrgreen:

riguardo la disfunzionalità ci sarebbero pure dei "diamanti" in un libro di James Hillman - se non crediamo a lui a chi dovremmo credere? come psichiatri-psicologi intendo -
non so se avete letto "Cent'anni di psicanalisi - e il mondo va sempre peggio"

là si dice che in una società disfunzionale come la nostra (occidentale e modelli occidentali in generale) sarebbe impossibile essere "funzionali" .
Ribaltando la questione significa che se sei funzionale a tutto questo che ti propinano giornalmente su come dovresti vivere e veramente ti adatti a ciò: sei praticamente pazzo...... e non il contrario.


....Carmen che cosa ne pensi? Riesci in qualche modo ad intravvedere che se hai passato tristi vicende e ora fossi tutta allegra e pimpante, tutto ciò non sarebbe normale? Riesci a darti il diritto di stare male, il diritto di essere così come sei ......? e così automaticamente a darti il diritto di stare meglio ?


ciao

grazie a tutti per questo topic fruttuoso :wink:

Morwen
Messaggi: 23
Iscritto il: dom ago 05, 2007 4:53 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Provincia Milano
Contatta:

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da Morwen » dom ago 24, 2008 11:17 am

Sono una depressa quasi guarita.Prendo psicofarmaci da un anno e ora sto bene.Ho cominciato a praticar yoga e Thai Chi e sto ancora meglio.Quelle pratiche sono un toccasana,almeno,per me è stato così.^__^
Spero tu possa trovare la tua strada per la guarigione.
Un abbraccio positivo.
Morwen

Avatar utente
alFaris
Messaggi: 1585
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:01 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Bracciano - Roma

Re: perchè non si guarisce?

Messaggio da alFaris » dom ago 24, 2008 6:23 pm

Essalamu Elikah!
lakura ha scritto:Carmen,
leggi con attenzione...
lakura ha scritto:se stai considerando l'ipotesi di interrompere i farmaci non farlo da sola, fatti seguire da un medico. Ci sono delle procedure da seguire, non si scherza con queste cose.
E senno' tieniteli, come un bastone temporaneo per tenerti sufficientemente su. Pero' cerca la causa, o le cause. Senza risolverle non approderai a niente.
inoltre - tieni conto che ti sostengo anch'io! ;-) quindi mi unisco anche al
lakura ha scritto:courage :D


ps
lakura ha scritto:p.s. franceschilla, secondo me zitto zitto pure il nostro alfiere ha ancora i suoi bei strascichi :wink: ... mo' lui ci fa il moderatore superfigo :mrgreen: pero' ogni tanto secondo me lo tano... in qualche strascico di rabbia, in genere. Besos, stefano (tanto non te la prendi, no? :mrgreen: )
chi io?! nooo...

Immagine



Ua Elikah Essalam! by alFaris

Rispondi