21 settembre (YIN e YANG, muco, frutta)

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

acerra99
Messaggi: 60
Iscritto il: gio mar 17, 2005 8:54 pm
Località: Lauro (AV)
Contatta:

Messaggio da acerra99 » sab set 30, 2006 1:06 pm

Piu’ di uno di voi avrà notato la mia risposta “scema”: ...”basta che dici che mangi il 90% con aggiunta di verdure surgelate cotte al vapore”.
Alcune persone con sensibilità chimica multipla, gravemente malate con mille sintomi, mi fecero notare la loro esperienza, e cioe’ che le carote crude gli davano una grave reattività (il famoso scioglimento muchi, lo Yin, non e’ possibile darlo ad un organismo in rovina), ma se cuocevano le carote per mezz’ora non c’è piu’ ombra di reazione allo Yin (scioglimento di muchi), e se le cuociono per 10 minuti soli, c’e’ qualche reazione attutita. (premetto che poi, con la transizione Ehretiana, rimozione amalgama, digiuni, una persona e’ guarita dalla sensibilita chimica, a profumi, etc.).
Dunque il fulcro e’ che bisogna fare spazio per accogliere lo scioglimento di muchi che avviene con frutta e verdura; qual’e’ la vostra strada? Come si puo’ dare una risposta standard? La risposta e’: “transizione” e “valutazione ininterrotta che ognuno fa su se’ stesso grazie all’osservazione”.
Anche se non ci fosse questo problema di transizione, c’e’ l’altra questione del saltellare nel proprio ambito di vita da un’abitudine all’altra, piano piano. Non e’ deleterio che un altro o la scienza ti dicano quando e dove devi saltellare, quale e’ il protocollo degli step su cui saltellare? Ci ha provato un po’ Ehret, ma e’ stato tutt’altro che rigido. Ehret in alcuni punti dice proprio di non fossilizzarsi su standard o successione di step, ma di fare di testa proprio, e meglio, in base alle esigenze e soprattutto osservazioni, sapendo bene verso dove si sta andando.
Crudismo 100% e Crudismo 90% con aggiunta di verdure surgelate cotte al vapore per Ehret non devono essere giudicati diversi, il cammino è lo stesso, sarà l’equilibrio a dirti dove fermarti in equilibrio con quello che conosci solo tu.
Spero di aver trasformato una risposta apparentemente “scema” in una intelligente: ...”basta che dici che mangi il 90% con aggiunta di verdure surgelate cotte al vapore”.

Risponderei volentieri invece a domande su quanto spesso devo piazzare un giorno di digiuno. Digiuno e crudismo secondo me hanno una relazione che pero’ spieghero’ forse in un altro topic.

E ricordate: “AMALG..ine dai denti delenda est!”
lorenzo

isabella
Messaggi: 60
Iscritto il: gio giu 08, 2006 10:08 am
Località: roma

Re: proteine

Messaggio da isabella » lun ott 02, 2006 3:07 pm

La questione affrontata in ogni momento da Ehret e’ la disintossicazione che avviene quando, secondo la sua aspirazione, uno abbassa a questi livelli l’aliquota di proteine in entrata. Non solo c’e’ una disintossicazione pazzesca, ma la disintossicazione avviene nel peggiore dei modi: con la fermentazione.
Questo da’ instabilità fisica e mentale (YIN). A questo punto allora uno fa sport e vede che i movimenti intestinali migliorano (meno YIN) e le feci si rassodano splendidamente (YANG).
Anche alcuni accorgimenti di Ehret (prima frutta, poi verdure e lattughe) mira a ridurre tutta questa fermentazione (che tra l’altro diminuisce nel tempo, man mano che noi sciogliamo i vecchi muchi).
Lorenzo[/quote]


Potrebbe essere la fermentazione che a volte mi produce un lieve bruciore tra la bocca dello stomaco e la gola ? Mi sono accorta che + sono nervosa e + brucia.
Mangio prima la frutta e poi le verdure e cerco di fare un pò di sport, dove sbaglio?
Isabella

acerra99
Messaggi: 60
Iscritto il: gio mar 17, 2005 8:54 pm
Località: Lauro (AV)
Contatta:

