scelta dell'acqua

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

7xpensie
Messaggi: 304
Iscritto il: ven feb 24, 2006 5:47 pm

scelta dell'acqua

Messaggio da 7xpensie » dom ott 15, 2006 11:10 am

In una dieta vegan è consigliato il consumo di un'acqua con molto calcio, come ad esempio la Sangemini;

MA

è possibile bere da 1 a 2 litri al giorno di una di queste acque nonostante abbiano tutte un residuo fisso elevato (circa 900-1200 mg/litro)? Invece di essere utili, non causano un sovraccarico dei reni?

Mi è venuto il dubbio perchè, ho letto di studi in cui è dimostrato l'effetto benefico di acque con molto calcio nei pazienti con calcolosi renale; se perfino in pazienti con problemi renali, queste acque, nonostante un residuo fisso elevato, hanno un effetto benefico, non penso siano nocive per i reni o per altri organi; oppure mi sto sbagliando?

Il calcio contenuto in queste acque (ad es Sangemini) non è lo stesso contenuto negli altri alimenti come i latticini? Se è lo stesso, non dovrebbe essere assorbito dall'organismo senza sovraccaricare i reni?


Ultima domanda qual'è il valore(mg/litro) del sodio che non deve essere superato in queste acque per non essere nocivo?
Perchè in quasi tutte è riportata la dicitura "con poco sodio", ma confontando i valori ci sono differenze sostanziali in milligrammi

Grazie

isabella
Messaggi: 60
Iscritto il: gio giu 08, 2006 10:08 am
Località: roma

Re: scelta dell'acqua

Messaggio da isabella » mar ott 17, 2006 2:42 pm

è possibile bere da 1 a 2 litri al giorno di una di queste acque nonostante abbiano tutte un residuo fisso elevato (circa 900-1200 mg/litro)? Invece di essere utili, non causano un sovraccarico dei reni?


il residuo fisso dell'acqua deve essere in più basso possibile, come la presenza di nitrati.
Cosa importante è anche il PH, ho letto che deve essere tra 7,4 a 7,9 più basso l'acqua potrebbe provocare bruciori di stomaco.
Io di solito bevo la S.Anna o la S.Croce ( almeno mi sembra che si chiama così) cmq in libreria ci sono dei testi interessanti.
Ciao Isabella

cicciopasticcio
Messaggi: 228
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:53 am

Messaggio da cicciopasticcio » mar ott 17, 2006 2:42 pm

acqua del rubinetto!!!!

7xpensie
Messaggi: 304
Iscritto il: ven feb 24, 2006 5:47 pm

Messaggio da 7xpensie » mar ott 17, 2006 5:55 pm

Grazie ad entrambe/i

Ma voi siete vegan?

In caso affermativo come introducete il calcio per soddisfare le quantità raccomandate? La SSNV raccomanda anche l'uso di acqua con alto contenuto di calcio, e queste acque hanno tutte residuo fisso elevato

La SSNV consiglia sette porzioni di calcio al giorno, ma come è possibile?

Verdure che contengono calcio come spinaci e biete, per l'elevato contenuto di acido ossalico permettono di assorbire solo una minima parte del loro calcio;
Una parte di calcio è presente nel latte di soia e di riso fortificati, ma non possiamo bere dei litri
La SSNV consiglia tempeh tofu e yogurt di soia, ma si contraddicono perchè nell'articolo che parla della soia, consigliano di non consumare più di 30 gr al giorno di soia e derivati, inoltre consigliano di non consumare prodotti trasformati della soia come tempeh e seitan
Rimangono i ceci, i cavoli e i broccoli, ma sono le uniche possibilità? Diventa una dieta un pò monotona se devo mangiare tutti i giorni cavoli e broccoli

7xpensie
Messaggi: 304
Iscritto il: ven feb 24, 2006 5:47 pm

Messaggio da 7xpensie » gio ott 19, 2006 8:08 am

Attendo lumi

Avatar utente
april
Messaggi: 794
Iscritto il: sab mar 19, 2005 2:02 pm

Messaggio da april » gio ott 19, 2006 9:00 am

Quello che hai rilevato in effetti meriterebbe un chiarimento. Puoi scrivere direttamente a [email protected]

Io so che ci sono altri cibi ricchi di calcio come i semi di sesamo, di lino, di girasole, le mandorle, la rucola, il basilico...

Quanto alla quantità di calcio da assumere avevo letto, proprio in una risposta della Baroni credo, che si sta discutendo di abbassare la RDA per i vegani.

