Capita anche a voi?

Archivio delle discussioni sui forum non più presenti

Moderatore: laura serpilli

Lia
Messaggi: 498
Iscritto il: ven nov 26, 2004 3:18 pm

Capita anche a voi?

Messaggio da Lia » mar mag 02, 2006 3:57 pm

Ciao a tutti, stavo riflettendo un pò su quello che ho visto ieri, giornata di festa, mi trovavo a un pranzo onnivoro con molta gente di vario tipo...mi sembrava che tutti facessero di tutto per suicidarsi col cibo.
Ho visto giovani donne che dicevano schifate che loro "l'erba" (intendendo qualsiasi cosa verde e vegetale, dagli spinaci all'origano) non la mangiano, ragazzini sui 12 anni grassi e prepotenti che per tutto il giorno non hanno mangiato altro che salumi, bibite e focaccia... sentivo chiedere cose del tipo:"non ci saranno mica delle carote, qua dentro???" oppure, una madre al figlio: "ma il formaggio copre il sapore degli spinaci, puoi mangiarlo lo stesso!"
Perchè lo fanno?
Al di là degli aspetti etici che purtroppo sappiamo non essere condivisi da tutti, io mi domando: a nessuno importa niente della propria salute?

Ci sarà una ragione sociologica per cui la maggior parte della gente odia così tanto i vegetali?
Ricordano forse la povertà, "la guerra"???

E poi: possibile che tutti abbiano le papille gustative così anestetizzate da volere solo formaggi, fritti e carne? I vegetali sono così vari e così buoni, succosi, saporiti, leggeri, colorati...
Sono un pò paranoica, forse...
Ma non riesco a non pensare che poi si ammaleranno e si imbottiranno di medicine, è orribile...
Non mi preoccupo per altruismo (non troppo, almeno, questi se la vanno a cercare) ma penso che viviamo proprio in un mondo brutto! Forse è l'effetto dell'alimentazione vegan sulla mia mente già di suo bacata????
A voi non capita di vedere gente che si comporta così e pensare che si stanno suicidando e provare schifo per come dev'essere conciato il loro fisico?

myr
Messaggi: 67
Iscritto il: gio gen 05, 2006 11:17 pm

Messaggio da myr » mar mag 02, 2006 4:22 pm

secondo me il vero "mostro" è la cattiva e scarsa informazione. come si diceva nel 3d di ilaria vegan già sarebbe un bel passo avanti creare una cultura, una consapevolezza dell'alimentazione.
ho parenti carissimi che soffrono di colesterolo e ipertensione, e non si accorgono che gran parte della soluzione dei loro mali SAREBBE lì, sulla loro tavola... e io ci sto male perché gli voglio bene.

Anto
Messaggi: 538
Iscritto il: dom ott 09, 2005 1:37 pm
Località: ex Sibyl, Milano
Contatta:

Messaggio da Anto » mar mag 02, 2006 4:23 pm

Non è un caso che le patologie più comuni della nostra epoca, cioè tumori, ictus, infarti, diabete, siano influenzate dall'alimentazione.

Quando ci dicono che siamo innaturali a prendere l'integratore di b12, dovremmo ricordare che neanche imbottirsi di grasso e colesterolo e calorie vuote per poi imbottirsi di farmaci contro l'ipertensione, è molto naturale.

MissVanilla
Messaggi: 2580
Iscritto il: dom ott 10, 2004 11:37 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Nordest
Contatta:

Messaggio da MissVanilla » mar mag 02, 2006 5:15 pm

mah... guarda oggi sono sensibile all'argomento perchè reduce da una lezione in terza media sull'alimentazione... una disperazione!!
Meno male che la stessa lezione in una scuola superiore ha suscitato molto interesse, e l'insegnante mi ha detto che le ragazze erano tutte a mangiare la frutta questa settimana, ogni tanto le informazioni arrivano, e cose così mi allargano il cuore!

Io, come te Lia, provo schifo a veder gente che si maltratta così, e sono convinta che siano dei drogati di zucchero, grassi trans e glutammato.
Non possono apprezzare una insalata, sono anestetizzati.

Alex81
Messaggi: 816
Iscritto il: gio set 01, 2005 1:24 pm
Località: Pc

Messaggio da Alex81 » mar mag 02, 2006 5:23 pm

Forse c'è anche dietro una forma di suicidio psicologico... mangiare tanto e male per non pensare ai 1000 problemi della vita quotidiana. Cibo non come nutrimento ma come valvola di sfogo. Un velato nichilismo/cinismo di fondo, che li porta a pensare "Tanto, chi se ne frega, dobbiamo morire".

Anto
Messaggi: 538
Iscritto il: dom ott 09, 2005 1:37 pm
Località: ex Sibyl, Milano
Contatta:

Messaggio da Anto » mar mag 02, 2006 6:16 pm

Concordo alex...