Re: proteine

Messaggio da acerra99 » lun ott 02, 2006 5:56 pm

isabella ha scritto:Potrebbe essere la fermentazione che a volte mi produce un lieve bruciore tra la bocca dello stomaco e la gola ? Mi sono accorta che + sono nervosa e + brucia.
Mangio prima la frutta e poi le verdure e cerco di fare un pò di sport, dove sbaglio?
in futuro vi presentero' altri modi di scaricare l'eccesso di Yin. Per esempio Osawa dice che un chicco di cereale crudo (tenuto in ammollo, insalivato, etc.) provochera' movimenti intestinali e vi fara' uscire vermi e muco pazzeschi (work in progress... alla prossima occasione provo io!).
Ehret d'altro canto per scaricare l'eccesso Yin del regime 100% verduriano parla della necessita' di clisteri di caffe'.
Ma forse nel tuo caso, isabella, stiamo parlando di "intolleranze"
Per esempio intolleranza alle arance o agrumi (comunissime, io ne sono una vittima) o alla cipolla cruda.
Io se mangio una cipolla cruda mi sento totalmente destabilizzato dalla mia determinazione nel crudismo e mi sento come se, anche mangiare un giorno di amidacei, mi rimettera' all'equilibrio che avevo prima di consumare cipolle crude.
Una cosa un po' uguale avviene con le arance , e anche con l'anguria (per cui li evito accuratamente).
Dunque ho tutta l'intenzione di imparare a scaricare lo Yin (senza cereali cotti) e di evitare le mie intolleranze piu' evidenti.

lorenzo

acerra99
Messaggi: 60
Iscritto il: gio mar 17, 2005 8:54 pm
Località: Lauro (AV)
Contatta:

Re:agrumi? pomodori

Messaggio da acerra99 » lun ott 02, 2006 7:27 pm

isabella ha scritto:cosa potrebbe essere che a volte mi produce un lieve bruciore tra la bocca dello stomaco e la gola ? Mi sono accorta che + sono nervosa e + brucia.
Isabella, leggendo la letteratura medica, quelli che avevano bruciori, pizzichii alla lingua,
che scomparivano subito o quasi subito dopo la rimozione amalgama,
avevano notato e di avere questa reazione da amalgama scatenata solo con agrumi, pomodori o cipolle. Qualche altro tipo di frutta forse contribuisce.
Prima di rimuovere l'amalgama scopriamo (per curiosita' e per allenaric ad osservare) che cosa e' la concausa. facci sapere le tue osservazioni (giorni senza frutta e pomodori, etc.).
L'organismo si risveglia con la naturale alimentazione (lo dicono tutti, pure Muramoto), la nostra osservazione lo deve accudire.


EARL TALEVICH
febbraio 1996, 40 anni

Nel 1985 mi furono curate nuove carie dentali, raggiunsi così quota 16 otturazioni di amalgama. Nei 5 anni successivi i due problemi principali che progressivamente peggiorarono furono la mia allergia al polline e le gravi perdite di memoria a breve termine. Le allergie erano diventate così gravi che spendevo più di cento dollari al mese per gli antistaminici. Per farvi rendere conto dell'altro problema, quello del deterioramento della memoria a breve termine, più volte quando ero da solo alla guida della macchina mi accadeva di dimenticare dove stavo andando e dovevo accostare e fermarmi così da potermi concentrare abbastanza per farmelo venire in mente.
Poi una mattina, era nell'ottobre 1994, dovevo vedere un nuovo dentista da cui non ero mai stato prima e mi capitò di consumare a colazione uno spicchio di arancia. Il tempo di arrivare dal dentista e ciò mi aveva causato un dolore in bocca; infatti non era la prima volta. Avevo pensato che si trattasse di allergia agli agrumi, ogni volta che ne consumavo succedeva la stessa cosa. Il dentista mi spiegò che il dolore non era causato da un'allergia agli agrumi, ma da un'allergia al mercurio delle otturazioni dentali che veniva dissolto dagli agrumi. Mi veniva detto per la prima volta che le mie 16 otturazioni erano fatte al 50% di mercurio e che ciò poteva causare un buon numero di problematiche. All'istante presi la decisione di far togliere tutte quelle otturazioni di amalgama.
Le otturazioni furono rimosse un quadrante alla volta, nel giro di un mese, e con molte precauzioni che il dentista prendeva per minimizzare la mia esposizione ai vapori di mercurio. Il giorno in cui l'ultimo quadrante fu completato andai dal fruttivendolo e COMPRAI CHILI DI ARANCE E POMPELMI. Volevo vedere quanti ne potevo consumare prima che i soliti dolori mi comparissero in bocca, dunque feci un pranzo esclusivamente a base di agrumi. QUEI DOLORI NON APPARVERO E NON LI HO MAI PIÙ AVUTI.
Le sorprese non erano finite. Per uno che ha un'allergia al mercurio, che per lungo tempo non ha saputo né di avere mercurio in bocca, né di essere allergico al mercurio, la rimozione porta veramente una lunga serie di sorprese. Ero come un uomo nuovo. Rimuovere l'amalgama nel mio caso lo paragono a quando vi viene tolto un peso di 20 chili dalla schiena dopo una lunga, lunghissima escursione in montagna, che avevate pensato dovesse durare per sempre. Questo è proprio come mi sentivo io a livello fisico, rinato, una differenza pazzesca. A livello di pensieri e azioni sentivo ancora più vantaggi, sottolineerei soprattutto relativamente ad una riacquistata limpidezza mentale.
L'allergia al polline progressivamente regredì. Entro un anno dalla rimozione dell'amalgama non avevo più bisogno di prendere antistaminici. Con vantaggio anche finanziario.
Lo stesso tipo di miglioramento, progressivo, lo ebbi con la memoria, la mia memoria a corto termine iniziò di nuovo a supportarmi.
Dopo un paio di settimane dalla rimozione vedevo le cose con i loro colori originali, c'era decisamente stato un problema alla vista per molti anni.
Non porto occhiali ma, a parte l'intensità dei colori, le mie capacità visive si erano rapidamente degradate proprio prima della rimozione dell'amalgama. La svolta dopo la rimozione è stata sostanziale e già tre mesi fa potevo leggere un giornale poggiato a terra ai miei piedi. Non potevo leggere il giornale se posto un gradino di scala sotto il mio livello di appoggio. Oggi le cose sono ulteriormente migliorate e posso leggere un giornale poggiato per terra a tre gradini di scala sotto il mio livello di appoggio. Un bel passo in avanti se consideriamo che prima della rimozione dell'amalgama ero ridotto a usare lenti d'ingrandimento per la lettura.

