La B12, questa sconosciuta

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

La B12, questa sconosciuta

Messaggio da Daria » mar lug 24, 2007 8:35 pm

La B12, questa sconosciuta

Articolo di Marina Berati

A quanto sembra, la "questione B12" e' la piu' dibattuta del mondo vegan... perche', dato che la B12 e' l'unica vitamina che non si puo' ricavare dai cibi vegetali, pare che per alcuni questo possa significare che l'alimentazione vegan non e' "naturale".

Perfino alcuni aspiranti vegan, convinti della validita' di questo stile di vita, si pongono il problema della fatidica B12, considerando "tragico" prendere una volta a settimana una piccola compressa ricca di B12.

Sono dubbi che sussistono per pura ignoranza, vale a dire, non conoscenza della situazione: una volta che si sa come stanno davvero le cose, si capisce l'assurdita', e, anche, lasciatemelo dire, il ridicolo di questi dubbi :-)

Punto primo: dove si trova la B12
La vitamina B12 NON e' prodotta ne' dalle piante, ne' dagli animali. La vitamina B12, in natura, e' prodotta esclusivamente da microorganismi (batteri, funghi, alghe). Gli animali che si nutrono di piante, come tutti gli erbivori, i primati, gli elefanti, e molte altre specie, la incamerano nutrendosi di vegetali e acqua contaminati da questi microorganismi (che si trovano nel terreno, parzialmente ingerito assieme alle piante, o nell'acqua). Le piante invece non hanno bisogno di B12, per cui non la producono.

Gli animali carnivori la ricavano mangiando altri animali, perche' la B12 si deposita nei tessuti degli animali erbivori. In alcuni casi, gli animali che si nutrono di piante possono mangiare assieme alle piante anche insetti, nei cui tessuti possono esistere depositi di B12.

Se un animale erbivoro, frugivoro o granivoro, non vive in natura, e gli viene dato cibo "pulito", cioe' non contaminato dai batteri, questo animale sviluppa una carenza di B12, e gli deve essere fornita questa vitamina come integratore. Questi animali sono quelli prigionieri negli zoo, e tutti quelli prigionieri negli allevamenti intensivi. E tutti noi umani, che non viviamo piu' "in natura" e mangiamo cibi "puliti".

Gli animali erbivori che fanno eccezione sono i ruminanti e i conigli: i primi sintetizzano la B12 tramite i batteri naturalmente presenti in uno dei pre-stomaci (il rumine) e poi sono in grado di assimilarla durante le successive fasi della loro complessa digestione, i secondi la sintetizzano nell'intestino cieco e poi riescono ad assorbirla ingerendo una parte del particolare tipo di feci prodotto in questo modo (lo stesso accade per le lepri e alcuni roditori, e anche alcune specie di scimmie mangiano parte delle proprie feci per ricavare alcune sostanze nutritive).

Le condizioni di allevamento sono oggi cosi' innaturali, pero', che anche per questi animali e' la norma somministrare integratori di B12.

Conclusione:
L'innaturalita' non sta nell'assumere un integratore, ma nel tipo di cibo che mangiamo (e ovviamente in tutti i restanti aspetti della nostra vita, che naturale non e' proprio!), ma siccome non e' pensabile di tornare a nutrirci di radici e bacche o comunque di cibo pieno di batteri, l'integratore e' la soluzione piu' ragionevole.

Punto secondo: come viene prodotta la B12
La vitamina B12 NON e' un farmaco. Quella che si compra negli integratori e' esattamente quella che si trova in natura e a cui non abbiamo piu' accesso: quella prodotta dai batteri. Solo che, mentre in natura questi batteri si trovano nel terreno e nelle acque, negli stabilimenti di produzione di B12 i batteri vengono invece "coltivati" su un substrato a base di carboidrati. Per esempio, puo' essere usata la melassa, scarto di produzione dello zucchero. Ci sono vari metodi di produzione, infatti esistono vari brevetti per la produzione di B12. Puo' variare il ceppo di batterio usato (Bacillus megaterium, Butyribacterium rettgeri, Streptomyces olivaceus, Propionobacterium freudenreichii, Pseudomonas denitrificans, e altri), il tipo di substrato, il processo di produzione puo' essere aerobico, anaerobico, misto, puo' variare la temperatura, i tempi, la grandezza dei contenitori in cui sono messi i batteri, ecc.