I miei genitori sono così, secondo me.
Mia madre ha dei livelli di colesterolo che toccano le stelle, eppure non disdegna pasta al burro, salsicce formaggio stagionato.

Vederla che si intoppa le arterie mi fa stare male.

sofia*
Messaggi: 224
Iscritto il: ven nov 04, 2005 3:10 pm
Località: parma
Contatta:

Messaggio da sofia* » mar mag 02, 2006 8:25 pm

si si, concordo con tutti voi, mi capit aspesso infattiche andando a mangiare fuori venga travolta da queste orribili immagini: quello che mi stupisce è vedere tutti sti bambini obesi con delle pance enormi, io mi chiedo cosa ne pensino i loro genitori... ma non vedono come sono conciati??
Io in casa ho sempre mangiato cose relativamente sane, non esistevano salsicce, patate arrosto affogate nella maionese ecc. invece ora noto che i piatti più veloci e gustosi per i bambini sono quelli che grondano di grassi animali.
E la più grande contraddizione è vedere queste signore grassocce di una certa età che mangiano e sistrafogano di carne, agnello, salsicce, e poi rinunciano al dolce perchè"ho il colesterolo alto" " soffro di diabete"...
la gente va dal dottore e spera che tiri fuori dal cilindro una formula magica per i loro problemi di salute, non una dieta alimentare, ma una pastiglietta, che possa correggere tutti gli errori che si concedono.

Fox_Mulder
Messaggi: 996
Iscritto il: ven ott 15, 2004 11:34 pm
Località: Il paese dei puffi...
Contatta:

Messaggio da Fox_Mulder » mar mag 02, 2006 9:00 pm

in questa situazione paradossale secondo me entrano diverse cause insieme, già da voi menzionate:

- La mancanza di informazione innanzitutto, e soprattutto da parte della classe medica. Le indicqazioni sono sempre generiche, ad una persona che ha avuto un infarto gli si dice di non mangiare carne rossa (!!!) e "stare attento" con i formaggi e le uova! Ma dove viviamo? ma cos'è un sogno? svegliatemi!!

Le carni magre e il pesce hanno praticamente lo stesso livelli di colesterolo della carne rossa, e i miglioramenti per la salute sono pratocamente inesistenti, anzi NULLI! A volte mi chiedo se l'evoluzione umana non abbia danneggiato i nostri cervelli...

- abitudine, e apatia. Non so voi, ma io se mi ripenso 4 o 5 anni fa, vabè che ero ancora un ragazzino (16-17 anni :P), ma non ci pensavo nemmeno a considerare il formaggio un alimento che mi faceva male! Ma vi immaginate persone anziane o adulte che hanno mangiato in questo modo per decenni, considerare un cibo per loro normale il nuovo pericolo per la loro salute?
E magari spingersi più in là, e capire che gli antiossidanti e i fitochimici si trovano in frutta, verdura, legumi che vanno mangiati ogni giorno, e che servono a prevenire e combattere l'avanzare di malattie come il cancro, aiutati nel loro sviluppo da carne&soci?
Se glielo dice il medico magari cambia idea, col tempo, ma finchè sono idee che circolano su canali come internet, e qualche rivista, hai voglia! Se glielo dicesse la Clerici alla tv, o amadeus con i suio quiz del cavolo, o quell'altro lì che fa occhio alla spesa!
Io non riuscirei mai a far capire a mia nonna che consumare i prodotti animali non le fa affatto bene, per lei che è anziana!

- sulle persone che hanno i figli in sovrappeso, che consumano una porzione di frutta a settimana, un piatto di legumi al mese, noci 2 volte all'anno e verdure o fritte o niente.
Non so nelle vostre zone, ma penso che tutte le persone del sud, soprattutto i campani, possano confermare che l'atteggiamento più diffuso nel 3° millennio è considerare un bambino magro come malato, e uno paffutello bello sano!!
Se i bambini non crescono ai ritmi di un panetto di lievito, aiuto, non mangiano abbastanza!! "oh, guarda quel bambino come è magrolino!"
io non so se riuscirò mai a far capire ai miei parenti che le persone magre non sono malate, ma vivono di più ed è dimostrato da molti studi.

oggi l'eccesso non è un'anomalia, è la regola, e ciò potete applicarlo a qualsiasi aspetto della nostra società.

Non ho niente contro le persone grasse, figuriamoci, provo solo tanta voglia di aiutarli. Ma oggi rischiamo di far passare messaggi, attraverso tv, serie, film etc, che ci porteranno a considerare le persone obese come normalità, non come persone da aiutare. E ciò sarà catastrofico.

- per concludere, io sono convinto che le persone non siano così stupide da non capire che il formaggio che stanno mangiando fa male, da non capire che i loro bambini che mangiano 10g di verdure a settimana a 20 anni avranno le arterie intasate, e a 30 anni avranno molto probabilmente qualche tumore, se non qualche gastrite cronica, o qualche insufficienza renale, o altro, la scelta è lunga.
Semplicemente, NON SANNO, e ciò è assurdo in un era di televisioni, giornali, riviste, internet e cellulari con la tv.

