Uno sgarro imprevisto!

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
gioman
Messaggi: 590
Iscritto il: lun set 18, 2006 8:55 pm
Località: Cagliari

Uno sgarro imprevisto!

Messaggio da gioman » dom nov 05, 2006 1:52 am

Dopo giorni e giorni di insalate succulente e frutta deliziosa, datteri, noci e avocados con poche altre cose stasera vado fuori a cena con amici.
Al ristorante anzichè ordinare la mia insalata mi lascio tentare da un bel piatto di fave e da ravioli alla melanzane e zucchine.
Arrivano le fave e inizialmente le trovo gradevoli ma poi inizio a sentirle troppo salate. Dopo un po, dato che la porzione era abbondante, che ti pesco sul fondo della ciotola? Un bel pezzetto di cotenna di maiale.........
Preso dalla piacevole conversazione non avevo fatto caso alla composizione del piatto scritta in piccolo sul menu e dunque non potevo neppure recriminare con le gentilissime cameriere ne volevo rovinare la serata rendendo "pubblico" il mio disappunto...
Arrivo a casa, con una specie di mattone nello stomaco, con una sete disperata e un sapore strano in bocca..ora che mi stavo abituando al "fresco" dei vegetali crudi e della frutta...
Avrei voluto vomitare ma al mio corpo, mio malgrado, piace tutto...

Che fare? bere a dismisura? fare un digiuno di mezza giornata? mangiare solo frutta domani?

malina
Messaggi: 51
Iscritto il: lun set 11, 2006 2:46 pm

Messaggio da malina » dom nov 05, 2006 6:56 pm

secondo il tuo atteggiamento è un po'esagerato...capita a tutti di ritrovarsi in situazioni impreviste o cmq difficili da declinare, penso che la cosa migliore sia accettarle naturalmente, accettando quello che poi ci comunica il corpo, ma con tranquillità, se hai sete bevi ma non pensare di dover bere litri e litri d'acqua per "compensare" il pasto al ristorante, fai tutto con tranquillità, senza essere troppo rigido,


"Avrei voluto vomitare ma al mio corpo, mio malgrado, piace tutto... "

forse è stato proprio il tuo corpo a chiederti di mangiare cosi, perchè la disintossicazione prevede delle crisi in cui hai voglia di cose che mangiavi prima, poi passano vedrai :)

gioman
Messaggi: 590
Iscritto il: lun set 18, 2006 8:55 pm
Località: Cagliari

Messaggio da gioman » dom nov 05, 2006 11:13 pm

malina ha scritto:secondo il tuo atteggiamento è un po'esagerato...capita a tutti di ritrovarsi in situazioni impreviste o cmq difficili da declinare, penso che la cosa migliore sia accettarle naturalmente, accettando quello che poi ci comunica il corpo, ma con tranquillità, se hai sete bevi ma non pensare di dover bere litri e litri d'acqua per "compensare" il pasto al ristorante, fai tutto con tranquillità, senza essere troppo rigido,


"Avrei voluto vomitare ma al mio corpo, mio malgrado, piace tutto... "

forse è stato proprio il tuo corpo a chiederti di mangiare cosi, perchè la disintossicazione prevede delle crisi in cui hai voglia di cose che mangiavi prima, poi passano vedrai :)
In effetti mi rendo conto che l'esigenza primaria ieri sera era quella di condividere con qualcuno una sensazione sgradevole...d'altra parte tra le persone con cui ero ieri sera nessuno avrebbe compreso...era dunque una necessità comunicativa...normalmente non sono così rigido ero solo seccato dalla mia disattenzione...beninteso se domani dovessi svegliarmi con la voglia "matta" di una bistecca ( cosa assai improbabile ) non avrei alcuna esitazione a mangiarla ( spero di non offendere nessuno) ma quello che mi ha dato fastidio è stata solo la mia distrazione, che comunque i suoi sgradevoli, per quanto non certo drammatici, "frutti" li ha dati proprio in queste ore! Diciamo che lo prendo come un "rinforzo" per una scelta oramai ben difficilmente irrevocabile ;-)

malina
Messaggi: 51
Iscritto il: lun set 11, 2006 2:46 pm

Messaggio da malina » lun nov 06, 2006 3:42 pm

la cosa importante è essere consapevoli del perchè si sceglie una cosa o un altra, poi il resto vien da se :)

Rispondi