“..piombaggine delenda est!” cicero

isabella
Messaggi: 60
Iscritto il: gio giu 08, 2006 10:08 am
Località: roma

Re:agrumi? pomodori

Messaggio da isabella » mar ott 03, 2006 9:23 am

Inizio da oggi ad osservare
le arance è tanto che non le mangio,
cercherò di eliminare la cipolla,
inizia a sorgermi il dubbio sull'acqua e limone che bevo la mattina e il limone sulla verdura ...sigh che brutta cosa doverli eliminare :(
L'aceto di mele può andare bene in sostituzione ?
i pomodori ...li eliminerò in seguito ...una cosa alla volta per vedere se sono loro
Vi terrò aggiornati...e io che speravo fosse tutta disintossicazione.
Saluti
Isabella

acerra99
Messaggi: 60
Iscritto il: gio mar 17, 2005 8:54 pm
Località: Lauro (AV)
Contatta:

Re:

Messaggio da acerra99 » mer ott 04, 2006 5:24 pm

isabella ha scritto:Dopo che hai iniziato la dieta crudista quanto tempo ti ci è voluto per la scomparsa dei sintomi fastidiosi della disintossicazione?
Saluti, Isabella
innanzitutto sento una forte rigenerazione.
parlo di eccesso di Yin e di intolleranze alimentari
perche' non voglio essere sballottato di qua e di la' senza averlo deciso io.

il mio sintomo principale con l'eccesso di Yin e le intolleranze alimentari
e' che sgarro piu' facilmente.
inoltre la cosa funziona se mi concentro molto sul mio corpo (meditazione) e il mio percorso, che poi e' il ritrovare cosa c'era al di la'
della deformazione.

la disintossicazione avviene forte nel digiuno, che mi puo' procurare pruriti,
vertigini, arrossamento degli occhi,
ma questi fastidi non occorrono quando mangio crudista.
Stare nel crudismo fa avvenire un certo tenore di disintossicazione senza dare fastidio e farsi sentire e fermarti - anzi vado a correre (ma non troppo).

questo tenore sostenuto di disintossicazione dunque dovrebbe rimanere silenzioso, tranne che se hai amalgama, denti marci nascosti, focus (denti del giudizio), nichel nei denti, ..

la mia (come quella di molti altri crudisti) e' una rigenerazione silenziosa (un giorno la raccontero'). Poi ora so io come cambiare marcia, se voglio accelerare la disintossicazione io lo so fare, se voglio frenare, io lo so fare ora (vedi diario mio sul sito di Sara).
sto sperimentando senza proteine nocciolose (niente mandorle, no noci, etc.), senza proteine da germogli, e mi sembra (STRAORDINARIO, non ci credo) che posso reggere
a questo regime cosi' basso (attivita' fisica inclusa).