Anto
Messaggi: 538
Iscritto il: dom ott 09, 2005 1:37 pm
Località: ex Sibyl, Milano
Contatta:

Messaggio da Anto » mar mag 02, 2006 9:24 pm

Fox_Mulder ha scritto:in questa situazione paradossale secondo me entrano diverse cause insieme, già da voi menzionate:

- La mancanza di informazione innanzitutto, e soprattutto da parte della classe medica. Le indicqazioni sono sempre generiche, ad una persona che ha avuto un infarto gli si dice di non mangiare carne rossa (!!!) e "stare attento" con i formaggi e le uova! Ma dove viviamo? ma cos'è un sogno? svegliatemi!!
Ma appunto!!!

Io penso: se tutte a le persone che hanno avuto ictus, infarti, cancro, diabete, consigliassero una dieta vegana... quanto cambierebbe la loro qualità della vita?

Eppure la mia amica che studia teconologie alimentari dice: "un po' di colesterolo dall'alimentazione va bene"

Cosa vuol dire? :-|

Fox_Mulder
Messaggi: 996
Iscritto il: ven ott 15, 2004 11:34 pm
Località: Il paese dei puffi...
Contatta:

Messaggio da Fox_Mulder » mar mag 02, 2006 10:05 pm

beh, chissà che libro ha studiato...

in ogni caso avrebbe ragione, se seguisse le fonti ufficiali. Il National heart Institute (non ricordo se questo esattamente, ma cmq si tratta di un associazione governativa americana di ricerca sulle malattie cardiache) consiglia una dieta che contenga i grassi al massimo per il 30% delle calorie totali, e 200-300 g di colesterolo al giorno. Notiamo i numeri:

Il programma di Ornish, che ha avuto effetti su pazienti con arterie intasate, colesterolo alle stelle e altri problemi relativi a problemi di cuore, prevede il 10% di grassi nella dieta (vegetale), e pochi mg di colesterolo.
Ha dimostrato scientificamente che i problemi cardiaci sono non sono bloccabili, ma possono REGREDIRE, senza uso di farmaci.
La dieta consigliata dalle asociazioni ufficiali invece non ottiene nessu nrisultato, e i pazienti peggiorano di anno in anno.

La tua amica studia le solite cose, vecchie, stravecchie, e che hanno davvero poco senso. Il colesterolo è prodotto dal corpo in quantità sufficienti, e chi non ha particolari patologie non necessità di nemmeno 1mg di colesterolo. ;)

Anto
Messaggi: 538
Iscritto il: dom ott 09, 2005 1:37 pm
Località: ex Sibyl, Milano
Contatta:

Messaggio da Anto » mar mag 02, 2006 10:10 pm

Mi chiedo perchè ci sia questo blocco culturale.

andrea grasselli
Messaggi: 658
Iscritto il: mar ott 05, 2004 8:02 pm
Località: lugano

Messaggio da andrea grasselli » mar mag 02, 2006 10:18 pm

Anto ha scritto:Mi chiedo perchè ci sia questo blocco culturale.
penso che il fattore principale sia quello economico: se la gente non si ammala, come fanno le case farmaceutiche, i medici, eccetera, a fare soldi?

andrea

Anto
Messaggi: 538
Iscritto il: dom ott 09, 2005 1:37 pm
Località: ex Sibyl, Milano
Contatta:

Messaggio da Anto » mar mag 02, 2006 10:23 pm

Ma nelle università, quando si insegnano cose vecchie, è tutto studiato a tavolino, per motivi economici?

MissVanilla
Messaggi: 2580
Iscritto il: dom ott 10, 2004 11:37 pm
Controllo antispam: cinque
Località: Nordest
Contatta:

Messaggio da MissVanilla » mar mag 02, 2006 10:24 pm

comunque, stamattina dopo la lezione, i bambini mi hanno chieso "ma prof lei non le mangia mai allora le merendine?" e al mio NO MAI erano scioccati!!
Hanno iniziato a farmi un elenco di cose, le patatine le mangia? la coca cola? i biscotti?
Non ci potevano credere che una potesse vivere senza ste cose!! Ed essere pure felice!!
Perchè sono così abituati a casa e soprattutto condizionati dalla pubblicità che ciò che è assurdo e allucinante è diventato la normalità.

Anto
Messaggi: 538
Iscritto il: dom ott 09, 2005 1:37 pm
Località: ex Sibyl, Milano
Contatta:

Messaggio da Anto » mar mag 02, 2006 10:32 pm

Ciao MissVanilla,

ma in questi incontri che organizzi sull'alimentazione cos'è che fai di preciso?

Rispondi