AIUTO... non vuole piu' poppare!!!

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
Giuliana
Messaggi: 28
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:00 pm
Località: Torino - mamma di Agnese 23-01-2004

AIUTO... non vuole piu' poppare!!!

Messaggio da Giuliana » lun dic 13, 2004 11:09 am

Sono davvero sconsolata...
Agnese ha avuto una brutta influenza con una forte rinite (non riusciva piu' a respirare dal naso!!!), ma ormai sono passati quasi tre giorni e quando la avvicino al seno per poppare piange disperata contorcendosi, si calma solo se la prende suo papa'!!!!
Cosa e' successo? Ha solo 10 mesi e mezzo e fino a qualche giorno fa adorava poppare ed ormai era diventato il suo modo per addormentarsi la sera e il pomeriggio e fare la colazione al mattino....
Che tristezza, io volevo allattare ALMENO fino all'anno... ma cosi' non ci arrivo mica!!!!
Io NON voglio comprare il LATTE FINTO... pero' qualcosa glielo devo dare! Finora ho tamponato con lo yogurt (che comunque mangiava gia' prima).
Aiutatemi per favore, cosa posso fare?
Giuliana

MARI
Messaggi: 30
Iscritto il: mar ott 05, 2004 2:33 pm

Messaggio da MARI » lun dic 13, 2004 11:46 am

non preoccuparti troppo, vedrai che riprenderà appena sta meglio. Magari per aiutarla puoi provare ad attaccarla quando è nel dormiveglia perchè può darsi che abbia paura di sentir male o di non riuscire a respirare.
A volte succede che i bambini prendono paura se ciucciando hanno sentito male o se non riuscivano a respirare e riproporre la poppata in un momento in cui sono mezzo addormentati li fa essere meno reattivi e preoccupati.
Agnese è davvero ancora piccola , vedrai che nemmeno lei ha la minima intenzione di svezzarsi!!!
mari

Giuliana
Messaggi: 28
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:00 pm
Località: Torino - mamma di Agnese 23-01-2004

Messaggio da Giuliana » mar dic 14, 2004 1:01 pm

Oggi e' il quarto giorno!!!!!
Ho proprio paura che non riusciro' piu' a tornare indietro!!!
Quando la avvicino alla tetta, neanche prova a poppare, si mette a strillare come una pazza!!!!
Ma io che cosa le ho mai fatto????????

Il momento della nanna per lei e' sempre stato "difficile" (non ha neanche mai dormito molto), attaccarla al seno era l'unico modo di rilassarla e addormentarsi, altrimeni si addormenta in braccio, passeggiando e cantando ma PIANGENDO!!!!!
Io non riesco a farla piangere cosi', in questi giorni si e' sempre addormentata in braccio a suo papa'!

Sono davvero disperata...

Iregaia
Messaggi: 695
Iscritto il: mer ott 06, 2004 8:21 am
Località: Correggio (RE) Emilia - mamma di Gaia 31/10/03 e Giulio 09/03/06

non so se può essere utile....

Messaggio da Iregaia » mar dic 14, 2004 1:20 pm

Antonella Sagone ha scritto:Come per tutte le cose, bisogna considerare che i bambini sono diversi uno dall'altro (anche i profumi se è per questo!)

Ci sono bambini che appunto "nonglienepòfregàdimeno" dei profumi della mamma, del fatto che sta sdraiata in penombra o sta guidando in mezzo al traffico o è a un concerto rock, della posizione in cui viene tenuto: popperebbe anche a testa in giù. Altri bambini guai se gli sfiori la testa mentre poppano, o suona il telefono o vola una farfalla nel suo campo visivo: si distraggono (o magari si straniscono pure) e addio poppata.
Quindi anche gli odori rientrano nella categoria dei potenziali elementi di "disturbo", anche se non è detto che lo siano per tutti. Ma quando un bambino improvvisamente comincia a rifiutare il seno, questo è uno degli elementi da prendere in considerazione.
Non dimentichiamoci poi che esistono le allergie e le intolleranze; ad esempio mia figlia, che soffre di asma fin dai primi mesi di vita, può avere un attacco di broncospasmo "scatenato" da certi profumi forti.
Personalmente penso che il profumo più bello che si può far sentire al bambino sia quello della pelle della mamma, ma se siete patite dell'essenza di violetta o quant'altro, il suggerimento è di non eccedere e di controllare le reazioni del bambino per capire se ne è disturbato.
Antonella

