da Alma: Perché preferisce le braccia del padre?

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Rispondi
Antonella Sagone
Messaggi: 1252
Iscritto il: mar ott 05, 2004 10:13 am
Località: Roma

da Alma: Perché preferisce le braccia del padre?

Messaggio da Antonella Sagone » mer ott 06, 2004 4:52 pm

inserisco qui una recente discussione, in attesa che il vecchio forum torni accessibile.

Autore: Alma
Data: 03/10/04 22:43
Quando Simone è molto stanco o infastidito da qualcosa piange disperatamente tipo colica per farvi capire, e spesso purtroppo per me preferisce altre braccia alle mie....come ci rimango male; inoltre sia mia madre che mia suocera non fanno niente per rassicurarmi amzi mi dicono" Dammelo a me ci penso io" e me lo tolgono dalle braccia la cosa peggiore è che lui si calma. Non capisco perchè eppure sono io che ci passo insieme tutto il giorno inoltre non ho mai perso la pazienza con lui cerco di essere più coccolatrice che posso...
P.s Simone ha due mesi e mezzo.
Alma

Autore: Antonella Sagone
Data: 04/10/04 00:06
cara Alma,
forse proprio perché ci passi tutto il giorno insieme, gli occorre qualcosa per "rompere lo schema". A volte i bambini piccoli piangono ed hanno bisogno di qualche cosa di "insolito", che gli faccia interrompere la situazione in cuisi sono "incartati". Una mia amica andava in bagno con il bambino in braccio e tirava lo scarico! Il bambino ne era così colpito che smetteva di piangere quei pochi secondi necessari per riuscire ad attaccarlo al seno, dopo di che si calmava.
Altri bambini non si calmano poppando, ma anzi quando sono agitati metterli al seno li innervosisce ancora di più ed hanno bisogno, prima, di calmarsi in altro modo. Potrebbe essere il caso del tuo bambino.
In ogni caso, è bello che lui apprezzi anche braccia diverse dalle tue, sono certa che sei comunque più che insostituibile.
Inoltre, i bambini cambiano molte volte crescendo, quindi i comportamenti di oggi possono domani cambiare ancora più e più volte... non è il caso di generalizzare. Forse dovresti analizzare meglio quanto in questo tuo rimanerci male ci entra non tanto il comportamento di tuo figlio, quanto l'atteggiamento delle "mamme" di famiglia (madre e suocera), dalle quali ti senti forse implicitamente svalutata come mamma... cerca di definire meglio questo aspetto e capire quanto è reale e quanto è solo una cosa tua.
Antonella

Autore: Rita
Data: 04/10/04 09:16
Cara Alma,anche il mio bimbo faceva così,ora ha 4 mesi ed è ancora cambiato...Io ci rimanevo malissimo,proprio come te,ma ho elaborato una mia teoria che non so se sia valida,ma per me lo è.Secondo me,nessuno,più della mamma,può stare male quando il cucciolo si lamenta;gli altri possono esserne dispiaciuti ma la mamma si dilania,ne è straziata,per quanto sia paziente,nel suo cuore muore quando sente il suo bimbo piangere,almeno, a me capitava così.A tutti gli altri non capita la stessa reazione,secondo me sono più razionali,proprio perchè meno coinvolti ed io credo che il bimbo senta questo.Paradossalmente si sente più tranquillo con chi gli trasmette sicurezza,anche se poi questa viene da un minor coinvolgimento emotivo.Non so se sia così,ma io ho avuto questa sensazione.Per quanto riguarda mamme e,peggio ancora suocere,quando capiranno che stanno veramente esagerando?!?Il bimbo piange?Bene,allora ciò di cui ha bisogno sono le braccia della mamma e di nessun altro;non si calma?Pazienza,prima o poi tu ed il tuo bambino troverete l'equilibrio,tu riuscirai ad essere più serena anche quando sta male e lui capirà che meglio che con mamma non si sta con nessuno,ma gli altri devono permetterti di gestire tuo figlio!Coraggio Alma,ne so qualcosa d'invadenza,a costo di essere maleducati,bisogna mettere dei limiti ed essere sicuri di ciò che si sta facendo,tu sei la sua mamma,sei il suo mondo e sei la sua vita,se il bimbo sta male,tu al centro e tutti gli altri,se vogliono,in circolo!!!!Un abbraccio grosso da Rita

Autore: francesca
Data: 04/10/04 10:06
Cara Alma,
sicuramente i bimbi così piccoli sentono profondamente (direi visceralmente) l'agitazione di chi gli sta intorno, soprattutto della loro mamma. Può essere che stando tutto il giorno insieme a lui tu sia un po' affaticata, stressata ed è normale che quando lui piange diperatamente tu ti senta preoccupata e desiderosa di calmarlo. Il bimbo sicuramente lo sente e in certi momenti di crisi questo potrebbe non essere buono per lui, ecco perché forse si calma nelle braccia altrui. Io penso che se in quei momenti, vedendo che con te le cose non migliorano, non ci sia niente di male e anzi sia di vantaggio sia per te (che ti puoi rilassare un attimo) sia per lui se qualcun'altro si occupa di calmarlo. Un giorno forse le cose cambieranno. Pensa che una mia amica quando il suo secondo bimbo verso i tre mesi ha cominciato ha piangere ininterrottamente giorno e notte era disperata e mi diceva, come mai questo bambino fa così che cos'ha? E io le ho detto perché non pensi che cosa hai tu? Sei stanca stressata, affaticata? Prova a farti aiutare, lascia qualche ora il bimbo piccolo con la nonna o col babba e prenditi qualche pausa. Lei l'ha fatto e nel giro di qualche giorno il bimbo si è tranquillizzato.
Quando andavo agli incontri sull'allattamento era un classico che bimbi di pochi mesi presenti cominciassero ad un certo punto a piangere disperati e incosolabilmente e che tutti i tentativi delle mamme per calmarli non avessero effetto, finché non li prendeva in braccio Monica, l'ostetrica bravissima che teneva gli incontri e i bimbi si zittivano istantaneamente come preda di un incantamento. Io penso, come anche dice Rita, che sentissero la tranquillità e diciamo così il distacco emotivo che lei trasmetteva e che una mamma (magari stanca e un po' abbacchiata) spesso non riesce ad avere.
Ciao,
F.

Autore: simona
Data: 04/10/04 14:42
come ti capisco,il mio primo bimbo preferisce tutti a me e la mia bimba di 2 mesi mi sà che è sulla stessa strada,neanche mi guarda quando gli dò il bibe,possiamo fondare un club:"LE MAMME RESPINTE".scusa se non ti sono stata d'aiuto.ciao

Rispondi