Cocciniglia e ceralacca

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
Avatar utente
silenzio
Messaggi: 258
Iscritto il: mar ago 07, 2007 8:42 am

Cocciniglia e ceralacca

Messaggio da silenzio » mer giu 11, 2008 9:26 am

Vi vorrei coinvolgere nel dubbio che mi attanaglia.

COCCINIGLIA
Si tratta del colorante rosso E120, utilizzato principalmente nell'industria alimentare e dei tessuti.
A volte leggo che è prodotto sinteticamente, altre che deriva dall'animale cocciniglia: premesso che non rischio assolutamente di utilizzare prodotti con dentro questa crudeltà/porcheria (a secondo del mondo da cui viene presa), mi sapete dire da dove viene ricavata ?

CERALACCA
Discorso quasi simile, credevo fosse di derivazione animale (quale ?) ma ho letto arrivi anche sostante vegetali.
Tra l'altro - divagando un attimo - il lucido da scarpe TAPIR contiene sia ceralacca che cera d'api (!!), dunque non è esattamente veg come mi si era tentato di far credere ....


Ciao a tutti, Veg* e Incons*

Incantesimo
Messaggi: 52
Iscritto il: mer giu 14, 2006 12:36 am

Re: Cocciniglia e ceralacca

Messaggio da Incantesimo » mer giu 11, 2008 12:17 pm

La cocciniglia un tempo era di derivazione animale,adesso e' esclusivamente di sintesi,visti i costi e parlo per l'industria alimentare.
Per ottenere il colore si utilizzava proprio l'insettino,perche' rossa e' la secrezione che lui produce e si cosparge di questa per difendersi dai predatori.
Io sono cmq contraria anche ai coloranti di sintesi perche' non ne vedo la necessita';-)
Discorso diverso invece per i colori da belle arti e restauro,li viene ancora utilizzata la cocciniglia.

La ceralacca invece ' è costituita da gommalacca, trementina veneta, e pigmenti colorati.
La gommalacca e' una secrezione dell' insetto kerialacca .
Questo insetto per potersi arrampicare sugli alberi li cosparge di questa secrezione.
Tieni presente che quasi tutta la frutta non biologica ,che viene lucidata,contiene tra altro la gommalacca.
Viene poi utilizzata in campo alimentare,piu' spesso di quel crediamo, come additivo alimentare con il numero E904.

Avatar utente
silenzio
Messaggi: 258
Iscritto il: mar ago 07, 2007 8:42 am

Re: Cocciniglia e ceralacca

Messaggio da silenzio » mer giu 11, 2008 12:31 pm

Risposta più esauriente (e veloce) non avrei potuto ricevere, grazie!

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Re: Cocciniglia e ceralacca

Messaggio da Daria » mer giu 11, 2008 12:53 pm

L'E120 (cocciniglia) è un colorante naturale che si ricava dal corpo essiccato di alcuni insetti (Coccus Cacti) che si nutrono della linfa di piante, soprattutto di succulente.
Questa sostanza dal colore rosso (detto anche Carminio), è presente soltanto nelle femmine e raggiunge la massima concentrazione in quelle gravide. Gli insetti vengono allevati naturalmente sulle pale dei fichi d'india e le femmine vengono raccolte (staccandole con delle lamine metalliche) poco prima della deposizione delle uova, ed essiccate. Dal loro corpo viene estratto il colorante che può essere usato in tintoria, nell'industria dolciaria, per la colorazione di liquori o bibite rosse (o arancio scuro) e l'inchiostro e in prodotti cosmetici.
Nonostante alcuni sostengano che gran parte dell' E120 oggi sia prodotto sinteticamente, non vi è prova alcuna che questo corrisponda ai fatti concreti. Anzi, questi insettini sembrano molto richiesti dall'industria come colorante, e vi sono addirittura paesi in cui l'allevamento della cocciniglia è largamente diffuso: Perù (produttore dell'85% della cocciniglia a livello mondiale), Canarie e Spagna meridionale si collocano ai primi posti della produzione.
E' meglio dunque evitare i prodotti che ne contengano. Anche le Kosherut (le norme alimentari di purità proprie della religione ebraica), escludono l'utilizzo di alimenti e bibite contenenti E120 che vengono classificati tra gli alimenti proibiti. Fonte: http://www.veganitalia.com

per la ceralacca, alla risposta più che esauriente di Incantesimo, aggiungo solo un piccolo particolare...
ci sono diversi tipi di ceralacca, in alcuni dei quali possono aggiungere anche la cera d'api..

Avatar utente
silenzio
Messaggi: 258
Iscritto il: mar ago 07, 2007 8:42 am

Re: Cocciniglia e ceralacca

Messaggio da silenzio » mer giu 11, 2008 1:05 pm

Tranquille (e con questo tranquillizzo anche me stesso) che non rischierò nemmeno lontanamente che la mia mente sfiori la più remota possibilità di venire - pur per un solo istante - a contatto con una di queste "sostanze", vegetali o non che siano.

Dopo tutte queste parole m'è proprio venuta voglio di un ottimo Campari ...... :twisted:


(..... Dai che, nonostante tutto, riesco ancora a prendermi in giro !)


Ciao e grazie

Avatar utente
biancaneve65
Messaggi: 153
Iscritto il: mar feb 07, 2012 1:23 am
Controllo antispam: cinque

Re: Cocciniglia e ceralacca

Messaggio da biancaneve65 » lun ott 05, 2015 2:00 pm

Qualcuno sa dirmi se esiste un sostituto vegetale della gommalacca? :roll:

Osawakaten
Messaggi: 3
Iscritto il: sab ago 22, 2015 4:12 pm
Controllo antispam: diciotto

Re: Cocciniglia e ceralacca

Messaggio da Osawakaten » dom nov 01, 2015 9:55 am

Qualcuno sa dirmi se esiste un sostituto vegetale della gommalacca?
sbobet iphone

Rispondi