Giuliana
Messaggi: 28
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:00 pm
Località: Torino - mamma di Agnese 23-01-2004

Messaggio da Giuliana » mar dic 14, 2004 2:37 pm

Grazie Irene...
Ma non penso sia questo il mio caso, non metto mai profumi, uso solo un deodorante sotto le ascelle ma e' sempre il solito.
Comunque anche a me era venuta in mente questa cosa, cosi' ho provato a lavare il seno con acqua prima di proporglielo, ho provato a spremere un po' di latte e sfregarlo sul capezzolo per darne il "profumo" giusto...
NIENTE!!!
NIENTE!!
NIENTE...!!!!!!!!

Giuliana
Messaggi: 28
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:00 pm
Località: Torino - mamma di Agnese 23-01-2004

Messaggio da Giuliana » mar dic 14, 2004 3:09 pm

Non so piu' cosa provare...

E NEANCHE CHE COSA PENSARE...
Agnese e' tranquilla, non sta risentendo per nulla di questo distacco!
A volte dormendo sognava di poppare, ora non l'ho fa piu'!!!
Non cerca altre cose da succhiare, non cerca un maggiore contatto!
La mattina va all'asilo ed e' felice e serena come sempre, sia quando la porto e vado via sia mentre sta la'!
Questa notte ha dormito tutta la notte (da quando e' nata e' successo solo 5 o 6 volte!!!)!

Insomma e' proprio solo un problema mio!!!???

Giuliana
Messaggi: 28
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:00 pm
Località: Torino - mamma di Agnese 23-01-2004

Messaggio da Giuliana » mer dic 15, 2004 11:48 am

mi scrivete una parolina di conforto.....

Antonella, mi dici il tuo parere???

Grazie

Giuliana
Messaggi: 28
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:00 pm
Località: Torino - mamma di Agnese 23-01-2004

Messaggio da Giuliana » gio dic 16, 2004 9:06 am

Non mi lasciate da sola...

Chiara
Messaggi: 591
Iscritto il: mar ott 05, 2004 2:52 pm
Località: Milano, Mamma di Paolo (20/5/04)
Contatta:

Messaggio da Chiara » gio dic 16, 2004 10:36 am

Ciao Giuliana, non sono abbastanza competente per darti un consiglio che risolva la situazione, però hai tutta la mia solidarietà...

Hai provato a dargli da bere il tuo latte con il bicchiere? Lo accetta?
Se lo accetta prova a tirare avanti così per un po' togliendoti il latte da sola, magari tra un po' gli passa e vorrà poppare di nuovo alla grande.

Altro non saprei consigliarti...
Un caro saluto
Chiara

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

Messaggio da Antonella Sagone » ven dic 17, 2004 2:59 pm

ciao Giuliana,
mi dispiace essere stata poco presente in questi giorni ma sto lavorando fuori casa e ho un accesso al PC molto limitato.
A volte il bambino rifiuta il seno dopo la vaccinazione, perché non si sente bene o anche se è stato messo nella posizione di allattamento mentre riceveva l'iniezione. I motivi per uno sciopero sono 1000 ed è molto più facile arrivarci parlando a voce che per email; in alcuni casi non si riesce mai a capire il perché, ma si possono comunque fare delle cose che aiutano.