Conclusione:
NON e' assolutamente necessaria alcuna componente di origine animale per produrre la vitamina B12, ma viene sfruttato il processo gia' esistente in natura, solo che, come abbiamo "denaturalizzato" tutti gli aspetti della nostra vita, anche qui, anziche' mangiarci la B12 prodotta dai batteri nel terreno ci mangiamo quella prodotta dagli stessi batteri tenuti in delle "taniche" contenenti della melassa. E' un gran problema?!

Punto terzo: ha senso ritenere piu' "naturale" la B12 ottenuta dal consumo di carne, latte, uova?
Dai punti precedenti si puo' chiaramente rispondere di no. Non fosse altro per il fatto che per ottenere i prodotti di cui sopra vengono impiegati animali tenuti in condizione di totale innaturalita', imbottiti di sostanze chimiche, antibiotici, altri farmaci, integratori di ogni tipo compresa la vitamina B12 stessa! Quindi, non prendere una compressa di B12 prodotta dai batteri tenuti in uno stabilimento, ma mangiare un pezzo di carne o formaggio prodotto da un animale tenuto in uno stabilimento di allevamento intensivo, cui a sua volta e' stata somministrata la stessa vitamina B12 (perche' il suo cibo e' "pulito" tanto quanto il nostro e perche' non vive in condizioni naturali), e in piu' svariati altri farmaci... non e' esattamente una scelta che ci assicura la miglior "naturalita'", no? E non e' certamente una scelta molto logica e razionale.

Conclusione:
Come preannunciato all'inizio dell'articolo, si scopre che i dubbi sulla mancata naturalita' dell'integrazione di B12 diventano ridicoli, una volta saputo come stanno le cose e ragionato sull'argomento!




Alcune fonti:
http://www.innvista.com/health/microbes ... odprod.htm
http://health.howstuffworks.com/vitamin-b1.htm
http://www.vegetarian.org.uk/factsheets ... sheet.html
http://www.vitaminb12production.ch/


Vari mangimi per animali d'allevamento supplementati di B12 e molte altre vitamine:
http://www.zimoferment.com/italiano/prodotti/suini.html
http://www.regione.piemonte.it/sanita/s ... e/cap5.pdf
http://www.kollant.it/sitoitaliano/rice ... 7&pagina=1

-----------------------------------------------------------

http://www.scienzavegetariana.it/medici/B12sheet.html

http://www.scienzavegetariana.it/nutriz ... raB12.html

nuwanda
Messaggi: 144
Iscritto il: gio set 07, 2006 7:53 pm
Località: Braedstrup, Danimarca
Contatta:

Messaggio da nuwanda » sab set 08, 2007 9:42 pm

Da neo-vegano ho bisogno di consiglio.
Voi la prendete? Con che frequenza?

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Messaggio da Daria » dom set 09, 2007 12:04 am

Si, io la prendo!
Le compresse sublinguali Long Life della Phoenix da 2000 mcg (in farmacia)...una alla settimana è sufficente.

Qui ci sono diversi tipi di integratori:
http://www.scienzavegetariana.it/nutriz ... raB12.html

Personalmente, consiglio a ogni vegan di integrare la vitamina B12, perchè è l'unica vitamina che non si trova nei vegetali...e livelli di B12 molto bassi possono causare anemia e danni al sistema nervoso.

riverbero
Messaggi: 48
Iscritto il: sab nov 11, 2006 9:54 pm

Messaggio da riverbero » lun ott 08, 2007 11:37 pm

e il lievito di birra secco? sapevo che era una buona fonte di vitamina b12 o sbaglio?