chi parla tedesco basta che faccia una ricerca con "rohkost"
su internet trovera' centomila cose, l'elenco di autori tedeschi sul crudismo e' infinito.

acerra99
Messaggi: 60
Iscritto il: gio mar 17, 2005 8:54 pm
Località: Lauro (AV)
Contatta:

Re:

Messaggio da acerra99 » mer ott 04, 2006 5:24 pm

isabella ha scritto:Dopo che hai iniziato la dieta crudista quanto tempo ti ci è voluto per la scomparsa dei sintomi fastidiosi della disintossicazione?
Saluti, Isabella
innanzitutto sento una forte rigenerazione.
parlo di eccesso di Yin e di intolleranze alimentari
perche' non voglio essere sballottato di qua e di la' senza averlo deciso io.

il mio sintomo principale con l'eccesso di Yin e le intolleranze alimentari
e' che sgarro piu' facilmente.
inoltre la cosa funziona se mi concentro molto sul mio corpo (meditazione) e il mio percorso, che poi e' il ritrovare cosa c'era al di la'
della deformazione.

la disintossicazione avviene forte nel digiuno, che mi puo' procurare pruriti,
vertigini, arrossamento degli occhi,
ma questi fastidi non occorrono quando mangio crudista.
Stare nel crudismo fa avvenire un certo tenore di disintossicazione senza dare fastidio e farsi sentire e fermarti - anzi vado a correre (ma non troppo).

questo tenore sostenuto di disintossicazione dunque dovrebbe rimanere silenzioso, tranne che se hai amalgama, denti marci nascosti, focus (denti del giudizio), nichel nei denti, ..

la mia (come quella di molti altri crudisti) e' una rigenerazione silenziosa (un giorno la raccontero'). Poi ora so io come cambiare marcia, se voglio accelerare la disintossicazione io lo so fare, se voglio frenare, io lo so fare ora (vedi diario mio sul sito di Sara).
sto sperimentando senza proteine nocciolose (niente mandorle, no noci, etc.), senza proteine da germogli, e mi sembra (STRAORDINARIO, non ci credo) che posso reggere
a questo regime cosi' basso (attivita' fisica inclusa).

chi parla tedesco basta che faccia una ricerca con "rohkost"
su internet trovera' centomila cose, l'elenco di autori tedeschi sul crudismo e' infinito.

acerra99
Messaggi: 60
Iscritto il: gio mar 17, 2005 8:54 pm
Località: Lauro (AV)
Contatta:

rohkost

Messaggio da acerra99 » mer ott 04, 2006 5:25 pm

isabella ha scritto:Dopo che hai iniziato la dieta crudista quanto tempo ti ci è voluto per la scomparsa dei sintomi fastidiosi della disintossicazione?
Saluti, Isabella
innanzitutto sento una forte rigenerazione.
parlo di eccesso di Yin e di intolleranze alimentari
perche' non voglio essere sballottato di qua e di la' senza averlo deciso io.

il mio sintomo principale con l'eccesso di Yin e le intolleranze alimentari
e' che sgarro piu' facilmente.
inoltre la cosa funziona se mi concentro molto sul mio corpo (meditazione) e il mio percorso, che poi e' il ritrovare cosa c'era al di la'
della deformazione.

la disintossicazione avviene forte nel digiuno, che mi puo' procurare pruriti,
vertigini, arrossamento degli occhi,
ma questi fastidi non occorrono quando mangio crudista.
Stare nel crudismo fa avvenire un certo tenore di disintossicazione senza dare fastidio e farsi sentire e fermarti - anzi vado a correre (ma non troppo).

questo tenore sostenuto di disintossicazione dunque dovrebbe rimanere silenzioso, tranne che se hai amalgama, denti marci nascosti, focus (denti del giudizio), nichel nei denti, ..

la mia (come quella di molti altri crudisti) e' una rigenerazione silenziosa (un giorno la raccontero'). Poi ora so io come cambiare marcia, se voglio accelerare la disintossicazione io lo so fare, se voglio frenare, io lo so fare ora (vedi diario mio sul sito di Sara).
sto sperimentando senza proteine nocciolose (niente mandorle, no noci, etc.), senza proteine da germogli, e mi sembra (STRAORDINARIO, non ci credo) che posso reggere
a questo regime cosi' basso (attivita' fisica inclusa).

chi parla tedesco basta che faccia una ricerca con "rohkost"
su internet trovera' centomila cose, l'elenco di autori tedeschi sul crudismo e' infinito.

Rispondi