Lo sciopero del seno è un'esperienza durissima per la mamma, e sembra quasi che il bambino rifiuti la mamma stessa, ma non è così: il più delle volte, sta esprimendo una difficoltà che non riusciamo per il momento a capire.
Il problema va affrontato su due livelli: uno pratico (che cosa gli dò da mangiare??) e uno emotivo.
Per quanto riguarda il lato pratico, è utile che tu ti tiri il latte, in modo da poter provare ad offrirlo con un bicchierino, una tazza, una siringa di plastica e simili. Se lo accetta, abbiamo già appurato che il problema non è semplicemente che non vuole il latte o non sta bene e non vuole bere: è la suzione al seno che in quel momento gli crea problemi. In caso rifiuti anche il latte col bicchierino, sarebbe opportuno vedere bene in bocca, vedere se non sta bene, capire se qualcosa che tu assumi ha cambiato il sapore (ad esempio vitamine, farmaci, tisane, nuovi cibi).
Secondo passo è provare a variare la posizione di allattamento per capire se ce n'è una in cui il bambino accetta di più (o rifiuta di meno). Questo ci può dare indizi, come pure osservare le differenze legate all'orario, il luogo o la situazione di allattamento (luce, buio, silenzio, movimento, notte/giorno, ecc.).
Se riesci a dargli il tuo latte tirato, ti pruoi prendere tutto il tempo che vi serve, con calma, per capire se c'è uin problema e qual è.
Nel frattempo, cerca di non focalizzarti solo sul farlo attaccare alla tetta (lo so, è difficilissimo!!): dagli da mangiare in altro modo, e recupera il contatto con lui in momenti in cui è sazio: dormendo insieme a lui, recuperando il contatto pelle a pelle, facendo il bango insieme, portandolo addosso... Questo è importante per tutti e due.
In genere il bambino che sciopera riprende a poppare la notte, poi di nuovo anche il giorno.
Svezzamenti precoci a 10 mesi sono insoliti, e non sembra il tuo caso, dato il fatto che è stato così brusco e che il bambino era contrariato...
ora non saprei dire, ma tirarsi il latte è comunque una buona idea per prendere tempo... non perdere le speranze, perché a volte ci vuole tempo per recuperare.
intanto, al di là del fatto che poppi o non poppi, vai con le coccole!!
Antonella

Giuliana
Messaggi: 28
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:00 pm
Località: Torino - mamma di Agnese 23-01-2004

Messaggio da Giuliana » lun dic 20, 2004 10:13 am

Sono ormai passati 10 giorni...
Posso solo dire di avere provato veramente di tutto...
Mi sono tirata il latte (una faticaccia: non l'avevo mai fatto!) ma Agnese non l'ha voluto in nessun modo, ne' bicchierino, ne' cucchiaino, ne' biberon (contettarella a 1 foro, a 3 fori, con foro allargato!!!). Non vuole neanche il latte vaccino (come mi ha detto il ped allungato al 50%). E' un periodo che beve molto poco (non ha mai bevuto molto, prendendo il mio latte!).
La mattina l'unica cosa che accetta e' lo yogurt (le do quello magro al naturale) con i biscotti a parte da sgranocchiare. Solo stamane ho provato a mettere della farina di miglio nel latte diluito e l'ha mangiato.

Si, sto gettando la spugna... con il cuore a pezzi!
Tutti quelli a cui ne parlo mi dicono che comunque l'ho gia' allattata parecchio, mi sembra che nessuno capisca il mio dispiacere!!!
Io piango di nascosto e ho paura di aver sbagliato qualcosa (ma non so cosa...).

Lo so ci sono problemi ben piu' grandi, ma io, sara' per la stanchezza e per la solitudine, mi sento malissimo!!!

...non pensavo potesse succere anche a noi! Agnese ha sempre poppato con gusto e all'inizio ero partita con un allattamento misto (per disinformazione e per insicurezza), ma lei ha sempre preferito il seno al biberon e dopo una ventina di giorni ho buttato via polverine, sterilizzanti e vari e l'ho allattata esclusivamente al seno fino a quasi 7 mesi.