marino70
Messaggi: 700
Iscritto il: gio set 08, 2005 2:39 pm

Messaggio da marino70 » mar ott 09, 2007 8:43 am

riverbero ha scritto:e il lievito di birra secco? sapevo che era una buona fonte di vitamina b12 o sbaglio?
Non è una fonte molto "affidabile" e oltre ai problemi di gonfiore la sua digestione ha come controindicazioni la produzione di purine
Ameno così mi pare

annap
Messaggi: 336
Iscritto il: mar feb 06, 2007 7:24 pm
Località: roma

Messaggio da annap » mer dic 05, 2007 3:27 pm

ma per chi non è vegano, ma latto-ovo vegetariano la vitamina b12 si trova o no da qualche parte? Forse le alghe? Ma quante alla settimana? IO per principio odio gli integratori, se fosse possibile li eviterei. Che dite?

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Messaggio da Daria » gio dic 06, 2007 12:13 am

annap ha scritto:ma per chi non è vegano, ma latto-ovo vegetariano la vitamina b12 si trova o no da qualche parte? Forse le alghe? Ma quante alla settimana? IO per principio odio gli integratori, se fosse possibile li eviterei. Che dite?
Ciao Annap :-)
Se non sei vegan, a meno che tu non abbia particolari carenze di B12, (cosa che può succedere anche a chi segue una alimentazione onnivora), non dovresti avere bisogno di integrarla.
I vegetariani trovano la B12 nei prodotti di origine animale: uova e latticini...
Quanto alle alghe, non sono una fonte affidabile di vitamina B12!

annap
Messaggi: 336
Iscritto il: mar feb 06, 2007 7:24 pm
Località: roma

Messaggio da annap » dom dic 09, 2007 4:32 pm

Daria ha scritto:
annap ha scritto:ma per chi non è vegano, ma latto-ovo vegetariano la vitamina b12 si trova o no da qualche parte? Forse le alghe? Ma quante alla settimana? IO per principio odio gli integratori, se fosse possibile li eviterei. Che dite?
Ciao Annap :-)
Se non sei vegan, a meno che tu non abbia particolari carenze di B12, (cosa che può succedere anche a chi segue una alimentazione onnivora), non dovresti avere bisogno di integrarla.
I vegetariani trovano la B12 nei prodotti di origine animale: uova e latticini...
Quanto alle alghe, non sono una fonte affidabile di vitamina B12!
PErché non lo sono? IO ero proccupata invece sull'eventuale effetto tiroideo, pensa tu.
Chiedevo questo perché un medico che conosco mi ha allertato anche senza che fossi vegana su eventuale carenza di B12, dicendo che è solo nelle carni. Bò. MA doice trovare basi scientifiche a questo? E non parlo di siti Internet sporadici, ma siti scientifici?

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Messaggio da Daria » dom dic 09, 2007 11:56 pm


annap
Messaggi: 336
Iscritto il: mar feb 06, 2007 7:24 pm
Località: roma

Messaggio da annap » lun dic 10, 2007 4:22 pm

Grazie mille

Avatar utente
kurtclaudia
Messaggi: 75
Iscritto il: gio nov 08, 2007 8:50 pm

Messaggio da kurtclaudia » mer dic 12, 2007 11:58 am

Anche io prendo la B12 una volta alla settimana, è più comodo e meno stressante da ricordare, ed uso anche i semi di lino per aromatizzare il pane e fare il grana vegano, ho letto che sono molto ricchi di vitamine tra cui anche questa.
Ciao Claudia

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Messaggio da Daria » mar gen 01, 2008 1:50 pm

Riporto questo articolo informativo sulla vitamina B12, tratto da SSNV, assolutamente interessante...