Se non hai mai scritto, ci mettono un po' a rispondere, e a volte la risposta viene inclusa nelle risposte dell'Esperto senza che arrivi a te personalmente.

Ciao :-)

7xpensie
Messaggi: 304
Iscritto il: ven feb 24, 2006 5:47 pm

Messaggio da 7xpensie » gio ott 19, 2006 10:19 am

Grazie April, provo a chiedere alla SSNV;

posso dirti che anche la rucola se considerata simile alla scarola dovrebbe contenere molti ossalati, così come li contengono le mandorle

inoltre semi di sesamo, di girasole, mandorle sono raccomandati dalla SSNV in porzione limitata

Silvia

Avatar utente
april
Messaggi: 794
Iscritto il: sab mar 19, 2005 2:02 pm

Messaggio da april » gio ott 19, 2006 10:25 am

7xpensie ha scritto:Grazie April, provo a chiedere alla SSNV
Quando scrivi puoi inviargli anche grossomodo la tua dieta, così possono vedere se il calcio che introduci è sufficiente, anche prendendolo da altre fonti.

Ciao :-)

7xpensie
Messaggi: 304
Iscritto il: ven feb 24, 2006 5:47 pm

Messaggio da 7xpensie » gio ott 19, 2006 1:46 pm

Tu come fai ad assumere la rda di calcio durante il giorno? (se puoi scrivimi anche le quantità)
Ti ringrazio

Avatar utente
april
Messaggi: 794
Iscritto il: sab mar 19, 2005 2:02 pm

Messaggio da april » gio ott 19, 2006 2:33 pm

7xpensie ha scritto:Tu come fai ad assumere la rda di calcio durante il giorno? (se puoi scrivimi anche le quantità)
Veramente non me ne sono mai preoccupata :-)

Negli articoli di carattere generale, nei libri, nelle conferenze sull'alimentazione vegan non ho mai sentito porre un'attenzione troppo particolare sul problema calcio. E' chiaro che poi esistono studi specifici dove il problema viene indagato e le linee guida per forza di cose devono dare dei valori.

Però francamente io non riesco a mangiare seguendo le porzioni e calcolando tutto. Impazzirei :-) Diciamo che cerco di stare attenta a variare e a seguire le indicazioni di massima e includere i cibi dai vari gruppi alimentari. Ogni giorno cereali integrali in chicco, un pugnetto di semi macinati, qualche noce, qualche frutto seccato (adesso mi piaccioni i fichi secchi. Cmq, solo un paio al giorno) legumi, molta frutta, molta verdura (cotta e cruda), poco o niente olio soprattutto fritto...

A proposito del calcio ho trovato molto rassicurante il China Study ad esempio dove, senza possibilità di smentita, viene messo in evidenza come l'assenza totale (o quasi) di prodotti animali rende l'osteoporosi quasi sconosciuta nelle popolazioni studiate, mentre da noi è diffusissima. E quelle persone non mangiavano certo preoccupandosi di assumere le loro dosi dei vari nutrienti ogni giorno.
E stato anche messo in luce come tra le persone che emigravano, la prima generazione che seguiva ancora la dieta a cui erano abituati presentava gli stessi minimi rischi di osteoporosi, mentre la seconda generazione che si era messa a mangiare secondo una dieta occidentale, presentava gli stessi rischi di osteoporosi del paese ospintante (USA).

Anche l'esercizio fisico aiuta a mantenere il calcio nelle ossa.

C'è stato recentemente uno studio che ha dimostrato come l'alimentazione vegan sia in grado di far scomparire il diabete di tipo 2 o di far diminuire i farmaci. Il vantaggio di quest'alimentazione, veniva sottolineato in questo studio, è che se si mangia in modo vario non c'è bisogno di prestare attenzione a porzioni o quantità.

Comunque visto che SSNV dà queste indicazioni, chiedere chiarimenti non fa male.