Adesso e' finito tutto, lei e' serena (ma lo e' veramente?), ma io sto da schifo!!!!

Giuliana

Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

Messaggio da Antonella Sagone » lun dic 20, 2004 6:45 pm

cara giuliana,
intanto cerca di recuperare dei momenti con Agnese che non siano focalizzati al mangiare: stai insieme a lei godendotela al di là del fatto che poppi o meno in questo momento.
Non sappiamo ancora che cosa è successo o sta succedendo, quindi è presto per decidere che lei non ne vuole più sapere, né sappiamo il motivo. Potrebbe ancora avere fastidio a succhiare, o essere una bambina molto volitiva che sta affermando qualcosa nel modo che può, non avendo parole, su una difficoltà che ha o che ha avuto. A volte ho visto bambini riattaccarsi dopo 2-3 settimane di sciopero.
Considera che dopo 10 mesi di allattamento il latte non va via in un giorno, quindi se tu ti tiri quel tantino di latte che ti serve per diluire le pappe o magari la purea di frutta e simili, questo è più che sufficiente a mantenere la lattazione, e se nelle prossime settimane la tua bimba dovesse decidere di riattaccarsi il latte potrà di nuovo aumentare.
Quindi non sentirti sotto rpessione per produrre latte, né facci sentire lei, perché in genere questo ottiene l'effetto opposto.
prenditi del tempo per stare semplicemente con Agnese, insieme, entrare in contatto senza porti obiettivi; a volte le risposte vengono da sole nel momento in cui si "molla". Avete bisogno entrambe di sentirvi vicine l'una all'altra, al di là della direzione che prenderà la vostra relazione.
un abbraccio forte
Antonella

Rita
Messaggi: 730
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:16 pm
Località: Piemonte,mamma di Nicolas 5 Giugno 2004

Messaggio da Rita » lun dic 20, 2004 8:57 pm

Giuliana ha scritto:
Adesso e' finito tutto, lei e' serena (ma lo e' veramente?), ma io sto da schifo!!!!

Giuliana
No,Giuliana,cara,non buttarti giù così!Dolce,mi dispiace tanto!Vedrai che le cose miglioreranno,fai come dice Antonella,continua a tirarti il latte(lo so che è odioso,neanch'io lo sopporto!),se la tua bimba avrà ancora bisogno della titta ,tu ci sarai.Ti capisco,non è facile la tua situazione,ma sono sicura che,se davvero la tua bimba non volesse più poppare,voi troverete un nuovo equilibrio,fatto di coccole e dolcezze,baci e sorrisi,vedrai,vi amerete come prima,anche di più,forse solo in modo diverso...Pensa solo questo,prima o poi tocccherà a tutte noi(anche a te Anan,vedrai:-))) e sarà per tutte un grosso distacco,ma x i nostri bimbi un grande passo verso quell'indipendenza che giungerà serena,chissà,forse anche grazie a noi ed alla nostra titta!Un bacio con tantissimo affetto,Rita

anan
Messaggi: 518
Iscritto il: dom ott 17, 2004 11:12 pm

Messaggio da anan » lun dic 20, 2004 10:34 pm

cara giuliana,
mi dispiace di aver letto solo ora il tuo messaggio. non ho consigli se non quello di provare a offrirle il seno mentre dorme. l'hai portata dal pediatra? non è che ha qualcosa alla bocca o l'otite?

anche alessandro ad un certo punto della sua vita non era un appassionato della titta. l'unica era allattarlo in piedi e a suon di musica aspettando i momenti in cui aveva sonno.
è stato un momento duro e difficile. vivevamo in una sorta di isolamento, tutto lo distraeva!
la domanda di rito era: si è attaccato???

ad un certo punto la situazione si è ribaltata e alessandro si è trasformato in un appassionato della titta.
semmai un giorno dovesse corteggiare una donzella con lo stesso ardore e perseveranza con cui rivendica la titta, la povera non potrà che cedere o fuggire in un altro continente.

un grosso abbraccio
anna

Rispondi