Carenza di vitamina B12: l'ultimo baluardo dei carnivori

Un articolo informativo che sfata molti miti costruiti ad arte...

http://www.scienzavegetariana.it/nutriz ... ivori.html

Avatar utente
ariella
Messaggi: 443
Iscritto il: ven apr 18, 2008 5:02 pm
Località: aprilia (lt)
Contatta:

Re: La B12, questa sconosciuta

Messaggio da ariella » mar mag 20, 2008 9:32 am

ciao Daria, ciao a tutti, io (vegetariana da 29 anni e vegana da 6 mesi...ok, ci ho messo un bel po' :( ma meglio tardi...) non avevo mai preso integratori di b12 e forse, spero, non ce n'era bisogno mangiando latticini e uova
da quando ho escluso tutti gli alimenti di origine animale ho preso l'integratore, ma il mio fidato erborista mi ha detto che assumere la b12 da sola senza le altre vitamine del gruppo b non va bene, ovvero non si assorbe se non in presenza delle altre b.
Per questo sto prendendo Vita b12 e Alimento Bicinquanta della Solgar insieme, ma voi che ne dite? è vero o posso prendere anche la b12 da sola?

ariella

Daria
Messaggi: 4908
Iscritto il: mar nov 14, 2006 7:43 pm
Controllo antispam: cinque
Località: mantova
Contatta:

Re: La B12, questa sconosciuta

Messaggio da Daria » gio mag 22, 2008 8:40 pm

ariella ha scritto:ciao Daria, ciao a tutti, io (vegetariana da 29 anni e vegana da 6 mesi...ok, ci ho messo un bel po' :( ma meglio tardi...) non avevo mai preso integratori di b12 e forse, spero, non ce n'era bisogno mangiando latticini e uova
da quando ho escluso tutti gli alimenti di origine animale ho preso l'integratore, ma il mio fidato erborista mi ha detto che assumere la b12 da sola senza le altre vitamine del gruppo b non va bene, ovvero non si assorbe se non in presenza delle altre b.
Per questo sto prendendo Vita b12 e Alimento Bicinquanta della Solgar insieme, ma voi che ne dite? è vero o posso prendere anche la b12 da sola?

ariella
Ciao Ariella, mi scuso :oops: per non avere visto questa domanda.
Puoi prendere tranquillamente la B12 da sola, anzi...

La carenza di Vitamina B12 costituisce l'unico reale rischio per la salute di un'alimentazione vegana, e deve essere conosciuta al fine di poterla prevenire, anche se la sintomatologia clinica necessita di alcuni anni per iniziare a manifestarsi....
Va quindi pianificata, al momento della scelta dietetica, anche l'assunzione regolare e continuativa di una fonte affidabile di questa Vitamina.

E' stato dimostrato, attraverso studi, che le vitamine B1, B3, C, E, il Rame e il Ferro sono in grado di danneggiare la molecola della B12. Dosi di vitamina C di 500 mg o più assunti durante i pasti o entro l'ora successiva possono ridurre la biodisponibilità della B12 o distruggerla.
Inoltre, è stato dimostrato che i vegetariani che utilizzavano supplementi multivitaminici presentavano livelli sierici medi di B12 superiori a quelli che non ne assumono.
Pertanto pare che i supplementi multivitaminici costituiscano una discreta fonte di B12, sebbene potrebbe essere più sicuro usare un supplemento che contenga solo B12.

A proposito dell'Alimento bicinquanta formula vitamin b complex "50" (marca solgar),

inoltro questa risposta della dott.ssa Luciana Baroni, tratta da "le risposte degli esperti"
http://www.scienzavegetariana.it/medici ... ta937.html

:)

Avatar utente
ariella
Messaggi: 443
Iscritto il: ven apr 18, 2008 5:02 pm
Località: aprilia (lt)
Contatta:

Re: La B12, questa sconosciuta

Messaggio da ariella » gio mag 22, 2008 11:04 pm

grazie mille Daria, anche il link era particolarmente appropriato...

una cosa mi lascia perplessa, quando si dice che "la quantità di vitamina assorbita è inversamente proporzionale alla dose ed alla frequenza di assunzione: dosi piccole e frequenti sono quelle meglio assorbite, per dosi superiori ai 500 mcg l'assorbimento crolla all'1% della dose assunta"...

ma quindi non è vero che è meglio prendere la b12 una volta la settimana in una dose unica, come sto leggendo un po' dappertutto, e invece sono meglio piccole dosi quotidiane, o sbaglio?

scusate l'ignoranza, è la prima volta che prendo un integratore :cry: !

Rispondi