Ho appena trovato questo dove c'è una lista di cibi maggiore. Se non mettono in guardia dagli ossalati è perché evidentemente tengono già in considerazione che non tutto il calcio presente sarà assorbito: http://www.pcrm.org/resources/education ... tion7.html

Ciao :-)
Ultima modifica di april il gio ott 19, 2006 4:37 pm, modificato 1 volta in totale.

gioman
Messaggi: 590
Iscritto il: lun set 18, 2006 8:55 pm
Località: Cagliari

Messaggio da gioman » gio ott 19, 2006 2:49 pm

7xpensie ha scritto:Tu come fai ad assumere la rda di calcio durante il giorno? (se puoi scrivimi anche le quantità)
Ti ringrazio
Le rda consigliate non tengono conto del fatto che chi è vegano ha tra l'altro un fabbisogno inferiore di calcio dato che non deve usarlo per controbilanciare l'acidificazione del corpo dato da alimenti carnei o di origine animale come i latticini.
Rda giornaliera di calcio? 6 mandorle...
La mia impressione è che la questione calcio sia solo un pretesto della lobby del latte e derivati per imporre un maggior consume degli stessi per arrivare all'assurdità che nei paesi dove maggiore è il consumo di latticini, maggiore è l'incidenza dell'osteoporosi...:-(

aiko17
Messaggi: 140
Iscritto il: sab feb 18, 2006 6:11 pm

Messaggio da aiko17 » mar ott 24, 2006 2:15 pm

http://www.promiseland.it/view.php?id=986 Link a un articolo di promiseland che parla appunto di acqua, sali minerali e come sceglierla.

7xpensie
Messaggi: 304
Iscritto il: ven feb 24, 2006 5:47 pm

Messaggio da 7xpensie » mar ott 24, 2006 4:48 pm

Grazie Aiko per il link, non avevo letto questa news


Ma non penso sia vera, per diversi motivi:

1) il Professor Borghi è uno dei massimi esperti di calcolosi renale e del consumo di calcio ed è fautore di diversi studi su queste tematiche; i risultati di questi studi hanno dimostrato che le acque con molto calcio sono utili per soddisfare il nostro fabbisogno giornaliero di calcio e non portano ad un sovraccarico dei reni proprio perchè il calcio viene assimilato

2) la Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana consiglia il consumo di queste acque per soddisfare il nostro fabbisogno di calcio e ha confermato le stesse indicazioni nella email con cui mi hanno risposto:

Risposta a cura della dott.ssa LUCIANA BARONI, Presidente SSNV

Le acque ricche di calcio, che contribuiscono al contenuto di calcio
dell'organismo, sovraccaricno i reni solo se l'organismo è costretto ad
eliminare calcio per eliminare scorie acide (es. scarti del metabolismo
delle proteine animali). Il rene sarebbe comunque sovraccaricato, anche
senza bere queste acque, ma il calcio necessario sarebbe invece ricavato
dall'osso, che si demineralizzarebbe più rapidamnete. Il calcio
dall'acqua minerale è prontamente assorbibile, meglio che dal latte.

Cordiali saluti,
La Segreteria di Redazione di SSNV


X Sauro, non è la prima notizia di tipo medico che leggo su Promiseland che ho verificato essere poco attendibile (un altro esempio è la tossicità/velenosità del caffè, ma ce ne sono anche altre)
Lo so che la Vostra mission è trovare e promuovere percorsi alternativi alla medicina tradizionale, ma è possibile perseguire lo stesso traguardo con un minimo di rigore scientifico, seguendo l'esempio della SSNV o di Marco Valussi
Con questa critica non metto in dubbio la serietà e il valore complessivo di Promiseland
Silvia

Avatar utente
april
Messaggi: 794
Iscritto il: sab mar 19, 2005 2:02 pm

Messaggio da april » mar ott 24, 2006 4:53 pm

7xpensie ha scritto:la tossicità/velenosità del caffè, ma ce ne sono anche altre)
Chi ha detto che il caffè è velenoso? E' un eccitante, però da lì ad essere velenoso...

7xpensie
Messaggi: 304
Iscritto il: ven feb 24, 2006 5:47 pm

Messaggio da 7xpensie » mar ott 24, 2006 5:09 pm

http://www.promiseland.it/view.php?id=1803

"Il caffè in realtà è un veleno, e più esattamente lo è la caffeina che esso contiene."

"Quando ne beviamo, il corpo interviene abbastanza rapidamente per eliminare questo veleno che stimola le ghiandole endocrine del corpo inducendole a secernere ormoni, come l'adrenalina per esempio. Non è che aggiunga energia, ma induce il corpo ad usare quella che ha in quel momento, poca o tanta che sia. Se sei debole e carente di energia, il caffè, stimolando il sistema endocrino, ti costringerà ad usare la poca energia che hai e sentirai un innalzamento del tono e potresti pensare che il caffè e lo zucchero ti hanno dato energia."

L'articolo è pieno di affermazioni che non hanno fondamento e sono poco credibili

Rispondi