la mia domanda.....

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
nobody
Messaggi: 10
Iscritto il: mar ott 05, 2004 3:13 pm
Località: firenze

la mia domanda.....

Messaggio da nobody » mer ott 06, 2004 5:43 pm

Ciao a tutti, vorrei sapere cosa ne pensate voi della....morte.
Il mio grande irrisolto problema che nessuna cura, ne psichiatra, ne psicologo può risolvere. Se credessi forse il problema non esisterebbe, e vivrei tranquillo o almeno più sereno la mia vita.
Sarò egocentrico, ma come posso immaginare che senza di me, il mondo
continuerà ad andare avanti? Come potrà sorgere il sole senza che io lo veda?. Non sono stupido...tutto continuerà per tutti.. ma come posso io farmene una ragione??I discorsi che si sa che si nasce e che si deve morire e tutte le cazzate affini non mi sono certo di aiuto. Ognuno di noi pensa di essere immortale......ma tutto quello che ero io....possibile che si riduca ad un ammasso di polvere???.
E' solo una constatazione amara, ma amo così tanto la vita che me la sto sciupando pensando a quando non l'avrò più!!!!
Mi farebbe piacere sentire il vostro pensiero.
Nobody

Juli
Messaggi: 374
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:09 pm
Località: Milano

Messaggio da Juli » mer ott 06, 2004 7:09 pm

Caro Nobody... hai toccato un tasto davvero dolente... credo per tutti, ma soprattutto per me...
Sai... io sogno spesso che devo morire... un'angoscia così forte che non riesco a gestire...
Una volta ho dato un esame all'università sui sogni... il prof ci spiegava che spesso sogniamo di morire perché la vita, in questo modo, ci permette di prepararci a qualcosa che INEVITABILMENTE accadrà...
Tutti hanno paura della morte... io tantissimo... e anch'io impazzisco all'idea che un giorno, tutto quello per cui ho lottato, tutto quello che ho fatto o visto o provato, scomparirà....
Non sono credente... o meglio... sono stata educata alla religione cattolica (scuole dalle suore, genitori ultra cattolicissimi...), ma mi sono allontanata tempo fa... non posso proprio violentarmi per credere in qualcosa che non mi fa stare bene... però credo nel MISTERO... in qualcosa che non posso comprendere, ma che sicuramente dà senso alle nostre vite...

La finitezza dell'essere umano sta proprio qua... non dobbiamo pretendere di sapere tutto... ad un certo punto dobbiamo fermarci e renderci conto che siamo essere FINITI e proprio per questo incapaci di conoscenza assoluta...

Lo so che può sembrare un discorso campato per aria, ma per me non lo è... ho passato quasi tutta la mia vita nel tentativo di capire il senso della morte... ho creduto per lungo tempo che non fosse la fine di tutto... ho ascoltato ciò che diverse religioni mi dicevano... ora ho smesso di CREDERE di poter CAPIRE TUTTO... non posso farlo... e così accetto che esista il mistero.... perché io lo vedo.... in tantissime cose... ma non mi arrogo più il diritto di affermare che NON E' TUTTO QUA, ma neanche di dire E' TUTTO QUA... dico semplicemente... NON SO SE E' TUTTO QUA....

Non so se hai capito qualcosa del mio discorso... certo non è semplice da spiegare... ma grazie di avermi dato l'opportunità di esprimerlo....

Un bacio

Juli

Avatar utente
Viola
Messaggi: 16
Iscritto il: mar ott 05, 2004 1:44 pm
Località: Abruzzo

Messaggio da Viola » mer ott 06, 2004 8:21 pm

Nobody,mi piace risponderti con un pensiero orientale.........
"la nascita non è un guadagno, la morte non è una perdita.Condensata la materia diviene un essere,rarefatta diventa il substrato dei mutamenti.La
vita è una continuità di trasformazioni .Nascita e morte sono solo mutazioni dell'energia universale""

Questa è la risposta che io mi sono data ed in cui credo........So di aver fatto alcune cose nella mia attuale vita,ho comunque lasciato un segno del mio passaggio.Mi auguro solo che il segno lasciato sia servito alla mia e altrui crescita.

Pensare che alla nostra morte,tutto sia stato invano, e la cosa ci fa rabbia,è solo un concetto egocentrico e un atto di presunzione.......non è importante quello che pensiamo di aver fatto, ma lo è se il nostro vivere è stato improntato al rispetto degli altri.

Gameleo
Messaggi: 86
Iscritto il: mar ott 05, 2004 9:03 am

Messaggio da Gameleo » gio ott 07, 2004 9:33 am

Ciao!

se hai fatto una vita buona avrai un'energia luminosa e nella vita futura sarai bellissimo\a , se non hai rispettato la vita , avrai un'energia buia e bassa nella vita successiva dovrai lavorare forte per riottenere quello che hai perduto...

ricordate il rispetto per la vita è la chiave della vita stessa...


Federico

Avatar utente
alFaris
Messaggi: 1585
Iscritto il: mar ott 05, 2004 12:01 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Bracciano - Roma

Messaggio da alFaris » gio ott 07, 2004 12:37 pm

Essalamu Elikah!

> la nascita non è un guadagno, la morte non è una perdita.

lao tsu...

in ogni caso...

> > tutto quello che ero io....possibile che si riduca ad un ammasso di
> > polvere???.

il tuo corpo sicuramente sì... ma il tuo pensiero le tue azioni... il tuo vissuto rimarranno indelebili nei ricordi delle persone nelle modificazioni che avrai indotte nell'ambiente che ti circonda... nei tuoi figlî nipoti successori che raccoglieranno l'eredità delle tue scelte... ecco per esempio le parole di lao tsu che ancora girano per il mondo intero... e sono anche alla base :-) della mia filosofia di vita...

ecco perché è importante vivere _bene_ la propria esistenza... tutto quello che abbiamo fatto in vita rimarrà in morte ma a quel punto nulla ci permetterà più di correggere i nostri errori... che pagheranno altre persone in realtà del tutto innocenti dei nostri errori...

in breve... cerca d'immaginare qualcosa di più alto e più nobile di

> > un ammasso di polvere???.

se tanto poco valuti la tua persona tanto poco rimarrà di te...

alFierePensatorMundi



Ua Elikah Essalam! by alFaris

Rispondi